Avis Notizie 2017

 

Embed or link this publication

Description

Avis Notizie 2017

Popular Pages


p. 1

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46 art. 1 comma 2) Nr. 27 | Anno XXXIV | Iscr. Trib. di Latina n. 336/1980 | Periodico

[close]

p. 2

Indice Editoriale Nuovo direttivo, stessa solidarietà... .............................. 2 News L’Avis si rinnova .......................... 3 Eventi Festa del Donatore .................... 4 Speciale 60 Anni “Cosa puoi fare? Dona sangue. Dona ora. Dona spesso.” ......... 7 60 anni fa... ............................... 8 Trapper e Vip Latina .................10 Servizi Web & App .....................11 SLacuDoolanaLazivoonreoe...l.’A...l.t.e..r..n..a..n..z..a........12 Dal Territorio B.go Sabotino/B.go Carso ........13 Un pensiero per... Ciao Gastone... Ciao Ignazio .....15 Nr. 27 | Anno XXXIV | Iscr. Trib. di Latina n. 336/1980 | Periodico Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46 art. 1 comma 2) Nr. 27 | Ottobre 2017 Registrazione Trib. di Latina n. 336/1980 - Anno XXXV Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46 art. 1 comma 2) - DCB Latina Periodico di informazione e promozione dell’Associazione Volontari Italiani del Sangue di Latina Iscritta al Registro del Volontariato il 26/09/2006 Direttore Editoriale Antonio Tombolillo Direttore Responsabile Alessandro Panigutti Redazione Emanuele Bragato Grafica e stampa Tipografia Monti www.tipografiamonti.it AVIS Comunale di Latina Corso Matteotti, 238 04100 Latina Tel. 0773 697669 info@avislatina.it www.avislatina.it Editoriale Nuovo direttivo, stessa solidarietà... di Antonio TOMBOLILLO (Presidente di Avis Comunale LATINA) L’ assemblea ordinaria dell’Avis comunale di Latina ha eletto nel febbraio scorso i diciassette componenti del consiglio direttivo dal quale è uscita la mia nomina a Presidente dell’Avis Comunale di Latina. Ho accettato l’incarico, con la consapevolezza di ricoprire una carica di prestigio e di orgoglio e che richiede un notevole impegno. È doveroso come prima cosa ringraziare il mio predecessore Massimiliano Bellizia, il nuovo Direttivo tutto per la fiducia e chi ha lasciato il ruolo all’ interno dell’ Associazione. Ringrazio inoltre chi prima di me e insieme a me hanno dedicato il massimo dell’ impegno e dedizione che hanno profuso in questi ultimi anni per migliorare la qualità di raccolta, la promozione della Donazioni di sangue, Emoderivati e i requisiti per gestire al meglio l’ Associazione, che la stessa ha maturato una visibilità e una considerazione sociale che vanno oltre i confini comunali. Un ricordo va sempre a chi ha lavorato in associazione prima di me, la lista è molto lunga, cito l’indimenticabile Oreste Barboni che mi ha cresciuto nella Famiglia Avisina, un ricordo va a Ignazio Di Stefano che è venuto a mancare in questi giorni. Il nuovo Direttivo sarà impegnato a far crescere l’attività del Dono del Sangue e a migliorare gli standard qualitativi per chi Dona e per chi riceve il sangue; molto importante e indispensabile è garantire le risorse necessarie al buon funzionamento del sistema, dare un contributo importante insieme a tutte le AVIS della Provincia di Latina e di tutte le province della regione Lazio, al raggiungimento dell’autosufficienza regionale Lazio, probabilmente mai raggiunta o raramente. Il 2017 è l’anno in cui la Nostra Associazione compie 60 anni, tanti per una Città giovane, 60 anni in cui dai nostri Pionieri fondatori a noi hanno reso l’Associazione all’avanguardia. L’impegno richiede una partecipazione quanto più ampia possibile, il compito che abbiamo di fronte Esecutivo e Direttivo tutto è molto impegnativo, gli obbiettivi che ci poniamo sono ambiziosi e per questo richiedono la collaborazione di tutto il consiglio Direttivo, le sfide che abbiamo di fronte, sono di carattere associativo, di mantenimento e anche se difficile di crescita, sia in termini di donatori che di donazioni, ma c’è una sfida ancora più difficile ed è dovuta alle innovazioni legislative che sono già in atto ma che ci richiedono una nuova cultura, un nuovo modo di pensare. Insieme dobbiamo migliorare l’obbiettivo della differenziazione delle donazioni, la raccolta in aferesi consente di prelevare una singola componente del sangue (plasma, multicomponenti) variando così la donazione affinché essa risponda meglio alle esigenze non solo del sistema sanitario ma anche del singolo donatore, infatti, il dono del sangue oltre utile per chi ne ha bisogno, risulta essere un atto terapeutico anche per chi lo dona e per questo deve essere modulato in modo diverso in base alle caratteristiche fisiche e sanitarie del socio Donatore. Come obbiettivi non sono trascurabili il rapporto con i Giovani, essere presenti nelle Scuole di ogni ordine e grado, la programmazione della medicina preventiva per il Donatore, la chiamata e Fidelizzazione del Donatore e la comunicazione con il cittadino. Sarà mio impegno, con la collaborazione del nuovo Comitato Esecutivo, dei Consiglieri, Capogruppi di Borghi, Quartieri e dei Volontari tutti, conservare questo patrimonio e di proseguire questa nostra esperienza per cercare di incrementare ulteriormente il numero di Donatori e delle donazioni, cosa questa che è la finalità ultima dell’AVIS. Invito tutti i Donatori ad essere orgogliosi dei nostri valori, inestimabile il sostegno che voi potete dare all'Avis nella sua opera di sensibilizzazione attraverso la testimonianza ad amici e parenti del valore della vostra esperienza, che diventerà per loro stimolo a maturare la scelta del dono del sangue, invito a voi tutti a partecipare più attivamente alla vita associativa anche con idee e proposte nuove, Vi aspettiamo in sede. Infine, Vi giungano a nome mio e del Consiglio Direttivo, gli Auguri per un Buon Natale, un fine ed inizio anno nuovo, un sincero e caloroso abbraccio Avisino a Voi ed alle vostre Famiglie. Il Presidente Antonio TOMBOLILLO

