Philasport 85

 

Embed or link this publication

Description

Philasport 85

Popular Pages


p. 1

Editoriale Cari amici, immagino la vostra reazione a questo mio primo messaggio: “Andiamo bene! Come prima cosa il nuovo Presidente ci aumenta la quota associativa!”. È stato un passo indispensabile: il CONI ci dà sempre una mano, ma i costi aumentano e d’altra parte potete notare che i nostri ritmi non rallentano. Vi posso assicurare che le spese “di gestione” del Consiglio Direttivo sono state compresse al limite minimo per assicurare l’immutata funzionalità di tutto il sistema. Nonostante le difficoltà economiche il nostro programma editoriale, che costituisce un punto di forza ineguagliato da parte di tutte le altre associazioni nazionali di filatelia sport≠olimpica, resta su alti livelli, anche come qualità della grafica. In allegato trovate una pubblicazione sulle Finali della “Champions League” ed insieme a ciascuno dei prossimi tre numeri riceverete una nuova pubblicazione: Campionati Mondiali di sci alpino; Campionati Mondiali di sci nordico; Le maglie del museo del Rugby. Dovete convenire che nessun’altra associazione offre una tale dovizia di prezioso materiale che consente a tutti di disporre di una documentazione completa ed aggiornata su tutto lo spettro della filatelia sportiva. Anche quest’anno avremo diverse occasioni di incontro: per ora gli appuntamenti “sicuri” sono MILANOFIL in aprile, VERONAFIL a maggio e ROMAFIL in autunno, tre sedi prestigiose che sono l’ideale per ritrovarci e per tenere i contatti. Non è detto che non possa essere aggiunta qualche altra data: vi terremo informati. In occasione di MILANOFIL celebreremo simbolicamente i vent’anni di fondazione della nostra associazione in una sala non ancora definita (che vi verrà comunicata nella visita che farete al nostro stand). Ci sarà una nostra esposizione rappresentativa e verranno premiati alcuni amici che sono stati protagonisti di questa (per ora) ventennale storia. Vorrei anche presentarvi la nostra “squadra”, cioè il gruppetto che si tiene sulle spalle il peso della conduzione di un’associazione attiva e dinamica come la nostra, compito non facile in un ambiente filatelico che appare un po’ demotivato per l’invecchiamento dei filatelisti e per la mancanza di rinnovi fra i giovani. Noi siamo tra i pochi ad essere in controtendenza: nell’ultimo anno il numero dei nostri Soci non è sceso; anzi, è aumentato di qualche unità. Il vice-Presidente Galeotti, con il suo prestigio e la sua autorevolezza si occupa delle pubbliche relazioni; Calenda, che è anche Presidente del CIFT, è il nostro “jolly”, un vulcano di idee e di suggerimenti; Meco ha il faticoso incarico della preparazione e della spedizione delle nostre pubblicazioni; Di Tucci, l’ultimo arrivato nel gruppo, è stato subito messo sotto: approfittando delle sue esperienze informatiche mi dà un impareggiabile aiuto nella preparazione della rivista. Ho lasciato volutamente per ultimi Polo e Ronsisvalle, due autentici pilastri portanti della nostra struttura, che con la loro esperienza e la loro dedizione mi danno una mano insostituibile per portare avanti il mio incarico. A tutti, anche a nome vostro, mando il mio “Grazie!”: senza il loro oscuro lavoro la baracca non starebbe in piedi! Infine vorrei dare il benvenuto al nuovo Presidente del CONI, Giovanni Malagò, augurandogli “buon lavoro!” nel suo nuovo impegno in questi tempi non facili. Continueremo a dare la nostra collaborazione perchè il CONI possa sempre godere del massimo prestigio, anche in campo internazionale, nel comparto della filatelia sportolimpica. Auguro a tutti un anno sereno e pieno di successi nel nostro piccolo mondo che riesce a farci dimenticare i calamitosi tempi che stiamo vivendo. Un abbraccio dal vostro Presidente PHILA-SPORT - PAG. 1 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 2

100° IAAF di Gianni Galeotti PHILA-SPORT - PAG. 2 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 3

GIOCHI DELLA Va OLIMPIADE: GAMES OF THE Vth OLYMPIAD: "STOCCOLMA 1912" STOCKHOLM 1912" Aneddoti e curiosità sui partecipanti Anecdotes and trivia about participants di Manfred Bergman by PHILA-SPORT - PAG. 3 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 4

PHILA-SPORT - PAG. 4 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 5

PHILA-SPORT - PAG. 5 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 6

PHILA-SPORT - PAG. 6 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 7

PHILA-SPORT - PAG. 7 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 8

PHILA-SPORT - PAG. 8 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 9

De Coubertin di Claudio Gregori PHILA-SPORT - PAG. 9 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 10

ANDRE AGASSI un grande, in tutti i sensi di Valeriano Genovese PHILA-SPORT - PAG. 10 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 11

