Il Brivido Stadio Fiorentina-Torino del 25.10.2017

 

Embed or link this publication

Description

testata sportiva

Popular Pages


p. 1

ITALIA SPURGHI NIPOVRI ROOISSBOTLLVREIAIMMOI! • Pulizia pozzi neri e fosse biologiche • Videoispezioni con rilascio DVD o chiavetta USB • Stasatura tubazioni • Smaltimento Amianto • Smaltimento rifiuti solidi FIRENZE Via Senese, 247/R Tel. 055-2322635 info@italiaspurghi.it 25 ottobre 2017 Fiorentina - Torino aperto fino a tarda not te Venite a trovarci prima e dopo la partita! Viale Guidoni - tel. 3395963315 PITEGLIO Festa della Castagna Domenica 29 Ottobre ORE 10.00 PASSEGGIATA NELLA SELVA Illustrazione degli innesti e delle potature, spiegazione delle caratteristiche del castagno. Prenotazione al tel. 3397219762 DALLE 12.00 PRANZO A BASE DI PIATTI TIPICI AUTUNNALI DELLA MONTAGNA PISTOIESE Ristorante da Mario tel.0573 69031 Casa della musica tel. 057369004 DALLE 14.00 AIA GRANDE MERCATINO ARTIGIANO E DI PRODOTTI LOCALI Degustazioni di sfruttate medici, Frittelle dolci e vino brulé Info Proloco Piteglio 339 7219762

[close]

p. 2

Siamo aperti anche il sabato

[close]

p. 3

325 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Il Toro è forte, ma la Fiorentina ha dato buoni segnali che vanno sfruttati Vento favorevole Editoriale dopoBailbsaucoarin, fginreaslsmoeantBeedneecviesnivtoo alziamo le vele di Mario Tenerani Udinese e Benevento, sei punti in due partite. Nessun volo pindarico, per carità, ma almeno prendiamoci questa buona marcia della Fiorentina. Sapendo, però, che con il Toro sarà tutto un altro film. I granata hanno una consistenza tecnica ben superiore a friulani e campani, in più sono avvelenati per la sconfitta casalinga con la Roma. Tornerà a Firenze Sinisa Mihajlovic, ex mai rimpianto, nonostante che la sua prima stagione non fosse stata proprio da buttare. Il tecnico serbo metterà qualcosa in più in questa sfida, pur di fare una bella figura a Firenze. La Fiorentina, invece, avrà la ghiotta occasione di allungare la striscia di vittorie in previsione della prossima trasferta a Croto- I viola festeggiano Thereau, ancora a segno nella trasferta di Benevento ne. Una chance da sfruttare assolutamente. Detto della forza del Toro, i viola dovranno prendere questa partita come un ideale trampolino verso una posizione più serena di classifica. Ci sono dei buoni segnali di positività. Thereau che ha già segnato 6 gol in 9 giornate (i primi 2 a Udine); Babacar che finalmente si è sbloccato e a Benevento ha mostrato un piglio che fa ben sperare. Anche Benassi per la prima volta in stagione è entrato nel tabellino dei marcatori e poi, riportato nel cuore del gioco, si è lasciato apprezzare molto di più. Non dimenticando che in questa prima parte di campionato, Pioli è riuscito a portare in rete già 10 giocatori diversi. Altro bel segnale. Morale: il Toro è forte, ma la Fiorentina dovrà esserlo di più. C'è un vento favorevole, alziamo le vele. Direttore responsabile Mario Tenerani Tutti i diritti riservati: vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e foto Caporedattore Tommaso Borghini di questa pubblicazione Chiuso in redazione il 23/1072017 alle ore 13 Editore e pubblicità SPORTMEDIA GROUP info@brividosportivo.it N° ROC 26744 Redazione redazione@brividosportivo.it Grafica e impaginazione Rossana De Nicola e Alexandra Barbieri grafica@brividosportivo.it Stampa Baroni e Gori Foto Massimo Sestini Foto storiche archivio Paolo Melani Hanno collaborato Alessandro Rialti, Lucia Petraroli, Francesca Bandinelli,, Giacomo Cialdi, Ruben Lopes Pegna, Duccio Magnelli, Giacomo Brunetti

[close]

