il Portico 342

 

Embed or link this publication

Description

la voce dei novellaresi

Popular Pages


p. 1

ANNO XXXVI MENSILE NOVELLARESE D'INFORMAZIONE Consulenza e stime immobiliari Gestione Affitti - Compravendite NOVELLARA (RE) V.le Montegrappa, 11/b Cell. 348-4446131 - Tel. 0522-654100 Giugno 2017 n.342 Morellini Geom. Daniele - COSTRUZIONI EDILI - RISTRUTTURAZIONI - VENDITE IMMOBILIARI - PROGETTAZIONI Viale Montegrappa, 40 - 42017 Novellara (RE) - Tel. 0522 - 652719 - Cell. 348 9000390 www.dmcostruzionisrl.it - Email: info@dmcostruzioni.it

[close]

p. 2

2 Il PD e il Comitato Feste: riscoprire con umiltà il senso e la bellezza dello stare insieme Si è da poco conclusa la Festa del Pesce di Maggio organizzata come sempre dal Partito Democratico di Novellara. Ogni anno, con rinnovata forza e volontà, si porta avanti questo appuntamento cercando sempre di apportare qualche novità ma soprattutto di guardare al territorio. di Milena Saccani Vezzani Segretaria Circolo PD Novellara Nonostante il periodo di difficoltà e crisi diffuse, la grande partecipazione evidenzia un riscontro positivo e un apprezzamento del pubblico alla nostra festa ed al nostro modo di proporci. Questa edizione è stata caratterizzata dal buon umore, in quanto nelle due serate del Venerdì abbiamo voluto proporre un intrattenimento comico per allietare le serate insieme a Cantoni Gianpaolo e la coppia Enzo Fontanesi e Silvia Razzoli. Altro elemento che ci contraddistingue molto è la solidarietà. Questa festa per noi rappresenta certamente la principale fonte di autofinanziamento che ci permette di fare attività politica e culturale sul territorio, di mantenere una sede ma soprattutto ci permette ogni anno di aiutare chi è in difficoltà, di valorizzare e riconoscere l’importante lavoro svolto sul territorio dalle tante associazioni presenti, scuola ed istituzioni. Ricordiamo che negli anni sono stati tanti i contributi dati in beneficienza a scuola, Istituzione Millefiori, Grade, Oncologia, territori alluvionati, terremotati. In questa edizione primaverile sono state organizzate ben DUE serate dedicate alla solidarietà. Nella prima, che si è tenuta lunedì 15 maggio, ci si è dedicati allo SPORT locale per dare risalto all’importante ruolo educativo e sociale che ricoprono le società sportive novellaresi. L’incasso della serata è stato interamente devoluto alle società sportive che hanno partecipato. La seconda serata (Giovedì 18 maggio) è stata dedicata invece, ancora una volta, al Comune terremotato di Ussita (Macerata). Comune con il quale è nata un’amicizia ormai da un anno. Ma si sa, Novellara ha una lunga storia in fatto di amicizie nate da gesti di solidarietà. Questa non è stata soltanto una cena di beneficienza, ma è stata soprattutto una serata di testimonianza e riconoscimento. “Testimonianza” perché durante la serata abbiamo proiettato un paio di video e foto delle zone terremotate. Una piccola delegazione del PD è stata il 18 marzo a CALDAROLA e USSITA insieme a Protezione Civile, CT9, Oratorio Cristo RE, Comune di Novellara, Gruppo Volontari di S.Giovanni e S.Maria ed abbiamo quindi voluto portare a casa una testimonianza di ciò che là abbiamo visto e delle amicizie nate con i sindaci di quei due comuni. Ringrazio la Protezione Civile Nubilaria e la Protezione Civile Bentivoglio, il CT9, Oratorio Cristo RE, Comune e Gruppo Volontari di S.Giovanni e S.Maria per la loro importante presenza alla nostra serata benefica a testimoniare quanto è forte l’impegno novellarese per chi è più in difficoltà. Questa è stata una serata particolarmente ricca ed importante. Non solo sono stati donati 4.000 euro al Comune terremotato di Ussita, ma abbiamo riservato una sorpresa (svelata la sera stessa) al pubblico numeroso presente. Ecco perché ho usato anche la parola “riconoscimento” per caratterizzare questa serata. Sono stati donati anche 1.000 euro alla Protezione Civile Nubilaria. Un sem- plice gesto per ringraziare e riconoscere l’importante compito che questa associazione svolge sul territorio, per il territorio e per tutti i cittadini. Ci tengo ad aggiungere un altro tassello che da anni caratterizza la Festa del Pesce di Novellara. Parteci- piamo da anni ad un progetto di reinserimento che coinvolge l’Istituto Penitenziario di Reggio Emilia e che quindi ci permette ogni anno di ospitare 3 ragazzi detenuti nell’Istituto che possono per alcune ore della giornata impegnarsi in varie attività presso la nostra festa. Grazie a questo tipo di progetti , di cui noi siamo molto soddisfatti, questi ragazzi hanno la possibilità di reinserirsi nella società e di imparare un lavoro. Ho voluto raccontare semplicemente cos’è la Festa del Pesce. Non è solo e semplicemente una festa in cui si viene a mangiare buon cibo, ma c’è tanto altro dietro. Persone che si mettono a disposizione per pensarla, organizzarla e realizzarla, c’è volontà, passione, solidarietà, accoglienza, riconoscimento, valorizzazione, territorio e tanto volontariato. Questa è la nostra festa, questo siamo anche noi del circolo PD di Novellara. Vorrei dire un GRAZIE di vero cuore a tutti i volontari per il lavoro, il tempo dedicato alla buona riuscita della festa, la passione con la quale hanno contribuito a realizzare questo appuntamento, perché senza di loro il PD non sarebbe la forza che è nei nostri territori. Un grande GRAZIE alle società sportive che hanno collaborato con noi alla CENA PER LO SPORT, alle associazioni che hanno partecipato alla serata di beneficienza per i terremotati. E GRAZIE anche a tutte le persone che ogni anno frequentano la nostra Festa del Pesce.

[close]

p. 3

3 Insieme si può, insieme si vince, insieme si deve! Breve racconto della consegna contributo “ Serata Sport “ di Panciroli Daniele 4 giugno 2017, è una splendida giornata di sole. Abbiamo deciso che saranno i “ Campi da Calcio “ in viale Dello Sport, il luogo dove provvederemo alla consegna del ricavato derivante dalla serata “ A Cena per lo Sport “. E’ in corso il Torneo di Calcio, ci sono bambini/e, genitori che li incitano a “ bordo campo “e i dirigenti impegnati affinchè il tutto avvenga nel modo migliore. Ecco. E’ proprio questo quello che volevamo sostenere. L’attività di chi quotidianamente, “ pensa “ ai ns ragazzi / e. Passa con loro tante ore, li educa e li “ accompagna “ alla vita adulta. Dopo la cerimonia di consegna, invito dirigenti sportivi e volontari Festa Partito Democratico ad aggregarsi per una foto. Si mescolano. Un altro piccolo risultato. Forse è nata una squadra. Grande o no che sia, se l’è giocata ! Ora tutti “sotto la doccia”, ci rivediamo alla prossima partita. Sinceramente grazie a tutti, “A cena per lo sport”, obiettivo raggiunto o “solo” punto di partenza ? Da una “semplice” cena di raccolta fondi per lo Sport Novellarese, forse un primo passo verso la collaborazione fra le realtà sportive locali. di Gianluca Arcetti e Daniele Pancirol Il termine “Sport” è abbreviazione della parola inglese disport che significa divertimento. La parola disport deriva dal francese desport che ha lo stesso significato e che a sua volta deriva dal latino deportare, composizione della parola de ”allontamento” e portare, proprio del suo significato. Quindi deportare significa “portarsi fuori”. Ecco. E’ da questo concetto che a marzo ’17, nasce l’idea del Comitato Feste del Partito Democratico di Novellara di organizzare tale iniziativa; ovvero trovare un modo, tangibile, per “portarsi fuori”, uscire. A chi ci siamo rivolti ? A chi quotidianamente, come noi, vive una realtà (in questo caso sportiva), si impegna per essa con il volontariato, e allo stesso tempo, così come noi, crede nei valori dell’insegnamento nonché nel rispetto delle regole, siano esse all’interno di una disciplina (sportiva) o siano in una Comunità che vuol definirsi civile. E’ sulla base di questi valori che nasce quindi: “A cena per lo Sport“ ed il suo motto: “Lo Sport è di tutti !”. Obiettivo raggiunto ? NO, se ogni società pensa a sé stessa. Questo voleva essere, solo un primo passo. A voi l’invito, nonchè l’auspicio che aumentino e si migliorino forme collaborative e progetti, sia per il tramite del PD locale sia per vostra autonoma iniziativa. SI’, se valutiamo solo questa prima importante iniziativa. C’è da ritenersi soddisfatti (vedasi tabella). Avere in Sala 421 ospiti (senza considerare i 20 / 30 volontari) ed ottenere un utile di oltre 3.200 euro, è motivo d’orgoglio che solo una “squadra” di volontari in opera già dalla mattina, sarebbe stata in grado di raggiungere. A tutti i volontari impegnati e ai dirigenti di tutte le società sportive novellaresi, un sentito ringraziamento. BAR APERTO Vi aspettiamo dal lunedi alla domenica prime colazioni, pranzi, cene, aperitivi cucina tradizionale e vegetariana Dal Lunedi alla Domenica dalle 6.30 NOVELLARA (RE) P.zza Unità d’Italia, 62 tel. 0522/662624 cel. 333-8817473

