CURRICOLO d'ISTITUTO

 

Embed or link this publication

Description

CURRICOLO DELL'I.C. DI OZZANO DELL'EMILIA

Popular Pages


p. 1

CURRICOLO D’ISTITUTO Scuole dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Viale 2 giugno 49 - 40064 Ozzano dell'Emilia - Bo 051 799271 051 4695202 http://www.icozzanoemilia.it 1

[close]

p. 2

IINNDDIICCEE PAG. 4 - CHE COS’È IL CURRICOLO DI ISTITUTO PAG. 5 - CHE COS’È LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE PAG. 6 - CHE COS’È IL PROFILO DELLO STUDENTE PAG. 7 - TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PAG. 9 - COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PAG. 10 - CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA PAG. 16 - AREE DISCIPLINARI E RELATIVE COMPETENZE PAG. 17 - AREA LINGUISTICO COMUNICATIVA ESPRESSIVA: LINGUA ITALIANA PAG. 43 - AREA LINGUISTICO COMUNICATIVA ESPRESSIVA: LINGUA INGLESE PAG. 63 - AREA LINGUISTICO COMUNICATIVA ESPRESSIVA: LINGUA SPAGNOLA PAG. 69 - AREA LOGICO – MATEMATICA SCIENTIFICA TECNOLOGICA: MATEMATICA 2

[close]

p. 3

PAG. 93 - AREA LOGICO – MATEMATICA SCIENTIFICA TECNOLOGICA: SCIENZE PAG. 110 - AREA LOGICO – MATEMATICA SCIENTIFICA TECNOLOGICA: TECNOLOGIA PAG. 123 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE PAG. 126 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: GEOGRAFIA PAG. 140 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: STORIA PAG. 154 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: I.R.C. PAG. 169 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: EDUCAZIONE FISICA PAG. 188 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: ARTE E IMMAGINE PAG. 204 - AREA ANTROPOLOGICA, AMBIENTALE E SOCIALE: MUSICA 3

[close]

p. 4

CCHHEE CCOOSS’’ÈÈ IILL CCUURRRRIICCOOLLOO DDII IISSTTIITTUUTTOO Secondo le “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione”, emanate con DM 16-11-2012, n. 254, il curricolo di Istituto è lo strumento principale di progettazione con cui le scuole rispondono alla domanda educativa degli alunni e delle loro famiglie, «esercitando così una parte decisiva dell’autonomia che la Repubblica attribuisce loro». La caratteristica fondamentale del curricolo è la sua progettualità, ossia la capacità di individuare con chiarezza i fini complessi del percorso di apprendimento e cercare di raggiungerli usando flessibilmente come mezzi le discipline, i traguardi per lo sviluppo delle competenze e gli obiettivi di apprendimento individuati nelle Indicazioni, con riferimento al profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione. Il curricolo di istituto è «espressione della libertà d’insegnamento e dell’autonomia scolastica» e la sua elaborazione è un «processo attraverso il quale si sviluppano e organizzano la ricerca e l’innovazione educativa». Esso è parte integrante del Piano dell’offerta formativa, come previsto dal DPR n. 275/99, e sostenuto nella Legge 107/2015, ed è fortemente condizionato dal contesto umano e sociale in cui la singola scuola si trova ad operare. 4

[close]

p. 5

CCHHEE CCOOSS’’ÈÈ LLAA CCEERRTTIIFFIICCAAZZIIOONNEE DDEELLLLEE CCOOMMPPEETTEENNZZEE Il Regolamento della valutazione (Dpr 122/09) prevede che le competenze maturate al termine della scuola primaria siano «descritte e certificate», e che al termine della scuola secondaria di primo grado siano «accompagnate anche da valutazione in decimi», tenendo conto anche delle indicazioni fornite dall’INVALSI e dalle principali rilevazioni internazionali. La scuola, è tenuta a rilasciare il Documento di certificazione alla fine della classe quinta di scuola primaria e alla fine della classe terza di scuola secondaria di primo grado, è consegnato alla famiglia dell’alunno e, in copia, all’istituzione scolastica o formativa del ciclo successivo. La certificazione delle competenze accompagna il documento di valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli alunni, rappresenta un atto educativo legato ad un processo di lunga durata e aggiunge informazioni utili in senso qualitativo in quanto descrive i risultati del processo formativo, anche in vista della ulteriore certificazione delle competenze al termine dell’obbligo di istruzione del secondo ciclo. 5

