il Portico 345

 

Embed or link this publication

Description

la voce dei novellaresi

Popular Pages


p. 1

ANNO XXXVI MENSILE NOVELLARESE D'INFORMAZIONE Consulenza e stime immobiliari Gestione Affitti - Compravendite NOVELLARA (RE) V.le Montegrappa, 11/b Cell. 348-4446131 - Tel. 0522-654100 Novembre 2017 n.345 Foto Mauro Storchi Cicogne in volo alla Cila Morellini Geom. Daniele - COSTRUZIONI EDILI - RISTRUTTURAZIONI - VENDITE IMMOBILIARI - PROGETTAZIONI Viale Montegrappa, 40 - 42017 Novellara (RE) - Tel. 0522 - 652719 - Cell. 348 9000390 www.dmcostruzionisrl.it - Email: info@dmcostruzioni.it

[close]

p. 2

2 Gian Luca Arcetti nuovo segretario del Circolo PD di Novellara Eletto lo scorso 19 ottobre Gian Luca raccoglie il testimone da Milena Saccani Vezzani. Ventisei anni, informatico presso una software house di Reggio Emilia, vicepresidente del circolo culturale “Il Contemporaneo”, volontario della pro loco, appassionato di musica (Ligabue, rock, punk) di sport (Juventus, Lakers, Pallacanestro reggiana) e di serie tv. di Marco Villa Come ti sei avvicinato alla politica? Nella mia famiglia c’è sempre stato un forte interesse, mia nonna è stata per anni im-pegnata nel sindacato, e io ho sempre seguito i dibattiti e i talk show in tele- visione an-che se non ero impegnato direttamente. Anche negli anni dell’Università non avevo fatto attività mentre nel 2014 appena ho iniziato a lavorare mi sono iscritto al Partito Democratico. Volevo continuare a seguire la politica più dall’interno. Dopo poche settimane Milena mi chiamò perché voleva coinvolgere i nuovi iscritti nel gruppo NOI dedicato ai temi della legalità la mia prima iniziativa fu l’incontro in piazza con Carmela Lanzetta. Poi la trasferta a Roma, la partecipazione ad altre attività, l’ingresso in segreteria ecc ecc. E come è nata l’idea di assumere l’incarico di segretario, non ti pesa? Se n’e cominciato a parlare sei mesi fa in preparazione del congresso, l’ho visto come un riconoscimento di quanto svolto in questi anni e ne colgo la responsa- bilità, per fortuna sarò affiancato da due ex segretari in modo da rendere lineare il mio inizio a differenza di quel che è accaduto ad altri segretari che si sono trovati in una situazione per loro nuova senza alcun riferimento. Tu non sei in Giunta e neppure in Consiglio Comunale e si porrà il tema del rapporto tra partito e amministrazione da questa sostenuta. Entrambi sono autonomi nella loro azione ma certo sono collegati. Un filo diretto tra amministrazione e partito è im- portante, ci sono persone che ricoprendo incarichi sia nel PD che in giunta o in consiglio favoriscono il confronto. Il compito della segreteria di partito è di raccogliere la voce della base che ha votato per la giunta, portarlo agli amministratori anche tirando la giacchetta e ovviamente anche vi-ceversa. Tu sei assolutamente un nativo democratico, cioè uno cresciuto politicamente quando c’era già il partito democratico però nel PD ci sono persone di diver-se provenienze che spesso si guardano anco- ra con diffidenza, come pensi di affrontare questa difficoltà? In questi anni non ho percepito questa diffidenza, si punta ad ascoltare tutti, dando la stessa considerazio- ne alle opinioni di chiunque, non importa quale pro- venienza uno abbia. Al partito serve gente pensante che sia disponibile a collaborare e lavorare in unità. Al congresso del PD in cui tu sei stato eletto, qualcuno ha difeso il job’s act sostenendo che la priorità in questo momento è attrarre investimenti e che i diritti non si mangiano. Qual è il tuo punto di vista a riguardo? Il Job’s act è stato un insieme di provvedimenti, compresi una serie di sgravi fiscali alle imprese che assumevano, io stesso sono stato assunto grazie a questi sgravi. Non credo che si debba rinunciare ai diritti che tute- lano le pari opportunità o l’uguaglianza dei cittadini. Credo però che ogni cosa vada valutata nel suo giusto peso e quanto quel diritto acquisito sia veramente rilevante o meno e in che modo cambi la situazione dopo una modifica della legge. Il mio lavoro mi ha insegnato che occorre basarsi sul maggior numero di dati oggettivi e seri, ad istinto non si fa mai la scelta corretta. Sempre durante l’ultimo congresso è stato sottolineato il rischio del lungo governo di un territorio: amministratori e soggetti politici che puntano a ottimizzare l’esistente senza cercare una visione nuova, anche perché si seguono i consigli dei tecnici che hanno costruito una propria forma mentis basata sulle pratiche consuete... Sì questo rischio esiste, a volte bisogna puntare sulla fantasia e osservare una questione a 360 gradi. Non sempre è sufficiente valorizzare o razionalizzare al massimo quello che già c’è ma bisogna cercare nuove prospettive e provare ad immaginare soluzioni diverse da quelle attuate sino a quel momento. Ci vuole molto coraggio perché lasciare quel che è stato fatto e che ha funzionato per anni significa lasciare delle sicurezze per qualcosa che può anche non dare i risultati sperati però potresti anche ottenere qualcosa di migliore. In questi anni molti iscritti o simpatizzanti si sono allontanati dal Partito Democratico, senza per questo aderire ad altre formazioni come pensi di recuperarli. Ho parlato con alcuni di loro, la delusione non nasce da quanto fatto o non fatto dal circolo di Novellara o dall’operato dell’amministrazione comunale ma solo da fattori nazionali. Però non mi rassegno a questa perdita e voglio cercare di coinvolgere il numero più ampio di persone, voglio farle sentire partecipi e voglio sentire l’opinione di tanti, anche con strumenti diversi dalla classica assemblea pubblica, vorrei toccare più ambienti possibili, meno attività in sezione e più nel territorio (cosa che si è già cominciata a fare) per capire cosa importa ai cittadini. Alla fine del tuo mandato, di là dai risultati elettorali, elemento essenziale per un partito, cosa ti farebbe giudicare positivamente il tuo operato come segretario? Riuscire appunto ad aumentare le persone che per un motivo o per l’altro gravitano intorno al circolo, recuperare vecchi iscritti e coinvolgere nuovi attivisti. Non solo perché con tante persone si possono fare più cose ma anche per avere un maggior contributo di idee e di proposte. SALUMIFICIO MACELLAZIONE E LAVORAZIONE CARNE SUINA di Bartoli & C. snc CENTRO CARNI vendita al minuto di carni bovine - suine - avicole NOVELLARA (RE) via C.Colombo, 84 tel.0522/654166 MalorTtaadrteullfao

[close]

