Consulting 01_2007

 

Embed or link this publication

Description

Consulting

Popular Pages


p. 1

!UTORIZZAZIONE4RIBUNALE2OMAN²DEL 0/34%)4!,)!.%3P! SPEDIZIONEIN!0$,#/.6, !24CO $#"2/-! 0REZZOPERCOPIA¼  !NNO NŽGENNAIO FEBBRAIO /DULYLVWDGHOFRQVXOHQWHG·D]LHQGD 3 PECIALE 0OMPEDICALORE !CQUADIFALDAPERILMIGLIORRENDIMENTO -ALDUFFICIO -ETODIDIPREVENZIONEERIMEDIO !REEPORTUALI ,AGESTIONEDEIRIl UTI

[close]

p. 2

0ERCHÏ ABBONARSI # ONSULENTIE)MPRENDITORI SONOCHIAMATIOGGIAD AFFRONTAREUNADUPLICESl DA MANTENERSICOSTANTEMENTEAGGIORNATI NELLERISPETTIVEAREEDICOMPETENZAED ESSEREINGRADODICOMUNICARESENZA SCENDEREINTECNICISMIBUROCRATICI #ONSULTINGCOSTITUISCEUNMEZZODI AGGIORNAMENTODITIPOhTRASVERSALEv INQUANTOFORNISCEAIDIVERSIPROlLI PROFESSIONALIGLISPUNTIPRATICI SIASUL  PIANOTECNICOCHELEGISLATIVO SENZA FERMARSIALSOLOASPETTOTEORICOOFORMALE DIUNAPROBLEMATICA #ONSULTINGSIRIVOLGEPERCIÛAQUANTI COINVOLTINELLAGESTIONEAZIENDALE HANNO BISOGNODIRITROVARSIINUNOSPAZIOAPERTO DICONFRONTOEDIDISCUSSIONE FORNENDO LOROUNAGGIORNAMENTOPRECISO PUNTUALE MAALLOSTESSOTEMPOCONCRETO SUI PRINCIPALIARGOMENTITECNICIENORMATIVI /FFERTAPROMOZIONALE 0ERNABBONAMENTIANNUALI¼  0ERNABBONAMENTIANNUALI¼  ¼  ¼  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 3

/DULYLVWDGHOFRQVXOHQWHG·D]LHQGD !MMINISTRAZIONE $IREZIONE 2EDAZIONEE '%6!3RL 6IADEI,INCEI  2OMA 4ELFAX  WWWGEVAEDIZIONIIT E MAILINFO GEVAEDIZIONIIT '%6!3RL4UTTIIDIRITTISONORISERVATI $IRETTORE2ESPONSABILE.ICOLA'IOVANNI'2),,/ !BBONAMENTI+ATIA0),/44/ )MPAGINAZIONEEGRAlCA*OSÏ,UIS#ASTILLA#IVIT 0UBBLICITÌ'%6!3RL 6IADEI,INCEI n2OMA 3TAMPA.EW'RAPHIC 2OMA 4IRATURACOPIE #HIUSOIN4IPOGRAlAILFEBBRAIO !UTORIZZAZIONE4RIBUNALEDI2OMAN²DEL 0/34%)4!,)!.%3P! 3PEDIZIONEIN!0$,#ONV, ARTCO $#"2OMA 3E QUESTA RIVISTA ,E Ò STATA INVIATA TRAMITE ABBONAMENTO LE COMUNICHIAMO CHE LINDIRIZZO IN NOSTRO POSSESSO SARÌ UTILIZZATO ANCHE PER LINVIO DI ALTRE RIVISTE E COMUNICAZIONIOPERLINOLTRODIPROPOSTEDIABBONAMENTO!ISENSIDELLA,EGGEN² DELMODIlCATODALLA,EGGEN²DEL ÒNEL3UODIRITTO RICHIEDERELACESSAZIONEDELLINVIOEOLAGGIORNAMENTODEIDATIFORNITI )NOLTRE AISENSIDELLARTDELLALEGGECITATA LAlNALITÌDELTRATTAMENTODEIDATI RELATIVIAIDESTINATARIDELPRESENTEPERIODICO ODIALTRIDELLOSTESSOEDITORE CONSISTONO NELLASSICURARE UNINFORMAZIONE TECNICA PROFESSIONALE E SPECIALIZZATA A SOGGETTI IDENTIlCATI PER LA LORO ATTIVITÌ PROFESSIONALE ,%DITORE TITOLARE DEL TRATTAMENTO GARANTISCEAISOGGETTIINTERESSATIIDIRITTIDICUIALLARTDELLASUDDETTALEGGE ,E FOTOGRAlE APPARTENGONO ALLARCHIVIO DI '%6! 3RL SE NON DIVERSAMENTE INDICATO0ERIDIRITTIDIRIPRODUZIONEDEIQUALINONÒSTATOPOSSIBILEIDENTIlCARELA TITOLARITÌ LEDITORESIDICHIARADISPONIBILEAREGOLARELEEVENTUALISPETTANZE 'LIARTICOLIlRMATIIMPEGNANOESCLUSIVAMENTEISINGOLIAUTORI ,A RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE DEGLI ARTICOLI DELLA RIVISTA Ò CONSENTITA CON CITAZIONEDELLAUTOREEDELLAFONTE ,A RECENSIONE DI LIBRI PUÛ ESSERE PROPOSTA INVIANDONE COPIA ALLEDITORE ACCOMPAGNATADAUNABREVESINTESI #OSTOABBONAMENTO !BBONAMENTOPERMESI NUMERI)TALIA ¼  3INGOLINUMERI¼  .UMERIARRETRATI¼  0ERLEAZIENDE N!BBONAMENTICONTESTUALIANNUALI¼  N!BBONAMENTICONTESTUALIANNUALI¼  'LIABBONAMENTIPOSSONOESSERESOTTOSCRITTIINVIANDOUNAFOTOCOPIADELLA RICEVUTA DELLAVVENUTO PAGAMENTO SPECIlCANDO I PROPRI DATI VIA FAX AI NUMERI  OPPUREVIAE MAILINFO GEVAEDIZIONIIT -ODALITÌDIPAGAMENTO  6ERSAMENTOINCCPN #!" !")INTESTATOA 'EVA3RL 6IADEI,INCEI  2OMA  "ONIlCOSUCCBANCARIOINTESTATOA'EVA3RL "ANCADI2OMA!") #!"  #).$ CCNO #ONDIZIONIDIABBONAMENTO ,ABBONAMENTO DECORRE DAL MESE SUCCESSIVO A QUELLO DELLA DATA DI PAGAMENTO 1UALORALABBONAMENTOSIASOTTOSCRITTONEL²TRIMESTREDELLANNO ESSODECORRERÌ DAL ² GENNAIO PRECEDENTE DANDO TUTTAVIA DIRITTO A RICEVERE LA RIVISTA lNO ALLA SCADENZA ,ABBONATO PUÛ RICHIEDERE PER LANNO IN CORSO LINVIO DEI FASCICOLI PRECEDENTI QUALORASIANOANCORADISPONIBILI ,A DISDETTA DELLABBONAMENTO DEVE ESSERE COMUNICATA PER POSTA ORDINARIA O VIA E MAIL CON ACCERTAMENTO DI AVVENUTA RICEZIONE DA PARTE DELLA '%6! 3RL ALMENO DUE MESI PRIMA DELLA SCADENZA 3ARÌ CURA DELLA '%6! 3RL COMUNICARE TEMPESTIVAMENTE SEVARIATE LEMODALITÌDIRINNOVOENTROLOSCADEREDELLANNODI ABBONAMENTO !NORMADELLART LETTERAC DEL$02OTTOBRE NOEDEL$- APRILE L)6!SUGLIABBONAMENTIÒCOMPRESANELPREZZODIVENDITAEDÒASSOLTA DALLEDITORE CHENONÒTENUTOADALCUNADEMPIMENTOEXARTDELSUDDETTODECRETO NODICONSEGUENZA INNESSUNCASOSIRILASCIANOFATTURE0ERQUANTORIGUARDA LA PROPRIA CONTABILITÌ LA PROVA DELLAVVENUTO PAGAMENTO COSTITUISCE DOCUMENTO IDONEOADOGNIEFFETTOCONTABILEElSCALE /PERE0UBBLICHE ,EPROCEDUREDIAFlDAMENTODELLAPROGETTAZIONESECONDOILCODICE DEGLIAPPALTI$E,ISE 2OSARIO)%2!2$)0AG -EDIAECOMUNICAZIONE &INALMENTENELLETEREVIAGGIANOANCHELENOTIZIEAMBIENTALI )NTERVISTARILASCIATADA-ARCO,!-/.)#!0AG 3PECIALE 0OMPEDICALORE !CQUADIFALDAPERILMIGLIORRENDIMENTO .ICOLA''2),,/0AG 'REENERGY %NERGIARINNOVABILE !CQUAPOTABILE ,EONARDO%6!.'%,)34!0AG !REEPORTUALI ,AGESTIONEDEIRIlUTI .ICOLA''2),,/ 4ANIA0!4!.°!0AG !PPALTIPUBBLICI ,ISTITUTODELLAVVALIMENTO 4IZIANA$%.5.:)/0AG 2IlUTI ,INCERTEZZAGIURIDICADELCONCETTODIDEPOSITOTEMPORANEO !NDREA15!2!.4! 0AG )LmUSSOENERGETICONELSISTEMAURBANO .ATALE'#!,!"2%4 4! 0AG -ALDUFlCIO0ARTE)) -ETODIDIPREVENZIONEERIMEDIO 0AG !SSOCIAZIONE!2)% 0AG ,A4RIBUNADELL!LBO 0AG )LGRILLOPARLANTE 0AG 5LTIMAPAGINA 0AG ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO 

