bollettino-nave-1-2017

 

Embed or link this publication

Description

nave-1-2017

Popular Pages


p. 1

Anno XLI - n. 1 MAGGIO 2017 Perıodıco dell’Ammınıstrazıone Comunale dı Nave www.comune.nave.bs.it Stampa con carta riciclata

[close]

p. 2

ANNO XLI - n. 1 MAGGIO 2017 COMUNITÀ DI NAVE Notiziario dell’Amministrazione Comunale Direttore Responsabile: Bertoli Tiziano Redazione: Stefana Giada Zucca Elisabetta Alberti Federica Piotti Amedeo Ghidini Monica Pasotti Gianfranco Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 33 del 21.11.1983 Impaginazione e stampa: Tipografia Ceresoli - Nave In copertina Foto di Bruno Antonelli www.comune.nave.bs.it redazionenotiziario@comune.nave.bs Per la pubblicità su questo Notiziario COMUNE DI NAVE REDAZIONE NOTIZIARIO COMUNALE Tel. 030 2537414 redazionenotiziario@comune.nave.bs.it Sul sito www.comune.nave.bs.it alla pagina Agenda impegni istituzionali>Interventi puoi trovare il calendario degli appuntamenti del Sindaco ed i suoi discorsi ufficiali Centralino ................................ 030 25 37 411 Anagrafe .................................. 030 25 37 402 Asilo Nido................................. 030 25 33 583 Biblioteca ................................. 030 25 37 486 Farmacia .................................. 030 25 30 346 Informagiovani ......................... 030 25 37 411 Polizia Locale ........................... 030 25 37 409 U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico .......................... 800 240 631 Villa Zanardelli ......................... 331 82 73 602 Villa Zanardelli Fax ................... 030 25 35 149 Fondazione Villa Fiori ............... 030 25 30 393 Istituto Comprensivo ................ 030 25 37 492 Ufficio Postale .......................... 030 25 30 151 Guardia Medica ........................ 030 83 77 132 A.S.L. Nave............................... 030 89 15 357 A.S.L. Nave Fax ........................ 030 89 15 355 Centro prelievi Nave ................. 030 20 54 850 A.O. Azienda Ospedaliera Uff. prenotazioni ....................... 030 89 33 500 C.O.S.P. .................................... 030 21 16 009 Carabinieri Nave....................... 030 25 30 138 Numero Unico di Emergenza .................. 112 Servizio Antincendio............................... 1515 Numero Verde Emergenze Protezione Civile....................... 800 013 083 EROGASMET ............................ 030 27 89 411 ASM ......................................... 800 011 639 ENEL ........................................ 800 900 800 SERVIZIO ORIENTAMENTO LAVORO Il servizio di orientamento al lavoro, a partire dal 01/05/2017, è affidato alla Società Cooperativa Sociale Tempo Libero, che garantisce 2 ore di apertura settimanale per l’accesso diretto dei cittadini allo sportello, una volta a settimana (il mercoledì dalle 14:00 alle 16:00) presso il Comune. La finalità del Servizio Informalavoro di Nave, è quella di offrire, in un periodo di forte crisi occupazionale, un punto di riferimento e di supporto qualificato alle persone in cerca di lavoro. NUMERI UTILI

[close]

p. 3

Buongiorno Nave! Tiziano Bertoli Sindaco di Nave Cari concittadini, l’immagine di copertina del notiziario comunale raffigura gli enormi spazi della Stefana di via Bologna, quasi un paese nel paese. Molte volte, dal Gennaio 2015, sono salito sulle nostre montagne, verso San Vito e verso Navazze e, vedendo quegli enormi spazi e capannoni vuoti mi veniva, come si suol dire, “un groppo alla gola”. Molte volte lo scoramento mi assaliva dopo i numerosi bandi (sei per l’esattezza) andati deserti e per gli interrogativi che mi ponevano i molti lavoratori che quotidianamente incontravo, riguardanti il loro futuro e quello della “loro fabbrica”. Nelle linee programmatiche del Sindaco per il nuovo mandato amministrativo, la vicenda della Stefana e le questioni del lavoro erano e sono al primo posto. Ho sempre pensato, creduto e agito perché per i lavoratori del gruppo Stefana ci fosse un futuro,per loro, e possibilità produttive per questa importante azienda siderurgica . L’11 Aprile scorso anche l’ultimo sito della Stefana è stato aggiudicato. Dopo 28 mesi di presidio nessun lavoratore è stato licenziato e tutti hanno trovato collocazione nei siti e nelle aziende acquirenti. La commozione, mista a lacrime e gioia, era palpabile presso la sede del notaio dopo l’aggiudicazione. La fabbrica di Ospitaletto alla Esselunga, quella di Montirone all’Alfa Acciai, la Ex Profilati a Feralpi ed ora la sede storica di via Bologna a Duferco: uno straordinario risultato dovuto alla lotta dei lavoratori, alle RSU, al sindacato ed alla Fiom in particolare. In questi mesi sono state diverse le iniziative messe in campo: manifestazioni, assemblee pubbliche, interpellanze, incontri al Ministero, in Provincia, in Regione ed in Prefettura. I Consigli comunali ordinari ed aperti, come quello del 12 settembre 2016 nel parcheggio dello stabilimento, hanno fatto diventare la vertenza della Stefana, in concordato preventivo e sommersa dai debiti, non solo una lotta sindacale ma una vertenza sociale ed industriale per l’intera provincia. La solidarietà e vicinanza concreta hanno fatto sì che la Provincia di Brescia, la Comunità Montana della Valle Trompia, il Comune di Ospitaletto aderissero alla proposta del Comune di Nave per la creazione di un fondo anticrisi che servisse ai lavoratori, (senza ammortizzatori sociali dal 2 giugno), per pagare i contributi dei mesi di agosto e settembre evitando di avviare la procedura di licenziamento, per poter poi accedere alla cassa integrazione in deroga da parte della Regione Lombardia. In questi mesi ho conosciuto ed incontrato imprenditori, gruppi industriali, gli organi della procedura ed il comitato dei creditori. Seppur consapevole del difficile momento di crisi economica, sociale e del comparto, ho trovato sensibilità ed attenzione ai problemi industriali, sociali ed economici dell’intera nostra Comunità. I bandi, indipendentemente dal valore economico manifestato, sono andati complessivamente bene. I creditori sicuramente non recupereranno quanto spettato, ma decisamente in valore superiore rispetto a situazioni analoghe; le singole aziende sono state aggiudicate a gruppi industriali seri e conosciuti; i maggiori produttori bresciani e non solo del settore. Mentre la ex Profilati, ora Ferpar del gruppo Feralpi, dall’agosto scorso ha iniziato a produrre anche se non a ciclo completo , per lo stabilimento di via Bologna non è ancora noto il piano industriale; sicuramente a breve ci saranno degli incontri al riguardo. “Duferco sviluppo” ha offerto 11milioni di euro e la presa in carico di tutti i 139 lavoratori rimasti in organico; negli enormi capannoni della Stefana si potrà produrre ferro e pensare anche ad altre produzioni. La storia di Brescia, e di Nave in particolare, è legata ai suoi insediamenti produttivi: lungo il corso del Garza si è prodotto carta e ferro. Dalle fucine si è passati alle acciaierie e laminatoi, una storia di lavoro e di fatica. E’ una storia che non poteva e non può essere chiusa e archiviata nei libri di archeologia industriale. La siderurgia è nata qui, per l’intuizione di alcuni pionieri e Quinto Stefana ne era l’emblema. Resta il rammarico che questa azienda, questo marchio conosciuto in tutto il mondo, non produrrà più. Nave, il nostro paese, la nostra comunità deve e può ripartire industrialmente ed economicamente, questo è dovuto alla sua storia, alla lotta dei lavoratori, e di chi si è fatto carico di questa complessa vicenda. CComomunuintàitàdidNi Navaeve- O- MTTAOGBGRIOE 20167 3

