mondorealenumero96

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero96

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 19 3 giugno 2011 n.96 sezze priverno incidenti mortali su via degli archi reginaldi chiede un intervento ztl proseguono le polemiche a una settimana dall introduzione di palma e vitelli tirano fuori nuove carte contro la dondi incendi boschivi è già iniziata la lotta del corpo forestale dello stato editoriale di simone di giulio ma quanto è costato in termini di equilibri politici il panino mangiato da alfredo milioni il giorno della presentazione delle liste per le regionali del 2010 tanto almeno a guardare con attenzione alle recenti vicende che hanno trascinato nel limbo un centrodestra ormai allo sbando più completo insomma la fame e la stanchezza del responsabile delle liste del popolo della libertà nella tornata che doveva restituire la pisana al centrodestra dopo il quinquennio disastroso di piero marrazzo potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso il buon milioni poi diventato un autentica icona del popolo dei social network aveva sbagliato in buonafede ma poi la cosa sembrava risolta lui adesso starà vendendo panini a porta pinciana strane e fortuite coincidenze la polverini ha vinto anche senza il supporto del partito più grande della coalizione ma il dado era tratto quindi alla prima occasione non è mancata la stoccata dell ex sindacalista diventata famosa grazie a ballarò che ha deciso di dare seguito alla sua onda lunga non quella fatta di tagli alla già martoriata sanità né quella dei suoi comizi a genzano in cui chiama `zecche quelli che la fischiano sonoramente mettendosi a capo di una lista civica che ha finito di affossare un partito in evidente declino contro fazzone e i fazzoniani sembra di sentire ancora le parole di zaccheo non appaltare più a fazzone la sua battaglia l ha vinta tanto da potersi permettere anche di criticare il partito di berlusconi dopo l esito dei ballottaggi e chissà cosa si inventerà adesso che ha decisamente il coltello dalla parte del manico in attesa di vederla nel retro del camper dei panini a sostegno di milione cosa che si augurano in molti la vera vincitrice della tornata 2011 è proprio lei politica sezze mas e nuovo polo autonomi norma mancini si insedia ma già ci sono polemiche dietro l angolo pontinia arriva il tombolillo-bis attualitÀ maenza a farneto la situazione viaria è sempre più critica rifiuti firmati sulla carpinetana pontinia allarme agromafie sulle rive del fiume ufente partito dei litiganti cultura sezze questa sera notte d incanto b.vodice bufala e polenta per tutti maenza ciliegie protagoniste sermoneta costituzione per over 18 a destra continuano le schermaglie tra le varie anime e a latina e provincia iniziano i primi malumori

[close]

p. 2

pdl di simone di giulio politica mai crisi fu piÙ nera mondore@le numero 96 3 giugno 2011 il partito ormai è allo sbando e le impovvisazioni del premier non bastano più fine di un era con le amministrative appena trascorse le ultime di una certa importanza prima della scadenza del mandato di silvio berlusconi prevista per il 2013 si è aperta un ulteriore falla all interno del sistema che regge il popolo della libertà che mai come oggi paga a carissimo prezzo l accentramento voluto dal premier e la difficoltà a trovare degni eredi per la sua successione nonostante le rassicurazioni del presidente del consiglio dei ministri le pesanti debacle a milano e a napoli aprono una falla che difficilmente si riuscirà a chiudere e che inevitabilmente porta strascichi anche a livello locale nella migliore tradizione dei partiti e dei movimenti politici costruiti a piramide che la situazione stesse precipitando lo si era già capito qualche mese fa la rottura con fini è stata plateale ma i campanelli d allarme lanciati dal presidente della camera e confermati con la scissione del gruppo di futuro e libertà indicano che già da tempo qualcosa all interno del maggiore partito del centrodestra italiano si era rotto la corsa alla regione lazio più di un anno fa aveva fatto emergere divergenze che solo ora trovano il proprio sfogo naturale la spaccatura di fli ha confermato che qualcosa andava rivisto soprattutto nei legami con la lega che ora ha davvero in mano le sorti del paese e non mollerà finché non avrà raggiunto l obiettivo di realizzare quelle riforme che aiuteranno solo chi vive da firenze in su berlusconi sembra aver finalmente capito la situazione in cui si trova e sta cercando di metterci più di una pezza anche rischiando di peggiorare i già precari equilibri che la sua coalizione di trova ad affrontare i salvataggi in corner rischiano davvero di mutare gli scenari politici italiani e alcune proposte del premier potrebbero addirittura velocizzare questi mutamenti radicali la proposta in piena campagna elettorale di spostare due ministeri al nord ha rischiato di far saltare il tappo da roma che per il momento resta l unica roccaforte sulla quale può ancora contare il presidente del consiglio il repentino ripensamento ha lasciato all interno del gruppo romano qualche mal di pancia così come tra gli esponenti della lega che dopo le sconfitte brucianti di milano e napoli ha chiesto una rapida e netta virata verso le riforme che sono a loro care federalismo fiscale e smarcamento dalle logiche romane altro che legittimo impedimento riforma della giustizia e meno tasse per tutti slogan che il cavaliere finora ha portato avanti con fierezza il popolo della libertà che finora era sembrata una corazzata invincibile con numeri da capogiro in parlamento e con una forza nascosta che gli permetteva di tenersi i panni sporchi in 2 casa adesso è diventata un orda allo sbando più completo con i protagonisti che cercano di smarcarsi da logiche spartitorie che potrebbero rivelarsi un arma a doppio taglio l arrivo delle stampelle in parlamento dopo l abbandono di fini e la capacità di restare fuori dai giochi di casini hanno fatto il resto con il gruppo storico del partito che per la prima volta dopo 17 anni si sente tagliato fuori questa situazione ha portato alle inevitabili sconfitte a napoli e a milano dove l aria di cambiamento rappresentata da de magistris e da pisapia ha fatto il resto con la sinistra classica il partito democratico che è stata giustamente alla finestra ad aspettare l inevitabile il re adesso è davvero nudo e ci vorranno più del suo noto charme o del tentativo di chiedere l intervento a barack obama sulla dittatura dei giudici di sinistra per evitare un tracollo che seppur fisiologico vista la pochezza di esponenti politici da lanciare nel nuovo panorama italiano ormai è dietro l angolo il cavaliere comunque non mollerà a discapito di un italia in cui la situazione ormai è in avanzato stato di decomposizione e non si può più attendere oltre l occasione per la seconda spallata che potrebbe davvero mutare radicalmente il panorama politico nazionale arriverà tra un paio di settimane solo allora e solo dopo la stagione dei congressi che a questo punto sembra davvero necessaria si potranno tirare i conti ma questa situazione ingestibile adesso rischia di portare nel limbo anche le altre realtà quelle regionali provinciali e locali che già iniziano a scalpitare in attesa di ordini che stavolta non arriveranno dall alto.

[close]

