mondorealenumero108

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero108

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno iv numero22 anno ii numero 31 14 ottobre 2010 5 febbraio 2011 n.108 la stampa di oggi è la carta straccia di domani no non vi preoccupate non sono diventato improvvisamente autolesionista o nostalgico dei tempi del mascellone italico la suddetta frase nemmeno sua ma una citazione è del consigliere anziano del partito democratico setino ex consigliere regionale e presidente dell astral giovanbattista giorgi titta per i compagni di partito e non solo detto da un personaggio che si definisce democratico e che soprattutto da presidente dell astral in pochi anni ha deciso di gettare in carta straccia o meno mi riservo di commentarlo qui decine di migliaia di euro non li ho contati io personalmente ma cito illustri colleghi che se ne sono occupati in libri che con la sicurezza e la manutenzione delle strade c entravano come i cavoli a merenda suona un pochino strano anche perché la sua azienda ricorreva spesso e lecitamente per carità all acquisto di pagine su periodici e quotidiani locali e nazionali quella allora era carta straccia outing clamoroso dell ex presidente della società regionale o autogol forse evitabile e sicuramente di cattivo gusto tutti in maggioranza cambia di nuovo la geografia politica setina con i responsabili e reginaldi che sostengono ufficialmente campoli mentre il pd è sempre più spaccato politica latina di giorgi al bivio ma il cavillo del tar legittima la sua scelta attualita bassiano dopo 7 anni approvato il prg ma verardi già lo critica cultura sermoneta giunge al suo culmine la rievocazione di lepanto priverno questione assenteisti l assessore silvagni si dimette maenza a passare su via le rose rischia anche lo scuolabus latina al via la 13esima edizione del festival del circo

[close]

p. 2

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 sezze quarto stato in salsa setina campoli si blinda fino a maggio di simone di giulio campoli pigliatutto il primo cittadino di sezze trova la forza per un altra spallata e regala alla sua amministrazione almeno 6 mesi di tranquillità fino alla prossima primavera quando il suo operato politico-amministrativo sarà sottoposto al vaglio dell elettorato chiamato a confermare o meno la sua coalizione l occasione è stata quella dell approvazione del rendiconto di gestione 2010 e della ricognizione degli equilibri finanziari 2011 con la variazione di bilancio e l utilizzo dell avanzo di amministrazione in quella occasione lunedì scorso il sindaco ha prima elogiato l operato della sua amministrazione facendo notare ai presenti che per il secondo anno consecutivo il comune non è costretto a riconoscere debiti fuori bilancio poi ha lasciato la parola ai consiglieri trovandosi di fatto con una nuova maggioranza in consiglio dalla sua parte sono confluiti i consiglieri vitelli di palma e reginaldi mentre è rimasto il gelo con la parte moscardelliana del partito democratico di sezze formata da nino zeppieri giovanni bernasconi e sergio di raimo non paolo rizzo che sembra aver cambiato idea e abbandonato il suo gruppo politico i due consiglieri dell area ex la margherita stavolta si sono presentati in aula dopo il tiro mancino sulla vicenda dello sciglimento del contratto con la concessionaria del servizio idrico integrato dondi ma hanno affidato ad un documento le loro perplessità circa l operato in questi ultimi tempi da parte della maggioranza restano in sella ma a determinate condizioni che non necessariamente saranno rispettate almeno da quanto emerge dall aula campoli in questo momento può benissimo fare a meno del sostegno dei due consiglieri andando avanti con la nuova geografia politica setina il primo cittadino ha esortato i suoi sostenitori vecchi e nuovi a continuare nel lavoro fino a maggio per raggiungere quegli obiettivi ormai improrogabili piano regolatore generale depuratore e piscina a sezze scalo per poi concentrarsi sul piano squisitamente politico alla ricostruzione di una coalizione che convinca gli elettori a dare ulteriore fiducia sempre in occasione del consiglio è arrivata però una tegola sulla testa del primo cittadino con la decisione che verrà ufficializzata nel prossimo consiglio comunale di bruno cardarello di restituire la sua delega ai servizi cimiteriali nella nota inviata al sindaco l assessore motiva la sua scelta accusando la scelta di una linea politica determinata e intrapresa dall amministrazione sulla quale evidentemente non si ritiene più allineato nessuna dimissione shock da parte dell assessore ma un altro importante tassello che fa capire che l aria nella `maggioranza storica non è delle migliori campoli è apparso tranquillo e determinato anche perché può contare sul momento peggiore da parte di ciò che resta dell opposizione con polidoro e casalini ancora evidentemente scossi dall allontanamento dalla maggioranza e con il popolo della libertà ormai alle prese con un vuoto che ai più sembra incolmabile ora servirà un azione politica volta a recuperare alcune forze perse per strada idv e sinistra radicale soprattutto ma già così campoli terrà botta fino alla prossima primavera direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 12 ottobre 2011 2

[close]