[close]

p. 4

4 Il Premio Augusto Daolio Comune arriva a Novellara di Novellara 4 di Elena Carletti - Sindaca Il premio Daolio e probabilmente il concorso musicale più storico legato alla figura di Augusto. Questo concorso, negli anni, si è radicato e affermato, diventando una importante vetrina della musica giovane. Oggi si può dire che il premio è tornato a casa: il concorso nato a Cavriago e dedicato alla storica voce dei Nomadi, quest’anno passa il testimone a Novellara, la sua terra. Le iscrizioni si sono da poco concluse, e numerosi giovani hanno presentato i loro brani inediti. Credo che la bellezza di questo concorso stia soprattutto nel fatto che si valorizzano nuovi e giovani talenti e anche nel fatto chùe non esiste limite ai generi musicali: tutto ciò che musica ed arte viene accettato, come avrebbe certamente appezzato anche Augusto. Un altro punto caratterizzante è il valore che viene dato al territorio: hanno potuto iscriversi infatti gli artisti residenti nella Regione Emilia Romagna e nella provincia di Mantova. È un modo per far crescere le voci di una giovane generazione che trovano nella nostra terra le loro ispirazioni, o che possono arricchirla con idee nuove. Le proposte sono al vaglio della giuria, che selezionerà solamente venti partecipanti. Questi avranno la possibilità di esibirsi in una cornice d’eccezionale bellezza, il cortile della Rocca di Novellara. Le due serate di semifinale saranno 23 e 24 giugno: i giovani artisti proporranno due brani a scelta. I quattro che verranno ritenuti migliori potranno accedere alla finale del 2 luglio. Ma anche la giuria popolare potrà esprimere le sue preferenze: dal 26 giugno a sabato 1 luglio sul sito premiodaolio.it si potranno ascoltare e votare i brani in concorso. Il vincitore verrà scelto basandosi sia sulla votazione espressa dalla giuria che sui voti del pubblico. Souvenir dal Borgo di Francesca Amadei - segreteria del Sindaco La rocca, gli affreschi della Sala del fico, le botti dell’acetaia, il teatro… questi e tanti altri sono i soggetti che colorano le splendide borse ricamate a mano da una volontaria Auser. Proprio dal suo bisogno di mettersi in gioco e di non rimanere con le mani in mano sono scaturite queste borse, che ritraggono con estro e fantasia gli scorci tipici di Novellara e i servizi che il Comune offre, esaltando l’amore per la lettura e la storia del paese. L’idea che unisce tutti i soggetti è quella di creare un segno tangibile e duraturo della nostra cultura e dei nostri valori. Le borse saranno vendute dalla Proloco presso l’acetaia comunale, la Biblioteca, il Museo Gonzaga, l’ufficio di staff del Sindaco e l’economato e potranno essere acquistate anche durante le manifestazioni organizzate da Proloco Novellara. Sono simpatici e preziosi souvenir che possono essere collezionati dagli appassionati o acquistati dai turisti che visitano la città. Le borse sono state donata alla volontaria da Massimo Faietti di 2effe e vengono vendute a 10 euro; tutto il ricavato verrà utilizzato da Proloco Novellara per il supporto e la realizzazione di iniziative di carattere culturale. Vendita diretta di cocomeri, meloni ortaggi - angolo prodotti tipici Distesa estiva con degustazione cocomera Sulla Provinciale per Reggiolo in via Colombo, 103 a Novellara (RE) tel. 0522/652055

[close]

p. 5

Al teatro Tagliavini la presentazione del Bilancio Sociale dell’Istituto Comprensivo di Novellara Nel corso della serata ringraziamenti e saluti alla dott.ssa Edie Pavarini storica docente di matematica nonché da anni vicepreside, ormai prossima alla pensione. di Eda Ferrabue Il 18 maggio scorso, nella suggestiva cornice del teatro di Novellara, si è tenuta la pubblica presentazione del Bilancio Sociale dell’Istituto Comprensivo di Novellara. A presiederlo, la dirigente scolastica Maria Cristina Santini che con ricchezza di immagini ha esposto i numerosi progetti e laboratori intrapresi nel corso dell’anno, fornendo di ciascuno le finalità educative e l’entità dei finanziamenti stanziati da enti e sponsor. A dispetto della natura arida delle cifre, la serata è trscorsa all’insegna di un dotto divertimento e di una calorosa risposta di pubblico. Bambini e adolescenti, guidati dai loro insegnanti, si sono avvicendati nelle esibizioni più disparate, incantando il pubblico col magico sussurrio dei flauti, la potenza espressiva delle voci, le percussioni sincronizzate dei corpi (body percussion). Ragazzi valentissimi da ascol- tare ma, in pari misura anche da ammirare, per quella loro bellezza ignara e sfolgorante che animava il palco di un fascino speciale. La serata, proprio nel momento in cui pareva avviarsi alla sua naturale conclusione, all’improvviso cambia direzione. Un chiacchiericcio si sente provenire dal fondo del teatro. Tutti si girano. Due comari animatamente vanno commentando in dialetto reggiano la notizia del giorno. Edie Pavarini va in pensione! È questa la ragione della sorpresa, tenuta in serbo da diversi giorni e che i ragazzi a questo punto non sono più in grado di controllare. La prof. Pavarini, storica docente di matematica della Scuola Media di Novellara, nonchè da anni vicepreside, ormai prossima alla pensione, in un teatro gremito da ragazzi, genitori, colleghi, ex colleghi e volontari della scuola, viene 5 omaggiata nei più svariati modi, con poesia, musica, magia e fiori, a dimostrazione della stima e dell’affetto che l’insegnante ha saputo guadagnarsi. Oltre al ringraziamento e al saluto personale della Dirigente dell’IC Maria Cristina Santini, all’affettuoso bacio dell’Assessore Marco Battini, un pensiero del Sindaco Elena Carletti che, nel fare dono a Edie di due bellissimi alberi, ha paragonato l’operato degli insegnanti a quello dei giardinieri quando seminano e si prendono cura del germogliare e del crescere delle piante. La prof. Pavarini ha preso la parola a sua volta, ringraziando tutti, senza alcun discorso di circostanza. Solo poche parole, anzi una: onestà. L’onestà con cui ha cercato di fare ogni giorno il suo lavoro. Punto. Una cosa però io l’aggiungerei e cioè che questa signora ha accolto gli onori cedendo solo un attimo all’emozione, nel momento in cui ha ricevuto i pensieri dei “suoi” ragazzi!!!! Null’altro da aggiungere, se non che la serata si è fatta via via sempre più allegra e scoppiettante. La musica mandava in circolo una gran voglia di cantare e ballare. Una volta a casa non è stato per niente facile mettersi a dormire. RINGRAZIAMENTO Ai Dirigenti Centro Sportivo "ENZO MELONI" Gli utenti della palestra di S.Giovanni (UISPG.A.S.A.) ringraziano sentitamente per il dono ricevuto che sarà di grande utilità ed era veramente necessario. Le attività laboratoriali della Scuola Media: un modello di eccellenza unico nella nostra regione Scrivo queste righe pensando ai molti lettori del Portico che non hanno più alcun rapporto con la scuola. Figli ormai adulti e nipoti in cerca di lavoro spesso sono ragioni sufficienti per una completa caduta d’interesse. Una volta fuori, la scuola non ci tocca. Noi non ne abbiamo bisogno, come lei non ha più bisogno di noi. di Edie Pavarini Ma davvero funziona sempre così? Invece di rispondere, vorrei parlarvi della nostra Scuola Media di Novellara. La Scuola L. Orsi ormai da anni integra le lezioni del mattino con due pomeriggi settimanali, chiamati Scuola Aperta. Le ore del pomeriggio sono dedicate a vari progetti e laboratori che, pur al di fuori delle materie canoniche, ne approcciano le tematiche grazie all’utilizzo di discipline diverse. Il teatro, la fotografia, l’informatica, la cucina ...sono strade nuove per arrivare comunque alle destinazioni classiche e cioè agli eventi della storia, all’utilizzo delle regole della matematica e della grammatica, alla rappresentazione topografica di un luogo e molto altro ancora, con evidente gratificazione anche dei ragazzi meno portati per lo studio i quali, scoprendo passioni e attitudini nuove, accrescono la loro autostima e la fiducia nella scuola. Queste attività pomeridiane nascono dall’intraprendenza di insegnanti e volontari e sono, al di fuori di ogni retorica, un modello di eccellenza unico nella nostra regione. Non si tratta esclusivamente di insegnanti in pensione. C’è chi sa lavorare il legno o la creta, chi conosce l’arte del ricamo o del bricolage, chi s’intende di piante e chi di fotografia. Non c’è sapere che sia banale o inutile. Non c’è contributo di tempo o esperienza che la scuola non possa valorizzare.Tra le attività laboratoriali di quest’anno ricordiamo quella collegata al progetto regionale della 16^ settimana della didattica in Archivio, sviluppata in sinergia con l’Archivio di Novellara per rilevare gli edifici storici, le vie e le loro trasformazioni nel tempo. L’attività è stata sviluppata dalle docenti Eva Lucenti, nella sezione dell’analisi delle fonti storiche, Emanuela Montanari e Lorenza Fornasari nella sezione dello studio e progettazione dei modellini degli antichi edifici. Tutti i plastici e le targhe prodotti sono visibili nella Biblioteca del Comune di Novellara. Il progetto “Bellacoopia”,promosso da Legacoop e condotto dalla Prof.ssa Eva Lucenti, ha avuto per oggetto l’analisi delle fonti storiche (lettere, atti pubblici..) al fine sia di padroneggiarne la decifrazione che di ricostruire i fenomeni migratori di molti novellaresi all’inizio del secolo scorso. Una consapevolezza che contribuisce ad arricchire lo spirito civico e di cittadinanza degli studenti. Il Laboratorio teatrale della Scuola Aperta, condotto da Grazia Costa e dalla docente Giulia Bonacini, ha progettato ed elaborato a classi aperte spettacoli teatrali presentati a tutta la cittadinanza. Questi spettacoli si sono rivelati una importante esperienza formativa per gli alunni coinvolti in considerazione del fatto che li ha portati a maturare in un lavoro corale e ad esprimersi in modo più consapevole. Non senza orgoglio segnaliamo infine che l’IC Novellara ha partecipato al Concorso “Aspettando FICO…nella scuola Emilia-Romagna”. Le classi della Scuola Sec. di 1° grado della regione erano chiamate a documentare, attraverso un reportage fotografico, i mestieri delle filiere agroalimentari del territorio emiliano romagnolo. Con il reportage “Il parmigiano Reggiano di Vacche Rosse DOP” l’IC Novellara si è classificato terzo nella sua categoria. L’attività è stata sviluppata dal Laboratorio di fotoritocco della Scuola Aperta coordinato dalla Prof. Lorenza Fornasari e dai volontari dell’Associazione “Volontari a scuola e..” Giuliano Ariosi e Luigi Turci. L’idea vincente dei ragazzi consiste in un suggestivo notturno della piazza di Novellara che ha una forma di Parmigiano Reggiano al posto della luna. L’immagine è corredata da una azzeccatissima didascalia che testualmente recita: “la luna l’è na formaia”. NOVITÀ CENTRO REVISIONE AUTOVEICOLI Assistenza - Vendita nuovo - usato Vendita ricambi originali Gommista - Installazione impianti GPL NOVELLARA (RE) Via Galois, 2/4 Tel. 0522.653650 www.nuovacantoniemonari.it - info@nuovacantoniemonari.it

