mondorealenumero99

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero99

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 22 24 giugno 2011 n.99 latina di giorgi vara la sua giunta ma le polemiche sono dietro l angolo il caso battisti fa saltare il gemellaggio con la città di farroupilha priverno le mille contraddizioni del castello di s.martino e dei musei i commercianti si riuniscono in assemblea per la questione ztl editoriale di simone di giulio i problemi del paese mica sono la disoccupazione la pressione fiscale la gestione dei servizi essenziali il sistema previdenziale nazionale la sanità a rotoli l immigrazione clandestina la gestione di risorse e il possibile declassamento che ci farebbe tanto somigliare alla tunisia un minuto prima delle rivolte che hanno rovesciato un governo assolutamente no i problemi veri del paese sono i ministeri che devono necessariamente essere spostati al nord a monza per l esattezza dove sembra che gli edifici indicati dalla lega nord siano addirittura in affitto con spese ulteriori per lo stato che almeno a roma è proprietario delle strutture che ospitano tra gli altri la sede del dicastero per la semplificazione amministrativa gestito dallo statista calderoli il problema è andarsene dalla libia almeno si risparmierebbero soldi e non romperebbero più i maroni a proposito a tremonti che in quattro anni ancora non è riuscito a trovare un modo per grattare i soldi dai muri sto incompetente quelle avanzate sul prato di pontida sono le richieste di un intero popolo verde che ormai ha perso anche quella dignità che tanto palesava fino a qualche tempo fa un po come se a sezze il problema fosse la mancanza del piano colore oppure le buche nelle strade di campagna o ancora i mille euro da dare ai volenterosi agricoltori per coltivare un carciofo che poi alla fine non arriva sui banchi della sagra e non ha nessun marchio identificativo ma un momento a sezze sembra che i problemi siano proprio questi e allora non ci lamentiamo se ci chiudono gli ospedali e se ci tagliano i fondi già promessi concentriamoci piuttosto sull arresto di lele mora lo zio di mubarach no sezze ospedale arriva la chiusura e la polemica di roberto reginaldi centro storico iniziano i lavori accapezzato sprona il pdl attualitÀ maenza odissea immondizia tra porta a porta e rifiuti solidi urbani bassiano animalisti vs cacciotti in difesa dei maialini pontinia megastore al palo norba tourism addio e polemiche cultura la societÀ a totale capitale pubblico del comune di norma È stata dichiarata fallita dal tribunale di latina mancini impugna la sentenza sezze martufello torna in scena ne il contratto di loffarelli cantagirando 2011 sabato prossimo la presentazione ufficiale al calabresi

[close]

p. 2

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 99 24 giugno 2011 cronaca di una morte annunciata la decisione di far fallire la società è stata presa dopo le richieste avanzate da due creditori la norba tourism società a totale capitale pubblico del comune di norma è stata dichiarata fallita dal tribunale di latina presieduto dal giudice guido cerasoli a latere antonio lollo e roberto amatore la decisione è stata presa dopo le richieste di fallimento avanzate da due creditori uno dei quali aveva presentato un decreto ingiuntivo non opposto e quindi divenuto esecutivo il tribunale ha quindi accolto le richieste dei due creditori nominando come magistrato delegato al fallimento il giudice amatore e come curatore fallimentare il commercialista giancarlo marafini starebbe tuttavia emergendo dalle relazioni e carte secretate dal giudice un quadro debitorio importante per la norba tourism creata nel 1994 dall amministrazione comunale guidata dall allora sindaco mario cassoni al fine di creare occupazione gestendo le strutture ricettive comunali quali un albergo un centro sportivo polivalente una pizzeria ed un maneggio la società che è stata fino al 2007 a capitale misto 51 pubblico e 49 privato ha fatto registrare un innalzamento dei debiti di circa 500mila euro tra il bilancio 2006 e quello del 2007 nel maggio di questo anno è stata ricapitalizzata trasformata a totale capitale pubblico e nel 2009 i bilanci parlano di 945mila euro di debiti nel maggio del 2009 la norba tourism ha venduto il ramo d azienda della gestione dell hotel villa del cardinale lasciandosi dietro dipendenti che vantavano anni di arretrati e fornitori che erano creditori di migliaia di euro la decisione del tribunale di latina ha provocato la reazione della giunta di sergio mancini che ha deciso di dare mandato all avvocato michela peronace per presentare reclamo avverso il fallimento alla corte d appello di roma non si può dichiarare il fallimento di una società completamente pubblica ha dichiarato il sindaco e per questa ragione abbiamo impugnato la sentenza tra l altro avevamo già deciso in consiglio comunale di scioglierla e metterla in liquidazione i crediti non pagati ai fornitori ha precisato sono crediti che non abbiamo pagato perché con quella gente avevano avuto rapporti solo i precedenti amministratori della società alessio cozzolino e silvestro messina cappelletti fallimento di mancini il consigliere del partito democratico attacca il primo cittadino e la sua amministrazione di domiziana tosatti non solo il fallimento di una società che negli anni ha dato occupazione ed è stata fondamentale nello sviluppo economico e turistico del paese ma anche e soprattutto il fallimento ora riconosciuto anche dal tribunale delle scelte che stanno alla base della politica dell amministrazione di sergio mancini categorico alfonso cappelletti consigliere comunale del partito democratico e primo degli eletti con 269 preferenze alle ultime elezioni nel prendere atto e commentare la decisione del giudice di dichiarare fallita la norba tourism società nata nel 1994 per gestire le strutture pubbliche ricettive e creare occupazione inizialmente a capitale misto 51 pubblico e 49 privato ma nel 2007 ricapitalizzata dall amministrazione mancini che decise di trasformarla a totale capitale pubblico la ricapitalizzazione del 2007 vide di fatto l azzeramento dei crediti che il comune aveva nei riguardi della società per circa 400mila euro da riscuotere per gli affitti non ancora corrisposti e ad un tempo l azzeramento dei doveri della società stessa verso il comune si ripartì da zero in sostanza con la fuoriuscita dalla compagine societaria dei privati e con la ricapitalizzazione sono seguiti a quel punto due anni di gestione scellerata ha commentato cappelletti con dipendenti e fornitori non pagati tanto che oggi si parla di debiti per un totale di 945mila euro già nei bilanci 2009 bilanci che la vecchia maggioranza la stessa di oggi si è sempre rifiutata di portare in consiglio comunale proprio sulle vicende della norba tourism ha commentato ancora cappelletti la giunta mancini da sempre in maniera strumentale e ai soli fini elettorali si è giocata gran parte della sua misera credibilità contestammo allora la scelta fatta dall amministrazione di trasformare la società a capitale misto pubblico-privato in una società a capitale interamente pubblico consapevoli del fatto che difficilmente il comune poteva farsi carico della gestione diretta di molte attività che infatti ha poi finito paradossalmente per cederne la gestione ai privati abbiamo con il tempo denunciato e portato a conoscenza dei nostri concittadini cosa stava avvenendo dentro quella società puntando il dito contro l incapacità gestionale e clientelare del suo presidente e la complicità dell amministrazione ma tutto ciò non è bastato la cosa che ci preoccupa ulteriormente è la risposta mistificatoria debole e da irresponsabile data dal nostro sindaco all intera vicenda che come puntualmente accade da cinque anni a questa parte continua a defilarsi dalle sue responsabilità a mostrarsi estraneo ai fatti e a scaricare su di altri le responsabilità sue e della sua amministrazione 2

[close]

