CATALOGO CORSI ZEROSEIPLANET 2017

 

Embed or link this publication

Description

Corsi di formazione e aggiornamento per asilo nido di Zeroseiplanet

Popular Pages


p. 1

PROGRAMMA DI FORMAZIONE CONTINUA PER ASILI NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIA CATALOGO CORSI Zeroseiplanet Via R. Kennedy 6/a Lugagnano (vr) www.zeroseiplanet.it 1

[close]

p. 2

AREA DIDATTICA E DOCUMENTATIVA LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ALL’ASILO NIDO IL PROGETTO EDUCATIVO NELL’ASILO NIDO PROGRAMMAZIONI DIDATTICHE A CONFRONTO DOCUMENTARE: LA TRACCIA DEL PENSATO E DELL’OSSERVATO AL NIDO OSSERVARE E DOCUMENTARE ALL’ASILO NIDO ALLA SCOPERTA DEL BAMBINO ATTRAVERSO L’OSSERVAZIONE L’OSSERVAZIONE DEL BAMBINO NEL CONTESTO SOCIALE DOCUMENTARE LE ESPERIENZE CREATIVE AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA AL NIDO CON UN CLICK:STRUMENTI DIGITALI E COMUNICAZIONE STRATEGICA PENSARE, REALIZZARE E VIVERE GLI SPAZI AL NIDO STRATEGIE E PERCORSI PER INTEGRARE I BAMBINI CON DISABILITA’ AL NIDO IL SERVIZIO EDUCATIVO INTERCULTURALE BES: I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA IL NIDO NATURALE APPROCCI EDUCATIVI A CONFRONTO: STEINER, MONTESSORI, ORFF, GORDON APPROCCI EDUCATIVI A CONFRONTO: MALAGUZZI, MUNARI, GORDON, FEUERSTEIN REGGIO EMILIA APPROACH: LA FILOSOFIA EDUCATIVA DI LORIS MALAGUZZI LE INTELLIGENZE MULTIPLE AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA (H. GARDNER) IL GIOCO E LO SVILUPPO COGNITIVO (J. PIAGET) SLOW EDUCATION: UN NIDO CHE RISPETTI I TEMPI E LE TAPPE DEI BAMBINI 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 AREA PSICOLOGICA ED EDUCATIVA EDUCARE IL BAMBINO ALLA CREATIVITA’ COMPETENZE E BISOGNI DEI PICCOLISSIMI AL NIDO LE REGOLE: COME FARLE COMPRENDERE ED ACCETTARE DAI BAMBINI FACCIAMO LA NANNA AL NIDO BAMBINI A TAVOLA: DINAMICHE, PROBLEMATICHE, SUGGERIMENTI PER GESTIRE IL MOMENTO DELLA PAPPA LO SVILUPPO DELLE AUTONOMIE DEI BAMBINI AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA “NON MI DEVI LASCIARE”! LA RELAZIONE DI ATTACCAMENTO NEI PRIMI ANNI DI VITA L’INSERIMENTO AL NIDO 2 27 28 29 30 31 32 33 34 35

[close]