p. 3

politica di simone di giulio mondore@le numero 96 3 giugno 2011 la battaglia interna tra procaccini e sciscione è stato un altro campanello d allarme a latina era stata l arma in più per imporsi al primo turno ed evitare i pericoli del ballottaggio al quale andava incontro giovanni di giorgi ma altrove la lista legata alla governatrice del lazio renata polverini città nuove ha aperto una falla forse insanabile all interno del popolo della libertà a terracina e a sora addirittura la lista dell ex segretaria dell ugl è riuscita ad arrivare al ballottaggio dello scorso 29 e 30 maggio mettendo in crisi tutto il sistema del centrodestra locale la situazione di terracina ha avuto pesanti strascichi con procaccini e sciscione che si sono ritrovati a lottare per la stessa poltrona creando uno scenario inusuale che non ha fatto mancare polemiche e recriminazioni alla fine l ha spuntata nicola procaccini ex portavoce del ministro giorgia meloni che naturalmente si è schierata insieme a molti altri noti esponenti del pdl nazionale tipo alfano dalla parte dell uomo individuato dal partito per sostituire il sindaco uscente stefano nardi dall altra parte gianfranco sciscione il murdoch de noantri che dopo la scoppola rimediata alle regionali dello scorso anno che non gli ha permesso di trovare un posto alla pisana aveva strappato alla polverini il pass per giocarsi la carta della corsa a primo cittadino di terracina una battaglia serrata nelle due settimane che hanno separato il primo turno dal ballottaggio fatta di accuse reciproche e di posizioni drastiche considerando che si trattava di due movimenti che alla fine avrebbero potuto governare la città per i prossimi cinque anni a braccetto facendo il bello e il cattivo tempo nessuno si aspettava un duello con i petali di rose ma nemmeno un assalto all arma bianca per strappare quel 50 1 che garantiva la vittoria e anche i grandi hanno fatto la loro parte detto della meloni e di altri esponenti del popolo della libertà che hanno sostenuto il giovane giornalista vanno registrate le posizioni di renata polverini e di gianni alemanno che invece si sono messi in prima fila a sostegno dell imprenditore terracinese che ad un tratto è sembrato più interessato a distruggere la proposta di procaccini e del suo maggiore estimatore tale claudio fazzone piuttosto che pensare a cosa mettere in campo una volta diventato primo cittadino quella che ne è venuta fuori è l ennesima spaccatura tra le varie anime del popolo della libertà dopo il ballottaggio che ha visto imporsi procaccini con il 52.85 delle preferenze contro il 47,15 conquistato da sciscione sono iniziate le frecciate tra le due fazioni nessuno però ha posto l accento su altri numeri nel primo turno i votanti erano stati 28.640 pari al 76.94 degli aventi diritto solo due settimane più tardi gli elettori sono diventati 22.997 elettori per una percentuale del 61,77 dati inquietanti che non si possono giustificare con l assenza di competitors che avrebbero spinto i cittadini a disertare le urne quel che resta è una falla nemmeno minimamente intaccata dalle dichiarazioni post voto dello stesso sciscione che ha assicurato come nella migliore tradizione che la sua opposizione in consiglio comunale sarà costruttiva decisamente più incisive le dichiarazioni di renata polverini che ha preferito gettare benzina sul fuoco il pdl ha spiegato a caldo la governatrice del lazio manca di una struttura organizzativa È necessario creare una squadra di comando interlocutori certi e autorevoli che sappiano essere punto di riferimento sul territorio sono queste amministrative a dimostrare che ci sono state delle lacune soprattutto nella scelta dei candidati sindaci qualunque sia l esito dei ballottaggi ha concluso in tono minaccioso la polverini io ho vinto incasso comunque un gran bel risultato e berlusconi deve riflettere chiedendosi che partito è diventato il pdl il pasticciaccio brutto a terracina direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione l 1 giugno 2011 3

[close]

p. 4

sezze di simone di giulio mondore@le numero 96 3 giugno 2011 via degli archi strada della morte dopo i tragici fatti delle scorse settimane reginaldi torna a chiedere un intervento immediato gli ultimi fatti di cronaca che hanno visto protagonista via degli archi di san lidano non lasciano insensibile roberto reginaldi consigliere di nuova area che da anni ormai porta avanti la sua personale battaglia per la messa in sicurezza di un tratto stradale tra i più pericolosi e meno controllati del vasto territorio setino gli incidenti delle scorse settimane hanno costretto il consigliere di minoranza ad agire attraverso due canali quello comunale e quello provinciale in ambito comunale è stata subito presentata un interrogazione che verrà discussa nel question time previsto per il 7 giugno nell interrogazione presentata da reginaldi si legge non è la prima volta che presento interrogazioni riguardo lo stato pessimo di sicurezza della via mercoledì 25 maggio a seguito di ulteriore grave incidente stradale perdevano la vita due persone che conoscevo personalmente sullo stesso tratto stradale hanno perso la vita numerose persone e nonostante le mie tantissime interrogazioni in cui si chiedeva di attivarsi e concertarsi con l assessore alla viabilità della provincia di latina per una serie di controlli per garantire la viabilità della stessa nulla è stato fatto reginaldi condanna la mancanza di controlli e il continuo transito di mezzi pesanti benché insista il divieto di transito predisposto dalla prefettura oltre all alta velocità di alcuni automobilisti indisciplinati e la mancanza di segnaletica ad indicare possibilità di postazioni mobile autovelox considerato che via archi di san lidano è divenuta ancor più pericolosa di quanto lo sia stato mai a tal punto di essere definita strada killer e considerato che sezze vanta ben due consiglieri provinciali uno in minoranza e uno in maggioranza interrogo chi preposto sulla possibilità di dare seguito e prestare attenzione alle mie precedenti interrogazioni e quindi predisporre una serie di interventi che attui una viabilità sicura di quanti percorrono quel tratto inoltre rammento che le vie comunali del territorio di sezze specie della campagna sono tutt ora in uno stato pessimo anzi pietoso con incroci inghiottiti dall erba segnaletica stradale inesistente totalmente insicure reginaldi ha poi chiesto un immediato intervento a mauro sasso consigliere provinciale di nuova area invitandolo ad intervenire nella nota indirizzata a sasso si legge mi ha contattato il sig eramo alquanto alterato invitandomi ad esporre il problema al mio gruppo in provincia ed è quello che faccio ti chiedo prosegue l appello di reginaldi a sasso di protocollare identica interrogazione con oggetto la sicurezza della via in oggetto e di usare gli stessi toni il dovere di un consigliere al servizio del popolo non ha confini come per me con i vari quartieri di sezze lo è per te con i paesi della provincia di latina io credo ha concluso reginaldi nella buona volontà e non più nelle bandiere o appartenenze sono per le risposte ai cittadini e solo operando senza pietà e senza indugio si possono ottenere commercio arriva la fidelity card l iniziativa è stata presentata lo scorso 31 maggio la soddisfazione dell assessore di raimo martedì 31 maggio presso le colonne di titi si è tenuta la presentazione e la consegna delle prime fidelity card del centro commerciale naturale via grande presenti il sindaco andrea campoli l assessore allo sviluppo locale sergio di raimo il dirigente del settore servizi culturali e attività produttive piero formicuccia ed il presidente del ccn sezze via grande francesco demenica con la consegna delle prime fidelity card ha spiegato l assessore allo sviluppo locale sergio di raimo abbiamo raggiunto un ulteriore obiettivo che porterà al completamento del progetto del centro commerciale naturale la carta fedeltà permette di accumulare punti e ricevere regali per la casa o per il tempo libero un utile strumento che consente di migliorare il servizio ai clienti e creare delle comunità di consumatori su cui inviduare delle azioni promozionali ad-hoc il centro commerciale naturale di sezze insiste su un area del centro storico che si snoda dalle principali vie d ingresso via s carlo chiamata tradizionalmente dagli abitanti via grande fino alle piazze dell antico nucleo del paese un insieme di negozi coordinati e integrati fra loro da una politica comune di sviluppo e di promozione del territorio una rete fatta da attività commerciali e artigianali collocate in modo naturale su una stessa area e su una stessa strada la crescita e lo sviluppo economico del territorio ha spiegato di raimo rappresentano delle priorità su cui quest amministrazione sta continuando ad investire molto quello del centro commerciale naturale è sicuramente un modo diverso di proporsi al mercato che da una parte offre ai commercianti e ai consumatori un occasione in più per vendere ed acquistare prodotti a prezzi vantaggiosi dall altra consente di valorizzare e far conoscere il nostro centro anche a potenziali visitatori nei prossimi giorni sarà possibile richiedere le fidelity card presso gli esercenti aderenti al ccn 4

[close]

