pM nr 141 marzo aprile 2017

 

Embed or link this publication

Description

Bimestrale rivolto al settore manageriale, professionale e tecnico nell'ambito della gestione e conduzione di un centro turistico della montagna inverno/estate

Popular Pages


p. 1

Comunicazione/Stampa Srl Via Derta 8 22020 Cavallasca - Como Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 nr. 46) art. 1, comma 1, DCB Milano OSSERVATORIO LEGALE FORUM GIURIDICO DELLA NEVE IMPIANTI A FUNE/IN COPERTINA Cambiamenti discussi Le responsabilità organizzative BMF La risalita ai vertici e discutibile alla legge 363 professionep.55 nel cosidetto «agonismo minore» p. 59 del mercato p. 4 MONTAGNA F M B Anno XXX° n° 141 Marzo/Aprile 2017 FR – Brest, 2016 Funivia Seggiovia Telecabina Sciovia Funitel Ascensore inclinato Bartholet Maschinenbau AG CH–8890 Flums info@bmf-ag.ch www.bmf-ag.ch INNEVAMENTO Technoalpin:ProfessioneMontagna_BMF_MärzApril2017.indd 1 con il TR8 comincia il domani PROGRAMMATO nella generazione della neve sicura p. 46 Tel. +41 81 720 10 60 ANTEPRIMA FIERE DI PRIMAVERA3/23/2017 2:14:53 PM PROWINTER & INTERALPIN Le aziende in fiera p. 10-30

[close]

p. 2



[close]

p. 3

2017 sons. Record del mondo 14,20 m, David Wise Campione Olimpionico, Suzuki Nine Knights, Watles, 2016 Top of the World Il record del mondo non è una casualità, ma il risultato di una perfetta collaborazione. ParkPro – da professionisti per professionisti. 400 ParkPro Foto: David Malacrida PistenBully è Partner Ufficiale di R NINE ROYALS SKI & SNB EVENT PistenBully supporta l‘evento come Premium Sponsor 29.03. – 02.04.2017, Watles, Alto Adige Maggiori informazioni al sito: nineknightssnow.com

[close]

p. 4

2017 PROWINTER B2B DAYS FOR SNOW, BIKE AND MOUNTAIN INNOVATION S o m m a r i o19-21APRILE2017/BOLZANO 24 ALPINE ECHNOLOGIES 7 218, 2017 on Centre 10 www.prowinter.it 64 15 38 Dati Interalpin 2015  23.000 visitatori da più di 82 nazioni diverse  superfi cie espositiva di 40.000 mq  650 espositori provenienti da 47 paesi Review Interalpin 2015  more than 23,000 visitors from 82 countries  40,000 sqm. exhibiting space 4 IN COPERTINA  approx. 650 exhibiting companies from 47 countries BMF Bartholet Maschinenbau Flums La risalita ai vertici del mercato 28 7 OSSERVATORIO TURISTICO A CARNEVALE ogni sciata vale 10 ANTEPRIMA FIERE DI PRIMAVERA A PROWINTER l'inverno si sposa con l'estate A INNSBRUCK batte forte il cuore delle tecnologie alpine 15 AZIENDE IN FIERA l ALPINA Vent’anni da festeggiare con…la motoslitta che mancava l AXESS Resort Solutions 4.0: la stazione «integrata» l CONSUTEC/AVIA Oli lubrificanti alleati sulla neve l GEA «Creare divertimento è il nostro mestiere» l ISOPREN L’anello di gomma italiano alla conquista dei mercati stranieri l KÄSSBHORER PistenBully & Snowsat: più prestazioni, più highlight l LEITNER GROUP Uno stand al crocevia tra il presente e il futuro l MND GROUP Adesso la Cina è ancora più vicina 36 l SPM Puntare in alto dopo una stagione «mondiale» l SUNKID Il tappeto ancora «più magico» con il corrimano integrato l TRIFLEX Un tetto perfetto per la funivia dello Youla l WINTERSTEIGER «Vi presentiamo Scout, il piccolo grande genio» 31 IMPIANTI A FUNE l EMMEGI Il tappeto di sbarco è vivo. E funziona! l LEITNER ROPEWAYS Leitcontrol: «l'I-Phone» del controllo degli impianti Inaugurato a Pisa il MiniMetro antitraffico l SATECO Il controllo sui perni delle rulliere: sta arrivando… una rivoluzione l FAS Il futuro corre sopra un fil di fune 42 SERVIZI ALLA CLIENTELA WINTERSTEIGER Software avanzatissimi per l’accoglienza «chiavi in mano» 44 GESTIONE AREA SCIABILE E SICUREZZA VS SILVANO VIDORI L’esperienza nel Grande Sci al servizio della sicurezza 52 2 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017 34

[close]

p. 5

Ultim'ora Assemblea ANEF 2017: giovedì 18 e venerdì 19 maggio, a Forte dei Marmi (Lucca). Gli incontri prevedeno una parte "Privata" riservata ai soci, ed una parte "Pubblica" alla quale saranno invitati importanti esponenti del mondo politico, economico e turistico nazionale. Per maggiori informazioni, iscrizioni e prenotazioni alberghiere contattare la segreteria all'indirizzo direzione@anef.it Assemblea ANITIF 2017: venerdì 26 maggio ore 15.00 presso Best&Western Hotel Bristol a Sottomarina (VE) Segue cena di gala al ristorante Airone Il giorno successivo visita culturale al cantiere del Mose 31 46 INNEVAMENTO PROGRAMMATO TECHNOALPIN l Con il TR8 comincia il domani nella generazione della neve sicura l «Ecco il frutto del lavoro svolto nel reparto Ricerca e Sviluppo» 49 EVENTI AZIENDALI l «Scansapaletti» a Campiglio, la festa in famiglia di NIDEC ASI l FUNITEK «Tole e S-ciantisi» a Campitello di Fassa 52 MOTORI SULLA NEVE KÄSSBOHRER l Medaglia d’oro nella gara della sostenibilità l PistenBully insieme a SPT nella costruzione degli X Games 2017 l Insieme a Lisa Zimmermann nel fantastico mondo del freestyle 55 OSSERVATORIO LEGALE l Cambiamenti discussi e discutibili alla legge 363 di Marco Del Zotto l Le responsabilità organizzative nel cosiddetto «agonismo minore» di Carlo Bruccoleri 64 DALLE AZIENDE l MND GROUP Risposte d'avanguardia a 360° per tutte le esigenze della skiarea 4 17 È arrivata la nuova rivoluzione. La nuova macchina a ventola TR8 di TechnoAlpin combina tecnologia straordinaria ed innovativa con una manutenzione di incomparabile semplicità. Presentandosi con un design moderno, il generatore TR8 rivoluziona la produzione della neve. Padiglione A Stand 20 Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.technoalpin.com

