Agosto2011

 

Embed or link this publication

Description

polittico settimanale di arte ambiente costume - premio ambiente

Popular Pages


p. 1

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 150° il premio ambiente a teano gli artisti soldato del 1860 sommario il federalismo lo hanno fatto gli artisti rodolfo fincato anche il plexiglas ha un anima segni e colori il caso toffoli la manovra la storia sono loro aiuto mi e scappato lo sponsor trasforini quanto costa un flipper fatto a mano lena gentile i fiamminghi in calabria enza de paolis gli scatti astratti-nature il premio ambiente giunto alla 36 ° edizione quest anno si svolge a teano luogo emblematico per l arte e il costume che hanno caratterizzato negli anni l italia e gli italiani il catalogo del premio ambiente ne ripercorre il work in progress prima durante e dopo la data fatidica il catalogo volume premio ambiente a teano vedi lo sconto le modalita di partecipazione

[close]

p. 2

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 enza de paolis le istantanee dell assoluto naturale e l esplorazione del micro/macro quei clic astratti e reali si può essere tentati dall astrazione e fotografare la realtà dell ambiente la fotografa lombarda entra in contatto con la natura più nascosta per darci la misura dell immagine che sfugge agli occhi dei comuni osservatori antropologiche che intanto superano la polemica della fotografia nel pantheon delle arti maggiori e attengono al periodo di particolare fortuna critica che vive in quanto protesi dell uomo sapiens verso l immortalità detta così sembrerebbe una frase fatta un aforisma ad effetto che vale quello che vale cristalli di palude lastra subito una domanda sulla retorica della quale solo i critici possono ancora e sempre con minor convinzione disquisire se la fotografia è arte è arte cercata o arte trovata ­ gli artisti della fotografia quelli che sono fotografi perché hanno eletto la camera oscura ad unico medium si trovano oggi a condividere con gli altri quelli che preferiscono spaziare nella complessità di vari mezzi o si attengono alle tradizionali arti visive tensioni legate al periodo storico presente che stanno portando l arte in tutti i suoi aspetti verso forme d espressione disparate ma accomunate da alcuni elementi fondamentali fra i quali una tendenza generale alla narrazione termine questo soggetto a molte implicazioni interpretative ma anche alla finzione e soprattutto a un sempre più alterno allontanamento dal reale che ­ nel caso della fotografia ­ da una parte confuta ogni residua pretesa di assimilarla ad uno specchio della realtà dall altra intende rivelare i meccanismi micro/macro insiti nella comunicazione fotografica analizzando gli scatti di enza de paolis emergono spontanee i delle considerazioni presenza lastra in pittura si chiamerebbe arte frattale le onde che si infrangono sulla battigia la pioggia battente sui tetti per paradosso anche le immagini di una partita di calcio costituiscono fotogrammi di arte frattale vale a dire la visione di un fenomeno che andrà a ripetersi sempre in maniera irripetibile nel caso qui esposto le calme acque di lago generano continuamente dei moduli astratti ma concreti nel loro succedersi e l arte frattale naturalistica che fissa in un clic tutto l ordine e il disordine del mondo l assoluto naturale si ripete sempre uguale e diverso enza de paolis pag.1

[close]

p. 3

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 percorsi sospesi lastra ma qua to vale u a fotografia punto di domanda il dilemma non è sul quanto vale una fotografia ma è sul quanto vale un fotografo e chiaro che il valore è dato dalla continuità del linguaggio specifico e se vogliamo originale distinguersi in un settore come quello naturalistico può significare una valenza non solo di linguaggio stile tecnica ma anche e sopratutto di diffusione ma la diffusione di una immagine mal si concilia con la rarità che è il parametro ­ base di ogni collezionismo dai francobolli alla grafica quindi è da dire che un immagine dev essere pochissimo moltiplicata e molto diffusa perché se ne avverta il bisogno di collezione il supporto su cui poggia la lastra è un optional che cuba la quotazione nelle vetrine mondiali la fotografia in questa decade d inizio secolo è vista in veste patinata da vero oggetto d arte per l adozione delle tecnologie digitali ciò fra l altro ha comportato il supporto di formati di stampa molto grandi ma anche a una preferenza dell immagine a colori che potessero anche soddisfare le esigenze dei collezionisti i quali sempre più investono nella fotografia a questa legge si attiene enza de paolis portatrice sana cioè non casual di ultima luce ­ lastra posizioni aconcettuali e di una ricerca di frattali letteralmente fenomeni naturali sempre uguali e sempre diversi vedi i riflessi in uno specchio d acqua volta verso la componente comunicativa o quella costitutiva di un linguaggio fotografico ormai come premessa assiomatica che vuole astratto l assoluto naturale anche in un battito d ali del tempo se non è la rivoluzione poco ci manca donat conenna rati g anni di attivita 15 continuita creativa costa te parametri di ricerca 10 20 diffusione opere mercato area tenuta quotazione buo a expo personali o molte presenze collettive selezio ate presenza in musei o livello critica medio tematica opere atura investimento 10 20 enza de paolis pag.2