p. 5

sezze di simone di giulio mondore@le numero 96 3 giugno 2011 mas e nuovo polo si smarcano i due movimenti di centrodestra prendono le distanze dal pdl autonomia e indipendenza centrodestra sempre più in crisi a sezze a meno di un anno dalla tornata elettorale che stabilirà sindaco e nuovo consiglio comunale a prendere le distanze dal popolo della libertà sono due gruppi che finora sembravano vicini alle posizioni del partito in piena fase di ricostruzione in vista dell appuntamento elettorale nuovo polo e movimento di alleanza setino che in una nota chiariscono la loro situazione con lo scopo di fugare dubbi a tutti coloro che sino ad oggi si sono aggregati con i due movimenti in una nota si legge ci rivolgiamo a tutte quelle persone che hanno in animo l intenzione di cambiare e rinnovare il modo di fare politica fino ad oggi caratterizzata da trasversalità nemmeno tanto celate entrambi i movimenti ribadiscono la loro totale autonomia e indipendenza nelle decisioni e nelle azioni politiche sino ad oggi intraprese a tal proposito è opportuno ricordare che recentemente i due soggetti politici hanno avuto incontri con altre realtà di centrodestra e non senza peraltro aderire ad alcun cantiere delle idee inoltre prosegue la nota è doveroso ribadire che entrambi i movimenti si sono prefissi come obiettivi primari quello di ridare voce a tutti i cittadini delusi se non addirittura dimenticati dall attuale amministrazione incapace di dare corso alle promesse elettorali e preoccupata solo di finire il mandato anche se agonizzante un altro obiettivo di mas e nuovo polo è quello di evitare che alla prossima tornata elettorale direttamente o indirettamente vi siano delle ingerenze non richieste né gradite sulle decisioni che i due gruppi politici ritengono debbano essere assunte e condivise in loco per il solo ed esclusivo interesse della collettività di sezze nella convinzione di intercettare il comune sentire spiega ancora la nota dei due movimenti continueremo ad avere incontri con singoli cittadini partiti liste civiche gruppi politici e non associazioni operatori che vivono la quotidianità del territorio setino con lo scopo di poter dare al paese nel prossimo futuro un amministrazione che interpreti e risponda in maniera concreta ai problemi della collettività una piazza intitolata a di rosa e stato inaugurato sabato 28 maggio il largo in memoria di luigi di rosa in occasione del 35° anniversario della sua morte era il lontano 1976 quando il giovane setino all epoca dei fatti appena 21enne fu ucciso da alcuni colpi di pistola sparati al termine di un comizio di sandro saccucci importante esponente del movimento sociale italiano tenutosi in piazza iv novembre l amministrazione comunale ha dichiarato il sindaco andrea campoli con l intitolazione del largo in memoria del nostro concittadino vuole ricordare il giovane morto innocente in una dolorosa fase del nostro paese gli anni di piombo un segnale questo di rappacificazione e di rifiuto della violenza ma soprattutto un monito per le future generazioni affinché non si ripetano più gli errori del passato la cerimonia si è tenuta nello spazio dove è posto il monumento dedicato ai martiri dell antifascismo incrocio tra via marconi e via s bartolomeo l evento è stato anticipato da una marcia partita da piazza iv novembre che ha seguito lo stesso percorso fatto dal manipolo di saccucci fino a giungere in zona ferro di cavallo ai piedi del monumento eretto in ricordo di di rosa al corteo si sono unite le autorità istituzionali e gli istituti scolastici del territorio comunale l iniziativa che rientra nell ambito del premio nazionale luigi di rosa è stata promossa dall associazione culturale araba fenice e dal comune di sezze 5

[close]

p. 6

sezze di simone di giulio mondore@le numero 96 3 giugno 2011 depurazione la dondi inadempiente duro affondo dei consiglieri di palma e vitelli che tirano fuori i verbali dell arpa lazio prosegue il duello tra i consiglieri di minoranza serafino di palma e antonio vitelli e la dondi società che gestisce il servizio idrico integrato a sezze stavolta il discorso torna sulla questione della depurazione e in una nota inviata al sindaco campoli al presidente del consiglio comunale zeppieri e all assessore ai lavori pubblici bernabei i due consiglieri pongono l accento su un recente verbale di accertamento dell arpa lazio sull impianto di depurazione di via degli archi in cui la stessa rilevava la presenza di valori altissimi e superiori a quanto prescritto dalla legge in materia di depurazione ed impatto ambientale quanto riportato si legge nella nota pone allo stesso livello di non conformità i due impianti di depurazione quello sito in via casali e quello di via degli archi precostituendo la fattispecie prevista dalla sentenza della corte di cassazione n.8318 /2011 che abolendo di fatto la legge 13/2009 riporta la situazione giuridica a quanto stabilito dalla sentenza n.335/2008 della corte costituzionale per la quale il costo di depurazione è dovuto solo in presenza di un servizio effettivamente erogato ed efficiente dal punto di vista ambientale non avendo le autorizzazioni allo scarico da parte del settore ambientale della provincia di latina prosegue la nota a firma dei consiglieri comunali di palma e vitelli entrambi i depuratori sono fuori legge per cui la concessionaria del servizio idrico la dondi spa dovrebbe essere oggetto di sanzioni pecuniarie l invito che vitelli e di palma fanno all amministrazione comunale e al sindaco è quello di adot6 tare i provvedimenti necessari alla tutela della salute dei cittadini inoltre si chiede di adottare tutti i provvedimenti sanzionatori amministrativi previsti dalla convenzione nei confronti della concessionaria e dalle leggi specifiche vigenti quali il d.lgs n 152/2006 art 133 commi 1,2,3 che stabiliscono specifiche sanzioni pecuniarie per un importo complessivo intorno a 100mila euro oltre a porre in essere tutte le azioni che possano portare in breve termine alla rescissione contrattuale con una concessionaria che continua a dimostrarsi inadempiente sotto tutti i punti di vista

[close]

p. 7

da via costa la provincia di latina ha impugnato davanti al tar la nota dell ufficio scolastico regionale del 18.03.2011 prot.7102 relativa al dimensionamento della rete scolastica provinciale l ufficio scolastico regionale per l anno scolastico 2011/2012 stabilisce un numero di posti per la scuola primaria pari a 1711 unità a fronte delle 1826 assegnate per l anno 2010/2011 e riguardo alla dotazione organica della scuola secondaria di ii grado un numero di posti pari a 2115 a fronte delle 2254 unità attribuite lo scorso anno con un incidenza negativa di 115 unità in meno nella scuola primaria e di 139 unità in meno nella scuola secondaria di ii grado per queste e altre ragioni e in considerazione del comportamento omissivo e disattento verso le esigenze provinciali e comunali tenuto dall ufficio scolastico regionale la provincia di latina ha depositato nei giorni scorsi un dettagliato ricorso al tar per 1 violazione ed erronea applicazione dell art 22 della legge n.448/2011 nonché eccesso di potere per difetto di istruttoria di motivazione illo mondore@le numero 96 3 giugno 2011 docenze e personale ata la provincia va al tar gicità e illegittimità derivata 2 violazione e falsa applicazione dei principi di cui al decreto del presidente della repubblica n.81/2009 del 20 marzo 2009 recante norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola ai sensi dell articolo 64 comma 4 del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 2008 n.112 convertito con modificazioni della legge 6 agosto 2008 n.133 in alternativa ai principi superiori del ordinamento previsti e tutelati dagli articoli 2 9 e 44 della costituzione eccesso di potere per evidente difetto dei presupposti illogicità manifesta contradditorialità eccesso di potere sotto tutti gli altri profili sintomatici 3 violazione dei principi costituzionali in tema di uguaglianza pari trattamento diritto allo studio di cui all articolo 34 della costituzione e dei livelli essenziali di prestazioni 4 violazione dei principi costituzionali in tema di lealtà e collaborazione tra enti istituzionali messaggi forti per la sicurezza nel quadro della pianificazione sviluppata dalla provincia il piano provinciale della sicurezza stradale previsto in attuazione del piano nazionale della sicurezza stradale legge n 144 del 1999 può essere riguardato come uno dei momenti coordinati e integrati di programmazione e governo dell evoluzione del sistema dei trasporti provinciali in chiave di sviluppo sostenibile in particolare le problematiche connesse alla sicurezza per tutti gli aspetti di competenza rivestono un ruolo centrale negli obiettivi e nelle attività dell assessorato all urbanistica e ai trasporti della provincia di latina infatti le azioni attraverso cui si esplicano le attività finalizzate al miglioramento della sicurezza sulle strade provinciali vanno dalla pianificazione territoriale alla pianificazione degli interventi sino alle autorizzazioni e controllo delle scuole guida officine di revisione e agenzie di pratiche auto l piano provinciale della sicurezza stradale costituisce pertanto la cornice sistematica entro cui trovano coerenza e integrazione tutte le azioni avviate esso in coerenza con le priorità indicate dal piano nazionale prevede azioni strutturali e strategiche dedicate al miglioramento della capacità di governo della sicurezza stradale e misure e interventi puntuali dedicati a mitigare le situazioni di maggior rischio nonché interventi tesi alla prevenzione del fenomeno della incidentalità stradale ed al radicamento e diffusione di una nuova cultura della sicurezza stradale sulla base di tali premesse il piano della sicurezza stradale della provincia di latina ha assunto un forte carattere di multidisciplinarietà che è divenuto fattuale da un lato attraverso la collaborazione con altri settori della provincia come quelli delle politiche sociali della pubblica istruzione della viabilità e dall altro attraverso la predisposizione e stipula di appositi protocolli d intesa per lo scambio e la condivisione di dati e analisi con i diversi soggetti competenti tra cui gli organi di polizia e l azienda sanitaria per il perseguimento degli obiettivi di miglioramento della sicurezza stradale nell ambito del piano sono state avviate le seguenti azioni istituzione presso l ufficio di piano del centro di monitoraggio dell incidentalità stradale con il compito di popolare e gestire la banca dati degli incidenti stradali di svolgere attività di monitoraggio dell incidentalità di produrre statistiche a supporto della programmazione di azioni e interventi per la sensibilizzazione degli utenti e per il miglioramento della rete e infine per la diffusione dei risultati raggiunti e per lo scambio di esperienze con altri enti e organismi impegnati nel settore analisi e studi per la individuazione e programmazione di interventi sulla rete stradale attività di sensibilizzazione e informazione per la costruzione di una nuova cultura della sicurezza stradale e per il contrasto dei comportamenti a rischio da parte degli utenti della strada l assessorato all urbanistica e ai trasporti ha deciso di avviare un insieme di azioni integrate sui tratti della rete stradale di proprietà della provincia con maggiore concentrazione di incidenti queste azioni sono state articolate in interventi di miglioramento delle condizioni generali dell infrastruttura già avviati e realizzati e interventi di contrasto dei comportamenti a rischio degli automobilisti di cui è parte la campagna odierna di sensibilizzazione ed evidenziazione dei tronchi stradali a rischio e stata pertanto progettata una campagna di informazione basata su una cartellonistica stradale posta all inizio degli itinerari a maggiore incidentalità ed altri a maggiore impatto da porre in corrispondenza dei punti ove sono più concentrati gli incidenti lo scopo è catturare l attenzione dell automobilista e ribadirgli la necessità di tenere un comportamento prudente agendo sulla principale causa di incidenti rappresentata dall eccesso di velocità l iniziativa è stata resa possibile grazie all attività del centro di monitoraggio che fornisce il supporto tecnico alla programmazione delle azioni di diversa natura che la provincia mette in campo e che nel caso specifico ha prodotto le elaborazioni statistiche necessarie all individuazione dei punti neri ovvero dei tratti stradali ove si verifica il maggior numero di incidenti e in corrispondenza dei quali sono stati posizionati i cartelloni della campagna di sensibilizzazione 7

