Roma Street Magazine - Marzo 2017

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Roma Street Magazine - Il magazine di Roma Street Photogrpahy

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

Introduzione pag 3 La storia di Roma Street - atto II° pag 4 2016 incontri ed iniziative Roma Street al Gerbillo Furioso pag 7 L’ intervista del mese Conosciamo Massimiliano Vecchi pag 9 La vignetta di Roma Street Ph. pag 13 Alessio Trerotoli Tram 19 - Il Progetto Fotografico pag 14 Diario di bordo - Capitolo I° pag 16 RsP - Pensieri da street photographer pag 18 Le foto del mese pag 19 Nel prossimo numero… pag 25 Link utili pag 26 2

[close]

p. 3

INTRODUZIONE A CURA DI MASSIMILIANO VECCHI Marzo, e sono due. Eccoci pronti per la seconda uscita di Roma Street Magazine, la rivista dedicata alla street photography di Roma. Una rivista nata per diventare un prezioso contenitore di spunti e riflessioni dedicate al mondo della street photography, un magazine che ci accompagnerà alla scoperta della nostra città, per vivere Roma in ogni angolo delle sue strade e per raccontare fatti e misfatti di una città gelosa dei suoi mille volti. «Raccontare Roma con gli occhi di chi la vive ogni giorno» era il primo slogan con il quale ho cercato di far capire la vera mission di un blog che si sta trasformando in una vera e propria community fotografica. Un gruppo fatto di persone che condividono la stessa grande passione e che vuole continuare a scrivere un piccolo pezzo di storia della nostra città, un collettivo che vuole continuare a raccontare le strade di Roma attraverso lo sguardo di ognuno di noi. Perchè se è vero che la fotografia è un arte individuale e molto personale, è anche vero che insieme si possono raggiungere risultati ed obiettivi sempre diversi e stimolanti attraverso la condivisione di idee e spunti che ognuno di noi porta con se in strada! Buona lettura, M assimiliano Vecchi Admin - Roma Street Photography 3

[close]

p. 4

….Fu così che un giorno incontrai di persona Maurizio Scacchi (oggi amico e co-admin inseparabile), parlavamo da tempo e ci confrontavamo ormai quotidianamente tramite e-mail o commentando i nostri lavori. Un giorno uscimmo finalmente dalla tastiera e scoprimmo di condividere non solo la stessa immensa passione per la fotografia e la strada ma anche la via di casa! Con molta probabilità questo incontro ha segnato nettamente il cammino del blog. Non ero più solo, dietro al computer non c’erano fantasmi ma persone in carne ed ossa con le mie stesse necessità di scoprire, conoscere ed approfondire il concetto di fotografia di strada per comprenderne e studiarne il profondo significato. Avevamo voglia di condividere le nostre scoperte, volevamo saperne di più e ci mettemmo a lavoro. Vivere nel duemila è stato certamente d’aiuto in questo senso. Il web è una risorsa importante con un numero di informazioni ed input incredibili sempre a disposizione e ti consente di entrare velocemente in contattocon chi condivide le tue stesse passioni . 4

[close]

p. 5

Avevamo un blog a disposizione ma noi viviamo a Roma (dove non è tutto così semplice eh!) e nella fotografia, internet, non basta. Bisogna uscire, comprendere il mezzo fotografico, provare e riprovare fino allo sfinimento (evviva il digitale in questo senso), studiare con applicazione ogni giorno, liberare la mente e farsi travolgere dalla passione. Bisogna scendere in strada e farsi abbracciare dalla vita. (Paolo Migliorisi in questo senso ci dice che per lui la street photography è un esercizio psicologico che fa bene alla vita, ma di questo ne parleremo nelle prossime uscite!) Iniziammo allora a catapultar ci in strada ad ogni orario e in ogni situaz ione. Avevamo (non sempre è ovvio) le idee più chiare, gli spunti iniziarono quasi ad uscir fuori da soli, attraverso la street photography mi sembrava di potervivere più intimamente la nostra città e Roma sembrava quasi a potata di mano. I nostri scatti iniziavanoad incuriosire anche chi di street photography si cibava da anni e forse, avevamo preso la strada giusta. Una delle strade giuste perché mancava qualcosa. Eravamo stufi di poter osservare, condividere e metter in gioco le nostre fotografie solo attraverso la rete. 5