[close]

p. 4

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 clic tutto comincia con daguerre la storia della fotografia comincia nel 1839 con l annuncio dell accademia delle scienze di francia louis daguerre dopo il sodalizio con niepce aveva trasformato l eliotipo in diorama e poi in dagherrotipo nacque cosi la camera oscura testimone oculare degli avvenimenti giunta oggi dalle prime armi dei fotografi col treppiede alle meraviglie della polaroid e delle camere digitali dei beati nostri giorni l immagine fissata work in progress a soffietto kodak a soffietto agfa cubo woighlander rolleiflex starflash enza de paolis pag.3

[close]

p. 5

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 il caso rodolfo fincato anche il plexiglass ha un anima la linea e il colore entrano in quella sorta di terra di nessuno e di tutti che si chiama osmosi nella torre si crea l effetto f cioè il ritrovamento e l identificazione del punto focale d incontro tra realtà geometrica e narrazione ideativa nella lettura ­ per quanto subitanea ­ delle opere di rodolfo fincato vedremo che l immediatezza iconica delle sue opere si spinge molto oltre il visto epidermico del plexi con cui incigna il racconto storiogeografico anche in virtù dei suoi precedenti nel vetro e porta a questi interrogativi che in quel particolare mondo di frontiera tra geometrismi casual prismatici assumono una valenza captativa cioè il quanto si legge rispetto al quanto si vede nell opera di coraggio assolutamente non trascurabile inoltrarsi nel mondo di rodolfo fincato è un po come vedere scorrere il film delle arti del novecento detto secolo breve che ha visto gli sperimentalismi in divenire essere il soggetto centripeto e centrifugo ahime dei dispensatori di ricerche duranti lo spazio del mattino dell inaugurazione vedi biennale a venezia con fincato no egli ha un congruo periodo bronzeo che insieme ai vetri e insieme alla docenza avuta sino al 2007 e continuata poi con la bottega dove avvia giovani discenti coltiva questo feeling col plexiglass con manufazioni a torri nelle quali immette faglie colorate libere da ogni ortofonia che danno alla stele traslucida un senso di conservazione dell istante fotogrammato strutturale e simbologico della entropia che è del mondo un lavoro filosofico che come afferma l autore stesso è ritagliato nell universo e ne registra emozionalmente i microsismi che il plexiglass con le sue luci e le sue rifrazioni offre al fruitore arte contemporanea senza se e senza ma che per la sua suggestione concettuale sublima il pensiero strutturale doraziano del colore per fatto dimensionale dalla superficie bidimensionale al parallelepipedo donat conenna rodolfo fincato pag 4

[close]

p. 6

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 rati g parametri anni di attivita 25 continuita creativa costa te parametri di ricerca 10 20 diffusione opere mercato area tenuta quotazione co solidata expo personali molte livello critica medio partecipazioni qualificate tematica opere varia investimento 10 20 praticabilita sito buo a fi cato anche il vetro e il bronzo hanno un anima la sfida dell inerte la materia plastica in tutte le sue versioni è considerata inerte cioè ferma non trasformabile ancorchè asettica in altre materie plastiche a differenza del legno che respira della cretache si lascia plasmare del bronzo duttile e di sua maestà il marmo è difficile infondere un anima al polimetacrilato come dicono i chimici ma non per gli artisti o meglio per un operatore come rodolfo fincato che ne ha sperimentate tante di soluzioni materiche sino a dare al plexiglass una valenza espressiva che va oltre le origini del prodotto nato per essere trasparente e solido più del vetro claudio pellegrini rodolfo fincato pag 5