p. 3

latina di simone di giulio mondore@le numero 99 24 giugno 2011 di giorgi vara una giunta senza pdl nell esecutivo tecnico del sindaco mancano anche gli esponenti della civica città nuove nessun esponente del popolo della libertà e della lista civica città nuove premiati l udc cirilli e i tecnici e questo il quadro della squadra di governo scelta da giovanni di giorgi che la scorsa settimana ha presentato la sua nuova giunta in cui a sorpresa non figura nessun esponente del pdl pontino il gruppo consiliare del partito che ha sostenuto la corsa di di giorgi in una nota ha spiegato di non aver voluto indicare alcun nome di consigliere o persona esterna per entrare a far parte della giunta e di aver chiesto al sindaco di procedere autonomamente in ragione delle sue esigenze alla nomina degli assessori ma c è già chi parla di tensioni nella maggioranza tranquillo invece è sembrato proprio di giorgi che ha commentato così le sue decisioni in merito alla squadra di governo appena formata discontinuità e cambiamento sono state le parole chiave della mia campagna elettorale ora i fatti ed ecco la mia giunta una giunta indipendente al servizio dei cittadini che seguirà l`indirizzo politico del consiglio comunale tra i vincitori di questa prima fase della nuova esperienza politica del capoluogo c è sicuramente l udc che ottiene marilena sovrani assessore agli asili nido e al decentramento e patrizia fanti alle politiche sociali in consiglio entrano quindi mauro anzalone e marco fuoco vicesindaco sarà fabrizio cirilli tecnici marco addonisio 45enne avvocato e responsabile dell area legale di confindustria latina con delega al personale e agli affari generali giuseppe di trento assessore al bilancio già curatore fallimentare e revisore dei conti in comune mario mellacina 55 anni e dal 2004 primario del pronto soccorso del goretti che ha la delega allo sport e alla cultura alberto pansera 53enne assessore ai trasporti orazio campo architetto romano e professore universitario 52enne nuovo assessore all urbanistica durante la prima seduta del consiglio inizialmente presieduto da raimondo tiero dopo oltre un anno di commissariamento si è subito proceduto all elezione del presidente dell assise cittadina a spuntarla è stato nicola calandrini passato con 19 voti favorevoli contro i 10 di nicoletta zuliani del partito democratico e 4 schede bianche di giorgi ha giurato lealtà alla costituzione e fatto un excursus degli obiettivi da ottenere nel corso del suo mandato lo stesso sindaco ha poi lasciato trapelare che già da settembre la giunta potrebbe subire delle modifiche chiaro segnale che forse qualche cosa nell asse che ha regalato la vittoria al primo turno si è già rotto calandrini soddisfatto l intervento del presidente del consiglio prime parole da presidente del consiglio comunale di latina per nicola calandrini che dopo la sua elezione ha affermato desidero esprimere un sentimento di gratitudine a tutta la città alle donne e agli uomini che qui vivono ed ai quali confermo il mio pieno impegno a dedicare ogni mia energia al bene di latina i nostri cittadini devono essere al centro delle scelte che questo consiglio sarà chiamato a fare perché se è vero che la maggioranza ha il diritto di governare e l opposizione ha il diritto di controllare è anche vero che tutti noi abbiamo dei doveri a cui nessuno si può sottrarre primo fra tutti quello di non tradire mai i primari e sacrosanti interessi della collettività oggi si apre un nuovo ciclo nella vita politicaamministrativa di latina un ciclo che potrà portare grandi risultati per questa nostra amata città dalle grandi potenzialità una città dove sono presenti forti risorse intellettuali professionali e umane e responsabilità delle istituzioni e della politica e quindi nostra saper programmare lo sviluppo mettendo in campo la migliore progettualità e gli strumenti necessari per promuovere la crescita vincere nuove sfide e raggiungere nuovi traguardi questo deve essere il nostro obiettivo un obiettivo ambizioso che può essere perseguito solamente con il coinvolgimento compartecipazione e condivisione di tutti istituzioni parti sociali cittadini dobbiamo saper esercitare il nostro ruolo di città capoluogo e costruire politiche di sviluppo concertate e condivise con altri enti locali dobbiamo ricercare ogni intesa utile con la regione la provincia e il governo nazionale nella convinzione che tale sinergia è indispensabile al bene comune dei nostri concittadini direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 22 giugno 2011 3

[close]

p. 4

latina di simone di giulio mondore@le numero 99 24 giugno 2011 il caso battisti fa saltare il gemellaggio il sindaco propone di sciogliere ogni legame con la città di farroupilha de amicis non approva rompere il gemellaggio tra la città di latina e quella brasiliana di farroupilha in vigore dal 2009 come atto di protesta per il caso battisti l iniziativa è del sindaco di latina giovanni di giorgi che ha deciso di portare la proposta al vaglio del consiglio comunale il comportamento messo in atto dallo stato brasiliano nella vicenda della mancata estradizione di cesare battisti che in italia si è macchiato di gravi delitti è inaccettabile ha spiegato di giorgi e offende il nostro paese mettendo in discussione il nostro stato di diritto le nostre regole democratiche e la nostra civiltà così come offende la memoria delle stesse vittime del terrorismo e le loro famiglie un atteggiamento da condannare che merita una risposta severa da parte dell italia per questo motivo propongo che latina rompa il gemellaggio in atto con la città brasiliana di farroupilha un amicizia in campo culturale economico e sociale che si basa sul reciproco rispetto e sulla condivisione di regole di civiltà che evidentemente il governo del brasile si permette di non riconoscere all italia ritengo ha proseguito di giorgi che siano venuti meno i presupposti che avevano portato il comune di latina alla stipula del gemellaggio e chiederò a maggioranza e opposizione di accogliere la mia proposta di revoca della delibera che aveva formalizzato l amicizia con farroupilha se avverrà all unanimità come mi auguro la città di latina potrà aggiungere un atto amministrativo importante e concreto alle parole di condanna espresse dal capo dello stato giorgio napolitano dal presidente del consiglio silvio berlusconi e da tutte le forze politiche presenti in parlamento battisti si è macchiato di gravi delitti in italia per i quali è stato riconosciuto colpevole dai nostri tribunali per questo deve scontare la sua pena nelle carceri italiane chiunque metta in atto azioni per evitarne l estradizione o nascondendo atti di criminalità comune dietro presunti alibi di natura politica diventa complice il gemel4 laggio tra il comune di latina e il municipio di farroupilha era stato sancito da una delibera comunale del 6 ottobre 2009 approvata all unanimità dei consiglieri presenti in aula la decisione del sindaco non è stata sostenuta da enzo de amicis il segretario provinciale de l italia dei valori ha commentato in una nota la posizione del sindaco sulla questione gemellaggio ritengo singolare quanto incomprensibile che uno dei primi atti amministrativi di di giorgi sia quello di cancellare il gemellaggio tra latina e farroupilha la revoca non sarebbe uno schiaffo al brasile ma soltanto uno schiaffo ai tanti italiani di quel territorio che ancora oggi hanno radici storiche e culturali con i loro connazionali veneti che nel lontano 1932 emigrarono in brasile con lo spirito dei pionieri della bonifica con lo stesso spirito che accompagnò quei tanti veneti che giunsero a latina e fondarono questa città farroupilha puo intendersi ancora oggi come uno spicchio di italia in brasile con risvolti ambientali ed economici tipici delle nostre terre e con una economia incentrata sull agricoltura che ne fa di quel paese il maggior produttore di kiwi del brasile

[close]

p. 5

da via costa nell attesa che il tar del lazio decida in merito al ricorso contro il comportamento omissivo dell ufficio scolastico regionale sollecitiamo ancora una volta la direzione regionale del ministero della pubblica istruzione di rivedere gli organici e fare in modo che anche la provincia di latina possa avere il tempo pieno nelle scuole elementari l insegnamento della lingua straniera e personale adeguato alle reali esigenze la direzione regionale con la distribuzione degli organici che ha pianificato per la provincia di latina pregiudica in alcuni comuni anche l apertura di numerose scuole per la mancanza di docenti e personale ausiliario mentre in altre c è la reale possibilità di vedere accorpare tante classi È quella che si vuole imporre alla provincia di latina una decisione che offende anche tanti ragazzi disabili che invece di essere sostenuti nel loro diritto allo studio e di ricevere la massima attenzione saranno di fatto abbandonati al loro destino ricordiamo per completezza d informazione che il pessimo provvedimento è stato sottoscritto dalla responsabile della direzione regionale la quale ha sfrontatamente favorito la provincia di roma a discapito delle altre come ravvisiamo in questa vicenda un palese conflitto d interessi il direttore dell ufficio scolastico della provincia di roma è anche il dirigente responsabile degli organici della regione lazio il che è tutto dire una situazione che definire scandalosa è un eufemismo e il ricorso al tar da parte della provincia di latina ha avuto il senso non di perpetrare conflitti e contenziosi tra istituzioni ma di sollevare un problema che fino ad oggi non ha ricevuto risposta dopo l esito del riscorso al tar attraverso il sostegno degli eletti del territorio trasferiremo l intera vicenda alla valutazione del ministro e del parlamento rammentiamo in estrema sintesi che l ufficio scolastico regionale per l anno 2011/2012 ha determinato un numero di posti per la scuola primaria pari a 1711 unità a fronte delle 1826 assegnate per l anno 2010/2011 e riguardo alla dotazione organica della scuola secondaria di ii grado un numero di posti pari a 2115 a fronte delle 2254 unità attribuite lo scorso anno con un incidenza negativa di 115 unità in meno nella scuola primaria e di 139 unità in meno nella scuola secondaria di ii grado per queste e altre ragioni la provincia di latina a tutela degli interessi della mondore@le numero 99 24 giugno 2011 latina sfavorita rispetto a roma dopo l esito del riscorso al tar trasferiremo la vicenda alla valutazione di ministro e parlamento scuola pontina e a difesa delle sue prerogative istituzionali ha impugnato davanti al tar la nota dell ufficio scolastico regionale del 18.03.2011 prot.7102 per 1 violazione ed erronea applicazione dell art 22 della legge n.448/2011 nonché eccesso di potere per difetto di istruttoria di motivazione illogicità e illegittimità derivata 2 violazione e falsa applicazione dei principi di cui al decreto del presidente della repubblica n.81/2009 del 20 marzo 2009 recante norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola ai sensi dell articolo 64 comma 4 del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 6 agosto 2008 n.133 in alternativa ai principi superiori del ordinamento previsti e tutelati dagli articoli 2 9 e 44 della costituzione eccesso di potere per evidente difetto dei presupposti illogicità manifesta contradditorialità eccesso di potere sotto tutti gli altri profili sintomatici 3 violazione dei principi costituzionali in tema di uguaglianza pari trattamento diritto allo studio di cui all articolo 34 della costituzione e dei livelli essenziali di prestazioni 4 violazione dei principi costituzionali in tema di lealtà e collaborazione tra enti istituzionali prende vita lo sportello energia nasce lo sportello energia della provincia di latina realizzato dall assessorato all ambiente e qualità della vita con il contributo della regione lazio e gestito dall associazione di protezione ambientale fare verde onlus nasce per stimolare la domanda di tecnologie per l efficienza energetica e l utilizzo di fonti energetiche rinnovabili sensibilizzando informando e formando cittadini imprese professionisti amministratori alla presentazione hanno partecipato l assessore all ambiente gerardo stefanelli il dirigente del settore ecologia e ambiente nicoletta valle e il presidente nazionale di fare verde onlus massimo de maio in qualità di responsabile dello sportello energia della provincia di latina energia è economia recita lo slogan perché utilizzando meglio l energia si riducono gli sprechi e si risparmiano molti soldi ma anche perché efficienza energetica e fonti rinnovabili significano nuova occupazione e nuove opportunità di mercato lo sportello sarà aperto al pubblico il lunedì a latina in via fabio filzi 39 dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 13:30 alle 17:30 e il venerdì a formia sempre con orario dalle 9:00-13:00 e 13:30-17:30 in via olivastro spaventola tutti i giorni sarà invece possibile chiamare il numero verde 800 973 303 scrivere a info@sportelloenergia.latina.it o collegarsi al sito intemet www.sportelloenergia.latina.it sul sito internet vero e proprio sportello virtuale sarà possibile ritrovare in formato elettronico tutto il materiale informativo e divulgativo prodotto dallo sportello energia della provincia di latina le risposte alle domande più frequenti i riferimenti normativi link utili notizie e informazioni sulle attività della provincia di latina in campo energetico ogni due mesi lo sportello energia uscirà dai palazzi della provincia e andrà incontro ai cittadini con le domeniche energetiche che saranno organizzate nelle piazze dei maggiori centri della provincia un gazebo illuminato con lampadine a led e alimentato da fonti energetiche rinnovabili porterà ai cittadini informazioni preziose sulle tecnologie più innovative per eliminare gli sprechi utilizzare l energia in modo più efficiente e produrre quella di cui abbiamo realmente bisogno con fonti rinnovabili e pulite 5

