Catanzaro City Magazine MARZO 2016

 

Embed or link this publication

Description

Mensile indipendente di attualità, cultura, news, sport, rubriche e servizi utili

Popular Pages


p. 1

Anno IV - N.ro 30 - marzo 2016 - € 0, MENSILE INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE ATTUALITÀ CULTURA SPORT RUBRICHE SERVIZI UTILI Mensile indipendente di informzione, attualità, cultura, sport, rubriche e servizi di pubblica utilità 50 Lorica ski area TURISMO Diego Verdegiglio I luoghi ritrovati: Lo Zingarello PERSONAGGI AMBIENTE AMARCORD SPORT Al bigliardo di Don Ciccio Squillace fa 100

[close]

p. 2

2 UTILITÀ Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! n. 30 | marzo 2016 | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com

[close]

p. 3

EDITORIALE 3 Periodico indipendente e apartitico Reg. Trib. di Catanzaro, n.ro 314 del 16/4/2013 Tiratura: 3000 copie Numero chiuso in redazione il 15 febbraio 2016 Anno IV - n.ro 30 - marzo 2016 È un mensile di informazione, attualità, cultura, sport, rubriche e servizi utili. Non riceve nessun tipo di sovvenzione. La collaborazione è libera e gratuita, gli articoli rispecchiano l’ideologia e il pensiero degli autori, i quali se ne assumono pienamente la responsabilità. Garantiamo a tutti, diritto di replica. La redazione si riserva di rifiutare articoli che ritiene non idonei alla linea editoriale del giornale. Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica sono riservati. È vietata la pubblicazione e l’uso anche parziale di testi, illustrazioni e foto con qualsiasi mezzo meccanico, elettronico, per mezzo di fotocopie, registrazioni, o altro. Tutto il materiale ricevuto (testi e fotografie), anche se non pubblicato, non sarà restituito. C UN POCO IRRESISTIBILE CANTO DI SIRENE... ari amici lettori, questa volta non voglio anticiparvi nessun servizio in particolare, visto che vi assicuro, sono tutti davvero interessanti. E come potrebbero non esserlo, visto che sono il risultato dell'impegno di una squadra affiatata, che ogni mese cerca sempre di dare il meglio. Che sia poi una redazione ricca di talenti, lo dimostra il fatto che ognuno di loro, con il suo rispettivo contributo, riesce a catturare il vostro interesse. Devo purtroppo registrare che non attira solo questo tipo di interesse, infatti più e più volte alcuni di loro mi hanno riferito di essere stati avvicinati e contattati da chi è probabilmente convinto che la correttezza e la lealtà, sia solo un optional e che non aspettino altro che essere invitati a passare da altre parti. Offrendo chissà cosa... Proprio nella colonna qui a fianco, come potete tutti vedere, è ben specificato che le collaborazioni sono a titolo gratuito e quindi, l'eventuale offerta anche di un solo euro, potrebbe essere davvero "allettante"... Ma, visto che nessuno mi ha lasciato, è un'ulteriore dimostrazione che i soldi non sono tutto. Per fortuna, sono affiancato da persone serie e leali. Ma bando alle mie consuete polemiche, che devo dire, hanno anche un certo seguito perchè pare che piaccia il fatto che abbia sempre... "una parola buona per tutti" e che non ne perdoni una. Voglio quindi fare un doveroso accenno a due piccole novità contenute in questo numero. La prima è a pagina 29 e si tratta di una nuova rubrica, per la sezione "salute e benessere", di cui si occuperà il giovane fisioterapista catanzarese Massimiliano Cristofaro. La seconda, più che una novità, è un graditissimo ritorno: il cruciverba di Paolo Liberato. Quando alcuni mesi fa ho ricevuto la telefonata di Paolo, in cui mi ha parlato