p. 4

4 25 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Appunti La Fiorentina ha tagliato, il Toro ha incrementato. Risultato: ora i granata spendono 10 milioni in più di viaggio Monte stipendi, gap ribaltato Diego e Andrea Della Valle di FRANCESCA BANDINELLI Due strategie diverse. Da una parte la Fiorentina di Corvino che, sul mercato, ha puntato a patrimonializzare la società con giovani capaci di garantire presente e futuro. In qualche caso, l’utile arriverà negli anni a venire, assegni circolari, insomma, da far fruttare col tempo, ma che permetterà al club di avere sempre forze fresche in linea con le norme del fair play finanziario. Dall’altra il Torino che pur avendo chiuso l’ultima sessione di trattative con un attivo strabiliante, un utile che supera i 50 milioni di euro (in positivo come i viola) ha fatto crescere in maniera importante il totale degli ingaggi. La differenza tra le due società, semmai, è racchiusa anche in questi numeri. I Viola hanno tagliato di quasi il 25% i numeri della scorsa stagione, portando avanti un percorso praticamente opposto a quello compiuto da Cairo presidente dei granata. CONTI ALLO SPECCHIO Il più pagato della Fiorentina in questa stagione è Babacar (1,4 milioni netti), che fin qui ha messo insieme in 5 presenze appena 159 minuti (segnando un gol a Benevento), mentre il più economico è il giovanissimo Cerofolini, terzo portiere con uno stipendio da primavera. Spiccano (al contrario) invece i 400 mila euro registrati alla voce di spesa di Federico Chiesa: è il talento più in vista della squadra, il simbolo di questo nuovo ciclo, e non è un caso che si stia lavorando intanto per adeguare economicamente il contratto fino al 2021 firmato lo scorso gennaio e, magari, prolungarlo di un ulteriore anno. In casa Torino, invece, il “paperone” è Belotti, sul quale è sempre vivo l’interesse di Conte che spera di portarlo alla propria corte nel prossimo mercato di gennaio. IL SORPASSO GRANATA Numeri alla mano, il Torino, almeno sul fronte delle uscite per i propri tesserati ha cancellato il gap con la Fiorentina. Nella stagione 2015/16, per esempio, i viola investivano più o meno il doppio di ingaggi rispetto ai granata (46 contro 24): tra i più pagati a Firenze c’erano Rossi, Mario Suarez e il solito Babacar, mentre il più ricco sotto la Mole era Quagliarella, che tuttavia non arrivava nemmeno al milione di euro. Stesso discorso per il campionato 2014/15, con i 56 milioni di monte ingaggi per la Fiorentina e i 27,1 per il Torino, e pure per quello precedente, con i 56 milioni viola e i 27 granata. L’ANNO DI TRANSIZIONE Quest’anno servirà pazienza, lo ha detto anche Antognoni prima dell’inizio del campionato, ma la sensazione è che una volta trovato il giusto punto di equilibrio, la Fiorentina potrà davvero decollare. Certo, a fine stagione per confermare questa rosa serviranno diversi milioni (Gil Dias, che ha il diritto di riscatto più alto, a 20 milioni, è arrivato in prestito biennale) e anche con un eventuale ritocco agli emolumenti di Chiesa l’ago del bilancio non si sposterebbe in maniera pericolosa. Sarà la classifica, poi, a emettere il verdetto finale. Urbano Cairo I servizIisAeCrIvaiztiuAaICdsIiseaprtovusizaizidiAoinCsepI oastiuzaiodniesp viziI sAervCizi AICIaa tutaudisaposidzioinse posizione I servizi ACI a tua disIpsoesrivziiozinIAesICesIreavritvzuiizaAidACiCIsapI oatustiauzaidoidnsiepsopsoisziizoinoeneprietà, lazioni PRATICHE AUTO vtvvtPrrieiRaassisusuAcfrfToreeeeIrl,rCii,miinmmHimeuEmenomAntavoUttairo,pTitcerrOpooitcrcplaoo.rzipleaiortzàinei,iotàn,i veicoli nuovi, etc. I servizi ACI a tua disposizioneetQNanCOtmiVeeOddiPucApaTlipcEeaNrtTipvER,iaIvREpsICNtiiaeItQsNCaNtniCetOQtNmainVCeOetmOidVdeiPeucOAdpadTliPuipccEApeaaNrTltiTpicE,IeaNrtTi,I SSARAA RA READY2GO aASsASsRSicIACumAamaArUasSRizsssSiAiSuocIZinrCusIaisOrUaSapNRizueIciAroIZnirCuIisOaaoNcrUIi apRzeiAroZninsRIcuEisuoAOovDlaaoaYgNg2ecuGniOdersnIairecaucduzoiuioovplnaaeegrgoeunpideuarnatdziiiopnaetente misuraAACpeICr i sIoci ACI recupero punti patente PRATICHE AUTO PRATPIRCAHTEICAHUETOAUSTAORA BeausinOcssLloueLcsrOiivvciuBaeozSoisinnoOIrvtvCcsi,rsaseiLloaUsgeudeiLscurcRrsdarfvOiorivOeeteavcluibrit,ozSoiiointmiitonmoIoruC,i,esoamUgnevdtraRirdo,avtOeetrapBaeuuitbctrcioioot.toopsilna,OrziecisotànsLlo,i ueLcsrOsArAivtvercivveiGasvaviviscEucdissifNroieeoovvtezolnrSDorniei,apsziAenimisuaecim,ufrnroSoeppIeormlaanrCi,vCisttnimAaiie,rsAAo,msuestnDcaaevreGpovtmaipvEtUgnecivrcEoedisN,ootdsai.rNo,ieplZototAmAareinrDrRrpEnizsCtipSdzceiracAeissoaeovISt.,iuànplrcISaOpper,tiCruazaaaiCerUuistoaAbtpeRsàntzenDa,iAiorotpiEetZniotN,IoisrOoZtaoiNEc,Ii