Num.32 - 2009

 

Embed or link this publication

Description

Il Giornale Italiano Num. 32 - 2009

Popular Pages


p. 1

“IL GIORNALE ITALIANO de España” PARLA DELLA SPAGNA AGLI ITALIANI, DEGLI ITALIANI IN SPAGNA E DELL’ITALIA PER GLI ITALIANI IN SPAGNA 32/2009 | GIORNALE NAZIONALE GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET 158 MILA ITALIANI IN SPAGNA!

[close]

p. 2

ALEJANDRA POLACCI - DIRETTORE GENERALE DI MADRID EXCELENTE È un marchio che si concede alle imprese che dimostrano un comportamento "EXCELENTE" nella loro gestione. Alejandra Polacci è italiana e romana. "La Comunidad de Madrid è la regione nella quale si creano più imprese con investimenti stranieri, più o meno l'83% che ricevette la Spagna nel 2008 e il 60% nel 2009. La Comunidad è aperta agli affari e agli imprenditori che vogliono installare qui la loro impresa". Come dice la Presidenta: “la Comunidad è business friendly”. mente, la Comunidad de Madrid avvierà una “Ley de Medidas Liberalizadoras y de Apoyo a la Empresa Madrileña”, che contiene riforme amministrative per stimolare la creazione di ricchezza nella regione, con nuovi posti di lavoro, affari ed investimenti. Con questa legge si semplificheranno le procedure amministrative e si snellirà il processo per creare imprese nei settori chiave dell’economia, come il commercio, il turismo, i servizi e il mercato industriale ed energetico. La Comunidad de Madrid è la regione di Spagna nella quale si creano più imprese e che riceve il maggiore investimento straniero, circa l’83% del totale ricevuto dalla Spagna nel 2008 e il 60% per il 2009. Grazie a questo rappresentiamo l’economia più competitiva della Spagna, secondo gli indicatori socio-economici di differente provenienza, e il nostro obiettivo è posizionare la nostra Comunidad fra le 10 regioni più competitive del mondo nell’anno 2020. Con la politica del Governo regionale, da un lato, ma anche con lo sforzo e la tenacia degli imprenditori, dall’altro. Quante imprese hanno ottenuto il marchio “Madrid Excelente” e quali sono i requisiti per ottenerlo? Il numero delle imprese aumenta continuamente. Attualmente 190 imprese hanno il nostro marchio, però dentro di due settimane ne entreranno a far parte del gruppo di “excelentes” de la Comunidad de Madrid altre 60. Il marchio lo possono ottenere imprese di qualsiasi grandezza e di qualsiasi settore merceologico sia nazionale che internazionale. È sufficiente avere un ufficio commerciale o produttivo nella comunità, avere almeno tre anni di anzianità, essere in progressivo sviluppo sia come gestione e sia come filosofia orientata verso la “Calidad Total” in tutti i settori dell’impresa. Quando parliamo di “Calidad Total”, intendiamo quella che deve essere inserita in tutte le aeree di una organizzazione. La Comunidad de Madrid, come aiuta le piccole e medie imprese a sviluppare e migliorare le loro attività? Il Governo della Comunidad de Madrid ha creato delle condizioni che facilitano la creazione ed il mantenimento delle imprese, riducendo le procedure burocratiche, le imposte e gli oneri fiscali. Queste misure sono rivolte a tutto il tessuto imprenditoriale e soprattutto alle pymes. Inoltre stimola la innovazione nelle imprese attraverso vari programmi di appoggio, come il “Plan de Innovación Empresarial (PIE)”, per finanziare progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, attraverso Madrid Network (Red de Parques y Clusters de la Comunidad de Madrid), del Plan FICOH (Fomento e Impulso del Comercio y la Hostelería), e attraverso il Programa Innoempresa e il piano di formazione PymeInnova, nei quali Madrid Excelente collabora attivamente. Quanto sono importanti la qualità e la competitività per il miglioramento del prodotto? La qualità e la “excelencia en gestión”, si debbono introdurre a 360 gradi in una impresa, cioè in tutte le