Ristonews Natale 2016

 

Embed or link this publication

Description

Rivista periodica online dell'Associazione Ristoworld Italy

Popular Pages


p. 1

Periodico dell’Associazione Ristoworld Italy Numero 27 Anno IV - Natale 2016 Copia Omaggio La fantastica creazione conquista il podio del Contest Dolci Sotto l’Albero Premio Speciale della Giuria a Ida Ladiana Encomio Solenne a Mario Santamaria Angela Simonelli e il suo naif dessert Natale 2016

[close]

p. 2

N. 27 / 2016 2 SOMMARIO Natale 2016 ANNO IV Numero 27 In copertina La Sfera di Natale di Angela Simonelli, Vncitrice del Contest Dolci sotto l’Albero 2016 3 Gli Auguri del Presidente Andrea Finocchiaro e del Direttore Marsh Proietto di Silvestro 4 Messaggio augurale di SAR Il Principe Stefan Cernetic 11 Dal quel cassetto dei ricordi di Sara La Rosa 14 A colazione dal Maestro di Alessandra Distefano 16 Riecco Italian Style di Serena Surdo 33 I Premiati Ofelia 2016 di Titti Dell’Erba 74 A Sinagra il pranzo solidale Insieme per i terremotati Ristonews è il periodico online di informazione ufficiale di Ristoworld Italy distribuito online per i soci dell’Associazione Ristoworld Direttore Responsabile Marcello Proietto di Silvestro ristonews@gmail.com Direttore Editoriale Andrea Finocchiaro ristoworld@hotmail.com Redazione Ass. Culturale Ristoworld Italy Presso Istituto Ardizzone Gioeni Via Etnea 595, 95128 Catania Mobile 333.5021044 Hanno collaborato Andrea Finocchiaro, S.A.R. e I. Principe Stefan Cernetic, Gregori Nalon, Giuseppe Rinaudo, Titti Dell’Erba, Sara La Rosa, Tony Schilirò, Anna Filoni, Alessandra Distefano, Serena Surdo, Angela Simonelli, Ida Ladiana, Mario Santamaria, Luca Gioiello, Emanuele Martini, Sabina Martorana, Azienda Vergallo, Giovanni Fortugno, Luca Puzzuoli, Ina R. Ruffino, Paolo Metrangolo, Leonardo Massaro, Softhings.com, Salvatore e Laura D’Angelo, Mirko Monteduro, Golositalia.it, Palma D’Onofrio, Amministrazione Comunale e Pro Loco Sinagra Stampa e Diffusione On-line in PDF sul sito www.ristoworld.org Registrazione Autorizzazione del Tribunale di Catania N. 02 del 2012 Disclaimer RistoNews lascia agli Autori degli articoli l’intera responsabilità dei loro testi. Gli Autori delle ricette dichiarano al momento dell’invio in redazione che le stesse sono da loro realizzate. Gli Autori rispondono personalmente in caso di plagio o altro reato legato alle opere d’ingegno. opere d’ingegno.

[close]

p. 3

N. 27 / 2016 3 NATALE 2016 Desideriamo esprimere a Voi e alle Vostre Famiglie l’augurio sincero in occasione del Santo Natale e di queste feste di fine anno. Un Natale semplice fatto di cose buone a partire dal cibo e dal vino che, siamo certissi- mi, sarà italiano: già…sul Made in Italy Ristoworld ha da tempo puntato i riflettori. Ne guadagna la tasca certo, con il rafforzamento economico dei nostri produttori, ma ne guadagna soprattutto la salute con l’utilizzo di alimenti buoni, non modificati geneticamente e in linea con il “buono, pulito e giusto” di Slow Food che ci accompagna. Permetteteci però di rivolgere i nostri Auguri in maniera speciale alle popolazioni colpite dal terremoto: per loro abbiamo aderito ad alcune iniziative istituzionali (vedi Gela e più recentemente Si- nagra) e nelle Marche abbiamo inviato 4 dei nostri cuochi Ristoworld Emergency. Continueremo anche per il 2017 ad essere impegnati in prima fila anche in attività di Protezione Civile. Supportateci con il vostro affetto ed il vostro entusiasmo, partecipando coralmente alle tante nostre attività a partire dal tesseramento 2017 già attivo sul nostro sito al link www.ristoworld.org A questo sito e alla pagina Facebook potrete collegarvi per seguire tutte le iniziative e le attività. Auguri ! © Marcello Proietto dS © Andrea Finocchiaro Direttore Responsabile Presidente Ristoworld Italy

