Il giornale del turismo

 

Embed or link this publication

Description

luglio - agosto 2017

Popular Pages


p. 1

Poste Italiane S.p.A. - Sped. in abb. post. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, c. 1, Aut: 023/CBPA-SUD/SA. Il Giornale del Turismo - anno XIII - numero 7-8 - € 2,00. Per abbonamenti: redazione@ilgiornaledelturismo.com la rivista di approfondimento sul mondo del turismo / luglio-agosto 2017 PRIMO PIANO PRIMO PIANO PRIMO PIANO MICE Carella presenta il nuovo Ventaglio L’Egitto prova a ripartire MSC Meraviglia prende il largo Cresce il Convention Bureau Napoli GRECIA: REGINA DELL’ESTATE 2017 www.ilgiornaledelturismo.com

[close]

p. 2



[close]

p. 3



[close]

p. 4

BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO FIORE ALL’OCCHIELLO DEL TURISMO 22a NAPOLI EDIZIONE 23 VENERDÌ 24 SABATO 25 DOMENICA MARZO 2018 PROGECTA srl Via Vannella Gaetani, 15 80121 Napoli, Italia - tel. 081 7640032 info@progecta.org - www.progecta.org www.bmtnapoli.com

[close]

p. 5

oltre 9.000 copie certificate da ANES Sommario Editoriale 7 BMT e TTG incontri: i protagonisti puntano su Napoli e Rimini Angioletto de Negri In copertina 8 Alla Grecia la corona di regina dell’estate Antonio Del Piano Primo piano 14 Che Meraviglia: una nave per tutte le stagioni Laura Colognesi Inserto Speciale 17 Convention Bureau Napoli: il MICE alla conquista del golfo 22 Il ritorno del Ventaglio: 26 strutture in Italia e nel mondo Antonio Del Piano 24 Piano piano riparte l’Egitto Antonio Del Piano Reportage 26 Malta: destinazione per italiani 28 Francoforte: la Manhattan d’Europa Trasporti 30 Alta Velocità a Napoli Afragola 31 6.000 adv su TraghettiGDS Incoming 32 Ho la barca, vado a Capri Servizi 33 Globy aumenta le coperture Associazioni 34 Commerciali Turismo Italia in festa A Napoli è Summer Beach Party Cristina Nerelli Annalisa Tirrito Antonio Del Piano Periodico di informazione per il turismo Registrazione al Tribunale di Napoli n° 8 del 23 febbraio 2005. Iscrizione al ROC (Registro degli Operatori di Comunicazione) nr 13996 Editore: Angioletto de Negri Direttore Responsabile: Antonio Del Piano - direttore@ilgiornaledelturismo.com Edizione e amministrazione: Progecta Srl - Via Vannella Gaetani, 15 80121 Napoli - tel. 081 7640032 Sales & Marketing Coordinator: Emanuela Vadacca - vadacca@ilgiornaledelturismo.com Hanno collaborato: Laura Colognesi, Cristina Nerelli, Annalisa Tirrito Realizzazione grafica: Simona Postelli Stampa: Arti Grafiche Boccia Spa, Salerno Via Tiberio Claudio Felice, 7 - 84131 Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento CSST Certificazione Editoria Specializzata e Tecnica Per il periodo 01/01/2013-31/12/2013 Periodicità: mensile Tiratura media: 9.206 Diffusione media: 9.197 Certificato CSST n. 2013-2431 del 26/02/2014 Società di Revisione: PKF Italia Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 5

