Roma Street Magazine - Maggio 2017

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Roma Street Magazine - Il magazine di Roma Street Photogrpahy

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

Introduzione pag 3 La storia di Roma Street - atto IV° pag 4 Walk & Shot – 1° edizione pag 8 Viaggio attraverso la Street Photgraphy #1 - interpretazione pag 12 La vignetta di Roma Street Ph. pag 18 L’ intervista del mese Conosciamo Alessandro Schiariti pag 19 Diario di bordo - Capitolo III° pag 24 Hipstamatic il foto progetto di Andrea Boccone pag 26 Le foto del mese pag 32 Nel prossimo numero… pag 40 Link utili pag 41 2

[close]

p. 3

INTRODUZIONE A CURA DI MASSIMILIANO VECCHI Maggio, ulteriore conferma in casa Roma Street. Un nuovo mese ricco di contenuti e condivisioni interessanti… una nuova piccola traccia che si va ad aggiungere al racconto della nostra città, fresca di compleanno appena compiuto. Un mese che ha visto il definirsi di alcune fondamentali posizioni all’interno della nostra organizzazione con il definitivo inserimento di Andrea Boccone nel direttivo di Roma Street in qualità di coadmin e la consegna del profilo instagram nelle mani del doc, Paolo Migliorisi hanno dato il via al profondo cambiamento che Roma Street Photography sta per affrontare. C’è ancora (sempre in realtà) molto da lavorare, servirà del tempo e non sarà facile ma i progetti che si stanno delineando giorno dopo giorno scuotono incredibilmente la nostra voglia di fare street photographhy a Roma più di qualsiasi altra cosa e noi vogliamo proseguire la strada tracciata 3 anni fa, dritti verso i nostri sogni da street photographer. Non vi resta che rimanere sintonizzati sui nostri canali per scoprire le novità che ci attendono! Buona lettura, Massimiliano Vecchi Admin - Roma Street Photography 3

[close]

p. 4

….il continuo della storia di Roma Street ci porta direttamente ad oggi attraverso una fitta serie di incontri incredibili e progetti bellissimi che hanno segnato indelebilmente la crescita di questa splendida realtà. Realtà che vuole continuare a crescere e sviluppare la street phoography a Roma …e non solo per ridare a questo magnifico genere fotografico l’importanza umana e culturale che merita. Non per niente si può affermare che la fotografia è stata «scoperta» con una fotografia di strada...o viceversa nell’ormai lontano neanche troppo se ci pensiamo bene… 1860 quando Daguerre pensò bene di inquadrare ed imprimere sul di una lastra ri ram ed argento una scena del boulevard du Temple a Parigi. 4

[close]

p. 5

Da allora quante cose sono cambiate nell’inevitabile evoluzione che ci ha permesso, oggi, di parlare di fotografia di strada e raccontare fatti e misfatti delle strade di Roma, da veri street photographer… Non i tratta di auto consacrarsi ne di auto-elogiarsi od elevarsi a chissà quale stadio della fotografia moderna (vi ricordo che la fotografia è stata inventata prima del secolo scorso eh!) ma crediamo fortemente in quello che facciamo perchè lo facciamo con il cuore e con l’anima, senza scopi di lucro ma con l’intento di lasciare un po’ di noi nella storia di Roma. Siamo ragazzi che svolgono una vita normale, ognuno di noi (chi più chi meno) ha il proprio lavoro e sottrae tempo e spazio libero alla propria vita privata per dedicarsi con passione a questa grande realtà. 5

[close]

p. 6

Credete sia semplice gestire un progetto che non vuole limitarsi ad apparire come vetrina da social network? No, per nulla, specialmente quando gli obiettivi in gioco sono tanti ed incredibilmente stimolanti. Perché limitare l’interesse alla sola pagina facebook? (credo ce ne siano abbastanza in rete di queste realtà … Roma Street vuole creare una vera e propria struttura interamente dedicata alla street photography, in grado di coinvolgere amatori e professionisti del settore in tutte le attività che riguardano la fotografia di strada e per farlo serve un enorme quantità di lavoro e passione al servizio dello scopo comune, nonché delle competenze e la professionalità di chi vorrà nel tempo collaborare con noi. Collaborare con Roma Street significa entrare a far parte di una famiglia…non di un gruppo, ne di un collettivo temine che odio nel profondo del cuore) ne tantomeno membro di una pagina facebook (ah! Dove ci stanno portando i social network…. ma di una f a m i g l i a . Cosa vuol dire nello specifico? 6

[close]

p. 7

Vuol dire che personalmente non mi interessa minimamente avere pagine social piene di ego (ma capisco la loro importanza nelle giuste misure di utilizzo), ne tantomeno un gruppo di mille persone dove ne lavorano davvero dieci perché così funziona oggi all’interno dei gruppi). Di cosa me ne farei poi? Sarebbe davvero così gratificante? No, per me no. Quello che vorrei davvero è creare un sistema in grado di coinvolgere le persone (soprattutto chi ha deciso da poco di avvicinarsi a quest’arte con passione e dedizione per questo magnifico mondo che è la fotografia! Si chiude così il 4°, per ora ultimo, capitolo della storia di Roma Street con l’augurio di poter ancora scrivere molte pagine sulla storia di un blog che vuole lasciare un piccolo grande segno nella vita della propria città. 7

[close]

p. 8

con Roma Street Photography - Prima edizione - La prima edizione del Walk & Shot with Roma Street Photography è nel nostro archivio e con se le emozioni e le bellissime sensazioni di una giornata sicuramente da ricordare e da ripetere nel più breve tempo possibile. Incontrarci tutti e vedere così tanto trasporto ed unione verso la street photography e Roma Street Photography è stato per me (… e per tutti noi) motivo di grande orgoglio! La prima grande occasione per scendere insieme in strada e dimostrare tutta la passione che mettiamo nella street photography e nel raccontare la vita della nostra città, ogni giorno. 8