con un entusiasmo palpabile, di questo suo particolare hobby e del proposito di inserirlo nel giornale, ne sono stato davvero entusiasta, prima di tutto perchè avrebbe arricchito i contenuti e poi perchè era il passatempo preferito di mio padre. Ricordo ancora con nostalgia, quando ogni settimana non potevo rientrare a casa se non gli portavo, oltre al suo abituale quotidiano, anche "La settimana enigmistica", che per lungo tempo è stata la sua preferita, fino a che ha comiciato a giudicarla "troppo facile" per i suoi gusti ed è quindi passato a la "Domenica quiz", che a suo dire, era più avvincente. Si dilettava solo a quei giochi che vengono definiti dagli enigmisti: "per solutori più che abili" e riusciva (giuro!) a completare ogni numero, in appena due giorni al massimo. Era proprio un grande appassionato e conservo ancora gelosamente gli ultimi due numeri da lui completati, con la sua bella e ordinata grafia inconfondibile. Ma tornando a parlare di Paolo, devo dire che è qualcosa di più di un grande appassionato, perche lui i cruciverba non li risolve... li realizza! Ha una grande abilità nel crearli a tema e quelli che infatti pubblichiamo, hanno sempre qualcosa a che fare con quello che è la linea editoriale di questo giornale: il territorio. Provate a cimentarvi a risolverlo, lo trovate a pagina 43. Bene, mentre resto in attesa che sia Massimiliano che Paolo, vengano a loro volta avvicinati e tentati da qualche sirena di turno, vi lascio al piacere di una buona lettura. pinoruggiu.posta@gmail.com ERRATA CORRIGE: In riferimento all'articolo pubblicato a pag. 8 del n.ro 29 di febbraio 2016, dal titolo "Vittorio Sgarbi scopre Catanzaro", segnaliamo che l'evento è stato organizzato esclusivamete dalla Mke/MomentiEventi, con il supporto di diversi sponsor privati che hanno sostenuto il progetto. pinoruggiu.posta@gmail.com Editore/Direttore Editoriale: PINO RUGGIU Tel. 335.470.145 Direttore responsabile: PINO RANIERI Tel. 347.535.4137 hulixe@virgilio.it Caporedattore: rosymerc@libero.it ROSITA MERCATANTE Tel. 327.234.5449 Hanno collaborato a questo numero: A. Aloi, Apollonia, N. Castagna, R. Colao, M.Cristofaro, V. Defilippo, R. Fittante, A. Gagliardi, P. S. Gallo, E. Giovene, N. Guzzo, A. Ludovico, G. Panzarella, G.Passafaro, A. Rotundo I succitati collaboratori, la cui partecipazione è libera e occasionale, non sono membri della redazione e cedono a titolo gratuito ogni tipo di diritto, ivi compreso quello d’autore, dell’articolo pubblicato. L’Editore si dichiara pienamente disponibile a valutare - e se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini e testi di cui non sia stato possibile reperire la fonte. Grafica e impaginazione: AGENZIA RUGGIU Tel. 335.470.145 Per la pubblicità: Tel. 335.470.145 pubblicitacitymagazine@gmail.com citymagazineinfo@gmail.com agenziaruggiu@gmail.com - www.ruggiu.blogspot.it Per numeri arretrati: Tel. 335.470.145 Abbonamenti: Semestrale: (6 n.ri) € 18,00*; Annuale: (12 n.ri) € 36,00* N.B.: Il costo è pari alle sole spese di spedizione, giornale incluso! Sostenitore/Silver: €100,00* (12 n.ri +1 redaz.); Sostenitore/Gold: € 200,00* (12 numeri +2 redaz.); Sosten./Platinum: € 300,00* (12 numeri +3 redaz.). (*): Importi compreso IVA e spese spedizione. Per sottoscrivere: Bonifico c/o Conto BancoPosta, Intestato a: Giuseppe Antonio Ruggiu, Codice IBAN: IT97 O 0760104400000044106292 Causale: Nome/cognome/tipo abbonamento EDITORE: G. Ruggiu - Via Skilletyon, s.n.c. - Borgia (Cz). STAMPA: Printing S.p.A. - Quarto D'Altino (Ve) Pino Ruggiu SOLO NELLE MIGLIORI EDICOLE!