[close]

p. 4

N. 27 / 2016 4 AUGURI REALI Gli Auguri della Casa Imperiale Reale di Montenegro & Macedonia Carissimi Cavalieri, Dame e Amici tutti di Ristoworld Italy, un altro anno è in procinto di passare e un anno nuovo, il 2017, si affaccia colmo di speranze. Il catastrofico sisma che ha martoriato tanti paesi della nostra amata Italia vi ha visti protagonisti in primo piano con Ristoworld e mi ha reso infinitamente orgoglioso per la Vostra umanità, generosità, impegno senza limite nei confronti delle popolazioni colpite. NominandoVi Cavalieri degli Ordini Dinastici della Casa Imperiale Reale di Montenegro & Macedonia, avrete preso solennemente il tacito impegno di aiutare il prossimo, di continuare a essere leali e generosi. La mia fiducia e' stata ben riposta in Voi ! Ristoworld sta crescendo velocemente di anno in anno come iscritti e come attività, non solo benefiche. Un'associazione unica nel suo genere con un direttivo giovane e dinamico; due propulsori come i nostri Commendatori Andrea Finocchiaro e Marsh Proietto di Silvestro, dietro cui agiscono molti altri straordinari associati, amici e professionisti in Italia e all'estero, attivissimi e motivatissimi. Mai come il 2016 ci ha visti compatti e determinati, vigili verso le persone negative, a fare squadra con chi crede in noi e vuole fare passi avanti professionalmente e umanamente. L'anno che verrà mi vedrà presto con Voi tutti e non vedo l'ora! Intanto Vi abbraccio con affetto e stima, alzando il calice in un prosit e in un "viva Ristoworld!". Stefan Cernetic S.A.I. e R. Principe di Montenegro e Macedonia Ambasciatore Ristoworld Monaco-Montecarlo - "IN HOC SIGNO VINCES !" - Да је вјечна Црна Гора. Imperial & Royal House of Montenegro and Macedonia - Chancery - Dynastic Orders of Knighthood. Царска и Краљевска Кућа Црнојевић, Крунски Принц и Престолонаследник Црне Горе, Срвије, Македоније, Албаније, Бугарске, Војводине. Ambassador At Large, ICDO International Civil Defence Organisation, Geneva, Switzerland. * 85th Anniversary ! * CD Member Corps Diplomatique & Consulaire - Monte Carlo - Belgrade - Milan - Geneva - Athens

[close]

p. 5

N. 27 / 2016 5 AUGURI VIP Il Natale… momento magico, momento triste, per ognuno di noi può essere un ricordo, una sensazione… Di sicuro, porta sempre riflessione. Il mio augurio, a voi tutti, è che possa essere un momento di serenità e felicità, che possa far riflettere in qualsiasi momento e situazione, che ci porti quella serenità interna che ci dà la possibilità di capire che a volte basta veramente poco per essere felici, sereni, tranquilli… … il Natale passerà di sicuro… e ci troveremo ancora ad essere tutti un po’ cuochi, un po’ appassionati di cucina... Spero che nel 2107 ci sia la voglia di confrontarci, di discutere sulla cucina che verrà, essere orgogliosi di non essere i soli ad avere la giusta idea culinaria. Mi piacerebbe sentire dire: che bravo il mio collega! quel ristorante lavora bene! quella tecnica è diversa dalla mia, ma valida…. Mi piacerebbe pensare di vivere nel 2017 in momenti di condivisione, aggregazione e apprezzamento per il pensiero culinario di chi ci sta vicino… senza veli, senza problemi, senza pregiudizi. Cav. Gregori Nalon The Lean Food Manager Chef di Casa Reale Cernetic Responsabile Ristoworld Italy per le Relazioni esterne aziendali