[close]

p. 4

Bilancio Bilancio di previsione 2017-2019 Nel Consiglio Comunale del 6 marzo scorso è stato approvato il bilancio di previsione per il triennio 2017-2019. È ormai una triste consuetudine il grido di allarme che gli e contestuale aumento di alcune spese legate in particolare ai servizi Matteo Franzoni Assessore enti locali lanciano all’approssimarsi delle leggi di bilancio, non sociali; solo per l’incertezza dei fondi che lo stato decide di trasferire agli - Decrescita della popolazione residente con incidenza in enti locali (vedasi la diminuzione nella TABELLA 1), ma anche particolare sul costo dei servizi all’istruzione (risultato per le novità dell’ultimo minuto che piombano tra capo e collo del saldo nati/morti e del saldo immigrati/emigrati) – generalmente proprio quando si è in fase di ultimazione dei bi- TABELLA 2 lanci di previsione. Tutto va quindi spesso rivisto più volte, nulla è - Diminuzione delle entrate da oneri di urbanizzazione che dato per scontato e le difficoltà di previsione e progettazione della possano essere utilizzati a finanziamento di opere pubbliche politica economica dei comuni è divenuta cronica ed a tratti diso- e per il finanziamento della spesa corrente; rientante. Si aggiunga per l’anno in corso la scadenza a fine marzo - Per la prima volta si approva il bilancio di previsione nel per l’approvazione, anticipata quindi rispetto agli anni preceden- primo trimestre dell’anno con alcuni dati ancora non certi e ti, con la conseguente incertezza di alcune entrate e spese che ad da riverificare in corso d’anno. oggi non sono chiaramente prevedibili. Si aggiunga il sostanziale blocco delle assunzioni che consente Fatto sta che gli sforzi che ogni anno vengono fatti per ridurre le solo in minima parte la sostituzione dei pensionamenti spese correnti sembrano sempre insufficienti a fronteggiare una mettendo in difficoltà la gestione di alcuni servizi e il blocco situazione di perenne incertezza e lenta, ma costante, diminu- totale della politica di tassazione degli enti locali alla quale non zione delle entrate e contestuale aumento di alcune spese “obli- fa fronte un eventuale ed adeguato maggior trasferimento dello gatorie”, si pensi ad esempio alle spese in carico ai comuni per stato. quanto riguarda l’affido dei minori alle comunità passata per il Tutto ciò premesso, l’Amministrazione sta quindi cercando comune di Nave da 80.000 a 160.000 € negli ultimi due anni. nuove fonti di finanziamento presso gli enti sovraccomunali e Per quanto riguarda il bilancio di previsione per l’anno 2017 in particolare con l’osservazione costante di bandi. Al contempo possiamo quindi riassumere le seguenti difficoltà che ogni anno stiamo valutando tutte le ipotesi percorribili per una gestione si ripetono più o meno nella stessa forma: dei servizi meno onerosa e che consenta una riduzione di lungo - Incertezza dei trasferimenti statali; periodo delle spese correnti salvaguardando accessibilità e il - Riduzione delle entrate che finanziano la spesa corrente livello qualitativo dei servizi offerti. TRASFERIMENTI STATALI DAL 2011 AD OGGI 2011: € 1.926.200 2012: € 1.642.414 2013: € 1.700.343 2014: € 1.637.028 2015: € 1.558.061 2016: € 1.628.326 2017 (previsione): € 1.531.454 DATI DEMOGRAFICI – DATI AL 31-12-2016 RESIDENTI AL 31-12-2016 STRANIERI AL 31-12-2016 ISCRIZIONI SCUOLE DI NAVE 10.922 701 989 DIMINUZIONE DI 107 CITTADINI RISPETTO AL 2015 DIMINUZIONE DI 47 STRANIERI RESIDENTI RISPETTO AL 2015 DIMINUZIONE MEDIA DI 30 ISCRITTI/ANNO NEGLI ULTIMI 5 ANNI 4 Comunità di Nave - MOTATGOGBIORE20210716

[close]

p. 5

Bilancio PRINCIPALI SPESE CORRENTI SUDDIVISE PER MISSIONI 01 Spese generali di gestione e controllo € 1.817.189 03 Polizia locale (delegata all’Unione) € 403.455 04 Istruzione e diritto allo studio (delegata all’Unione) € 601.551 05 Tutela e valorizzazione dei beni e attività culturali € 171.556 06 Politiche giovanili, sport e tempo libero € 91.151 08 Assetto del territorio ed edilizia abitativa € 193.204 09 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente € 1.399.606 10 Trasporti e diritto alla mobilità € 467.433 11 Soccorso civile € 33.713 12 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia € 1.214.103 14 Sviluppo economico e competitività € 14.917 20 Fondi e accantonamenti € 199.427 Risorse Umane Risorse Umane e riorganizzazione dei servizi: le ultime novità dal Comune Come programmato nelle Linee di mandato, l’Amministrazione ha provveduto ad una riorganizzazione di alcuni ruoli/servizi, al fine di migliorarne l’efficienza. caso da Provaglio Valsabbia, si è provveduto alla individuazione della nuova Responsabile del servizio Demografico- Anagrafe, Dott.ssa Danila Bacchettini, in sostituzione della precedente Re- In primo luogo, dal primo marzo, a seguito della stipulazione di sponsabile, Alida Dallera, in pensione, dopo 36 anni di servizio, una convenzione con il Comune di Lograto, ha preso servizio, da fine aprile. per 22 ore settimanali, il nuovo Segretario Comunale, Dott.ssa A tutti, buon lavoro Pedersini Enrica. La scelta è stata preceduta da un’attenta sele- zione, finalizzata ad individuare una figura che, per competenza e capacità fosse in grado di dare ulteriore slancio alla “macchina” amministrativa. Causa scadenza del contratto del precedente Responsabile, si è provveduto all’individuazione del nuovo Responsabile dell’uf- ficio urbanistica: dopo avere avviato una selezione pubblica, la scelta è caduta sul Geom. Giansanto Caravaggi, dipendente del Comune di Montichiari, con cui è stata stipulata una convenzio- ne che prevede l’utilizzo del Geom. Caravaggi per 18 ore setti- manali. Si è scelta invece una soluzione interna per ricoprire il ruolo di Responsabile dei Servizi Sociali, a seguito delle dimissioni della precedente Responsabile: in questo caso la scelta è caduta sulla Dott.ssa Mara Catalano. Per garantire al meglio i servizi di vigilanza e controllo sul ter- ritorio, il comando di Polizia Locale è stato reintegrato di una nuova unità (in sostituzione di un Agente dimissionario da fine 2015), mediante mobilità dal Comune di Peschiera del Garda. Infine, sempre con trasferimento da un altro Comune, in questo CComomunuintàitàdidNi Navaeve- O- MTTAOGBGRIOE 20167 5

