Grandangolo News numero Zero_aprile 2017

 

Embed or link this publication

Description

Trimestrale del Gruppo Fotografico Grandangolo, con notizie, mostre, eventi, libri, programmazione delle serate.

Popular Pages


p. 1

Trimestrale del Gruppo Fotografico Grandangolo BFI di Carpi (MO) LA COPERTINA 11 aprile 201 7 2007 Danilo Baraldi - Il Duomo Ad una prima occhiata, sembra che il nostro Duomo stia per crollare, memore del rischio che ha corso nel 201 2 con i tragici terremoti che ci avevano sconvolto allora. Invece, osservando meglio, è un tentativo di riprendere un edificio in maniera più dettagliata, per particolari. Che poi vengono assemblati in una unica immagine. L’effetto è suggestivo, ed accattivante. Oltretutto, è sintomatico proporlo in questo momento. Da pochi giorni è stato riaperto al culto, dopo i tragici eventi, ricordati prima, e vuole essere un omaggio a questo splendido monumento che caratterizza la nostra altrettanto bella piazza. L’autore ci rivela, invece, che la fotografia è stata fatta utilizzando una piccola compatta, che ovviamente non ha incorporato un grandangolare, e questa gli è sembrata la miglior cosa per riprendere tutto l’edificio!

[close]

p. 2

EDITTATORIALE di Danilo Baraldi E’ TORNATO! Nel corso delle serate dedicate alla storia del Grandangolo, è emerso che il giornalino era stato una fonte inesauribile di notizie e aneddoti vari, in quanto stabiliva i vari percorsi intrapresi dalla nostra associazione nel periodo in cui sono usciti i vari numeri. Ci è sembrato quindi opportuno ripristinarlo, ed usarlo come mezzo di informazione ad uso e consumo di tutti i soci. Oltre ai calendari delle attività serali, nei 4 numeri annuali ci saranno informazioni legate alla nascita percorso e svolgimento dei nostri vari eventi, alle gite fotografiche espositive culinarie, alle mostre dei nostri soci, ai loro percorsi di crescita fotografica. Vorremmo dedicare anche uno spazio prettamente goliardico, che a quanto pare ci contraddistingue ovunque e spesso. Tutto gli scritti vorremmo si potessero corredare ovviamente anche da foto: di soci, degli eventi, delle goliardate. Ci sarà una Redazione che si prenderà carico del Grandangolonews, con l’aiuto ed il supporto di tutti gli altri soci. Vorrei infatti ricordare che a febbraio si è concluso il ciclo di conferenze a tema FotoCarpi1 7 CAPOLINEA. Filippo Venturi e Giancarla Lorenzini ci hanno dato spunti importanti per comprendere meglio, e affrontarlo a nostra volta, il tema dato. Sono quindi iniziati gli incontri mensili con Silvano Bicocchi e i nostri Coordinatori, con lo scopo di condurci “per mano” alla realizzazione dei nostri progetti. Il 20 maggio li esporremo all’Auditorium di San Rocco. Il 1 4 febbraio e l’11 aprile abbiamo ripercorso le ultime due tappe della storia della nostra associazione, I NOSTRI PRIMI 40 ANNI, con il condotti sei laboratori di fotografia con i bambini di tre scuole d’infanzia di Correggio da Valeria Cremaschi e dal vostro presidente. Il tema proposto loro era sempre la donna, o altra figura femminile presente in famiglia. Con una fotografia di questa persona, portata da casa, dovevamo confrontarsi con fotografie scattate a loro, e trovare delle somiglianze e delle peculiarità. E il 4 marzo, sempre al Palazzo dei Principi, è stata inaugurata la mostra di FUTURA assieme alle fotografie dei laboratori. Inoltre, per l’occasione, è stato pubblicato il libro dedicato alla mostra che ha girato da diversi anni per l’Italia, curato da Orietta Bay dal Fotoclub Carpe Diem di Sestri Levante. decennio 1 997-2007 METTERSI IN MOSTRA e il decennio 2007201 7 SPERIMENTAZIONI. Dopo questo lungo percorso, durato un anno all’insegna dei ricordi, il 20 maggio esporremmo un sunto di questi percorsi in un negozio sfitto del centro cittadino, con documenti e fotografie, libri e manifesti. Il 21 febbraio, al Palazzo dei Principi a Correggio, c’è stata la seconda tappa del progetto FUTURA, STORIE DI DONNE, con una conferenza dal titolo UNA, NESSUNA, TUTTE, ricerca fotografica sul mondo al femminile, condotto ancora da Renza Grossi e Gabriele Bartoli. Nello stesso periodo di metà febbraio sono stati Non sono mancate le trasferte del Grandangolo: il 22 marzo a Cavezzo, dal rinato foto club dopo gli eventi tragici del terremoto, dove abbiamo portato una piccola presentazione dei nostri progetti più importanti, e alcuni portfolio dal tema FotoCarpi1 6 IL SILENZIO, commentati dai soci presenti. Abbiamo riscontrato alterni favori, chi già ci conosceva era rimasto entusiasta del nostro percorso, chi invece era rimasto relegato ad una visione più “classica” della fotografia, ha fatto fatica ad apprezzare e comprendere un tipo