p. 3

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 sezze vitelli e di palma in maggioranza i responsabili con campoli di simone di giulio di marco martelletta era nell aria da un po di tempo ma da lunedì scorso è stata ufficializzata l entrata in maggioranza dei `responsabili serafino di palma e antonio vitelli che hanno così spiegato i motivi del loro sostegno al governo campoli crediamo di aver svolto il nostro ruolo in coerenza con i nostri valori personali e politici e delle persone che ci hanno concesso la loro fiducia nel segreto dell urna elettorale volevamo rappresentare progetti amministrativi e politici differenti che il responso elettorale ha definito come minoritari dando l onere e l onore di governare al sindaco campoli e alla sua maggioranza consiliare da circa 2 anni prosegue la nota abbiamo cominciato un percorso amministrativo che si è caratterizzato nel bene e nel male a seconda delle prospettive per un innovazione concettuale politica devastante la cui semplicità tuttavia ci riporta subito con i piedi a terra denunciando semmai la miopia di chi pur avendoci preceduto non ha optato per il nostro stesso percorso nei primi due anni infatti confrontandoci in maniera anche dura ma leale con campoli i suoi assessori e i suoi rappresentanti consiliari ci siamo resi conto che una nuova classe dirigente si stava affermando accingendosi ad affrontare nodi centrali politici ed amministrativi che per troppi anni avevano bloccato il nostro paese indipendentemente dal colore delle amministrazioni che si sono succedute a partire dal 1994 anno del maggioritario e della preferenza unica campoli come vertice di una piramide organizzativa ed amministrativa aveva creato i presupposti affinché se solo si fosse voluto alcune scelte difficili avrebbero potuto essere attuate e realizzate il piano regolatore e la dondi soprattutto a cui aggiungere la miriade di cose che una pubblica amministrazione fa ma che i più svalutano buone solo a far polemiche in caso di non realizzazione i nostri giudici ultimi saranno gli elettori unici detentori del potere politico non promettiamo la luna nel pozzo ma continueremo a batterci per le persone normali e oneste passa anche reginaldi di simone di giulio È giunto il momento di prendere una decisione una decisione che è determinata da una scelta quella di continuare a fare politica nel solo interesse della collettività oppure fare politica solo per presenziare fare numero senza nessuna utilità per la crescita di questa città questo l incipit dell intervento di roberto reginaldi nel corso del consiglio comunale del 10 ottobre che ha sancito l entrata in maggioranza dell unico eletto tra le fila di forza italia nelle elezioni del 2007 il discorso del consigliere prosegue da sempre ho scelto di fare politica per rappresentare seriamente la cittadinanza in quelle che sono le loro richieste le loro aspettative oggi per me si pone una gravosa scelta la scelta di quale delle due coerenze devo dare seguito quella degli ideali dell appartenenza storica per fede e non per interessi personali oppure quella della coerenza verso il popolo che mi ha destinato che ci ha destinati a rappresentarli nelle loro richieste a garantirne la loro sovranità la loro dignità troppe volte calpestata tra le due scelgo di rappresentare il popolo lo che ho speso una vita nel rappresentare e manifestare i miei ideali mi sono reso conto che non ci sono riuscito ma non per mia incapacità non per mia diretta colpa ma per colpa di altri che si sono impossessati della mia casa dopo tanto peregrinare distruggendola e nel farlo non hanno esitato di attivare una macchina del fango in mio danno nel solo tentativo di screditarmi agli occhi del popolo e lo hanno fatto anche con il silente accordo di alcuni della maggioranza questi forse nella convinzione di una mia colpevolezza ma comunque colpevoli di aver anticipato i tempi un fine disegno che viene da lontano oltre le mura di questa città nel sindaco campoli ho riscontrato onestà politica ed intellettuale egli ha dimostrato in questi ultimi mesi ferma determinazione determinazione che forse avrebbe dovuto esercitare fin dal primo giorno ma gli assetti equilibri troppi delicati lo hanno frenato e solo gli ultimi avvenimenti gli hanno dato la sicurezza di prendere serie decisioni dunque conclude la nota di reginaldi la mia scelta è la coerenza verso il popolo l onestà scelgo di sostenere la persona e non più la bandiera il popolo mi capirà ma camminerò a testa alta nessuno mi potrà accusare di nulla e neanche di aver tradito anzi io sono stato tradito 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 sezze dondi a casa il retroscena di simone di giulio in commissione c era già acqualatina si tratta di stabilire le condizioni del passaggio che dovrà effettuarsi campoli a questo punto cerca di mettere la cosiddetta pezza ma forse commette un errore che gli costa l udc e gli ex la margherita dicendo l avvocato costantini legale del comune ndr ha già espresso il suo parere circa l opportunità di confluire ad acqualatina relativamente ad eventuali danni per i quali si potrebbe essere chiamati a rispondere nei confronti della concessionaria uscente la società acqualatina a mezzo del proprio amministratore delegato dott addessi ha assicurato che il prospettato assorbimento comporterebbe anche l assunzione di eventuali somme per danni derivanti alla concessionaria per la risoluzione di questo contratto serve altro per spiegare il clamoroso passo indietro di udc e parte del pd ah siete curiosi andate in comune e richiedete il verbale protocollato al n 0019408 del 22/8/2011 vi farete un idea di come stiano le cose 4 sciogliere la convenzione vigente dal 1994 con la dondi spa per passare in acqualatina giammai almeno da quanto detto nel consiglio del 26 settembre scorso ma la situazione al 18 luglio tre giorni prima dello schiaffo ricevuto da campoli nel consiglio che doveva sciogliere il contratto con la concessionaria non era proprio così con casalini e l udc ancora in maggioranza il verbale della commissione capigruppo del 18 luglio parla chiarissimo con il primo cittadino e il massimo rappresentante del pd in consiglio giovanbattista giorgi che si fanno `scappare la possibilità di confluire nella società gestore del servizio idrico integrato nell ambito territoriale ottimale n.4 ­ lazio meridionale il verbale è di facile lettura inizia giorgi dicendo e opportuno prendere in esame il momento successivo alla risoluzione contrattuale per legge l ente è tenuto ad entrare a far parte di acqualatina spa a riguardo si sono già avuti dei contatti preliminari.

[close]