[close]

p. 8

sermoneta di domiziana tosatti mondore@le numero 96 3 giugno 2011 tanta propaganda per nulla scarsella ridimensiona in maniera drastica il piano delle opere pubbliche tanta propaganda e nessuna copertura finanziaria e drastico antonio scarsella capogruppo consiliare del gruppo misto nel commentare il piano triennale delle opere pubbliche approvato nell ultimo consiglio comunale e divulgato anche attraverso la stampa dal delegato del settore gilberto montechiarello toni esaltanti e tante promesseha osservato scarsella che rimangono appunto promesse senza la certezza di una copertura finanziaria proprio per le opere tanto propagandate sono senza copertura il tombinamento del fosso torno la nuova scuola media di pontenuovo carrara e l ampliamento del complesso sportivo di le prata stessa sorte per il parcheggio dell area mercato a piedimonti ed il completamento del recupero edilizio di palazzo scatafassi nel centro storico destinato ad edilizia pubblica non diverso lo scetticismo verso le opere pubbliche in corso i lavori per il parcheggio ed il sottopasso ferroviario di carrara sono fermi da più di un anno non si sa se per problemi di progettazione con le ferrovie dello stato o per contenziosi legali della ditta appaltatrice frutto invece di finanziamenti e di accordi pubblico-privati avviati ed in alcuni casi conclusi anche negli anni passati dalle amministrazioni precedenti sono per scarsella anche la nuova scuola materna di pontenuovo i parchi pubblici sempre a pontenuovo il centro civico di monticchio la nuova caserma dei carabinieri a sermoneta scalo gli interventi nel centro storico tutte opere non riconducibili alla sola attuale maggioranza ha sottolineato il consigliere e a dimostrazione di ciò non ci sono le polemiche dell opposizione ma i numeri tra le carte del bilancio l unico finanzia mento con copertura certa ha ricordato ancora è quello per la manutenzione delle strade comunali grazie ad un mutuo di 400mila euro per il resto le spese correnti sono state coperte solo grazie alle risorse dell autovelox e dagli oneri edilizi delle nuove abitazioni la sola propaganda non basta serve una programmazione strategica con cui affrontare i nodi presenti e lo sviluppo futuro del territorio solo in questo modo ha concluso antonio scarsella sarà possibile fornire risposte concrete e all altezza della sfida economica sociale e culturale in atto il comitato per il si È attivo incontro pubblico a monticchio in vista dei referendum del 12 e 13 giugno di domiziana tosatti il comitato per il sì al referendum del 12 e 13 giugno prossimi formato dai responsabili comunali dei partiti di centrosinistra ha organizzato un in contro pubblico per oggi venerdì 3 giugno presso il centro civico di monticchio saranno presenti oltre ai fondatori del comitato anche antonio melis vice segretario provinciale del partito socialista franco nuglio consigliere provinciale della federazione della sinistra enrico forte segretario provinciale del partito democratico ed anna maria tedeschi deputato regionale dell italia dei valori e necessario partecipare al referendum hanno esortato i fon datori del comitato perché nessuno possa decidere al nostro posto si deve dire sì ai due quesiti sulla gestione delle risorse idriche perché l acqua è una risorsa pubblica e non può essere oggetto di un commercio senza scrupoli sì anche al quesito sul nucleare il futuro dell italia hanno osservato emanuele agostini del partito socialista claudio cacciotti del partito democratico giovanni felici de l italia dei valori e davide vetica della federazione della sinistra è nelle energie rinnovabili il nucleare porta costi enormi nessuno sviluppo e nessuna certezza anche sul quesito sulla giustizia ed il legittimo impedimento il comitato invita a votare sì che la legge sia uguale per tutti è un principio affermato nella costituzione e la costituzione va difesa il legittimo impedimento favorisce le cricche e privilegia le caste 8

[close]

p. 9

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 96 3 giugno 2011 il nuovo consiglio giÀ tra le polemiche si è appena insediata la seconda assise targata mancini ma già arrivano critiche e toni aspri si è insediato già tra mille polemiche e toni aspri il consiglio comunale che ha visto la riconferma della maggioranza uscente del precedente mandato e del sindaco sergio mancini non solo una cerimonia ufficiale per la nominata dei 12 consiglieri più il sindaco ma già da subito un occasione per continuare a dar voce ai forti contrasti che caratterizzando i rapporti tra maggioranza ed opposizione assente il candidato sindaco sconfitto mario cassoni che nei giorni ha inviato presso l ente una lettera di dimissioni non accettate dalla maggioranza queste ultime che ritiene che cassoni sarebbe dovuto essere prima nominato e solo dopo potersi dimettere sarà quindi con tutta probabilità convocato nuovamente tra qualche giorno il consiglio al fine di nominare cassoni consigliere qualora si verificassero le condizioni di leggibilità e poi ratificarne le dimissioni mario cassoni continuerà a sedere sui banchi di via costa dove è stato eletto consigliere di opposizione in seno al partito democratico uscite e nuovi ingressi in giunta invece all interno della confermata maggioranza oltre luigi bisirri ex assessore ai lavori pubblici e primo dei non eletti della lista civica per norma sono usciti dalla giunta anche giacomo giuliani assessore alla sanità nel precedente mandato romeo marcelli assessore al personale dal 2006 al 2011 e bruno guarnacci prima assessore ed ora delegato al bilancio ingresso in giunta invece per giorgio collinvitti che ha preso il posto come prevedibile di bisirri con delega ai lavori pubblici alla mobilità e ai trasporti di nadia dell omo assessore alle pari opportunità pubblica istruzione e ser vizi sociali e di andrea dell omo giovane che ha riscosso 125 preferenze e che ha avuto la delega assessorile alle politiche giovanili al turismo ai finanziamenti comunitario nazionali e regionali confermato l incarico di vicesindaco per marcello guarnacci nominato di nuovo assessore alla cultura protezione civile sport ed associazionismo i consiglieri delegati sono giacomo giuliani alla sanità ed alle politiche agricole e pastorizie bruno guarnacci al bilancio ed alla programmazione economica e romeo marcelli delegate al personale e all ambiente bassiano il bilancio di due anni di mandato psi e bassiano futura ripercorrono i primi settecentotrenta giorni di governo del paese lepino di domiziana tosatti il bilancio di due anni di governo in risposta alle accuse selvagge ed irresponsabili della minoranza recenti sono le accuse da parte del gruppo consiliare del popolo della libertà di u atteggiamento da parte della maggioranza poco democratico e competente critiche ed accuse hanno scritto in una nota congiunta i due gruppi che formano la maggioranza di costantino cacciotti partito socialista italiano e bassiano futura distruttive e dannose non tanto per noi quanto per l immagine che si dà all esterno del popolo di bassiano che a chi legge da fuori può apparire bellicoso e poco costruttivo nonostante la fortissima crisi economica e sociale nonostante i piccoli comuni come bassiano siano di continuo sottoposti ad espropri economici che hanno ridotto a zero la possibilità di investire e creare occupazione attraverso un attenta programmazione improntata sul miglioramento della vita dei cittadini ci siamo impegnati hanno evidenziato i consiglieri a creare nuovi servizi e nuove possibilità di occupazione a chilometri zero grazie alle cooperative sociali ed alle ditte artigiane abbiamo accolto senza mai esitare si legge ancora le proposte concrete dei giovani che hanno dato gli stimoli necessari ad attuare una serie di iniziative per la creazione di nuova occupazione giovanile attraverso la green-economy le fonti di energia rinnovabile l acqua pubblica e la raccolta differenziata nonostante poi i fortissimi tagli ed i problemi che la regione lazio sta creando agli enti locali bassiano è un cantiere aperto la maggioranza sta lavorando all attuazione del programma votato dalla maggior parte dell elettorato opere pubbliche progetti per l occupazione giovanile stabilizzazione degli lsu la raccolta differenziata il piano regolatore generale servizi sociali più efficienti politiche dello sport infrastrutture scolastiche opere e servizi cui se ne aggiungono e se aggiungeranno numerosi altri si legge in ultimo nella nota che stiamo realizzando e continueremo a realizzare senza mai mettere le mani nelle tasche dei cittadini 9

