Spiagge d'Italia - Ottobre 2011

 

Embed or link this publication

Description

Italian Lifestyle on the beach

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2



[close]

p. 3



[close]

p. 4

ottobre 2011 esclusivo 8 progetto managment qualità in tempo di crisi il consumatore anche per via della crisi sta diventando sempre più esigente di conseguenza le proposte devono diventare più diversificate e competitive la carta vincente sta nell applicazione di un marketing moderno sommario 14 le virtù del leader il bravo manager oggi deve avere una solida formazione marketing guardando al futuro il marketing è ormai strategico anche per la gestione turistico balneare ogni stabilimento ha peculiarità che vanno considerate al fine di migliorare la conduzione anche la scelta del nome può giocare un ruolo fondamentale nel successo di un attività uno stabilimento deve promuovere i servizi aggiuntivi che offre alla propria clientela 46 colpire nel segno 48 tipi di spiagge individuare gruppi omogenei di clienti consente di effettuare politiche più efficaci e mirate la targetizzazione del pubblico permette di ottimizzare i servizi e limitare i costi 18 più marketing per tutti 24 praticamente bravi 52 fidelizzare è meglio 54 risorse preziose 56 qualità ricercata poter contare su un bacino di utenza affezionato e fedele è un aspetto da non trascurare i collaboratori rappresentano un valore aggiunto non indifferente per uno stabilimento balneare per impostare strategie sviluppare un attività o avviarne una nuova occorre conoscere il mercato il pubblico vuole potersi rilassare e proporre un posto che dia sicurezza rappresenta un forte richiamo il marketing territoriale e la valorizzazione della zona in cui si opera sono aspetti fondamentali 26 in principio fu il nome 28 quei plus vincenti 30 l immagine conta 58 sicurezza prima di tutto l abito fa il monaco curare l aspetto è fondamentale per raggiungere il successo la manutenzione della spiaggia come aspetto fondamentale per essere apprezzati dai clienti una buona combinazione di alcuni fattori come chiave per ottenere riscontri duraturi educazione valorizzazione disponibilità e capacità di fornire informazioni sono fattori imprescindibili 34 invisibili mai 62 il territorio come risorsa 64 tutti a tavola 36 un mix necessario 38 l arte del ricevere curare il food beverage non è un dettaglio gli italiani sono un popolo di buongustai lo stabilimento non solo come luogo ma come area dal forte potenziale mediatico anche il mondo balneare ha subito un processo di sviluppo tecnologico che va usato a proprio vantaggio 70 redditività al metro quadro 40 conquistare il consumatore le azioni mirate possono influenzare il comportamento del consumatore 72 la cultura dell informazione l innovazione tecnologica come ausilio per l attività balneare ma anche come fonte di risparmio le rubriche 42 guardare al futuro 4 elenco delle aziende citate 6 obiettivamente 78 novità prodotto scelte vincenti per l estate 2012 il servizio sul beach management proseguirà sul prossimo numero di gennaio 2012 con ulteriori approfondimenti a tema e nuove case histories

[close]

p. 5

3

[close]

