mondorealenumero97

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero97

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 20 10 giugno 2011 n.97 sezze l amministrazione scivola per una questione di 3 a bambino si nasce poco e i giovani vanno via parola di lidano lucidi priverno chiude anche il consultorio sanità ridotta ai minimi termini area archeologica la commissione trasparenza indica una soluzione editoriale di luca morazzano l italia è una repubblica sono le prime parole della costituzione e sono tali grazie ad un referendum quello che il 18 giugno 1946 mise fine alla monarchia savoia regalandoci l italia che è oggi o quasi visti gli scempi che ci abbiamo messo in 65 anni di storia quello era però un referendum istituzionale mentre quello che voteremo il 12 e 13 giugno sarà abrogativo quattro quesiti in cui si chiede al popolo se abrogare cancellare o tenere la legge vigente abrogativo o istituzionale però il referendum rimane espressione diretta della volontà popolare con i cittadini chiamati ad esprimersi su leggi che li riguardano in prima persona per questo è fondamentale recarsi alle urne perché un quesito di referendum diventi tale occorre raccogliere centinaia di migliaia di firme e per poi passare al vaglio di una commissione superato questo iter il referendum affronta il giudizio del voto e serve un quorum affinché sia valido al contrario delle normali consultazioni elettorali in cui l affluenza alle urne è un dato importante ma comunque non sufficiente ad invalidare la stessa consultazione nel caso dei referendum se non si raggiunge il quorum del 50 più uno dei votanti fra gli aventi diritto la legge resta invariata nella storia dell italia repubblicana il referendum ha consentito passaggi fondamentali del cammino civile della nostra società anche a suon di no sono passate attraverso il referendum le leggi sul divorzio e quelle sull aborto segnando scelte epocali in uno stato l italia comunque condizionato della presenza della chiesa dal 97 però i referendum non raggiungono più il quorum e i dati di affluenza in calo nelle lezioni amministrative non fungono da incoraggiamento proprio per questo però noi invitiamo al voto perché potete dire si o no ma per salvaguardare un nostro diritto è importante farlo alle urne e non mediante l astensionismo pontinia il tombolillo quater inizia subito con una minoranza combattiva ex miralanza progetto pronto e il 21 giugno conferenza in regione attualitÀ maenza commercianti in rotta con l assessore al commercio norma chiesti 110mila euro per il rifacimento delle strade roccagorga caos azienda speciale sÌ vota cultura acqua nucleare e legittimo impedimento domenica e lunedÌ torna il referendum e l obiettivo dichiarato È raggiungere il quorum bassiano presentato memorex priverno seconda settimana di palio latina libri in festa e da gustare cori nuovo premio a cincinnato

[close]

p. 2

speciale di paola bernasconi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 referendum una storia lunga 65 anni da quello repubblica/monarchia fino ad acqua e nucleare passando per divorzio e aborto 12 e 13 giugno 2011 l italia è chiamata nuovamente alle urne stavolta per esercitare il suo potere di sovranità popolare sancito dal primo articolo della costituzione attraverso il referendum strumento di democrazia diretta questo istituto giuridico permette al popolo di esprimere la propria opinione su questioni istituzionali e politiche essenziali il primo quello del 2 giugno 1946 quando i cittadini scelsero la forma repubblicana al posto di quella monarchica in quel caso si trattava di un referendum non abrogativo ma andiamo con ordine per poter arrivare di fronte alle schede con una visione precisa della nostra storia referendaria il nostro ordinamente prevede le seguenti tipologie di referendum quello abrogativo art 75 della costituzione per deliberare l abrogazione totale o parziale di una legge o di un atto avente valore di legge quello consultivo art 132 attraverso il quale si può disporre la fusione di regioni esistenti o la creazione di nuove regioni con un minimo di un milione di abitanti quello approvativo art 138 che regola il procedimento di formazione delle leggi costituzionali in italia si sono svolti sessantadue referedum abrogativi e quattro non abrogativi partiamo da questi ultimi il primo fu quello che fece dell italia una repubblica il secondo un consultivo svoltosi nel 1989 e riguardava il conferimento del mandato costituente al parlamento europeo il terzo e il quarto rispettivamente nel 2001 e nel 2006 furono due referendum costituzionali il primo sulla modifica del titolo v della costituzione e il secondo sulla sua parte ii questa tipologia di referendum non prevede il raggiungimento del quorum di validità previsto invece per quelli abrogativi in questo caso infatti è necessaria la votazione di almeno la metà più uno degli aventi diritto al voto il primo e probabilmente uno dei più sentiti dalla popolazione italiana fu quello che abrogò il divorzio era il 1974 e l affluenza raggiunse l 87,7 qualche anno dopo il 17 maggio del 1981 l italia votò per l abrogazione di alcune norme della legge 194 sull aborto per renderne più libero il ricorso promosso dai radicali il referendum fu uno di quelli passati maggiormente alla storia della nostra giurisdizione da allora ad oggi i quesiti sono stati molti dal finanziamento pubblico ai partiti all ergastolo passando per l ordine pubblico le concessioni per le televisioni nazionali o la contrattazione del pubblico impiego un elenco di referendum ai quali la popolazione ha risposto con l affluenza almeno fino alla metà degli anni novanta da allora ad oggi gli italiani hanno partecipato sempre meno nel 2000 il quorum non è stato raggiunto per nessuno dei sette proposti tra i quali quello che voleva abrogare l articolo 18 dello statuto dei lavoratori un calo di interesse dettato da una serie di motivazioni prima di tutto la tipologia di quesiti se un tema come l aborto il nucleare o il divorzio hanno ovviamente un impatto maggiore sulla cittadinanza che sente questi problemi come più vicini gli incarichi extragiudiziali dei magistrati o l eliminazione del rimborso spese per le consultazioni elettorali o referendarie vengono viste come questione più tecniche che non interessano direttamente la vita dei cittadini a ciò va aggiunto un abbassamento generalizzato del senso civico che ha caratterizzato la società italiana e non solo negli ultimi vent anni un inversione che trasforma il cittadino da animale sociale ad individuo che si prende cura del suo orticello ad aggravare la situazione una mancanza di informazione che peggiora man mano e rende sempre più difficile per i cittadini conoscere a fondo la vita politica italiana appuntamento al 12 e 13 giugno per vedere se c è aria di cambiamento quarto quesito legittimo impedimento sulla scheda di colore verde si chiede di annullare una legge considerata `ad personam di simone di giulio tra i quattro quesiti referendari sui quali dovrà esprimersi il popolo italiano ce n è uno di natura più politica che ha aperto un infinita querelle tra le parti quello riguardante il legittimo impedimento promotore del quesito per abrogare una legge considerata l ennesima ad personam del presidente del consiglio dei ministri il partito de l italia dei valori che ha raccolto le firme per evitare alle alte cariche dello stato di non presentarsi alle udienze in processi a loro carico il referendum è stato dichiarato ammissibile dalla corte costituzionale il 12 gennaio 2011 questo il quesito volete voi che siano abrogati l articolo 1 commi 1 2 3 5 6 nonché l articolo 2 della legge 7 aprile 2010 numero 51 recante disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza nel diritto processuale penale italiano il legittimo impedimento è l istituto che permette all imputato in alcuni casi di giustificare la propria assenza in aula il disegno di legge nasce da diverse iniziative dei deputati giuseppe consolo michaela biancofiore e isabella bertolini enrico la loggia enrico costa e matteo brigandì michele vietti e federico palomba tra 2008 e 2009 il testo unificato è stato licenziato dalla commissione giustizia della camera il 25 gennaio 2010 la camera ha approvato il disegno di legge il 3 febbraio 2010 con il voto a favore del popolo della libertà e della lega nord l astensione dell unione di centro e il voto contrario del partito democratico e de l italia dei valori il senato ha approvato il disegno di legge il 10 marzo 2010 tramite due voti di fiducia contro questa la legge è 2 stata sollevata eccezione di incostituzionalità da parte dei giudici del tribunale di milano nell ambito del processo sul caso david mills il 13 gennaio 2011 la corte costituzionale si è espressa per il mantenimento della legge con una sentenza interpretativa che ne ha però abrogato alcune parti considerate dalla corte incompatibili con gli art 3 principio di uguaglianza dinanzi alla legge e 138 riserva di legge costituzionale della costituzione e ha dichiarato illegittimo il comma 4 dell art 1 che stabiliva il potere della presidenza del consiglio dei ministri di attestare essa stessa l impedimento essendo ciò sufficiente per obbligare il giudice a rinviare l udienza fino a sei mesi inoltre ha dichiarato parzialmente illegittimo il comma 3 dell art 1 che imponeva al giudice l obbligo di rinvio del processo ad altra data si è inoltre fornita un interpretazione del comma 1 dello stesso art 1 con la valutazione che torna nelle mani del giudice e non dell imputato la scheda del quesito è di colore verde.