[close]

p. 10

priverno di mario giorgi mondore@le numero 96 3 giugno 2011 mugugni per la ztl cosÌ forse non va annamaria bilancia lancia la proposta di un incontro tra tutte le parti per studiare soluzioni efficaci la chiusura al traffico di via consolare a priverno per tre ore in tutti i pomeriggi l argomento resta quello l esperimento è partito giovedì 26 maggio torniamo su questa storia a seguito di un intervento sulla questione della coordinatrice del partito democratico anna maria bilancia l istituzione della ztl coincide con l intera fascia oraria di apertura pomeridiana dei negozi e questo nonostante che i commercianti di via consolare si lamentino ormai da mesi sostenendo che la chiusura alla circolazione nelle fasce orarie di maggiore punta per gli acquisti causa un notevole calo delle vendite tanto da mettere a repentaglio il futuro della loro attività commerciale questi commercianti hanno più volte formulato delle proposte continua anna maria bilancia come quella di chiudere il corso più tardi dopo le venti assicurando l apertura prolungata dei negozi ma le loro proteste e le loro proposte restano puntualmente inascoltate ma la nuova disposizione riguarda inevitabilmente anche tutti i residenti del centro storico che per tre ore al giorno non possono circolare liberamente dalla e verso la loro casa a meno che non possiedano un passo carrabile una cosa sottolineata dalla bilancia la rigidità e la consistenza di un simile provvedimento causeranno conseguenze pesanti sulla qualità di vita e sulla sicurezza di tanti cittadini isolati e imprigionati in una norma dispotica che non ha nulla di funzionale l immagine di sé che priverno sta dando suo malgrado in questi giorni insiste la coordinatrice pd è davvero brutta e deprimente il nuovo senso unico di via battisti è servito sì a ricavare posti per la sosta ma ha reso difficile la circolazione dei veicoli e pericolosa quella dei pedoni che debbono zigzagare tra macchine ferme e in transito perché i parcheggi ricavati su ogni centimetro di spazio disponibile hanno ridotto la carreggiata alla misura di viottoli e le macchine sono ovunque ferme e in movimento tranne che in via consolare si può capire l esigenza e l utilità di creare isole pedonali per offrire ai cittadini spazi e viabilità più sicuri ma non si capisce perché questo debba valere solo per una strada e in tutto il resto del paese può vigere il caos più incredibile la comunque riconosce le difficoltà a risolvere un problema atavico di questa città non è sicuramente facile risolvere il problema del traffico a priverno ma è certamente necessario affrontarlo insieme alla ricerca di soluzioni funzionali studiate sull analisi dell intero sistema urbano e della viabilità per individuare soluzioni efficaci ancora siamo in tempo per studiare soluzioni migliori invito i residenti e i commercianti di via consolare e di tutto il centro storico le forze politiche e l amministrazione comunale perché si proceda finalmente ad un confronto partecipato e democratico di mario giorgi e giÀ iniziata la lotta anti-incendi pulire un terreno con il fuoco che a causa del vento ben presto si allargava in maniera incontrollata provocando l incendio gli stessi vf segnalavano il numero di targa dell auto dello sconosciuto ad evitare più gravi conseguenze veniva fatto intervenire anche un elicottero della flotta della regione lazio a seguito delle indagini svolte nell immediatezza con l applicazione del metodo delle evidenze fisiche i forestali riuscivano a stabilire il punto d insorgenza del fuoco e a ricondurre lo stesso a matrice colposa con la successiva identificazione del probabile autore un uomo residente a priverno che quindi veniva denunciato all autorità giudiziaria per incendio boschivo colposo ai sensi dell art.423 bis del codice penale l attività dei forestali a salvaguardia dell ambiente è sempre più importante e le pattuglie in servizio a seguito anche di numerose segnalazioni sono sempre impegnate sul territorio la campagna antincendio 2011 del corpo forestale dello stato in provincia di latina entra ormai nel vivo alla fine del mese di maggio quindi nei primi cinque mesi del 2011 infatti la provincia di latina conta già quasi trenta incendi di qui la decisione del comando provinciale del corpo forestale dello stato di attivare una meticolosa azione d indagine svolta dal personale forestale nei confronti di chi attenta al territorio a questo proposito viene citato un episodio verificatosi da queste parti alcuni giorni fa a seguito di una segnalazione della cor lazio sala operativa del cfs del lazio il comando stazione forestale di latina in servizio 1515 si è recato nel territorio del comune di priverno esattamente in località ceriara per coordinare le operazioni di spegnimento di un incendio boschivo sul posto il personale cfs ha trovato peraltro i vigili del fuoco che segnalavano che al loro arrivo avevano notato la presenza di un uomo intento a nuovo atto di violenza l allarme di d errico per la seconda volta in pochi mesi priverno finisce nelle pagine dei giornali per un atto di violenza stavolta per fortuna le conseguenze non sono state tragiche come nella scorsa occasione il fatto è però indicatore di una situazione sociale da non trascurare puntuale sull accaduto arriva la nota di simone d errico esponente dell ala giovane del sel privernate la commissione scuola del circolo sel di priverno preso atto del meschino episodio di violenza che un gruppuscolo di minori ha usato ai danni del minore s.n.p di origine indiana il 26 maggio scorso davanti la scuola media excervi esprime la propria vicinanza e solidarietà al ragazzo aggredito e a tutta la famiglia sel stigmatizza l accaduto denunciando fortemente la deriva violenta che si sta avendo in questo periodo da parte di piccoli gruppi di facinorosi e ricordiamo che il pestaggio di maurizio letizia detto cicoria ad opera anche quello di un minorenne ci si pone così come cittadini una domanda cosa si può realmente fare per arginare questa nera marea la commissione 10 ritiene opportuna una seria riflessione sul disagio giovanile che monta soprattutto tra i banchi di scuola e sulla solitudine ed impotenza in cui si trovano relegate le istituzioni educative e sociali chiediamo quindi che le istituzioni locali competenti mostrino maggiore sensibilità davanti a suddetti episodi e che facciano di tutto per rispondere al bisogno che c è di un nuovo sistema che leghi la scuola all associazionismo affinché si educhino i ragazzi alla vita nella comunità e al rispetto dell altro mancanza di legame che sta aiutando la disgregazione del tessuto sociale in tutte le sue parti È in questo vuoto che i ragazzi si trovano a vivere educati più dalla tv-spazzatura e dalle strade che dalle famiglie che si trovano con servizi sociali assenti o depauperati e con una scuola pesantemente penalizzata da così dette riforme che con i loro tratti distintivi fatti di tagli e distacco alunno docente non sono altro che espressione di un governo oscurantista il quale sta dando sempre più prova di aver paura delle parole libere e del pensiero critico

