Sottosopra n 7

 

Embed or link this publication

Description

Pubblicazione del Centro Sub Treviglio

Popular Pages


p. 1

SOTCSTT OSOPRA Periodico a cura del Centro Sub Treviglio - Numero 7, anno 2017 - Pubblicazione non in vendita - vietata la riproduzione

[close]

p. 2

© Max Valli Malta Diving Centres OFFERTA SPECIALE: 4 NOTTI + 6 IMMERSIONI • Da Novembre 2016 a Marzo 2017 - € 260.00 • Aprile 2017 - € 290.00 • Ottobre 2017 - € 330.00 • Da Novembre 2017 a Marzo 2018 - € 260.00 OFFERTA SPECIALE: 7 NOTTI + 10 IMMERSIONI • Da Novembre 2016 a Marzo 2017 - € 400.00 • Aprile 2017 - € 450.00 • Ottobre 2017 - € 520.00 • Da Novembre 2017 a Marzo 2018 - € 400.00 ✷ Sistemazione in B&B (Offerte escluse dal 24/12 al 02/01) Ramla Bay ResoRt - DIVe lINe +356 21521329 RaDIssoN Blu GolDeN saNDs: +356 23561950 info@orangeshark.eu - www.orangeshark.eu © Paul Marvin

[close]

p. 3

Editoriale SOTCSTT OSOPRA Periodico a cura del Centro Sub Treviglio - Numero 7, anno 2017 - Pubblicazione non in vendita - vietata la riproduzione Eccoci di nuovo insieme, carissimi Soci del Centro Sub Treviglio, come ogni anno, nel momento del calore Natalizio, Vi invito a sfogliare il nostro giornale che raccoglie alcune delle numerose avventure non solo subacquee vissute durante • cristallil’anno. I miei ringraziamenti vanno allo Staff Didattico che con passione, competenza e responsabilità lavora senza sosta, gratuitamente, • specchi per arredamentoper ottemperare al nostro obiettivo: diffondere la passione per la subacquea. Allo Staff Logistico, che aggiunge momenti di festa e di allegria fuori dall’acqua con ritrovi culinari d’eccezione. • vetri curvatiTutto ciò ha alimentato lo spirito di gruppo e la crescita professionale del nostro Club, coronando questa splendida stagione con un grande • temperatievento: il Seminario Webinar/Padi che ha registrato grande successo di presenza in sede e di contatti online. Infine ringrazio Voi, Soci • box docciaIn copertina: Cernia bruna (Epinephelus guaza) sostenitori, che con la Vostra presenza e il Vostro contributo annuale tramite le tessere, ci aiutate a realizzare questo meraviglioso sogno. tra le rigogliose posidonie dei fondali di Pianosa. • antisfondamento - blindatiFotografia di Corrado Giavara. Nell’augurarVi buona lettura, Vi porgo i migliori Auguri di Natale e di un magnifico e produttivo 2017. Alla prossima! • molatura Il Presidente del Centro Sub Treviglio Kikko Cornelli • multilavorazione - bisellatura e fresatura sagomata Sede: via Aldo Moro, 30 a controllo numerico 24047 Treviglio (BG) Tel. 3355410416 - 3485143808 • produzione vetrate isolantiPadi Resort S-798706 info@centrosubtreviglio.it www.centrosubtreviglio.it Foto Corrado Giavara Vetrata isolante per uso in edilizia Punto vendita, sede e lavorazione: Via A. Moro, 30 - 24047 TREVIGLIO (BG) Tel. 0363.41261 - Fax 0363.302527 Internet: www.vetreriacornelli.it - E-mail: info@vetreriacornelli.it Finito di stampare nel mese di Dicembre 2016 da Inchiostro Arti Grafiche Srl Via del Parco, 29 20064 Gorgonzola (MI) Tel. 02 95302789 r.a. Fax 02 95302873 GG www.inchiostroag.it 08 EN 1279-5 Caratteristiche prestazionali su: www.climalitmarchioce.it 1

[close]

p. 4

Costruzioni&Ristrutturazioni FALETTI GIANLUIGI Tel./Fax 02.90615114 Cell. 335.5249260 Via Arturo Toscanini, 7 26833 Lavagna di Comazzo (LO) gluigi.fal@hotmail.it Tel. 0363.62812