vPtvreiRasisucAfroTeelIri,CinmimHueEomnvAtaio,UterpTitcrcOoo.plarzieiotRnsàn,vvPtirceiRuasEisucAforuTeoelAIri,CinmiomHvueEoDmnlvaAtaiao,UteYrpTitcrcOgoo.g2plarezieuioGtànASAamn,isCAiSissOISRdieucIArCuaarUrapRzeaiAroZndiztPvvIisrOeiRaaosiNisuiccAfIirooTeelIri,CinminmHueEomnevAtaio,UtSAAmaerpsTiCAStcircsOsIoSRo.iucplIAarCurazirUeiaoptRànzei,AiroZniRsrnIeiscuOEcauooANuocvDplIaiaeYgrg2oeuGnpiOdeuarnadtziiiopnaetenteSmAaAsCASissISRiucIArCuanrsRrUecauEpRcuzoeAuiAovroDplaZnaieYIigsrOg2oaoeuNGcnpiIOideuarnatdziiiopnaeten recupero punti patente AAmSasCASivEpRpssIRSiaaiuIscCNIAmSAaAttirCueetQsaNCASannirUsCsOIaSRttpmiRueiczVIeAerCiAeuiOroannRsrdrUdZneitaciuPpEuecIRicszuOAoepraAauoiAnovTrolNDicppalZacEnaiIeezYaINisgirOrtgo2aToie,NnuGIcnapiIiOdeluearnapEvpRdtziiaaIsiiCNopttieetQnaNannetCOettmeinVeetiOenddtiPuecApranTlipacEnrsRezeaNcusAAEirctouoTiAu,noBaudevIcDRsnrpasivlniaOerGacueslYEecseLlugoarotugA2veutLocoevosurGDOipElnivapivadciieOidnYeozSuogsragir2nconIoNreaeCui/G,dtsnaczopiiUgeOiddieburopRrndaarDvannaaOetanRppvEuetdbzpteicziaaioIiiistCatnopNAottoireetn,tQaaeNiaeonnetCOettmeirnVeStepiOenddtiPadeBuuecaCAisinpraOrncseTlsLitlopatcuEeAtLcezeaosNrOiirvitovTiciin,nzonSoDIiancoIrCli/,estacUgeEdArAsebrRredcavvGavaOevtaniNEu,disbstcNiieoiotoatnoDonrpz,ZAeiaeo,rSppEaaCstAesnDatpEeoN,rZtiE ueBadsiinOrcsesLlotuetLcosrOivivciinsArAozSoecivnGcoIrvavCi/,iEsadcisUgseNdieoobrRrdnaDvnapOeztaAenuae revisione, passaporti ente internaziopnaptaeatnetenltieenteinrntearznioanzailoenale Tanti vantaTgagni,ttiavnatnotraigspgaiT,ratmannitoit.voarnistapgagrdiretto indicr/ecttboanincacr/ioc baRndIcNaNirirOoVeOtPtAToENTiIn E CQC visita medica per patenti e duplicati, patente internazionale c/RvEppciaaIsCNttieetQNabnnERvppCOittaamIsCeiNVttiaeetQeNiOanndCdOttnmiPueicVApreaeiOnTcnldidpacEtiPueduBaezcaNaAiisrnrpaOtornTcsiel,nsLiplaoIrctEueatLeczaoNsrliiOiretvioTvicioin,zoSoIPvtvPvtvraireinceiRaoIsRarsilCisui/cA,suecAsacfrofroTUgeTeeeedllIribrIr,iRr,CiCdinaminvmaimHmHuOetuaneueEoEmbomtncnvivoiAttAaitataio,oo,oUtUtrere,rpTpiiTtictocrcrOcOoooo..plplaarrzizieieioottànàn,i,i eBdausiniOrcsesLlotuetLBduaecosrOisinOvirvcsiceinsLzolSotueitLcncoIrosrCOii/,visacvicUginedzosArASobreRricdavncoGIvarvaCOevti/a,nisEuacdibsUgtsecdiNoieSAmAaiAAmaStbrooatRrodsnCaAsSoDCAvSaniriss,OsepIstzSRaiIRSniAeuuoiucbaecIAtIAc,rCiuroCuirataSatpprUorUoaapraaCp,RRzizeosetiAAiAerorosZnZnDinaiIiIsitsOpOEeaoaoNoNNc,crIiIiZtiE ArsAecvGvaviEdissNArAsieooecnvDGnvapvziAeEdisaeRsrnRsnrs,eNecieurcEuooESppcuconuoADAnuauaoCvpozvDpAeDplastlaaaeAaeeYe,sYgrrgngrDS2ppga2oeoeuGtuaaGpCEnenpipiOdstoeOdeNAu,ueasrarrnnanDZatadtizdtzitEpiiieiiopopoN,nanaretetZteeinEnttee I serviziTATaCaTnaItinavntaitnuvttaaagnidgtaii,vsgtapganio,tsotnairznisittopoanarreimsgpTioaa.nrgtmi viioa,n. tatgTagaiT,nanttani nvtitatvonaotrnaitsgapgrgai,grtiim,astniaotno.ptroisrapisaprramrmmio.io.io.Ti aspettiamo presso mo presTAiusatsoopmeottbPtirRaaisAlfmTeeIrCimoHCeEnlpAtouUrpTberOopsFriseitàor,enze le CluAVbiualteoAFmmoevvienibsiucdroirelloi,neilmuaeomv,Cai,3terlit6ccuno.labzionFzi ireenze dola, 3V6iale Amendola, 36 acifirenze.it RINNOVO PATENTI E CQC visita medica per patenti e duplicati, t acifirenze.it patente internazionale Ti aspettipEvpREpRvpaiaaiIaasIsCNCttNmittieetQeetQNaNannnnCCOOttmttomeieiVVeeeeiOiOndpndddtitPiuPecuercArpAarpaenTnlTlipaipacEcEsezeazNaNirsirtotoTiTi,n,noIIaallee adBeuuaBdesinisiniOrOrcsecsesLlosLlotutuetLectLcosorsrOiOivivivicvicininzoSozoSoiincoIncroIrCi/C,i/,sacsacUgUgededbrRrbrRrdadvaavaOetOeatnaunubbtcticoiiotitatatoooorr,,iioo sArAAsrAeecvcGvGvavvaviEidEisdisssNieNieoooonDnnDnpzpzAeAeaeae,,rrSppSppaaCaaCststAAeessnDanDatptEpeEeoNo,N,rrZtZtiiEE SAamAsCASissIRSiucIArCuarUapRzeiAroAVTauedBZnisiniIOirsiiOcseuaoasLlotNuaectLcoslIritOivisevicoinzoSopincoIrmACi/,esacUgemdtbrRrdaovatOetaniuebtbcaioitatonomri,ioldeooAlCupatrrRsn,olecueEumc3uoAusovbD6polaATVaseYbgrg2iiooAieFuauGlnaepiuOdVATeltiusaerCrntorsAAaiieoutdcpalvzeGivauaivmiAmopiEedlistsnbnaNseiemoooettnoDenpFozptznAebmAaeiiee,terbraeiSppemlntaaCmeinotstAeldsizenDeCabaoeotpEenlmoiN,ulCrpldZatibeEoro,leFul3Cpasib6rrs,leeuo3nFsbz6sieroFeAVaAVTTVAiincuiiariiuauaiaazletfltltesiesoeoeornppmeAmAmAeeznmmmttoetootzieiebaebaebnnmimni.ildldieldetooooeollCpCpaalCrr,al,lVATaeeuu33,liisscub6uab63sAsailbo6tfoFuAFseiortipiForrmeAeemeiunmrtnnootzezzibeebatneTeTin.lmizoieaaldteeCononmlluCtptabiir,levuFv3osiaab6rsennobnFAzttVATiaeauariiictuaegogAlailmtfnugesegiotropzoiimeAb,ee,mnimCttltooetzaabieebaCilnnn.lmieiuuldtttebCoooolFlubCpairrbrr,leiieFun3ssisFzb6rAppseuonaFiatzorriermrmmeeobniinilzoeoeC..zlubeFirenzAeutomobile Clu acifirenze.it acifaicreifnirzeen.izte.it AAuuttoommoobbiillee CClluubb FFiirreennzzee aacciiffiirreennzzee..iitt