[close]

p. 3

di immagine concettuale, più alta, come loro hanno definito. Il 29 marzo a Modena, al Fotoclub Il Colibrì, dove è stato presentato ODM#3, una ricerca per immagini sul mondo al femminile, condotto sempre dai nostri Renza Grossi e Gabriele Bartoli. Ora un breve accenno al CARPI FOTO FEST 201 7 – FOCUS GIOVANI. Abbiamo già iniziato a stilare un programma che abbiamo condiviso con Silvano Bicocchi, in quale ci ha dato diversi spunti di riflessione. Il tema portante sarà lo stesso della passata edizione, I GIOVANI, ai quali dedicheremo le conferenze, la presentazione di un libro, un workshop tenuto anche quest’anno da Valeria Cremaschi, ed un laboratorio che ci piacerebbe fosse esperienziale, come è stato quello sul foro stenopeico. Forse sulla riscoperta di una antica tecnica di stampa. Ci stiamo pensando e stiamo aspettando risposte dai possibili contatti. Abbiamo già contattato Antonio Presta, direttore di FIAF YOUNG, che ci darà ulteriori spunti e proposte per il coinvolgimento dei Giovani. La mostra, alla Sala Dei Cervi, Palazzo dei Pio, invece la vorremmo dividere in due settori: uno dedicato agli autori selezionati per il TALENT SCOUT GIOVANI 201 7, e l’altro settore al CAPOLINEA di Fotoclub o autori di altre Provincie che non riusciranno ad essere esposti a Colorno nella mostra finale del progetto del Dipartimento Cultura della FIAF. Ma novità, rispetto alla passata edizione, sarà quella di approntare dei tavoli di lettura dei portfolio, con 5 lettori che si alterneranno nella Sala Dei Cervi. Sarà dato un riconoscimento all’autore premiato con la possibilità di esporre l’anno seguente all’interno della prossima edizione del festival. I lettori, che ci hanno già confermato la loro presenza, saranno: Silvano Bicocchi, Massimo Mazzoli, Francesca òampredi, Silvia Tampucci e Patrizia Digito. Non vorrei comunque dimenticare i tre progetti che stanno prendendo forma, direi in questi momenti, e dei quali vi daremo conto nel prossimo numero di Grandangolonrws: il progetto DONNE IN VINO – SIDURI, dedicato a donne che ruotano attorno alla produzione del vino, realizzato soltanto da donne in collaborazione con ONAV Italia; il progetto del RICICLO, sul viaggio della raccolta differenziata e loro riutilizzo, effettuato in collaborazione con l’azienda carpigiana Garc, e la curatela di Luca Panaro; il progetto CARPI INEDITA, alla scoperta di luoghi, cortili, palazzi, chiese, che comunemente non è possibile vedere perché di proprietà di privati o situati in posizioni non molto accessibili. E per finire, un caloroso benvenuto ai 20 nuovi soci che si stanno impegnando nel Corso Base di Fotografia, sempre condotto da Norberto Magnani. Già dopo la seconda uscita pratica hanno dimostrato di avere appreso le nozioni elargite dal nostra docente, e ci fa ben sperare nei risultati che emergeranno dopo la terza uscita. Questo ultimo corso ha subito una modifica rispetto alle edizioni passate, perché si è arricchito di una ulteriore uscita pratica, indirizzata esclusivamente alla realizzazione di un piccolo racconto fotografico. CHI SIAMO I soci del Grandangolo DANILO BARALDI, presidente. Mente storica ancora attiva del Grandangolo, ricopre la carica da vent’anni. Il modello “dittatoriale” (viene chiamato affettuosamente, ma non troppo, BARALDOGAN!) che porta avanti nella conduzione del circolo, è quello che subiscono tutti i soci loro malgrado, anche se in modo sorridente ed accondiscendente. Questo stato fa del Grandangolo un punto di riferimento per la fotografia d’autore. RENZA GROSSI, coordinatrice dei progetti. Le piacciono le piccole cose, scoperte per caso, inaspettate. Con lo stesso animo si avvicina alle storie che racconta con intimità, grazie alla fotografia.