p. 3

3 Serve un campo aperto di centro sinistra per dare un futuro al paese e al PD Le recenti elezioni regionali in Sicilia ci hanno confermato che un centro sinistra diviso perde e che una grossa fetta di elettori non va più a votare. L’astensionismo dilagante è un dato preoccupante in quanto dimostra un progressivo allontanamento dei cittadini dalla politica e un sempre maggior calo della rappresentatività da parte dei partiti. In questo quadro il Partito Democratico, nonostante la buona partecipazione alle primarie di maggio, ha inanellato nette sconfitte alle tornate amministrative che rendono obbligatoria una riflessione sul proprio posizionamento in vista della politiche del 2018. Le velleità di autosufficienza devono essere messe da parte in quanto il calo del consenso è evidente e il trend non lascia intravedere segnali di inversione di tendenza. I motivi sono molteplici: - il leaderismo di Renzi divide e i suoi repentini cambi di di Alessandro Baracchi rotta “mediatici” mettono in discussione una riconoscibile linea politica, nonostante i pur tanti provvedimenti adottati dal governo dei mille giorni; - l’essere forza di governo in un periodo di ampia frammentazione sociale acuita dai problemi derivanti dall’ondata di flussi migratori non aiuta, soprattutto con forze di opposizione che basano il loro consenso sulla strumentalizzazione di tali problematiche, nonostante il buon comportamento del governo Gentiloni in tal senso; - le classi “deboli” da anni non si sentono rappresentate approdando quindi all’astensionismo, o confidando nel voto al Movimento 5 stelle o Lega Nord; - esiste una proliferazione di velleitarie forze alla sinistra del PD che fanno dell’anti-renzismo il proprio programma politico. Per tutti questi motivi, per ritornare competitivi in vista delle prossime elezioni politiche occorre ricostruire un campo largo di centro-sinistra entro il quale far riconoscere l’elettorato del PD e tutto quell’elettorato da anni “deluso”, magari non avvezzo a Renzi, ma che si può riconoscere in una prospettiva unitaria alternativa al centro-destra e al populismo nelle sue svariate forme. Tutto questo può essere agevolato dall’istituzione di primarie di coalizione, attraverso le quali scegliere il leader e coinvolgere nuovamente quel popolo così detto “arancione” di ispirazione ulivista che tutto sommato ha voglia di essere motivato e che non vuole frammentarsi dietro sigle nate più per rispondere a bisogni di qualche leader storico che ha fatto il suo tempo, più che per dare una seria risposta ai bisogni del paese. La politica è tale solo quando la responsabilità prevale rispetto agli interessi personali: a questo sono quindi chiamate la forze di centro sinistra in vista delle prossime elezioni. Una mancata applicazione di questo principio porterà inevitabilmente il paese ad anni bui. Legge elettorale e fine legislatura foto Mauro Storchi Dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 la Legislatura è continuata con un obiettivo principale, anche a seguito della successiva sentenza della Corte Costituzionale sull’Italicum: andare al voto con una nuova legge elettorale o almeno l’armonizzazione di quella esistente, dopo due sentenze della Corte (una sul Porcellum e l’altra già richiamata sull’Italicum), tra Camera e Senato. Oltre all’armonizzazione vi era anche l’obiettivo di avere una legge elettorale non tutta proporzionale, perché con un sistema politico tripolare si rischia l’ingovernabilità. Dopo un tentativo in estate su un testo concordato tra PD, FI, M5S e Lega, naufragato al primo voto segreto, si è ripresa una precedente proposta del PD, il cosiddetto Rosatellum, che, con alcune modifiche, ha visto l’accordo di PD, FI, Lega e AP. Una legge che ha un terzo di maggioritario, con i collegi, e due terzi di proporzionale, con liste corte e senza preferenze (come già il Mattarellum). Vorremmo di più di maggioritario, ma non c’è la maggioranza parlamentare per andare oltre. Il Rosatellum è diventato legge, ma solo con 8 fiducie tra Camera e Senato. Contro il Rosatellum si sono scagliati in particolare M5S e MDP. Prima di svelare il perché di tale opposizione, quattro questioni preliminari. 1. La fiducia sulla legge elettorale non è certo ciò a cui si aspira, ma non è incostituzionale. E’ stata la risposta obbligata a chi voleva affossare la legge chiedendo 150 voti segreti tra Camera e Senato, su una legge elettorale, che non riguarda le coscienze, ma è un atto tutto politico. Nascondersi dietro le minoranze linguistiche per sperare nei franchi tiratori, questo sì che ha ben poco di democratico. Chi è ancora alla ricerca di almeno uno dei 101 franchi tiratori contro Prodi, pensi a come avrebbe reagito se non si fosse fatta la legge elettorale a causa dei franchi tiratori. Se non veniva approvata in ottobre, se fosse fallito anche dell’On. Maino Marchi quel tentativo, non c’era più tempo per cercare un’altra soluzione. 2. Il M5S e in particolare Di Battista sostengono che si è fatta una legge per impedire al M5S, che ha la maggioranza, di vincere. Se il M5S avesse il 51%, cioè la maggioranza, vincerebbe le elezioni con qualunque legge, anche con il Rosatellum. La verità è che in Italia nessuno ha il 50%, per cui non è stato tolto nulla a nessuno. 3. Si dice che anche con il Rosatellum non si ha la certezza di avere una maggioranza chiara ed omogenea dall’esito delle urne. E’ vero, anche se il terzo dei collegi può facilitarlo. Si deve però sapere che solo due sistemi, resi uguali al Senato rispetto alla Camera, possono dare quella certezza: il Porcellum (la lista o la coalizione che arriva prima prende il 54% dei seggi a prescindere dal suo risultato) e l’Italicum (ballottaggio tra prime due liste se nessuna arriva al 40% o maggioranza a chi supera il 40% nel primo turno). Peccato che sono stati entrambi dichiarati incostituzionali. Nemmeno il Mattarellum, con un sistema politico tripolare, dà la certezza di una maggioranza. 4. Chi grida contro l’assenza di preferenze, se viene dalla nostra storia o da parte di essa (come coloro che sono usciti per costituire MDP) si ricordi che il PDS aveva fatto i manifesti per abolire le preferenze, elemento di corruzione. Detto questo vorrei svelare il trucco grillino e il progetto MDP che li hanno portati ad essere contro il Rosatellum. M5S. Il trucco sta nel fatto che non si può più raccontare una balla agli elettori. Con il sistema proporzionale puro il M5S puntava ad arrivare primo, senza avere la maggioranza, formare un governo e chiedere agli altri partiti, a qualcuno di votare la fiducia. Anche un bambino capisce che non è realizzabile. Perché si dovrebbe lasciare fare a Di Maio ciò che non si concesse a Bersani, che almeno la maggioranza alla Camera l’aveva? Gli sbocchi sarebbero stati due. O tornare alle elezioni, sfasciando la credibilità del sistema politico. Cosa che al M5S, che diversi elementi di fascismo e di antisistema li ha dentro di sé, andrebbe più che bene. Oppure un governo con Lega e Fratelli d’Italia, mettendo in un cassetto dopo le elezioni il NO alle alleanze fin qui sbandierato. Con il Rosatellum e i collegi questo gioco non possono più farlo, perché primi non arriveranno, in quanto nei collegi vincerà chi farà alleanze. MDP. Qui si innesca il progetto MDP. Il proporzionale puro permetteva una campagna ognuno per sé, dove cerchi i voti nell’erba del vicino, e alleanze solo dopo il voto. Un sistema funzionale ad una campagna esclusivamente contro il PD. Con i collegi chi è indisponibile ad alleanze si assumerà la responsabilità di far vincere la destra o il M5S. Responsabilità pesante. Meglio evitarla. Con il Rosatellum si deve voltare pagina nel centrosinistra. Tutti, anche MDP. NOVITÀ CENTRO REVISIONE AUTOVEICOLI Assistenza - Vendita nuovo - usato Vendita ricambi originali Gommista - Installazione impianti GPL NOVELLARA (RE) Via Galois, 2/4 Tel. 0522.653650 www.nuovacantoniemonari.it - info@nuovacantoniemonari.it

[close]

p. 4

4 Una scelta consapevole in comune Sono già 341 i donatori del Comune di Novellara. Ricorda che anche con la carta d’identità elettronica potrai lasciare la dichiarazione di volontà sulla donazione di organi e tessuti al momento del rinnovo della Carta d’Identità. Per maggiori informazioni il referente dell’AIDO di Novellara è presente allo sportello URP ogni terzo sabato del mese. Tracce di storia dall’Archivio: protagonista questo mese è Lo Spettacolo della Natura, testo custodito nel fondo antico della biblioteca comunale, pubblicato nel 1765, di carattere naturalistico. Per approfondire,consulta il sito www.comunedinovellara.gov.it alla voce “Archivio storico” Variazione orari: A partire da gennaio 2018 servizio elettorale, stato civile, leva e servizi cimiteriali osserveranno orari di apertura ridotta sino alla fine delle elezioni politiche. Consulta i nuovi orari sul sito www. comunedinovellara.gov.it Reperibilità polizia mortuaria: è online il calendario delle reperibilità di stato civile della polizia mortuaria per l’anno 2017. Per consultarlo, visita il sito www. comunedinovellara.gov.it alla voce “Uffici Comunali” Difensore civico regionale: il Difensore civico tutela i diritti dei cittadini ricevendo i loro esposti e vigila sul buon andamento e l’imparzialità della pubblica amministrazione, secondo i criteri di legalità, trasparenza, efficienza, efficacia ed equità. Per sapere come contattarlo, vai al sito del comune di Novellara, alla sezione “Famiglia, persone e stranieri” Segnalazioni interferenze agli impianti di ricezione televisiva: possono a volte verificarsi nelle zone in cui vengono accese le stazioni radio base che trasmettono i segnali della telefonia 4G nella banda degli 800 MHz. Qualora si riscontrassero improvvisi problemi di ricezione del segnale televisivo del digitale terrestre, sarà possibile effettuare la segnalazione tramite la chiamata al numero verde 800 126 126 e la compilazione di un modulo elettronico presente sul sito web www. helpinterferenze.it. E – R SOCIALE – Campagna prevenzione influenza: Da lunedì 6 novembre in tutta l’Emilia-Romagna è operativa la campagna di vaccinazione gratuita del Servizio sanitario regionale con l’obiettivo di proteggere dalle gravi complicanze le persone più fragili, come bambini e adulti con malattie croniche, anziani, donne in gravidanza, ma anche gli operatori sanitari. Per maggiori informazioni, consulta il sito http://salute.regione.emilia-romagna.it alla voce “Campagne informative” E-R SOCIALE - Empori solidali: la Regione promuove gli Empori solidali, contro la povertà e lo spreco di cibo. Gli empori sono già 16, ai quali se ne aggiungeranno 6 di prossima apertura. Per informazioni consulta il sito http://sociale.regione.emilia-romagna.it E-R SOCIALE - Quasi 16mila poveri bussano alle porte della Caritas. Per loro una risposta concreta dalla Regione con il Reddito di solidarietà. Per maggiori informazioni, visita il sito http://sociale.regione. emilia-romagna.it, alla voce “Reddito di solidarietà” E-R SOCIALE - Teatro No Limits Un progetto per rendere accessibile il teatro anche a spettatori non vedenti, ipovedenti e non udenti. progetto unico in Italia che consentirà agli utenti di riferimento di accedere pienamente all’intera stagione teatrale di prosa. L’iniziativa porta l’audiodescrizione e il sopratitolaggio a teatro, consentendo anche alle persone non vedenti, ipovedenti e non udenti di apprezzare questa antica e nobile arte. Per il cartellone completo degli spettacoli, vai al sito http://sociale.regione.emilia-romagna.it”. Energie rinnovabili a Reggio Emilia La creazione di una Academy aziendale orientata alla formazione, ricerca e sviluppo di soluzioni e tecnologie innovative nei settori dell’energia e dell’ambiente da ospitare nel nascente Parco Innovazione alle ex Officine Reggiane. Per ulteriori informazioni, consulta il sito del Comune di Reggio Emilia www.municipio.re.it, alla sezione “In primo piano”. Lo sport è per tutti con l’Ability Gym di Francesca Amadei segreteria del Sindaco Abbattere le barriere, architettoniche e sociali: è questo il compito che si prefigge l’Ability Gym, attività ospitata nella palestra di San Giovanni a Novellara (P.zza A. De Curtis 6) nelle giornate di lunedì e giovedì pomeriggio (dalle 14.00 alle 17.00). Ability Gym è infatti un servizio di attività motoria e socializzazione pensato per persone con disabilità gestita da G.a.s.t onlus e Uisp Reggio Emi- lia, da sempre impegnate nell’estensione del diritto allo sport per tutti, in collaborazione con i Servizi sociali del Comune di Novellara. Per l’importante compito svolto, il Comune di Novellara ha erogato a questa realtà un contributo di 5.266 euro, una parte dei quali è stata destinata al supporto dell’attività, un’altra per l’acquisto di una parte di attrezzature Vivamed. Si tratta di ausili per la ginnastica passiva, che permettono a persone con ridotta mobilità o forza di compiere attività motoria sia per gli arti superiori che inferiori. Un ulteriore contributo, di 3.200 euro, è stato portato dal volontariato locale, ed in particolare dal gruppo di Volontari di San Giovanni e Santa Maria e dai Fiaschi; anche in questo caso la destinazione è stata la medesima. Questo il commento dell’Assessore al Welfare Alessandro Baracchi: «Continuano gli investimenti dell’amministra- zione comunale nei servizi sociali ed in particolare nella possibilità di abbattere le barriere architettoniche (e non solo architettoniche) per garantire il diritto al movimento e alla salute nell’ambito della non autosufficienza». In palestra a San Giovanni le persone con disabilità vengo- no seguite da uno staff di professionisti laureati in scienze motorie; per loro vengono realizzati percorsi di attività funzionali e individualizzate, con l’obiettivo di conseguire competenze motorie. Parte integrante di questo percorso è anche la relazione, poiché le attività si svolgono in un contesto che favorisce la socializzazione. Alla palestra si accede tramite appuntamento con la segreteria o gli operatori; prima di cominciare l’attività è richiesta una visita fisiatrica di accesso gratuita (con medici di AUSL). Per informazioni e iscrizioni è possibile telefonare allo 0522 287611 o scrivere ad abilitygym@infogast.org. foto Mauro Storchi DIANA SAS Supermarket NOVELLARA (RE) Piazza Mazzini, 15 - Tel. 0522.654343 Discount RIO SALICETO (RE) Via Marzabotto 4/A - Tel. 0522.648206

