UCA IN...FORMA 1

 

Embed or link this publication

Description

Notiziario on line dell'Unione Club Amici

Popular Pages


p. 1

XXIV° Incontro Nazionale UCA - 11/09/2011 Ad aprire l’incontro è stato il Coordinatore Nazionale, Ivan Perriera, che ha subito annunciato la presenza alla riunione del Presidente della “Fédération Internationale des Clubs de Motorhomes (FICM)”, Alessandro Ichino. Il Coordinatore Nazionale Ivan Perriera ha poi fatto un escursus dei tre anni di riunioni e conseguente coinvolgimento dei Club e delle Associazioni aderenti all’Unione Club Amici, che, da tempo e formalmente, avevano chiesto di poter aderire ad una federazione internazionale e, infine, alla FICM, così come deciso nella riunione dei Presidenti tenuta a Carrara in Gennaio 2011, dove tutti i presidenti presenti hanno espresso parere favorevole all’iniziativa di adesione alla Federazione Internazionale (FICM). Il Coordinatore Nazionale si è soffermato sul fatto che le nostre iniziative sono state prese ad esempio anche all’estero e che il logo del “Camperstop” è già stato inserito tra i loghi della FICM., e quindi presente in tutti gli stati europei. Ha poi continuato sottolineando il trend positivo delle varie iniziative di UCA, come quella del “Comune Amico del Turismo Itinerante” che sta avendo molto successo tra le Amministrazioni comunali, quella del “CamperAssistance”, che fatica a decollare a causa del fatto che molto spesso i Direttori Sanitari sembrano non com- prendere appieno l’iniziativa”; ha poi illustrato il forte incremento dell’Iniziativa “AgriCamp”, alla quale molte Aziende agrituristiche hanno aderito offrendo ospitalità ai camperisti…e le altre come “Uca Lex”, “Il Più… in più” e “UCA Tour”. Ha poi preso la parola il Presidente della Fédération Internationale des Clubs de Motorhomes (FICM) che, dopo aver salutato i presenti, ha ufficializzato l’entrata in Federazione dell’Unione Club Amici. Ha esposto il lavoro che compie la Federazione a livello europeo (come quello, ad esempio, di portare avanti presso le commissioni del parlamento europeo la legge per la Patente C 1, che darà la possibilità di guidare camper con peso superiore ai 35 quintali). Il Presidente Ichino ha chiesto se ci fossero domande e a questo punto sono iniziate da parte di tre presenti, in rappresentanza dell’Associazione Rivars e del Camper Club di Gorizia, una serie di domande su come è avvenuta l’adesione di UCA in Federazione e se i singoli Club possono continuare ad “operare” con i loro singoli statuti o se, per restare aderenti all’UCA, devono modificare anche i loro singoli Statuti. A questo punto è intervenuto il Coordinatore Nazionale che ad ogni singola richiesta, ha ribadito l’assoluta libertà dei singoli Club di confermare le proprie identità. Ha ricordato che quanto deciso dall’UCA ha UCA IN...FORMA 1

[close]

p. 2

Alessandro Ichino seguito tutti gli accordi, le mail inviate ai presidenti, citando tutte le riunioni fatte a livello nazionale con i Presidenti aderenti nelle quali si sono discussi questi argomenti. A tali spiegazioni, però, gli stessi delegati, hanno continuato a riproporre le loro tesi e a nulla sono valsi gli inviti del Coordinatore che ha sottolineato che non si poteva ritornare su argomenti ampiamente discussi ed approvati all’UNANIMITA’ durante gli altri incontri nazionali. A questo punto, il Coord. Nazionale ha ritenuto opportuno invitare tutti a leggere e documentarsi sulle decisioni già prese dalle assemblee precedenti prima di venire in riunione, onde evitare a tutti gli altri presenti di dover ridiscutere progetti già approvati con conseguente perdita di tempo. Ciò nonostante, i tre delegati insistevano nuovamente ignari delle spiegazioni avute, ad un certo punto, però, l’intera assemblea, che fino a quel punto aveva ascoltato, ha chiesto agli stessi di non continuare a porre interrogativi già ripetuti più volte … In particolare si segnala (per sintesi) l’intervento del Presidente Aldo Mazzei in rappresentanza del Club Plein Air Enna, che ha condiviso le spiegazioni date da Perriera, i malumori dell’Assemblea nei confronti delle contestazioni immotivate e le procedure che l’Unione Club Amici sta portando avanti. L’intervento del presidente siciliano è stato a lungo applaudito, a dimostrazione della condivisione compatta di tutti i Delegati presenti. Terminati gli interventi, il Coordinatore Nazionale ha salutato il Presidente della Federazione Ichino che ha lasciato l’assemblea salutando i partecipanti con l’auspicio che l’Unione Club Amici possa continuare nel lavoro di progettazione portato avanti negli anni, che rappresenta un patrimonio di idee per tutti i camperisti europei. Il Coordinatore Ivan Perriera ha continuato con il punto numero tre dell’ordine del giorno soffermandosi sulla spiegazione delle procedure per ordinare le Camping Card International. In sintesi; I Club aderenti all’UCA potranno acquistare le “CCI” con la stessa procedura fin qui utilizzata. Visto che con la FICM sarà possibile ordinare anche un numero di card maggiore al numero di soci effettivi, al momento dell’ordine, si potrà indicare solo il numero totale di Card che si intende acquistare. L’ordine, con il numero di tessere totali richieste, andrà inviato al Coordinatore Nazionale contestualmente a una copia del bollettino di versamento effettuato, che dovrà essere di importo pari all’ammontare delle tessere, a favore della FICM alla quale il Coordinatore inoltrerà il tutto. Il Club, una volta ricevute le “CCI”, le assocerà ai singoli soci assegnando loro il numero di “CCI” che già si trova prestampata sulla camping card stessa e si preoccuperà di rispedire, sempre con le stesse modalità, il modello (in allegato) completato anche nella 2 UCA IN...FORMA