[close]

p. 11

maenza di luca morazzano mondore@le numero 96 3 giugno 2011 situazione viaria critica a farneto buche come crateri e un dorso deformato rendono impossibile il passaggio a auto e pedoni asse attrezzato infrastrutture potenziate per favorire le attività macché a molte attività di maenza dislocate in località farneto manca addirittura una via per arrivarci tale da poter essere definita strada non stiamo parlando di ubicazioni disperse in chissà dove ma di due attività con una storia più che decennale alle spalle che pagano regolarmente le tasse al comune generando anche una ricchezza indottasia per gli stipendi elargiti ai dipendenti sia per il giro economico correlato alle rispettive attività che hanno l unico demerito di stare posizionate in una parallela di via madonna dei martiri che poi è una strada di snodo che collega due statali la ss 609 carpinetana alla 22 156 dei monti lepini chi è della zona capirà subito di che stiamo parlando e soprattutto muoverà la considerazione assai legittima che se la stessa via madonna dei martiri che dopo la chiusura del tratto vecchio della 156 ha assunto un ruolo fondamentale nella viabilità della zona con tanto di traffico di automezzi leggeri e pesanti più che moltiplicato è ridotta in condizioni al limite della tollerabilità carreggiata assai stretta manto stradale con asfalto vistosamente danneggiato cunette spesso invase dai erbacce come si può pretendere che le traverse e le parallele ad essa possano essere migliori certo se si pone così il ragionamento la domanda è superflua ma la questione può anche essere vista diversamente intanto via madonna dei martiri prevede una gestione diversa a livello di autorità competenti in quanto collega appunto due statali secondo le condizioni di via farneta sono veramente al limite della decenza e della stessa viabilità ci sono buche che somigliano a crateri e la carreggiata è così tanto deformata che avere un gobba verso il centro che già alla velocità di venti chilometri orari si rischia l integrità del fondo dell autovettura e ciò non è giustificato dal fatto che una delle due attività in questione è un autodemolizioni senza parlare del fatto che quando piove gli stessi crateri si riempiono d acqua e i terreni ai lati della sede stradale completano l opera trasformando la via in un letto di fango su questo passano tutti i giorni a piedi i bambini e i ragazzi dell emmaus school che si trova sulla stessa via farneta tale via è di competenza prettamente comunale e proprio l ente nonostante le condizioni di ristrettezza economica in cui versano le proprio casse farebbe cosa e buona e giusta se non dovuta ad intervenire rifiuti firmati sulla carpinetana la segnalazione arriva dall avvocato pucci le autorità devono essere più rigide nel censurare di luca morazzano purtroppo è difficile riuscire a cambiare modi di fare e di pensare inculcati nella cultura delle persone tra questi modus operandi sbagliati uno dei più deleteri è quello di disfarsi di rifiuti solidi ingombranti in maniera frettolosa la consuetudine di gettarli in un angolo di strada lontano da occhi indiscreti con l idea che dopo qualcuno tanto li toglierà è purtroppo diffusa e continua ad inquinare il panorama per non dire altro che ci circonda esempio lampante di questa affermazione è il tragitto tanto paesaggistico di via carpinetana una strada statale la 609 tanto conosciuta specialmente dai motociclisti che sulle due ruote ne apprezzano le virtù naturalistiche e di percorso purtroppo però qualcuno continua ad usare i cigli della via per immondezzai fai da te nonostante appelli dissuasivi più o meno insistenti e opere di ripristino più o meno tempestive stavolta addirittura i rifiuti gettati portano anche un iscrizione bella grande riconducibile con approfondimenti neppure troppo reconditi al mandante del gesto a sottolineare il nuovo atto è il solito alessandro pucci avvocato maentino molto sensibile ai discorsi legati all ambiente e all ecologia in una sua nota pucci evidenzia avevamo denunciato nel mese di ottobre dell anno scorso il triste e vergognoso spettacolo dell abbandono dei rifiuti ingombranti abbandonati da tempo ai bordi della strada carpinetana e precisamente tra l intersezione dei confini tra maenza e carpineto romano una strada che costeggia boschi e castagneti e nei giorni estivi trafficata da una moltitudine di viaggiatori che si recano lungo le coste pontine da un lato all imbocco della valle s maria del territorio di maenza ai lati stazionano materassi abbandonati e altro materiale di risulta di lavori edili forse anche rifiuti speciali vernici non interviene nessuno non impor ta questo incivile spettacolo e non interessa questa forma di indecente spettacolo extra-ubano per la precisione nel mese di ottobre vi è stato l intervento di ripulitura del comune di maenza poi immediatamente tutto come prima anzi peggio ci siamo appellati alla sensibilità dei tutori dell ordine e alle capacità degli addetti e dei responsabili della raccolta dei rifiuti e dire che non ci troviamo in zone degradate ma in posti di assoluta bellezza paesaggistica e ambientale se vanno a controllare e ripulire possono addirittura risalire agli autori o ai mandati di questo abusivo smaltimento dei rifiuti dalle foto scattate fa bella mostra una targa rotta proveniente da un ristorante di carpineto le foto sono una riprova di quello che scriviamo qui non si tratta di essere campanilisti ma di non tollerare che abusi o omissioni consentano di utilizzare il nostro territorio come una pattumiera 11

[close]

p. 12

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 96 3 giugno 2011 tutto pronto per il primo consiglio si preparano a prendere posto tra i banchi del comune i consiglieri eletti nel bis di tombolillo il prossimo 6 giugno si terrà il primo consiglio comunale del tombolillo quater ed il sindaco si prepara ad ascoltare le proposte di partito democratico e unione di centro per la nomina delle cariche e la richiesta più insistente dei centristi è quella di avere la carica di vicesindaco ed un secondo assessorato che i due ex avversari tombolillo e donnarumma si ritrovino a lavorare fianco a fianco da sindaco e suo vice nel frattempo il popolo della libertà raccoglie i cocci e li conta la vittoria di tombolillo è frutto dei nostri errori recita il mantra di mochi di questi giorni in una sua nota si legge chiaramente come anch egli così come torelli si renda conto della situazione di disagio in cui versa il pdl pontino la vittoria di tombolillo è stata schiacciante e dobbiamo rispettare la volontà degli elettori a questo punto credo che tutto il centrodestra debba fare una seria analisi e riconoscere i tanti errori commessi ad iniziare dall egoismo personale e dall opportunismo che hanno prevalso nell individuare la candidatura del sindaco invece di presentare una lista unitaria alla fine la coalizione si è spaccata in due tronconi non credibili ai fini della vittoria pertanto la vittoria di tombolillo è la conseguenza di come il nostro schieramento si sia presentato agli elettori non solo perché si è andati divisi ma soprattutto perché i due candidati bilotta e subiaco fino a 30 giorni prima avevano condiviso con tombolillo cinque anni di amministrazione non poteva passare un messaggio di cambiamento in queste condizioni a questo punto si impone nel pdl uno scatto d orgoglio e di riscatto che deve passare inevitabilmente per una riorganizzazione radicale del movimento politico cominciando da chi dovrà rappresentare il partito sarà anche necessario condurre un opposizione dura intransigente senza sconti per nessuno tanti sono gli argomenti a nostra disposizione per smascherare le tante bugie dette dal pd-udc durante la campagna elettorale un piccolo assaggio di quella che sarà la sua posizione in questo quinquennio e proprio di questo risanamento di partito si è parlato nel recente incontro del pdl oltre mochi anche bilotta torelli corradini e novelli hanno condiviso questa linea bilotta ha affermato che ci sono abbastanza risorse per presentarsi agli elettori nel 2016 con un candidato sindaco possibilmente scelto con primarie ma c è anche chi si chiede chi sostituirà tombolillo tra 5 anni dato che per legge non potrà ricandidarsi i popolari pensano a pedretti battisti e mantova l udc non potrà che pensare a donnarumma e questo quinquennio per l avvocato sarebbe un ottimo trampolino di lancio per far vedere quanto vale allarme per il fenomeno agromafie la polizia provinciale e l arpa lazio sequestrano un terreno con 272 tonnellate di fanghi tossici di roberto tartaglia effettuato qualche giorno fa il sequestro di quasi mille metri di terreno di proprietà della fondana allevamenti nel comune di pontinia l azione effettuata dal corpo di polizia provinciale e dall arpa lazio è dovuta alla presenza di oltre 272 tonnellate di fanghi tossici non ancora trattati accatastati nei pressi del fiume ufente i fanghi provenivano da un azienda casearia di marcianise e seppure la fondana allevamenti avesse l autorizzazione a trattare simili prodotti non lo faceva seguendo le dovute precauzioni ecco allora che il materiale veniva stoccato a pochi metri dal corso d acqua senza alcun trattamento preliminare che ne eliminasse la tossicità ora serve una bonifica immediata ha dichiarato il presidente di legambiente lazio lorenzo parlati i liquami non devono continuare ad inquinare la falda e a mettere a rischio agricoltura e fiume ancora una volta le forze dell ordine e la magistratura hanno operato per garantire la salute dei cittadini e dell ambiente ora speriamo che diano risultati definitivi anche le indagini sulle modalità di trasporto dei fanghi e l accertamento di eventuali altri abusi seguiremo la vicenda con attenzione anche valutando un nostro esposto in merito marco omizzolo coordinatore provinciale di legambiente a latina invece ha commentato la vicenda così il ritrovamento di fanghi a pontinia è l ennesima dimostrazione di quanto anche la nostra provincia sia purtroppo crocevia per il traffico di rifiuti pericolosi con un fiorire continuo di discariche abusive un territorio colpito dal fenomeno delle ecomafie che con il ciclo dei rifiuti del cemento e le agromafie spadroneggiano inquinando un ambiente meraviglioso da tutelare ed esponendo a rischi gravissimi la salute della collettività mondore@le online su www.onirikaedizioni.it 12