[close]

p. 3

speciale di roberto tartaglia mondore@le numero 97 10 giugno 2011 pontinia sensibile per la questione nucleare libralato cantiere creativo e cima si sono espressi sul quesito della scheda grigia le associazioni presenti a pontinia sono da sempre mobilitate nel difendere le posizioni di chi dice no al nucleare con il referendum del 12 e 13 giugno pertanto non potevano che spingere per un sì al terzo quesito referendario quello che propone la cancellazione delle norme che prevedono la realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare tre sono le voci che più si fanno sentire in materia quella di giorgio libralato quella del cantiere creativo e quella di paolo cima quest ultimo si è recentemente pronunciato al consiglio dei giovani evitando di dare indicazioni su cosa votare ha espresso chiaramente la situazione ed i quesiti referendari vuoi o non vuoi la politica fa parte della vita ha detto paolo cima e quindi con essa bisogna confrontarsi e scegliere in maniera consapevole È giusto che ognuno decida autonomamente cosa votare deve informarsi e poi scegliere però è fondamentale che si vada a votare i ragazzi del cantiere creativo invece da diversi giorni stanno portando avanti una campagna informativa apertamente improntata al sì l importanza della parola referendum in un era nella quale la sovranità popolare vacilla ha una eco che arriva lontano portando con se la possibilità di un cambiamento epocale dicono i ragazzi del cantiere per questo proseguono data l estrema importanza di fare informazione l associazione culturale cantiere creativo con il contributo del comune di pontinia e in collaborazione con giorgio libralato dell associazione ambientalista ecologia e territorio ha deciso di organizzare due giornate di sensibilizzazione il 9 e 10 giugno attraverso la visione di film e documentari i ragazzi fanno notare che dopo 24 anni siamo di nuovo chiamati a votare un quesito referendario contro l installazione d impianti nucleari in italia seguiamo sempre lo stesso copione la storia ci dimostra con i fatti che non possiamo ripetere sempre lo stesso sbaglio in questi mesi siamo rimasti sconvolti dal dramma degli abitanti del distretto di fukushima costretti ad abbandonare chissà per quanti anni le proprie abitazioni senza dimenticare gli effetti di cernobyl che continuano a mietere vittime nell indifferenza totale dei mezzi di comunicazione i ragazzi non vogliono restare indifferenti a tutto ciò ed affermano la necessità d informazione anche a pontinia che seppur sia un piccolo centro possiede comunque alla base ottime potenzialità in questo senso si inserisce anche l impegno di giorgio libralato e della sua associazione pontinia ecologia e territorio numerose sono da sempre le iniziative promosse da libralato contro il nucleare la più eclatante e sicuramente l incontro con il professor yuri bandazhevsky sua moglie galina e massimo bonfatti presidente di mondo in cammino le testimonianze del professore e di sua moglie hanno reso chiaramente il danno che un possibile ritorno al nucleare in italia potrebbe comportare specie in queste zone chiuse tra l impianto di sabotino e quello del garigliano problemi cardiovascolari e tumori sono le cause più diffuse di mortalità all epoca a chiusura del dibattito intervenne anche il sindaco tombolillo che ribadì a tutti di essere contrario al nucleare siamo invece a favore del solare e siamo sicuri che oltretutto sarebbe un ottimo spunto per rilanciare piccole imprese locali affermò il sindaco minniti chiede 4 sÌ di domiziana tosatti invita ad andare a votare e ad esprimere quattro sì nicola minniti membro del gruppo consiliare comunale di uniti per sermoneta non si può essere indifferenti verso il proprio futuro e per questo spero che i cittadini di sermoneta rispondano positivamente alla chiamata alle urne sarebbe auspicabile ha sollecitato minniti che parla a nome proprio e non del gruppo che venisse affermata con forza la contrarietà della nostra comunità al ritorno delle centrali nucleari soprattutto nella nostra provincia che già tanto ha dato con le centrali di borgo sabotino e del garigliano il nucleare è costoso e non è sicuro il futuro è nelle energie rinnovabili che saranno in grado di sostenere il paese il giovane consigliere ha invitato a votare sì anche ai due quesiti sull acqua occorre una ripsosta forte per fermare la privatizzazione di un bene prezioso che deve essere di tutti si deve impedirne ha commentato la definitiva consegna al mercato dei servizi idrici e si deve sbarrare la strada ai soggetti privati che vogliono ricavare profitti dall acqua c è da votare sì anche al quesito sul legittimo impedimento poiché si avallerebbero norme che favoriscono solo qualcuno e che vanno a ledere uno dei principi cardine della nostra carta costituzionale ovvero il principio per cui la legge è uguale per tutti un invito nicola minniti lo ha rivolto anche al primo cittadino giuseppina giovannoli perché si esponga in prima persona nella battaglia referendaria non si tratta di questioni politiche ha osservato il consigliere di uniti per sermoneta poiché l acqua e l energia non sono né di destra né di sinistra la posta in gioco è troppo alta ed ognuno di noi deve dare un piccolo contributo per la riuscita del referendum direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione l 8 giugno 2011 3

[close]

p. 4

speciale di paola bernasconi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 acquaetica ed economica per i temi delle schedesalvarla due quesiti per di colore rosso e giallo doppia valenza due quesiti dedicati all acqua l oro blu della nostra epoca due quesiti fondamentali sotto tutti i punti di vista sia etici che economici questi i titoli modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici di rilevanza economica abrogazione e determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all adeguata remunerazione del capitale investito abrogazione parziale di norma partiamo dal primo il governo berlusconi ha approvato una normativa che permette ai privati attraverso una gara la gestione del servizio idrico votando no si permette a questa norma di restare in vigore permettendo quindi la privatizzazione dell acqua con un sì viene impedito ciò il secondo vuole invece abrogare quella parte della norma che permette a chi gestisce il servizio idrico di ottenere profitti garantiti sulla tariffa votando sì i privati non potranno ottenere tale profitto sulla gestione di un bene come l acqua a sostegno dei sì è stato formato il comitato 2 sì per l acqua bene comune che sta portando avanti una battaglia sotto lo slogan l acqua non si vende una campagna che vede l appoggio di altreconomia che ha pubblicato un dossier speciale che potete trovare online all indirizzo http www.altreconomia.it/allegati/contenuti/phpgdfvsy5108.pdf oppure nella rivista cartacea un dossier che argomentando cerca di sfatare tutti quei miti nati intorno alla privatizzazione dell acqua oltre che occuparsi anche degli altri due quesiti referendari il primo mito quello secondo cui i privati gestirebbero meglio il servizio a ciò risponde pietro raitano direttore del mensile altreconomia e curatore del dossier speciale referendum uno dei migliori acquedotti del nostro paese è quello di milano al cento per cento di gestione pubblica dove l acqua viene controllata più volte al giorno e le dispersioni sono minime è quindi dogmatico dire che la gestione privata garantisce una migliore gestione della rete le esperienze che si sono fatte in questi anni in calabria ad agrigento a latina dimostrano che dove gli acquedotti sono passati in mano ai privati c è stato solo un aumento delle tariffe a suffragare questa tesi anche duccio valori ex direttore centrale dell iri la necessità di investimenti di miglioramento manutenzione ordinaria e straordinaria di innovazione riciclo dei reflui per esempio appare del tutto evidente anche a noi ma la soluzione proposta quella della privatizzazione è sbagliata perché una volta che i privati avessero acquisito il controllo delle reti idriche avrebbero due sole possibilità o non fare gli investimenti e quindi la privatizzazione sarebbe stata del tutto inutile o farli e mettere ammortamento e interessi sul capitale a carico degli utenti con un pesante aumento delle tariffe e questa appare la tesi calcolando che secondo il conviri commissione nazionale di vigilanza sulle risorse idriche nei prossimi trent anni sono calcolate spese per la manutenzione e l ammodernamento del nostro servizio idrico che si aggirano intorno ai 64 miliardi di euro si fa presto ad immaginare che tipo di ripercussioni ciò potrà avere sulla bolletta qualora le strutture diventino private il web vero motore dell invito al voto social network scatenati in risposta ai tentativi di boicottaggio attuati da rai e mediaset di alessandra carconi corre soprattutto sul web la campagna per i quattro quesiti referendari sui quali gli italiani saranno chiamati ad esprimersi il 12 e 13 giugno l ondata di entusiasmo che ha animato il web durante il voto amministrativo si sta replicando in vista di questo nuovo appuntamento con le urne a dispetto di una promozione televisiva che definire inadeguata è riduttivo basti pensare che l agcom ha dovuto imporre alla rai la diffusione dei messaggi autogestiti su tutte e tre le reti e chiederne la collocazione nella fascia oraria di maggiore ascolto è la rete a compensare i vuoti informativi animando la discussione da facebook a youtube dai siti ad hoc alle testate giornalistiche online internet è un pozzo di trovate creative e provocatorie a dominare la scena è il solito facebook dove le iniziative sono già numerose e probabilmente si intensificheranno nei prossimi giorni tantissimi i gruppi le fan page e gli eventi a sostegno dei referendum creati da organizzazioni e movimenti come battiquorum che ha come obiettivo quello di portare al voto 25 milioni di persone valigia blu punta invece a combattere la disinformazione che soffoca il dibattito nelle reti televisive invitando gli utenti a sottoscrivere una lettera di protesta indirizzata a rai e mediaset non poteva mancare all appello poi un movimento nato dal basso come il popolo viola che anche in questo caso non fa mancare il proprio supporto tra gli iscritti c è anche chi ha scelto di contribuire sostituendo la propria foto su profilo con una delle tante immaginimanifesto in favore del voto o del sì di tono più ironico la propaganda su youtube tra i video virali più cliccati e condivisi c è senza dubbio quello in cui un gigantesco domino umano termina con 4 una scheda che cade in un urna con evidente allusione all effetto domino che si spera di innescare ma la video-promozione sceglie anche altri canali non solo youtube ma anche siti dedicati come ipazzisietevoi.org una provocazione firmata greenpeace una sorta di grande fratello in cui quattro ragazzi vivono in un rifugio in seguito alla virtuale esplosione di una centrale nucleare senza cibi freschi e con internet come unico mezzo di comunicazione con l esterno in versione referendum iovoto.eu offre invece una raccolta di filmati con tanto di dichiarazione di voto che vedono protagonisti attori e artisti di vario genere come elio germano paolo virzì caterina guzzanti molteplici infine i siti ad hoc e i blog che hanno sposato la causa referendaria da www.acquabenecomune.org forum italiano dei movimenti per l acqua pubblica a www.fermiamoilnucleare.it comitato nazionale per fermare il nucleare dagli appelli online di www.sireferendum2011.it a beppe grillo e al suo blog www.beppegrillo.it dalla mobilitazione di libertà e giustizia www.libertaegiustizia.it a quella del wwf www.wwf.it del tutto inesistente invece la campagna per il no per l ovvia ragione per cui l astensionismo è equiparato ad un espressione contraria all abrogazione della legge oggetto di quesito secondo la regola del silenzio-assenso non ci resta che vedere se gli internauti ce la faranno a boicottare il boicottaggio e a scongiurare il pericolo di un mancato raggiungimento del quorum certamente portare alle urne il 50 più uno degli aventi diritto al voto è un progetto molto ambizioso e di difficile realizzazione ma a volte i miracoli accadono soprattutto dopo queste amministrative.