[close]

p. 3

casella “numero della. CCI” in modo che possa essere attivata l’assicurazione sulla Responsabilità Civile Verso Terzi che è già compresa nelle CCI. ATTENZIONE, una volta attivate le CCI (da quando, cioè, si abbineranno i cognomi al numero della card per legare ad esse l’assicurazione sulla Resp. Civile vs terzi) la scadenza sarà quella del 31 dicembre dell’anno di attivazione. Il Coordinatore ha di nuovo evidenziato, com’è ormai noto a tutti, che l’Unione Club Amici non ha cassa e quindi il costo che verrà richiesto ai club aderenti interessati è di € 4,00 (quattro) totali, esattamente quello che si pagherà direttamente alla FICM (il costo comprende anche l’iscrizione alla FICM) Quanto sopra conferma l’obiettivo che da sempre ha l’Unione Club Amici; quello di fare sempre il meglio per i Club aderenti, senza alcun costo aggiuntivo. Perriera ha poi ribadito un punto molto importante relativo alle Carte, punto già scritto ed enunciato molte volte e cioè che i Club possono comperare la Camping Card International dove vogliono e da chi vogliono e che, per l’UCA, non ci sono vincoli di nessun genere nell’aderire ad altre organizzazioni. La riunione è poi continuata con l’annuncio che il Club Gruppo Camperisti Orobici di Bergamo, per conto dell’Unione Club Amici, organizzerà il 36° Raduno Euro CC. A questo punto ha preso la parola il Presidente del Club orobico, Pasquale Cammarota, che ha illustrato il programma di massima che diverrà definitivo una volta individuati i club che lo supporteranno nella realizzazione e svolgimento dell’EUROCC. E’ intervenuto Mauro Santececca, rappresentante dell’Assocampi di Roma, che ha organizzato l’ultimo EUROCC nella “città eterna” e che ha dato la sua disponibilità a collaborare con Cammarota. Collaborazione che vedrà impegnati anche gli amici del Camper Club Italia di Bologna. Come punto numero cinque il Coordinatore ha ringraziato il Web Master Claudio Carpani e annuncia la nascita del notiziario dell’Unione Club Amici che verrà pubblicato sul nostro sito e che avrà come titolo: “UCA IN…FORMA”. A seguire la realizzazione del notiziario, sarà Sauro Sorbini, vice presidente del Camping Club Pesaro, che, in collaborazione con Claudio Carpani, provvederà alla realizzazione dei vari numeri. La riunione è terminata alle ore 12,00 Il segretario Il Coordinatore Nazionale Dino Artusi Ivan Perriera Alla riunione dei Presidenti dell’Unione Club Amici, che si è tenuta alle ore 10,00 di domenica 11 settembre 2011, presso la Sala Rossa messa a disposizione da Fiere di Parma, per discutere il seguente Ordine del Giorno 1. Adesione dell’Unione Club Amici alla Fédération Internationale des Clubs de Motorhomes (FICM) 2. Gestione dei rapporti con la FICM 3. Gestione Camping Card International 4. 36° EUROCC 2012 (raduno internazionale FICM) 5. Varie ed Eventuali oltre al Coordinatore Nazionale, Ivan Perriera, erano presenti i Coordinatori d’area Pasquale Cammarota, Dino Artusi, Pietro Biondi, Benny Sinagoga, Gabriele Vertibile e il Webmaster/Responsabile Camperstop Claudio Carpani, erano presenti, o rappresentate per delega, le Associazioni: 1. Ass. C.ri Sulmona 2. Camper Club Caserta 3. Caravannoi Abruzzo Campania Campania UCA IN...FORMA 3