[close]

p. 6

N. 27 / 2016 6 COMMERCIALE U’ Canalaru Contrada Consorto SS 124, San Michele di Ganzaria (CT) Infoline & Prenotazioni 338/ 779 27 87 Seguici Ristorante d’Eccellenza Nel cuore della Sicilia ecco la ristorazione di qualità. U’ Canalaru offre una cucina tipica casereccia locale e siciliana e l’ottima pizza. La cantina è ben fornita. Banchetti su prenotazione: battesimi, prime comunioni, cresime, feste di compleanno, lauree, matrimoni. Accoglienti sale immerse nella natura: è il posto ideale per serate in compagnia, cene raffinate e romantiche, una pizza genuina cotta a legna. Veniteci a trovare: Vi aspettiamo!

[close]

p. 7

N. 27 / 2016 7 ALIMENTAZIONE La dieta senza grano è il regime alimentare che deve adottare chi soffre di intolleranza a questo alimento. Prima di addentrarci nell’argomento, è utile chiarire che questo tipo di intolleranza alimentare è diversa dalla celiachia: questa è relativa alla gliadina del glutine, ossia un insieme di proteine contenuto nel frumento, nell’orzo, nella segale, nel farro e in altri cereali. Il grano o frumento, il cui nome botanico è Triticum, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Graminacee. Nell’area mediterranea è probabilmente il cereale più noto e utilizzato. A scopo alimentare vengono coltivate e impiegate due varietà di grano, diverse essenzialmente per la resistenza che offre il chicco nel corso del processo di macinazione: il tenero, impiegato perlopiù per la produzione di farina, e il duro, dal quale si ricava la semola che mescolata con l’acqua è indispensabile per fare la classica pasta. La dieta senza grano è una alimentazione quotidiana che escluda tutti i derivati della farina di grano tenero e duro, in pratica la maggior parte dei comuni prodotti di panificazione, inclusi snack salati e dolci, e della pasta. Dieta senza grano: le indicazioni generali. Un regime alimentare che escluda il grano prevede l’eliminazione di tutti i derivati della farina di grano tenero e della semola di grano duro. Fortunatamente in commercio sono disponibili altri cereali che possono assicurare il giusto apporto di carboidrati complessi nella dieta quotidiana: riso, orzo, mais, farro, a-

[close]

p. 8

N. 27/ 2016 8 ALIMENTAZIONE vena, miglio ed anche quinoa. Quest’ultima è una pianta erbacea che non appartiene alla famiglia delle graminacee, ma per il suo utilizzo è as- similabile a queste ultime. Più complicato per chi segue una dieta senza grano è mangiare fuori casa o trovare in commercio snack, prodotti di panificazione e dolci senza farina di frumento. La dieta senza grano è facilmente bilanciata secondo i comuni principi della dieta mediterranea, che prevede l’assunzione quotidiana dell’energia necessaria dal 55-60% di carboidrati, 1015% di proteine e 25-30 % di grassi. Chiaramente la qualità dei macro-nutrienti fa la differenza: i carboidrati devono essere per la maggior parte complessi e provenire da cereali preferibilmente integrali; le proteine devono provenire prevalentemente dai legumi ed eventualmente dal pesce azzurro, mentre deve essere limitato il consumo di carne, soprattutto di quella rossa e degli insaccati, e dei latticini stagionati ricchi di sali; i gras si per condire e cucinare devono essere per la maggior parte quelli dell’olio extravergine di oliva. Dieta senza grano Un esempio Di seguito, un esempio di una dieta quotidiana senza grano, con la suddivisione dei vari pasti della giornata: colazione: una porzione da 100 g di yogurt al naturale con frutta fresca e 40 g di riso soffiato, eventualmente un caffè o un tè senza zucchero; spuntino: una porzione di frutta fresca di stagione; pranzo: una porzione da 70 g di farro con zucchine e menta, 90 g di pesce al forno con limone e origano, una porzione di verdura fresca di stagione; spuntino: una porzione di frutta fresca di stagione; cena: spadellata di riso basmati con fagioli di soia e pomodori pachino, servita con verdura grigliata condita con olio extravergine di oliva e trito di maggiorana e timo. La dieta senza grano è stata proposta qualche anno fa, dal cardiologo americano William Davis, anche a chi non soffre di alcuna intolleranza specifica a questo alimento. Secondo questo autore il grano coltivato oggi, frutto di manipolazioni genetiche atte a migliorarne la produttività, è tra le cause dell’aumentata frequenza di casi di obesità, diabete, colesterolo alto e ipertensione. Tutte condizioni che espongono il paziente ad un maggiore rischio di soffrire di malattie cardiovascolari anche gravi. Greenstyle.it