[close]

p. 6



[close]

p. 7

L’editoriale di Angioletto de Negri BMT e TTG incontri: i protagonisti puntano su Napoli e Rimini Borsa Mediterranea del Turismo 2018, lavori in corso. La ventiduesima edizione dell’appuntamento di primavera dedicato ai professionisti ed ai protagonisti del turismo, come ormai saprete, è in programma a Napoli da venerdì 23 a domenica 25 marzo del prossimo anno alla Mostra d’Oltremare di Napoli, saldo in quelle che ormai sono da anni le sue tradizionali date. La selezione naturale delle borse turistiche ha ormai portato al consolidamento di due eventi professionali di riferimento, in due periodi ben distinti dell’anno: BMT in primavera e TTG Incontri in autunno. Fanno da utile corollario pochi appuntamenti di nicchia e a carattere locale che completano il quadro d’insieme nell’operatività del sistema fieristico dedicato al turismo. Altro non serve ai professionisti di settore: sono loro che negli anni hanno stabilito e fatto capire quali sono le borse di cui hanno bisogno di confrontarsi con il mercato. Anche nel 2018 quindi, la borsa organizzata da Progecta darà l’avvio ufficiale alla stagione turistica in Italia con un momento di confronto fra operatori e dettaglianti. BMT guarda avanti e per stare al passo con i tempi adegua il suo format per rispondere alle mutate esigenze dell’industria del turismo. Area espositiva presidiata dalle imprese nuove, da quelle ormai affermate e anche da quelle che ritornano sulla scena e poi workshop sempre più mirati alle esigenze della domanda, momenti di approfondimento e formazione quanto mai necessaria in un mondo come quello del turismo che deve saper rispondere in tempo reale alle trasformazioni della società. C’è ottimismo su quello che sarà la BMT 2018, dove si apriranno nuovi spazi a settori con grandi prospettive, a partire dal MICE che Progecta curerà con la collaborazione di CBN - Convention Bureau Napoli per allargare la platea di strutture presenti e di meeting planners, manager e buyers interessati. Ottimismo anche nell’interesse per BMT da parte delle Agenzie nel loro nuovo ruolo di ‘Aziende’ che lavorano il prodotto su misura per il cliente e che quindi hanno sempre più bisogno di confrontarsi con i vari fornitori di servizio, dalle OTA alle catene alberghiere, dalle compagnie aeree a quelle di navigazione, crociere, uffici di promozione turistica e anche i tour operator presenti, in particolar modo quelli che hanno saputo trasformarsi anche in fornitori di servizi vari, senz’altro migliori di quelli che possono offrire le Online Travel Agency o le banche letti varie. La grande novità di BMT 2018 sarà l’apertura al pubblico per l’intera giornata di domenica 25 marzo. Prolungheremo l’orario di apertura domenicale fino alle ore 20.00 accontentando le tante richieste pervenute da più parti. Accoglieremo un pubblico pagante e qualificato. A tal scopo promuoveremo un ricco battage pubblicitario in tutta la Campania attraverso i più diffusi mezzi di informazione e coinvolgeremo imprenditori e varie categorie di professionisti. Domenica sarà allestita ‘PIAZZA AFFARI’, dove le ‘AGENZIE AZIENDE’ avranno un desk per incontrare il pubblico dei visitatori. Sarà una FIERA APERTA a cui stiamo già lavorando con impegno per portare avanti le trattative con Tour Operator e Compagnie Aeree che vorranno sponsorizzare ed essere protagonisti di questa nuova grande novità. Buona lettura. Angioletto de Negri Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 7

[close]

p. 8

IN COPERTINA Secondo le previsioni del GNTO, sarà superata la quota di 30 milioni di turisti registrata lo scorso anno grazie anche al buon contributo degli italiani È il gioco preferito di ogni estate: eleggere la regina, sia essa di un concorso di bellezza come del campionato di calcio e anche del turismo, andando a scegliere la preferita fra le destinazioni che meglio sanno attrarre i turisti. Per quest’anno, stando ai dati diffusi recentemente dal Centro Studi Touring Club Italiano sulle intenzioni di viaggio della community Touring, gli italiani eleggeranno la Grecia come loro destinazione preferita. Sarà oltre il 90% la quota di abitanti del Bel Paese che andrà in vacanza in fino a settembre con la massima concentrazione ad agosto (53%), seguito dal mese di luglio (47%) mentre settembre seppure di poco (31%) supererà giugno (29%). E, al netto della ovvia preferenza per l’Italia (anche se in diminuzione), crescono in modo significativo le mete estere e questa tendenza influenza anche il ricorso alle agenzie di viaggio: anche se il dato è basso (22%) è in aumento rispetto alle scorse rilevazioni (attorno al 10%). La destinazione straniera preferita è la Grecia (17%): Atene per quanto riguarda i tour culturali e Creta e Cicladi per il balneare. Segue la Spagna (12%) con le Baleari e la Francia (11%) con la preferenza di Corsica, Bretagna e Normandia. 8 Il Giornale del Turismo/luglio-agosto