[close]

p. 5

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 97 10 giugno 2011 tombolillo quater consiglio infuocato prima assise difficile per la nuova amministrazione alle prese con le critiche delle minoranze molto animato il primo consiglio comunale del tombolillo quater la seduta è stata aperta dal sindaco che dopo tante bagarre ha deciso di premiare il più votato della lista franco pedretti assegnandogli l ambita carica di vicesindaco carica ambita anche perché potrebbe aver segnato il nome del successore di tombolillo tra 5 anni donnarumma che fino all ultimo ha sperato nella carica vede comunque assegnarsi un posto in giunta insieme a sperlonga battisti e ramati tombolillo in via del tutto indicativa ha segnalato le possibili deleghe a pedretti andrebbero i lavori pubblici sembrerebbero riconfermate per battisti la sanità e l ambiente e per la sperlonga la cultura a donnarumma andrebbe il bilancio a ramati l agricoltura argeo perfili è presidente del consiglio comunale il nostro non è un libro dei sogni ha esordito il sindaco e abbiamo già dei finanziamenti in corso spero solo che la regione sblocchi gli ulteriori finanziamenti in attesa di approvazione come quelli per i nuovi alloggi popolari possiamo fare meglio del passato oggi abbiamo a disposizione anche 10milioni di euro in cassa hanno poi preso parola i vari consiglieri primo tra tuti bilotta che a differenza di quanto hanno fatto altri ha omesso gli auguri al nuovo sindaco passando direttamente alle polemiche bilotta si è scagliato contro tutta la vecchia maggioranza in special modo contro patrizia sperlonga alla quale ha rimproverato di non aver mai dato ascolto alle sue proposte bilotta nel suo lungo intervento ha battuto molto sul fatto che il prg è del 1996 e che se i tecnici non sono in grado di portarlo avanti occorre mandarli a casa non sono mancate le critiche al megastore di mesa e al farmer market che dovrebbe sorgere nel lotto ex hilme tombolillo ha concluso ormai si avvia verso una monarchia ha proseguito l altro candidato luigi subiaco siamo curiosi di vedere cosa saranno in grado di fare coloro che hanno preferito salire sul carro del vincitore dice subito prima di passare ai temi urbanistica e ambiente la battaglia della turbogas è una battaglia di tombolillo contro scelte che lui stesso ha fatto in passato dando l ok al progetto non sono mancati però anche i complimenti tra le due parti giuseppe belli eletto nella lista di subiaco ha fatto un applauso all uscente presidente del consiglio marcello calisi dicendo che non meritava di restare fuori e che forse è stato un agnello sacrificale belli si è anche congratulato per la possibile assegnazione dell agricoltura ad un agricoltore ramati l intervento di mochi invece è stato più di natura generale sono sicuro che nessuno ha votato tombolillo per il programma ma solo per la sua forte leadership e una mano l abbiamo data anche noi con le nostre fratture torno in consiglio dopo una lunga assenza ma senza astio o rancori per il passato anche torelli ha attaccato in parte il programma di tombolillo definendolo identico a quello di 5 anni fa forse il sindaco ha più voglia di promettere che di fare la parola poi è passata alla maggioranza iniziando da donnarumma forse l opposizione non vuole capire ha detto l avvocato che non siamo saliti sul carro del vincitore e non ci interessano le poltrone l udc ha dato a questa maggioranza una crescita sia culturale che di voti donnarumma ha spiegato anche che il via per la costruzione della turbogas venne dato nel 2005 quando era sindaco giuseppe mochi e che quindi non è corretto addossare tutte le responsabilità a tombolillo patrizia sperlonga nel suo breve intervento si è detta rammaricata di essere l unica donna in consiglio bisognerà lavorare molto su questo ha asserito tombolillo ha chiuso la discussione senza mandarla a dire ai suoi oppositori per quanto riguarda la turbogas sono pronto ad organizzare un apposito consiglio nel quale esporre tutta la documentazione storica io diedi l ok solamente al progetto iniziale dove si proponeva un espansione industriale nell area di mazzocchio quando poi mi fu portato il progetto della turbogas dissi subito di no chiarisce il sindaco e ribatte colpo su colpo forse qui l unico ad essere interessato a questo progetto è proprio luigi subiaco così come è interessato alla costruzione dell impianto a biomasse proposto da suoi amici e chiude con un tono ancora più aspro lanciando occhiatacce al consigliere bilotta intendo ringraziare vivamente i quattro quinti dell opposizione che mi hanno fatto gli auguri per la mia vittoria ex miralanza accordo firmato il sindaco ha già fissato al 21 giugno la conferenza dei servizi alla pisana per discutere i lavori di roberto tartaglia giunto il 31 maggio scorso l accordo firmato da regione lazio provincia di latina e comune di pontinia per la costruzione del megastore nel sito ex mira lanza tombolillo non perde tempo ed ha già fissato per il prossimo 21 giugno la conferenza dei servizi in regione per discutere l attuazione dei lavori in comune a parte bilotta nessuno sembra andare contro tale decisione né nella maggioranza né nell opposizione il progetto ideato da giovanni ferrarese e che verrà realizzato dalla nuova edilizia s.r.l da un lato rappresenta una fonte di arricchimento per il paese dall altro è uno spauracchio per i piccoli commercianti locali il piano permetterà di eliminare il vecchio rudere dell ex mira lanza riqualificando l area con la nuova costruzione e la piantumazione di diversi alberi il megastore dovrà garantire 1200mq per la vendita di prodotti tipi ci agevolando una ripresa dell economia agricola locale la società costruttrice dovrà destinare al comune 7 euro per ogni metro cubo realizzato che si andranno ad aggiungere agli obblighi relativi ai versamenti sul contributo sul costo di costruzione ed agli oneri di urbanizzazione dovuti per legge la società dovrà anche pagare ogni anno circa 300 euro di ici commerciale alle casse comunali un buon affare dunque anche per l intera collettività il megastore garantirà 380 nuovi posti di lavoro per inoccupati e disoccupati che grazie ad un protocollo d intesa saranno per lo più residenti a pontinia ulteriori agevolazioni sono previste per i commercianti di pontinia che volessero acquistare dei loro spazi commerciali con un ribasso del 10 del prezzo sembrerebbe tutto rose e fiori ma i problemi non mancano 5

[close]

