Libretto escursioni 2017

 

Embed or link this publication

Description

Programma CAI Desenzano del Garda 2017

Popular Pages


p. 1

2017

[close]

p. 2

Lettera del Presidente Carissimi Soci e Socie, ci stiamo avvicinando alla scadenza del mandato di questo Consiglio Direttivo (marzo 2017), pertanto sono aperte le proposte alle candidature per il futuro CD e per il Collegio dei Revisori dei Conti. Invito a mettersi in gioco tutti i soci che hanno a cuore il nostro sodalizio e, in particolare, la nostra Sezione. Anche l’anno 2016 è stato ricco di problematiche gestionali. Infatti, sono cambiati sia l’organigramma del CD, sia la composizione delle Commissioni tecniche, che saranno da riconfermare o aggiornare. Anche in questo caso, la vostra disponibilità può fare la differenza. Nonostante tutto, posso affermare con soddisfazione che il numero dei soci nel 2016 è aumentato in modo abbastanza significativo, passando da 454 a 481. A mio avviso, questo è segno di un concreto apprezzamento per le nostre attività in ogni settore e per lo sforzo organizzativo di molti soci, che si esprime anche nella programmazione di una serie di nuove iniziative, come potrete scoprire su questa edizione del libretto. Vorrei citarne una particolarmente significativa per il sodalizio e fortemente caldeggiata dai vertici: la formazione del gruppo “CAI JUNIORES OVER 18”, dedicato ai soci che rientrano nella fascia di età compresa tra i 18 e i 25 anni, generalmente poco presenti alle attività dell’intero sodalizio. Abbiamo istituito il gruppo e organizzato un progetto chiamato “GARDA ROCK”, il cui programma è descritto su questa pubblicazione. Vorrei citare alte iniziative di rilievo: un trekking tra mare e montagna nella lontana Sicilia e uno nelle Dolomiti Bellunesi, un'escursione per famiglie in giugno, una gita intersezionale, diventata ormai classica, insieme alla Sezione di Salò e le Sottosezioni di Gavardo e Vestone (Montagna senza confini), il Giro del Sasso Lungo e del Sasso Piatto. Per quanto concerne la formazione, abbiamo organizzato un corso sull'uso del kit di sicurezza (ARTVA, pala e sonda), obbligatorio da anni per l'attività di scialpinismo, ma reso obbligatorio in Lombardia anche per le ciaspolate. Ci sarà anche una giornata formativa e di aggiornamento rivolto a tutti i soci che svolgono mansioni importanti nella Sezione, in particolare i capi gita. Anche per l’anno prossimo è confermata la collaborazione con la Sezione CAI di Fossano (CN): due giorni in mountain bike lungo i canali del Naviglio Grande e Naviglio Piccolo (da Magenta a Milano). Abbiamo anche progetti patrocinati dal Comune di Desenzano, con il titolo “NON SOLO MONTAGNA”: "Il CAI scende in piazza”, dove la nostra Sezione presenterà le proprie iniziative con giochi e attrattive per tutti, preceduta da una serata presso il Palazzo Todeschini, con la proiezione del film “SOLO DI CORDATA” dedicato a Renato Casarotto, grande rappresentante dell’alpinismo italiano in Himalaya, scomparso anni orsono; “Le giornate dell’Ambiente dedicate ai sentieri”; una a livello Comunale e una a livello europeo, volte a sensibilizzare i partecipanti alla valorizzazione e alla difesa dell’ambiente attraverso la pulizia e le manutenzioni dei sentieri delle colline moreniche e nei dintorni di Desenzano. Non ultime, “La festa dello Sport” al Parco del Laghetto e un’escursione particolare, a inizio settembre, “Tra le vigne del Lugana” a San Martino della Battaglia. Non manca di certo l’oramai tradizionale Corso di Introduzione all’Alpinismo, rivolto ai soci che desiderano approfondire le proprie conoscenze tecniche. Tutte queste iniziative vedranno impegnati molti di noi per più di 50 giornate nel corso dell’anno prossimo, con escursioni adatte a tutti, finalizzate ad ampliare la nostra eterogenea famiglia. Come per gli anni scorsi, vorrei rinnovare un messaggio importante: l’impegno a diversificare il programma 2017 è fondamentale, ma naturalmente richiede una forte riscossione di consensi e una costante partecipazione, che è poi un modo concreto per alimentare la vita della nostra associazione, che presiedo con rinnovato orgoglio. Nell’attesa di incontrarci durante le escursioni, colgo l’occasione per augurare un 2017. ricco di montagne e porgo a tutti un caloroso saluto. Il Presidente Carlo Bonisoli Si ringraziano gli Sponsor ed i Soci che hanno contribuito, con le loro fotografie, a realizzare questo libretto. Prima di copertina: Calata dal Bus de la Paul – Manerba (Daniele Vernocchi) Seconda di copertina: Autunno al Lago di Nassere – Lagorai (Giancarlo Bianchera) Terza di copertina: Sassolungo dalla Marmolada (Giorgio Liuti) Per le icone delle iniziative si ringrazia Annalisa Tagliani Impaginazione e stampa: Tecnoprint New srl AN Club Alpino Italiano 1

[close]