p. 5

mondore@le numero 43 5 febbraio 2010 sezze la consulta che non c è lo sfogo di ignazio romano a chi importa di luca morazzano la consulta delle associazioni non c è più e durante l estate lo si è visto nell organizzazione e nella calendarizzazione degli eventi che si sono susseguiti ma sembra che in molto abbiano soprasseduto allo scioglimento dell organo consultivo che rendeva possibile il dialogo e la sinergia tra le varie realtà associative presenti in paese a sottolinearlo è colui che della consulta era stato prima promotore e poi presidente ignazio romano nessuno chiede più della consulta delle associazioni neppure le persone che fino a qualche mese fa erano ancora tanto interessate e ne parlavano convinte sono stati tre anni di impegno e di passione eppure sono svaniti nel nulla il progetto della consulta delle associazioni così come è accaduto per quello della città dei giovani o per la via setina pur avendo palesemente una valenza notevole per la comunità è destinato da noi a rimanere un sogno irrealizzato un progetto troppo ambizioso proprio perché richiede il coinvolgimento ed il contributo di tanti soggetti in sintesi un operazione sociale fatta di dare ed avere in cui tutti si mettono in gioco ha bisogno di basi comuni proprio quello che la nostra comunità va perdendo e non ricorda più come costruire uscire dal proprio ambito capire le esigenze di tutti scegliere l azione possibile da condividere e realizzarla insieme non è facile la consulta delle associazioni è stato per tre anni l unico progetto iniziato dal basso e fatto di persone che ha provato a rispondere concretamente a questa richiesta ecco il motivo profondo che mi ha sempre appassionato e per cui ho lavorato null altro invece siamo punto da capo come quando nel lontano 2002 si è discusso delle negligenze degli amministratori pubblici dei troppi individualismi delle pigrizie delle associazioni e di quella frammentazione che impediva un dialogo costruttivo poi nel 2005 è arrivato il coordinamento delle associazioni e le vele del volontariato si sono gonfiate per salire le scale del comune ed entrare nella sala del sindaco a far sentire la propria voce fino ad ottenere nel 2006 uno statuto un direttivo una sede cioè la consulta sono stati momenti costruttivi che hanno lasciato ben sperare eppure di tutto quel movimento culturale di tutta quella partecipazione oggi non è rimasto nulla ass.i insegna ad accedere al credito di luca morazzano interessante iniziativa di ass.i l associazione imprenditori setini che in collaborazione con banca unicredit della provincia di latina ha organizzato un corso di formazione rivolto a imprenditori responsabili/addetti di funzione enti non profit aspetto economico accedere al credito oggi il corso completamente gratuito tratterà 4 contenuti principali 1 implicazioni degli accordi di basilea nel rapporto con la banca 2 logiche di valutazione del merito creditizio nel sistema bancario 3 mutui affidamenti 4 set informativo per l accesso al credito gli argomenti verranno trattati da esperti formatori dell unicredit specializzati nei rapporti tra gli enti creditizi e le aziende le lezioni si terranno a sezze l 11 e 15 novembre alle ore 17:00 presso l i.s.i.s.s pacifici e de magistris in viale dei cappuccini a sezze i corsi avranno durata di 2 ore ciascuna per un totale complessivo di 4 ore alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione per iscrizioni ed informazioni antonucci gianni cell 3383768389 giovanni tempesta cell 335-5710228 lucidi lidano cell 348-5404275 angeletti fabrizio cell 347-9285986 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 latina doppio incarico sindaco de marchis e pedica vanno all attacco di simone di giulio non si placano le polemiche circa la decisione del primo cittadino di latina giovanni di giorgi di non rinunciare all incarico di consigliere regionale ad attaccare il sindaco il capogruppo del partito democratico giorgio de marchis che in una nota parla di uno schiaffo in faccia a tutti i latinensi onesti a quelli che lavorano per un misero stipendio faticando per arrivare a fine mese di giorgi invece continuerà a percepire il lauto stipendio da consigliere regionale oltre 8.000 euro usufruendo dei benefit della regione come l automobile di servizio segreterie e portaborse malgrado da mesi non svolga più di fatto le funzioni di consigliere regionale nei corridoi della pisana ­ continua giorgio de marchis ­ è voce comune che i lavori della commissione da lui presieduta siano bloccati da mesi eppure di giorgi ha deciso di resistere dicendo che non può optare perchè la sua scelta non sarebbe libera a causa del ricorso pendente davanti al tar e lampante che quella del sindaco di latina sia soltanto una scusa anche piuttosto banale di giorgi non porta nessuna motivazione di rilievo giuridico a sostegno della sua tesi ma usa argomentazioni di comodo per cercare di mantenere il doppio incarico a suo modo di dire la carica di sindaco non sarebbe cristallizzata in quanto su judice eppure da quando è stato proclamato il 19 maggio ha esercitato pienamente il suo mandato nel pieno delle sue funzioni omettendo di ottemperare alla legge che gli imponeva di dimettersi entro dieci giorni dalla proclamazione ben prima che il ricorso al tar fosse presentato l unica remora che sembra avere il sindaco è quella di dimettersi da consigliere regionale e palese che cerca di tenersi il doppio incarico puntando sulla lentezza della giustizia italiana dello stesso avviso stefano pedica senatore de l italia dei valori che in una nota afferma io credo che i cittadini di latina devono sapere che è in atto non solo un attacco alla legalità ma viene dato dalla maggioranza di centrodestra in regione uno schiaffo alla povertà con i soldi sprecati per mantenere doppi incarichi e posti in commissione si potrebbero finanziare iniziative a favore della collettività al sindaco di latina consigliamo di occuparsi più della sua città e di acquistare quell autonomia nell azione politica che ad oggi non ci pare di riscontrare il primo cittadino si difende di simone di giulio un arma a doppio taglio il ricorso presentato al tribunale amministrativo del lazio dal pd di latina dopo il voto che ha consegnato la città nella mani della coalizione guidata da giovanni di giorgi proprio quel ricorso sulle schede annullate è diventato il pretesto per il sindaco per uscire dalle polemiche circa il suo doppio incarico e proprio il primo cittadino di latina a spiegare i dettagli non posso dimettermi dal consiglio regionale le condizioni di legge per procedere alla richiesta di decadenza dalla carica di consigliere regionale non sussistono la scelta tra sindaco di latina e consigliere regionale risulta attualmente non libera poiché la stessa proclamazione a sindaco è sub judice essendo stata impugnata dal partito democratico e segnatamente da claudio moscardelli innanzi al tar sezione staccata di latina con il ricorso notificato il 30 giugno 2011 in cui si chiede la verifica delle schede 6 non sussistono le condizioni elettorali dichiarate nulle in merito a tale ricorso come noto il tar si è espresso nei giorni scorsi dichiarando la non manifesta inammissibilità del ricorso stesso l incompatibilità prosegue di giorgi tra le cariche di sindaco e di consigliere regionale non si è ancora concretizzata poiché quella di sindaco non si è cristallizzata ma è sottoposta a contenzioso il ricorso pendente limita la libertà di scelta tra le due cariche libertà che è il presupposto affinché possa procedere alla scelta definitiva quanto prima potrò procedere ad effettuare la mia scelta che è quella di guidare la mia città in merito al polverone sollevato da pedica ritengo che lui e i suoi colleghi renderebbero un buon servizio ai cittadini se si impegnassero ad offrire un contributo fattivo alla risoluzione dei problemi del paese e del nostro territorio senza scendere in polemiche strumentali

[close]

