mondorealenumero107

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero107

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale per il partito democratico è già partita la campagna elettorale a tutti i livelli in ambito nazionale bersani ha probabilmente capito che il motto ora o mai più è quello da utilizzare soprattutto se si considerano alcuni abboccamenti dell udc nei confronti dei vecchi amici del centrodestra con il premier sempre più in crisi dello stesso avviso gli esponenti della sinistra in ambito provinciale e locale a sezze campoli dopo 4 anni di zero assoluto pari a -273,15 °c sembra essersi destato dall ibernazione e ha messo sul tavolo il suo cavallo di battaglia in vista delle elezioni della primavera del 2012 trovando addirittura sponde preziose laddove nessuno avrebbe mai creduto poi partirà anche un po di speculazione politica sull evolversi della faccenda con pecore che crederanno ad un posto di lavoro facile facile nella mega azienda che gestirà tutto il servizio idrico setino ma questa è un altra storia anno iv numero 30 7 ottobre 2011 n.107 di simone di giulio dopo la decisione dell amministrazione sono tanti gli interrogativi sul futuro della gestione del servizio idrico integrato a sezze attualitÀ latina pd e medici difendono il futuro del santa maria goretti attualitÀ sermoneta l opposizione critica il modus operandi delle commissioni cultura weekend in giro tra teatri mostre degustazioni e aquiloni priverno il `cahier de doleance di mauro petrole maenza lavori al cacciotti la polemica di marchetti e le dimissioni dell assessore iagnocco sezze nuovo parco allo scalo grazie al rotary club

[close]

p. 2

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 sezze dondi a casa si fanno sentire i contrari iniziativa sociale tra i più critici di simone di giulio dondi tra pilato e pinocchio e questa la posizione del movimento libero iniziativa sociale che in una nota rende pubblico il suo dissenso sulla decisione presa dal consiglio comunale in merito allo scioglimento della convenzione con la dondi spa nella nota i rappresentanti del movimento civico spiegano tra tutti coloro che oggi ne parlano quasi sempre a sproposito ben pochi hanno la coscienza a posto a sezze è stata la destra sociale popolare solidale a mettere in discussione prima la scelta di affidare a privati la gestione dei servizi relativi al ciclo idrico-fognario quindi a denunciarne puntualmente gli abusi ed i disservizi sono stati invece socialisti e comunisti alcuni dei quali tuttora presenti tra i banchi del consiglio a consegnare il patrimonio costituito dall acquedotto comunale nelle mani della società di rovigo con un contratto trentennale contratto ­ prosegue la nota ­ mai fatto rispettare e trasformato in un capestro per gli utenti tramite un atto aggiuntivo pagato all epoca qualche centinaio di milioni di lire ad un legale di area i rappresentanti del movimento politico entrano nel dettaglio della storia della gestione del servizio idrico setino nel 1993 eravamo da soli a contestare l operazione da soli abbiamo sostenuto l impegno contro la concessionaria ed il concedente connivente scontrandoci contro il muro di gomma di una classe politica coesa nel difendere gli interessi della dondi dimentica di quelli dei cittadini ne avversammo gli arbitrari aumenti tariffari avallati dalla politica locale chiedemmo un referendum consultivo che ci fu negato dall allora presidente del consiglio titta giorgi inoltrammo ricorsi alle autorità ministeriali competenti puntualmente intralciati dai soliti noti e tutto documentato e documentabile oggi dopo 18 anni di disagi bollette stratosferiche depuratori non funzionanti perdite nell ordine di oltre il 60 dell acqua immessa in rete abusi nei confronti dei cittadini arriva un voto del consiglio comunale sponsor il sindaco andrea campoli che appare come un prendere le distanze da un enorme problema arrecato alla città di sezze dalla classe politica che lui stesso rappresenta e da un percorso di cui il primo cittadino è parte corresponsabile troppo facile lavarsene le mani in questo modo tra l altro lasciando tutto nel vago perché una cosa è certa alla dondi restano per contratto altri 12 anni come uscirne fuori magari con qualche azione legale aleatoria del tipo di quelle sostenute finora e regolarmente perse esponendo le casse comunali al dissesto finanziario sono tante le 2 domande che iniziativa sociale si pone tutte indirizzate al sindaco e in grado campoli di delucidarci almeno orientativamente sulla data storica della ritirata della dondi da sezze la risposta la diamo noi non è in grado di fornirla perché l ostentazione di questo voto rasenta la presa in giro piuttosto entriamo nel concreto perché l amministrazione non si attiva per centrare obiettivi raggiungibili ci riferiamo innanzitutto alle notevoli somme che anche per sentenza debbono essere restituite agli utenti-contribuenti per i servizi non forniti riferiti alla depurazione ed alla fognatura stiamo parlando di cose concrete di cui il primo cittadino non si è mai interessato a campoli ricordiamo poi che dal 21 luglio è in vigore il risultato del referendum sull acqua cui localmente non hanno minimamente contribuito le forze presenti in consiglio comunale questo sta a significare che dalle tariffe idriche va tolta la `remunerazione del capitale investito pari ad un 7 di guadagno sicuro per i gestori a prescindere dalla qualità del loro operato e della gestione perché non andare a verificare infine quegli aumenti tariffari arbitrari che da 15 anni spremono i cittadini queste sono questioni reali qui si dimostrerebbe la volontà di affrontare la questione dondi il resto è fuffa dato anche il periodo altamente sospetto della presa di posizione con le elezioni amministrative alle porte

[close]

