Gruppo Culturale "Albino Luciani" Venezia Chirignago - Relazione dell'attività svolta da febbraio 2001 a febbraio 2004

 

Embed or link this publication

Description

Relazione 2001-2004

Popular Pages


p. 1

Relazione dell’attività svolta febbraio 2001 – febbraio 2004 Il gruppo culturale “A. Luciani”, che opera dal 1987, quando si è costituito su invito del parroco don Roberto Trevisiol riprendendo un servizio preesistente ma interrotto, si è rinnovato da allora ogni tre anni. All’inizio di questo ultimo triennio vi aderivano 36 membri, ora, dopo le dimissioni di Luciana Mazzer, Marisa Da Lio, Caterina Fiasconaro, Ivana Brolati, Domenico Manente, Francesco Ruaro e Simonetta Spinola, appare così costituito: ARROBBIO BERTO BORTOLATO BROLATI CASTELLARO CESARE CHINELLATO CINQUEGRANI COSTANTINO FERRARESE FIORONE GIRARDI GOMIRATO MARTON MASCHIETTO MAUTA NICOLETTI NIERO PETRONE PETTENÁ PRIMON ROMANELLO SCAGGIANTE SGUAZZIN STEVANATO TESSAN TILARO VETTORELLI VOLTOLINA Danila Aldo Ivone Giorgio Adriana Bernardo Bernardino Angelo Aristide Luigina Virginio Egidio Paolo Mariapia Giovanna Pasquale Daniela Valter Loredana Gigliola Sandra Angelo Giovanni Nives Maria Gilberto Roberto Mario Ornella MARANGONI NIERO BORTOLATO CECCHINATO MAUTA VETTORELLI BALLARIN BERTO CESARE VIGONI MANENTE MILANESI Le riunioni per decidere insieme le diverse attività o procedere alla loro verifica sono state 10. Numerose sono state invece le presenze degli amici del gruppo che più si sono potuti prestare per la realizzazione delle singole attività. Le uscite sono state 3, sempre nella città di Venezia, dove si sono visitate l’isola di San Lazzaro degli Armeni, la chiesa di San Pietro a Castello e quella di San Giovanni Ev. in Bragora. 3 sono state anche le serate conviviali nel periodo precedente il Natale di ciascun anno.

[close]

p. 2

Giornale parrocchiale “el campanon” Ne sono stati realizzati 6 numeri, 2 per ciascun anno, in occasione della Pasqua e del Natale. Compito del gruppo è stato quello di raccogliere o predisporre il contenuto del giornale, di tenere i contatti con la tipografia e di consegnare, a stampa avvenuta, la quantità di copie esatta a ciascuno dei 50 volontari che le hanno poi distribuite alle singole famiglie. Il costo del giornale è stato sostenuto dalla parrocchia con il contributo della banca di Credito Cooperativo di Chirignago. Nel “campanon” hanno uno spazio continuativo la pagina del parroco, don Roberto Trevisiol, che è una riflessione rivolta a tutta la comunità, un articolo del suo collaboratore, don Gianni Antoniazzi, di solito sulla realtà giovanile, una pagina dell’Azione Cattolica ed una degli Scout, una pagina di riflessione su argomenti di attualità a cura di Mario e Daniela Vettorelli e l’anagrafe annuale della comunità. Il resto dello spazio è occupato da servizi sulla vita e sulle realtà della parrocchia e del suo territorio. Festività del patrono San Giorgio Anche in questi ultimi 3 anni è stata una manifestazione importante per la comunità, un momento di festa e di aggregazione che il gruppo ha cercato di realizzare con cura ed attenzione. Momento centrale della festa è stato il Concerto di San Giorgio, sostenuto interamente dalle 3 corali parrocchiali, la “L. Perosi”, il coro “Giovani Cantori” ed il coretto dei bambini: tre realtà consolidate che hanno visto ogni volta la nostra chiesa riempirsi di un pubblico interessato, attento e coinvolto. I 3 concerti sono stati dedicati rispettivamente a Silvana ed Enrico Milan quali rappresentanti di tutte le persone impegnate nella pulizia della chiesa e delle strutture parrocchiali nel 2001, all’Associazione “Volontari del Fanciullo” di suor Licia nel 2002 e a Maria Borghetto nel 2003. Anche se il concerto è stato il momento più atteso, numerose altre manifestazioni lo hanno preceduto o seguito, arricchendo e completando la festa. Si è sempre dato spazio ai bambini, ai ragazzi ed ai giovani per farli sentire protagonisti della festa e per abituarli ad un appuntamento di aggregazione significativa. Merita qui una sottolineatura il concorso di poesia sul tema “La mia speranza… le mie speranze” rivolto alla comunità per la festa di San Giorgio nel 2003: la risposta positiva è un invito a riproporlo. La festa del patrono si è conclusa ogni anno con la tradizionale cena aperta a tutta la comunità e preparata in sala San Giorgio dove tutto il lavoro della cucina, dalla scelta del menù al servizio ai tavoli, è stato svolto da circa 30 giovani della Comunità Giovanile con una serietà ed un garbo straordinari. Va detto infine che il ricavato del contributo dei partecipanti a questa cena è stato utilizzato per sostenere tutte le spese richieste dalle attività realizzate nel corso dei tre anni, in modo da non gravare sulle casse della parrocchia.