p. 7

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 pontinia costosi sbagli del passato il comune condannato a pagare 130.000 euro per una causa persa contro una dipendente di roberto tartaglia un altra grana per il comune di pontinia un assistente sociale licenziata sei anni fa ha vinto la sua causa dinanzi al giudice del lavoro ed è stata reintegrata ora il comune dovrà versare alla dipendente tutti i suoi arretrati non percepiti il giudice bonanni ha dichiarato il diritto della dipendente ad essere assunta dal comune di pontinia a tempo pieno e indeterminato quale appartenente alla categoria `d profilo professionale assistente sociale a far data dal 6 luglio del 2004 con condanna del comune medesimo al pagamento di tutte le retribuzioni maturate dal giorno del diritto all assunzione all effettivo inquadramento della ricorrente nell organico del comune detratto quanto percepito in forza del contratto di lavoro a tempo determinato in data 18 aprile 2006 la dipendente ha avuto dalla sua la documentazione che attestava la sua vittoria nel concorso pubblico per assistente sociale indetto dal comune nel mese di luglio 2004 aveva così firmato il suo contratto dichiarato nullo un anno dopo dal segretario comunale la somma da corrispondere alla dipendente 130mila euro ai quali vanno aggiunti 2.350 euro per il pagamento delle spese processuali a conti fatti dunque viene da chiedersi di chi è la colpa del segretario comunale o dell allora sindaco giuseppe mochi la domanda di pura natura etica si pone poiché proprio in questi giorni l ex sindaco si è espresso duramente sulla decisione di demansionamento di alcuni dipendenti comunali non si tratta di una corretta gestione di razionalizzazione dei dipendenti secondo mochi ma di un atto di arroganza nei loro confronti attualmente sono in servizio solo 37 dei 90 dipendenti previsti se a questo si aggiunge il blocco delle assunzioni e le restrizioni delle ultime finanziarie per mochi è chiaro come questa manovra sia un colpo durissimo alla forza lavoro amministrativa del comune e prende come esempio il decadimento delle prestazioni dello sportello uma prima efficientissimo e invidiato dagli altri comuni ora lento e inadeguato tombolillo dal canto suo risponde che lo spostamento è stato reso necessario dall atteggiamento di alcuni dei dipendenti in oggetto che si sono rivelati maleducati e indisciplinati dalle parole del sindaco si evince che i dipendenti coinvolti sono soliti venir meno ai loro impegni lavorativi chiedono diritti ma i loro doveri dove sono domanda lapidariamente il sindaco chiusura sep cosa succede adesso di roberto tartaglia dallo scorso 3 ottobre il centro di compostaggio sep è chiuso temporaneamente ma pur sempre chiuso questo inizia a destare forti preoccupazioni in paese a partire proprio dall assessore all ambiente battisti senza un centro di compostaggio infatti si rischia il blocco del servizio di differenziata non avendo pontinia un alternativa all azienda di mazzocchio l attuale chiusura della sep non è la prima ce ne sono state diverse nei tempi addietro già nel 2010 ad esempio venne chiusa a seguito di controlli eseguiti dall arpa lazio che riscontrò dei parametri superiori al consentito di sostanze tossiche nelle falde acquifere sotterranee la società dunque non può più proseguire il suo lavoro di trattamento degli scarti organici trasformati poi in compost i comuni che si servivano della sep sono di versi il problema come accennato è che pontinia non ha un alternativa e ci si chiede se nel corso degli anni le chiusure sono state diverse e sempre per gli stessi motivi superamento dei parametri di inquinamento emissione di miasmi insopportabili come mai non si è pensato di correre ai ripari prima e ora a parte piangere sul latte versato cosa si farà 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 bassiano il consiglio adotta il nuovo prg di domiziana tosatti dopo una lunga discussione durata sette anni il consiglio comunale di bassiano nella seduta del 6 ottobre ha approvato con il voto compatto e favorevole della maggioranza e l astensione delle minoranze il piano regolatore generale contenente anche provvedimenti del piano casa regionale ora ci sarà la pubblicazione presso l albo pretorio comunale nel corso della quale sarà possibile presentare delle osservazioni al termine della pubblicazione si tornerà in consiglio per l approvazione definitiva dello strumento urbanistico che sarà a quel punto inviato alla regione si tratta di un piano ha spiegato domenico guidi delegato all urbanistica che tutela l ambiente ed il territorio poiché diversamente dalle previsioni della precedente variante non prevede nuove edificazioni se non quelle popolari e sana le cubature esistenti così da dare applicazione al nuovo piano casa della regione lazio al fine di giungere a tale la discussione è durata sette anni strumento urbanistico sono state ascoltate le necessità dei cittadini degli imprenditori della cooperazione sociale nelle diverse assemblee pubbliche indette sin dalla precedente amministrazione avvisati il prg deve garantire una città attrattiva vivibile ed efficiente dando la possibilità alle giovani coppie di costruire casa agli imprenditori di investire così come anche agli artigiani con l avvio delle botteghe del borgo con gli spazi dedicati alle mostre al mercato di antiquariato ed ai prodotti tipici il piano prevede poi dei grandi sforzi per le strutture ricettive e produttive esistenti quali il campeggio i due prosciuttifici le cooperative di produzione di selvaggina e forte sarà la spinta `verso le attività delle imprese artigianali ed edili mondore@le a colori su www.onirikaedizioni.it più che un piano regolatore è una sanatoria di domiziana tosatti una `sanatoria più che un piano regolatore che di fatto sposta lo sviluppo del paese ai piedi del monte semprevisa nelle zone la cornetta prato del principe pozzo nuovo e mattonata `creando peraltro un importante impatto ambientale tale è secondo il consigliere comunale fabrizio velardi del popolo della libertà il prg adottato dal consiglio comunale di bassiano nell ultima convocazione un prg che tende a sanare piuttosto che a regolare e che garantisce peraltro uno sviluppo non equilibrato e a fortissimo impatto ambiental a tale proposito ci si domanda se quanto previsto è conforme ai dettami del 8 ma velardi non condivide la scelta piano territoriale paesaggistico regionale del 2009 non odvrebbe essere la zona della semprevisa ad ospitare la cittadille sportiva né le strutture alberghiere che al contrario dovrebbero sorgere prossimi al centro urbano in continuità con le ultime costruzioni realizzate questo ha osservato velardiservirebbe a decongestionare la zona semprevisa rendendola fruibile in termini di spazi verdi e di zone pubbliche attrezzate preservando il parco omonimo da opere di cementificazione nel rispetto del piano paesaggistico siamo convinti che il nostro paese abbia bisogno di uno sviluppo più omogeno e che `avvolga il centro storico non creando `disturbo visivo allo stesso modo per velardi sarebbe opportuno dare sviluppo attorno alla nuova strada di circonvallazione questo prg non risponde pienamente agli interessi reali di sviluppo del paese favorendo gli interessi di pochi creando una forte discriminazione sociale e rinviando di decenni le aspettative di onesti cittadini alla luce di ciò il gruppo consiliare del popolo della libertà ha annunciato che presenterà entro 60 giorni dalla pubblicazione all albo pretorio le necessarie osservazioni tecniche che saranno poi discusse nel prossimo consiglio comunale.

[close]