[close]

p. 4

4 SOMMARIO 6 11 12 16 18 LINEA DIRETTA CON IL COMUNE 6. Catanzaro Notizie AMBIENTE 10. I luoghi ritrovati 12. Vuoti a rendere 13. Il parco Gaslini ECCELLENZE DI CASA NOSTRA 14. La Cina è vicina PERSONAGGI 16. Diego Verdegiglio AMARCORD 18. Al bigliardo di Don Ciccio LA NOSTRA STORIA 20. Il nemico venuto dal cielo TURISMO 22. Lorica ski area LIBRI 24. Pura musica, pura visione ARTE 25. Passione in divisa 25. Il pentagono dell'arte IN CUCINA 26. La borragine SALUTE E BENESSERE 28. Ricetta elettronica e 730 29. Camminare SOCIAL 30. La Madonna di Lourdes a Piterà 31. La cristianità, come servizio e conciliazione SPORT 32. Aspettando il giro d'Italia 33. Catanzaro accoglie il giro d'Italia 34. A proposito di derby! 35. #SeAvesseroVintoIlDerby 36. Squillace fa 100 37. Gli azzurrini di Silipo 38. Cercasi vittoria 39. CzC5, momento no 40. Nonno Vito 41. Il Catanzaro in camicia nera 42. Ezio Luzi: Quella volta che... PASSATEMPO 43. Cruciverba UTILITÀ 45. Orari autobus 45. Orari trenini 46. Farmacie di turno 22 25 26 32 42 Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! n. 30 | marzo 2016 | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com