[close]

p. 4

4. Camper Club Italia Emilia R. 5. CTI Quelli che il Camper Emilia R. 6. Ass. Amici C.sti Castellani Emilia R. 7. Camper Club Fiorano Emilia R. 8. Club Parma in Camper Emilia R. 9. Caravan Club Gorizia Friuli 10. R.I.V.A.R.S. Friuli 11. Camper Club 3C Pordenone Friuli 12. Camper Club “I Bisiaki” Friuli 13. ASSOCAMPI Lazio 14. Latina Camper Club Lazio 15. Camper Club Colleferro Lazio 16. Camper Club Cassino Lazio 17. Camper Club Capitolino Lazio 18. ACTI Savona Liguria 19. Camper Solidale Mantova Lombardia 20. Ass. C.sti Monzambano Lombardia 21. Gruppo Camperisti Orobici Lombardia 22. Camper Club Sebino Lombardia 23. Camper Club Ghirlanda Lombardia 24. Camper Club Pavese Lombardia 25. Camper Club Lomellina Lombardia 26. Camper Club Cento Torri Lombardia 27. Camping Club Pesaro Marche 28. C. Club Civitanovamarche Marche 29. Camper Club Corridonia Marche 30. Vallesina Plein Air Marche 31. Isernia Camper Club Molise 32. Ass. Camp.sti Neve Piemonte Piemonte 33. Camp. Club La Granda Piemonte 34. Ass. C.ri Apulia Puglia 35. Club C.ri Jonici Puglia 36. Camper Caravan Club SalentoPuglia 37. Lucera Camper Club Puglia 38. Ass. C.sti Trojani Puglia 39. Camping Club Tavoliere Puglia 40. Camperisti Nisseni Sicilia 41. Club Plein Air Enna Sicilia 42. Ass. C.ri di Sicilia Sicilia 43. Club Camperisti Catanesi Sicilia 44. Misilmeri Camper Club Sicilia 45. Camper Club Valle D’Aosta Valle d’Aosta 46. Campin Club “A. Palladio” Veneto 47. Campeggio Club Vicenza Veneto 48. Arance di Natale Veneto 49. Marco Polo Camper Club Veneto 50. Camping Club Soave Veneto 51. Club C.sti Veronesi Veneto 52. I Girasoli Veneto 53. Camper Club Feltrino e P. Veneto 4 UCA IN...FORMA

[close]

p. 5

LETTERA AL MINISTRO DELL’INTERNO MARONI Il mondo dei turisti itineranti è sottoposto da anni a furti, sempre più frequenti, di caravan e autocaravan. Nonostante l’esiguo nr. di veicoli ricreazionali circolanti, raramente (se non quasi mai) le forze dell’ordine riescono a recuperare i suddetti veicoli. Sono consapevole del fatto che gli impegni di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza sono tanti ma la quasi assoluta incapacità di trovare questi mezzi mi ha sempre lasciato perplesso sulla fine che questi, grossi ed ingombranti veicoli, potessero mai fare. Il problema, ovviamente, è di responsabilità di tutti i governi, visto che stiamo parlando di un fenomeno in crescita in questi ultimi dieci anni. Non è più un problema geografico, di piccole o grandi città, di quartieri più o meno malfamati, ma di una vera e propria consapevolezza, da parte dei ladri, che nessuno si preoccupa di intervenire cercando seriamente le caravan o autocaravan sottratte ai legittimi proprietari. Nel vedere i tanti servizi relativi ai vari campi rom, ho potuto verificare l’alto numero di caravan e camper presenti nei campi nomadi e parlo di quelli della sola città di Roma. Senza dubbio, tanti di questi camper, parcheggiati in mezzo ad immondizia e baracche in legno (quasi impossibilitati ad effettuare manovre), saranno stati acquistati regolarmente ma il dubbio che fra questi ce ne siano anche tanti di rubati, è molto forte. Tale convinzione scaturisce dal fatto che il costo di tali veicoli va ben oltre le possibilità (legali) che una famiglia di “Rom” possa avere, e che questi mezzi, il più delle volte, vengono lasciati fermi all’interno del parcheggio assegnato dai comuni. Mi viene facile pensare, allora, che queste autocaravan, di dimensioni maggiori dei normali autoveicoli, finiscano all’interno di luoghi difficilmente controllati come, ad esempio, potrebbero essere i campi nomadi. Non so dirle se questa mia sia la forma più corretta per chiedere un intervento delle forze dell’ordine ma è certo che, grazie a quelle riprese aeree, ho potuto rendermi conto dell’altissimo numero di caravan e camper “nascosti” nei campi descritti. Sono certo che vorrete intervenire affinché vengano effettuati i controlli necessari a tranquillizzare quanti hanno subito il furto della propria caravan o autocaravan, e che non hanno mai ricevuto notizie dei propri veicoli. Qualora questa mia lettera non sia sufficiente o non adatta a far scattare i richiesti controlli, Le sarei grato se voleste indicarmi la procedura per ottenere al più presto una risposta tranquillizzante. Cominciamo ad aprire gli occhi almeno laddove le cose sono evidenti, incredibilmente semplici da risolvere, e concrete per una maggiore percezione di sicurezza e tutti saremo più tranquilli. Ivan Perriera Cell. +39 393.9992683 Skype: ivanperr - www.ivanperriera.com UCA IN...FORMA 5