p. 9

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 sermoneta gli uffici comunali si attrezzano per il censimento di domiziana tosatti anche il comune di sermoneta come sta accadendo in altri enti si è messo a disposizioni con i propri uffici e dipendenti per assistere i cittadini nella compilazione dei moduli del censimento generale della popolazione una vera e propria `task force che presterà ogni tipo di supporto totalmente gratuito per i cittadini che sceglieranno di compilare il questionario online sulla pagina troveranno una password che consentirà di accedere al sito hiperlinf http censimentopopolazione.istat.it censimentopopolazione.istat.it che sarà attivo dal 9 ottobre data ufficiale di inizio censimento sul sito sarà possibile comunicare in tutta facilità i dati relativi alle proprie famiglie al termine della compilazione si riceverà una ricevuta che attesterà l invio dei documenti in alternativa si può scegliere di compilare la modulistica cartacea ricevuta a casa e poi riconsegnarla entro il 20 novembre in qualsiasi ufficio comunale o presso il proprio comune di residenza a sermoneta il comune ha allestito centri di raccolta presso l ufficio anagrafe e stato civile del palazzo municipale di via della valle nel centro storico e presso lo sportello decentrato dell anagrafe del centro civico di monticchio che sarà aperto tutti i lunedì mercoledì e venerdì dalle 15.30 alle 19.30 i dati raccolti saranno utili per cogliere i cambiamenti in atto nel paese e orientare le politiche economiche sociali ed ambientali per consentire la compilazione online anche a chi non ha il collegamento internet il comune appronterà alcune postazioni internet nel centro di raccolta comunale portando con sé il proprio questionario hanno detto il sindaco giuseppina giovannoli e l assessore ai servizi demografici mauro lorenzo mariotti lo si potrà compilare sul web con l assistenza di operatori e importantehanno sollecitato i due amministratori che tutti i cittadini partecipino al censimento per disegnare l italia di domani norma cinquanta anni di scuola media di domiziana tosatti cinquant anni fa norma ebbe la sua prima scuola media si è festeggiato nei giorni scorsi l anniversario dell istituto don mauro cassoni ed all iniziativa organizzata e promossa dall assessorato alla pubblica istruzione guidato da nadia dell omo hanno preso parte quasi tutti i primi studenti del 1961 una giornata ricca di eventi e di grande valore in cui si sono ricordati con alunni ed insegnanti dell epoca i primi anni di quella che all inizio fu una scuola di formazione ed avviamento professionale le tappe sono state ripercorse grazie ad un video realizzato dal musicista luca viani in un tuffo indietro colorato di nostalgia e affetto con commozione gli alunni ed i professori di cinquant anni fa hanno raccontato agli studenti di oggi la scuola di ieri ad aprire la manifestazione è stato l assessore nadia dell omo mentre la conduzione è stata poi affidata all insegnante katia san paolesi sono state premiate due maestre dell epoca ed il sindaco mancini ha rivolto un tributo a norberto cocchioni che in qualità di assessore all istruzione lottò per l istituzione della prima scuola media del paese lepino a chiudere l evento è stata l assegnazione delle borse di studio agli studenti ritenuti particolarmente meritevoli sette gli alunni premiati caterina cappelletti alessandro onnelli marina colasanti marta guarnacci vincenzo de mei luca mattei martina tessitori 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 priverno la giunta macci perde i pezzi si è dimesso l assessore silvagni di mario giorgi sarebbe stato facile sparare un titolone a caratteri cubitali e scrivere un pezzo ad effetto in cui si affermava che il blitz antiassenteismo dei carabinieri di priverno al palazzo comunale del centro collinare lepino dell altra settimana aveva prodotto i suoi effetti l assessore denunciato per falso ideologico si è dimesso e giù con considerazioni di natura giuridica politica e chi più ne ha più ne metta ma non è nelle corde di questo giornale per cui ci limiteremo a raccontare e quindi ad informare i nostri lettori su quanto sta accadendo punto e basta ed allora abbiamo deciso di cominciare così questa corrispondenza ci sono novità in seno alla giunta municipale e al consiglio comunale di priverno nel senso che nei due consessi si registra qualche discontinuità con il passato più recente ed in uno di essi consiglio comunale ci sarà addirittura una new entry cominciamo ­ a conferma di quanto detto in apertura ­ proprio dalla massima assise cittadina un consigliere comunale di minoranza eletto nel 2008 nella lista di centrosinistra capeggiata da domenico antonio sulpizi si dimetterà per assumere un incarico superiore l altra vicenda quella relativa alla giunta municipale è legata a motivi di opportunità politica un assessore infatti lunedì scorso ha riconsegnato le deleghe al sindaco umberto macci per vicende legate proprio a quel blitz antiassenteismo dei carabinieri della settimana scorsa consiglio comunale il consigliere in questione è francesco aversa vecchio esponente democristiano poi ppi quindi margherita di cui è stato anche assessore comunale consigliere provinciale e membro della segreteria regionale oggi autorevole rappresentante del partito democratico stando a voci di corridoio ma pare decisamente fondate tra una decina di giorni ­ forse meno ­ si dimetterà da consigliere comunale per entrare a far parte del consiglio di amministrazione dell ater ex istituto autonomo delle case popolari di latina un bell incarico non c è che dire al suo posto dovrebbe entrare il primo dei non eletti quel pierantonio palluzzi reduce dal brillante successo alle regionali del 2010 con la lista bonino ma che all interno del pd non sembra mai aver avuto vita molto facile giunta municipale l assessore dimissionario è bruno silvagni ex alleanza nazionale poi pdl comunque sempre fedele alla linea macci in un comunicato dell ufficio stampa del comune lepino breve quanto formale diffuso alle ore 13:20 di lunedì 10 ottobre si legge testualmente con una nota indirizzata al sindaco questa mattina bruno silvagni l assessore in questione ndr ha rimesso le deleghe che gli erano state conferite ritenendo opportuno alla luce degli ultimi avvenimenti sospendersi dall incarico di assessore 10 `ringrazio bruno silvagni ­ ha dichiarato il primo cittadino umberto macci subito dopo aver ricevuto la comunicazione ­ per la sensibilità dimostrata nei confronti dell amministrazione alla quale in tutto questo tempo ha dimostrato di tenere in modo viscerale conosco il suo impegno il suo attivismo è stato sempre volto a cercare di fare e dare il meglio mi auguro ­ e sono sicuro ­ che possa chiarire in tempi brevissimi la sua posizione a tal riguardo non si procederà ad una sostituzione della sua delega assessorile ma si attenderanno gli sviluppi della vicenda silvagni si è trovato purtroppo a dover gestire una situazione molto difficile all interno dell ufficio tecnico comunale per cui a lui va nuovamente il mio ringraziamento per quanto ha fatto e la conferma della fiducia insomma silvagni se ne va tra i ringraziamenti e la fiducia del sindaco almeno per adesso ma pronto a rientrare lo abbiamo sentito al telefono ci ha detto che le cose non stano come sembrano al magistrato chiarirà tutto anche la storia della firma su un brogliaccio attivo solo per sua memoria e non certo documento ufficiale e probabile sarà comunque il magistrato dal quale silvagni vorrebbe essere ascoltato in tempi brevi a stabilire il giusto iter della vicenda in ogni caso l amministrazione macci già nell occhio del ciclone per una serie di decisioni amministrative non aveva certamente bisogno di finire ancora una volta sotto i riflettori della polemica politica.