[close]

p. 5

UTILITÀ 5 Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016

[close]

p. 6

6 LINEA DIRETTA CON L'UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI CATANZARO CatanzaroNotizie ADEGUAMENTO ILLUMINAZIONE VIADOTTO BISANTIS “D L’anas risponde alla richiesta di intervento da parte del sindaco Abramo. Saranno sostituiti tutti i 78 corpi illuminanti ed effettuati i lavori per riportare l’impianto in condizioni di perfetta efficienza opo aver scritto personalmente nei giorni scorsi al presidente dell’Anas, Gianni Vittorio Armani, - ha dichiarato il sindaco Abramo - è pervenuto un primo riscontro importante alla richiesta di un intervento urgente di adeguamento dell’impianto di illuminazione del viadotto Bisantis di Catanzaro che, dallo scorso mese di novembre, risulta largamente insufficiente. Avevo già investito direttamente del problema anche il ministro Del Rio in occasione della sua visita a Catanzaro, nel dicembre scorso, per l’inaugurazione del nuovo tratto della strada statale 280. Finalmente oggi l’Anas, tramite una risposta inviata dal responsabile dei rapporti con gli enti territoriali, confermando lo stato di criticità dovuto ai continui malfunzionamenti dell’impianto di illuminazione, ha reso nota la decisione di “procedere, non appena sarà conclusa la gara di appalto attualmente in essere, alla sostituzione di tutti i 78 corpi illuminanti e al contestuale ripristino dei guasti alle linee di alimentazione e ai quadri di comando”. Nella stessa comunicazione si evidenzia che “l’impresa aggiudicatrice effettuerà gli interventi necessari per riportare l’impianto in condizioni di perfetta efficienza” e che “al fine di garantire, in questo periodo, l’illuminazione sul viadotto Bisantis, sono stati effettuati alcuni interventi di riparazione sui singoli corpi illuminanti dell’impianto esistente”.● hanno partecipato le principali società calcistiche calabresi. “L’apertura della Piccola Coverciano, l’avvio del Centro Territoriale Federale, il potenziamento degli impianti calcistici, l’organizzazione di grandi eventi - ha osservato il sindaco Sergio Abramo - fanno di Catanzaro il centro più importante per il calcio calabrese. Siamo grati a Cosentino e Tavecchio per l’attenzione e l’amicizia che da sempre riservano alla nostra città. È stat una bellissima festa, arricchita dalla prestigiosa presenza di Gianni Rivera”. Anche l’assessore allo sport Giampaolo Mungo ha sottolineato la straordinaria valenza dell’evento che esalta la centralità di Catanzaro quale centro di formazione per giovani calciatori. ● CatanzaroNotizie A CLAUDIO RANIERI LA CITTADINANZA ONORARIA L Ok dalla conferenza capigruppo. Il tecnico: “Onorato e felice di accettare”. La cerimonia a fine giugno CatanzaroNotizie a conferenza dei capigruppo ha approvato la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria a Claudio Ranieri, attuale tecnico del Leicester City e glorioso ex calciatore e capitano dell’Uesse Catanzaro 1929. Ranieri, che prima della sua seconda esperienza in Inghilterra ha allenato, fra le altre, club di primissimo piano come Napoli, Fiorentina, Valencia, Chelsea e Roma, è stato già contattato da Palazzo De Nobili e ha affermato di essere “onorato della proposta e felicissimo di accettare questo prestigioso riconoscimento”. La cerimonia si terrà nell’ultima settimana di giugno nella sala consiliare di Palazzo De Nobili. L’idea di conferire la cittadinanza onoraria a Claudio Ranieri è stata proposta dall’ex sindaco Antonio Bevacqua e accolta di buon grado dal sindaco Sergio Abramo, che l’ha subito rilanciata all’attenzione del Consiglio comunale. ● CATANZARO CAPITALE DEL CALCIO ITALIANO CatanzaroNotizie C 29 febbraio, alle ore 17, in occasione dell’inaugurazione del Centro Territoriale Federale per la Calabria, è stata celebrata nell’aula consiliare di Palazzo De Nobili, la festa del calcio, con la consegna delle chiavi della città al presidente della Lega nazionale Dilettanti, il catanzarese Antonio Cosentino, e al presidente della Figc Carlo Tavecchio, antico amico della nostra terra. Testimonial d’eccezione è stato Gianni Rivera, presidente del settore tecnico della Figc, uno dei miti viventi del calcio mondiale. Presente anche Fabio Bresci, vicepresidente del settore giovanile e scolastico della Federazione. All’evento, organizzato dall’assessorato allo sport del Comune, In occasione dell’inaugurazione del centro di for- GESTIONE RIFIUTI: CATANZARO E mazione della figc / riconoscimenti a cosentino e PROVINCIA PRIMI DELLA CLASSE tavecchio, ospite d’onore gianni rivera Ancora una volta siamo i più virtuosi. Il capoluogo è atanzaro per un giorno Capitale del calcio italiano. Lunedì il comune capofila. I comuni non hanno piu’ alibi “A ncora una volta Catanzaro e la sua provincia sono i primi della classe in materia di gestione dei rifiuti”. È quanto ha affermato il sindaco Sergio Abramo nel corso della costituzione della Comunità dell’Ambito territoriale ottimale provinciale per la raccolta dei rifiuti (di cui Catanzaro è capofila). Quello di Catanzaro è il primo Ato a costituirsi ufficialmente in Calabria. “È un impegno gravoso – ha sottolineato Abramo rivolgendosi ai colleghi che hanno sottoscritto l’atto - ma anche una grande opportunità per i Comuni, che non hanno più l’alibi della geAcquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! n. 30 | marzo 2016 | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com