p. 3

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 sezze vitelli benedice la linea campoli una vittoria della città di simone di giulio una vittoria della città una svolta storica attesa da più di dieci anni su cui nessuno avrebbe scommesso un euro fino a qualche mese fa i meriti di un successo così grande vanno equamente ripartiti tra i 13 votanti tra cui spicca ovviamente la figura del sindaco campoli primo e principale autore della svolta senza dimenticare l assessore bernabei che ha svolto un lavoro eccellente questo il pensiero del consigliere antonio vitelli che in una nota attacca la minoranza che fa riferimento a pdl e udc non riesco ad essere arrabbiato con ceccano casalini polidoro cerroni zarra e piccolo poiché capisco lo stato di totale sconforto e confusione innanzitutto casalini che ha dato lettura al documento in cui ci accusava di privilegiare l interesse particolare e personale rispetto all interesse pubblico peggio ­ prosegue vitelli ­ stava polidoro che per tanti anni ha sempre avuto a cuore esclusivamente il bene collettivo mi dispiace per lui ma lo slogan `a me che me tocca dal punto di vista politico ovviamente è stato definitivamente abolito da campoli e dalla nuova maggioranza cerroni ­ attacca ancora vitelli ­ dopo aver fatto ore e ore di anticamera dal sindaco essersi scusato per gli atteggiamenti politici assunti in questo ultimo periodo assicurandogli il sostegno anche alle prossime elezioni ed il suo voto favorevole alla cacciata della dondi ha poi agito all opposto zarra invece non si è proprio presentato forse perché dispiaciuto della fine del rapporto con la dondi lui è uno dei superstiti che ci hanno portato la dondi 18 anni fa per cui si sentiva emotivamente dispiaciuto di ceccano non parlo visto che riempie le cronache dei giornali in modo costante sulla questione dei profughi la conclusione cui arriva il consigliere spacca il fronte all interno del centrodestra noi tredici abbiamo posto la parola fine con la dondi i sei paladini difensori dell interesse e delle virtù pubbliche non si sono presentati e si sa gli assenti hanno sempre torto di marco martelletta un atto storico la posizione di reginaldi di simone di giulio non va per il sottile nemmeno roberto reginaldi sullo scioglimento della convenzione con la dondi e sull atteggiamento degli assenti nel consiglio comunale in una nota il consigliere spiega il voto espresso da 9 consiglieri di maggioranza e da 4 consiglieri di minoranza ha di fatto spezzato le catene di una sudditanza che vedeva più di 9.000 utenti ostaggi del `signore delle acque e della depurazione degli 8 assenti mentre zeppieri e bernasconi hanno addotto motivazioni personali e politiche che meritano rispetto indipendentemente da come la si pensi gli altri 6 pur non partecipando si sono sentiti in dovere di fare la morale ai votanti che si apprestavano a cacciare via la dondi pur non presentandosi fisicamente hanno inviato due loro emissari dando voce a tesi assurde e accuse infamanti un documento firmato dai 6 consiglieri delle tre sigle da poco confluite in un connubio che alcuni li vede uniti in altre faccende `politiche un documento letto con arroganza ancor prima di dare inizio al normale svolgimento del consiglio il dramma del confronto ­ prosegue reginaldi ­ ha prevalso pieno di illazioni e demagogia e con l arroganza di erigersi quali unici traghettatori nel bene di una comunità intera che in vero non hanno mai rappresentato seriamente proprio loro o almeno alcuni di loro hanno il coraggio e accusano altri quelli che hanno presenziato e votato rappresentando la città intera di `tornaconti personali di accordi sottobanco di interessi di dubbia onestà questo è il vero assurdo da quasi venti anni il popolo intero si chiedeva se e quando si sarebbe giunti alla parola fine con la dondi e ora che finalmente un sindaco che ha già dimostrato coraggio in altre situazioni si aziona in modo esemplare a dare una risposta vera e concreta ecco che spuntano i `garantisti dell onestà la sicurezza di una nuova e migliore gestione idrico ­ conclude il consigliere di minoranza ­ dipenderà esclusivamente dalle capacità politiche e amministrative che sapremo mettere in campo noi che la dondi l abbiamo cacciata la morale da chi non si è presentato in consiglio ma è spesso presente nella rassegna stampa degli ultimi tempi è inaccettabile e fuori luogo 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 sezze alle prese con il dimensionamento grenga tagli solo numerici di simone di giulio il comune di sezze ha trasmesso alla provincia di latina la proposta del piano di dimensionamento scolastico 2012/2013 sulla base degli indirizzi e dei criteri per la programmazione della rete scolastica indicati dalla regione lazio in conformità alle norme vigenti tra cui la legge n 111 del 2011 secondo quanto previsto dalla nuova finanziaria gli istituti comprensivi per acquisire o mantenere l autonomia saranno costretti ad essere costituiti con almeno 1.000 alunni mentre alle istituzioni scolastiche autonome costituite con un numero di alunni inferiori a 500 unità non possono essere assegnati dirigenti scolastici con incarico a tempo indeterminato la razionalizzazione operata dalla manovra finanziaria ­ ha dichiarato l assessore alle politiche scolastiche remo grenga ­ porterà alla scomparsa di molte scuole che saranno sostituite da istituti comprensivi di scuola materna elementare e media collocando le dirigenze scolastiche solo sugli istituti con oltre 1.000 alunni ciò vuol dire che sarà ampliata la pratica della reggenza ovvero un solo dirigente su due istituti diminuiranno inoltre i posti per un eventuale futuro concorso da dirigente scolastico e cosa ancora più grave si allontanerà la dirigenza dal contatto con il suo territorio di riferimento e dalla sua utenza grenga ha ricordato anche che in queste settimane si sono susseguiti una serie di incontri tra il comune di sezze i dirigenti delle istituzioni scolastiche locali e le organizzazioni sindacali finalizzati a dar vita ad una proposta di piano di dimensionamento ad oggi ­ ha spiegato grenga ­ l amministrazione comunale con spirito propositivo ha promosso ben quattro incontri relativi al nuovo piano di dimensionamento scolastico di cui due legati strettamente al nostro territorio e altri due al comprensorio dei monti lepini il comune di sezze infatti sta operando di concerto con la provincia nella persona del dirigente del settore politiche della scuola vincenzo mattei per arrivare ad una soluzione condivisa anche con altri enti del comprensorio purtroppo ci troviamo a far fronte a tagli prettamente numerici imposti dal ministro gelmini che hanno poco a che vedere con la programmazione scolastica e sono ispirati ad economie di scala che non tengono conto del benessere della collettività o meglio dei ragazzi che frequentano la scuola dell obbligo saremo costretti a perdere una dirigenza e anche se ad oggi non siamo in condizioni di poter definire un piano di dimensionamento scolastico ufficiale stiamo lavorando per cercare di limitare tutti i danni collaterali 4 che tale scelta può provocare sia in termini di posti di lavoro sia nella qualità della vita degli studenti mi preme sottolineare ­ ha concluso grenga ­ che al comune di sezze è stato chiesto di presentare solo una proposta di dimensionamento e quindi non è obbligato a confrontarsi con i diversi attori del mondo della scuola ma nonostante ciò questa amministrazione dal 2007 ha sempre portato avanti un processo di condivisione circa le politiche scolastiche da attuare sicuramente ci saranno altre riunioni e la speranza è che la scelta che andremo ad operare possa essere valida almeno per il prossimo quinquennio altrimenti quale continuità e stabilità si potrà garantire agli studenti direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 5 ottobre 2011