[close]

p. 13

cultura di domiziana tosatti mondore@le numero 96 3 giugno 2011 una copia della costituzione per i ragazzi l iniziativa a sermoneta rivolta ai maggiorenni del 2011 in occasione della festa della repubblica per tutti i ragazzi e le ragazze che difendono un libro un libro vero così belli a gridare nelle piazze perché stanno uccidendo il pensiero cantava roberto vecchioni ed è proprio perché i giovani conoscano e difendano il libro vero che l amministrazione comunale ha deciso di renderli protagonisti della festa della repubblica celebrata lo scorso 2 giugno ai ragazzi diventati e che diverranno maggiorenni nel 2011 l amministrazione ha deciso di regalare una copia della costituzione italiana un testo sempre attuale hanno dichiarato il sindaco giuseppina giovannoli e l assessore alle politiche giovanili mauro lorenzo mariotti un richiamo all impegno alla fiducia alla solidarietà ed alla condivisione l appuntamento presso il palazzo della cultura è stato l occasione per una riflessione comune dei valori dell unità e dell identità nazionale non è casuale la scelta di rendere i giovani protagonisti delle celebrazioni nel giorno in cui si festeggia il 65esimo anno di vita della costituzione proprio nell anno del compimento del 18esimo anno d età e questo infatti l anno in cui i giovani diventano cittadini a tutti gli effetti assumendosi i diritti ed i doveri sociali previsti proprio dalla costituzione contestualmente si sono festeggiati i quarant anni della fondazione della banda musicale comunale fabritio caroso che ha regalato un concerto ed è stata diretta dal vice maestro michele secci giovane sermonetano laureato al conservatorio anche la banda hanno detto ancora giovannoli e mariotti è un pezzo importante della nostra tradizione che ha accompagnato la comunità in ogni circostanza rappresentando anche un valido punto di riferimento per tutti i ragazzi che hanno voluto affacciarsi al mondo della musica la scatola verde di andrea bersani una panoramica sui paesaggi dell anima dei suoi giovani autori È così che nasce la scatola verde un cortometraggio di alessandro morino azzurra neroni daniele iannarelli andrea agostinelli walter lapenta silvia vacchiano lavinia cestrone ed emanuele immesi con la regia di andrea bersani suddiviso in otto episodi ciascuno con un protagonista diverso la scatola verde è il frutto del laboratorio cinematografico extra-curriculare che lo stesso andrea bersani ha ideato e curato presso il g b grassi di latina la proiezione è in programma sabato 4 giugno alle ore 21:00 nell aula magna del liceo scientifico di via sant agostino la serata sarà aperta dall attore roberto repele che leggerà alcuni aforismi sul valore del cinema firmati dai suoi più grandi autori presente anche il dirigente scolastico gaspare cecconi l ingresso è libero ideatore curatore e presentatore del corso teorico-pratico sul cinema presso il liceo scientifico g b.grassi di latina il giovane andrea bersani è stato anche regista e sceneggiatore del documentario breve michelle ied film maker e dell episodio marcello del documentario lavori in corso prodotto da a.c.t multimedia cinecittà nello staff del corso andrea foschi collaboratore al progetto e curatore del seminario di fotografia marco neri seminario di suono tommaso orbi seminario di montaggio e la prof.ssa sara lazzaro referente per il liceo di paola bernasconi 48 ore di fotografia a nettuno fotografico dell accademia rufa rome university of fine art presenteranno il loro lavoro dal titolo quelle voci dal vuoto domenica si riparte con una seconda proiezione del cortometraggio per concludere in serata alle 21.30 con il direttore della fotografia maestro ennio guarnieri che affronterà la tematiche della fotografia in ambito cinematografico nel corso dell evento la fortezza ospiterà anche alcune mostre di rilevanza nazionale a partire da quella su stefano lecchi primo fotografo di guerra che ha raffigurato nell estate del 1849 i luoghi legati alla difesa della repubblica romana la seconda è allied inland mostra di immagini di george silk sullo sbarco degli alleati nel nostro territorio che il fotoreporter scattava per la rivista life a tutto ciò vanno aggiunte le proiezioni di video di artisti di fama internazionale l iniziativa camera obscura che trasformerà una sala della fortezza in una grande camera oscura per dimostrare al pubblico il reale funzionamento di una macchina fotografica le esibizioni di musica e danza un punto libreria con volumi sulla fotografia e le proiezioni luminose sulle mura a cura dell associazione culturale partecipastazione per appassionati di fotografia o per semplici curiosi 13 quarantotto ore di fotografia questo l incipit della manifestazione organizzata dall associazione cultura fotografica camerawork inaugurata giovedì 2 giugno si protrarrà fino a domenica 5 presso la fortezza del sangallo a nettuno via gramsci incontri didattici mostre fotografiche proiezioni e dimostrazioni di tecniche inerenti il mondo della fotografia anche digitale una tre giorni che ha preso il via con il seminario natura della luce laser e fotografia tridimensionale tenuto dal prof arturo masdea dell università la sapienza di roma e proseguirà sabato con una serie di iniziative a partire dalla mattina alle 10 si terrà infatti la prima del cortometraggio realizzato dai bambini di una scuola elementare nettunese mentre alle 16 si passerà alla letteratura con storie di donne letture a cura del laboratorio teatrale dell istituto colonna-gatti di nettuno che verrà accompagnato musicalmente degli allievi del maestro antonio d augello un nuovo incontro ci sarà alle 17 con il reportage fotografico dalla repubblica romana alla repubblica delle donne tenuto dalla dott.ssa maria pia critelli dal fotogiornalista tano d amico e dal prof lorenzo scaramella del centro studi mythos e dell associazione camera oscura la sera alle 21.30 l insegnante alessandro carpentieri e il suo gruppo