[close]

p. 7

LINEA DIRETTA CON L'UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI CATANZARO 7 stione commissariale sui rifiuti e possono dunque cominciare a governare in maniera diretta un comparto fondamentale per la nostra regione”. La riunione che si è tenuta a Palazzo De Nobili, fa seguito all’approvazione, eseguita da tutti i Municipi interessati, dell’apposito schema di convenzione dalla durata ventennale che regolamenta la materia e riaffida ai Comuni, attraverso la Legge regionale nr. 14 del 2014, la gestione diretta del ciclo di gestione e smaltimento dei rifiuti. In base all’atto costitutivo la Comunità d’ambito, che avrà competenza completa sul settore, costituirà anche un ufficio tecnico ad hoc.All’incontro, durante il quale Abramo è stato affiancato dal sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, dal dirigente di servizio del dipartimento politiche dell’ambiente della Regione, Antonio Augruso, dal segretario generale del Comune, Vincenzina Sica, e dai dirigenti di Palazzo De Nobili A. Viapiana (ambiente) e A. Ferraiolo (affari generali), hanno partecipato i primi cittadini, i commissari o i delegati dei Comuni di Albi, Amato, Belcastro, Cardinale, Carlopoli, Chiaravalle, Cortale, Cropani, Curinga, Decollatura, Feroleto Antico, Fossato Serralta, Gagliato, Gimigliano, Girifalco, Gizzeria, Marcellinara, Martirano Lombardo, Miglierina, Montauro, Montepaone, Pentone, Petronà, San Floro, San Mango d’Aquino, San Pietro a Maida, San Pietro Apostolo, Sellia, Sellia Marina, Serrastretta, Settingiano, Simeri Crichi, Sorbo San Basile, Soverato, Soveria Mannelli, Stalettì, Taverna, Vallefiorita. “Efficienza, economicità ed efficacia del sistema di gestione dei rifiuti in tutto il nostro territorio - ha aggiunto Abramo - sono i criteri ai quali devono rispondere gli amministratori per arrivare a predisporre un sistema che non può prescindere dalla raccolta differenziata porta a porta. Questo può aiutare gli stessi Comuni a diventare autosufficiente e a ridurre le tasse che gravano sui cittadini. È l’occasione migliore perché gli enti locali ridiventino, dopo anni di gestione commissariale, protagonisti di un processo fondamentale per la Calabria”. “Da oggi l’Ato di Catanzaro - ha concluso il sindaco - si è messa sulla strada della completa autonomia nella gestione dei rifiuti. Ci auguriamo che anche gli altri territori della Calabria seguano questo esempio di virtuosismo in materia di sostenibilità abientale”.● che la nuova struttura riveste per il quartiere Siano, in quanto sarà utile non solo a erogare servizi alla collettività, fungendo da importante supporto all’amministrazione comunale, ma anche a promuovere momenti di aggregazione e socializzazione per tutti i residenti. Sarà, quindi, una struttura che potrà fungere da collante tra ente locale e cittadini. Rivolgiamo, dunque, un sentito plauso all’ex consigliere Romano e a quanti hanno fatto sì che il centro si potesse avviare. Un in bocca a lupo ai componenti dell’Unione Nazionale Carabinieri e dell’associazione Libertas che lavoreranno, gratuitamente, mettendo a disposizione della collettività il loro tempo. Iniziative come queste non possono che essere accolte con grande soddisfazione. Da parte nostra garantiamo la massima disponibilità per una collaborazione sinergica con l’amministrazione comunale”. ● CatanzaroNotizie BEACH SOCCER FEMMINILE L’assessore Mungo: “Auspico che l'imprenditoria supporti questa squadra.. Le istituzioni faranno la propria parte” “È CatanzaroNotizie NUOVO CENTRO POLIVALENTE NEL QUARTIERE SIANO È Il plauso di Cardamone e Tallini: “Una struttura importante a servizio della comunità” stato inaugurato, nel quartiere Siano, un Centro polivalente di aggregazione sociale che rappresenterà un nuovo punto di riferimento per tutti i residenti. Presenti al taglio del nastro il presidente del consiglio comunale Ivan Cardamone e il consigliere regionale e comunale Domenico Tallini. Ha fatto gli onori di casa l’ex consigliere Vincenzo Romano, promotore dell’iniziativa. Presenti numerosi cittadini, oltre ai rappresentanti dell’Unione Nazionale Carabinieri e dell’associazione Libertas che coordineranno le attività con l’obiettivo di fornire supporto e risposte ai bisogni della comunità. Il centro è ubicato nei locali dell’ex Circoscrizione. “È importante sottolineare - hanno commentato Cardamone e Tallini - il valore sociale un bellissimo esempio di passione e talento”. L’assessore Giampaolo Mungo ha scelto poche parole per sottolineare “il valore di assoluto prestigio” del Catanzaro beach soccer femminile. Il delegato allo sport della Giunta Abramo ha ricevuto questa mattina, nella sala concerti di Palazzo De Nobili, una delegazione della società catanzarese presieduta da Francesco Matozzo, vicecampione d’Italia 2015 e campione d’Italia 2014. Mungo ha voluto consegnare al presidente onorario e direttore sportivo delle giallorosse, Luigi Vadalà, e al capitano Federica Marino, una targa ricordo dell’amministrazione comunale. Alla breve cerimonia hanno partecipato anche le calciatrici Sara Borello, Francesca Ierardi e Rossana Rovito. “Il Catanzaro beach soccer femminile – ha affermato Mungo – è un altro esempio di come questa città, i suoi sportivi e le sue sportive, riescano sempre a emergere ed eccellere in sport di nicchia. Nel beach soccer come nel futsal, oltretutto, Catanzaro ha una tradizione lunga e importante fatta di titoli a livello nazionale e giocatori e giocatrici di primissimo piano che hanno anche saputo fare la fortuna di altre squadre della Penisola. Queste ragazze - ha aggiunto - meritano un supporto attivo da parte delle istituzioni, ma soprattutto hanno bisogno dell’imprenditoria privata della città, alla quale chiedo di sostenere come meritano un gruppo di ragazze di talento di cui Catanzaro può solo andare fiera. Il Comune, per quanto possibile, farà la propria parte”. Un ringraziamento particolare all’assessore Mungo è stato rivolto da Luigi Vadalà, che ha sottolineato “il risultato di grande prestigio della società del presidente Matozzo”, e ha poi auspicato l’avvio di un iter per la realizzazione di un’arena permanente per il beach soccer sulla scorta di quelle già esistenti in altre città: “In questo modo anche Catanzaro manterrebbe il passo di altre realtà d’eccellenza come Terracina”. Il Catanzaro beach soccer femminile è in attesa dell’ammissione alla tappa della “Champions league” che si terrà a Catania fra il 23 e al 29 maggio prossimi. ● Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016

[close]

p. 8

8 UTILITÀ Ma sapevi che... ...fare pubblicità, pensando di partecipare a una fiera, per una settimana, dove autorevoli studi di settore, hanno dimostrato che nonostante tutto quello che ti comporta di spese e d'impegno fisico, alla fine hai circa sette secondi per catturare l’interesse dei passanti... ...oppure con una campagna di ...acquistare su questo giornale ...ti costa quanto... con un apparente grande impatto visivo, in quanto affissi in luoghi di passaggio, dove i tempi a disposizione per la lettura sono davvero minimi... 10 maxi-posters 6x3, per due settimane, Ma solo qui hai il vantaggio di essere visto da15000 lettori che ci acquistano puntualmente ogni mese e a cui puoi rivolgerti "parlando" direttamente, attraverso una grafica d'impatto, e puoi evidenziare nei dettagli i tuoi prodotti e i tuoi servizi, oltre che fornirgli contatti e riferimenti. E inoltre puoi cambiarla ogni volta! Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! n. 30 | marzo 2016 | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com una pagina per sei mesi?