p. 3

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Sezione C.A.I. Desenzano del Garda SEDE Via Tobruch, 11 - Tel e Fax 030 9140153 - C.F. 93006650175 - P.I. 03446810982 Sito web www.cai-desenzano.it - e-mail caidesenzano@tiscali.it APERTURA Martedì e Venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.30 CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente: Bonisoli Carlo Vice Presidente: Vernocchi Daniele Segretario: Bonacini Simona Consiglieri: Marcoli Celestino – Menegato Paola - Pedercini Ennio - Tosini Gianluigi Tesoriere: Cristina Vischioni (non componente del Consiglio Direttivo) REVISORI DEI CONTI Bertolotti Sandro - Granata Alfredo - Grotti Luca COMMISSIONI TECNICHE Alpinismo Giovanile: Grotti Luca - tel. 030 9901458 Bonetti Renato - Marcoli Celestino - Olivetti Marco - Rodella Carlo - Tira Ermanno Scialpinismo: Benini Stefano tel. 347 8744952 Girardi Pietro Escursionismo: Menegato Paola - tel. 338 8328830 Bompieri Paolo - Guerra Simone - Terzi Guido - Tosini Gianluigi Escursionismo Seniores: Bonisoli Carlo - tel. 339.3438255 Liuti Giorgio - Mogno Giovanni - Morabito Marina Sentieristica: Bonisoli Carlo - tel. 339.3438255 Bonomini Giovanni - Canuti Mario - Filippini Lorenzo - Gamba Claudio - Guerra Simone Guatta Elisa TOTALE ISCRITTI 2015 481 Soci (293 ordinari - 83 famigliari – 105 giovani) INDICE Organigramma della sezione Tesseramento - Iscrizione escursioni Regolamento - Scala difficoltà Corsi di Alpinismo Giovanile Corsi Alpinismo e aggiornamenti accompagnatori Non solo montagna Programma Scialpinistico/Escursionistico pag. 2 pag. 3 pag. 4 pag. 8 pag. 14 pag. 16 pag. 17 2 Tesseramento anno 2017 QUOTE RINNOVO Socio ordinario Socio famigliare Socio ordinario età 18-25 anni Socio giovane € 45,00 € 23,00 € 23,00 € 16,00 (2° e 3° figlio = 10,00 €) QUOTA AMMISSIONE NUOVO SOCIO Socio ordinario e famigliare Socio giovane € 5,00 € 4,00 Sono soci “giovani” le persone di età inferiore ai 18 anni. Sono soci “famigliari” i conviventi con un socio ordinario. Per la prima iscrizione presentarsi con codice fiscale e 1 fototessera. I soci in regola con il pagamento annuale del bollino, da farsi entro il 31 marzo, godono di copertura assicurativa per le operazioni di soccorso alpino e per gli infortuni che si verifichino durante le attività sociali. Ai soci ordinari inoltre è riservato l’abbonamento annuale gratuito alla rivista “Montagne 360”, mensile di informazione, cultura della montagna e attività alpinistiche. Cambi indirizzo: Si raccomanda di comunicare ogni cambio di indirizzo e e-mail per consentire la regolare spedizione di avvisi, corrispondenza e riviste. COPERTURE ASSICURATIVE per I SOCI POLIZZA INFORTUNI SOCI IN ATTIVITA’ SOCIALE Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80,000,00 Rimborso spese di cura € 1.600,00 (franchigia € 200,00) Premio compreso nella quota associativa Massimali combinazione B: Caso morte € 110.000,00 Caso invalidità permanente € 160.000,00 Rimborso spese di cura € 2.000,00 (franchigia € 200,00) Premio: aggiuntivo annuo per accedere alla combinazione B € 4,00, da farsi solo al momento del rinnovo La garanzia per la presente categoria decorre dalle ore 24,00 del 31/12/2016 e scade al 31/12/2017. COPERTURE ASSICURATIVE SOCI IN ATTIVITÀ INDIVIDUALE (FACOLTATIVE) Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80.000,00 Rimborso spese di cura € 1.600,00 (franchigia € 200,00) Diaria da ricovero giornaliera € 30,00 Premio annuale € 92,57 Massimali combinazione B: Caso morte € 110.000,00 Caso invalidità permanente € 160.000,00 Rimborso spese di cura € 2.000,00 (franchigia € 200,00) Diaria da ricovero giornaliera € 30,00 Premio annuale € 185,14 La polizza che coprirà tutti gli ambiti di attività tipiche del sodalizio (alpinismo, escursionismo, speleologia, sci-alpinismo, etc.) senza limiti di difficoltà e di territorio, avrà durata annuale dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017. 3

[close]

p. 4

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Regolamento attività Art. 1 - Il capo-gita è un socio che si presta gratuitamente ad accompagnare altri soci su percorsi a lui ben conosciuti. Art. 2 - Il Capo-gita ha la direzione tecnica ed organizzativa dell’escursione. Ha altresì l’incarico di distribuire il materiale tecnico e di pronto soccorso fra i partecipanti: gli assegnatari dovranno restituirlo al Capo-gita al termine dell’escursione. Art. 3 - La scelta del percorso, le sue eventuali variazioni e l’annullamento eventuale dell’escursione sono insindacabilmente decise dal Capo-gita. Durante l’escursione è vietato allontanarsi dalla comitiva senza il permesso del Capo-gita ed esercitare qualsiasi attività di tipo individuale. Con la propria adesione il partecipante accetta di attenersi alle disposizioni del Capo-gita, dell’aiuto Capo-gita e degli eventuali altri coadiuvatori da lui nominati ed è tenuto a informarsi preventivamente sull’attrezzatura obbligatoria per l’escursione in programma. Art. 4 - Per le escursioni più impegnative il numero dei partecipanti sarà necessariamente limitato. Sarà facoltà del Capo-gita fissare il numero massimo dei partecipanti. Art. 5 - All’inizio delle escursioni indicate nel programma, ogni partecipante è tenuto a presentarsi con l’equipaggiamento e l’attrezzatura individuale prevista dalla locandina specifica, pena l’esclusione dall’escursione a giudizio insindacabile del Capo-gita o del suo aiuto. Il ritrovo per la partenza avviene con qualsiasi condizione climatica. Non sono ammessi ritardi all’appuntamento di partenza. Art. 6 - I partecipanti minorenni, all’atto dell’iscrizione, dovranno presentare l’autorizzazione scritta dei genitori o di chi ne fa le veci. Art. 7 - Le escursioni saranno generalmente effettuate con mezzi propri. Le relative spese di trasporto saranno equamente suddivise fra gli occupanti del veicolo Art. 8 - L’iscrizione e la partecipazione alle escursioni è aperta anche ai non soci, tranne in quelle espressamente riservate ai tesserati C.A.I. Nel caso sia richiesta una quota di partecipazione, l’iscrizione è ritenuta valida solo se accompagnata da caparra, che non sarà restituita in caso di mancata partecipazione dell’iscritto. Solo in occasione di annullamento da parte dell’organizzazione, la caparra sarà resa dopo la copertura delle spese vive. All’atto del- l’iscrizione è altresì obbligatorio versare la quota riguardante la polizza assicurativa infortuni. Il termine ultimo per le iscrizioni è il venerdì sera antecedente la data della gita, salvo quanto diversamente indicato nel programma dettagliato; tale sera è altresì da considerarsi l’ultima per informarsi sulla disponibilità dei mezzi di trasporto e sulle eventuali variazioni apportate al programma. Art. 9 - Le Commissioni del C.A.I. di Desenzano organizzano, sovrintendono e coordinano l’attuazione dell’intero programma annuale delle escursioni sociali. Hanno la facoltà di variare il programma e/o la meta dell’escursione, secondo le circostanze, premurandosi di comunicarlo in tempo utile. Hanno altresì, sentito il parere del Consiglio Direttivo, facoltà di escludere dall’escursione l’iscritto che, in precedenza, non si sia attenuto alle norme del presente regolamento o alle disposizioni del Capo-gita e dei suoi aiuti. Art. 10 - Con l’iscrizione alla escursione si accettano incondizionatamente il presente regolamento e tutte le condizioni eventualmente adottate dagli organizzatori; nel contempo si sollevano gli stessi, il C.A.I. e la Sezione di Desenzano da qualsiasi responsabilità per fatti accaduti dovuti a negligenza personale da parte degli iscritti o da dichiarazioni false o parziali circa il grado di preparazione e le attitudini psicofisiche da essi rilasciate al momento dell’iscrizione e della partenza per l’escursione. 4 Iscrizioni escursioni Il termine ultimo per le adesioni è il venerdì antecedente la data dell’escursione, salvo quanto diversamente specificato nel programma. Per i minorenni è necessario un nulla osta sottoscritto dai genitori. Si ricorda che dal 2009 tutti i soci in regola con il tesseramento usufruiscono automaticamente della copertura assicurativa infortuni e soccorso alpino. Copertura assicurativa per i non soci: la Sezione ha reso obbligatorio l’iscrizione ed il versamento della quota per la copertura assicurativa infortuni e soccorso alpino, da effettuare tassativamente entro il venerdì antecedente l’escursione. (pari a 8,00 €), POLIZZA INFORTUNI IN ATTIVITA’ SOCIALE PER I NON SOCI Massimali Combinazione A: Caso morte € 55.000,00 Caso invalidità permanente € 80.000,00 Rimborso spese di cura € 1.600,00 (franchigia € 200,00) Dove è richiesta una quota di partecipazione, le iscrizioni si ritengono valide solo se accompagnate da suddetta quota, o da caparra se prevista In caso di mancata partecipazione, la somma versata o caparra non sarà restituita. In sede sono disponibili per il noleggio inoleggio i seguenti materiali: GPS, piccozze, ramponi, caschi, imbragature, set da ferrata, ciaspole, pala, sonda e A.R.T.V.A. Escursionismo scala delle difficoltà T = TURISTICA: richiede una buona conoscenza dell’ambiente montano e una certa preparazione alla camminata. N = NATURALISTICA: itinerari guidati di particolare interesse naturalistico geografico con difficoltà simili alle turistiche. ST = STORICA: escursione a carattere storico didattico con difficoltà simili a quelle escursionistiche. E = ESCURSIONISTICA: richiede un certo senso dell’orientamento, esperienza di montagna, allenamento alla camminata, oltre che calzature ed equipaggiamento adeguati. EE = ESCURSIONISTI ESPERTI: richiede esperienza di montagna, passo sicuro ed assenza di vertigini, equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguate. EEA = ESCURSIONISTI ESPERTI CON ATTREZZATURA: percorsi su roccia attrezzati artificialmente, che richiedono una buona preparazione alpinistica e un’attrezzatura adeguata. A = ALPINISTICA: richiede conoscenza delle manovre di cordata, l’uso corretto di piccozza e ramponi, buon allenamento e buona esperienza di alta montagna. EAI = Escursionismo in ambiente innevato, con o senza ciaspole (racchette da neve ai piedi). Segnali internazionali di soccorso alpino In caso di necessità, per eventuali infortuni, è bene ricordare i segnali convenzionali per le richieste di aiuto e soccorso. La chiamata o risposta è effettuabile attraverso dei segnali acustici o luminosi (fischio, luce torcia elettrica, riflesso prodotto da uno specchietto, ecc.) secondo precise modalità. CHIAMATA: effettuare un segnale ogni 10 secondi (sei al minuto), intervallo di un minuto, quindi riprendere con l’alternanza dei segnali fino alla certezza di essere stati localizzati. RISPOSTA: effettuare un segnale ogni 20 secondi (tre il minuto), intervallo di un minuto, quindi riprendere con l’alternanza dei segnali. Se interviene un elicottero è bene ricordare che “due braccia alzate” significano “abbiamo bisogno di aiuto” atterrate, “un braccio alzato” sta a significare “va tutto bene” non atterrate. Chi dispone di radio ricetrasmittente può chiamare il più vicino rifugio, soccorso alpino, radioamatore. In caso di telefono cellulare comporre il 118. 5