[close]

p. 7

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 lena gentile i fiamminghi sono in calabria si può essere mediterranei di nascita e nord europei di stile una contraddizione di termini che è solo apparente in realtà molti artisti nordici da handrick vroom a van pitloo nel loro tour svernavano nel sud dell italia lasciando semi nel loro passaggio europa dei colori per carità è solo un giuoco di accostamenti non mettiamo insieme grano e loglio quando diciamo che in calabria qualche artista come lena gentile per esempio parla artisticamente fiammingo vogliamo solo dire che per un insolito e singolare fenomeno che prende molti degli operatori delle arti belle è frequente la optazione spontanea e ideale verso stilemi del passato i fiamminghi in italia sono scesi nella seconda metà del xvi secolo i documenti la letteratura artistica soprattutto l het schilderboeck di karel van mander vasari nederlandese ma soprattutto le molteplici opere sopravvissute a roma così come in umbria o nelle marche a napoli e al sud di napoli concorrono a disegnare un quadro articolato delle presenze di pittori del nord europa che facevano il loro viaggio in italia per affinarsi definito questo variopinto contesto di riferimento assai popolato da figure intermedie del resto il confronto astorico con la pittura di lena gentile può continuare perché l autrice non manca di trarre le debite conclusioni che sono di modestia e contenutezza e confrontarsi con il principio di realtà che emerge dalle sue opere e la ricchezza narrativa le variabili stilistiche e di contro la lacunosità di alcuni particolari che è come parlare fiammingo con l accento calabro ed è dunque questo reiterarsi d immagini descrittive le più intense e diverse che ne caratterizza l incedere nella sua pur non estesa produzione paesaggistica campagna calabra 50x70 olio su tela l attenzione dell osservatore alla ricerca di romantici affioramenti mnemonici si soffermerà sul senso quasi retinico della percezione dei colori di immediatezza linguistica e nel contempo di grande suggestione segnica e pigmentale una vocazione nordica alla quale non sembra sfuggire lena gentile da montegiordano un paesino calabro che si estende tra le aspre gole dell appennino e i declivi marini come se il buon dio o chi per lui avesse voluto fare una sosta per i vedutisti europei prima di dedicarsi a problematici e suggestivi simbolismi penso a ascita di venere è col periodo del seicento che lena gentile offre il meglio del suo fare arte con una morbidità tonale che effonde il senso storico dell immagine emergono e si pongono sulla tela i valori indissolubili del tempo antiquo lena gentile pag 6

[close]

p. 8

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 lena gentile viene dal restauro e si vede per il paziente lavoro di luci e di ombre che l uva sia bianca che nera riflette per non parlare della carnosità della pesca e del fondale lusco tipico dello stilema fiammingo atura morta 50x70 olio su tela che questi dipinti impropriamente chiamati ature morte riportino alla vivezza sempiterna della vita è un fatto anche perchè della nostra terra ne sono l emblema ambientale ne costituiscono il monito e in errore chi legga questa frutta di lena gentile come un salvator rosa troppo facile vada alla voce religione della natura viva in tempi di ogm questa frutta è da museo a futura memoria ma l osservatore entrando per così dire nella tela e fermandosi in essa scopre a sua volta un altra realtà visibile ad occhio nudo che attiene la libertà espressiva della gentile la sua capacità d interpretazione il movente espressivo in lena gentile non è la forma della realtà tangibile è il colore a creare il moto a luogo il movimento la certezza di una figurazione che diventa realtà questa operazione espressiva sa molto dell epoca storica in cui l artista intinge i pennelli l arte fiamminga è crocevia in cui da una parte c e la realtà vista sotto la spinta idealistica inalterabile la cui repetitio costituisce la sostanza del fare lena gentile arte e la sterzata per così dire verso una messa a fuoco di una diversa prospettiva della realtà meno apparente e tangibile ma non per questo meno disvelata attraverso l artificio dell arte in tutti i suoi stadi le sue parvenze le situations e le nude apparenze una realtà per metereologie sensoriali insomma emerge da questa dimensione pittorica solo genericamente figurativa e solo genericamente narrativa che affida alle certezze del segno e del colore il compito di svelare una poetica dell incanto eterea ma consistente libera ma concreta basta questo per definire quella di gentile una sorta di realismo vedutista o di realtà sensoriale impregnata ancora adesso dell intima natura di un anima dedita al movimento del segno paesaggistico e del colore climatico con un commovente lirismo che si avverte nelle velature nel chiaroscuro delle sfumature e nella convincente purezza delle forme alberi di tiglio 50x60 olio su tela dormiente 50x60 bozzetto a matita pag 7