[close]

p. 6

SALONE DEL CAMPER: La vetrina della crisi? Anche questa seconda edizione del Salone del camper di Parma 2011 si è conclusa. Il momento congiunturale non era dei migliori, e non lo è nemmeno adesso, e non lo sarà purtroppo nemmeno il prossimo anno, e quindi parlare, come di vede in certa stampa, che tutto è andato bene non ritengo sia corretto. Chi è stato agli stand, se parliamo di affluenza di pubblico si è accorto subito che il 2011 non e’ stato come il 2010, eppure pubblicità nelle televisioni commerciali ne è stata fatta molta e anche di tipo “martellante”, ma nonostante la pubblicità si sa che l’Italiano ha ancora la testa sulle spalle…. Niente da dire sul fatto che Parma si è dimostrata una delle più grandi vetrine europee e un grande appuntamento per gli amanti del “vivere all’aria aperta”, e non solo, ma anche per coloro che sognano o vorrebbero vivere il Plein Air come tipo di vita e quindi per coloro che amano avvicinarsi a questo tipo di vita. Ma si sa, tra il sognare e il comprare c’è di mezzo il mare…a volte c’è di mezzo anche un prestito ma oramai queste cose sono diventate rare a causa della precarietà dei posti di lavori e soprattutto della certezza del lavoro. In scenari di questo tipo chi è stato agli stand come il sottoscritto ha notato che l’anno scorso per poter salire sopra un camper per vederlo doveva fare la fila, quest’anno i camper al loro interno non avevano nessuno e volendo su qualche camper si sarebbe potuto anche fare un riposino..tanto nessuno sarebbe venuto a importunarti. Questo per ribadire che i visitatori erano meno dell’anno scorso….erano meno anche nei primi due giorni di apertura della Fiera. Durante la settimana abbiamo calcolato che il divario con lo scorso anno e’ stato di circa un trenta per cento in meno. A detta di diversi concessionari interpellati in fiera i camper venduti sono stati quelli di qualità medio alta, mentre la richiesta è diminuita per i camper di qualità medio bassa. Gli ultimi due giorni invece sono stati molto affollati di pubblico, molto affollati rispetto ai primi due giorni di apertura della fiera. Noi de “I Girasoli”, in fiera avevamo il compito di sovrintendere allo stand UCA, Unione Club Amici, associazione alla quale facciamo parte e siamo dal mese scorso membri della Federazione Internazionale di Motororhomes e della quale fanno parte Associazioni di tutta Europa. Per l’Italia facciamo parte noi come Unione Club Amici , Camper Club Italia di Bologna e Assocampi di Roma. Domenica 11 Settembre, il nostro Club ha Partecipato alla riunione di Tutti i Presidenti UCA e sono stati discussi 5 punti all’ardine del giorno. Uno di questi punti riguardava la possibilità per il 2012, quindi dal prossimo dicembre 2011 di ordinare le Camping Card International al costo di Euro Quattro, grazie alla adesione dell’ UCA alla Associazione Internazionale de Clubs de Motorhomes, (FICM), pertanto i nostri soci potranno per il prossimo anno acquistare la Camping Card International pagandola solo quattro euro. A portare i saluti della FICM è intervenuto il presidente dottor Alessandro Ichino il quale ha annunciato che la Federazione ha proposto al Parlamento Europeo la possibilità di emettere patenti C 1 per coloro che hanno i camper con peso superiore ai 35 quintali. (Viene anche chiamata patente C piccola…). La fiera di Parma, indipendentemente dalla situazione congiunturale rimane un evidente punto di riferimento sia per il mercato del camper, degli accessori, ma soprattutto per le tendenze e i desideri della clientela, rimanendo in Italia un faro che illumina la rotta e la via da seguire dai costruttori nella evoluzione di questi mezzi…(che non costano poco!!!!) Dino Artusi Coordinatore Veneto, Trentino Alto Adi- ge, Friuli ed Emilia Romagna (costa est – Romea fino a Ravenna) Presidente Amici del Camper “I Girasoli” Pianiga cell. 349 6620600 artusi.dino@virgilio.it 6 UCA IN...FORMA