p. 6

sezze di simone di giulio mondore@le numero 97 10 giugno 2011 l amministrazione si perde per 3 l attacco di nuovo polo e mas sulla questione di una gita degli studenti di melogrosso e crocevecchia bastano 3 per mandare in crisi l amministrazione comunale di sezze e questo il pensiero degli esponenti del movimento di alleanza setina e del nuovo polo che in una nota denuncia una vicenda che da una parte fa sorridere ma dall altra riflettere sulle scelte dei nostri amministratori la vicenda viene spiegata così recentemente i nostri amministratori hanno avuto il coraggio o la faccia tosta di chiedere 3 a bambino per trasportare le scolaresche dal plesso di via melogrosso al campo sportivo augusto tasciotti in località le fontane sito nella stessa strada la stessa sorte è toccata a quelle di crocevecchia per essere trasportate alla medesima struttura sportiva distante circa 1 km si fa notare che il numero totale dei bambini che avrebbero dovuto trascorrere una giornata in allegria fuori dalle mura scolastiche era di circa 150 per un costo pari più o meno a 450 comunque prosegue il tono polemico la nota vista la magnanimità dell amministrazione alcune mamme si sono organizzate e hanno accompagnato a piedi i propri figli riteniamo spiegano gli esponenti del nuovo polo e del mas che qualsiasi giustificazione possa essere stata fornita per i tre euro anziché il canonico uno occorrente per fare tutto il giro del paese con la normale circolare non possa neanche essere presa in considerazione viste le copiose centinaia di migliaia di euro sborsate dal comune da qui l analisi si fa più approfondita e va a prendere in considerazione alcune spese ritenute evidentemente eccessive messe in atto dall amministrazione comunale la lista che stilano nuovo polo e movimento di alleanza setina è chiarissima e si rivolge ad alcune iniziative prese dall ente le opere d arte come le rotatorie di via marconi di via piagge marine del nuovo cancello del cimitero costate svariare migliaia di euro il risanamento del debito accumulato dalla spl pure questo di centinaia di migliaia di euro l esborso di migliaia di euro sotto la voce retribuzione di risul tato equivalente ad un premio di produzione elargito a dirigenti ed impiegati comunali alcuni dei quali hanno percepito fino a 5.744,55 euro cifra con la quale molti pensionati fanno i conti per sopravvivere un anno intero insomma numeri alla mano secondo il mas e il nuovo polo qualche sforzo per regalare una giornata di allegria ai bambini delle scuole di via melogrosso e di crocevecchia il comune poteva anche farlo e convinzione del mas e del nuovo polo conclude la nota che una buona amministrazione debba avere nella massima considerazione le nuove generazioni linfa vitale per futuro detto ciò è doveroso e corretto che i cittadini di sezze e maggiormente i giovani sappiano che questa amministrazione non si è certo distinta nell interesse a preservare e salvaguardare l ambiente per una futura migliore qualità della vita nulla ha fatto per la depurazione per la tutela delle falde acquifere e dei corsi d acqua spesso indispensabili per l irrigazione delle coltivazioni e infine mostra scarsissima sensibilità a fronte di enormi spese sostenute per altro centro tamantini chiusura con festa la soddisfazione dell assessore umberto marchionne e dello psicologo alessandro grossi lo scorso 31 maggio si sono concluse le attività del laboratorio di musicoterapia svolte all interno del centro socio educativo c tamantini i ragazzi si sono esibiti alla presenza delle autorità locali e delle famiglie in una rappresentazione in cui è stato coniugato quanto appreso durante il laboratorio di musicoterapia e teatro lo spettacolo è stato il frutto di diversi incontri e discussioni di gruppo durante i quali ognuno dei ragazzi ha cercato di costruire una storia ed un proprio personaggio lo spettacolo ha spiegato alessandro grossi psicologo coordinatore del centro è stato realizzato grazie ad un equipe di esperti tra psicologi musicoterapisti ed operatori che hanno interagito quotidianamente con gli utenti del centro il risultato è stata una rappresentazione goliardica il laboratorio di musicoterapia è una delle tante attività socio educative svolte da circa due anni all interno della struttura queste iniziative nel corso del tempo sono state migliorate e potenziate tanto da consetire ai ragazzi di produrre una varietà di oggetti che abbiamo avuto modo di esporre in occasioni particolari come il natale e la sagra si tratta di momenti importanti per lo sviluppo relazionale e comunicativo degli utenti del centro l assessore ai servizi sociali umberto marchionne ha ringraziato l equipe del centro per il lavoro svolto durante questo secondo anno i ragazzi che si sono esibiti i familiari ed i consiglieri presenti ci apprestiamo a chiudere il centro tamantini per una breve pausa estiva malgrado i tagli ai fondi da parte della regione ha spiegato l assessore in questi due anni abbiamo portato avanti la struttura al meglio delle nostre possibilità il centro costa circa ogni anno ben 215.000 euro dai piani di zona ci provengono solo 30.000 euro il resto è interamente a carico dell amministrazione soldi ben spesi visti i risultati raggiunti il centro infatti è divenuto un punto di riferimento anche per altre realtà limitrofe tanto che a settembre accoglieremo altri ragazzi provenienti da bassiano in cantiere abbiamo due progetti da presentare alla pisana finalizzati a realizzare un centro semiresidenziale ed uno residenziale per far fronte alla famosa questione del dopo di noi ci stiamo attivando per offrire ai ragazzi diversamente abili che non potranno più contare sulla presenza dei loro cari un luogo sicuro e dignitoso dove vivere con tutte le attenzioni e le cure necessarie l assessore ha concluso precisando che a settembre con la riapertura del centro in concomitanza con l avvio del nuovo anno scolastico sarà organizzato un incontro con tutte le famiglie per aggiornarle su eventuali novità 6

[close]

p. 7

sezze di simone di giulio mondore@le numero 97 10 giugno 2011 l analisi di lidano lucidi che propone un accurato studio sulla situazione demografica in italia si nasce poco e i giovani vanno a lavorare altrove ma il tasso demografico resta invariato a causa dell arrivo di immigrati sezze non fa eccezione anzi accentua alcuni fattori a sottolinearlo è lidano lucidi che dati alla mano www.comuni-italiani.it evidenzia sezze è diventato un paese poco ospitale per i giovani che hanno intenzione di vivere e farsi una famiglia nel proprio paese un paese che fa scappare le proprie imprese che sono costrette ad investire in altri posti magari estremamente vicini come nel caso di sermoneta da noi manca un area attrezzata per poter sviluppare l aziende se qualcuno pensava che questo non potesse avere ripercussioni sul sistema sociale sulla sua composizione e sul suo sviluppo si sbagliava di grosso siamo diventati un paese dormitorio la cui composizione sociale è stravolta dall arrivo di cittadini stranieri tale da farci diventare il primo paese in provincia con la percentuale più alta di stranieri un dato che si assesta all 11,5 entrando nello specifico lucidi sottolinea parliamo di dati ufficiali e se solo pensiamo ai clandestini o ai comunitari che non sono iscritti all anagrafe la percentuale è di gran lunga superiore comunque attenendoci ai dati ufficiali emerge anche che siamo al 29° posto su 33 comuni con il reddito medio più alto tradotto siamo tra i più poveri a livello provinciale i primi in termini di stranieri e tra gli ultimi in termini di reddito e con il federalismo alle porte sono dolori di fronte a questi dati emergono una serie di considerazioni l aspetto più evidente è che molti ragazzi spesso laureati abbandonano sezze e vanno a vivere fuori e questi sono rimpiazzati dall arrivo di cittadini stranieri quello che è palese senza leggere le statistiche è avvalorato dalle statistiche stesse prendiamo come punto di riferimento il periodo che va dal 2005 al 2009 la popolazione residente totale è passata da 22.924 a 24.546 unità con un aumento del 7 la popolazione straniera è passata dai dati ufficiali da 1.179 a 2.812 unità con un aumento del 139 e quella non straniera ha subito una variazione negativa dello 0,05 scendendo da 21.745 a 21.734 unità la popolazione di sezzesi è diminuita e molti ragazzi se ne vanno a vivere fuori perché il paese non offre loro prospettive serie di vita questi sono i dati incontrovertibili così come sono innegabili le ripercussioni sociali sul territorio se pensiamo che con questo tasso di crescita nel 2014 avremo un paese composto al 24 da cittadini stranieri diventa centrale ridisegnare le prospettive del paese e questione sociale di assoluta priorità sezze è in grado di rispondere alle future sfide che ha davanti allo stato attuale sembra proprio di no e il motivo è che il problemi non si affrontano si cerca di risolverli semplicemente ignorandoli questo non È un paese per setini riceviamo di franco abbenda e pubblichiamo superlativo da premio oscar quest acqua qua quell acqua là il piombo nell acqua per renderla più pesante ma come gli sono venute in mente per chi conosce antonio giorgi ntogno di grazia per i più non è stata una vera e propria sorpresa vederlo degno figlio di salvatore in questa magica performance quanti racconti quante barzellette per ravvivare le serate al circolo corradini o per sdrammatizzare le partite di calcio tra belli e brutti all anfiteatro l altra mattina antonio era lì quasi per caso forse stava tornando semplicemente a casa per il pranzo sembrava un po ai bordi della scena sornione come suo solito e un attimo accortosi del trappolone confezionato da veri professionisti dello scherzo in tv eccolo cogliere al volo l occasione per aiutare gli spaesati amici in difficoltà di fronte al falso scoop e mettere in campo un po di sano orgoglio sezzese con maestria comica innata confeziona così il suo esordio televisivo sulla rai c era bisogno di un colpo di genio immediato per controbattere con lo stesso mezzo televisivo all idea di fondo del servizio provare a prendere in giro seppur bonariamente noi tutti abitanti di sezze lasciando un po intendere come una certa ingenuità/ignoranza siano di casa in paesi come il nostro non sarebbero bastate mille successive proteste ufficiali dell amministrazione contro il falso scoop in tv a ntogno di grazia sono bastati pochi attimi da fuoriclasse vero un po come sa fare messi per prendere il microfono e improvvisare un minuto esilarante di puro sarcasmo da strada lasciando a bocca aperta in un sol colpo i nottambuli telespettatori di rai3 il trio medusa ed il troppo saccente ingegnere nucleare p.s non cercate di dargli un premio vi seppellirebbe con una delle sue battute 7 grazie anto avete visto qualche settimana fa il servizio su sezze quello andato in onda all interno di parla con me il programma di seconda serata condotto dalla dandini su rai3 tra i tanti volti dei compaesani sorpresi dalla finta notizia di una nuova centrale nucleare da costruire in territorio setino ripresi a porta pascibella dalle telecamere coordinate dal trio medusa c è stato qualcuno che non ha abboccato e non ha saputo resistere alla tentazione di rendere pan per focaccia l avete osservato avventarsi sul microfono rubare la scena al finto ingegnere nucleare e dimostrare tutto il suo talento di raccontastorie regalando una chicca degna del miglior tognazzi o del grande totò scusate se esagero quest acqua qua quella del lago delle mole gesticola come ad indicare il luogo geografico a cui si riferisce dice che non è tanto pesante per poter raffreddare i reattori è perfettamente dentro la notizia sembra di vedere l incendio di fukushima allora praticamente che cosa ha studiato il comune di sezze ma allora lei lo sapeva prova a riprendere le redini e controbattere uno del trio io so tutto io voltandosi verso la camera davvero padrone della scena non è che io lo sapevo ma in camera caritatis grande antonio pure il latinorum e continua il comune di sezze si è indebitato a buttare del piombo a quell acqua là per renderla ancora più pesante in modo che riusciamo a spegnere tutto mitico !