[close]

p. 6

Scuola Da settembre trasporto scolastico VViisrcnhaioni Assessore con Brescia trasportiattuale organizzazione del trasporto scolastico prevede il trasporto dei bambini della scuola dell’infanzia, prima- L’ria e secondaria con lo scuolabus gestito in appalto dalla vie della zona artigianale, può essere utilizzato anche dagli studenti che abitano nelle zone più lontane dalla scuola secondaria. Abbiamo viaggiato a bordo dell’autobus, verifican- ditta Stornati, mentre gli studenti di Cortine che frequentano la do concretamente il percorso, analizzandone la fattibilità e scuola media, utilizzano l’autobus di linea di Brescia Trasporti accogliendo i suggerimenti degli addetti. Dal prossimo anno che alle ore 7.40 e alle ore 13.00 devia la propria corsa su via don scolastico tutti gli studenti della scuola “G. Galilei” potranno Giacomini, davanti alla scuola Galilei. usufruire dello stesso abbonamento annuale già utilizzato dai Alla fine dell’anno scolastico in corso scade l’appalto con la ditta residenti a Cortine ad un costo più contenuto rispetto all’at- Stornati e non è più possibile rinnovarlo. tuale: Analizzando i dati degli iscritti al servizio, abbiamo infatti ve- • costo attuale retta mensile: da un minimo di Euro 13,95 con rificato che il numero di coloro che usufruiscono del servizio è reddito ISEE pari a 0,00 ad un massimo di Euro 37,69 con diminuito drasticamente. Le famiglie che richiedono lo scuola- reddito ISEE pari o superiore ad Euro 24.000; bus per i bambini della scuola dell’infanzia e primaria sono po- • costo mensile con Brescia Trasporti: Euro 16,50 mensile per tutti. chissime, mentre è maggiormente utilizzato dagli studenti della • Inoltre tale abbonamento consentirà di utilizzare l’autobus per scuola secondaria. quattro corse giornaliere entro il territorio di Nave e Caino. La costante diminuzione degli utenti comporta costi alti, sia per Per gli scolari della scuola primaria sarà necessario pensare a l’Amministrazione che per le famiglie, quindi abbiamo cercato possibili soluzioni alternative come la valorizzazione del Pie- di trovare un’alternativa che consenta di mantenere un buon ser- dibus, che attualmente funziona a Nave e a Cortine mentre è vizio ottimizzando i costi. necessario rilanciarlo a Muratello. Nei mesi scorsi abbiamo incontrato i dirigenti di Brescia Siamo convinti che insieme alla scuola, alle famiglie, alle azien- Trasporti e condiviso con loro alcune proposte e idee, come de che si occupano dei servizi, potremo trovare soluzioni che quella di deviare la corsa dell’autobus di linea delle 7.40 nella permetteranno di continuare a garantire i servizi soprattutto alle frazione di Muratello. In questo modo, passando anche nelle famiglie che ne hanno una reale esigenza. Effetto Pollyanna: una provocazione in senso positivo Il giorno 29 marzo 2017 gli alunni della classe V A della scuola primaria “P. Borsellino - G. Falcone” di Cortine si sono recati alla Biblioteca di Nave per donare un libro, da loro stessi creato, avente come argomento una rivisitazione in chiave personale, con disegni a fumetti, del celebre racconto “Pollyanna” di E. Porter. I ragazzi hanno deciso di donare il loro “Lavoro” con la finalità di condividere con tutti il “travolgente” messaggio di Pollyanna, che è un insegnamento morale volto a saper interpretare ogni evento negativo della vita non più come ostacolo, bensì come occasione unica e preziosa per integrare importanti lezioni di vita. Questo pensiero positivo se usato con abitudine può rivelarsi qualcosa di estremamente potente, in grado di attivare una serie di eventi e persone positivi in una sorta di reazione a catena, migliorando la vita di tutti. La provocazione consiste nell’abituarci a vedere il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto. Lasciatevi dunque pervadere dall’ottimismo travolgente, da una gioia di vivere incontenibile. Niente sarà più come prima! 6 Comunità di Nave - MOTATGOGBIORE20210716

[close]

