Canti e Preghiere "Eremo Betania"

 

Embed or link this publication

Description

Libretto Canti e Preghiere Betania

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

PASSI IL TUO SPIRITO Passi il tuo Spirito, Signore come la brezza primaverile, che fa fiorire la vita e schiude l’amore. Passi il tuo Spirito come l’uragano che scatena una forza sconosciuta e, proprio nei disastri, solleva le energie addormentate. Passi il tuo Spirito nel nostro sguardo per oltrepassare le superfici verso orizzonti profondi e più vasti; per vedere ogni altro, ogni evento alla tua luce solare. Passi nel nostro cuore, curandone le ferite, per farlo bruciare di passione per il tuo Evangelo. (da P. Giovanni Vannucci) Passi il tuo Spirito nelle nostre menti per farvi fiorire pensieri fecondi per sentirci ancora e di nuovo in cammino di com-passione. Passi il tuo Spirito, Signore, sulle nostre mani e membra stanche per rianimarle e rimetterle gioiosamente all’opera. Passi il tuo Spirito fin dall’aurora, per portare con se tutta la giornata in uno slancio generoso; passi nel caldo meriggio per risvegliare sentimenti di tenerezza; passi all’avvicinarsi della notte, per conservarci nella tua luce e nel tuo Amore. Amen. 1

[close]

p. 3

VIENI SPIRITO SANTO Vieni, Spirito santo, dissipa le nostre paure. Scuotici dall'omertà. Liberaci dalla tristezza di non saperci indignare per i soprusi consumati sui poveri. Vieni, Spirito santo e facci capire che i deboli, i diseredati, gli emarginati sono i punti di entrata attraverso i quali tu, spirito di Dio, irrompi in tutte le realtà umane e le ricrei. Vieni, Spirito santo, spalanca i nostri cuori e apri le porte delle nostre famiglie e comunità a coloro che lasciano le loro terre in cerca di pane, di libertà. Donaci di saper togliere i sandali davanti alla terra sacra dell'altro, qualunque sia la sua etnia, cultura, religione e provenienza; facci capire che siamo fratelli e lo diventiamo solo imparando la convivialità delle differenze. Vieni, Spirito santo, e rinnova la faccia della terra; rinnova questo mondo che invecchia. Dissipa le sue rughe e fascia le sue ferite che l'egoismo sfrenato degli uomini ha tracciato sulla sua pelle. Insegnaci cammini di libertà con tutti gli schiavi di oggi -migranti, persone costrette alla prostituzione, bambini e ragazzi obbligati al lavoro, alle armi -. Facci artigiani di fraternità in un mondo diviso, individualistico, che scarta invece che radunare. Vieni, Spirito santo, librati su questo mondo sterile di vera vita. E il deserto ridiventerà giardino, e nel giardino fioriranno giustizia e misericordia: Loro frutto sarà la pace. Amen (da Tonino Bello) 2

[close]

p. 4

SPIRITO, LUCE E AMORE Spirito, Luce e Misericordia, fa che possiamo essere nella materialità quotidiana ciò che siamo in Te. Rompi le nostre barriere egoistiche, trasformaci in realtà di comunione liberandoci da ogni ostilità e divisione. Tieni lontano da noi l’orgoglio, l’arroganza della differenza, dilata il nostro cuore alla comprensione della verità, sempre ancora da cercare con intelligenza e cuore umili. Spirito Luce e Compassione, Tu sei in ogni segno d’illuminazione, in ogni anelito di vita, in ogni sogno di bellezza, in ogni rinuncia per un più grande amore. La Tua venuta è nella certezza inebriante che nel cuore di ogni essere, a partire dai più piccoli e tribolati, sei Tu, Compassione e Luce crescente. Amore senza alba e tramonto, libera noi tue creature in cammino da ogni intolleranza e durezza, risveglia in noi la tenerezza che libera e rende liberi da incomprensioni e chiusure. Spirito, Luce e Consolazione, svuota gli abissi interiori, cura ogni tipo di ferita, crea sempre più dei cuori nuovi: sottrai la natura dal male, battezzandola con il fuoco del tuo Amore. La tua luce ci riveli sempre nuovi oggetti d’amore, ci manifesti il senso e le ragioni profonde della vita di ognuno, di tutti. Per Te ritrovino in noi unità e canto il cielo e la terra, l’altissimo e l’abisso profondo; il giorno e la notte, la tenebra e la luce, la gioia e il pianto, la morte e la vita. Amen. (da P. Giovanni Vannucci) 3