[close]

p. 6

IN COPERTINA BMF Bartholet Maschinenbau Flums La risalita ai vertici del mercato Il gruppo svizzero Bartholet Maschinenbau Flums, produttore di impianti a fune per il trasporto su neve e per il trasporto urbano, è uscito da una fase di riorganizzazione interna ed ora è attrezzato per lanciare la sua sfida nella competizione concorrenziale, forte di soluzioni tecnologiche d’avanguardia e di una più capillare strutturazione commerciale che ha visto anche la nascita della filiale italiana guidata da Franco Balada. A conclusione di una stagione positiva durante la quale sono stati inaugurati diversi nuovi impianti, BMF sarà naturalmente presente all’Interalpin di Innsbruck per presentare le ultime novità in arrivo dalla Svizzera e per incontrare il grande pubblico e gli operatori del mondo funiviario italiano e internazionale La stagione invernale 2016-2017 va in archivio. È stata una stagione avara di precipitazioni nevose un po’ su tutto l’arco alpino, ma con condizioni metereologiche gradevoli che hanno favorito i numerosi sciatori che hanno scelto di passare qualche giorno in montagna fuggendo dall’aria pesante della pianura e delle città. Anche per per Bartholet la stagione appena conclusa è stata molto positiva. Numerosi sono i nuovi impianti aperti al pubblico in diversi Paesi e in stazioni prestigiose quali Svizzera, Francia, Polonia, Russia ecc. mentre altri importanti progetti stanno per essere completati. Il 2017, già ricco di ordini e progetti importanti, sarà l’anno dell’ apertura della BMF Italia, filiale Italiana del gruppo Bartholet Maschinenbau rafforzato così nelle sue potenzialità operative anche in Italia, seguendo la traccia e le esperienza già fatte con le filiali operative in altri Paesi. Insieme a un partner affidabile come Nidec-Ansaldo La filiale italiana della BMF (acronimo di Bartholet Maschinenbau Flums), rappresenterà anche il prestigioso marchio di Gangloff Cabins. BMF Italia sarà controllata al 100% dalla casa madre e sarà gestita da Franco Balada che da alcuni anni si sta prodigando per far conoscere al varigato e «ingessato» mondo funiviario Italiano l’azienda BMF. Balada ha maturato un’esperienza importante per cogliere tutte le prossime sfide del difficile mercato. «La nascita della filiale italiana di BMF – dice - è certamente un evento molto atteso nel panorama impiantistico del nostro Paese. Dopo aver già realizzato in poco tempo i primi impianti, con questo stesso passo spedito vogliamo dare al più presto una nostra impronta, spinta tecnica “alternativa” ed innovativa che si differenzi dai soliti marchi “duopolistici” che da troppi anni stanno condizionando, senza non pochi errori, le scelte e le attività imprenditoriali degli esercenti funiviari italiani». Al fianco di BMF da alcuni anni opera un partner internazionale di primo piano. Si tratta della Nidec-Ansaldo, azienda che nel settore delle funi vanta un’esperienza di quarant’anni nella produzione di sistemi di automazione e controllo funiviario. Nidec-Ansaldo, nata dall’acquisizione da parte della multinazionale nipponica, è un’importante realtà vicentina fondata nel lontano 1968 con il marchio BMB. Nel corso degli anni, l’azienda ha partecipato a importanti progetti internazionali per «people movers». Oggi Nidec è un partner unico, operativo, strategico per le prossime sfide che attendono il gruppo Bartholet di cui alcune sono già in corso, quali la funicolare di Istanbul, o l’imponente ruota panoramica di Dubai di cui parleremo ampiamente nei prossimi numeri di pM. La presenza importante «in casa», con una crescita costante nei vari Cantoni La scorsa estate Bartholet Ropeways ha costruito ben quattro impianti in Svizzera: tre seggiovie a 6 posti ad ammorsamento automatico con le confortevoli seggiole «Design by Porsche Design Studio» e una sciovia a Kandersteg. Le 4 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017

[close]

p. 7

IN COPERTINA nuove seggiovie a 6 posti del Corvatch dell’Oberalb e Pizol. Con queste importanti realizzazioni, Bartholet Ropeways rafforza decisamente la sua presenza sul mercato nazionale svizzero. Per La stagione invernale 2016/17 il traspor- to dei turisti nel comprensorio sciistico di Pizol (Canton S. Gallo) vedrà un notevole miglioramento in termini di comfort. Una comoda seggiovia a sei posti, ultra moderna, ha sostituito l’antiquato skilift di Schwamm. L’impianto utilizza le confortevoli seggiole Porsche Design con cupole di protezione contro le intemperie. Sia per la stazione a valle che per la stazione a monte la Bartholet Ropeways ha realizzato stazioni standard carenate. Nella stazione a valle è stato costruito un edificio in cui si trova il magazzino seggiole, completamente automatico. Seggiovia Corvatsch Curtinella Anche l’Engadina ha una nuova attrazione impiantistica. La seggiovia a 6 posti Curtinella è il nuovo biglietto da visita del comprensorio sciistico Corvatsch-Furtschellas. L’impianto è lungo 2.200 mt. ed è quindi il più lungo di tutto il Cantone dei Grigioni. Offre un collegamento rapido tra Corvatsch e Furtschellas e l’accesso a una pista semplicemente favolosa. Fino all’anno scorso, al suo posto c’era una vecchia sciovia costruita nel 1979. La nuova seggio- DAL 1974 AD OGGI – LA PIÚ IMPORTANTE FIERA SPECIALIZZATA PER LE TECNOLOGIE ALPINE SINCE 1974 UNTIL TODAY – THE LEADING INTERNATIONAL TRADE FAIR FOR ALPINE TECHNOLOGIES Interalpin ’17 26.–28. Aprile 2017 April 26–28, 2017 Fiera Innsbruck Innsbruck Exhibition Centre interalpin.eu Online ticket Register online and get your print@home-ticket at www.interalpin.eu/online-ticket INTERALPIN.TV latest news and information from the ropeway industry Dati Interalpin 2015  23.000 visitatori da più di 82 nazioni diverse  superfi cie espositiva di 40.000 mq  650 espositori provenienti da 47 paesi Review Interalpin 2015  more than 23,000 visitors from 82 countries  40,000 sqm. exhibiting space  approx. 650 exhibiting companies from 47 countries