[close]

p. 7

è il momento dei bilanci!!! Dal salotto al mercato Quest’anno io e il mio amico Claudio siamo partiti di sabato per la visita annuale alla Fiera del Camper. Memori dell’esperienza dello scorso anno (stendiamo un velo pietoso) con parcheggi nei campi e generale organizzazione approssimativa, ci siamo posizionati coi camper nel piazzale di un ristorante a 8 km dalla fiera, A San Prospero. Qui un nostro socio UCA, Daniele, ci ha con grande gentilezza e disponibilità fatto da autista portandoci avanti e indietro. Ed eccoci sulla strada della fiera: all’arrivo la prima cosa che notiamo sono i grandi parcheggi (cari) semivuoti. Abbiamo pensato che i prezzi probabilmente hanno spinto molti camperisti a fare come noi. Una volta entrati, ai parcheggi mezzi vuoti corrispondeva una fiera mezza vuota; l’accredito stampa che in altra città facevo in un bell’ufficio con un addetto competente e un computer, qui è sostituito da un banco con due scatoloni di cartone e dei moduli da compilare … mah ! La prima impressione che abbiamo da un giro esplorativo è che gli spazi sono aumentati ma l’immagine è di un cementificio coperto di moquette. Domenica mattina alle ore 10,00 abbiamo la nostra riunione UCA; cerchiamo e troviamo la Sala Rossa. Luci spente alle 09,30 e a fatica troviamo gli addetti che in maniera scortese ci dicono che tutto sarà pronto per le dieci meno un quarto. La sala è ancora sporca e sui tavoli bottiglie d’acqua mezze vuote. Le sale riunioni sono nello stesso padiglione del Self-service; nella nostra sala galleggia un intenso odore di porchetta, probabilmente quella vicina saprà di pizza … mah ! E ARRIVIAMO AI CAMPER Vedrò di essere breve, come breve è stata la mia visita. La mia opinione è che i costruttori abbiano pensato che la crisi non c’è: Ho visto camper sempre più grandi, prezzi sempre più alti e i soliti effetti speciali con lucine e faretti acchiappa acquirenti di primo camper. Ho fatto una fugace visita al “reparto accessori” e anche qui niente di nuovo tranne alcune inutilità che potranno far spendere un pò di danaro al povero camperista ormai sempre più povero … mah ! Vorrei aggiungere qualche nota positiva a questa mia personale delusione, ma non la trovo. Nella mia mente e nelle mie esperienze di viaggio e di lavoro Parma è una città deliziosa, nobile, elegante piena di cultura e di arte; aggiungo che i tortelli, il prosciutto e il “ganassino” la rendono una città veramente appetibile. MA PER I CAMPER NO Siamo passati dal salotto di Rimini al mercato di Parma. Sono tornato sconsolato al mio camper, che ho trovato ancora bellissimo e funzionale; per un po di tempo avevo pensato di tradirlo con un altro. Certo non avrò le lucine che si accendono e spengono quando faccio la doccia (come ho visto in un camper/ pullman in esposizione) ma sicuramente farò ancora dei viaggi con il mio CI e mi ritroverò qualche soldino in più che di questi tempi non guasta. Signori Costruttori e Rivenditori ma quando li aprite gli occhi? Ezio Marconi Bologna UCA IN...FORMA 7

[close]

