Il Giornale del Turismo

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Speciale TTG - Settembre Ottobre 2017

Popular Pages


p. 1

la rivista di approfondimento sul mondo del turismo / settembre-ottobre 2017 un ponte fra l’Europa e l’India Reportage Ischia, la Regina non abdica Primo piano Estate da record per il turismo italiano www.ilgiornaledelturismo.com TTSGPE2C01IA7LEPoste Italiane S.p.A. - Sped. in abb. post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, c. 1, Aut: 023/CBPA-SUD/SA. Il Giornale del Turismo - anno XIII - numero 9-10 - € 2,00. Per abbonamenti: redazione@ilgiornaledelturismo.com

[close]

p. 2



[close]

p. 3

oltre 9.000 copie certificate da ANES Sommario Editoriale 5 Ottobre: è la stagione dei resoconti e quella dei progetti Angioletto de Negri In copertina 6 Air France KLM: il network (davvero) globale Reportage 12 Ischia, la Regina del Turismo non abdica Valentina Maresca Primo piano 16 Estate da record per il turismo italiano 18 Piano Strategico, effetti positivi Antonio Del Piano News 20 Le novità più interessanti dal mondo del turismo Associazioni 21 Webmarket e professionalità l’alchimia per le adv del futuro 22 Il ritorno di Egitto e Tunisia Valentina Maresca Valentina Maresca Crociere 24 Estate 2018 MSC Crociere: nel Mediterraneo arriva Seaview 25 In cielo serviva l’ufficio stampa... 26 Costa: 70 anni e sentirsi giovane Antonio Del Piano ADP Antonio Del Piano Tour operator 29 Nuovo Booking Online per Eden 30 I Viaggi (di nozze) dell’Airone 32 Felicità Curzi: obiettivi centrati 36 Zoomarine sceglie la via del trade 42 Nel mercato globale di Imperatore Travel 43 Alla scoperta della nuova Valtur Donatello Lorusso Il Giornale del MICE 37 Convention Bureau Napoli: il MICE alla conquista del golfo Network 44 Welcome Travel: sei mesi alla grande 46 Primarete pronta per il Centro-Sud ADP Donatello Lorusso Enti del Turismo 48 Il turismo thailandese rinnova la vetrina online 49 Antigua e Barbuda, operatività ok 50 Un Louvre per gli Emirati Arabi Andrea Palazzo Attualità 52 Matera 2019, arrivano i soldi Antonio Del Piano Trasporti 54 L’inverno speciale di Grimaldi 55 Neos in Worldwide by easyJet 56 Meridiana a Qatar Airways Cristina Nerelli 57 La bella stagione di GNV Antonio Del Piano 58 Alitalia secondo Lazzerini Andrea Barbieri Carones 60 Aerolineas Day nella nuova sede di Roma Donatello Lorusso 61 Hangzhou la Cina poetica da scoprire Hotel 62 Roma in vetta alle preferenze 64 Garibaldi conquista il Trentino Valentina Maresca Tecnologia 65 La pratica di viaggio è nell’app 66 Travelport Exclusive Rates per 1.000 hotel Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre 3

[close]

p. 4



[close]