[close]

p. 3

News 3 L’AVIS si rinnova di Emanuele Bragato L’ L’Avis Comunale di Latina oltre a compiere 60 anni dalla sua costituzione quest’anno ha visto il rinnovo delle cariche. È importante per un’associazione grande e longeva come la nostra (la più grande d’Europa e localmente a Latina) sapersi rinnovare visto i cambiamenti, sia dal punto di vista del modo di comunicare che Micoli da anni è vicino all’Avis prestando la sua professionalità da cardiologo per leggere gli elettrocardiogrammi mentre Nicoletta (Dott.ssa D’Erme) è la figlia di Ermanno uno dei fondatori della nostra sezione. Altro cognome noto è quello di Mainardi, Carlo curerà l’autoemoteca intitolata proprio al padre Nando. Alessandro Bonelli già da qualche anno collabora con l’Avis curando il sito internet e tutta la parte informatica; Alessio Cioeta ha preso il posto di Cesare Quattrocchi (nominato Segretario di Avis Provinciale) nel delicato ruolo di Segretario e infine Simona Mercuri che sta curando la gestione dell’acco- progetto scuola e della parte sanitaria. Oltre al Consiglio Direttivo Comunale si sono rinnovate anche le Avis sovraordinate. Da evidenziare il passaggio di consegne come Presidente Provinciale ricoperto dalle politiche sanitarie, che incidono sulle sezioni come la nostra che hanno anche un punto di prelievo. L’obiettivo dello scorso mandato era appunto quello di raggiungere l’accreditamento non solo del punto di Corso Matteotti, totalmente ristrutturato, ma anche quello di Latina Scalo che dopo anni di traslochi ha finalmente una propria casa. È altrettanto necessario mantenere una continuità sugli obiettivi raggiunti per lanciarci verso quelli nuovi senza perdere l’esperienza acquisita. Per questo il Consiglio Direttivo che si è venuto a formare è una commistione tra il vecchio direttivo e nomi nuovi (Evidenziati in grassetto). Come si può vedere diversi ruoli fondamentali sono stati assegnati proprio ai volti “nuovi” in alcuni casi solo come incarichi, infatti il Dott. glienza e del bar con delle migliorie che chi viene in sede a donare avrà già sicuramente notato. Accanto a loro ci sono le conferme come rappresentanti dei principali borghi, del da Anna Maria Visco e ora affidato a Marco Fioravante che ricopre anche quello di consigliere nazionale e di Michael Cardarelli nominato nel Consiglio Regionale. Il punto ristoro dopo le ultime modifiche

[close]

p. 4

Eventi Festa del Donatore 2017 Domenica 19 novembre L’elenco dei donatori che riceveranno la medaglia di benemerenza Benemerenze RAME Alfarano Mara Alvisi Gianluca Arca Francesco Ardito Rosalba Arduino Carmela Avolio Vincenzo Baldassarre Antonio Barbini Enrico Barillari Sara Beli Alberto Bergamo Umberto Bernardi Valeria Bertillo Benito Bianchini Domenico Biolcati Marco Bono Pietroluca Borella Daniela Borghetto Emanuela Borsato Alessandra Bottan Diandra Bove Albina Bressan Valerio Brida Lara Bruscagin Sofia Buongiorno Claudio Butacu Mihaela Denisa Califano Pasquale Calligaris Lorenzo Candiloro Vincenzo Caputo Valerio Capuzzoni Roberto Carcatella Rosanna Cardinali Monica Casciello Stefano Caserio Jessica Caserta Luigi Ceccano Marco Cencin Gianni Chabouh Saoussen Cisi Gianpiero Colabianchi Mariano Colaneri Emilia Colavero Rosario Colella Valeria Coppola Francesco Corelli Sabina 4 Corelli Simone Coreno Francesca Costa Morena Costantini Lionello Dani Denis De Luca Valerio De Paris Sonia De Santis Ciro De Santis Domenico Della Vecchia Vincenzo Di Bitetto Nicola Di Gregorio Elisa Di Lisciandro Claudia Di Magno Veronica Di Maio Barbara Di Naro Federica Di Pietro Leonardo Di Prospero Marco Dondea Alina Florina Donnabella Massimo Drusin Alessandro Facci Giulia Farullo Francesco Ferrari Vittorio Festa Lucia Fiore Roberto Folcarelli Arnaldo Fortuni Dino Fracasso Luigi Frascadore Salvatore Fraschetti Luca Fratarcangeli Giovanni Furgiuele Maurizio Gambino Lino Gennaro Viola Germani Manolo Giannini Francesca Giannone Camillo Giordano Romina Giuffrè Alessia Giuliani Pio Michele Giustarini Pamela Gordon Hernandez Griselda Gorga Andrea Grima Sabrina Guerra Mirco Guerriero Alessandro Guizzo Davide Libroia Roberto Liburdi Rossano Longo Francesca Maffei Felice Magarra Fabrizio Mancini Moreno Mangiapelo Stefano Manno Vincenza Marangon Helena Marchetti Stefano Marcon Daniela Marino Ettore Marsura Emanuele Masi Roberto Mastrogiovanni Teresa Mastroianni Ilaria Maurizi Cinzia Mea Giorgio Merlo Mattia Minotauro Daniela Molinaro Biagio Montanari Federica Morelleschi Chiara Morelli Anna Moretto Ramona Mucignat Riccardo Muneretto Catia Nappi Rosa Novelli Luca Orasanu Elena Doina Orioli Jessica Orsini Manola Pacifico Emanuela Paglia Federica Pagura Massimiliano Pandarolo Nunziante Paolangeli Mesia Parente Alessia Patruno Francesco Pazienza Marina Perillo Rita Perinelli Giuseppe Piccinini Luigi Pietrogiacomi Simone Pompili Martina Poponessi Paolo Emilio Porcelli Manuel Portello Fabio Potenziani Michela Pozzi Alessandro Pretto Martina Pucci Mauro Quagliano Maria Nicoletta Rachella Massimo Rainone Sergio Redini Gianni Riccardi Andrea Ricci Alessia Ricci Francesca Ronconi Paola Rungi Pasquale Russo Alessandro Ruzza Gino Sambucci Francesca Sanchez Del Valle Cristina Sansò Miriam Santilli Fernando Sartori Elisabetta Savo Ernesto Scapin Flavio Scognamiglio Leonilda Seccafien Sergio