[close]

p. 8

IN COPERTINA via si sviluppa su un dislivello di 750 metri e vanta una capacità di portata di 2400 persone l’ora. Con la seggiovia Curtinella, la Bartholet Ropeways ha costruito un ulteriore impianto che raggiunge una velocità di 6 m/s. La stazione a valle Curtinella è stata realizzata secondo gli input progettuali ricevuti dalla committenza come una semplice struttura in acciaio e molto legno. Con il suo aspetto moderno si inserisce perfettamente nel paesaggio, nonostante le imponenti dimensioni (27 m di lunghezza e 8 m di altezza). A consuntivo della stagione appena conclusa, l’impianto ha riscosso un successo e gradimento da parte degli utenti oltre ogni aspettativa e questo e di buon auspicio per Bmf per i futuri progetti in zona. Seggiovia di Oberalp Calmut Sul confine tra il Cantone dei Grigioni e il Cantone Uri, è stata realizzata una delle più moderne seggiovie a 6 posti. La realizzazione della seggio- via Oberalp Calmut rappresenta un passo importante per il collegamento tra i due comprensori sciistici di Andermatt e Sedrun. Con il nuovo impianto di Bartholet, la Skiarena Andermatt-Sedrun realizza il secondo progetto avveniristico sul passo dell’Oberalp. I turisti possono raggiungere il Piz Calmut godendo del massimo comfort e di un design gradevole grazie alle seggiole “Porsche” dotate di riscaldamento. Oltre ai sedili, si fanno ammirare per il loro design anche la stazione a valle e quella a monte, che lo studio di architettura Maurusfrei ha progettato ispirandosi a un diamante. Sciovia di Kandersteg Nel comprensorio sciistico di Oeschinensee nei pressi di Kandersteg, la BMF ha costruito una nuova sciovia. Al posto della sciovia arrivata a fine vita è in funzione ora una sciovia moderna, regolabile in modo continuo. Il nuovo impianto di risalita è più facile da utilizzare anche per gli sciatori inesperti. Svizzera ma non solo Svizzera, ovviamente… per essere informati! Tra le altre opere in cantiere o in fase di ultimazione, BMF conta interventi recenti anche in Francia e in Bosnia Erzegovina. La stazione sciistica di Val Thorens, in Francia, si è aggiudicata da parte di una giuria di porofessionisti e addetti ai lavori il titolo di miglior comprensorio sciistico del mondo nel 2013 e nel 2014. Il questa stazione prestigiosa Bartholet Ropeways si è aggiudicata nel febbraio 2016 l’incarico per la costruzione della seggiovia a sei posti ad ammorsamento automatico di Boismint, un passo decisivo per lo sviluppo di BMF in Francia. Dalla Francia alla Bosnia, dove nel 2017 Bartholet costruirà due nuovi impianti a fune: una seggiovia ad ammorsamento fisso a quattro posti e una seggiovia ad ammorsamento automatico a sei posti. Il comprensorio sciistico di Bjelasnica in Bosnia Erzegovina attira numerosi turisti ed è situato nelle immediate vicinanze del confine cittadino della capitale Sarajevo. Durante le Olimpiadi invernali del 1984, Bjelasnica ospitò le gare di sci alpino maschile. Gli interventi di ammodernamento nella zona saranno eseguiti in consorzio con l’azienda polacca Supersnow (innevamento programmato). Tecnologie avanzatissime per il trasporto urbano Nel 2016 BMF ha riportato importanti successi anche nel settore sempre più emergente del trasporto urbano. Il 19 novembre, alla presenza della ministra per l’ambiente Ségolène Royal e del sindaco della città Francois Cuillandre, è stata inaugurata a Brest, città portuale nel nord della Francia, la prima funivia francese integrata nella rete pubblica di trasporti. Nel primo fine settimana di esercizio si sono registrati più di 18 mila passeggeri. Durante i circa tre minuti di viaggio, l’impianto scavalca il fiume Penfeld che divide in due la città. Dato che il fiume viene utilizzato come canale di accesso al porto, è stato necessario realizzare un unico pilone di sostegno dall’altezza di 82 metri. La tec- nologia sviluppata e brevettata per questa opera da Bartholet è una novità assoluta mondiale. Si basa infatti su un principio di funzionamento secondo il quale le cabine s’incrociano una sopra l’altra anziché una di fianco all’altra. Il sistema è costituito da due funi portanti e due funi traenti per ogni via di corsa. I diversi scartamenti delle due cabine permettono ai veicoli di incrociarsi a metà percorso uno sopra l’altro cosicché per ogni stazione è sufficiente un’unica piattaforma d’imbarco. Grazie a questa soluzione la committenza pubblica della città di Brest ha potuto ridurre notevolmente l’impatto dimensionale e i costi di costruzione delle stazioni. Essendo integrata nella rete dei trasporti pubblici, la funivia deve garantire un’operatività vicina al 100%. Per questa ragione tutti i componenti essenziali per il funzionamento dell’impianto sono ridondanti. In Russia, nel centro di Mosca, Bartholet sta costruendo un nuovo impianto di trasporto urbano. Si tratta di un impianto misto (TPM) con gondole «Design by Porsche Design Studio» che porta i passeggeri dallo stadio olimpico fino al punto più alto della città che si chiama Vorobyovy Gory («la collina dei passeri») dove sorge una nuova area di svago. Nella sua prima sezione l’impianto scavalca il fiume Moscova e presenta due sostegni impressionanti a forma di Y alti 30 metri, posizionati lungo le rive. Nella seconda sezione, grazie ad uno scambio rapido, vengono introdotte in aggiunta dieci seggiole a 4 posti. La seconda sezione sostituisce una seggiovia a due posti fissa che finora portava a un trampolino per il salto con gli sci. Perché il nuovo impianto soddisfi le elevate esigenze dei moscoviti, le cabine sono dotate di Wi-fi, monitor, lettori MP3, nonché illuminazione interna ed esterna, Due delle complessive 35 gondole presentano una dotazione-cabina di classe VIP e, all’occorrenza, possono essere introdotte in servizio in breve tempo. Inoltre, in inverno, le cabine sono dotate di portasci, mentre in estate di supporto biciclette. Tra le altre cose l’impianto funge da navetta per lo stadio olimpico di Luzniki dove nel 2018 si giocherà la finale dei Campionati Mondiali di calcio www.bmf-ag.ch 6 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017

