UCA IN...FORMA 7

 

Embed or link this publication

Description

Notiziario on line dell'Unione Club Amici

Popular Pages


p. 1

Il parere di Ivan Perriera L’ASINO E IL CONTADINO Un giorno l’asino di un contadino cadde in un pozzo. Non si era fatto male, ma non poteva più uscire. Il povero animale continuò a ragliare sonoramente per ore. Il contadino era straziato dai lamenti dell’asino, voleva salvarlo e cercò in tutti i modi di tirarlo fuori ma dopo inutili tentativi, si rassegnò e prese una decisione crudele. Poiché l’asino era ormai molto vecchio e non serviva più a nulla e poiché il pozzo era ormai secco e in qualche modo bisognava chiuderlo, chiese aiuto agli altri contadini del villaggio per ricoprire di terra il pozzo. Il povero asino imprigionato, al rumore delle palate e alle zolle di terra che gli piovevano dal cielo capì le intenzioni degli esseri umani e scoppiò in un pianto irrefrenabile. Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l’asino rimase quieto. Passò del tempo, nessuno aveva il coraggio di guardare nel pozzo mentre continuavano a gettare la terra. Finalmente il contadino guardò nel pozzo e rimase sorpreso per quello che vide, L’asino si scrollava dalla groppa ogni palata di terra che gli buttavano addosso, e ci saliva sopra. Man mano che i contadini gettavano le zolle di terra, saliva sempre di più e si avvicinava al bordo del pozzo. Zolla dopo zolla, gradino dopo gradino l’asino riuscì ad uscire dal pozzo con un balzo e cominciò a trottare felice. MORALE: Quando la vita ci affonda in pozzi neri e profondi, il segreto per uscire più forti dal pozzo è scuoterci la terra di dosso e fare un passo verso l’alto. Ognuno dei nostri problemi si trasformerà in un gradino che ci condurrà verso l’uscita. Anche nei momenti più duri e tristi possiamo risollevarci lasciando alle nostre spalle i problemi più grandi, anche se nessuno ci da una mano per aiutarci. Questa è la filosofia dell’UCA.. ... e di chi ne fa parte! SOMMARIO pag. 2 La Posta dell’UCA pag. 3 Messaggio dalla FICM pag. 3 I nostri incontri pag. 4 Nelle fiere a cercare... pag. 4 La scomparsa di G. Continolo pag. 5 Assemblea a Carrara - Web pag. 6 Come fare - Tassa CB - Soste a Ruvo pag. 7 Che cos’è il successo pag. 8 UCA: perché aderire pag. 10 Programma Euro CC a Orange pag. 12 Un passo dopo un passo pag. 13 Patente, si cambia UCA IN...FORMA 1

[close]