[close]

p. 5

Eventi Sessa Giuseppe Soldà Gianluca Sorrentino Francesco Sorrentino Luciano Spaliviero Giorgio Sperati Serenella Sperati Simone Tagliaferro Catia Toba Filoftia Toti Davide Trambaioli Alberto Tramonti Marta Trinca Theodora Rucsandra Trombin Chiara Tucci Natalino Turcan Violeta Udvari Ecaterina Valenza Loredana Vanini Manuel Vargas Mariano Ezequiel Ventresco Giuliano Vey Christine Vinante Massimo Vista Mauro Volpicella Federica Zaccheo Eulalia Benemerenze ARGENTO Acanfora Giuseppe Agostini Fabiola Alessandro Simone Altavilla Angelo Altobelli Stefano Apicella Salvatore Barra Michele Battisti Amedeo Berisso Gianfranco Bianchini Alessandro Biondo Donatella Bordin Silvia Borgia Luigina Bressan Emanuele Buglione Umberto Buratti Francesca Bussotti Massimo Cacciotti Francesca Cacciotti Mauro Cacioni Anna Maria Calcabrini Nadia Campagna Davide Cannizzaro Giuseppe Capirci Mauro Cargnelutti Maurizio Cartolano Stefania Casarin Roberta Casolari Armando Cassia Giovanni Ceci Claudio Cencia Ascenzio Ciccarelli Giovanni Cipolla Marco Cobalchin Gianluca Coppola Mario Cristini Alessandro D'adamo Roberto Dalla Libera Sergio Dall'armellina Thomas Danieli Omar De Pasquale Luciano Del Bianco Simone Della Vedova Barbara Di Biaggio Chiara Di Falco Roberto Di Noto Niccolò Emigrato Massimiliano Faccioli Marika Faiola Debora Fantin Stefano Ferrari Valentina Francini Alessandro Franco Erica Francu Aneta Iulia Fugaro Francesco Gabriele Piergiacomo Gabrieli Massimiliano Gaveglia Nadia Gentile Dorotea Gentile Marco Giacomini Giovanni Giordaniello Mauro Giovannelli Gianni Giuliani Silvia Landucci Daniele Leopardi Simone Loffredo Giuseppe Lombardi Cristian Lonardoni Marco Lucci Concetta Macale Duccio Macinenti Cristiano Mambrin Luigina Maola Romina Marchetti Giuseppe Marino Domenico Mastellaro Luana Matusoiu Maria Memoli Giovanni Mengo Marco Menichelli Emilia Micheletti Antonella Milani Antonio Milani Stefano Mion Monica Monticolo Marco Morello Massimo Moretto Gianluca Mosconi Vincenzo Nanetti Marco Noce Alessandro Pagano Antonio Panella Davide Pedrollo Massimo Pegorin Graziano Pelà Marco Penazzato Emanuele Pepe Sonia Pettoni Manuel Remirez Giuseppe Maria Rocco Daniele Rosati Danilo Rossi Gerardo Rutigliani Patrizia Saviano Pietro Sciaudone Riccardo Scognamiglio Domenico Sezzi Stefano Spagnol Massimo Sperduti Mirella Spinello Andrea Stirpe Loreta Straccamore Vincenzo Tassini Emilio Torre Tiziano Torregrossa Elisabetta Tosetto Alessandro Tossici Mauro Turchet Massimiliano Visaggio Antonio Viscido Fabio Zaccarelli Luca Benemerenze ARGENTO DORATO Amirante Dario Arisi Martina Balsano Fabio Bianchi Gennaro Biondi Barbara Borrelli Antonio Brancaccio Mario Brombin Andrea Cangiamila Filippo Caputo Raimondo Casano Luana Cataldi Enrico Cavallari Fabio Celebrin Riccardo Cioeta Alessio Colaiuta Ester Costanzo Alessandra Cristofoli Roberto D'avino Stefania De Martino Salvatore Dessì Andrea Docimo Carmela Elmi Rosangela Fantinato Livio Farina Dario Femia Federica Finotti Elena Fiorini Virginia Fiorio Ermelinda Galandrini Ennio Gatto Anna Maria Gava Pietro Ghirotto Olivo Gianolla Cristiano Grieco Fabrizio Grieco Giancarlo Guarnacci Barbara Gugliotta Rosita Iessi Teresa Landucci Alessandro Liguori Amato Liistro Marco Luffarelli Maurizio Macaro Paola Mancini Massimiliano Mangione Giuditta Marangon Mauro Martufi Dino Mastracci Tommaso MattaGiovanni Mayer Tiziana 5

[close]

p. 6

Eventi Musto Roberta Nalli Nicola Nardi Federica Nardin Vito Negri Luca Ottavi Alessia Pagani Daniele Palombi Claudia Pasqual Giovanni Picozzi Niccolò Pocci Giuseppe Porrell Vincenzo Quintini Carlo Rinaldi Valentino Santamaria Luigi Santori Alessandra Scartozzi Paola Sibilia Fabrizio Spadon Daniela Tafuri Antonio Tidona Giovanna Tirillò Manlio Verdellino Cristian Benemerenze ORO RUBINO Buonanno Alberto Chiappini Francesco Domini Franco Esposito Giuseppe Fernando Gatto Roberto Grammatico Giuseppe Guratti Claudio Magagna Roberto Magi Federico Mercuri Simona Petrilli Simone Benemerenze ORO SMERALDO Campagna Angelo De Angelis Luciano Di Folco Orlando Fabietti Pio Ricci Antonio Benemerenze ORO DIAMANTE Droghetti Elisa Gaspari Giustino Zago Emilio Benemerenze ORO Antonini Fabio Biondi Alessandra Cacciotti Mario Cappadonia Luca Casano Luana Catapano Alessia Chimento Gian Marco Chittaro Ivan Cinquegrana Stefano Codastefano Monica Coluzzi Fabio Coppola Vincenzo Nicodemo Cristini Marika De Vitis Alessandra Di Carluccio Angela Maria Di Giacomo Maria Floris Luciano Graziani Tullio La Rosa Daniele Notarstefano Francesco Ottani Roberto Ragogna Giuseppe Ramaccia Ernesto Satolli Maria Grazia Siniscalchi Maria Rosaria Tomadini Luigino Trevisan Roberto Turriziani Rosalba Vergari Filomena Vescovo Fabio Villella Grazia 6