[close]

p. 6

sezze di simone di giulio mondore@le numero 99 24 giugno 2011 il s.carlo chiude reginaldi attacca il consigliere di nuova area torna sulla questione del nosocomio traditi dalla regione chiude l ospedale la politica tradita dai politicanti il cittadino tradito da chi prometteva e garantiva e durissimo l attacco del consigliere di nuova area roberto reginaldi che interviene sulla chiusura ormai prossima del nosocomio setino san carlo in una nota reginaldi non nasconde il proprio rammarico per la vicenda vergogna vergogna per tutti la politica ha fallito è tutti ne sono colpevoli tutti gli schieramenti sono colpevoli del depauperamento sociale italiano chiude l ospedale di sezze e il tradimento più infame parte proprio dalla regione lazio dalla stessa persona che fece affiggere migliaia e migliaia di manifesti dove affermava che gli ospedali non andavano chiusi e stata tradita la fiducia dell elettore quella dei suoi collaboratori il 30 giugno prosegue reginaldi chiudono definitivamente geriatria e medicina il pronto soccorso lavorerà solo il giorno e resterà chiuso la notte ma il depauperamento dell ospedale di sezze parte da lontano ecco perché rivendico la responsabilità di tutti gli schieramenti politici ne sono tutti responsabili non è la politica spiega il consigliere di nuova area che ha tradito il cittadino ma bensì essa è stata tradita dai politici e quindi anche i cittadini che piuttosto di adoperarsi per il bene collettivo hanno solo curato i loro propri interessi il loro personale orticello nessuno farà riaprire l ospedale di sezze e chi lo affermerà sta ulteriormente prendendo in giro il cittadino quando chiusero chirurgia e ginecologia con pediatria in molti si proposero paladini del diritto del malato promettendo qualora fossero votati la loro riapertura ma erano solo fandonie insulse bugie per confondere il cittadino spremendo ulteriormente la loro fiducia illusi che veramente l ospedale di sezze o meglio i suoi reparti fiore all occhiello come chirurgia e ginecologia venissero riaperti ma questi signori potenti della politica si chiede reginaldi al termine del suo giustificato sfogo quando hanno bisogno di cure dell assistenza medica si rivolgono a strutture private perché i soldi li hanno ora cosa si farà in quanti scenderemo in piazza per protestare e pronto il sindaco con tutti gli schieramenti a scendere in piazza e bloccare veramente la ferrovia e le strade e i cittadini di sezze in quanti saranno al fianco di chi vuole protestare a toni alti serve un buon sindaco per il pdl l intervento dell esponente del partito alle alleanze di comodo non crede più nessuno di simone di giulio arriva un appello accorato da parte di vittorio accapezzato sulla spinosa questione del candidato sindaco per il centrodestra a sezze chiamato ad una importante fase di verifica in attesa della tornata elettorale prevista per la primavera del prossimo anno in una nota l esponente del partito traccia una sorta di identikit del candidato ideale per il suo schieramento da diversi anni c è allontanamento tra la politica e il paese maggiormente il distacco è tra la politica e la lingua dei politici gli atteggiamenti di chi ricopre una carica pubblica spesso sono di difficile comprensione e poco chiari il comune è un organo dello stato di prima linea permanentemente chiamato a dare risposte ai cittadini si fa presto a giudicare se la politica di un comune funziona basta osservare lo stato delle vie delle piazze dei monumenti dei giardini e delle aree destinate a parcheggi governare una città è un arduo compito difficile ma da potere la parola potere provoca brivido e chi non ne parla male ha la coscienza sporca chi non ne parla fa parte del sistema se si esclude il settore della sanità affidato alle asl il comune ha accumulato autorità su ogni altro aspetto di una comunità questi poteri il comune li ha ricevuti dallo stato dalla regione o dalla provincia così per ogni riforma che è avviata tocca al comune sapersi districare le capacità di un sindaco si misurano nel risolvere i problemi locali importanti liberare la città dal traffico tutelare l ambiente costruire difendere le memorie storiche sostenere l età difficile degli anziani le condizioni problematiche dei giovani 6 garantire le strade pulite l approvvigionamento dell acqua i trasporti la sicurezza senza contrarre debiti e allora oltre al programma elettorale e alle alleanze da concludere per un futuro governo della città è compito del primo partito di opposizione quale il popolo della libertà andare alla ricerca di un buon sindaco da dare alla città i requisiti basilari di un valido sindaco da proporre alla cittadinanza a mio avviso sono spiccata moralità fermezza nelle decisioni assenza di vincoli con gruppi di potere locale indipendenza da funzionari e dipendenti comunali padronanza degli argomenti capacità di sintesi disponibilità di tempo piena conoscenza delle fonti di finanziamento alle quali poter attingere contributi e un buon garante di un progetto amministrativo un sindaco con queste spiccate capacità conclude vittorio accapezzato farà interagire valori divisi e condivisi dissensi e consensi e restituisce un anima nobile alla politica e saprà dare una saggia amministrazione fatta di regole e di diritti la scelta di un buon sindaco dovrà essere la sfida elettorale del 2012 del pdl locale perché alle alleanze di comodo e a programmi copia e incolla non crede più nessuno

[close]

p. 7

sezze di simone di giulio mondore@le numero 99 24 giugno 2011 lisi di sela vittoriareferendum e attacca bernabei e vitelli l commenta i risultati del È dei cittadini il segretario si torna sui risultati del referendum che ha sancito l abolizione delle leggi sull acqua sul ritorno al nucleare e sul legittimo impedimento a farlo è patrizio lisi segretario comunale di sinistra ecologia libertà che in una nota analizza l ottimo risultato ottenuto dai promotori dei quesiti referendari si tratta di una vittoria straordinaria perché è stata costruita dal basso dove i protagonisti sono stati i territori e la grande partecipazione di donne e uomini che hanno espresso una forte volontà di cambiamento delle associazioni dei comitati e dei sindacati ma soprattutto è la vittoria dei giovani di questo paese che si sono mobilitati in massa chiedendo un futuro migliore e prassi di buona politica e addirittura tramite la rete internet riuscendo a fronteggiare i tentativi di oscuramento dei quesiti referendari da parte dei media e del governo berlusconi si è cercato ancora una volta prosegue lisi di confondere le persone di far passare messaggi devianti e di salvaguardare interessi di pochi ma questa volta gli italiani non hanno delegato alla politica la possibilità di decidere su questioni importanti che riguardavano la loro vita il loro territorio e il loro futuro un capitolo importante il segretario di sel lo vuole dedicare a sezze la città spiega lisi ha risposto positivamente confermando una grande partecipazione alle urne intorno al 52 con una stracciante vittoria dei sì dimostrando ancora una volta particolare sensibilità per la tutela dei beni comuni soprattutto per quanto riguardo il tema acqua considerato che da più di 10 anni i cittadini continuano a subire sulla propria pelle le inefficienze della dondi riteniamo che con questo voto i cittadini di sezze abbiamo espresso formalmente non solo la loro volontà di ritornare alla gestione pubblica delle risorse idriche togliendole definitivamente dalle mani del privato e del mercato ma anche un forte dissenso nei confronti dell attuale amministrazione che in 5 anni di governo non ha intrapreso alcuna azione politica per richiedere alla dondi maggiore efficienza nell erogazione del servizio ma soprattutto il rispetto delle normative europee e delle clausole contrattuali da entrambe le parti sottoscritte inoltre conclude patrizio lisi la volontà popolare ridimensiona le scelte politiche messe in piedi fin d ora dall assessore bernabei volte più a tutelare il rapporto tra l ente e la concessionaria che al rispetto delle regole vengono respinte al mittente anche le posizioni neoliberiste del consigliere vitelli che ipotizzavano uno scellerato passaggio verso acqualatina e per raggiungere i suoi obiettivi si è distinto con rozzi tentativi di delegittimazione delle iniziative a favore del referendum promosse dal comitato acqua pubblica di sezze e dai partiti tra i quali anche sinistra ecologia e liberta per quanto riguarda noi di sinistra ecologia e liberta la vittoria del sì rappresenta non soltanto una vittoria politica ma si tratta della vittoria di una vita su questioni che ci hanno visto largamente minoranza per decenni in questo paese ma oggi finalmente i cittadini ci hanno dato ragione centro storico iniziano i lavori il costo dell opera è di 535mila euro 485 dei quali saranno finanziati dalla regione lazio la giunta ha approvato il progetto definitivo per i lavori di riqualificazione e valorizzazione di via roma largo bruno buozzi via diaz e piazza de magistris all interno del centro storico di sezze il costo dell opera prevede una spesa complessiva di 535.872 euro per la quale l amministrazione ha richiesto alla regione lazio un finanziamento pari a 485.872 euro mentre i restanti 50.000 euro saranno a carico del comune l intervento è inserito nel piano triennale delle opere pubbliche approvato con delibera di giunta n 269 del 31 dicembre 2010 il progetto prevede la rimozione della pavimentazione del manto stradale e la sistemazione della nuova pavimentazione con cubetti in selciato grigio nel tratto che va da via roma fino a piazza de magistris compresa si provvederà alla posa in opera del collettore della raccolta delle acque reflue e meteoriche della condotta idrica ed i relativi allacci nonché di eventuali cavidotti per l interramento dei cavi enel e telecom infine è prevista anche la sistemazione della fontana pio ix in piazza de magistris con la realizzazione di quattro fontane di marmo poste sui quattro angoli oltre alla fornitura e posa in opera di ringhiera in ferro lavorato l amministrazione ha dichiarato l assessore ai lavori pubblici pietro bernabei è impegnata da tempo in un lavoro di restyling e valorizzazione del centro storico dei suoi edifici e delle sue strade e piazze si tratta di interventi sui quali l ente sta investendo molte risorse economiche beneficiando anche di finanziamenti che ci provengono dalla regione ma che rappresentano una grande opportunità per l intera città lo spazio urbano su cui andremo ad intervenire racchiude i luoghi di maggiore rappresentatività della vita comunitaria setina dove confluiscono le forme di vita associativa e dove si svolgono le principali funzioni sociali e collettive riqualificare e ristrutturare il nucleo centrale del paese vuol dire migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini avere delle ricadute positive per lo sviluppo delle attività commerciali artigianali e turistiche e mantenerne l identità storica mondore@le online su www.onirikaedizioni.it 7