[close]

p. 6

CCHHEE CCOOSS’’ÈÈ IILL PPRROOFFIILLOO DDEELLLLOO SSTTUUDDEENNTTEE Elemento qualificante delle vigenti Indicazioni Nazionali è il Profilo dello studente, che si esplicita e si articola nelle competenze che l’alunno deve aver maturato al termine del primo ciclo di istruzione. Dal momento che «il conseguimento delle competenze delineate nel profilo costituisce l’obiettivo generale del sistema educativo e formativo italiano», Il riferimento al profilo è dunque il modo per rendere tangibile la dichiarata centralità dello studente. La lettura del Profilo consente di trovare una corrispondenza tra ciascun enunciato del Profilo e una o più delle competenze chiave europee per l’apprendimento permanente, individuate dalla Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006. 6

[close]

p. 7

TTRRAAGGUUAARRDDII PPEERR LLOO SSVVIILLUUPPPPOO DDEELLLLEE CCOOMMPPEETTEENNZZEE Al termine della scuola dell’Infanzia, della scuola Primaria e Secondaria di primo grado vengono fissati i seguenti traguardi per lo sviluppo delle competenze relative ai campi di esperienza ed alle discipline. Essi indicano percorsi culturali e didattici da seguire e costituiscono criteri per la valutazione delle competenze attese, a tutela dell’unità del sistema scolastico nazionale e della qualità del servizio per ciascun alunno. INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI I GRADO Primo passo verso la costruzione del sé, verso l’autostima, la fiducia nelle proprie capacità. Sperimentando diversi ruoli e forme di identità, quelle di figlio, alunno, compagno, maschio o femmina, abitante di un territorio, appartenente ad una comunità sempre più ampia e plurale, il bambino ne conosce gli aspetti, attua forme di adattamento, compie le sue prime scelte. L'educazione plurilingue, cioè il confronto e il contatto con l'alterità linguistica e culturale, valorizza le diversità e favorisce lo sviluppo dell'identità del bambino Ulteriore sviluppo della conoscenza di sé nelle dimensioni cognitiva, sociale ed etica, attraverso l'approfondimento degli alfabeti caratteristici di ciascuna disciplina, che consente la formazione del pensiero riflessivo e critico. Il bambino dovrà interagire e aprirsi al diverso e al nuovo, interiorizzare i valori di giustizia, libertà, rispetto di sé e dell'ambiente, rispetto degli altri, solidarietà. Scoprire l'altro da sé e attribuire progressivamente importanza a chi lo circonda; accettare e riconoscere l’esigenza di stabilire regole condivise; il primo esercizio di dialogo fondato sulla reciprocità dell'ascolto, il primo riconoscimento di diritti e doveri uguali per tutti; porre le fondamenta di un comportamento eticamente rispettoso degli altri, dell'ambiente e della natura. L'educazione alla cittadinanza viene promossa attraverso esperienze significative che consentano di conoscere e rispettare le regole sociali nella classe, favorendo forme di cooperazione, anche attraverso la conoscenza dei fondamentali articoli della Costituzione Italiana. 7 L'educazione alla cittadinanza avviene attraverso la costruzione del senso di legalità e lo sviluppo di un'etica della responsabilità che non devono prescindere da una prima conoscenza della Costituzione della Repubblica italiana.

