PTOF 2016-2019

 

Embed or link this publication

Description

Piano Triennale Offerta Formativa I.C. "G.F.Malipiero" Marcon

Popular Pages


p. 1

Istituto Comprensivo “G.F. Malipiero” Scuola dell’Infanzia – Primaria – Secondaria di I Grado Via della Cultura, 14 - 30020 Marcon (VE) sito internet: www.comprensivomalipiero.it P T O Fiano riennale dell’ fferta ormativa TRIENNIO 2016/2019

[close]

p. 2

INDICE 1. PREMESSA 1.1 Cos'è il Piano Triennale dell'Offerta Formativa pag. 6 1.2 VISION e MISSION dell’Istituto pag. 8 2. IL CONTESTO 2.1 La realtà territoriale pag. 10 3. LA REALTA' SCOLASTICA 3.1 L'Istituto Comprensivo Gian Francesco Malipiero pag. 12 3.2 Servizi generali amministrativi pag. 13 3.3 Organigramma d'Istituto pag. 14 3.4 Presentazione scuole - Piano delle infrastrutture pag. 15 3.5 Piano digitale pag. 22 4. ORGANIZZAZIONE DELLE SCUOLE 4.1 Organizzazione oraria - popolazione scolastica pag. 26 4.2 Quota oraria delle discipline pag. 32 4.3 I laboratori, gli spazi comuni pag. 33 4.4 Criteri formazione delle classi pag. 34 5. LE LINEE GUIDA DEL PROGETTO EDUCATIVO 5.1 Le Indicazioni nazionali pag. 35 5.2 Gli intenti condivisi pag. 35 5.3 I principi ispiratori del PTOF pag. 36 5.4 Finalità e obiettivi formativi pag. 39 5.5 Gli obiettivi metacognitivi trasversali pag. 40 5.6 Le competenze chiave pag. 41 5.7 I traguardi per lo sviluppo delle competenze pag. 43 5.8 L'identità delle scuole pag. 46 5.9 Dai Campi d'Esperienza alle Discipline pag. 49 5.10 L'ambiente di apprendimento pag. 50 2

[close]

p. 3

5.11 Il Curricolo d'Istituto 5.12 I rapporti scuola-famiglia 6. I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI 6.1 La definizione dei Bisogni Educativi Speciali 6.2 Rete di supporto agli alunni con Bisogni Educativi Speciali e competenze specifiche 7. LA VALUTAZIONE 7.1 La valutazione interna, la valutazione esterna, l'autovalutazione 7.2 La valutazione interna, la valutazione degli apprendimenti 7.3 La valutazione nella Scuola dell'Infanzia 7.4 La valutazione nella scuola del primo ciclo 7.5 La valutazione nella Scuola Primaria 7.6 La valutazione nella scuola Secondaria di Primo grado 7.7 L'esame di stato 7.8 La valutazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali 7.9 La valutazione esterna - le prove INVALSI 7.10 L'autovalutazione d'Istituto 7.11 Il Piano di Miglioramento 8. ACCOGLIENZA CONTINUITA' ORIENTAMENTO 8.1 Il Progetto 8.2 Progetto Accoglienza 8.3 Progetto Continuità 8.4 Progetto Orientamento 8.5 Accoglienza e integrazione alunni stranieri 8.6 Accoglienza, integrazione, sostegno alunni diversamente abili 8.7 Attività alternative all'insegnamento della religione cattolica 9. LE RISORSE 9.1 Le risorse professionali 9.2 Organico Funzionale Potenziato pag. 51 pag. 51 pag. 52 pag. 53 pag. 54 pag. 54 pag. 55 pag. 55 pag. 57 pag. 59 pag. 65 pag. 67 pag. 69 pag. 69 pag. 70 pag. 72 pag. 73 pag. 80 pag. 84 pag. 87 pag. 88 pag. 89 pag. 90 pag. 91 3

