N10 MAGGIO 17

 

Embed or link this publication

Description

N10 MAGGIO 17

Popular Pages


p. 1

n. 10 MAGGIO 2017 ANNATA 2016 - 2017 ROTARY INTERNATIONAL Distretto 2071 Italia Segreteria Telefonica h24: 348/8092099 Segreteria.rotaryest@gmail.com www.rotarysienaest.com N.H. Hotel Excelsior La Lizza, 1 — Siena 0577.382111 Conviviali 2° e 4° Martedì altre riunioni 1° e 3° Martedì notizie

[close]

p. 2

Governatore 2016/2017 Distretto 2071: Alessandro Vignani Presidente: STEVEN VERHELST Vice presidente: Massimo Mazzini Presidente eletto: Paolo Frezzotti Past President: Marco Andreassi Segretario: Carlo Peruzzi Prefetto: Carlo Salvadori Tesoriere: Claudio Magagnoli Consiglieri: Gian Luigi Gori Savellini, Mario Lorenzoni, Curzio Mazzi, Fabrizio Rossi Commissioni: Amministrazione del Club: Claudio Magagnoli (Presidente), Carlo Peruzzi, Carlo Salvadori Sviluppo Effettivo: Alessandro Piccolomini (Presidente), Antonio Cottini, Vincenzo Pagano, Silvia Trapassi Fondazione Rotary: Paolo Almi (Presidente), Stefano Burroni, Patrizia Morbidi Progetti: Stefano Fabbri (Presidente), Alessandro Cinughi de’Pazzi, Luigi Verre Pubbliche Relazioni: Andrea Santini (Presidente), Antonio Cinotti, Rodolfo Donzelli, Ettore Pellegrini Istruttore del Club: Arnaldo Atzeni Delegato Interact: Curzio Mazzi Responsabile Ufficio Stampa: Andrea Santini Responsabile sito internet e social media: Antonio Cinotti in questo numero 2 3, 4, 5 6, 7 8, 9 Organigramma e indice Lettera di Marzo del Governatore Concerto “Chigiana Children’s Choir” Conviviale del 9 Maggio - S. Chiara Lab - Rel. Prof.ssa Marti 10 Caminetto del 16 Maggio - Rel. Paolo Tofoli 11 Caminetto 24 Maggio - Presentazione nuovo sito del club 12, 13 Varie 14, 15 Conviviale 30 Maggio - Rel.: Dott. Lorenzo Bini Smaghi in coppreersteinntaaznioelnlae dfoetlonduioCvaorllaobSaarlovaddeol rCilulab Redazione: Antonio Cinotti - Rodolfo Donzelli - Ettore Pellegrini - Andrea Santini Hanno collaborato a questo numero: Raffaele Bonanni Fotografie: Carlo Salvadori , Silvia Trapassi e Claudio Giomini Impaginazione e grafica: Andrea Santini 2 n

[close]

p. 3

3

[close]

p. 4

4

[close]

p. 5

5

[close]

p. 6

Il canto infantile alla Micat in Vertice con il Coro di Voci Bianche dell’Accademia Musicale Chigiana Progetto sostenuto dal Rotary Club Siena Est Chiesa di Sant’Agostino Venerdì 5 Maggio 2017 Una delle nuove realtà già consolidate dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, è il Chigiana Children’s Choir, il Coro di voci bianche che, diretto da Raffaele Puccianti e con la collaborazione pianistica di Federica Scaglioso, venerdì 5 maggio, nella Chiesa di Sant’Agostino si è reso protagonista di uno dei concerti più attesi della stagione concertistica Micat in Vertice, giunta alla 94^ edizione. Il progetto del Coro è reso possibile, fin dalla sua fondazione, grazie al sostegno del Rotary Club Siena Est, che quest’anno ha elargito anche tre borse di studio. Il concerto che si è avvalso della collaborazione dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci, nell’ambito delle attività del Polo Musicale Senese, ha presentato con l’accattivante titolo del programma - La notte, l’acqua e le stelle - in una coerente unità tematica, le caratteristiche dei molti brani proposti, che vanno dal Canto gregoriano a Delibes, Brahms, Ganzerla, Mozart, Sciarrino, Debussy, Britten e Rachmaninov. L’acqua, la notte, le stelle, sono infatti tre ele- 6 menti ricorrenti in musica. Fin dall’antichità questi tre temi hanno ispirato poeti e musicisti. Ad essi sono state dedicate innumerevoli composizioni. Sviluppare il ruolo di divulgazione culturalemusicale nei confronti del tessuto sociale cittadino attraverso il coinvolgimento diretto dei giovani, offrendo l’opportunità di trasformarsi da semplici fruitori di spettatori in veri e propri protagonisti dell’attività musicale, è uno degli obbiettivi primari del progetto CH3 (Chigiana Children’s Choir). Il Coro di Voci Bianche nasce nel 2015 ed ambisce a sviluppare l’obbiettivo di connubio tra attività didattica/formativa e attività concertistica. Il Coro si è già esibito in molte occasioni; nel consistente repertorio affrontato, spicca l’impegnativa Children’s Crusade di Britten. Sant’Agostino-Il Presidente ed il nostro labaro