[close]

p. 4

DALLA BIBLIOTECA DEL GRANDANGOLO INVITO ALLA LETTURA La nostra biblioteca è arricchita da oltre 250 testi, riviste, dvd. Fra i testi, ci sono monografie e cataloghi di mostre di autori storici della fotografia mondiale, e libri di critica e di approfondimento di altrettanti validi interpreti. Quelli che vi presentiamo sono due di questi. Titolo: LE PERSONE SONO PIU’ VERE SE RAPPRESENTATE A cura di: FABRIZIO BELLOMO Edizioni: 201 4 POSTMEDIA Srl, Milano. Come si comportano le persone di fronte a una cinepresa o a un obiettivo? Come si reagisce quando si è parte di un meccanismo di rappresentazione? Quelli di seguito sono alcuni temi trattati nel libro, a cui fa seguito un link dove è possibile vedere il relativo video. Fabrizio Bellomo, 32 DICEMBRE, 2011 Una serie di video-ritratti di personaggi della città di Bari, attivi nella vendita ambulante di fuochi artificiali. L’uso del video èinteso come strumento di dilatazione dei tempi fotografici. I soggetti sono inconsapevoli di essere ripresi in video, sono invece convinti di essere fotografati. http://bit.ly/1 lzG4jf Ruben Salvadori, PHOJOURNALISM BEHIND THE SCENES, 2011 -201 2 È una sorta di essay fotografico, di breve documentario autocritico che mostra i paradossi della produzione delle immagini di guerra esaminando il ruolo del fotografo durante queste e altre tipologie di situazioni. Gioca con la creazione e la distruzione del “dramma” rompendo il taboo del fotografo invisibile, includendolo nei frames e mostrando in questo modo come il processo di produzione di immagini può generare fotografie che sono spesso sovraccariche di pathos. A questo si aggiunge la massiccia presenza dei media durante gli scontri, la quale trasforma il conflitto in una sorta di spettacolo che vede il fotografo agire come un vero e proprio attore. http://bit.ly/1 qNAWbh Robbie Cooper, IMMERSION, 2008-2009 In questo progetto, l’autore registra le espressioni delle persone che guardano la TV, giocano ai video games e navigano sul web. http://bit/UCwimH All’interno di questa serie, IMMERSION: PORN analizza le reazioni estatiche degli affezionati dei video porno e racconta come la passione dello spettatore aumenti di fronte ad un certo tipo di immagine. Il risultato è un video estremamente potente, che sviscera domande significative in merito al voyeurismo e all’esibizionismo, mettendo in mostra un’intimità sorprendente. http://bit.ly/1 flzdsh