[close]

p. 9

Il trend italiano è una risposta positiva all’attività di promozione messa in campo dall’Ente Ellenico del Turismo che quest’anno punta a superare la quota di 30 milioni di turisti registrata lo scorso anno secondo le previsioni del GNTO. La sfida, per l’ente del turismo, consiste nel diversificare l’offerta mettendo in mostra tutti i plus del prodotto Grecia, dalle sue città, ideali per city break in ogni momento dell’anno, alle tantissime isole, tutte diverse fra loro e agli aspetti culturali ed enogastronomici. Un successo testimoniato anche dai numeri della principale compagnia nazionale, Aegean Airlines, che nel 2016 ha aumentato il traffico passeggeri del 7% rispetto al 2015 (12,5 milioni di passeggeri, con l’aumento sostenuto soprattutto da clienti internazionali), e ha previsioni positive per i prossimi mesi. Quello che quindi arriva dalla Grecia è un invito ad avere fiducia nella destinazione, partito da un settore che non è minimamente influenzato dalle voci spesso non positive che riguardano l’intera economia locale; anzi, se c’è un settore che continua a portare vitale ossigeno all’economia ellenica è proprio il turismo e i tanti milioni di innamorati di questa terra, delle sue isole e della sua storia che, nonostante tutto, non fanno mancare mai la loro presenza. Antonio Del Piano PER INFORMAZIONI ENTE NAZIONALE ELLENICO PER IL TURISMO Via Santa Sofia 12, 20122 Milano Tel. 02-860470, 02-860477 - Fax 02-72022589 info@visitgreece.it Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 9

[close]