[close]

p. 5

Club Alpino Italiano Si ricorda che Le uscite di scialpinismo sono riservate ai soli soci C.A.I. in regola con il tesseramento annuale. Con l’iscrizione alla prima uscita, i partecipanti dovranno compilare la scheda annua di partecipazione, che servirà al capogita per valutare il grado di preparazione tecnica dei partecipanti. Per tutte le uscite di scialpinismo è necessaria l’attrezzatura normale da scialpinismo + l’A.R.T.V.A, pala da neve e sonda. Ulteriore attrezzatura obbligatoria sarà valutata di volta in volta dalla Direzione della gita. Durante le prime uscite potranno essere effettuate prove di ricerca con A.R.T.V.A. (possibilità di noleggio in sede). Scala delle difficoltà scialpinistiche MS = MEDIO SCIATORE: l’itinerario si svolge su terreno aperto con pendenza moderata. Le difficoltà sono elementari, è in ogni modo necessaria una minima esperienza della montagna. BS = BUON SCIATORE: itinerario con pendenza sostenuta (30°-35°) e a volte esposto. Sciata controllata, buona conoscenza della montagna. MSA = MEDIO SCIATORE ALPINISTA: l’itinerario si svolge su terreno aperto con pendenza moderata. Le difficoltà alpinistiche sono elementari, è necessaria in ogni modo una minima esperienza della montagna. BSA = BUON SCIATORE ALPINISTA: itinerario con pendenza sostenuta (30°-35°) e a volte esposto. Sciata controllata, buona conoscenza della montagna e dell’uso di attrezzature specifiche (corda, piccozza, ramponi), buon allenamento. SCIALPINISMO: Informazioni e iscrizioni L’attrezzatura per le uscite di scialpinismo può essere noleggiata anche presso i negozi di sport. Per praticare lo scialpinismo è opportuno seguire uno dei corsi organizzati dalle scuole del Cai; le gite proposte sono una semplice introduzione per avvicinarsi alla disciplina con un impegno limitato. Il termine ultimo per l’iscrizione è il venerdì antecedente la data dell’escursione. Entro la stessa data la destinazione potrà essere modificata in base alle condizioni meteorologiche e del manto nevoso. 6 7