[close]

p. 9

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 lena gentile spazia moltissimo su pseudo somatismi anche con volenterosa retorica ma nei suoi pochi siti pur con una certa certezza e con buon verismo potrete incrociare delle opere di chiara suggestione naturalistica inoltre la rubrica fuori l autore sulla ricerca di opere ereditate e messe in salotto delle quali al 90 la famiglia non ne conosce il valore alcuni hanno delle vere fortune in casa e non lo sanno e da ultimo un commento sulla praticabilità del sito dell artista un satellitare£ critico che guida il fruitore tra i meandri di siti a volte veri e propri labirinti come si vede argomenti che altri siti non hanno uno perché non sono un giornale,due perché bisogna immettere delle idee nuove e chi non ha idee non se le può procurare la formula di rating è la sintesi dell operazione di un artista visto in tutta la sua estensione e analizzato da una serie di voci che ne offrono il quadro operativo il lessico di tecnica bancaria lo definisce rating che noi traduciamo parametri paesaggio di scalea in calabria sede di lavoro della pittrice la cioè verifica autonoma severa imparziale bellezza del luogo ed il clima mediterraneo hanno sempre attratto gli attendibile amanti delle ampie vedute non lo fa nessuno girando in lungo e in largo il planetario internet non ne trovate on è la rivoluzione ma con new land non è il traccia lo fa polittico con questo sto lettore che sceglie il sito ma è il sito che sceglie il che si legge come un giornale cartaceo con lettore i fatti dell arte in prima evidenza il giornale web new land polittico ha un contatto continuo con gli operatori più qualificati dice ma non cè gia il sito dell artista certo delle arti visive in quanto in tutti numeri ospita uno che cè ma è un autoreferenziale si possono special rating vera e propria istantanea scrivere le cifre che si vogliono e la bella operativa personale di artisti italiani ed europei il vetrina del negozio non si sa cosa cè ne nostro giornale web viene seguito da un target retro un rating ci vuole altrimenti la rete mirato di collezionisti costantemente aggiornati sui diventa quella che già è uno strumento valori economici correnti e su nomi conclamati dalla poco affidabile per chi pratica l economia storia contemporanea dell arte ma soprattutto sulle dell arte opportunità tanto per distinguerci inoltre abbiamo d investimento su nomi nuovi con la rubrica aperto una voce che giudica la ricambio generazionale sui recuperi di lunga praticabilità del sito non lo fa nessuno militanza meritevoli di valorizzazione polittico sente il dovere di farlo lena gentile pag 8

[close]

p. 10

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 il corpo una superficie uguale sempre diversa il caso e rica toffoli il progetto anatomico vive dalle mille suggestioni derivate dalla caratteristica dell epidermide flessuosa ruvida flaccida,muscolosa la linea siamo noi e la forma anche agosto dice occorre mantenere la linea in termini figurativi l espressione alla lettera darebbe luogo ad inconvenienti logistici ma per fortuna tutti sappiamo che mantenere la linea non è uno degli obblighi dell artista che è libero di perderla di conservarla di alterarla sin da farne una sintesi figurativa o astratta dell impianto anatomico che ha sotto mano piet mondrian dice che 10 pittori dipingeranno lo stesso albero in 10 modi diversi uguale dicasi per i corpi di enrica toffoli che riprende in varie posture e in atmosfere differenti una serie di linee differenti dai percorsi tratteggiati a mo di bozzetto che ancora poco e assurge alla gravità dell opera prima del resto enrica toffoli ci aveva abituati alla verità psicosomatica dei suoi supporti cartacei vedi questa isabel con luce alle spalle o la leggiadra iperverista stella alpina che è nella pagina seguente qui in questi lavori,grafici maturi per essere gouasces e non del tutto coperti dal colore per essere visti come dipinto è chiaro come che toffoli usi la matita enrica toffoli grassa con grande destrezza ma non è avulsa dalle tecniche del pennello non si può negare che il colore rappresenti un suo elemento descrittivo per eccellenza vedi automobile d epoca enrica toffoli è una portatrice sana di un messaggio:che vede l automobile come la nostra protesi per fare il decuplo delle cose che l umanità faceva quando era senza che poi il suo portato romantico conduce la pittrice veneta a dipingere vetuste balilla anziché stupide vetture moderne è il fattore che salva queste immagini dalla genericità e le fa assurgere a documento non è evidente se di sarcasmo o di rimpianto delle prime care carrozze senza cavalli ma tornando ai modelli in posa è di forte impatto il lavoro sulla linea svolto da enrica toffoli sia che le posture siano tradizionali sia che assumano atteggiamenti anticonformisti la posizione del modello per quanto anomala mai porge il destro e nemmeno il sinistro a posture retoriche da studio da routine l impianto grafico è consono alla bisogna col gioco delle luci e delle ombre che obbedisce al sacri canoni del lineato di getto;la matita le scorre fluida e descrive con buona atmosfera il silenzio delle immagini anche se emerge con fatica una linea pag 9 enrica toffoli esercizi per mantenere la linea.