[close]

p. 8

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI I GRADO Le competenze, come elaborazione di conoscenze, abilità e atteggiamenti, in questa fascia di età sono da intendersi in modo globale ed unitario, come formazione e sviluppo della persona che “agisce per fare”. Per il bambino acquisire competenze significa giocare, muoversi, manipolare, curiosare, domandare, imparare a riflettere sull'esperienza, ascoltare, e comprendere narrazioni e discorsi, raccontare e rievocare esperienze, essere in grado di descrivere, rappresentare, immaginare e “ripetere” con simulazioni e linguaggi diversi. Costruire, interpretare, interrogarsi, sia a scuola che in famiglia ed in luoghi e contesti diversifi in quanto “persona che apprende” e diviene competente. Le competenze delle singole discipline concorrono alla promozione di competenze trasversali, quali la comprensione, l'utilizzo dei diversi linguaggi e l'abilità nel relazionare i vari ambiti disciplinari; esse sono promosse continuamente nell'ambito di tutte le attività di apprendimento Le competenze consentono di utilizzare le conoscenze, le abilità e le attitudini personali, sociali e /o metodologiche in situazioni di studio, di comune complessità e per lo sviluppo individuale. Le competenze non hanno carattere meramente disciplinare ma anche generale e trasversale e coincidono con l'acquisizione di un livello di comprensione che presuppone certamente i saperi disciplinari ma non si esaurisce in essi. Partendo dalla fiducia in sé e degli altri, tale competenza consente al bambino di provare soddisfazione a fare da sé e nel saper chiedere aiuto. Determinata dalla curiosità, sicurezza, motivazione favorisce il riconoscimento e il controllo delle proprie emozioni, per poterle esprimere in maniera adeguata; consente di partecipare alle decisioni esprimendo opinioni e di assumere comportamenti ed atteggiamenti sempre più consapevoli. Nella Scuola Primaria vengono poste le basi per la costruzione di personali strategie di apprendimento e strategie d'azione. E' la competenza ultima che consente all'alunno di utilizzare quelle disciplinari e trasversali in contesti noti e non, esprimendo la propria conoscenza di sé e i valori di cittadinanza acquisiti. 8

[close]

p. 9

CCOOMMPPEETTEENNZZEE CCHHIIAAVVEE DDII CCIITTTTAADDIINNAANNZZAA COMUNICAZIONE NELLA LINGUA ITALIANA COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIA COMPETENZE DIGITALI IMPARARE AD IMPARARE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE SPIRITO D’INIZIATIVA E IMPRENDITORIALITÀ 9 CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

[close]

p. 10

CCEERRTTIIFFIICCAAZZIIOONNEE DDEELLLLEE CCOOMMPPEETTEENNZZEE aall tteerrmmiinnee ddii ooggnnii OORRDDIINNEE ddii SSCCUUOOLLAA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA COMUNICAZIONE NELLA LINGUA ITALIANA SCUOLA DELL’INFANZIA Usa la lingua italiana ascoltando, comprendendo parole, discorsi e narrazioni, raccontando e inventando storie, progettando attività e definendo regole. Sa chiedere e dare spiegazioni. Si esprime e comunica verbalmente agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni in differenti situazioni. Arricchisce e precisa il lessico, facendo ipotesi sui significati, sperimentando rime, filastrocche, drammatizzazioni. Inventa nuove parole, cercando somiglianze e analogie tra i suoni e i significati DESCRITTORI SCUOLA PRIMARIA Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di capire le consegne orali e scritte, partecipare in modo adeguato a scambi comunicativi, leggere e comprendere vari tipi di testo anche in funzione dello studio, scrivere testi ortograficamente corretti, chiari e coerenti, ampliare e utilizzare il proprio lessico, analizzare e organizzare in modo logico – sintattico frasi e discorsi per comunicare in maniera funzionale allo scopo. SCUOLA SECONDARIA Interagisce nelle diverse situazioni comunicative esprimendo bisogni, desideri e sentimenti, ascolta le idee altrui ed esprime le proprie. Legge, analizza e comprende testi e messaggi di diversa tipologia e complessità. Produce testi e messaggi di diversa tipologia, adeguati allo scopo comunicativo e al destinatario. 10