[close]

p. 6

Sembrava solo un gioco a volte e noi non volevamo solo giocare. Serviva un esposizione fotografica ma ne io ne Maurizio avevamo contatti o conoscenze in merito. Poi un giorno, la telefonata che non ti aspetti, un giorno qualsiasi di metà giugno mentre stai facendo tranquillamente la spesa. Era Remo xxxx, ex presidente dell’associazione pesce luna di Fiumicino che incuriositodalla nostra pagina ci propose di partecipare come mostra fotografica all’internodella festa di quartiere, una festa che ricorre ogni anno nelle ultime due settimane di agosto, un punto di riferimento per gli abitanti di Fiumicino e a due passi da Roma. Era la prima occasione da prendere al volo e non potevamo farcela sfuggire! [….Continua nel prossimo numero!] 6

[close]

p. 7

2016 incontri ed iniziative: Roma Street al Gerbillo Furioso - Esposizione Fotografica - L’esposizione al Gerbillo Furioso del 18 Dicembre ha segnato un nuovo successo per Roma Street Photogaphy e Tra Asfalto e luce – Street Ph. Italia, il gruppo gestito da Alessandro Schiariti, amico e collega con il quale collaboriamo ormai da due anni nelle organizzazioni di mostre, workshop ed attività legate al mondo della fotografia. E’ stata un esperienza davvero importante che ha permesso di «staccarci» dai computer e conoscerci tutti di persona dopo più di un anno di quotidiana attività. Era il momento giusto, la chiusura di un anno importante ricco di eventi ed occasioni bellissime. Era il momento di radunarci ed iniziare a raccogliere idee e spunti da portare nel nuovo anno! 7

[close]

p. 8

Sentivo la necessità di un evento come questo. La possibilità di conoscerci ed osservare da vicino i nostri lavori era davvero importante, così siamo riusciti nel nostro intento, grazie alla Direzione artistica di Alessandro, al mio quotidiano lavoro e al vostro fondamentale impegno. Il risultato è stato una serata incredibile, con la presentazione di sessanta bellissime immagini ritraenti i migliori scatti realizzati in strada dai 25 fotografi in mostra e con un affluenza di persone incuriosite dal nostro evento che mai avrei sognato nella mia vita! E’ stato un chiaro segnale. Il segnale che la street photography a Roma è viva e presente all’ interno del contesto urbano. Il segno inequivocabile di un interessamento importante, senso di partecipazione ed incredibile desiderio di raccontare e vivere la nostra città nelle strade, ovunque, ma sempre a contatto con le persone che la vivono ogni giorno. . 8

[close]

p. 9

L’intervista del mese - Massimiliano Vecchi - Ciao Massimiliano, cosa fai nella vita? Ciao! Sono un consulente informatico e fotografo. Cerco di portare avanti entrambi i lavori non con poca fatica ma non c‘è nulla di strano nella vita di oggi dove i ritmi sono altissimi e gli impegni si susseguono freneticamente ad una velocità incredibile! É anche il bello della vita...Correre ed inseguire sogni! Come hai incontrato la fotografia e cosa é diventata per te? La fotografia? Totalmente per caso. Mentre osservavo uno shooting notturno di light painting. Rimasi folgorato. "ah! Questa é fotografia?" Iniziai a leggere di tutto, volevo sapere. Poi un giorno il babbo mi regalò la sua yashica 170 ed un rullino kodak 100asa. 9

[close]

p. 10

Un taccuino, una penna...e vai in strada! Ora cerco di gestire al meglio il mio blog, ora sono qui a parlare di Street photography, collettivo fotografico e progetti stupendi. Incredibile. Per me la fotografia é diventata la vita. Mi fa immaginare e sognare il mondo attraverso pensieri ed emozioni ogni volta diverse. É un amplificatore di vita. É una bomba devastante che trova nell esplosione il suo sfogo. Sfogo che resta indelebile nel tempo. Fattore questo che gia da se rende questo mondo un mondo sempre da scoprire e nel quale immergersi con passione e dedizione. ...e poi arriva il blog! A proposito di blog, parlaci di Roma Street… Non vi ammorberò con kilometrici racconti, lo sto già facendo nella rubrica "la storia di Roma Street" ma posso dirvi che é stata tra le cose più interessanti e sorprendenti che abbia fatto finora in termine fotografico. Una grande opportunitá per confrontarsi continuamente (ed in modo quasi sempre costruttivo) con chi vive la stessa mia passione in situazioni e contesti diversi. 10