[close]

p. 7

Speciale 60 anni 7 “COSA PUOI FARE? DONA SANGUE. DONA ORA. DONA SPESSO.” È stata la campagna 2017 per la giornata mondiale del donatore di sangue, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla Federazione Internazionale dei donatori di sangue. è incentrato sulla risposta da parte delle associazioni, allargando il discorso anche a tutte le associazioni che collaborano con gli ospedali. Avis Comunale di Latina ha indetto in occasione della giornata mondiale del donatore e in concomitanza del suo 60esimo anno di attività, una tavola rotonda sul tema della donazione periodica durante tutto l'anno e sulle politiche che si adottano a livello regionale per garantire un costante approvvigionamento di sangue. Nella spaziosa e accogliente Sala dedicata a Ezio Fioravante, nella sezione comunale di Latina, Il giorno 17 giugno, il consigliere del direttivo, ora segretario comunale Alessio Cioeta, ha fatto gli onori di casa accogliendo i partecipanti prima dell’apertura dei lavori. Tra gli ospiti illustri si sono annoverati il Dott. Francesco Equitani, Primario del Servizio di Immunoema- tologia e Medicina Trasfusionale - Ospedale S.M. Goretti di Latina che ha egregiamente presentato una panoramica sulle nuove frontiere internazionali per l’approvvigionamento del sangue ed emocomponenti nel triennio 2017-2020 e sulle ricadute a livello regionale e locale. Un supporto è inoltre giunto dal nostro garante della qualità, il Dott. Giancarlo Micoli che ha illustrato tutto il processo di tracciabilità del donatore e delle unità di sangue raccolte presso l’Avis. Dopo una panoramica tecnica sugli aspetti sanitari il dibattito si Il nostro Vice Presidente Comunale, Emanuele Bragato, ha illustrato il quadro associativo avisino in risposta alle situazioni di stress, come nel caso dell’estate 2016 quando il terremoto nel reatino ha visto tutte le forze associative lavorare in sinergia per l’approvvigionamento di sangue. Tra le associazioni presenti LILT con la Vicepresidente della Sezione Provinciale di Latina Dott.ssa Rita Salvatori, l’AIDO Comunale di Latina con la Presidente Paola Esposito e i Vip Latina ONLUS rappresentati dalla presidente Roberta Leone, che ha introdotto la Clowterapia nelle strutture sanitarie a sostegno dei beneficiari di tra- sfusioni di sangue oltre a Michael Cardarelli che in doppia veste sia come consigliere comunale che provinciale ha parlato delle opportunità dei giovani di far parte in maniera concreta nel mondo dell’associazionismo. Il giorno seguente l’Avis si è spostata in Piazza del Popolo per una giornata di giochi e di prevenzione. “Avis in Festa” lo slogan che ha visto la partecipazione nuovamente degli amici Clown dell’associazione VIP Latina oltre che i Trapper con le loro attività scoutistiche mentre venivano fatti e l e tt r o c a r d i o grammi, emoglobine e misurazioni di pressione rivolti a tutti i cittadini interessati e corsi di primo soccorso e disostruzione delle vie aeree grazie all’aiuto dei medici dell’associazione DOC 4 Life. La mattinata si è conclusa con l’arrivo della “Staffetta per la Vita” organizzata dagli amici dell’AIDO.

[close]

p. 8

Speciale 60 anni 60 anni fa... Ndi Emanuele Bragato egli anni ’56/’57, mentre vari partiti, cresciuti come funghi in quell’epoca, coalizzati tra loro, producevano governi politicamente scoloriti e di breve durata, la nostra provincia iniziava il risveglio, anche se allora tardivo, verso quello alcuni “donatori universali del gruppo 0”. Il sangue, allora, veniva raccolto in bacinelle di porcellana. Di fronte alle difficoltà della reperibilità di sangue e alla mancanza di strutture organizzate, un gruppo di giovani medici dell’Ospedale sollecitò colleghi ed autorità a promuovere la costituzione di un “gruppo” di volenterosi che fosse disponibile a donare il sangue su richiesta dell’Ospedale. Contemporaneamente si riodo di addestramento, iniziò l‘attività dell’Avis di Latina con il Centro Trasfusionale situato presso “l’Isolamento” del vecchio Ospedale di via E. Filiberto. Le prime donazioni collettive furono effettuate in occasione di eventi drammatici: incidenti gravissimi o particolari interventi operatori. Ebbe così inizio la costituzione di un primo gruppo organizzato di donatori volontari effettivi. Il 12 maggio di quell’anno, diciotto cittadini effettuarono la prima donazione collettiva. Dieci di essi divennero donatori effettivi. Entro quel mese ven- che verrà chiamato il “Miracolo economico d’Italia” – inizia così il racconto Romolo Zanni, che ha dato il via alla parte storica del libro dei 55 anni dell’Avis di Latina, e continua - Tra i tanti problemi vi era quello della reperibilità di sangue fresco da trasfondere a malati bisognosi, soprattutto puerpere. Per le neces- 8 sità trasfusionali erano reperibili doveva creare, nello stesso Ospedale, un centro preposto alla raccolta, classificazione, analisi e distribuzione del sangue. A questo proposito, l’ing. Ferruccio Scalzi amministratore del nosocomio, contattò il Presidente dell’Avis romana, il dott. Agamennone; i medici Gatti Dario e D’Erme Ermanno vengono invitati a preparare tecnicamente il Servizio. Nella primavera del 1957, dopo un pe- nero raccolte 91 donazioni da persone costituenti il primo nucleo che fondò l’Associazione di Latina. E’ doveroso ora ricordarli: D’Erme Ermanno, Seccafien Angelo, Barboni Oreste, Oddone Pietro, Anticoli Duilio, Sciamanna Fortunato, Faustinella don Vincenzo, Stefanato Giovanni, Bianchi Scianna Giovanna, Soldera Evaristo, Amodio Francesco, Capponi Candido, Della Portella. Quello appena descritto fu l’inizio del