[close]

p. 11

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA SCUOLA DELL’INFANZIA /// COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE DESCRITTORI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA È in grado di comprendere brevi e facili messaggi orali e scritti legati a situazioni della vita quotidiana per interagire con compagni e docenti, di descrivere in modo semplice vissuti personali e bisogni immediati, di interagire nel gioco anche con frasi memorizzate, di eseguire consegne date in lingua straniera, di conoscere alcuni aspetti culturali del popolo inglese. Interagisce in semplici scambi dialogici relativi alla vita quotidiana dando e chiedendo informazioni, usando un lessico adeguato a funzioni comunicative appropriate. Capisce gli elementi principali in un discorso chiaro in lingua standard su argomenti familiari. Comprende testi legati alla sfera quotidiana e trova informazioni specifiche e prevedibili in testi scritti di uso corrente. Produce messaggi scritti di varia natura su argomenti riguardanti i bisogni immediati. (*)Livello A2 avvio B1 (per l'inglese) e A1/A2 (per lo spagnolo) del Quadro Comune Europeo di riferimento 11

[close]

p. 12

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA SCUOLA DELL’INFANZIA DESCRITTORI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA COMPETENZA MATEMATICA E COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIA Osserva con attenzione il proprio corpo, gli organismi viventi e i loro ambienti, i fenomeni naturali, accorgendosi dei loro cambiamenti Sa individuare le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro, sopra/sotto, destra/sinistra, ecc. Segue correttamente un percorso sulla base di indicazioni verbali. Sa raggruppare e ordinare oggetti e materiali secondo criteri diversi, identificandone alcune proprietà, sa confrontare, valutare quantità e utilizzare simboli per registrarle. E’ in grado di eseguire misurazioni usando strumenti alla propria portata e di collocare le azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana. Utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative. Esplora le potenzialità offerte dalle tecnologie È in grado di eseguire calcoli mentali e scritti con i numeri naturali, di risolvere facili problemi controllandone il processo ed il risultato, di costruire ragionamenti formulando ipotesi e confrontandole con gli altri. Sa descrivere, denominare e classificare elementi in ambito scientifico e matematico, anche utilizzando strumenti di misura e per il disegno geometrico. Sa costruire e interpretare tabelle e grafici. MATEMATICA Utilizza le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico ed algebrico, rappresentandole anche sotto forma grafica. Confronta ed analizza figure geometriche, individuando invarianti e relazioni. Individua le strategie appropriate per la soluzione di problemi. Analizza dati e li interpreta sviluppando deduzioni e ragionamenti sugli stessi anche con l'ausilio di rappresentazioni grafiche, usando consapevolmente gli strumenti di calcolo e le potenzialità offerte da applicazioni specifiche di tipo informatico. SCIENZA E TECNOLOGIA Osserva, descrive ed analizza fenomeni appartenenti alla realtà naturale ed artificiale. Analizza qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni chimiche, fisiche, biologiche, energetiche a partire dall'esperienza. E' consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui vengono applicate. 12

[close]

p. 13

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA SCUOLA DELL’INFANZIA DESCRITTORI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA /// COMPETENZA DIGITALE È in grado di utilizzare le funzioni basilari del computer per varie forme espressive, per la video-scrittura, per eseguire semplici calcoli e costruire grafici, per scrivere e-mail e per ricercare informazioni con collegamenti internet Usa con consapevolezza le tecnologie della comunicazione per ricercare e analizzare dati ed informazioni, per distinguere informazioni attendibili da quelle che necessitano di approfondimento, di controllo e di verifica e per interagire con soggetti diversi nel mondo. IMPARARE AD IMPARARE Percepisce le proprie esigenze e i propri sentimenti, e li esprime in modo sempre più adeguato. Comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente. Inventa storie e le esprime attraverso la drammatizzazione, il disegno,la pittura e altre attività manipolative. Possiede ed usa strategie flessibili di apprendimento e di studio (per la comprensione, la memorizzazione e l’esposizione). È capace di ricercare, selezionare e organizzare conoscenze. Organizza il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro. 13

