IF MAGAZINE NR. 26 - ANFUS SOLUZIONI

 

Embed or link this publication

Description

IF MAGAZINE NR. 26 - ANFUS SOLUZIONI

Popular Pages


p. 1

IFmagazine n° 26 • febbraio 2016 Impianti fumari e fuoco domestico

[close]

p. 2



[close]

p. 3

ANFUS Soluzioni Il nostro impegno per i nove target Questo progetto, nato nel 2014, ha significato un passo in avanti dei soci Anfus verso i potenziali clienti che richiedono l’intervento di un operatore qualificato da una associazione. CONSUMATORE ATTUALE E POTENZIALE PROGETTISTI E DIRETTORE LAVORI RIVENDITORE MATERIALI EDILI TERMOSANITARIO E ARREDO IMPRESE EDILI INSTALLATORI MANUTENTORI E TERMOIDRAULICI AMMINISTRATORI CONDOMINIALI PRODUTTORI IMPIANTI BIOMASSA E CAMINI FUMISTI INSTALLATORI SPAZZACAMINI MANUTENTORI Sono nove le tipologie di utenti ai quali ci rivolgiamo con questa pubblicazione: cliente privato, impresa edile, termoidraulici installatori, progettisti e direttori dei lavori, amministratori condominiali, rivenditori settore edile, produttori impianti biomassa e camini, fumisti installatori e spazzacamini manutentori. Al lettore, quindi, chiediamo di entrare nella pagina a lui dedicata. L’Associazione riceve molte telefonate da potenziali clienti, sia privati che Amministratori, la nostra Soluzione è dare i riferimenti dell’operatore di zona con le adeguate competenze tecniche e che abbia seguito i corsi, quindi aggiornato. Per il committente, che sia una impresa edile o un termoidraulico, avere un intervento da un operatore aggiornato significa essere tutelati. La nostra prima missione e le soluzioni che abbiamo messo in atto, sono partite proprio dagli operatori associati e dalle aziende produttrici del settore, dotando gli allievi della scuola FUSPA e i tecnici associati di un sistema operativo, una Soluzione, denominato ApQ, visibile con il Marchio di Qualità depositato al Ministero Sviluppo Economico a tutela dei consumatori e del cliente finale. Presidente ANFUS Giovanni Paoletti

[close]

p. 4



[close]

p. 5

Apparecchi che nel breve periodo causano problemi, ritorno di fumo in casa che causa nuovi e costosi Sono 5 milioni le famiglie Italiane che hanno affidato e affidano ogni giorno agli operatori del nostro settore la produzione, l’aiuto nell’acquisto, la progettazione, l’installazione e la manutenzione del proprio lavori, le gravi intossicazioni di monossido di carbonio, incomodo a vicini e piani soprastanti, incendi di tetti e pareti in legno o coibentate con materiali sensibili al calore e inquinamento causato dall’utilizzo di “combustibili” non idonei. del camino ancor prima di fare la prima pulizia, si presenti a voi aggiornato da corsi tecnici specifici e qualificato da marchio di qualità ApQ. Tutto questo può essere assicurato affidandosi alla professionalità degli installatori di caminetti, stufe e canne fumarie, ovvero i Fumisti e degli Spazzacamini ANFUS e dei Rivenditori e Produttori associati ANFUS caminetto, stufa o caldaia a biomassa. I consumatori si sono trovati bene se hanno scelto un vero professionista, male se hanno affidato il lavoro ad un “tutto fare” o ancora peggio al “fai da te”. Non è difficile “sceglier bene”, basta rivolgersi a professionisti con esperienza documentata seguendo queste semplici regole: comprare solo da un rivenditore specializzato che sappia consigliare ancor prima di vendere; scegliere un apparecchio di combustione idoneo alle proprie esigenze, costruito secondo le norme di prodotto; affidarne l’installazione ad un Fumista o installatore abilitato DM 37/2008, aggiornato da corsi tecnici e qualificato dal marchio di qualità ApQ. Il “vero” Fumista esegue il sopralluogo tecnico e il controllo dell’impianto fumario esistente ancor prima di fare il preventivo. che hanno scelto di dare un valore aggiunto al loro operato con una costante e puntuale consulenza tecnica ai consumatori Italiani. Ricorda: è necessaria la manutenzione programmata, la regolare pulizia della canna fumaria e l’installazione fatta a regola d’arte da fumisti abilitati alla lettera C del DM 37/08, la compilazione e rilascio del libretto di impianto e allegati obbligatori e l’assistenza necessaria nella conduzione consapevole del proprio apparecchio di riscaldamento. Perché noi, al calore della tua casa, ci teniamo. Affidati agli esperti ANFUS Il fumista consiglia sull’idoneità del locale dove deve essere installato l’impianto e verifica che tutto sia conforme alle norme tecniche. Non per ultimo è fondamentale e obbligatorio (lo dice il DPR 74/2013) effettuare la manutenzione periodica. L’ideale è affidare la pulizia ed il controllo dell’impianto allo Spazzacamino di zona, che effettui la video ispezione “ “ Il consumatore Italiano vuole solo personale specializzato e affidabile. L’associato ANFUS è l’ideale. Perché affidare un lavoro per la propria casa è una cosa seria. CONSUMATORE ATTUALE E POTENZIALE