[close]

p. 7

Sant’Agostino Le immagini del Presidente del Rotary Siena Est e del Presidente della Fondazione Monte dei Paschi e dell’Accademia Chigiana Prof. Marcello Clarich Un’immagine che ritrae il Governatore del Distretto 2071, Alessandro Vignani, con il Presidente dell’Accademia Chigiana Clarich ed il Direttore Artistico Nicola Sani, nel corso della presentazione del Premio Musicale Rotary Chigiana, avvenuta a Roma nella Sala Stampa della Camera dei Deputati a Palazzo Chigi. Questa iniziativa, sospesa per alcuni anni a causa della carenza di fondi, coinvolge i due club senesi, ma soprattutto il Distretto 2071; è stata promossa da Stefano Fabbri e immediatamente recepita dal nostro Presidente, che si è adoperato per coordinare il Distretto e l’Accademia. Si tratta di un’iniziativa destinata a dare grande risalto all’immagine del Rotary. Ricordiamo che il nostro Club fa parte dell’Albo d’Onore dell’Accademia, composto da un ristretto numero di enti e personaggi di grande rilievo e prestigio. (A.S.) 7

[close]

p. 8

SANTA CHIARA LAB Conviviale del 9 Maggio Prof.ssa Patrizia Marti e Prof. Carlo Setacci “Dall’Artigianato alla cura della persona: le nuove sfide delle tecnologie digitali” In un luogo inconsueto quanto affascinante, sconosciuto anche a qualche senese, ha avuto luogo la conviviale del nove maggio. Nel saluto di benvenuto, l’ex Rettore Angelo Riccaboni ha ricordato come questo convento, dove per secoli hanno alloggiato le Suore di clausura dell’ordine delle Clarisse, sia stato recuperato all’uso laico per volere dell’Università. Dopo un primo periodo destinato a struttura ricettiva, ha trovato la sua vocazione più naturale ad uso degli studenti come Centro di Formazione di competenze trasversali, ma anche aperto all’utilizzo della cittadinanza. Il Magnifico Rettore Francesco Frati nel fare “gli onori di casa”, non ha mancato di ricordare come il Rotary sia sempre attivo anche nel campo della ricerca ed ha auspicato che iniziative come la “Fab Accademy” possano suscitare l’interesse di privati al fine di incrementare i finanziamenti proprio nel campo della ricerca. Dopo la cena, in una delle aule, la Professoressa Marti ha illustrato l’attività del Fab Lab che interagisce quotidianamente in conference call con altri 1000 Fab Lab sparsi in 78 paesi, con un interscambio di idee nel campo dell’artigianato digitale. Gli obbiettivi del progetto vanno dalla formazione, alla promozione dell’occupabilità, all’assistenza nella realizzazione dei progetti 8 fino alla riqualificazione delle figure professionali classiche. La relatrice ha posto l’accento su come la missione sia soprattutto quella di assistere le piccole e medie imprese con l’introduzione di nuove tecnologie, oltre a favorire start-up a conduzione prevalentemente giovanile. A titolo di esemplificazione sono state illustrate le enormi potenzialità e versatilità dell’utilizzo di stampanti tridimensionali e incisori laser per la creazione di oggetti di uso comune come, per esempio, giocattoli, tutori e protesi. Proprio a proposito di quest’ultimo utilizzo, è stato molto interessante ed apprezzato l’intervento di Carlo Setacci che ha illustrato le enormi potenzialità che hanno queste tecnologie in campo chirurgico e più precisamente nel trattamento protesico dell’aneurisma dell’aorta. La possibilità di disporre di vere e proprie “endoprotesi sartoriali” dell’aorta, ricavate e ricontrollate con l’ausilio della tomografia assiale computerizzata, nel giro di pochi giorni invece dei 3/4 mesi necessari oggi per il reperimento da poche aziende produttrici di tali supporti, va a tutto vantaggio della maggiore fedeltà all’originale e quindi del successo dell’intervento. L’auspicio di Carlo è quello di poter avere un laboratorio diretto da bioingegneri nelle vicinanze, se non adiacente alla sala operatoria per una interagibilità in tempo reale. (A.S.)