[close]

p. 6

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano ALPINISMO GIOVANILE XXVII CORSO BASE 2017 Il corso è rivolto ai ragazzi nati dal 2005 al 2009 (8-12 anni). Con un susseguirsi graduale di esperienze teoriche e pratiche i ragazzi vengono avviati alla conoscenza dell’ambiente montano in tutte le sue forme e manifestazioni, fornendo loro le prime nozioni di base per una corretta e sicura frequentazione della montagna. Sabato 04 marzo 2017 Sede CAI ore 14,30 Escursione sulle colline moreniche nei dintorni di Desenzano. Incontro con i genitori (ore 17,30 in sede) per parlare di equipaggia- mento, alimentazione, aspetti organizzativi. Domenica 12 marzo 2017 Ritrovo ore 8.00 Valle delle Cartiere (Toscolano Maderno) Partendo da Fasano ci porteremo a Bezzuglio piccolo borgo in collina e da qui seguiremo la BVG fino alla Valle delle Cartiere, attraversando an- tiche contrade, boschi, terrazzamenti e uliveti. Scendendo poi nella valle potremo vedere i ruderi di archeologia industriale e visitare il museo della carta. Proseguendo lungo la valle arriveremo all’antico ponte Romanico che unisce Toscolano a Maderno punto finale della nostra escursione. Domenica 26 marzo 2017 Partenza ore 7.30 Sentiero attrezzato delle CAVRE (Drò – Riva di Trento) Sentiero escursionistico, in parte attrezzato, nella Val d’Anglone sopra l’abitato di Ceniga e di Dro-Tn. Il tracciato ripercorre un vecchio percorso utilizzato per la raccolta della legna infatti, lungo il sentiero, si incontrano testimonianze della vita dei boscaioli e pastori, teleferiche per la legna, ripari sotto roccia e fonti per recupero acqua. Domenica 30 aprile e Lunedi 1 maggio 2017 Partenza ore 7.00 Week end nel Parco Nazionale delle Cinque Terre Escursione nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, sui sentieri che partendo dal Santuario N.S. di Soviore sopra Monterosso (dove pernotteremo), uniscono i caratteristici borghi ed i santuari del parco, in un territorio incantevole. Domenica 7 maggio 2017 Partenza ore 7.00 Val Vertova (BG) – gemellaggio con CAI Albino – Gazzania (BG) FLa Val Vertova è uno degli angoli più suggestivi della media Valle Se- riana. Si insinua tortuosamente incassata per 12 km, tra il monte Cavlera ed il Monte Cedrina sino nel cuore del Massiccio del Monte Alben. Presenta aspetti naturalistici e paesaggistici di notevole rilevanza: spe- cie animali e vegetali endemiche, la cui presenza è stata segnalata esclu- 8 sivamente in questo territorio; numerose sorgenti, cascate spettacolari, forre e marmitte dei giganti modellate nei secoli dalla forza delle acque; aspre ed inaccessibili creste rocciose e dolci pendii coperti da boschi, prati, pascoli, costellati da insediamenti rurali caratteristici. Domenica 21 maggio 2017 Partenza ore 7.00 Rifugio Croz dell’Altissimo (Molveno – TN) Si sale con gli impianti di risalita da Molveno fino alla località Pradel (mt.1.367 slm) poi per sentiero nr.340 su percorso che passa sotto la parete sud-ovest del Croz, in alcuni tratti aereo ed esposto, si giunge al rif. Croz dell’Altissimo. Da qui proseguiremo fino al rif. Selvata (mt. 1.663 slm). Sosta, pranzo al sacco, poi discesa fino a malga Andalo e al rif. Ciclamino. La discesa presenta alcuni tratti attrezzati non difficili ma di sicuro impegno per i ragazzi. Venerdì 2 giugno 2017 Mattino e pomeriggio Festa dello Sport al Parco del Laghetto Giochi di arrampicata intorno al laghetto del parco cittadino. Sabato e Domenica 24-25 giugno 2017 Partenza ore 7.00 Rifugio Branca (Gruppo Ortles Cevedale) Suggestivo weekend nel Gruppo Ortles Cevedale nel Parco Nazionale dello Stelvio durante il quale percorreremo il sentiero glaciologico del Ghiacciaio dei Forni, realizzato nel 1995 per il centenario della fondazione del Comitato Glaciologico Italiano, attraversando anche due ponti tibetani sospesi su torrenti di fusione. Potremo godere di panorami sconfinati dominati dalle cime del Gran Zebrù (3857 m), Cevedale (3769 m), Palon de la Mare (3708 m), Vioz (3645 m), San Matteo (3678 m), Tresero (3594 m). Domenica 10 settembre 2017 Partenza ore 7.30 Sentiero delle cascate (lago di Garda) In pullman fino ad Idro, poi si raggiunge Crone, sulla sponda orientale del Lago d’Idro, da cui parte il sentiero delle cascate. E’ un percorso ca- ratterizzato nella prima parte da una forra scavata dal torrente Neco che si risale con l’aiuto di 5 passerelle poste dal gruppo sentieri Idro 95 per poi raggiungere la vetta del Monte Croce di Perlè. La discesa ci riporterà a Crone con un lungo giro ad anello. Mezzo di trasporto per tutte le uscite: autobus 52 posti. La partenza è fissata in Piazza Aldo Moro negli orari sopra indicati Città di Desenzano del Garda L’attività di alpinismo giovanile gode del Patrocinio del Comune di Desenzano del Garda - Assessorato allo Sport. 9

[close]

p. 7

Al Rifugo Vajolet Club Alpino Italiano ALPINISMO GIOVANILE XXVII CORSO DI PERFEZIONAMENTO 2017 Il corso è rivolto ai ragazzi nati dal 2000 al 2004 (13-17 anni). È il naturale proseguimento per i giovani che hanno partecipato con profitto e continuità ai corsi base o per quelli che, pur non avendo frequentato le nostre attività, dimostrino di possedere le opportune conoscenze teoriche e pratiche basilari necessarie per affrontare percorsi alpinistici di media difficoltà. Sabato e Domenica 18-19 febbraio 2017 Partenza ore 14.30 Rifugio Trivena (Val di Breguzzo) Raggiunta in auto il fondo della Val di Breguzzo, posta all’interno del Parco Naturale Adamello-Brenta, si sale per comoda mulattiera fino al rifugio posto nella conca Trivena a 1.650 mt. di quota. La valle risale verso la conca del Redont e le cime dei monti Cop di Breguzzo e Cop di Casa e presenta possibilità di escursioni con le ciaspole ed esercitazioni su terreno innevato. Domenica 19 Marzo 2017 Partenza ore 7.00 Rifugio Damiamo Chiesa (Altissimo di Nago) Partendo da San Valentino si raggiunge il rifugio Graziani lungo la strada asfaltata per 5 Km. Da qui, calzate le ciaspole, si risale il fianco est del monte Altissimo di Nago fino al rifugio Damiano Chiesa mt. 2.060 slm. Bellissima vista panoramica sul Lago di Garda, la catena Adamello-Brenta, la val d’Adige. Domenica 2 Aprile 2017 Partenza ore 7.00 Ferrata F. Susatti a Cima Capi (Val di Ledro) Da Riva di TN si sale nella val di Ledro fino alla frazione di Biacesa. Si prende il sentiero nr.470 che ci porta attraverso zone panoramiche sul lago fino al cartello del “Sentiero del Bec” raffigurante una capra. La ferrata vista dal basso sembra risalire una impressionante parete ma poi i passaggi non sono mai troppo esposti e nei punti più impegnativi agevolati da pioli e da staffe. Raggiunta la vetta di cima Capi (mt. 907 slm) si prosegue per sentiero attrezzato Foletti fino al bivacco della SAT di Biacesa. La discesa ci vedrà impegnati con alcuni tratti attrez- zati e poi su comodo sentiero. 11