[close]

p. 9

UTILITÀ 9 La voce della tua città. Vuoi fare pubbllicità qui? Chiama al: 335.470145 oppure manda una mail a: pubblicitacitymagazine@gmail.com Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016

[close]

p. 10

10 NEWS Nella foto grande, un suggestivo scorcio del rione "Zingarello"; qui a sinistra, la copertina del libro S ono luoghi che parlano. Raccontano di un passato genuino e autentico. Quello dei bambini che giocavano festanti per strada, degli artigiani intenti a lavorare nella propria bottega, delle signore che si fermavano sull’uscio della porta a chiacchierare con la propria vicina o raccoglievano dalla fontana l’acqua nella brocca. Sono luoghi dal fascino misterioso, che meritano attenzione e cura. Si tratta delle viuzze che compongono il fulcro centrale della città e che nelle pagine del libro dal titolo “Catanzaro: i luoghi ritrovati” di Maurizio Gemelli diventano l’oggetto di un’attenta descrizione al punto da presentarsi agli occhi del lettore come la tela di un pittore realista. Partendo dalla principale via della città dei Tre Colli, Corso Mazzini, l’autore propone un tour immaginario negli spazi interni dei quartieri storici. I vicoletti e le “rughe” sono il tragitto obbligato per raggiungere i rioni principali, quali il Pianicello, le Cocole, Sant’Angelo, lo Zingarello, via Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! n. 30 | marzo 2016 | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com

[close]

p. 11

AMBIENTE 11 I LUOGHI RITROVATI, DI MAURIZIO GEMELLI Luoghi che parlano e raccontano di una città dal passato genuino e autentico di ROSITA MERCATANTE Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016 Poerio (‘a Crucia, l’Aranci) ed ancora Via Pastaioli, Pratica, e più giù Porta di Mare, i Forgi, Carbone, la Maddalena, la Vallotta, Santa Barbara, e il più antico rione la Grecìa. Un lavoro attento e meticoloso quello di Maurizio Gemelli, che con questa opera giunge alla seconda pubblicazione dedicata alla sua città. Dopo “Catanzaro… come un ricordo!” (di cui è in corso la ristampa), con questo lavoro l’autore ha perseguito l’intento di far conoscere ai catanzaresi i luoghi del cuore pulsante della città, ma soprattutto di far arrivare alle nuove generazioni il racconto delle nostre tradizioni popolari riproponendo momenti e situazioni di una società profondamente diversa da quella attuale. Gli usi e le consuetudini che Gemelli vuole trasmettere ai più giovani sono legate a diversi aspetti del quotidiano, dai sapori dei piatti tipici delle osterie - tra i quali spicca “il morzello” - alla lingua parlata nelle “rughe” e nelle famiglie che abitavano nei “bassi”. Il richiamo è alla forte espressività che appartiene ad alcuni vocaboli del dialetto catanzarese al punto che diventa impossibile trovarne degli equivalenti nella lingua italiana. “Ancora oggi – sottolinea Gemelli – vengono pronunciate frasi in vernacolo per completare un discorso, per rafforzare un concetto o per rendere più comprensibile un ragionamento. Non è raro che l’attualità del loro contenuto e l’unicità dei termini fanno indubbiamente venir voglia di appropriarsene, di servirsene, di rimetterle prepotentemente in circolazione. Esse racchiudono certamente un immenso valore, rappresentano una chiave di lettura della nostra tradizione, un quadro del modello culturale dei nostri antenati, un preciso disegno della stratificazione sociale di quei tempi”. La finalità di queste pagine, che propongono un itinerario a scopo escursionistico all’interno della zona antica della città, non è dunque solo quella di favorire la riscoperta delle bellezze artistiche e culturali di questi posti dal fascino antico, ma anche far riemergere le usanze, la cultura e le tradizioni di quei tempi. Tutti elementi che possono arricchire a livello formativo le nuove generazioni rendendoli consapevoli che in quella società sana, semplice ed operosa degli anni Cinquanta, sono radicate le proprie radici. Per coloro che invece in quell’epoca hanno trascorso la propria fanciullezza, sfogliare questo libro sarà l’occasione per rievocare ricordi più o meno sbiaditi dal tempo. Alla mente giungeranno i ricordi non di lussuosi negozi d’abbigliamento di Corso Mazzini, ma di semplici botteghe, in un povero rione con i suoi abitanti, un po' chiassosi, sempliciotti, allegri, e profondamenti onesti e lavoratori. Ricordi inesorabilmente legati al ricco assortimento di proverbi, filastrocche, imprecazioni in lingua dialettale, oltre che al divertimento di allora. Ai giochi e ai passatempi che occupavano le ore libere da impegni l’autore dedica un buono spazio. Quello di Maurizio Gemelli non è un malinconico ricordo di quello che fu, bensì si propone di essere un energico, deciso e sentito messaggio ai catanzaresi di trasmettere ai giovani la memoria del loro passato affinché da questo possano attingere valori, sentimenti e insegnamenti.●