p. 7

Servizi Sociali Concorso Bullismo 2017 #oltreilbullo #versoilbello Sonia Treccani IClasse 1Cl motivo ispiratore di questo lavoro è stato un argomento di Storia, i “Bizantini”, con il quale l’insegnante di Storia ha spiegato alla 1C il valore giuridico del “Corpus Iuris Civilis” Consigliere le fasi di realizzazione del lavoro e il clima di collaborazione ha avuto come conseguenza un rinnovato affiatamento tra gli alunni, la presa di coscienza dell’incipiente fenomeno di bullismo di Giustiniano e temi importanti quali la moralità, l’etica, la giu- presente in classe e, soprattutto, l’impegno a mettere in atto tut- stizia. te le strategie possibili per combatterlo, avvalendosi anche della Molto colpiti dalla forza di tali valori, già in quell’occasione, gli preziosa collaborazione delle famiglie. alunni avevano realizzato materialmente i loro codici personali Aggiudicarsi la vittoria del primo premio al Concorso è stato formati da leggi di buon comportamento a scuola e in famiglia. quindi motivo di grande orgoglio per la 1C. Andrea Belardi, Sulla scia di quest’ondata di entusiasmo, l’insegnante ha pro- uno degli alunni intervistati a proposito, ha dichiarato: “È bello posto di partecipare al concorso indetto dal Comune di Nave vincere, ma forse anche inutile: c’è gente che ancora subisce o avente per tema il bullismo. Le prime riflessioni svolte in classe provoca atti di bullismo”. Tale affermazione, suggerita dalla fine hanno stimolato vari confronti sulla triste piaga del fenomeno, le sensibilità del nostro alunno, mostra chiaramente come la strada sue cause e le sue conseguenze nefaste sull’armoniosa vita di una sul cammino della civiltà e di una tolleranza rispettosa di tutti classe e di riflesso sulla società. La chiara sinergia d’intenti tra sia ancora lunga da percorrere, ma che esperienze come questo le due insegnanti, le Prof.sse Sartori e Bonforte, rispettivamente concorso mettano in luce fragilità e punti di forza utili al percor- docenti di Italiano e Storia e di Sostegno, che hanno condiviso so futuro di questi ragazzi. con gli allievi l’importanza dei valori vissuti soprattutto in prima Prof. A. Bonforte (Docente di sostegno) persona, si è rivelata il nodo fondamentale di questo percorso. Prof. F. Sartori (Docente di Italiano e Storia) Il titolo del concorso, #oltreilbullo #versoilbello, ha dunque sug- gerito un ‘cammino’ che conducesse materialmente la classe dalla negatività del bullismo alla realizzazione di qualcosa di estetica- mente e moralmente bello. Da qui l’idea di realizzare un “Corpus Iuris Civilis” sul bullismo, imitando la foggia degli antichi codici degli amanuensi, affrontati nel periodo storico in studio. Gli alunni hanno realizzato i loro Codici sul bullismo esprimen- do le leggi ispirate dai confronti in classe. Le 40 leggi più ricor- renti e dunque più significative per gli alunni stessi sono state realizzate graficamente imitando le meravigliose pagine miniate dagli amanuensi. Il Corpus è stato poi rilegato scegliendo con cura i materiali più adatti alla riproduzione di un antico codice. Tutta la classe ha partecipato con entusiasmo e impegno a tutte LClasse 3Ee cause del bullismo erano già state oggetto di riflessione per la 3E lungo tutto il corso del triennio della scuola secondaria, anche attraverso la lettura di testi specifici sull’argomento e in particolare di un libro, Passare col rosso, dell’autrice francese Hélène Vignal. La volontà di partecipare al concorso indetto dal Comune di Nave nasce dunque come espressione pratica, sorta di “mise en place”, di un discorso già affrontato e maturato negli anni dagli alunni con la professoressa Belleri. L’idea iniziale della realizzazione di un video è sfociata nella scrittura di quattro copioni che esprimessero le cause di bullismo ritenute più significative e, di conseguenza, le quattro soluzioni più efficaci. Si è quindi deciso di realizzare i video con linguaggi diversi per veicolare il messaggio in maniera originale e d’effetto. Il primo video, in italiano perché il bullismo è un problema nazionale che tocca tutte le regioni d’Italia, rappresenta il cyberbullismo e l’intervento della Polizia Postale come possibile soluzione. Il secondo video, in dialetto perché il bullismo è anche un pro- blema locale e la lingua dialettale favorisce una maggiore diffusione della tematica sul territorio, presenta una forma di bullismo scaturita dall’aspetto fisico di un compagno di classe e come soluzione il coinvolgimento degli insegnanti e della Preside della scuola. Il terzo video, in inglese perché il bullismo è un problema anche internazionale, mette in risalto la discriminazione contro chi va bene a scuola e ravvisa come soluzione la forza dei rapporti affettivi che possono salvare dai comportamenti da bullo. CComomunuintàitàdidNi Navaeve- O- MTTAOGBGRIOE 20167 7

[close]

p. 8

Servizi Sociali Infine, l’ultimo video, muto perché il linguaggio non verbale è già esplicito, realizzato in bianco e nero perché il bullismo non ha colori, mostra un problema reale vissuto da un’alunna della classe, coinvolta in un episodio di bullismo di natura razziale a causa della sua etnia e del colore della sua pelle. La soluzione sarà data dal “primo passo” che alcuni alunni faranno nei confronti della compagna e che li porterà a superare le stupide barriere del pregiudizio. Le fasi dell’editing del lungometraggio sono state curate da due alunne dalle spiccate competenze tecnologiche, ma tutta la classe si è rivelata estremamente matura e collaborativa rispondendo in maniera eccellente alle richieste implicite nella realizzazio- ne dei video, mettendo a disposizione le proprie competenze e conoscenze, ricavandone un’esperienza importante dal punto di vista personale (gratificazione e soddisfazione per aver realizzato un’opera che ha vinto un concorso) e collettivo (un maggiore affiatamento tra loro). Nonostante tutto però, per gli alunni della 3E vincere questo concorso non significa “Vincere” il bullismo, ma, sicuramente, iniziare un percorso di civiltà e tolleranza che riguarderà tutta la loro vita. Prof. L. Belleri (Docente di Italiano e Storia) Prof. L. Vitellino (Docente di Inglese) Prof. A. Bonforte (Docente di sostegno) Oratorio di Muratello - 2° Classificato Genitori analfabeti di nativi digitali Telefonini, social, internet e bullismo nella rete Nella serata di venerdì 3 marzo si è svolto presso l’asilo nido comunale Mondogiocondo un incontro da titolo “Genitori analfabeti di nativi digitali” tenuto dal Dott. Andrea Benedetti Direttore Technical Evangelism Microsoft Italia e, viste le tematiche, la partecipazione è stata buona. L’obiettivo era fare dei genitori e di conseguenza dei figli, degli utilizzatori consapevoli dei social network. E’ evidente che, soprattutto i giovani, sono molto abili nell’utilizzo delle nuove tecnologie, ma ciò non significa che ne facciano un utilizzo responsabile. E’ dunque importante che sviluppino il senso critico per valutare i contenuti dei siti; è in questo ambito che i genitori possono aiutarli a proteggersi da questi pericoli. Il dott. Benedetti nel corso della serata ha sottolineato l’importanza del ruolo di “controllori” da parte dei genitori. Ha paragonato i social network ad una “piazza” virtuale dove tutti conoscono tutti. Le informazioni e le immagini sono immediatamente fruibili da chiunque. Il relatore ha elencato una serie di rischi, come ad esempio l’utilizzo semplice ed immediato dello smartphon per fare foto e filmati che potrebbero essere divulgati abusivamente (cyberbullismo, sexting). La legge vieta la diffusione abusiva ma, purtroppo, i passaggi di questo materiale avvengono prima che la giustizia abbia il tempo di intervenire. Il dott. Benedetti ha sottolineato l’importanza di un uso consapevole dei propri dati dando anche dei suggerimenti di controllo sui figli minorenni. Il relatore ha evidenziato anche le opportunità che l’utilizzo dei social network danno, soprattutto in ambito lavorativo, di sviluppo e apprendimento e di socializzazione. Gli interventi dei presenti hanno sottolineato la preoccupazione per i propri figli, ma soprattutto la necessità di conoscere l’applicazione di filtri che possano garantire la privacy. A conclusione della serata è stato auspicato dai presenti un prossimo appuntamento per parlare degli strumenti che garantiscono maggiormente la privacy. 8 Comunità di Nave - OMTATGOGBIORE20210716