[close]

p. 5

SPIRITO, SONO IN TE LE FONTI DELLA VITA, nella tua luce noi vediamo la luce; Tu il Soffio che dona respiro, Respiro di giustizia e di bontà. Tu Silenzio che crea Parola, Parola d’Amore e libertà VIENI, SPIRITO SANTO Vieni, Spirito Santo manda a noi dal cielo un raggio della tua luce. Senza la tua forza, nulla è nell’uomo, nulla senza colpa. Vieni, Padre dei poveri, vieni, datore di doni, vieni, luce dei cuori. Lava ciò che è sordido, bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina. Consolatore perfetto, ospite dolce dell’anima, dolcissimo sollievo. Piega ciò che è rigido, scalda ciò che è gelido, drizza ciò che è sviato. Nella fatica, riposo, nella calura, riparo, nel pianto, conforto. Dona ai tuoi fedeli che solo in te confidano i tuoi santi doni. O luce beatissima, invadi nell’intimo il cuore dei tuoi fedeli. Dona virtù e premio, dona morte santa, dona eterna gioia. Amen 4

[close]

p. 6

LA PREGHIERA DELLO SPIRITO Spirito di Dio sappiamo che la tua presenza coinvolge e trasforma la creazione, le persone e la società. Noi tutti, sacerdoti del Creato e dell'Umanità, con fiducia ti lodiamo, ti benediciamo desiderando servirti con gioia e umiltà nella vita semplice, sobria, solidale, misericordiosa. Tu sei acqua e dove c'è acqua c'è vita e crescita. - Insegnaci a vivere e a crescere semplici e limpidi; insegnaci la vera crescita che è diminuire con serenità. Tu sei terra e dove c'è terra c'è possibilità di germoglio, di abitazione, di cammino - Insegnaci a condividere, a essere pellegrini, ospitati e ospitali, in particolare verso chi non ha o non ha più una terra. Tu sei fuoco che riscalda e illumina: - Riscalda e illumina la vita di tutti, fa che alla tua luce vediamo la luce che illumina ogni persona che viene al mondo. Tu sei alito che trasmette vita e la rinnova: - Donaci gioia di condividere la vita, di generare speranza Tu sei spirito che da a ogni creatura un'anima - Fa di noi persone che amano la creazione, la rispettano, di essa vivono e fanno vivere Tu sei vento che gonfia la vela della barca della vita. - Liberaci dalla paura di prendere il largo, di rischiare ancora. FACCI PERSONE LIBERE, LIBERE DI AMARE, LIBERE DI BENE-DIRE LIBERE DI DONARE LIBERE DI CANTARE E DANZARE, LIBERE DI SERVIRE COME TE. 5

[close]

p. 7

DONACI, SPIRITO SANTO, OCCHI, CUORE E SOFFIO Donaci, o Signore, occhi per vedere, un cuore per amare e tanto fiato. Donaci occhi per vedere come Tu vedi, le creature, gli altri, la storia e le storie di tutti: alla Tua luce noi vedremo la luce Donaci un cuore tenero per amare, Dio e le persone. Donaci il tuo stesso cuore per amare in verità, dimentichi di noi stessi. Donaci il tuo soffio, l'anelito che ci mandasti da parte del Padre, Spirito che soffia dove e quando vuole, a colpi di vento o a tocchi leggeri mentre ci chiami a seguire le Tue ispirazioni. Signore, ho bisogno dei tuoi occhi: dammi una fede viva. Ho bisogno del tuo cuore: dammi la carità a tutta prova. Ho bisogno del tuo soffio: dammi la tua speranza, per me e per tutta l'umanità. E a noi, Chiesa di oggi, popolo di Cristo in cammino Famiglia di tutti fratelli, dona uno sguardo luminoso e sereno, un animo generoso e gratuito, un cuore tenero e caloroso, così che tutti possano riconoscere i cristiani dall'Amore che si fa fraternità, amicizia affettuosa, nel quotidiano dei giorni. Amen 6