[close]

p. 5

525 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Non c’è due senza tre, ma per battere il Torino occorre una Fiorentina migliore Lente Curva pericolosa d’ingrandimento di Tommaso Borghini I tifosi viola a Benevento Facile dire che... non c’è due senza tre. Magari, perché la Fiorentina di Pioli è proprio di questo che ha bisogno: di continu- ità. I recenti successi su Udinese e Benevento hanno un po’ sistemato la classifica, sia chiaro niente di tras- cendentale. Comunque si intravede la chiusura del cantiere e pure uno spicchio di azzurro. Togliamoci su- bito dei dubbi: questa squadra è giovane, grintosa, coraggiosa, ma non le chiediamo miracoli. E’già importante che abbia intrapre- so la strada giusta. E la gara di oggi è... una curva pericolosa. Un po’ perché c’è Mihajlovic pieno di ricordi e di fiele. Un po’ perché ci sarà Ljajic, pure lui un po’ avvelenato. Infine perché c’è proprio la squadra granata, dura a morire, dura da mettere Insomma una Fiorentina capace di assimilare il tosto Veretout e sotto. Non basterà la Fiorentina delle due il rabbioso Chiesa. Ecco, proprio da Federico ci dobbiamo aspet- ultime vittorie, ci vorrà qualcosa in tare qualcosa di più. Specialmente davanti alla porta: conosciamo più. Uno scatto tecnico, una trasfu- il cuore, il recupero, la costanza di Chiesa, però con il Toro ci as- sione ulteriore di energia e di vita. pettiamo davvero che il ragazzo (nella notte del suo ventesimo Insomma ci vorrà la migliore compleanno) colori la sua notte di viola. E’ adesso che lui e la sua Fiorentina possibile, squadra devono fare uno scatto in più. Ora che la classifica po- quella che sappia coni- trebbe davvero farsi corta e invitante, sapendo che poi ci sarà la ugare la sua freschezza trasferta di Crotone. Battere il Toro per inaugurare la prima serie e coraggio con un positiva, tre vittorie e la strada che potrebbe diventare meno ar- Marco Benassi, suo il primo gol viola a Benevento pizzico di cinismo e dua, praticabile, allettante. Non sarà facile però questa Fiorentina di freddezza. ci ha insegnato che... vincere le piace. Stazione di Servizio e Lavaggio Esso PIAZZALE DONATELLO RIVENDITA AUTORIZZATA Accessori auto-moto - Lampa/Wurth/Cora Lubrificanti Mobil Firenze - Piazzale Donatello Tel 339 2636047 - zephir3@alice.it

[close]

p. 6



[close]