p. 6

elenco delle aziende citate in questo numero azienda periodico professionale indipendente per gli operatori del turismo balneare direzione redazione pubblicità amministrazione via emilia ponente 26 40133 bologna telefono 051 385 700 r.a telefax 051 384 793 info@spiaggeditalia.net http www.spiaggeditalia.net pagina azienda pagina acquapark 25 78 arredo beach di cinquemani g 5 87 azzurra 73 88 a b direttore responsabile giovanna glionna condirettore michele glionna direttore editoriale mario addario segreteria di redazione arianna pelagalli redazione matteo barboni orelia campolo lucia casadei giorgio colomba salvatore ferraiuolo giovanni fini francesco giovannini leonardo glionna lidia malacarne nicola marra damiano montanari maria grazia palmieri andrea sganzerla corrispondenti manuela bisconcin rosaria di prata anna esposito alessia fracchia patrizia piolatto gabriella sorrenti elena voltolini promozione e sviluppo antonio de luca giovanni de risio michele francescutti grafica silvia carbonaro amministrazione luisa rimondi ottimizzazione servizi beatrice pecchioli pubblicazione edita dalle edizioni miglio srl divisione periodici registrazione tribunale di bologna nr 7556 del 30/06/2005 spedizione posta target magazine editori aut naz/453/2008 pubblicità inferiore al 45 proprietà e diritti riservati manoscritti foto e disegni anche se non pubblicati non saranno restituiti delle opinioni manifestate negli scritti sono responsabili gli autori dei quali la direzione intende rispettare la piena libertà di giudizio stampa sate industria grafica ferrara opera depositata a norma di legge presso l ufficio proprietà letteraria artistica scientifica roma rivista a carattere culturale ed economico riconosciuta dalla presidenza del consiglio dei ministri rns n° 2003 del 23.10.1986 ­ roc 6121 abbonamenti la spedizione di spiagge d italia in italia avviene in abbonamento postale gratuito per gli operatori del settore stabilimenti balneari produttori agenti per le altre categorie è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale versando euro 20,00 su c/c postale n 22897409 intestato a edizioni miglio È necessario inoltre inviare via fax copia del bollettino comprovante l avvenuto pagamento con i dati per il recapito della rivista l abbonamento decorrerà dal primo numero raggiungibile a far data dal ricevimento del fax arretrati i numeri arretrati possono essere richiesti direttamente presso gli uffici delle edizioni miglio a bologna e vengono inviati in contrassegno al costo di euro 8,00 legge 675/1996 sulla privacy le edizioni miglio garantiscono la riservatezza dei dati l invio dei dati alle edizioni miglio è indispensabile per quanto riguarda la gestione di abbonamenti gratuiti la partecipazione a manifestazioni fieristiche o informazioni commerciali il mancato invio renderà impossibile lo svolgimento dei suddetti servizi in base all articolo 13 legge n 675/96 si potrà in qualsiasi momento esercitare i relativi diritti tra cui consultare integrare correggere e cancellare i dati personali ed anche opporsi all utilizzo per finalità di marketing diretto basterà scrivere a edizioni miglio srl ­ via emilia ponente 26 ­ 40133 bologna bagno ippocampo beach tribù blumarine produzioni brekky 76-77 63 84 15 83 88 79 88 96 martini costruzioni nautiche 18 80 92 meucci giampiero ii cop 81 91 94 microcontrol 57 86 mioblu 51 83 muziometal 7 32 81 94 m nuovo ombrellificio romano n o 21 85 carrarafiere cfc chiarelli group c.n.a cantiere nautico c 89 37 84 86 11 84 65 79 87 off carr ombrellificio crema ombrellificio furfaro o.r.s.i 22 88 86 iii cop 83 33 79 88 depa doccia la scozzese de f 47 80 86 59 82 92 p.f.g prato verde push%pull pq 1 81 92 43 83 35 85 f.a.r di ribola fabarpool 41 84 90 78 87 iv cop gama beach gamma gio stemar grand hotel rimini beach club g retificio ribola giovanni 61 85 ri.da.p 31 79 90 92 rimini fiera 67 r s 19 82 3 78 87 13 80 90 74-75 janus energy hijk l scam scubart selegiochi sfera sip expo 23 82 94 17 86 27 82 94 45 82 85 55 84 tessitura selva t 69 lasersoft lietomare link telecomunicazioni lobby boats lungomare 53 94 71 80 87 39 78 90 20 29 80 92 uniplast u 81 verona software vwxyz 49 87 bagno da oscar edizione 2011 partecipa anche tu spiagge d italia ha scelto la certificazione fsc il marchio fsc identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera responsabile secondo rigorosi standard ambientali sociali ed economici www.fsc-italia.it termine ultimo per l invio delle foto 10.11.2011 per info tel 051 385700

[close]

p. 7



[close]