[close]

p. 6

6 Il prestigioso marchio IGP all’Anguria Reggiana. L’anguria reggiana acquisisce l’Indicazione Geografica Protetta, il primo marchio IGP conquistato dalla provincia di Reggio Emilia e il primo IGP europeo riconosciuto ad un’anguria. Il 28-29-30 luglio 2017 a Novellara grande festa dell’ anguria con ospiti d’eccezione, conferenze, eventi, stand gastronomici e musica. Un centro storico libero dalle slot machines? Sì, grazie! Compilando l’apposito modulo, ogni esercizio commerciale può chiedere di essere riconosciuto come locale Slot free, ovvero locale privo di slot machine, totem telematici e VLT. Ai commercianti verrà rilasciata la vetrofania che riporta il logo Slot free ER, per testimoniare la loro scelta etica e il concreto impegno per una città libera dal gioco d’azzardo. Come faccio a saperlo? Vi siete mai posti la domanda: «Come faccio a saperlo? Come faccio ad essere informato su tutto quello che succede nel mio paese, sulle possibilità che il mio Comune mi offre?». Lo strumento esiste già ed è la Newsletter del Comune di Novellara! Basta un semplice click per rimanere sempre connessi con le attività che si svolgono nella nostra città. Una volta iscritti, sarà impossibile dire ancora «Carina quell’iniziativa, ma… me la sono persa»! Adeguamenti alla toponomastica ISTAT. E’ in corso anche presso il Comune di Novellara l’allineamento dello stradario comunale con l’Archivio Nazionale dei Numeri Civici e delle Strade Urbane (ANNCSU). Al fine di questo adeguamento nei mesi di luglio ed agosto tutti i numeri civici con esponente numerico verranno sostituiti, con oneri a carico del comune, con esponente letterale (esempio da /1 a /A). Le famiglie interessate verranno comunque contattate singolarmente. Bonus Acqua: è la richiesta di concessione dell’agevolazione della tariffa del servizio idrico integrato a favore di nuclei familiari in condizioni economiche disagiate (scadenza 30/09/2017). Per informazioni: millefiori@ comune.novellara.re.it. 5x1000...ragioni di solidarietà: anche quest’anno è possibile devolvere il 5x1000 a favore del Comune di Novellara. Basterà firmare il riquadro “Sostegno attività sociali svolte dal Comune di residenza” in fondo al Modello 730/1-bis e Unico o inserire il codice fiscale nel CUD (C.F. Comune di Novellara 00441550357) per contribuire a mantenere alta la qualità dei progetti in campo scolastico e sociale. IMU e TASI - Quando si pagano? La prima rata va versata entro il 16 giugno, pari al 50% sulle base delle aliquote e detrazioni dell’anno precedente; la seconda rata, a conguaglio, va versata entro il 16 dicembre. La scadenza per la presentazione della denuncia 2016 è il 30 giugno 2017 Graduatorie: sul sito del Comune di Novellara (homepage delle notizie) sono pubblicate le graduatorie definitive e provvisorie relative ai bandi di concessione di suolo pubblico per rivendita di quotidiani e periodici e per i mercati e la Fiera di San Cassiano. E’ attivo lo sportello anticorruzione del Comune di Novellara a cui risponde il dott. Luigi Bova - Segretario Generale -sportelloanticorruzione@comune.novellara. re.it tel 0522 655404. Orari di Ricevimento: Martedì 10:00/12:30 - 15:30/17:30 Giovedì 15:30/17:30 Venerdì 10:00/12:30 Attenzione alla Tessera Elettorale! Se risulta esaurito lo spazio per nuovi timbri occorre riconsegnarla all’Urp e contestualmente chiedere il rilascio di una nuova Tessera Albo dei giudici popolari: l’ufficio elettorale invita tutti i cittadini in possesso dei requisiti a visionare ed eventualmente chiedere - entro il 31 luglio - di essere inseriti nei rispettivi elenchi regionali dei Giudici Popolari. Doppio cognome. Con la sentenza della Corte Costituzionale n. 286 del 21/12/216 viene stabilito che una coppia di cittadini concordi possono attribuire, al momento della dichiarazione di nascita del proprio figlio, accanto al cognome del padre anche quello della madre (anche in caso di adozione). Chiedi informazioni all’Ufficio dello Stato Civile 0522 655437. Culetti asciutti: sei una mamma o un papà e sei stanco di spendere soldi in pannolini? Sei un genitore sensibile all’ambiente e vuoi contribuire a migliorarlo? Presso l’URP del Comune di Novellara (tel 0522 655417) puoi ritirare una scorta di pannolini lavabili! I pannolini vengono consegnati gratuitamente (dietro cauzione) ed ogni famiglia può ritirare fino a due kit, che vengono sanificati ad ogni restituzione. Bando borse di studio AVIS: le associazioni di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Novellara, Poviglio, Reggiolo e Santa Vittoria assegnano 6 borse di studio di euro 400,00 a favore di studenti frequentanti l’Istituto Superiore “B. Russell” di Guastalla e l’Istituto “M.Carrara” delle sedi di Guastalla e Novellara. (scadenza del bando 23 settembre2017). La Banca del Tempo a Novellara è attiva! Per informazioni: il martedì sera dalle 20.30 alle 22.30 in via Enrico De Nicola, 24 oppure ogni 1° e 3° sabato del mese dalle ore 9.00 alle ore 11.00 di fianco all’URP (Rocca comunale). Info: bdeltemponovellara@ gmail.com - pagina Facebook: banca del tempo di Novellara. Premio alla nascita di 800 euro - bonus mamma domani. Viene dato alla futura mamma dall’inizio dell’ottavo mese di gravidanza oppure alla nascita del bambino (o alla data di adozione/affido). Per informazioni: www.inps.it alla voce Servizi OnLine oppure Contact Center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile; oppure rivolgiti agli enti di patronato e intermediari dell’Istituto. Voucher asilo nido 2017-2018. Pubblicato avviso di proroga e istruzioni per la presentazione della domanda del beneficio di maternità. Il beneficio Il beneficio è riconosciuto per il biennio 2017-2018, secondo l’ordine delle domande presentate, fino al 31 dicembre 2018, esclusivamente attraverso i servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo dal portale dell’Istituto dell’INPS. Contrasto alla povertà: nasce il reddito di inclusione - Legge 15 marzo 2017, n. 33. Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge dovranno essere emanati i decreti legislativi di attuazione che introdurranno il reddito di inclusione, misura a carattere universale, riordineranno le prestazioni assistenziali finalizzate al contrasto alla povertà e rafforzeranno il coordinamento degli interventi in materia di servizi sociali. www.alnidovaccinati.it La Regione Emilia Romagna ha approvato la legge che rende obbligatorio, da settembre 2017, vaccinare i bambini per poterli iscrivere agli asili nido e far loro frequentare i servizi educativi e ricreativi, pubblici e privati della regione. É la prima norma di questo tipo in Italia, voluta per tutelare la salute sia dei minori, soprattutto di quelli più deboli, sia della collettività. Giardini in fiore, evitiamo trattamenti inutili e dannosi. Molte specie vegetali presenti nei nostri giardini sono in fioritura o stanno per fiorire, attirando api, bombi e farfalle. Per informazioni relative ai trattamenti utili è possibile contattare i tecnici del C.A.A. “Giorgio Nicoli” S.r.l. (051/6802227) rferrari@caa.it A cinque anni dal sisma il report della Regione Emilia-Romagna. Il 20 e il 29 maggio 2012 due scosse investirono le province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia, colpendo 58 comuni, causando 28 morti e 300 feriti, con 45mila sfollati e 13 miliardi di danni. Oggi, cinque anni dopo, oltre 14.700 famiglie sono rientrate nelle loro case e tutti i moduli abitativi provvisori sono stati chiusi. Per la ricostruzione privata – case, uffici, negozi, imprese - sono stati concessi complessivamente contributi per 3,9 miliardi di euro, di cui 1,1 negli ultimi dodici mesi. L’economia è ripartita a ritmi superiori. Consulta il report completo su http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/ Accordo sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro. Confindustria Emilia-Romagna e CGIL, CISL, UIL dell’Emilia-Romagna hanno firmato un importante accordo sul tema delle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro. Le parti hanno inoltre individuato negli Uffici delle Consigliere di Parità, le strutture a livello regionale e territoriale alle quali le eventuali vittime di molestie o violenza nei luoghi di lavoro potranno liberamente rivolgersi. #dopodinoi: insieme #sipuofare Il Notariato presenta la Guida per il Cittadino sugli strumenti a tutela delle fragilità sociali. DIANA SAS Supermarket NOVELLARA (RE) Piazza Mazzini, 15 - Tel. 0522.654343 Discount RIO SALICETO (RE) Via Marzabotto 4/A - Tel. 0522.648206