p. 7

725 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Il giornalista, grande tifoso granata: “Viola e Toro difettano in classe. Dovranno sudare ogni punto” Esclusiva Ormezzano: “Manca il talento” Gian Paolo Ormezzano di Giacomo Cialdi "Tifo Torino, amo Firenze e la Fiorentina, ma ad entrambe quest'anno manca qualcosa. I fasti del passato sono lontanissimi". Sono solo alcune delle considerazioni di Gian Paolo Ormezzano, giornalista, scrittore e grande tifoso granata, intervistato in esclusiva dal Brivido Sportivo per parlare della gara del Franchi e del momento dei viola. Ormezzano, come le sembra la nuova Fiorentina targata Stefano Pioli? «Ho la sensazione che a questa squadra manchi un po' di classe, che ci siano pochi talenti... e che quindi sia un gruppo destinato a doversi sudare ogni singolo punto. In questo avvio ha faticato tantissimo, è mancato lo spirito fiorentino che sempre contraddistinto i viola». Come valuta fino ad ora il lavoro dell'allenatore? «Guardi, non credo agli allenatori, né tantomeno alle tattiche e agli schemi. Pioli sembra un uomo intelligente, ma la squadra che vince lo fa perché ha i giocatori buoni. La penso come Rocco quando diceva che gli allenatori devono pensare a non fare danni». Il mercato estivo cosa ha dato e cosa ha tolto alla Fiorentina? «Le partenze di Vecino e Bernardeschi sono perdite pesanti e difficilmente compensabili, mentre sono d'accordo con la cessione dei talenti che io definisco inutili». A chi si riferisce? «A Borja Valero, ad esempio. Non mi piacciono per niente quei calciatori che giocano su una mattonella e che si limitano a fare passaggi orizzontali, senza mai rischiare. Corvino ha fatto bene a cedere lo spagnolo». Per quanto riguarda invece i giocatori arrivati a Firenze? «Sono quasi tutti delle scommesse, eccezion fatta per Thereau: il francese è un attaccante anarchico ma è dotato di grande estro. Mi sembra sia l'unico grande acquisto della Fiorentina per adesso... I numeri lo confermano. Simeone è un buon giocatore e potrà fare bene, ma per adesso è acerbo». Veniamo alla prossima avversaria dei viola: come sta il "suo" Torino? «Insomma, è stato anche meglio. Abbiamo avuto la conferma che il Toro senza Belotti non è niente. Mi auguro vivamente che Niang non venga più schierato, non mi piace per niente». Che gara dobbiamo aspettarci al Franchi quest'anno? «Fiorentina-Torino per me è sempre una partita speciale, amo Firenze e i gigliati, ma quest'anno non riesco a sentire il match come gli anni passati. Non so spiegare il perché, mi sembra che entrambe le squadre manchino di carattere. Non riconosco più né i viola né i granata, tant'è che in quei giorni sarò a Pa- rigi e non vedrò la partita. Non accadeva da anni che non seguissi questa gara. Immagino possa venire fuori un match piacevole, tra due squadre che non stanno passando il loro momento storico più esaltante. Sono lontani i fasti del passato!». Due squadre che a suo parere dove possono arrivare quest'anno? «Fiorentina e Torino hanno un obiettivo comune, la qualificazione alla prossima Europa League. Un traguardo raggiungibile da entrambe solo se non ci sarà un'altra Atalanta di turno. E' probabile che soltanto una delle due riesca ad entrare nelle coppe... E molto dipenderà da fortuna, arbitri e qualità individuali». Il libro di Ormezzano sul legame tra Fiorentina e Torino Metti la tua casa in buone mani!! TERMOIDRAULICA ROSSETTI di Rossetti Mauro Aperto tutte le notti dal lunedì alla domenica Via pisana 151 r firenze - Tel. 392 2899586 • Ristrutturazioni complete bagno • Impianti di condizionamento • Riscaldamenti • Installazione pannelli solari Aperto tutte le notti dal lunedì alla domenica Via pisana 151 r firenze - Tel. 392 2899586 Via Baracca, 166 - Firenze tel 335 33 46 84 / 055 422 33 35 maurorossetti64@libero.it

[close]

p. 8

8 25 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Viola Pecci: “E’ Thereau il vero bomberAmore Mio Sei stagioni al Torino, con lo Scudetto, e quattro in viola. L'opinione dell'ex regista Benassi può tornare in Nazionale” di Giacomo Brunetti Quindi la convince il progetto gio- Sei stagioni nel Torino, quattro con la maglia della Fiorentina, oltre alle esperienze con Napoli e Bologna, a cui si sommano le sei presenze con la Nazionale: il doppio ex della sfida Eraldo Pecci – scudet- vani della ‘Viola’? Oppure i più anziani faranno la differenza? “I giovani sono belli perché sono giovani, i vecchi hanno esperienza. L’abitudine aiuta. In Italia ci sono vari scalini, se vuoi competere con le‘grandi’ devi spendere tantissimo. Puoi per- tato con i granata nella stagione mettertelo? Non puoi farlo. Ci voglio- 1975/1976 – quest’oggi commenta- no pazzi per poterlo pensare. Se poi tore ed editorialista, nonché autore arriva Bill Gates e vuol spendere due di un libro che narra anche di quella miliardi va bene…”. vittoria della Serie A, dal titolo ‘Il Toro non può perdere’, ha raccontato le Da chi dobbiamo sue impressioni in vista della aspettarci di più sfida tra due delle squadre in dei nuovi? E cui ha giocato. da Pioli? “Da Cyril The- Si aspettava questo inizio altalenante della Fiorentina in campionato? “Non mi aspetto niente: non faccio il giro dei ritiri, quando vedo le squadre mi faccio reau, può segnare tanto in questa Fiorentina. Marco Benassi un’idea. La Fiorentina è competitiva, probabilmente ha dei punti in meno di quelli che avrebbe potuto conquistare. I giovani possono mi piaceva molto nell’Under-21, dare soddisfazioni ma i vecchi possono trainare: Cyril Thereau segnerà più di Giovanni Simeone, ma se la squadra farà bene segneranno di più entrambi. E poi c’è anche Federico Chiesa”. Pecci con la casacca dei granata campioni d'Italia potrà tornare in Nazionale perché di meglio non ne vedo. Stefano Pioli è un allenatore nell’età giusta, uno di quelli che non ha più le utopie di un giovanotto né la stanchezza dei vecchi, è una sicurezza. Ed è affidabile”. Quali sono i giocatori che potrebbero cambiare le sorti della partita? “Messi gioca nel Barcelona, quel tipo di giocatore decide le partite. Con i giovani si cerca di migliorare, ci sono calciatori che possono cambiare la sfida, i fantasisti: a volte prendono 10 in pagella e a volte 4. Eraldo Pecci in maglia viola Queste squadre non poggiano sui singoli, lo fanno le formazioni come Barcelona o Juventus”. Che Torino attende la Fiorentina? “Mi aspettavo di più dai granata, mi sembravano un passo più avanti, ma c’è ancora tempo. Pensavo che sarebbero stati una sorpresa. Mi aspettavo di più da entrambe le squadre in questo inizio”. L’Orto della Taddei Frutta - verdura - salumi - formaggi BISCOTTI ARTIGIANALI FATTI A MANO Primi piatti da asporto Via di Peretola, 50r - Firenze Tel. 338 3002473