p. 8

obiettivamente di giorgio colomba agosto,crisi mia non ti conosco remonti o tre `ponti l irresolubile rovello infiammò le lunghe giornate di luglio di una stagione balneare esordita tra le saette di giove pluvio come mai prima d ora nel mentre ultima di una lunga serie infuriava la `battaglia del bagnasciuga dichiarata dai sindaci rivieraschi di mezzo stivale veneto e versilia in testa poi passato ferragosto finalmente cominciò l estate della serie sintesi di una stagione mai così anomala e non solo per ragioni meteorologiche prime balneofibrillazioni a partire dall abolizione dei `ponti festivi del 25 aprile 1° maggio e 2 giugno a lungo ventilata nelle 6 more della manovra governativa in un amen addetti al comparto e albergatori levano alti lai verso il palazzo ed i suoi occupanti rei di incarnare una casta niente casta votata alla predazione finanda diversi anni ormai co dei villeggianti la categoria gode di e soprattutto di chi con impegno una considerazione ed abnegazione in calo da parte ne ospita i didell opinione letti tra ombrelpubblica finché loni e sdraio non riuscirà a artificio un po sdoganarsi anche pretestuoso collegare il da certi luoghi prospettato comuni sarà difficile difendere accorpamento domenicai propri interessi le delle tre commerciali feste all incombere di anche nei epocali traconfronti delle colli come istituzioni molti hanno d emblée rappresentato o si può credere ignorando la differenza tra contingente e strutturale che la conditio sine qua non per l uscita dalle secche balneari e la ripartenza del settore transiti da tre `ponti e da slogan degni di peggior causa come quello del tipo per ri t nel mese principe delle vacanze caldo e presenze record con coda settembrina e piogge e lacrime qua e là mentre diventa sempre più difficile distinguere le vere ragioni da difendere sparmiare dieci si perde mille congettura rimasta senza risposta poiché cassato l emendamento e salvate le feste la querelle è sfumata giusto il tempo per lasciare spazio all altra ormai storica che sui litorali di mezza penisola contrappone i bagnanti `mordi e fuggi ai clienti long-time da jesolo a viareggio da ostia a bibione da eraclea a forte dei marmi il refrain del contendere resta sempre che i pendolari utilizzano comunque i servizi degli stabilimenti la situazione non è più tollerabile bisogna salvaguardare i turisti e le sanzioni che abbiamo previsto sono un deterrente contro la maleducazione e un modo per salvaguardare le strutture così parlò apertis verbis il sindaco jesolino francesco calzavara peraltro aggiungono i gestori dei servizi di salvataggio e pronto soccorso finiscono con l usufruirne sia chi paga che chi `dribbla ma nessuna battaglia contro i pendolari che sono una risorsa ­ fa eco la federconsorzi locale ­ semplicemente non è giusto che chi ha sborsato per l ingresso in uno stabilimento si trovi davanti una selva di ombrelloni sdraio e lettini certo per molti addetti questi turisti `di serie b in perenne caccia del più piccolo fazzoletto di spiaggia libera persino con la bacchetta da rabdomante son problemi peggio tuttavia è che a nessuno prema eliminare il rapporto di causa ed effetto che spesso lega il popolo beach-free dal braccino corto ai gestori balneari dal conto lungo o lunghissimo tipo quando mezzo litro di acqua minerale servita con bicchiere di plastica ­ uno tra gli innumerevoli esempi possibili ­ assurge a prezzi da hotel de paris atteggiamenti speculativi che i clienti hanno ormai imparato a riconoscere ponendo le purtroppo solide basi della scarsa considerazione di cui da qualche tempo `godono molti nostri operatori balneari surplus di non necessario né richiesto discredito che concorre a minare la già non esaltante credibilità della categoria compromessa ad abundantiam pure dalla caterva di verbali elevati dalla guardia di finanza durante l ultima stagione nei confronti di troppi stabilimenti usi svicolare dal registratore di cassa nel grave momento in cui la lotta ai furbetti del 730 trascende l aspetto etico-morale per assurgere a questione di vita o morte economico-finanziaria dello stivale il tema brucia più della canicola che lo scorso agosto ha ridefinito i modelli previsionali delle temperature e il relativo exploit di presenze ha disinnescato le cassandre il che non ci ha risparmiato le accorate geremiadi delle prefiche in servizio permanente effettivo presso la categoria con tanti saluti al residuo orgoglio di appartenenza alla medesima insomma mentre problemi reali incombono ­ vedi le tante spiagge dove nei giorni di scirocco il mare inghiotte ombrelloni scarpe e borse ­ c è sempre chi si trastulla a rimpiazzare sana ambizione e ricerca della qualità con le ormai note lamentazioni e allarmismi stracciandosi le vesti per una crisi che è sempre colpa degli altri thomas hobbes celebre filosofo britannico del xvii secolo lasciò un aforisma nel quale sosteneva che l interesse e la paura sono i principi cardine della società che l abbia scritto sotto l ombrellone?

