Piano di Formazione

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Piano formazione

Popular Pages


p. 1

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2° CIRCOLO “E. DE AMICIS” P.TTA CONTE ACCARDO 73100 LECCE TEL./FAX 0832/306013 COD. FISC. 93058060752 E-MAIL LEEE07100P@ISTRUZIONE.IT HTTP://WWW.2LEDEAMICIS.GOV.IT/ CODICE UNIVOCO SCUOLA UFDK8C

[close]

p. 2

IL PIANO PER LA FORMAZIONE DOCENTI -LINEE GUIDA-

[close]

p. 3

Legge 107/2015 LA FORMAZIONE IN SERVIZIO DIVENTA OBBLIGATORIA, PERMANENTE E STRUTTURALE PIÙ VALORE AL RUOLO DEL DOCENTE PER UN SISTEMA EDUCATIVO DI QUALITÀ IN UNA SCUOLA CHE DIVENTA AMBIENTE DI APPRENDIMENTO CONTINUO.

[close]

p. 4

Competenze di sistema Competenze per il XXI sec Competenze scuola inclusiva 9 le priorità tematiche della formazione 1. AUTONOMIA ORGANIZZATIVA E DIDATTICA 2. VALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO 3. DIDATTICA PER COMPETENZE E INNOVAZIONE METODOLOGICA 1. COMPETENZE DI LINGUA STRANIERA 2. COMPETENZE DIGITALI E NUOVI AMBIENTI PER L'APPRENDIMENTO 3. SCUOLA E LAVORO 1. COMPETENZE DI CITTADINANZA E CITTADINANZA GLOBALE 2. COESIONE SOCIALE E PREVENZIONE DEL DISAGIO GIOVANILE - INTEGRAZIONE 3. INCLUSIONE DISABILITÀ

[close]

p. 5

Ogni docente: 1. STANDARD PROFESSIONALI 2. PORTFOLIO DIGITALE 3. PIANO INDIVIDUALE DI SVILUPPO PROFESSIONALE

[close]

p. 6

1. Standard professionali PER IL RAGGIUNGIMENTO DI STANDARD PROFESSIONALI VERRÀ ISTITUITO UN PORTFOLIO CHE RACCOGLIERÀ LA STORIA FORMATIVA E PROFESSIONALE, IL PIANO INDIVIDUALE DI SVILUPPO PROFESSIONALE, DA ELABORARE SULLA BASE DELLE ESIGENZE DEL SINGOLO DOCENTE.

[close]

p. 7

2. Portfolio docente IL PORTFOLIO PROFESSIONALE DEL DOCENTE AVRÀ COME PUNTO DI PARTENZA IL BILANCIO DELLE COMPETENZE, GIÀ SPERIMENTATO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI NEGLI ULTIMI DUE ANNI. LE SUCCESSIVE ARTICOLAZIONI SONO: ● CURRICULUM PROFESSIONALE ● ATTIVITÀ DIDATTICA ● PIANO INDIVIDUALE DI SVILUPPO PROFESSIONALE

[close]

p. 8

Portfolio docente ANAGRAFE DELLE PROFESSIONALITÀ (ALTRE ESPERIENZE PROFESSIONALI, QUALIFICHE E CERTIFICAZIONI, ATTIVITÀ DI RICERCA E PUBBLICAZIONI) STORIA FORMATIVA (QUALI E QUANTI PERCORSI, CON QUALI RISULTATI) LEGAME CON IL FASCICOLO PERSONALE DEL DOCENTE PROGETTAZIONE, DOCUMENTAZIONE E RIFLESSIONE SULL’ATTIVITÀ DIDATTICA AGGIORNATO CON LE PROPOSTE DI SVILUPPO PROFESSIONALE DEL DOCENTE (ES. RISORSE DIDATTICHE PRODOTTE, LAVORO CONDOTTO NELL’ANNO DI PROVA, PROGETTAZIONE DI PARTICOLARI PERCORSI FORMATIVI)

[close]

p. 9

Quante ore di formazione? “Le azioni formative per gli insegnanti di ogni istituto sono inserite nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa, in coerenza con le scelte del Collegio Docenti che lo elabora sulla base degli indirizzi del dirigente scolastico. L’obbligatorietà non si traduce, quindi, automaticamente in un numero di ore da svolgere ogni anno, ma nel rispetto del contenuto del piano...

[close]

p. 10

Cosa deve fare il docente? Il docente avrà il compito di stendere un piano individuale di sviluppo professionale: ci sarà un sistema on-line nel quale ciascun docente potrà documentare e riorganizzare la propria “storia formativa e professionale” costruendo il proprio portfolio. Il portfolio permetterà di valutare la qualità e la quantità della formazione effettuata (monte ore, modalità, contenuti).

[close]

p. 11

3. Il piano individuale TRE MACRO-AREE: 1. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALL’INSEGNAMENTO (COMPETENZE DIDATTICHE) 2. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALLA PARTECIPAZIONE SCOLASTICA (COMPETENZE ORGANIZZATIVE) 3. AREA DELLE COMPETENZE RELATIVE ALLA PROPRIA FORMAZIONE (COMPETENZE PROFESSIONALI)

[close]

p. 12

Cosa deve fare la scuola? Le scuole dovranno redigere un Piano Formativo triennale, parte integrante del PTOF, ispirato a quello nazionale, che si raccordi con le esigenze formative della rete di ambito, ma, allo stesso tempo, adatto ai bisogni formativi che ogni territorio avrà cura di individuare, coinvolgendo direttamente i docenti mediante il Piano individuale di Sviluppo Professionale.

[close]

p. 13

Cosa deve fare la scuola? Le scuole articoleranno le attività di formazione in UNITA’ FORMATIVE che, programmate e attuate su base triennale, dovranno essere coerenti con il Piano Nazionale e con i propri Piani formativi.

[close]

p. 14

Cosa deve fare la scuola? La scuola deve garantire ad ogni docente almeno UNA unità formativa per ogni anno scolastico, ma tali unità non dovranno necessariamente raggiungere un monte ore annuo prestabilito a priori a livello ministeriale. Le ore di formazione vengono eventualmente stabilite in totale autonomia dalle scuole nell’ambito del PTOF.

[close]

p. 15

Le unità formative Le unità formative possono prevedere: ● formazione in presenza ● formazione on-line ● sperimentazione didattica ● lavoro in rete ● approfondimento personale e collegiale ● progettazione e rielaborazione

[close]

Comments

no comments yet