Guida Festambiente 2017

 

Embed or link this publication

Description

Catalogo ufficiale dell'edizione 2017

Popular Pages


p. 1

INDICE 1 Benvenuti a Festambiente 3 Saluti 5 Economia circolare 21 Dibattiti e conferenze 23 Media Partners 36 Sumer School 38 Economia civile 40 Alimentazione 43 Bottega De(l)gusto 47 Incontri a Tavola 48 Mostre 55 Officina dei Sapori 56 Spazio Benessere 60 La mattina di Festambiente 65 Festambiente in bicicletta 70 Abitare sostenibile 72 Concerti e Spettacoli 73 Notti bianche 80 Città dei Bambini 84 Programma laboratori bambini 86 EcoCampo sport 92 Spettacoli bambini 93 ScienzAmbiente 95 Tramonti nell’Uliveto 101 Clorofilla Film Festival 103 Partecipano a Festambiente 107 Associazioni di volontariato 119 Crediti 121 Patrocini 2017 125 Mappa Festambiente 126 Elenco espositori 127

[close]

p. 2

UN MONDO DOVE LE PERSONE GESTISCONO LE FORESTE IN MANIERA SOSTENIBILE PEFC e Legambiente, insieme per la sostenibilità Tutto il materiale cartaceo per uso quotidiano utilizzato a Festambiente 2017 (carta da fotocopie, carta igienica, rotoli da cucina, fazzoletti, tovaglioli, ecc.) è certificato PEFC, cioè proviene da foreste gestite in maniera sostenibile, attraverso una filiera di trasformazione tracciabile, dal bosco fino al prodotto finito. Queste garanzie sono fornite dalla certificazione forestale PEFC. Che cos’è la certificazione forestale? La certificazione forestale è un meccanismo che si avvale della verifica in campo da parte di organismi di certificazione indipendenti, per garantire che una foresta sia gestita in conformità a degli standard gestionali riconosciuti a livello internazionale basati sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale. La certificazione forestale garantisce anche la tracciabilità dei prodotti forestali e l’uso di un’etichettatura di mercato. PEFC Italia e Legambiente PEFC Italia è una ONG senza fini di lucro che rappresenta il più diffuso schema di certificazione di gestione forestale sostenibile in Italia e nel mondo. E' una certificazione voluta dagli stakeholder del mondo forestale (proprietari, industrie, consumatori, ambientalisti) per promuovere la gestione sostenibile, la legalità e la tracciabilità delle filiere forestali. PEFC è l’acronimo di Programme for Endorsement of Forest Certification schemes che significa Programma per il Riconoscimento di Schemi di Certificazione Forestale. Legambiente è socia del PEFC Italia dal 2014 e rappresenta il mondo ambientalista italiano nel Consiglio d’Amministrazione del PEFC Italia. Per informazioni: www.pefc.it Associazione PEFC Italia – Programme for Endorsement of Forest Certification schemes, Strada dei loggi, 22 - 06135 Perugia t: +39 075.7824825, f: +39 075.5997295, e: info@pefc.it, w: www.pefc.it

[close]

p. 3

Benvenuti a Festambiente 2017 3 BENVENUTI A FESTAMBIENTE 2017 Anche per quest’anno l’Economia civile si conferma strumento trasversale per unire i 12 giorni di Festambiente. In quest’edizione un nuovo spazio all’entrata della festa sarà dedicato all’economia circolare per spiegare come far diventare materia prima per nuovi cicli produttivi tutto ciò che oggi è considerato scarto o rifiuto. Tra le novità del 2017 c’è Festambiente per lo Sport: una serie di appuntamenti sparsi per tutta la festa dove poter praticare attività sportiva, seguire presentazioni di libri dedicati allo sport, vedere documentari a tema. Il tutto legando lo sport a tre filoni tematici: l’integrazione sociale, la sana alimentazione e il fair play. Ricco anche il programma delle presentazioni dei libri, con ben 16 volumi presentati nei vari spazi della festa. Per gli amanti della letteratura ci sono appuntamenti con autori internazionali, nazionali e locali. Entrando alla festa è possibile seguire un percorso ad orari che passa dagli spettacoli teatrali, dalle presentazioni dei libri, dai dibattiti, dalle attività per bambini, dai laboratori, dalle terapie naturali e chiaramente dai concerti. E in più torna Scienzambiente, il festival nel festival per ragazzi dai 6 ai 14 anni, dedicato alla scienza, alla storia, alla tecnologia e all’archeologia giunto quest’anno alla terza edizione. A Festambiente i bambini fino ai 14 anni entrano gratis. Quattro le notti bianche: sabato 5 dedicata ai giovani, giovedì 10 dedicata alla musica, lunedì 14 dedicata alla lettura e martedì 15 grande festa di mezza estate. Info su www.festambiente.it