[close]

p. 5

5

[close]

p. 6

6 Teatro Franco Tagliavini: gli spettacoli in programma nel mese di dicembre Venerdì 1 dicembre 2017 ore 21.00 THEIR IMMORTAL REMAINS TOUR PINK FLOYD TRIBUTE BAND platea 22,00 euro - palchi 18,00 euro In ben tre ore di spettacolo rigorosamente live, i The Dark Machine ripercorreranno la discografia dei Pink Floyd proponendo i maggiori successi della storica band inglese che ha cambiato il corso della storia del rock. I The Dark Machine, in particolare, intendono essere il tributo al Live tipico pinkfloydiano, come momento unico, ricco di spunti espressivi ed improvvisazioni sempre diverse. Dodici i musicisti sul palco a ricreare le innumerevoli e suggestive immagini sonore tipiche della band anglosassone, con occhio e cura sempre puntuali ai giochi di luci e ad ogni elemento scenografico, che non lasceranno altro spazio allo spettatore se non quello della originaria dimensione live targata Pink Floyd. Domenica 3 dicembre 2017 ore 16.30 CLOWN IN LIBERTÀ RASSEGNA A TEATRO CON LA FAMIGLIA con Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini e Alessandro Mori PRODUZIONE Teatro Necessario ETÀ per tutti TECNICA clownerie, acrobazie e musica dal vivo Biglietto intero 5,00 euro - ridotto 3,50 euro Concerto continuamente interrotto dalle divagazioni comiche dei musicisti o spettacolo di clownerie ben supportato dalla musica? Clown in libertà è un momento di euforia, ricreazione e ritualità catartica per tre buffi, simpatici e ‘talentuosi’ clown che paiono colti da un’eccitazione infantile all’idea di avere una scena ed un pubblico a loro completa disposizione. Senza un racconto enunciato e senza alcuno scambio di battute, Clown in libertà racconta, dunque, il pomeriggio un po’ anomalo di tre clown che vogliono allestire uno spettacolo per divertire, stupire ed infine conquistare, abbracciare, baciare il pubblico di passanti. Cercando con ogni mezzo di sorprenderlo, a costo di prevaricarsi gli uni con gli altri, di farsi vicendevoli dispetti, finiranno per causare, a volte, il deragliamento dell’azione. Ecco quindi sequenze di mano a mano, duelli al rallentatore, intricati passaggi di giocoleria rubandosi ripetutamente di mano gli attrezzi, e ancora evoluzioni e piramidi. La musica è la vera colonna portante dell’azione e dello sviluppo narrativo; accompagna, scandisce e ritma ogni segmento ed ogni azione. Domenica 10 dicembre 2017 ore 21.00 HABEROWSKI di Manuel Bozzi con Alessandro Haber
 MUSICA Alfa Romero
 TROMBA E DUDUK Andrea Guzzoletti VISUAL Olivander PRODUZIONE Associazione Auroom Biglietto intero 18,00 euro Alessandro Haber e Manuel Bozzi: due menti, due cuori e un fiume di idee. Una nuova visione di una celebre performance di Haber. un “remix” come amano chiamarlo gli autori. Gli ingredienti di questo remix sono semplici, efficaci, potenti: Alessandro Haber regala una interpretazione a tratti autobiografa nella quale miscela con grande esperienza e passione i sentimenti più nichilisti e cinici dello scrittore americano. Haber interpreta, recita, canta ma soprattutto vive i testi e le poesie originali di Charles Bukowski accompagnato dalla musica elettronica di Alfa Romero e da un visual ideato da Manuel Bozzi in una continua interazione con il pubblico. Un’esperienza sonora e visiva coinvolgente e di grande qualità artistica. La tromba di Andrea Guzzoletti, con i suoi fraseggi colora e completa la pièce, unendo note romantiche e riflessive all’appeal elettronico dello spettacolo Tecnologia. Un live, perché di un vero e proprio live si tratta, che arriva dritto al cuore, che farà emozionare, soffrire, sorridere e divertire il pubblico che assaporerà Bukowski sotto una nuova luce, dove le parole si uniscono alla musica elettronica ed alle immagini in un’unica incalzante danza dagli irriverenti toni beat/ bukowskiani. Sabato 23 dicembre 2017 dalle ore 19.00 alle ore 20.30 NIGHTMARE CHRISTMAS WISH NATALE IN PIAZZA UNITÀ D’ITALIA PRODUZIONE Fincardinale, fabbrica dell’effimero COPRODUZIONE Etoile Centro Teatrale Europeo, Lab Academy e Teatro F. Tagliavini Ingresso gratuito Dopo averci portati in un mondo fantastico in occasione della giornata di inaugurazione della stagione teatrale, Fincardinal la Fabbrica dell’Effimero, in collaborazione con Etoile c.t.e., Lab Academy e TFT, ci ricondurrà nei magici luoghi dell’immaginazione anche a Natale. Piazza Unità d’Italia prenderà vita. Sarà un teatro di installazione che vive più linguaggi: la musica, la danza, il teatro, il canto, con mangiafuoco, attori e ballerini. L’atmosfera e ogni personaggio renderanno ogni persona dell’ignaro pubblico protagonista e parte integrante di un grande ingranaggio che ci riporta a ricordi di oggetti e suoni passati, dimenticati. Fabbrica dell’Effimero ci lascerà qui, con i piedi per terra e la testa fra le nuvole, a sognare un mondo fantastico e a chiederci se ciò che abbiamo visto sparire velocemente, volare lontano senza far rumore, davvero c’è stato o se… l’abbiamo solo immaginato. Apertura biglietteria: Il giorno prima di qualsiasi spettacolo dalle 17.00 alle 19.00 Il giornodello spettacolo dalle 18.30 alle 21.00 Teatro della Rocca Franco Tagliavini Piazzale Marconi, 1 - Novellara Tel 0522-655407 teatro.novellara@gmail.com - www.teatronovellara.it. di Marco Faietti Stampa serigrafica - Etichette adesive Targhe e tastiere - Cartellonistica e decorazione Cartellini per abbigliamento - Studio grafico NOVELLARA (RE) Via Labriola, 36 tel.0522/756639 fax 651397