[close]

p. 8

Club Alpino Italiano Domenica 23 Aprile 2017 Partenza ore 8,00 Bus de la Paul ( Rocca di Manerba) All’interno della Riserva Naturale della Rocca di Manerba si apre un sifone, in parte naturale ed in parte scavato dai monaci Benedettini nel 1400, che faceva drenare l’acqua dalla piana della rocca nel lago. Lo percorreremo attrezzati con casco, imbrago e pile frontali con due calate di 25 mt. una nel buio della cavità e la seconda lungo la parete strapiombante sul lago. Domenica 14 Maggio 2017 Partenza ore 8,00 Falesia di san Martino (Arco – TN) Una giornata a Massone nell’Alto Garda dedicata all’arrampicata spor- tiva presso la falesia San Martino, inaugurata nel 2015 e dedicata alle famiglie. La falesia è divisa in due settori: il settore Kids, una placca in- clinata con 9 linee di grado 3/4 dedicate ai personaggi di ICE AGE, e il settore Junior, un muro con 8 linee di grado 5/6 dedicata alle avventure di Harry Potter. Alla sommità della falesia, raggiungibile con facile sen- tiero, è stata ricavata una terrazza belvedere, da qui parte il sentiero che in qualche decina di minuti porta alle Trincee di Vastrè della prima Guerra Mondiale ed alle Cave di Oolite del Bosco Caproni. Venerdì 2 giugno 2017 Mattino e pomeriggio Festa dello Sport al Parco del Laghetto Giochi di arrampicata intorno al laghetto del parco cittadino. Sabato e Domenica 1-2 luglio 2017 Partenza ore 7.00 Cornone di Blumone (2.843 mt.) Parco Adamello Brenta Partendo dalla piana del Gaver si sale al rif. Tita Secchi ex Gabriele e Rosa (2.362 mt.) costruito nei pressi del lago della Vacca. L’escursione prevede il giro completo del Cornone di Blumone con salita fino alla cima partendo dal passo di Blumone Sabato e Domenica 2-3 Settembre 2017 Attendamento a Vipiteno Vipiteno, ultima città prima del passo del Brennero, ci ospiterà con le nostre tende in un ambiente ricco di verdi vallate e immense pinete di abeti e di larici. L’attività di alpinismo giovanile gode del Patrocinio del Comune di Desenzano del Garda - Assessorato allo Sport. Città di Desenzano del Garda 12 Da Venerdì 21 a Sabato 23 Luglio 2017 Partenza ore 6.00 Trekking del Bernina (versante Svizzero) Il trekking è rivolto principalmente ai ragazzi che hanno frequentato o che partecipano quest’anno al corso di Perfezionamento come ulteriore e suggestiva esperienza su neve, ghiaccio, creste rocciose e lunghi percorsi nelle valli del versante svizzero del Gruppo del Bernina. Faremo un itinerario ad anello intorno alla Val Bernina, una valle d’alta montagna che collega la Val Poschiavo all’Alta Engadina nel Cantone dei Grigioni. Costeggeremo il ghiacciaio Pers e attraverseremo la lingua glaciale del maestoso Morterasch, circondati dalle vette più alte della Lombardia e delle Alpi Retiche Occidentali: il Piz Palü (3.901 m), il Piz Zupò (3.996 m), il Piz Bernina 4.049 m) che è il 4.000 più orientale dell’intera catena delle Alpi, il Piz Roseg (3.937 m), Piz Morteratsch (3.751 m). La fatica del cammino sarà sempre mitigata dai panorami mozzafiato che ci accompagneranno durante questo trekking. Potremo inoltre ammirare la fauna e la flora di alta e media montagna e vedere come il movimento del ghiacciaio abbia dato forma alla montagna e modellato i versanti e la valle. Per questioni organizzative, la partecipazione al trekking è limitata a un numero massimo di 15 persone. I minorenni dovranno avere la documentazione per l’espatrio in regola; per informazioni visitare il sito del ministero degli esteri (http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti/prima-di-partire/documenti-per- viaggi-allestero-di-minori.html) 13 Esercitazione futuro alpinistia Club Alpino Italiano

[close]

p. 9

Club Alpino Italiano Attacco Via Ferrata Tridentina CORSO DI INTRODUZIONE ALL’ALPINISMO Il corso è rivolto ai maggiorenni Lo scopo del corso è quello di offrire un bagaglio di conoscenze, relative a come si affrontano, in sicurezza, le principali discipline alpinistiche (arrampicata sportivaferrata - arrampicata in ambiente - escursione su ghiacciaio) a quanti hanno buone capacità atletiche e vogliono acquisire le giuste nozioni tecniche per cimentarsi su percorsi dove le difficoltà tecniche sono l’aspetto più entusiasmante rispetto ad una normale escursione. 2 serate teoriche in sede CAI ore 21,00 in data 11 e 28 aprile Uscite pratiche: 16 aprile – 29 e 30 aprile – 7 maggio – 14 Maggio – 21 maggio (le variazioni eventuali delle date verranno condivise con il direttore del corso in base alle condizioni meteo e di innevamento) La direzione del corso è affidata ad una Guida Alpina. Il corso si effettua al ra ggiungimento di almeno 5 iscritti Costo del corso: 250,00 € a persona Iscrizioni con caparra di 50,00 € entro martedì 4 aprile 2017 Il programma dettagliato sarà disponibile in sede CAI prima dell’inizio dell’attività. GRUPPO JUNIORES OVER 18 “GARDA ROCK” CORSO DI ARRAMPICATA SPORTIVA Il corso è rivolto ai giovani compresi in quella fascia di età dai 18 ai 25 anni “ Over 18” per i quali il CAI propone agevolazioni sia per il costo del bollino annuale sia per le attività a loro specificatamente dedicate. Obiettivo di questo gruppo è offrire da un lato una continuità di attività ai ragazzi che hanno precedentemente frequentato i nostri corsi di Alpinismo Giovanile dall’altro lato invogliare chi non appartiene al CAI a far parte del sodalizio con una partecipazione attiva e consapevole nelle varie attività organizzate dalla sezione. I Il corso prevede, nel periodo marzo – maggio 2017, una serata teorica in sede, una prima uscita in palestra di arrampicata al coperto e quattro uscite su falesia nelle palestre di arrampicata della nostra provincia. Successivamente a un debriefing con i ragazzi coinvolti nell’attività, si pianificherà un programma autunnale di attività concordato coi ragazzi in base alle loro preferenze e aspettative, sempre orientando le uscite in primis alla sicurezza, l’ecologia e l’aggregazione come stimolo per l’autonomia per ogni singolo partecipante. Le attività saranno coordinate da una Guida Alpina che verrà supportata da accompagnatori del Gruppo di Alpinismo Giovanile e di Escursionismo. Coordinatore: Paolo Bompieri Referente per il Consiglio Direttivo: Celestino Marcoli 14 AGGIORNAMENTO PER GLI ACCOMPAGNATORI (CAPI GITA) E SOCI Il Consiglio Direttivo, in accordo con le Commissioni tecniche, propone due incontri, finalizzati ad informare ed aggiornare su tematiche importanti, rivolti in particolare agli Accompagnatori, ma aperti anche a tutti quei soci che reputano utile accrescere il proprio bagaglio conoscitivo e tecnico. Mercoledì 18 gennaio 2017, ore 21, 00 presso sede CAI Serata teorica relativa alla pianificazione di escursioni in ambiente innevato, norme di sicurezza, funzionamento e corrette modalità di utilizzo dell’ARTVA. Relatori: Tiziano Viscardi (A.N.E.-I.N.V.) – Enrico Spada (A.N.E.-I.N.V.) Paola Menegato (A.E.-E.A.I.) Sabato 21 gennaio 2017, ritrovo ore 7,30 presso sede CAI Giornata in ambiente, in località da definire in base alle condizioni di innevamento, finalizzata alla dimostrazione delle manovre base di sicurezza e del corretto utilizzo degli strumenti indispensabili per le uscite in ambiente innevato, con simulazione ricerca dispersi in valanga ed attivazione soccorsi. Verranno inoltre fornite indicazioni importanti relative alla scelta degli itinerari e all’analisi del manto nevoso. Direttori della giornata: Paola Menegato (A.E.-E.A.I.) Tiziano Viscardi (A.N.E.- I.N.V.) – Enrico Spada (A.N.E.-I.N.V.) Lunedì 6 marzo 2017, ore 21, 00 presso sede CAI Serata teorica rivolta in particolare a tutti gli accompagnatori sezionali e capi gita, che sono caldamente inviati a partecipare, per affrontare al meglio le proprie importanti mansioni, informati e preparati. Relativa alle norme e regolamenti per la corretta conduzione e gestione amministrativa delle escursioni di uno o più giorni. Al termine della serata verrà consegnato a tutti il mansionario del capo gita. Relatori: AE EAI Bonisoli Carlo - AE EAI Paola Menegato 15