[close]

p. 5

Sommario 5 Trentasei anni di passione La storia, la sede e i corsi di un club esclusivo di Lorenzo Festa 6 Il mondo diTalassa! Immersioni nella riseva marina a tutela biologica dell’Isola di Pianosa di Corrado Giavara 12 Il glorioso Stubborn A Malta, impegnativa immersione sul relitto del sottomarino che giace alla profondità di 57 metri. di Angelo Fumagalli 16 Mola Mola Nelle reti della tonnara di Camogli, un’eccezionale immersione insieme a decine di Pesci Luna di Marco Spolti 20 Ti avverto sono splendido e tossico! I Nudibranchi sono tra gli animali che da sempre affascinano i subacquei e nel nostro Mediterraneo ce ne sono di vari tipi, forme e colori di Silvia Ogliari 22 Il KT Storia e immersione su uno dei relitti più famosi di Sestri Levante di Alessandro Rossetti 26 Le foto più belle Lo spazio dedicato ai fotoamatori del Centro Sub Treviglio a cura di Corrado Giavara 30 Un anno... “full immersion” Le attività e gli eventi più importanti nel 2016 del Centro Sub Treviglio di Scilla Spolti 3 Fotografie di Corrado Giavara

[close]

p. 6

ART MUSIC BAR DIFENDE E DIFFONDE CULTURA BAR CON DEhORs BIRRE ARTIgIANALI CUCINA E TAVOLA FREDDA CENE sU pRENOTAzIONE E A TEMA LOCALE pER FEsTE E RIUNIONI EVENTI CULTURALI CONCERTI LIVE - DJ. sET Via Marchesi 16 Inzago MI Tel. 02 84107116 mocambo.inzago mocambomusicbar@gmail.com apelli Davide osta Vito Tinteggiatura interni ed esterni Verniciatura spugnati e stucchi vari Capelli Davide Via Milano, 56 - 26027 Pandino (CR) - Tel. 0373.473335 - Cell. 347.4809762 Costa Vito Via Morandi,3 - 26027 Rivolta d’Adda (CR) Tel. 0363.78142 - Cell. 349.1032083 4

[close]

p. 7

I corsi del Centro Sub Treviglio A cura di Lorenzo Festa Trentasei anni di passione La storia, la sede e i corsi di un club esclusivo Il Centro Sub Treviglio nasce il 14 Gennaio del 1980, per volontà di un gruppo di amici esperti subacquei, uniti dalla stessa passione che, col tempo, si è trasformata in qualcosa di più. Si sono create, così, altre attività parallele, come: fotografia e riprese subacquee, attività di volontariato e protezione civile, e ovviamente preparazione di nuovi allievi attraverso corsi ricreativi e professionali. La didattica di riferimento del Centro Sub Treviglio è PADI ed è costituito da Istruttori e Assistenti che hanno seguito corsi di formazione e di aggiornamento presso varie didattiche internazionali. I corsi proposti sono di diversi livelli e il brevetto che viene rilasciato è riconosciuto a livello internazionale: Open Water Diver PADI Corso base: fornisce le conoscenze fondamentali e le tecniche necessarie per immergersi in sicurezza, con un compagno, alla massima profondità di 18 mt. Advanced Open Water Diver PADI È il passo successivo al corso Open. Accresce la propria preparazione ed esperienza, perfezionando la pianificazione di immersioni profonde, di navigazione subacquea, notturne, relitto, ricerca e recupero etc. Rescue Diver PADI Questo livello si propone di sviluppare il senso di responsabilità, imparando a badare non solo a se stessi, ma anche alla sicurezza e al benessere del proprio compagno di immersione. L’addestramento prepara i subacquei alla prevenzione e alla risoluzione dei problemi in caso di necessità. Corsi di Specialità Immersione profonda, notturna, relitti, con aria arricchita, orientamento, primo soccorso, biologia marina, fotografia subacquea, sono i classici corsi che completano le abilità e gli orientamenti di ogni subacqueo. Divemaster PADI È il primo livello professionale tra i corsi proposti. Si lavora a strettissimo contatto con il proprio Istruttore PADI, che qualificherà l’allievo a supervisore delle attività d’immersione e suo assistente. La formazione Istruttori PADI L’Associazione è centro di formazione “5 Star Instructor Development Dive Resort” e collabora con importanti Diving per la formazione degli Istruttori. Tec Deep Diver PADI (Tec 40/45/50) Immersione tecnica è definita come un’immersione oltre i limiti ricreativi dei 40 metri utilizzando un’attrezzatura standardizzata, respirando come miscele di fondo aria, nitrox e con la possibilità di accelerare la decompressione utilizzando miscele ricche d’ossigeno. Il Centro Sub Treviglio svolge la propria attività nelle piscine di Cassano d’Adda e Romano di Lombardia dove si sviluppano i corsi subacquei ed i soci possono dedicarsi agli approfondimenti o semplicemente tenendosi in forma con il nuoto. La propria sede di Treviglio è dedicata, oltre ai corsi, ad intrattenimenti legati alla subacquea e momenti di aggregazione per tutti i soci nell’attrezzatissima sede dove spesso si organiz- zano gite e vacanze subacquee, parte integrante delle attività del Centro Sub. A testimonianza è possibile visitare il nostro sito www.centrosubtreviglio.it ><(((º> Nelle foto: il logo della didattica e la piscina del centro; al lago in occasione del Corso Rescue; le aule per i corsi; e durante l’ultimo Corso Advanced e Open. Fotografie Archivio Centro Sub Treviglio. 5