p. 10

IN COPERTINA Chios L’ISOLA BENEDETTA Mistica e multiforme, Chios è un’isola tutta da scoprire nel nord dell’Egeo.Villaggi mediterranei, spiagge selvagge e profumo di masticha fanno di Chios un luogo non qualunque. È conosciuta da tutti, soprattutto per i villaggi dove si raccoglie la masticha e per la fama dei suoi capitani. Non è mondana né sconosciuta, è un’isola piena di sorprese, non contaminata da zone industriali, piena di mistero, di luoghi nascosti incantevoli e magici. Un luogo che unisce storia e natura e catturerà l’anima di quanti decideranno di soggiornare su di essa per le vacanze. Kampos: il luogo nobile dell’isola | Stradine strette, muri di pietra altissimi e archi imponenti. Qui in questi ambienti eleganti vivevano una volta i signori. Nel 14° secolo i genovesi iniziarono a costruire, per poi, gli abitanti di Chios continuare negli anni a seguire. I paesi della Masticha | Sono circa 20, si trovano nella parte sud dell’ isola e profumano tutta l’aria. In particolare Pirghi e Mesta e poi ancora Vessa, Armolia, Nenita e Patrika. Passeggiando per le stradine incantevoli, soprattutto durante il mese di agosto, si può assistere all’imperdibile spettacolo delle piante che lacrimano questi preziosi cristalli. Tanti bellissimi castelli | L’immagine del bellissimo paesaggio di Chios non può non rimanere impresso nella mente per sempre, con l’immagine dei castelli di pietra a forma di cono. L’Anabatos, stupenda costruzione in pietra posta a strapiombo sulla cima di una collina. Un sito archeologico di bellezza particolare che non dovete perdere. San Isidoro, la Masticha e lo skinos | Un cespuglio basso dai rami che si estendono dovunque, questo il punto che delimita la parte commerciale dell’isola. L’albero skinos , che esiste dal 1° secolo a.C. e che la leggenda dice cominciò a ‘lacrimare’ masticha quando San Isidoro subì martirio dai romani. Il fragoroso Vrontado | Racconta di una guerra fantasmagorica, una battaglia avvenuta tra due parrocchie la sera della Resurrezione. I Tesori nascosti del Nord | È magica e affascinante la bellezza naturale della parte nord di Chios. È possibile scoprirlo lungo l’imperdibile percorso che da Kardamila arriva a Dievxà attraversando Nayos, Anades,Viki, Kampià e Kipouries. Lo spettacolo che si svolge intorno è ineguagliabile lungo la strada che conduce verso spiagge sconosciute. Il monastero di Chios | Il più importante Monastero di Chios ed è anche una delle più importanti eredità della Grecia. Costruito nel 1024 dall’Imperatore Costantino: ricco, sontuoso. Nel Monastero sono conservati alcuni dei mosaici bizantini più belli del mondo. La gastronomia | Oltre alla famosa Masticha, l’isola di Chios offre ai suoi visitatori innumerevoli prodotti locali dai sapori ineguagliabili. Il burro locale e i formaggi tipo il Mastelo, i mandarini di Chios, l’Ouzo e i liquori. E poi ancora il vino di eccellente qualità, i dolci, ma anche il pesce e i frutti di mare freschissimi. Tentazioni a cui sarà difficile resistere! 10 Il Giornale del Turismo/luglio-agosto

[close]

p. 11

Kos BELLEZZA ESOTICA DELL’EGEO Sull’isola di Ippocrate, i castelli sono attrazioni di valore inestimabile e le spiagge e i paesaggi naturalistici sono di una bellezza unica. Posta a sud del Dodecanneso, Kos è un luogo emozionante che riesce a stupire regalando sensazioni uniche. Una terapia per l’anima, il corpo e la vista. Il paesaggio offre altissime palme a ridosso di spiagge incantevoli e luoghi di bellezza naturale accanto a resti archeologici di rara importanza, il tutto in perfetta armonia fra loro. L’isola dove nacque Ippocrate è conosciuta anche come Meropi, Nimfea o Karis e ogni anno accoglie e attira tantissime persone. Cosa vedere a Kos | L’Asklepieion, che si trova a circa quattro chilometri a sud ovest della città di Kos, è posto su una collina da cui si ammira una vista impagabile ed è uno dei più importanti siti archeologici della Grecia. Venne edificato nel IV sec. a.C., dopo la morte di Ippocrate. Qui si può ammirare il bellissimo portico, il complesso delle terme romane, il Tempio Ionico e il Tempio Dorico. E poi c’è il Platano di Ippocrate, dal perimetro di 12 metri e che secondo la leggenda fu piantato da lui stesso. Sotto le sue fronde il più famoso medico dell’antichità insegnava ai suoi allievi e visitava i suoi pazienti. Kos è una città moderna dalla ricca storia e di grandi piazze, viali grandi alberati, palazzi moderni, caffè e ristoranti. Distrutta dal terremoto del 1933, fu poi ricostruita dagli italiani. Così che, questa città è particolarmente amata da chi ama la storia. Tantissime sono le attrazioni e le cose da fare e fra queste la vista al Castello dei Cavalieri Giovanniti o le passeggiate lungo le mura della città vecchia costruite tra il 1392 e il 1396. Da visitare poi le zone archeologiche di Limenos, del mercato, della città medioevale, del Castello di Neratzias. Spiagge infinite | Ogni spiaggia a Kos è lunga almeno un kilometro. La più lunga è quella di Kardamena, dalle acque cristalline. Stupende anche Mastixari, Tigkaki, Marmari, Crissì Aktì, Kefalos e Paradisos. Nel Castello degli avversari | A giugno del 1457, 15 cavalieri con l’aiuto di 200 abitanti del luogo combatterono per 23 giorni e costrinsero 16.000 turchi a sciogliere l’assedio! I tesori nascosti di Kos | Kos è piena di rifugi e uno di questi è quello per i pavoni, costruito nel 1940 dagli italiani. La collina di Plakas vicino ad Antimaxia è diventata rifugio per questi ed altri tipi di uccelli. Le terme | Kos è l’unica sede termale delle isole del Dodecanneso e dispone di tre tipi di terme. Si trovano a Agios Fokas, a Piso Thermes e a Kokkinonerò. Il museo archeologico | Si trova in Piazza Elefteria in centro. Oltre a tanti reperti storici si può ammirare anche il capo della Dea Ira. Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 11