[close]

p. 11

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 priverno un convegno di volontariato associazioni a confronto di mario giorgi presso la sala delle cerimonie del palazzo comunale di priverno si è tenuto il convegno organizzato dal popolo della libertà del centro collinare lepino in collaborazione con l associazione insieme onlus l i.s.s.a.s onlus centro nazionale di mediazione genitoriale ed il club alcologico territoriale cogli l attimo dal titolo assistenza volontariato associazionismo numerosi i relatori intervenuti per il pdl angelo perfili fabio martellucci matteo d arcangeli enrico de angelis il consigliere regionale gina cetrone e fabio bianchi per le associazioni alessandro miccinilli agnese gizzi luigi sulpizi maria assunta andreocci e giacinta di legge come è facilmente riscontrabile leggendo i nomi degli intervenuti ­ ci ha dichiarato matteo d arcangeli abbiamo voluto rendere partecipe e protagonista dell iniziativa solamente la classe dirigente locale politica e del mondo delle associazioni potevamo far presenziare ministri o presidenti tuttavia riteniamo non più procrastinabile l esigenza che la classe dirigente di questa città torni ad assaporare il gusto del confronto e del dibattito sui grandi temi politici ed amministrativi che il territorio ci sottopone senza nomi di richiamo quindi ma con grande entusiasmo e passione ­ ha sottolineato d arcangeli abbiamo voluto accendere i riflettori della discussione su un tema quello dell assistenza sociale dell associazionismo e del volontariato che riteniamo centrale e strategico in un contesto socio-economico difficile quale quello che viviamo con l entrata in crisi dello stato sociale e quindi con un sistema pubblico spesso in difficoltà nel dare risposte ai bisogni sociali dei cittadini il mondo delle associazioni e del volontariato ormai ogni giorno di più si affianca al sistema di assistenza pubblica garantendone efficacia e funzionalità dopo aver analizzato in maniera analitica il quadro normativo che disciplina il terzo settore dopo aver fotografato l offerta di assistenza sociale nella nostra città le associazioni presenti hanno raccontato la loro quotidiana esperienza di volontariato nel territorio privernate e non solo dal dibattito e dal confronto sono scaturiti interessanti spunti di riflessione e proposte concrete quali nuove forme di assistenza e servizi che le associazioni insieme all ente locale potrebbero gestire l istituzione di una consulta delle associazioni e concrete forme di sinergia tra le associazioni stesse di marco martelletta cacciatori ecologisti veri tonnellate di rifiuti quantificabili in quattro container stracolmi di immondizia di ogni tipo questo sinteticamente l esito delle quattro giornate ecologiche organizzate dall azienda faunistico venatoria afv di priverno in collaborazione il comune e grazie anche ad un contributo ottenuto dall ente dietro interessamento dell on ceccacci due giornate a settembre due giornate ad ottobre risultato da un lato una grande partecipazione non solo da parte dei cacciatori circa cento i quali hanno contribuito alla buona riuscita dell iniziativa impiegando anche mezzi propri quali trattori escavatori pale meccaniche ma anche delle scuole e di altre associazioni locali come la protezione civile e l associazione nazionale carabinieri che hanno preso parte ad alcune delle giornate dall altro una marea di rifiuti alcuni dei quali anche molto dannosi la lista sarebbe troppo lunga ma per rendere solo un idea di quello che è stato raccolto nel corso dei quattro appuntamenti dedicati alla pulizia dei boschi basta citare qualche esempio quantità indefinite di pneumatici televisioni divani sedie canne fumarie pezzi di autovetture persino un incubatrice ed eternit sono state bonificate diverse zone del comprensorio comunale ceriara san martino boschetto ma anche gricilli maccalè e tante altre per un totale di 1380 ettari di terreno un impegno quello profuso nell organizzazione dell iniziativa che ha sortito l effetto desiderato poiché l opera di sensibilizzazione inaugurata con le quattro giornate ecologiche non rimarrà un caso isolato lo prospetta il presidente dall afv giovanni di legge il quale si è dichiarato molto soddisfatto l esito molto positivo dell iniziativa ­ afferma di legge ­ ci spinge a pensare di poter organizzare nuovamente con buone probabilità al termine della stagione venatoria una seconda tranche di bonifica e pulizia dei boschi questa esperienza ha anche dimostrato come i cacciatori diversamente da quanto l opinione pubblica spesso crede classificandoli solo come coloro che uccidono e deturpano in realtà si siano dimostrati persone molto sensibili ad una problematica di grande portata come la cura e il rispetto dell ambiente 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 maenza gli assessori non sono tutti uguali di luca morazzano non è ancora arrivata alla metà del suo mandato la giunta mastracci bis ma le polemiche sui suoi componenti iniziano a venir fuori non mancano negli ambienti politici del paese commenti riguardanti gli assessori a proposito delle deleghe cambiate e scambiate con il sindaco di loreto polidoro lavori pubblici e bilancio oppure sulle dimissioni di mario iagnocco che con il passare dei mesi ha vissuto un progressivo defilamento le assenze in sede di giunta parlano da sole controversie fino ad arrivare alla rinuncia alla delega che però ad oggi non risulta ancora ufficializzata ci sono discorsi intorno a chi assessore lo sarebbe potuto essere in base ai numeri riportati durante la tornata elettorale rosalba napoleoni seconda assoluta tra le preferenze raccolte dietro solo ad antonio cimini ma che dalle deleghe assessorili è stata esentata per motivi che esulano dalla logica dei più soprattutto considerando che alle porte del giro di boa di metà mandato anche il nodo dell esperienza di vita politica della suddetta dovrebbe essere ormai sciolto a fronte di situazioni particolari in un senso ce n è però una che si segnala in senso opposto nel chiacchiericcio comune ed è quella riguardante i meriti e le capacità dell assessore alle attività produttive agricoltura e ambiente giuseppe olivieri che manco a farlo a posta è poi l unico della squadra a non essere residente e non lo era nemmeno al momento delle elezioni a maenza olivieri è infatti di sora ma non è questo il punto che ha scatenato recentemente la polemica bensì il fatto dei rimborsi percepiti dallo stesso proprio in virtù delle sua residenza extra maentina dal 1 aprile 2009 al 13 agosto 2010 ha ricevuto una cifra di circa 3.600 tremilaseicento euro a titolo di rimborso di spese viaggio dello stesso assessore che ne aveva presentato richiesta in quanto residente a sora tralasciando la curiosità del documento datato 19 settembre 2011 e protocollato al numero 4411 n 587 del registro unico delle determinazioni che assegna all assessore giuseppe olivieri le deleghe alle attività produttive e allo sport mentre questa in quel periodo avrebbe dovuto essere ascritta a mario iagnocco la considerazione che scaturisce è quanto risulti decisivo ed incidente l apporto dello stesso olivieri per la giunta mastracci soprattutto in considerazione di altre polemiche innescate suo malgrado dallo stesso assessore nel corso dei mesi la più fragorosa senza dubbio è quella legata ai lavori al campo sportivo cacciotti di cui lo stesso olivieri si era fatto vanto in campagna elettorale con la promessa dell arrivo di fondi per 100mila euro poi effettivamente giunti ed impiegati per i suddetti e famigerati lavori altra polemica riguardante olivieri è stata quella legata al fantomatico centro commerciale naturale mai realizzato e all opportunità di legare maenza ad un progetto decisamente anacronistico rispetto ad una situazione reale del paese distante anni luce dai canoni necessari a portare a compimento l opera se ciò non bastasse ci fu anche la vicenda degli anziani maentini residenti nelle rsa specialmente le considerazioni nascono alla luce dei voti riscontrati dallo stesso olivieri in occasione della tornata elettorale del giugno 2009 circa sessanta ex equo con un altro candidato cui venne preferito per l accesso in consiglio per motivi anagrafici e che agli occhi di molti non lo rendono politicamente indispensabile cercasi due volontari antincendio di luca morazzano in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo ogni occasione lavorativa retribuita è una possibilità d oro per i giovani per questo merita grande attenzione l offerta promulgata da spes ed ec maenza che riguarda l assunzione per servizio civile di due unità di che si tratta spes è un centro di servizio per il volontariato istituito con la legge 266 del 1991 che promuove e sostiene il volontariato offrendo assistenza e servizi gratuiti e presente in tutto il lazio con una rete di sportelli e di case del volontariato anche se sui monti lepini non è così radicata ndr l associazione ec presidio intercomunale di maenza opera nel territorio comunale e nei comuni limitrofi dal 1985 ispirandosi al principio della tutela e del rispetto delle risorse ambientali in sinergia spes ec ec maenza cercano due giovani tra i 18 e i 29 anni 12 non compiuti da impiegare nel progetto più veloci del fuoco che si pone l obiettivo di ridurre il fenomeno degli incendi boschivi nel territorio della regione lazio e di incrementare l attività di monitoraggio e salvaguardia dell ambiente i giovani saranno impegnati per 5 giorni a settimana per complessive 1400 ore annue per un impegno di 30 ore settimanali retribuito con 433 euro mensili per informazioni ci si può rivolgere presso la sede dell ec maenza in via madonna delle grazie telefono 0773.1870568 oppure cercare i recapiti telematici volontariato.lazio.it o spes.lazio.it su internet la consegna delle domande moduli reperibili on line va effettuata presso il centro spes di latina presso la casa del volontariato del capoluogo in viale nervi presso la torre 5 dei gigli del centro commerciale latina fiori.