[close]

p. 8

PREGHIERA DEL CREATO (BENEDIZIONALE N.1859) Sii benedetto, Dio Onnipotente, creatore del cielo e della terra: noi riconosciamo la tua gloria negli immensi spazi stellari e nel più piccolo germe di vita che prorompe dal grembo della terra madre. Nelle vicende e nei ritmi della natura tu continui l’opera della creazione. La tua provvidenza senza limiti si estende alle grandi ere cosmiche e al breve volgere dei giorni, dei mesi e degli anni. Ai figli dell’uomo, fatti a tua immagine e rigenerati in Cristo a vita nuova, tu affidi le meraviglie dell’universo e doni loro il tuo Spirito, perché fedeli interpreti del tuo disegno d’amore, ne rivelino le potenzialità nascoste e ne custodiscano la sapiente armonia per il bene di tutti. Stendi su di noi la tua mano, o Padre, perché possiamo camminare nella giustizia e nella fraternità, senza mai presumere delle nostre forze. Insegnaci a governare, nel rispetto dell’umanità e del creato, del presente e del futuro, gli strumenti della scienza e della tecnica e a condividere i frutti della terra e del lavoro con i piccoli e i poveri. Veglia sulla terra, casa comune dei tuoi figli, perché non si ripetano per colpa nostra le catastrofi della natura e della storia. Concedi a tutti i tuoi figli di godere della tua continua protezione; fa che la società del nostro tempo si apra verso orizzonti di vera civiltà in Cristo uomo nuovo. A te, il regno, la potenza e la gloria, nell’unità dello Spirito Santo per Cristo nostro Signore, oggi e nei secoli dei secoli Amen. 7

[close]

p. 9

LA PREGHIERA DELLA LUCE Una cosa so: prima ero cieco e ora ci vedo. (Gv. 9,25) Dio, che in principio dicesti: “Sia la luce”, - I nostri occhi esultino per tutte le cose belle e vedano come Tu vedi. Verbo eterno del Padre, che venisti nel mondo come luce vera, - Possa ogni persona accoglierti e vedere il tuo volto. Gesù, Signore, che ridonasti la vista al cieco nato, - Che i fratelli e le sorelle che credono di vedere, ma sono ciechi, T'incontrino nel loro cammino. Gesù Fratello, che venisti nel mondo perché chiunque crede in te non rimanga nelle tenebre, - Che la luce della tua Buona Notizia percorra la terra. Gesù Signore e Amico, che ci hai rivelato Dio come luce d'Amore, - Fà che camminiamo nella luce, cioè in comunione gli uni con gli altri e il tuo sangue prezioso ci purifichi da ogni peccato. Gesù Spirito Vivente sempre, poiché la città di Dio non avrà bisogno della luce del sole né della luce della luna, -.Camminino i popoli verso la pienezza del Regno, nel sole, nella verità, nella giustizia e nell'Amore. Amen 8