[close]

p. 8

Immersioni all’Isola di Pianosa ILdIMtoanLdaossa La riserva marina a tutela biologica dell’isola di Pianosa è stata aperta ai sub nel 2013. Le immersioni nelle sue acque limpidissime si rivelano tra le più belle dell’Arcipelago Toscano. Testo e fotografie di Corrado Giavara

[close]

p. 9

L’isola di Pianosa offre bellissime imersioni tra le quali quella denominata SP3 situata nella parte meridionale gestita a tutela biologica e dove vive Talassa, una grossa Cernia bruna (Epinephelus Guaza), molto curiosa e socievole con i sub. 7

[close]

p. 10

Immersioni all’Isola di Pianosa “D omani andiamo a Pianosa a trovare Talassa, ci venite?” “Talassa… e chi é?” chiedo stupito a Massimiliano titolare del Dive Center Blu di Marina di Campo. Il diving dispone di un’ottima barca, veloce e comoda con uno spazio cabinato asciutto, perfetta per gestire 14 sub in Full day così da affrontare in tutta tranquillità un’ora abbondante di navigazione per raggiungere l’isola di Pianosa. Le immersioni nell’area a tutela biologica sono regolate e consentite solo in alcuni giorni della settimana previo permesso richiesto dai Diving al PNAT (Parco Nazionale Arcipelago Toscano). 8 Le capricciose correnti continuano a mantenere alta la qualità di quei fondali pressoché vergini e fanno di Pianosa una delle riserve marine più preziose dell’Arcipelago Toscano. Preso coscienza della particolare occasione ci iscriviamo nell’elenco dei sub partecipanti (minimo il brevetto advanced). SP2 è l’ormeggio sulla secca a forma di speroni, è la prima delle due immersioni in programma. Con una leggera corrente subito incontriamo campi di posidonia oceanica, bella e rigogliosa e laddove confina con le pareti verticali si trovano gruppi di grosse corvine, saraghi, occhiate e dentici. Cernie curiose ci seguono abituate ai sub ormai spettatori innocui e dopo una puntata più profonda per una foto a una grossa spugna Axinella Cannabina risaliamo verso il cappello della secca, dove si ammira una florida e lussureggiante vita bentonica e il colore giallo delle margherite di mare parazoanthus primeggia sulle pareti nascoste dalla luce. Torniamo in barca a malincuore stupiti dalla ricchezza di questi fondali e dalla limpidezza dell’acqua. Giusto il tempo di riposare e rifocillarci con un’ottima insalata di riso offerta dal simpatico staff, cambiate le bombole ci rituffiamo poco più in là, alla catena della boa SP3. Talassa nella mitologia greca rappresenta una divinità marina primordiale, la personificazione del Mar

[close]

p. 11

In queste foto: Nell’acqua limpida e mai priva di correnti la vita pulsa rigogliosa. Gorgonie rosse e gialle fanno da cornice a incontri speciali come la Ricciola (Seriola Dumerili) che passa a poca distanza dal mio obbiettivo o come questa grossa demospongia (axinella Cannabina). 9

[close]