[close]

p. 12

IN COPERTINA Rodi ISOLA SENZA TEMPO È la più orientale delle isole del Mar Egeo e la maggiore dell’arcipelago del Dodecanneso. È senza dubbio una delle isole greche più conosciute, meta ogni anno di migliaia di turisti che arrivano da tutta Europa e da tutto il mondo. Un’isola internazionale ma dal sapore tradizionale, attuale e senza tempo, fantasmagorica e contemporanea. Inevitabile lasciarsi catturare dal suo fascino. Fra storia e natura | La città vecchia di Rodi, Mandraki, l’Acropoli di Lindos, l’antica Kamiros e Ialissos i Kilada con la valle delle farfalle, Filerimos… sono i grandi tesori dell’isola, un continuo invito alla scoperta di una natura che lascia senza fiato per la sua bellezza infinita. Un patrimonio dell’umanità | Rodi fa parte dell’eredità della cultura mondiale tutelata dall’ UNESCO (Word Heritage Towns). Bizantini, veneti, greci, italiani e turchi hanno lasciato qui la loro impronta facendo diventare quest’isola una meta desiderata da ogni viaggiatore. La città vecchia di Rodi è un’eredità mondiale dal valore inestimabile, dove ogni pietra è antica 2.400 anni. I segni lasciati dalle varie culture che passarono per quest’isola ci regalano soprattutto statue antiche, busti di marmo, ilViale dei Cavalieri e il Palazzo del Grande Maestro, Moschee e hammam e la torre dell’orologio con la sua vista stupenda. Il Castello e la Via dei Cavalieri | Rodi si sviluppava attorno al porto più importante dell’isola, allora chiamato ‘Emporiò, protetta da bastioni forti ed imponenti. Durante il dominio dei Cavalieri nella città risiedevano Greci ed una la piccola comunità di Ebrei mentre i Cavalieri occupavano il Castello, centro amministrativo e religioso dell’isola. Questo conteneva edifici di funzioni diverse come l’Armeria, l’Ospedale e, il più importante di tutti, il palazzo del grande Maestro. Costruzioni importanti del castello erano anche le residenze, che contenevano le dimore e le sale di riunioni di Cavalieri della stessa nazionalità. La via dei Cavalieri è la più importante e imponente della città vecchia di Rodi ed ha mantenuto la bellezza dei tempi del medioevo. Nella movida di Mandraki | È la città moderna di Rodi nella zona del porto, dove si possono ammirare gli imponenti edifici del periodo dell’occupazione italiana, sede oggi di uffici pubblici. Il Teatro Comunale e il Mercato Nuovo ma da non perdere sono il complesso del Palazzo del Governo, la Chiesa di San Giovanni (oggi dell’Evanghelismos) cioè dell’Annunciazione il faro di San Nicola (1464-1467), i tre mulini a vento medioevali all’estremità del molo e anche la moschea di Murat Reis. Infine guardando al lungomare, si scorgono i suggestivi edifici del Comune costruiti dagli italiani: la nuova Agorà, la Banca di Grecia, il Tribunale, il Comune, il Teatro Nazionale e il suggestivo Grande Albergo delle Rose, il Casino di Rodi e un po’ più avanti l’acquario, abbracciati da una delle più imponenti e frequentate piazze della città. 12 Il Giornale del Turismo/luglio-agosto