[close]

p. 5

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 latina goretti da proteggere il pd provinciale e gli studenti di medicina fanno fronte comune in difesa del nosocomio di simone di giulio un unica voce per difendere l operato del santa maria goretti di latina arriva dai medici specializzandi che del nosocomio del capoluogo e dalla direzione provinciale del partito democratico che dichiara il suo sostegno considerando insensate e fuorvianti le proposte sostenute da alcuni esponenti del popolo della libertà perché non basate sull analisi del rapporto tra università e sanità pontina ma rispondenti a logiche di lottizzazione della sanità che nulla hanno a che vedere con le problematiche degli utenti degli studenti e finiscono per umiliare i territori costringendoli ad un ridicolo scontro campanilistico il segretario del pd pontino enrico forte spiega nei prossimi giorni in tutti i consigli comunali interessanti dalle questioni universitarie e ospedaliere i rappresentanti istituzionali del pd presenteranno delle mozioni per ribadire il mantenimento della facoltà di medicina nel capoluogo e per sottolineare la necessità di avviare un dibattito trasparente sul nuovo atto aziendale e sulle prospettive delle sanità pontina in questo quadro va ribadito che l impostazione del centrodestra rischia indebolire notevolmente l ospedale di terracina che già oggi ha al suo interno alcune strutture universi tarie che vanno mantenute e rafforzate in un quadro di rilancio del sistema sanitario della fascia centrale della provincia dello stesso avviso gli studenti in medicina che in una nota esprimono il loro rammarico molti di noi si sono trasferiti a latina fin dal corso di laurea e l università ci ha dato l opportunità di studiare in ambienti adeguati di formarci in strutture assistenziali di qualità in cui siamo seguiti e supportati ogni giorno dai professori e dirigenti medici universitari e ospedalieri possiamo testimoniare che la convivenza con gli ospedalieri è assai migliorata rispetto agli inizi segno che l integrazione è avvenuta ed è ancora migliorabile si collabora in una rete assistenziale tra universitari e ospedalieri in modo che il paziente possa essere seguito con un approccio multidisciplinare nel suo unico interesse si vedano i molteplici dmt ­ disease management team ­ attivati in stretta collaborazione tra figure universitarie e ospedaliere tacconisud sempre più in crisi e sempre più delicata la situazione dei lavoratori della tacconi sud in presidio permanente sono cominciati ­ ha spiegato la delegata rsu femca tacconi sud rosa giancola ­ i 40 giorni più delicati per il presidio l imprenditore che ha presentato il piano industriale attenderà con noi il 10 novembre data dell udienza pre-fallimentare se salterà anche questa data per la nomina a questo punto si spera del curatore fallimentare l attesa per l imprenditore interessato alla tacconi sud potrebbe andare oltre i limiti da lui stesso preventivati in tal senso si chiude la prospettiva in termini lavorativi per tutte noi il rinvio ­ prosegue la sindacalista ­ potrebbe esserci solo se la proprietà si appella alla sentenza che vede la bocciatura del concordato fallimentare bocciatura per la parte che riguarda i bilanci presentati dal nostro ex datore di lavoro che ha diritto sì ad appelarsi ma in tal senso una nuova udienza potrebbe slittare al 2012 ciò significa per tutte noi dover lottare anche per la cassa integrazione perché l attuale cassa scadendo al 31/12/2011 e non essendoci nessuna sentenza definitiva circa il fallimento ci costringe a chiedere una cassa integrazione in deroga fino alla nuova udienza manteniamo il presidio perché l occupazione 24 ore su 24 ha lasciato il sito intatto e pronto per ripartire e nel contempo il valore contenuto rappresenta tutto il nostro trattamento di fine rapporto e le spettanze non retribuite inoltre la nostra presenza è garanzia di sicurezza del sito stesso non vogliano accada a quella che è stata la nostra fabbrica per 20 anni quello che è successo con aiazzone hai uno smartphone e vuoi leggere il giornale a colori scansiona il codice qr ed entra nel nostro sito www.onirikaedizioni.it 5

[close]

p. 6

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 sermoneta le commissioni sui banchi di discussione l opposizione critica i modi di utilizzo di domiziana tosatti le commissioni consiliari se istituite vanno utilizzate per discutere ben prima dei consigli le questioni fondamentali per la guida del comune governato divenendo del tutto inutili se trasformate in luoghi di sola comunicazione di decisioni già adottate a condividere questo punto di vista sono entrambe i gruppi di opposizione antonio scarsella da una parte capogruppo ed unico membro del gruppo misto dopo la scissione dal gruppo in cui fu eletto uniti per sermoneta e dall atra questo stesso gruppo con capogruppo ugo marcocci e consiglieri nicola minniti maria marcelli ed alessandro antonnicola da più tempo e per più volte scarsella finora membro delle commissioni bilancio ed urbanistica sollecita la convocazione delle commissioni di appartenenza per la discussione su questioni fondamentali come i bilanci o anche il piano industriale territoriale in cui rientra la destinazione dell area dell ex mistral o anche il piano di rilancio del sito ex pettinicchio ugo marcocci dal canto suo nell ultimo consiglio comunale ha proposto di modificare i membri delle varie commissioni con l intenzione neanche troppo velata di mettere fuori lo stesso scarsella tuttavia anche da parte di uniti per sermoneta arriva l invito a convocare le commissioni la funzione di tali organismi come affermato più volt da esponenti della stessa maggioranza si legge in una nota di uniti per sermoneta è quella di supportare l amministrazione con proposte suggerimenti ed indicazioni in sintonia con gli assessori di riferimento in ogni settore tuttavia nostro malgrado l amministrazione guidata dal sindaco giovannoli non ci consente di confrontarci discutere e lavorare nell interesse del nostro comune nell ultimo periodo infatti non sono mai state convocate le commissioni né per l organizzazione della fiera di san michele né per la decisione di sospensione del mercato settimanale per due domeniche né per l organizzazione di altri eventi tutto è deciso dal solo arbitrio della maggioranza secondo un modo di fare politica che non ci appartiene e che fatichiamo a comprendere così se la maggioranza non convocherà le commissioni i membri di uniti per sermoneta sono pronti a dimettersi antonio scarsella invece ha già deciso e nei prossimi giorni presenterà le proprie dimissioni perché che senso ha stare in una commissione urbanistica che non discute un piano industriale territoriale che varrà per decenni o in una commissione bilancio convocata un ora prima della commissione capigruppo che fissa la data del consiglio ci si organizza per il censimento il caf acli dello scalo offre aiuto gratuito per la compilazione di domiziana tosatti al circolo caf acli di sermoneta scalo lato q8 è possibile avere un aiuto gratuito per la compilazione che è obbligatoria dei moduli per il quindicesimo censimento generale della popolazione stanno infatti arrivando in queste settimane in tutte le famiglie i modelli predisposti dall istat il caf-acli si legge in una nota ritiene che la modulistica possa risultare di difficile compilazione per numerose famiglie soprattutto per gli anziani e per questo che si mette gratuitamente a disposizione dei cittadini e delle famiglie ritenendo come questa disponibilità rientri pienamente nella missione dell organizzazione ed in uno spirito di servizio che gli appartiene la com6 pilazione può avvenire manualmente o via web e presso il circolo acli è possibile avere aiuto il sabato mattina dalle ore 10 alle ore 12 e nei giorni di lunedì e venerdì nel pomeriggio dalle ore 17 alle ore 19 la compilazione deve obbligatoriamente essere compilato tra il 9 ottobre ed il 20 novembre prossimi e chi non lo fa rischia una multa fino a 600 euro e la cancellazione dall anagrafe per la riconsegna dei moduli compilati manualmente ha spiegato l acli sono a disposizione gli uffici comunali dal 9 ottobre al 20 novembre dalle ore 15 alle ore 19 nei giorni di lunedì mercoledì e venerdì presso le sedi del centro storico e di monticchio