[close]

p. 13

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 maenza salvate via le rose strada al limite e ci passa anche lo scuolabus di luca morazzano un problema purtroppo diffuso quello di strade comunali non primarie ridotte a colabrodo da mancanza di manutenzione dall incuria e dal semplice trascorrere del tempo un problema come detto molto diffuso e che vista la penuria di fondi a disposizione diventa anche di difficile soluzione maenza non fa eccezione ma vista la situazione in questione dopo farneto e monte acuto non possiamo esimerci di riferire della condizione viaria in contrada le rose sicuramente non è una delle vie più trafficate del paese ma sia per la presenza di una ventina di abitazioni sia per le vaste coltivazioni di olivi sia per la vicinanza al centro abitato che la rende luogo ideale per gli appassionati del footing via le rose a maenza può vantare un traffico veicolare non indifferente peccato però che le condizioni della sede stradale sono tutt altro che accettabili basta imboccare la strada all incrocio con via dante alighieri la via principale di accesso al paese oppure dalla parte del campo vecchio verso monte acuto e percorrere in entrambi i sensi poche centinaia di metri e accorgersi di uno stato di viabilità a dir poco compromesso quello che meraviglia è che proprio perché nella bella stagione diventa per molti il teatro di corsette ed esercizi fisici nessuno tra gli amministratori si sia preso la premura di spostare in alto nella lista delle priorità l asfaltatura di tale tratto stradale più di qualche abitante della zona ha provato a sollecitare verbalmente gli amministratori in carica e lo stesso hanno fatto i proprietari degli uliveti che con la maturazione ormai prossima delle olive anche quest anno si troveranno a fronteggiare un percorso stradale che ad un certo punto somiglia a quello di un rally altrettante perplessità vengono dettate da un altro paio di constatazioni la prima riguarda lo scuolabus che ogni mattina si inerpica per il suddetto tragitto per andare a prendere dei bambini che ci abitano mettendo a repentaglio non solo le meccaniche del mezzo problema comune a quello delle vetture dei residenti ma anche la sicurezza stessa dei trasportati visto che sfidiamo chiunque a sostenere la piena efficienza di una via ridotta nelle condizioni apprezzabili nella foto annessa la seconda riguarda invece il malcostume generalizzato di qualche idiota che ha deciso di trasformare le poche zone in cui la sede stradale si allarga un pochino in discariche fai da te che rischiano di compromettere ulteriormente il paesaggio senza contare il il fatto che una via migliore in caso di incendio che anche quest anno non sono stati pochi permetterebbe interventi più celeri ed efficaci a vigili del fuoco e protezione civile eurisco edizioni presenta il castello di maenza e san tommaso d aquino un opera di alessandro pucci seconda ristampa e per la prima volta tradotta anche in inglese presto disponibile su www.euriscoedizioni.it 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 108 14 ottobre 2011 cultura musica live e dintorni di paola bernasconi anche questo fine settimana è arrivato e la domanda martellante assilla i giovani e pimpanti lettori di mondore@le ma anche i non giovani e i poco pimpanti che si fa stasera e allora eccoci di nuovo qui a darvi spunti per serate di tutti i generi partiamo anche stavolta dalla sempre attraente musica live se questa sera parliamo di venerdì non avete impegni e adorate i rush allora el paso pub è quello che fa per voi una tribute band della storica rock band canadese i villa sfrangiata si esibiranno dalle 22 in poi siete totalmente ed inesorabilmente poco interessati a questo genere di musica e preferite invece bach tchaikovsky o vivaldi allora trovatevi alle 20.45 nella chiesa arcipretale di san michele arcangelo ad aprilia daniel pandolfo si esibirà il concerto rientra nella rassegna ottobre organistico apriliano 2011 un altra tribute band alla cantinaccia guinnes pub di giulianello di cori preparatevi ad ascoltare the alchemists che faranno risuonare le note dei dire straits inizio alle 21.30 e così il venerdì è andato per sabato sera mondore@le vi segnala altre due cover band sempre alla cantinaccia è la volta dei burning bright che rievocheranno i suoni psichedelici dei doors mentre al jacarè via pontinia 8 a latina i masterplan terranno banco con le canzoni dei britannici oasis per domenica ci manteniamo soft se volete ritornare a giulianello di cori potrete sentire la tribut band niente da capire che rende omaggio al cantautore francesco de gregori siamo arrivati a lunedì la sera si sta a casa per riprendersi dallo shock da inizio settimana gli appassionati di musica potranno tornare a soddisfarsi giovedì due i concerti in zona presso l irish pub doolin in via adua latina vincenzo bencini mentre el paso pub propone joe rapolla the backstreets buona musica a tutti un tuffo nel passato la battaglia di lepanto ultimo week end di rievocazione di paola bernasconi chiesa ancora oggi c è lì è sepolto il comandante e ogni anno la cittadinanza ricorda questo affascinante episodio attraverso questa rievocazione in costumi d epoca che riporta tutti indietro nel tempo organizzata dall amministrazione comunale in collaborazione con la pro loco e l associazione festeggiamenti del centro storico l evento ha visto già la sfilata dei soldati vittoriosi che ritornano dalla battaglia con il duca onorato in testa che riabbraccia la sua sposa agnesina colonna per sabato 15 è previsto invece il viaggio in musica lepanto sermoneta insieme a mimmo battista del gruppo sermoneta nova reginaldo falconi e massimo gentile appuntamento nella chiesa di san giuseppe gran finale domenica con il palio madonna della vittoria la gara equestre che si terrà tra i cinque rioni del centro storico borgo castello portella torrenuovo e valle il vincitore sarà festeggiato al belvedere con canti balli ed esibizioni degli sbandieratori ducato caetani di sermoneta e lo spettacolo i fuochi di veda la novità sperimentale di questa edizione ­ spiegano il sindaco giuseppina giovannoli ed il delegato al turismo luigi torelli ­ sarà rinascimento a tavola presso i ristoranti del centro storico che hanno aderito alla iniziativa e che presenteranno agli ospiti menù a prezzi calmierati a base di prodotti tipici locali di qualità che vanno sostenuti come vero motore di sviluppo locale un viaggio nel tempo combattimenti costumi d epoca tutto in un fine settimana È possibile iniziata sabato scorso in questo week-end vedrà il gran finale la rievocazione storica della battaglia di lepanto che come ogni anno anima le strade di sermoneta si torna al 1571 a cinque secoli fa a quando l impero ottomano teneva in pugno i popoli del mediterraneo a ciò cercò di ribellarsi papa pio v che costituì una lega composta da navi genovesi veneziane spagnole pontificie e savoiarde comandata da don giovanni d austria la flotta affrontò sconfiggendolo il nemico turco e in tutto questo sermoneta dov è È lì nella persona di onorato iv caetani precisamente sulla nave grifone con il titolo di comandante generale della fanteria pontificia e nel corpo di altri soldati sermonetani proprio durante la battaglia onorato fece un voto in caso di vittoria avrebbe fatto costruire una chiesa in onore della vergine maria così fu la 14