[close]

p. 4

AGLIETTOPUBB  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 5

%DITORIALE %DITORIALE #ARILETTORI VORREIPOR TARE ALLA VOSTRA AT TENZIONE UN DUBBIO CHEMIRIMBALZANELLAMENTE DATEMPO 2ECUPERO RIUSO RICICLAGGIO 4ERMINICHECIHANNOSEM PRE RASSICURATO E CHE SUSCI TANO BUONI PENSIERI TUTELA DELLAMBIENTE PROPENSIONE AD UN USO PARSIMONIOSO ED OCULATODELLERISORSEx %BBENEESENONFOSSESEMPRECOSÖ 3ENZA RIFERIRMI AL RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO ARGO MENTOCHESAREBBEFUORITEMAINQUESTASEDE MIPREME PIUTTOSTOAFFRONTAREUNDISCORSOMOLTOPIáCONCRETO #OMEAVERELAGARANZIACHEIPRODOTTIRIUSATI RECUPE RATI RICICLATIx SIANO DAVVERO IN LINEA CON I PRINCIPI SOT TESIDALLEESIGENZEDITUTELADELLAMBIENTEEDELLACOLLET TIVITÌ &ORSE IN CERTI CASI TALE DOMANDA Ò RETORICA E PERDE QUALSIASISIGNIlCATO MAALTREVOLTEÒASSAIMENOBANALE 1UALCHE ESEMPIO PUÛ SPIEGARE MOLTO MEGLIO IL CON CETTO ,A DOMANDA DI CUI SOPRA Ò SENZA DUBBIO SUPERmUA QUANDO SI ANALIZZA UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE CHE HAININPUTRIlUTIPLASTICIDI0ETBOTTIGLIE mACONI INVOLU CRIx EINOUTPUTMAGLIONIEALTRIINDUMENTIDIPILEDIFl CILETROVAREPARTICOLARICONTROINDICAZIONICHESCONSIGLINO DICONTINUAREADOPERARECOSÖ 5NDISCORSOAPARTEMERITAINVECEILRIUSODIUNARISORSA PARTICOLARE QUALE AD ESEMPIO LO SPAZIO URBANO6ECCHI EDIlCI PALAZZI FATISCENTI ECOMOSTRI POSSONO ESSERE DE MOLITI PER LIBERARE UNA PREZIOSA AREA CHE lNO AD ALLORA ERA INUTILIZZABILE PER POTER RIEDIlCARE NUOVE STRUTTURE E FORNIRE SERVIZI AGGIUNTIVI AI CITTADINI &IN QUI TUTTO OK -A COSA DIRE NEL CASO IN CUI ALLAREA IN CUI SI Ò DEMOLI TA UNA VECCHIA COSTRUZIONE SUCCESSIVAMENTE SI FA CAM BIARE COMPLETAMENTE DESTINAZIONE DUSO 0ONIAMO DI AVEROTTENUTOLAUTORIZZAZIONEPERDEMOLIREUNVECCHIO STABILECHEUNTEMPOERAADIBITOADUSOCIVILE EPOIDI COSTRUIRE SULLE SUE MACERIE UN CENTRO COMMERCIALEx !BBIAMODAVVERORESOGIUSTIZIAAICONTRIBUENTI3IAMO SICURI CHE COSTORO NON AVREBBERO PREFERITO DISPORRE DI PIáPARCHEGGIOVERDEPUBBLICO.ONSAREBBEFORSEPIá EQUO AD ESEMPIO COINVOLGERE TUTTI GLI ABITANTI DELLA ZONAPERCONCORDAREDICOMUNEACCORDOCOSAFAREDELLO SPAZIO RECUPERATO PRIMA DI ARRIVARE AL MIS FATTO COM PIUTO 3TIAMOATTENTIACHECERTICOMPORTAMENTIPARTICOLAR MENTEhFURBIvNONNUOCCIANOACOLOROCHEINVECECREDO NO VERAMENTE n SENZA INmAZIONARLO n NELLO STRUMENTO VIRTUOSODELRICICLOEDELRECUPERODELLERISORSE ,AMIAMAGGIOREPREOCCUPAZIONEÒCHELEPAROLEhRE CUPERO RICICLAGGIO RIUSOv E AFlNI DIVENGANO DEI PASSE PAR TOUT DEI LASCIAPASSARE INCONDIZIONATI PER PERPETRA REDEIVERIEPROPRIABUSIATTIACREAREVANTAGGIAPOCHI PROlTTATORI E DANNI A MOLTI INCOLPEVOLI .ON LASCIAMO CHE CIÛ AVVENGA E AUMENTIAMO LA NOSTRA CONSAPEVO LEZZA #HIEDIAMO PIá TRASPARENZA A TUTTI GLI OPERATORI E ALLEISTITUZIONIAFlNCHÏSICERTIlCHICHEOGNIPROCESSODI GESTIONEDELLERISORSEEDELLEMATERIESECONDE QUALSIASI ESSESIANO AVVENGANELVEROEPIENORISPETTODELLUOMO EDELLAMBIENTE )LMIOÒUNDUBBIO 3PEROCHENONDIVENTIUNSOSPETTO 4EMOCHESIRIVELERÌUNBRUTTOPRESENTIMENTO 3IACCETTANOSCOMMESSEx  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 6

6IADEI,INCEI  2OMA TELFAX  % MAILINFO BTCSRLIT WWWBTCSRLIT  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 7

/PERE 0UBBLICHE ,EPROCEDUREDI AFFIDAMENTODELLA PROGETTAZIONE SECONDOILCODICE DEGLIAPPALTI$E,ISE 2OSARIO)%2!2$) )LRICORSOALLAFlDAMENTODELSERVIZIODIPROGETTAZIONEASOG GETTIESTERNIALLAMMINISTRAZIONEDEVEESSERESUSSIDIARIORI SPETTOALLESPLETAMENTODELLAPROGETTAZIONEDAPARTEDEGLI UFlCIINTERNIALLASTAZIONEAPPALTANTE1UINDIAFlNCHÏLINCARI CO DI PROGETTAZIONE POSSA ESSERE AFlDATO A SOGGETTI ESTERNI DEVESUSSISTEREUNOOPIáDEISEGUENTIPRESUPPOSTI  CARENZAINORGANICODIPERSONALETECNICONELLENTE APPALTANTE  DIFlCOLTÌDIRISPETTAREITEMPIPREVISTINELLA PROGRAMMAZIONETRIENNALEDELLE//00  DIFlCOLTÌDISVOLGERELEFUNZIONIDIISTITUTO  PROGETTAZIONEDILAVORIDISPECIALECOMPLESSITÌODI RILEVANZAARCHITETTONICA STORICA ARTISTICAOAMBIENTALE  PROGETTAZIONEINTEGRALECONAPPORTODIUNAPLURALITÌDI COMPETENZE ,EMODALITÌDISCELTADELSOGGETTOESTERNOSONODIVERSEA SECONDACHESITRATTADIAFlDAMENTODIINCARICHIDIPROGETTA ZIONEDIIMPORTO A INFERIOREAEURO B PARIOSUPERIOREAEURO !I lNI DELLINDIVIDUAZIONE DELLIMPORTO STIMATO IMPORTO DELLINCARICO IL CONTEGGIO DEVE RICOMPRENDERE TUTTI I SERVIZI IVICOMPRESALADIREZIONEDEILAVORIQUALORASIINTENDAAFlDARLA ALLOSTESSOPROGETTISTAESTERNO 0ER LA DETERMINAZIONE DELLIMPORTO STIMATO SI DEVE PROCE DERENELSEGUENTEMODO SIDEVEDETERMINARELIMPORTOPRESUNTODEILAVORISULLA BASEDELLOSTUDIODIFATTIBILITÌOPPUREDELDOCUMENTO PRELIMINAREDELLAPROGETTAZIONEOPPUREDELPROGETTO PRELIMINARE DEVEESSERECALCOLATO INBASEALPREDETTOIMPORTO PRESUNTODEILAVORI ILCORRISPETTIVODELLAPROGETTAZIONE INBASEALTARIFFARIOPROFESSIONALEDEGLIINGEGNERIEDEGLI ARCHITETTIILCORRISPETTIVODELLAPROGETTAZIONEDEVE ESSEREAUMENTATODELNELCASOINCUIOLTREALLA PROGETTAZIONENONDEBBAESSEREATTRIBUITOLINCARICO DELLADIREZIONEDEILAVORI  ALCORRISPETTIVODELLAPROGETTAZIONEVAAGGIUNTALA SOMMAPREVISTAPERILRIMBORSODELLESPESEDISOLITOIL RIMBORSODELLESPESEVIENEESPRESSOINPERCENTUALESUL CORRISPETTIVODELLAPROGETTAZIONE  ALCORRISPETTIVODELLAPROGETTAZIONEVAAGGIUNTA ANCORA LASOMMAPREVISTAPEREVENTUALIPRESTAZIONI PROFESSIONALISPECIALISECONDOLATARIFFAPROFESSIONALE DEGLIINGEGNERIEDEGLIARCHITETTI SIDEVEDETERMINAREILCORRISPETTIVOPEREVENTUALI PRESTAZIONIACCESSORIEINDAGINIGEOLOGICHE GEOTECNICHE IDEOLOGICHE SISMICHEEDALTRE  NELCASOINCUIUNITAMENTEALLAPROGETTAZIONESI DEBBAAFlDARELADIREZIONEDEILAVORIALLORABISOGNA DETERMINAREILCORRISPETTIVO INBASEALPREDETTO IMPORTOPRESUNTODEILAVORI PERLATTIVITÌDIDIREZIONE DEILAVORI )SUDDETTIPRESUPPOSTIDEVONOESSEREACCERTATIECERTIlCATI INFORMASCRITTA DALRESPONSABILEDELPROCEDIMENTO .EL CASO SI DEBBA AFlDARE UN INCARICO DI PROGETTAZIONE IL DIRIGENTECOMPETENTEPERMATERIA RICEVUTALARICHIESTADALRE SPONSABILE DEL PROCEDIMENTO PER LA NOMINA DEL PROGETTISTA DI UNA DETERMINATA OPERA AFlDA LINCARICO DI PROGETTAZIONE ADUNSOGGETTOINTERNOESENONSUSSISTONOIPRESUPPOSTISU EVIDENZIATIDEVEANALIZZAREEVALUTARELEMODALITÌDISCELTADEL SOGGETTOESTERNOCUIAFlDARELINCARICO ,ASOMMADEICORRISPETTIVIPUNTI  RAPPRESENTALIMPOR TO STIMATO IN BASE AL QUALE SI Ò IN GRADO DI STABILIRE IN QUALE DELLEDUEFASCESICOLLOCALINCARICODAAFlDAREASOGGETTIESTER NIALLAPUBBLICAAMMINISTRAZIONE .ELCASOINCUISIRICADENELLAPRIMAFASCIAINCARICODIPRO GETTAZIONEDIIMPORTOINFERIOREAEURO LAMMINISTRA ZIONEPUÛAFlDARELINCARICOALIBERIPROFESSIONISTI ASOCIETÌDI PROFESSIONISTI A SOCIETÌ DI INGEGNERIA O A RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEOTRADETTECATEGORIEDISOGGETTI  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 8