[close]

p. 7

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 sermoneta un olio di sonnino vince il re consumatore di domiziana tosatti e stata l azienda casino re di sonnino ad aggiudicarsi il primo premio del concorso `re consumatore giunto alla seconda edizione ed organizzato dalle associazioni aspol e capol nell ambito della secolare fiera di san michele finalità del concorso era l analisi del rapporto tra l olio extravergine di oliva di qualità ed il consumatore sei sono stati gli oli sottoposti al giudizio e non solo dop colline pontine con l obiettivo di individuare i fattori che guidano il giudizio sulla qualità e sulla riconoscibilità dei nostro oli extravergine di oliva oltre 90 gli assaggiatori che hanno decretato vincitore l olio casino re di sonnino tra gli altri partecipanti la valle dell usignolo di sermoneta catalani giuseppe di norma la tenuta dei ricordi di lenola e rossi annalisa di cisterna di latina un test importante rivolto ai consumatori ha spiegato luigi centauri del capol per poter delineare le loro aspettative in termini di qualità e caratterizzare la diversità negli oli extravergine di oliva che la nostra zona dop produce l olio rappresenta una delle nostre eccellenze per questo ­ ha osservato il sindaco giuseppina giovannoli ha bisogno di vetrine privilegiate come la secolare fiera ringrazio a nome dell intera amministrazione comunale il capol e l aspol per aver creduto nella fiera di san michele ed averla resa protagonista di questo prestigioso concorso norma di domiziana tosatti la nuova stagione del centro peter pan inizia la nuova stagione del centro di aggregazione peter pan gestito dalla cooperativa sociale ninfea e supportato dal comune di norma e dal suo assessorato alle politiche sociali guidato da nadia dell omo sono molti gli iscritti che si contano dopo poco più di un anno a ripagare l attento lavoro svolto dall assessorato dalla cooperativa e dal settore comunale dei servizi sociali e dall assistente sociale gabriele carandente promuovere la cultura dell aggregazione giovanile e sostenere interventi educativi territoriali attraverso il supporto di professionisti dell educazione ed animatori qualificati il centro rientra in un progetto distrettuale della durata di tre anni e si rivolge in modo particolare a minori ed adolescenti numerose le attività svolte tra cui giochi di gruppo e di squadra dalle finalità didattiche nel vivere comune non dimenticando tuttavia l insegnamento ai bambini attraverso il gioco e la vita in gruppo delle regole dello stare insieme e di un buon agire personale oltre alle attività ludiche e di socializzazione si realizzano laboratori creativi pratico-pittorico musicale e manuale la partecipazione è gratuita e l attività si rivolge a due distinti gruppi uno dei bambini dai 3 ai cinque anni l altro che copre la fascia dai 6 ai 14 anni per ogni informazione è possibile rivolgersi all ufficio delle politiche sociali del comune chiamano il numero 0773 352820 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 priverno beni dismessi la polemica continua il `cahier de doleance di mauro petrole di mario giorgi abbiamo già affrontato il tema della mancata trasparenza e informazione ai cittadini da parte delle amministrazioni comunali non di questa amministrazione o di quella precedente o dell altra ancora ma di tutte quelle che si sono succedute almeno negli ultimi venti/venticinque anni non certo su argomenti diciamo leggeri o festaioli ma su vicende che riguardano vicende di natura politica amministrativa e finanziaria che in qualche modo ricadono sulla pelle della gente ebbene dobbiamo tornare sul problema perché ­ è certo ­ molti cittadini non sanno proprio perché il distacco tra chi prende le decisioni e chi di fatto poi le subisce diventa una forbice sempre più larga cosa stia accadendo nella città che fu di metabo e camilla con responsabilità anche dell opposizione evidentemente che comunque di tanto in tanto davanti a situazioni eclatanti prende carta e penna e invia il classico comunicato di denuncia alle varie redazioni che successivamente ­ non tutte in verità ­ provvederanno a diffondere ai cittadini che leggono i quotidiani o le riviste con cronaca locale o vedono i notiziari di tv private che coprono però solo parte del territorio cittadini che leggono o seguono l informazione televisiva che purtroppo sono sempre di meno anche se non va tanto meglio a quotidiani e tg nazionali ed allora veniamo all ultimo caso almeno per quel che concerne la città di priverno con la dismissione la vendita la svendita la si chiami come si vuole di alcuni beni di proprietà comunale che poi sono di proprietà di tutti i cittadini questa volta fa sentire la sua voce il capogruppo consiliare del pd al comune di priverno mauro petrole con un resoconto ed una considerazione personale e di partito inviata con il solito comunicato stampa a giornali e tv locali l intervento non garantirà certo l opportunità di parlarne in una pubblica assemblea dando voce a quanti vogliono intervenire ma almeno qualcuno ne verrà a conoscenza in attesa ovviamente che da parte dell amministrazione comunale si precisi o si contesti il quanto petrole ovviamente lega la questione delle vendite a quella del bilancio e parla senza mezzi termini di buco nero senza fondo sentiamolo nell elencazione del suo cahier de doleance non è bastato vendere la caserma dei carabinieri i locali di via mazzini l ex scuola di fossanova parte del complesso di s nicola e tante decine e decine di appezzamenti di terreno non è bastato vendere cappelle aree loculi e quant altro nel cimitero cittadino non è bastato che nel8 l aprile scorso l amministrazione comunale decidesse di vendere tutte e 13 le abitazioni di santa chiara via volpe e via palestro l ex scuola rurale di campo al pozzo l ex scuola rurale santo spirito i terreni in località ponte barilotto a pruneto in località s angelo a s giovanni nella circonvallazione nord per un totale di 150.000 metri quadrati oltre tutti i relitti adiacenti le abitazioni nell ultimo consiglio comunale ­ continua la segnalazione di petrole sono arrivati gli amministratori a proporre ancora la vendita dell immobile sede dell ex cinema reali e l immobile sede del museo medievale nel borgo di fossanova l opposizione in consiglio comunale in particolare i consiglieri del partito democratico contro questa proposta scellerata ha scatenato una battaglia stridente ha fatto rilevare l inagibilità delle vendite sia dal punto di vista politico che dal punto di vista degli enormi vizi di illegittimità formali e sostanziali in relazione alle disposizioni di legge noi ­ si legge ancora nella nota del capogruppo pd non siamo pregiudizialmente contro le vendite di immobili comunali ma santo iddio sia la legge che il buon senso indicano che un immobile può essere venduto soltanto se sia venuto meno l uso strumentale del bene con il vincolo che le somme ricavate della vendita dovranno essere impiegate per la realizzazione di nuove opere pubbliche utili alla collettività e soltanto la plusvalenza il guadagno cioè la differenza fra il prezzo di vendita ed il costo rivalutato del bene può essere utilizzata per coprire i debiti correnti del comune inoltre per quanto riguarda il museo medievale di fossanova trattandosi di bene culturale vincolato la legge prevede la sua inalienabilità e comunque la preventiva autorizzazione del ministero per qualsiasi iniziativa ma la cosa ancor più grave è rappresentata dal fatto che si impoverisce la presenza museale nel borgo di fossanova la presenza pubblica in un borgo a prevalenza privata in un luogo in cui la storia la cultura la cattolicità della chiesa espressa dal complesso abbaziale la tranquillità della zona sono un raro esempio tanto che è stato istituzionalmente riconosciuto come attrattore culturale con la scellerata proposta di vendita di beni di natura culturale che tanto contribuiscono meglio dire dovrebbero contribuire ndr allo sviluppo e alla crescita del patrimonio della cultura e dell economia della nostra città e del comprensorio si è tentato di decretare la fine del segmento turistico-artistico-culturale nella nostra città.