[close]

p. 8

priverno di mario giorgi mondore@le numero 99 24 giugno 2011 commercianti indignados e disperati dall assemblea di san sebastiano nascono i sei punti programmatici da avanzare al comune non riuscendo a farlo con gli amministratori i commercianti di via consolare hanno deciso di riunirsi tra loro si sono radunati spontaneamente ed erano una cinquantina tra commercianti e residenti interessati e coinvolti dall ordinanza sindacale relativa all istituzione e disciplina dell area pedonale lungo via consolare compresa piazza giovanni xxiii dal dibattito è emerso che quell ordinanza presenta alcuni punti almeno discutibili sarebbe carente per quel che concerne le motivazioni in quanto non fornisce alcun dato rilevato riguardo agli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione sulla salute sull ordine pubblico sul patrimonio ambientale e culturale e sul territorio ai sensi dell art 7 comma 9 del nuovo codice della strada d.lgs n 285 del 30.04.1992 e s.m.i poi sarebbe interdittiva al traffico anche ai residenti quando invece la norma conferisce ai comuni addirittura la facoltà di riservare superfici o spazi di sosta per veicoli privati dei soli residenti nella zona a titolo gratuito od oneroso terzo punto non terrebbe conto della consistenza del tessuto urbano esistente costituito da cittadini residenti e da operatori economici del commercio e dell artigianato infine quarto punto non terrebbe neanche conto degli effetti relativi alla mobilità sul centro storico nel suo complesso in particolare su quella parte esclusa dalla delimitazione dell area pedonale zona zaccaleoni santa chiara pomponio palombo e cavour su cui graviterà tutto il carico veicolare con rischio sulla sicurezza della circolazione sulla salute sul patrimonio ambientale e culturale e sul territorio alla luce dei quattro punti che abbiamo volutamente sintetizzato dall assemblea di cittadini residenti ed operatori è emersa una decisione al fine di riconoscere il diritto-dovere al lavoro dei commercianti ed artigiani e di evitare danni irreversibili alle attività economiche esistenti che con gli effetti di quell ordinanza rischiano la chiusura o il fallimento e per riconoscere il diritto dei residenti alla libertà di fruizione della loro casa senza essere privati di questo diritto per le ore pomeridiane di tutti i giorni l assemblea di san sebastiano ha deciso sei specifici punti 1 chiedere un incontro urgente al sindaco finalizzato alla sospensione dell ordinanza 2 disponibilità ad esaminare nuove iniziative compatibili con le esigenze del tessuto socio-economico ed urbano esistenti 3 riserva di esaminare dal punto di vista giuridico l opportunità di ricorso giurisdizionale amministrativo tar 4 invitare i consiglieri comunali affinché il problema sia affrontato in consiglio comunale 5 costituirsi in assemblea permanente qualora dovesse permanere l ordinanza 6 nominare un comitato rappresentativo infine l assemblea ha rivolto un invito a tutti i cittadini e commercianti del centro storico a sottoscrivere l adesione e in pochi giorni sarebbero state già raccolte un migliaio di firme intanto mentre qualche saracinesca ha cominciato ad essere abbassata si spera non definitivamente l esperimento così lo chiamano in comune continua così come le polemiche che ne sarÀ del castello di san martino d arcangeli ripercorre gli errori compiuti negli anni e che ora ne compromettono la quotidianità di mario giorgi quello che è conosciuto come il castello di san martino immerso in uno splendido parco di trentatré ettari di bosco pineta e prato fu in passato proprietà della famiglia di stefano ma precedentemente era appartenuto al principe borghese e ancora prima alla famiglia colonna ma lo splendido maniero rinascimentale era stato realizzato dal cardinale tolomeo gallio per le sue vacanze estive sul finire degli anni ottanta e nei primi anni novanta fu acquisito al patrimonio comunale pur tra mille polemiche l amministrazione comunale dell epoca capì poi che quella struttura poteva essere sfruttata anche per l allestimento di un museo che poteva richiamare turisti da diverse parti d italia e poteva diventare un volano per fare della città un centro di attenzione del programma turistico nazionale e internazionale ma le cose purtroppo per la città di priverno non sono andate così perché quel museo per la matematica allestito in quel castello da un équipe di lavoro delle università toscane è stato praticamente disattivato e fatto diventare un altra cosa da parte degli amministratori degli ultimi anni e i risultati negativi si fono visti nel numero delle presenze in passato tante scuole dell italia centromeridionale guardavano al museo di san martino come ad un polo didattico da inserire nel proprio piano dell offerta formativa ora però le presenze sono più che dimezzate evidentemente qualcosa non va il discorso è ampio e riguarda la gestione dell intero parco e del castello di san martino con annessi servizi di ristorazione in proposito pare interessante la considerazione del circolo di sinistra ecologia e libertà 8 sulla chiusura del bar annesso al castello prima e sulle decisione dell amministrazione comunale successive relative alla riapertura del servizio di ristoro l affidamento ad personam della cura di alcuni spazi di san martino insieme alla gestione del bar e di altri servizi per conto dell amministrazione comunale si legge in un comunicato della sel per sei mesi non rinnovabili e praticamente a costo zero per il comune nel senso che stavolta almeno il comune non ci rimetterà si spiega con l emergenza che a san martino hanno prodotto scelte come la rimozione del custode era chiaro per tutti -afferma il comunicato sel che senza il custode il parco sarebbe rimasto abbandonato a se stesso ma non per i nostri amministratori la gravità di tutto l affare san martino sottolinea il consigliere comunale federico d arcangeli sta nel fatto che nonostante il fallimento totale di tutte le politiche della giunta macci su quel gioiello bar fallito museo praticamente chiuso albergo mai nemmeno aperto parco allo sbando ci si ostina a inventare soluzioni e ipotesi di gestione di cui non si riesce a sapere assolutamente nulla tutto chiuso nelle anguste stanze del podestà e dei suoi fedelissimi perché non parlarne in un pubblico dibattito?