[close]

p. 7

Social: pro, contro, paure e dintorni 7 Postare o pubblicare i propri contenuti (frasi, pensieri, riflessioni) o le proprie fotografie sui social è un ormai un gesto quotidiano per la maggior parte di noi. di Maria Gioia Zanardi Giovani e meno giovani interagiscono, per i motivi più disparati, ogni giorno e più volte al giorno su Facebook, Twitter, Instagram, Whatsapp (per citare i maggiori e i più utilizzati) ed è dimostrato che, quando si postano i contenuti lo si fa, la maggior parte delle volte, per sentirsi appagati dall’apprezzamento degli altri e per convincere se stessi di essere bravi, felici, innamorati o qualsiasi altra cosa si voglia trasmettere. Molti purtroppo hanno però perso di vista la differenza fra la vita reale e il peso da dare ai social, che dovrebbero sempre restare uno svago o poco di più, invece, la tendenza, è quella di farli diventare un ring, una sede di conflitto, una ostentazione, un ritorno di vita che non è la realtà. Gli “amici” di facebook non sono i veri “amici”, spesso se ne conoscono la metà e in modo superficiale, a volte addirittura non si sa con chi si ha che fare. Si è perso il desiderio del contatto umano, del parlarsi, dello scambiarsi esperienze: quelle che si vivono nella realtà, insieme, che si sia fidanzati, amici o famiglia, rischiano spesso di diventare un post o una storia da condividere e da mostrare. Un altro punto molto dolente dei social, e mi riferisco in particolare a wapp e facebook è, nel bene o nel male, la comunicazione falsata: cosa intendo? Quando si è uno di fronte all’altro si comunica con lo sguardo, con la postura, con i gesti insomma con la comunicazione NON verbale, fondamentale per l’uomo per non lasciare malintesi o, al contrario, per sott’intendere o facilitare la comunicazione stessa. Con i social questo è irrimediabilmente compromesso: si discute, ad esempio, attraverso le messaggistiche, quando, con pochi gesti, si lascerebbe molto meno spazio al malinteso. Ben peggiori sono le situazioni di conflitto, vero, di cui si caricano i social. Innanzi tutto dietro lo schermo del telefonino siamo tutti “leoni da tastiera” cioè: ciò che di persona ci sarebbe inibito dire per vergogna o maggior richiesta gestione delle parole e delle reazioni che si provocherebbero, da remoto e sui social ci si sente liberi, troppo, di comunicarle senza fare attenzione, dando sfogo a commenti e anche ad insulti che sono tre volte dannosi: primo perché non ponderati, secondo perché non gestiti ma soprattutto perché restano, sono scritti, si possono rileggere. Ed ecco che il web crea il cyber bullismo gestito da chi cavalca l’onda degli insulti a distanza, che qui, si scatena: profili falsi, pubblicazione di messaggi, foto, derisione, pubblica gogna…soprattutto verso i più deboli e soprattutto in età adolescenziale. Un vero disastro di educazione e rispetto, un crollo di valori e di regole. Molte volte abbiamo assistito a reazioni molto gravi a questo tipo di situazioni, si è arrivati al suicidio. Questo non dovrebbe essere permesso a un tramite, si, perché il social resta un tramite di comunicazione, che andrebbe gestito. Non può essere, al contrario, un foro pubblico di pubblica violenza. La polizia postale fa quello che può, i social regalano regole di privacy che non tutti conoscono o sanno usare, più informazione sarebbe auspicabile e doverosa, una tutela, specie dei minori e dei più fragili anche. Voglio lasciarvi con il sorriso: capita sempre più spesso di appurare che sui social tutti sono tuttologi e conoscono materie complicatissime o situazioni per loro in realtà irraggiungibili e di difficile comprensione come se fossero economisti, filosofi, politologi o scienziati. Da qui discendono le più rare “perle” grammaticali, di sintassi, di logica e di cultura che si siano mai lette. Questo, in parte, almeno fa sorridere e, anche se, il degrado della nostra lingua e la supponenza dilagano, è divertente vedere il tuo vicino di casa o il collega squinternato che si cimentano con la poesia dannunziana o la fisica quantistica. Di contro, a volte, nelle persone più impensate, si apprezzano positive doti e sentimenti fino a quel momento sconosciute. Usiamoli o impariamo a usarli bene allora questi social, perché se è vero che saranno sempre più la comunicazione del futuro è altrettanto vero che sono il pericolo del presente quando sopravvalutati o usati senza un minimo di correttezza, rispetto ed educazione. Auguri a Nicole Folloni per il suo primo compleanno, da mamma Silvia Paterlini, papa Max i nonni e zio Alby. Ringraziamento L’Associazione “Gente di Canile” ringrazia sentitamente la famiglia Morellini e lo Staff del “Don Divino” di Novellara per la generosa donazione effettuata per la serata “Memorial Greta Morellini”. GRAZIE DI CUORE Operatore controllato n°P12Z Organismo di controllo autorizzato dal MIPAAF IT-BIO-007 Tutto di nostra produzione 4 tipi di lattughe a cespo, 2 tipi di lattughe da taglio, rucola, radicchio (trevigiano e Verona) broccoletti,cime di rapa, prezzemolo, menta, rapa bianca colletto viola, rapanelli, fagioli, zucche (marina di chioggia, mantovana cappello da prete, violina, la lunga di Napoli), melanzane, zucchine e peperoni cavoli in varietà, bieta da costa, spinaci, cipollotti. ORARI DI APERTURA 10:00 - 13:00 DAL LUNEDÌ AL SABATO (chiuso in caso di pioggia) NOVELLARA (RE) Strada Sbarra, Tel.348/3736924 www.ortoriginale.it

[close]

p. 8

8 La riqualificazione dell’illuminazione pubblica a Novellara riduce del 62% Comune di Novellara il consumo di energia 8 di Francesca Amadei segreteria del Sindaco Nel Comune di Novellara terminerà a Dicembre la riqualificazione di tutta la rete di Pubblica Illuminazione con moderne apparecchiature a LED che garantiranno una migliore resa visiva ed un notevole riduzione dei costi. L’intervento è stato seguito, nelle fasi di progettazione, implementazione e realizzazione da S.A.BA.R. Servizi S.r.l., la Servizi Ambientali Bassa Reggiana di cui il comune di Novellara è socia. Con questo intervento, pari ad un investimento di oltre 1,5 MLN di € completamente finanziato da risorse del Comune, si ridurranno i consumi di energia elettrica sostenuti per l’illuminazione di circa il 62%. Il Comune di Novellara avrà quindi un risparmio sulla spesa corrente di circa 175.000 €/anno a partire dal 2018. Un intervento che non ha solo benefici economici, ma anche ambientali, perché i tecnici di S.A.Ba.R. hanno già calcolato un risparmio annuo pari a circa 1.000.000 kWh, che è l’equivalente del consumo domestico annuale di circa 1.000 cittadini, pari a 181 tonnellate equivalenti di petrolio e 420 tonnellate in meno di anidride carbonica dispersa nell’ambiente ogni anno. Inoltre, queste luci a LED di recentissima produzione sono soggette a ridottissime spese di manutenzione e sostituzione, perché la vita media è di oltre 20 anni. L’Assessore all’ambiente Alberto Razzini commenta così i risultati raggiunti: «Con questa riqualificazione siamo riusciti a raggiungere obiettivi diversi e ugualmente importanti: il miglioramento della vivibilità della nostra città attraverso una migliore visibilità, la creazione di un importante risparmio economico di oltre 150.000 euro annui e il sensibile contenimento di emissioni Co2 nell’atmosfera. Non va inoltre trascurato che l’illuminazione a LED comporta un minor inquinamento luminoso». Nuovi mini alloggi per anziani sopra la Casa Protetta I servizi sociali di Novellara ampliano la loro offerta: a fine marzo 2018 si concluderanno i lavori sul primo gruppo di tre mini alloggi protetti al primo piano della casa protetta, in via Costituzione. Verrà così terminato il primo stralcio dei lavori dell’ala ovest della struttura, per il momento allo stato grezzo. L’intervento, realizzato grazie ad una donazione, costerà all’incirca 250.000 euro (cifra comprensiva di lavori, spese tecniche ed Iva) e ha lo scopo di realizzare tre piccoli appartamenti per anziani parzialmente autosufficienti. Gli anziani, che potranno abitare soli o in coppia, potranno così vivere in una situazione protetta, sicura, adeguata dal punto di vista delle bar- di Francesca Amadei segreteria del Sindaco riere architettoniche, che permetta loro di socializzare e di usufruire eventualmente di alcuni servizi. Questi possono essere la ristorazione (sia nell’alloggio che in una saletta comune), lavanderia, assistenza tutelare (igiene, bagno), assistenza infermieristica, pulizia alloggi e animazione. Uno degli ulteriori vantaggi è la prossimità dei servizi sanitari (vicinanza della Casa della Salute). Gli anziani potranno inoltre accedere al giardino della casa protetta e alle attività organizzate. «Il Comune di Novellara – commenta l’Assessore al Welfare Alessandro Baracchi – continua nella sua opera di ampliamento e diversificazione dell’offerta relativa ai servizi per anziani. Questo importante Arriva la Carta d’Identità Elettronica (CIE) Per S.A.BA.R. questi interventi sono inseriti nella nuova mission di Energy Service Company, come certificato in ottobre 2016 dal DNV con la certificazione ESCO UNI EN 11352:2014, per svolgere per conto degli otto comuni soci Sabar progetti di riqualificazione energetica non solo nel campo dell’illuminazione pubblica, ma anche su edifici pubblici ed impianti sportivi. Le fasi del progetto sono state seguite dal Per. Ind. Lorenzo Bigliardi in collaborazione con l’Ufficio Tecnico Comunale: «Il risultato è soddisfacente: all’atteso risparmio energetico si coniuga un immediato effetto illuminante di alta qualità. Tutte le vie del comune in questione sono “rinnovate” e i cittadini appaiono soddisfatti». progetto va nell’ottica di consentire a persone ancora autosufficienti di vivere in autonomia e in un ambiente protetto, allontanando il giorno del ricovero in struttura. La realizzazione dell’opera è anche frutto delle donazioni spontanee di cittadini che dimostrano la qualità dei servizi e l’apprezzamento da parte dell’utenza. Nei prossimi mesi cercheremo di reperire le risorse per ulteriori interventi in tal senso sull’immobile di via Costituzione». Si tratta della prima esperienza di questo genere a Novellara: nell’appartamento protetto in strada Provinciale nord inaugurato nella primavera del 2017 e in quello di via Nenni vi è la convivenza fra quattro anziani ed una badante; in questo caso invece gli ospiti avranno un alloggio indipendente (anche dal punto di vista dell’ingresso, che sarà comune ai mini alloggi ma separato rispetto a quello della casa protetta) e potranno condurre la loro vita in autonomia. Dal 15 novembre il Comune di Novellara emetterà la Carta d’Identità Elettronica (CIE), il nuovo strumento di identificazione del cittadino e documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all’Unione Europea - e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi. Cos’è la CIE? La CIE ha le dimensioni di una carta di credito, è stampata su un supporto in policarbonato e contiene la foto e i dati anagrafici del cittadino. È corredata inoltre da elementi di sicurezza come ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, ecc… La CIE non è solo un documento d’identità, ma diventa uno strumento per consentire l’autenticazione in rete da parte del cittadino, che così può usufruire dei servizi della Pubblica amministrazione. È inoltre un fattore abilitante ai fini dell’acquisizione di identità digitali sul Sistema Pubblico di identità digitale (Spid) e per altri servizi. Dove si chiede la CIE? Il cittadino può chiedere la CIE presso l’URP del Comune di Novellara alla scadenza della precedente carta d’identità “cartacea” oppure in caso di deterioramento, smarrimento o furto del precedente documento. Anche per la CIE, al momento dell’emissione del docu- di Brioni Erich TINTEGGIO INTERNI - ESTERNI - CARTONGESSO MANUTENZIONI - PAVIMENTI PREFINITI NOVELLARA (RE) Via Einaudi, 29 Cell. 348.5639210