[close]

p. 4



[close]

p. 5

Saluti SALUTI 5 Dodici giorni da vivere insieme. Dodici giorni per far parte di una comunità responsabile dove l’impegno libera la bellezza. Una comunità certamente di parte. Dalla parte dalla quale dovrebbero stare tutti quelli che si battono per la legalità, per i diritti, per la giustizia sociale, per la pace, per un’ecologia integrata. Una comunità che propone un “nuovo ambientalismo” quella della green society in grado di fare i conti con le sfide del nostro tempo. Per rispondere con un impegno attivo ai drammatici scenari imposti dai cambiamenti climatici con la speranza di un futuro migliore per il pianeta. Camminare per le strade e le piazze di Festambiente, tra le buone pratiche di raccolta differenziata e gli stand sulle rinnovabili, tra i laboratori didattici per i più piccoli, incrociando le tante esperienze dell’economia civile e circolare, gustando i sapori e i saperi del Belpaese ci aiuterà a decidere il nostro futuro e a orientare il nostro impegno. Senza dimenticare la bellezza della musica, delle parole, del teatro e del cinema dove grazie alla presenza di artisti di fama nazionale e internazionale uniremo la dimensione etica con quella estetica. Festambiente è bene comune. Festambiente è felicità. Festambiente è visione e relazioni. Festambiente è curiosità. Buona festa! Angelo Gentili Coordinatore nazionale Festambiente

[close]

p. 6

6 Chiedo una copia omaggio della Nuova Ecologia Offerta riservata ai visitatori di Festambiente Mi chiamo Abito in via/piazza Cap Comune Tel. E-mail Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D. lgs. N. 196/2003 INVIARE IL COUPON COMPILATO A: Editoriale La Nuova Ecologia, Via Salaria 403 - 00199 Roma Info: 06-32120126 – abbonamenti@lanuovaecologia.it Pr Festambiente

[close]

p. 7

Saluti 7 Ritrovarsi ogni estate a Festambiente è un’esperienza corroborante a cui non potrei rinunciare. Qui si respira tutta l’energia del cambiamento già in atto nel Paese. Sto parlando di quella voglia di futuro e di felicità che sta prendendo forma dal basso. Dalle persone che un passo avanti all’immobilità della politica, si spostano, producono, consumano in maniera più equa, sostenibile, giusta. Non si tratta di un modello ideologico di comportamenti e stili di vita, ma di un processo in corso, consistente e in evoluzione irreversibile che ha l’ambiente come centro del proprio orizzonte. I cittadini sanno che la qualità dell’aria, delle acque, la gestione dei rifiuti, del suolo, degli spazi urbani sono elementi centrali per vivere in maniera sana e quindi serena. Sono consapevoli che l’inquinamento non è un effetto collaterale inevitabile ma solo l’espressione di una schiavitù collettiva. Hanno capito che riformare l’Italia in chiave sostenibile significa creare nuove opportunità, nuovi posti di lavoro, nuova ricchezza. E si stanno organizzando. In questi giorni a Festambiente, vogliamo condividere con voi le storie di questa Italia della green society in movimento, di cui questo luogo è una delle tante espressioni da replicare. Festambiente è un laboratorio dove si fa esperienza diretta di sostenibilità, solidarietà, bellezza. Un avamposto di accoglienza di persone e idee, dove c’è un’opportunità per tutti, da costruire insieme, se lo vogliamo. Rossella Muroni Presidente nazionale Legambiente