[close]

p. 10

Club Alpino Italiano 2017 NON SOLO MONTAGNA IL CAI SCENDE IN PIAZZA Domenica 29 Gennaio 2017 Manifestazione in piazza Malvezzi e intorno al Porto Vecchio di Desenzano con giochi e attrattive rivolte a ragazzi, giovani ed adulti. Il CAI presenterà le sue varie attività e le manifestazioni del 2017 a tutta la popolazione della città. La partecipazione è aperta a tutti e tutti sono i benvenuti. GIORNATA PER L’AMBIENTE Domenica 7 Maggio 2017 Giornata organizzata dal Comitato di Coordinamento delle Sezioni e Sottosezioni della provincia di Brescia Una proposta fatta dal Comitato di coordinamento delle Sezioni e Sottosezioni della provincia di Brescia, a cui la nostra Sezione aderisce e con il quale collabora. Un’ iniziativa che si terrà nell’area alto Garda e si ispira alla giornata di manutenzione sentieri nazionale che ogni Sezioni o Sottosezione organizza sul proprio territorio. L’intento è di favorire il confronto tra i gli operatori e le diverse metodologie in uso nelle varie aree. Il programma dettagliato sarà definito entro i primi mesi dell’anno. Giornata rivolta agli addetti ai lavori, come la Commissione Sentieri, ma anche a tutti i soci della Sezione, perché la sentieristica è un bene comune e comune deve essere il coinvolgimento nel pulirli e manutenzionarli. GIORNATA NAZIONALE DEI SENTIERI Domenica 21 Maggio 2017 La nostra Sezione aderisce alla 17° edizione dell’iniziativa a carattere nazionale per conoscere, valorizzare, manutenzionare il grande patrimonio dei sentieri che calpestiamo, frutto di tanto lavoro da parte dei soci CAI. Gli attori principali coinvolti sono i componenti della Commissione Sentieri, ma la giornata è rivolta anche a tutti i soci sensibili a mantenere fruibili e puliti i circa 80 km di sentieri che la Sezione gestisce. Il programma dettagliato, sarà reso noto entro febbraio LET’S CLEAN UP EUROPE Sabato 27 Maggio 2017 In occasione della settimana Europea contro l’abbandono dei rifiuti La nostra Sezione aderisce a questa giornata organizzata dall’Assessorato All’ambiente del Comune di Desenzano. Coinvolta in prima persona la Commissione Sentieri, ma anche tutti i soci Sensibili a questo aspetto ambientale, atto a sensibilizzare tutta la popolazione, come dovere civile. Una passeggiata tra le vigne del Lugana (San Martino della Battaglia) Domenica 10 Settembre 2017 Iniziativa proposta e organizzata dall’Amministrazione Comunale di Desenzano, alla quale la nostra Sezione collabora e fornisce l’accompagnamento. 16

[close]

p. 11

Club Alpino Italiano Domenica 15 Gennaio 2017 Escursione invernale con le ciaspole Malga Ritorto 1750 m. (Dolomiti di Brenta) Il percorso che conduce dalla località Paludac (1330 m) alla malga Ritorto (1750 m) è semplice quanto panoramico. Si camminai fino a raggiungere l’alpeggio di Milegna e poi si attraversa un rado bosco di abeti fino alla spettacolare radura di malga Ritorto, dove il panorama si apre fino e diventa meraviglioso. La malga è forse il più bel balcone sulle Dolomiti di Brenta che si mostrano in tutto il loro versante occidentale, dalle vette della val Gelada alle estreme propaggini meridionali passando per la cima Tosa, la cima Brenta ed il Crozzon di Brenta. A sud si ammira l’intero ghiacciaio di Lares racchiuso dalle vette del Carè Alto e del Crozzon di Lares. Giunti alla malga, a seconda delle condizioni di innevamento, si potrà proseguire oltre sino al lago di Ritorto. Il rientro si effettuerà lungo lo stesso itinerario di salita. Partenza: ore 7:00 dalla sede CAI Inizio escursione: Località Paludac 1330 m Trasporto: auto private Dislivello: 45-0 m Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 5 Direzione: Danesi Nicola - Menegato Paola (Comm. Escursionismo) Mercoledì 18 e Sabato 21 Gennaio 2017 Incontro teorico e pratico per escursionisti e sci alpinisti Vedere dettagli organizzativi a pagina 15. Domenica 22 Gennaio 2017 Scialpinismo Monte Giogobello / Schönjöchlspitz (Monti Sarentini) m 2308 Itinerario su dorsale facile e abbastanza sicuro. Dal centro di Pennes seguire la mulattiera n. 12 che attraversa il ponte sul torrente Talvera. La stretta mulattiera sale in modo sostenuto fino alla Kirchberg Alm. Deviare a sinistra sempre nel bosco fino ad un grande pianoro dal quale si vede la cima della Schönjöchlspitz, che si raggiunge seguendo la dorsale ed aggirando alcune strutture rocciose. In alternativa, dalla Kirchberg Alm continuare sulla forestale e, quando la valle si apre, proseguire costeggiando il torrente fino a quando i pendi iniziano a salire decisamente; a questo punto girare a sinistra e salire per pendii più sostenuti fino in vetta.  Partenza: ore 6.00 dalla sede CAI Inizio escursione: Pennes (Sarentino, Bz) m 1450 Trasporto: auto private Dislivello: 900 m Difficoltà: MS Tempo di percorrenza: ore 3 salita Esposizione prevalente: nord-ovest Direzione: commissione scialpinismo 18 19