p. 3

LE ROUTINES E I MOMENTI DI CURA AL NIDO AUTISMO E IPERATTIVITA’ AL NIDO AUTISMO: PRIMI SEGNALI AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: PROGRAMMA IPDA DISTURBI DEL COMPORTAMENTO: DIAGNOSI PRECOCE IPERATTIVITA’ E DEFICIT DI ATTENZIONE AL NIDO LA RABBIA E L’AGGRESSIVITA’ DEI BAMBINI: COME AFFRONTARLE, COME CAPIRLE MORDE, GRAFFIA, NON GUARDA: DISTURBI DEL COMPORTAMENTO E TECNICHE DI COMUNICAZIONE LITIGARE PER CRESCERE CHE FATICA ASPETTARE! I BAMBINI E L’ATTESA IL DISAGIO CHE NON FA RUMORE: COMPRENDERE LE FATICHE DEI BAMBINI PAURE ED ANGOSCE DEI BAMBINI: COME AFFRONTARLE, COME CAPIRLE GIOCO SIMBOLICO E DIFFICOLTA’ EMOTIVE LO SVILUPPO PERCETTIVO NELLA PRIMA INFANZIA FAVORIRE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DEI BAMBINI PICCOLISSIMI 0-18 MESI ITINERARIO NEL DISEGNO INFANTILE NEL MONDO INCANTATO: CORSO SULLA FIABA E SULLA LETTURA DI FIABE EDUCARE CON LA FIABA PET THERAPY E PET EDUCATION AL NIDO L’INTELLIGENZA NUMERICA AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA FILE, STRADE, CERCHI E TORRI: MATEMATICA E GEOMETRIA AL NIDO LE FASI DEL LINGUAGGIO NELLA PRIMISSIMA INFANZIA 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 AREA ESPRESSIVA E COMUNICATIVA LA GESTIONE DEI RAPPORTI CON LA FAMIGLIA FAMIGLIA E NIDO MONDI IN RELAZIONE FAMIGLIA E NIDO L’UNIVERSO DEL NON DETTO FAMIGLIA E NIDO DALLA COMPETIZIONE ALLA COOPERAZIONE OSSERVARE IL COMPORTAMENTO DEI BAMBINI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE LA COMUNICAZIONE EFFICACE AL NIDO COME QUANDO COSA COMUNICARE NEI SERVIZI ALL’INFANZIA “CARA COLLEGA…” COME GESTIRE I RAPPORTI INTERPERSONALI IL LAVORO D’EQUIPE: CONFRONTO E CRESCITA TRA COLLEGHE “CHE STRESS!” GESTIRE LO STRESS PER LAVORARE MEGLIO AL NIDO “IO VALGO!” AUTOSTIMA DELL’EDUCATRICE E RELAZIONI AL NIDO 3 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69

[close]

p. 4

L’ ASSERTIVITA’ AL NIDO IO E TE: L’ASCOLTO EMPATICO NELLA COMUNICAZIONE CON IL BAMBINO L’ INTELLIGENZA EMOTIVA NELLA RELAZIONE CON IL BAMBINO EMOZIONI IN GIOCO LA FORZA DELLE EMOZIONI: LA COMPETENZA EMOTIVA AL NIDO 70 71 72 73 74 AREA PSICOMOTORIA LO SVILUPPO PSICOMOTORIO DA 0 A 3 ANNI GRAFOMOTRICITA’ AL NIDO BAMBINI VIVACI E BAMBINI INIBITI AL NIDO BAMBINI INVISIBILI VS BAMBINI IPERATTIVI GIOCARE CON IL CORPO DAL MOVIMENTO ALLA PAROLA OSSERVARE LEGGERE COMUNICARE CON LA PSICOMOTRICITA’ AL NIDO AGGRESSIVITA’ E RABBIA AL NIDO COSTRUIRE PERCORSI PSICOMOTORI ALL’ASILO NIDO L’OSSERVAZIONE PSICOMOTORIA DEL BAMBINO: GIOCO, MOVIMENTO, EMOZIONE E COMPORTAMENTO 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 AREA LABORATORIALE IL CIBO: SCOPRIRE, GIOCARE, CRESCERE GIOCOMOVIMENTANDO AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA IL COLORE PERCEPITO, AGITO E RACCONTATO L’ATELIER DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI COCCOLE E CAREZZE AL NIDO IL NIDO MUSICALE SUONAMI UNA STORIA: LABORATORIO DI FIABE MUSICALI COSTRUIRE E FAR SUONARE ARTE AL NIDO SPORCHEVOLMENTE SPERIMENTANDO LABORATORIO DEI MATERIALI DI RECUPERO SENSIBILMENTE SPERIMENTANDO LABORATORIO CON LA CARTAPESTA LABORATORIO CON LA CRETA 4 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100