 LEOFFERTESONOVALUTATECONILCRITERIODELLOFFERTA ECONOMICAMENTEPIáVANTAGGIOSA PRENDENDOIN CONSIDERAZIONEISEGUENTIELEMENTI A PROFESSIONALITÌDESUNTADALLADOCUMENTAZIONEGRAlCA FOTOGRAlCAEDESCRITTIVA B CARATTERISTICHEQUALITATIVEEMETODOLOGICHE DELLOFFERTADESUNTEDALLAILLUSTRAZIONEDELLEMODALITÌ DISVOLGIMENTODELLEPRESTAZIONIOGGETTODELLINCARICO EDAICURRICULUMDEIPROFESSIONISTICHESVOLGERANNOIL SERVIZIO C RIBASSOPERCENTUALEINDICATONELLOFFERTAECONOMICA D RIDUZIONEPERCENTUALEINDICATANELLOFFERTAECONOMICA CONRIFERIMENTOALTEMPO .ELCASOINCUIILVALOREDELLEATTIVITÌDIPROGETTAZIONEEDI REZIONE LAVORI SUPERI COMPLESSIVAMENTE LA SOGLIA DI APPLICA  ZIONE DELLA DIRETTIVA COMUNITARIA IN MATERIA  EURO LAFlDAMENTO DIRETTO DELLA DIREZIONE DEI LAVORI AL PROGETTISTA 0ER LAFlDAMENTO DI INCARICHI DI PROGETTAZIONE DI IMPORTO ÒCONSENTITOSOLTANTOOVEESPRESSAMENTEPREVISTODALBANDO INFERIOREAEURO LESTAZIONIAPPALTANTI PERILTRAMITE DIGARADELLAPROGETTAZIONE%VIETATOLAFlDAMENTODIATTIVITÌ DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO POSSONO PROCEDERE AL DIPROGETTAZIONE DIREZIONELAVORI COLLAUDO INDAGINEEATTIVITÌ LAFlDAMENTOAISOGGETTISUDDETTINELRISPETTODEIPRINCIPIDI DISUPPORTOAMEZZODICONTRATTIATEMPODETERMINATOOALTRE NONDISCRIMINAZIONE PARITÌDITRATTAMENTO PROPORZIONALITÌE PROCEDUREDIVERSEDAQUELLEPREVISTEDALCODICEDEICONTRATTI TRASPARENZA ESECONDOLAPROCEDURAPREVISTADALLARTICOLO .EL CASO IN CUI LIMPORTO STIMATO IMPORTO DELLINCARICO Ò COMMA $,GSNLINVITOÒRIVOLTOADALMENOCIN PARI O SUPERIORE ALLA SOGLIA COMUNITARIA PARI A  EURO QUESOGGETTI SESUSSISTONOINTALENUMEROASPIRANTIIDONEI LAMMINISTRAZIONE DEVE AFlDARE LINCARICO DI PROGETTAZIONE ,AMMINISTRAZIONE ATTRAVERSO IL RESPONSABILE DEL PROCE ATTRAVERSOLAPROCEDURADELPUBBLICOINCANTOODELLALICITAZIO DIMENTO REDIGE UN BANDO AL QUALE VIENE DATA UNADEGUATA NEPRIVATASECONDOLADISCIPLINAPREVISTADAGLIARTT DEL PUBBLICITÌALBODELLENTE SITOINTERNETDELLENTE STAMPALOCA $02N  LE ORDINIPROFESSIONALE ECC ILBANDODEVEGARANTIREISUDDETTI )NlNESIDEVEEVIDENZIARECHEINTUTTIGLIINCARICHIDIPROGET PRINCIPIDINONDISCRIMINAZIONE PARITÌDITRATTAMENTO PROPOR TAZIONE ILPROGETTISTANONPUÛAVVALERSIDELSUBAPPALTO FATTA ZIONALITÌETRASPARENZA ECCEZIONEPERLEATTIVITÌRELATIVEALLEINDAGINIGEOLOGICHE GEO .ELCASOINCUISIRICADENELLASECONDAFASCIAINCARICODIPRO TECNICHEESISMICHE ASONDAGGI ARILIEVI AMISURAZIONIEPIC GETTAZIONEDIIMPORTOPARIOSUPERIOREAEURO SIAP CHETTAZIONI ALLAPREDISPOSIZIONEDIELABORATISPECIALISTICIEDI PLICANOLEDISPOSIZIONIGENERALIDEICONTRATTIPUBBLICIRELATIVIAI DETTAGLINONSIPOSSONOSUBAPPALTARELERELAZIONIGEOLOGICHE LAVORIDIRILEVANZACOMUNITARIAESOTTOSOGLIACOMUNITARIADEL ELAREDAZIONEGRAlCADEGLIELABORATIPROGETTUALI CODICEDEICONTRATTI 3ELIMPORTOSTIMATOIMPORTODELLINCARICO ÒCOMPRESOTRA I  EURO E I  EURO LAMMINISTRAZIONE DEVE AFl DARELINCARICODIPROGETTAZIONEATTRAVERSOLAPROCEDURADELLA LICITAZIONEPRIVATASECONDOLADISCIPLINAPREVISTADAGLIARTT EDEL$02N )LPROCEDIMENTOSINTETICAMENTECONSISTEIN  PUBBLICAZIONEDELBANDODIGARASULFOGLIODELLE INSERZIONIDEL'52)'AZZETTA5FlCIALEDELLA2EPUBBLICA )TALIANA EPERESTRATTOSUALMENODUEQUOTIDIANIA DIFFUSIONENAZIONALEESUALMENODUEADIFFUSIONE REGIONALEDOVESIDEVONOESEGUIREILAVORIDAPROGETTARE ILBANDODEVEINDICARE FRALEALTRECOSE OLTREALLIMPORTO ABASEDIGARAIMPORTOSTIMATO ILNUMERODEISOGGETTI CHESARANNOINVITATIALLAGARACOMPRESOTRAE   GLIINTERESSATIINVIANOALLAMMINISTRAZIONELEDOMANDE DIPARTECIPAZIONECONLINDICAZIONEDELLEPROGETTAZIONI DELLASTESSATIPOLOGIADEILAVORIDAPROGETTARE ESEGUITE NELDECENNIOANTECEDENTELADATADELBANDOELELENCO DEIPROGETTISTICONLERELATIVEQUALIlCHEPROFESSIONALI ESPERIENZEPROFESSIONALIMATURATE   LAMMINISTRAZIONE INBASEAISUDDETTIELEMENTI SELEZIONE ICONCORRENTINELNUMEROPRESCRITTONELBANDOELIINVITA ALLAGARA ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 9

 ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 10

-EDIAECOMUNICAZIONE &INALMENTENELLETEREVIAGGIANO ANCHELENOTIZIEAMBIENTALI $A QUESTO NUMERO #ONSULTING AVVIA LA COLLABORAZIONE CON %CORADIO UN MEDIA MOLTO ATTENTO ALLE TEMATICHE AMBIENTALI E CONTRADDISTINTO DA GRANDE PASSIONE E DINAMISMONELLARICERCADELLENOTIZIEEDELLEINFORMAZIONI PIáUTILIEDINTERESSANTIPERIPROPRIASCOLTATORI4ENETEVI SINTONIZZATIENEVEDRETE ANZINESENTIRETEDELLEBELLE TADINO SENZA PENSARE NECESSARIAMENTE AGLI INTERLOCUTORI DEL MONDO POLITICO E ISTITUZIONALE 5NA COMUNICAZIONE SEMPLI CE CHE PASSA ATTRAVERSO I TEMI DI UNECONOMIA STILI E MODELLI DI CONSUMO ALTERNATIVI .EL NOSTRO PALINSESTO TROVANO SPAZIO PROGRAMMIDIINFORMAZIONEEATTUALITÌMAANCHEDIAPPROFON DIMENTO #ERCHIAMO DIhDAR VOCE AI SENZA VOCEv A CHI CIOÒ HA CONTENUTIIMPORTANTIMANONIMEZZIPERFARLICONOSCERECOME  )NTERVISTARILASCIATADA-ARCO,!-/.)#! SPESSOCAPITAACHILAVORAINFAVOREDELLASOSTENIBILITÌ !MBIENTEPRIMADITUTTOMACISONOALTRITEMICHEINTERES SANO%CORADIO %CORADIO NASCE NEL  CON LOBIETTIVO DI VEICOLARE LE TE MATICHEAMBIENTALIATTRAVERSOUNNETWORKDEDICATOAIVA LORI UNIVERSALI DELLAMBIENTE DELLA PACE DELLA SOLIDARIETÌ $IAMOSPAZIOANCHEALMONDODELLASSOCIAZIONISMOCHESIOCCU PADIDIRITTIUMANICOME%MERGENCY !MREFE!MNESTY)NTERNA TIONAL3ONOREALTÌDIFRONTIERAECOMEhTESTIMONIOCULARIvDISITUA ZIONIDRAMMATICHERISERVIAMOLOROUNAPARTICOLAREATTENZIONE DELLAQUALITÌDELLAVITA DEIDIRITTIUMANIECIVILI1UOTIDIANAMEN %DILPUBBLICODEGLIASCOLTATORICOMEHAREAGITO TE%CORADIODIFFONDEPROGRAMMIRADIOFONICIDIMPEGNO CULTU )NMANIERAECCEZIONALE,ASENSIBILITÌDELLEPERSONEÒMOLTOPIá RA INFORMAZIONEEDINTRATTENIMENTO STIMOLANDOANALISIECON AVANTIDIQUANTOILSISTEMAISTITUZIONALEEPRODUTTIVO IMBRIGLIA SAPEVOLEZZA SULLE CRESCENTI MINACCE CHE GRAVANO SUL 0IANETA TOINUNMECCANISMOLOBBISTICORIESCAACONCEPIRE#HICIASCOLTA 4ERRA MAANCHESULLESTRAORDINARIEOPPORTUNITÌCHELUOMOPUÛ Ò ORIENTATO AL FUTURO E MOLTO RICETTIVO RISPETTO ALLE TEMATICHE GUADAGNARSISCEGLIENDOMODELLIDIPRODUZIONEECONSUMOECO CHEPROPONIAMO!NZIDIREICHEÒALLARICERCADIUNINFORMAZIONE SOSTENIBILI%CORADIOSIRIVOLGEADUNVASTOPUBBLICODAICITTADINI DIVERSACOMEDIMOSTRAILFATTOCHEPIáDIRADIOIN)TALIAOGGI ALLEIMPRESE DALLEASSOCIAZIONIAISOGGETTIISTITUZIONALI TRASMETTONOINOSTRIPROGRAMMI 3ONOMOLTELECANZONICHEPARLANODINATURA PACE IMPEGNO .ELVOSTROPALINSESTOCOMESISPOSALECOLOGIACONLAMUSICA SOCIALE DI UN MONDO MIGLIORE 0Iá DIFlCILE Ò CHE SIA UNINTERA -OLTO BENE .ON CI LIMITIAMO A PROMUOVERE UN CERTO TIPO DI EMITTENTERADIOFONICAAFARLO0ERQUESTARAGIONE%CORADIONEL MUSICAALLINTERNODELLANOSTRAPROGRAMMAZIONEMAANCHEALDI PANORAMADELLARADIOFONIANAZIONALEELOCALERAPPRESENTAUNA FUORICOMEADESEMPIO COLh0REMIO%CORADIOv CONCORSOPERVOCI REALTÌSINGOLARE NUOVELEGATOAL0RIMO-AGGIO)LVINCITOREDELLAMANIFESTAZIONE !NCHEIL$IRETTORE2ESPONSABILE -ARCO,AMONICA CICONFER AVRÌLAPOSSIBILITÌDIESIBIRSISULPALCODELLAFESTA#ERCHIAMODI MAUNAMISSIONDELTUTTOPARTICOLAREh,IMPEGNOEDITORIALEDI PREMIAREIGIOVANIPERILTALENTOMUSICALEMAANCHEPERLETEMA %CORADIOÒRICONDOTTOALLETEMATICHEVERDIALLEQUALI PERÛAB TICHELEGATEALLAPACEEALLAMBIENTETRATTATENELLELOROCANZONI BIAMODATOUNACCEZIONEAMPIA!MBIENTALISMOMAANCHEIN FORMAZIONEDICARATTEREPRATICOEINDICAZIONIALCITTADINOVERSO ,INEEEDITORIALI LO SVILUPPO SOSTENIBILE CIOÒ QUELLO SVILUPPO CHE CONSENTE DI NONDISTRUGGERECIÛCHECICIRCONDAEDIPRESERVARLOPERLEGE NERAZIONIFUTUREv )LPROGETTODI%CORADIONASCENEL CHEDIFlCOLTÌAVETE INCONTRATO 5NPRIMOASPETTOCHEABBIAMODOVUTOAFFRONTAREÒQUELLODEL LINGUAGGIO !BBIAMO REALIZZATO DEI PROGRAMMIhTARATIv SUL CIT %CORADIOREALIZZAPROGRAMMIINCENTRATISULLEAREETEMATICHEDA3OS 4ERRAA5TENTI!TTENTI DA)LDUELLOAL'R!MBIENTE 'R3OLIDARIETÌ 'R3OCIETÌEDIRITTI-OLTIGLISPAZIDIAPPROFONDIMENTOCONOSPITI INDIRETTA'LI%DITORIALISONOAFlDATIAPERSONAGGIDISPICCOCOME -ARIO 4OZZI !LFONSO 0ECORARO 3CANIO 'ABRIELE ,A 0ORTA 'RAZIA &RANCESCATO 2ICCARDO .OURY E MOLTI ALTRI 3CASSONETTO Ò INVECE DEDICATA ALLA SATIRA AMBIENTALE "OX OFlCE ALLO SPETTACOLO ED %CODATEAIPIáIMPORTANTIAPPUNTAMENTIDELLASETTIMANA )CANALI s ,APROGRAMMAZIONEDI%CORADIOÒMOLTONUTRITAAD $OVEASCOLTARE%CORADIO ETEROGENEAECOMPRENDE )NSTREAMINGLIVESULSITOWWWECORADIOIT SUSATELLITE(OTBIRD s PALINSESTOCONOREDITRASMISSIONEALGIORNOSUDDIVISETRA 3ULLEPROPRIEFREQUENZELOCALIA2OMAE0ROVINCIASUGLI  A ATTUALITÌ INFORMAZIONERESPONSABILE INTRATTENIMENTOEMUSICA 3ULMONASUI A6IBO6ALENTIA 4ROPEA 0IZZO#ALABRO 'OLFO s ILPORTALEWEBCONLEINFORMAZIONISUPALINSESTO PROGRAMMI DI3ANT%UFEMIA 0IANADI'IOIA4AURO ,AMEZIA4ERMEECOMUNI ARGOMENTIDELGIORNOECAMPAGNEPROMOSSEDALLEMITTENTE LIMITROl #ATANZARO 3OVERATO #OSTA*ONICADA-ONASTERACEA,E s LANEWSLETTERCHETRAMITEE MAILINFORMASUIPRINCIPALISERVIZI #ASTELLA 3ILA 0RESILA AUTOSTRADA DA 2OGLIANO A &ALERNA TRATTO DIATTUALITÌDELLEMITTENTE AUTOSTRADALE!DA2OGLIANOA0ALMI CIRCAKM DA!MANTEA s PROGRAMMIRADIO4VDIFFUSIATTRAVERSOEMITTENTILOCALI AD)SOLA#APO2IZZUTO DAL-AR4IRRENOAL-AR*ONIOSUI % s %COFORUMECONVEGNI SULLEFREQUENZEDELLERADIOCOLLEGATEALNETWORK $IRETTORE2ESPONSABILEDELLEMITTENTE%CORADIO ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 11

APRILEoook]h]mjgh]gj_     $ATI ;YaÛ jaxÛmlaÛ Ydd¿]f]j_aY 3EP IL3ALONEDELLEECOTECNOLOGIE ÒALLA&IERA DI0ADOVADALALAPRILECONLESOLU ZIONIPERLARACCOLTA ILTRATTAMENTOEILRECUPE ROENERGETICODAIRIlUTI3EP INCOLLABORAZIONE CON IL 'RUPPO VEICOLI ECOLOGICI DELL!.&)! Ò LAPPUNTAMENTO  CON LE TECNOLOGIE LA FORMAZIONE E IL CONSENSO PER UNA GESTIONE ECOSOSTENIBILEDEIRIlUTIEDELLENERGIA VISITATORI MDIESPOSIZIONE 0RENOTAZIONIHOTEL VIAGGI TOUR !529)3,!.$DI0ADOVA&IERE6IAGGI3RL 4EL &AX WWWAURYISLANDIT INFO AURYISLANDIT @fÛ[gddYZgjYragf]Û[gf‘ @fÛ[gfl]ehgjYf]Y‘ >ILGGF M<@:FC@ ,ARID@E:L@CONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 12