p. 2

Falsità! LA POSTA Il CoordinatoSroendoealplp’UennaiovenneutColaucbonAomsciecnizahdai ruincefavttuotionc…rescioso, quanto falso, che è stato comunicato a tutti i Club aderenti Sconti e CCICiao Ivan alle due organizzazioni (UCA e Confedercampeggio). ti porto a conoscenza di quello che scrivono alcuniScelcuobndoellqaunanotsotrainrveiagtioonaed nuenlola dpeairt“enocsotnric”lupsrievsaidenti, Da pidùecilupbrosgi rraicmevmoni roeslaetgivniaalaizliornoi drai dcaumnip:eggi che non Confedercampeggio sta motivando l’applicazione dell’art. hanno accettato la Camping Card International. 8 del loro statuto, dicendo che i Club aderenti all’UCA si Poi, p“eLr'òi,npcaornlatnrdooècoanpemrtaoggaiotruettaittiesnozicoinde,elciCsai mrepndineg Csolunob tororgvaatni,iazzloartooirnesanpountac,hinésacrittutitatillia FICM. contop, onsesllaesqsuoarsi tdoitaTleitsàsdeeriacaCsoi,ncfheedmerocltaimsopcei gpgeniosai-n cToarlesodidchi ivaaralizdioitnàe.”E’ ASSOLUTAMENTE FALSA in quan- ncaomeprRpreoogitnsgeesinaeeimassimssetoneortniectdihcidher’eeEsuglioaroosluapcnoarean. ttsoecsveselentagraanecofanfemcttopurinaretgottcasauertdudtiintsitceirrimndtCaoieLnt,UlilaoleB’tnuolAnaorMirlicao(aInaCnootIetrnimigvcaCietnoànoin,tznrvfzerfiaeovziodniconetliunordbeceiaaactmdadoeennprrtteeeiingnncugttaieai,monca)oop.llmeaareviFsiIpvtCieeMrretèudtiltP’oURiNOl rIPOeRsNtIAoE h(Scmeitttrepticag:o/nXCCli/rooxwoidaxpsalwoaxracwixCmhnx.aecaexmaxndmppoeeipxnnllnixagnèsxgpCixc?caaxoarrxsrtdìdexeinxInnxzpttaeee)rrrsnnuvaaelttidisooietnnoraaegll.qrcpaouotmautleii/tticoeta/m.copnetgroglilaarce- AUTONOMIA, secondo il loro singoli statuti. Ancora una volta, siamo davanti ad una grave mistificazione della realtà creata ad arte per creare scissioni nel nostro settore CHE PROPRIO DI ALTRO AVREBBE BISOGNO! Su questo sito si trovano, anche, tutte le indicazioLnianrei-spPoesrtasta:tuto, alla FICM possono aderire solo tre organizcessarie per l’utilizzo della Camping Card International, le zazioni per ogni nazione e, a riprova di quanto vi scrivo, sue pCeacuroliaPrriteàseidseenrtveiz,i offerti, e vi suggerisco, quindi, di i Club italiani che sono aderenti alla FICM sono: Camper consipglaiartrelonadotudttai li vporestsrui psopcoi.sto che ogni organizzazioneCpluubò Irtiaseliarv(aBroelolagnpaa)r,tAecssipoaczaimonpei (aRdomuna)eeveUnntoionae Club chi vuole, senza che questo debba essere contestaAtomdicai (cIsheircncihae).ssia, condivido la tua riflessione Per cochncelusdi etrraetstiaadggi iuunnagesccheeltail nsiotonècovenrdaimviesinbtielea.l pas- La tipologia degli aderenti delle tre organizzazioni, nulla ha so coOnrigatenmizpziarine quunarnatoduongon,i pveisritmatoer,ehpaosterànssocasroiclaorssie haacihneeflalereficnoanliltaà,feldaeprarozimonoeziionnteerndaezliotenrarliet.orio le app(alicrcahziiotentitpoenric“oIP,hcounlteu”real“eAneddroeindo”gdaivsetrnotnanodmoi,ccoo)s,ì,lo sTcaalemabttioacdcoi easdpuenri’eanltzrae Ffreadeerqauziiopnaegg(ni opnrosveervneiernictoi rdare consudlatabreilgeiodniriedttiavmeresnet,eradcaclocnetlliudlai reesplibeerireannzdeosdii dvaiallgegioc,heecUcn..ione è un sinonimo di confederazione) è semplice- tanteAGlluairdgeaarei Claemppreogpgriiecavretadcuetee, o(ermqauiindidviepnatartteecinipuatinlit,i dmi aelntrtee VoErgRaGnOizGzNaOziSoOn.i) grazie anche alle poicheès,pperoriperniozepedricahlétrsitèamcopasateb, duiovnenataenaorsriucpcehriastceeailmlameNnosianmoennstieamchoialboitfuaa,timaeqnutreestiembpaosvseezrzisec, ea cqhuiesti sotter- primaremstoadi“ficchai.uso” nel proprio “io”. fugi, perché da sempre impegnati a far crescere i nostri Chiudersi attorno alle proprie organizzazioni, è un perrorogreettichcheensooin, ocoamdeispUonsiioznioeneClaunbchAemdiceii, mnoenschini mil- Con tvaoligalpiapmlicoa,zeionnio, ninvdeocbeb, isaimhao,ucnoomstmruemtteenrteo; sdeombpbrieamola,natantzoi,ric! ontinuare ad “aprire” le nostre aggioirnnizaitaotiavde,ogantiumttienilmeapvearrsioanzieoncehee/cooinndseivriidmoennotoildni osCtraorisPtrielesiddienvitti,aA, PsRenITzEaGdLiI pOrCeCoHcIcuepvaarluctiadtei cdhai soli qual è nuoveprsetrfeurttisucree.l’isolamento alla compagnia. il livello del management del nostro settore dal quale mi In Italia, e solo in Italia, succedono cose, come bednisssaoic,iopiaùssvieermgeogantousttea el’U(Na ImONioEaCvLvUiBsoA)MigICnIo!bili. Si arriva al punto di trincerarsi dietro alla CampingCChaertdriIsntetzezran!aEtipooniaclialacmcaepnatirarmanodsoes“igcloi anlvtrei”nzciiocnaicciano! esclusive per l’Associazione, che ha fatto della CCI una tessera di Club, a discapito di quanti, Backitaliani o stranieri, posseggono questa straordinaria invenzione che è laIvCaanmPpeirnrigerCaard International, per ridurla miseramente ad uno strumento per convenzioni esclusive e locali. from FICMAndando avanti così, ci renderemo ridicoli nei confrcorenatitod.egli altri turisti itineranti europei che, una Oggevttool:taLuisnseItmabliau,rgsoi orettnodberera2n0n1o2 c–oInntcooncthroe eaulcruopneeoconv.eonmziiossnisi sono “riservate” per alcuni, piuttosto FICMche a favore di tutti i possessori, a prescindere dall3’o6r°gEaUnRizOzaCzCio2n0e12ch-eDdaistturtitbiuiispcaartleeciCpaamntipianllga riunione, Card International ! senza alcuna eccezione, l’Euroraduno di Bergamo viene CsaGoiefanonoorenaTRurriaitriottilvuoliesinitzretqifnzinou,MaovratimaoidlcirelodhielvaelcaelDahrLcbneeuaat,lsearlseddpneu,rdnmirmecoabolylnau’n,i,trnegdiucnoionla’adnAatcottsrqefmsoasue.caeimscnciiirbahcetelaeaiieanl“SfmCgoeeCrigmnaIr”eceactreazianirlolgie’oanolFitrIaaCllMadiccme,nFoolhaIlnnp’AnoAsaliisrafd(getseeiiMsocàrtodcaauclitizaanohicrzoiieocoienointpspetnstiaeqmoeelriugtallaàiaounmlcesdePeain,imrnlazeedtba,sieliiivrosdaeieisfeldalllile’noAcersthesIsdeTeeogem,ioslnelcielptaoéeFlmranrIerrnCiimulgaaeClsiez/c)ocoinioirtsttiintpeetàaarrodtaoliaenrdfiglin,tiecazesuinrtoaaainz.u.ziUracathnroeea, (. omAisnsicsh) e in questo caso, noi, come UCA, ci pregiamo cdoenlfefaritstcoecluhsetrsotiaalmnoosctrhoiePdaeensedoe sduipaplloarrtgaapreerfleettamen- Puntoco6n) vAesnezgiounitioitdaelilalenienfaortmutatziiionpioasssseusnstoeriadBieCrgCaIm, ao pretescleinadmerbeizdioaniqtuuarilsetiochrgeadneilzlazaczitiotàn.eDisqiauestsatotavorrei nuo- dal CdonisstirgilbiouiDtair.ettivo, si é deciso di lanciare a livello eu- vamente ringraziare Pasquale Cammarota e tutta la sua ropeoAlaprceasmtop.agna per la diffusione dell’iniziativa di inte- equipe, oltre al Vice Sindaco avv. Gianfranco Ceci e tutta crpqHideauooesmessailcetptlioorevsincardoefmicepiBreaedmelrneertallgle’dt’aaioensmasniczliooascia.tmoetdlintivinaszaapa,itonaaanlCiIlcb’tauoaimlsnliiotagpàieudddrneaetAlil,mCsll’osUaooigmsonlottriaim,odnnOaiacneplseaaiwppnttC(ieooPwfCldosugarewiaer@rbtlaclal.i.SvhNmuuAicekI+n)nameov,gyzii3nmoaogpgiic9otinnnieoeeàin,ee:3Pacc9ielvlleuu3lra’Arbb.ni9(maUeapF9mrmnéme9adirii2oiccrén6niir..i8aesccttoo3riComamlznuiobInCntAoeenmrdsneiiacgllMitlaiieoaCrneriatiotplàeeMBdr aeel’rrsIigtaCaanllmiuiaboF.dICeMMotorhomes) 2 UCA IN...FORMA