[close]

p. 9

mento, è prevista la facoltà – per il cittadino maggiorenne - di indicare il consenso o il diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte. Per ottenere la CIE è possibile prendere un appuntamento andando sul sito https://agendacie.interno.gov. it/ oppure presentandosi direttamente all’URP. Come avverrà il passaggio dalla Carta d’Identità in formato cartaceo alla CIE? Il comune di Novellara verrà dotato di un’infrastruttura costituita da 3 postazioni di lavoro informatiche attraverso le quali si possono acquisire tutti i dati del cittadino (dati anagrafici, fotografie, impronte digitali, firma). Nel momento in cui le postazioni di lavoro saranno operative – indicativamente già nelle giornate successive al 15 novembre 2017 – il Comune di Novellara rilascerà la nuova CIE. Da questo momento non sarà più possibile richiedere la carta d’identità in formato cartaceo salvo in alcuni casi di somma urgenza come consultazioni elettorali, salute, partecipazione a concorsi o gare viaggio imminente (documentati). Le carte d’identità in formato cartaceo emesse sino alla data di emissione delle Carte d’Identità Elettroniche mantengono la propria validità fino alla data di scadenza indicata nel documento stesso. Quali documenti occorrono per il rilascio della CIE? Il cittadino effettua la richiesta di Carta d’Identità Elettronica presso l’URP presentando una fotografia (anche in formato elettronico) e riconsegnando il documento scaduto. In quel momento il funzionario incaricato acquisisce le impronte digitali, la firma e la fotografia mediante appositi scanner. Per i cittadini minorenni occorre anche la presenza di entrambi i genitori per rendere l’assenso all’espatrio, mentre i cittadini extracomunitari dovranno esibire il permesso di soggiorno in corso di validità. In quanti giorni arriva la CIE? Il rilascio NON è immediato in quanto avviene a cura dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Il documento verrà recapitato entro sei giorni lavorativi tramite raccomandata presso l’indirizzo indicato dal cittadino all’atto della richiesta oppure presso l’URP del Comune di Novellara. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite al funzionario del’URP al momento della richiesta. Quanto costa la CIE? Il costo stabilito dal Ministero dell’Interno è di 16,79 euro (Iva compresa) oltre ai consueti 5,42 euro per i diritti fissi e di segreteria del Comune, ed un rimborso spese stampati di 0.09 per un totale di 22,30 euro. Il comune di Novellara esonera dalla corresponsione dei diritti di propria spettanza (5,42 euro) tutti coloro che richiederanno il rilascio di un nuovo documento a seguito di avvenuta presentazione de denuncia di furto alle competenti autorità. 9

[close]

p. 10

10 L’associazione G.R.D. compie 20 anni Il 14/12/1997, nella sala del Consiglio della Rocca di Novellara, veniva presentata ufficialmente una nuova Associazione: il “G.R.D.” (gruppo Genitori Ragazzi Down). Personalmente, in qualità di membro del consiglio direttivo ed in ricordo anche di mio marito che ne fu uno dei fondatori, vorrei ricordare il ventesimo compleanno assieme all’articolo di stampa di allora. I bambini / ragazzi sono cresciuti ma tutt’ora hanno voglia di fare e di esprimersi esattamente come allora. Oggi c’è chi fa danza, teatro, qualcuno piscina e musicoterapia, pet therapy, c’è chi lavora, ecc. Sempre aperti a tutte le disabilità coscienti che in gruppo si è più forti e tempra lo spirito! Cosetta Cuccolini mamma di Alicia Uboldi Novellara si colora La Proloco di Novellara organizza in collaborazione con l’associazione artistica tricolore già (club delle arti reggiane) e il comune di Novellara l’undicesima edizione di “Novellara si colora” mostra d’arte dal 23 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 presso la sala polivalente “Nomadi”. Espongono pittori, scultori,artisti del legno,della ceramica e dello scalpello. Saranno presenti con le loro opere 70 artisti provenienti da diverse provincie del nord italia.Questo evento atteso e che caratterizza Novellara verrà inaugurato sabato 23 dicembre alle ore 11,00 alla presenza delle autorità locali e rimarrà a disposizione dei visitatori ad ingresso libero tutti i giorni dalle 10,00 - 12,30 /14,30 - 19,00 sino al 7 gennaio foto Mauro Storchi RINGRAZIAMENTI Donazione ai nidi e alla scuola dell’infanzia Comunale Torneo La BERNOLDA Il 16° Torneo estivo di calcio della Bernolda ha riservato ai nidi Aquilone, Birillo e alla Scuola dell’infanzia Arcobaleno 900 euro di buoni spesa presso la cartoleria Poker Buffetti di Novellara. I nidi e la scuola dell’infanzia ringraziano gli organizzatori dell’iniziativa per la generosa offerta che quest’anno ha coinvolto servizi educativi frequentati da più di 170 bambine e bambini del Comune di Novellara. Menzioni d’onore, Concorso Internazionale Arte dell’infanzia di Lidice La Scuola dell’Infanzia Comunale “Arcobaleno” di Novellara ha partecipato alla 45^ edizione del Concorso Internazionale di Arte dell’Infanzia organizzato dal Memoriale di Lidice, Repubblica Ceca, per commemorare i bambini del villaggio ceco di Lidice assassinati dai nazisti nel 1942, e tutti gli altri bambini vittime di guerra (www.mdvv-lidice.cz/en ). Il 13 Ottobre, la scuola ha ricevuto una mail dall’Ambasciata della Repubblica Ceca: “Siamo molto lieti di informarvi che i vostri bambini hanno ricevuto per il loro lavoro collettivo a proposito di “trasporto sull´acqua” e “trasporto nel cielo” delle Menzioni d’onore da parte della giuria. Congratulazioni!”