p. 12

In questa foto: Parete di Margherite gialle (Parazoanthus axinellae). Sotto da sinistra: Una grossa Granceola (Maja Squinado) pare minacciare i miei flash. Coccole tra Massimiliano e Talassa. Due splendide Corvine (Sciaena Umbra) Pagina accanto sopra: Branco di Barracuda (Sphyraena Sphyraena) volteggia intorno alle secche di Pianosa. Mediterraneo. Ed è così che Massimiliano affettuosamente chiama una grossa cernia molto socievole con i sub, che vive tranquilla nelle acque dell’area protetta. Finalmente la conosciamo. Con Massimiliano ha un rapporto speciale, quasi commovente, un bacio e una carezza, incontro come tra amanti. Ci spiegherà di non farlo spesso per evitare di togliere il muco che protegge la sua pelle. Talassa si lascia ancora avvicinare e come un’attrice davanti al suo pubblico si gode la luce dei riflettori, quelli dei miei insistenti flash. Non smetto di scattare affascinato da come gli animali se rispettati e protetti possano regalare emozioni uniche. Proseguiamo 10 l’immersione che continua a stupirci, ci imbattiamo infatti in una grossa ricciola che passa a mezzo metro dall’oblò del mio fisheye. Ancora cernie, tonni, dentici che scorrazzano in caccia in mezzo a nuvole di castagnole e occhiate. Non mancano le salpe che formano batterie di centinaia di individui. Tra la lussureggiante posidonia grandi Pinne Nobilis, sulle pareti il rosso delle demospongie e il giallo delle margherite di mare si fondono, spirografi e gorgonie gialle fanno da quinta a flabelline e cratene; nelle tane, murene e grandi crostacei. Sopra la secca, branchi di barracuda ci ricordano che siamo in un tratto di mare quasi incontaminato, aperto alle immersioni solo dal 2013, un paradiso che ci fa riflettere sull’uomo arraffone e distruttivo, che sino ad oggi ha devastato e sfruttato questo stupendo mare. Ora ha bisogno di cure e attenzioni e soprattutto rispetto se vogliamo continuare a godere dei suoi frutti. Il tempo stringe e risaliamo a malincuore, ma è doveroso per evitare una lunga decompressione. La barca ritorna all’Elba ed eccitati ci raccontiamo gli avvistamenti che ci hanno meravigliato, sono tanti e mi rendo conto di averne goduti solo una parte. Mentre guardo Pianosa diventare sempre più piccola penso che sarebbe bello tornare, magari per eplorare anche punti diversi. ><(((º>

[close]

p. 13

le tue immersioni sulla costa sud dell’Isola d’Elba e nell’A.M.P. di Pianosa (+39) 3420063467 - info@divecenterblu.com www.divecenterblu.com ti aspettiamo all’EUDI SHOW - STAND A33 11

[close]

p. 14

Relitti del Mediterraneo ILstgLuobrbIoosron Il racconto di una impegnativa ma suggestiva immersione a Malta al largo della baia di Qawra Point, sul sottomarino HMS Stubborn, che giace alla profondità di 57 metri in assetto di navigazione Testo e fotografie di Angelo Fumagalli I relitto dello Stubborn è stato appositamente affondato dalla Royal Navy per essere utilizzato nelle esercitazioni all’uso dei sonar.

[close]

p. 15

La barca dei pescatori adibita ad appoggio e alcuni dei componenti dell’immersione sul relitto dello Stubborn, da sinistra Alessio, Paul e Kris. Malta! Isola dai profumi mediterranei e dall’aspetto forte, di chi vive spazzato dai venti e dal mare. Incrocio di culture arabeggianti e anglosassoni, teatro di innumerevoli battaglie navali durante la Seconda Guerra Mondiale, che hanno visto capitolare molte navi. È qui che durante la nostra vacanza di fine primavera, Kris ed io abbiamo deciso di fare qualche immersione. Il diving scelto come supporto è l’Orangeshark H2O con base al Ramla Bay Resort di Marfa Bay, Mellieha, unico diving italiano presente sull’isola. Il titolare, Max Valli, oltre ad essere un amico, è un grande conoscitore dei fondali Maltesi, sub esperto e ottima guida anche per le piacevoli serate conviviali. Il diving è attrezzato sia per sub ricreativi, che per i tecnici OC e CCR. Grazie al suo supporto, abbiamo potuto pianificare alcuni tuffi sui alcuni relitti dell’isola, uno di questi è l’HMS Stubborn. Il glorioso sottomarino britannico classe S, che, contrariamente ad altri relitti, è stato affondato intenzionalmente dalla Royal Navy per essere utilizzato come bersaglio per esercitazioni sonar. Il sommergibile lungo 71 metri con un dislocamento in emersione di 900 tonnellate, giace sul fondale sabbioso a 57 metri di profondità in assetto di navigazione, privo unicamente del cannone da 76 mm e del periscopio. Si trova al largo della baia di Qawra Point (baia di St. Paul), dato che è in mare aperto, privo di punti di riferimento ed esposto a correnti, l’immersione risulta essere abbastanza impegnativa e legata alle condizioni meteo-marine, quindi rimaniamo in attesa della fattibilità. Iniziamo i preparativi: pianificazione dei tempi di fondo, miscele da utilizzare, decompressive da caricare e una barca appoggio adatta che ci assista. Ci ritroviamo al diving e con Alessio, la nostra guida, e Max, prepariamo il bibo, stage, bailout e Reb. L’indomani mattina, presto, con il pulmino del diving, ci dirigiamo verso la baia di St.Paul dove abbiamo appuntamento con una barca di pescatori adibita ad appoggio. Recuperiamo anche un altro compagno d’immersioni Paul , anche lui in configurazione tecnica con bibo e stage. È il classico inglese molto preciso e ordinato, l’attrezzatura minuziosamente selezionata e perfettamente tenuta. Arrivati nel paesino di Buggiba, tro- 13

[close]

Comments

no comments yet