[close]

p. 9

OSSERVATORIO TURISTICO A CARNEVALE ogni sciata vale La settimana tra febbraio e marzo, nel cuore dell’inverno, è un periodo cruciale per l’economia del turismo invernale, per le strutture ricettive e tutto l’indotto prodotto dall’attività delle società impiantistiche e dalla pratica degli sport invernali. Sulla base delle risultanze ricavate dal monitoraggio effettuato in 61 destinazioni turistiche, l’agenzia JFC ha prodotto per conto di Skipass Panorama Turismo uno studio sulle previsioni di affluenza, di occupazione, di spesa e di prezzi per il periodo di quest’anno. Lo pubblichiamo volentieri sperando che i suoi riscontri positivi vengano confermati dai dati consuntivi Insieme al periodo delle festività a cavallo di dicembre e gennaio (Natale, Capodanno, Epifania), e alla settimana pasquale (aprile), il Carnevale di fine febbraio/inizio marzo è «il terzo polo» cruciale della stagione invernale per l’economia della montagna bianca. Dopo gli altri due è questo, da sempre, il periodo che regista la maggiore percentuale di occupazione, con un conseguente incremento anche dei prezzi. In attesa di avere il «report» di come è an- data quest’anno, pubblichiamo lo studio che Skipass Panorama Turismo, l’Osservatorio Italiano del Turismo Montano, ha elaborato in sede previsionale analizzando, a circa due settimane dalla «classica» settimana di Carnevale (inizi di febbraio), quale sia stata la situazione in termini di prenotazioni, prezzi, offerte, indice di occupazione, etc. del sistema ricettivo operante nelle 61 destinazioni sottoposte a monitoraggio1. In questo studio, oltre a previsioni che sarà interes TAPPETI MOBILI E NASTRI IMBARCO GROUP LA RISALITA NON È MAI STATA COSÌ SEMPLICE!Via Sivo, 44/TER - 28053 Castelletto Sopra Ticino (NO) Tel. +39 0331-1695411 - Fax +39 0331-1695415 info@teamservicesrl.info - www.teamservicesrl.info

[close]

p. 10

OSSERVATORIO TURISTICO La metodologia di lavoro Riportando questa analisi sugli ambiti territoriali, emerge quale sia il territorio regiona- Per la Ricerca «Carnevale in montagna – dove si trova posto, quanto si spende» l’analisi le più costoso per dormire e è stata condotta nel periodo 3/10 febbraio 2017 attraverso elaborazioni e stime di JFC in quello dove si spenderà di base alle seguenti fonti: l analisi delle offerte di Carnevale – richiesta diretta: questa fase di analisi è stata svolta inviando richiesta diretta e circostanziata sul periodo, offerta e nucleo familiare alla totalità delle strutture ricettive operanti nelle 61 destinazioni turistiche monitorate da Skipass Panorama Turismo, procedendo poi all’elaborazione delle risultanze ottenute sulla base di 1.546 risposte di operatori del sistema ospitale ricettivo alberghiero della Montagna Bianca Italiana, localizzati nelle 61 destinazioni italiane del Panel di Skipass Panorama Turismo; l analisi dirette delle offerte di Carnevale – richiesta indiretta: questa fase di analisi è stata svolta inviando richiesta circostanziata sul periodo, offerta e nucleo familiare ai siti/ portali operanti a supporto del territorio nelle 61 destinazioni turistiche monitorate da Skipass Panorama Turismo, procedendo poi all’elaborazione delle risultanze ottenute sulla base di 631 risposte di operatori del sistema ospitale ricettivo alberghiero della Montagna Bianca Italiana; l valutazione delle offerte di Carnevale: questa fase di analisi è stata svolta analizzando le meno per la settimana di Carnevale6: Alto Adige e Valle d’Aosta: le strutture turistiche che operano nelle località di questi due ambiti territoriali sono quelle dove è necessario spendere di più per soggiornare a Carnevale: 2.381,00 Euro come media in Alto Adige e 2.282,00 Euro in Valle d’Aosta, sempre come media. Si spende meno della metà per soggiornare in una struttura dell’arco appenninico, mentre – tra gli ambiti alpini – le loca- offerte esistenti per periodo, offerta e nucleo familiare sui siti/portali operanti a supporto del lità più economiche risultano territorio nelle 61 destinazioni turistiche monitorate da Skipass Panorama Turismo, proce- essere quelle della Regione dendo poi all’elaborazione delle risultanze ottenute sulla base di 84 risultati conformi; Piemonte e, a seguire, quel- l studi e rilevazioni Skipass Panorama Turismo; le del Friuli Venezia Giulia, l banca dati JFC. sempre per il solo soggior- Team di Ricerca: Massimo Feruzzi, Lorenzo Ghetti, Monica Valbonesi. no in hotel con trattamento di mezza pensione (media regio- sante verificare a posteriori, sono comprese valutazioni generali riguardanti questa particolare porzione del calendario invernale che meritano di essere considerate. Sono ottimi gli indici di occupazione «Il periodo di Carnevale si conferma, anche quest’anno, con ottimi indici di occupazione – afferma Massimo Feruzzi, Amministratore Unico di JFC e responsabile di Skipass Panorama Turismo – se si considera che già oggi il 21,2% delle strutture a livello nazionale si dichiara sold out. Anche per questo motivo nel periodo 25 febbraio/5 marzo il sistema turistico della Montagna Bianca Italiana incas- l a livello nazionale vi è ben il 21,2% delle strutture ricettive che segnano il sold out per la settimana di Carnevale; l tale indice decresce gradualmente spostandosi dalle località delle alpi centrali (Trentino Alto Adige: 29,3%) a quelle delle alpi occidentali (26,9%) sino a quelle delle alpi orientali (5,7%), per poi diminuire ancora di più per quanto riguarda le strutture delle località appenniniche (2,3%); l sono le strutture classificate 4 stelle quelle che segnano le maggiori percentuali di «tutto esaurito» per il periodo (27,5%). Tra le località alpine, quelle che segnano gli indici di occu- dai genitori e da un figlio di età inferiore agli 8 anni deve prevedere una spesa media per il solo soggiorno – con trattamento di mezza pensione – pari ad Euro 2.004,00. Prezzo che ovviamente varia a seconda della categoria della struttura ricettiva prescelta, infatti: l il prezzo medio, a livello nazionale, per il nucleo familiare che sceglie un hotel 2 stelle è pari ad Euro 1.184,00 (sempre con trattamento di mezza pensione); l per chi preferisce un hotel 3 stelle, il prezzo medio – sempre a livello nazionale – si assesta a 1.694,00 Euro (sempre con trattamento di mezza pensione); nale). Un’analisi, questa, che valuta solo il costo del soggiorno e non la qualità percepita ed offerta dalle strutture. È infatti utile ricordare, a tal proposito, come la «classifica delle destinazioni montane italiane» stilata da Skipass Panorama Turismo in previsione di questa stagione invernale7 abbia indicato nelle prime 10 posizioni - come «località con i migliori alberghi» – 3 località dell’Alto Adige (due delle quali in prima e seconda posizione) e 2 località della Valle d’Aosta. A questa spesa vanno ovviamente aggiunti i costi per lo skipass, come pure eventuali costi di noleggio attrezzature, maestri di sci, etc., ma anche le spese per attività ricreative, shopping, tassa di soggiorno (ove presente), etc. serà circa 100 Milioni di Euro al giorno, per complessivi 905 Milioni 814mila Euro. Vi è co- pazione più alti per il periodo, sono quelle della Provincia di Trento (73,1%), mentre quel- l per un hotel di categoria 4 stelle, sempre con trattamento di mezza pensione, il prezzo Oltre 900 milioni di fatturato munque ancora disponibilità, ma una famiglia (2 adulti e 1 bambino) che volesse trascorrere la settimana di Carnevale le con gli indici di occupazione più bassa sono quelle del Friuli Venezia Giulia (51,7%)5: qui vi è anche una delle po- per il soggiorno del nucleo familiare sale sino a 2.908,00 Euro (media a livello nazionale). Ma quanto vale questo periodo nella «bilancia» dell’economia turistica del settore, consi- sui campi di sci deve mettere a budget 2.004,00 Euro2, per il solo soggiorno». Il primo dato che località italiane – Tarvisio – dove è possibile trovare, per Carnevale, offerte di alloggio PREZZO MEDIO SOGGIORNO IN HOTEL FAMIGLIA 2 ADULTI+1 BAMBINO – TRATTAMENTO HB che emerge è chiarissimo: nel con skipass incluso. periodo di Carnevale le pro- Alto Adige Euro 2.381,00 mozioni «si bloccano». Basti I prezzi variabili Valle d' Aosta Euro 2.282,00 pensare che solo l’1,6% delle della settimana bianca strutture ricettive3 propone, in Veneto Euro 1.676,00 questo periodo, anche l’offerta «skipass incluso»: tutte le altre escludono l’offerta a priori. Ma quanto spende una famiglia italiana per trascorrere la settimana di Carnevale (dal Trentino Lombardia Euro 1.441,00 Euro 1.428,00 Altro dato interessante riguar- 25 febbraio al 4 marzo) sulle da l’occupazione4. Infatti, sem- piste delle nostre località mon- Friuli Venezia Giulia Euro 1.335,00 pre facendo riferimento alle strutture ricettive analizzate, tane? Dalla rilevazione emerge che Piemonte Euro 1.234,00 emerge che: un nucleo familiare composto Località appenniniche Euro 1.028,00 8 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017