[close]

p. 9

Il cedro....... si trasforma! Oggi i bambini dell’asilo nido Mondogiocondo hanno salutato il cedro storico del loro giardino. L’albero era diventato troppo alto e grande quindi, per motivi di sicurezza, ha dovuto essere tagliato. L’albero ci ha accompagnato durante tutti gli anni di apertura del servizio; ha donato a generazioni di bimbi riparo dal sole e refrigerio nelle giornate estive consentendo così di poter pranzare e fare merenda sotto i suoi folti rami. Si è vestito di neve e ci ha donato magia nei mesi invernali; ha ballato con il vento e accolto uccellini e animaletti vari che cercavano riparo in tutte le stagioni. I bambini hanno potuto giocare con la sua corteccia, correre e fare l’altalena ... ne abbiamo proprio goduto tutti. Ora, ha fatto il suo tempo ma noi dell’asilo nido , che crediamo fermamente che tutto possa rinnovarsi e trasformare, abbiamo pensato che anche il nostro cedro poteva esserci ancora utile, infatti parte del suo possente tronco verrà plasmato in un totem, le sezioni di rami più piccole serviranno per i laboratori “del fare” e del gioco “non strutturato” e le sezioni dei rami più grandi serviranno per un percorso tematico in un’area appositamente pensata nel giardino a completamento del laboratorio di coltivazione dei fiori. Il nostro cedro così non sparirà e con la sua silenziosa presenza, accompagnerà ancora per molti anni tanti bambini in giochi fantastici. Le educatrici Servizi Sociali Gruppo di cammino: sempre in movimento! Continua la bella esperienza del gruppo di cammino Camminare fa bene! Questo ci ripetono da tempo i medici e allora non lasciamoci sfuggire l’occasione di ritrovarci, camminare a beneficio della nostra salute, conoscerci meglio e fare una bella chiacchierata che fa bene all’umore. L’appuntamento è il lunedì, il mercoledì e il venerdì al parco del Garza alle ore 14:30 per una camminata di 4/5 Km per le strade di Nave, nei mesi estivi l’orario dell’appuntamento è fissato per le 17:30 sempre al parco del Garza. Nel fine settimana è prevista una camminata un pochino più lunga sui monti vicini a Nave. Una volta l’anno poi si organizza la giornata del “Cammino day” con tutti i gruppi di cammino della provincia. L’attenzione al benessere e alla salute è garantito anche dai test di controllo periodici sullo stato di salute organizzati in collaborazione con ATS di Brescia a cui sono sottoposti tutti i partecipanti al gruppo di cammino. Per ogni informazione contattare il sig. Dario Olivari al 3312955032. Soggiorni climatici Come ogni anno, per la stagione estiva, il comune di Nave in collaborazione con l’agenzia TerravigliaViaggi organizza un soggiorno climatico al mare rivolto ad anziani. Anche quest’anno, visto il successo riscosso la scorsa estate, la scelta è andata su Senigallia. Chi è interessato può rivolgersi all’agenzia TerravigliaViaggi tel. 030 2532224. CComomunuintàitàdidNi Navaeve- O- MTTAOGBGRIOE 20167 9

[close]

p. 10

Servizi Sociali Consulta sociale Nel Consiglio Comunale del 3 Maggio scorso è stato presentato il regolamento della Consulta Sociale, frutto della condivisione con le Associazioni presenti nel territorio di Nave della normativa relativa alla composizione, alla durata, ma soprattutto della finalità che la stessa consulta vuole avere. Contribuire all’individuazione e prevenzione di tutti quei fenomeni di emarginazione e disagio sociale, sostenere le fasce della popolazione maggiormente in difficoltà attraverso forme di collaborazione con gli organismi pubblici e il privato sociale, inoltre servirà a contribuire alla conoscenza, al dialogo e allo scambio di esperienze tra le molteplici e vitali forze espresse dal territorio e allo sviluppo di un volontariato a tutto campo per un alto livello di partecipazione della cittadinanza alle problematiche sociali. La Consulta Sociale sarà luogo di confronto fra le Associazioni che operano nel Comune di Nave. Nelle prime riunioni sono già state poste alcune problematiche quotidiane che le Associazioni devono affrontare. Alcune sono in cerca di volontari. L’auspicio è che, la sua piena attivazione, ci consenta di Anna Tagliola Consigliere dare maggiore sostegno alle Associazioni e che stimoli la partecipazione attiva da parte dei cittadini. Sboccia la primavera in Villa Zanardelli Tante iniziative all’orizzonte Le prime giornate soleggiate permettono di poter vivere a pieno il Parco di Villa Zanardelli, così anche il Centro Anziani gode di nuova vitalità. In collaborazione con la Scuola dell’Infanzia “C. Comini” di Cortine di Nave è stato ideato un percorso alla scoperta dell’orto e dei suoi “odori”, un’iniziativa per vivere la natura pensato per i bambini della scuola, insieme ai loro nonni e agli anziani di Villa Zanardelli. Tutto è iniziato il 7 aprile con la “Festa di Primavera” presso l’Istituto. I bambini insieme ai loro nonni hanno preso parte all’inaugurazione del piccolo orto della scuola. Sono stati proposti giochi sensoriali alla scoperta delle piante aromatiche e una tombola nonni-nipoti. La Festa si è poi conclusa con una deliziosa merenda. Si proseguirà poi il 21 aprile a Villa Zanardelli, dove i bimbi della Comini accompagnati dai loro nonni si potranno sperimentare nella semina di alcuni prodotti. Seguirà merenda finale con la partecipazione delle famiglie. L’evento conclusivo di questo percorso sarà il 9 giugno. Per l’occasione, nonni e bambini potranno cogliere i frutti del loro lavoro e si preparerà insieme una gustosa merenda con i prodotti dell’orto di Villa Zanardelli. Un modo diverso di far vivere la Villa alle famiglie, avvicinando anche i nonni, figure fondamentali nella vita dei loro nipoti. Inoltre, proseguono gli appuntamenti, ormai irrinunciabili, con i pomeriggi della tombola e del torneo di briscola (trovate i dettagli delle attività sul volantino mensile). Si ricorda che il Centro Villa Zanardelli è aperto lunedì mercoledì - venerdì dalle 14.30 alle 17.30 e che è possibile fare richiesta di trasporto gratuito per il Centro presso il Comune. Il calendario delle iniziative si arricchisce poi di uscite, che, con le giornate primaverili, diventano sempre più piacevoli. Per il 26 aprile è prevista la visita della mostra “Da Hayez a Boldini” presso Palazzo Martinengo a Brescia. Per il 28 giugno è in programma una gita presso il Lago di Lecco, alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato i “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni. Tante proposte aperte a tutti! Per informazioni e iscrizioni visitate il sito del Comune di Nave o telefonate al numero 030 2530343 (risponderà Simona della Coop. La Vela). Epifania in compagnia - 17 gennaio 2017 10 Comunità di Nave - OMTATGOGBIORE20210716