[close]

p. 12

12 AMBIENTE VUOTI A RENDERE Passiamo indifferenti davanti ad opere che hanno un passato di primario valore culturale e sociale e che sono state teatro di operatività e motivo di orgoglio per questa città U di PINO RANIERI na citta piena di... vuoti! Sarebbe davvero un’impresa elencare la gran mole di strutture abbandonate e degradate che costituiscono ancora parte consistente del nostro patrimonio edilizio. Ci provo, da sempre e in vari modi, a documentare quella ricchezza strutturale che fino a qualche tempo fa era funzionale ad una vita cittadina più intensa ed elevata, sotto ogni aspetto. Passiamo indifferenti davanti ad opere che hanno un passato di primario valore culturale e sociale, e che sono state teatro di operatività e motivo di orgoglio di questa città. Strutture colpevolmente svuotate e dimenticate, ed è forse proprio di vuoti di memoria storica che si dovrebbe parlare per spiegarne l’abbandono. Per il resto, un calo vistoso della residenzialità ed il trasferimento in zone periferiche di quasi tutte le imprese legate al commercio ed alla piccola e media industria, sono stati decisivi. Un fatto inconfutabile è che, con la fine delle attività di queste strutture, ha avuto inizio un lento ed inesorabile declino del nostro territorio urbano. Sono spaventato, leggete pure terrorizzato, dal pensiero che possano essere fatte sparire, senza provare a recuperarle e riproporle ad un riuso intelligente e produttivo. Non ho ancora notizie degli esiti del lavoro di un esperto in marketing (spero urbano) che sarebbe stato incaricato di elaborare, senza alcun compenso, idee e progetti di rilancio del nostro centro storico, ma spero che possa trovare in queste mie osservazioni qualche utile suggerimento. Io sogno il Centro Storico come luogo d’incontro e relazioni non occasionali e sporadiche, e spero che torni ad esercitare su di noi l’attrazione irresistibile del suo passato. Il Teatro, la Galleria, i Caffè, le Librerie, le Botteghe, il Gazometro… Vuoti, si, ma a rendere. ● Per la pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016 Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! 30 | marzo | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com n. 30 | marzon.2016 | Per2016 la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com

[close]

p. 13

AMBIENTE 13 PARCO GASLINI È nel centro del quartiere marinaro, che sorgerà il nuovo Parco Urbano nell’ex area Gaslini. Si ricorda che l’area in questione, parecchi anni or sono, era deputata ad uso industriale per la lavorazione della sansa, tant’è che all’epoca era usuale percepire nelle giornate ventilate un forte odore di oli e dei residui ottenuti dalla spremitura delle olive, infatti enormi cumuli proprio di quest’ultima, erano depositati nel piazzale antistante l’impianto. Con l’inizio dei lavori di riqualificazione si è provveduto, in primis, alla bonifica della zona eliminando secondo le dovute procedure il materiale altamente nocivo, quale l’eternit, che fungeva da copertura ai stabilimenti ancora esistenti. Una volta definita la fase demolitiva di parte degli edifici oramai mal ridotti, si è proceduto con il recupero di uno di essi, che resterà ad uso del Parco. I lavori sono in pieno svolgimento e già cominciano a delinearsi gli elementi che daranno vita al Parco. Nella zona esterna all’area dove era ubicata la “giostrina” dei bambini, ora trasferita verso Giovino, verrà predisposto l’ingresso principale del Parco e una piccola superficie adiacente, sarà adibita a posteggio per un certo numero di posti. Il Parco sarà presto una realtà, e rappresenterà un’ ulteriore zona di svago in pieno centro a totale servizio del cittadino. Il progetto prevede la realizzazione di percorsi pedonali e ciclabili, una zona destinata allo Skate Park, campi coperti di pallacanestro, pallavolo e calcetto, due ampie aree giochi per i bambini ispirate a tematiche marine ed una zona bar con tavolini all’esterno ed all’interno. Sarà anche curato nei minimi dettagli l’arredo urbano, con panchine, lampioni e spazi verdi, che renderà la zona ancor più pregevole. La riqualificazione dell’ex area Gaslini dopo anni di totale abbandono, significherà per la città ed in particolar modo per il quartiere marinaro, un nuovo punto determinante soprattutto per la sua collocazione centrale, quasi in continuità con il Lungomare. Il quartiere, che finora ha poco sfruttato anche la valenza turistica e solo ultimamente si è risollevato da una situazione di quasi torpore, potrà soddisfare in maniera più completa non solo i residenti, ma anche gli eventuali turisti che lo sceglieranno come meta delle loro vacanze. Il Parco, sarà un’opera che si aggiunge ad altre oramai completate ed altre in via di completamento, che avranno come fine Il parco urbano ex Gaslini, una nuova realtà che rappresenterà un’ulteriore zona di svago in pieno centro, a totale servizio del cittadino di ELISA GIOVENE primario, non solo quello di migliorare l’aspetto urbano riqualificando zone degradate, ma come si è già sottolineato, di offrire servizi e ulteriori possibilità di svago per il tempo libero. L’integrazione dell’area, restituisce così alla città, un’importante zona tenuta in disuso da quasi cinquant’anni. ● Acquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com | n. 30 | marzo 2016