[close]

p. 6



[close]

p. 7

o ancor peggio, quando non riesce a distinguere Il Progettista, il Direttore Lavori è il Regista. Questa è la definizione che viene spontanea quando a capo di un’opera edilizia vediamo un professionista rispettoso del lavoro altrui, paziente nel coniugare le esigenze del committente, i costi generali del lavoro e le competenze delle figure professionali ed artigiane che gli ruotano intorno. I RISULTATI SI VEDONO Una bella casa e un ottimo comfort si possono ottenere se il Progettista e il Direttore dei lavori hanno lavorato bene, se sono riusciti a guidare l’operato degli esecutori e hanno saputo gestire i rapporti con gli operai specializzati. Il risultato non sarà all’altezza delle aspettative quando il Progettista non ha una Il Progettista serio si confronta continuamente con i tecnici installatori di caminetti, stufe e canne fumarie e gli spazzacamini per decidere la posizione e il passaggio del camino attraverso i solai, la tipologia delle coibenze, la distanza da materiali sensibili al calore, l’altezza dei torrini e la conformazione e dimensione dei comignoli. Da questa collaborazione, partita dalla progettazione e oggi arrivata nel cuore della cantieristica, nasce un nuovo modo di collaborare, con i progettisti sempre più propensi ad ascoltare i tecnici. Un’attenzione particolare è necessaria per le installazioni ammesse e non ammesse, indicate dalla norma UNI 10683:2012, ed importante è dare spazio agli Spazzacamini per conoscere l’effettivo stato degli impianti fumari esistenti individuati durante le frequenti ristrutturazioni edilizie. un valido e abilitato installatore da un generico edile non specializzato, un esperto rispetto ad un non qualificato. Nelle cause in seguito ad incidenti o malfunzionamento degli impianti sono passibili di denunce per negligenza, per lo meno quando non viene affrontato il problema progettuale e le problematiche strutturali come il taglio dei cordoli per passare con un camino. Per quanto riguarda la direzione lavori invece, la responsabilità inizia dal permettere l’ingresso in cantiere a chi ha i requisiti per poter operare nel settore quindi non solo il DURC ma nel nostro caso le abilitazioni richieste dalla 37/08 e adesso anche l’aggiornamento in virtù del Decreto 28/2011 (Decreto rinnovabili). DIRETTORI LAVORI? Il socio Anfus in APQ è sinonimo di sicurezza per il progettista e per il direttore lavori di trovare un professionista preparato in grado di risolvere i problemi. In grado di interagire con lui ad un livello tecnico adeguato. Conoscendo le norme e le leggi specifiche: • • deve essere in grado di comunicarle al professionista deve conoscere le norme di sicurezza sul lavoro e deve essere in grado di relazionarsi con il responsabile della sicurezza • • deve essere in grado di leggere il PSC per poter produrre il POS deve essere in grado di valutare il fabbisogno energetico e progettare di conseguenza un impianto adeguato alle esigenze del committente • • deve essere in grado di produrre uno schema dell’impianto deve rilasciare la dichiarazione di conformità Perché scegliendo un professionista il risultato è assicurato “ “ Fumisti e Spazzacamini qualificati: un valido aiuto per la posizione del camino, distanze di sicurezza, torrini e comignoli PROGETTISTI e DIRETTORI LAVORI conoscenza generale di tutti gli aspetti dell’opera COSA OFFRE IL TECNICO SPECIALIZZATO ANFUS AL