[close]

p. 3

FEDERATION INTERNATIONALE DES CLUBS DE MOTORHOMES F.I.C.M. aisbl - IFMC npmio Site Internet : http://www.ficm-aisbl.eu Présidente : Rose Marie DELANNOY Cari membri FICM e le famiglie Cari membri affiliati club e federazioni, Natale e fine anno 2012 sono ormai alle porte, alcuni giorni magici a far dimenticare alcune delle difficoltà della vita quotidiana e l’ambiente sempre più ostile in cui viviamo. Durante gli incontri FICM a maggio a Bergamo, Italia, e a ottobre a Schengen, Granducato del Lussemburgo, abbiamo preso in considerazione e concesso due progetti di aiuto importante dal punto di vista sociale: lo sviluppo e l’attuazione del progetto di Camper Assistance, creato in Italia dalla Unione Club Amici: alcuni spazi riservati e destinati a tutti i camper nei parcheggi di ospedali e cliniche, in modo che le famiglie dei camperisti possano essere più vicini ai loro malati ricoverati; l’altro progetto prevede una collaborazione con una ONG internazionale. A questi progetti ci vorrà del tempo per diventare una realtà, e in ogni paese i nostri membri FICM sono impegnati a sviluppare queste iniziative a livello locale. Una Commissione FICM si occuperà un modo specifico di coordinare le diverse attività. Ora è anche il momento di fare un piccolo bilancio dello scorso anno, ricordarsi di uscite grandi o piccole che abbiamo fatto in camper, da soli o in gruppo. E per quanto riguarda i viaggi piccoli e grandi, che ci hanno permesso di fare nuove amicizie, scoprire mille e una meraviglie della natura, o semplicemente trascorrere piacevoli momenti insieme nei nostri club e federazioni. Il nostro incontro EUROCC 2012 a Bergamo è un ottimo esempio! Nel 2013, per il nostro amichevole incontro internazionale abbiamo un invito di FFACCC di condividere la festa dei suoi club: si terrà a Orange (Vaucluse in Francia) dal 7 al 12 maggio con una breve estensione dal 13 al 16 Maggio. Pensate da ora a segnare questa data sul calendario e il nome del paese ospitante. Vi chiediamo di rispettare la scadenza per l’iscrizione e il pagamento, che come di consueto sarà attraverso i rispettivi club per evitare di sovraccaricare il lavoro di preparazione dei volontari. Non dimenticate che siamo in tanti. In qualità di Presidente, e per conto di tutti i membri della FICM Vi auguro un BUON NATALE e vi inviamo i nostri migliori auguri per un Felice Anno Nuovo 2013, pieni di Gioia, Pace e Salute. Rose Marie DELANNOY I NOSTRI INCONTRI Nel corso del mese di Novembre si sono svolti importanti incontri di Area, esattamente a Ruvo di Puglia (Zona Centro Sud Est: coordinatore Gabriele Vertibile), a Pianiga (Nord Est Triveneto: coordinatore Dino Artusi), a Pergusa (Sud e Isole: coordinatore Rosario Petrocitto) e a Bergamo (Nord Ovest: coordinatore Pasquale Cammarota). Come tutti gli altri nostri incontri, i verbali delle suddette riunioni sono pubblicati sul nostro sito. Chi voglia consultarli può farlo liberamente, andando a questo indirizzo web: http://www.unioneclubamici.com/archverbali.htm Ci teniamo a sottolineare che l’Unione Club Amici è fra le poche organizzazioni in Europa che pubblica i verbali integrali delle proprie riunioni/assemblee/incontri direttamente sul proprio sito in modo che, ogni visitatore, possa informarsi sulle nostre attività, decisioni e proposte. Ci piace far comprendere che la nostra “casa”, oltre che libera, è assolutamente trasparente. L’Unione Club Amici sarà presente con un proprio stand alle seguenti fiere (clicca sul banner per aprire il relativo sito): UCA IN...FORMA 3

[close]

p. 4

Nelle fiere a guardare camion travestiti da camper Quindici anni fa se compravi un camper lungo sei metri rientravi di diritto fra i privilegiati che potevano permettersi un mezzo grande e comodo e quando raccontavi al Bar sport che potevi anche farti la doccia nella massima comodità perché tu (gli altri non si sa) avevi la “doccia separata” tutti ti guardavano allibiti: la stragrande maggioranza perché non capiva una mazza di quanto stavi blaterando, i due o tre che invece ci masticavano di case con le ruote perché la notizia era di quelle da prima pagina. Insomma sei metri e la doccia separata (e a quei tempi la separazione avveniva con una viscida tenda di plastica che si appiccicava al corpo come un polipo) ti mettevano su un piedistallo dove potevi annusare distintamente l'invidia che ti circondava. Adesso fai un giro in una delle fiere del settore a vedere come non puoi più spendere i soldi che non hai e ti rendi conto di quanto quindici anni rappresentino un'era geologica nel mondo dei camper. Se chiedi di poter vedere un mezzo di sei metri ti guardano come fossi un pezzente e sembrano dirti che loro non vendono giocattoli per adulti. Adesso chiamano new entry bestioni da sette metri e mezzo che costano come mezzo appartamento perché se è vero che il prezzo di listino è inferiore poi ti dicono che devi “implementare” il tutto con gli optional che sono irrinunciabili e così finisci nelle mani (se ti va bene) di un direttore di banca che ti spiega che “implementare” è un bruttissimo verbo per il tuo conto corrente e la tua serenità futura. L'umano che non sa niente di camper fa anche fatica a comprendere come si possano spendere ventimila euro di accessori e vivere poco felici e poco contenti. Se invece, sempre in quelle fiere, ti affacciavi a certi stand di certi marchi (quasi tutti tedeschi o francesi) i cinquantamila euro te li chiedevano come piccolo acconto per i primi due tre metri di camper, poi il resto lo paghi con calma in mezzo secolo di cambiali. Tu li guardavi imbambolato e loro, molto professionali a dire il vero, rilanciavano con la frase di grande effetto: guardi che la macchina che va nel garage gliela regaliamo, non stiamo mica qui a cincischiare per certe puttanate...cosa crede e se vuole cambiare le piastrelle del bagno ce lo dica prima così in fabbrica si adeguano, non ci sono problemi. Che non ci siano problemi lo dimostra chiaramente il signore che compare nella foto di questa pagina: è lì come uno scemo a guardare un camion travestito da camper che costa come un politico di casa nostra. E' evidente che di questo mondo non ci capisce nulla e allora un consiglio: Signore vada a vedere i camper sotto i sei metri (new entry mi raccomando) sempre che li trovi e sempre che implementarli non faccia troppo male, in senso metaforico naturalmente. di Giorgio Tricarico Tratto da notiziario n° 68 del Camper Club Marco Polo Giuseppe Continolo, figura storica del giornalismo del settore campeggistico, stimato giornalista, direttore responsabile e co-fondatore del mensile Turismo all’Aria Aperta è scomparso all’età di 81 anni. Professionista serio e preparato, uomo di profonda cultura e grande simpatia, Giuseppe Continolo è stato un profondo conoscitore del settore, del quale ha sempre fornito analisi lucide e oltremodo precise. Il tabloid da lui fondato ha subito con il suo apporto profonde trasformazioni fino a diventare il mensile e magazine apprezzato che tutti conoscono. Nella foto, da sinistra: Giuseppe Continolo, Ivan Perriera e Pietro Biondi. 4 UCA IN...FORMA