[close]

p. 4

9.3 Funzionigramma d'Istituto 9.4 Funzioni Strumentali 9.5 Piano di aggiornamento 9.6 Le risorse finanziarie 10. AMPLIAMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA 10.1 Area progettuale d'Istituto 10.2 Uscite didattiche e viaggi d'istruzione 10.3 Punto d'ascolto - sportello psicopedagogico 10.4 Piano annuale Scuola Digitale 10.5 Progetti "Genitori a scuola" pag. 92 pag. 98 pag. 100 pag. 100 pag. 102 pag. 118 pag. 118 pag. 119 pag. 120 11. COLLABORAZIONI 11.1 Elenco pag. 121 12. DOCUMENTI INTEGRATIVI AL PTOF IN ALLEGATO 12.1 Elenco pag. 122 2.2 4

[close]

p. 5

10. PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA Documento fondamentale dell’Istituzione Scolastica, ne definisce l’identità culturale e progettuale art.3 D.P.R. 275/99, modificato dal Comma 14 della L. 13/07/2015,n 107 È elaborato dal Collegio dei Docenti, tenuto conto degli Atti di indirizzo definiti dal Dirigente scolastico Individua: La progettazione curricolare extracurricolare, educativa e organizzativa Riflette le esigenze del contesto culturale, sociale, economico della realtà locale Ha durata triennale anche se può essere modificato annualmente La programmazione di interventi mirati per il miglioramento, tenuto conto degli esiti del RAV d'Istituto È un impegno verso alunni e famiglie E' approvato dal Consiglio d’Istituto La valutazione degli alunni Le prove INVALSI Autovalutazione dell’Istituto Il PTOF viene pubblicato nel Portale unico della scuola per consentire una lettura comparata alle famiglie 5

[close]

p. 6

1. PREMESSA 1.1 COS'E' IL PTOF Il PIANO TRIENNALE DEL'OFFERTA FORMATIVA dell’Istituto Comprensivo “G.F. Malipiero” è stato elaborato nel rispetto delle nuove indicazioni dettate dall' art. 1 comma 14 della Legge n. 107 del 13 luglio 2015 che contiene una modifica del “Regolamento dell’Autonomia delle Istituzioni scolastiche” (D.P.R. N° 275/99), che riguardava appunto il POF. Le caratteristiche del nuovo documento sono: • Il piano è triennale, ma rivedibile annualmente • Il piano esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia • Il piano è coerente con gli obiettivi nazionali • Il piano riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell'offerta formativa • Il piano è rapportato alle effettive risorse umane, materiali e finanziarie della scuola Il documento è stato elaborato dal Collegio dei Docenti, in base agli Atti di indirizzo definiti dal Dirigente Scolastico, approvato dal Consiglio di Istituto, e verrà pubblicato nel Portale Unico della Scuola per consentire alle famiglie una lettura comparativa. La sua funzione fondamentale è quella di: 1) informare sulle modalità di organizzazione e funzionamento dell’Istituto; 2) presentare “la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa” che l’Istituto mette in atto per raggiungere gli obiettivi educativi e formativi; 3) orientare rispetto alle scelte fatte, a quelle da compiere durante il percorso triennale ed al termine di esso. Pur nella molteplicità delle azioni didattiche e della specificità di ogni ordine di scuola, l’intero PTOF si caratterizza come un progetto unitario ed integrato, elaborato professionalmente nel rispetto delle reali esigenze dell'utenza e del territorio. Si avvale inoltre • degli esiti emersi dal Rapporto di Autovalutazione d'Istituto (RAV) che determinano i contenuti del Piano di Miglioramento e conseguentemente le azioni progettuali educativo - didattiche di ampliamento dell'offerta formativa. • dei dati relativi alle prove standardizzate INVALSI utilizzati per potenziare ambiti disciplinari in un'ottica di continuità orizzontale. 6

[close]

p. 7

Costituiscono parte integrante del Piano i seguenti documenti: • il fabbisogno di infrastrutture e di attrezzature materiali • i Piani di Miglioramento dell'istituzione scolastica previsti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 marzo 2013, n. 80 • la programmazione delle azioni di formazione del personale docente e ATA. Il Piano inoltre indica gli insegnamenti e le discipline tali da coprire: A) il fabbisogno dei posti comuni e di sostegno dell'organico dell'autonomia, sulla base del monte orario degli insegnamenti, con riferimento anche alla quota di autonomia dei curricoli e agli spazi di flessibilità, nonché del numero di alunni con disabilità. B) il fabbisogno dei posti per il potenziamento dell'offerta formativa C) il fabbisogno relativo ai posti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, nel rispetto dei limiti e dei parametri stabiliti dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 119. 7