[close]

p. 5

GIOCARE CON LA CARTA COLORI PER CRESCERE: PROGETTO DI EDUCAZIONE ARTISTICA PER L’ASILO NIDO L’ATELIER AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA ESPLORAZIONE GRAFICA E DISEGNI DEI BAMBINI ALL’ASILO NIDO INVENTAFIABA: PER CREARE LE FIABE CON I BAMBINI LIBRIAMOCI! CORSO SULLA LETTURA AD ALTA VOCE VIAGGIO DI CARTA C’ERA UNA VOLTA… TECNICHE DI NARRATIVITA’ AL NIDO ABILMENTE CREANDO CON I BAMBINI AL NIDO CORSI DI SPECIALIZZAZIONE IN ATELIER UGUALE E DIVERSO: L’ATELIER DEI MATERIALI NATURALI PERCORSI MULTISENSORIALI AL NIDO CUCINANDO CON I BAMBINI AL NIDO QUESTO E’ IL GIOCO DEL TEATRO SCRIVIMI UNA STORIA DIETRO LA MASCHERA: IL LABORATORIO TEATRALE AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA BURATTINANDO AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA UTILIZZIAMO E RIUTILIZZIAMO CON LA FANTASIA: LABORATORIO DEI MATERIALI DI RECUPERO UN DUE TRE… MUSICA! UN DUE TRE… COLORE! THREE TWO ONE… ENGLISH! GIOCHI DI LUCE E OMBRE AL NIDO CREATIVAMENTE… ACQUA IL LABORATORIO DEL FREDDO IL LABORATORIO DELLA SABBIA LA SCATOLA DEL BUU 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 5

[close]

p. 6

Area Didattica e Documentativa 6

[close]

p. 7

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ALL’ASILO NIDO PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI L'obiettivo del corso è quello di avvicinare gestori, coordinatori di asili nido ed educatori alla programmazione educativa e didattica in un asilo nido. Uno dei momenti fondamentali della vita al nido è centrato sulla stesura della programmazione didattica, che è l'insieme degli strumenti e delle attività utilizzate dalle educatrici per definire i percorsi formativi proposti ai bambini, distinguendosi dalla programmazione educativa che sottolinea il clima educativo di fondo. In un contesto come l'asilo nido, la programmazione didattica vuole essere un'opportunità in cui l'adulto ovvero l'educatore risponde oggettivamente, attraverso strumenti di verifica e di mediazione, ai bisogni del bambino. Partendo dal presupposto che solo la pianificazione dei percorsi formativi consente di avvicinarsi in modo sostanziale ai processi di apprendimento del bambino, il laboratorio fornisce spunti per nuove tecniche di approccio e di supporto operativo alle attività didattiche ed educative. PROGRAMMA DEL CORSO • La Programmazione educativa: gli spazi e i tempi • Glossario dei termini • Cosa sono e come si applicano i: o Laboratori e campi di esperienza • La continuità verticale e orizzontale • Attività e strumenti: i materiali e i giochi. • Laboratorio operativo con impostazione di una attività didattica • Visione di una programmazione-tipo attivata da educatrici di Asilo nido Saranno presentati modelli di attività da proporre suddivise per obiettivi e si opererà una discriminazione sui materiali utilizzati per le varie attività: materiali da recupero, materiali di uso comune (pennarelli, matite, spugne, tempere ecc). DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 7

[close]

p. 8

IL PROGETTO EDUCATIVO NELL’ASILO NIDO PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI Approfondimento dei significati e contenuti che stanno alla base per la stesura del progetto educativo all’interno di un servizio rivolto alla prima infanzia. L’obiettivo è quello di rendere consapevoli i corsisti dei contenuti che occorre sviluppare, approfondire ed esplicitare per realizzare un progetto educativo che ha lo scopo di trasformare una esperienza in un percorso intenzionale. Gli obiettivi del corso: Acquisire conoscenze sulla progettazione e relative implicazioni in campo educativo; Migliorare e consolidare la propria capacità progettuale sapendola tradurre all'interno del servizio educativo; Migliorare la qualità degli interventi educativi sul piano metodologico e pedagogico. PROGRAMMA DEL CORSO • Che cos’è un progetto educativo? Differenze con la programmazione didattica • Come si scrive un progetto educativo? • Struttura e analisi del progetto educativo: • Il servizio / la struttura • Finalità’ / Mission educativa • Funzionamento del nido • Tempi al nido • Organizzazione degli spazi • Ambientamento • Incontri con le famiglie / genitori • Il personale • Norme igienico-sanitarie • Controllo qualità DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 8