[close]

p. 5

www.unioneclubamici.com un amico sempre più giovane Cari Presidenti, la presente per comunicarvi che, il 19 gennaio 2013, alle ore 10,00, presso la sala riunioni della Fiera di Carrara, durante la manifestazione TOUR.it, si terrà il XXVI° Incontro Nazionale dei Presidenti dell’Unione Club Amici. Questo l’ordine del giorno: 1. Relazione del Coordinatore Nazionale uscente; 2. Presentazione dei candidati per il prossimo triennio; 3. Elezione del Coordinatore Nazionale per gli anni 2013/2016; 4. Progress sui progetti UCA; 5. Nuove proposte; 6. Chiusura ordini delle Camping Card International; 7. Varie ed Eventuali; Visti gli argomenti all’ordine del giorno, contiamo sulla vostra presenza e vi invito ad voler anticipare la vostra candidatura, che si aggiungerà alla mia, per il prossimo triennio. Dopo la riunione, i presidenti presenti o i referenti accreditati, potranno fermarsi a pranzo approfittando del prezzo convenzionato L’importanza dei vostri nominativi è importante per tre ragioni: - I posti Camper da riservare nell’area del raduno; - La dimensione della sala; - Il numero dei partecipanti al pranzo; Pertanto, per l’incontro Nazionale, inviate direttamente al mio indirizzo la vostra risposta. Anche quest’anno, sarà il Toscana Camper Club (toscanacamperclub@gmail.com) ad Organizzare il Raduno ed è a loro che dovrete scrivere se vorrete partecipare al raduno o se voleste prenotare per i vostri soci. Ivan Perriera Coordinatore Nazionale Unione Club Amici grazie al costante impegno del nostro Webmaster, Claudio Carpani, abbiamo modificato la nostra “home page” rendendola più diretta e “fresca”. Mentre tutti vanno verso i toni più grigi e invernali, noi che continuiamo a vedere il nostro cielo sempre più azzurro e sgombro di nuvole che ne offuscavano la bellezza, abbiamo deciso di rinnovare il nostro “biglietto da visita” con colori più sereni. L’occasione è gradita per ricordarvi che il sito è a vostra disposizione per comunicazioni, informative, raduni, feste e quant’altro vorrete comunicare al nostro mondo di turisti itineranti. Vi basterà, quindi, inviare tutte le vostre comunicazioni direttamente all’indirizzo web: webmaster@unioneclubamici.com. Nella speranza che la pagina sia di vostro gradimento, inviamo cordiali saluti e vi ringraziamo fin d’ora per la vostra gradita collaborazione. Inoltre, oltre alla home page evidenziamo, di seguito, le novità inserite nel sito: Chi siamo: Un universo di progetti realizzati, a favore di TUTTI i turisti itineranti La storia completa dalla fondazione dell’UCA ai giorni nostri. I perché: Perché dovrei aderire all’Unione Club Amici? Sin dal giorno della sua nascita, l'Unione Club Amici ha fatto della …. Occasioni: La pagina dedicata alle occasioni proposte dai Club aderenti alla nostra “Unione” Corrispondenza: Tutte le notizie che pervengono e che trovano collocazione in “sottocartelle” così suddivise: 1) Convocazioni 2) Lettere alla Redazione 3) Comunicati Stampa 4) Notizie dal settore UCA IN...FORMA 5

[close]

p. 6

Cosa bisogna fare per aderire all’ UCA? Per aderire all’Unione Club Amici basta il verbale dal quale si evinca che il Consiglio Direttivo, nel condividere lo statuto e le finalità dell’Unione Club Amici, ne accetta le condizioni, ed ha stabilito di aderirvi. Da parte UCA, il Coordinatore Nazionale, è obbligato a seguire quanto deciso dall’assemblea dei presidenti di Pozzuoli (31 ottobre 1998) al punto 5 paragrafo “d)” e cioè: a) “accettazione di Club all’Unione Club Amici nelle città/province dove è già presente un Club aderente. L’assemblea dopo lunghe e propositive discussioni decide che: Il Coordinatore Nazionale, al momento di ricevere la richiesta, sarà tenuto ad informare il Club più anziano che, a sua volta, comunicherà al Coordinatore se ci sono gravi motivi ostativi all’accettazione della richiesta di adesione. Solo dopo aver accertato che non esistono i gravi motivi suddetti il Coordinatore considererà valida la nuova adesione.” Pertanto, dopo aver ricevuto la istanza di adesione, dovrà inviare ai club aderenti in quella città la richiesta per chiarire se esistono GRAVI MOTIVI OSTATIVI all’accettazione della “domanda” di adesione del nuovo Club. Tale risposta dovrà pervenire nel più breve tempo possibile (max 15 gg). Ovviamente, di eventuali accuse di GRAVI MOTIVI OSTATIVI, se ne assumerà la responsabilità il Presidente che li denuncerà al Coordinatore Nazionale. Bisogna registrare il gruppo? Questa è una scelta che spetta esclusivamente ai richiedenti. Le associazioni possono essere di due tipi: Riconosciute e non Riconosciute. L’una si differenzia dall’altra solo nella possibilità di ottenere o meno dei contributi statali (ed è inscritta all’Uff. del Registro). Per UCA basta che il “Gruppo”,”Associazione” o “Circolo”, si sia costituita con assemblea dei primi soci; C’è bisogno di uno statuto registrato? Per costituire una Associazione si deve certamente avere uno statuto che andrà approvato alla prima “assemblea costitutiva” ed è importante che ci sia se non altro per regolamentare l’attività, ma ciò non significa che lo si debba obbligatoriamente registrare; Si può richiedere subito un certo numero di Camping Card International? Certamente sì, una volta aderenti all’UCA si potranno richiedere le CCI attraverso l’UCA stessa; Qual’è la procedura? Non appena formalizzata l’adesione il Club riceverà adeguate istruzioni. Si anticipa che la procedura è molto semplice in quanto basterà inviare al Coordinatore Nazionale UCA (info@unioneclubamici.com) • il numero di card che servono; • l’indirizzo esatto dove spedire le C.C.I.; • la copia del bonifico effettuato direttamente alle coordinate bancarie della FICM (pari all’importo di 4,00 euro moltiplicato il numero di Camping Card prenotate). E’ necessario aderire a qualche federazione? Anche l’Unione Club Amici è una Federazione (sinonimo di “Unione” dal dizionario Zanichelli) e quindi non serve altro ma ogni Club, aderendo all’UCA, mantiene inalterata la propria autonomia. TASSA APPARATO C.B. Il 31/1/2013 è il termine ultimo per il pagamento della tassa annuale dell’apparato c.b. L’importo da versare è di €.12,00 e per ogni regione italiana vanno citati gli estremi del Conto Corrente Postale. Tali elementi sono reperibili qui. http://www.unioneclubamici. com/rinnovo.html . E’ comunque opportuno verificare i dati presso l'ufficio postale prima di effettuare il versamento. Effettuando entro i termini, tale versamento si mantiene e si rinnova la validità dell’autorizzazione.In caso di mancato pagamento l’autorizzazione all’uso dell’apparato CB decade e sarà necessario presentare nuova domanda. L’importo è da versare con la causale “contributo di esercizio apparati di debole potenza anno 2013”. Si ricorda inoltre che per avere l’ autorizzazione all’ uso del primo CB occorre inoltrare a mezzo lettera raccomandata A/R la domanda all’autorità regionale (redatta su apposito modulo http://www.unioneclubamici.com/concess.html) unitamente all’ attestazione del versamento di € 12,00 con bollettino postale. Se entro il termine di 60 giorni non si riceve risposta negativa la richiesta si intende tacitamente accettata. E’ necessario tenere a bordo del mezzo i documenti per esibirli in caso di accertamento. L’ autorizzazione è valida per più apparati. SOSTE A RUVOLa tassa è da pagare entro il 31 gennaio 2013 L’associazione campeRuvo attiva a Ruvo di Puglia, ha preso in gestione le due aree site nel comune di Ruvo di Puglia. Le aree di sosta sono complete di tutti i servizi al costo di € 10,00 al giorno. L’associazione ha intenzione di mettere a disposizione numerosi servizi (automatizzazione e punto di informazione turistica), tutti tesi ad offrire un’ottima accoglienza e tutta l’assistenza che un gruppo di 50 camperisti può offrire. Le aree di sosta sono in zona centro: da Ruvo è possibile raggiungere rapidamente le città di Bari, Bitonto, Terlizzi, Corato, Andria e Barletta ed i centri costieri di Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie e Trani. Indirizzi con coordinate GPS: Via Minghetti: N 46°6’51” E 16°29’26”; Via Scarlatti: N 41°6’40,15” E 16°29’16,90” Info: tel. 3293149868 info@camperuvo.it vitocappelluti66@gmail.com 6 UCA IN...FORMA