[close]

p. 5

Titolo: FRANCESCA WOODMAN A cura di: Marco Pierini Edizioni: Silvana Editoriale, 201 0 Catalogo pubblicato in occasione della mostra organizzata a Milano, presso Palazzo della Ragione tra il 1 6 luglio e il 24 ottobre 201 0 attraverso una scelta di 11 4 scatti della grande fotografa statunitense Francesca Woodman (Denver, 1 958 – New York, 1 981 ). fotografare se stessa in casa, in mezzo alla natura, sola o con amiche, nel vivo di performance oppure in pose attentamente studiate. La sua fotografia nasce dal rapporto intimo e complice con gli ambienti domestici, dalla comunione del corpo della fotografa con oggetti, abiti, porte, finestre, intonaci, come se vi fosse una coesione tra il proprio essere e il mondo che lo circonda. Ma proprio da questo confronto nasce un conflitto, evidentemente irrisolto, tra il soggetto ritratto e l’oggetto del ritrarre, che nel caso della Woodman sono la stessa persona. La sua esteriorità, mai idealizzata, sembra alla continua ricerca di una recente riferimento editoriale per conoscere l’opera della fotografa. Vi sono riprodotte le opere in mostra – quasi tutte di piccolo formato e fra le quali spiccano alcuni inediti – accompagnate dai testi di Isabel Tejeda, Marco Pierini, Lorenzo Fusi e Rossella Caruso, da Figlia d’arte, del pittore George e della ceramista Betty, Francesca Woodman cominciò a lavorare col mezzo fotografico a soli tredici anni di età, quando realizzò il primo autoscatto. Nei nove anni che separano questo esordio al suicidio, avvenuto a soli ventidue anni, l’artista ha continuato a interiorità che nasce dal contrastato apparati biografici e da una con la natura e con se stessa, con bibliografia completa sul lavoro la propria identità. dell’artista. Questo volume, il primo dedicato all’artista in lingua italiana, si configura come il più completo e

[close]

p. 6

MOSTRE WORKSHOP EVENTI PAUL STRAND (New York, 1 6 ottobre 1 890 – Orgeval, 31 marzo 1 976) è stato un fotografo e videomaker statunitense, che, insieme ad altri grandi fotografi modernisti come Alfred Stieglitz ed Edward Weston, contribuì, all'inizio del XX secolo, a conferire alla fotografia la dignità artistica che a tutt'oggi conserva. La sua critica nei confronti del pittoricismo storico verteva sul fatto che si rifacesse ad un modello artistico quale le pittura, mentre lui ed in generale la straight photography nord americana ponevano alla base della qualità formale delle loro fotografie proprio il fattore tecnico meccanico che per anni era stato proprio quello che l'aveva distanziata dal mondo dell'arte, che invece vedeva la pittura come arte tout court. Alla luce della rivoluzione del ready made ad opera di Marcel Duchamp la fotografia può quindi ispirarsi al reale senza risultare per questo non artistica. Il suo variegato corpo di lavoro, che copre una sessantina d'anni, tocca i più disparati generi e soggetti attraverso America, Europa e Africa. Carriera Paul Strand iniziò la sua carriera come fotografo all'età di 1 8 anni mentre frequentava la "Ethical cultural high school". Il suo avvicinamento alla fotografia è stato influenzato dall’amicizia con Alfred Stieglitz e altri fotografi che avevano esposto le proprie opere nella "Galleria 291 ". Nel 1 921 iniziò anche a dedicarsi al cinema. "Manhatta" del 1 921 , "The Plow that broke the plans" del 1 935 e "Heart of Spain" del 1 940 sono solo alcuni dei suoi classici. Nel 1 945 il Museo di Arte Moderna gli dedica la sua prima esposizione individuale come fotografo. Due anni dopo collabora con Nancy Newhall per la pubblicazione del "Time in New England", il suo primo libro come fotografo. Mentre si trova in Italia per girare un altro suo film, conosce Cesare Zavattini, che così scrive: “Quando nel 1953 l’americano Paul Strand con la sua calma parlata da patriarca mi propose di fare insieme un libro su qualche luogo italiano, io, finii col dire Luzzara e lui disse: prima vado a vedere.” Nasce così nel 1 955 un libro, e una mostra, dal titolo UN PAESE, corredato da commenti e aneddoti alle fotografie dello scrittore stesso. Paul Strand muore ad Orgeval, in Francia, il 31 marzo del 1 976 all'età di 85 anni a causa dei tumori delle ossa. FOTOGRAFIA EUROPEA Palazzo Magnani, Reggio Emilia 5 maggio/9 luglio 201 7