[close]

p. 11

Servizi Sociali Protocollo d’intesa per un nuovo sistema di welfare comunale – Accordo Marco Venturini sindaAscsessaore le Siglato un protocollo d’intesa tra l’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni Sindacali per L’affrontare le complesse problematiche sociali anno 2017 porta con sè la novità del nuovo Protocollo d’intesa, per un nuovo sistema di welfare, relativamente alle sempre maggiori difficoltà sociali ed economiche che delle politiche sociali e culturali, rinnovando interventi socioassistenziali sulla base dei diversi bisogni manifestati dalla popolazione, al fine di garantire un sostegno ai soggetti non auto- i cittadini si trovano ad affrontare quotidianamente. A differenza sufficienti oltre che per favorire politiche di cittadinanza attiva. degli anni passati l’Amministrazione Comunale, in accordo con Sintesi delle azioni incluse nel protocollo d’intesa: le Organizzazioni Sindacali SPI-CGIL, FNP-CISL, UILP-UIL, A) SOSTEGNO ATTRAVERSO CONTRIBUTI allo scopo di attenuare le condizioni di disagio socio-economico B) SOSTEGNO ATTRAVERSO FORME OCCUPAZIONALI di anziani e famiglie, hanno concordato sull’esigenza e l’oppor- C) SOSTEGNO ALLA DOMICILIARITA’ tunità di definire un nuovo protocollo d’intesa finalizzato ad D) SOSTEGNO ALLA CITTADINANZA ATTIVA illustrare la complessità degli interventi sociali in corso di at- E) SERVIZI A PREZZO CALMIERATO tuazione o da attuare. Questo con l’obiettivo primario di dare (il testo integrale dell’Accordo Sindacale è visibile sul sito del Co- degli aiuti concreti soprattutto alla fascia di cittadini più deboli e mune di Nave e presso i Patronati) bisognosi, attraverso interventi di sostegno economico e forme Nonostante i continui tagli di bilancio operati dagli organismi occupazionali temporanee. Visto il perdurare dell’attuale situa- sovracomunali, di leggi o leggine (quantomeno opinabili) nelle zione di crisi, l’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni quali molti servizi prima in carico ad altri enti vengono addossa- Sindacali hanno focalizzato l’impegno e lo stanziamento delle ti totalmente ai Comuni, per il presente Protocollo d’intesa 2017 risorse disponibili sul sostegno lavorativo delle fasce più disa- l’Amministrazione Comunale ha convenuto di stanziare un bud- giate attraverso servizi di orientamento alla ricerca del lavoro get in linea con gli anni passati di circa € 380.000,00. e di proposte di attività lavorative a vario titolo, con l’intento di Le risorse messe a disposizione, sono un segnale forte e concreto accompagnare e sostenere il cittadino attraverso varie forme oc- di quanto l’Amministrazione cerchi di essere attenta ai bisogni cupazionali, nella certezza che questa sia una delle più significa- dei cittadini, soprattutto verso quelli che stanno attraversando tive strade percorribili per permettere al cittadino di acquisire periodi di disagio e sofferenza. un sostegno economico con maggiore dignità. Si è inoltre prose- Le Organizzazioni Sindacali guito con il finanziamento di altre forme di sostegno nell’ambito SPI-CGIL – FNP-CISL - UILP-UIL “Fare rete tra realtà territoriali per un futuro migliore” Approvato in Consiglio Comunale il Protocollo d’intesa per la collaborazione Itra RSA di Concesio, Villa Carcina e Nave l 23 Gennaio il Consiglio Comunale di Nave ha approvato un protocollo di intesa con i Comuni di Concesio e di Villa Carcina, per avviare un percorso comune di confronto Art.1 I Sindaci dei Comuni sopra menzionati, unitamente ai presidenti e ai direttori generali delle strutture socio-sanitarie ed assistenziali di e di analisi delle esigenze più urgenti presenti nei tre territori, Concesio, Nave e Villa Carcina avviano un confronto finalizzato a: nell’ambito sanitario e socio sanitario per garantire presta- • Iniziative di confronto e analisi delle future necessità delle zioni assistenziali in regime residenziale (RSA), semiresi- strutture residenziali esistenti, anche alla luce della recente ri- denziale (CDI) e domiciliare (Misura 4, ADI e SAD) sempre forma sanitaria ancora in fase di piena attuazione; più efficiente e vicino ai problemi dei cittadini. Il protocollo • Elaborare strategie comuni e sinergie in tutte quelle attività di approvato si pone l’obbiettivo di intraprendere iniziative di gestione che possano permettere in particolare un miglioramen- confronto e analisi delle future necessità delle strutture resi- to qualitativo del servizio svolto; denziali esistenti (anche alla luce della recente riforma sani- • Perseguire utili economie di scala; taria ancora in fase di piena attuazione), elaborare strategie • Garantire una presenza territoriale più forte ed unitaria. comuni e sinergie in tutte quelle attività di gestione che possano permettere in particolare un miglioramento qualitativo del servizio svolto, perseguire utili economie di scala e, non per ultima, garantire una presenza territoriale più forte ed unitaria. Il Protocollo è composto da 6 articoli, citiamo qui di seguito, i più significativi: Art.2 I presidenti dei consigli di amministrazione delle strutture socio-sanitarie ed assistenziali, unitamente ai direttori generali, costituiscono un tavolo di confronto permanente sui temi che, di comune intento, si individueranno prioritari per il benessere delle comunità locali, soprattutto per la popolazione residente in età geriatrica. CComomunuintàitàdidNi Navaeve- O- MTTAOGBGRIOE 20167 11

[close]

p. 12

cUltURa La Consulta della Cultura è in piena attività Roberta Paradisi Assessore Condividere, collaborare, promuovere. Tre semplici parole che stanno alla base del pensiero dal quale è nata la nuova Consulta della Cultura di Nave. In un paese di 11.000 abitanti nel quale operano più o meno attivamente associazioni culturali riconosciute non era più possibile ritenere che la vecchia abitudine de “ognuno per la sua strada” potesse continuare a dare frutti. In un momento particolare nel quale, oltre alle risorse economiche, scarseggiano anche le persone ed i volontari era assolutamente necessario ripensare il modus operandi delle attività culturali per favorirne la crescita, la conoscenza e la fruizione da parte della cittadinanza. La Consulta della Cultura nasce come territorio d’incontro, come un terreno fertile per la condivisione di idee e progetti fra le associazioni culturali che vi partecipano, aperta anche ai cittadini che hanno voglia e spirito per proposte culturali, favorendo la possibilità di interazione fra le varie realtà. L’ambizioso obiettivo della Consulta è superare la storica “settorialità” degli eventi, legati in passato ad un singolo ambito culturale, favorendo l’integrazione e la contaminazione fra le varie anime delle associazioni. Di volta in volta si vuole costruire nuovi percorsi che, coinvolgendo per la stessa manifestazione più realtà, favoriscano anche una crescita dell’offerta arrivando a rendere un evento attraente e d’interesse per più fasce di popolazione. Musica, arte, danza e teatro, valorizzazione di siti e prodotti, di tradizioni e costumi si uniscono per accogliere e soddisfare sempre più gente di ogni età e con diversi interessi. La Consulta nasce anche per favorire il dialogo e il coordinamento fra le associazioni culturali: la creazione di un calendario condiviso vuole evitare inutili sovrapposizioni di eventi e portare ad una proposta culturale condivisa ed ordinata. Fra gli strumenti adottati e già usati dalla Consulta emergono la pagina Facebook ed il profilo Instagram; questi strumenti sono la diretta conseguenza di uno degli obiettivi più importanti della Consulta della Cultura: la promozione coordinata e capillare delle manifestazioni. Creare un nuovo punto di riferimento e di incontro per la Cittadinanza significa dare la possibilità a tutte le associazioni di informare le popolazione di Nave sulle proprie attività, dall’altra parte consente a tutte le persone di conoscere e scoprire il ricco mosaico di eventi e realtà presenti sul territorio. Creare una rete comune di contatti, aumentando la visibilità, vuole favorire la conoscenza di tutte le proposte. La pagina Facebook, sempre più importante in un mondo che si appoggia costantemente alla rete dei social network, non è solo una “calendario” per segnalare gli eventi a Nave ma una “luogo” dove ogni realtà può presentarsi, dove si segnalano gli eventi che portano le associazioni navensi anche fuori dal loro territorio natale e uno spazio per far conoscere a tutti i risultati straordinari che queste associazioni raggiungono e che spesso passavano inosservati in passato. Chi volesse conoscere meglio la Consulta, stabilire un contatto diretto e magari proporre nuove idee può anche scrivere alla mail consulta.cultura.nave@gmail.com. Pochi mesi di vita, ma tanta energia ed entusiasmo all’interno della consulta della cultura che ha lavorato sodo per creare due importanti manifestazioni che hanno riunito con grande soddisfazione tantissimi cittadini. Finalmente anche nella frazione di Cortine un grande evento “Natale per CORTI..NE” che diventerà negli anni a venire un appuntamento fisso per le festività natalizie, mentre nella storica frazione di Muratello ci ritroveremo ogni anno per la Pasqua ricordando vecchie tradizioni con l’evento “MORADEL DE NA OLTA”  SUMMER TIME Domenica 25 Giugno Oratorio di Muratello www.summertime- nave.it NOTTE BIANCA Quest’anno l’atteso appuntamento con la Notte Bianca è anticipato a sabato 15 luglio 12 Comunità di Nave - MAGGIO 2017