[close]

p. 9

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 priverno multiservizi senza stipendi di mario giorgi di marco martelletta un male diventato cronico il problema ormai non è più acuto ma è entrato nella sua fase decisamente cronica i lavoratori della multiservizi continuano a non percepire con regolarità il loro stipendio si parla ormai di circa quattro mesi di inutile attesa in tutto sono quarantatré e svolgono ­ alcuni da diversi anni ­ servizi indispensabili alla comunità cittadina di priverno asilo nido mense scolastiche e del centro anziani assistenza ai disabili e così via non si sa inoltre quale sarà il loro futuro visto che in città della fine della multiservizi si parla già come di una morte annunciata la questione viene riproposta in questi giorni dal consigliere comunale di minoranza federico d arcangeli che ­ con sapiente quanto drammatica ironia ­ mette l una a fianco all altra la questione multiservizi e la descrizione che il sindaco umberto macci avrebbe fatto della città di priverno nell ultimo consiglio comunale questo il testo di un comunicato diffuso da d arcangeli in questi giorni ai cittadini di priverno che posto hanno in quella priverno felix che il sindaco macci ha tratteggiato l altra sera in consiglio comunale i 43 lavoratori della multiservizi in quella città viva con un centro in pieno sviluppo quella città addirittura ricca che il sindaco ha raccontato agli attoniti consiglieri comunali c è posto per 43 lavoratori che da anni sono impegnati a dare servizi indispensabili ad una comunità che si vuole civile e che sistematicamente aspettano quattro/cinque mesi per avere uno stipendio famiglie monoreddito donne sole persone che hanno in quel reddito piccolo per lo più l unica fonte di sostentamento e che non riescono in nessun modo a godere degli agi che quella città felice offre e si accontenterebbero di avvicinarsi il più possibile alla fine del mese senza troppa angoscia insomma gente in continua precarietà lavoratori in perenne attesa delle proprie spettanze ed una sorta di città senza problemi e in pieno sviluppo pare ovvio che non serva alcun nostro commento ma il commento ­ di qualsivoglia natura ­ è opportuno invece lasciarlo ai cittadini da priverno a panama il viaggio di giovanni lauri di mario giorgi in un epoca in cui l opposizione consiliare ironizza sulla cosiddetta politica estera dell amministrazione comunale bacchettando il sindaco umberto macci e i suoi collaboratori per i frequenti viaggi all estero in città gemellate o amiche priverno vive davvero una pagina di politica estera e accaduto il 28 settembre scorso con la visita nella città lepina del delegato del presidente della repubblica di panama giovanni lauri di chiare origini privernati questo in proposito il comunicato stampa dell ufficio staff del sindaco del comune di priverno il legame con le proprie origini e con la propria terra è talmente forte ed intrinseco da sopravvivere a tutto alla distanza agli eventi al trascorrere inesorabile del tempo e diventa ancora più saldo se per qualche motivo si è costretti ad andare via a lasciare la propria terra la commozione che si alterna alla gioia quando si ritorna `a casa è incontenibile e profonda questo il concetto che ieri giovanni lauri di origine privernate ma residente all estero più precisamente a panama lo stesso paradiso fiscale che custodisce valter lavitola indagato nell ambito di un inchiesta della procura di napoli su una estorsione a silvio berlusconi insieme all imprenditore giampaolo tarantini ha espresso nel corso di un incontro che si è svolto presso la sala delle cerimonie del comune di priverno alla presenza del sindaco umberto macci e dell assessore agli affari istituzionali angelo miccinilli giovanni lauri attualmente ricopre la carica di delegato del presidente della repubblica di panama dove risiede con la sua famiglia per il settore della pesca questo è stato il suo primo viaggio in italia in veste ufficiale ma nel corso degli anni ha mantenuto vivi i contatti con i suoi cari che risiedono nella città di priverno città di origine di suo padre e dei suoi antenati che però lui sente sua tanto da affermare le mie origini sono qui come gesto di particolare cortesia l assessore miccinilli ha fatto condurre una ricerca genealogica sugli antenati di lauri che gli ha donato proprio durante il loro incontro 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 maenza fermi i lavori al campo lo sfogo del presidente marchetti di luca morazzano lavori al campo incompiuti e dimissioni dell assessore allo sport ce ne è di carne sul fuoco per il braciere politico maentino secondo fonti fondate ad inizio settimana mario iagnocco avrebbe protocollato in comune le proprie dimissioni dalla carica di assessore allo sport intanto in località le fischie nonostante l imminente inizio del campionato il campo è ancora un cantiere no avendo notizie concrete in merito alle dimissioni dell assessore,analizziamo nello specifico la vicenda del cacciotti che avevamo sollevato già nel mese di giugno e ad ottobre inoltrato i nostri dubbi sono purtroppo vicini a tramutarsi in realtà come detto i lavori al campo cacciotti di maenza sono ancora in via di ultimazione bloccati da qualche settimana e il campionato è ormai alle porte dapprima l avvio dello stesso cantiere posticipato di più di due mesi rispetto alla tabella di marcia poi gli stessi lavori che ad un certo punto si bloccano non senza aver alzato un polverone riguardo il contenuto degli stessi interventi che hanno portato al posizionamento di una tribuna in ferro ad intervenire in merito alla vicenda confermando i nei evidenziati su queste pagine nel primo numero di settembre interviene adesso il presidente dell acd città di maenza ovvero la società calcistica che il campo dovrà adoperarlo adalberto marchetti a pochi giorni dall inizio del campionato i lavori sono ancora in corso o meglio bloccati e non è nota una data di consegna degli stessi a questo punto sono scettico sulle possibilità che nello stato attuale questo impianto possa venire omologato e tantomeno che garantisca sicurezza le barriere posizionate al momento sono ancora quelle mobili l ingresso costruito alle tribune è comune a quello dell area tecnica e ciò lo trovo davvero strano soprattutto se si tratta di accesso per portatori di handicap in quanto all altezza delle tribune ci sono ben due cancelli ampi raggiungibili con l auto che sarebbero potuti essere utilizzati tranquillamente all uopo a preoccupare maggiormente marchetti è l atteggiamento delle autorità l ufficio tecnico è arrivato a controllare lo status dei lavori solo su sollecitazione esplicita dell assessore allo sport iagnocco mentre l assessore ai lavori pubblici non si è mai visto il sopralluogo ha dato l esito di dare il fermo ai lavori in secondo tempo è arrivato il sindaco con tutta la giunta e anche loro sono andati via a dir poco titubanti sul lavoro svolto ma i lavori alle tribune non sono l unico cruccio dell impianto visto che marchetti tira in ballo anche i lavori di manutenzione sono cinque mesi che aspettiamo un elettricista incaricato dal comune per ripristinare l impianto di illuminazione che abbiamo sistemato intanto a nostre 10 spese abbiamo provveduto ai lavori di taglio dell erba e di ricostruzione del pozzo forti di un contributo che l associazione cacciatori ha lasciato al comune in occasione della festa per l utilizzo dell impianto e che doveva esserci girato ma ad oggi di quei cinquecento euro non abbiamo traccia ma abbiamo dei conti aperti per questi lavori svolti non è possibile pensare di mantenere una struttura degna e decente con gli attuali tempi interminabili e senza fondi qui l affondo di marchetti diventa politico perché ha una sua ipotesi precisa delle dinamiche le ventilate dimissioni dell assessore iagnocco sono emblematiche non credo che le motivazioni siano state esclusivamente legate a impegni personali e lavorativi dello stesso per come lo conosco penso che era stanco nonostante l impegno profuso personalmente di andare in contro a brutte figure e di sentire continue lamentele in quanto parte di una giunta immobile in effetti se le dimissioni presentate da mario iagnocco dovessero venire accettate si aprirebbe una vacanza di posti cui marchetti propone soluzione con una provocatoria autocandidatura se vogliono mi propongo iio come assessore esterno del resto quattro anni fa l attuale sindaco pensò al sottoscritto per sostituire l allora assessore fauttilli