[close]

p. 8

1.2: VISION E MISSION DELL’ISTITUTO La VISION rappresenta l’identità del nostro Istituto, condivisa da tutte le figure professionali, da realizzare in un periodo a medio - lungo termine. La MISSION è costituita dalla scelta dei principali intenti e obiettivi, derivanti dalla VISION e quindi orienta tutta l’organizzazione dell’Istituto. La Vision e la Mission pervadono la progettazione curricolare di ogni grado scolastico e le azioni progettuali di ampliamento dell’offerta formativa. VISION Fare dell’Istituto un luogo di crescita, di motivazione e di aggregazione culturale e relazionale per Famiglie e Giovani del territorio Diventare un Polo di Formazione e di Innovazione FINALITÀ Realizzare un Percorso Metodologico e Didattico condiviso Promuovere la partecipazione per consentire a ciascun individuo, valorizzandone le potenzialità, di s8volgere il proprio ruolo all’interno di progetti didattico-educativi

[close]

p. 9

MISSION Formare ed orientare attraverso l’esperienza ciascun individuo, creando occasioni ed opportunità di crescita personale e professionale. SUCCESSO SCOLASTICO E INTEGRAZIONE Attivare azioni per valorizzare le eccellenze e supportare gli alunni in difficoltà limitando la dispersione scolastica e favorendo l’integrazione. FORMAZIONE Incentivare una didattica innovativa. CONTINUITA’ E ORIENTAMENTO Predisporre e realizzare interventi che ACCOGLIENZA Favorire l’accoglienza di Studenti, Famiglie e Personale in un’ottica di collaborazione e di appartenenza. favoriscano la Continuità educativa e l’Orientamento fin dalla scuola dell’infanzia e creare spazi ed occasioni di formazione per Studenti, Genitori, Educatori, Personale della scuola. 9

[close]

p. 10

2. IL CONTESTO 2.1 LA REALTÀ TERRITORIALE Il territorio di Marcon può essere descritto come una piattaforma rettangolare ampia quasi quattro chilometri per otto e comprende i centri abitati di Colmello, Marcon, Gaggio e San Liberale. Questa piana è tagliata in due dall’autostrada A4 e dalla ferrovia, per cui a est troviamo un territorio aperto e rurale, mentre a ovest il paesaggio diventa metropolitano con spazi fortemente antropizzati. Sono anche presenti zone umide relitte (Cave di Gaggio e Cave del Praello) classificate nella Rete Natura 2000 come Sito d’Importanza comunitaria (SIC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS). Altro sito di rilevabile importanza è l’ex Campo di Volo di Marcon che si trova nella parte più a nord del Comune, in località di Gaggio, quasi a confine con il Comune di Mogliano Veneto. Marcon è una città giovane ancora in formazione. Negli ultimi tre decenni ha visto un incremento di popolazione derivato dall’arrivo di persone singole e famiglie, provenienti soprattutto da Venezia-Mestre, e che si sono trasferite in questo territorio grazie ad una buona accessibilità ai servizi e all’apprezzabile qualità ambientale. Marcon ha raggiunto i 17.400 abitanti nel 2015 e benché l’età media, come in tutta Italia, sia piuttosto elevata, ci sono importanti segni che mostrano un incremento delle fasce più giovani. Infatti, vi è un aumento della popolazione scolastica e questo anche per l’arrivo, da altri paesi, di giovani coppie con figli. Gli stranieri residenti a Marcon al 1° gennaio 2015 sono 1.169 e rappresentano il 6,8% della popolazione residente, un dato questo che sta a significare che la quota di stranieri residenti è ancora al di sotto della media provinciale. Per quanto riguarda l’economia del comune di Marcon, l’attività lavorativa più diffusa è legata ai settori secondario e terziario per la presenza nel territorio di importanti strutture produttive, commerciali e del tempo libero. I servizi pubblici (scuole, servizi socio-sanitari, tempo libero, ecc.) si sono adeguati alle esigenze della comunità. Questo in buona parte ha contribuito a creare quel senso di appartenenza a un territorio e di identità che è comunque ancora in via di evoluzione. È importante sottolineare che a Marcon le realtà associative sono presenti e sono molto attive e ne possiamo contare circa settanta. Esse spaziano dalle attività sportive a quelle culturali, dalle politiche giovanili alle tutele ambientali, dalle attività ricreative per finire con quelle assistenziali e sociali. Un ricco patrimonio di risorse umane, che va incoraggiato, valorizzato e sostenuto. 10