p. 8

POTENZA PICENA Su iniziativa del Camping Club Civitanova Marche il Comune di Potenza Picena ha aderito al circuito del “Comune Amico del Turismo Itinerante con Delibera n° 108 del 17/06/2011. La cerimonia ufficiale di consegna del cartello da parte del Coordinatore d’area Pietro Biondi è avvenuta durante il raduno del “GRAPPOLO D’ORO”, organizzato dall’Assessorato Comunale al Turismo e dal Camping Club di Civitanova nel week-end 23-25 Settembre 2011 e al quale hanno partecipato camperisti provenienti da tutta Italia. Domenica mattina durante una breve cerimonia la targa di “Comune Amico del Turismo Itinerante” è stata consegnata dal coordinatore di zona Pietro Biondi al sindaco Sergio Paolucci e all’Assessore al Turismo Silvio Calza, i quali hanno ricordato che anche quest’anno il comune di Potenza Picena è stato premiato dalla FEE con la Bandiera Blu 2011 per la spiaggia di Porto Potenza Picena. Un particolare plauso per la perfetta riuscita dell’evento (oltre 100 equipaggi presenti) e per l’ennesima adesione vanno al Camping Club Civitanova Marche e al suo presidente Gabriele Gattafoni. Pietro Biondi Coordinatore Emilia Romagna (fino a Imola), Marche, Umbria, San Marino Info sull’area di sosta 30 posti, 500 m dal mare, elettricità, servizi, barbecue, informazioni turistiche e custodia dalle 8:00 alle 20:00 a cura della pro-loco/IAT, a pagamento (gratuito fuori stagione). Immersa nel verde, asfaltata, tranquilla, CS con 2 attacchi acqua, 2 lavabi e bagni, nei pressi 3 supermercati, rosticceria per pesce e rosticceria-pizzeria-gastronomia da asporto. Utile la bici. Tel. 0733 687927 da ottobre a maggio sabato mattina, da giugno a settembre tutti giorni. Mercato il giovedi, occorre spostarsi in attigua area sterrata. Altra area alla fine del paese dopo distributore Esso. Rumorosa, tra ferrovia e statale, a 100 m dal mare. 8 UCA IN...FORMA

[close]

p. 9

COMUNE AMICO Da parte nostra aggiungiamo... ...un sentito ringraziamento al Sindaco, all’ assessore Silvio Calza e tutta l’amministrazione comunale per aver accolto la nostra proposta di adesione al circuito “Comune Amico del Turismo Itinerante”. Estendiamo il ringraziamento anche alla Pro loco, ai titolari delle cantine che ci hanno permesso le visite del sabato pomeriggio, ai preparatissimi ragazzi che ci hanno guidato alla scoperta di Potenza Picena, al nostro amico/socio Enrico Cotronè e alla sua famiglia per quanto, tutti uniti, hanno fatto per accoglierci in maniera egregia durante questa tre giorni 23-25/9/11 in occasione di quella splendida manifestazione quale è stata la 51° edizione della festa del Grappolo d’ Oro. Grazie grazie grazie!!! Grazie anche a tutta la cittadinanza che ha accolto l’invasione pacifica dei nostri 108 camper provenienti da ogni parte d’ Italia, dal Piemonte alla Calabria!! Naturalmente... grazie all’ Unione Club Amici e alle sue iniziative... e a tutti i camperisti che hanno partecipato! Un cordiale saluto a tutti Una targa speciale voluta dal Comune di Potenza Picena dedicata all’U.C.A. che ha voluto e promosso l’iniziativa “Comune Amico del Turismo Itinerante” Gabriele & tutto lo staff Camping Club Civitanova Marche facebook: CampingClub Civitanova Marche www.campingclubcivitanovamarche.com campingclubcivitas@alice.it +39 339-7727357 skype: gabrieleg56 UCA IN...FORMA 9

[close]