[close]

p. 11

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 maenza finalmente si riscopre il san tommaso maentino di luca morazzano finalmente maenza riscopre san tommaso dopo anni di oblio culminati lo scorso anno con la mancata partecipazione del piccolo comune lepino ai festeggiamenti tributati durante la tradizionale fiera di priverno e che ha visto la presenza di tutti i paesi che hanno segnato la via del teologo delle cinque vie l amministrazione mastracci e nello specifico l assessore alla cultura cardone hanno deciso che sia arrivata l ora di tributarglu una statua in bronzo che verrà inaugurata il 22 ottobre in attesa di conoscere i dettagli della cerimonia che vedrà presente anche il cardinale sebastiani fervono i preparativi per l ingresso di maenza in un circuito quello appunto dedicato a san tommaso in vita frate dell ordine dei benedettini nato a roccasecca d arce nell allora feudo d aquino nel 1225 e morto a fossanova nel 1724 immediatamente dopo i giorni passati presso il castello di maenza dove alcuni ritengono che il anto abbia praticato il famoso miracolo delle arringhe curioso come il processo di riscoperta di san tommaso sia legato alle sorti di un opera letteraria che ha riportato in auge il legame tra tommaso e il castello e proprio in questi giorni la eurisco edizioniha inviato in ristampa il sud detto libro di alessandro pucci il castello di maenza e san tommaso d aquino ad annunciarlo è il presidente della eurisco tommaso leo orsini non solo il libro vedrà la luce nella sua seconda ristampa ma ne verrà editata anche la traduzione in inglese l opera venne pubblicata la prima volta nel luglio del 2002 e fu presentata allora presso l infermeria dell abbazia di fossanova lo scritto è fondamentale nella riscoperta del rapporto tra il santo maenza visto che ripercorre gli ultimi istanti di vita dell allora frate tommaso d aquino e in particolare le visite che amava fare alla nipote francesca annibaldi sposata con il conte annibaldo di ceccano nello stesso libro poi troviamo la ricostruzione del racconto del miracolo delle arringhe oltre ad una descrizione meticolosa del castello di maenza da questo stesso castello da cui si recherà a fossanova per morire il 7 marzo del 1724 eurisco edizioni presenta il castello di maenza e san tommaso d aquino un opera di alessandro pucci seconda ristampa e per la prima volta tradotta anche in inglese presto disponibile su www.euriscoedizioni.it 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 pontinia un assise ad alto pericolo di incendio di roberto tartaglia lo scorso 30 settembre si è tenuto un consiglio comunale di fuoco a pontinia dove ormai sembra diventata abitudine relegare in un angoletto i temi all ordine del giorno e parlar d altro specie di questioni morali la condanna al pagamento degli 831mila euro per il caso tra.sco ai danni di tombolillo ex consiglieri comunali e amministratori della società mista ha scaldato gli animi di tutti specie dell opposizione specie di torelli È stato suo infatti il palcoscenico nell ultimo consiglio gli animi hanno iniziato a scaldarsi appunto con la questione tra.sco per poi arrivare al culmine con il caso demansionamento di cosa si tratta alcuni dipendenti comunali per la riorganizzazione del personale interno passeranno dalla mansione di impiegato a quello di addetto pulizie questo ha fatto inalberare alcuni esponenti dell opposizione anzi torelli per la precisione il giovane esponente del pdl ha iniziato il suo show prendendo la parola di spontanea volontà e non su indicazione del presidente del consiglio per poi a seguito di un ammonimento dello stesso assumere un atteggiamento di sfida e invitando i vigili urbani a portarlo via dall aula con non solo trasco ad accendere gli animi sigliare ovviamente questo non è avvenuto ma per calmare gli animi si è deciso di spegnere i microfoni e interrompere la seduta per alcuni minuti È alquanto singolare che in un periodo di forte difficoltà per il pdl a livello nazionale non solo di carattere politico gli esponenti locali siano quasi ossessionati dall aspetto morale della politica quasi si volesse tentare di ricucire un camicia strappata con un ago senza filo tutto ciò è avvenuto nonostante il sindaco tombolillo in apertura di seduta abbia anticipato tutti dichiarando che i soldi verranno restituiti con gli interessi perché la decisione della corte dei conti non si discute il sindaco ha anche asserito occorre chiarire che siamo stati condannati per aver dato lavoro a nostri concittadini e non per aver speso soldi in ragazze escort intanto bilotta ora in opposizione ma consigliere di maggioranza ai tempi del caso tra.sco e condannato al pagamento dell ammenda si defila e diserta la seduta consigliare ma fino a quando potrà utilizzare questa tattica quando fornirà una sua posizione ufficiale da che parte sta la gente vuole risposte e una politica moralmente retta discarica alla 49 e sull ufente da bonificare di roberto tartaglia era il 21 settembre scorso quando la guardia di finanza sequestrava 7 discariche abusive insistenti nel territorio della provincia di latina di queste 2 ricadevano nel comune di pontinia e nello specifico si tratta dell ormai famosa discarica della migliara 49 e di quella sul lungofiume ufente su questa in particolare la guardia di finanza ha rilevato tracce di diossina e se si pensa che quell acqua viene utilizzate per irrigare i campi e far crescere le verdure che poi arrivano sulle nostre tavole la cosa fa rabbrividire in comune però nessuno sembra essersi reso conto della gravità della situazione l amministrazione comunale non ha ancora acquisito i documenti necessari a un approfondimento della questione e l assessore all ambiente valterino battisti insieme all ingegner corradi sono certi di non aver ricevuto alcuna notizia ufficiale sono al corrente però 12 troppe situazioni a rischio per la salute del sequestro che da circa tre mesi interessa la discarica della migliara 49 e che impedisce di portare avanti opere di bonifica per quella zona il comune ha avanzato istanza di dissequestro per poter procedere ma il problema principale è quello che interessa il lungofiume ufente cosa fare analisi dell arpa lazio infatti non hanno rilevato sostanze pericolose nell area della migliara 49 solo ammesso che la parola solo sia appropriata in simili casi sporcizia e degrado l agricoltura oltreché essere uno dei motori dell economia locale già abbastanza martoriata tra l altro è anche fonte di preoccupazione per la salute collettiva tra il fantasma della turbogas le discariche abusive l inquinamento delle acque e i miasmi della sep pontinia sente il bisogno di tornare a quella salubrità ambientale che l ha sempre caratterizzata.