0OMPEDICALORE !CQUADIFALDAPERILMIGLIORRENDIMENTO 3PECIALE .ICOLA''2),,/ &UNZIONAMENTO ,EPOMPEDICALOREFUNZIONANOGRAZIEADIVERSIPRINCIPIlSICI  3ISTEMIDIPRODUZIONEDELCALDOEDELFREDDO ) GRAVI PROBLEMI ENERGETICI DELLULTIMO VENTENNIO INDOTTI DALLINSTABILITÌ POLITICA DI MOLTI 0AESI PRODUTTORI DALLE mUT TUAZIONIDELLAMONETADIRIFERIMENTOILDOLLARO DAIPRESSANTI PROBLEMIDIINQUINAMENTOAMBIENTALEDIOGNICITTÌANCHEDI MEDIADIMENSIONEINOGNIPARTEDELMONDO HANNOOMEGLIO AVREBBERODOVUTORIVOLUZIONAREILNOSTROMODODIPENSAREE DIAGIRE )NSOCCORSOALNOSTROSCIOCCOMODODIUSARELENERGIADISPO NIBILE ARRIVAUNATECNOLOGIABASATASUDIUNPRINCIPIONOTOAI lSICI DA OLTRE UN SECOLO SI TRATTA DELLA POMPADICALORE E DEL PRINCIPIODI#ARNOTENUNCIATODA,ORD+ELVININUNASUARELA ZIONEALLA0HILOSOlCAL3OCIETYDI'LASGOWNEL NELLAQUALE SI PREVEDEVA DI UTILIZZARE UNA MACCHINA PER RAFFREDDARE E RI SCALDAREUNAMBIENTE )L PRINCIPIO FUhRIESUMATOv NEL DOPOGUERRA DALLA NASCENTE INDUSTRIAFRIGORIFERA /GGIILDELLEFAMIGLIEITALIANEPOSSIEDEUNESEMPIOPRA TICODELCICLODI#ARNOTFRIGORIFERO CONDIZIONATOREOCONGELA TORE ENESSUNOMAISIÒSOGNATODIDISCUTERNELAFlDABILITÌO LA VALIDITÌ MENTRE DIVERSO ATTEGGIAMENTO SI HA NEI CONFRONTI DELLA POMPA DI CALORE NULLALTRO CHE UN FRIGORIFERO REVERSO VERSO LA QUALE ESISTE ANCORA POCA DIMESTICHEZZA E NON SOLO DA PARTE DELhPRIVATOv MA ANCHE DA PARTE DI MOLTI PROGETTISTI TERMOTECNICI INSTALLATORIEADDETTIAILAVORIINGENERE ,APOMPADICALOREPOTREBBEESSEREAPPLICATASUVASTISSIMA SCALA SIA PER LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA CHE PER LA CLIMA TIZZAZIONEDEGLIAMBIENTI COMEDELRESTOACCADEDIFFUSAMEN TE IN 'IAPPONE NEGLI 3TATI 5NITI E NEI 0AESI DEL .ORD %UROPA UTILIZZANDO FONTI DI ENERGIA LARGAMENTE DISPONIBILI IN NATURA QUALIARIAESTERNA ACQUADIFALDE lUMI CALOREDIFFUSONELTER RENO OVVEROENERGIASOLAREOPPURESFRIDIDICALOREDAPROCESSI PRODUTTIVIINDUSTRIALI MASONOCLASSIlCATEINBASEALLALOROAPPLICAZIONETRASMISSIO NE DI CALORE FONTE DI CALORE DISPERSORE DI CALORE O MACCHINA REFRIGERATRICE  3IDÌUNASPIEGAZIONEINTUITIVADICOMEFUNZIONAUNAPOM PADICALORE3IIMMAGININOUNITÌDIENERGIATERMICAALLIN TERNO DI UN PALLONE DA CALCIO QUESTULTIMO Ò POI COMPRESSO lNO ALLE DIMENSIONI DI UNA PALLINA DA PING PONG A QUESTO PUNTOESSOCONTIENELESTESSEUNITÌ MALENERGIATERMICA MEDIAPERUNITÌDIVOLUMEÒMOLTOMAGGIORE)NALTREPAROLELA TEMPERATURADELLARIAALLINTERNODELLAPALLAÒAUMENTATA ,EPARETIDELLAPALLINASIRISCALDANOEQUINDIILCALOREINIZIAA TRASFERIRSIALLESTERNOPIáVELOCEMENTE0ERPORTAREQUESTOCA LOREINUNALTROLUOGO SIPUÛIMMAGINAREDIMUOVERELAPALLINA INUNAZONAFREDDA DOVEESSAGRADUALMENTEAGGIUSTERÌLASUA TEMPERATURA lNO A UGUAGLIARE LA TEMPERATURA DELLAMBIENTE INQUESTOPROCESSOSIIPOTIZZACHEESSATRASFERISCAUNITÌDI ENERGIATERMICA $OPOCHELAPALLINASIÒRAFFREDDATA LASIPUÛRIPORTARENELLA ZONA INIZIALE E LASCIARLA ESPANDERE $ATO CHE HA PERSO PAREC CHIOCALORE NELMOMENTOINCUIRITORNAALLEDIMENSIONIDIUN PALLONE DA CALCIO LA SUA TEMPERATURA RISULTA TROPPO BASSA E QUINDIINIZIAADASSORBIREENERGIATERMICAEARAFFREDDARELARIA CIRCOSTANTE )LCOMPRESSOREDIUNAPOMPADICALORECREAPROPRIOLADIFFE RENZADIPRESSIONECHEPERMETTEALCICLODIRIPETERSISIMILMEN TEALLAPALLACHESIESPANDEESICONTRAE ESSOPOMPAILmUIDO REFRIGERANTEATTRAVERSOLEVAPORATORE DOVEAPPUNTOEVAPORAA BASSAPRESSIONEASSORBENDOCALORE INSEGUITOLOCOMPRIMEE LOSPINGEALLINTERNODELCONDENSATORE DOVECONDENSAADALTA PRESSIONERILASCIANDOILCALOREPRECEDENTEMENTEASSORBITO )L mUIDO REFRIGERANTE CAMBIA DI FASE ALLINTERNO DEI DUE RA DIATORI NELLEVAPORATORE PASSA DA LIQUIDO A GASSOSO NEL CON DENSATOREPASSADAGASSOSOALIQUIDO 'ENERALITÌ ,EPOMPEDICALORESONOMACCHINEINGRADODITRASFERIRECALO REDAUNCORPOATEMPERATURAPIáBASSAADUNCORPOATEMPE RATURAPIáALTA UTILIZZANDOENERGIAELETTRICA %SEMPICOMUNIDIMACCHINEDIQUESTOTIPOSONO s REFRIGERATORI s CONDIZIONATORIDARIA s POMPADICALOREACOMPRESSIONEDIGAS s POMPADICALOREACAMBIAMENTODIFASE s POMPADICALORETERMOELETTRICAAEFFETTO0ELTIER s POMPADICALOREASCAMBIOGEOTERMICO s TUBO6ORTEX %FlCIENZA 1UANDOSICONFRONTANOLEPRESTAZIONIDIUNAPOMPADICALORE Ò MEGLIO EVITARE IL TERMINEhEFlCIENZAv IN QUANTO ESSO HA DIF FERENTI SIGNIlCATI ,A RESA DI UNA POMPA DI CALORE Ò MISURATA DAL COEFlCIENTE DI PRESTAZIONEh#/0v DATO DAL RAPPORTO TRA ENERGIARESAALLASORGENTEDIINTERESSE EDENERGIACONSUMATA DI SOLITO ELETTRICA  5N VALORE DEL #/0 PARI A TRE VUOL DIRE AD ESEMPIO CHEPEROGNIK7HDIENERGIAELETTRICACONSUMATO LA POMPADICALORERENDERÌK7HDICALORE 1UANDO USATA PER SCALDARE CON UN CLIMA MITE UNA TIPICA POMPADICALOREHAUN#/0DAAMEDIAMENTEA²#RAG GIUNGE  MENTREA  ²#SIFERMAA  MENTREUNACLASSICA  .ELCAMPODICONDIZIONAMENTODELLARIAILTERMINEhPOMPADICALOREvÒSPECIlCATAMENTERIFERITOADUNCONDIZIONATOREDARIACONVALVOLAREVERSIBILE CHECAMBIA LADIREZIONEDISCORRIMENTODELmUIDOREFRIGERANTEEPERMETTECOSÖSIADIAPPORTARESIADIESTRARRECALOREDAUNEDIlCIO  #/0#OEFlCIENT/F0ERFORMANCE#OEFlCIENTEDIEFlCIENZA INDICALEFlCIENZADIUNAPOMPADICALORE  K7HKCALUNITÌDIMISURADIENERGIA ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 13