[close]

p. 14

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA SCUOLA DELL’INFANZIA DESCRITTORI SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Adotta pratiche corrette di cura di sé, di igiene e di sana alimentazione. Ha maturato condotte che consentono una buona autonomia nella gestione della giornata a scuola. Riflette, si confronta, discute con gli adulti e con gli altri bambini e inizia a riconoscere la reciprocità di attenzione tra chi parla e chi ascolta. È in grado di conoscere e praticare corretti stili di vita; sa agire in maniera adeguata nei rapporti con gli altri (coetanei e adulti); ha consapevolezza della necessità e del rispetto delle regole sociali; sa assumere adeguati comportamenti civici nell’ambiente sociale e si autoregola. SPIRITO D’INIZIATIVA Sa chiedere e dare spiegazioni. Sperimenta e combina elementi musicali Racconta e inventa storie, progettando attività e definendo regole, e esprimendole attraverso la drammatizzazione, il disegno,la pittura e altre attività manipolative È in grado di progettare e attuare interventi manifestando spirito di iniziativa. Sa assumersi le proprie responsabilità e chiedere aiuto quando ne ha bisogno, sa rispettare i tempi esecutivi ed è disponibile ad aiutare chi vede in difficoltà. Elabora e realizza progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verificando i risultati raggiunti. 14

[close]

p. 15

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE al termine di ogni ORDINE di SCUOLA COMPETENZE CHIAVE DESCRITTORI DI CITTADINANZA SCUOLA DELL’INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Ha sviluppato il senso dell’identità personale. Riconosce il proprio corpo, le sue diverse parti e vive la propria corporeità e percependone il potenziale. Riconoscere i segnali e i ritmi del proprio corpo, le differenze sessuali e di sviluppo Prove piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori, applicati nei giochi individuali e di gruppo, anche con l’uso di piccoli attrezzi adattandoli alle situazioni ambientali a scuola e all’aperto. Rappresenta il corpo fermo e in movimento Percepisce le proprie esigenze e i propri sentimenti, e li esprime in modo sempre più adeguato. Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e le metter a confronto con altre. Manifesta interesse e curiosità per ciò che accade nel mondo contemporaneo; sa osservare ed interpretare fatti, ambienti, fenomeni e produzioni artistiche (musicali, iconiche …). In relazione alle proprie potenzialità si impegna nei campi espressivi e artistici che gli sono congeniali. Sa misurarsi con le novità e gli imprevisti AREA ANTROPOLOGICA Identifica e descrive le peculiari caratteristiche fisicoantropologiche del territorio. Mostra padronanza nell'uso dei linguaggi specifici delle discipline. Mostra padronanza nell'impiego della documentazione e della osservazione per la conoscenza delle realtà storiche e geografiche. LINGUE STRANIERE Riconosce le caratteristiche significative di alcuni aspetti della cultura del paese di cui si studia la lingua e opera confronti con la propria. AREA ESPRESSIVO-MOTORIA Realizza esperienze musicali, artistiche e motorie attraverso l'applicazione dei linguaggi specifici che utilizza e rielabora in modo personale. Padroneggia gli elementi principali del linguaggio musicale, visivo e corporeo ed è in grado di comprenderne i significati attraverso l'ascolto e l'analisi sia delle immagini che del movimento. Conosce le linee fondamentali della produzione artistica e musicale dei diversi periodi storici dal passato alla contemporaneità con particolare attenzione al patrimonio culturale del territorio. E' consapevole dell'unitarietà della cultura ed è altresì in grado di utilizzare strumenti multimediali per ampliare le proprie conoscenze. E' capace di gestire le situazioni competitive con autocontrollo e rispetto per gli altri, accettando l'eventuale insuccesso. 15

[close]

Comments

no comments yet