[close]

p. 9

OSPITI DEL CLUB: 5 OSPITI IN COMPENSAZIONE: 1 OSPITI DI SOCI: 4 CONIUGI: 6 SOCI: 22 9

[close]

p. 10

Caminetto del 17 Maggio Paolo Tofoli - Allenatore di Emma Villas Siena “Le differenze di approccio fra il ruolo di allenatore e giocatore e le dinamiche dei rapporti di squadra”. Come di promozione. Numerosi ed interessatissimi gli consue- interventi che hanno vivacizzato la serata ai to, in a- quali il Relatore ha risposto con grande preci- p e r t u r a sione e sagacia. (A.S.) il Presi- dente ha aggior- nato i soci sulle attività intraprese dal Club, con particolare riferimen- to ai programmi futuri. In seguito ha relazio- nato i presenti sulla presa di posizione del Go- vernatore a proposito dell’ingresso del Club di Montaperti nel Raggruppamento Toscana 4 e sulle problematiche insorte a tale proposito all’interno degli organi del Distretto. L’intervento di Paolo Tofoli ha avuto inizio con un ampia carrellata sulla sua brillante carriera di giocatore di serie A di pallavolo, con parti- colare riferimento ai molti traguardi raggiunti sia in campo nazionale che internazionale con la partecipazione, tra l’altro, a ben quattro o- limpiadi, non trascurando la finale persa con l’Olanda che pare abbia lasciato una cocente delusione, tanto da affermare che, il suo ricor- do, sia quello di aver perso la medaglia d’oro e non di aver vinto quella d’argento. Nono- stante la lunga carriera di giocatore, Toffoli ha voluto puntualizzare quanto sia differente il lavoro di atle- ta da quello di allenatore, non nascondendo anche una leggera amarezza di dover abbandonare la Em- ma Villas, nonostante i successi raggiunti, per non aver centrato l’obbiettivo principale quello della OSPITI DEL CLUB: 5 SOCI: 21 10

[close]

p. 11

Caminetto del 23 Maggio Antonio Cinotti - Web Master del Club “Presentazione del nuovo sito del Club “ Nessuna società, associazione o ente può fare a meno di essere presente sul web con uno strumento moderno ed efficace. Anche il nostro Club da anni aveva un suo sito creato ed aggiornato dal nostro ex socio Francesco Moris, che aveva assolto a questo compito con grande puntualità e dedizione, ma i tempi corrono, specialmente quando parliamo di informatica e il nostro nuovo esperto di social media, Antonio Cinotti, ha messo a punto un nuovo mezzo più potente e più accattivante che quando sarà andato a regime sarà un ottimo supporto alla vita del Club. Il lavoro effettuato ha tenuto conto del pregresso, cercando di recuperare quanti più dati e materiale possibile dal vecchio strumento e di adattarli alle nuove tecnologie impiegate, con un conseguente impiego di tempo e risorse. Oltre all’aspetto estetico, decisamente importante, è stato dato risalto alle attività di service e sociali, pur rispettando al massimo il diritto alla privacy, infatti tutti i dati dei soci e le immagini non istituzionali, saranno inserite nel sito, ma accessibili attraverso una registrazione; il responsabile del sito concederà la password solo a seguito di un’attenta verifica delle credenziali per entrare nell’area riservata. A seguito della presentazione ha avuto 12 luogo un dibattito nel quale i soci presenti hanno posto domande e formulato proposte che saranno certamente utili per il miglioramento del sito stesso. (A.S.) SOCI PRESENTI: 25 11

[close]

p. 12

compiono gli anni... GIUGNO 1 Caterina Florio 2 Claudia Vaselli 3 Federico Gaeta 6 Paolo Almi 10 Nicola Ghini 13 Antonella Cottini 16 Camille Verhelst 17 Jacopo Vagaggini 18 Rodolfo Donzelli 19 Michele Capotorti 20 Carolina Rossi 21 Franco Giorgi, Camilla Mandarini, Antonio Cinotti 23 Filippo Casini 24 Stefano Burroni, Federico Mazzi, Carlo Pannocchieschi D’Elci 27 Piera Casini 29 Lorenzo Gaeta buon anniversario a... 7 Glauco e Anna Maria Dei 8 Luigi e Matilde Bocchi 20 Luca e Michela Venturi 22 Vincenzo e Alessandra Pagano 24 Franco e Marina Giorgi, 27 Rodolfo e Piera Casini 29 Marco e Maria Serafina Baglioni le perle... Se hai un problema che deve essere risolto dalla burocrazia, ti conviene cambiare problema. Arthur Block 12