[close]

p. 11

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 stilistica propria che non è agevole etichettare tra espressione impressiva ed impressione espressiva nei volumi plastici tradizionali di toffoli non vi è passato né presente proprio perché la sua operazione non è condotta con brada energia temporale ma attraverso un animazione silente quasi un grido muto e quieto che sorge dalle scaturigini della storia dell arte e che non senza esaltazione ma anche con sofferenza libera per noi una tattile simbologia dell intangibile bellezza della vita queste morbide stelle alpine che cambiano visibilmente il registro compositivo con calme ridondanze del lavoro d illustratrice della toffoli siamo in territorio formale dove più che ricerca del bello è da stimare il lavoro profuso per portarlo in superficie stelle alpine olio su tela conferme di tradizione continuità formali e tutto quanto fa ambiente o detto in nazional-popolare ­ tutto quello che vuol dire arte che si capisce isabel con luce alle spalle anche se non è detto che i contemporanei perché contemporanei ne è conferma inversa al periodo dei siano necessariamente coevi né è somatismi dove la pittrice preferisce il vero che tali debbano o possano essere vero all impressione e raggiunge sentiti gli artisti come toffoli che non momenti di vivezza come nella citata per nulla preferiscono l isolamento isabella dallo sguardo penetrante e i e mail operativo certi di essere sempre nel capelli selvaggi astrazeneca21@yahoo.it classico quindi in uno stilema i cui siamo in piena area etnical come il sito si raggiunge ciccando confini non sono segnati dalle volture l estesa periodazione delle maternità e cognome e nome modali e dalle ricerche dei critici delle varie posture familiari ed esotiche bambini compresi tele d affezione da diuturni selezionatori di nuovi modelli che hanno tutte le ragioni del mondo cui estrapoliamo salvo il torto di durar lo spazio di un questa ragazza con luce alle spalle e mattino enrica toffoli pag 10

[close]

p. 12

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 con questo non vogliamo dire che l osservazione delle opere della toffoli non comporti anche una componente di esperienza storica che necessariamente contribuisca alla loro comprensione i plasticismi di enrica si scrivono e si leggono scoprendo dialettiche e interferenze e spessori sarebbe quindi del tutto pregiudiziale volerle attribuire una preferenza linguistica che oggi nell dopo una decade del secolo xxi è piuttosto un eccezione rispetto alle più formalistiche stlizzazioni che poi hanno assunto sovente proprio caratteri di tradizione contro ogni rivolta schematica nei confronti del passato prossimo donat conenna simpatia fiero rating anni di attivita 20 pittura continuita creativa alterna parametri di ricerca:10/20 diffusione opere mercato tenuta quotazione stabile expo personali selezionate livello critica medio partecipazioni qualificate tematica opere varia investimento 10/20 praticabilita sito buona sguardo gaia l idilio della serenità enrica toffoli pag 11