[close]

p. 9

PROGRAMMAZIONI DIDATTICHE A CONFRONTO PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI Il corso parte da aspetti pratici di progettazioni reali di nido per arrivare alla teoria, toccando alcuni autori della pedagogia moderna. La definizione della parola ci dice che il significato parte dal lat. proiectāre, intensivo di proicĕre ‘gettare oltre, fare avanzare’, quindi per quanto concerne il nido le azioni e i pensieri da mettere in campo riguardano principalmente i bambini, gli spazi, le routine, i tempi dei bambini e degli adulti, il territorio d’appartenenza del nido. Il documento progettuale diventa quindi una base sulla quale” innestare” i progetti specifici di sezione. La progettazione è un importante strumento operativo in linea con il progetto psico pedagogico dell’asilo nido,che permette di non improvvisare; essa è anche flessibile, di conseguenza potrà variare ed essere modificata in corso d’opera rispetto alle esigenze dei bambini, ai loro tempi di apprendimento e alle loro caratteristiche evolutive. Si deve pensare alla programmazione come ad una serie di colorate “scatole cinesi” ogni concetto esplicitato, ogni paragrafo, deve poter innestarsi in quello successivo tutto deve essere collegato,è un pensiero, una filosofia se vogliamo che deve cambiare il modo di vedere degli educatori al nido. PROGRAMMA DEL CORSO • Programmazioni a confronto analisi su alcuni modelli reali ( esempio dell’utilizzo del filo conduttore, progettazione di sezione per ambiti, progettazione unica di nido) • Schema di una programmazione: da dove parto cosa tengo costante annualmente, cosa cambio. • Osservazione … a cosa mi serve? Che cosa è utile osservare per programmare? (spazi, materiali, tempi degli adulti, tempi dei bambini) • Cosa significa partire dagli interessi dei bambini? Spunti di ricerca progettuale … • Che peso e importanza ha il gioco del bambino come veicolo di conoscenza …come prevedere alcuni momenti di apprendimento/gioco, al nido. DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 9

[close]

p. 10

DOCUMENTARE: LA TRACCIA DEL PENSATO E DELL’OSSERVATO AL NIDO PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI Il Corso ha come obiettivo l’approfondimento delle modalità di documentazione al nido, ma offre anche alcuni spunti operativi. La documentazione al nido è ormai riconosciuta come condizione indispensabile per garantire la memoria, l’identità e la qualità dei contesti educativi. La documentazione ha il merito di dare un contributo importante alla conoscenza e al riconoscimento della realtà educativa del nido. Allo stesso tempo consente di comunicarla, ne è quindi un’importante testimonianza ed un rilevante canale di comunicazione che, a differenza di altri, ha il pregio di consentire la riflessione sulle informazioni che vengono trasmesse. Infatti questa competenza deve essere acquisita dall’operatore dei servizi educativi, il quale deve conoscere la finalità della raccolta dei dati ed essere messo in grado di farlo con strumenti agili e congruenti con il proprio impegno orario. In caso contrario è evidente il rischio che le educatrici pensino alla documentazione come a un obbligo formale e non la utilizzino come occasione privilegiata per riflettere sulla propria attività. PROGRAMMA DEL CORSO • Perché si documenta • A chi é rivolta la documentazione: documentazione e passaggio • Cosa si documenta • Come si documenta • Quando si documenta • Dove si documenta • Gli strumenti della documentazione DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 10