[close]

p. 13

Cultura Zuppa di libri, di autori e di lettori Cosa bolle nella pentola della biblioteca? Libri e autori che si lasciano stropicciare, annusare, spezzettare, divorare, sfogliare... Si è cominciato a dicembre con una piacevole chiacchierata con Adriano Rossetti prendendo spunto dal suo libo “I colori del tempo”. Qualche volta si sente la necessità di fermare sul foglio bianco momenti della nostra esistenza perchè troppe volte il nostro vissuto rischia di rimanere intrappolato nel proprio oblio. Dal tuffo nei ricordi si è passati al tuffo nei fiumi, laghi, cascate e terme con Michele Tameni e il suo libro “Wild Swimming Italia”, una guida completa alle aree naturali più belle d’Italia. Sicuramente è un ottimo suggerimento per trovare luoghi incantevoli per rinfrescarsi dalla calura estiva. A febbraio è salpato anche il Gruppo di Lettura “Chiarelettere” guidato da Giorgio Olivari. Circa una trentina di persone ha accolto la proposta della Biblioteca comunale di incontrarsi per discutere e confrontarsi sui temi trattati dall’autore del libro che preventivamente è stato scelto come oggetto di lettura. L’importanza di partecipare ad un Gruppo di Lettura si può riassumere in questi tre punti: 1) Stimola la lettura. Ogni partecipante è invitato a leggere il libro proposto, forse autore o romanzi che una persona non avrebbe mai scelto di sua spontanea iniziativa. In questo modo ci si può appassionare su storie nuove e allargare orizzonti su altri temi letterari; 2) Favorisce la socializzazione. Il GdL porta a socializzare, senza obblighi e forzature, ci si mette in gioco esprimendo la propria opinione su temi e autori; 3) Permette di leggere un libro con gli occhi degli altri. Il confronto in un gruppo dopo aver letto un libro porta sicuramente a dibattere su opinioni diverse dalle proprie. Questo permette una crescita critica positiva e di soffermarsi su temi e situazioni sotto punti di vista diversi, cogliendo anche particolari sfuggiti. Dopo “La strada” di Cormac McCarthy e “Accabadora” di Michela Murgia, ci incontreremo il 15 maggio con “Il buio oltre la siepe” di Harper Lee e il 19 giugno con “Senza coda” di Marco Missiroli. La Biblioteca continua con le sue proposte con il “MAGGIO LETTERARIO” sabato 6 maggio alle ore 18.30 Aperitivo con autore: “Chicago Gangstern Story” di Nancy Carnevali, libro storico e di costume ambientato nella Chicago ai tempi del proibizionismo. - sabato 13 maggio alle ore 18.30 Aperitivo con autore: “Lotta di classe” di Luca Bassi Andreasi. Il tema di questo libro di poesie è il potere e, soprattutto, l’abuso di potere che l’autore contrasta con una leggerezza assolutamente non scontata, per niente banale e viene sviluppato in maniera sottile e sapiente, con un finissimo senso dell’ironia. - Mercoledì 17 maggio alle ore 20.30: “Uccidi anche me” di Michele Bianchi Cremonini. Un thriller ambientato fra Cremona e Sospiro, ricco di colpi di scena e con uno stile di “scrittura liquida” che non manca di ironia e immaginazione. DreaMusical Arena DDreaMusical è davvero inarrestabile! opo la vittoria ai concorsi nazionali “Sipario d’oro” di Rovereto e “Sognando Broadway” di Camposampiero con l’ultima produzione “Frankenstein - das Musical” con la regia di Luca Savani, DreaMusical in collaborazione con il Comune di Nave danno vita ad un progetto grandioso: DreaMusical ARENA. Da giugno a settembre 2017 una serie di imperdibili eventi nell’anfiteatro di Muratello che, dopo anni di inattività, per l’occasione, subirà un intervento di restyling per accogliere appuntamenti teatrali, cinema, concerti, serate di ballo e pomeriggi di festa. Con l’appoggio della “Consulta della cultura” promossa dall’assessore Roberta Paradisi, si stanno attivando davvero tante occasione di incontro e di appuntamento nella nostra comunità e DreaMusical ARENA vuole essere un innovativo appuntamento estivo immerso nel verde del parco che abbraccia l’anfiteatro. A breve verrà pubblicato il programma definitivo di DreaMusical ARENA sul sito internet www.dreamusical.it o sul sito www. comune.nave.bs.it. Segui la pagina Facebook dell’associazione per rimanere sempre informato www.facebook.it/dreamusical Comunità di Nave - MAGGIO 2017 13