[close]

p. 8

da via costa didattica nelle scuole con-tformazione atto continua l impegno della provincia all interno dei processi d istruzione e mondore@le numero 97 10 giugno 2011 È evidente anche all osservatore meno attento ieri come oggi l impegno che la provincia di latina pone all interno dei processi d istruzione e formazione e il suo dichiarato scopo finale teso a incrementare il bagaglio di competenze degli studenti verifichiamo poi tra le attività elaborate nell ultimo periodo l interesse dell ente di via costa d innovare le politiche di governance attraverso un maggiore coinvolgimento degli attori e dei decisori locali nelle fasi di programmazione e di progettazione nel campo dell istruzione e della formazione ma anche avviando progetti sperimentali di alto livello uno di questi progetti che da qualche giorno ha terminato il suo percorso operativo è senza dubbio contatto un programma caratterizzato da attività sperimentali con l obiettivo da un lato di migliorare la qualità scolastica intesa come cura della relazione efficace e dell altro di rinnovare la didattica nelle scuole della provincia di latina il programma esordisce il presidente armando cusani è stato avviato a ottobre ed è terminato in questi giorni ha interessato gli alunni delle scuole elementari medie e superiori oltre a rivolgere una parte importante del lavoro alle famiglie dei ragazzi e ai docenti hanno partecipato 1.247 studenti su cinquantanove classi mentre i corsi sono stati articolati su cinque azioni fondamentali e due sportelli la prima azione è stata rivolta agli studenti la seconda alla formazione dei docenti applicando le buone prassi sulla didattica della matematica la terza azione ha coinvolto i genitori degli alunni oltre 200 partecipanti la quarta ha interessato i formatori mentre la quinta è stata di supervisione dell intero corso con il progetto con-tatto prosegue il presidente cusani abbiamo ancora una volta puntato a elevare la qualità della scuola dell istruzione dell offerta formativa attraverso il sistema delle relazioni perché se riusciamo a intervenire sulla qualità delle relazioni agiamo anche sulla persona alunno genitore docente che sia parte sostanziale dell intero universo scolastico con il progetto con-tatto abbiamo lavorato principalmente sullo stato emotivo dei protagonisti nel tentativo di raggiungere risultati importanti anche sullo stato cognitivo un percorso progettuale in ogni modo che migliora la didattica e l apprendimento del ragazzo generando un risultato positivo anche sotto l aspetto psicologico-emotivo inserendo questo progetto tra quelli fondamentali del fondo sociale la provincia di latina ha intenzione di proseguire sulla strada tracciata coinvolgendo nell immediato anche altre scuole siamo sicuri che questo tipo di attività migliori il senso di fiducia dei ragazzi i quali riescono a conoscersi meglio tra di loro anche sperimentando metodiche didattiche 8 all avanguardia penso ad esempio al circle time riservato agli studenti e condotto da esperti psicologi la formazione dei formatori l attivazione di sportelli di ascolto riservati a studenti e genitori e la realizzazione di un azione di tutoraggio continuo rispetto a situazioni particolari e difficili con lo scopo attraverso l applicazione dei principi della ricerca azione di poter valutare sia in itinere sia ex post la consistenza degli obiettivi e risultati raggiunti riteniamo termina il presidente cusani che l investimento economico e di risorse umane prodotto per supportare la scuola pontina sia tra le nostre migliori opere immateriali i cui risultati saranno riscontrabili nel breve e medio termine dal successo che i ragazzi avranno nel proseguire gli studi ed entrando con competenze importanti nel mondo del lavoro mi corre l obbligo infine di ringraziare il prof giuseppe musilli che ha coordinato i lavori e chi come la dottoressa rachele di vezza e il suo staff di psicologi ha pensato e realizzato un modello di progettualità che si sta studiando anche a livello internazione l istituto comprensivo centro storico di terracina è stato il soggetto proponente della seconda edizione del progetto con-tatto e capofila di un raggruppamento composto da altri sette istituti scolastici della provincia di latina quali l i.t.i.s e liceo scientifico g marconi di latina i.p.a.a s benedetto di latina latina 5 l piccaro di latina i.i.s classica e tecnica vitruvio tallini di formia istituto comprensivo buonarroti di sperlonga istituto comprensivo amante di fondi scuola secondaria di i grado garibaldi-milani di fondi.

[close]

p. 9

da via costa nell attesa che il tar del lazio decida in merito al ricorso contro il comportamento omissivo dell ufficio scolastico regionale sollecitiamo ancora una volta la direzione regionale del ministero della pubblica istruzione di rivedere gli organici e fare in modo che anche la provincia di latina possa avere il tempo pieno nelle scuole elementari l insegnamento della lingua straniera e personale adeguato alle reali esigenze la direzione regionale con la distribuzione degli organici che ha pianificato per la provincia di latina pregiudica in alcuni comuni anche l apertura di numerose scuole per la mancanza di docenti e personale ausiliario mentre in altre c è la reale possibilità di vedere accorpare tante classi e quella che si vuole imporre alla provincia di latina una decisione che offende anche tanti ragazzi disabili che invece di essere sostenuti nel loro diritto allo studio e di ricevere la massima attenzione saranno di fatto abbandonati al loro destino ricordiamo per completezza d informazione che il pessimo provvedimento è stato sottoscritto dalla responsabile della direzione regionale la quale ha sfrontatamente favorito la provincia di roma a discapito delle altre come ravvisiamo in questa vicenda un palese conflitto d interessi il direttore dell ufficio scolastico della provincia di roma è anche il dirigente responsabile degli organici della regione lazio il che è tutto dire una situazione che definire scandalosa è un eufemismo e il ricorso al tar da parte della provincia di latina ha avuto il senso non di perpetrare conflitti e contenziosi tra istituzioni ma di sollevare un problema che fino ad oggi non ha ricevuto risposta dopo l esito del riscorso al tar attraverso il sostegno degli eletti del territorio trasferiremo l intera vicenda alla valutazione del ministro e del parlamento rammentiamo in estrema sintesi che l ufficio mondore@le numero 97 10 giugno 2011 querelle continua con il ministero scolastico regionale per l anno 2011/2012 ha determinato un numero di posti per la scuola primaria pari a 1711 unità a fronte delle 1826 assegnate per l anno 2010/2011 e riguardo alla dotazione organica della scuola secondaria di ii grado un numero di posti pari a 2115 a fronte delle 2254 unità attribuite lo scorso anno con un incidenza negativa di 115 unità in meno nella scuola primaria e di 139 unità in meno nella scuola secondaria di ii grado per queste e altre ragioni la provincia di latina a tutela degli interessi della scuola pontina e a difesa delle sue prerogative istituzionali ha impugnato davanti al tar la nota dell ufficio scolastico regionale del 18.03.2011 prot.7102 per 1 violazione ed erronea applicazione dell art 22 della legge n.448/2011 nonché eccesso di potere per difetto di istruttoria di motivazione illogicità e illegittimità derivata 2 violazione e falsa applicazione dei principi di cui al decreto del presidente della repubblica n.81/2009 del 20 marzo 2009 recante norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola ai sensi dell articolo 64 comma 4 del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 6 agosto 2008 n.133 in alternativa ai principi superiori del ordinamento previsti e tutelati dagli articoli 2 9 e 44 della costituzione eccesso di potere per evidente difetto dei presupposti illogicità manifesta contradditorialità eccesso di potere sotto tutti gli altri profili sintomatici 3 violazione dei principi costituzionali in tema di uguaglianza pari trattamento diritto allo studio di cui all articolo 34 della costituzione e dei livelli essenziali di prestazioni 4 violazione dei principi costituzionali in tema di lealtà e collaborazione tra enti istituzionali 9

[close]