[close]

p. 7

7

[close]

p. 8

8 La comunità novellarese piange la scomparsa del dott. Massimiliano Folloni In una sera che pareva come tante altre, squillano i telefoni e gira la notizia che un amico, una persona nota, un novellarese stimato ha lasciato orfana la nostra comunità della sua presenza, del suo lavoro, della sua professionalità. Il dottor Massimiliano Folloni, 67 anni, nella serata del 17 maggio scorso è stato colto da un terribile infarto che non ha permesso a moglie e figlio, ai pronti soccorsi intervenuti, alle pratiche chi si eseguono in quelle occasione di ripristinare, in Massimo, le sue funzioni vitali. Massimiliano (per gli amici, e non solo, Massimo) era nato a Novellara nel 1950 da una famiglia delle nostre, vale a dire di quelle impegnate nella quotidianità nel lavoro, nell’educare e nel costruire un futuro ai propri figli. Massimo ha fatto tesoro di tutto ciò e nella sua vita ha saputo cogliere quegli insegnamenti che abbinati alle capacità, alla dedizione, ad un carattere forte e volitivo né hanno fatto una delle persone di riferimento della nostra comunità. Sportivo da sempre, è stato un valido giocatore di basket, con trascorsi nella prima squadra della Pallacanestro Novellara. Tuttora dedicava il venerdì sera con gli amici del basket, in “mitiche” partite sfidandosi con di Sergio Calzari Ruini, Vivi, Mariani, Pecorini, Razzini, Artioli, Lorenza e Manuela. Un’altra sua vera passione sportiva era nella navigazione a vela. S’illuminava, lui non facile a lasciarsi andare, quanto raccontava delle traversate con gli amici, delle tecniche, delle soddisfazioni che si coglievano a portare l’imbarcazione in mare. Massimo principalmente è stato per i novellaresi il commercialista. Lo Studio Folloni, conosciuto e rinomato, che Lui ha fatto crescere tanto, è luogo di adempimenti, pratiche, consulenze frequentate e apprezzate. Il tutto nasce con gli studi, la laurea in economia e commercio, l’inizio in banca, nella prestigiosa COMIT (Banca Commerciale Italiana). Il ragazzo ha talento e si aprono subito prospettive davanti a lui. La Comit è banca di caratura nazionale e a Massimo viene offerto un percorso di crescita e di carriera che prevede di farsi ulteriormente le ossa nei luoghi di maggior presenza e prestigio per l’Istituto di Credito. La sede di Firenze gli apre le porte. Massimo parte, poi compie una riflessione che caratterizzerà, in positivo, la sua vita. Decide di entrare nello studio commerciale del dottor Turci. Abbandona la Banca e riparte alla sua maniera, con forza, dedizione, passione che abbina ad una preparazione e competenza che verranno apprezzate da tantissimi imprenditori, persone singole, ma anche dalle pubbliche Istituzioni: è stato revisore contabile del nostro Comune e Presidente della nostra Casa Protetta. Lo studio commerciale nel tempo diventa lo studio Folloni. Studio affermato, conosciuto, considerato. Massimo non è stato solo uno sportivo, un noto professionista, un uomo della comunità: è stato marito, padre, nonno. Non credo sia bene invadere il campo delle intimità familiari di Lena, Francesca, Benedetta, Matteo. Ma in punta di piedi e con delicatezza vorrei solo riportare, perché ne offre una reale dimensione, ciò che si avvertiva il pomeriggio dopo la scomparsa di Massimo, nel cortile della sua casa dove i nipotini Alessandro e Gabriele, i generi Emanuele e Alfredo, assieme ai tanti parenti, amici, conoscenti erano là a ricordare e a testimoniare affetto e partecipazione. In quel luogo si coglieva ciò che è importante nella vita: l’allegria comunque dei piccini, la vicinanza dei parenti, la significativa presenza degli amici. Una casa luogo degli affetti. Mi pare l’essenza, il significato vero e il segno tangibile di una vita ben vissuta, ben spesa, trascorsa onestamente e a testa alta. Una vita nella comunità e per la comunità; il cui valore comunitario ha ben espresso Lena, la moglie, al termine delle esequie, ricordando che bisogna voler bene e che questo bene (attaccamento, rispetto per gli altri, valore della convivenza) va dato per tempo, a piene mani, senza lasciare che il tempo stesso trascorra e che un aspetto così essenziale rimanga incompiuto. La redazione del Portico si unisce alla famiglia Folloni per la scomparsa inprovvisa del proprio caro Massimiliano ed invia le più sentite condoglianze OTTICA il meglio per i nostri clienti Disponibili nuove collezioni vista - sole 2017 di Etnia Barcellona - Clhoè - Oakley - Persol - Ray Ban • Analisi visiva computerizzate • Esame delle funzioni visive • Applicazione lenti a contatto per tutte le problematiche visive • Controllo digitale della pressione oculare • Mappatura corneale • Centro specializzato montaggio lenti progressive • Laboratorio interno montaggi e riparazioni • Lenti oftalmiche Galileo - Rodenstock - Zeiss NOVELLARA (RE) via Cavour, 16 Tel. 0522/654127 di Brioni Erich TINTEGGIO INTERNI - ESTERNI - CARTONGESSO MANUTENZIONI - PAVIMENTI PREFINITI NOVELLARA (RE) Via Einaudi, 29 Cell. 348.5639210