[close]

p. 13

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 cultura il rotary club intitola il parco a padre de angelis il 28 settembre scorso il rotary club latina monti lepini ha inaugurato a sezze scalo il parco giochi padre augusto de angelis missionario ed educatore setino alla cerimonia presenziata dal presidente del rotary club latina monti lepini leone caetani c è stata grande partecipazione di gente oltre che la presenza del sindaco di consiglieri ed assessori comunali del governatore distrettuale 2080 roma-lazio-sardegna daniela tranquilli franceschetti dopo la presentazione del presidente rotariano sono intervenuti padre binda della congregazione dei figli di s.maria immacolata il governatore luigi de angelis fratello di augusto il sindaco successivamente il rotary clud lepino ha ospitato al ristorante faraone il governatore per la rituale visita che fa in tutti i club del distretto un incontro costruttivo e cordiale la tranquilli ha elogiato il lavoro fin qui da noi svolto trovato molto interessante il programma 2011-12 del club entusiasmo e soddisfazione nelle parole del presidente leone caetani tra i progetti locali che stiamo portando avanti spiccano gli incontri con le scuole per una campagna per la disostruzione delle vie aeree restauro del quadro dei ss cosma e damiano chiesa di s.pietro-sezze premio di poesia e prosa incontro culturale a priverno castello di s martino la giornata della prevenzione diabete mellito,ipertensione arteriosa obesità restauro degli archi di s lidano concerto di beneficenza banco alimentare nei supermercati per natale e pasqua creare ancora di più interesse verso il rotary proponendo incontri ed apertura di parchi giochi nei paesi del comprensorio del latina monti lepini 13

[close]

p. 14

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 cultura in giro per mostre teatri degustazioni e il volo d aquilone di paola bernasconi un fine settimana all insegna della musica non fa per voi avete voglia di qualcosa di diverso che vi renda soddisfatti che vi faccia dire che questo week-end vi ha arricchito l animo mondore@le può consigliarvi anche questo partiamo dal teatro a sezze presso l auditorium mario costa in località anfiteatro continua la rassegna sezze in.con.tra il teatro organizzata dal comune dopo impossibili della settimana scorsa largo alla setina compagnia le colonne che vi dà appuntamento domenica 9 ottobre alle 18 per una domenica perfetta e rilassante teatro nel tardo pomeriggio e pizza con gli amici e così vi abbiamo anche organizzato la serata in scena provaci ancora sam per la regia di giancarlo loffarelli questa la storia il critico cinematografico sam felix appena divorziato ha difficoltà a rapportarsi con l altro sesso e vive nel mito del celeberrimo humphrey bogart sarà proprio quest ultimo a materializzarsi per tentare di aiutare l imbranato sam l adattamento teatrale di loffarelli riprende la commedia di woody allen del 1972 a sua volta trasportata sullo schermo da herbert ross in un omonimo film una scenografia scarna ed un sapiente gioco di luci creano l atmosfera giusta per l alternanza tra la realtà di sam e la finzione di bogart in un unico atto comico tutto da gustare se il teatro non fa per voi ma volete comunque sentirvi interessanti il lunedì mattina decantando il vostro esclusivo fine settimana allora l evento che fa per voi si tiene oggi dalle 16.30 alle 21 presso l hotel europa di latina marche verdicchio e non solo questo il titolo della manifestazione organiz zata dall a.i.s latina associazione italiana sommelier una presentazione con tanto di degustazione dei migliori vini e della cantine marchigiane per un pomeriggio allegro alla scoperta di sapori originali l ingresso è di 10 euro i bicchieri sono disponibili in sala astenersi astemi lì sarà presente anche un infopoint per tutti quelli che questo inverno vogliono davvero esagerare e fare quello che dicono da anni buttatevi e prenotatevi per il corso professionale di 1° livello sommelier che prenderà il via il prossimo 24 ottobre chi volesse confermare la propria presenza dovrà lasciare un acconto di duecento euro il teatro non vi alletta e l enogatsronomia neanche una mostra potrebbe fare al caso vostro queste le coordinate castello baronale di minturno piazza portanova sabato dalle 16 alle 22 e domenica dalle 8 alle 21.30 ingresso gratuito in esposizione ci saranno circa trecento cartoline e foto storiche di scauri minturno e frazioni attraverso le quali il visitatore potrà guardare con occhi diversi luoghi ormai lontani e scoprire qualcosa di più di queste località a noi così vicine ma piuttosto sconosciute abbinata alla mostra una visita guidata del centro storico di minturno che comprende anche la cattedrale le chiese il museo etnografico il castello stesso e il chiostro e se vi assale un leggero languorino non disperate durante la visita è previsto anche un assaggio di prodotti tipici locali per tutti quelli che invece hanno prole al seguito e anche volendo non possono andare a teatro a visitare una mostra o ad una degustazione chicchettosa rischio urla martellanti e occhiatacce da parte di tutti non disperate mondore@le ha qualcosa anche per voi divertente poco impegnativo e molto originale per tutti i bimbi e per tutti i loro accompagnatori c è coloraria domenica 9 ottobre dall 10 in poi in occasione della venticinquesima giornata mondiale di volo con gli aquiloni per la pace one sky one world bumbo l artista non volante in collaborazione con la ludoteca spiringuacchio e l assessorato ai servizi sociali e alla cultura del comune di formia organizza questa giornata sulla spiaggia di s janni portate i vostri bambini a far volare un aquilone simbolo di pace lunedì in ufficio tornerete con più speranze per quelli che è meglio un libro di paola bernasconi un fine settimana può essere musica live teatro mostre degustazioni o più semplicemente un buon libro da leggere con calma ecco per tutti quelli che per questo week-end non vogliono saperne di uscire ma preferiscono rilassarsi godendosi la casa mondore@le propone una lettura veloce che può iniziare e finire tra venerdì e domenica È passato molto tempo da quando attraverso queste pagine si scriveva di libri ed ora torniamo a farlo nessuna rubrica solo qualche consiglio una tantum e stavolta il consiglio ci sta tutto perché il fine settimana è bello da vivere in mille modi anche con gli occhi incollati sulle pagine ma un fine settimana è breve 14 e allora vi proponiamo un romanzo che si legge da solo avvincente facile ma non scontato dalla lettura scorrevole ma ricercata le luci di settembre di carlos ruiz zafón di lui e dei suoi lavori scrivemmo molti numeri fa opera pubblicata nel 1996 in spagna dopo peripezie legali è oggi disponibile per tutti i fan dello scrittore iberico o per chi ancora non lo conoscesse ma se proprio volete iniziare a leggere qualcosa di suo allora leggete l ombra del vento il suo miglio romanzo ma non vi basterà un fine settimana ambientato alla fine degli anni trenta le luci di settembre è la storia di un grande amore celato è la storia di una vita solitaria è la storia