[close]

p. 9

N. 27 / 2016 9 DELIZIE DI TITTI Un dolce della Tradizione tutto da gustare nella rivisitazione di Titti Dell’Erba. Seguite per benino il procedimento e stupirete i vostri ospiti e commensali con una vera e propria bontà... © Titti Dell’Erba Condirettore Ristonews Sommelier Ais Lecce Dama di Casa Reale Cernetic Ingredienti per 6 persone Tempo di esecuzione 1 h e 15 minuti Grado di difficoltà: 2 Ingredienti 80g di zucchero semolato 4 tuorli 6 albumi 70g di zucchero 1 pizzico di sale 70ml di olio 40ml di acqua 30ml di succo di limone La scorza grattugiata di 1 limone 160g di farina 2 cucchiaini di lievito per dolci Per la copertura 250ml di panna fresca 30g di zucchero 1 cucchiaino di brandy colorante verde confettini colorati Procedimento In una ciotola mettete i tuorli e 80g di zucchero. Sbatteteli con una frusta elettrica fino a quando non otterrete una crema biancastra. Smettete solo quando il composto diventa liscio e spumoso. Aggiungete, sempre mescolando, l’olio, l’acqua, il succo e la buccia del limone. In un’altra ciotola mettete gli albumi e sale. Montate a neve, continuando finché otterrete una meringa soda. Aggiungete 70g di zucchero e montate.

[close]

p. 10

N. 27 / 2016 10 DELIZIE DI TITTI che create degli alberelli con la panna colorata e continuando con la panna bianca formate il decoro preferito. Spolverizzate gli alberelli verdi con i confettini colorati. Vino in abbinamento Moscato Rosa Alto Adige DOC 2014 KETTMEIR Santa Margherita. Unite 1/3 di meringa al composto di tuorli e mescolate. Setacciate farina e lievito insieme, metteteli nella ciotola di albumi e tuorli e mescolate bene con un cucchiaio di legno. Aggiungete la meringa rimasta e continuate a mescolare, cercando di non farla sgonfiare. Versate il composto nello stampo di silicone e infornate a 170°C per circa 40 minuti. Una volta cotto, lasciate raffreddare, dopo sformate su una alzatina o piatto decorato. In un’altra ciotola rovesciate gradatamente la panna, lo zucchero e il brandy. Ponete la ciotola sopra un contenitore contenente acqua e ghiaccio e montate velocemente. Spalmate ora la superficie della torta con la panna montata bianca, poi con la sac à po- L’esame organolettico del Moscato Rosa DOC della cantina Kettmeir mette in luce il particolare colore rosso rubino tenue con riflessi arancio profondi e di ampio spessore. Il profumo elegante, intenso e persistente lascia bene riconoscere i petali di rosa e di chiodi di garofano con leggeri sentori di muffa nobile. Al sorso si presenta misuratamente dolce con un piacevole retrogusto aromatico ed intatta acidità. Persistente a lungo. Da servire in bicchieri Renano (Tulipano) fresco a 14° C per accompagnare i dolci. © Titti Dell’Erba Condirettore Ristonews Sommelier Ais Lecce Dama di Casa Reale Cernetic Tesseramento 2017 Vai sul sito www.ristoworld.org

