Programma di Viaggio SRI LANKA

 

Embed or link this publication

Description

Programma di Viaggio SRI LANKA

Popular Pages


p. 1

SRI LANKA Un viaggio indimenticabile nell’antica Ceylon, isola meravigliosa, terra di natura ed avventura I templi, le foreste, i profumi, gli elefanti, i colori, le spezie, le antiche capitali, i parchi, il the, i mercati, i giardini, i sorrisi, la cordialità della gente. Viaggio di 9 giorni - 7 notti Partenze dal 1 novembre ‘17 al 30 aprile ‘18 da Milano Malpensa a partire da € 1.580,00

[close]

p. 2

PROGRAMMA di VIAGGIO 1° giorno: da Milano a Colombo Partenza da Milano Malpensa con voli di linea Emirates via Dubai o Qatar via Doha nel primo pomeriggio. Coincidenza e proseguimento per Colombo sempre con voli Emirates o Quatar in serata. Pasti e notte a bordo. 2° giorno: da Colombo ad Habarana Arrivo a Colombo previsto in mattinata, formalità doganali, ritiro bagagli ed incontro con la guida/autista locale parlante italiano/inglese. Partenza per Habarana, situata a circa 160 km – 4 ore di viaggio. Arrivo e sistemazione in hotel. Pranzo in ristorante. Pomeriggio a disposizione per un po’ di riposo dopo il lungo viaggio o possibilità di effettuare un escursione facoltativa a dorso di elefante (4 persone massimo per elefante) nella jungla di Habarana. Cena e pernottamento in albergo. 3° giorno: Sigiriya e Polannaruwa Prima colazione in albergo e partenza per la giornata di escursione a Sigiriya e Polannaruwa. Sigiriya, situata a soli 25 km da Habarana, occupa la base, i fianchi e la sommità di una massa rocciosa apparentemente inaccessibile, che si eleva isolata sulla pianura circostante. Guardando la rocca dal basso viene spontaneo chiedersi come si possa raggiungere la sommità! Gli aspetti più impressionanti di questo complesso unico sono i giardini acquatici, gli affreschi, il muro a specchio con graffiti antichi, la piattaforma del Leone e la sommità di 1,6 ettari, che era completamente ricoperto da edifici durante il periodo di gloria di Sigiriya. La salita verso la vetta è sicuramente uno dei motivi più emozionanti del viaggio, soprattutto per il passaggio tra le zampe del leone e la successiva stretta scala in ferro sospesa nel vuoto, che permette di salire una parete praticamente verticale. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per Polannaruwa. Polonnaruwa, dista meno di 50 km dal nostro albergo. Qui i bacini artificiali sono talmente vasti che il più grande viene chiamato “mare”. La città si sviluppò tra il 1000 e il 1300. Il luogo è di grande suggestione e ovunque si trovano opere di grande interesse, come i leoni che fregiano la scala della sala delle udienze nel gruppo del Palazzo Reale, o il reliquiario nel Quadrilatero. Poi lungo la strada principale si incontrano numerosi Shiva a testimonianza delle incursioni e delle periodiche conquiste indiane e alcuni dagoba, tra cui il Rankot Vihara, il più grande di Polonnaruwa e il suggestivo Kiri Vihara. Ma l'attesa cresce progressivamente a Polonnaruwa mano a mano che si procede verso il Gall Vihara, il monumentale, fantastico gruppo di statue di Buddha, il massimo livello della scultura rupestre dello Sri Lanka. Le statue sono bellissime e di dimensioni eccezionali, il Buddha sdraiato è lungo 14 metri. Il gruppo di statue è scolpito in un’unica roccia di granito. Poco dopo si raggiunge lo Stagno del Loto, una vasca di pietra scavata e scolpita di 8 metri di diametro a forma di petali di loto di struggente bellezza. Al termine rientro in albergo, cena e pernottamento. 4° giorno: Anuradhapura e Mihintale Prima colazione in hotel e partenza per l’intera giornata di escursione ad Anuradhapura e Mihintale. Anuradhapura si pone tra Ninive e Babilonia per le sue colossali proporzioni; le sue mura, 25 km per lato proteggevano gli abitanti e lo splendore dei santuari e degli edifici pubblici. Possedeva anche il più complesso sistema di irrigazione del mondo antico, realizzato in una zona arida. Molti di questi bacini sono tuttora esistenti. Si ritiene che questi siano i laghi artificiali più antichi al mondo. La città che fu splendida capitale per 1500 anni, nei primi anni del mille iniziò il suo rapido declino e venne abbandonata. La città antica è vastissima e bellissima, i grandi monumenti danno un'impronta storica molto evidente, pervasa da una sensazione di profondo misticismo, dovuta ai mirabili complessi buddisti. Tutto ruota attorno allo Sri Maha Bodhi, il sacro albero, cuore spirituale e fisico di Anuradhapura: una colossale pianta di oltre 2.200 anni. E’ il più vecchio albero del mondo, ed è un luogo di pellegrinaggio importantissimo per i buddhisti. Si ammireranno i dagobas, edifici a forma di campana