[close]

p. 9

CircoolrogaAnrizcziaLaal pSaedrirgalio-nSeapnoMlivianleiantteo (PI) 36A SAGRA DELL’OLIO NOVO 4A SAGRA BACCALÀ ALLA BRACE VENERDÌ 27 SABATO 28 OTTOBRE ore 19.30 cena di baccalà alla brace, tagliolini all’olio novo e tartufo bianco DOMENICA 29 OTTOBRE ore 11.00 apertura stand prodotti tipici e artigianato ore 12.30 pranzo olio, baccalà e tartufo ore 15.30 spettacolo comico musicale ore 19.30 cena olio, baccalà e tartufo VI ASPETTIAMO PER DEGUSTAZIONI DI OLIO APPENA FRANTO Per Informazioni: 339.1639542 - www.lesagredelaserra.com

[close]

p. 10

Tappezzeria Fiorentina Via Alessandro D’Ancona 110 - Firenze www.tappezzeriafiorentina1965.com

[close]

p. 11

1125 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Fiorentina Women’s in Champions a novembre contro la corazzata Wolfsburg, parola al presidente Il viola che vince Mencucci: “Venite al Franchi a sostenere le nostre ragazze!” Le ragazze della Fiorentina Women's di Lucia Petraroli Il Brivido Sportivo dà (volentieri) spazio alle donne. Ebbene sì perché oggi se c'è una squadra che tiene alta la bandiera dei colori viola, questa è proprio la Fiorentina Women’s. Mauro e compagne dopo aver eliminato le terribili danesi del Fortuna Hjørring con una grande impresa, sono volate agli ottavi di finale di Champions League e possono continuare a sognare. E’ vero, il sorteggio non è stato benevolo mettendo loro di fronte il fortissimo Wolfsburg (vincitrice di due Champions League e al secondo posto nel ranking europeo) ma già la possibilità di sfidare le tedesche è una grande soddisfazione. Nella speranza che il pubblico viola dia una bella spinta nella gara d’andata che si disputerà al Franchi il prossimo 8 novembre. E sulle ragazze gigliate abbiamo fatto il punto con il presidente Sandro Mencucci, buttando anche un occhio sulla squadra maschile. Sandro Mencucci, gli ottavi di finale di Champions sono alle porte, una grande soddisfazione, anche se l’avversario sarà temibilissimo… “Il Wolfsburg è la squadra più forte nel calcio estero, ha vinto già due Champions e domina il campionato tedesco che è il più competitivo, ovvero quello con il ranking Uefa migliore. Il loro obbiettivo, anche quest'anno, è vincere la Champions, hanno rinforzato ulteriormente la squadra proprio per questo. Perciò per noi sarà una sfida di altissimo livello”. Quanto potrà essere importante giocare la prima in casa? “L’apporto del pubblico viola per le nostre ragazze è fondamentale. Per questo invito tutti i tifosi a venire a vedere questa partita al Franchi. E’ una sfida di grande blasone, tanto per fare un paragone è come se la Fiorentina maschile incontrasse il Real Madrid. Quindi non si può proprio mancare”. Come stanno preparando la gara i mister Fattori e Cincotta? “I nostri allenatori sanno che dovremo dare il massimo in tutte le competizioni. Servirà massima concentrazione sia nell’impegno di Champions, che ci porterà via molte energie, che in campionato dove affronteremo squadre importanti come Brescia e Tavagnacco. Tutto questo in 15 giorni. E’ chiaro che non possiamo snobbare il campionato che resta sempre il nostro principale obiettivo. Quindi sarà un vero e proprio tour de force che, purtroppo, dovremo affrontare con due infortuni pesanti come quelli di Zazzera e Carissimi. Ma abbiamo grande fiducia nel nostro gruppo”. Ci sono ancora molte differenze tra il calcio femminile italiano e quello estero? “Sicuramente in Italia stiamo facendo passi in avanti notevoli, giocare la Champions e incontrare club così importanti ci dirà a che punto siamo. Ciò che dovremo fare in più lo capiremo da queste partite. Molto dipende anche dall'organizzazione stessa del club: se pensiamo che il Wolfsburg gioca nel suo stadio coperto, con una capienza di 5000 persone e ha un bellissimo centro sportivo mentre noi siamo ancora a San Marcellino… si capisce quale sia la differenza”. Parliamo anche della squadra maschile, al Franchi arriva il Torino, un appuntamento molto atteso anche per il gemellaggio fra le due tifoserie… “Sarà senz’altro una bellissima serata perché è sempre bello onorare questo gemellaggio che lega il viola al granata”. Sarà anche una gara complessa per la Fiorentina? “Sì perché il Torino è difficile da affrontare. C’è poi il nostro ex mister Mihajlovic, che ricordo con piacere, che è un tecnico molto preparato. Verrà a Firenze cercando di fare la partita, noi dovremo impedirglielo”. Sarà una notte speciale anche per Chiesa che compirà 20 anni proprio stasera. E si parla molto del suo nuovo contratto… “Federico ha un contratto lungo con noi e lo avrà ancora per tanto tempo. Lasciamo lavorare Corvino con calma visto che, tra l'altro, non ci sono di mezzo neanche i procuratori. Non voglio dire che resterà per sempre in viola (quando un giocatore diventa top entrano in ballo anche altri elementi difficili da valutare) ma spero che diventi un simbolo viola per molti anni”. A proposito di contratti, quello di Badelj è in scadenza. Cosa accadrà? “E’ un giocatore molto ambito proprio perché in scadenza di contratto. I rapporti col vecchio procuratore erano aspri, ora ha cambiato, ma il rinnovo non sarà semplice”. Quale sarà il futuro di Babacar? “Crediamo in lui, abbiamo rifiutato un'offerta molto importante arrivata dalla Premier nel corso degli ultimi giorni di calciomercato. Proprio perché ci crediamo". La Fiorentina ha vinto la sua personale battaglia in Lega, cosa accadrà? “La Fiorentina ha sempre voluto questo importante cambiamento. L’obiettivo è costituire una Lega moderna fatta da persone super partes, con un nuovo statuto. Tutto questo per far sì che il calcio italiano possa tornare ai livelli passati e recuperare il divario oggi esistente col calcio estero. Adesso si dovranno trovare le persone giuste per rappresentare tutto questo, professionisti che facciano fare il salto di qualità al nostro calcio”. Sandro Mencucci, presidente della Fiorentina Women's GaetanoPasticceria DeannaPasticceria - Bistrot Il Bar Pasticceria Deanna e la Pasticceria Gaetano sono dei locali storici di Firenze di proprietà della famiglia Nunziati, che ha fatto della qualità il suo elemento distintivo, affermandosi nel tempo come punto di riferimento per gli amanti del dolce in ogni sua espressione.. Il primo è situato nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria di Santa Maria Novella il secondo a Novoli. Entrambi i locali producono artigianalmente pasticceria di altissima qualità, con particolare attenzione ai prodotti della tradizione siciliana come cannoli, cassate, e arancine. Offriamo inoltre gelato, salati e – a pranzo – primi piatti espressi. UN SUGGERIMENTO: Se venite a Firenze e dovete fissare un appuntamento, basta dire “ci troviamo al Deanna”..non potrete sbagliare! Pasticceria Deanna - Piazza della Stazione, 54, 50123 Firenze - Tel. 055 088 3780 Pasticceria Gaetano - Via di Novoli ang. Via Torre degli Agli - Tel. 055 411841