[close]

p. 3

Conferenze, dibattiti ed incontri Ne sono stati realizzati 6 sui seguenti temi: - la crisi della coppia - il cristianesimo e l’Islam dopo l’11 settembre 2001 - quale speranza per l’Europa alla luce della storia del cristianesimo nell’URSS del 1900 - il messaggio artistico e teologico della pittura di Giotto nella Cappella Scrovegni di Padova - la recita in dialetto veneto della Passione di Nostro Signore - l’Annunciazione alla Vergine Maria nell’arte moderna e contemporanea. Mostre La mostra, manifestazione ormai collaudata, è stato il lavoro più impegnativo e rivelatosi, ancora una volta, un mezzo efficace per affrontare temi di attualità, per sottolineare avvenimenti importanti, per riscoprire storia e tradizioni, per riflettere sul nostro modo di essere e di vivere o per lanciare un messaggio. Molte mostre sono state organizzate dal gruppo, altre sono nate dalla collaborazione con diverse realtà del territorio, prima fra tutte la scuola dell’obbligo del Quartiere. Le manifestazioni realizzate sono state 19: - 3 mostre di lavori dei bambini della scuola elementare “C. Colombo” di via Bosso, su tema libero con elaborati scelti dagli insegnanti fra i più riusciti nel corso dell’anno - 2 mostre dei ragazzi della scuola media “S. D’Acquisto” di Chirignago che illustravano ricerche profonde ed interessanti sulla realtà dell’adolescenza, prodotte sotto la guida degli insegnanti ed in particolare della professoressa di Religione Cristina Poli - 1 mostra dell’Ex tempore sul tema “La piazza di Chirignago parla e racconta” con elaborati dei ragazzi della scuola media - 2 mostre sulla “Continuità” con elaborati di tutte le scuole di base del Quartiere, dalle materne alle medie, allestite nei locali di Villa Bisacco - 4 mostre realizzate durante la Fiera Franca di settembre con il seguente ordine: - settembre 2001: “Paesi e città di una volta”, rassegna di un centinaio di foto con didascalie su Mestre e Chirignago nella prima metà del ‘900 - settembre 2002: “Di fronte alla montagna”, rassegna di un centinaio di foto sulla montagna prodotte dai soci del CAI di Mestre, da appassionati della montagna di Chirignago e dalle associazioni parrocchiali AC e Scout - “Rustici istriani in miniatura” di Giancarlo Stival - settembre 2003: “Il mio hobby”, esposizione di materiali ed oggetti diversi prodotti come hobby da una cinquantina di persone della comunità.

[close]

p. 4

Le successive mostre sono state realizzate invece in collaborazione con altre associazioni: - “Renè Magritte visto attraverso gli occhi dell’infanzia”, mostra realizzata dal Circolo Didattico di Chirignago e dal Collegio Pubblico spagnolo “Blasco Ibanez” di Valenza allestita in Villa Bisacco - Rassegna di fotografie dei soci del CRAL dell’ACTV - “Vent’anni di fotografia”, mostra antologica dei 20 anni di attività dell’associazione fotografica “La Tangenziale” - “Asilo… c’ero anch’io”, mostra fotografica per i 25 anni di vita del mercatino natalizio della scuola materna parrocchiale. Un cenno a parte merita la Mostra-mercato dei fiori del Centro “don L. Orione” di Chirignago che per 3 volte è stata realizzata sul sagrato della nostra chiesa durante la festa del patrono: manifestazione voluta come segno di attenzione, di amicizia e di solidarietà verso i religiosi, gli animatori e gli ospiti di quel Centro. Galleria “La Piccola” La galleria parrocchiale, aperta fin dal giugno 1989 presso la base del campanile, è continuata anche in questo ultimo triennio, gestita sempre da Giovanni Scaggiante, che ha contattato i singoli artisti. Ogni artista ha potuto esporre al pubblico per quindici giorni lasciando, come da regolamento, una sua opera alla comunità alla fine della manifestazione. Il gruppo in questo caso si è adoperato solo per la pratica di affissione e la distribuzione della locandina. Le mostre sono state 8 e gli artisti, presentati sempre dal critico Giulio Gasparotti, sono stati i seguenti: Oleg Supereco, Salvino Boscolo, Luca Samele, Daniele Trevisan, Mario Cestari, Enzo Ellero, Alberto Benvenuti e lo stesso Giovanni Scaggiante. Altre attività In questo stesso periodo, 2001-2004, il gruppo è stato protagonista o partecipe di altre realtà o attività ritenute significative per la vita del nostro territorio. Le principali sono state: - la realizzazione di un nuovo capitello in via F.lli Cavanis con una scultura di Giovanni Scaggiante raffigurante la Vergine; in questo caso il gruppo si è adoperato per una pubblicazione sull’opera e per una cena di ringraziamento per quanti vi avevano in qualche modo collaborato - la partecipazione alla giornata di festa per il 25° anniversario di vita sacerdotale di don Orlando Barbaro, già cappellano di Chirignago

[close]

p. 5

- la partecipazione al Comitato dei genitori, sorto per il problema della scuola media di Chirignago in pericolo di soppressione - la elaborazione e la presentazione al Quartiere Chirignago-Gazzera di un progetto di attività culturali per anziani che si sarebbe dovuto realizzare con l’associazione Auser presso i locali dismessi dalla scuola elementare in via dell’Edera - la partecipazione alla conferenza ed al seminario organizzati a Mestre dalla Scuola di Formazione Socio Politica del Patriarcato di Venezia sul tema della Convenzione Europea Le pubblicazioni “Arte e fede” nella Vergine dell’Accoglienza di Giovanni Scaggiante, maggio 2001 “Mestieri di una volta”, marzo 2002 Ricerca delle fotografie per la riedizione di “Gente di Chirignago” di Armando Spolaor, agosto 2002 “La piazza di San Giorgio di Chirignago”, settembre 2002 “Dai campi… alla città” di Vittorio Favaro, giugno 2003 La coordinatrice Luigina Ferrarese Bortolato Chirignago, 18 febbraio 2004

[close]

Comments

no comments yet