[close]

p. 11

11 In ricordo di GianPaolo Barilli nel decennale della scomparsa Un amico, studioso di storie novellaresi, molto colto e sincero. Nella mia abitazione l’unica foto esposta, che non sia a ricordo di famigliari, è quella scattata con Gianpaolo. Ricordo bene il giorno in cui ci ha lasciato: era il 19 novembre 2007. L’Amministrazione Comunale gli ha intitolato la Sala di Consultazione derll’Archivio Storico Comunale. Las sorella Lella ha dedicato il tempo necessario per ultimare alcune opere di valore storico, principalmente un articolo dal titolo “Il Cristo fra le Croci di Lelio Orsi” Giovanni Franzoni “Gianpaolo Barilli à nato a Novellara il 16 giugno 1946. Il padre, farmacista, era un appassionato di tradizioni popolari. Dopo la maturità conseguita presso il liceo Scientifico Lazzaro Spallanzani di Reggio Emilia si laureò in Scienze biologiche presso l’Università di Parma. Superato l’esame di abilitazione professionale, aprì un laboratorio di analisi cliniche a Novellara. Dopo pochi anni di attività professionale libera, passò nei ruoli dell’Unità Sanitaria Locale di Correggio diventando Dirigente del Laboratorio di analisi. Sposato con Franca Bernini, ha due figli: Giovanni e Maria Luisa. Maria Grande era l’interesse per le tradizioni popolari e 19ua passione per la ricerca storica su Novellara, alla quale si dedicava in ogni momento libero. Ogni volta che presentava una relazione, era solito ricordare che la sua passione per la storia gli era stata trasmessa dalla madre e la curiosità per le tradizioni antiche dal padre. Era nel Comitato Scientifico di “Reggio Storia” (rivista fondata e diretta da Gino Badini), membro della Società Archeologica Reggiana e del Circolo Filatelico numismatico “L. Orsi” di Novellara. Manteneva rapporti epistolari con studiosi italiani e stranieri. Aveva contatti con tutti gli archivi in cui riteneva che ci fossero documenti riguardanti Novellara e i Gonzaga e ne frequentava molti, insieme alla moglie. Pubblicazioni: due volumi usciti nel 1983 e 1986 dedicati al Carnevale di Novellara; uno studio sull’origine di Curtis Nova, una località che non esiste più, ma di grande interesse storico; una decina di studi sulla famiglia Gonzaga pubblicati sulla rivista “Reggio Storia”; Questi articoli, sempre frutto di ricerca documentaria, contribuiscono alla conoscenza della storia di Novellara. Diede, poi, un contributo fondamentale alla stesura del Catalogo della dottoressa Carmen Ravanelli Guidotti “La Farmacia dei Gesuiti di Novellara”, trattando le vicende della farmacia gestita da Luigi Mazzerini. Sulla farmacia dei Gesuiti Gianpaolo ritornerà nel 2004 con un’opera destinata al vasto pubblico dal titolo: “L’antica spezieria gesuitica di Novellara”. Nell’opera “Medici Cerusichi Speziali” uscita nel 1997, tratta l’evoluzione dei problemi sanitari e medici del nostro territorio, dall’arrivo dei Gonzaga all’inizio del’ 900. Gianpaolo non si limita alla realtà novellarese ma ci offre un esame storico e sociale di tutto il Nord Italia in cinquecento anni di storia. Quest’opera offre al lettore informazioni precise sull’evoluzione della salute pubblica, sulle misure igieniche, sulle epidemie e sulle pene dei governanti e dei cittadini. Nel 1999 esce un volume di 143 pagine dedicato alle Vie Strade e Piazze di Novellara . Seguono altri contributi scientifici pubblicati dal Circolo Filatelico e Numismatico “L.Orsi”. Gian Paolo è stato un vero studioso di memorie patrie. Le sue opere sono tutte sostenute da una robusta ricerca d’archivio e dal confronto con altri studiosi ai quali non faceva mancare contributi e consigli. L’ultimo lavoro, pubblicato postumo nel 2007, racconta la vita di Antea, deliziosa e intelligente ospite della Casa Protetta, attraverso i suoi diari personali, ricchi di pensieri e immagini di bellezza e di speranza. Muore a Montericco di Albinea il 19 novembre 2007, aveva 61 anni. L’Amministrazione Comunale di Novellara gli ha intitolato la sala di consultazione dell’Archivio Storico Comunale. Affascinata e incuriosita dall’attività di ricerca di mio fratello, e spronata da lui, ho iniziato nel 1995 a seguire i suoi passi facendo tesoro dei suoi insegnamenti. Insieme abbiamo scritto, un articolo dal titolo”Il Cristo fra le croci di Lelio Orsi”, pubblicato nel 2008 in Reggio Storia. Ho portato a termine la revisione del libro Antea, perché lui era impossibilitato a causa della malattia. Ho poi proseguito nella ricerca storica del nostro paese, ben consapevole di avere ancora molti crostini da mangiare, prima di arrivare al suo livello, ma con la convinzione che Gianpaolo sarebbe molto felice di sapere che in famiglia c’è chi continua a condividere e a coltivare la sua passione. In ogni mia pubblicazione o relazione lo ricordo con un pensiero, con una dedica, con una citazione o in bibliografia”. Lella Barilli STUDIO DI FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE Dott. in Ft. Pietri Federico cell. 338/9702813 Dott. in Ft. Orlandi Francesco cell. 349/4776895 Valutazione funzionale fisioterapica Riabilitazione pre e post operatoria - Rieducazione sportiva Ginnastica medica / correttiva / vertebrale Terapia manuale ortopedica - Rieducazione sec. Mckenzie Rolfing - Massaggi decontratturanti - Ultrasuoni a massaggio Tecar-diatermica capacitativa-resistiva - Ionoforesi Tens ed elettroterapia antalgica - Elettrostimolazione SI RICEVE SOLO SU APPUNTAMENTO Lo studio si trova a Novellara (RE) in Piazza Unità d’Italia 30 (nella galleria a fianco bar Roma).

[close]

p. 12

12 Il cinquantesimo della Scuola Comunale Infanzia “Arcobaleno” Lo scorso 14 Ottobre a Novellara una grande festa per i 50 anni della Scuola d’Infanzia Arcobaleno. La scuola si è aperta a famiglie, ex insegnanti, amministratori e cittadini. Accoglie 78 bambine e bambini suddivisi in 3 sezioni omogenee per età, le insegnanti sono 8 supportate da 1 pedagogista e 3 operatrici. di Francesca Amadei Segreteria del Sindaco Inaugurata nel 1966 è stata fortemente sostenuta dalla cittadinanza e dall’Amministrazione Comunale, poichè intesa come scuola pubblica aperta a tutti i bambini: luogo di diritto all’educazione ed alla cittadinanza. La scuola ha vissuto due importanti ristrutturazioni: la prima negli anni ‘80 che ha portato all’ampliamento di alcuni spazi; la seconda negli anni ‘06-’07 che hanno visto la scuola protagonista di una riprogettazione complessiva degli ambienti. Tra i giochi di luce proposti dall’ atelierista Simone Armini, il taglio della torta, il regalo a tutti i bambini delle piantine aromatiche offerte da Cooperativa Bettolino e SABAR, la mostra sul progetto europeo BRIC, Bambine, bambini, spazi pubblici e democrazia, la proiezione di un video storico, la mostra di fotografie e documentazioni storiche, la proiezione di brevi digital story telling. Vi riportiamo il bel discorso tenuto dall’insegnante Cristina Davalli per i 50 anni della scuola. “Oggi tutti insieme festeggiamo il compleanno della nostra scuola, 50 anni. Come accade quando si festeggia la ricorrenza di una nascita, si ripercorrono i momenti che hanno caratterizzato l’evento, le emozioni, l’entusiasmo e il desiderio di costruire un avvenire positivo. Significa prendersi un tempo per pensare, riflettere, rivedersi, riconoscersi, ritrovarsi. Per noi, oggi significa ritrovare un patrimonio realizzato nella storia con il contributo di tutti i protagonisti: significa acquisire consapevolezza e valorizzarlo. La nascita della nostra scuola è stata una scelta fortemente voluta dagli amministratori, operatori e famiglie; una scelta caratterizzata dall’entusiasmo, dalla voglia di fare, dalla voglia di mettersi in gioco per offrire opportunità diverse ai bambini, in un epoca storica caratterizzata da profondi cambiamenti. Queste forze avevano a cuore l’accoglienza e l’educazione dei bambini. Intorno a temi innovativi, alle teorie e all’ascolto dei bisogni delle famiglie e dei loro bambini. Il percorso è stato caratterizzato da tanti momenti di riflessione, scontri, incontri, a volte facili, a volte per nulla facili ma le parole di chi racconta il passato sono sempre cariche di emozioni, orgoglio e felicità nel ricordare che quelli erano bei momenti. Si facevano tante ore, si stancava l’orologio, erano più le ore fatte che quelle pagate. In queste settimane abbiamo raccolto documentazioni che raccontano progetti, riflessioni, immagini storiche... abbiamo allestito tutto ciò all’interno per condividerlo e ricordarlo insieme a voi. Abbiamo ascoltato racconti, battute e aneddoti... negli anni... la scuola vinse un premio per la miglior qualità nel reggiano (andarono un paio di bambini insieme a un vigile urbano, la bicicletta non veniva consegnata fisicamente in quella occasione e i bambini infatti erano un po’ preoccupati... non si fidavano, volevano davvero ritirarla!) Il premio sulla qualità fa riflettere, sulla qualità si è sempre più investito: educatori e amministratori negli anni, cominciarono a pensare che il loro ruolo non poteva essere solo assistenziale; nasceva sempre più la consapevolezza che era necessaria la formazione per qualificare e migliorare la qualità educativa con i bambini, nacque infatti la collaborazione con Carla Rinaldi, pedagogista reggiana. A distanza di 50 anni possiamo dire di aver ereditato un grande patrimonio storico e culturale ed è ancora necessaria la collaborazione di tutte le forze perchè questo non si disperda... occorre davvero ricordare e non dimenticare, anche sei tempi sono cambiati. Insieme dobbiamo continuare questo percorso con l’idea che non siamo già arrivati, che i nostri percorsi possono migliorare attraverso il confronto e l’apertura al dialogo con le istituzioni e con le scuole del territorio. Certamente viviamo in un tempo differente, per alcuni aspetti incerto, sicuramente complesso, viviamo una società per tantissimi aspetti cambiata anche se il tempo sembra trascorrere più veloce, rischiamo di essere distratti e rapiti da tanti stimoli, abbiamo tutti tanto da fare e poco tempo per fermarci a riflettere da qui oggi la volontà di festeggiare potendo fermarci a riflettere da qui oggi la volontà di festeggiare potendo fermarci, prendendoci un tempo per ricordare, riflettere sulla responsabilità che ci attende oggi e in futuro. Quella di saper raccogliere la sfida del dialogo con la contemporaneità, accogliendo le tante differenze di identità e cultura. Saper accompagnare i bambini interpretando con loro gli stimoli e anche le contraddizioni del nostro tempo restituendo messaggi positivi, superano la non fiducia nelle proprie capacità e qualità, saper offrire loro altri punti di vista sostenendoli nella costruzione di un pensiero critico. Il loro pensiero critico. Saper affiancarci ai bambini e alle loro famiglie trasmettendo quei valori che abbiamo acquisito e condiviso negli anni. Saper osservare e ascoltare i bambini nella loro quotidianità aiutandoli a costruire la loro storia, la loro identità attraverso esperienze positive e piccole sconfitte superate. Saper sostenere i bambini nel loro incontro con la vita che proseguirà sui banchi di scuola, al lavoro, in famiglia, perchè trasmettere a loro volta possano farne tesoro e possano trasmetterli. Jeome Brunner diceva “La scuola non è la preparazione al mondo, la scuola è il mondo per il bambino”. Vorremmo ringraziare tutte le persone che hanno dedicato un po’ del loro tempo per raccogliere documentazioni, parole, fotografie, chi ci ha supportato nella ricostruzione di alcuni momenti storici anche attraverso le proprie parole ed emozioni, perchè vi sono operatori che ancora si emozionano ricordano questa stupenda scuola!” Il gruppo di lavoro ringrazia tutte le persone, adulti e bambini/e che hanno partecipato e che hanno potuto condividere un tempo di riflessione e di scambio sulla scuola, dal passato a oggi. Vendita intimo uomo e donna Abbigliamento donna e moda mare NOVELLARA (RE) Via Gonzaga, 5 Tel. 347 7209711 dal lunedì al venerdì 09.30 - 13.00 15.30 - 19.30 sabato 10.00 - 13.00 Visite a domicilio. Visite su appuntamento negli orari di chiusura Novellara (RE) via Manzoni, 20/A tel. 0522/654710 cell. 337/584683 Studio Medico Dentistico dott. Soprani Niccolò odontoiatra Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 09.00 - 12.00 NOVELLARA (RE) Viale Roma, 44/G (piazzetta interna ex Convento) tel. 0522/653811