[close]

p. 12



[close]

p. 13

1325 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Non solo anti juventinità, il sodalizio fra tifosi viola e granata comincia dopo la tragedia di Superga Una grande Gemelli da una vita amicizia di Tommaso Borghini Gemelli dalla nascita? Non proprio, ma da un vita… sì. L’origine del gemellaggio fra viola e granata si può ritrovare all’indomani dell’incidente aereo di Superga, che segnò la scomparsa del Grande Torino. L’amicizia fra tifosi è tra le più antiche d’Italia e affonda le radici nel lontano 1949, l’anno più nefasto della storia del Toro, dilaniato dal dramma della tragica morte dell’intera squadra che il mondo conosceva come gli “Invincibili”. In quei drammatici momenti la Fiorentina fu tra i club più solidali e attivi con aiuti concreti alla società granata, anche in memoria del grande Romeo Menti (l’autore dell’ultimo gol del Grande Torino), ex giocatore viola, sposato con una fiorentina. E, ironia della sorte, 12 giugno del 1949, nella sua prima partita dopo la sciagura di Superga, il Torino incontrò proprio la Fiorentina in una sfida commovente nella quale scesero in campo i ragazzi delle giovanili di entrambe le formazi- oni, tra i quali c’era un certo Sergio Cervato, che, poco più tardi, scriverà pagine memorabili della storia viola. Poi, tra la fine degli anni ’60 e gli anni ‘70, il rapporto si è ulteriormente con- solidato, cementando le due tifoserie accomunate da simpatia reciproca e da un forte spirito di anti-juventinità. Restano per sempre nel libro della me- moria episodi come quello del maggio 1969, quando la Fiorentina vinse il suo ultimo Scudetto proprio a Torino, battendo la Juventus per 2-0 (gol di Chiarugi e Maraschi), e furono tanti i suppor- ter granata che si mescolarono ai festeggia- Le facce dei protagonisti del Grande Torino menti dei 10 mila tifosi gigliati arrivati nel ca- poluogo piemontese. I rappresentanti del Museo Fiorentina e del Museo Grande Torino sfilano insieme Così come furono tanti i sostenitori viola a gioire per l’ultimo tricolore del Toro, quello della stagione 1975-76, giunto al termine di un emozionante testa a testa proprio con la Juventus. Laell'buannisdoineroeavlioFrlaanecghrianata sventolano Ma ridurre il gemellaggio fra il Giglio e il Toro al solo “odio” sportivo per la Vecchia Signora sarebbe riduttivo perché il legame, profondo e inscindibile, fra i due “popoli calcistici” deriva soprattutto da una viscerale passione per le proprie squadre del cuore. Una fede incrollabile, un sentimento che va al di là di qualsiasi vittoria o sconfitta. Non a caso è forte pure il rapporto fra i rappresentanti del Museo Fiorentina e quelli del Museo del Grande Torino, protagonisti a più riprese di iniziative comuni. Un’amicizia sincera e inossidabile che rappresenta una delle (poche) facce ancora romantiche del nostro calcio e che, ne siamo certi, anche mercoledì sera all’Artemio Franchi avrà una sua ulteriore conferma. TUTTI I SERVIZI PER TE E PER LA TUA AUTO CAODSsNaPEtSiiCpIOLpCOurMLUleRiIaZzRERmzZARiEEoTCpNIiAVùZTEIOALI RIPARAZIONI CERTIFICATE SERVIZIO CLIMATIZZAZIONE ASSISTENZA LEGALE GESTIONE SINISTRI AUTO SOSTITUTIVE LAVAGGIO INTERNI E TAPPEZZERIA SERVIZIO GOMME Via CaValCanti 12 r, Firenze tel./Fax 055571389 info@carrozzeriagipierre.it - www.carrozzeriagipierre.it AUTO RIPARATA SENZA ALCUN ANTICIPO DA PAGARE L’ASSISTENZA LEGALE, QUANDO OCCORRE E’ UN TUO DIRITTO!