[close]

p. 13

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 psico-conceptual trasforini e l arte ludica lo smanettare di armando trasforini intorno alle sue pitto-sculture concettuali che per assioma chiamiamo flipper un merito ce l ha quello di aver rimesso senza volerlo e senza saperlo in auge il gioco a cui si ispira che dovrebbe farci pensare all america degli anni 60 ed invece è nato qualche secolo prima in francia u caso da e ciclopedia di donat conenna la bagattelle aveva lo stesso principio del pinball contruction set al quale sta lavorando l artista ferrarese con questa periodazione dedicata al gioco o meglio al visual pinbal fatto a mano il principio quello un piano inclinato con delle buche sul quale la biglia è lanciata da un bastoncino simile ad una stecca di biliardo il fruitore-giocatore deve evitare che la biglia cada nelle buche disseminate per un itinerario frattale rimbalzando fra le numerose asticelle infisse sul piano-tela dipinta con tematica varia l istallazione pitto-scultorea di trasforini mette insieme la francia del re sole e l america di henry pessers inventore del flipper moderno passando per arlès residenza di vincent van gogh meta obbligata per gli artisti un po così armando trasforini abita a torbiera di ferrara ed è raggiungibile al numero 349-6810300 http amooma53.altervista.org quale l artista uomo libero di essere libero appone citazioni pittoricamente ben fatte di van gogh e dissemina sticelle sulle quali lancia una pallina,che per la legge dei fratti cambierà ogni volta come nei flipper il percorso finendo lo sbattimento in modo geniale che non dirò per lasciare un minimo di suspence all utilizzatore ultimo dipinto-performance-istallazione-ludusconcettualità-citazionismo nelle opere per gioco di trasforini c è una componente psichica il ricorso all uomo di arles è illuminante,ma un pensierino si vive vivendo ad antonio laccabue,con una naivetè posttecnologica,lo farei che prim ancora di armando trasforini amo per l arte vive giocando o considerare il gioco filosofia di vita vede in meglio da designer pubblicitario ha indossato una divisa vincent la vittima sacrificale di un concetto di arte seria quella del giocatore di un flipper ad personam sul che da segno dell uomo gombricht è diventato gioco argan per armando trasforini pag 12

[close]

p. 14

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 essere oggi con la multimedialità imperante qualunquismo compositivo ed espressivo di un esercito di creativi abituati a prendersi troppo sul serio il gioco sostiene l armando è nato con l uomo e il suo versante psicho è il momento in cui i suoi pensieri di vivenza e molto spesso di sopravvivenza vengono dimenticati nel circuito neuronico delle armi di distrazione di massa di pulsione frattale la pallina del flipper sarà lanciata allo stesso modo ma farà dei rimbalzi sempre diversi incontrollati e incontrollabili ed è qui il gioco concettuale di armando trasforini puntare sulla ineluttabilità per il principio dei gravi della caduta della pallina nel rimbalzo tra le asticelle superba metafora esistenziale per giungere in luogo determinato in modo sempre uguale e diverso d.c ma quanto costa un flipper firmato a domanda risponde più che quanto costa sarebbe opportuno chiedersi quanto vale una operazione del genere che per essere realizzata richiede dei costi di avvio altissimi sia perchà come ogni scultura è un pezzo unico perché il quoziente di manufattualità supera quello dell impegno creativo occorre più realizzarla un opera del genere che pensarla oltre che naturalmente il fattore aggiunto della originalità o meglio della unicità della intuizione nessuno si metterebbe a produrre scatolette alla stregua di piero manzoni come nessuno potrà produrre flipper se non per arrivare secondo.in arte primazia e primizie costano tradotto in euro il prezzo di un flipper firmato da trasforini varia da 5 a 6 mila con un parametro d investimento altrimenti detto rating seguente rati g anni di attivita 20 ­ pittura continuita creativa alter a parametri di ricerca 8/20 diffusione opere mercato tenuta quotazione stabile expo personali molte livello critica medio partecipazioni qualificate tematica opere varia investimento 10/20 praticabilita sito buo a armando trasforini pag 13

[close]

p. 15

new land www moneyart.it polittico settimanale di arte ambiente e costume 2 nuova serie agosto 2011 u arte o solo di flipper ma non solo di flippate vive l arte di trasforini che inanella un periodo di tecniche miste su legno opere antesignane del gioco con van gogh amo suo pseudonimo utilizza materiali di risulta si ritrovano così a cena mangiatori di patate giunti alla torta sedie e pianori di grano e un van gogh innocente come il sole gli anni a venire ci diranno se amo alias armando trasforini abbia ragione e il diritto di rifugiarsi nello joco quale ultima spiaggia su cui arenarsi dopo le fatiche e le delusioni della vita che non risparmiano nessuno prima dei flipper trasforini si è dedicato ad una rivisitazione di van gogh del quale è vagamente un clone senza barba quando non dipinge l armando è un designer della luce il resto è vita armando trasforini pag 14

[close]

Comments

no comments yet