[close]

p. 14

Sport 3 Santi Trail 2017 Cuore leggero e zaino pesante Marco Venturini Dieci, nove, otto....tre, due, uno, su le maniiiiiiiii.... Ed ecco una cinquantina di bambini lanciati in una corsa scatenata, come se dopo la prima curva non ci fossero Assessore ai numerosi sponsor, ci hanno permesso di sostenere varie iniziative legate al mondo dell’associazionismo locale. 1.500 euro sono stati destinati al progetto del CAI Nave per la altri 750 metri ad aspettarli, volano sull’asfalto come ognuno di ristrutturazione di Cascina Broli e 1.250 euro sono stati donati noi ricorda di aver fatto uscendo da scuola, quando ancora alle all’ Avis Nave-Caino per organizzare il 50° anniversario di fon- elementari si tornava a casa a piedi. dazione. Rieccoli sfiniti poco dopo passare uno ad uno sotto l’arco del Pari importo (750 euro) viene dato all’ANT - Sezione di Brescia traguardo, guance rosse e mani sui fianchi per i meno allenati - per l’assistenza domiciliare ai malati e all’ associazione Peter e in fondo al gruppo c’è lei, una bambina tra le più piccole del- Plan che si occupa di raccolta fondi da destinare all’aiuto dei la ciurma, tuta grigia, pettorale a mò di bavaglia e berrettone bambini affetti da malattie del sangue. blu. Sembra una cannonata che non accetta di fermarsi, varca il Chiudiamo la 3 Santi Trail 2017 ritornando alla serata d’ apertu- traguardo e finisce l’irresistibile e solitaria volata, acclamata dal ra, venerdì 24 Febbraio, presso il teatro S.Costanzo. Un’ emozio- pubblico. nante serata ha ricordato Giacomo Rossetti, alla cui memoria da Sul palco i volontari dell’Avis le mettono prontamente al collo sempre siamo legati. la medaglia che contraddistingue tutti i partecipanti della prima Come dimenticare le sue straordinarie imprese alpinistiche e edizione dell’Avis Bimbo Run. speleologiche, dal Cao Grande in Africa alla grotta Krubera in L’immagine migliore della quinta edizione della 3 Santi Trail è Georgia, affrontate con un’umiltà e normalità fuori dal comune. proprio quella evocata dalla corsa dedicata ai più piccoli, il co- Ci piace chiudere questa edizione con il pensiero dell’amico e ronamento di una bella giornata di sport vissuta il 5 marzo sulle curatore della serata Matteo Rivadossi, che lo ricorda così “Gia- montagne che circondano Nave. Sono stati davvero innumere- como era una delle poche persone che ho conosciuto nella mia voli i partecipanti di questa edizione: vita che aveva sempre lo zaino più pesante del mio. Generalmen- • 316 gli atleti arrivati al traguardo dopo aver percorso i classici te si incontrano persone che tendono a scaricare e caricare gli 17 km della 3 Santi Trail; altri, lui era esattamente il contrario..”. • 182 hanno percorso i 36 km dell’Eremitica; L’augurio che noi organizzatori facciamo a noi stessi e a tutti i vo- • 129 si sono dilettati in una piacevole corsa nella natura percor- lontari, in vista della sesta edizione 2018 , è quello di continuare rendo il Sentiero delle Cascate. a mantenere la vivacità e la gioia di quella bambina, coltivando Numeri importanti che, sommati ai 160 volontari sul percorso e sempre l’umiltà e lo spirito di sacrificio di Giacomo. 14 Comunità di Nave - MAGGIO 2017

[close]

p. 15

Un canestro per il COSP Sport Quando solidarietà e sport uniscono le proprie forze e risorse, spesso e volentieri colpiscono nel segno. Ed è stato così anche per la prima edizione di “Un canestro per il C.O.S.P.”, evento che l’Amministrazione di Nave, in collaborazione con quella omologa di Caino e con il Basket Nave ’99 ha allestito lo scorso 20 aprile. Nella palestra della scuole medie di via Don Giacomini, il Basket Nave’99 è stato capace di convogliare un esercito di mini-giocatori, di vecchie glorie del passato cestistico del nostro paese e conseguentemente coinvolgere centinaia di persone che si sono accomodati sugli spalti per assistere ad uno spettacolo che ha regalato emozioni in quantità industriale. La serata è incominciata con la grande festa del minibasket. Agli ordini di Cristina Benussi e dei suoi collaboratori, un’ottantina di giocatori in erba si sono divertiti, per la gioia dei propri genitori e conoscenti, in esercizi e giochi con palla ed ostacoli. Per tutti alla fine un pallone offerto da Marco Piazza, titolare di Check Point, azienda di Casalmoro che si è proposta come sponsor dell’intera serata. Pallone multicolore graditissimo, ma per i bimbi del mini-basket la vera festa è iniziata quando sono arrivati i tanto attesi ospiti del Basket Brescia Leonessa. Accompagnati dalla loro presidentessa, la navense Graziella Bragaglio, dal patron Matteo Bonetti e da Mauro Ferrari, presidente di Germani S.p.A, Marcus Landry, Franko Bushati e Christian Burns si sono dedicati per quasi un’ora ai loro piccoli fans, regalando sorrisi, selfie ed autografi. Ma il piatto forte della serata, quello che per molti navensi presenti si è manifestato come un vero e proprio tuffo al cuore, è stato l’angolo che gli organizzatori hanno dedicato alla partita delle Vecchie Glorie del Basket Nave. Agli ordini del decano degli arbitri bresciani, Gigi Savio, si sono affrontate l’attuale squadra del Basket Nave che milita in Prima Divisione e la rappresentativa formata da quasi tutti i giocatori che in passato avevano vestito la celebrata casacca gialloverde del Basket Nave del tempo che fu. E così diretti in panchina dal patron della Germani Brescia, Matteo Bonetti, autore di un vero e proprio simpaticissimo show, sono scesi sul rettangolo di gioco, con tanto di maglia personalizzata offerta da Check Point, i vari Fausto Pederzani, Paolo Lonati, Stefano Alberti, Sandro ed Elio Coppi, Giovanni Brignoli, Massimo Prevosti, Icio Amadini, Luca Pernetta, Mauro Antonioli, Fabio Civitelli, Beppe Marasco, Alessandro Cappa, Renzo Tameni, Nicola Albano, Marco e Diego Rizzo, Paolo Azzani, Giorgio Olivari, Meraldo Zucca, Roberto Verità, Francesco Bossini, Marco Ungari, Maurizio Prati e Marco Zanotti. Con le Vecchie Glorie rappresentate anche dagli storici allenatori del team navense, Giulio Ceruti e Piero Rubagotti, hanno giocato anche l’ex Basket Brescia ed oggi attuale direttore generale della Pallacanestro Biella (Legadue2), Nicola Minessi ed il sindaco di Caino, Cesare Sambrici. Assenti giustificati l’ex sindaco di Nave, Luca Senestrali, Claudio Stefana, Paolo Frusca, Paolo Bellini ed Alberto Rosa, tutti giocatori capaci negli anni di lasciare la propria firma sulle imprese della squadra fondata alla fine degli anni novanta dal compianto dottor Giovanni Rizzo e dall’appassionatissimo Mario Coppi. Cospicua la somma raccolta a favore del Cosp, presente alla serata con il presidente Guido Capuzzi ed una decina di volontari. Folco Donati Barbara Bontempi in trasferta Barbara Bontempi, lo scorso 17 marzo (giorno in cui si celebra e festeggia la Muay Thai nel mondo) ha avuto l’onore di combattere in Thailandia ad Ayutthaya (l’antica capitale) davanti alle autorità thailandesi in un contesto davvero speciale ed importante. Unica Italiana, con altri due stranieri, a partecipare all’evento caratterizzato dalla prevalente presenza di atleti importanti thailandesi. Questo evento il Nai Kanom Day, trasmesso dalla TV nazionale Thailandese, ha visto Barbara disputare un ottimo match da 5 riprese e soprattutto ha potuto portare la sua passione e bravura. Comunità di Nave - MAGGIO 2017 15

[close]

Comments

no comments yet