[close]

p. 11

N. 27 / 2016 11 LETTERINA Cari Babbo Natale... scrivo cari perché credo che la Befana debba essere tua moglie... e la moglie ci vuole... Comincia così una letterina scritta a Babbo Natale da una bambina tanti anni fa, ritrovata frugando tra vecchi libri, cercando e ricercando una ricetta. Già, perché alle prese con gli immancabili preparativi natalizi, quest’anno mi viene voglia di riproporre per le festività quelle che sono le tradizioni di famiglia. Dagli addobbi alle tovaglie rigorosamente ricamate a mano: via la carta, che impatta l’ambiente e ci fa produrre tonnellate di rifiuti. Vuoi mettere il tintinnio di bicchieri, la goccia di vino sulla tovaglia che ti costringe a smacchiare e a toccare, quasi impossessandotene, quella stoffa che è stata ri- camata solo per te. E allora godiamoci queste luci e tiriamo fuori l’album dei ricordi, anche a tavola. Il rapporto con le feste è sicuramente cambiato negli ultimi anni e raramente le famiglie patriarcali di una volta adesso riescono a trovarsi sotto lo stesso tetto: Metti il caso che... una letterina spuntata da un cassetto dimenticato... famiglie allargate nel numero e ristrette – ahimè, è anche questo un segno dei tempi – nelle finanze e quindi con la necessità di provvedere a pranzi, cenoni e ammennicoli vari con semplicità e in economia. E allora ci vuole un’idea: che ci faccia ricordare le tradizio- Sara La Rosa Giornalista, Esperta in Comunicazione Territoriale ni, che ci riporti a tavola ricordandoci di abitare in Sicilia, di quando il salmone non era stato ancora “inventato” e la tavola accoglieva quello che l’orto o il cortile, con i suoi animali, ci offriva. Dalle ricette per la vigilia: pitoni con la scarola, le crespelle (in sicilia-

[close]

p. 12

N. 27 / 2016 12 LETTERINA no crispeddi) con le verdure o anche soltanto con le acciughe: e soprattutto il rito della preparazione, che ti scaldava il cuore. Per il giorno di Natale o Capodanno invece non poteva mancare il falso magro al sugo. Una fetta di manzo che si arrotola su se stessa e si lega, accogliendo al proprio interno un impasto di macinato, formaggio grattugiato, prezzemolo e mollica di pane: e ancora uova sode, prosciutto che viene fatto soffriggere prima in olio caldo e poi cotto lentamente nel sugo di pomodoro. E a fine pranzo tombolata per tutti: per segnare i numeri venivano utilizzate rigorosamente le bucce del mandarino: un profumo di festa, di buono, di famiglia che purtroppo abbiamo perso. La misura del benessere ci viene data adesso da piatti più ricercati che non ci appartengono e dalle famiglie sempre più “povere” di nu- meri: di figli, di anziani genitori che vivono lontani e hanno fatto la fortuna di badanti stranieri. Non c’è più tempo: per cucinare prima, per godere della compagnia e della tavola dopo. Il mio augurio è quello di ritrovarlo, questo tempo che corre e non torna. Il mio augurio è quello di ridere, sporcandosi di farina con i bimbi mentre preparate il cenone o mentre il sugo schizza e scoppietta nella pentola. Vi vedo già ai fornelli, mentre cucinate e raccontate queste ricette ai vostri figli: dategli un’anima e fatele vivere. Sono ricordi che un giorno parleranno di voi e permetteranno di tramandare la tradizione gastronomica siciliana, così ricca, così bella. Sara La Rosa Giornalista, Esperta in Comunicazione Territoriale