p. 10

priverno di mario giorgi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 le incognite dell area archeologica la commissione trasparenza ripercorre i lavori trovando i nodi che hanno determinato il blocco la situazione relativa all area archeologica privernum in località mezzagosto dove si presume insistesse la città romana versa ormai in uno stato di evidente degrado e abbandono tanto che più volte in passato il problema è stato segnalato sia in sede istituzionale attraverso interrogazioni consiliari sia sui quotidiani locali dal partito democratico e da sinistra ecologia e libertà ora finalmente la questione è stata affrontata nella giusta sede e stata infatti oggetto dei lavori della commissione per la trasparenza amministrativa a parlarne è il presidente della commissione elvira picozza pd l esame della situazione particolarmente complessa ha richiesto tre incontri nel corso dei quali sono stati analizzati atti e documenti a partire dal 2000 anno in cui è stato stipulato il contratto con la ditta vincitrice dell appalto per un importo di 3.574.824 delle vecchie lire 1.846.242,61 euro fino ai giorni nostri i documenti secondo quanto ha dichiarato picozza dicono che fino all anno 2003 i lavori hanno seguito un andamento regolare e continuo tanto che è stato realizzato il 50 del previsto e questo ha permesso di poter richiedere alla regione lazio un ulteriore tranche di finanziamento pari al 30 la necessità di una variante in corso d opera per il rinvenimento imprevedibile di importantissimi reperti tra i quali la cattedrale altomedioevale portò a partire dalla fine del 2003 alla sospensione dei lavori ripresi dopo l approvazione di una variante da parte del comitato tecnico regionale verso la fine del 2005 naturalmente con un ulteriore integrazione finanziaria pari a 299.522,18 euro grazie alla ripresa dei lavori si poté procedere al pagamento del 10° e 11° stato di avanzamento dei lavori alla ditta appaltatrice dopo un ulteriore interruzione a partire dai primi mesi del 2006 a causa del mancato trasferimento di quel 30 di finanziamento ripetutamente richiesto i lavori ripresero nella metà del 2007 a seguito di un cospicuo finanziamento da parte della regione lazio ciò permise di certificare due ulteriori stati di avanzamento dei lavori il 12° e il 13° per i quali sulla base di quanto affermato dagli uffici competenti si accertò la disponibilità delle somme nel capitolo di bilancio corrispondente a questo punto nasce il primo nodo infatti spiega elvira picozza mentre il 12° stato di avanzamento venne materialmente pagato alla ditta appaltatrice il 13° non risulta a tutt oggi essere stato saldato per questo motivo è sorto un contenzioso tra la ditta appaltatrice del progetto e il comune di priverno che ha determinato l interruzione dei lavori e conseguentemente il degrado dell area archeologica con il reale rischio di vedere compromesso quanto finora realizzato senza escludere un possibile danneggiamento dei preziosi reperti già riportati alla luce di fatto i lavori risultano interrotti dal 14 gennaio 2008 con il 94,27 del progetto già realizzato ciò sta a significare sottolinea il presidente della commissione trasparenza che mancherebbe veramente poco per il completamento totale dell opera per la quale risultano da eseguirsi soltanto lavori per 120.000 euro c È anche una proposta per l ultimazione elvira picozza ormai manca poco per terminare l opera lavoriamo affinchè questo avvenga di mario giorgi fin qui la storia di un opera che rischia di diventare un altra grande incompiuta della città di priverno elvira picozza però non si limita a questo e passa anzi alla pars costruens il partito democratico afferma ritiene che sarebbe necessario agire con senso di responsabilità ferma restando la verifica della legittimità dell operato delle varie componenti invitando a discutere tutti i soggetti a vario titolo coinvolti regione ditta direttore lavori responsabile del procedimento con la precisa volontà di individuare soluzioni possibili per superare l attuale situazione di stallo ma la proposta pd sembra non aver fatto proseliti tanto che è sempre elvira picozza a parlare la giunta macci volendo trovare a tutti i costi un capro espiatorio al fine di tutelarsi ha ingaggiato un braccio di ferro con tutti i soggetti interessati nominando l ennesimo consulente alle dirette dipendenze del sindaco nello specifico un geometra che avrebbe dovuto dirimere ogni conflitto come affermato dallo stesso sindaco per giustificare una tale nomina e rimettere le cose nel giusto corso ma purtroppo così non è stato e i problemi ad oggi sono tutt altro che risolti visto che dalla relazione prodotta dal consulente tra l altro secondo picozza acquisita tardivamente agli atti della 10 commissione trasparenza dopo insistenti richieste anche scritte si evince che anziché dirimere la già complicata situazione vengono ulteriormente esasperati i toni puntando il dito contro tutti e soprattutto lasciando prevedere tempi molto lunghi per la soluzione del problema che come tanti altri riguardanti opere pubbliche vedi palazzo zaccaleoni e palazzo san giorgio naufragherà nelle acque paludose del contenzioso ma non finisce qui perché conclude il presidente della commissione trasparenza a completare il quadro c è poi la questione della convenzione con la regione lazio ormai scaduta da tempo il cui rinnovo puntualmente richiesto dal responsabile del procedimento non è mai arrivato in ogni caso il partito democratico ritenendo che ancora esistano margini di manovra per rettificare il tiro invita l amministrazione comunale a riesaminare il tutto per verificare se valga la pena procedere sul piano legale o se invece sia più produttivo intraprendere ogni iniziativa che veda il confronto responsabile di tutte le componenti interessate per giungere in tempi rapidi ad un equa soluzione al fine di restituire alla cittadinanza un importante tassello del patrimonio storico e culturale di priverno.

[close]

p. 11

priverno di mario giorgi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 consultorio senza medico ennesima brutta pagina della sanità lepina che perde un altro tassello un altra brutta pagina sulla sanità privernate è stata scritta tante in un passato più o meno recente sono state vergate dalla regione lazio e dall azienda sanitaria locale latina senza che i politici e gli amministratori di turno stiamo parlando di quanto accaduto praticamente negli ultimi quindici anni abbiano fatto qualcosa di concreto e inutile ora stare qui a ripercorrere quelle brutte pagine sarebbe come rigirare il coltello nella piaga tanto ciò che è stato tolto a priverno e ad un comprensorio di circa trentamila abitanti non sarà di certo restituito malgrado le tante promesse elettorali che abbiamo sentito nella campagna elettorale per le regionali del 2010 anche da parte di chi occupa poltrone davvero molto importanti veniamo all ultima pagina nera di cui si diceva in apertura riguarda l ambulatorio di ostetricia e più in generale il consultorio di via torretta rocchigiana il timore che prima o poi venisse a finire un delicato quanto importante servizio per il pianeta donne era stato avanzato in tempi non sospetti da sinistra ecologia e libertà per il tramite del consigliere comunale federico d arcangeli ed è ancora lui che torna tra l assordante silenzio di istituzioni e partiti politici sulla questione dopo il trasferimento all ospedale di fondi dell ultimo medico rimasto a reggere un servizio che è sempre stato di qualità sentiamo d arcangeli siamo dunque arrivati al punto in cui i nostri timori sulla sorte del consultorio di via torretta rocchigiana a priverno rischiano di concretizzarsi il medico che fino ad ora ha garantito il suo funzionamento la gran mole di servizi erogati il rapporto strettissimo con centinaia e centinaia di donne di tutto il comprensorio ed altro ancora è stato destinato ad altro incarico all interno della nostra asl questo significa secondo l esponente sel che il consultorio così come lo abbiamo conosciuto finora è praticamente finito perché tutta l attività che in qualche misura dipendeva dalla dedizione straordinaria di quel professionista difficilmente potrà essere recuperata ma rischia anche di segnare sottolinea preoccupato d arcangeli il declino dell attività per così dire normale di quella struttura alla luce delle difficoltà finanziarie dei tagli alle risorse e al personale cui la sanità regionale è sottoposta sappiamo sottolinea il consigliere comunale di opposizione che si sta cercando almeno di salvare il salvabile di ridurre in qualche modo il danno e certamente garantire la continuità del servizio sappiano però i responsabili della asl ammonisce d arcangeli che nessuna soluzione precaria o raffazzonata o improvvisata sarà accettata se non garantirà un servizio e prestazioni assolutamente adeguate alle esigenze delle donne di priverno e dell intero comprensorio azienda speciale a roccagorga osservatorio democratico chiede al sindaco di fermarsi e sentire le parti di luca morazzano nuovo nodo cruciale nella vita politica e in particolare associativa di roccagorga a catalizzare l attenzione degli addetti ai lavori è la volontà del sindaco carla amici di dare vita ad un azienda speciale sulla questione interviene osservatorio democratico che raccogliendo le istanze di cittadini dirigenti politici e rappresentanti del mondo associativo di roccagorga almeno questo riporta una nota inviata ai media invita lo stesso primo cittadino a rimandare la costituzione dell azienda nel particolare dalla nota si evince considerata l importanza strategica di tale operazione per il futuro della comunità lepina e ricordate le tristi vicende in cui altri paesi sono scivolati con la costituzione di aziende speciali e non solo nella nostra provincia sottolineiamo che sarebbe opportuno confrontarsi con tutte le forze in campo al fine di garantire la necessaria trasparenza lo statuto comunale preve de che per scelte cosi importanti si può procedere ad una consultazione cittadina e proprio per questo si chiede il rinvio della discussione nel prossimo consiglio comunale e soprattutto s invita l amministrazione comunale a partecipare alla raccolta delle 530 sottoscrizioni pari al 15 dei residenti per avviare formalmente un referendum popolare l auspicio è quello che il sindaco raccolga l invito poiché questa richiesta è in linea con la politica della trasparenza in tante occasioni evidenziata ma ancor di più per la portata istituzionale di tale scelta e proposta concludiamo lanciando un appello a tutte le forze in campo a pronunciarsi in merito alla richiesta della consultazione popolare adesso la palla passa al sindaco amici che deciderà se continuare dritta per la strada intrapresa o fermarsi un attimo ad aspettare i pareri delle parti coinvolte 11