[close]

p. 13

Karpathos L’ISOLADELSILENZIO, DELLE ONDE E DEL VENTO Secondo la Mitologia, il primo abitante dell’isola fu Giapeto, figlio di Urano e di Gea. Fu abitata per la prima volta in età neolitica e dall’epoca omerica era conosciuta come Anemoessa (sferzata dai venti). La sua storia è collegata a quella di Rodi e del Dodecaneso. Franchi, turchi e italiani furono i suoi conquistatori principali. Passeggiare nella cittadina | In giro per l’isola si possono ammirare imponenti vestigia del passato come l’Eparchio (Palazzo della Provincia), costruito dagli italiani e che ospita un museo all’aperto con ritrovamenti delle varie fasi storiche dell’isola. Al Vounos, all’entrata del porto, si incontra invece un’imponente rupe alta 23 metri con i resti dell’acropoli dell’antica Poseidon Agli Haghii Apostoli, c’è invece la chiesa più importante di Pigadia mentre ad Afotis (sulla strada litoranea) siincontrano i resti della basilica paleocristiana di Aghia Fotinì. In giro per l’isola | Il lungo percorso che si snoda attraverso Karpatos permette di diversificare ogni giorno il tema del soggiorno e soprattutto di andare alla scoperta di un patrimonio ancora sconosciuto ai più. Un’occasione quindi per arricchire il proprio patrimonio culturale con una vacanza diversa dal solito. Aperi | La vista panoramica sulla sommità della collina dove si trovava l’acropoli di Karpathos antica. Il villaggio diVolada, con case tradizionali. Interessanti nella stessa zona i resti di tre fortezze. La baia di Achata, con una bella spiaggia e i resti di un santuario antico. La chiesa della Kyra’Panaghia, nell’omonimo villaggio. Othos | Villaggio a un’altitudine di 510 m, che spesso si perde nelle nuvole. Qui è da visitare il Museo del folklore. È un villaggio famoso per le feste tradizionali. Da non perdere le sagre di Aghios Gheorghios Methystis il 3 novembre. A sud ovest c’è il villaggio di Pyles, immerso in giardini, da cui godere un meraviglioso tramonto. Lefkos | Pittoresco villaggio costiero circondato da una pineta e con una bella spiaggia molto frequentata. Da vedere l’acropoli in località ‘Pelekitò’ con mura e mosaici. Sokastro, isola che un tempo era penisola, con resti bizantini e medievali. Si dice che lì avesse la sua base l’imperatore bizantino Niceforo Fokas. Messochori | Villaggio situato al centro dell’isola. Ha strade lastricate e case tradizionali, con cortili pavimentati a ciottoli. Il loro interno è ornato con rari tessuti e ricami locali fatti a mano, assomigliando così a piccoli musei. Spoa | Villaggio al centro dell’isola disposto ad anfiteatro sul versante di un monte, con vista sul mare. Olympos | Molte persone arrivano a Karpathos solo per recarsi ad Olympos, uno dei più bei villaggi della Grecia, per seguire in particolare un percorso naturalistico di una bellezza straordinaria. Olympos fu fondato nel XV secolo in un paesaggio selvaggio e gli abitanti del luogo vivono e vestono ancora alla maniera di quel tempo. Tutto il villaggio è un museo etnologico vivente, un vero e proprio monumento. Diafani | È il secondo porto dell’isola. Merita una visita la tomba Micenea, a 500 m a sud-est. Molte belle le chiese di Aghios Nikolaos, della Zoodochos Pighì con le cupole rosse e quella di Aghios Vassilios. Menetes | Villaggio che ha dato i natali a illustri suonatori e costruttori della lira tipica di Karpathos. Il villaggio possiede una Collezione Archeologica con vasi, sculture ed icone rinvenuti nella zona. Makrys Yalos | Zona ricca di spiagge che attirano i surfers per il loro sport. Una delle più popolari è quella di Afiartis. In località‘Fourni’vicino all’aereoporto è stata localizzata parte di un insediamento minoico. Arkassa | Villaggio che conserva il nome dell’antichità, senza aver cambiato ubicazione. Davanti all’abitato si trova la piccola penisola dell’acropoli antica. Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 13