[close]

p. 11

OSSERVATORIO TURISTICO JFC, professionisti dell’indagine turistica JFC è un’agenzia di indagini e consulenze in campo turistico che ha sede a Faenza (Ravenna). È nata nel febbraio 2006 grazie ad esperienze professionali sviluppate in ambito turistico in oltre vent’anni di attività. JFC si occupa di consulenza turistica e marketing territoriale offrendo il proprio sapere al servizio ed allo sviluppo di imprese, istituzioni ed autonomie funzionali. L’agenzia si fonda sull’apporto delle capacità maturate nel management e marketing turistico, e la sua forza consiste proprio nell’unione di competenze diverse. Grazie anche ad una fitta rete di relazioni professionali e alla collaborazione già in atto con esperti italiani ed internazionali, JFC garantisce il giusto mix di conoscenze necessarie a trovare le migliori soluzioni per coloro che operano nei settori dell’ospitalità, del leisure e del marketing territoriale. Suo fondatore e amministratore unico è Massimo Feruzzi, un professionista che svolge attività nel campo del turismo in qualità di consulente di marketing, programmazione e pianificazione territoriale, è ricercatore e Project Manager Advisor a servizio di Enti Pubblici ed Aziende Private. Responsabile di Skipass Panorama Turismo (Osservatorio Italiano del Turismo Montano) e dell’Osservatorio Nazionale sulla Tassa di Soggiorno nonché di vari Osservatori Turistici di Destinazione. Giornalista, è direttore responsabile di Crescita Turismo Professional Tourism Book. www.jfc.it derando turisti ed escursionisti sia italiani che stranieri? La settimana di Carnevale «pesa» sulla bilancia turistica della Montagna Bianca Italiana per il 9,2% del totale del fatturato stagionale: nello specifico, nel periodo che da sabato 25 febbraio a domenica 5 marzo (considerando quindi anche questa domenica), Skipass Panorama Turismo stima un fatturato – per la Montagna Bianca Italiana – pari a 905 Milioni 814mila Euro, così suddivisi: l 404 Milioni 950mila Euro il fatturato del sistema ospitale nella sua complessità di strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere; l 399 Milioni 580mila Euro è il fatturato dei servizi quali noleggio attrezzature, maestri di sci, skipass ed impianti di risalita vari, etc., vale a dire i servizi collegati alla pratica delle discipline sportive sulla neve; l 101 Milioni 283mila Euro è l’ulteriore fatturato generato da altri servizi quali ristorazio- ne, commercio, attività ricreative e di divertimento, etc. Quindi, in questo periodo (da sabato 25 febbraio a domenica 5 marzo) il sistema turistico nazionale della Montagna Bianca incasserà circa 100 Milioni di Euro al giorno. NOTE 1 metodologia Skipass Panorama Turismo 2 valore medio nazionale 3 sul totale delle strutture analizzate – vedi metodologia 4 stato dell’arte in data 9 febbraio 2017 5 la media occupazione sul totale delle strutture ospitali è stata calcolata in data 9 febbraio 2017 6 valore ponderato e calcolato sulla totalità delle strutture ricettive rispondenti, senza differenziazione di classifica, con trattamento HB 7 rilevazione sul «mercato» realizzata attraverso 1.004 interviste CATI e 996 interviste CAWI ad italiani – vedi metodologia «Situazione Congiunturale Montagna Bianca Italiana – Inverno 2016-2017 – Previsioni e Tendenze»