[close]

p. 8



[close]

p. 9

Ha un’ottima conoscenza del mercato e una buona preparazione sulla fumisteria in generale Un rivenditore può risolvere un problema ancora prima che si manifesti? Può accompagnarci nella scelta del prodotto migliore per le nostre esigenze? Dipende... Nel settore dei caminetti, delle stufe e degli impianti fumari, il reparto vendita è infatti determinante per il buon esito della filiera “acquisto, installazione, collaudo, utilizzo”. Si rende necessario fin dal primo approccio, avere ben chiaro in mente che tipo di impianto vogliamo realizzare, e un rivenditore preparato e competente, riesce sempre ad individuare la soluzione migliore per il suo cliente. Selezionare per il nostro acquisto sicuro, il rivenditore migliore, non è cosa da poco ma diventa facile se di fronte a noi troviamo un vero esperto di “fuoco di legna” … pochi scambi di opinioni e ci facciamo subito un’idea. Nel tempo la collaborazione tra tecnici del settore, Centri Assistenza Tecnica e rivenditori si rafforza soprattutto grazie alla possibilità di frequentare i corsi di aggiornamento sui prodotti e le tecnologie che in questi ultimi anni hanno registrato significativi e costanti perfezionamenti tecnici. La scuola FUSPA offre corsi specifici per i rivenditori per evitare quella mancanza di comunicazione e comprensione tra rivendita – CAT – installatore – manutentore. Un rivenditore competitivo deve avere una e sa spiegare nel dettaglio quanto da soli non saremmo capaci di comprendere dal libretto delle istruzioni dell’apparecchio ...sembra banale ma non è così LA CATENA DELL’INFORMAZIONE I tecnici installatori di caminetti, stufe e canne fumarie, i Fumisti, e gli Spazzacamini prediligono “fare business” con rivenditori che hanno un approccio professionale e sincero con il cliente e che in sede di cantiere sanno muoversi con disinvoltura durante i sopralluoghi, che abbiano una buona disponibilità di magazzino e che conoscano le normative tecniche. Oggi, il rivenditore, deve conoscere anche la disciplina che regola gli incentivi, e sopratutto oggi le novità introdotte dal Conto Termico per offrire un servizio in più, guidare il cliente verso la soluzione più adatta alle proprie esigenze e seguirlo nella pratica per ottenere le detrazioni. I rivenditori specializzati con personale competente, devono dare informazioni soprattutto sul sevizio di controllo e manutenzione, sulla legge che regola il controllo e la manutenzione obbligatoria ed aiutare così anche gli installatori e i manutentori nel far capire al cliente che ci sono degli obblighi di legge da dover rispettare anche per impianti a biomassa. Necessaria poi, la conoscenza delle normative UNI 10683, UNI EN 1856/1 e UNI EN 1856/2. Naturalmente i libretti di istruzioni delle case costruttrici bisogna saperli leggere e consultarle. Il rivenditore è una guida all’acquisto, ma deve essere anche complice dei tecnici installatori e manutentori, nella scelta della migliore soluzione tecnica. buona conoscenza tecnico-normativa, oltre alla conoscenza del singolo apparecchio o della singola tecnologia deve conosce il funzionamento delle macchine termiche per poter “gareggiare ad armi pari” con fumisti e spazzacamini che oggi sono tecnici sempre più preparati. “ “ “Gli installatori e i manutentori di caminetti, stufe e canne fumarie, vogliono “fare business” con rivenditori professionali e sinceri.” RIVENDITORE MATERIALI EDILI TERMOSANITARIO E ARREDO

[close]

p. 10



[close]

p. 11

Ogni costruzione ha i suoi pregi e si spera pochi difetti, dei quali spesso quelli relativi alla Le imprese edili più attente alle mutate esigenze del mercato, e nell’ottica di una sempre migliore efficienza energetica delle abitazioni, collaborano con installatori e manutentori di caminetti, stufe e canne fumarie. Un’impresa edile di eccellenza si distingue anche per questo: offrire un servizio in più. COLLABORARE PER UNA CASA SICURA E’ qui che entra in campo la collaborazione tra specialisti e il conseguente buon esito finale che è visibile solo durante l’uso dell’appartamento da parte del proprietario. Per questo l’impresa edile seria, oggi è una grande macchina composta da specialisti e consulenti per ogni attività, con predilezione per l’impiantistica che rappresenta una grossa fetta del costruito. costruzione di canne fumarie sono causa di problemi e potenziali o imminenti pericoli. Sono lontani i tempi in cui bastava posare qualche mattone o un foglio di lamiera per realizzare un camino. La canna fumaria non è una mera opera edilizia, oggi è il motore di impianti termici di grande potenza e altissimi rendimenti, ed il risultato finale della collaborazione tra edili e tecnici biomasse, deve essere una casa intelligente e performante. La collaborazione deve concretizzarsi in pochi ma essenziali principi, che l’impresa edile segue nello scegliere l’ installatore e il manutentore di fiducia. L’obiettivo è fare squadra, offrire un lavoro Dimensionamento e coibentazione degli impianti fumari, la messa a norma di camini, torrini e comignoli, la verifica degli impianti fumari esistenti e la posa in opera caminetti e stufe secondo la norma UNI 10683, sono punti di forza della collaborazione.    Il prezzo competitivo e la completezza dei capitolati forniti da fumisti e spazzacamini, sono le voci principali dello scambio normative importante di delle informazioni conoscenza su: dei installazione, specializzato, parlando la stessa lingua, quella della migliore edilizia Italiana, quella di cantiere. prodotti e delle loro performance prestazionali. IL CAMINO E’ IL MOTORE Oggi con la presenza di sistemi integrati per climatizzazione invernale, all’edile si chiede di essere sempre più specializzato e pronto a rispondere alle nuove sfide del settore. L’impianto di riscaldamento deve essere fornito, posato e realizzato da più figure di cantiere. “ “ Come per ogni libro c’è dietro un uomo, cosi dietro una casa c’è una impresa edile. Ma nontutti i libri ci piacciono così come non tutte le case ci fanno viver bene. IMPRESE EDILI