[close]

p. 13

13 Pagu Natalia De Luca Annalisa Maria Pia Verzellesi Fernando Tosti Gianni Davoli Claudio Gelosini Bagni Odillo SPORT/PODISMO Stagione 2017 del Jogging Team Paterlini: 23 titoli provinciali e 14 atleti sul podio di Rubens Garuti Il Jogging Team Paterlini ha registrato numeri da capogiro: 101 iscritti di cui 47 competitivi che hanno ottenuto ben 23 titoli provinciali con 14 atleti saliti sui primi 3 gradini del podio nelle varie categorie, il tutto durante la partecipazione alle numerose gare domenicali. Già negli anni passati si era avvertita questa crescita esponenziale, ma mai nessuno, nemmeno il D.S. Alberto Paterlini, poteva immaginarsi di raggiungere a livello competitivo quasi la quota delle cinquanta unità. I risultati ne sono stati una conseguenza, accompagnati da un forte spirito di gruppo, di incitamento e non da ultimo di ironia, quando ci si diverte si raggiungono sempre le migliori condizioni per dare il meglio di sé stessi. L’unico rammarico di questa splendida annata può essere stato solo il non essere riusciti a conquistare il Gran Prix Provinciale di Società. E’ stata una bella battaglia, siamo arrivati secondi dietro alla forte Polisportiva di Correggio, ma li abbiamo rincorsi e incalzati fino all’ultima gara e solo pochi punti alla fine non ci hanno permesso di raggiungere la vetta. Con la tenacia e la caparbietà di questi nostri atleti, abbiano incamerato ben 23 titoli provinciali e tanti altri piazzamenti da podio. Nel settore femminile Natalia Pagu è diventata la nuova bandiera del gruppo imponendosi in ben quattro distanze, ma anche l’intramontabile Maria Pia Verzellesi ha dimostrato tutta la sua perseveranza aggiudicandosi due titoli. Il settore maschile ha visto una nuova affermazione del portabandiera Claudio Gelosini che ha ritrovato stimoli e serenità aggiudicandosi 4 campionati individuali. Fernando Tosti guida la nuova generazione e dimostra tutti i suoi progressi conquistando 3 successi ma, soprattutto, ottenendo in quel di Rimini la sua migliore prestazione nella maratona, abbattendo il muro delle tre ore e fermando il cronometro con il tempo di 2h 55’ 04”. Erano un po’ di anni che un atleta del Team non riusciva ad rimanere sotto questa barriera, ciò stimolerà sicuramente i compagni ad ottenere il meglio da sé stessi. Il vecchietto Odillo Bagni, non volendo essere da meno, si aggiudica quattro titoli, mentre il sempre presente Gianni Davoli ne conquista altri due. Il Presidente Giovanni Paterlini, molto soddisfatto dei risultati ottenuti, invita il gruppo a rimanere unito impegnandosi e soprattutto divertendosi, i risultati verranno di conseguenza. Ora non rimane che festeggiare il tutto con il pranzo di fine anno non dimenticando di fare i dovuti ringraziamenti ai nostri sponsor, Cantine Lombardini, Meloni Auto, Effe Emme grafica. TITOLI PROVINCIALI Natalia Pagu Campionessa Gran Prix Campionessa di corsa in montagna Campionessa sui 21 km Campionessa sui 10 km Maria pia Verzellesi Campionessa di corsa in montagna Campionessa sui 10 km Annalisa De Luca Campionessa Gran Prix Campionessa di corsa in montagna Campionessa sui 21 km Campionessa sui 10 km Claudio Gelosini Campione Gran Prix Campione di corsa in montagna Campione sui 21 km Campione sui 10 km Fernando Tosti Campione Gran Prix Campione di corsa in montagna Campione sui 21 km 2° class. sui 10 km Odillo Bagni Campione Gran Prix Campione di corsa in montagna Campione sui 21 km Campione sui 10 km Gianni Davoli Campione Gran Prix Campione sui 10 km 2° class.di corsa in montagna 2° class. sui 21 km ALTRI PIAZZAMENTI Raffaele Rupi 2° class. Gran Prix 2° class. sui 10 km 3° class.di corsa in montagna 3° class. sui 21 km Raffaele Giannini 2° class. sui 21 km Andrea Panini 3° class. sui 21 km Roberto Incerti Libori 3° class. Gran Prix 3° class.di corsa in montagna Fausto Galimberti 2° class. sui 10 km Katia Giancarlini 3ª class. Gran Prix 2ª class. sui 10 km 3ª class.di corsa in montagna Daniela Panizza 3ªclass. sui 21 km

[close]