[close]

p. 9

roccagorga azienda speciale ancora polemica mondore@le numero 99 24 giugno 2011 leo orsini gli equivoci sono frutto di un sistema politico sbagliato gli elettori sono sottintesi ancora risuona l affaire azienda speciale e nonostante la presentazione del progetto in piazza da parte del sindaco carla amici non mancano i commenti ad un iniziativa comunque aperta al pubblico dopo la sua realizzazione tra gli spunti pervenuti pare particolarmente interessante quello elaborato da leo orsini da osservatore non entro nello specifico della questione ma entro nella sostanza e nel metodo di strumenti operativi creati per la gestione dei servizi mi domando perché l istituzione di strumenti operativi nell ambito della gestione economica debba sempre seguire uno standard consolidato che produce vantaggi per consulenti manager pubblici società partecipanti e solo svantaggi ed oneri per le popolazioni gli attuali dirigenti della maggioranza che esprime il nucleo centrale da cui partono le scelte provengono da una scuola consolidata nel tempo e non comprendono le perplessità di tanti osservatori chiaro il riferimento ad osservatorio democratico ndr questa classe dirigente io la chiamerei piccola borghesia democratica e per far capire al lettore la sua collocazione riporto un esempio da una parte c è un venditore ambulante di frutta e verdura che in base ad informazioni speciali vende merce ad un pubblico certo ad una quantità controllata e a un prezzo definito dall altra c è un altro venditore ambulante che deve intuire le necessità del consumatore la sua capacità di spesa e la preferenza dei prodotti quindi tu hai una offerta truccata ed una offerta libera in politica succede esattamente così perche le classi dirigenti hanno truccato la domanda e l offerta dei servizi confidando su un controllo della pubblica opinione e sulla creazione del consenso il consenso che non è un convitato di pietra ma un fenomeno che produce i voti elettorali in questi paesi dei monti lepini ed in special modo a roccagorga non è un concetto astratto ma quotidiano controllo e monitoraggio delle necessità dei gruppi elettorali verso i quali indirizzare le scelte ed i vantaggi della produzioni di atti amministrativi in democrazia il consenso è essenziale per governare e quindi va inventato un modulo che coinvolge la popolazione a sostegno delle scelte politiche ma che prevede per chi le applica una sostanziale impunità che esclude la resa dei conti e quindi dal 1948 si registra la puntuale verifica di quanto assunto con la conseguente formazione di una classe dirigente che propone si fa approvare e governa il paese tra approvazione di bilanci storni di fondi investimenti con procedure sconosciute priverno il giallo dei dati contrastanti l arcano finalmente è risolto non si riusciva infatti a spiegare in che modo maggioranza ed opposizione nello specifico il sindaco umberto macci e il consigliere di sinistra ecologia e libertà federico d arcangeli potessero esprimere posizioni diametralmente opposte sulle condizioni dell intero sistema museale urbano di priverno macci vantava l ambito riconoscimento dell agenzia herity international d arcangeli ribatteva con numeri impietosi circa la frequenza di visitatori nei musei di santa chiara fossanova e san martino e lo stesso d arcangeli ora a spiegare la questione sentiamolo ma come gli è venuto in mente al sindaco macci di utilizzare in quel modo così spericolato la notizia che un agenzia di valutazione sui musei la herity international aveva assegnato un riconoscimento al nostro sistema non deve essergli sembrato vero per un attimo ha dimenticato la realtà che lui non poteva non conoscere più e meglio degli amici della herity e ha creduto di potersi togliere un sassolino nella scarpa soprattutto contro di noi che siamo i suoi implacabili oppositori visto miscredenti il nostro sistema museale non solo non è agonizzante come voi andate dicendo da anni ma merita addirittura un riconoscimento prestigioso la verità è venuta a galla qualche giorno dopo ed è una verità non solo amara ma anche grottesca e un pò ridicola il nostro sistema museale è davvero alla frutta dati ufficiali del comune a san martino siamo al tracollo la valutazione della herity si riferiva addirittura al triennio 2006/2008 non solo ma da settimane gli amici dell agenzia stanno aspettando invano che il sindaco macci organizzi la cerimonia per la consegna del riconoscimento se questa è la verità ed a smentirla può essere solo il sindaco la vicenda non merita alcun commento ma.gi all elettore insomma si forma una specie di casta domestica che governa ininterrottamente senza mai rendere conto all elettorato perché è formalmente inutile in quanto chi decide esprime il consenso del suo elettorato siamo rimasti alla dinamica delle decisioni tribali per cui gli assessori controllano un certo numero di consiglieri che per puro interesse di parte concorrono alla formazione dell atto amministrativo di investimento e o di spesa questa procedura può essere verificata senza problemi e ci riporta al concetto della piccola borghesia democratica che attualmente ci governa gruppi di famiglie eleggono il consigliere il consigliere ed altri simili convengono nel consenso per eleggere l assessore che concordemente indirizzano il voto per l elezione diretta del sindaco medici professori e professionisti hanno governato roccagorga da sempre con l eccezioni di un artigiano un orologiaio che si illuse di praticare nella politica amministrativa il concetto dell economia di mercato applicata nel senso del rigore delle spese e nel controllo delle entrate un personaggio a me caro tale eleonoro ettorre che visse la sua esperienza amministrativa contrastando il partito della spesa pubblica e la logica tribale per il pagamento del prezzo dovuto alle some dei voti tutto il resto è cosa vista data l immutabile pervicacia dell attuale dirigismo della classe dirigente a sfuggire dal dubbio sinistro dell interesse privato e dal voto di scambio 9

[close]

p. 10

bassiano di domiziana tosatti mondore@le numero 99 24 giugno 2011 animalisti contro la corsa dei maialini parte da un video su youtube la polemica sul tradizionale evento del piccolo paese lepino una diffida penale al sindaco di bassiano costantino cacciotti perché sospenda subito la corsa dei maiali prevista per il prossimo 26 luglio all interno della sagra del prosciutto per evitare lo svolgimento di manifestazioni dai risvolti illeciti ovvero indicare le ragioni ed i motivi per cui non può ordinare detta sospensione il tutto nei termini indicati dalla legge l iniziativa è stata intrapresa dal partito animalista europeo ed è stata firmata dal presidente stefano fuccelli e dal coordinatore nazionale dei circoli territoriali enrico rizzi la diffida si riferisce alla corza gli porci tradizione che si svolge all interno della più che quarantennale sagra del prosciutto tutto ha preso le mosse da un video pubblicato su youtube qui si legge nella nota divulgata dal partito si può vedere come la corsa consista nel far correre dei maiali sull asfalto per le vie della cittadina i poveri maiali vengono legati alla zampa posteriore con una cordicella e letteralmente percossi dai conducenti strattonati tirati per le orecchie e trascinati con forza affinché corrano più speditamente mai la sagra del prosciutto aveva riscosso attenzione in tal senso quasi alla stregua della corrida di pamplona il reato di maltrattamento di animali art 544-ter c.p sostiene ancora nella nota il partito animalista europeo è evidente come è evidente la violazione dell articolo 544-quater del c.p che punisce con la reclusione fino a diciotto mesi chiunque organizza o promuove manifestazioni/spettacoli/feste che provocano strazio o sevizie agli animali la difesa del sindaco cacciotti quarantaquattro anni di tradizione e mai un maltrattamento sugli animali e perentoria la difesa di costantino cacciotti sindaco di bassiano e diffidato penalmente dal partito animalista europeo perché sospenda subito la corsa dei maiali prevista per il 26 luglio 2011 per evitare lo svolgimento di manifestazioni dai risvolti illeciti ovvero indicare le ragioni e i motivi per cui non può ordinare detta sospensione il tutto nei termini indicati dalla legge i maiali sono assolutamente rispettati e chi ha avuto modo di assistere alla corsa gli porci ha visto che molto spesso vengono addirittura portati in braccio al traguardo il maiale ha spiegato il primo cittadinoè tra le maggiori voci dell economia del nostro territorio visto che siamo sede di ben due prosciuttifici ed impianti di essiccazione farebbero bene i firmatari della diffida a prendere parte qualche volta alla tradizionale sagra del prosciutto così da rendersi conto di quanto i cittadini di bassiano siano rispettosi dei maiali e degli animali in genere secondo gli attivisti del partito animalista europeo il reato di maltrattamento di animali art 544-ter c.p è evidente come è evidente la violazione dell articolo 544-quater del c.p che punisce con la reclusione fino a diciotto mesi chiunque organizza o promuove manifestazioni,spettacoli o feste che provocano strazio o sevizie agli animali non è assolutamente il nostro caso e comunque la pro loco organizzatrice della festa e che da circa un mese è guidata da un nuovo direttivo e da un presidente che 44 anni fa fu egli stesso l ideatore della corsa dei maiali quest anno ha intenzione di rivedere la corsa con nuove regole quel che ci preme sottolineare è che ad oggi per la corsa si rispettano tutte le normative vigenti e che si ricevono tutte le autorizzazioni necessarie perché questa possa essere realizzata d.t onori atti vandalici nel centro storico di domiziana tosatti si è abituati a ricevere denunce di degrado sporcizia ed incuria solo dall opposizione politica di un comune come se chi amministra non vedesse o non volesse vedere prendere atto e provvedere alla soluzione di disagi oggettivi stavolta invece a far presente la situazione al limite in cui versa il centro storico di bassiano richiamando l attenzione del sindaco dell assessore al patrimonio del comando di polizia locale e del responsabile dell ufficio tecnico è l assessore ai servizi sociali e alle politiche giovanili giovanbattista onori mi sento in dovere ha scritto come amministratore ma soprattutto in qualità di cittadino di segnalare i continui atti di vandalismo che avvengono in modo particolare lungo la storica via delle mura e nel centro storico in genere onori ha parlato di scritte sulle mura medievali e sulla pavimentazione panchine divelte vetrate e lampioni spaccati tombini e discendenti rimossi lattine e 10 sporcizia varia sparsa ovunque si può parlare ha osservato onori di un nuovo allarmante segnale di degrado giornaliero con ogni sorta di attacco atto a deturpare le cose pubbliche e private come amministrazione nel rispetto del mandato ricevuto non possiamo certo soprassedere un fenomeno di questo genere richiede a mio avviso un continuo monitoraggio un rafforzamento dei controlli e una gestione più efficiente dell ordine pubblico e di tutela del patrimonio invito il sindaco e tutta l amministrazione oltre che a provvedere alla pulizia alla rimozione delle scritte e a riparare i danni a valutare seriamente l ipotesi di installare un impianto di telecamere a circuito chiuso al fine di tutelare il patrimonio e individuare e perseguire i responsabili sono sicuro-ha dichiarato il giovane assessore che le forze dell ordine presenti sul campo contribuiranno attivamente come hanno sempre fatto a sostenere la nostra politica di tutela del patrimonio storico come sono altrettanto convinto che i gesti isolati di alcuni sprovveduti non possono intaccare e ledere l immagine della comunità bassanese che da sempre si dimostra molto attenta a conservare e migliorare il territorio