[close]

p. 9

Speciale 60 anni 9 cammino dell’Avis Comunale di Latina esattamente 30 anni dopo dalla costituzione dell’Avis Nazionale a Milano, anche in quel caso guidati da un medico, il Dott. Vittorio Formentano che fece un appello su un quotidiano milanese per la donazione la donazione gratuita del sangue al quale risposero in 17 che con il loro gesto diedero vita all’associazionismo che con il motto “Charitas usque ad san- guinem” (carità fino forma Sanitaria. Ma AVIS vuol dire solidarietà a 360°, accanto alla raccolta e promozione del sangue la nostra sezione si è spesa in aiuti c’erano il sig. Rondinelli, dipendente comunale, il Dott. Giovanni Baiano, medico chirurgo, il Dott. Fabrizio Soscia, specialista delle malattie infettive, e il paramedico Luigi Grassi. Da questi spontanei interventi di solidarietà nasce l'idea del gemellaggio tra le due Sezioni, gemellaggio che viene celebrato nell'Aula Consiliare del Comune di Latina il 14 Marzo 1981. La sede dell’Avis di Potenza verrà in seguito intitolata proprio a Ezio Fioravante. Per arrivare al periodo più recente con il Terremoto dell’Aquila con gli aiuti prestati ai residenti della piccola comunità di San Gregorio che hanno visto il loro territorio totalmente inagibile. Oggi la famiglia Avisina del nostro Comune conta oltre 6.000 soci tra donatori, collaboratori e benemeriti, 2 punti fissi accreditati e uno mobile e nel 2009 ha avviato il progetto di donazione di aferesi nella provincia di Latina direttamente presso la propria sede per far fronte alle al sangue) diede vita all’associazione più grande e longeva del nostro paese che prese il nome di Associazione Volontari Italiani del Sangue. L’Avis di Latina ha avuto sempre un grosso seguito non solo a livello locale, a testimonianza c’è la presenza dell’On. Giulio Andreotti per il decennale così come la 42a Assemblea Nazionale Avis la più importante assemblea degli ultimi 20 anni, per i temi che in essa verranno trattati e per il dibattito che dovrà condurre all'approvazione delle nuove norme dello Statuto associativo, ma soprattutto all’inserimento del donatore quale operatore sanitario nel quadro della prossima Ri- alle popolazioni in difficoltà, soprattutto dopo gravi calamità come i terremoti. Da ricordare soprattutto quello dell’Irpinia del 1980. In quel frangente l’Avis di Latina si mobilizzò fin dall’inizio per prestare gli aiuti ai terremotati. Partì per Potenza una piccola carovana, composta dai due automezzi. La spedizione fu guidata dal Dirigente Avis Ezio Fioravante, con lui diverse richieste di emocomponenti. I Presidenti in questi 60 anni sono stati Vincenzo Tasciotti, Ermanno D’Erme, Oreste Barboni, Ignazio Di Stefano, Marco Fioravante, Massimiliano Bellizia e Antonio Tombolillo. Si guarda spesso il futuro, l’Avis deve adattarsi alle innovazioni e gli strumenti on line a disposizione dei donatori vanno in quella direzione ma con l’occhio rivolto sempre a chi ci ha preceduti, perché loro sono le nostre fondamenta, loro sono le anime di ferro senza le quali il cemento non reggerebbe, coloro che ci hanno fatto amare questa associazione insieme a tutti Voi donatori che avete scelto di aiutare uno sconosciuto con il Vostro bene più prezioso.

[close]

p. 10

Speciale 60 anni TRAPPER P arlare di giovani a Latina, significa parlare di un realtà vera e costante, perché è una città giovane ed i nostri ragazzi fortunatamente sono presenti. Il nostro quartiere, il Piccarello, per anni come centro di aggregazione oltre Piazza Moro ha visto molto protagonista la chiesa di San Francesco, ebbene in quella chiesa è presente una realtà giovanile che tutti i sabati e domeniche si incontrano per fare qualcosa di concreto e positivo. Siamo un gruppo parrocchiale di impronta scoutista ed i ragazzi presenti vanno dagli 8 ai 16 anni. Essi sperimentano insieme a noi e ai nostri aiuto animatori , gruppo successivo ai 16 anni, il gioco ,il servizio e l'impegno, svolti però nei valori della lealtà ed onestà. Il nostro impegno si svolge anche verso la città, infatti la collaborazione con l' AVIS Comunale di Latina, è stata accolta con entusiasmo perché oltre ad essere testimoni di ciò che l'associazione svolge nel nostro territorio, anche per il valore immenso che una donazione di sangue porta con sé. Ed ecco perché il 18 giugno siamo stati con loro e l'autoemoteca in piazza del Popolo, giocando ed informando i passanti del valore aggiunto che la città possiede avendo una sede AVIS. Abbiamo la voglia di crescere con sentimenti positivi verso la vita , nel rispetto della natura e del compagno a cui ci affianchiamo, inoltre il nostro rapporto con la comunità del gruppo è di sostegno e di scambio, il parroco Padre Giovanni Ferri, il quale da' un contributo notevole nel far accrescere tra i nostri ragazzi stima per sé stessi, ci infonde il concetto di qualità nel tempo che dedichiamo e negli argomenti I Capi Trapper & Cuccioli di Trapper. che anno dopo anno affrontiamo con i nostri ragazzi. Sembrano paroloni e concetti altisonanti, ma credeteci tutto il nostro percorso è affrontato con semplicità e letizia , come SAN FRANCESCO ci ha insegnato. La nostra sede si trova presso la Parrocchia di San Francesco d'Assisi, Via dei Cappuccini 38, Latina. Per altre info vi invitiamo a visitare il nostro sito: www.gruppotrapper.it . VIP LATINA V ip Latina ONLUS nasce nel 2014 ed aderisce alla federazione nazionale Vip Italia; la sigla vip sta per viviamo in positivo e rappresenta proprio un nostro modo di vivere l'associazione e la vita di tutti giorni all'insegna del sorriso e della positività . VIP Latina ONLUS ha carattere di volontariato, non ha scopi di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà nel campo dell'assistenza sociale e della tutela dei diritti dell'infanzia, dell'handicap e dei disagiati del mondo. Tanti sono stati i progetti di Vip Latina tra cui sostegno e solidarietà per le popolazioni colpite dal terremoto e sostegno per i bambini di un villaggio dell'Uganda con la spedizione di zaini per la scuola. Entro fine anno sarà realizzata anche l'adozione di un bambino a distanza. I volontari CLOWN di Vip Latina ONLUS svolgono regolarmente servizio nel reparto di pediatria dell'ospedale 10 civile Santa Maria Goretti di Latina, prestano servizi presso case di riposo, presso centri di accoglienza ed hanno anche somministrato bevande calde e coperte (oltre naturalmente ai sorrisi) ai senza fissa dimora. La formazione dei volontari CLOWN è continua e numerose sono le collaborazioni con altri enti del territorio coinvolti nel sociale. Proprio ultimamente la nostra associazione ha stretto la collaborazione con Avis accomunati dal principio comune della donazione: sorrisi e sangue... con lo stesso colore, il rosso... del nostro naso e del simbolo Avis... il colore del cuore e della passione... quelli che ci mettiamo, ogni giorno... per- ché un sorriso ed una goccia di sangue possono salvare una vita... perché sorridere fa aumentare la produzione di endorfine ed aiuta a rispondere meglio alle cure... perché il sangue è vita! Vip Latina Onlus e Avis, insieme, per dare speranza . Cupida