[close]

p. 7

Che cos’è il successo Quando si vuole definire il successo si pensa, troppo spesso alla ricchezza economica, agli introiti, alle proprietà o all’essere famosi. Questa, almeno, è la convinzione dei più, di quelli, cioè, che si accontentano di cose acquisite e non dai risultati delle loro iniziative. Bene… noi non siamo d’accordo. Senza dubbio, l'Unione Club Amici ha un’unica fortuna da contrapporre a quel “successo”, quella di avere persone “normali” al suo interno con le quali abbiamo avuto riconoscimenti importanti. Insomma, che cos’è allora, per noi, il successo se non raccogliere i frutti concreti di quello che hai seminato? Vedere fiorire il proprio seme, vederlo crescere fino a prendere forma e diventare protagonista è la soddisfazione più grande alla quale un uomo (o un’organizzazione) può ambire. Ecco perché, per noi dell’Unione Club Amici che da anni seminiamo progetti a favore del turismo itinerante, quello che andiamo a comunicare è sinonimo di trionfo. Lontani dalle provocazioni e dagli attacchi ci siamo mossi con discreta concretezza, nella speranza di poter cogliere quei frutti che tutti noi auspicavamo fin dal primo giorno, credendo nella nostra organizzazione e nelle sue finalità. Il primo esempio, non meno importante ma di carattere nazionale, è quello di vedere fra i riferimenti di contatto, sotto la firma di una guida professionista, che da qualche tempo è entrata a far parte del nostro progetto “UCA TOUR”, anche il link con il nostro sito ritenendoci importanti per la sua vita professionale (abbiamo coperto i riferimenti per discrezione nei confronti di questa esperta professionista) Dott.ssa Xxxxxxx Xxxxxxx www.xxxxxxxxweb.com http://www.unioneclubamici.com/xxxxxxx.htm info@xxxxxxxxxx.com - skype: xxxxxxxx - facebook: xxxxxxxxx xxxxxxxx - +39.34x.xxxxxxx - +39.34x.xxxxxxx Leggendo ciò, riusciamo a verificare, in modo inequivocabile, che l’Unione Club Amici rappresenta una rilevante attività che possa aiutare il settore turismo, anche per dei professionisti del settore. Sono diversi, infatti, i siti e i professionisti che hanno inserito il nostro logo all’interno dei loro siti. L’altra nota straordinariamente soddisfacente, almeno per noi, è che al momento di spiegare ai Club europei aderenti alla FICM, chi è l’Unione Club Amici e quali sono le sue iniziative, e dopo aver dimostrato che il ricavato del sorteggio effettuato durante l’EUROCC di Bergamo è stato destinato alla creazione di 5 parcheggi attrezzati presso il nuovo ospedale di Bergamo, tutti i Club d’EUROPA hanno deciso di condividere con noi uno di questi progetti. Da oggi, infatti, il “CAMPER ASSISTANCE” creato, promosso ed attuato dall’UCA, è diventato un progetto con valenza europea e che tutte le Associazioni aderenti alla FICM lo promuoveranno sui loro territori. Questo lo stralcio del verbale dell’ultima Assemblea Generale tenutasi a Lussemburgo: “Chapitre 6 Entraide - CAMPER ASSISTANCE - Notre Présidente mentionne que le résultat de la Tombola lors de l’EuroCC 2012 à Bergame a été destiné à la création d’au moins 5 emplacements réservés aux motorhomes sur le parking du nouvel hôpital où nous avons stationné. Ceux-ci seront utilisés par des familles ayant un malade de longue durée hospitalisé en ce lieu, afin d’en être plus proche. L’UCA, en Italie, a déjà contacté des grands hôpitaux demandant un emplacement pour stationner jour et nuit, et que certains disposent déjà de places réservées aux motorhomes. UCA a écrit au Ministère de la Santé pour demander sa collaboration, en indiquant comme référence les noms de quelques hôpitaux qui ont déjà cette installation pour motorhomes. Une copie de ce texte, rédigé en italien, nous est remise. Après exposition du concept « Camper Assistance » par la Présidente, tout le monde est d’accord pour essayer de le développer dans chacun des pays membres de la FICM, au moins dans les grands centres hospitaliers.” Appresa la notizia, nel fervore di prenderne atto, non ci è rimasto altro da fare se non modificare il cartello dandogli un’impronta più europea, sia nelle scritte che nell’inserimento di uno spazio in basso a sinistra dove, ogni club europeo proponente (Italia compresa) inserirà il proprio logo assieme a quello dell’Unione Club Amici che sarà, così, presente negli ospedali europei. Abbiamo sempre creduto nell’alta valenza civica di tale progetto ma vederlo crescere fino ad essere punto di riferimento per l’Europa ci ha reso felici come aderenti all’UCA e come italiani. E pensare che c’è chi, sul nostro successo, da un po’ di tempo... non ci dorme la notte! UCA IN...FORMA 7