[close]

p. 11

In un reticolo così ampio, il nostro Istituto ha continuato a mantenere salda la collaborazione, da sempre in atto, con l’Amministrazione Comunale, ha valorizzato le molteplici risorse esistenti sul territorio (enti locali, associazioni, agenzie culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, organismi privati) allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco e articolato affinché l'offerta formativa della scuola non debba essere limitata alle sole attività curricolari ma possa assumere un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale, capace di favorire processi di orientamento nell’ottica della crescita individuale dei nostri futuri cittadini, in direzione quindi di quella “educazione permanente” cui sempre la scuola deve tendere. Inoltre è utile ricordare che nel territorio di Marcon sono presenti diversi servizi educativi dedicati alla fascia 0 - 6 anni: - Centro Infanzia “Re Sole” - Asilo Nido “Il Chicco” - Nido in famiglia “Gli Elfi” - Scuola dell'Infanzia Parrocchiale “Maria Bambina” 11

[close]

p. 12

3. LA REALTÀ SCOLASTICA 3.1 L’ISTITUTO COMPRENSIVO G.F. MALIPIERO DATI GENERALI L’istituto Comprensivo G.F. Malipiero è stato costituito nell’anno scolastico 2000/2001 fondendo la Direzione Didattica che comprendeva la Scuola dell'Infanzia e la Scuola Primaria con la Scuola Secondaria di I grado. Attualmente comprende quattro scuole dell’infanzia, quattro scuole primarie e una scuola secondaria di primo grado. SEDE DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO: • INDIRIZZO: VIA DELLA CULTURA 14; 30020 MARCON – VE • TEL.: 041 456 959 8 – 041 59 52 224 • FAX: 041 456 9249 • E-MAIL: veic82300c@istruzione.it • PEC: veic82300c@pec.istruzione.it • SITO INTERNET: www.comprensivomalipiero.it • ORARIO SEGRETERIA: dal lunedì al venerdì dalle ore 11,30 alle ore 13,30 ed il sabato dalle ore 10,30 alle ore 12,00 3.2 SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Tiziano Panizzuti 12

[close]