[close]

p. 10

LA PREGHIERA DELL’ACQUA (1) Grazie, Signore, per sorella acqua: È bella e umile e preziosa e casta. Grazie per questa fonte necessaria di vita: Non deve mancare a nessun vivente, uomo, animale, pianta. Grazie per l’acqua che sgorga dai pozzi: Tu stesso, stanco e assetato, ti fermasti a uno di essi. Grazie per l’acqua che sgorga dalle sorgenti e scorre nei fiumi: A gran voce dici che fiumi di acqua viva sgorgano da chi crede in te. Grazie per l’acqua che scaturì, insieme al sangue, dal tuo corpo ferito: Sorgente da cui partono i canali di vita e di pace dell’umanità. Grazie per l’acqua che, nel battesimo, bagna i figli di Dio: Siano testimoni dell’amore, nella tua morte e resurrezione, per tutti quelli che ti cercano. ======================= Perdona, Signore, quando vogliamo dissetarci a cisterne screpolate, quando crediamo di spegnere la vera sete nei tanti prodotti della società di oggi: Non la sete manca, ma il risveglio alla vera Fonte. Perdona Signore, la nostra incapacità a spegnere tante seti: Non è l’acqua che manca, ma la nostra volontà di farla scorrere a tutti. Perdona quelli che si impossessano dell’acqua e la privatizzano: Su questo bene universale, si continua a speculare e farsi guerra! Perdona noi, come chiesa, quando chiudiamo in bottiglia anche l’acqua della fede: Che la chiesa sappia dissetare con la libertà e la gioia del Vangelo tutte le genti. Amen 9

[close]

p. 11

ALLA TUA PRESENZA Eccomi, Signore Gesù, alla Tua presenza. Lo Spirito tuo e del Padre dal cuore di Madre mi spinge a cercarti e adorarti in tutti i tabernacoli dell'universo. Ti adoro ne! tabernacolo della creazione, di ogni opera che, nel soffio iniziale, il Padre ha plasmato e continua a sostenere, danzando in essa e con essa fra le stelle, sui monti e nei mari, soffio leggero sugli alberi e sui fiori, che sostiene l'armonioso canto degli uccelli, misterioso soffio gagliardo nelle tempeste e dentro i vulcani. Ti adoro in ogni essere vivente che popola la terra movimentata e varia: In particolare ti adoro in ogni vivente umano fatto a tua immagine e somiglianza, Dio Uno, Relazione e Comunione. Perciò m'inchino con tenerezza alla Tua Presenza nel bimbo e nell'anziano, in ogni uomo e donna e nella loro unione santa. Soprattutto tolgo i sandali e m'inginocchio davanti agli anziani, ai malati, a vittime di ingiustizia e di poteri vari; lì abiti, lì vuoi portare liberazione e vita e chiami me, ora, ad essere le tue mani, il tuo cuore per 'servire' con la medesima tua compassione e bontà, per essere adorazione vivente ++++++++++++++++. Ti adoro in questo momento nell'Ostia, cogliendo in silenzio le profondità della Tua Presenza nascosta ai sensi. Credo che lì ci sei tutto, Gesù Signore, Fratello e Amico; ci sei con il Padre e lo Spirito, mistero di Relazione, di dialogo, di dono reciproco; ci sei come 'corpo mistico' cioè con noi, con l'universo. +++++++++++++++++ Ti adoro, Padre buono nelle profondità del mio cuore, Tu che misteriosamente sei la mia vera identità. Non mi lasciare a me stesso, alle mie forze o certezze, spesso ingannevoli. Il tuo Spirito mi conduca all'abbandono fiducioso, all'obbedienza alla volontà del Padre di tutti, proprio come tu l'hai compiuta. Vieni, Signore Gesù, vivi in me perché io stesso sia completo tabernacolo della Tua Presenza, un'adorazione vivente e continua, canto di gioia e di grazie senza fine. Amen 10