p. 5

L’editoriale di Angioletto de Negri Ottobre: è la stagione dei resoconti e quella dei progetti Anche quest’anno è arrivata la stagione dei resoconti e quella dei progetti, una partita nella quale nessuno vuol scoprire le carte. La verità è che fin qui si è giocato su un campo diserbato e pieno di sassi e non si riesce a capire su quale campo saremo costretti a giocare per il prossimo futuro. Dei resoconti non si saprà mai la verità, dei progetti futuri peggio anche se si fanno sogni di mille ed una notte sparando cifre ed obiettivi che neanche Nostro Signore potrebbe indovinare. Ed allora? Meglio diversificare e partecipare alle fiere di settore per un miglior orientamento. Dopo il TTG Incontri di ottobre, inizierà l’attesa per la BMT che tra le tante novità dell’edizione 2018, vedrà un maggiore spazio per l’offerta Congressuale. È nata infatti una grande intesa fra BMT con Convention Bureau Napoli che consentirà di implementare la presenza del mercato MICE in fiera. Con questa mossa, la borsa b2b napoletana allarga ulteriormente il campo d’azione in cui potranno muoversi buyers, suppliers e visitatori, puntando su un segmento specifico di offerta che a livello internazionale vede storicamente l’Italia in primo piano. L’accordo fra i due partner conferisce a Convention Bureau Napoli alcuni compiti precisi, fra cui quello di facilitare la selezione dei buyers attraverso il coinvolgimento dei network nazionali ed internazionali che operano nel settore del turismo congressuale. Il CB Napoli fornirà un valido supporto nella gestione in loco sia del Workshop MICE 2018 previsto dal programma BMT che dei corsi di formazione per aggiornamento MICE. Saranno organizzati quattro seminari su tematiche attuali legate al settore MICE e una sessione di esame certificazione professionale a tre livelli per tutti gli operatori della Meeting & Event Industry. Altro aspetto innovativo di BMT 2018 sarà l’area Tecno, aperta a tutti i players tecnologici che oggi hanno un ruolo di protagonista in diverse aree del turismo, dalla distribuzione ai servizi. Fra le varie tipologie di spazi destinati agli espositori, dopo l’apprezzamento dell’ultima edizione tornano i workstand, dove gli agenti di viaggio potranno essere ospitati per corsi di formazione su argomenti o destinazioni specifiche. In questi spazi, i visitatori incontreranno i tour operator, le compagnie aeree (quelle che sono rimaste…), le compagnie crocieristiche, alberghiere e di trasporto… insomma, tutto quello che da sempre è il core business della BMT. Senza dimenticare i 4 workshop di prodotto dedicati all’Incoming organizzati con la collaborazione di ENIT, grazie ai quali la BMT intende ricordare a tutti gli attori del sistema che il turismo non morirà mai, che è il vero petrolio della nostra economia perché sa rinnovarsi per mostrarsi attraverso canali sempre nuovi, che sia quello culturale, quello religioso, dei borghi antichi o delle terme, tanto per citare alcuni esempi di cui l’Italia va fiera. Le fiere servono anche a questo, a ricordarci quello che siamo e dove possiamo arrivare se camminiamo tutti insieme perché anche nell’era digitale il business nasce dai rapporti umani. Buona lettura. Angioletto de Negri Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre 5

[close]

p. 6

IN COPERTINA Air France KLM: il netw Le partnership legate anche alle novità sul piano societario, favoriscono l’ampliamento dell’offerta di collegamenti da Parigi ed Amsterdam, e consentono l’espansione della rete sia verso l’Asia che verso le Americhe È un momento da grande protagonista quello che vive il gruppo Air France - KLM. Mentre ad altre latitudini, nemmeno così lontane, i competitors del mercato del traffico aereo commerciale studiano come garantirsi un futuro, che sia questo a livello aziendale o operativo, il gruppo transalpino stringe nuove alleanze anche finanziarie che si traducono anche in una più ampia globalizzazione dell’offerta. È di poche settimane fa il via libera degli azionisti all’operazione finanziaria che consentirà a Delta e China Eastern di acquistare il 10% ciascuna delle quote del gruppo. L’operazione, programmata nel 2018, sarà effettuata nel quadro di un aumento di capitale di 751 milioni e in particolare deve permettere di finanziare l’acquisto di una quota del 31% da parte di Air France - KLM di Virgin Atlantic (controllato al 49% da Delta), stimato in 245-250 milioni di euro. “È un’operazione strategica, con impegni di lungo termine e forti. Con questi nuovi accordi Air France - KLM, - ha spiegato il Ceo del gruppo, Jean-Marc Janaillac potrà diventare un pilastro europeo grazie ad un insieme di partnership commerciali e capitalistiche mai visto in Europa, America del Nord e Cina”. L’obiettivo di Air France - KLM, infatti, è quello di rafforzare le sinergie commerciali, in particolare con l’Asia, e soprattutto, con l’arrivo di Virgin Atlantic, la joint venture transatlantica della quale fa parte anche Alitalia. Attualmente l’azionista di maggioranza del gruppo franco olandese è ancora lo stato francese con il 17,6%. 6 Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre

[close]

p. 7

work (davvero) globale IL NETWORK SI ESPANDE IN INDIA Uno dei segni più concreti della ‘voglia’ di AF-KLM di abbracciare il mondo è l’espansione del network verso Oriente con l’avvio di nuovi collegamenti per l’India. Dal 29 ottobre 2017 infatti, saranno operativi voli no stop da Parigi - Charles de Gaulle, per Chennai e Mumbai operati da Air France in collaborazione con Jet Airways. Da Amsterdam, KLM offrirà voli non-stop per Mumbai e opererà voli non-stop per Bangalore in partnership con Jet Airways. Le nuove rotte si aggiungono al network esistente già proposto da Air France e KLM in partnership con Jet Airways: da Parigi - Charles de Gaulle, voli nonstop per Delhi, Mumbai e Bangalore operati quotidianamente da Air France e da Amsterdam, voli quotidiani non-stop verso Delhi operati da KLM e verso Delhi e Mumbai operati da Jet Airways. Le città indiane di Delhi, Mumbai, Bangalore e Chennai sono il punto di transito verso altre 43 destinazioni in India. Un effetto operativo delle intese raggiunte fra i vettori aereo a livello azionario, è l’implementazione delle attività in code share. Ciò consentirà a KLM di espande la propria rete globale grazie alla sinergia con Jet Airways e Delta. Oltre il nuovo collegamento per Mumbai operato fino al 28 marzo 2018 da Amsterdam 3 volte a settimana, sarà possibile raggiungere più di 11 destinazioni negli Stati Uniti e in Canada oltre a San Jose, in Costa Rica dove si andrà ad integrare il servizo già offerta da Air France con altri 3 voli settimanali. Inoltre KLM volerà tre volte alla settimana anche su Mauritius da Amsterdam. Il programma Winter 17/18 del gruppo vedrà anche l’avvio dei collegamenti Air France da Parigi Charlers de Gaulle verso Malè (Maldive) fissato per il prossimo 1° novembre. Con l’avvio della Summer 2018 invece, da Parigi si volerà con Air France anche verso Nairobi: l’operativo prevede il decollo dal Charles De Gaulle il mercoledì, sabato e domenica con un Boeing 787 (equipaggiato con 30 Business, 21 Economy Premium e 225 Economy seats). Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre 7

[close]

p. 8

IN COPERTINA Fortaleza, un nuovo hub Air France-KLM sta perseguendo la sua strategia di sviluppo in Brasile e collegherà simultaneamente Fortaleza ai due principali hub di Amsterdam-Schiphol e Parigi-Charles de Gaulle a partire da maggio 2018. Queste nuove rotte saranno gestite rispettivamente da KLM con 3 voli settimanali e da Joon con 2 voli settimanali. Grazie a GOL, da Fortaleza si possono raggiungere numerose città del Nord e del Nord Est del Brasile, come Belém, Manaus, Natal, Recife e Salvador. Ciò consentirà quindi ai viaggiatori Air France KLM di beneficiare di collegamenti più facili, di un servizio senza soluzione di continuità e di una scelta più ampia di destinazioni a medio Nadia Azale Direttore Vendite Air France-KLM per l`Italia “Le nostre alleanze internazionali permettono a tutti i passeggeri italiani di approfittare di un numero sempre maggiore di destinazioni e coincidenze per tutto il mondo” e lungo raggio. Con questa nuova rete, i clienti potranno usufruire anche del check-in singolo durante il loro viaggio e di un servizio di tracking bagagli garantito. “Lanciando voli a Fortaleza, gestiti da due compagnie aeree del gruppo, confermiamo ancora una volta la nostra posizione di leader sul mercato locale - ha dichiarato Jean-Marc Janaillac, presidente e amministratore delegato di Air France-KLM - Questa nuova offerta transatlantica, punto di incontro tra l’America meridionale e l’Europa, rende Fortaleza un hub strategico che renderà i viaggi dei nostri clienti più semplici e aumentano notevolmente le loro opportunità di collegamento nella regione. Questo progetto -ha aggiunto -è stato reso possibile grazie alla nostra partnership con GOL. La sua rete offrirà ai nostri clienti una più ampia scelta di destinazioni da e per il nord e il nord-est del Brasile”. KLM offrirà 2 voli settimanali tra Amsterdam-Schiphol e Fortaleza gestiti da Airbus A330 con una capacità di 18 posti in Business Class, 35 posti in Economy Comfort e 215 posti in Economy. A partire dal 2 luglio 2018, sarà ag- 8 Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre

[close]

p. 9

per Air France-KLM e GOL giunta una nuova frequenza. Joon, la nuova compagnia aerea di Air France, collegherà Parigi-Charles de Gaulle a Fortaleza con 2 voli settimanali gestiti da Airbus A340 con una capacità di 30 posti nella cabina aziendale, 21 posti in Economy Premium e 227 posti in Economy. Da Malpensa verso il mondo I n un panorama internazionale di grande sviluppo, il Gruppo Air France-KLM guarda con interesse anche alla vicina Italia. Da domenica 26 marzo Air France e KLM hanno ripreso ad operare cinque voli giornalieri per Parigi-Charles de Gaulle e quattro per Amsterdam Schiphol da Milano Malpensa. Da Milano Linate Air France continua ad operare due voli al giorno per Parigi-Charles de Gaulle e KLM continua ad operare un volo al giorno per Amsterdam Schiphol. Tutti questi voli assicurano, per chi parte da Milano, facili coincidenze per 178 destinazioni nel mondo collegate da Air France o KLM, anche grazie ai loro partner, con un tempo di trasferimento negli aeroporti di Parigi-Charles de Gaulle ed Amsterdam Schiphol inferiore alle due ore. Nel dettaglio, attraverso il transito nei due scali, i due vettori permettono 94 coincidenze verso destinazioni in Europa, 32 in Africa, 19 in Nord Ame- rica,15 in Asia, 8 in Medio Oriente, 6 in Sud America e 4 nei Caraibi e Oceano Indiano. Oltre che da Milano, Air France e KLM propongono voli giornalieri dagli aeroporti di Bologna, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Roma Fiumicino, Torino eVenezia. A tutti i passeggeri di lungo raggio che viaggiano in classe La Première, è offerto un servizio gratuito di auto privata con chauffeur da e per l’aeroporto. Il servizio è offerto anche alla clientela che viaggia con Air France o KLM da Milano Malpensa in classe business verso una destinazione intercontinentale. I soci Flying Blue con una prenotazione sui voli di lungo raggio possono usufruire di una corsa gratuita sull’Airport Bus Express. Una corsa gratis per i collegamenti di Roma Marche Linee è offerta anche ai viaggiatori che si muovono fra le Marche e Roma Fiumicino, in possesso di un biglietto di lungo raggio in partenza da Roma. Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre 9

[close]

p. 10

IN COPERTINA Prenotazioni KLM via Messanger “KLM è nota per il suo approccio personale - sottolinea Pieter Groeneveld, SeniorVice President Digital Air France KLM - Sui social media, offriamo un servizio 24/7 con il nostro team di 250 agenti umani che gestisce oltre 16.000 richieste a settimana, un valore destinato a crescere ancora in futuro. Al contempo, i clienti hanno bisogno di una risposta rapida. Per questo abbiamo condotto esperimenti sull’intelligenza artificiale al fine di aiutare i nostri agenti a fornire una risposta personale, tempestiva e corretta. Con BB, KLM si accinge a compiere un ulteriore passo avanti nella strategia per i social media, offrendo un servizio personale attraverso le risorse tecnologiche, con l’ausilio di agenti umani quando necessario.” L`intelligenza artificiale entra nei social della Era il 2009 quando KLM cominciò a misurarsi, prima compagnia aerea a farlo, con il mondo dei social media e per le campagne condotte nel panorama Compagnia con il social. Oggi KLM vanta oltre 25 milioni di sistema BlueBot fan e follower su varie piattaforme social e, attraverso questi canali, viene menzio- nata in oltre 100.000 post a settimana. Continuando sulla strada delle relazioni tecnologiche con il mercato, oggi il vettore lancia un nuovo Bot che per- metterà di prenotare un biglietto chattando con KLM at- traverso l’App di messaggistica Messenger. Il sistema BlueBot ha una funzione di autoapprendimento e una propria personalità: è disponibile, amichevole e professionale. Il suo funzionamento è basato su un si- stema di intelligenza artificiale connesso alla tecnologia KLM. BlueBot vanta il supporto di 250 colleghi umani a cui indirizzare i clienti in caso di richieste più complesse, per le quali non è in grado di fornire il supporto richie- sto. Ben presto, il nuovo Bot di KLM potrà offrire un nu- mero ancora maggiore di servizi e sarà compatibile con vari canali digitali, incluso quello vocale. LA TECNOLOGIA ALLA BASE DI BB BB utilizza il sistema di apprendimento automatico della piattaforma API.ai per comprendere ciò che dicono i clienti e rispondere in maniera pertinente. È stato collegato alle API di KLM per presentare l’offerta di volo più appropriata e al sistema CRM della compagnia aerea, Salesforce, in modo che gli agenti umani possano intervenire nel caso in cui il Bot non sia in grado di rispondere. KLM riceve molto spesso domande su più argomenti nello stesso thread di Messenger: per fare in modo che BB gestisca soltanto le richieste relative alle prenotazioni, è stata sviluppata internamente una rete neurale in grado di determinare la natura della domanda stessa, rimandando gli utenti a BlueBot nel caso in cui la domanda riguardi le prenotazioni oppure a un agente umano nel caso di altri argomenti. Air France Play ed è subito relax Relax in viaggio: cosa fare mentre si vola da un punto all’altro del mondo? Con l’obiettivo di rendere sempre più confortevole il passar del tempo a bordo, Air France ha lanciato una nuova applicazione che consente al suo ospite di leggere il suo giornale preferito, assistere a un film, trasmissioni televisive, cartoni animati, attualità e documentari o ascoltare buona musica con delle playlist create ad hoc. L’app Air France Play si può scaricare su smartphone o tablet ed è utilizzabile già 30 ore prima della partenza del volo. Dopo l’identificazione del cliente per mezzo del codice di prenotazione o del numero di carta Flying Blue, consente di scaricare le testate (decine di quotidiani e riviste in lingua inglese e francese oltre che La Stampa e il Corriere della Sera) o i video preferiti. Un’opportunità che poi prosegue durante il volo e anche dopo. 10 Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre

[close]

p. 11



[close]

p. 12

REPORTAGE Ischia, la Regina del T Le attività turistiche e la vita di abitanti e visitatori procedono regolarmente, ma purtroppo infondati allarmi successivi alla scossa di fine agosto hanno spaventato la clientela italiana, mentre resiste quella straniera Se un cataclisma a Ischia c’è stato, questo si chiama stampa. Non tutta, chiaramente, ma i media generalisti hanno trasformato la scossa del 21 agosto in titoli e immagini che non rendono giustizia a quanto veramente accaduto. Così gli operatori del settore legati al territorio si sono attivati dando vita al viaggio #ischiaemoziona (hashtag funzionale alla condivisione social dei magnifici e numerosi posti visitati, intatti e suggestivi), in cui si sono illustrate le bellezze della cosiddetta Isola Verde, la più estesa e popolata di quelle presenti nel Golfo di Napoli.

[close]

p. 13

Turismo non abdica L’ISOLA CONTINUA A DARE EMOZIONI POSITIVE “Ischia è sotto i riflettori da sempre, precisamente da 5.500 anni, quando i Greci vi approdarono - ha spiegato Ciro Cenatiempo, giornalista e scrittore che ha moderato la dettagliata conferenza stampa - La sua vocazione termale nasce nel 1500 e la sua produzione vinicola ha rappresentato la prima voce dell’economia isolana fino all’avvento del turismo circa 60 anni fa grazie al grande editore e produttore cinematografico Angelo Rizzoli, che la scoprì trasformandola in set di film dal respiro internazionale, uno per tutti ‘Cleopatra’, facendo conoscere l’isola al mondo intero”. E se ormai il mondo intero conosce e ama Ischia, pare che dalla scossa del 21 agosto a volerla distruggere ci si siano messi d’impegno i media italiani con informazioni tanto allarmistiche quanto mendaci:“Abbiamo visto in Rai immagini dei vari terremoti che ci sono stati in Italia sovrapporsi alla comunicazione della scossa a Ischia, che ha riguardato un chilometro quadrato in collina su ben 46.000, tanto è vero che in altre aree dell’isola non si è avvertito nulla - denuncia Angioletto De Negri, amministratore de IViaggi dell’Airone e patron della Borsa Mediterranea del