[close]

p. 11

Servizi WEB & APP Alessandro Bonelli - Referente tecnico servizi informatici 11 A vis Comunale di Latina compie 60 ed oggi, insieme ai suoi amici donatori vuole presentarvi le novità tecnologiche apportate per migliorare i servizi. Sono anni che cerchiamo di portare innovazione tecnologica anche nella nostra sezione. Innovazioni che permettono a Voi donatori di ottimizzare i tempi di attesa e spostamento verso la nostra sede. Tra la fine de l 2016 e l’inizio del 2017 c’è dato un importante ammodernamento dell’infrastruttura informatica della propria sede, con un nuovo server ed importanti aggiornamenti in termini di sicurezza informatica su tutta la struttura. Con il nuovo server abbiamo aumentato i servizi offerti al donatore con: REFERTI ONLINE, AvisNET app e Prenotazione on line Vediamo nel dettaglio I servizi. REFERTI ONLINE Cosa è? Il servizio di REFERTI ONLINE, permette al donatore di scaricare tutti i referti degli esami, effettuati presso la nostra sede o in autoemoteca, direttamente dal proprio computer, archiviarli in formato elettronico, senza necessariamente stamparli. Quando? I referti sono disponibili dopo circa 35 giorni dalla data di donazione o dell’esame. Come si fa? Basta accedere al nostro sito www.avislatina.it e cliccare su REFERTI ONLINE, dopo l’inserimento dei vostri dati anagrafici è possibile richiedere il proprio PIN*,che riceverete per sms. Solo a quel punto potete accedere al servizio. (*il pin è personale e non ha scadenza) AvisNET APP Cosa è? AvisNET APP è l’app per smartphone Android ed IOS che permette al donatore di: • Controllare i propri dati anagrafici • Prenotare una donazione di sangue • Scaricare i referti degli esami • Controllare eventuali sospensioni • Verificare le benemerenze acquisite • Consultare la modulistica Quando? Sempre!!! L’app è molto flessibile e installandola sul vostro smartphone/tablet l’avrete sempre con voi per consultare o prenotare la prossima donazione. Per esempio, potete tranquillamente andare dal vostro medico e far leggere in diretta le analisi refertate ( esami disponibili dopo 35gg dalla donazione) . Con l’app potete prenotare la prossima donazione. La prenotazione permette di scegliere l’orario per il tipo di donazione richiesta. Ciò vi fa risparmiare tempo in accettazione, in quanto eviterete la fila, quindi sarete puntuali con i vostri impegni personali, dopo aver effettuato la donazione. Come si fa? Basta andare sullo Store del proprio telefono, PLAY STORE o APPLE STORE, e cercare l’app AVISNET. Scaricate l’app, dopodiché aprirla selezionare la vostra città, LATINA. Inserire i vostri dati anagrafici e il vostro indirizzo email. Solo a questo punto ricevere un codice per email che inserirete nell’app per proseguire. Sul nostro sito www.avislatina.it nella pagina APP AvisNET abbiamo creato una piccola guida per l’installazione. Per chiarimenti potete sempre contattarci al numero: 0773697669 oppure inviare una mail a tecnico@avislatina.it Prenotazione on line Cosa è? La richiesta di prenotazione on line è un servizio che permette al donatore di richiedere una prenotazione di donazione. Il servizio non richiede nessun tipo di registrazione ed è molto semplice. L'invio della richiesta non è sufficiente per considerare confermata la prenotazione, ma occorre attendere la conferma da parte della Segreteria per telefono e/o email Quando? Quando vuoi Tu!!! Ti basta un computer, ma può andar bene anche lo smartphone/tablet. Come si fa? Basta accedere sul nostro sito www.avislatina.it e cliccare sul simbolo STOP ALLE CODE che trovi sul lato destro. Poi scegliere quale tipo di donazione vuoi effettuare: successivamente con la compilazione di pochi campi obbligatori (nome, cognome, numero di telefono, email e giorno richiesto), puoi inviare il modulo con un click. La conferma verrà fornita solo dopo avere controllato l'idoneità alla donazione e la disponibilità nella data/ora richiesta, non prima delle 48 ore del giorno richiesto, da parte della Segreteria per telefono e/o email. In conclusione Cerchiamo di offrire al donatore sempre un servizio comodo e funzionale, che possa farti risparmiare tempo. Con questi 3 servizi, innovativi , speriamo in un tuo coinvolgimento sempre più intenso verso l’associazione e verso il bisogno della raccolta perche ogni giorno c’è ne bisogno nella nostra città, nella nostra regione, nella nostra nazione. Grazie e sfrutta al meglio i nostri servizi.