[close]

p. 13

ROTARY FOUNDATION IL TUO DONO TRASFORMA LE VITE IL CHAIRMAN (Kalyan Banjeree) Quando doni alla Rotary Foundation, puoi essere assolutamente sicuro che i tuoi amici rotariani impiegheranno quelle donazioni per progetti che cambieranno la vita all’interno delle nostre sei aree d’intervento. Questa fiducia dovrebbe ispirare il nostro supporto continuo, soprattutto quando consideriamo i significativi risultati. A marzo, mese dedicato all’acqua e alle strutture igienico-sanitarie, analizziamo più da vicino quanto i progetti condotti dai rotariani stiano fornendo a milioni di persone l’accesso all’acqua pulita e alle strutture igieniche adeguate. Quest’area di intervento è uno dei punti maggiori su cui si focalizzano i service del Rotary, e per molte buone ragioni – 663 milioni di persone non hanno accesso all’acqua pulita, e un terzo della popolazione mondiale vive senza avere accesso a servizi igienici di base. Prova a pensare a quanto diversa sarebbe stata la tua vita se avessi dovuto impiegare delle ore tutti i giorni ad andare a prendere l’acqua o a preoccuparti delle minacce di dissenteria, colera, dracunculiasi, e una serie di altre malattie causate dall’acqua contaminata. I nostri sforzi nel fornire acqua pulita hanno effetti di vasta portata. È stimato che oltre 10.000 club partecipano a progetti legati all’acqua e alle strutture igienico-sanitarie, con un forte sostegno della nostra Fondazione. Solo Rotary Foundation ha fornito 19 milioni di dollari per Global Grant in questa area di intervento. E questo è solo uno dei sei punti fondamentali che la nostra Fondazione sta affrontando oggi. Nel 2015/2016, la nostra Fondazione ha sborsato 76 milioni di dollari per tutti i Global Grant che combattono le malattie, curano le madri e i bambini, promuovono la pace, supportano l’istruzione, e forniscono opportunità economiche a molte persone in tutto il mondo. Le nostre donazioni permettono di realizzare tutto questo. La Rotary Foundation fu concepita nel 1917 per “fare del bene nel mondo”, e questo è esattamente ciò che stiamo facendo da 100 anni. Per celebrare questo importante traguardo, voglio incoraggiare tutti i rotariani a dare uno speciale contributo per il centenario, così da permetterci di continuare il nostro lavoro in modo intenso e incisivo, nel mondo intero. Complimenti al nostro Presidente che in occasione della gara di golf tra rotariani svoltasi a Venezia, ha conseguito una brillante affermazione classificandosi al secondo posto netto di seconda categoria, come testimonia la bella coppa la cui immagine pubblichiamo qui a fianco. Ottimo risultato anche di Adriana che si è classificata prima tra le signore. Il Presidente ha inoltre ricevuto i complimenti dell’Associazione Rotariani Golfisti, perché il nostro Club risulta avere il maggior numero di soci A.I.R.G. in Italia, infatti la nostra compagine conta ben 8 giocatori (6 soci+2 coniugi). 13

[close]