[close]

p. 12

Vista dal Monte Pora Club Alpino Italiano Domenica 29 Gennaio 2017 Escursione invernale con le ciaspole Forte Dosso delle Somme – Serrada di Folgaria m. 1670 Bellissima escursione tra i boschi innevati sulla forestale che porta all’ ex Forte delle Somme. Giunti alla Sella delle Tese avremo una spettacolare vista sul Gruppo del Pasubio. Strada facendo potremo osservare i resti della caserma e del gigantesco forte costruito nella parte più elevata del Dosso del Sommo. Pur nella desolazione della totale distruzione, la visita è interessante e suggestiva, uno dei tanti tasselli per comprendere lo sviluppo dell’area di confine e delle battaglie della grande guerra. Il luogo è molto panoramico. Il rientro si effettuerà seguendo lo stesso itinerario di salita. Partenza: ore 7.30 dalla sede CAI Inizio escursione: Serrada - Folgaria Trasporto: auto private Dislivello. 350 m Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 4 Direzione: Gamba Claudio Menegato Paola (Comm. Escursionismo) Domenica 29 Gennaio 2017 Il Cai scende in Piazza Vedere descrizione a pagina 16. Mercoledì 1 Febbraio 2017 Escursione invernale con le ciaspole Seniores Malga Table m. 1620 (Boniprati) Lasciate le vetture nei pressi del rifugio “Brigata Lupi di Toscana” m. 1150,saliamo dritti in (direzione Ovest) per imboccare quasi subito un bivio segnalato, sino a raggiungere dei gruppi di baite (località “Flet” e “Baite”, malga Campello, continuando a salire con qualche ulteriore tornante che ci porta finalmente alla malga Table .Ampio panorama sui paesi della Valle del Chiese (Daone, Praso), vista sul rifugio a Boniprati , cima Valbona, il Brenta, i monti di Ledro (cima Cadria, Tremalzo)Rientriamo per lo stesso tracciato di salita. Partenza: ore 8:00 dalla sede CAI Inizio escursione: Rifugio Brigata Lupi di Toscana m. 1150 Trasporto: auto private Dislivello: 500 m Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 5 Direzione: Bonisoli Carlo tel. 339.3438255 – Filippini Lorenzo (Comm. Seniores) 20 Domenica 12 Febbraio 2017 Escursione invernale con le ciaspole Cima Roma 2838 m (Gruppo Dolomiti di Brenta) L’escursione con le ciaspole a Cima Roma può regalare la soddisfazione di salire su una delle cime delle Dolomiti di Brenta, senza dover essere degli esperti alpinisti. La vetta si raggiunge con un panoramico itinerario che parte dalla stazione a monte della cabinovia Grostè. Subito fuori dal rifugio Stoppani si risale il bordo della pista, in direzione del passo del Grostè. Una volta superata la seggiovia ci si lascia alle spalle la zona per sciatori: tutto si fa più lento e silenzioso, il manto nevoso diventa più morbido, scosso solo dal vento. A dominare la vista la Cima Grostè, quasi una sentinella posta a controllo del percorso. Si continua inoltrandosi nella conca innevata e soleggiata, con dolci saliscendi, fino all’ultimo tratto più ripido. Il ritorno seguirà lo stesso itinerario di salita. Partenza: ore 6,30 dalla sede CAI Inizio escursione: Madonna di Campiglio- Funivia Grostè Trasporto: auto private/funivia Dislivello: 450 m. Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 6 Direzione: Menegato Paola – Tosini Gianluigi (Com. Escursionismo) Domenica 19 Febbraio 2017 Scialpinismo Antermoia (passo) e traversata del Catinaccio (Dolomiti – Val di Fassa) 2790 m. Spettacolare itinerario su ampi pendii. Dalla partenza della seggiovia a Pera di Fassa si segue il sentiero estivo più o meno parallelo alla seggiovia fino ai piani di Peciè, dopo di che si prosegue su stradina battuta fino al rifugio Gardeccia, poi sempre seguendo il vallone, il rifugio Vajolet. Poco prima del rifugio Principe si devia decisamente a destra verso l’evidente forcella (quota 2790). Da li si prosegue con qualche saliscendi verso la valle Duron, quindi a Campitello di Fassa dove con i mezzi pubblici si rientra alla partenza. Partenza: ore 6,00 dalla sede CAI Trasporto: Auto private Dislivello: 1490 m. Difficoltà: MS Tempo di percorrenza: ore 5 Direzione: Commissione scialpinismo 21

[close]

p. 13

Club Alpino Italiano La dura salita in cresta Mercoledì 22 Febbraio 2017 Escursionismo seniores Santa Maria del Giogo 968 m (Val Camonica - Polaveno) Santa Maria del Giogo è una meta fuori porta da sempre luogo raggiunto da escursionisti e appassionati della montagna. E’ la classica escursione da affrontare tranquillamente. E’ ubicata sul colmo della panoramica dorsale che si protende a Sud della Punta Almana, tra la bassa Val Trompia e il Lago d’Iseo, è altre si importante poiché è sede di tappa del “sentiero 3V” (sentiero delle tre valli, segnavia biancoazzurro). Partenza: ore 8.00 dalla sede CAI Inizio escursione: San Giovanni di Polaveno 598 m. Trasporto: auto private Dislivello:350 m salita –in discesa 600 m. Difficoltà: E Tempo di percorrenza: ore 4 Direzione: Filippini Lorenzo 320.0425035 .– Bonomini Giovanni (Comm. Seniores) Domenica 26 Febbraio 2017 Escursione invernale con le ciaspole Monte Cengledino 2137 m (Valle del Chiese) Tranquilla escursione invernale che permette di salire sul panoramico Monte Cengledino, che offre una superba vista sulle catene montuose che lo circondano: le numerose vette del massiccio dell’Adamello, le Alpi di Ledro, la catena del Monte Baldo per chiudersi con il gruppo delle Dolomiti di Brenta. Dal paese di Breguzzo, si percorre la “strada forestale del sole” fino al parcheggio dove inizia la nostra escursione. Al bivio si seguono le indicazioni per Malga Lodranega con un percorso a mezzacosta nel bosco, che poi diventerà più ripido, fino a raggiungere la Malga Campantic. Da qui si punta alla base della cresta sud-est del Monte Cengledino che lungo la stessa ci conduce alla bella vetta con simpatica croce in legno. Il rientro può essere effettuato lungo la dorsale settentrionale passando da Malga Cengledino e Monte Cengledino oppure lungo lo stesso percorso di salita. Partenza: ore 7:00 dalla sede CAI Inizio escursione: Località Zeller 1426 m. Trasporto: auto private Dislivello: 750 m Difficoltà: EAI Tempo di percorrenza: ore 5 Direzione: Menegato Paola – Tosini Gianluigi (Comm. Escursionismo) 22