PHILA-SPORT - PAG. 11 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 12

Aggiornamento n 7 dell'annuario UICOS 2010 Nuovi Soci Giorgio LECCESE Viale Magna Grecia, 468 74121 TARANTO Cell. 339 8514314 e-mail: g.leccese@dieproofs.it Colleziona: Prove e saggi di area Francese, tema aviazione, pesci, navi, conchiglie. Prove e saggi non adottati di Francia, Monaco, Algeria, Marocco, Tunisia. PHILA-SPORT - PAG. 12 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 13

Sorrisi sport olimpici PHILA-SPORT - PAG. 13 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 14

Alberto Juantorena: il campione tra i libri a Navazzo di Gianni Galeotti PHILA-SPORT - PAG. 14 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

p. 15

VIII Giochi Olimpici di "Parigi 1924": Giorgio Leccese PROVE non adottate tecipazione, mentre solo 80 Nazioni confermarono la loro adesione). Per tornare alla serie dei 4 francobolli emessi dalla Francia con tecnica tipografica per le Olimpiadi di Parigi del 1924 (Yvert 183/186), ritengo che sia stato scritto e detto di tutto e di più nel corso di quasi un secolo; quello che invece in questa sede io voglio sottolineare, è proprio l’aspetto relativo al “backstage”, il “dietro le quinte” che riguarda questa bella e celebre emissione. Infatti, la serie così come tutti la conoscono, è stata oggetto “in corso d’opera” di alcuni ripensamenti Ho conosciuto Giorgio Leccese nel corso del- ma anche di alcune prove dimostrative (fig. 1): l’ultima “Romafil” dello scorso ottobre e sono rimasto molto sorpreso delle sue conoscenze in 1 quel particolare settore della filatelia che sono le “Prove” in generale e quelle di Francia e dei paesi francofoni in particolare. Naturalmente il discorso si è subito indirizzato nel campo “sport-olimpico” e mi sono immediatamente reso conto che potevo “approfittare” di queste sue conoscenze per metterle a disposizione dei soci dell’UICOS e di tutti i lettori di “Phila-Sport”. Sono sicuro che questo suo primo articolo sarà molto apprezzato e, visto che Giorgio è divenuto in questo ultimo caso, mi riferisco a una nota stamperia pri- nel frattempo socio dell’UICOS, sono altrettanto vata di Parigi che volle dare una dimostrazione alle Autorità sicuro che la sua collaborazione continuerà, lo postali circa le proprie possibilità di stampa con la tecnica spero, per molto tempo. che i francesi definiscono héliogravure (ricordo che il primo Maurizio Tecardi francobollo ufficiale francese stampato con questa tecnica appare solo il 25 aprile del 1931 (Yvert 274) in occasione È con grande piacere che accolgo l’invito del presidente ono- dell’Esposizione Coloniale Internazionale di Parigi) (fig. 2). rario Maurizio Tecardi a presentare un breve articolo sui VIII Giochi Olimpici tenutisi a Parigi nell’ormai lontano 1924. 2 Molti di voi non mi conoscono, ma il mio interesse pressoché esclusivo in campo filatelico è costituito dalle Prove e Saggi di Francia e Area francese (Principato di Monaco, DOM, TOM ed ex Colonie e Possedimenti): in particolare mi dedico allo studio e alla divulgazione (oltre che alla collezione) delle Prove “Non Adottate”, cioè di quelle prove che, per motivi molto diversi tra loro, hanno visto interrompere in toto il loro iter verso l’emissione di un francobollo, oppure hanno visto un cambiamento in corso d’opera (nel valore di facciale, in un’iscrizione, nel soggetto rappresentato, nella sovrastampa, nel metodo di stampa utilizzato, ecc.) e delle Prove dei francobolli non emessi. Ciò premesso, limitatamente al campo di cui mi occupo, vi anticipo che sono veramente limitati i Del medesimo foglietto, oltre al viola (fig. 1), sono noti diversi colori: azzurro (fig. 3), rosa-lilla (fig. 4), grigio (fig. 5), marrone (fig. 6); esso è costituito da due file orizzontali di vignette, 7 in totale (4 più piccole in alto e 3 più grandi in basso), delle quali solo una si riferisce al tema olimpico (in basso a sinistra, fig. 7)), riprendendo e modificando in alcuni dettagli il francobollo da 30 c. (Yvert 185) (fig. 8). casi di emissioni filateliche per i Giochi Olimpici che hanno visto tale interruzione o variazione dell’iter realizzativo. Oltre 3 al caso, certamente più noto, delle Olimpiadi di Parigi del 1924, esistono altri due esempi in questo ambito, dei quali vi parlerò, se mi sarà concesso, in un prossimo articolo: quello dell’emissione del Principato di Monaco del 1964 per i XVIII Giochi Olimpici di Tokyo e quello dell’emissione di Wallis et Futuna del 1980 per i XXII Giochi Olimpici di Mosca (l’Olim- piade del boicottaggio americano per l’invasione sovietica dell’Afghanistan, in cui ben 65 Paesi rifiutarono la loro par- PHILA-SPORT - PAG. 15 N. 85 GENNAIO/MARZO 2013

[close]

Comments

no comments yet