[close]

p. 13

N. 27/ 2016 13 COMMERCIALE Il Blasco Via Felice Cavallotti 53, Sassuolo 0536585088 3208363898 3296162157

[close]

p. 14

N. 27 / 2016 14 TACCUINI "Il cibo non dev'essere solo buono, ma dev'essere bello, elegante e coinvolgente”… A colazione dal Maestro A dirlo è Iginio Massari, il maestro dei maestri pasticceri italia- ni, senza alcun dubbio la personalità di maggior spicco nel panorama della pasticceria italiana. Siamo a Brescia, una domenica di fine anno, il cielo è azzurrissimo, la temperatura è perfetta per una passeggiata in una città troppo spesso sottovalutata, ma in realtà con molto da vedere… Quanto a me, grazie ad una “guida” speciale che decide di viziarmi, posso dimostrare il seguente teorema: se è vero che una perfetta giornata di vacanza inizia sempre con la colazione, è soprattutto vero che il top per la colazione non può che es- sere la pasticceria Veneto di Iginio Massari! A decretarlo è la guida del Gambero Rosso, per dare un po’ i numeri necessari a rendere l’idea: cinquecento pasticcerie selezionate in Italia, novanta centesimi il punteggio minimo per il podio, Massari con ben novantatrè punti rappresenta l’eccellenza! Ma naturalmente, pur essen- do il massimo, non finisce qui, anche Relais Dessert, la più importante associazione nel settore che si assume il compito di radunare sotto il suo nome l’elite della pasticceria mondiale, rende onore al maestro inserendo nel proprio circuito la pasticceria Veneto. Una perfetta giornata di vacanza inizia sempre con una ottima colazione Dott.ssa Alessandra Distefano Premio Ofelia 2016 Farmacista ed esperta in tematiche alimentari Scrittrice e Saggista

[close]

p. 15

N. 27 / 2016 15 TACCUINI All’interno le pareti del locale sono tappezzate di premi, targhe, coppe e riconosci- menti, ma tanti da non riuscire nemmeno a contarli, sarebbe impossibile farne menzione in un solo articolo che diventerebbe didascalico e noioso, ma concedetemi di sottolineare che nel 1997 è stato Massari a gui- dare la squadra italiana che ha vinto la coppa del mondo di Lione; nel 2000 è stato pasticcere dell’anno e nel 2002 si è aggiudicato la coppa Eu- ropa di Roma. Lui è presente, mi dicono come ogni sabato mattina e risponde con estrema gentilezza e disponibilità alle domande, ai saluti ed ai dubbi di quelli che io definirei fans piuttosto che clienti! In mezzo a tutti, ovviamente ci saremo pure noi a complimen- tarci col maestro, ma solo dopo aver assaggiato! Ci sediamo nella veranda all’esterno della pasticceria, anche qui tutto porta, con estrema raffinatezza, la firma di Massari: dalle tovagliette con cui viene apparecchiato il tavolo alle torte, dalle placchette di cioccolato sui dolci al cuoricino impresso sui cappuccini! Ciascuno di noi ordina il proprio classico: rispettivamente un tè verde ed un cornetto crema e cappuccino con cornetto marmellata… personalmente trovo che la schiuma del cappuccino sia quasi commovente e la posso mangiare come mio costume a cucchiaiate, la pasta dei cornetti è letteralmente sublime e perfetta! Potremmo dichiararci soddisfatti così? Forse, ma non noi… noi prima di andare a parlare con lui vogliamo per forza assaggiare il famosissimo Tiramisù e il risultato supera persino le aspettative che avevamo per un dolce così premiato! L’obiettivo dichiarato di Massari è quello di promuovere la qualità e non c’è dubbio che sia stato ampiamente raggiunto, come dimostra anche il successo del suo celeberrimo panettone. Vi lascio con un suo messaggio “una ricetta non basta a realizzare un grande prodotto: fondamentale è l’uso di ingredienti di primissima qualità. Tanto è vero che nei miei corsi io non insegno ricette, ma insegno a costruirsele da sé”. Dott.ssa Alessandra Distefano Premio Ofelia 2016 Farmacista ed esperta in tematiche alimentari Scrittrice e Saggista

[close]

Comments

no comments yet