[close]

p. 12

ANTEPRIMA FIERE A PROWINTER l’inverno si sposa con l’estate L’idea di promuovere la montagna «all seasons», con uno sguardo a 360° gradi sulle opportunità turistiche e sportive delle «terre alte», è maturata e cresciuta negli ultimi anni conferendo un nuovo e più completo profilo al salone che quest’anno vivrà la sua 17a edizione dal 19 a 21 aprile presso i padiglioni di Fiera Bolzano. Per questo, dopo il positivo esordio del 2016, è confermatissimo il Probike Shop Test riservato alle mountain bike accanto ai marchi e agli espositori degli sport invernali. Confermatissimo anche lo Startup Village dedicato alle innovazioni tecnologiche, i work shop e gli eventi di approfondimento che fanno della fiera interna-www.prowinter.it zionale «B2B» per il noleggio, le attrezzature e le tecnologie degli sport di montagna un’occasione importante di incontro e confronto tra gli operatori del settore Inumeri dicono che nel 2016 Prowinter ha visto la partecipazione di 278 espositori (107 dall’estero) e, tra i padiglioni e gli stand distribuiti su un’area di 15 mila metri quadrati, ha accolto 5700 visitatori professionali di cui il 28,2% ha effettuato ordini di acquisto per prodotti e servizi presso le aziende e i marchi presenti alla rassegna. Non c’è da dubitare che anche per l’edizione in programma quest’anno presso Fiera Bolzano dal 19 al 21 aprile questi numeri possano essere confermati e superati, sull’onda di una crescita di interesse per la «Fiera Internazionale del noleggio, delle attrezzature e delle tecnologie per gli sport di montagna» che ha saputo arricchirsi di nuove proposte e di nuovi sguardi, seguendo l’evoluzione dei tempi. Prowinter è nata da un’idea del vulcanico Erwin Stricker, il «cavallo pazzo» della Valanga Azzurra scomparso prematuramente nel 2010, che nella nuova veste di imprenditore nel ramo del noleggio di attrezzature per lo sci indossata una volta conclusa la carriera agonistica, aveva pensato di offrire al mondo degli sport invernali un appuntamento a conclusione della stagione per fare il punto sul mercato, consentire bilanci e programmare il futuro presentando i prodotti-novità per la stagione successiva. Ne- gli anni, sulla base di questa ispirazione originaria, l’occasione di incontro per operatori professionali si è arricchita di molte iniziative, consolidando il proprio ruolo di piattaforma espositiva e di confronto dedicata agli addetti ai lavori, con le ultime novità e i protagonisti del settore. Ma, negli anni, Prowinter ha anche ampliato il proprio sguardo uscendo dalla «monocultura invernale» per abbracciare il progetto di una rappresentazione totale della montagna con le sue opportunità turistiche e sportive da vivere tutto l’anno, sia in inverno come in estate. E oggi la fiera continua sulla strada intrapresa per raggiungere l'obiettivo di convergenza verso una gestione integrale, da estendere alla doppia stagionalità estate/inverno e puntare a un turismo a 360°, funzionale ai cambiamenti di mercato e a correggere l'asimmetria temporale che pesa sugli operatori, ma anche sui canali di commercializzazione. Proprio per questi motivi Prowinter si presenta nel 2017 come business days per la neve, la bicicletta e l'innovazione in montagna. Questo concetto viene ripreso anche nel nuovo key visual, elaborato appositamente per le prossime edizioni, che illustra questa tendenza e il suo sviluppo mostrando sullo sfondo l'esperienza del «Mondo della Montagna» nel- la sua completezza e non più solo la neve.Così oggi accanto alle attrezzature tecniche, all’abbigliamento e agli accessori per gli sport invernali (dallo sci alpino al fondo, dal freestyle allo snowboard), insieme ai macchinari e ai servizi per il noleggio, tecnologie e impianti per le stazioni di montagna Prowinter Bike dedica un ampio spazio alle bici e agli accessori per la pratica mountain bike. Prowinter Bike: la montagna da vivere su due ruote L’evento Test Bike diventa un settore espositivo di Prowinter 2017 perfettamente integrato nel Padiglione C, lo stesso in cui esporranno le aziende del mondo neve. L’area consisterà di stand espositivi preallestiti o spazi vuoti per gonfiabili, in cui verranno presentate le gamme di prodotti dedicate al bike rent, oltre ad un trail per le prove materiali esterno ai padiglioni della fiera, e il Bike Café per incontri e presentazioni. L’iniziativa ha già riscosso vasti consensi lo scorso anno presso gli operatori del settore come testimonia Matteo Zen di Advantage (Austria): «L'idea di allargare la gamma merceologica anche al settore Bike e agli sport estivi è particolarmente strategica, in quanto chi ama la montagna non lo fa solo sei mesi l'anno, bensì nel corso di tutte le stagioni. La fiera è un momento molto importante nel panorama alpino e ho notato piacevolmente che tra i visitatori delle nostre aziende austriache ci sono stati diverse aziende provenienti da regioni del nord-ovest dell'Italia, come il Piemonte, la Lombardia e la Valle d'Aosta» Nuovi genietti crescono e fondano nuove imprese A Prowinter l’innovazione è di casa: nel ricco programma di appuntamenti, in cui trovano spazio le tradizionali premiazioni di fine stagione dei migliori atleti, uno spazio impor- 10 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017