aree ed a tutti i livelli, nei rapporti con il personale, i clienti, i fornitori, gli azionisti e non solo nella qualità del prodotto finale. Solo cosi l’impresa otterrà dei risultati. Numerosi studi internazionali hanno dimostrato che la implementazione dei modelli di gestione basati sulla “Calidad Total”, come Madrid Excelente, migliorano a medio e lungo termine i risultati imprenditoriali, il rendimento e, quindi, la competitività. Perché Madrid è la regione più competitiva della Spagna? Perché conta con il tessuto imprenditoriale “más excelente de toda España”, con le imprese più redditizie e competitive, grazie allo spirito imprenditoriale e allo sforzo degli impresari madrileni che sono coloro che avviano attività e creano posti di lavoro. Il Governo regionale appoggia un programma di politiche liberali che incentivano le imprese abbassando le imposte e semplificando la burocrazia. Il marchio aiuta le imprese anche nelle sue relazioni con il mercato estero? Madrid Excelente non ha solo una visione regionale, va molto più oltre. A livello nazionale apparteniamo alla Asociación Nacional de Cen- Alejandra Polacci, Directora General Intervista di Giulio Rosi Alejandra, quando e perché nasce, con quali scopi e quali sono le attività di Madrid Excelente? Madrid Excelente nasce nel 2001 come strumento di appoggio per il tessuto imprenditoriale madrileno. Soprattutto per le “pymes”. Nel 2005 Madrid Excelente S.A. si trasformò in una Fondazione senza scopi di lucro, con vocazione di pubblica utilità. Con Madrid Excelente, la Comunidad de Madrid sta incentivando la qualità e la “excelencia en gestión” come pilastro chiave per la competitività delle imprese, potenziando in questo modo l’attività e la crescita economica della Comunidad. I nostri obiettivi e le linee di azione si incentrano su quattro assi: la gestione e la certificazione del marchio Madrid Excelente, un sigillo concesso alle imprese che dimostrano un comportamento “excelente” nella gestione imprenditoriale; la promozione delle attività e dei progetti delle imprese “excelentes”, attraverso seminari per lo scambio di esperienze; formazione e consulenza per la gestione e la “excelencia” in vari aspetti come innovazione, responsabilità, “liderazgo”, impegno, sviluppo e fiducia. Abbiamo un ampio programma di formazione gratuito per le imprese di Madrid Excelente e per altre che sono interessate; riconoscimento nazionale ed internazionale, attraverso accordi di collaborazione con importanti organismi nazionale ed internazionali per la qualità e la “excelencia”, come la Asociación Nacional de Centros de Promotores de la Excelencia ( CEX), di cui siamo membri fondatori, la American Society for Quality (ASQ), la Fundación Iberoamericana para la Calidad (FUNDIBEQ), e altre con cui apriremo rapporti. Madrid è una città europea, quindi le imprese devono aggiornarsi continuamente, ma quali problemi incontrano? La Comunidad de Madrid è una regione aperta agli affari, agli imprenditori che vogliono installare le loro imprese nella nostra Comunità. Come dice la nostra Presidenta, è una Comunidad “business friendly”. Infatti, il Governo della Comunidad di Madrid sa che gli imprenditori con i loro progetti, con il loro investimenti, con la voglia di innovare e loro intraprendenza, sono il vero motore di ogni economia. Pertanto, il Governo regionale, nel quadro delle sue competenze, ha creato situazioni affinché gli imprenditori possano far crescere le loro imprese. Precisa- Da sin.: Il Presidente del CEIM, il Presidente de Mutua Madrileña, il Consejero de Economía y Hacienda de la Comunidad de Madrid, l'ex Primer Ministro de Irlanda, l'economista Xavier Sala i Martín, la Presidenta de la Comunidad de Madrid, l'ex Presidente de Colombia, il Presidente de la Cámara de Madrid e la Directora General de Madrid Excelente. 32/2009 Pag. 2

