NC News

 

Embed or link this publication

Description

Giornalino Dicembre 2017

Popular Pages


p. 1

News www.nuovacollaborazione.com ncto@nuovacollaborazione.it N°5/2017 NOTIZIARIO FUORI COMMERCIO DIFFUSO ESCLUSIVAMENTE DALL’ASSOCIAZIONE AGLI ASSOCIATI. Nuova Collaborazione - Via Cavour, 3/c - 10123 Torino tel. 011 51.84.282 - fax 011 51.72.777. Nel rispetto del Decreto Legislativo n. 196/03 sulla protezione dei dati personali, NUOVA COLLABORAZIONE garantisce che le informazioni relative agli abbonati, custodite nel proprio archivio, non saranno cedute ad altri e saranno utilizzate esclusivamente per l’invio della rivista e della nostra corrispondenza. In qualsiasi momento il lettore potrà esercitare i suoi diritti per la cancellazione dei suoi dati così come previsto dall’art.7 del dl 196/03. Progetto grafico e stampa: polarolo.it LA TREDICESIMA mensilità per i collaboratori familiari L art. 38 del vigente contratto collettivo nazionale di lavoro per i prestatori di lavoro domestico prevede che in occasione del Natale, e comunque entro il mese di dicembre, il datore di lavoro retribuisca il lavoratore con una mensilità aggiuntiva, la c.d. tredicesima. Essa è pari alla “retribuzione globale di fatto” ricomprendendo in tale definizione anche l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio, per coloro che ne usufruiscono e limitatamente agli elementi fruiti. Per i lavoratori le cui prestazioni non raggiungano un anno di servizio, saranno corrisposti tanti dodicesimi di tredicesima mensilità quanti sono i mesi del rapporto di lavoro. Se per i collaboratori familiari retribuiti con paga mensilizzata il valore della tredicesima è semplicemente pari ad una quota mensile di retribuzione, più complesso diventa il calcolo nell’ipotesi di collaboratori con retribuzione oraria. In questo caso, infatti, si dovrà calcolare, partendo da quella oraria, la retribuzione annua, quindi dividere quest’ultima per dodici; il risultato rappresenta il valore della tredicesima spettante. La tredicesima matura anche durante le assenze per malattia, infortunio sul lavoro, malattia professionale e maternità, nei limiti del periodo di conservazione del posto e costituisce elemento retributivo utile ai fini della determinazione del trattamento di fine rapporto. NUOVA COLLABORAZIONE www.nuovacollaborazione.com Tredicesima Dicembre 2017: Tredicesima mensilità Gennaio 2018: Versamento dei contributi INPS Aprile 2018: Versamento dei contributi INPS Giugno 2018: Ferie 1 N°5/2017

[close]

p. 2

LIEVI INFORTUNI LAVORO: nessun obbligo di comunicazione per i datori di lavoro domestico L INAIL, con la Circolare n. 42 del 12 ottobre 2017, ha imposto ai datori di lavoro l’obbligo di comunicare telematicamente gli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro da uno a tre giorni (escluso il giorno in cui si verifica l’evento). Nella Circolare INAIL, negli ambiti di applicazione della nuova procedura di comunicazione, manca uno specifico riferimento ai lavoratori domestici; pertanto, è da ritenere che i datori di lavoro domestico siano esclusi da tale ulteriore vincolo. Il datore di lavoro domestico è, quindi, tenuto solamente alla comunicazione degli infortuni con prognosi superiore ai 3 giorni, come previsto dall’art. 53 del D.P.R. 30/06/1965 n. 1124 e s.m.i, utilizzando l’apposito modulo 4bis RA, tramite raccomandata a.r. o, per coloro che ne fossero in possesso, tramite la PEC. Per essi, non è contemplato, infatti, l’obbligo della comunicazione con modalità telematica come per tutte le altre categorie di datori di lavoro (Circolare INAIL n. 34 del 27/06/2013). Torneo di Burraco CRI Sabato 2 dicembre, nei Saloni della Prefettura di Torino, si è svolto l'annuale Torneo di Burraco organizzato dalla Croce Rossa Italiana. La NUOVA COLLABORAZIONE ha contribuito al Torneo di beneficenza offrendo, agli oltre duecento partecipanti, un omaggio anche per promuovere le attività dell'Associazione. Consegna delle Certificazioni 2017 Nel mese di dicembre i partecipanti ai corsi di formazione professionale gratuita, organizzati dalla NUOVA COLLABORAZIONE e dall'Ente Bilaterale Ebincolf nel corso dell'anno sosterranno gli esami per la certificazione in suggello del percorso formativo. Per conoscere le date dei prossimi corsi consultare il sito www.nuovacollaborazione.com NUOVA COLLABORAZIONE www.nuovacollaborazione.com 2 N°5/2017