[close]

p. 9

LA PAGINA POLITICA Legge elettorale e manovrina On. Maino Marchi Se il buongiorno si vede dal mattino l’inizio della seconda segreteria Renzi non promette niente di buono per il futuro del PD. Eravamo pronti ad approvare la peggiore legge elettorale possibile, quella che, più di ogni altra proposta fin qui esaminata, avrebbe contraddetto al 100% venti anni di storia dell’Ulivo e poi del PD, con la sola motivazione che era l’unica legge che trovava il consenso delle altre maggiori forze politiche (M5S, Forza Italia e Lega) un pieno ritorno al proporzionale senza nessuna correzione maggioritaria, salvo lo sbarramento al 5%. Era del tutto palese che il PD aveva chiesto una cosa sola: votare in settembre. Molte voci autorevoli hanno fatto sentire il loro dissenso. Inoltre i grillini volevano presentare e votare in aula emendamenti che minavano l’impianto della legge e comunque, prima del voto finale, sottoporre di nuovo on line alla loro base il giudizio definitivo. Rischiavamo di rimanere con il cerino in mano. La legge non ha superato i primi voti segreti alla Camera. Un emendamento relativo al Trentino Alto Adige, votato da tutto il M5S, oltre all’On. Biancofiore di Forza Italia, è stato approvato. I grillini sono venuti meno all’impegno di votare solo due emendamenti su altri punti. E’ altresì evidente che loro più tutti coloro che sono contrari a questa legge non bastano a far approvare un emendamento. Ci sono stati senz’altro decine di voti del PD che si sono aggiunti. O sparsi (quelli che ne hanno approfittato per mettere una zeppa al voto subito) o organizzati e in questo caso siamo molto più hard dei famigerati dalemoni guzzantiani. Siamo al super tatticismo del meglio azzopparci da soli su un tema secondario e dare la colpa agli altri che comunque naufragare più avanti. Temo che la lucidità si sia persa per strada, purtroppo da molto tempo (da quel tempo in cui si è impostata la campagna del referendum costituzionale).Mi auguro che questa testata contro un muro ci faccia rinsavire, ricercando un’intesa innanzitutto tra le forze del centrosinistra e mettendo al centro dell’agenda di fine legislatura e di quella elettorale i temi che più riguardano la vita dei cittadini. Intanto, sempre alla Camera, si è approvata la cosiddetta manovrina, che contiene tre cose buone e un’altra discutibile. Le tre cose buone: a) Si porta il rapporto deficit/PIL dal 2,3 al 2,1%, evitando l’avvio di una procedura di infrazione europea, senza aumenti di tasse (salvo il peggioramento dell’ACE, di cui potranno beneficiare in misura minore le imprese), 9 ma con tagli di spesa centrale e nuove misure di contrasto all’evasione fiscale, accompagnate da altre per velocizzare i rimborsi IVA; una manovra strutturale, che migliora i conti non solo per il 2017, ma anche per il 2018, permettendo di portare la dimensione della futura manovra nel 2018, per evitare l’aumento dell’IVA, da 19 a 15 miliardi; b) Ci sono misure per gli investimenti infrastrutturali e per il sostegno alla crescita, in particolare per il trasporto ferroviario, oltre al prestito ponte per Alitalia e a ulteriori misure per le zone terremotate (compresa l’Emilia); c) Vi sono interventi per gli enti locali, il più importante dei quali riduce i tagli alle Province decisi alla fine del 2014 per il triennio successivo e fino al 2018 compreso; la dimensione della riduzione non risolve il problema (siamo ancora molto lontani da quanto servirebbe), ma lo alleggerisce un po’. La misura discutibile è relativa alla regolazione del lavoro occasionale nelle piccolissime imprese (oltre che per le famiglie). Non è la reintroduzione dei voucher, è un contratto, ma non si è svolto il confronto preventivo con le organizzazioni sindacali che sarebbe stato necessario. Anche su questo si è data l’idea del tatticismo: si annullano tutte le norme sui voucher per evitare il referendum e poi si interviene sulla materia con misure diverse, ma senza il confronto necessario. Se continuiamo così, come in queste settimane su lavoro occasionale e legge elettorale, rischiamo di farci molto male. Siamo ancora in tempo per correggere la rotta. Dipende molto da come il segretario interpreterà il 69% che ha ottenuto alle primarie. La Scuola Media in trincea Foto Mauro Storchi di Maria Leoni Il proficuo rapporto di collaborazione, nato nello scorso anno scolastico, tra la nostra Scuola Media e la locale sede del C.A.I.(Club alpino italiano, ha portato anche quest’anno alla realizzazione di uno splendido viaggio d’istruzione, ovvero la classica “gita” di cui ogni studente conserva perenne memoria. Grazie al supporto delle guide del C.A.I. sul piano della logistica e della sicurezza, le insegnanti di storia e di scienze naturali, hanno potuto proporre ai loro studenti una interessante escursione storico-naturalistica sulle montagne del trentino, presso la trincea del Najà Grom (Mori di Trento). La visita a questo luogo della memoria della Prima Guerra Mondiale è stata, inoltre, arricchita dalla presenza del sig. James Garimberti, profondo conoscitore dei luoghi e degli eventi dello scontro bellico, oltre che collezionista di reperti, della cui preziosa e davvero generosa collaborazione le insegnanti e il C.A.I. si avvalgono già da diversi anni. Per mezzo dei suoi racconti e delle sue descrizioni accurate, i ragazzi hanno potuto immedesimarsi nella vita di trincea, toccando con mano la cruda realtà di questa pagina di storia. Camminando nelle trincee, salendo e scendendo dai cunicoli, entrando nelle gallerie e nelle postazioni di tiro, i ragazzi hanno potuto provare forti emozioni, che hanno attraversato il tempo, il tutto immergendosi in un meraviglioso ambiente naturale del quale alcuni non avevano mai fatto esperienza. Confortate dai riscontri estremamente positivi a riguardo dell’iniziativa sia da parte degli alunni che dei genitori, le insegnanti della scuola Media ritengono che sia molto utile continuare questa collaborazione che offre agli studenti la possibilità non solo di approfondire argomenti di studio, ma anche di fare esperienza di stili di vita più sani, nel rispetto per l’ambiente, dando spazio alla scoperta di nuovi ambiti dell’identità personale. NOVELLARA (RE) Corso Garibaldi 26 tel. 0522/661719 www.anticafarmacianovellara.it email: info@anticafarmacianovellara.it Continua la raccolta di occhiali usati da inviare nei paesi dei del Terzo Mondo con l’aiuto dei Lions. Con il progetto “FAI DEL BENE FACENDOTI DEL BENE” (prova della pressione in farmacia) abbiamo raccolto 503 euro che abbiamo donato al Day Hospital a Guastalla. TI ASPETTIAMO! NOVELLARA (RE) Via Labriola, 23 Tel. e Fax 0522/652519 email: speed-gomma@libero.it - www.speedgomma.it