[close]

p. 12

Donare la Vita! La Donazione e l’Alternanza Scuola Lavoro: Prof.ssa Adele De Maria - Liceo delle Scienze Applicate “G. Marconi” C on la consegna degli attestati da parte della dottoressa Annamaria Visco, l’ultimo giorno di scuola, in un clima festoso, si è concluso il percorso di Alternanza Scuola Lavoro, per i 52 alunni delle classi 3° e 3B del Liceo delle Scienze Applicate. Il progetto “La promozione del dono fra pari “si è svolto in collaborazione con l’AVIS di Latina, ai cui operatori va un ringraziamento speciale per la disponibilità, la professionalità e l’attenzione con cui hanno seguito i nostri studenti . Il percorso si è svolto da novembre a maggio e si è sviluppato su due assi, quello delle realtà associative di volontariato, di cui l’AVIS rappresenta un pilastro storico della storia associativa italiana e quello delle tecnologie applicate in ambito sanitario, nello specifico nelle donazione di sangue. Dopo alcuni incontri di formazione iniziale, gli alunni sono stati impegnati mediamente per 60 ore in attività funzionali, presso diverse sedi AVIS, Latina, Latina Scalo, Aprilia, Roccagorga, Sermoneta, Priverno. La fase tecnica del progetto, in linea con il percorso del liceo delle scienze applicate, ha visto i ragazzi impegnati prima in un’attività laboratoriale sulla tipizzazione dei gruppi sanguigni, basata sulla tecnica di agglutinazione, svolta con i tecnici del centro emotrasfusionale di Latina. Ha fatto seguito poi, la visita al laboratorio del suddetto centro presso l’Ospedale Santa Maria Goretti, in cui i ragazzi sono entrati in contatto con un ambiente di lavoro fatto di alta tecnologia e professionalità, requisiti fondamentali per garantire sicurezza in un ambito sanitario estremamente delicato e complessoquale è quello delle trasfusioni di sangue. Il progetto ha previsto anche un momento di peer tutoring, in cui a gruppi i ragazzi hanno dialogato con gli alunni delle classi 4 e 5 dell’istituto, dell’importanza sociale e di aspetti tecnici della donazione, presentando materiale selezio- nato ed organizzato da loro. Tutti gli studenti coinvolti hanno portato a termine il percorso, traendo il massimo beneficio dall’esperien za in termini di conoscenze, metodologie di lavoro ma soprattutto di cittadinanza attiva, come espresso nel seguente slogan, uno dei tanti ideati e testimonianza della loro attiva partecipazione: “Donando puoi fare la differenza, puoi dare un’Occasione ha chi ne ha Necessità , contribuendo in modo Anonimo e Responsabile , rendendo la giornata di qualcuno un Evento Speciale .“ 12

[close]

p. 13

Dal Territorio Borgo Sabotino 13 BUON COMPLEANNO!!! di Roberta Farrotti 1997-2017!!! Così vogliamo iniziare , con una data , la nostra data……. 8 dicembre 1997 – 8 dicembre 2017. 20 candeline, 20 anni, 20 lunghi anni, ma nella mente attraverso i ricordi sembrano brevi, brevissimi. Qui nel nostro Borgo prima di allora già si donava in autoemoteca con appoggio nei locali della parrocchia. E anche allora c’era un bel gruppo di volontari , che prima di essere tali erano dei donatori, pronti a dare una mano, ad aiutare. Proprio quei volontari hanno voluto concretizzare un’idea che da un po’ gli frullava nelle loro menti, avere una sede. Detto, fatto. Sotto loro richiesta e quella della circoscrizione del Borgo, il Comune di Latina gli concesse gli ex alloggi della scuola elementare ormai abbandonati da tempo. C’era tanto da fare perché all’interno dei locali c’era un vero e proprio disastro. Questo non spense l’entusiasmo di chi credeva in quel progetto. Così grazie anche all’aiuto in materiale dei commercianti del Borgo, l’8 dicembre 1997 viene inaugurata la sede composta da una sala visita, una sala prelievi,un ufficio e una sala ristoro. Tanta, tantissima fatica ripagata dall’aumento anno dopo anno di donatori. Purtroppo però è una favola che per il momento non ha un lieto fine, in quanto a causa delle scale siamo ritornati in autoemoteca. Ad oggi di quei volontari è rimasto solo Claudio Castegini, ma noi come gruppo successivo abbiamo “ereditato” non solo la sede, ma la loro tenacia, la loro caparbietà, il loro credo, perché noi non molliamo. Stiamo in attesa ancora di risposte, ma non ci fermiamo. E così ogni seconda domenica del mese veniamo qui col nostro amore in quello che facciamo, col no- stro sorriso più bello per accogliere “vecchi” e “nuovi” donatori. I numeri non sono più quelli di una volta, ma noi continuiamo a crederci a impegnarci. E allora Buon Compleanno a noi volontari di ieri e di oggi e a voi donatori di ieri e di oggi senza i quali noi non potremmo nemmeno essere qui a scrivere queste poche righe. Borgo Carso Il “Gruppo Avis” festeggia i suoi 57 anni di Roberta Farrotti D oomenica 1° ottobre u.s. il Gruppo Avis di Borgo Carso ha festeggiato con la propria comunità - non solo avisina - il 57° anno di presenza sul territorio pontino. Molta è stata l’affluenza dei partecipanti nei due momenti in cui si è suddivisa la giornata dedicata ai festeggiamenti. La prima parte, aperta con la S.Messa officiata dal parroco don Pasquale Bua e deposizione della corona al monumento del Donatore “Giovanni STEFANATO“ per ricordare tutti i donatori che hanno reso grande, con un umile gesto, questa realtà. La seconda parte più conviviale, presso il ristorante Il Ritrovo per il pranzo sociale . Nell’apertura di rito , il referente territorriale Stefano MILLOZZA, dopo aver rivolto il saluto anche a nome dei suoi collabora- tori e della Sezione Comunale di Latina, ha evidenziato l’operato di questa realtà associativa. Ha altresì sottolineato, oltre alle attività di raccolta, le iniziative messe in campo per la collettività stessa, come il servizio di ECG messo a disposizione nello scorso mese di agosto, il quale, ha riscontrato un granditissimo successo, tant’è che verrà riproposto anche nei prossimi mesi. Ha voluto, inoltre sottolineare, che l’AVIS non è del singolo individuo o del territorio in cui opera, ma che essa è una grande famiglia che abbraccia l’Italia intera, ed ha invitato i presenti a proporre idee ed iniziative da realizzare insieme . In conclusione è stato dato appuntamento al prossimo giugno 2018 .