[close]

p. 3

Da sin.: Il Presidente del CEIM, la Viceconsejera de Economía, Comercio y Consumo de la Comunidad de Madrid, il Consejero de Economía y Hacienda de la Comunidad de Madrid, la Directora General de Madrid Excelente, e il Presidente della Cámara de Comercio e Industria de Madrid. tros Promotores de la Excelencia (CEX), lavorando congiuntamente in tutte le comunità per incentivare la cultura della qualità e la “excelencia en gestión”. Il marchio Madrid Excelente ha anche una chiara visione internazionale. Recentemente abbiamo firmato un accordo con la American Society for Quality (ASQ) per diffondere la “excelencia” e per diffondere lo scambio di esperienze fra imprese madrilene e americane. Vogliamo aiutare le nostre imprese nel loro processo di internazionalizzazione dandogli la possibilità di dimostrare i modelli aziendali negli Stati Uniti. Siamo presenti anche in America Latina, attraverso la Fundación Iberoamericana para la Calidad (FUNDIBEQ) e presto saremo in altri Paesi. Il recente “II Congreso Internacional de Excelencia” a Madrid è stato importantissimo per le imprese. Quali erano i suoi obiettivi e quali sono stati i risultati? L’evento era incentrato sulla innovazione come fattore chiave della competitività imprenditoriale. Più di 1000 imprenditori e dirigenti hanno potuto verificare quali sono le chiavi dell’innovazione. Il nostro obiettivo era creare un foro nel quale gli imprenditori potessero condividere esperienze e scambiarsi informazioni, attraverso casi pratici delle compagnie innovatrici e di esperti nel management, nel “liderazgo”, nelle nuove tecnologie, e ovviamente, nella innovazione. Come conclusioni è apparso evidente che ogni impresa, indipendentemente dalle sue dimensioni e dal settore di attività, può implementare la sua innovazione. L’importante è avere una attitudine innovatrice, crederci, potenziare la creatività ed il lavoro di gruppo, tenendo presente che ciò che funziona oggi potrebbe non funzionare domani e che bisogna trasformarsi continuamente. Infine considerare che la innovazione non è solo fatta di Ricerca e Sviluppo. Si può innovare nella fidelizzazione del cliente, nei canali di distribuzione, nelle strategie di Marketing, nei prodotti, nella comunicazione interna ed esterna, e cosi via. Perché la Comunidad de Madrid è interessante per gli investitori stranieri? Perché è una regione accogliente per vivere e per fare affari, che conta con i migliori servizi e con le migliori strutture, con 14 università e con numerosi centri di ricerca, oltre ad essere al 3 posto come concentrazione di imprese tecnologiche ed al 4 posto finanziario d’Europa. Dei più di 140 ospedali della Spagna 79 stanno nella regione di Madrid, la quale concentra anche il 65% del traffico aereo di Spagna. Naturalmente, oltre ad essere la regione più competitiva, è quella che ha più imprese e che riceve più capitale estero. È quanto mi comunicarono gli imprenditori italiani e francesi in occasione delle presentazioni di Madrid Excelente che tenemmo recentemente nell’Ambasciata d’Italia e nella Ambasciata di Francia. In un momento di crisi come questo è ancora più importante il marchio di qualità? Certamente, però vorrei chiarire che non è importante solo per il fatto di tenerlo appeso alla parete o tenendo un adesivo che lo qualifica come “excelente”. Questo non significa che sia stato fatto tutto il lavoro. La “excelencia” è il miglioramento continuo, la filosofia che vogliamo trasmettere è che dobbiamo lavorare per essere ogni giorno migliori in quello che facciamo. In epo- che difficili, sopravvivono solo coloro che mettono in pratica questo concetto. È in questi momenti che le imprese debbono essere ancora più “excelentes” nella loro gestione. Contrariamente a quanto si possa pensare, il 2009 è stato l’anno nel quale abbiamo ricevuto più domande per ottenere il marchio Madrid Excelente, questo mi dimostra che il nostro messaggio sta diffondendosi nel mondo imprenditoriale. Quale sono attualmente i settori produttivi o dei servizi dove è più urgente l’innovazione? È necessaria in tutti i settori di attività ed in imprese di tutte le dimensioni, visto che se vogliamo continuare a progredire dobbiamo cambiare qualcosa. Il momento attuale impone che siamo capaci di creare nuovi modelli di imprese, approfittando delle nuove tecnologie per applicarle allo sviluppo dei nostri affari. In molti casi sarà necessario affrontare una trasformazione dell’impresa che nella Comunidad de Madrid, procede assieme alla innovazione Con quale messaggio ti piacerebbe che chiudiamo questa intervista? Vorrei citare due frasi diverse, ma complementarie, che riassumono tutta la filosofia di Madrid Excelente. La prima è di Darwin e dice: “Non sono le specie più grandi e neppure le più intelligenti quelle che sopravvivono, ma quelle che si adattano meglio ai cambiamenti”; la seconda è del giocatore di hockey, Wayne Gretzky che afferma: “I buoni giocatori di hockey non vanno dietro al disco, ma si piazzano dove il disco starà nei prossimi secondi”. Alejandra Polacci Licenciada en Derecho y en Ciencias Empresariales y Administración de Empresas por la Universidad Pontificia Comillas, ICADE (E-3). Master en Asesoría Jurídica por la Escuela de Práctica Jurídica, Programa de Alta Dirección Internacional GSMP (Global Senior Management Program) por el Instituto de Empresa de Madrid y la Universidad de Chicago, Programa Directivo de Gestión Empresarial y Orientación Comercial por el IESE. Desde abril 2005, es la Directora General de Madrid Excelente, organismo sin ánimo de lucro de la Consejería de Economía y Hacienda de la Comunidad de Madrid, que gestiona la concesión del sello de Calidad en gestión empresarial, Madrid Excelente. Anteriormente a su nombramiento en la Comunidad de Madrid, ha ocupado diversos puestos directivos en el Grupo Telefónica, tanto en España como en el extranjero, como la Coordinación Internacional en la Fundación Telefónica, la Dirección de Relaciones Institucionales y Comunicación en la filial para el comercio electrónico en USA, y en la última etapa ha llevado la Dirección de Productos y Marketing y la Dirección de Desarrollo Corporativo en la filial audiovisual y de contenidos del Grupo. Es profesora del Programa Superior de Dirección en Responsabilidad Corporativa del Instituto de Empresa, del Máster de Gestión de Calidad y Excelencia Empresarial de la EOI, del Máster en Calidad Asistencial y Máster en Dirección de Empresas de la Universidad Rey Juan Carlos. Alejandra Polacci es también Vicepresidente de la Asociación Nacional de Centros de Excelencia, Patrono nato de la Fundación para el Mecenazgo y Patrocinio Social y miembro del Consejo Asesor de la Fundación Pons. www.madridexcelente.com Da sin.: Il Presidente de NH Hoteles, il Ministro Consejero de la Embajada de Italia en España, la Viceconsejera de Economía, Comercio y Consumo de la Comunidad de Madrid, la Directora General de Madrid Excelente e il Presidente de la Cámara de Comercio e Industria Italiana para España. Più di 1.000 impresari e dirigenti hanno partecipato al II° Congreso Internacional de Excelencia Pag. 3 32/2009