[close]

p. 14

REPORTAGE Turismo - Ci siamo svegliati con i titoli dei giornali che parlavano di crolli e tragedie. Nessuno vuole minimizzare quanto accaduto alle sfortunate vittime che si trovavano nel luogo interessato dalla scossa, ma di qui a coinvolgere l’intera isola, che così sembra interamente distrutta, ce ne passa. Ora è tempo di attivarsi anche con le fiere del turismo, io per primo m’impegno in occasione di BMT a invitare i buyers stranieri per continuare a vendere le bellezze di un territorio intatto, anche se la clientela internazionale, dopo le disdette iniziali, è tornata, a differenza degli italiani. Ecco perché il progetto di questo viaggio. Nessuno deve speculare su quanto avvenuto - ribadisce De Negri - e questa televisione del dolore che ha riempito i propri pomeriggi dell’accaduto a Ischia è vergognosa e veicola un’immagine che non corrisponde alla realtà. I giornalisti, per fare correttamente il proprio mestiere, dovrebbero venire sul posto e verificare che tutto è normale, prima di parlare o scrivere d’inesistenti distruzioni. Ischia continua a essere la nostra Regina del Turismo”. Fa eco a De Negri Ermando Mennella, presidente Fede- Ischia, ecco alcuni numeri Ischia, detta anche Isola Verde per la sua natura lussureggiante e affascinante, è divisa in sei comuni: Ischia, Casamicciola Terme, Lacco Ameno, Forio, Serrara Fontana, Barano. Si estende per 46.000 chilometri quadrati e ha 450 strutture ricettive e 63.400 abitanti. L’isola rappresenta tra il 29 e il 32% del Pil turistico della Campania.Vi si produce vino da almeno 3.000 anni e ha 300 chilometri quadrati dedicati alla vigna. I Giardini Poseidon sono un complesso termale capace di accogliere 2.500 persone al giorno, il parco termale Negombo ne può ospitare 2.000. Sono ben 44 le produzioni cinematografiche internazionali, molto importanti se si pensa che un turista su cinque sceglie la destinazione basandosi proprio sulle emozioni date da un film amato. ralberghi di Ischia, che aggiunge cifre importanti:“Su 310 alberghi, solo sette hanno avuto problemi dopo la scossa, di cui due per effettiva agibilità, mentre gli altri cinque sono stati chiusi per precauzione. Si tratta di quasi 500 camere, l’equivalente di 1.000 posti letto rispetto ai 26.000 presenti sull’isola. Ancora non ci sono stanziamenti perché siamo in fase emergenziale, ma ci aspettiamo provvedimenti a tutela con il varo della Legge di Stabilità. Registriamo annualmente 3.600.000 presenze, concentrate prevalentemente da maggio a ottobre con il solo agosto a quota 600.000. Nel 70% dei casi si tratta di turisti italiani, provenienti per il 25% dalla Campania cui seguono le regioni Emilia Romagna, Lombardia,Veneto e Lazio, cioè soprattutto Roma. Sul versante straniero, i tedeschi sono al 15% del totale, poi russi e, in crescita, inglesi e nordeuropei, con una riscoperta del mercato da parte dei francesi”. I servizi del viaggio sono stati offerti da Imperatore Travel, che si distingue per il prodotto tailor made e la propria rete di fornitori affidabili, con un’offerta di nicchia comprendente, per esempio, giri in caicco, tour gastronomico-culturali e ville nelle varie regioni.“Contiamo 110.000 passeggeri all’anno e il Sud Italia rappresenta il 15% circa del nostro share: Sicilia, Sardegna, Puglia sono in pole position, da due anni abbiamo sales anche in Gran Bretagna, Spagna e Sud America - dichiara Luigi Polito, general manager del tour operator - Su Ischia registriamo circa 13.000 individuali e 110 strutture selezionate. I due giorni immediatamente successivi alla scossa c’è stato uno sbandamento, il terzo giorno un rasserenamento dei turisti, soprattutto esteri. Gli italiani sono più spaventati - conclude Polito - anche se non c’è davvero motivo per esserlo”. Nulla osta, quindi, al ritorno di visitatori che possono godersi Ischia tutto l’anno, grazie ai flussi termali che destagionalizzano un’offerta tanto varia quanto multiforme: la Regina del Turismo, insomma, non abdica. Valentina Maresca 14 Il Giornale del Turismo/settembre-ottobre

[close]

p. 15



[close]

Comments

no comments yet