p. 14

14 SPORT/BOCCE Al 3° trofeo FB podio meritato per il nostro Bassoli Pietro di Piero Ghidini Un grande Bassoli Pietro della nostra bocciofila Novellarese si è conquistato il secondo posto nella terza edizione del trofeo FB di Barbara Peani. Nella serata finale del 13 ottobre 2017 della gara regionale individuale per giocatori cat. A e B divise al possibile organizzata dalla bocciofila Novellarese, il nostro bravo giocatore è riuscito ad entrare in finale che l’ha poi visto perdente per il 1° posto contro il forte Setti Stefano della bocciofila Sanpierina di Bologna appartenente però alla categoria superiore. Terzi a pari merito Coruzzi Gianluca della bocciofila Audace di Parma e Truzzi Davide della Rubierese di Reggio Emilia. Ha diretto la gara il sig. Borra Pietro del comitato f.i.b. di Modena coadiuvato dal sig. Bonacini Lino del comitato di Reggio Emilia. Come sempre i vincitori sono stati premiati dalla titolare della FB di Novellara sig.ra Barbara Peani alla quale va la nostra stima e doveroso ringraziamento. Tangibile soddisfazione dei nostri dirigenti della bocciofila che finalmente hanno potuto mettere in mostra un trofeo vinto sui nostri campi. Ricordiamo che la nostra organizzazione gestisce tutti i giovedì sera garini di bocce a coppie a sorteggio alle quali possono partecipare anche gli esterni con e senza cartellino f.i.b. dove si viene premiati alla vittoria della seconda partita. Per tutti gli amanti del gioco carte continuano i tornei di scala 40 al sabato sera e domenica pomeriggio, mentre tutti i venerdì sera abbiamo gare di briscola, ed infine al giovedì sera tornei di Pinnacolo. SPORT/NUOTO Buoni risultati degli atleti per la nuova stagione agonistica E’ iniziata una nuova stagione agonistica e lo scorso fine settimana ha visto impegnati gli atleti della squadra degli Assoluti e gli esordienti A a Parma e a Bologna gli esordienti B. Infatti domenica 29 ottobre si è svolto nella piscina di Moletolo il 5° Trofeo Unipodium, manifestazione organizzata Uninuoto e Podium Nuoto in collaborazione con Coopernuoto. Quest’anno sono state 20 le società arrivate da diverse regioni d’Italia, che hanno partecipato alla manifestazione. Coopernuoto con la squadra degli Assoluti e Uninuoto con quella gli Esordienti A hanno fatto incetta di medaglie: 35 per Uninuoto e ben 48 per Coopernuoto. Ad aggiudicarsi il Trofeo la società del Circolo Nuoto Lucca, seconda la Swim Pro di Bologna e al terzo posto Coopernuoto. Uninuoto si posiziona quarta nella classifica generale. Ottima posizione pure per Podium Nuoto che arriva sesta. Tutti i gli atleti si sono distinti conquistando buoni risultati ed in particolare: Sofia Morini, che ha appena conclusa una straordinaria stagione, fa l’en plein e vince 4 ori nei 50, 100, 200 stile libero e nei 50 rana, mettendo a segno alcuni migliori tempi Riccardo Gozzi personali. Pieno successo pure per Greta Aldrovandi con 3 ori e un bronzo rispettivamente nei 50 farfalla, 100 stile, 200 misti e nei 400 stile e per Emma Brioni 3 argenti e un bronzo. Anche Riccardo Gozzi conquista 2 medaglie d’oro e 2 d’argento. Tre medaglie per ciascuno a Cristiano Brioni, Daniele Toscano, Arianna Rondelli. Stefano Monticelli, Giovanni Avanzi, Ruslan Iemmi e Matteo Donelli portano a casa invece due medaglie a testa. Un oro per Giada Mariotti e Alessio Monticelli. Per gli esordienti A invece l’en plein lo fanno Christian Pellini e Alexandro Carpineanu con 3 medaglie ciascuno nei 100 rana, 100 stile e 200 misti. Due medaglie d’oro per Luca Dallaglio nei 100 rana e 200 misti, per Angelica Morini e Elena Benati un oro e un argento, Nicholas Davolio con due argenti, Maria Vittoria Del Carlo un oro e un bronzo, Alessandro Fiori un argento e un bronzo, due medaglie di bronzo per Emma Maria Baroni e Giada Baracchi. Una medaglia d’oro a testa per Isabel Spaggiari e Gabriele Gualdi. A Bologna invece nel pomeriggio in vasca gli esordienti B per la prima prova del Circuito Regionale CSI dove Elisa Gualdi vince una medaglia d’ore nei 50 stile e una nei 50 dorso. A&C Agonistica Letture gruppo La Spezieria 2017/2018 Carissimi amici lettori e ascoltatori, siamo al terzo incontro delle nostre piacevoli letture. Questa volta è Maupassant ad intrattenerci, narrando con maestria la superficialità e la pochezza morale dell’alta società parigina di fine ottocento, attraverso la scalata sociale di un bell’imbusto senza scrupoli. Uno svilupparsi di emozioni, in un susseguirsi di contrasti di amori e di odi vi coinvolgeranno nelle vicende di ”Bel Amy”. Non mancate. Come al solito vi aspettiamo numerosi. La Spezieria A SEGUIRE: Giovedì 11 gennaio “IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI” di G. Bassani Giovedì 1 febbraio “BLACK OUT” di Dario Fo Giovedì 1 marzo “DON CHISCIOTTE DELLA MANCIA” di Cervantes Giovedì 5 aprile “COME PIETRE NEL FIUME“ di U. Hegi Giovedì 10 maggio “CHERI” di Colette Arrivederci al prossimo 7 dicembre. Il gruppo La Spezieria NUOVA CARROZZERIA MULTIMARCA - SOCCORSO AUTO S.N.C. Assistenza ricambi usati - Sostit. e riparazione oscuramento vetri Rinnovo fanali senza sostituzione - Riverniciatura moto nuove e d’epoca Gestione e disbrigo pratiche assicurative SOCCORSO GRATIS PER AUTO IN RIPARAZIONE NOVELLARA (RE) via E. Mattei, 8/10/12 tel. e fax 654965 cell.347/5068015 - 339/7305543 email: cocchifontanilicarrozzeria@gmail.com

[close]

p. 15

15 COMUNE NOVELLARA Circolo tennis “La Rocca” via C.Malagoli n°4 Novellara www.ct-larocca.it info@ct-larocca.it circolo tennis la rocca Foto Palma prossimo anno quando i soci e famigliari del circolo novellarese saranno ospiti degli amici di Valdagno e del loro bellissimo impianto. Doveroso ringraziamento infine al nostro amico e super fotografo Graziano “Palma” Pederzoli, da sempre prezioso collaboratore del circolo, che con i suoi scatti ha immortalato la serata con la solita maestria e professionalità. Giorgio Pagliani Si ricorda che per informazioni su corsi, lezioni individuali e prenotazione campi si può telefonare al n°0522-653026 (ufficio) o al n°3470744239 (istruttore P.Tagliavini). Una bellissima serata di sport e amicizia Erano oltre centotrenta, tra soci, famigliari e amici lo scorso 7 ottobre per festeggiare il 25° anniversario di affiliazione del Circolo Tennis La Rocca alla Federazione Italiana Tennis. Tanti bambini e famiglie come cornice ideale dove la convivialità l’ha fatta da padrone. A dare rilievo all’evento, tra gli invitati erano presenti diversi delegati e giudici arbitri della F.I.T Comitato Provinciale di Reggio Emilia. Un appuntamento che ha visto la graditissima presenza della folta rappresentanza degli amici del “Meeting Club “ Valdagno capitanata dal presidente Sereno Zarantonello, un circolo tennis che da anni è gemellato con la società novellarese. A fare gli onori di casa sono stati il presidente della Cooperativa Andrea Sacchi, il presidente del circolo tennis Giorgio Fontanili e i membri del Consiglio Direttivo. Sacchi e Fontanili nei loro brevi interventi di saluto ai numerosi ospiti, hanno rivolto un sentito ringraziamento agli atleti premiati, complimentandosi con tutto lo staff della Scuola Tennis per l’ottimo lavoro svolto e con tutti i collaboratori che al circolo dedicano tanto tempo e tanta passione senza l’aiuto dei quali non sarebbe possibile l’attività sportiva dell’intero complesso. Alla cerimonia di premiazione, vero momento clou della serata, era presente il sindaco di Novellara, Elena Carletti, la quale ha consegnato una piccola targa ricordo a tutti gli atleti che sono stati impegnati, nel corso della scorsa stagione, nelle varie competizioni a squadre. Particolarmente festeggiati i componenti della formazione che ha conquistato meritatamente la promozione in serie D2. A impreziosire e allietare la festa di compleanno, che ha visto unire la passione per lo sport e la musica, le voci di Eleonora e Claudio, che hanno scaldato l’ambiente con il loro vasto repertorio. Uno spettacolo che ha coinvolto in un vero e proprio ballo di gruppo sia grandi che piccini. Nella due giorni c’è stata soprattutto una vera e propria full-immersion di tennis, dove i tanti giocatori locali hanno incrociato le racchette con gli ospiti vicentini in avvincenti sfide di singoli, doppi e tanti doppi misti.Due giorni di aggregazione e divertimento, che hanno ribadito ancora una volta l’unione e il senso di appartenenza, che fanno da collante a tutte le attività che il C.T.La Rocca propone.Un club che ogni anno fa registrare importanti progressi sotto il profilo tecnico e organizzativo. Tra un brindisi e l’altro ci si è dati appuntamento al SUPERMERCATO NOVELLARA SNC di Mariotti Andrea & C. Artisti nella Qualità Maestri nella Convenienza aperto dal lunedì al sabato con orario continuato 8.00 / 20.00 aperto la domenica mattina 8-30/13.00 OGNI MERCOLEDÌ PIZZA DI NOSTRA PRODUZIONE A EURO 7,90 KG NOVELLARA(RE) Galleria Maestri del lavoro, 3 tel. 0522/652014 email: conad.novellara@conadcentronord.it Meloni Auto - Vendita Auto nuove ed usate di tutte le marche Fratelli Meloni - Centro Revisioni Revisione vetture ed autocarri in sede fino a 35 q Revisione ciclomotori - Prova sospensioni gratuita Autorizzazione Ministeriale n° 51 del 22/09/2005 Via A. Negri, 2 Novellara (RE) Tel. 0522 654254 Fax 0522 756377 Via A. Negri, 4 Novellara (RE) Tel. 0522 756662 0522 651237 Autofficina Autodiagnosi Climatizzatori Elettrauto

[close]

Comments

no comments yet