[close]

p. 13

ANTEPRIMA FIERE tante è dedicato alle giovani startup ed alle loro nuove idee per il futuro degli sport di montagna. A Prowinter è possibile infatti incontrare operatori qualificati del settore, scoprire le proposte di prodotti e servizi offerti dal mercato e trovare partner, realizzare progetti, curare e ampliare la rete di contatti professionali. Lo Startup Village è lo spazio riservato di Prowinter dove vengono presentate le più recenti invenzioni in cerca di utilizzo e affermazione. Come Ice Key, Realer e Snowcookie. Ice Key TAG è un innovativo dispositivo «salvavita» semplice ed efficace da utilizzare. È pensato e realizzato per coloro che, durante un’attività sportiva, vogliano sentirsi sicuri che, in caso di necessità, possano essere acquisite le loro informazioni essenziali per attivare un rapido soccorso o un diretto intervento sanitario e per avvertire immediatamente le persone più care. Inventato da Roberto Simonelli, Ice Key TAG si presenta sotto forma di adesivo resinato in PVC, con biadesivo ad alta tenuta, 
impermeabile, re- sistente agli urti, alla polvere ed ai raggi solari, posizionabile sui caschi, indumenti, attrezzature, dotato di velcro per essere ri-posizionato. 
 I
 ce Key TAG trova la sua massima applicazione e funzionalità «in caso di emergenza» al fine di poter c
 onsentire l’immediato riconoscimento di un ferito, di apprenderne i dati anagrafici e soprattutto di conoscerne i dati clinici (gruppo sanguigno, allergie, terapie in corso, malattie, ecc.). Realer è un’azienda fondata da tre amici, due altoatesini (Bruno Mandolesi e Alexander Egger) e un padovano (Riccardo Stecca) che offre servizi di sviluppo di realtà virtuale, sistemi interattivi, realtà aumentata e corporate design. Un progetto che parla altoatesino: è stato infatti incubato da IDM Südtirol-Alto Adige, l’azienda speciale della Provincia e della Camera di Commercio di Bolzano che punta allo sviluppo dell’innovazione sul territorio. IDM accompagnerà così Realer già dai primi passi: una startup appena fondata e già incubata, pronta a trasferirsi, nel 2017, nel NOI, il nuovo parco innovativo in fase di ultimazione a Bolzano Sud. «L’idea ci è venuta circa un anno fa – spiega Mandolesi, CEO dell’azienda da poco costituita – quando ci siamo accorti che la realtà virtuale e soprattutto i dispositivi che permettono di decifrarla erano finalmente pronti per il mercato di massa. Abbiamo così fatto i primi prototipi e progetti, e anche il primo test: quello con la Croce Bianca altoatesina, una simulazione di emergen- za che ci ha fatto capire come fossimo sulla strada giusta». Snowcookie è un sistema rivoluzionario di miglioramento sciistico composto di tre pezzi: un sensore centrale da portare sul torace in forma di medaglione e due sottili sensori esterni da montare sugli sci. Utilizzando una combinazione di «in-device tech» e «app-link» sullo smartphone, Snowcookie porterà le conoscenze e le competenze sulla propria sciata e la progressio- 69 Ranger Alpine 1200 4-TEC Adventure LX 600 ACE Commander Gran Tourer 900 ACE / 1200 4TEC Commander 600 E-TEC CONTATTACI PER SCOPRIRE TUTTE LE NOVITÀ 2017: TEL 0472 76 55 12, INTERCOM@LEITNER.IT Skandic WT 550 / 900 ACE www.leitner.it

[close]

p. 14

ANTEPRIMA FIERE ne di perfezionamento a livelli mai visti prima. Snowcookie è stato sviluppato in collaborazione con Intel ed ha una potenza notevole che lo distingue in maniera chiara e precisa da altri sistemi. Snowcookie offre anche il coaching on-the-fly, che viene inviato all’utente tramite le cuffie dello smartphone o la sincronizzazione con altri dispositivi compatibili come Recon Snow2 Google, fornendo allo stesso tempo un sistema integrato di monitoraggio della fatica. Inoltre, la modalità «competizione» di Snowcookie consente di collegare e paragonare sé stessi non solo con i tuoi amici su-collina, ma anche altri sciatori di tutto il mondo.
 Nasce Prowinter Observatory on sport rental business Il settore del noleggio sportivo, in particolare delle attrezzature per lo sci, è una realtà consolidata e in costante crescita. Nel corso degli anni la sua espansione ha modificato il comportamento degli appassionati con evidenti ripercussioni sul mercato. Non sono mancate problematiche e attriti tra i diversi attori nello scenario, produttori e noleggiatori, e la mancanza di una approfondita e continua comunicazione tra le parti ha senza dubbio creato elementi di disarmonia e di discontinuità. L’istituzione di un osservatorio permanente sul settore, con il compito di studiarne le dinamiche, conoscerne i numeri, recepirne le istanze e favorire gli scambi ai massimi livelli è una prima risposta. Fiera Bolzano, con Prowinter, è promotore dell’iniziativa e invita le aziende di produzione e di importazione del mondo dello sci, nonché le catene di noleggio e i singoli operatori sul territorio, a prendere parte a questo progetto e contribuire attivamente ad un monitoraggio del settore auspicabile quanto necessario. «L’obiettivo di questo osservatorio è quello di favorire la comunicazione, lo scambio di esperienze, l’operatività tra gli attori del mercato sport rental in ambito europeo, con iniziale focus sul segmento sci - afferma Alfredo Tradati, coordinatore del Prowinter Observatory on Sport Rental Business - questa piattaforma è di tipo permanente, con attività di ricerca e produzione dati continua e periodici momenti di incontro e comunicazione esterna tra aziende produttrici, importatori e rivenditori, catene di noleggio organizzate, singoli operatori del noleggio sportivo, anche associazioni ed enti che ne condividono i contenuti sono invitati a partecipare». Martedì 28 febbraio 2017 si è svolto il primo incontro ufficiale per il mondo del noleggio italiano. Klimamobility: pensare a una mobilità compatibile Nella sua crescita e nella sua evoluzione, Prowinter ha maturato la consapevolezza di dover approfondire diverse problematiche legate alla tutela ambientale, allo sviluppo sostenibile, ai mutamenti climatici, a vari aspetti che interessano direttamente la montagna e la sua fruizione. Per questo sono nate iniziative come il Congresso Klimamobility dedicato al tema della mobilità sostenibile che quest’anno si svolgerà giovedì 20 aprile. Nel programma si prevedono gli interventi di accreditati esperti che terranno relazioni su argomenti come «Südtirol update», «Mobilità nelle aree rurali», «La mobilità è un servizio», «Mobilità e turismo», «La bicicletta compie 200 anni». Nella stessa giornata sono previsti diversi workshop. Bastano i titoli per comprendere l’importanza degli argomenti trattati: «Digitalizzazione del trasporto pubblico locale», «Sviluppo sostenibile del territorio». «Il futuro della mobilità nel Sud Tirolo», «Il progetto BrennerLEC» per la creazione di un «corridoio a emissioni ridotte» sulla direttrice del Brennero. www.prowinter.it iAl cINuNoSreBRdUeCllKe Nel capoluogo del Tirolo austriaco si svolgerà dal 26 al 28 aprile la 21a edizione della grande fiera internazionale che nel corso dei decenni si è conquistata il ruolo di vero e proprio «motore» dello sviluppo nel settore dell’impiantistica funiviaria e delle altre produzioni riservate al vasto comparto economico legato al turismo invernale, attorno al quale ruotano ogni anno miliardi di Euro. A questo importante appuntamento partecipano visitatori Negli anni ‘70 la grande fiera specializzata in tecnologie alpine che conosciamo oggi era solo un embrione nato da una presentazione di prodotti di dimensione ridotta nell’ambito di un congresso dedicato alle piste da sci. Quell’embrione è cresciuto ed è diventato un gigante. Oltre quarant’anni più tardi, l’Interalpin di Innsbruck si presenta come la fiera internazionale di settore per eccellenza giunta, con la denominazione e la sua struttura attuali, alla 21a edizione in programma del 26 al 28 aprile e che prevede l’arrivo di operatori professionali provenienti da oltre 80 Paesi. Gli organizzatori del Congress Messe Innsbruck (CMI) sono convinti che il carattere fortemente tu- ristico della regione del Tirolo e la presenza di aziende leader del settore nei pressi della sede della fiera potranno creare i giusti presupposti per un ulteriore sviluppo delle relazioni e degli investimenti nel settore degli impianti a fune i cui «numeri», in Austria, parlano chiaro: investimenti per oltre 700 milioni di Euro, quasi 600 milioni di persone trasportate lo scorso inverno e quasi otto miliardi di euro di fatturato lordo per gli utenti del servizio di risalita. Questi sono i risultati delle statistiche aggiornate dell’associazione austriaca degli impianti a fune che il presidente Franz Hörl commenta così: «Se pensiamo che nel solo Stato Federato del Tirolo ogni anno vengono investiti oltre 300 milioni 12 professioneMontagna n° 141 marzo/aprile 2017