[close]

p. 8

Unione Club Amici: perchè aderire? Sin dal giorno della sua nascita, l’Unione Club Amici ha fatto della concretezza la propria ragione di essere, puntando su due dati certi: la volontà condivisa di realizzare i propri progetti a favore di TUTTI i turisti itineranti e la convinzione di non dover mai anteporre l’aspetto economico alla propria attività. Così, fin dal 1996, ha realizzato una notevole quantità di progetti che sono diventati parte integrante dell’intero settore e che potrai vedere alla pagina “chi siamo”. Queste le premesse ma la domanda che ci siamo posti, che vi siete posti, e alla quale vogliamo dare risposta è: Perché dovrei aderire all’Unione Club Amici? - L’Unione Club Amici non ti chiede quote d’iscrizione. - Non vuole i tuoi soldi ma solo la tua collaborazione; - Aderendo all’Unione Club Amici il tuo Club manterrà l’assoluta autonomia; - Sarai un protagonista per lo sviluppo turistico della tua città/provincia/regione; - Avrai a disposizione gratuitamente questo sito, per la promozione delle tue attività; - Potrai acquistare le Camping Card International a soli 4,00 euro e non avrai altri costi; - Avrai diritto ad usufruire dello Stand dell’Unione Club Amici in tutte le fiere di settore; - Potrai contare sul supporto di un Coordinatore di Area che ti seguirà costantemente; - Non avrai vincoli se non quello “morale” di presenziare (anche per delega) agli incontri nazionali e di area; - Con l’Unione Club Amici il tuo Club avrà diritto ad un voto a prescindere dal numero dei vostri iscritti; - In ogni parte d’Italia troverai un Club amico disposto a darti una mano; - Non avrai obblighi se non quelli del rispetto dello statuto; A conferma di quanto sopra, pubblichiamo le impressioni dei Presidenti Il perchè? Chiedete anche il perchè? Una volta tanto che un gruppo di associazioni si unisce per fare qualcosa di più grande, senza rimetterci l'osso del collo, chiedete il perchè? Dimentichiamo che molte delle nostre associazioni sono nate nelle stesso spirito, motivo per cui crescono. Infatti l'interesse che si dimostra verso l'altro senza fine di lucro e quanto di più bello possa esserci e che trova grande appagamento personale. Viva l'Unione Club Amici e viva il CampeRuvo. Vito Cappelluti Il nostro club, nato 20 anni fa, decise subito di essere libero e indipendente e, ad oggi, è ancora così. Siamo stati tra i primi Club ad aderire all’UCA, presenziando al primo incontro a Isernia; condividemmo gli Intenti innovativi che si prefiggeva, definiti utopistici perché l'obiettivo era che tutte le Iniziative dovevano essere (e oggi lo sono) a favore di tutti i Turisti Itineranti, si di tutti, anche di quelli che non conosci. L'UCA è volontariato, non percepisce nulla dalle sue iniziative, ne tassa gli aderenti. Tutto si muove grazie all'Amicizia vera, che io amo scrivere con la “A” maiuscola. Unione Club Amici, il nome descrive esattamente cos’è, non serve aggiungere altro. Siamo orgogliosi di farne parte e felici di "dare e fare per tutti, senza chiedere e/o pretendere nulla in cambio". Pasquale Cammarota - Gruppo Camperisti Orobici Perché l’UCA? Perché tanti anni addietro conobbi una persona entusiasta di quest’idea, ricordo che venne a trovarmi in ufficio, con gli occhi che gli brillavano, al solo pensiero di riunire tante Associazioni di camperisti sotto un tetto comune… Così conobbi Ivan per la prima volta… ed essendo allergico alle grosse ammucchiate, avvertii il solito sospetto e non gli diedi credito. Ho avuto modo, poi, di capire che sbagliavo. Ecco perché all’UCA il “SI” della nostra Associazione, con l’augurio che riesca a tenersi sempre il più lontana possibile dalle beghe personali, dagli intrallazzi associativi, dagli intrighi economici che sono la tomba dello “stare insieme”. Allora: grazie UCA! Franco Sambati - Camper Caravan ClubSalento Sono un uomo a disposizione del proprio Camper Club e la nostra è una realtà di Amici che amano e vivono per la vita di camper, vera sinonimo di libertà. La mia opinione è una tra le tante dei vari presidenti, ma quello che posso dire è che l'Unione Club Amici va al di là di ogni giudizio. Riconosco l'UCA come istituzione primaria per il viaggiatore itinerante e per i comuni che apprezzano questo settore. Ho avuto il piacere di verificare quanto sia grande l'entusiasmo delle persone che la dirigono, l'affetto di chi, pur entrando semplicemente in una nostra festa, ha dato segno di essere un grande Amico e, pur rappresentando l'UCA, riescono a farsi considerare "solo" Amici dei camperisti. Sono le persone che fanno la differenza ecco perché l'UCA fa la differenza. Valter Menichelli - Camper Club Colleferro Da presidente del Club Campeggiatori Jonici, già prestigioso per longevità (sul territorio da 33 anni) e cofondatore dell’UCA, condivido appieno tutte le motivazioni dei Presidenti che mi hanno preceduto, in particolare mi preme evidenziare la valenza eccezionale dei progetti UCA che cominciano ad essere inseriti anche nei circuiti internazionali, quindi fruibili da tutti i camperisti anche d’Oltralpe senza distinzione di colori… vale quindi il motto ”uno x tutti, tutti x uno”. Come donna ritengo assolutamente fondamentale ritrovare in ogni attività UCA i valori della solidarietà e del sociale che annullano la propensione di molti a privilegiare interessi d’immagine o venali. Grazie a quanti s’impegnano senza nulla chiedere in cambio. Michela Lepore - Club Campeggiatori Jonici 8 UCA IN...FORMA

[close]