[close]

p. 12



[close]

p. 13

Ogni zona ha i suoi specialisti, i migliori si uniscono tra loro per condividere le conoscenze, porgendo Il Termoidraulico delle è consapevole caldaie che la e al committente un servizio completo, senza Se quindi, per legge, solitamente il termoidraulico è abilitato ad effettuare operazioni di installazione, manutenzione e controllo anche sulla  biomassa, e potrebbe censire tutti i gruppi tecnici in virtù delle abilitazioni per singola lettera del DM 37/08, non sempre possiede le competenze e le attrezzature necessarie. funzionalità autonome prevaricazioni perché il Termoidraulico consapevole delle proprie competenze si avvale sempre del suo Spazzacamino di fiducia per assicurare la manutenzione del camino di servizio alle sue caldaie. Specie per le centrali termiche dove la funzione del camino è più importante. condominiali, collegate ai 22 milioni di impianti fumari, spesso è condizionata da camini, comignoli e torrini fuori norma. Un valido motivo per il nuovo sodalizio tra categorie: Termoidraulici, Fumisti e Spazzacamini. CONDIVISIONE DI RESPONSABILITà Collaborazione vuol dire riconoscere la Ognuno con un campo di azione prestabilito, hanno individuato il loro obiettivo: riscaldare in sicurezza le famiglie Italiane. Non più difficoltà a dialogare ma categorie che condividono i propri punti di forza, dalla preparazione tecnica termoidraulica, all’ esperienza in fumisteria, fino ai metodi di manutenzione degli impianti fumari. LA COLLABORAZIONE Scegliere il Termoidraulico, coadiuvato da un gruppo di colleghi abilitati ad andare sul tetto, vuole dire non aver problemi, visto che la responsabilità della sicurezza non ricade solo sull’artigiano ma anche sul committente o l’amministratore condominiale che mal ripone la sua fiducia in una azienda non qualificata. competenza settoriale. Anche da questo nasce il sodalizio tra figure professionali complementari, tecnici preparati per soddisfare le esigenze del nuovo mercato delle FER termiche in piena espansione. Vogliamo dei sistemi di riscaldamento sempre più efficienti e sicuri. Vogliamo continuare a contribuire al rendimento energetico degli I tecnici installatori di caminetti, stufe e canne fumarie ovvero i Fumisti e Spazzacamini sono fortemente proiettati a sviluppare la rete di collaborazioni e offrono servizi specifici ai Termoidraulici, quali: videoispezione camini ante posa della caldaia, pulizia ante intubamento del vecchio impianto fumario, la totale sicurezza sul tetto e lo speciale rapporto KIF, molto apprezzato dai responsabili di impianto termico. impianti e allo sviluppo nell’uso delle energie alternative e soprattutto della biomassa. Ad ognuno il suo impianto e ad ognuno la propria responsabilità. Oggi con l’obbligo di redazione del libretto di impianto anche per le biomasse, il responsabile di impianto è tenuto a far controllare i generatori a legna e pellet. “ “ Il Termoidraulico fa la differenza tra un impianto sicuro e un impianto che genera solo problemi. INSTALLATORI MANUTENTORI E TERMOIDRAULICI