p. 10

Riunione d’area centro sud a Bisceglie 2a Riunione d’area Centro Sud Est + Calabria e Basilicata Bisceglie, 25/09/2011 Presso l’Agricamp “Brezza tra gli Ulivi” a Bisceglie si è svolta la 2a riunione d’area del Centro Sud-Est + Basilicata e Calabria per discutere il seguente ordine del giorno: - adesione dell’U.C.A. alla F.I.C.M. - Gestione C.C.I. - UCA in…forma - 36° EUROCC 2012 (Raduno Internazionale F.I.C.M.) - Progresso dei progetti U.C.A. - Comunicazione e informazioni U.C.A. - Varie ed eventuali Alle ore 10,00 del 25/9/2011 il coordinatore d’area Vertibile Gabriele verifica il numero degli intervenuti all’assemblea con appello nominale. Presenti: - Saverio del Sole presidente Ass. Camp. APULIA - Bari; - Oronzo Balzano presidente Camping Club Tavoliere - Cerignola; - Raffaele Pitta presidente Camper Club Lucera - Lucera; - Alfonso Martinazzo presidente Associazione Camperisti Troiani - Troia. - Camper Club Italia - Lecce vicepresidente Silvestri Alessandro al quale viene affidato il ruolo di segretario dell’assemblea. Deleghe: Isernia Camper Club al coordinatore Vertibile G. In apertura di seduta, il coordinatore saluta e ringrazia gli intervenuti ed esprime parole di rammarico per quanti, vista la loro assenza, non potranno fornire contributo agli argomenti all’O.d.g.. Quindi, il coordinatore distribuisce ai presenti un fascicolo di fotocopie con gli argomenti in esame e con schemi riassuntivi delle varie iniziative UCA. Presa la parola, il coordinatore affronta il primo punto all’O.d.g. e riferisce su quanto avvenuto all’assemblea nazionale di Parma e riportato nel verbale relativo, già inviato ai Presidenti dal coordinatore nazionale e consultabile anche sul sito dell’UCA. In tale assemblea e quindi in tale verbale, si rileva l’uso strumentale di certi attacchi come quelli messi in campo dai rappresentanti di due Club “ACTI”, in merito ai quali, il coordinatore nazionale ribadisce quanto già detto a Carrara e più volte ripetuto sia nei comunicati stampa sia nelle varie e-mail inviate ai presidenti dei Club. Prendendo spunto dall’argomento del contendere il coordinatore ha ricordato e criticato quanto messo in atto dal presidente dell’ACTI Zaffina, che ha inviato a Club non 10 legati alla sua organizzazione, in data 29 luglio 2011, una mail con informazioni imprecise e parziali, miranti al discredito dell’UCA. A tal proposito il coordinatore ha sottolineato anche quanto sia stato indifferente l’atteggiamento dei Presidenti dei club UCA/Confedercampeggio, che pur avendo ricevuto tale faziosa (se non illegale) comunicazione, nessuno abbia manifestato il suo dissenso chiedendo l’immediata cancellazione dalla mailing list dell’ACTI. Si è passati quindi al secondo punto all’O.d.g “Gestione C.C.I.”. Il coordinatore ha informato i presenti sulle modalità per poter inoltrare richiesta della CCI e sulla possibilità dei Club di poter acquistare un numero maggiore di tessere utilizzabili anche l’anno successivo e ha ricordato che quelle assegnate, a prescindere dalla data di attivazione, scadranno comunque il 31/12 dell’anno in corso. I presidenti Del Sole e Balzano sollevano l’obiezione che la C.C.I. che rilascerà l’Unione Club Amici, non riportando l’anno di validità, potrà essere, a loro avviso, facilmente manomessa dai Presidenti con la sostituzione del talloncino con i dati dei Soci senza che questi abbiano versato la quota. Il Coordinatore ritiene infondate le preoccupazioni espresse e per vari motivi: - Innanzitutto, la camping card, viene distribuita dai presidenti dei Club che, ogni anno provvederanno a sostituire le vecchie card con le nuove e, pertanto, non avrebbe senso commettere un’illegalità; - La camping card “taroccata” non avrebbe più la copertura assicurativa e quindi l’eventuale presidente “scorretto” si assumerebbe delle responsabilità penali; - Non è nostra consuetudine dubitare dei nostri Presidenti UCA che riteniamo corretti, leali ed onesti. Anche il presidente Pitta ritiene che quanto affermato da Del Sole e Balzano, sia una preoccupazione infondata. Il presidente Pitta invece, chiede quali altre convenzioni la CCI rilasciata dall’UCA potrà fornire ai suoi possessori. Il coordinatore ricorda che la CCI ai Club costerà 4,00 € e che essendo perfettamente identica a quella rilasciata dalle altre organizzazioni fornirà le stesse garanzie assicurative e quanto altro ad essa legato e senza ulteriori costi per i Soci, secondo lo spirito UCA. Nota: Dopo essermi confrontato telefonicamente con il Coordinatore Nazionale, si conferma che anche l’UCA, potrà stipulare convenzioni con tutte le attività utili per i campeggiatori in possesso di Camping Card e che lo farà, anche in questo caso, a favore di tutti i possessori di Camping Card europei, a prescindere che queste siano distribuite dall’UCA o meno. UCA IN...FORMA

[close]