[close]

p. 10

10 I terremoti che creano amicizie e solidarietà Il 26 settembre del 1997 Serravalle di Chienti, e buona parte del territorio umbromarchigiano, vennero colpiti da un terremoto di forte intensità (magnitudo 6.0) che provocò morti, crolli, devastazione. di Sergio Calzari Il territorio di Serravalle è montano, e le sue innumerevoli frazioni si inerpicano su vallate scoscese ove la presenza dell’essere umano risulta fondamentale dal punto di vista ambientale, conservativo, idrogeologico. A Novellara, anche grazie a Paolo Paterlini e a “Il Portico”, la solidarietà scottò subito, come di consueto, con altruismo e generosità. Una solidarietà di cui andare fieri e che non venne frenata dall’evento sismico che colpì meno di un anno prima, 15 ottobre 1996 il nostro territorio, con un terremoto importante, che sfiorò il quinto grado della scala richter (magnitudo 4.9). Ma da noi, grazie al cielo, non ci furono morti, ma tantissimi danni, decine di case (specie in zona agricola) dichiarate inagibili, crepe e preoccupazioni un po’ ovunque. Centinaia furono i sopralluoghi poi effettuati dai tecnici del Comune e della Regione. Come furono inagibili il Teatro, parzialmente la Rocca e alcune nostre Chiese. Gli sfollati (senza tetto) furono novanta. La chiamata de “Il Portico” alla solidarietà diede effetti importanti. Una bella cifra venne raccolta. Che fare di questa cifra? Come destinarla nel migliore dei modi? Si decise di andare là, vedere la situazione, capire i fabbisogni. Paterlini contattò il sindaco Venanzo Ronchetti, organizzò un pullman e allora via in una domenica invernale, da vero inverno con termometro qui allo zero, che là andò abbondantemente sotto detta soglia. Fummo accolti con l’ospitalità vera ed essenziale di quei luoghi e di quella drammatica situazione. Ronchetti ci portò nelle zone più martoriate. Un freddo cane ci avvolse, ma anche una grande tristezza prese il sopravvento nel vedere le macerie, le scuole che non c’erano più, i visi avviliti della gente. Sotto il tendone della protezione civile, con thè caldo e qualcosa da mangiare si convenne che la cosa adatta alle nostre risorse e ai lori principali fabbisogni era mettere a disposizione una piccola scuola in legno prefabbricata, capace di ospitare 15/20 bambini di una sezione mista nido-materna. Ciò puntualmente avvenne (a tempi da record). E da allora Novellara e Serravalle sono legati da un vincolo di amicizia vera e sincera. Paolo e Venanzo si sentono e sono rimasti amici. Così come tra le due Amministrazioni. Venanzo Ronchetti, bravo anche digitalmente, è stabilmente in contatto con Novellara tramite specialmente Patty e Marzia del Caffè del Borgo, e nei suoi messaggi non manca di rinnovare gratitudine, amicizia, stima per la nostra comunità. Anche il PD locale non difetta in iniziative solidaristiche. Le zone del centro Italia, di recente colpite, sono nei programmi di aiuto, di attenzione e di importanti azioni di raccolte fondi. Durante le Feste del Pesce non mancano le giornate (giovedì) dedicate a dette finalità. In quella di giovedì 18 maggio scorso dovevano essere presenti il sindaco di Ussita, accompagnato da amministratori di quel comune. Oltre alla graditissima presenza dell’amico Venanzo Ronchetti. Le vicende collegate al sindaco di Ussita, le sue dimissioni dall’incarico, hanno assunto rilievo mediatico a livello nazionale. Tutto ciò ha reso impossibile la visita del sindaco, già programmata, per la serata del 18 maggio sopra richiamata. Dispiace e non poco, ma ci sono situazioni che travalicano i rapporti, e rendono non possibili impegni già assunti. A Milena Saccani va comunque dato il merito di aver tentano l’impossibile, ma la situazione, come la stampa riporta, è complicata, grave, molto conflittuale. Ronchetti non ha voluto essere da solo presente. Non poteva di certo rappresentare un territorio non suo, e non poteva non capire la posizione difficile degli amici di Ussita. Atteggiamento che gli fa onore e che risulta facilmente comprensibile. Ma l’affetto per Novellara, la gratitudine, l’amicizia sono ben salde e vitali, come si può leggere nel breve, semplice ma significativo messaggio inviato al Caffè del Borgo che riportiamo: “Ciao Patrizia, quanto mi sarebbe piaciuto esserci (alla festa del pesce ndr). Salutami tutti i presenti ringraziandoli per tutto quello che hanno fatto per Serravalle di Chienti”. Altre parole sarebbero inutili. Se non rilevare la bellezza della solidarietà, quella concreta dei fatti e non quella virtuale del chiacchiericcio. La famiglia di Matteo ringrazia Sono ormai alcuni giorni che cerchiamo di trovare le parole giuste per ringraziare tutti coloro che hanno avvolto è sostenuto l’avventura di Matteo e di #UNMIDOLLOPERMATTEO. Sinceramente non troviamo il modo per trasmettere a pieno ciò che vorremmo dire. Ci rifugeremo nella parola universale per esprimere la riconoscenza. GRAZIE. Grazie a tutti, dal primo all’ultimo. Grazie a tutti, dal più giovane al più...al meno giovane, grazie a chi ha lavorato, a chi ha mangiato, a chi ci ha sostenuto, a chi ci ha accompagnato a chi ci ha sgridato. Grazie, infinitamente grazie. Vi ringraziamo perché ci avete dato la cosa più importante per affrontare momenti difficili e delicati come questi. Ci avete dato Voi. Non ci avete mai lasciati soli e ci avete concesso di diventare parte delle vostre giornate, dei vostri pensieri, delle vostre preghiere. Vorremmo ringraziare uno ad uno tutto coloro che dal primo momento fino ad oggi, passando per la fantastica festa del 20 maggio hanno permesso tutto questo. Ma non ci possiamo permettere di farlo perché se anche dimenticassimo una sola persona non ce lo perdoneremmo. Faremo però i complimenti ad Elena, il nostro sindaco, perché rappresenta una comunità della quale può ritenersi orgogliosa, che riteniamo potrebbe essere esempio per molti. Quindi grazie a tutti per ogni singolo gesto o pensiero fatto per sostenere Matteo, ADMO, ed ogni bambino o persona che ripone nell’aiuto del prossimo la propria speranza di guarigione. Cercheremo di ripagarvi continuando a lavorare. Il nostro desiderio è quello di promuovere la cultura del dono, perché vorremmo che al compimento del diciottesimo anno d’età, ogni persona oltre a desiderare la patente, desideri iscriversi al registro dei donatori di midollo osseo. Lavoreremo per questo. Vi garantiamo che ce n’è veramente bisogno. Grazie a tutti, vi vogliamo bene.

[close]

p. 11

IL GAZZETTINO DELLA PROTEZIONE CIVILE Notiziario periodico a cura di Federico Bartoli e Laura Malaguti 11 A Treviso la 90^ Adunata degli Alpini Davide Silvestri capo Gruppo Alpini Valgranda Splendida come quasi tutte le adunate- soprattutto per aver avuto la possibilità di scoprire una città che non immaginavamo fosse così bella (ovviamente quella dentro le mura, la città storica) con tutti i suoi canali d’acqua e il suo enorme carico di storia e anche per il fatto che c’è stato bel tempo. Venerdì mattina alle 9,00,alzabandiera ufficiale di apertura adunata e inaugurazione della cittadella degli alpini con l’esposizione dei mezzi militari, alle 19,00 arrivo della bandiera di guerra del 6° Reggimento Alpini, del labaro Nazionale ANA, dei 50 gonfaloni dei comuni di Treviso, dei vessilli sezionali ANA e dei gagliardetti di gruppo. SABATO alle ore 12,00 allo stadio, atterraggio degli Alpini Paracadutisti (I Rangers) tra cui8 anche un alpino ex parà 71enne. Alle 20,30 in 41 teatri e chiese di Treviso e dintorni, rassegne corali di cori alpini e di montagna. DOMENICA mattina alle ore 9,00 sfilata alla presenza del ministro PINOTTI e delle cariche della Difesa: il labaro nazionalle ANA è stato seguito dalla Fanfara Alpina della Julia, dai “veci” (i pochi reduci ancora in vita e salute trasportati sui mezzi militari storici e accompagnati a fianco dai “bocia” (i giovani che hanno fatto la naya dal 1995 al 2005, anno in cui la leva militare obbligatoria fu abolita. A seguire le delegazioni estere con gli alpini che poi emigrarono in Australia, Venezuela, Canada, Stati Uniti e in Europa. Poi gli alpini del Sud e Centro Italia e, molto più numerosi, gli alpini del Nord Italia. Reggio Emilia ha sfilato alle ore 13,30,accompagnata dalla Fanfara di Cavola, dal coro ANA di Canossa e portando il bandierone tricolore di mt. 6,00 x 25,00: circa 300 gli alpini della compagine reggiana giunta a bordo di 4 pullman e circa 20 camper, oltre a coloro che sono venuti in auto e in treno. Dal gruppo alpini Valgranda, che unisce gli alpini della pianura reggiana, sono giunti a Treviso in una quindicina provenienti da Bagnol o,Novellara,Correggio,Campagnola e Dosolo (MN) Al ritorno, visita d’obbligo al nostro alpino IVO MAZZOLI di Novellara, reduce dalla seconda guerra mondiale, per festeggiare il suo 100esimo compleanno e ragalargli la medaglia dell’adunata di Treviso. Prossimo appuntamento adunata nazionale 2018, a TRENTO. GRAZIE GRAZIE GRAZIE GRAZIE Domenica 21 Maggio, al Tempio Sikh, si è celebrata l’inaugurazione del nuovo automezzo donato alla Protezione Civile Nubilaria, grazie al prezioso e fondamentale gesto di solidarietà fatto dall’associazione Gurdwara Singh Sabha Tempio Sikh. E’ stata una mattinata ricca di emozioni e vogliamo per questo ringraziare la comunità Sikh: è solo grazie al loro grande cuore se tutto questo è stato possibile! GRAZIE! Un GRAZIE speciale è rivolto anche a: - Banco San Geminiano e San Prospero – Gruppo Banca BPM - Azienda Bucher Hydraulics s.p.a. - Reggio Emilia - Partito Democratico Novellara per le donazioni a favore dell’associazione Protezione Civile Nubilaria. E GRAZIE ad: - Avis Comunale Novellara - Cooperatori Triathlon che hanno contribuito con offerte a favore della Protezione Civile Nubilaria, per aver prestato servizio agli eventi “XXXI Trofeo Avis” in data 26 marzo 2017 e “2^Triathlon Sprint città di Novellara” avvenuto in data 14 maggio 2017. Infine, ultimo ma non meno importante un GRAZIE a: - ABF Informatica - Conad Novellara - Essegì lux s.n.c – installazione impianti elettrici - Tempio Sikh, ass. Gurdwara Singh Sabha - Tecno Press per aver contribuito a realizzare una guida al cittadino per l’utilizzo del piano di emergenza di protezione civile. ASSOCIAZIONE DI VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE “NUBILARIA” CODICE IBAN IT52 C 05034 66400 000000002459 www.protezionecivilenubilaria.it Protezione Civile Nubilaria di Marco Faietti Stampa serigrafica - Etichette adesive Targhe e tastiere - Cartellonistica e decorazione Cartellini per abbigliamento - Studio grafico NOVELLARA (RE) Via Labriola, 36 tel.0522/756639 fax 651397 NUOVA CARROZZERIA MULTIMARCA - SOCCORSO AUTO S.N.C. Assistenza ricambi usati - Sostit. e riparazione oscuramento vetri Rinnovo fanali senza sostituzione - Riverniciatura moto nuove e d’epoca Gestione e disbrigo pratiche assicurative SOCCORSO GRATIS PER AUTO IN RIPARAZIONE NOVELLARA (RE) via E. Mattei, 8/10/12 tel. e fax 654965 cell.347/5068015 - 339/7305543 email: cocchifontanilicarrozzeria@gmail.com