[close]

p. 14

Club Alpino Italiano Club Alpino Italiano Domenica 12 Marzo 2017 Escursionismo L’Antica Strada Valeriana (2° tratto) Collepiano (Marone) – Pisogne sul Lago d’Iseo Il percorso del 2°tratto della Antica Strada Valeriana parte da Collepiano (Marone), dove iniziamo la salita per Zone fino ad arrivare in vista delle cosiddette “Piramidi”, grossi “funghi” di terra che testimoniano il passaggio del ghiacciaio del fiume Oglio durante la glaciazione wurmiana. Si continua fino alla frazione Cislano e da qui ci si dirige verso il fondovalle fino all’alveo del torrente Bagnodore che si attraversa, risalendo poi fino all’abitato di Zone. Lasciato il paese di Zone in direzione nord, dopo circa un’ora di cammino si arriva al Passo Croce di Zone a quota 903 m, l’altezza più elevata di questo tratto della escursione. Si imbocca la mulattiera in discesa con bel panorama sul versante nord della Corna Trentapassi e si arriva all’abitato di Sedergnò , dove poco oltre si stacca una stradina che porta alla Chiesa di San Bartolomeo. L’ultimo tratto è tutto un sentiero in discesa fino all’abitato di Govine e da qui ci si dirige a Pisogne; uscendo dal centro si giunge alla Chiesa di S. Maria della Neve edificata nella seconda metà del XV secolo con affreschi del Romanino punto di arrivo del meraviglioso viaggio lungo l’Antica Strada Valeriana. Ritorno in treno da Pisogne a Marone. Partenza: ore 7:00 dalla sede CAI Inizio Escursione: Collepiano (Marone) Trasporto: Auto private Dislivello: 635 m. Difficoltà: T/E Tempo di percorrenza: ore 4,30 Direzione: Pizzocolo Giuseppe – Bonisoli Carlo (Comm. Escursionismo) Mercoledì 15 Marzo 2017 Escursionismo Seniores Prabione – Pregasio 478 m. (Il Ponticello) Percorso ad anello che si snoda sopra Campione tantè che viene chiamato anche “L’anello di Campione” in Partiamo dal parcheggio che si trova in direzione nord scendendo da Prabione (in località Tignale). Il primo tratto coincide, di fatto, col Sentiero Montagnoli (BVG) n°266. Si scende in direzione est entrando nella valle di San Michele e dopo una discesa di circa 350 m. in una suggestiva forra in mezzo al bosco, si va ad incrociare il sentiero 267 che sale da Campione. Si prosegue sulla BVG attraversando un ponticello in ferro e risalendo il versante opposto della forra, dopo un’ascesa di circa 300 m. (1 ora circa), si raggiunge Pregasio (in località Tremosine). Sia la discesa da Prabione che la risalita verso Pregasio sono 24 caratterizzate da ampi scorci sul lago sottostante e sul monte Baldo. Da Pregasio si percorre un breve tratto della strada che porta a Semerio. In località Cadignano si prende a sx il sentiero n°203 fino alla località Preone. Da qui si prende a sx il sentiero n°204 che attraversa, in località “il Ponticello”, il torrente Campione. In leggera salita si risale in direzione sud la valle di San Michele fino a ritornare a Prabione. Partenza: ore 8:00 dalla sede CAI Inizio Escursione: Prabione Trasporto: Auto private Dislivello: 350 m. Difficoltà: E Tempo di percorrenza: ore 5,00 Direzione: Liuti Giorgio 333.8687752 – Mogno Giovanni Mercoledì 22 Marzo 2017 Sentieri Laghetto della Polecra 230 m. Comodo parcheggio all’agraria di Lonato (ist. V. Dandolo); si parte verso sud, su strada sterrata in leggera discesa, a mezza costa delle colline moreniche di Brodena; si abbandona la sterrata per addentrarsi nella macchia boschiva e seguire il sentiero fino a sbucare sulla grande strada bianca che porta al paese di Esenta. Qui si tiene la destra su asfalto attraversando il salto della centrale idroelettrica e giungendo all’ingresso del cimitero. Tenendo la destra, in salita, si raggiunge la seriola lonata che si costeggia in direzione nord fino a trovare, sulla destra, un sentiero che riporta nel bosco. Giunti al passo, si prende a sinistra il sentiero che segue la cresta delle colline fino al laghetto della Polecra: luogo d’interesse storico-naturalistico, si presenta come pozza di risorgiva coronato da alti pioppi e posto al centro di un verde anfiteatro erboso; nelle giornate limpide è possibile vedere il profilo appenninico nonchè il massiccio del Monte Rosa. Proseguendo il cammino si ritorna al punto di partenza in 5 minuti. Partenza: ore 8:00 dalla sede CAI Inizio escursione: Via S. Tommaso , 4 Lonato Trasporto: auto private Dislivello: 50 m Difficoltà: T Tempo di percorrenza: ore 3 Direzione: Guatta Elisa 339.3038296 - Canuti Mario (Comm. Sentieri) 25

[close]

p. 15

Ciaspolata SOFTWARE 2000 SRL Piazza per la Concordia 24 San Martino della Battaglia 25015 Desenzano del Garda (BS) Software gestionale per l’azienda completamente personalizzabile. Soddisfa tutte le esigenze di carattere amministrativo, fiscale, contabile, organizzativo Gestione documentale: Infinity DMS Business Intelligence: Infobusiness Portali B2B, B2C: Infinity Portal Conservazione Sostitutiva: SOStitutiva Relazioni con la clientela: Infinity CRM Realizzazione software su misura per qualsiasi esigenza di gestione Assistenza con pronto intervento Fornitura ed Installazione Hardware delle migliori marche www.software2000.it - info@software2000.it - 030.9910442 27

[close]

Comments

no comments yet