p. 9

UCA IN...FORMA Ben volentieri colgo l’invito di inviare un pensiero sul tema: perché aderire all’Unione Club Amici? Di motivi validi ce ne sono molti, personalmente però ritengo che uno sia più rilevante degli altri: il fatto che tutti i progetti, e non sono pochi, realizzati dall’Unione vanno a favore di tutti i turisti itineranti, indipendentemente dalla loro "etichetta". Aderire quindi all’Unione Club Amici, vuol anche dire aver superato quegli atteggiamenti (che definirli forme di campanilismo è un puro eufemismo) che sicuramente non fanno il bene del nostro settore. Franco Zocca Arance di Natale A nome del Circolo affermo che mai siamo stati interessati ad altre organizzazioni, perché dalla nostra costituzione abbiamo aderito all’Unione Club Amici. Noi incontriamo tanti amici che vivono esperienze diverse dalle nostre. Beh, tutte le problematiche che sentiamo ogni volta ci confermano che la scelta è stata quella giusta. Nell'UCA non si litiga, non ci sono interessi o guadagni più o meno leciti, ci si ascolta uno con l’altro e, ogni volta che ci incontriamo, dobbiamo solo apprendere degli attacchi che ci vengono sferrati per il solo fatto di essere attivi. Siamo felici di essere con l’UCA e siamo certi che i progetti aumenteranno e, sempre, saranno a favore di tutti i turisti itineranti, siano essi Unione Club Amici o meno. Claudio Carpani - Circolo Turisti Itineranti "Quelli che...il camper" Una scelta di autonomia e libera da vincoli voluta dal nostro club non poteva prescindere dall'aderire a livello nazionale all'UCA, nella quale ritroviamo gli stessi valori e obiettivi presenti nel nostro statuto. In questi anni abbiamo riscoperto in modo particolare il senso di amicizia che anima questa Unione e che ci ha consentito di essere ospiti e di ospitare amici camperisti in questa "rete di reciproca ospitalità" con la stimolante prospettiva di allargarla oltre i confini nazionali. Gian Vittorio Zucco Camper Club Feltrino e Primiero Nel 2006 abbiamo scelto di aderire all' Unione Club Amici perché abbiamo ritrovato in questa grande famiglia il nostro modo di pensare, di essere e di agire: il senso di cordialità, di amicizia, di altruismo, ecc. e soprattutto il poterci dedicare a progetti a favore di tutti i turisti itineranti, italiani o stranieri, ci ha assolutamente convinti. Grazie all' impegno profuso da tutto il direttivo, sono state parecchie le soddisfazioni per i risultati raggiunti nel progetto del Comune Amico del Turismo Itinerante ma soprattutto in quello del Camper-Assistance, insuperabile in ordine di importanza! Emozioni che non avremmo provato se non avessimo aderito all' Unione Club Amici. Siamo davvero onorati e felici di farne parte. Gabriele Gattafoni - Camping Club Civitanova Marche Che dire dell'UCA. Non chiede quote di iscrizioni, non chiede contributi ai Clubs aderenti, non chiede la esclusiva iscrizione all'Unione, non chiede di confrontarsi con altre federazioni nazionali, se non per i servizi che offre, non ad esclusivo uso e beneficio dei Clubs iscritti. Infatti il sito dell'Unione è accessibile a tutti. Chiede solo collaborazione e partecipazione ai soci, al solo fine di far crescere e divulgare sempre di più il turismo itinerante. A mio giudizio l'UCA è unica nel suo genere. Concludo col rivolgere un sentito grazie a tutto lo staff ed al Presidente per quello che fanno e per la passione che dimostrano di avere per il turismo itinerante. Gaspare Alagna Camper Club I Bisiaki Quando siamo nati (1997), volevamo aderire ad una struttura nazionale, abbiamo contattato le maggiori Associazioni Nazionali. Ci è stato subito chiaro che dovevamo aderire alla più limpida, la più operativa, la più libera: l'Unione Club Amici.In quegli anni sapevamo poco del settore, ma era quella che rispondeva di più alle nostre esigenze, al nostro statuto di persone libere, che faceva gli interessi dei camperisti senza chiedere niente in cambio. C'ha sempre lasciati liberi e i nostri pareri contavano quanto i club più grandi. Il tempo ci ha dato ragione e più passavano i mesi più ci accorgevamo che l'UCA è a favore di tutti i camperisti, offre le CCI a prezzi di costo e ci informa attraverso il sito, sempre aggiornato. Per noi è il massimo e siamo felici di appartenervi. Dino Artusi - Club I Girasoli di Pianiga (VE) Un saluto a tutti. Sono anni che seguiamo le attività dell'Unione Club Amici e ne apprezziamo le finalità e gi intenti. Come nuovo Gruppo abbiamo voluto essere vicini all’UCA per lo spirito che la contraddistingue e cioè la possibilità di permettere al nostro Club di essere libero e poter scegliere la propria strada senza imposizioni, pur facendo parte di un'organizzazione internazionale. Anche per noi, i valori che cerchiamo sono l’amicizia e la collaborazione per il bene del nostro settore, qualità, queste, che in altre realtà si fa fatica a trovare e ricevere. Daniele Marchetto Gruppo Camperisti Vicentini L’UCA non è soltanto un’istituzione fine a se stessa, ma una realtà genuina che, per scelta nativa, ha sempre condotto e posto in essere, gratuitamente, un’encomiabile politica d’informazione, promozione, progettazione e supporto a favore del nostro comparto. Un merito che la differenzia da altre organizzazioni simili, interessate, a mio avviso, a fare demagogia, una condizione che la innalza a unico, vero e propositivo organismo nazionale. Aver aderito ad essa costituisce motivo di onore e orgoglio per il nostro club, che continua ad apprezzare la valenza/lungimiranza di questo straordinario sodalizio, sempre pronto a tutelare e sostenere tutto ciò che concerne il turismo itinerante: dall’associazionismo di settore al singolo libero e indipendente camperista. Aldo Mazzei - Club Plein Air Enna 9

[close]

p. 10

FETE des CLUBS de la FFACCC du lundi 7 au jeudi 16 Mai Sous réserve de modifications. Cette année nous inviterons une délégation de chaque Pays membre de la FICM Mardi 7 Mai: Réception et installation des camping-cars, le soir pot d’accueil. Dans la journée, réunion des membres de la FICM. ORANGE 2013 Mercredi 8: Début des jeux individuels ouverts à tous de 9h30 à 17h00 et visite du théâtre antique et son musée, avec trajet en petit train. Jeudi 9: Le matin grand marché à Orange, Après midi suite des jeux individuels et reprise des visites du théâtre antique, en soirée spectacle folklorique. Vendredi 10: Suite des jeux et de la visite du théâtre antique, en soirée spectacle « Cabaret ». Samedi 11: Le matin réunion avec la FFACCC et la FICM, après midi jeux collectifs des clubs de la Fédération, 20h repas de gala avec orchestre. Dimanche 12: Départ des CC sauf les prolongations. FICM Prolongations du 13 au 16 Mai 2013 Lundi 13 : Départ de 2 bus pour les groupes 1 et 2 « Fontaine de Vaucluse » visite résurgence, musée des santons, maitre verrier, repas au restaurant. Départ de 2 bus pour les groupes 3 et 4 « Avignon » visite du palais des Papes, église de Notre Dame des Doms, Pont St Bénezet, traversée du Rhône en navette fluviale, repas au restaurant, retour par navette fluviale, visite d’une cave sur le retour. Mardi 14 : Inversement de destination pour les groupes. Mercredi 15 : Départ des camping-cars d’Orange pour une journée libre avec doc et liste aires de services, rendez vous à 18h à Méjanes « domaine Paul Ricard » entre Arles et les Saintes Maries de la mer (pas de vidange sur place). Jeudi 16 : Journée complète, axée sur la Camargue, les gardians et les taureaux promenade en petit train, ferrade, apéritif, repas, spectacle dans les arènes, possibilité de balades à cheval. Vendredi 17 : Dislocation. 10 UCA IN...FORMA