[close]

p. 14

PRIMO PIANO Che Meraviglia: una na servizio a cura di Laura Colognesi MSC Crociere ha varato a Le Havre più grande nave mai costruita da un armatore europeo L’ultima ‘meraviglia’ dei mari ha già preso il largo e sta navigando da qualche giorno nel Mediterraneo. È la MSC Meraviglia, l’unità della flotta MSC Crociere varata a Le Havre per mano di Sofia Loren nel corso di una sfavillante cerimonia. Un microcosmo esclusivo di ultima generazione, una nave da crociera (la più grande mai realizzata in Europa) progettata per diventare una destinazione in sé, adatta per tutte le stagioni. Costruita nei cantieri francesi STX di Saint Nazaire e costata oltre 700 milioni, MSC Meraviglia, con una stazza lorda di 171.598 tonnellate e una capacità massima di 5.714 passeggeri, nel 2017 navigherà solo nel Mediterraneo (Genova-NapoliMessina-Malta-Barcellona-Marsiglia). Appena saliti a bordo, MSC for me, lo strumento ‘digital way finder’, tramite l’utilizzo di bracciali interattivi che connettono gli ospiti ai servizi della nave, con consigli e informazioni geolocalizzate attraverso 3.050 trasmettitori bluetooth, consente di organizzare senza spostarsi le esperienze sia in mare sia in terra. La tecnologia è si- mile a quella delle mappe intelligenti e permette di spostarsi su navi lunghe oltre 300 metri con una precisione di 5 metri oltre che localizzare i propri bimbi, a seconda delle necessità, utilizzando il riconoscimento facciale intelligente, una tecnologia sviluppata in linea con le più recenti normative sulla privacy che consente anche di aumentare la sicurezza in mare. Fra tutte le funzioni, in primis, consente al personale di bordo di prendersi cura degli ospiti in maniera altamente personalizzata. In alcuni negozi della nave sarà anche possibile provare virtualmente gli abiti prima di acquistarli. Lusso, tecnologia e benessere di alto livello contraddistinguono il primo MSC Yacht Club su tre ponti, la novità assoluta di Msc Meraviglia, la ‘Nave all’interno della nave’, una soluzione all’insegna dell'esclusività e della privacy, con 96 suite (anche a due piani con jacuzzi esterna privata sul balcone), maggiordomo 24 ore su 24, stanza per trattamenti benessere ad uso esclusivo all’interno della MSC Aurea Spa, ristorante privato e piscina privata e solarium sul ponte superiore. Variegata e adatta a tutte le esigenze la scelta fra le altre dieci differenti tipologie di cabine a scelta: modulari intelligenti e singole. Progettata dall’architetto di fama 14 Il Giornale del Turismo/luglio-agosto