p. 11

Il Coordinatore informa i presenti della nascita del n° 0 del notiziario “UCA in…forma” che potranno consultare, scaricare e stampare liberamente dal sito dell’U.C.A.. Poi ha invitato i presenti a leggere il programma del 36° raduno EUROCC fornito in fotocopia e a diffondere la comunicazione tra i propri Soci. Su “Comunicazione e comunicazioni” il coordinatore si è soffermato per ricordare ai presidenti quanto sia importante: - aggiornare periodicamente gli indirizzi dell’archivio del club, - la trasmissione dell’archivio UCA ai soci, - informare il coordinatore delle proprie iniziative, non solo per permetterne una eventuale partecipazione, ma anche per poter calendarizzare incontri o altro, - informare gli altri club UCA delle proprie iniziative per favorire la partecipazione e la condivisione di esperienze, soprattutto se legate ad uno dei progetti UCA, - rispondere sempre alle mail. Circa le pagine web dei Club, il coordinatore ricorda a quelli che ancora non l’avessero fatto: - di aggiornare la home page con il logo UCA e di attivare il link, - di creare sulla propria home page uno spazio dedicato ai link dei Comuni amici (almeno di quelli dell’area centrosud) e dei Club dell’Unione. Il coordinatore, ricorda inoltre, che negli ultimi due anni, il numero dei Club nell’area di Centro Sud-Est è cresciuto di 4 nuove unità: (Vivere all’Aperto di Bari; La Rosa dei Venti di Termoli, Associazione Camperisti Trojani i Troia e Italia Camper Club di Lecce), più quella dei Camperisti Itineranti Calabresi di Corigliano Calabro. Successivamente, informa sui progressi relativi ai vari progetti e invita tutti ad attivarsi di più per portare avanti la politica dell’UCA. Circa il progetto di Comune Amico, il presidente Martinazzo comunica all’Assemblea che il Comune di Troia, quanto prima, delibererà in merito, mentre il vicepresidente Silvestri informa tutti che presto a Lecce sarà realizzato, grazie all’impegno del suo Club, un parcheggio con pozzetto di scarico e si attiveranno per far aderire la città di Lecce al circuito “CATI”. Il presidente Del Sole pur ritenendo i progetti UCA in antitesi con le finalità della Confedercampeggio, si augura che da parte dell’UCA, ci sia non solo un maggiore coinvolgimento ma anche una crescente condivisione dei progetti con la Confedercampeggio. In antitesi, chiarisce il pres Del Sole, perché i progetti UCA sono rivolti solo al mondo camperistico e non tengono conto delle altre realtà campeggistiche. Approfittando dell’affermazione del Presidente Del Sole, il coordinatore fa presente che l’Unione Club Amici è sempre stata promotrice di collaborazioni con le altre realtà esistenti e che lo Statuto UCA recita espressamente: “Art. 1”, “comma 2”, paragrafo “d”: essere aperta ad ogni dialogo e/o collaborazione costruttivi e concreti nell’interesse del turismo itinerante; E’, pertanto, impossibile che l’UCA non collabori qualora altre realtà dovessero ideare dei progetti a favore dell’intero settore ma, lo farà, solo se non si tratterà di progetti riservati a questa o quella organizzazione. Nota di Ivan Perriera: … omissis l’Unione Club Amici risulta REGOLARMENTE costituita nel dicembre del 1996 ma ha approvato regolare atto costitutivo/statuto durante l’assemblea di Firenze il 26 E 27 FEBBRAIO 2000 e che, la REGISTRAZIONE agli eventuali uffici non è obbligatoria ma ritenuta utile per poter ottenere contributi, lasciti economici o altri movimenti contabili che noi tutti non abbiamo mai voluto avere! Da Codice Civile devo ricordare che: “le Associazioni si dividono in: - riconosciute … omissis - non riconosciute: quelle che non hanno chiesto il riconoscimento della personalità giuridica. Esse, quindi, non godono dell’autonomia patrimoniale perfetta; per le obbligazioni assunte in nome e per conto dell’associazione rispondono le persone che le hanno contratte (amministratori ed associati). Le associazioni non riconosciute sono comunque disciplinate (e quindi esistenti n.d.r.) dagli articoli 36, 37 e 38 del Codice Civile; esse non sono soggette ad alcun controllo amministrativo, sia in fase di costituzione, sia nel corso della loro vita, purché rispettino i limiti dettati dalla normativa, dall’ordine pubblico, dal buon costume e dall’articolo 18 della Costituzione Italiana.” Infine, relativamente alla dicitura della nostra “Unione” che sembrerebbe essere (secondo qualcuno) insufficiente per essere considerata alla stessa stregua delle altre “Federazioni”, anche se basterebbe conoscerne i sinonimi contemplati dalla lingua italiana (Sinonimi di Federazione sono: “confederazione” - politica, sindacale ecc. -, “associazione”, “UNIONE”, “lega”), faccio notare, a riprova della correttezza di quanto sostengo che, come è normale che sia, anche all’interno della FICC sono aderenti organizzazioni che si definiscono UNIONE (vedi Spagna) e non Federazioni. Nessuno, nelle altre nazioni, si sognerebbe di mettere in dubbio l’importanza e l’esistenza di una “UNIONE” solo perché non è definita Federazione. Se poi andiamo a vedere le nostre finalità e scopi, fra i quali è chiaro che noi operiamo, gratuitamente, senza pagamento di tessere, per il bene dell’intero settore allora potremmo dire che le caratteristiche dell’Unione Club Amici sono incontestabili. Non essendoci ulteriori interventi ed avendo esauriti gli argomenti all’O.d.g., la riunione si chiude alle ore 12,10 con un arrivederci a Napoli per Mondocamper-sud. Il Segretario Il Coordinatore d’area Silvestri Alessandro Gabriele Vertibile UCA IN...FORMA 11

[close]

p. 12

12 UCA IN...FORMA

[close]

Comments

no comments yet