[close]

p. 14

14 ECCELLENZE DI CASA NOSTRA Nella foto grande, una veduta di Shangai; sotto, Pietro Falbo, la graziosa interprete e Carlo Giorno; un momento di una trattativa LA CINA È VICINA "Compagnia delle case" e "Ixo" a Shangai per rappresentare la Calabria e l’Italia di ELISA GIOVENE all’11 al 13 Dicembre del 2015, all’Hotel Marriott del City Centre di Shangai, si è tenuta la fiera internazionale del Luxury Immobiliare, ovvero LPS (Luxury Properties Showcase). Un evento internazionale che riguarda le proprietà di lusso e alla quale hanno partecipato espositori di tutto il mondo e di cui in Cina se ne svolgono tre: a Pechino, a Shangai ed a Wanzu. Alla fiera, svoltasi in questo magnifico grattacieAcquistare uno spazio su questo giornale, costa meno di quanto pensi, ma rende più di quanto immagini! 30 | marzo | Per la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com n. 30 | marzon.2016 | Per2016 la tua pubblicità: 335.470.145 | pubblicitacitymagazine@gmail.com D

[close]

p. 15

15 IN LIBRERIA lo quale sede dell’Hotel Marriott che è il più rinomato di Shangai, hanno partecipato espositori di tutto il mondo: New York, Miami, Los Angeles, Germania, Olanda, Belgio, Australia e Sud Africa, che hanno esposto i loro prodotti immobiliari di lusso (grattacieli, appartamenti lussuosi, etc). Unici espositori italiani, sono stati “Compagnia delle Case” con Pietro Falbo e “IXO” con Carlo Giorno. Questa sinergia che si è creata tra “Compagnia delle Case”, che è un brand di mediazione immobiliare ed “IXO” che è un’azienda di marketing e promozione, ha portato alla messa in opera di questa partecipazione, anche in virtù di precedenti contatti presi con l’ambasciata cinese. Ciò non era meramente riferito a rappresentare la Calabria, ma bensì l’Italia, poiché sarebbe stato limitativo in un circuito internazionale, offrire gli immobili di lusso in riferimento alla sola Calabria. Si è infatti monitorato per un anno, quali potevano essere i desiderata dei clienti cinesi, deducendone conseguentemente che le loro preferenze si rivolgono soprattutto alle città d’arte e quindi in particolar modo alla nostra capitale, ma anche a Milano, a Venezia ed in particolar modo alla Toscana. Il sud ed ovviamente la Calabria, al momento non sono ancora nei gusti dei cinesi e perciò, si è creata una cooperazione con altri operatori immobiliari italiani, avendo così arricchito il “campo d’azione” e con una “estensione di mandato”, la Calabria ha avuto la possibilità di esporre immobili di gran lusso ed interesse di tutta Italia, suscitando l’attenzione dei visitatori provenienti dalla Cina. Agli immobili, si è aggiunta anche l’attenzione per le winery, infatti sono state offerte ben nove winery con antichi casali del Piemonte e della Toscana e la produzione dello stesso vino, facendo così collimare quella che è anche la nostra enologia in un circuito internazionale. Numerosi sono i cinesi che hanno trovato la possibilità di diventare facoltosi ed in un mercato ove da poco c’è la proprietà privata. Questi cercano tuttavia d’ investire i loro averi non nel proprio territorio, dove non avrebbero la sicurezza d’investimento, ma bensì altrove e di conseguenza si sono dimostrati molto interessati all’Italia. Proprio in virtù di ciò si è palesata per loro una vera opportunità con la “Golden Visa”, che è un visto turistico speciale per i cinesi, utilizzabile per esempio se acquistano immobili in Italia. Tutto ciò significa, una vera crescita economica-sociale-culturale per il nostro paese, portata avanti da due importanti aziende calabresi. ●

[close]

Comments

no comments yet