[close]

p. 11

sermoneta di domiziana tosatti mondore@le numero 99 24 giugno 2011 il consuntivo del 2010 arriva in consiglio se ne discuterà lunedì in un ordine del giorno che prevede le interrogazioni della minoranza e stato convocato per il prossimo lunedì 27 giugno il consiglio comunale per la discussione del bilancio consuntivo dell anno finanziario 2010 il presidente del consiglio luigi torelli ha inserito tra i punti all ordine del giorno la discussione delle interrogazioni della minoranza antonio scarsella ha presentato interrogazioni ed ordini del giorno riguardanti la gestione dei servizi di rilevanza pubblica con conseguente adeguamento alla normativa da parte degli enti in seguito al risultato del referendum degli scorsi 12 e 13 giugno nello specifico in una domanda d attualità prevista dal regolamento scarsella ha chiesto che sia sospesa ogni gara d appalto per l affidamento della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti mentre in ordine del giorno ha chiesto e verrà discusso in sede di consiglio che l amministrazione comunale assuma anche e soprattutto presso gli enti sovra comunali coinvolti posizioni chiare in fatto di gestione dei servizi a rilevanza pubblica e di formazione delle tariffe ed adotti un piano energetico comunale il consiglio comunale di sermoneta invita il governo e la regione lazio è proposto nell odg ad adeguare la normativa di competenza in materia di gestione dei servizi di rilevanza pubblica come il servizio idrico la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti e di formazione delle tariffe a riformare il piano energetico ad ogni livello favorendo ed incentivando lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e a tener conto per quanto riguarda il governo ed il parlamento delle indicazioni della maggioranza degli italiani in materia di amministrazione della giustizia nella proposta di ordine del giorno si invita l amministrazione comunale a portare nella prossima assise l adeguamento dei propri regolamenti ed atti di indirizzo e gestione in materia di servizi di rilevanza pubblica e a sollecitare una simile iniziativa preso l assemblea ato 4 di latina in merito alle attuali modalità di gestione del servizio idrico integrato un impegno altrettanto concreto nell ordine del giorno proposto da antonio scarsella è richiesto all amministrazione in merito all adozione entro il prossimo autunno di un piano energetico che comprenda sia l adeguamento del regolamento edilizio comunale sia la predisposizione di iniziative ed incentivi per il risparmio energetico e l adeguamento degli impianti sia la predisposizione di un progetto civico per la produzione di energia da fonti alternative che parta dalla valorizzazione del patrimonio pubblico di domiziana tosatti la vertenza granarolo al ministero blema occupazionale per il nostro territorio quotidianamente vessato ci auguriamo ha dichiarato il segretario provinciale ugl maria antonietta vicaroche il ministero insieme alla regione ci diano un ulteriore copertura per i prossimi sei mesi purtroppo allo stato attuale non ci sono possibilità di ricollocazione immediata così come sta purtroppo accadendo in altre vertenze dove realtà industriali che hanno lasciato la nostra provincia non hanno ancora dato un futuro ai lavoratori rimasti senza occupazione nell incontro di questo pomeriggio ha commentato la sindacalista ci auguriamo di trovare un sostegno economico almeno per i prossimi 6 mesi per i 116 dipendenti così da far guadagnare almeno sei mesi di contributi e la certezza di un entrata economica seppur drasticamente ridotta c è stato l altro ieri presso la sede capitolina del ministero del lavoro l incontro tra le parti per la discussione della possibilità di prorogare i termini della cassa integrazione per i 116 lavoratori della granarolo spa la ex pettinicchio di sermoneta gli ammortizzatori sociali legati alla cassa integrazione in deroga scadono il prossimo 30 giugno e qualora non fossero rinnovati significherebbe per le 116 unità lavorative la chiusura definitiva del rapporto di lavoro con l azienda e l apertura della procedura di mobilità il sito è stato chiuso senza che l azienda accettasse alcun tipo di confronto e compromesso nel giugno del 2008 ed ai lavoratori fino ad oggi sono stati riconosciuti i due anni di cassa per chiusura più uno aggiuntivo in deroga volontà dei sindacati è ottenere un ulteriore proroga di almeno 6 mesi l ennesimo pro di domiziana tosatti iniziano i lavori di sistemazione in via roio curve e rifatto l intero manto stradale come capofila del progetto hanno spiegato il sindaco giuseppina giovannoli e il delegato ai lavori pubblici gilberto montechiarello il comune di sermoneta ha curato sia la stesura operativa che il coordinamento del progetto tra i comuni ed i cofinanziamenti di regione e provincia si tratta di un esempio concreto di buona amministrazione e collaborazione tra diversi enti che nasce e si sviluppa nell ambito della legge 144 del 99 sulla sicurezza stradale una nota di particolare merito è stata riconosciuta al consiglio di amministrazione della biosint che ha deciso di cedere gratuitamente una porzione di terreno destinata all ampliamento dell incrocio con via del murillo consentendo non solo un risparmio economico ma soprattutto la velocizzazione dei tempi di realizzazione dell opera 11 dopo anni di iter burocratico sono iniziati da qualche giorno i lavori di sistemazione ed adeguamento di via roio nella zona industriale circa 400mila euro di investimento la maggior parte dei quali sostenuti dalla regione lazio e dalla provincia di latina e gli altri a carico dei comuni di sermoneta e latina l idea è nata qualche anno fa al fine di mettere in sicurezza l arteria l incrocio con via del murillo e decongestionare il traffico di mezzi pesanti su latina scalo i lavori prevedono l adeguamento dell incrocio di via roio con via del murillo l ampliamento delle carreggiate nel tratto che va dall asse attrezzato e via del murillo l incrocio esistente sarà allargato così da consentire una svolta agevole dei mezzi pesanti e la successiva deviazione sull asse attrezzato mentre sul tratto di strada che va dall asse attrezzato alla via appia saranno allargate e ridisegnate alcune

[close]