[close]

p. 11

OSSERVARE E DOCUMENTARE ALL’ASILO NIDO PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI La pratica documentativa nell’asilo nido è un elemento nodale e strategico a sostegno della qualità del servizio: consente di costruire una biografia del bambino al nido ed è importante sia per gli educatori che per le famiglie, in quanto permette di: Ripensare, analizzare e organizzare costantemente il lavoro al nido, anche al fine di comunicarlo all'esterno; Effettuare una riflessione intersoggettiva sul valore delle esperienze svolte; Valutare il grado di congruenza tra gli obiettivi della progettazione e ciò che realmente succede; Informare la famiglia e renderla partecipe della qualità e dei programmi della struttura. La documentazione al nido richiede di saper utilizzare gli strumenti dell'osservazione, e richiede un lavoro di progettazione preliminare per saper scegliere cosa, come, quando documentare. Inoltre l’equipe degli educatori deve saper organizzare in modo coerente le tecniche di documentazione, in modo da tracciare un modello educativo ripetibile per favorire lo sviluppo del bambino. PROGRAMMA DEL CORSO • Che cosa significa documentare • Quale valore assume la documentazione della quotidianità nell’esperienza del nido • L’ interpretazione nell’esperienza documentativa • Soggettività e intersoggettività nella documentazione • Gli strumenti documentativi • Come far emergere le peculiarità di ogni bambino all’interno di una documentazione progettuale Il corso si svolge con parte frontale e parte laboratoriale. DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 11

[close]

p. 12

ALLA SCOPERTA DEL BAMBINO ATTRAVERSO L’OSSERVAZIONE PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI L'osservazione del comportamento del bambino a scuola è uno strumento molto importante per raccogliere informazioni che possono essere utili agli educatori, aiutandoli a conoscere di più e in modo più approfondito i bambini con cui interagiscono tutti i giorni. Affinchè l'osservazione sia uno strumento davvero utile, però, deve essere condotta in modo sistematico e deve diventare uno strumento per ricalibrare e aggiornare costantemente la programmazione educativa e didattica. Nel corso si forniranno gli strumenti concreti e le tecniche che possono essere utilizzate per osservare il bambino in diversi contesti all'interno dell'asilo nido, per raccogliere informazioni utili al fine dell'azione educativa. PROGRAMMA DEL CORSO • I contenuti dell'osservazione educativa • Perché utilizzare il metodo osservativo? • Che cosa osservare nella prospettiva della realizzazione di un nido di qualità? • La pratica dell'osservazione costante per conoscere lo sviluppo del bambino • Quali tecniche osservative utilizzare: • Come si può valutare l'oggettività dell'osservazione? • Come sviluppare le competenze osservative • Come e quando osservare • Fasi dell'osservazione • Come utilizzare le osservazioni nella programmazione educativa e nella progettazione didattica LABORATORIO: ESEMPIO PRATICO di compilazione di griglia di osservazione . Tecniche specifiche per rilevare il comportamento (osservazione delle situazioni di gioco, e stesura del protocollo. DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 12

[close]

p. 13

L’ OSSERVAZIONE DEL BAMBINO NEL CONTESTO SOCIALE PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI L'asilo nido e la scuola dell'infanzia sono contesti fondamentali per la vita e lo sviluppo dei bambini. Nel corso di queste esperienze i bambini esprimono se stessi e si fanno conoscere nei vari momenti della giornata e durante le diverse attivita' proposte. Per conoscere in modo approfondito i bambini, pero', sono necessari anche degli strumenti e delle tecniche e l'osservazione tra queste permette una conoscenza approfondita dei bambini e delle dinamiche in corso. Dopo aver esaminato le tecniche di osservazione per la rilevazione del comportamento (corso: "Alla scoperta del bambino attraverso l'osservazione" ), con questo corso vengono presentate le tecniche di osservazione in contesti specifici, per approfondire la conoscenza delle strategie che permettono di incrementare la conoscenza del bambino durante le diverse esperienze che vive all'asilo nido e alla scuola dell'infanzia. In un contesto come l'asilo nido, la programmazione didattica vuole essere un'opportunità in cui l'adulto ovvero l'educatore risponde oggettivamente, attraverso strumenti di verifica e di mediazione, ai bisogni del bambino. PROGRAMMA DEL CORSO • L'osservazione del gioco; • L'osservazione dell'interazione tra pari (il gioco sociale, i comportamenti prosociali, gli episodi conflittuali); • L'osservazione delle competenze comunicative e linguistiche; • L'osservazione della relazione tra educatore e bambino. LABORATORIO: ESEMPIO PRATICO di compilazione di griglia di osservazione . Tecniche specifiche per rilevare il comportamento (osservazione delle situazioni di gioco, e stesura del protocollo. DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 13