[close]

p. 3

con dimensioni che spaziano da pochi metri ad oltre 340 metri di circonferenza, i monasteri, di cui sono state trovate fondamenta, piattaforme e colonne (del più famoso restano 1600 colonne) ed i Kuttam Pokuna, i laghi gemelli utilizzati dai monaci come piscine o per la fornitura di acqua potabile. Pranzo libero e proseguimento per Mihintale. Mihintale è estremamente suggestiva perché i suoi dagoba sono ubicati su irte sommità che si raggiungono solo tramite lunghe e spettacolari scalinate. Per chi deciderà di salire, e ridiscendere, i 1840 gradini che portano alla sommità della roccia sulla quale sorge Mihintale, “la fatica” sarà ripagata dalla bellezza del luogo e dal senso di armonia che pervade osservando dalla cima della collina i raffinati fregi dei suoi monumenti. “E saranno indimenticabili le sensazioni al tramonto quando, all'orizzonte, là dove si spegne il sole, si vedono spuntare dalla foresta i grandi dagoba di Anuradhapura”. Naturalmente è possibile anche fermarsi in uno dei tre “piani” intermedi. Al termine rientro in albergo, cena e pernottamento. 5° giorno: da Habarana a Kandy Prima colazione in hotel e partenza per Kandy. Lungo il percorso si effettua una prima sosta per la visita di Dambulla. Con Dambulla, l’altro sito Unesco della Terra dei Re, completiamo la visita delle città della Terra dei Re. Visitiamo il favoloso complesso dei templi rupestri. Le grotte con pitture e sculture di grande bellezza formano un complesso di straordinaria suggestione. Le grotte di varie dimensioni sono spettacolarmente affrescate con colori brillanti ricavati dalla linfa degli alberi e sono in perfetto stato di conservazione. La profusione di statue di Buddha in tutte le posizione e di tutte le dimensioni, contornate da statue di re e perfino di divinità Hindù, completano un insieme davvero unico. Lungo il percorso di trasferimento a Kandy ci fermiamo anche a Mattale, per la visita al giardino delle spezie e per impararne la coltivazione e l’uso nella cucina locale. Pranzo libero e proseguimento quindi per Kandy, che si raggiunge dopo circa 2 ora di viaggio. Sistemazione in hotel e resto del pomeriggio dedicato alla visita della città. In tuk-tuk compiamo un simpatico giro panoramico di Kandy che ci porterà al Tempio del Dente di Buddha. Il magnifico Dalada Maligawa conserva, dentro scatole d’oro sempre più piccole, la reliquia più preziosa dell’isola. Cena e pernottamento in albergo. 6° giorno: Paradeniya e Pinnawela Prima colazione in albergo e giornata dedicata all’escursione al Giardino Botanico di Paradenya ed all’orfanotrofio di elefanti a Pinnawela. La mattinata è dedicato allo stupefacente parco botanico di Peradeniya, situato alla “periferia” di Kandy. Il giardino è un affascinante spazio. Le nostre piante d’appartamento più difficili da far sopravvivere qui fioriscono e assumono dimensioni “mostruose”. Le origini del Royal Botanical Gardens di Peradeniya, risalgono al 1.371, all’epoca del sovrano singalese Wickrema Bahu III. Fu giardino reale fino agli inizi del 1.800 e nel febbraio del 1.822, con gli Inglesi, divenne un orto botanico sperimentale, per provare, nel clima caldo-umido di Ceylon, colture redditizie, come la gomma e le spezie. Oggi il giardino possiede 4.640 tipi diversi di piante. Il giardino è famoso, tra i turisti, per l’eccezionale raccolta di orchidee, mentre per gli abitanti dell’isola, che nel parco pregano, tutto il giardino è come un grande tempio all’aperto, un santuario verde in cui l’uomo appare ridimensionato dai giganteschi alberi secolari e dalla composta armonia dei viali e delle aiuole. Proseguimento per Pinnawela e pranzo libero. Nel pomeriggio, ma in tempo per assistere al bagno ed all’allattamento dei cuccioli, si vista l’orfanotrofio. Dedichiamo il pomeriggio ad un primo contatto con uno dei tanti simboli dell’isola: l’elefante. In una antica piantagione di palme da cocco venne fondato, con soli sette piccoli elefanti, l’orfanotrofio degli elefanti. Oggi il rifugio di Pinnawela ospita circa 70 animali, alcuni di questi sono ormai nati nel parco, figli dei primi ospiti. La loro circolazione è completamente libera e questo ha favorito la nascita di venti elefantini negli ultimi dieci anni Rientro a Kandy, cena e pernottamento in hotel. 7° giorno: da Kandy a Nuwara Eliya Prima colazione in hotel e partenza per Nuwara Eliya che si raggiunge dopo circa 3 ore di viaggio. Visita della città e ad una piantagione di the, con