[close]

p. 3

Cessazione del rapporto di lavoro domestico e NASPI I n materia di cessazione del rapporto di lavoro domestico, le norme di tutela contro il licenziamento ingiustificato (ossia intimato senza giustificato motivo o senza giusta causa), che prevedono la riassunzione o la reintegrazione nel posto di lavoro, non trovano applicazione nel confronti dei lavoratori addetti ai servizi domestici. Conseguentemente, il datore di lavoro domestico può recedere dal contratto di lavoro in qualunque momento, nel rispetto del periodo di preavviso contrattuale, ad eccezione delle situazioni in cui il licenziamento è sostenuto da giusta causa. L'Inps ha chiarito che in caso di cessazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato non è dovuto il contributo sul licenziamento introdotto dalla legge n. 92/2012. La procedura delle dimissioni telematiche in vigore dal 12 marzo 2016 non trova ap- plicazione per il lavoro domestico. Per poter beneficiare della Naspi (trattamento di disoccupazione) i lavoratori domestici devono possedere i seguenti requisiti: - licenziamento involontario; - contribuzione versata: almeno 13 settimane di contributi versati negli ultimi 4 anni; - aver lavorato per almeno 5 settimane negli ultimi 12 mesi prima del licenziamento. CONVEGNO - 23 OTTOBRE 2017 NUOVA COLLABORAZIONE ha organizzato un Convegno il giorno 23/10/2017 presso l’Hotel NH Carlina con il seguente titolo: L'ITALIA NON È PIÙ UN PAESE PER FAMIGLIE? I DATORI DI LAVORO DOMESTICO E LE POLITICHE FISCALI E DI WELFARE La famiglia italiana - soprattutto quando ha il ruolo di datore di lavoro domestico - viene sostenuta poco dalle Istituzioni. Perché? Come reagire? Con quali strumenti? Facendo sistema in che modo? Puntando a quali priorità? Esistono alternative per una cittadinanza più consapevole e per sinergie che interpretino al meglio la sussidiarietà? Un grandangolo rivolto ad operatori ed utenti, per mettere le basi per un futuro migliore. Il Convegno ha avuto un notevole successo di partecipazione. NUOVA COLLABORAZIONE www.nuovacollaborazione.com 3 N°5/2017

[close]

p. 4

CAS.SA.COLF - Al servizio dei datori di lavoro e a tutela dei collaboratori CAS.SA.COLF nasce per garantire e migliorare la professionalità e il servizio di collaborazione domestica. Uno strumento senza scopo di lucro, istituito nel Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico, per fornire prestazioni e servizi a favore dei datori di lavoro e dei lavoratori, come trattamenti assistenziali sanitari e assicurativi, per integrare e migliorare la tutela socio-sanitaria. Per essere iscritti alla CAS.SA.COLF è sufficiente, sia per i datori di lavoro domestico che per i collaboratori, essere in regola con i contributi di assistenza contrattuale, nei confronti dei quali vengono applicati i CCNL. Condizione necessaria è che i contributi vengano versati in modo regolare e continuativo. Il datore di lavoro risulterà iscritto dal primo giorno del trimestre in cui inizierà a versare regolarmente dei contributi di assistenza; per il dipendente, specularmente, l'iscrizione decorrerà dal primo giorno del trimestre in cui a suo nome verranno versati contributi di Assistenza contrattuale. Quali benefici per il datore di lavoro? Se in possesso di 4 ricevute di pagamento trimestrale consecutivo (codice F2) e se raggiunta la soglia minima di € 25,00, il datore di lavoro avrà diritto a un rimborso da parte di CAS.SA.COLF nei casi di rivalsa INAIL, su infortuni del dipendente, per i risarcimenti a suo carico, nella misura di € 25.000,00 per ciascun evento e per anno civile. Inoltre, nei casi di danni involontariamente causati dai lavoratori iscritti alla cassa, a terzi per morte, lesioni personali o danneggiamenti alle cose, per la responsabilità civile derivante da colpa o colpa grave dei quali danni il datore di lavoro iscritto debba rispondere, la CAS.SA.COLF rimborsa le spese sostenute nei massimali di € 25.000,00 per ciascun sinistro e per anno civile. PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL SITO www.nuovacollaborazione.com PER INFORMAZIONI: ncto@nuovacollaborazione.it SEDE CENTRALE TORINO: Via Cavour, 3/c - 10123 - Tel. 011.51.84.282 r.a. Fax 011.51.72.777 ncto@nuovacollaborazione.it SEDI REGIONALI E PROVINCIALI MILANO: Via Lambro, 4 - 20129 Tel. 02.20.46.998 - Fax 02.20.47.100 ncmi@nuovacollaborazione.it GENOVA: Via XX Settembre, 5/8 scala destra 4° piano - 16121 Tel. 010.59.29.09 - 010.57.40.124 - Fax 010.54.59.386 ncge@nuovacollaborazionegenova.it BOLOGNA: Via Don Minzoni, 5/B - 40121 Tel. 051.25.48.50 - Fax: 051.24.96.81 nc@nuovacollaborazionebologna.it ROMA: Via Francesco Saverio Nitti, 12/18 - 00191 Tel. 06.36.38.16.55 - Fax 06.32.97.762 nuovacollaborazioneroma@gmail.com FIRENZE: Via Cavour, 104 - 50129 Tel. 055.23.96.935 - Fax 055.26.78.989 nuovacollaborazione@virgilio.it CHIAVARI: Corso Garibaldi, 32/3 - 16043 Tel. 349.19.29.994 nuovacollaborazione@libero.it BIELLA: Via Oberdan, 17 - 13900 Tel. 015.22.179 - Fax 015.25.23.617 safa.biella@tiscali.it ALBA: Piazza Risorgimento 5 - 12051 Tel. 0173.36.31.05 ncalba@nuovacollaborazione.it FROSINONE: • Str. Statale 214 n°12 (loc. Madonna della Neve) - 03100 • ATINA - Via Giacinto Visocchi 6 - 03042  Tel. 3471867207 - barbaramacchia@libero.it NUOVA COLLABORAZIONE www.nuovacollaborazione.com 4 N°5/2017

[close]

Comments

no comments yet