3PECIALE STUFETTAELETTRICAHAUN#/0MASSIMOTEORICOPARIA)NALTRE PAROLE*OULE* DIENERGIAELETTRICAPERMETTEALLASTUFETTADI DARE  *OULE DI CALORE MENTRE IN CONDIZIONI IDEALI PERMETTE A UNA POMPA DI CALORE DI MUOVERE PIá DI  *OULE DI ENERGIA TERMICADAUNLUOGOPIáFREDDOAUNOPIáCALDO!VOLTEQUE STOCONCETTOÒESPRESSODAIVENDITORIDIPOMPEDICALORECON LA DICHIARAZIONE DI UNEFlCIENZA MAGGIORE DEL  MA CIÛ NONÒACCURATO INQUANTOQUELLAVORONONPRODUCECALORE MA LOMUOVE 5TILIZZANDOCOMEhSTUFETTAvUNAMACCHINADI#ARNOTINSEN SOINVERSOLESIFORNISCELAVOROESIOTTIENECALORE TRASORGENTI AE²# SIOTTIENEUNRENDIMENTOTEORICOh#/0vPARIA OVVEROUNRAPPORTOTRAILLAVORODELLERESISTENZEELETTRICHE EILCALOREOTTENUTO-ACCHINESIMILISONOMOLTOEFlCIENTIMAIL LOROCOSTODIMPIANTOÒPARTICOLARMENTEELEVATO )LPROCESSODELLAPOMPADICALORENONVIOLALAPRIMALEGGE DELLATERMODINAMICA PERCHÏCIVUOLEMENOENERGIAPERMUO VEREILCALORECHEPERPRODURLO ENEMMENOLASECONDALEGGE DELLATERMODINAMICA PERCHÏILLAVORORICHIESTOPERMUOVEREIL CALOREDABASSAADALTATEMPERATURAÒMAGGIOREDELLAVOROCHE SIPUÛRICAVAREMUOVENDOLASTESSAENERGIATERMICA INSENSO OPPOSTO ATTRAVERSOUNMOTOREIDEALEEQUESTOÒILPRINCIPIO CHELIMITAIL#/0  3IFANOTARECHE QUANDOCÒUNANOTEVOLEDIFFERENZADITEM PERATURA PER ESEMPIO QUANDO SI VUOLE RISCALDARE UNA CASA IN UNA RIGIDA GIORNATA INVERNALE Ò NECESSARIO PIá LAVORO PER MUOVERE IL CALORE VERSO LINTERNO 3E LA POMPA DI CALORE Ò AL LESTERNOELEVAPORATORENONÒRIPARATO ÒPOSSIBILECHEIL#/0 SCENDASOTTOECHELUMIDITÌDELLARIATENDAAGHIACCIARSISUL LE ALETTE DEL DISPOSITIVO CON CONSEGUENTE OBBLIGO DI DISCIO GLIERLAPERIODICAMENTE )NALTREPAROLE QUANDOFUORIFAMOLTO FREDDO CONVIENE CREARE CALORE ALLINTERNO CON UNA STUFETTA ELETTRICAPIUTTOSTOCHECERCAREDIPORTARLODENTRODALLESTERNO )N FASE DI RAFFREDDAMENTO LA PRESTAZIONE DI UNA POMPA DI CALOREÒDESCRITTADALL%%2%NERGY%FlCIENCY2ATIO ODALL3%%2 3EASONAL%NERGY%FlCIENCY2ATIO MIGLIORIQUANTOPIáELEVATI)L COSTRUTTOREDICHIARAQUINDISIAIL#/0 SIAL%%2OL3%%2 )NAL CUNISTATIÒRICHIESTOUNMINIMOVALOREDEL3%%2PERESEMPIO IN#ANADAESSOÒCONLUSODISCAMBIATORIEmUIDIREFRIGE RANTI PIá EFlCIENTI UNITI A COMPRESSORI A VELOCITÌ VARIABILE SI POSSONORAGGIUNGEREVALORIPARIA ,APOMPADICALOREÒSOLITAMENTEPIáEFlCIENTENELRISCALDA MENTOCHENELRAFFREDDAMENTO DATOCHELAMACCHINASPRECA SEMPREUNAPARTEDIENERGIAINCALOREEQUESTAPUÛESSERERE CUPERATACOMECALOREDIRISCALDAMENTO 1UESTOÒILMOTIVOPERCUILASCIAREAPERTALAPORTADELFRIGO RIFEROINUNACALDAGIORNATAESTIVAPORTAASCALDARELACUCINAE NON A RAFFREDDARLA INFATTI IL CALORE ASSORBITO DALLO SCOMPARTO FREDDOÒRIVERSATONELCONDENSATOREPOSTOPOSTERIORMENTEED AUMENTATODELLAQUOTADIENERGIAELETTRICASPRECATAINCALORE 5NFRIGORIFEROAPERTOÒESSENZIALMENTEUNRISCALDATOREELETTRI COMOLTOCOMPLICATO 0ERQUESTARAGIONESIUSAUNAFORMULADIVERSAPERILCALCOLO DEL#/0INRISCALDAMENTOOINRAFFREDDAMENTO)NQUESTULTIMO NONINTERESSAQUANTOCALOREÒDISPERSODALCONDENSATORE MA SOLOQUANTOCALOREÒESTRATTODALLAZONAFREDDA $ISEGUITOSIRIPORTANOLEEQUAZIONIPERILCALCOLODEL#/0IN APPLICAZIONIPERILRISCALDAMENTOEPERILRAFFREDDAMENTO DOVE 4IUHGGR Ò LA QUANTITÌ DI CALORE ESTRATTA DA UNA RISERVA FREDDA ALLA TEMPERATURA 7IUHGGD E 4FDOGR Ò LA QUANTITÌ DI CALORE DISTRIBUITAADUNARISERVACALDAALLATEMPERATURA7FDOGD ,EPOMPEDICALORECOMMERCIALISONOATTUALMENTEINRAPI DOSVILUPPOIL#/0ÒCRESCIUTONEGLIULTIMIANNIDAAE IN ALCUNICASI PERlNOA $I CONSEGUENZA ESSE STANNO DIVENTANDO UNA VALIDA SCELTA PER IL RISCALDAMENTO DOMESTICO DOVE SONO UTILIZZATE COMU NEMENTE QUELLE AD ARIA E QUELLE GEOTERMICHE ANCHE IN CON GIUNZIONE CON CALDAIE TERMICHE A QUESTO PROPOSITO SI TENGA PRESENTE CHE LARIA A ²# CONTIENE ANCORA L DEL CALORE DELLARIAA²# 0ERLEPOMPEDICALORECHESFRUTTANOLARIAIL#/0ÒLIMITATO QUANDOOPERANOINCLIMIMOLTOFREDDI DOVECÒMENOCALORE ALLESTERNODATRASFERIREALLINTERNODIUNEDIlCIO4IPICAMENTEIL #/0SCADEQUANDOFUORILATEMPERATURASCENDEATTORNOA ²# O ²#1UANDOSICOMPRAUNAPOMPADICALOREÒIMPORTAN TEPRESTAREATTENZIONEAL#/0 AQUALEINTERVALLODITEMPERATU RATALE#/0SIRIFERISCE ALCOSTODIINSTALLAZIONEDELLAPOMPA A QUANTOCALOREPUÛTRASFERIRE ALRUMOREGENERATO #ONSIDERATA INVECE UNA POMPA DI CALORE CHE SFRUTTA IL SOTTOSUOLO DI SOLITO LACQUA SOTTERRANEA CHE RIMANE A UNA TEMPERATURA SUFlCIENTEMENTE COSTANTE DURANTE LANNO SOT TO A UNA PROFONDITÌ DI   M IL SUO #/0 Ò MAGGIORE RISPETTO ALLAPOMPACHESFRUTTALARIAEDÒCOSTANTEDURANTELANNOIN COMPENSOLASUAINSTALLAZIONEÒPIáDIFlCOLTOSAEPIáCARA,E POMPE DI CALORE SONO SEMPRE PIá UTILIZZATE PER RISCALDARE LE PISCINEELACQUAPERUSIDOMESTICI 0OMPADICALOREADARIAPERCONDIZIONAMENTO #ISONODUETIPIDIPOMPEDICALOREADARIALAPIáCOMUNEÒ QUELLAARIA ARIA CHEESTRAECALOREDALLARIAELORIVERSAALLINTER NO O ALLESTERNO DI UN EDIlCIO A SECONDA DELLA STAGIONE SE GUEPOIQUELLAARIA ACQUA CHEÒUTILIZZATAINAMBIENTICONLA DISTRIBUZIONEIDRONICADELCALOREQUESTASECONDASOLUZIONEÒ COMUNQUEPIáRARA  ,EPOMPEDICALOREADARIAPOSSONOESSERE s PROGETTATEPERLAVORAREINUNIONECONUNAFONTE SUPPLEMENTAREDIRISCALDAMENTO COMEUNACALDAIA ELETTRICA AGAS AGASOLIO s GIÌDOTATEDIRESISTENZAELETTRICAINFUNZIONEDIRISCALDATORE SUPPLEMENTARE  KCAL K*OULE  -ACCHINADIh#ARNOTvMACCHINATERMODINAMICAhIDEALEvCAPACE OPERANDOFRADUESORGENTIDICALORETERMOSTATI DIPRODURRELAVOROMECCANICOCONILMASSIMO RENDIMENTO  0RIMALEGGEDELLETERMODINAMICALENERGIANONPUÛESSERENÏCREATANÏDISTRUTTA LASOMMADELLAQUANTITÌDICALORECEDUTAAUNSISTEMAEDELLAVOROESEGUITOSU DIESSODEVECORRISPONDEREAUNAUMENTODELLENERGIAINTERNADELSISTEMASTESSO  3ECONDALEGGEDELLATERMODINAMICAÒIMPOSSIBILEREALIZZAREUNTRASFERIMENTOSPONTANEODICALOREDAUNCORPOPIáFREDDOAUNOPIáCALDO FRAIQUALIESISTAUNA DIFFERENZAlNITADITEMPERATURAPOSTULATODI#LAUSIUS ÒIMPOSSIBILECOSTRUIREUNAMACCHINACICLICACHEABBIACOMEUNICOEFFETTOLAPRODUZIONEDILAVORO SOT TRAENDOCALOREAUNUNICASORGENTEENUNCIATODI+ELVIN 0LANCK   ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 14