[close]

p. 15

ve per tutte le stagioni internazionale Marco De Jorio ‘per ricreare un ambiente urbano’, la Galleria Meraviglia è una sbalorditiva promenade in stile mediterraneo caratterizzata da un soffitto in Led lungo 80 metri in grado di creare suggestivi e avvolgenti atmosfere 24 ore su 24. Un cielo di proiezioni senza sosta con effetti speciali, il punto nevralgico della socialità a bordo. Un mondo‘parallelo’alla vita reale, in cui si sale a bordo senza doversi più preoccupare di nulla, dal quale è difficile scendere. Dall’11 giugno MSC Meraviglia salpa ogni domenica alla scoperta delle bellezze del Mediterraneo occidentale, attraccando a Genova, Napoli, Messina, Malta, Barcellona, Marsiglia, sei destinazioni ricche di storia, cultura, artigianato ed enogastronomia, con escursioni adatte a ospiti di tutte le età, con una vasta scelta che va dal relax all’esplorazione panoramica fino alle avventure più dinamiche. Per chi vuole rimanere a bordo, per la prima volta una nave MSC Crociere è dotata di ben sette aree dedicate a bambini (in partnership con Chicco e Lego) e teenagers, tutte raggruppate al ponte 18, non stop h 10-23, mentre al ponte sottostante si scopre un fantastico ‘superamusement park’con zona sportiva, pista da bowling, simulatore di volo e di F1, cinema 4D e sala giochi. Relax senza sosta nelle 4 piscine (di cui una coperta), fra cui la Horizon Pool (ponte 16), con viste spettacolari dalla poppa della nave che di notte si trasforma in area dance per aspettare l’alba sotto un tappeto di stelle. Di classe l’MSC Aurea Spa, sul ponte 7, un esclusivo centro benessere balinese con interni esotici, impreziosito da pietre naturali, preziosi legni e ricchi mosaici. Per la prima volta MSC Crociere lancia una nuova espe- rienza termale con trattamenti relax, tonic, purify e excite. L’area termale è dotata di sauna, bagni di vapore mediterraneo e bagni turchi, camere fredde, area relax, stanza del sale e docce aromatiche che lavano e coccolano il corpo con profumi delicati e colori vivaci. Dodici ristoranti tematici accontentano i palati dai più raffinati ai più casual, con il Marketplace Buffet, aperto 20 ore al giorno. Discreti e riservati, il Butcher’s Cut, concepito come uno steakhouse, propone carni prelibate con birre artigianali e corposi vini americani, con una scenografica cucina a vista; il Kaito Teppanyaki, in moderno stile East-West di cucina giapponese che prende vita attraverso quattro griglie teppanyaki usate dagli chef per creare uno spettacolo visivo e, infine, il Kaito Sushi Bar, descritto come il‘miglior sushi sul mare’dalla Berlitz Complete Guide to Cruising & Cruise Ships, servirà i più freschi piatti di sushi, sashimi e tempura preparati da chef esperti di cucina giapponese. Sei inediti spettacoli con ballerini internazionali in stile Broadway per sette notti a settimana, all’interno del magnifico teatro Broadway da 985 posti a sedere. Per la prima volta a bordo di una nave di MSC Crociere, il teatro principale ospiterà una band che suonerà dal vivo, dando alle performances una profondità di sensazioni mai vista prima. Novità assoluta, l’esclusiva partnership con i leader mondiali dell’intrattenimento artistico: il Cirque du Soleil che si esibirà in otto spettacoli (non riproducibili al di fuori della flotta MSC) disponibili solo sulle quattro navi di generazione Meraviglia della Compagnia. Gli spettacoli avranno luogo nel Carousel Lounge, lo spazio progettato dall’architetto di fama internazionale Marco De Jorio. MSC meraviglia in pillole Varo: 3 giugno 2017, Le Havre (FRANCIA) | Rotta 2017: Genova-Napoli-Messina-Malta-Barcellona-Marsiglia 3 anni di progettazione | 26 mesi in costruzione | 35,000 tonnellate di acciaio | 9,000 tonnellate di componenti elettroniche 50 mega-blocchi | 315 metri di lunghezza | 19 ponti e una capacità di oltre 5,700 passeggeri MSC Yacht Club, tecnologia di ultima generazione e Cirque du Soleil Il Giornale del Turismo/luglio-agosto 15

[close]

Comments

no comments yet