[close]

p. 8

8

[close]

p. 9

Saluti 9 Il 2017 è un anno importante per Legambiente. Un anno che sembra ricordarci quanto viviamo rapidamente e distrattamente il “cambiamento” che si sta affermando tutt’attorno a noi. Non ci può essere sviluppo, né tanto meno progresso, senza una radicale conversione ecologica delle nostre coscienze. La crisi climatica, che s’impone drammaticamente alle nostre agende, alternando terribili e prolungati periodi di siccità a sempre più frequenti bombe d’acqua, c’interroga in modo ineludibile sul ribaltamento del nostro modello di sviluppo. In vista di un’economia più sobria, più giusta, in una parola: più “civile”. Per questo, è con enorme e rinnovato piacere che saluto la XXIX edizione della nostra Festa, che di questi valori è portatrice autentica, da tanti anni ormai. Concerti e spettacoli di altissimo livello; dibattiti e conferenze di stretta attualità; la prestigiosa summer school sull’economia civile; la multicolore città dei bambini; e tanto buon cibo per tutti i gusti! Insomma, che altro dire ai miei carissimi amici di Rispescia e a voi visitatori, se non augurarvi:  buona Festambiente a tutti! Fausto Ferruzza Presidente Legambiente Toscana

[close]

p. 10

10

[close]

p. 11

Saluti 11 Saluto gli amici di Legambiente, tutti gli organizzatori e i partecipanti alla ventinovesima edizione di “Festambiente”. Turismo, agricoltura, economia verde e,  soprattutto, innovazione: già dai temi al centro di questo vostro appuntamento, si coglie la portata delle sfide che attendono il nostro Paese nel suo percorso di cambiamento in chiave green. Oggi siamo chiamati a ragionare in un’ottica profondamente differente rispetto al passato, accompagnando alla tutela delle nostre risorse naturali, tema prioritario e imprescindibile, lo sviluppo di una nuova economia che  basi sull’ambiente, nelle sue varie declinazioni, i suoi driver di crescita economica ed occupazionale. Possiamo farlo in molti modi e “Festambiente” ne indica diversi, raccontando modelli virtuosi e illustrando esperienze già vincenti. Le prospettive turistiche, ad esempio, in un Paese che ha bellezze uniche al mondo in quanto a paesaggi, mari, montagne e attrazioni ambientali di ogni genere, non può prescindere dalla necessità di aggiungere alla parola turismo l’aggettivo “sostenibile”. Questo richiama a una cura profonda della nostra biodiversità, alla salvaguardia del mare e alla cura del territorio, alla rottura con un passato di scempi ambientali e abusi edilizi, ma anche alla valorizzazione delle ricchezze presenti, a partire da quelle dei nostri Parchi nazionali e delle aree marine protette. Un turismo che possa dirsi sostenibile, insomma, non può limitarsi a tenere chiusi in una teca i suoi beni, ma a farli conoscere, viverli, valorizzarli nel massimo rigore ambientale. Si parla nel vostro evento, anche e giustamente, del rapporto con l’agricoltura: un binomio sempre più evidente e prezioso. La qualità dei prodotti della terra è prova innanzitutto di un ambiente sano ed è premiata dai consumatori consapevoli. Allo stesso tempo, le battaglie storiche del mondo agricolo oggi sono le nostre: dalla lotta agli Ogm e alle sofisticazioni alle misure contro la siccità, fino al grande tema del contrasto al surriscaldamento globale, cui l’agricoltura riesce a contribuire con profitto in Italia meglio che in altri Paesi. Il legame dell’ambiente con l’economia è forse oggi la sfida più affascinante e complessa: perché legare le attività produttive al processo irreversibile della circular economy non significa solo tutelare l’ambiente facendo economia “verde”, ma aprire nuove enormi possibilità di mercato per le aziende che fanno questa scelta. Perché “sviluppo sostenibile” significa consumare meno materie prime, produrre meno rifiuti, avere processi produttivi più efficienti, aiutare la transizione verso la decarbonizzazione. Ciò che facciamo per l’ambiente nell’attività economica diventa allora un vantaggio per tutti: per l’ecosistema, i cittadini, le imprese. In ultimo, l’enorme questione dell’innovazione verde. Dal nostro sforzo nel campo della green economy, della ricerca ambientale in campi strategici quali la gestione dei rifiuti, le bonifiche e la rigenerazione dei materiali, in processi produttivi ad alto grado innovativo che abbiamo voluto favorire e incentivare con Industria 4.0, si misurerà il grado di ambizione di questo Paese. Sono sicuro che di questi e altri temi, che ho voluto solo sommariamente trattare, si parlerà con competenza e passione in questa nuova edizione di “Festambiente”. Perché qui c’è l’Italia che crede e spera nel futuro sostenibile. I miei auguri più sinceri per un rinnovato successo. Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente

[close]

p. 12



[close]

p. 13

Saluti 13 Un saluto sincero ai partecipanti alla XXIX edizione di Festambiente, manifestazione tra le più rilevanti in tema di ecologia e solidarietà all’interno del Parco Naturale della Maremma Toscana. Viviamo in un’epoca di grandi cambiamenti in cui è necessaria un’azione determinata nel perseguire gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile e solidale. In Toscana stiamo contrastando in modo efficace il dissesto idrogeologico ed i rischi a carico della popolazione. Abbiamo attivato una mole di investimenti e di interventi, legati anche alla manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua, di circa 100 milioni di euro l’anno. Con questo ritmo potremo dare una svolta alla sicurezza idrica regionale. Sosteniamo la programmazione della nuova Pac in funzione dei bisogni dei territori, per dare alle Regioni la possibilità di programmare in base alle esigenze reali, sostenere lo sviluppo delle piccole e medie imprese rurali e porre l’accento sugli incentivi in materia di cambiamenti climatici, di servizi per l’ambiente, di accesso all’innovazione e dunque di prosperità delle aree rurali. Abbiamo un grande lavoro da fare. Buon Festival Nazionale di Legambiente! Enrico Rossi Presidente Regione Toscana

[close]

p. 14

Città di Grosseto Assessorato al Turismo Grosseto... un luogo da visitare!

[close]

p. 15

Saluti 15 FestAmbiente è una certezza della stagione estiva: un appuntamento fisso che riesce a utilizzare l’arte e il divertimento per raccontare i temi portanti della consapevolezza ambientale. Un nuovo anno con un ricco calendario di qualità, come ormai ci ha abituato: grandi nomi della musica, esperti del settore e gastronomia eco sostenibile faranno ancora da cornice ad un ferragosto speciale. Ci accomuna a FestAmbiente la volontà di cambiare in meglio un territorio che amiamo. Il Comune di Grosseto è impegnato convintamente, attraverso le proprie politiche ambientali, nel raggiungere gli obiettivi europei in tema di raccolta differenziata. Ma non solo: la nostra ambizione è quella di un cambiamento culturale profondo, con una accresciuta sensibilità ambientale e comportamenti virtuosi dei nostri cittadini che posano innescare un circolo virtuoso. In questo impegno, sappiamo che FestAmbiente può essere un alleato importante. FestAmbiente è un contenitore prezioso di possibilità, di conoscenza e informazione, di temi importanti e divertimento per tutte le età. È una perla del nostro territorio che, come sindaco, sono entusiasta di ospitare anche quest’anno. Antonfrancesco Vivarelli Colonna, sindaco Comune di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna Sindaco del Comune di Grosseto

[close]

Comments

no comments yet