[close]

p. 11

Il blog aiuta a migliorare tecnicamente ed umanamente, ci aiuta ad allargare la nostra visione in un contesto, quello fotografico, molto spesso legato all'individualismo. Cosa ti aspetti dalla fotografia e da Roma Street? Bhe, questa é una domanda molto difficile. Non lo so ancora, o almeno, inizio a capirlo solo adesso. Ci ho messo un po', meglio tardi che mai si dice a Roma . Sto lavorando molto affinché questa passione enorme si trasformi nell'unico lavoro della mia vita. Oggi l'affianco alla mia attività di consulenza informatica ma non vi nego che un giorno vorrei poter dire… "si, sono un fotografo e basta!". So che per realizzare questo sogno ci vogliono passione, tempo, sudore e tanto quotidiano lavoro…come in ogni cosa che si vuol fare bene del resto! Ed è quello che sto facendo. In questo momento della vita mi sento molto Forrest Gump all’uscita del campo di rugby. Corro senza fermarmi e senza chiedermi con troppa precisione dove mi porterà questa storia! Per quanto riguarda Roma Street invece, diciamo che vale lo stesso discorso fatto in precedenza visto che è parte integrante dei miei progetti fotografici. Vorrei diventasse davvero un punto di appoggio per gli amanti della street photography a Roma dove ognuno con il suo contributo e le proprie idee possa aggiungere ogni giorno qualcosa di nuovo! Vorrei poter regalare tanta fotografia alla mia città ed un associazione fotografica in grado di collaborare anche con le organizzazioni esistenti, un collettivo in grado di organizzare eventi per ridare alla street il valore che merita. Lo meritiamo noi che lavoriamo quotidianamente a questo progetto e lo merita la nostra città soprattutto in questo momento cosi difficile. 11

[close]

p. 12

Nell’uscita di Aprile conosceremo più a fondo Maurizio Scacchi, amico e co-admin di Roma Street Photography! Interviste a cura di Diego Velocci 12

[close]

p. 13

La vignetta di Roma Street Disegno e matite digitali di Daniele di Marco Storyboard di Andrea Aprile 13

[close]

p. 14

- TRAM 19 – Il Foto progetto di Alessio Trerotoli 21 marzo 2017, 44 fermate lungo 14,3 chilometri. Da sudest a nord-ovest, da Centocelle al Vaticano, attraverso il Pigneto, San Lorenzo, Coppedè, i Parioli, Prati. Il Tram 19 è l’arteria di ferro che attraversa Roma: la linea tranviaria più lunga e anche la più affascinante, dove si incrociano studenti, lavoratori, romani, stranieri, artisti e preti. Da Piazza dei Gerani a Piazza Risorgimento, un percorso tra sacro e profano, tra la Roma popolare e quella borghese, tra la Roma multietnica e la Roma turistica. Il 21 marzo torna il Roma Coast to Coast, la passeggiata chilometrica del fotografo Alessio Trerotoli, "botanico del marciapiede", che dopo aver affrontato negli anni scorsi il percorso delle linee A, B e B1 della metropolitana, continua il racconto della sua Roma attraverso scatti di vita quotidiana. 14

[close]

p. 15

Anche quest’anno sarà possibile seguire l’avventura a piedi di Trerotoli in tempo reale su Twitter, tramite l’hashtag #RomaCoastToCoast, sulla sua pagina Facebook Alessio Trerotoli Photographer, dove sarà pubblicato il reportage completo, oltre che sul sito www.alessiotrerotoli.it, dove sono già presenti gli album relativi ai “Roma Coast to Coast” degli anni passati. L’itinerario del nuovo Roma coast to coast a.trerotoli@gmail.com Sito: www.alessiotrerotoli.it Facebook: Alessio Trerotoli Photographer Twitter: @TrerotoliPhoto Instagram: alessiotrerotoli 15

[close]

Comments

no comments yet