[close]

p. 12

maenza di luca morazzano mondore@le numero 97 10 giugno 2011 spazi all esterno la crociata dei gestori i commercianti non possono occupare il suolo pubblico dall altra parte della strada tanti gli scompensi alla faccia del buon senso la questione degli spazi esterni per i bar non ha trovato una soluzione per completezza di informazione riportiamo l antefatto della vicenda è consuetudine in estate per bar e locali pubblici incrementare gli spazi a loro disposizione mettendo dei tavolini all esterno del proprio locale ovviamente ciò comporta l occupazione di suolo pubblico e per questo è previsto il pagamento di una tassa al comune negli anni passati tale consuetudine si è rivelata particolarmente gradita agli esercenti maentini che proprio in estate riuscivano a calamitare quella clientela che permetteva di aumentare gli incassi e in un certo qual modo fare scorta anche per i mesi invernali in cui il flusso è ben minore dati gli spazi ristretti a disposizione oltre che a destra e a sinistra della propria entrata i tavolini venivano posti anche di fronte dall altra parte della strada questo ovviamente apriva però una questione sicurezza sia per i clienti che per gli stessi avventori soprattutto il problema si apriva per le attività posizionate su via della circonvallazione per ovviare a tale problema di sicurezza l amministrazione ha ben pensato quest anno di vietare la possibilità di posizionare i tavolini dalla parte opposta della strada rispetto all entrata del locale con scontato malumore da parte dei titolari delle stesse attività in particolare a farsi sentire è tommaso iagnocco che ci racconta premetto che prima di questo sfogo ho cercato un punto di incontro come testimoniano le lettere protocollate rivolte al sindaco e all assessore competente ho però trovato un muro di gomma la scorsa estate l indirizzo dell amministrazione era opposto a quello di quest anno ad avvallare la propria istanza iagnocco mostra una lettera del comune datata 28/6/2010 con protocollo numero 3027 che recita tra l altro al punto 1b la superficie occupata e autorizzata deve essere delimitata da ringhiere in ferro battuto oppure in legno tutte uguali con fioriere e all interno una padana di altezza di circa 15-20 centimetri grande quanto lo spazio assegnato nell attesa della definizione di quanto stabilito al punto 1b ciascun proprietario provvederà in via provvisoria a delimitare l area con vasi di fiori in base a questo iagnocco specifica lo scorso anno quindi a stagione in corso ho delimitato tutto con fioriere ma quest anno ho commissionato la realizzazione di quanto richiesto sostenendo una spesa di circa duemila euro ai quali per la messa in opera avrei dovuto aggiungerne quasi altri mille dico avrei perché al momento della solita richiesta di occupazione mi sono visto negare il permesso protocollo 51 del 26/05/2011 per i tavolini dall altra parte della strada ho cercato un punto di accordo ma è stato tutto vano che ci faccio ora con tutto il materiale e il mancato incasso chi me lo ripaga di certo in questo modo l assessore e il sindaco non difendono gli operatori di commercio parole sacrosante da parte di chi ha investito del proprio in una situazione che assodata l esigenza primaria di garantire la sicurezza avrebbe semmai richiesto più buon senso da parte delle autorità il problema del signor iagnocco infatti investe anche altri operatori compromettendo seriamente la loro situazione economica magari lo studio di una limitazione del traffico l ausilio di attraversamenti pedonali rialzati o lo spostamento della carreggiata di transito sulla sinistra della via mandando a passare le auto sulle aree adesso adibite a parcheggio con aumento dello spazio antistante sfruttabile per il posizionamento dei tavolini potrebbero costituire dei palliativi alla soluzione della vicenda staremo a vedere 12

[close]

p. 13

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 97 10 giugno 2011 il consiglio ratifica il mutuo per le strade nella prima assise del mancini bis chiesti 110mila euro per la manutenzione viaria e stato ratificato nel primo consiglio comunale quello di insediamento un mutuo richiesto dal comune di norma per un importo complessivo di 110mila euro destinato alla manutenzione delle strade atto che ha scatenato la contrarietà dell opposizione che ha notato come quei soldi siano già stati tutti impegnati e spesi prima ancora che la richiesta di mutuo fosse ratificata in consiglio durante i frettolosi lavori della campagna elettorale come in ogni comune sotto elezioni che si conosca anche a norma il mese prima della tornata elettorale le strade in modo particolare le centrali sono diventate come nuove e l asfalto ha coperto addirittura lingue di strade dove non era mai arrivato prima si è gettato fumo negli occhi di elettori che hanno comunque avuto modo nei cinque anni passati di notare l inattività dell amministrazione mancini ben venga tuttavia la manutenzione delle strade che certo non dovrebbe restare hanno dichiarato i componenti del gruppo del partito democratico esclusiva delle settimane prima delle elezioni nonostante ciò c è da osservare come la maggioranza si sia prodigata in frettolosissimi lavori investendo ed impegnando di fatto soli non ancora neanche avuti ulteriori 110mila euro che portano a circa 1milione hanno concluso i mutui accesi centodieci anni di scavi all antica norba sono iniziati il 10 giugno del 1901 gli scavi di ricerca archeologica presso l antica città di norba mentre oggi si festeggiano i primi 110 anni dall inizio della campagna per l occasione la direzione scientifica del museo civico archeologico padre annibale gabriele saggi ha organizzato un importante evento che a partire dal ricordo degli scavi di inizio 900 avviati a norba da savignoni e mengarelli culminerà con un ampia panoramica degli scavi archeologici tuttora in corso l evento avrà inizio alle ore 17 presso la sala conferenze del museo in via della liberazione con un incontro in cui si ripercorreranno le tappe più importanti raggiunte in 110 anni al termine dell incontro pubblico i partecipanti saranno accompagnati in una visita guidata al parco archeologico dove avranno l opportunità di visitare i resti dell antica città di epoca repubblicana immersa nella ricca cornice naturale dei monti lepini d.t estate di iniziative per gli anziani a sermoneta un estate speciale ed alla portata di tutti e questo l obiettivo dichiarato dall assessore ai servizi sociali alberto battisti dell iniziativa estate d oro rivolta agli anziani e che prevede il rimborso parziale delle attività svolte nel periodo estivo un opportunità ha spiegato battisti per andare incontro alle categorie sensibili consentendo a tutti di fare le vacanze ed evitando discriminazioni sarà possibili organizzarsi singolarmente oppure in gruppo magari aderendo alle iniziative promosse dai centri anziani che quest anno andranno quello di pontenuovo a montegrotto terme dal 21 agosto al 4 settembre e a cattolica dal 16 giugno all 1 luglio quello del centro storico il comune rimborserà in base al reddito parte delle quote spese per le vacanze e tutti supportati dall isee avranno modo di accedere ai fondi stanziati in bilancio questa amministrazione comunale ha detto l assessore ai servizi sociali ha voluto anche quest anno lasciar libere le famiglie di decidere come meglio trascorrere le vacanze estive venendo comunque incontro con un contributo economico in base al proprio reddito la fattura della spesa sostenuta potrà essere presentata o presso l ufficio protocollo del palazzo comunale o presso la biblioteca comunale ed il centro civico di monticchio entro il 15 ottobre 2011 le domande che dovranno fare riferimento ad iniziative svolte dall 1 giugno al 30 settembre dovranno essere redatte esclusivamente sui modelli forniti negli uffici o scaricabili dal sito istituzionale www.affarigenerali.altervista.org d.t maenza il comune ha una banca diversa e dalla somma di vari fattori che si può tastare lo stato di salute di un paese e i servizi che in esso si riscontrano sono alcuni di essi la presenza di una banca è fondamentale e che sia un agenzia vera e propria anziché un semplice sportello è una differenza rilevante per i singoli cittadini ma anche per enti e ditte l allora banca d italia dal 1992 decise che a maenza la sua filiale fosse un agenzia in piena regola con la gestione del servizio di tesoreria dello stesso comune quasi vent anni dopo questo servizio viene però meno a segnalare la questione è pucci sindaco nel 1992 ai tempi della stipula di quell accordo e ora preoccupato dagli sviluppi possibili della vicenda l amministrazione da me guidata riuscì ad ottenere il passaggio dell unica banca operante a maenza da filiale o sportello ad agenzia vera e propria ora però dal 2010 e fino 31 dicembre 2014 il servizio è svolto dalla banca di credito cooperativo privernate la scelta del nuovo contraente è avvenuta mediante asta pubblica come previsto dall art 20 della 267/2000 utilizzando il sistema dell offerta economicamente vantaggiosa bene per la convenienza economica ma mi sorge un interrogativo perché l unicredit ha ritenuto non opportuno partecipare alla gara perché rinunciare ad un servizio che come è previsto nel contratto e nelle intenzioni del comune di maenza intende migliorare la qualità sei servizi forniti agli operatori economici nonché l efficacia dei controlli e un mistero che resterà tale oppure semplicemente una rinuncia dettata da fattori puramente economici di fatto è un servizio in meno a maenza 13

[close]