[close]

p. 14

“DONA IL MEGLIO DI TE STESSO” C on il motto ormai noto ai nostri donatori “DONA IL MEGLIO DI TE STESSO” si apre un’importante partnership tra l’Avis Latina e le società Madimar srl e Maros srl che gestiscono 7 punti CONAD e CONAD SUPERSTORE nella nostra Provincia. Proprio per questo la collaborazione riguarderà non solo l’Avis Comunale ma sarà estesa a livello provinciale e vedrà i dipendenti dei Conad aderenti indossare per tutto il periodo invernale e primaverile le maglie con il nostro logo e lo slogan “Dona il meglio di te stesso”. Durante questo periodo ci saranno delle iniziative per rafforzare questo binomio come info point all’interno dei punti vendita ma anche giornate di prevenzione per i dipendenti. L’obiettivo è ricordare alla gente l’importanza di donare il sangue e grazie a questa iniziativa possiamo farlo in un gesto ricorrente e quotidiano come fare la spesa. Chikungunya (CHIKV) 2017 N elle scorse settimane si è tanto parlato di un’epidemia nuova per il bel Paese, la Chikungunya che ha visto proprio le nostre zone tra le più colpite anche se si parla comunque di un numero di casi che in tutta la Regione non ha superato i 100 casi. Purtroppo però sono bastati per far scattare delle norme di sicurezza che hanno portato per circa due settimane anche alla sospensione delle donazioni per i residenti in determinate zone come Latina Scalo. L’Avis era ed è in costante contatto con il Centro Nazionale Sangue che detta il modus operandi in questi casi per avere la massima tutela sia del donatore che del ricevente. Speghiamo quindi cos’è la Chikungunya (CHIKV). È una malattia di origine virale, causata da un virus che appartiene alla famiglia delle Togaviridae (Arbovirus), del genere degli Alphavirus. Dopo un periodo di incubazione di 3-12 giorni, si possono manifestare sintomi simili a quelli dell’influenza, con febbre alta, brividi, nausea, vomito, cefalea e soprattutto importanti dolori articolari (da cui deriva il nome chikungunya, che in lingua swahili significa "ciò che curva" o "contorce"), a causa dei quali i pazienti tendono a rimanere assolutamente immobili e assumere posizioni che consentano di limitare il dolore. Il quadro è accompagnato, in alcuni casi, da manifestazioni cutanee maculopapulari pruriginose, che talora possono assumere caratteristiche di tipo emorragico benigno (petecchie, ecchimosi, epistassi, gengivorragie). Il tutto si risolve spontaneamente, in genere in pochi giorni, anche se i dolori articolari possono persistere anche per molti mesi. Le complicanze più gravi sono rare e possono essere di natura emorragica o neurologica, soprattutto nei bambini. In rarissimi casi la chikungunya può essere fatale, più che altro in soggetti anziani con sottostanti patologie di base. 14

[close]

p. 15

Un Pensiero per... 15 Ciao Gastone.. Ciao Ignazio Massimiliano Bellizia Dopo tanti editoriali scritti in questi anni come Presidente , oggi mi rattrista raccontare due avisini come Ignazio Di Stefano e Gastone Colista, avisini storici che ci hanno lasciato nell’ultimo anno. Due persone completamente diverse, ma con la stessa passione, quella di fare volontariato, che nei loro ruoli differenti hanno dedicato parte della loro vita alla nostra Avis. Gastone alias “Il Maresciallo“ eri quella persona positiva che hai passato anni nel nostro bar accogliendo sempre i nostri donatori e non, con un sorriso, ma soprattutto con una sua battutina rallegrando l’ambiente . Tutti i mercoledì avevamo la sicurezza che il donatore arrivava in sezione ed in accet- tazione c’era il collega fraterno Fausto Salone che poi al termine della donazione lo accompagnava nel bar per gustare quel buon cappuccino fatto da TE . Abbiamo percorso chilometri negli anni con il pulmino per le varie assemblee e ci siamo divertiti tanto nonostante la nostra Roma spesso non ci dava quelle soddisfazioni che meritavamo. Grazie per avermi fatto crescere come uomo dandomi i tuoi consigli incentrati sul bonton ed aver contribuito a far crescere la nostra Avis che abbiamo vissuto come una famiglia!! Ciao Gastone Gastone (al centro) a S. Pietro Vernotico CIAO a 2 figure associative di un’Avis che non c’è più! Ignazio, Ti ho conosciuto dal primo giorno in quanto sempre presente al fianco di Oreste Barboni e Ermanno D’Erme; in Avis hai ricoperto tutti i ruoli dal segretario all’amministratore, sino ad avere l’onore di essere, dopo Oreste, il Presidente della Sezione. Un carattere deciso, una persona che ha fatto del volontariato la sua ragione di vita, impegnato in AVIS e in LILT, 2 realtà diverse ma che tu hai sempre cercato di avvicinare e far incontrare. Eri la persona piu’ informata su ogni argomento, perché tutto ti incuriosiva del moderno ma non hai mai tralasciato ciò che era il tradizionale; Te associativamente sei stato uno dei pionieri della nostra associazione ed io ho avuto la fortuna di frequentarTi ed imparare cosa significava essere avisino. Non dimenticheremo i pomeriggi passati insieme al tuo fido Enrico a compilare tesserini del donatore, lettere, comunicati stampa e soprattutto il “Vostro” giornalino “AVIS NOTIZIE”. Il caso ha voluto che poi nel tempo tu di- ventassi anche mio zio ed il nostro rapporto si è consolidato specialmente dandomi quei consigli nel momento che io sono diventato Presidente; che soddisfazione per la famiglia aver espresso 2 presidenti .. ti si leggeva sotto i tuoi mitici baffi!!! Eri il primo ad arrivare al momento delle riunioni, il primo a criticarmi quando serviva ma soprattutto il primo che poi nel privato mi davi le indicazioni giuste per svolgere quel difficile ruolo di Presidente; chi più di Te conosceva quel ruolo che avevi condiviso con Oreste ed Ermanno !!! SIAMO RIMASTI SENZA LA MEMORIA DELL’ASSOCIAZIONE .. SENZA L’ULTIMO DEI PIONIERI !!! P.S. oggi ci manca anche il tuo fischio .. nel nostro bar… Grazie Ignazio … il Volontariato ha perso molto!!!

[close]

Comments

no comments yet