[close]

p. 15

ANTEPRIMA FIERE batte forteDAL 1974 AD OGGI – LA PIÚ IMPORTANTE FIERA SPECIALIZZATA PER LE TECNOLOGIE ALPINE tecnIonltoegriaelpailnpi’n1e7SINCE 1974 UNTIL TODAY – THE LEADING INTERNATIONAL TRADE FAIR FOR ALPINE TECHNOLOGIES spiroivnecnoinetnrtaindoaacii2rmc6aa.s–8s0i2m8Pi a.leiAvseiplldriei«llelm’o2offn0edr1ota;7»quei April 26–28, 2017 la «domanda» peFriepraroIngnestbtriudcki investimento, si Innsbruck Exhibition Centre confrontano le soluzioni tecnologiche più mo- derne e avanzate, si prospettano programmi dzoi notpi edriastivviiltuàpppoerqiiunlatfleuirtiaullrptorianes.depuoermtoerugrebOnantnilionoeeritzii-lcket Dati Interalpin 2015 turismo estivo. che quest’anno vUendaràpp6u5n0taemspeonstiotoirmi pRpwereewignlwritsa@d.tienhirtpobeomranialellirpn-et-ienic.akeneudt/oagnteltinyeo-utircket  23.000 visitatori da più di 82 nazioni diverse  superfi cie espositiva di 40.000 mq  650 espositori provenienti da 47 paesi tecipazione di 23 mila operatori profeINssTiEoRnAaLliPIN.TV Review Interalpin 2015 di Euro in impianti di risalita, questo ci fa capire quanto sia importante il turismo di montagna in questa regione». Per il Paese con la più alta percentuale di territorio alpino di tutti e otto i Paesi alpini in Europa è un piacere e un dovere ospitare la fiera internazionale specializzata in tecnologie alpine in quella «Capitale delle Alpi» che è Innsbruck. L’ultima tappa di una storia cominciata quarant’anni fa Dice il direttore del Congress Messe Innsbruck Christian Mayerhofer (nella foto a de- sisntttrreiaar),n: a«fzrInuiottnetoaraleldpiinduièflnarotolteamustttfstaihneveeirlwaurlo’spApppaueinùow-daiynfinoi8dndr0emduvisaPvattiradiyooeunssapi.itiIinl podrlitorrevetetonnrieeelnladtam4iep0drlolpe,aa0rreg0oofit0xoihel.tnsa6rrqeean5m02.3ee,x0xhisp0hlieo0ibcbtiovitttoidininsnretigetgilnolcasur-opsomasffcriopseoeatvrmtnaoiliule8inps2de-ficraooumMnt4ar7iyecesoruhnotfreiers di cui andiamo fieri». Infatti, Tirolo una posizione favorevo- - Grazie al contatto diretto con come abbiamo già accenna- le per l’insediamento di realtà gli operatori, Interalpin è divento, quella che nel 1974 aveva aziendali che trarrebbero van- tata uno dei motori principali preso il via come presentazio- taggio dalla forza di Interalpin del settore. Il Congress Messe ne di prodotti di dimensione e dalle potenzialità di una re- Innsbruck è fiero della collaboridotta nell’ambito di un con- gione alpina forte e dinamica. razione e della fiducia reciprogresso dedicato alle piste da Il Tirolo registra oltre 45 milioni ca con l’industria funiviaria. E sci che si teneva a Innsbruck- di pernottamenti l’anno (dati siamo lieti di poter presentare Igls, si è trasformata nel corso statistici Tirolo). Ecco perché tutte le novità del settore in ocdei decenni in una delle più alcuni soggetti chiave come casione della nostra fiera» importanti e richieste fiere di Doppelmayr, Leitner, Technosettore di livello internaziona- alpin o il gruppo MDN si sono Tre giornate di novità tra 650 le. La percentuale di visitatori stabiliti con le loro filiali proprio espositori ma non solo… internazionali della passata nel Tirolo e nei dintorni. «Queedizione di Interalpin nel 2015 sto fattore crea a sua volta un In occasione di Interalpin più era di oltre il 60% e compren- terreno decisamente fertile per di 650 espositori internazio- COSTRUIAMO FUTURO Wolf System Srl Zona industriale Wolf 1 39040 Campo di Trens (BZ) T. 0472 064 000 wolfsystem.it Strutture prefabbricate in legno e acciaio per impianti sciistici, sport e tempo libero Vasche circolari in cemento per innevamento artificiale Da 50 anni un partner affidabile e competente

[close]

Comments

no comments yet