[close]

p. 14

DOCUMENTARE LE ESPERIENZE CREATIVE AL NIDO E ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI L’obiettivo di questo corso è approfondire le modalità della comunicazione, dell’impaginazione e dei formati delle documentazioni relativi alle produzioni creative dei bambini all'asilo nido e alla scuola dell'infanzia, perchè possa rimanere traccia della memoria del loro percorso e vissuto personale, e per promuovere all'esterno il percorso svolto dal servizio educativo. Molti educatori sentono la necessità di “dare forma” alle loro documentazioni per i bambini, per i genitori e per loro stessi come materiali di studio. Documentare è un modo per qualificare la memoria, dare visibilità e riconoscimento al percorso educativo/didattico, dando un supporto metodologico nelle situazioni educative, proiettando all’esterno la rappresentazione del vissuto personale di ogni bambino. PROGRAMMA DEL CORSO Introduzione teorica sulla modalità della documentazione oltre che sui significati strettamente connessi: • perché documentare, cosa documentare, ma soprattutto in che modo? • quali sono gli strumenti della documentazione, • esempi di documentazioni cartacee, a libro, a parete, digitali, allestimenti, • esempi di documentazione per progetti come la natura, il natale, l'amicizia, la costruttività, la figura umana, la luce e l'ombra... DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 14

[close]

p. 15

AL NIDO CON UN CLICK: STRUMENTI DIGITALI E COMUNICAZIONE STRATEGICA PRESENTAZIONE CORSO E OBIETTIVI L’uso dei social è in costante e continuo aumento, in particolare per le fasce d’età dai 25 ai 45 anni, che corrispondono all’età media dei genitori che cercano un nido per i loro bambini. Il corso ha l’obiettivo di promuovere l’esperienza degli strumenti di comunicazione social per aggiornare il panorama educativo per la prima infanzia e nel modo di vivere l’Asilo Nido per le Famiglie. Partendo da una riflessione sull’asilo nido come soggetto capace di configurare nuove forme di comunità, il corso affronterà i rischi delle nuove tecnologie e anche il fascino e i vantaggi dell'uso di tali tecnologie nel contesto educativo 0-6. Inoltre i Social Media sono uno strumento di promozione del servizio direttamente rivolto al target interessato: grazie al Social Media possiamo realizzare delle campagne di comunicazione basate sull’ utilizzo di immagini e video utili a raccontare, in modo chiaro e senza filtri, la qualità del lavoro al nido. PROGRAMMA DEL CORSO • I Social Network: caratteristiche e utilità • Come usare efficacemente i social networks per comunicare con le famiglie, promuovere la propria attività • Il web specchio della propria immagine: fascino e rischi delle nuove tecnologie • I gruppi social: risorsa e criticità • Alcuni esempi concreti di organizzazione di comunicazione social • La normativa sulla privacy • Supporti digitali utilizzabili da parte del nido e della scuola dell'infanzia per la gestione della scuola o per la didattica. • Discussione e confronto di esperienze DURATA DEL CORSO: mezza giornata DESTINATARI: Operatori dei servizi per l'infanzia (educatori, gestori di asilo nido, coordinatori, insegnanti della scuola dell’ infanzia). 15

[close]

Comments

no comments yet