[close]

p. 9

E’ stato un pomeriggio davvero divertente e particolare, ci siamo mossi da San Lorenzo verso la stazione Termini in una Roma blindata (Trattati di Roma) dall’ arrivo dei capi di stato europei e concentrata sui movimenti di protesta che avanzavano lungo le vie del centro. Fattore questo che mi preoccupava per la riuscita dell’uscita (scusate il gioco di parole) ma che invece ci ha permesso di spaziare con le idee nella realizzazione delle nostre fotografie. 9

[close]

p. 10

Durante il pomeriggio dopo una prima fase di studio, siamo “passati all’attacco” nella zona della stazione Termini dove ha preso vita una piccola ma interessantissima sfida che vorrei affinare e riproporre anche nelle prossime uscite. Arrivati in un punto le nostre strade si dividono ad intervalli di circa mezz’ora per percorrere e fotografare una determinata zona in totale libertà e per raggiungere un punto di incontro prestabilito. Quello che ne è uscito fuori è una raccolta di foto eseguite nella stessa zona con risultati del tutto diversi ma dove ognuno con le proprie idee ed il proprio stile può aggiungere qualcosa al bagaglio tecnico e fotografico di ognuno di noi! Il confronto, un confronto costruttivo tra amatori e professionisti della fotografia. Un confronto in grado di arricchirci umanamente e fotograficamente... e lo facciamo in strada, sul nostro terreno di battaglia, dove le nostre idee danno vita alla magia della street photography. 10

[close]

p. 11

Troviamo questo tipo di uscite fondamentali sia per una crescita personale che per quella di un gruppo sempre alla ricerca di spunti ed idee importanti. Motivo per il quale, tra poco, saranno programmate una serie di uscite (ogni mese), dai temi e le location sempre diverse e non solo con la luce del giorno (a buon intenditor...) ... tenete pronte le scarpe più comode e caricate l’attrezzatura fotografica... Il 10 Giugno torna il Walk & Shot, questa volta a Trastevere... nel cuore di Roma! Si torna in strada con Roma Street Photography! 11

[close]

p. 12

Viaggio attraverso la Street Photgraphy #1- l’interpretazione di Massimiliano Vecchi Viaggio attraverso la street photography è la nuova rubrica ideata e scritta da Massimiliano Vecchi con lo scopo di approfondire e sviscerare ogni piccolo aspetto del genere fotografico che più di ogni altro ci appassiona. Scopriremo uscita dopo uscita come si arriva a scattare una fotografia di strada e quale sono gli accorgimenti da prendere per ottenere buoni risultati (non accade sempre… lasciatemi/vi sempre il beneficio del dubbio!). Ok, mettiamo subito da parte gli strumenti del mestiere e focalizziamo la nostra attenzione su un aspetto che (personalmente) reputo tra i più importanti nel nostro campo. Iniziamo quindi raccontando cosa accade ancor prima di prendere la macchina fotografica, allacciare le scarpe e scendere in strada. 12

[close]

p. 13

Pensate che la street sia solo camminare in strada e scattare fotografie alle persone? Bene, non c'è cosa più sbagliata e cercherò dal mio punto di vista di spiegarvi perchè. Quando si scende in strada con l'obiettivo di raccontare la vita che ci circonda ci si ritrova come per magia immersi in un confronto unico ed estremo con la realtà che si vive. Non si tratta semplicemente di fotografare la città e passeggiare continuamente alla ricerca di fotografie. Si tratta di interagire profondamente con tutti gli aspetti della quotidianità (anche quelli che normalmente non siamo abituati a vedere!) in totale simbiosi con ciò che ci circonda. E' per questo che ancor prima della tecnica e degli strumenti che possono portarci ad ottenere una buona fotografia di strada volevo affrontare il tema dell'interpretazione nella street photography. 13

[close]

p. 14

Un tema che mi è particolarmente a cuore e sul quale spesso faccio leva nell'indirizzare i più curiosi verso un «giusto atteggiamento» soprattutto quando si affronta la strada con alcune idee nella testa. Sviluppare la street photphgraphy non è una cosa semplice (anche e spesso si pensa aimè il contrario)... anzi.. La crescita fotografica passa attraverso il continuo studio e la curiosità di scoprire, testare e superare i propri limiti umani e fotografici. La street è contatto diretto con la vita. La street ci lega in eterno ad un istante di tempo che un istante dopo sarebbe svanito. La street va interpretata e vissuta in modo diverso dagli altri generi fotografici ed forse questo a fare della fotografia di strada un’arte unica e magica. 14

[close]

p. 15

E' importante perciò non focalizzare l'attenzione solo ed esclusivamente sulla macchina fotografica...(attenzione! Non sto dicendo che la macchina fotografica non conta... anzi, ma di questo avremmo modo di parlarne prossimante più nel dettaglio) ma dobbiamo essere in grado di lasciare spazio alla fantasia ed alla capacità di "settare" se stessi sulla stessa linea d'onda della strada. Solo così, con questo approccio, potremmo davvero metterci nelle condizioni di poter ottenere quello scatto da portare per sempre nel taschino. Nella street photography nulla è scontato. Ogni minimo aspetto e ancor di più la realizzazione di uno scatto "degno" sono legati da importanti fattori che devono coincidere nel preciso attimo in cui il diaframma si chiude e la luce imprime sul sensore il nostro spunto. . 15

[close]

Comments

no comments yet