3PECIALE s BIVALENTI SESONODOTATEDIUNRISCALDATOREAPROPANOPER DAMENTO LA POMPA DIMENSIONATA PER LA STAGIONE INVERNALE INNALZARELATEMPERATURADELLARIAININGRESSODALLESTERNO DESTATEOPEREREBBEINTERMITTENTEMENTE CONMINOREEFlCIEN ZA E MINORE CAPACITÌ DI DEUMIDIlCAZIONE 5N BUON COMPRO ,AFASEDIRISCALDAMENTO MESSOTRACOSTIEPRESTAZIONISTAGIONALICOMPORTACHELAPOM )LCALOREÒPRELEVATODALLARIAESTERNAEPORTATOALLINTERNODEL PADICALOREFORNISCANONPIáDELDELCARICOESTIVOENON LEDIlCIO PIáDELDELCARICOINVERNALE#OSÖFACENDO LATEMPERATURA s )LmUIDOREFRIGERANTEATTRAVERSALAVALVOLADILAMINAZIONE DIEQUILIBRIOQUELLAACUILAPOMPAFORNISCETUTTOESOLOILCALO EDIVENTAUNAMISCELALIQUIDO VAPOREABASSAPRESSIONE RECHELEDIlCIODISPERDE RISULTACOMPRESATRA²#E ²# 1UINDIENTRANELLEVAPORATORE POSTOALLESTERNO DOVEASSORBECALORElNOADIVENTAREVAPOREABASSA 0OMPADICALOREGEOTERMICAPERCONDIZIONAMENTO TEMPERATURA ,APOMPADICALOREGEOTERMICAUTILIZZAILTERRENOOLACQUACHE s )LVAPOREATTRAVERSALgACCUMULATORE DOVEÒRACCOLTOANCHE SITROVANELTERRENOCOMEFONTEOCOMEDISPERSOREDICALORE)L OGNIRIMANENTELIQUIDO1UINDIVIENECOMPRESSO CON TRASPORTODELLENERGIATERMICAÒEFFETTUATOMEDIANTELASTESSA CONSEGUENTEINNALZAMENTODELLATEMPERATURA ACQUAOMEDIANTEUNLIQUIDOANTIGELO ECCETTONELLEPOMPEDI s )LVAPORECALDOGIUNGENELCONDENSATORE CHEÒILRADIATORE CALOREAESPANSIONEDIRETTA INCUISIUSAUNmUIDOREFRIGERANTE POSTOALLINTERNODELLEDIlCIOVICINOALLEVENTUALECALDAIA CHECIRCOLANELLOSCAMBIATOREPOSTONELTERRENO  ECAMBIADIFASERILASCIANDOILCALOREDILIQUEFAZIONE CALORELATENTE )LLIQUIDOOTTENUTORITORNAALLAVALVOLADI !DIFFERENZADELLEPOMPEDICALOREADARIA QUELLEGEOTERMI CHEPOSSONOFUNZIONAREINRAFFREDDAMENTOANCHEINMODALITÌ LAMINAZIONEEILCICLOSIRIPETE PASSIVAESSEESTRAGGONOCALOREDALLEDIlCIOPOMPANDONELSI !LLATEMPERATURAESTERNADIEQUILIBRIOLACAPACITÌDIRISCALDA STEMALACQUAFREDDAOILLIQUIDOANTIGELO SENZALAZIONEDELLA MENTODELLAPOMPAPAREGGIALEDISPERSIONITERMICHEDELLEDI POMPADICALOREVERAEPROPRIA lCIO MENTRESOTTOADESSAÒNECESSARIOLAPPORTODIUNACALDAIA )L SISTEMA DI TUBAZIONI CHE PERCORRE IL TERRENO PUÛ ESSERE TRADIZIONALE3ISOTTOLINEACHELAPOMPADICALOREPRODUCEARIA APERTOOCHIUSO.ELSISTEMAAPERTOSIESTRAELACQUADAUNA INGRANDIQUANTITÌ LSPERK7 ATEMPERATURETRAI²# FALDA SOTTERRANEA LA SI PORTA lNO ALLO SCAMBIATORE DI CALORE EI²# TENDENDOADOPERAREPERPERIODIPIáLUNGHIRISPETTOA EQUINDILASISCARICAINUNCORSODACQUA DINUOVONELLAME UNANORMALECALDAIA CHERILASCIAARIATRAI²#EI²# DESIMA FALDA O IN UN BACINO APPOSITAMENTE COSTRUITO E CHE PERMETTALARIlLTRAZIONEVERSOILTERRENO .ELSISTEMACHIUSOIL ,AFASEDIRAFFREDDAMENTO CALOREÒINTERCETTATODALTERRENOPERMEZZODIUNATUBAZIONE $ESTATESIINVERTEILCICLOAPPENADESCRITTOINMODODACAM CONTINUASOTTERRATA CONALSUOINTERNOUNmUIDOREFRIGERANTE BIAREDIREZIONEALmUSSODICALOREILLIQUIDOREFRIGERANTEEVA PERLEPOMPEAESPANSIONEDIRETTA OLIQUIDOANTIGELOMANTE PORANELRADIATOREINTERNOECONDENSANELRADIATOREESTERNO NUTOABASSATEMPERATURAEPRESSURIZZATO ,ARIAINTERNAVIENEANCHEDEUMIDIlCATA )LCICLODIRISCALDAMENTO ,AFASEDISBRINAMENTO 1UANDOILRADIATOREESTERNOOPERACOMEEVAPORATORE LASUASU PERlCIERISULTAABASSATEMPERATURAQUANDOANCHELARIAESTER NA Ò FREDDA FASE DI RISCALDAMENTO NELLA STAGIONE INVERNALE  1UESTOCOMPORTALAFORMAZIONEDIGHIACCIOSUDIESSO DOVUTA ALLA PRESENZA DI UMIDITÌ NELLARIA ESTERNA E DI CONSEGUENZA UNA RIDUZIONE DELLEFlCIENZA DELLO SCAMBIO TERMICO IL GHIAC .ELLE POMPE DI CALORE A ESPANSIONE DIRETTA IL mUIDO REFRIGE RANTE RACCOGLIE IL CALORE DAL SOTTOSUOLO E QUINDI ENTRA DIRET TAMENTE NEL COMPRESSORE .ELLE POMPE DI CALORE CHE USANO LACQUAOUNLIQUIDOANTIGELOSIHAUNACESSIONEDICALOREIN TERMEDIA DAI LIQUIDI DETTI PRIMA AL mUIDO REFRIGERANTE IN UN PRIMOSCAMBIATOREDICALORE)NSEGUITOILCICLOPROSEGUECOME NELLEPOMPEDICALOREADARIA CIO Ò ISOLANTE  0ER DISCIOGLIERE LO STRATO DI GHIACCIO LA VALVOLA REVERSIBILEINVERTEILCICLOELAVENTOLADELLEVAPORATOREESTERNO SI FERMA IN MODO DA RIDURRE LENERGIA TERMICA NECESSARIA PER LOSBRINAMENTO/VVIAMENTE MENTRELAMACCHINAÒINQUESTA FASE ILRADIATOREINTERNORAFFREDDALARIADELLEDIlCIOEQUINDIVI ÒLANECESSITÌDIRISCALDARLAPRIMADIIMMETTERLAINCIRCOLO )LCICLODIRAFFREDDAMENTO ! DIFFERENZA DELLE POMPE DI CALORE AD ARIA NON Ò NECESSARIA LOPERAZIONE DI SBRINAMENTO IN QUANTO LA TEMPERATURA NEL SOTTOSUOLO Ò MOLTO PIá STABILE E IL COMPRESSORE Ò SISTEMATO ALLINTERNODELLEDIlCIO 6ISONODUEMETODIPERSTABILIREQUANDOEFFETTUARELOSBRI NAMENTO s CONUNSENSOREDITEMPERATURAESTERNOEUNTIMERCHE INVERTEILCICLOOGNITOTMINUTI s CONUNSISTEMADICONTROLLOPIáRAFlNATO CHEMONITORAIL mUSSODARIA LAPRESSIONEDELREFRIGERANTE LATEMPERATURA DELLARIA %FlCIENZA ,EPOMPEDICALOREGEOTERMICHEFUNZIONANTICONACQUASOT TERRANEA O A SISTEMA APERTO HANNO UN #/0 VARIABILE DA   A   E UN %%2 COMPRESO TRA   E   QUELLE CON CIRCUITO CHIUSOHANNOUN#/0COMPRESOTRA E  MENTREL%%2Ò COMPRESOTRA E  )LSECONDOMETODO SEPPURPIáCARO ÒPREFERIBILEINQUANTO ,AFALDAFREATICAOGEOTERMICAQUALEAUSILIODELLAPOMPA EVITASBRINAMENTINONNECESSARIEQUINDIMIGLIORALEFlCIENZA DICALORE DELLAMACCHINA ,ATEMPERATURADIOLTREILDELGLOBOTERRESTREÒSUPERIORE A²#SOLOLPERMILLEDELGLOBOnIKMESTERNInSITROVA $IMENSIONAMENTO AMENODI²# !NCHESELAPOMPADICALOREPUÛFORNIRETUTTOILCALORENECES ,A SUPERlCIE TERRESTRE EMANA CALORE NELLO SPAZIO QUANTI SARIO AD UN EDIlCIO NON Ò CONVENIENTE QUANDO I CARICHI PER lCABILEINUNACORRENTETERMICAMEDIADI 7ATTPERME ILRISCALDAMENTOSONOMOLTOMAGGIORIDIQUELLIPERILRAFFRED TROQUADRATO#IÛRAPPRESENTAPERLASUPERlCIEDIUNAREGIONE ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