[close]

p. 11

UCA IN...FORMA 11

[close]

p. 12

Stiamo vivendo un momento di particolare rivoluzione e così l’Unione Club Amici continua a registrare sempre più adesioni di Associazioni che, con convinzione, decidono di condividere il percorso dell’UCA, da un anno entrata a far parte della FICM (Fédération Internationale des Clubs de Motorhomes). Club Campeggiatori La Fenice di Bari. Questi Club nati dalla volontà di camperisti convinti, che fanno della solidarietà e della collaborazione il primo motivo di esistenza, hanno condiviso lo statuto e le finalità dell’Unione Club Amici, con la quale avevano già avuto negli anni contatti positivi. Così, dopo: • il Gruppo Campeggiatori Vicentini, di Vicenza, • il Camper Club Terre del Secchia, di Rubiera – RE, • l’Associazione Brindisincamper, di Brindisi, nel giro di qualche settimana, l’Unione Club Amici comunica l’arrivo del: Nel porgere il suo benvenuto ai nuovi club, Ivan Perriera, Coordinatore Nazionale dell’Unione Club Amici, nel salutare queste adesioni si dice convinto che: “Vista la lunga esperienza di molti soci del vostri club, che sanno certamente cosa vuol dire unione, partecipazione e presenza, la nostra Unione Club Amici sarà così ancora più forte.” 12 UCA IN...FORMA

[close]

p. 13

Patente, si cambia! TRES BONNE NOUVELLE POUR LES CAMPING CARISTE OTTIMA NOTIZIA PER I CAMPERISTI Après plusieurs années de démarches tant au niveau national qu’européen la FFACCC, soutenue par la FICM, a été entendue Dopo molti anni di approcci a livello sia nazionale sia europeo la FFACCC (ndr: Federazione Francese dei Club di Camperisti), sostenuta dalla FICM è stata ascoltata. UN PERMIS PL C1 SIMPLIFIE EST CREE AU NIVEAU EUROPEEN A LIVELLO EUROPEO VIENE CREATA LA PATENTE PLC1 (NDR: CAMION C1) SEMPLIFICATA La directive 2012/36/UE du 19/11/2012 en traitant est parue au JO de l’Union Européenne le 20/11/2012. Elle allège le contenu des épreuves du futur permis poids lourd C1 (entre 3 500 et 7 500 kg de PTAC) pour les conducteurs non professionnels du transport de marchandises. Les camping-caristes sont directement concernés. Concrètement, pour les camping-caristes, qu’est-ce qu’elle dit ? Les candidats au permis poids lourd C1 simplifié n’auront pas à connaître la législation sociale dans le domaine des transports par route ou encore l’utilisation et la vérification du chrono tachygraphe, un instrument d'ailleurs absent des camping-cars poids lourd. Les épreuves du permis C1 simplifié devraient cependant être identiques à celles de la version professionnelle. Elles se résument à une vérification du véhicule, à une épreuve de maniabilité sur plateau (40 mn) et une autre en circulation (60 mn) sur des itinéraires variés. Selon plusieurs organismes, la durée de formation au permis C1 est estimée à 35 h, pour un coût approximatif de 1000 €. Visite médicale auprès d'un médecin agréé Les candidats au permis C1 devront satisfaire aux conditions médicales du "groupe lourd", plutôt que celles requises pour l’obtention du permis EB comme nous le réclamions. Nous n’avons pas pour le moment obtenu satisfaction sur ce point mais nous poursuivons nos revendications. Le renouvellement du permis oblige également à une visite tous les 5 ans pour les conducteurs de moins de 60 ans, tous les 2 ans entre 60 et 76 ans et tous les ans audelà de 76 ans. En l’état des éléments connus à ce jour, la mesure dérogatoire valable pour les conducteurs ayant obtenu leur permis avant le 20 janvier 1975 (code 79) est maintenue en l’état après le 19 janvier 2013, à savoir sans éducation routière, sans limitation de tonnage et sans visite médicale… Rédigé par M. Madeleine COUTURIER 23/11/2012 La direttiva 2012/36/UE del 19/11/2012 che la riguarda è comparsa sul JO (ndr: La gazzetta ufficiale) dell’Unione Europea del 20/11/2012 Essa chiarisce il contenuto delle prove per ottenere la futura patente Camion C1 (tra Kg. 3500 e Kg. 7500 di peso di carico autorizzato totale) per i conducenti non professionisti del trasporto merci. I camperisti sono direttamente interessati. Concretamente, per i camperisti, cosa dice? I candidati alla patente Camion C1 semplificata non dovranno conoscere la legislazione sociale relativa ai trasporti su strada o ancora non saranno tenuti all’utilizzo e alla verifica del cronotachigrafo, uno strumento assente sui camper oltre 35 quintali. Le prove della patente C1 semplificata dovranno tuttavia essere identiche a quelle della versione professionale. Queste consistono in una verifica del veicolo, e una prova di manovrabilità sul posto (40 minuti ) e in circolazione (60 minuti) su vari itinerari. Secondo vari organismi (ndr: francesi) la durata di corso per ottenere la C1 è stimata in 35 ore, con un costo approssimativo di € 1.000. Visita medica presso un medico di fiducia. I candidati alla patente C1 dovranno avere i requisiti medici del gruppo “camion” piuttosto che quelli richiesti per ottenere la patente EB come noi la vorremmo. Per il momento non abbiamo avuto ascolto su questo punto, ma proseguiamo con le nostre richieste. Il rinnovo della patente obbliga ad una visita ogni 5 anni per i conduttori di età sotto i 60 anni, ogni due per quelli con età compresa tra 60 e 76 anni, e tutti gli anni per quelli di età superiore ai 76 anni. Alla luce degli elementi noti fino ad oggi, le deroga concessa ai conduttori che avevano ottenuto al patente prima del 20 gennaio 1975 (codice 79) viene mantenuta anche dopo il 19 gennaio 2013, vale a dire senza educazione stradale, senza limitazione di peso e senza visita medica…. (ndr: si tratta di una normativa specifica francese) Redatto da M. Madeleine COUTURIER (Segretaria della Federazione Francese dei Club di Camperisti) 23/11/2012 UCA IN...FORMA 13

[close]

p. 14

Vesele Vanoce Bon Nadal Sretan Bozic Glædelig Jul Gajan Kristnaskon Hyvaa joulua Joyeux Noel Nadolig Llawen Shinnen omedeto Kala Christouyenna! Mele Kalikimaka Selamat Hari Natal Merry Christmas Gledileg Jol Natale hilare Sreken Bozhik Meri Kirihimete Merry Keshmish Pulit nadal Vrolijk Kerstfeest Feliz Natal Sarbatori vesele Hristos se rodi Feliz Navidad God Jul Sawadee Pee Mai Fröhliche Weihnachten Mutlu Noeller Buon Natale 14 UCA IN...FORMA

[close]

Comments

no comments yet