[close]

p. 14

14 25 ottobre 2017 Fiorentina -Torino Il doppio Ex “Fiorentina e Torino hanno buttato troppi punti per strada. Per questo è una gara importantissima” Agroppi: “Chi si ferma è perduto” Aldo Agroppi in panchina di Lucia Petraroli E’un vecchio cuore granata, ma ha da sempre a cuore anche le sorti della Fiorentina, squadra che ha allenato in due occasioni, con risultati opposti. La “voce” di Aldo Agroppi non poteva mancare sul Brivido alla vigilia di Fiorentina – Torino. Il tecnico piombinese è stato una bandiera del Torino da calciatore, vestendo per quasi 10 anni la casacca granata. In viola, da allenatore, ha ottenuto un bellissimo quarto posto nel 1985-86, ma ha vissuto anche una brutta esperienza nel 1992-93, annata conclusa con la sua cacciata e una clamorosa retrocessione in serie B. Come opinionista, poi, Agroppi si è sempre distinto per sincerità e coraggio, doti rare nel mondo del pallone. Aldo Agroppi, cosa pensa di questa nuova e giovane Fiorentina? “A volte rischia di perdersi nel nulla, altre è protagonista di belle partite. Poteva avere una classifica migliore, per esempio i punti persi a Chievo sono punti pesanti. Avesse vinto tutti sarebbero stati più contenti, dai tifosi alla dirigenza. E' una squadra che può fare bene nel tempo e magari raggiungere un posto in Europa League”. E' il modulo il vero problema dei viola? “No. Gli schemi e i moduli non determinano le partite. Non lo fanno neppure gli allenatori. Sono solo i calciatori a fare la differenza. Con i calciatori bravi è bravo anche l’allenatore”. Tra i giovani viola chi l’ha colpita di più? “Senza dubbio Federico Chiesa. Sta bruciando le tappe, è un ragazzo serio, guidato dal babbo e da una famiglia importante. E’ il giocatore più forte della Fiorentina. E ha ancora da migliorare. Spero che sarà blindato e che non si arrivi a perderlo come è accaduto con Bernardeschi”. Come valuta l’attacco viola? “Alla Fiorentina manca una prima punta. Simeone non è un centravanti vero e proprio. Per me è più una seconda punta. Lo affiancherei a uno con le caratteristiche alla Icardi. Chiesa, invece, lo vedo bene sulla fascia”. E Thereau? “Neppure lui è una prima punta, ma può garantire molti gol. E’ forte fisicamente e credo sia un acquisto azzeccato”. Cosa pensa dell’ex granata Benassi? “E’ un buon giocatore che non è ancora riuscito a far vedere tutto ciò che sa fare. A Torino ha segnato anche ottimi gol, è stata bella anche la sua rete a Benevento. Per me è un centrocampista puro”. Che partita prevede tra Fiorentina e Torino? “Sono due squadre che, per certi aspetti, si somigliano e che hanno buttato via punti per strada. Per questo la gara di stasera vale tantissimo. Chi la perde farà arrabbiare i propri tifosi”. Mihajlovic è stato molto criticato, è realmente responsabile? “Quando la classifica piange il primo indiziato è sempre l'allenatore. Il primo ad essere preso di mira dai tifosi, ma non lo trovo giusto. Sono i giocatori che fanno la differenza. E poi i tifosi dovrebbero sostenere sempre squadra e allenatore, anche quando si perde”. Il gemellaggio fra tifosi viola e granata è tra i più antichi d’Italia. Cosa ne pensa? “Questo gemellaggio è davvero molto bello perché si fonda sulla stima e sul rispetto reciproco e dura nel tempo. Per tutte le squadre dovrebbe essere così, invece troppo spesso osserviamo spettacoli indegni. Rispettare il prossimo dovrebbe essere la cosa più semplice e naturale da fare”. I Della Valle hanno messo in vendita la Fiorentina, perché? “Credo lo abbiano fatto per le tante critiche ricevute. Ma qualcuno pensa davvero che ci possano essere molte soluzioni alternative? Purtroppo né Firenze né Torino (di sponda granata) saranno mai piazze dove si potrà vincere uno Scudetto. E non si può chiedere a degli imprenditori di rovinarsi per una cosa impossibile”. La Fiorentina 1985-86, allenata da Agroppi, che giunse al quarto posto Tabaccheria Daniela N SOLO GRID U O ALE’ VIOLA GadGet Viola BiGlietti Stadio BiGlietti ConCerti e teatro Pagamento Bollettini - Scommesse Sportive Aperto la Domenica mattina seguici su: tabaccheria daniela firenze Firenze - Via Erbosa, 1/B/R - Tel/fax 055 686524 I’ Trippaio di Sant’Ambrogio Firenze - Piazza Ghiberti all’interno del mercato di Sant’Ambrogio Cell 339 3785690

[close]

p. 15

A due passi dal centro, un nuovo/vecchio ristorante dove provare un ottimo menu di cucina tipica Toscana rivisitata Menù FamigliaSabato e Domenica A Pranzo €20,00 AdulBteovan-d€e I1nc5lu,s0e0 Bambino LA NAVE SULL’ARNO - Via Villamagna, 77 - Firenze Info e prenotazioni: 055 6531576 c/o Tito Il Sesto Girone

[close]

Comments

no comments yet