[close]

p. 14

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 96 3 giugno 2011 una notte d incanto per sezze concerto del coro incantu del maestro marchionne e la corale san carlo della maestra di maria stanotte a sezze sarà una notte d incanto notte dedicata alla musica organizzata dall associazione coro incantu con il patrocinio del comune di sezze alle 20.30 nella suggestiva location della chiesa di s pietro in piazza margherita pietro visentin presenta una serata durante la quale si esibiranno il coro polifonico incantu diretto dal m° carlo marchionne e la corale s carlo diretta dal m° monica di maria ad essi si affiancherà il gruppo strumentale dei brass quintett previste anche delle contaminazioni che vedranno il brass quintett insieme alle due corali nell esecuzione di va pensiero della corale s carlo e shenandò e addio del volontario del coro incantu al termine della serata prevista infine l esibizione de il canto degli italiani ma le collaborazioni non finiscono qui gli alunni dell istituto comprensivo valerio flacco di sezze scalo diretto dalla prof.ssa anna giorgi quelli della direzione circolo didattico di sezze diretto dal prof antonino leotta e la flautista francesca candelini accompagneranno il coro incantu in alcuni brani del loro repertorio non potevano mancare canti risorgimentali in onore dei 150 anni dell unità d italia una serata di qualità nella quale si esibiranno queste due corali che lo scorso gennaio hanno ricevuto il riconoscimento di gruppo di interesse comunale onorificenza attribuita a quei gruppi che promuovono una meritoria attività culturale in favore della gioventù oltre alla partecipazione garantita e continua con esecuzioni musicali in occasione delle manifestazioni e degli avvenimenti sociali che si svolgono durante l anno promuovendo così una sorta di attività di tutela e custodia del patrimonio socio-culturale locale ciliegie ed altre delizie nella sagra a maenza di paola bernasconi anche quest anno torna la sagra della ciliegia a maenza il 2 e 3 giugno golosi e semplici appassionati potranno gustare uno dei prodotti tipici del comune lepino iniziato nel 1954 l evento accoglie ogni anno turisti che approfittano di questa giornata all insegna delle tradizioni gastronomiche locali appuntamento nella piazza principale con stand pieni di prodotti tipici e artigianali che apriranno alle 12 la sveglia verrà però data alle 9 con la banda musicale per le vie di maenza mentre immediatamente dopo pranzo intorno alle 15 ci sarà una sfilata di carri allegorici con intermezzi di gruppi folk e sbandieratori un fine settimana da dedicare quindi a questo prodotto coltivazione storica maenzana che si sbizzarrisce tra le tante varietà ci sono le prumoteche le prime ad arrivare la più saporita patrei le toste e le cirase che sono quelle più grosse e dure e poi le praticane le pamponie e infine i marascoli o visciole una produzione locale che con il passare del tempo è diminuita quindi è bene approfittare di questa sagra che ha avuto una sola lunga interruzione durata quattordici anni dal 1963 al 1977 un modo in più per approfittare e visitare questo paesino arroccato a trecentossessantacinque metri sopra il livello del mare noto per la sua particolare posizione a metà tra montagne e mare una curiosità un tempo molto lontano era proprio attraverso la vendita delle ciliegie che si raggranellavano soldi per formare la dote da dare alle figlie femmine che dovevano sposarsi di paola bernasconi inter club sfida gli altri a calcio la scorsa volta anche quest anno l incontro si avvarrà di un commento sportivo a bordo campo e di un intrattenimento musicale a fine scontro verranno consegnate le medaglie di partecipazione alla partita dei sogni una serata importante dedicata alla raccolta di fondi per aiutare concretamente un associazione che da anni si dedica al sociale l entrata è prevista gratuita e si richiede solo una donazione i biglietti saranno poi abbinati a dei premi la cui estrazione è prevista per la serata per informazioni di carattere generale potete contattare piero coluzzi 3403426159 coluzzi64@hotmail.it mentre per la selezione dei giocatori mario mariani 3281226230 e mauro rossi 3933341917 sport e beneficenza a sezze stasera chi è interessato può recarsi presso lo stadio comunale tasciotti alle 21 per la partita dei sogni giunge alla seconda edizione la manifestazione organizzata dall inter club sezze con il patrocinio del comune anche quest anno l incasso sarà devoluto a il giardino dei sogni onlus associazione nata nel 2004 grazie all impegno di genitori di figli disabili al fine di promuovere le pari opportunità di facilitare l integrazione sociale e di elevare moralmente i ragazzi diversamente abili la partita sarà anticipata da un esibizione delle società sportive mentre ad affrontarsi sul campo ci saranno di nuovo la selezione dell ic sezze e quella della all star associazioni setine come 14

[close]

p. 15

cultura di mario giorgi mondore@le numero 96 3 giugno 2011 tutto pronto per il palio del tributo inizia da porta posterula l edizione 2011 e domani viene svelato il drappo di anna colaiacovo il palio del tributo si prepara ad entrare nel vivo il drappo realizzato da anna colaiacovo verrà svelato domani alle 21 in piazza del comune ad aprire la manifestazione 2011 sarà domenica porta posterula nel cuore del centro storico della città la festa si svolgerà a piazza trieste sede dell antico mercato ortofrutticolo alla spalle del duecentesco palazzo comunale e davanti alla porta di accesso laterale della cattedrale di santa maria annunziata questa volta verrà effettuata proprio a porta posterula anche la benedizione dei cavalli e dei cavalieri che parteciperanno alla corsa all anello che rappresenta la fase finale ed anche la più attesa dal pubblico di tutta la manifestazione del palio del tributo sarà l arciprete della cattedrale monsignor giovanni gallinari a benedire cavalieri e cavalli che peraltro saranno accompagnati dal corteo storico di porta posterula ricco il cartellone degli eventi della giornata alle ore 19 è prevista l esibizione del centro danza piedi scalzi di filippo venditti alle ore 20.30 ci sarà l inizio della degustazione dei piatti tipici privernati mentre alle ore 21 inizierà lo spettacolo musicale di robert-one e la sua band nei vicoli adiacenti la piazza trieste ci saranno le esposizioni artistiche della associazione delle arti la mostra fotografica di ignazio romano nonché le esposizioni di altri artisti e artigiani come katiuscia zomparelli con artemania emanuela e stella con mani creative artisti per caso paolo lai e aniello di rocco come si vede il programma allestito è ricco come sempre peraltro le domeniche successive daranno vita alla loro festa le altre tre porte della città gran finale il 3 luglio con il palio campionato di pizza priverno protagonista anche quest anno si è svolto il campionato italiano assoluto della pizza organizzato dall api associazione pizzerie italiana la manifestazione si è svolta dal 16 al 18 maggio a fiumicino priverno ha fatto ancora una volta la sua gran bella figura infatti tra migliaia di pizzaioli giunti da ogni regione d italia unitamente a numerose delegazioni straniere spagnole tedesche scozzesi e addirittura americane a rappresentare l imprenditoria privernate lepina c era la pizzeria la passeggiata di via giacomo matteotti di priverno la squadra privernate si è classificata al tredicesimo posto che non è davvero male a fronte di centinaia e centinaia di concorrenti con ben 1436 punti con pochissimo distacco peraltro dai primi posizionati alla competizione hanno partecipato sia pizzaioli professionisti che cadetti e questo per ognuna delle categorie in gara dalla pizza in teglia alla pizza al piatto da quella alla pala a quelle artistica e acrobatica in un clima entusiasmante dove la passione per il made in italy si assaporava nell aria tra i numerosissimi partecipanti e le telecamere dei telegiornali delle reti mediaset che hanno più volte mandato in onda la manifestazione la privernate pina scalesse ha gareggiato con la squisita pizza delizia sbalordendo letteralmente i giurati questo premio l ennesimo a dire il vero inorgoglisce le sorelle nadia e pina scalesse perché dopo ventisei anni di attività sanno ancora trovare la passione e l impegno per migliorare il loro servizio e la qualità della loro pizza a beneficio di tutti i consumatori privernati e non ma.gi a borgo vodice sagra della bufala con polenta di paola bernasconi l ottava edizione della sagra della bufala con polenta è arrivata l appuntamento è per sabato 4 giugno alle 19.30 nella piazza di borgo vodice il circolo sociale ricreativo polisportivo vodice c.s.r.p organizza la festa con il patrocinio dei ministeri del turismo agricoltura e foreste della provincia e a.p.t di latina dell assessorato alla cultura,turismo e spettacolo del comune e della pro loco di sabaudia un evento dal sapore gastronomico nato dalla volontà delle famiglie che lì abitano di mantenere i proprio valori culturali un luogo che è stato ed è tuttora crocevia di più popoli a partire dai tempi della bonifica dell agro pontino qui infatti a partire dal 1934 sono giunte famiglie dal veneto dall emilia romagna da marche e campania famiglie che hanno riempito questo luogo chiamato così proprio in memoria di monte vodice caposaldo austriaco che durante la grande guerra sbarrava l accesso dei nostri soldati all altipiano di bainsizza È proprio dall unione di tutte queste culture che nasce questa sagra che nell intento del comitato organizzatore spera anche quest anno in una grande affluenza di pubblico verranno allestiti vari stand che distribuiranno mozzarelle e formaggi derivati da latte di bufala preparati dall azienda caseificio monica macchiusi oltre che panini dolci locali e vino di un azienda del posto ad allietare con spettacoli la serata ci penserà il gruppo armonia dance questa del 2011 sarà inoltre un edizione particolare dedicata ai 150 anni dell unità d italia occasione particolarmente sentita da una popolazione locale che dell unità ha fatto il suo cavallo di battaglia.

[close]

Comments

no comments yet