p. 14

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 a bassiano si apre il sipario di memorex l archivio multimediale dei monti lepini presentato in una conferenza si allarga anche sul web si è svolta sabato scorso la conferenza intitolata memorex archivio multimediale dei monti lepini che è rientrato nella festa di sant erasmo tenutasi a bassiano lo scorso fine settimana un incontro che ha visto un importante affluenza di pubblico e ha permesso di presentare a fondo cos è l archivio memorex un modo per ribadire l importanza di una memoria condivisa che non si riduca a se stessa ma diventi foriera di nuove professionalità ed intenti questo difatti l obiettivo cardine cui ruota attorno l intero progetto quello in definitiva di creare movimento turistico lavoro e consapevoelzza di una storia che è quella che ci portiamo sulle spalle un nuovo modo originale di promuovere il territorio attraverso immagini e filmati anche privati messi a disposizione dal semplice cittadino che vuole sentirsi partecipe di un progetto più ampio un archivio quello portato avanti dall associazione artistica gruppo alchimia che ha voluto e continua a voler dimostrare l importanza e la potenzialità di materiale come questo raccolto un materiale audiovisivo che vuole raggiungere maggior pubblico possibile all interno di un circuito culturale sempre più ampio e più allargatao anche grazie all utilizzo del web l archivio è infatti fruibile all indirizzo http www.documentafilmfest.tv/memorex_page.html in questa direzione vanno i lavori portati avanti sin ad ora dall associazione presentati proprio durante l incontro a partire da le ipotesi raccontate risultato di un workshop realizzato nel gennaio 2009 proprio a bassiano ventuno ragazzi provenienti da tutta italia che divisi in gruppi hanno girato per le vie del paese muniti di telecamera e microfoni registrando quello che ritenevano opportuno da queste immagini è infine venuto fuori un piccolo documentario che rappresenta anche una modalità diversa di turismo i partecipanti hanno infatti vissuto a bassiano per l intera durata del workshop creando un oggettivo ritorno economico per la cittadina È stato infine presentato il progetto storie dai muri che si propone di realizzare otto docufiction sulle leggende popolari già girata a sezze la prima storia di prossima uscita dal titolo lunanomalia sulla leggenda del lupo mannaro un idea che si inserisce in questa scia fatta di storia e memoria affinché i miti popolari non vengano persi e al contrario divengano base per unire creatività lavoro ed offerta turistica l avis di sezze promuove una nuova donazione nuovo appuntamento per l avis comunale di sezze sabato 11 giugno dalle 7.30 alle 11.00 presso il centro prelievi in via cappuccini ingresso 118 di fronte al bar brother s si svolgerà infatti un altra tappa della raccolta di sangue può diventare donatore chiunque abbia compiuto i 18 anni di età e pesi più di 50 kg il nostro medico effettuerà un colloquio una visita e gli accertamenti di tipo diagnostico/strumentale per verificare che non vi siano controindicazioni alla donazione la tutela della salute e della sicurezza sia del donatore che del ricevente sono fondamentali il mattino del prelievo è preferibile presentarsi a digiuno o eventualmente avendo assunto thè o caffè poco zuccherati ad offrirvi una bella colazione penseranno i giovani avisini dopo la donazione le donne che hanno in corso una terapia anticoncezionale non devono sospenderne l assunzione quotidiana saggio di fine anno al costa per il grillo di paola bernasconi venerdì 10 giugno alle 21 presso l auditorium mario costa di sezze località anfiteatro questa la data per la ventiquattresima edizione del saggio di danza estivo dell associazione culturale il grillo come ogni estate il lavoro che gli allievi e le allieve della scuola hanno portato avanti per tutto l anno viene messo in mostra due quest anno le serate oltre a quella del 10 giugno ne è infatti prevista una seconda che si svolgerà presso il centro sociale mons ubaldo calabresi parco della rimembranza sabato 9 luglio alle 21 un saggio fatto di danza e canto durante il quale sul palco si esibiranno più di cento tra ragazzi e ragazze a preparare gli allievi dei corsi di danza ci sarà come al solito la storica insegnante setina romina di nottia che ha visto sfilare sotto i suoi occhi centinaia di aspiranti ballerine formatasi nella prestigiosa scuola renato greco ballet studio come danzatrice insegnante e coreografa la di nottia dal 1992 si occupa dei corsi di danza classica moderna contemporanea e jazz presso la scuola de il grillo e dal 2001 è anche responsabile dei 14 laboratori di danza che l associaizone realizza presso alcune scuole elementari e medie della provincia di latina sei i corsi che si possono seguire durante l anno oltre ai due corsi di propedeutica e propedeutica avanzata che hanno fatto appassionare alla danza molte giovani setine alle sue coreografie si sono poi affiancate negli ultimi tempi le esibizione derivanti dai tre corsi di canto tenuti da roberto del monte e ludovica maiorino il primo si è diplomato in canto lirico presso il conservatorio o respighi di latina lì ha poi seguito il corso triennale di specializzazione lirico-teatrale è inoltre direttore del big soul mama gospel choir con cui ha lavorato come corista al disco e al tour europeo rosso relativo di tiziano ferro la seconda è invece diplomata presso il conservatorio di musica i perosi di campobasso e laureata nel 2009 in musicoterapia presso l università della musica a roma dal 2009 si è infine aggiunta una novità allo show lo spettacolo verrà infatti arricchito da proiezioni grafica e filmati realizzati dallo studio sketch[idea

[close]

p. 15

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 97 10 giugno 2011 palio del tributo tocca a porta romana continuano le iniziative rievocative a priverno tra eventi storici e moderni un pienone di date il palio del tributo a priverno è arrivato alla sua xvi edizione l inaugurazione si è svolta sabato 4 giugno in piazza giovanni xxiii con la presentazione del palio 2011 della pittrice anna colaiacovo è con la presentazione ufficiale del drappo che prendono il via le manifestazioni che si terranno per un mese intero durante l inaugurazione è stato inoltre proiettato il documentario palio del tributo 2010 a cura della mix intime c.i.t dopo la festa rionale di porta posterula svoltasi il 5 ne sono previste tante altre a partire da sabato 11 giugno in piazza trieste con la festa di porta romana ad essa seguiranno quella di porta campanina in piazzale metabo 18 giugno e la festa di porta paolina il 25 presso largo paolina tra una festa rionale e l altra tutta una serie di eventi che animeranno il centro lepino venerdì 24 sarà la volta dell esibizione e saggio di danza della palestra blue gym alle 21 in piazza del comune mentre mercoledì 29 alle 21 presso il cinema teatro reali si potrà assistere allo spettacolo filumena marturano la commedia di eduardo de filippo interpretata dalla compagnia diritto rovescio per sabato 2 e domenica 3 luglio previsto un fine settimana molto suggestivo il centro storico sarà infatti illuminato dal corteo storico con le fiaccole mentre il giorno dopo si festeggerà il gran finale l inizio è previsto il pomeriggio intorno alle 17 per la partenza del corteo storico la tradizionale corsa all anello che si corre con cavallo sellato e lancia militare senza ferro e l offerta del vino agli armigeri alle 18.30 verrà consegnato il tributo mentre alle 20 si saprà il nome del vincitore del palio 2011 la giornata si concluderà con una cena in piazza trieste il ritorno del palio del tributo nella piazza del comune ha rivitalizzato la manifestazione dandole un nuovo slancio ed una popolarità che va crescendo afferma il presidente dell associazione palio del tributo vittorio proietti il palio sta diventando un appuntamento a cui molte associazioni del territorio aderiscono con entusiasmo una tradizione che vede il suo inizio nel xiv secolo ed ha orgini che si perdono ormai nel tempo la sua nascita si fa risalire al momento in cui i comuni di maenza prossedi e sonnino furono obbligati a versare un tributo a priverno sul cui territorio erano sorti somma che veniva consegnata il giorno di san pietro a latina libri in festa con assoeditori libri da scoprire e da assaggiare con lo slogan tutto il sapore del sapere si apre l viii edizione della rassegna letteraria organizzata da assoeditori latina un fine settimana quello dal 10 al 12 giugno che permetterà alle piccole e medie case editrici di mettersi in mostra un evento ormai atteso per tutti gli appassionati l entrata è gratuita che potranno passeggiare tra gli stand allestiti in piazza del popolo a latina patrocinata dell assessorato alla cultura della provincia l evento è ormai unico nel territorio pontino e continua ad ospitare autori che possono così far conoscere il loro lavoro in una cornice interesante anche perché variegata alla letteratura si affiancherà anche la cultura enogastronomica con degustazioni e tema colazione con gli autori e performance teatrali presente infatti anche la fisar federazione italiana sommelier albergatori ristoratori che rappresenterà proprio quel punto di incontro tra letteratura e mondo enogastronomico il programma prevede una serie di incontri e presentazioni venerdì si passa dalla sonata a tolstoj di barbara alberti baldini castoldi dalai editore a vivere non basta di marcello veneziani e la porta di atlantide di giulio leoni entrambi mondadori ci sarà poi una performance di poesia mentre la sera si prosegue con due volumi in uscita della scrittrice nadia turriziani gli occhi dell amore e dizionario di una golosa edizioni sangel si prosegue sabato e domenica con più di venticinque presentazioni con nomi che vanno da de carlo a carofiglio fino a oliviero beha e dario franceschini la manifestazione si concluderà il 12 con una performance teatrale di rosalba panzieri che presenterà il suo lavoro tango sola testo pubblicato da arpanet p.b di paola bernasconi cincinnato il successo parte da cori ancora successi per la cooperativa cincinnato azienda di cori che può già vantare premi quali due medaglie d oro ed una d argento alla selezione del sindaco una medaglia d argento al 42° concorso internazionale wine and spirit competition di londra e due gran menzione al vinitaly a tutto questo si aggiunge ora il website award della quarta edizione del rome wine festival una riconoscenza che va a premiare la capacità dell azienda di rappresentare i proprio prodotti ed il proprio territorio attraverso una comunicazione efficace e l utilizzo del commercio elettronico accanto ad un buon lavoro pubblicitario e di immagine c è comunque un eccellenza indiscutibile che coniuga diversi fattori da quelli climatici a quelli produttivi in tutto ciò rientrano quindi l attenzione per la coltivazione di vitigni autoctoni l indirizzo biodinamico e biologico delle coltivazioni stesse l attenzione posta nello scegliere vitigni di prestigio oltre che un miglioramento costante ed attento nella produzione È di mercoledì 8 giugno scorso l ulteriore conferma del buon lavoro della cooperativa cincinnato presente nella città del gusto a roma per l evento legato all uscita della nuova guida oli d italia i migliori extravergine 2011 realizzata dal gambero rosso in collaborazione con unaprol consorzio olivicolo italiano fondato nel 1966 da coldiretti e confagricoltura in questa occasione la cantina presenterà il suo olio extravergine di oliva dioscuri una moncultivar di itrana che è già stato premiato con le 3 foglioline massimo riconoscimento assegnato agli oli eccellenti con profumi e sapori straordinari con punteggio da 86 a 100 dopo la gran menzione a l olio delle colline 15

[close]

Comments

no comments yet