p. 15

3PECIALE ESTESA ADESEMPIO QUANTOLA#AMPANIAUNAPRESTAZIONENON SFRUTTATADIMEGAWATT VALORECHECORRISPONDEALLINCIRCA ALLENERGIAPRODOTTADATUTTELECENTRALINUCLEARIDELLA3VIZZERA #OME GIÌ DETTO UNA POMPA DI CALORE SFRUTTA IL CALORE AM BIENTALE PER IL RISCALDAMENTO E PER LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA ,A POMPA FUNZIONA SECONDO LO STESSO PRINCIPIO DI UN FRIGORIFERO MAINMODOINVERSO ,E POMPE DI CALORE IN FALDA FREATICA USANO COME @POZZO FREDDO UNA FALDA FREATICA DOVE LA TEMPERATURA DELLACQUA OSCILLAMEDIAMENTETRA ²#)NPRATICAVIENEULTERIORMENTE RAFFREDDATOIL@POZZOFREDDOPERPOTERESTRARRETUTTALENERGIA ACCUMULATA DALLACQUA DI FALDA ,E TEMPERATURE DI FUNZIONA MENTO DI UNA POMPA DI CALORE IN FALDA FREATICA CONSENTONO DIARRIVARElNOA²#COMETEMPERATURADIFALDAEDI²#SUL CIRCUITOSECONDARIO $ALLE TEMPERATURE DI FUNZIONAMENTO SI COMPRENDE COME SIAPOSSIBILEPRODURRESIAACQUAPERILRISCALDAMENTOCHEPER LUTILIZZOSANITARIOSELAPOMPADICALOREVIENEACCOPPIATAAD UNABANCATADICOLLETTORIFOTOVOLTAICIÒPOSSIBILERIDURRELUTILIZ ZODICOMBUSTIBILIFOSSILIINMODODRASTICO 4UTTELEPOMPEDICALOREINFALDAFREATICA DIOTTIMAFATTURA GARANTISCONO#/0NONINFERIOREAIPOTIZZANDOUNARICHIESTA DICALOREDELLACASADIK7HHTERMICIPERSOPPERIREALRISCAL DAMENTO SARANNO NECESSARI  K7HH ELETTRICI PER@GENERARE I SUDDETTI)NFATTIK7HH#/0K7HH !LLO STESSO RISULTATO E CON GLI STESSI PRINCIPI PORTEREBBERO LE POMPE DI CALORE GEOTERMICHE CHE A DIFFERENZA DELLE PRE CEDENTI CHEUTILIZZANOLACQUADIFALDA UTILIZZANODIRETTAMEN TE IL TERRENO COME@POZZO FREDDO #OME SCAMBIATORE IN FALDA VENGONOUTILIZZATELESONDEGEOTERMICHE CHEPERMETTONOLO SCAMBIODICALOREANCHECONILTERRENOPOMPEDICALOREGEO TERMICHE  $IMENSIONAMENTO #OME PER LE POMPE DI CALORE AD ARIA NON Ò CONVENIENTE DI MENSIONARE LA POMPA GEOTERMICA PER SODDISFARE TUTTE LE RI CHIESTEDIENERGIATERMICADIUNEDIlCIOCONVIENEDIMENSIO NARLA PER IL   DEL MASSIMO CARICO SOMMA DELLENERGIA TERMICAPERRISCALDARELINTEROEDIlCIOELACQUACALDARICHIESTA DALLEUTENZE LASCIANDOAUNSISTEMASUPPLEMENTARELERICHIE STEOCCASIONALI#OSÖFACENDO LAPOMPAVIENEAFORNIREIL DELLATOTALEENERGIATERMICAUTILIZZATA ,ANECESSITÌDIACQUADALTERRENOPERUNAPOMPADIK7 ÒTRA LSE LS 3ISTEMAACIRCUITOCHIUSO 1UANDOGLISPAZISONORISTRETTI LATUBAZIONEÒPOSTAVERTICAL MENTE IN FORI DI  MM PIá STRETTI INVECE PER IL SISTEMA A ESPANSIONEDIRETTA AUNAPROFONDITÌTRAIEIM$ISOLITO SONONECESSARITRAGLIEIMDITUBAZIONEOGNI K7DI CAPACITÌDELLAPOMPA 1UANDOGLISPAZISONOMAGGIORI LATUBAZIONEÒPOSTAORIZ ZONTALMENTEAUNAPROFONDITÌTRAIEI M$ISOLITOSONO NECESSARITRAIEIMDITUBAZIONEOGNI K7DICAPA CITÌDELLAPOMPA ,ATUBAZIONE APARTENELCASODELLESPANSIONEDIRETTAINCUI ÒDIRAME CONVIENESIADIPOLIETILENEOPOLIBUTILENESERIE CONIGIUNTISALDATITERMICAMENTE COSÖCHELADURATAPOSSAES SERETRAIEIANNISEMPRECHEILCONTATTOCOLTERRENOSIA ACCURATO QUESTI MATERIALI ASSICURANO UNA BUONA CONDUZIONE TERMICA #ONSIDERAZIONISULLINSTALLAZIONE )L COSTO DI INSTALLAZIONE PUÛ ESSERE lNO A  VOLTE MAGGIORE DIQUELLODIUNACALDAIATRADIZIONALEEDOVREBBEESSERERECU PERATO GRAZIEAIRISPARMIENERGETICI INUNTEMPOATTORNOAI ANNIPERESSEREECONOMICAMENTEATTRAENTE3ITENGAPRESENTE CHE LE POMPE GEOTERMICHE PERMETTONO MEDIAMENTE UN RI SPARMIODELDIENERGIARISPETTOAQUELLEADARIAEDHANNO UNASPETTATIVADIVITADICIRCA ANNIMAGGIORERISPETTOA QUELLEADARIAINQUANTOILCOMPRESSOREÒSOTTOPOSTOAMINORI STRESSMECCANICIEDÒPROTETTODALLAMBIENTE  !PPLICAZIONIPARTICOLARI 5NAAPPLICAZIONEPARTICOLAREDELLAPOMPADICALOREÒILRISCAL DAMENTO DELLACQUA CALDA SANITARIA SI TROVANO IN COMMERCIO POMPEDICALORECONBOILERINCORPORATONELQUALEÒIMMERSO ILCONDENSATOREDELLAMACCHINACHESIPRESENTACOMEUNNOR MALESERPENTINODIRAME$ISOLITOQUESTOTIPODIBOILERAPOM PADICALOREVIENEINSTALLATOINUNVANOCALDAIA INUNBOXAUTO OINAMBIENTIDISERVIZIOCHESIPOSSONOLIEVEMENTEREFRIGERARE UTILIZZANDOLENERGIACONTENUTANELLARIAPERRISCALDARELACQUA SANITARIACONTENUTANELBOILER !LTRA APPLICAZIONE Ò IL RISCALDAMENTO DELLACQUA DI PISCINE .ELLEZONEDELL)TALIASETTENTRIONALELUTILIZZODELLEPISCINECO PERTEÒRIDOTTOADUE TREMESILANNOPERPROLUNGAREILPERIO DODIUTILIZZOSPESSOSIDECIDEDIINCREMENTAREDIQUALCHEGRA DO LA TEMPERATURA DELLACQUA CON UNA CALDAIA A COMBUSTIBILI CONELEVATICOSTIDIGESTIONE)DENTICAPRESTAZIONESIPOTREBBE OTTENERE CON UNA POMPA DI CALORE MA CON COSTI DI GESTIONE RIDOTTIANCHEDELPOICHÏIL#/0RISULTANTEPOTREBBERAG GIUNGEREANCHEUNVALOREDIINQUANTOLADIFFERENZATRATEM PERATURA DI EVAPORAZIONE E DI CONDENSAZIONE RISULTA MOLTO INFERIOREADUNAAPPLICAZIONENORMALE !LTRA APPLICAZIONE Ò IL RECUPERO DI CALORE DA PROCESSI PRO DUTTIVIINDUSTRIALI CALORECHEVERREBBECOMUNQUEDISPERSOE CHE SI POTREBBE UTILIZZARE RIDUCENDO LA POTENZA INSTALLATA E I RELATIVICOSTIDIGESTIONEPERTANTOILMAGGIORCOSTOINIZIALEDEL LIMPIANTOAPOMPADICALOREPOTREBBEESSEREAMMORTIZZATO INUNPERIODODI ANNINEICASIMENOVANTAGGIOSICLIMATIZ ZAZIONIDEGLIAMBIENTI EDIANNINEICASIPIáECLATANTI #ONSIDERAZIONICONCLUSIVE 3I Ò GIÌ DETTO CHE IL RAPPORTO TRA LA QUANTITÌ DI CALORE CEDU TO NEL CONDENSATORE E LA QUANTITÌ DI CALORE SPESA IN LAVORO MECCANICO OVVERO QUANTITÌ DI ENERGIA ELETTRICA CONSUMATA PER IL FUNZIONAMENTO DEL COMPRESSORE VIENE CHIAMATO #/0 #OEFlCIENTOF0ERFORMANCE ECHEDIPENDEDALLETEMPERATURE DIEVAPORAZIONEEDICONDENSAZIONEEDALLAQUALITÌINTRINSECA DELLAMACCHINA6ALORINORMALISONOCOMPRESIFRA    4ALEPARAMETROPERMETTEDIOTTENEREUNCOSTOSPECIlCOME DIO PER UNITÌ DI CALORE PRODOTTO CHE Ò METÌ DI QUELLO DI UN IMPIANTOTRADIZIONALECONCALDAIAFUNZIONANTEAGASOLIOEDEL INMENOCONCALDAIAAGASMETANO )NALTRITERMINI SEINUNAUNITÌIMMOBILIAREMONOFAMILIAREIL COSTODIRISCALDAMENTOCONGASOLIOFOSSEDIENTITÌ CONGAS METANO SAREBBE DI    MENTRE CON UNA POMPA DI CALORE POTREBBE RIDURSI A    )NOLTRE UTILIZZANDO UNA POMPA DI CALOREPERILRISCALDAMENTODEGLIAMBIENTISIPUÛCONTESTUAL MENTEAVEREILCONDIZIONAMENTOELADEUMIDIlCAZIONE SEM PRECONLASTESSAMACCHINAECONUNTRASCURABILEAUMENTODI PREZZO DOVENDO EQUIPAGGIARE LA MEDESIMA SOLAMENTE CON UNAVALVOLADIINVERSIONEDELCICLODI#ARNOT  ,ARIVISTADELCONSULENTEDAZIENDA ANNO NŽ GENNAIO FEBBRAIO

[close]

Comments

no comments yet