[close]

p. 9

7 spiagge

[close]

p. 10

progetto spiaggia management di qualità in tempo di crisi servizio di matteo barboni e lidia malacarne hanno collaborato nicola marra andrea sganzerla e salvatore ferraiuolo 8 l mondo cambia si evolve si struttura e ristruttura ogni aspetto della quotidianità ha assistito e continua tutt ora a farlo a profondi cambiamenti che stanno letteralmente rivoluzionando anche gli ambiti più semplici tra i principali fattori responsabili dei mutamenti la tecnologia e il flusso globale delle informazioni che uniti alla crisi economica hanno portato il consumatore a non accontentarsi a priori di qualsiasi cosa ma a pretendere sempre di più e meglio la competizione ha ormai raggiunto tutti i settori tanto che la ricerca dell eccellenza è l unico comune denominatore per chi cerca di sopravvivere e di affermarsi in un mercato saturo di offerta in questo scenario si inserisce anche il mondo della spiaggia e del turismo balneare per lunghi decenni conside i rato a sé stante immune ai cambi di direzione esterni stessa spiaggia stesso mare da canzonetta d amore è diventata un affermazione che ha fossilizzato molti operatori finché il bel tempo è durato e il vento dell economia ha soffiato a favore la clientela ha continuato a spendere serenamente magari in maniera un po pretenziosa ma senza avere particolari richieste una situazione definibile come garantista dove per lungo tempo nemmeno un evidente nichilismo imprenditoriale ha portato ad una vera crisi di introiti le entrate erano sicure la gente ha continuato ad affollare le spiagge senza mai fare tante rimostranze per la mancanza di un servizio o per una fornitura scadente e datata vero è che l industria turisti ca pur cresciuta a livello globale non è stata in grado di competere con la ricchezza di servizi offerti dal sistema balneare italiano unico nel suo genere e di fatto incomparabile tuttavia il mondo si evolve e per quanto lentamente qualcosa ha cominciato a cambiare ed anche la pura legge del monopolio di categoria da sola non è più bastata l introduzione dell euro la diffusione dei viaggi low-cost la crisi economica hanno spinto a cercare qualcosa di diverso talvolta più competitivo i paesi emergenti del bacino del mediterraneo non si sono fatti scappare l occasione per attirare sulle proprie coste milioni di turisti che con poco denaro in tasca cercavano una vacanza piacevole e assolutamente vantaggiosa dal punto di vista economico.

[close]

p. 11

la globalizzazione dell offerta unita alla crisi economica sta rendendo il consumatore sempre più esigente e di conseguenza le proposte stanno diventando sempre più diversificate e competitive come ottenere risultati davvero soddisfacenti applicando un marketing moderno scientifico e progettando vera qualità 9

[close]

p. 12

progetto spiaggia qualità in tempo di crisi 10 È pura legge di mercato ad un aumento dell offerta corrisponde un cambiamento della domanda in primis c è stato il mar rosso con le sue strutture ricettive nuovissime e un mare invidiabile seguito da spagna ex jugoslavia albania grecia e turchia senza dimenticare il portogallo e qualche area del nord africa tutti hanno cominciato a studiare pacchetti viaggi soluzioni all inclusive in aree non ancora battute dal turismo di massa e quindi decisamente competitive il nuovo attira si sa e questi stati hanno beneficiato di una curiosità che ha fatto molta presa in favore di paesi in passato meta solo di avventurieri e di turisti temerari in molti casi si tratta di un turismo balneare che offre servizi praticamente all inclusive e sempre agganciati all offerta alberghiera gli stabilimenti in queste location sono sempre modernamente attrezzati e forniscono spesso servizi aggiuntivi come ad esempio gli asciugamani in spiaggia con un rapporto qualità/prezzo difficile da quantificare separatamente ma comunque ­ grazie alla formula a pacchetto ­ decisamente competitivo scio di essere nato nel paese considerato da molti il più bello del mondo ha deciso di restare magari animato da un nobile desiderio di sostenere l economia nazionale o più semplicemente per mere questioni pratiche infatti è soprattutto per il turismo familiare nella cui economia incide parecchio la spesa del viaggio che il cosiddetto `corto raggio resiste la tecnologia e il flusso globale delle informazioni uniti alla crisi economica hanno portato il consumatore a non accontentarsi più e a pretendere sempre di meglio l euro però non abbonda nelle tasche di nessuno e se si può si tende comunque a contenere le spese chi invece ha reale disponibilità di spesa chiede un livello qualitativo veramente alto sono soldi sudati quelli che se ne vanno per concedersi un po di relax e anche se il prelievo è rapido come quello di una strisciata di cargente comincia a notare la differenza tra chi propone un semplice nolo di lettino e ombrellone e chi offre una vasta ed articolata gamma di servizi complementari una situazione quella sopra descritta ormai nota a tutti ma che ha spiazzato parecchio chi si era abituato a una l ta di credito la consapevolezza delle conseguenze che quel gesto ha sul bilancio familiare fa sì che la maggior parte dei turisti italiani non si accontenti più tanto facilmente o quanto meno abbia preso a cercare quando possibile formule alternative valutando e comparando prezzi e servizi anche perché se è vero che il made in italy è sinonimo di straordinarietà in tutti i campi anche sulla spiaggia la fortunatamente non tutti gli italiani sono esterofili e più di qualcuno con-