[close]

p. 14

La norma UNI EN 795:2002 La norma specifica i requisiti, i metodi di prova e le istruzioni per l’uso e la marcatura di dispositivi di ancoraggio progettati esclusivamente per l’uso con dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) contro le cadute dall’alto E’ la NORMA ITALIANA per la Protezione contro le cadute dall’alto. E’ la versione ufficiale in lingua italiana della norma europea EN 795 (edizione luglio 1996) e dell’aggiornamento A1 (edizione ottobre 2000). Non si applica ai ganci progettati secondo la EN 517 o alle passerelle secondo la EN 516, Né ai punti di ancoraggio fissi facenti parte della struttura originale CRITERI GENERALI PROVE DI TIPO • • • • LE FORZE DEVONO ESSERE APPLICATE NELLA DIREZIONE DI ESERCIZIO; LA CONDIZIONE DI PROVA DEVE RAPPRESENTARE L’APPLICAZIONE PIU’ SFAVOREVOLE IL DISPOSITIVO SI PUO’ DEFORMARE: E’ SUFFICIENTE CHE RESISTA ALLA FORZA APPLICATA LA PROVA DEVE ESSERE EFFETTUATA SECONDO LO SCHEMA PREVISTO DALLA NORMA “Il dispositivo di ancoraggio campione deve essere sottoposto a prova con forze applicate nella direzione in cui sono applicate in esercizio. La configurazione per una prova deve essere conforme alle istruzioni del fabbricante, compreso il pre-tensionamento dove applicabile, in modo da rappresentare il caso più sfavorevole per ciascun tipo di dispositivo di ancoraggio.”

[close]

p. 15

Spesso, Nella rubrica dei contatti del gestore di parti comuni, non può mancare il professionista della pulizia da far intervenire con regolarità nelle canne fumari condominiali. Ringraziano a tal proposito la qualità dell’aria che viene migliorata da interventi di distacco e rimozione di particelle solide che altrimenti rischiano di diventare volatili, ma anche coloro che ripongono nella professionalità degli operatori, una quota della tranquillità dei loro sonni. ci si imbatte in condomini con La mappatura dei torrini e dei comignoli esistenti sulle coperture viene proposta per prevenire disguidi tra condomini che utilizzano in comune, parte degli impianti, il controllo e la manutenzione programmata dell’impianto fumario di servizio alla centrale termica condominiale procura la riduzione delle spese per il combustibile e la video ispezione dei camini di servizio alle cappe delle cucine individua le cause degli odori, e dei camini delle caldaie autonome per prevenire pericoli potenziali di intossicazione per monossido di carbonio, causati da travasi tra utenze. riscaldamento individuale a forte presenza di apparecchi a combustibile solido. Sebbene installati in proprietà individuali, il loro utilizzo ha anche rilevanza sulla buona conservazione delle parti comuni. Si pensi a tutte le questioni legate alle prese d’aria o ai potenziali danni da installazioni non a norma che potrebbero interessare anche le strutture condominiali. SENZA BRUTTE SORPRESE Del resto basta delibare una qualunque rassegna di giurisprudenza, per accorgersi di quanto sia rilevante il contenzioso che ruota intorno alle canne fumarie: si va dalla rituale lite sulle distanze agli accessi per la manutenzione che costituiscono altrettanti focolai di guerra. Dei bottoni, s’intende. Molto del lavoro dell’Amministratore può essere condizionato negativamente dai condomini ma al contempo reso più efficace dagli artigiani che l’amministratore sceglie per offrire un servizio completo. L’ultima generazione volge di alla questa professione della riconosciuta, managerialità La scelta di un professionista ANFUS garantisce il livello di preparazione dell’operatore con cui rapportarsi. Sullo scaffale dell’amministratore di condominio non devono mancare le due norme UNI di settore: UNI 10683 per l’installazione degli apparecchi e UNI 10847 per la manutenzione. proprietà immobiliare, concetto nuovo che vede in primo piano la consulenza ai condomini, la risoluzione dei problemi effettuata con discrezione e la concertazione di un pull di esperti in campi diversi che ruota intorno all’amministratore. UN PACCHETTO DI SERVIZI A questo tipo di professionista Installatori manutentori ANFUS rivolgono un pacchetto di servizi specifici, mirati alla risoluzione dei problemi tra condomini, senza costi aggiuntivi, poichè rientrano negli obblighi di controllo, manutenzione e messa a norma degli impianti fumari, dei torrini e dei comignoli collettivi. “ “ L’intervento di un fumista preparato e di un manutentore specializzato è la garanzia per non avere sorprese. AMMINISTRATORI CONDOMINIALI

[close]

Comments

no comments yet