[close]

p. 12

SIGNORE... UN ARCOBALENO Signore, fa di noi un arcobaleno, un visibile segno di pace e di riconciliazione. Un arcobaleno , che sia come un ponte fra le differenze, fra le generazioni, fra le distanze; un segno della promessa , che mai delude, un segno della speranza, che mette in cammino un segno dello spirito, che rinnova il mondo: Rendici inquieti, noi che ti seguiamo. Rendici inquieti, quando l’abbondanza delle cose che possediamo ci fa perdere la sete della tua presenza e della pace nella giustizia. Donaci la quiete, donaci la pace che viene dall’incontro con Te, amicizia e amore per ogni vita e anche per le creature inanimate. Scuotici dal sonno, Signore, affinché diventiamo più coraggiosi, più solidali gli uni con gli altri, più attenti alla tua parola: Fa che ti seguiamo con maggiore fedeltà,nella gioia di riconoscere il Tuo volto nel volto di ogni fratello e sorella in umanità. Si, Signore, fa di noi un arcobaleno, un segno di speranza per un mondo nuovo. Amen. 11

[close]

p. 13

PREGHIERA DEL GIORNO NASCENTE Signore nel silenzio di questo giorno nascente ti ringrazio d’esserci e ti chiedo la sapienza, la pace e la forza. Oggi voglio guardare il mondo con i tuoi occhi pieni d’amore. Aiutami ad essere paziente, comprensivo, dolce e saggio, a vedere, al di la delle apparenze, i tuoi figli come tu stesso li vedi e così cogliere in ciascuno il bene. Chiudi le mie orecchie alle menzogne e alle calunnie, custodisci la mia lingua da tutte le cattiverie e fa che solo pensieri benedicenti abitino il mio spirito. Che io sia affabile, così gioioso, che tutti coloro che mi avvicinano percepiscano la tua presenza. Signore, rivestimi della tua bellezza e fa che lungo tutto il tempo che ho da vivere io ti riveli. Amen (da Indios dell'America Latina) 12

[close]

p. 14

UN NUOVO GIORNO Un nuovo giorno di vita ci è offerto, vogliamo seguirti Signore, dove Tu oggi sei e sarai. Nei sogni di pace, nei cuori di tutte le persone, nella bellezza delle cose,nel grido degli assetati di Te. Nella dimora segreta del cuore, nella voce intima che indica la via. Negli alberi, nel vento, nell'acqua perenne, nella terra, nei prati verdi, nella roccia inflessibile. Nella luce del giorno, nella vita ardente, nel lavoro intenso, nella calma delle soste. Nell'incontro dell'amico, nella domanda di amore, nel cuore che si spoglia di sé. In questa casa che è tua, educa le nostre mani a opere giuste e misericordiose Nutri di verità-amore la nostra parola. In quest'Eremo Betania affidato a Te, apri i nostri occhi alla bellezza, le nostre orecchie alla sapienza. Apri il cuore ad amarti di più, a camminare con Te, pellegrino senza frontiere, e in Te, nostra vera Terra,con passi gioiosi. Amen (da P. Giovanni Vannucci) 13

[close]

p. 15

INSEGNACI L’ASCOLTO Padre, non sappiamo più ascoltare; né siamo capaci di fare silenzio. Abbiamo perso il senso della contemplazione, perciò siamo così soli e vuoti, così rumorosi e insensati; e inevitabilmente idolatri e divisi, isolati. Non sappiamo più ascoltare perché siamo rivolti a noi stessi, ai nostri interessi come più importanti, alle nostre idee come le migliori; non mettiamo l’altro come primo, come qualcuno da continuare a capire. La fretta soprattutto ci gioca brutti scherzi. Stiamo alle prime reazioni, reagiamo senza riflettere; aumentiamo la sfiducia, e continuiamo a non saper ascoltare per la paura di dover cambiare noi stessi. Anche quando l’angoscia ci assale donaci, o Padre, di non dubitare; o anche di dubitare, ma insieme di sempre più credere: di credere alla tua fedeltà e al tuo amore, di aver fiducia nell’altro, nel suo cammino al nostro fianco. Donaci di ascoltare perchè il tuo Spirito soffia su di noi e vuole radunarci nell’unità ma nel rispetto delle differenze, nella convivialità delle diversità. Amen. (da P. David Maria Turoldo) 14

[close]

Comments

no comments yet