p. 13

DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI: Alessandra Bassinello AMMINISTRAZIONE: Settore Personale e stato giuridico: Nr. 2 Assistenti Amministrativi Settore Personale: Nr. 1 Docente fuori ruolo Settore Affari Generali Protocollo: Nr. 1 Assistente Amministrativo (personale con orario di servizio ridotto) Settore Amministrativo – Patrimoni: Nr. 2 Assistenti Amministrativi Settore Didattica e organi collegiali: Nr. 1 Assistente Amministrativo Settore Didattica e organi collegiali: Nr. 2 Assistenti Amministrativi (personale con orario di servizio ridotto) SERVIZI GENERALI AUSILIARI: Scuola Secondaria di Primo Grado MALIPIERO: Nr. 4 collaboratori scolastici Scuola Secondaria di Primo Grado MALIPIERO: Nr. 1 collaboratore scolastico (personale con orario di servizio ridotto) Scuola Primaria MARCONI: Nr. 2 collaboratori scolastici Scuola Primaria DON MILANI: Nr. 2 collaboratori scolastici Scuola Primaria CARDUCCI: Nr. 1 collaboratore scolastico Scuola Primaria CARDUCCI: Nr. 1 collaboratore scolastico (P.T.) Scuola Primaria MANIN: Nr. 1 collaboratore scolastico Scuola Primaria MANIN: Nr. 1 collaboratore scolastico (P.T.) Scuola dell’Infanzia ARCHIMEDE: Nr. 3 collaboratori scolastici Scuola dell’Infanzia GIRASOLE: Nr. 3 collaboratori scolastici Scuola dell’Infanzia ARCOBALENO: Nr. 3 collaboratori scolastici Scuola dell’Infanzia PRIMAVERA: Nr. 2 collaboratori scolastici GLI UFFICI L’ufficio di presidenza e gli uffici di segreteria sono ubicati presso la sede della scuola secondaria di primo grado. Gli orari di apertura al pubblico degli uffici di segreteria e di ricevimento da parte del Dirigente scolastico sono i seguenti: DIRIGENTE SCOLASTICO UFFICI DI SEGRETERIA Orario ricevimento: su appuntamento Gli uffici di segreteria ricevono il pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 11.30 alle ore 13.30 Nella giornata di sabato il pubblico viene ricevuto dalle ore 11.00 alle ore 12.30 É possibile contattare telefonicamente gli uffici di segreteria dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.30 e al sabato dalle ore 10.30 alle ore 12.00 13

[close]

p. 14

3.3 ORGANIGRAMMA D'ISTITUTO L’ORGANIGRAMMA consente di descrivere, attraverso una rappresentazione grafica, l’organizzazione complessa dell’Istituzione Scolastica dove i soggetti e gli organismi operano in modo collaborativo e condiviso pur ricoprendo differenti ruoli e livelli di responsabilità gestionale con l’unica finalità di garantire un servizio scolastico di qualità. DIRETTORE SERVIZI GENERALI AMMINISTRATIVI DIRIGENTE SCOLASTICO COLLABORATORI FIDUCIARI DI PLESSO ASSISTENTI AMMINISTRATIVI COLLABORATORI SCOLASTICI AREA DIDATTICA Collegio Docenti Funzioni strumentali Staff di Dirigenza Commissioni Dipartimenti Consigli di classe AREA GESTIONALE Consiglio d'Istituto Giunta esecutiva Comitato di valutazione AREA SICUREZZA Responsabili SPP R L S Addetti primo soccorso Addetti antincendio 14

[close]

p. 15

3.4 - PIANO DELLE INFRASTRUTTURE - PRESENTAZIONE SCUOLE SCUOLE STATALI DELL'INFANZIA Archimede Viale Trento e Trieste 38 Marcon Tel. 041/5951942 Girasole Via Marmolada, 17 Marcon Tel 041/4567811 Arcobaleno Via E. Fermi, 25 Gaggio Tel. 041/4569557 Primavera Via Salvo D’Acquisto San Liberale Tel. 041/5953905 Scuola dell'Infanzia Archimede La Scuola dell’Infanzia "Archimede" di Marcon è situata in un edificio di recente costruzione. La scuola è dislocata in un unico piano, privo di barriere architettoniche, ed è provvista di sedici uscite di sicurezza. Sono presenti quattro aule, molto spaziose, ognuna delle quali è provvista dei servizi igienici, due saloni, posti ognuno tra due aule, di una mensa con cucina annessa, un refettorio, due spogliatoi per gli alunni, due sgabuzzini per il materiale didattico, un ambulatorio medico, un bagno per i disabili, un bagno per gli adulti e un'aula insegnanti. Nelle quattro aule vengono svolte attività didattiche e laboratoriali mentre i saloni sono utilizzati sia per i momenti comuni, sia per le attività motorie e laboratoriali sia per l'accoglienza del mattino. La scuola dispone di uno spazio adibito a biblioteca scolastica per il prestito del libro e per le attività didattiche di avvicinamento alla lettura e di uno spazio adibito a laboratorio giochi matematici. É presente un ampio giardino alberato che circonda l'intero edificio, esso è suddiviso in due aree gioco attrezzate poste una sul lato sud e l'altra sul lato nord. 15

[close]

Comments

no comments yet