[close]

p. 15

mondore@le numero 107 7 ottobre 2011 cultura per quelli che ci vuole la musica di paola bernasconi per tutti quelli che il fine settimana se non si va a sentire un po di musica live non va bene per tutti quelli che abbiamo aspettato tutti questi giorni lavorativi tappati in casa e ora vogliamo veramente mettere il naso fuori per tutti quelli che dal lunedì al venerdì vedono solo colleghi e/o mariti mogli compagni compagne fidanzati e fidanzate mondore@le è con voi e vi scrive un paio di idee per tornare a vivere e ad ascoltare un po di buona musica o anche solo musica anche non buona ma almeno siete lì fuori con il vostro drink in mano a socializzare prima di ricominciare con il tran tran lavorativo diciamocelo subito c è musica e musica si sa e poi i lettori che seguono il sig marco fanella il nostro esperto che occupa la pagina dopo di me lo sanno ancor di più io molto umilmente mi limito a darvi spunti alla fine le orecchie sono le vostre e potete farne ciò che desiderate per i palati più fini o anche solo per quelli che vogliono darsi un tono c è l 11° jazz contest organizzato dal latina jazz club da ora fino a giugno una lunga serie di concerti che si terranno presso il salone del circolo cittadino in piazza del popolo e che vi accompagneranno ogni volta che avrete voglia di ascoltare musica diversa proprio stasera alle 21.15 prende il via la manifestazione con il marcello rosa quartet se siete soci del club l ingresso è gratuito per le date successive potete anche contattare lo 0773693081 c è poi chi del jazz non ne vuole sapere e preferisce un po di rock la serata perfetta allora potete trovarla al makkeroni in via maira dove si esibiranno tre band appuntamento stasera alle 22 bonecruscher elephante e static pain preparatevi a gustare sonorità ben lontane dal jazz con il death/grind dei primi lo stoner strumentale dei secondi e il nu metal dei terzi per tutti quelli che amano l heavy metal o anche solo per chi è curioso o vuole fare l alternativo che ascolta un po di sana musica originale sempre sull onda del rock ma di tutt altro genere è invece giorgia paradiso cantautrice dalla voce suadente che si esibirà sul palco di el paso pub a borgo sabotino se volete sentire lei l appuntamento è sempre per stasera ancora nulla di interessante per i vostri gusti allora vi proponiamo un fine settimane equochic presso la villa soleluna via cerreto alto traversa davanti prati di coppola con la festagrandeindoor stasera dalle 21 in poi buffet offerto per una serata happy peroni a due euro e musica solo da ballare con i bluesbeers l ingresso è gratuito e in più vi regala il pass per il concerto di sabato dei kutso ve lo avevo detto che era equo dopo esservi scatenati venerdì l 8 potete darvi un altro appuntamento stesso posto stessa ora per questa band pluripremiata premio per la tecnica al m.e.i 2010 con il video contenuto nel loro ep aiutatemi prodotto dall etichetta 22r premio all heineken jammin festival nel 2007 un mix di sonorità distorte nonsense irriverenze autoronia disfattismo giocoso e tanto altro per un concerto da ascoltare vedere ballare vivere l ingresso per chi non ha assistito al concerto della sera prima è di 5 euro con consumazione decisamente equo ancora nulla allora ecco che questi ultimi consigli forse faranno al caso vostro in ordine sparso presso la rosa del deserto alle 22 s.s dei monti lepini 156 km 51600 la band malerva vi porta al sud con tarantelle tammurriate e pizziche all hemingway circolo arci samcro in piazza moro a latina sempre alle 22 ci sarà il concerto di stefano giaccone al jacarè in via pontinia 80 non ci crederete ma sempre alle 22 di sabato si esibirà invece la rock&roll band welcome to hill valley e i consigli musicali sono dati buon ascolto di un mondo di giocattoli che sembrano vivi è la storia di un amore che nasce è la storia di un segreto innominabile è la storia di fatti strani e inquietanti che sconvolgono l equilibrio di cravenmoore a dar vita a questo romanzo una serie di personaggi dal fascino tipico e irresistibile di zafón personaggi buoni che credi di conoscere dopo un po e personaggi cattivi che nonostante il male in qualche modo ti affascinano c è lazarus jann il creatore di giocattoli che nasconde una vita mai svelata c è simone sauvelle rimasta vedove con due figli dorian e irene che diventerà la governante del signor jann c è ismael ragazzo del luogo che finirà per innamorarsi di irene c è soprattutto la casa la fabbrica di giocattoli abitata da strane creature marionette che sembrano vivere di vita propria un romanzo nello stile delle altre opere dello scrittore sempre attratto dalle atmosfere gotiche e cupe che lasciano l animo in balia di se stesso un romanzo inserito al momento della sua uscita tra la narrativa per ragazzi adatto invece a lettori di tutte le età mettetevi comodi sistemate le gambe versatevi un buon bicchiere di rosso o una bella tazza di tè staccate ogni telefono e gettatevi tra le luci di settembre che turbano la comunità di cravenmoore entrate nel mondo di zafón e non ne uscirete più 15

[close]

Comments

no comments yet