[close]

p. 7

CONVEGNI e CONGRESSI SESTRI LEVANTE AD APRILE DIVENTA CAPITALE DELLA FOTOGRAFIA 11 ° Festival Fotografico “Penisola di Luce” 69°Congresso Nazionale FIAF Dal 1 9 al 23 aprile 201 7 Sarà una pacifica invasione quella che per una settimana vedrà per le vie di Sestri Levante un esercito di oltre 500 fotografi: professionisti o semplici appassionati, chi alla ricerca di uno scorcio da immortalare, chi a godersi le bellezze cittadine nel cuore della primavera, molti al Congresso della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, ospitati nel Complesso dell’Annunziata. I lavori FIAF si apriranno alle 1 8,00 di mercoledì 1 9 aprile, in concomitanza con l’inaugurazione del Festival Penisola di Luce. Il Festival, nato dal fortuito incontro tra il fotografo e gallerista Lanfranco Colombo con Roberto Montanari, anima e motore dell’evento, oltre che presidente dell’Associazione Carpe Diem, è supportato dalla promozione dell’Amministrazione comunale attraverso Mediaterraneo Servizi. Il progetto, in un’ottica di lungimiranza culturale e artistica, ha portato a Sestri Levante, con le loro opere, i migliori e più prestigiosi nomi della fotografia italiana. Momento molto apprezzato la lettura Portfolio alla quale prendono parte centinaia di appassionati con i loro racconti fotografici e decine di lettori che, con competenza, hanno cercato di trovare l’opera migliore da premiare. Il “Circuito Nazionale Portfolio Italia” ideato e diretto da Fulvio Merlak, ogni anno, attraversa l’Italia per concludersi ad ottobre con la finalissima al Centro della Fotografia Italiana di Bibbiena. Per questa edizione, la tappa di apertura “Portfolio al Mare – Penisola di Luce”, è stata anticipata ad aprile in occasione del Congresso FIAF. Al momento sono già 50 gli iscritti provenienti da tutta Italia, a conferma dell’alto gradimento che l’evento di Sestri Levante riscuote tra gli appassionati. In programma conferenze, workshop con grandi maestri della fotografia come Maurizio Galimberti, che il 21 aprile terrà una lectio magistralis su “ritratto e laboratorio”, presentazioni e diverse mostre, tra le quali quelle di Marco Urso a Palazzo Fasce, autore dell’anno FIAF 201 6, Graziano Panfili, vincitore del Portfolio Italia 201 6, all’Annunziata, così come le mostre degli insigniti FIAF e FIAP, dei Campioni del mondo al plesso scolastico di piazza della Repubblica e dei giovani talenti allo Spazio S.Erasmo. Ed ancora i lavori dei circoli fotografici della provincia di Genova e di tanti altri autorevoli artisti. Spicca la retrospettiva al Palazzo Comunale dedicata a Mauro Galligani: “un giornalista che si esprime con l’immagine fotografica”, come lui stesso si definisce e la mostra sulle antiche tecniche fotografiche a cura del Gruppo Rodofo Namias di Parma. “Penisola di Luce”, è gemellata con i più significativi festival fotografici italiani: il parmense Colorno Photo Life, il FACEPHOTONEWS di Sassoferrato (AN) e il modenese Carpi Foto Fest. Come da tradizione, il Festival proseguirà con gli altri eventi previsti da maggio a dicembre con le mostre di Riva Trigoso dedicata al rinato “Fronte Mare”, “Gli anni del Neorealismo” tra luglio e agosto, la mostra documentativa sulla struttura “Le due Palme” ad ottobre, “Pane e Olio” e la collettiva “il Capolinea” a dicembre. Una nota particolare per il 7° Photo Happening Estate previsto il 1 5 e 1 6 luglio, che quest’anno propone la formula del set/simposio e che si conferma tra i grandi appuntamenti nazionali con oltre 1 00 iscritti provenienti da tutta Italia. Per informazioni e programma consultate il sito www.associazionecarpediem.org Organo ufficiale del Gruppo Fotografico Grandangolo BFI Via Peruzzi, 22 – 41 01 2 carpi (MO) info: grandangolocarpi@libero.it - 333 94 42 072 Direttore: Danilo Baraldi Direttore Responsabile: Renza Grossi Redattori: tutti i Soci del Grandangolo