[close]

p. 15

mondore@le numero 43 5 febbraio 2010 cultura consigli per uscire in giro in cerca di mostre di paola bernasconi no non abbiamo dimenticato nessuno anche gli di marco martelletta appassionati di arte avranno i loro consigli per questa settimana iniziamo con mad musica arte degustazione che presenta mad friuli espone giovanni di macco ad ingresso libero presso il bar friuli di latina sarà visibile fino al 23 ottobre presso il circo arci hemingway in piazza moro 36 a latina gestito dall associazione culturale samcro è stata invece inaugurata sabato scorso una mostra che resterà aperta fino all 8 novembre protagonisti due grandi storie edite dalla locale casa editrice tunué rughe di paco roca e octave di chauvel alfred walter due graphic novel che hanno ricevuto tantissimi premi importanti delle quali potrete vedere le tavole originali approfittate di questa mostra per poi leggere queste bellissime storie la prima delicata e profonda narra di emilio un anziano colpito dall alzheimer la seconda parla invece di un bambino che nonostante il suo odio per il mare riesce a soccorrere chi ne ha bisogno come un pinguino che si è perso oppure una balena in pericolo amiamo forse altro che il bello e cos è il bello che cos è la bellezza che cos è che ci attrae e ci concilia con le cose che amiamo se non ci fosse in essa armonia e bellezza cioè dio non ne saremmo attratti questo il tema invece di chi l arte vuole provare a farla e non solo guardarla la comunità dei padri agostiniani la fraternità agostiniana e il comitato culturale della parrocchia di s rita di latina hanno infatti indetto una esposizione d arte collettiva a cui tutti possono partecipare sviluppando questa frase tratta dalla confessioni di sant agostino avete tempo fino a venerdì 21 ottobre per informazioni contattate claudio al numero 3357739931 o padre marco al 3383083380 la mostra con i lavori scelti verrà inaugurata sabato 29 ottobre presso la parrocchia di s rita e resterà aperta fino a domenica 13 novembre gli appassionati di collezionismo non potranno invece perdere l appuntamento ormai storico a piana delle orme borgo faiti con la mostra mercato collezionismo storico e militaria che si terrà domenica anche qui l ingresso è gratuito e dopo musica arte storia e mostre non dimentichiamo neanche i lettori più agguerriti quelli in cerca di una presentazione restate calmi e aspettate ce n è anche per voi lunedì 17 e mercoledì 19 la libreria la feltrinelli di latina vi propone due incontri con gli autori entrambi con inizio alle 18 e ad ingresso libero il primo libro che verrà presentato è il figlio del calzolaio edizioni selene sarà presente l autore cesare bove che verrà introdotto da sandro trani e antonio polselli mercoledì è invece la volta del romanzo pronto soccorso del cantante edizioni bastogi presenteranno gli autori marco napoli e paola scimmi tutti al circo di roberto tartaglia ha avuto luogo ieri 13 ottobre nel consueto tendone allestito nel parcheggio del mercato settimanale l atteso debutto della tredicesima edizione del festival internazionale del circo città di latina anche quest anno il cast è ricchissimo 24 numeri in competizione 15 nazioni rappresentate 4 guest star l evento verrà presentato per la prima volta in più lingue a condurre i giochi sarà l inedita coppia natascha berg ­ andrea giachi semplicemente spettacolare è il motto che il festival internazionale del circo città di latina ha adottato da alcuni anni e a giudicare dal cast di questa tredicesima edizione nessun altro motto potrebbe risultare più adatto come sempre gli artisti saranno suddivisi in due gruppi che costituiranno i due diversi spettacoli di selezione del festival spettacolo a e spettacolo b durante gli spettacoli di selezione la giuria tecnica internazionale individuerà i numeri da ammettere alla finale che si svolgerà lunedì 17 ottobre domenica 16 ottobre inoltre il festival internazionale del circo città di latina diventa il punto di incontro per tutti i fan delle arti circensi collezionisti fotografi addetti ai lavori semplici appassionati e sostenitori avranno modo di incontrarsi dal mattino alle ore 9.00 per vivere una giornata all insegna del grande circo l associazione circusfans italia infatti in collaborazione con l associazione culturale giulio montico propone la prima edizione di latina circus festival fans una giornata evento dedicata a coloro che amano il circo in tutte le sue forme per comprendere bene l importanza di questa manifestazione che da anni dona lustro al nostro territorio occorre gettare un occhio ai numeri che la rappresentano il numero di persone coinvolte tra componente artistica tecnica e della produzione supera le 300 unità circa 2.500 i pernottamenti pianificati dalla produzione e oltre 600 i pasti confezionati e serviti quotidianamente nelle strutture del festival nel rispetto delle differenze culturali che devono essere tenute nella doverosa considerazione anche nell allestimento dei menu le autovetture del festival percorrono in media oltre 10.000 km per i servizi di accompagnamento degli artistii lo scorso anno nei 9 spettacoli realizzati sono stati registrati 9 sold out che corrispondono a circa 15.000 spettatori 15

[close]

Comments

no comments yet