p. 12

maenza di luca morazzano mondore@le numero 99 24 giugno 2011 immondizia non raccolta perchÈ la gea non paga gli straordinari agli operai che sottonumero non riescono a svolgere il servizio sembra davvero che siamo di fronte ad un caso in cui nessuno ha colpe tutti hanno le loro ragioni e l immondizia resta nelle case dei maentini partiamo dai fatti la nuova gea srl società a responsabilità limitata nata in accordo tra i comuni di sonnino maenza e bassiano con quote azionarie equamente ripartite al 33,33 è la ditta che da anni delibera del consiglio comunale numero 3 del 10 gennaio 2006 gestisce l appalto della raccolta rifiuti nel comune di maenza oltre che ovviamente di sonnino e bassiano a maenza come negli altri due centri lepini menzionati è attiva ormai da anni una raccolta differenziata molto particolareggiata e integrale qui però nasce già il primo dubbio riguardante le bollette che anziché diminuire in considerazione degli incentivi per tale raccolta ecologica condotta dai cittadini quest anno sono invece aumentate del 10 circa con ovvio discapito dell utente e a vantaggio di chi gestisce il servizio ma non vogliamo entrare in merito almeno non in questa sede dei costi e delle accresciute esigenze che hanno prodotto un simile aumento annotiamo però che il comune lo scorso 28 maggio ha determinato protocollo 2425 di liquidare alla nuova gea srl la somma di euro 21.679,53 a saldo delle fatture numero 53 del 22/10/2010 di euro 6.388,71 e numero 54 del 22/10/2010 di euro 15.290,82 relativa a maggiori costi del servizio raccolta e trasporto r.s.u nell anno 2010 mentre l ammontare della fattura presentata dalla nuova gea relativa al mese di maggio numero 23 dell importo di euro 19mila e spicci è stata prontamente pagata come attesta la determina numero 100 del 7/06/2001 protocollata lo stesso giorno con il numero 2564 ciò premesso succede però che a fronte di tanta puntualità ed esattezza nei pagamenti il servizio di raccolta è alquanto carente e sempre più spesso nelle zone periferiche sia monte acuto e sia farneto che in pratica raccolgono il maggior numero di residenti a maenza rispetto al centro storico gli operai deputati alla raccolta non passano proprio lasciando sacchetti ricolmi di rifiuti maleodoranti e l arrivo del caldo non fa propendere affatto verso un attenuazione del problema nelle case dei cittadini che però le bollette le pagano regolarmente colpa degli operai penserete allora ad una prima conclusione sommaria nient affatto perché gli stessi reclamano anzi addirittura il fatto che non vengono regolarmente retribuiti per gli stipendi ordinari figurarsi se qualcuno gli riconosce gli straordinari proprio perché gli straordinari non vengono pagati dalla nuova gea gli stessi operai hanno indetto uno sciopero per il prossimo 30 giugno a questo punto un altra conclusione sommaria ci potrebbe stare ma perché gli operai per fare l ordinario hanno bisogno dello straordinario o perché sono lenti o perché il pano organizzativo della raccolta è sottodimensionato rispetto alle esigenze ancora una volta le risposte sono sbagliate entrambe perché perché il contratto stipulato tra la società incaricata di svolgere il servizio e l ente comunale prevede l impiego di un certo numero di personale e un certo numero di macchine che però riesce ad essere garantito solo a pieno organico per ferie malattie e assenteismo di vario genere non vogliamo indagare neppure in questo caso gli operai in servizio si ritrovano ad essere sempre meno del dovuto e le assenze registrate quotidianamente si ripercuotono sul servizio stesso addirittura in estate maenza si trova ad assumere di tasca sua del personale da affiancare a quello stipendiato dalla gea per potenziare il servizio e tale personale però poi viene dirottato negli altri due comuni qui completiamo l elencazione dei dati a disposizione che però non ci permettono ancora di arrivare ad una soluzione del caso cerchiamo quindi di progredire nella contesa abbiamo individuato quattro parti di cui 1 i cittadini pagano per il servizio mettono fuori l immondizia e a volte ultimamente spesso nessuno la passa a prendere 2 gli operai intendiamo per tali quelli in servizio svolgono il lavoro nelle ore previste dal loro contratto e fanno quello che possono non riuscendo a coprire tutto il territorio per una carenza numerica oggettiva 3 il comune che ha sottoscritto il contratto paga i canoni dovuti alla gea e pure gli aumenti con precisione e puntualità 4 la nuova gea srl che è una società che cerca guadagno paga i suoi operai solo per le ore previste a volte un po in ritardo e non paga gli straordinari che servirebbero gestisce la forza lavoro a disposizione smistandola secondo propri criteri che a volte paiono discutibili il tutto ovviamente per garantirsi un utile chiariti i fatti e le parti in gioco chi è che deve muoversi e come deve farlo lo lasciamo a voi visto che a noi sembra fin troppo ovvio incivili all opera ma bisogna raccogliere di luca morazzano problema rifiuti solidi urbani l inciviltà di cittadini delinquenti nella vera accezione del termine visto che il loro operato contravviene a quanto prescritto dalla legge continua a deturpare il paesaggio maentino la deprecabile consuetudine di gettare rifiuti solidi ai bordi della via non pare placarsi e a rimetterci è il paesaggio e l ambiente il caso del materasso gettato in via madonne delle grazie all altezza della doppia curva vicino alle griglie traballanti è emblematico ma anche chi da via la rocca anziché la carpinetana per salire a maenza decide di imboccare la scorciatoia che costeggia la macchia del vescovo potrà avere l esperienza di imbattersi in cumuli di rifiuti davvero vario che spazia da elettrodomestici a sanitari passando per gomme e sacchi di plastica di ogni genere non va meglio in zona farneto dove in via terraciolo 12 quando i rovi lo permettono alla faccia dell ordinanza ce ne sono alcuni che quasi intercludono il passaggio pedonale nascondendo anche serpenti si può ammirare una sorta di cimitero di televisori di quelli ormai vecchi a tubo catodico premesso e sottolineato che in tale situazione la prima condanna è da rivolgere a chi quei rifiuti decide di smaltirli in tale malsano modo altre considerazioni sono però da porre le autorità cosa fanno per impedirlo quanto tempo deve passare prima che tali schifezze vengano rimosse esiste uno spazio attrezzato per la raccolta e lo smaltimento di tali rifiuti particolari aperto in giorni e orari prefissati intanto la somma versata dal comune di maenza all ind.eco la ditta che ha rilevato il servizio di smaltimento rsu nel mese di maggio è stata di quattromila euro.

[close]

p. 13

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 99 24 giugno 2011 megastore confcommercio blocca l iter i legali del sodalizio insieme a quelli dell ascom hanno presentato il ricorso al tar di latina lo scorso 17 giugno i legali della confcommercio provinciale di latina e della ascom di pontinia hanno depositato al tar di latina gli atti contro le delibere del comune che hanno dato il via alle procedure di riconversione a centro commerciale dell ex mira lanza le delibere furono già impugnate dai commercianti del paese a causa di gravi vizi di irregolarità amministrativa ed illegittimità sia in ordine alle procedure stabilite dalla normativa regionale sul commercio legge regionale n 33/1999 e delibera di c r n 131/2002 sia in ordine alle violazioni delle norme tecniche di attuazione del prg di pontinia si legge su una nota di confindustria il comune di pontinia tra le altre cose non ha mai convocato né ha mai acquisito alcun parere da parte delle organizzazioni di tutela dei consumatori o delle organizzazioni imprenditoriali né tantomeno di confcommercio i legali hanno reso noto inoltre che la riconversione della mira lanza non rientra nei casi previsti per le deroghe della regione lazio altro importante punto è che è stata rilevata una violazione delle norme tecniche di attuazione del prg norme che rendono incompatibile la costruzione di un centro commerciale all interno di un area che nel 1995 venne definita sottozona d3 industrie preesistenti in zona agricola ma perché allora il tar di latina non accolse subito le richieste dei commercianti di pontinia semplicemente perché non vennero ritenute producenti un danno imminente irreparabile e grave a carico dei commercianti di pontinia perché si restava in attesa della conclusione dell iter legislativo presso la regione lazio ora però che il tutto sta per arrivare a destinazione i legali tornano alla carica il vice presidente vicario della confcommercio imprese per l italia provinciale di latina italo di cocco dichiara che con la loro azione si vuole testimoniare la continua attenzione dell organizzazione verso questo progetto di riconversione della ex mira lanza che se approvato determinerà un colpo mortale a tutta la rete distributiva commerciale delle città dell agro pontino con ripercussioni negative anche sul tessuto dei negozi e mercati dei piccoli comuni dei monti lepini siamo inoltre fortemente preoccupati prosegue di cocco perché il nuovo centro commerciale della mira lanza ove mai vedesse la luce si inserirebbe in una contesto provinciale già saturo dal punto di vista delle grandi e medie strutture di vendita ed in cui sono stati già abbondantemente superati tutti gli indici di insediamento di tali strutture previsti dalla stessa regione lazio intanto la conferenza dei servizi che avrebbe dovuto avere luogo lo scorso 21 giugno è stata rimandata al 30 giugno per un improvvisa ed inattesa assenza dei rappresentanti della provincia alla cotarda ora c È la videosorveglianza di roberto tartaglia presso la sede del settore viabilità della provincia di latina nei giorni scorsi ha avuto luogo un tavolo tecnico che ha visto coinvolti dirigenti e funzionari del comune di pontinia della provincia di latina del consorzio di bonifica nonché esponenti della polizia locale del comune di pontinia della polizia provinciale e del corpo forestale dello stato il tema trattato l abbandono dei rifiuti lungo la s.p cotarda un posto assolutamente isolato e privo di controlli i presenti si sono impegnati ad intensificare gli sforzi per debellare questo incivile fenomeno ancora impunito hanno avuto seguito così le ripetute richieste delle attivissime associazioni di pontinia e le iniziative da esse intraprese congiuntamente con il consiglio comunale dei giovani lo scorso anno sul tema della discarica abusiva arriva dunque la lieta notizia dell installazione di un impianto di videosorveglianza e di illuminazione della zona da parte del settore viabilità della provincia e quella del l immediata rimozione dei rifiuti da parte del comune di pontinia con l ausilio del consorzio di bonifica ma quella della migliara 49 non è l unica situazione del genere le aree da sorvegliare e sulle quali si attendono risposte sono diverse nessuna notizia in merito al ritrovamento dei fusti tossici nell area di mazzocchio o sul rinvenimento di sostanze chimiche nell area dei gricilli ancora e neppure sui presunti fanghi tossici sequestrati sulle rive dell ufente poche settimane fa l assessore provinciale ai lavori pubblici salvatore de monaco si è detto soddisfatto del risultato che ha definito come la risposta ad uno dei tanti fenomeni di abbandono dei rifiuti lungo le strade ma questo continua de monaco dimostra la sensibilità degli enti sul tema del rispetto della natura ora non resta che sperare nell efficacia di tale misura e in un crescente senso di civiltà e responsabilità in questi ignoti ed impuniti vandali 13

[close]