p. 14

Conviviale del 30 Maggio Dott. Lorenzo Bini Smaghi : “La tentazione di andarsene. Fuori dall’Europa c’è un futuro per l’Italia? ” Prima della relazione del dr. Lorenzo Bini Smaghi, la cui presenza è stata in grado di richiamare, tra l'altro, un' ampia partecipazione di soci, il nostro Presidente ha dato conto di vari eventi molto significativi per il Club. Dapprima, la presentazione del nuovo stendardo, che pur allineandosi alle indicazioni del Rotary International in materia di logotipo, ha mantenuto il campo bianco che lo differenzia da quello adottato dalla maggior parte degli altri Club. E’ stata poi la volta della presentazione del socio onorario della nostra associazione dott. Rino Rappuoli, notissimo scienziato senese ha dato un contributo di grande rilevanza nel settore dei vaccini,introducendo tecniche innovative che hanno significativamente potenziato l'efficacia della ricerca e la produzione di questi presidi sanitari. Una figura di grande prestigio la cui opera è riconosciuta da tutta la comunità scientifica mondiale. Infine, il Presidente ha presentato la pubblicazione della rubrica fotografica dei soci del club, distribuita nel corso della serata, che contiene, varie notizie di tutti i soci; sarà un utile strumento per tutti i soci ed in modo particolare di grande utilità ad uso di quelli di prossima ammissione essendo un ulteriore mezzo di conoscenza che agevolerà i buoni rapporti, fornendo una rapida informazione, seppur succinta, ma completa di tutti i componenti l’associazione. Successivamente il relatore ha fatto una concisa disanima delle problematiche economico sociali che da tempo si discutono nel nostro continente, rimarcando che negli ultimi mesi, dopo il referendum della Gran Bretagna, si è assistito ad un fenomeno inatteso, il ricompattamento dell'ideale europeo anziché il suo sgretolamento, come molti avevano ipotizzato dopo la "Brexit". I risultati elettorali in Austria, Olanda e da ultimo in Francia, unitamente ai sondaggi largamente favorevoli alla riconferma del Cancelliere tedesco e gli indirizzi "anomali" provenienti dal nuovo Presidente degli USA, sembrano costituire un nuovo collante e conferire stimoli significativi ad un fattivo impegno per gli obiettivi europei. Il dr. Bini Smaghi non ha nascosto le molteplici difficoltà in un cammino che trova proprio nella democrazia dei paesi europei il proprio punto di forza, ma, al tempo stesso, aumenta la difficoltà di pervenire con efficacia e soprattutto rapidamente a delle mete da tempo divisate, ma non agevolmente conseguibili, stan- 14 te il presupposto del consenso di popolazioni, governi ed economie ancora non integrati e quindi spesso, specie nei momenti sfavorevoli , sensibili alle " sirene" del populismo e agli ingannevoli interessi nazionali. Il relatore si è poi soffermato sulla "divergenza" tra le economie di vari paesi ed in particolare dell'Italia che costituisce il maggior ostacolo per una migliore integrazione atta ad essere il presupposto per il perseguimento, anche se graduale, di quegli obiettivi capaci di assicurare la crescita economico e sociale delle popolazioni europee. L'Italia, a detta del dott. Bini Smaghi, è al centro del dibattito europeo viste le difficoltà che sta rappresentando di allinearsi ai risultati divisati dalle Istituzioni Comunitarie, che peraltro si stanno perseguendo in altre Nazioni che pure avevano affrontato periodi di crisi anche più pesanti di quella italiana, quali la Spagna, l'irlan- da, il Portogallo e Cipro. Senza mezzi termini, infine il relatore ha bocciato come ipotesi insensata quella di una fuga dall'Euro, che sarebbe la fonte di una disastrosa e disordinata redistribuzione della ricchezza interna, capace di determinare un gravoso impoverimento delle classi meno abbienti , del reddito fisso e del ceto medio, senza che la svalutazione, che immediatamente ne seguirebbe, possa creare effettivi vantaggi nel medio e lungo termine alla nostra economia. Un Paese che da circa due decenni mostra tassi di sviluppo oltremodo limitati e stagnanti, con una produttività bassa e largamente inferiore a quella dei "competitors", più che scagliarsi contro le "regole europee", dovrebbe assumere coscienza dei propri limiti e inefficienze ed effettivamente imboccare la strada di pur non facili riforme, le sole in grado di porre il nostro Paese in linea con gli altri europei, vanificando in tal modo il pericolo che si possa parlare di Europa a due velocità, in cui necessariamente il nostro Paese si troverebbe allocato in quella meno pregnante. E' seguito un interessante dibattito alimentato da soci ed ospiti, che ha dato il segno dell'interesse suscitato nell'uditorio dagli argomenti svolti dal dott. Bini Smaghi. (R.D.) Dott. Rino Rappuoli Neo-Socio Onorario del nostro Club

[close]

p. 15

Il Presidente appone il distintivo sulla giacca del Dott. Rino Rappuoli Neo-Socio Onorario del nostro Club Alla presenza dei Soci Fondatori del Club Raffaele Bonanni, Antonio Cottini e Paolo Nannini Il Presidente presenta il nuovo labaro del Club OSPITI DEL CLUB: 7 OSPITI IN COMP.NE: 1 OSPITI DI SOCI: 14 CONIUGI: 17 SOCI: 44 15

[close]

Comments

no comments yet