[close]

p. 4

dimostrazione della coltura e della raccolta delle foglie. Un tempo località montana preferita dagli inglesi, Nuwara Eliya conserva ancora le vestigia imperiali: un insieme di architettura georgiana e Tudor, tetti a due spioventi, prati immacolati con cespugli di rose e pietre tombali ricoperte di muschio. Nuwara Eliya è la “casa” del famoso Ceylon Tea e tutte le montagne nei dintorni sono un tappeto di vellutate piantagioni di tè verde, intervallate da ruscelli zampillanti e cascate scroscianti. Il clima salubre, le valli nebbiose ed il carattere decisamente britannico fanno di Nuwara Eliya una meta d’obbligo di qualsiasi itinerario nello Sri Lanka. Pranzo libero e cena in albergo. Pernottamento. 8° giorno: da Nuwara Eliya a Colombo. Prima colazione in albergo e partenza per il rientro a Colombo, circa 180 km. Arrivo e sistemazione in albergo. Pomeriggio dedicato alla visita della capitale, centro commerciale del paese, colonizzata nel passato da portoghesi, olandesi ed inglesi che hanno lasciato segni della loro presenza: chiese, monumenti e costumi. Cena e pernottamento in albergo. 9° giorno: da Colombo a Milano. Prima colazione in hotel e trasferimento in tempo utile in aeroporto per il disbrigo delle formalità di imbarco sul vostro volo. Partenza con voli di linea Emirates via Dubai o Qatar via Abu Dhabi in mattinata. Proseguimento per Milano Malpensa in coincidenza con arrivo previsto nel tardo pomeriggio. Su richiesta: estensioni mare in Sri Lanka o alle Maldive e giornate extra per la visita di Galle e dello Yala National Park. Quote individuali di partecipazione minimo 2 partecipanti Quota volo da Malpensa, incluse tasse aeroportuali a partire da Quota Tour con sistemazione Hotel di categoria **** Partenze dal 01/11 al 20/12/2017 e dal 01/3 al 30/4/2018 dal 21/12/2017 al 28/02/2018 Assicurazione sanitaria Visto consolare turistico con copertura fino a € 100.000 € 710,00 € 870,00 € 960,00 € 60,00 € 30,00 Supplementi sistemazione camera singola Partenze dal 01/11 al 20/12/2017 e dal 01/3 al 30/4/2018 dal 21/12/2017 al 28/02/2018 pernottamenti del 24/12 e del 31/12/2017 € 400,00 € 480,00 € 120,00 La quota di partecipazione comprende: i passaggi aerei da Malpensa a Colombo e viceversa con vettori IATA; le tasse aeroportuali e la franchigia bagaglio; il tour in Sry Lanka come da itinerario dettagliato con auto o minibus A/C; la sistemazione in Hotel di categoria 4 stelle; il trattamento di mezza pensione; l’autista / guida parlante italiano / inglese da 2 a 6 persone; le tasse locali; l’assicurazione sanitaria La quota non comprende: le bevande ai pasti e le mance gli ingressi ai siti menzionati in programma da regolare in loco ($ 150 circa) tutto quanto non espressamente indicato alla voce la quota comprende. Quote calcolate in base al corso dei cambi al 2/10/17 (1€ = 1,17 $ ) ed alle tariffe aeree e tasse alla stessa data. Organizzazione Tecnica: Faro Viaggi e Turismo - Genova

[close]

Comments

no comments yet