[close]

p. 8

CALENDARIO delle attività del Gruppo Fotografico Grandangolo BFI APRILE - MAGGIO - GIUGNO 201 7 4 APRILE 201 7 FotoCarpi1 7 CAPOLINEA Incontro con SILVANO BICOCCHI. 11 APRILE 201 7 I NOSTRI PRIMI 40 ANNI 2007-201 7 SPERIMENTAZIONI Auditorium Biblioteca Loria, Via Rodolfo Pio 1 , Carpi Conduce RENZA GROSSI. 1 8 APRILE 201 7 SI FA PRESTO A DIRE IMMAGINE. Serata con il Fotoclub GRUPPO TANK SVILUPPO IMMAGINE di Forlì. 2 MAGGIO 201 7 SERATA DI INTRODUZIONE ALLA FOTOGRAFIA EUROPEA. Conducono i Coordinatori. 6 MAGGIO 201 7 Inaugurazione di FOTOGRAFIA EUROPEA a CORREGGIO. Intervengono le lettrici di SOTTOVOCE. Ore 1 8,00 Via Filatojo 4. 7 MAGGIO 201 7 Gita collettiva a Reggio Emilia alla FOTOGRAFIA EUROPEA, utile alla realizzazione delle fotografie da presentare al concorso interno del 6 giugno. 9 MAGGIO 201 7 POCHE MA BUONE. 1 6 MAGGIO 201 7 Preparazione alle mostre di FotoCarpi1 7 CAPOLINEA e I NOSTRI PRIMI 40 ANNI 23 MAGGIO 201 7 LA BOTTEGA FOTOGRAFICA di Boretto (RE). Incontro con gli autori. 30 MAGGIO 201 7 ERIK MESSORI Incontro con l’autore. 20 msaagbgaioto201 7 ore 1 7,00 inaugurazione delle mostre CFoAtPoOCLarINpiE1A7 I NO4S0TARNI NPRI IMI Auditorium San Rocco e Negozio Sfitto 6 GIUGNO 2017 Concorso interno: REGGIO EMILIA. Una giuria interna giudicherà le immagini la sera stessa. 13 GIUGNO 2017 BRUNO CATTANI Incontro con l’autore. 20 GIUGNO 2017 Serata con il Gruppo Fotografico COLOR’S LIGHT di Colorno (PR). 27 GIUGNO 2017 CENA SOCIALE APERTA A TUTTI. DMIANALCRLOTENEOTDRRI'IESO2EG1RN,3AI0 Foto al Volo LE SERATE SONO APERTE A TUTTI

[close]

Comments

no comments yet