[close]

p. 12

12 Laboratorio di ciclofficina al Centro Giovani Cacciaviti, brugole, smagliacatena, grasso, chiave inglesi, pinze… e ogni tanto, quando gli altri attrezzi falliscono, un buon martello. Per qualche mese il Centro Giovani si è riempito di attrezzi da ciclofficina, dopo che noi educatori ci siamo chiesti se i giovani adolescenti di oggi, come i giovani adolescenti di ieri, fossero in grado di aggiustarsi la bici, o perlomeno, come si dice in gergo fai-da-te, “scancherarci”: perché si sa, lo scancherare è un ottimo modo per apprendere dall’esperienza. Certo però che se allo scancherare unisci dei suggerimenti competenti, allora l’apprendimento è assicurato. E così, da questo pensiero, perché l’attività educativa sviluppa sempre da un pensiero, ci siamo attivati attrezzando un angolo del Centro Giovani a ciclofficina, sfruttando le competenze e gli attrezzi di un operatore, perché anche questo, il mettersi in gioco, fa parte dello spirito dell’educare. A questo punto mancavano solo le biciclette, e qui dobbiamo ringraziare i volontari dell’Auser, che ci hanno concesso l’opportunità di sperimentarci su alcuni dei rottami a due ruote in vendita presso il mercatino del riuso di via d’Azeglio. Rottami perché incomplete, chi mancava della sella, chi dei freni, chi i pedali, i copertoni marci… per non parlare delle cacche di piccione che le ricoprivano, dal momento che si tratta di biciclette abbandonate e mai reclamate che provengono dalla rimessa utilizzata dalla Polizia Municipale, fino a qualche tempo fa situata in una stanza dell’ex macello ad accesso libero da volatili e compagnia bella. E così, prima di prendere in mano gli attrezzi, le bici sono state lavate. Poi, si sa, non esiste che un adolescente smonti e aggiusti una bicicletta senza pitturarla dandole il proprio stile personale! E così, dopo averle smontate e dotate di fondo di antiruggine, le bici sono state colorate con vernici spray. Il tutto realizzato dai ragazzi, dietro la costante supervisione degli educatori. E oggi, dopo essere state assemblate con pezzi dell’una, pezzi dell’altra e qualche pezzo nuovo, sono pronte per la prova su strada. Due di loro torneranno al mercatino gestito dall’Auser, cambiate d’abito e pronte per essere vendute, aiutando questa importante associazione che si occupa di sostegno sociale. Altre due saranno utilizzate dagli educatori del Proget- to Giovani nei loro spostamenti sul territorio, perché il Progetto Giovani è anche lavoro sul territorio: si tratta di piccole ma importanti progettazioni volte alla promozione della creatività e allo sviluppo di competenze, percorsi di promozione del protagonismo giovanile, azioni di educativa di strada, ma anche presenza all’interno delle scuole secondarie, collaborazioni con il mondo dell’associazionismo e con le altre agenzie educative del territorio, e tante altre attività, tutte accomunate dall’avere i giovani al centro. A questo proposito, se qualcuno (associazione, agenzia educativa, gruppo informale o privato cittadino, giovane o meno giovane che sia…) fosse interessato a condividere idee, proposte, energie da mettere in campo a favore dei giovani, scriveteci a progettogiovani.novellara@gmail.com e venite a trovarci su Facebook Progetto Giovani Novellara. Gli educatori del Progetto Giovani Valeria, Enea La sfida di Coop Consumo Alleanza 3.0 L’assemblea dei soci di Novellara approva il bilancio 2016 di Dimmo Olivi La presenza di centinaia di soci ad una assemblea di bilancio, è un fatto piuttosto insolito, ma questa volta l’argomento era di particolare interesse, poiché riguardava il primo bilancio della coop 3.0, nata dalla fusione di Coop Adriatica, Coop consumatori Nordest e Coop Estense. li risultato ha soddisfatto le attese: lo dimostra l’approvazione pressoché unanime dei soci. Con la fusione, Coop Alleanza 3.0 è diventata la maggiore cooperativa di consumo d’Italia, con due milioni e settecentomila soci; un fatturato di quattro miliardi e centosettanta milioni; un patrimonio gestito di nove miliardi, un capitale netto di due miliardi e quattrocento settanta milioni, una liquidità di un miliardo e centottanta milioni. insomma, un risultato che segna il successo della fusione e garantisce ampiamente i soci e i loro risparmi. Ciò nonostante, anche la più grande cooperativa, dalle solidissime basi patrimoniali, ha un punto debole: la flessione, seppur lieve, dello 0,15%, delle vendite e una più marcata perdita di novantaquattro milioni nell’esercizio commerciale. Nulla di grave, poiché la perdita è ampiamente coperta dall’utile, superiore ai cento milioni, dell’esercizio finanziario, grazie al quale II bilancio chiude in attivo per sei milioni. Ma la debolezza rimane, e pesa più dei valore numerico, poiché colpisce la ragione sociale della cooperativa. Se la perdita commerciale dovesse farsi cronica, anche la solidità e la fiducia dei soci potrebbe incrinarsi. in appendice al bilancio, è riportata la sintesi dei piano per il recupero di competitività, in base al quale, l’attività commerciale e il reddito dovrebbero crescere e portarsi in attivo entro il 2019. La strategia è quella di ampliare la rete commerciale, mediante l’apertura di nuovi ipermercati e l’impiego dei servizi e-commerce; l’efficientamento dei sistema; una maggiore varietà di prodotti, con corner specializzati nell’ottica, nella parafarmaceutica, nella gioielleria, ecc. Ovviamente, ogni giudizio sulla validità del piano resta sospeso fino alla prova dei fatti. Ma un dato è certo: la coop intende affrontare le sfide del mercato, non con tagli e dismissione, ma con investimenti in innovazione e sviluppo; una sfida che può avvalersi di una grande risorsa, che i competitori non hanno, la fiducia dei soci. Il personale del ristorante Bussola di Campagnola Emilia, è in grado di darvi un servizio completo su misura per voi dal servizio interno di wedding planner, agli addobbi floreali in collaborazione con i fioristi migliori della zona, inoltre un esclusivo servizio di consulenza viaggi proposto da Paola Cortesi viaggi@porivertravel.it - 3270811980 in collaborazione con agenzia viaggi porivertravel.it I nostri chef vi aspettano per farvi assaggiare le migliori pietanze per il pranzo o la cena del vostro matrimonio. Si affittano sale con cucina annessa per servizio catering. https://www.facebook.com/bussola.matrimonieventi/ http://www.ristorantebussola.it/servizi/ prenotazioni@ristorantebussola.it Per appuntamenti e informazioni chiamare lo 0522-663508 o 392-9285398