p. 14

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 99 24 giugno 2011 il cantagirando 2011 alza i veli conferenza di presentazione al calabresi per un edizione ricca di novità per pubblico e partecipanti si terrà domani presso il centro sociale mons u calabresi la conferenza stampa di presentazione del cantagirando 2011 una nuova edizione della manifestazione nata quasi per scherzo davanti ad un bicchiere di birra come dichiara antonello pellegrini organizzatore e presidente dell associazione clan syrio a cui si deve la kermesse canora un progetto che ha visto l inizio nel giugno del 2005 sotto il titolo c ero anch io con la partecipazione di vari cantanti suddivisi in tre categorie col passare degli anni l evento si è dotato di un organizzazione più sistematica fino al 2008 quando ha iniziato a prendere il nome sotto il quale ormai viene conosciuto nella provincia cinque edizioni che hanno visto vincere alessandra paletta arianna belli deborah tramentozzi per due volte e noemi lombardi nelle edizioni 2009 e 2010 sono entrato nell associazione clan syrio tre anni fa e all unanimità sono stato insignito del ruolo di direttore artistico dichiara massimo serecchia abbiamo lavorato duramente per cercare di far crescere la manifestazione e ora si iniziano a vedere i risultati se infatti nei primi anni ai vincitori sono stati assegnati viaggi dall anno scorso si è data una svolta più professionale alla lombardi è stato infatti donata una borsa di studio del valore di tremila euro da sfruttare presso la curcio academy diretta dal noto autore televisivo stefano jurgens al primo calssificato di quest anno andrà invece una borsa di studio da utilizzare presso la melody music school diretta da michelangelo tagliente tra gli insegnanti luca pitteri fabrizio palma e loretta martinez di amici di maria de filippi del 2010 è anche la compilation del cantagirando registrato presso la apm production e a luglio di quest anno si prevede l uscita di un secondo cd una macchina organizzativa che per le serate di questa edizione si arrichisce anche della collaborazione di modacasting un azienda dello spettacolo che parteciperà attraverso delle sfilate di moda al concorso canoro si affiancherà quindi la bellezza con le selezioni per miss modacasting durante ogni spettacolo dieci ragazze sfileranno per contendersi la finalissima di settembre alla quale arriveranno solo quattro di loro l inaugurazione del cantagirando 2011 è prevista a sezze per mercoledì 6 luglio in occasione della sagra della panzanella località colli altre date certe sono previste il 12 agosto a pontinia il 20 a roccagorga il 4 settembre a norma per la semifinale ed il 17 a sezze di nuovo per il gran finale di paola bernasconi vini nostrani in vetrina al `miglior bollicine i vini di marco carpineti e quelli dell azienda casale del giglio due prodotti della provincia che continuano ad essere annoverati tra i migliori in circolazione ma andiamo con ordine per questo 2011 miglior bollicine è stato decretato lo spumante brut 2007 prodotto dall azienda di marco carpineti un altro premio che si va ad aggiungere a quelli già conquistati a deciderlo stavolta è la guida ai vini d italia bio edita da tecniche nuove e curata da pierpaolo rastelli una delle pubblicazioni di settore più importanti nell ambito dei vini ottenuti da agricoltura biologica e biodinamica prodotti da aziende certificate ottenuto da uve bellone raccolte in purezza nell ultima settimana di agosto quando il grado di maturazione è ottimale è caratterizzato da un colore dorato ed un aroma fruttato con sentore di lievito uno spumante metodo classico che conferma e ribadisce i successi che l azienda continua a collezionare lo testimonia anche l aumento delle esportazione verso paesi difficili come francia e e nord europa e sempre nell ambito vinicolo mondore@le vi propone un appuntamento organizzato dall azienda casale del giglio in collaborazione con il comitato per i festeggiamenti delle s.s annunziata patrona di borgo montello latina da scoprire questo il titolo della giornata culturale enologia e gastronomica che si svolgerà domenica 26 giugno presso il castello di conca dalla mattina fino alla sera con inizio alle 8.30 chi è interessato può gustarsi in tutti i sensi una giornata all insegna dell arte e del buon bere ci sarà un estemporanea di pittura con premi per i primi tre classificati e una degustazione con i migliori vini dell agro pontino a ciò si aggiungono l olio d.o.p il patè di olive e l olio aromatizzato dell azienda f.lli feudi i formaggi di alan farm e dell azienda gianni mondadori e il miele dell azienda dello iacono l associazione le colonne e martufello in collaborazione da questo connubio è nato il contratto commedia in due atti scritta e diretta da giancarlo loffarelli che potrete vedere sabato 25 giugno alle 21 presso lo spazio aperto dietro la chiesa dei cappuccini a sezze l incasso dei biglietti di ingresso 5 sarà donato per la ricostruzione della chiesa di san lorenzo a crocemoschitto incendiata nel marzo scorso un opera in dialetto setino ambientata ai nostri tempi nella quale protagonista è pèppo benestante proprietario terriero interpretato proprio da maurizio maturani in arte martufello sul palco insieme a lui altri personaggi c è la moglie ndòniétta marina eianti tutta indaffarata tra estetista e parrucchiere e c è sciaron luigina ricci la figlia dal nome originale per la quale la mamma sogna un futuro nel mondo luccicante della televisione contro tutto questo pèppo che al contrario ha voluto che la figlia studiasse in un liceo classico affidandola ad un suo vecchio amico professore di latino e greco antonio interpretato da giancarlo loffarelli sul palco anche roberto baratta nei panni di pétrùccio il sordo fratello di pèppo amante della televisione la svolta si ha quando trèsa elisa ruotolo moglie di antonio e amica di ndòniétta conosce steve emiliano campoli giovane produttore televisivo in cerca di belle ragazze da scritturare per una nuova trasmissione organizzato l incontro manca solo un piccolo particolare sciaron è minorenne e per essere assunta ha bisogno delle firma di entrambi i genitori come convincere il ritroso pèppo questa la trama di una commedia che dopo la collaborazione in occasione dell evento organizzato da le colonne un paese legge dante vede questo nuovo matrimonio artistico tra l associazione e il comico divenuto famoso grazie al bagaglino p.b 14 il contratto riporta martufello a sezze

[close]

p. 15

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 99 24 giugno 2011 alcune idee per il vostro weekend venerdì e sabato appuntamento doppio a piana delle orme a lariano c è l algidus festival venerdì sabato e domenica tre giorni a piana delle orme il museo storico tematico che si trova a borgo faiti dal 24 al 26 giugno sono due le proposte per qualche serata originale a cui partecipare un occasione in più per visitare questo luogo denso di storia dalle 20 in poi apre il villaggio di bacco il museo diventa luogo di degustazione al chiaro di luna un momento di enogastronomia fatto di stand dei produttori e osservatorio astronomico vino birra zuppa gran specialità e panini con carne alla brace un menù da 5 euro da apprezzare osservando la volta celeste con le sue stelle per i più impavidi c è invece notte di paura al museo dalle 21 in poi piana delle orme apre le sue porte al terrore il biglietto di ingresso è di 5 euro e comprende un kit di sopravvivenza da usare durante la propria esplorazione uno sguardo divertente e sicuramente alternativo che può far scoprire lati nascosti del museo da guardare con occhi diversi adatto per le famiglie o anche per adulti senza bambini questo evento vi getterà negli spazi del museo da godersi in notturna tre giorni avvolti da mistero e paura per un divertimento assicurato per informazioni potete visitare il sito www.pianadelleorme.it sempre nello stesso fine settimana gli appassionati di cineme e arte potranno invece visitare lariano dove si svolgerà l algidus art film festival organizzato dal comune di lariano insieme all assessorato alla cultura e all associazione culturale teatro della luce e dell ombra per la direzione artistica di gennaro duccilli un festival che coinvolgerà l intera cittadina dei castelli romani e si articolerà in tre categorie tema di quest anno la luna e pierrot ed è proprio in suo onore che si svolgerà stralunario 2011 festa delle arti performative tra teatro di strada proiezioni performance e installazioni altra faccia del festival sarà il premio maschera d argento premio storico del cinema italiano ed internazionale assegnato tra gli altri al grande alberto sordi e alla bellissima liz taylor una volontà quella degli organizzatori di recuperare un pezzo di storia valorizzandolo e portandolo ai nostri tempi le maschere d argento verranno difatti assegnate al miglior cortissimo corto e mediometraggio al miglior attore alla miglior attrice e alla migliore sceneggiatura che parteciperanno al i concorso internazionale del medio e cortometraggio premio algidus 2011 i premi sono offerti dal golf club di lariano per concessione del dott valter de dominicis al comune di lariano È questa l ultima sorpresa del festival che inizierà venerdì alle 18 per concludersi domenica con le premiazioni per ulteriori info www.algidusfestival.com domenica protagonista il basso lazio di paola bernasconi domenica 26 giugno estate tempo libero giornate calde e parecchia voglia di stare in giro noi di mondore@le vi offriamo umilmente qualche suggerimento in ordine sparso partiamo avete voglia di andare un po più lontano del solito spinegetevi fino a gaeta qui potrete visitare il mausoleo lucio munazio planco grazie ad un apertura straordinaria dalle 17 alle 20 con tanto di visita gratuita alle 18 disponibile anche un animazione storica a cura dell associazione sogni e spade e la possibilità di assaporare il dolce del mausoleo il planco ideato dalla storica pasticceria stenta presso l infopoint situato presso il parcheggio ai piedi del monte orlando per i profani ci troviamo nel parco riviera di ulisse partirà un bus-navetta dalle 16.30 ogni quindici minuti siete più appassionati di fiori che di storia allora itri farà per voi la pro loco cittadina in collaborazione con la regione lazio la provincia di latina l unione nazionale pro loco d italia la xvii comunità montana dei monti aurunci e il parco naturale dei monti aurunci organizzano la venticinquesima edizione moderna del corpus domini e della sua tradizionale infiorata fino alle 12 si potranno osservare gli artisti preparare i quadri colorati degustando prodotti tipici locali con colazione da noi alle 12.30 sarà la volta della recita dell angelus alle 19.30 partirà il corpus domini che passerà con delicatezza sulle strade addobbate in nome della pace e della fratellanza vi sentite invece più artisti che naturalisti allora il luogo per voi sono i portici di piazza del popolo a latina qui si sono dati appuntamento artisti e performer per un pomeriggio all insegna di ogni forma d arte sotto il nome occupazione artistica organizzata da solidarte e fare p arte movimento per l arte la manifestaizone vuole raccogliere realtà diverse e multiformi in nome di una libertà espressiva totale musica teatro pittura fotografia scrittura danza e molto altro ancora un occupazione di spazi comuni e ben riconoscibili siamo in pieno centro del capoluogo provinciale che fornisce ai giovani artisti la possibilità di far conoscere le proprie opere e di confrontarsi e confrontare i vari lavori 15

[close]

Comments

no comments yet