[close]

p. 13

11

[close]

p. 14

progetto spiaggia qualità in tempo di crisi condizione più favorevole o almeno non così competitiva nel fenomeno decisamente italiano di questa ormai storica e massiva colonizzazione delle spiagge solo una minoranza si è lanciata con vera sostanza in migliorie significative puntando sul rinnovamento delle strutture sull immagine o sulla pulizia e sull ecologia sui servizi o sulla ristorazione intere aree restano tutt ora fermamente ancorate ad una gestione familiare/tradizionalista in cui nemmeno il cambio generazionale riesce ad essere di stimolo all innovazione vero è anche che in un sistema già fortemente condizionato da stagionalità e incognite meteorologiche l insicurezza derivante dal decreto milleproroghe e la scadenza del 2015 sono diventate il perfetto pretesto per frenare qualsiasi impeto di rinno vamento lo sviluppo delle imprese balneari va oggi più che mai a macchia di leopardo e a diverse velocità chi ha cominciato a cavalcare l onda del rinnovamento abituando anche la propria clientela non si è più fermato mentre chi anche storicamente operava a regime ridotto ha ulteriormente frenato rinunciando di fatto a qualsiasi ambizione nel mezzo un buon numero di operatori ha puntato sul rinnovamento solo di certi ambiti generando una sorta di specializzazione naturale una targetizzazione in gran parte di profilo popolare o medio-basso le aree dedicate allo sport e quelle riservate ai bambini rappresentano da sempre i servizi più gettonati e facili da offrire un tipo di offerta che ha dato le sue soddisfazioni ma che appare ormai come insufficiente a coprire la vasta panoramica di richieste del pubblico come dire che puntare solo su alcuni fattori consente certamente di ottenere una buona di riconoscibilità ma questo non significa potersi permettere di essere lacunosi nei restanti servizi soprattutto se di base perché lo sportivo ad esempio non è detto disdegni una ristorazione adeguata così come a chi chiede relax non basta la vasca idromassaggio se essa non è collocata nel giusto contesto e pulizia ordine ed eleganza negli arredi sono valori estremamente apprezzati da tutti ecco perché conoscere i vari ambiti è il primo passo per riuscire a fornire quei servizi che nella loro interezza innalzano il livello dell offerta di uno stabilimento balneare che a buona ragione oggi si deve configurare come un player protagonista nel business del turismo estivo made in italy 12 top of the beach i must da sapere e seguire per una gestione moderna dell attività balneare 1 1 rinnovare l immagine di primo impatto partendo ad esempio dall insegna 6 enfatizzare la propria professionalità per esempio il 2 2 scegliere uno stile un concept ad esempio etnico ecologico monocromatico trend wellness ecc e rispettarlo coerentemente salvamento va rappresentato e comunicato non solo come un obbligo di legge ma come un servizio di valore reso alla clientela fortemente specializzato e rassicurante e proprio servizio ristorante sia che si tratti solo di beverage di base è sempre possibile personalizzare e raffinare il servizio offerto i bicchieri di plastica solo nei distributori automatici dell accoglienza e dell ospitalità e non sul semplice concetto di noleggio di ombra l operatore balneare deve riconoscersi come beach manager alla pari dello staff abolito in ogni caso il torso scoperto e il costume da bagno a vista va costruito un look più ordinato e distinto anche se minimalista 7 ristorazione sia che si possa disporre di un vero 3 3 inserire ogni stagione almeno un elemento innovativo non necessariamente rivoluzionario ma sufficiente a essere un occasione di comunicazione e promozione nei confronti della clientela 4 4 caratterizzare i servizi offerti anche quelli basilari come ad esempio i servizi igienici e la gestione dei rifiuti impattano moltissimo se curati con attenzione e personalità 5 formare e controllare il personale con divise in ordine e in generale proponendo un approccio alla clientela condiviso e responsabile 8 in generale improntare lo stabilimento sul concetto

[close]

p. 15

13

[close]

Comments

no comments yet