[close]

p. 13

Auguri a Ivo Mazzoli per il suo 100° compleanno! Lo festeggiano le figlie Marisa, Livio, Cristina i nipoti Andrea, Silvia, Elisa, Enrico, Simone, Ramona,e Martina, i pronipoti Teo, Nicolò, Beatrice, Gregorio, Jacopo, Elena, Silvia e Cesare, e i parenti tutti. Un bellissimo momento musicale nel giorno della Liberazione Lo ha proposto la scuola di musica C.Confetta coordinata dal Cepam di Reggio Emila con la esibizione di due gruppi di musica d’insieme guidati dall’insegnante Paolo D’Errico. I ragazzi (Mascolo Maria, Simonini Nicolò, Cristian Sassi,  Martin Benati, Michael  Taglini, Carlo Pelizzola, Daniele Cantarelli) hanno omaggiato autori quali J.Lennon, De Gregori, Elisa con brani che trattavano la guerra, la libertà, la liberazione. Il Cepam che dal secondo anno gestisce la sede ora ristrutturata, è molto attivo nel proporre nuove for- mule in cui i giovani si possano esibire. Una bellissima occasione per portare gli studenti di musica nelle piazze. Gli stessi gruppi, si sono esibiti durante la serata del saggio di fine anno che si è tenuta Domenica14 Maggio in teatro. Auguri 13 a Lisa Ghisoli Un milione di auguri per i tuoi 4 anni dal papà Roberto, mamma Cristina Ghidini e dai nonni Carla e Piero Rubrica a cura di Simone Oliva De refusi storici. Gotta Catch ‘Em All! C’è una via a Novellara che sembra uscita da un racconto di Rodari. A seconda dal lato da cui la si imbocca, è intitolata a due persone diverse. Da una parte c‘è Alcide De GaspEri. Dall’altra parte c’è A. De GaspAri. Del primo è noto il trascorso storico, del secondo ho cercato su Wikipedia, Treccani e altri siti, ma per trovarlo ho dovuto spulciare su Facebook. Ohibò, è un contemporaneo. Prima di essere tacciato di revisionismo storico vorrei lanciare il gioco dell’estate: dopo la caccia ai Pokemon, la caccia al refuso. Trovate i refusi, fotografateli e inviateceli. Valgono anche quelli sui social, che siano refusi grammaticali, intellettuali e di comprensione, farà fede lo screenshot. di Andrea Masi Tende Interne - Esterne Tappezzeria - Tende tecniche NOVELLARA (RE) Via Andrea Costa, 26 - Tel e Fax 0522 650327 - Email: reflex@reflextende.it

[close]

p. 14

14 2-4 Giugno 2017: tre giorni di festa del calcio novellarese A Novellara le cose si fanno per bene e la società di calcio Novellara sportiva ASD, in occasione della festa della Repubblica, ha organizzato un torneo di tre giorni a cui hanno preso parte 17 squadre suddivise in quattro annate che si sono sfidate in un clima di grande festa ed entusiasmo. di Daniele Gareri Tra gol spettacolari, assist e parate formidabili di piccoli campioni in erba, questa tre giorni è stata caratterizzata da momenti emozionanti come l’alzabandiera venerdì 2 giugno alla presenza del gruppo Alpini Valgranda sezione di Novellara, dell’Amministrazione Comunale con la sindaca Elena Carletti, dei rappresentanti di CRI Novellara Paolo Stoppa, di Rosanna Fantuzzi in rappresentanza dell’associa- zione “Augusto per la vita”, e Polizia Municipale con stendardo comunale come si conviene in questi momenti istituzionali. Ma i protagonisti sono stati ancora una volta i ragazzi che sotto un caldo sole di giugno si sono sfidati sui campi verdi del “Meloni”. Si è iniziato subito con il “Torneo della Repubblica” a cui hanno preso parte le annate 2008 – 2009 – 2010/2011; Novellara sportiva, AG Gattatico, GS Tiutati (Novellara), US Campagnola, US Saturno, Real San Bernardino (Novellara), e AC Fabbrico. Per l’annata 2010/11 si sono affrontate Novellara Sportiva e SCR Riese. A seguire, premiazione e pranzo presso il Circolo Wilma. Sabato 3 giugno il torneo “Diamo due calci al razzismo” a cui hanno preso parte le squadre Novellara sportiva, AC Gonzaga, Sporting Chiozza e Correggese AC, tutte appartenenti all’annata 2006. La giornata di sabato si è contraddistinta anche, dopo le premiazioni, dalla cena organizzata all’interno dell’impianto con annessa visione della sentita finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus. Sessanta persone tra grandi e piccini hanno seguito la partita gustando carne ai ferri e birra fresca. Infine domenica 4 giugno l’ultimo torneo “4 tiri per un midollo” con calcio di inizio da parte di Lorenzo, il fratello di Matteo, riservato all’annata 2007 con le squadre: Novellara sportiva, Atletico Rolo, GS Fogliano e GS Tiutati. Al termine delle premiazioni con relativi gadget, si è passati alla consegna ufficiale alle società sportive novellaresi del ricavato della serata “A Cena per lo sport” organizzata dal PD locale il 15 maggio scorso. Presente soprattutto l’associazione ADMO con il proprio stand presso l’impianto “E. Meloni” a sostegno di “un midollo per Matteo” a cui è andato invece il ricavato del Poeti di casa nostra di Romano Pasqualotto NON RICORDO Non ricordo il sapore della neve di quei lontani inverni quando a mani gelate ci si rincorreva fino all’estremo guizzo della luce. Non ricordo nemmeno il primo amore di quell’età dell’oro che fu l’adolescenza. Giorni fatati e pieni di stupore che fanno impallidire il mio presente così pieno di ore non vissute e di parole dette inutilmente. Studio Medico Dentistico dott. Soprani Niccolò odontoiatra Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 08.30 - 12.00 14.30 - 19.00 09.00 - 12.00 NOVELLARA (RE) Viale Roma, 44/G (piazzetta interna ex Convento) tel. 0522/653811

[close]

p. 15

15 secondo pranzo in tre giorni al circolo “Wilma”. Un plauso agli organizzatori che hanno reso possibile tutto ciò: la società Novellara sportiva ASD, con i suoi dirigenti ed instancabili genitori che ancora una volta si sono messi a disposizione per organizzare questa tre giorni di festa. Ed un complimento va a tutte le associazioni che hanno partecipato ed hanno accettato l’invito della società. Sicuramente i sorrisi sui volti dei ragazzi e dei genitori sono stati il più grande successo. Una festa calcistica dal forte valore sociale (non ha deluso ancora una volta il tessuto associazionistico di Novellara) oltre naturalmente a quello sportivo. Bravi tutti e arrivederci al prossimo anno! Quando la pubblicità e la televisione fanno centro... Coloro i quali non “potresti mai farne a meno” La ASD Novellara Sportiva nelle persone del Presidente Stefano Camurri, del Vice Emiliano Vecchia, dei consiglieri Sfefano Salvarani, Gianluca Tondelli, Morellini Apppio, Bedogni Andrea, Bedogni Giovanni e Malagoli Omar colgono l’occasione per ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per far si che il calcio dei “piccoli e grandi” possa continuare ad esistere sul nostro territorio anche la prossima stagione sportiva e dà appuntamento a tutti gli sportivi sui campi del Centro Sportivo Meloni il prossimo settembre 2017. snc di Benevelli & C. Riscaldamento Condizionamento Solare Energia Alternativa NOVELLARA (RE) via E. Mattei, 41 Tel. 0522/661281 Fax 0522/662186 Email: info@tbs.it - www.tbs.it dott. M.Bigi, dott.ssa V. Fornasari dal lunedì al venerdì 09.30 - 12.00 13.00 - 16.00 17.00 - 19.30 sabato 13.00 - 15.00 altri orari e visite a domicilio su appuntamento Novellara (RE) via Manzoni, 14 tel. 0522/654710 cell. 337/584683

[close]

Comments

no comments yet