[close]

p. 4

Le novità fiscali in arrivo, come l’annullamento della detrazione dei 400 euro sulle rendite del lavoro e l’aumento dell’IVA, influiranno in modo negativo, sulle attività economiche, imprenditoriali e sugli investimenti del prossimo anno. per operazioni internazionali, è molto meno difendibile in operazioni interne realizzate sotto la stessa sovranità fiscale. In secondo luogo, per quanto riguarda le operazioni di affitto di immobili, con o senza opzione di acquisto, per necessità di mercato molte imprese immobiliari attualmente hanno necessità di chiarire i dubbi in relazione al “Impuesto sobre el Valor Añadido” riguardo al possibile autoconsumo. Questo una volta che si sia ridotto il tipo di imposta applicabile a queste operazioni. Infine, i professionisti riuniti alla Coruña, continuano ad insistere sulla necessità di incrementare la produttività delle imprese che si può appoggiare con misure come l’unificazione del programma di aiuti alla elaborazione de “Cuentas Anuales” e aiuti nella dichiarazione del “Impuesto sobre Sociedades” evitando duplicati. Inoltre, si è proposta una piattaforma unica fra le amministrazioni autonome e le corporazioni locali, per risparmiare costi e semplificare le obbligazioni da parte dei contribuenti. Non sembra infatti ragionevole che ogni gruppo di consulenti fiscali debba firmare un accordo di collaborazione sociale con ciascuna “Comunidad Autónoma”, o che il contribuente, al momento di pagare tasse uguali in differenti territori, debba confrontarsi con strumenti telematici differenti fra di loro. Quali, quindi, Presidente, le principali novità emerse in questo congresso? Il congresso essendosi svolto alla fine dell’anno, ha permesso di anticipare le novità fiscali in arrivo. Anche se in questa occasione, a causa della fragile magle seguenti. Circa lo “Impuesto sobre la Renta (IRPF)” si avranno tre importanti cambiamenti: scompare la detrazione dei 400 euro annuali per chi percepisce rendite da lavoro e da attività economiche della Il PRESIDENTE PICH E IL “CONGRESO DE ECONOMISTAS ASESORES FISCALES” che fatturino meno di 5 milioni di euro, con un massimo di 25 dipendenti e che mantengano l’organico, congiunturalmente, nel 2009, 2010, 2011 gli si permette di ridurre del 20% la rendita netta da includere MADRID Valentí Pich, Presidente Intervista Paola Pacifici Presidente, perché questo Congresso? Il Congreso del Registro de Economistas Asesores Fiscales (REAF), che è biannuale, è uno degli eventi più importanti per gli Economisti nel nostro Paese. Questo Órgano Especializado del Consejo General riunisce più di 4.500 economisti, la cui principale attività è la consulenza fiscale. Essendo una attività che richiede aggiornamenti poiché si lavora con leggi in continua evoluzione, il sodalizio promuove Seminarios, Jornadas e, come in questo caso, Congresos, nei quali gli economisti, oltre che dibattere sulle ultime novità, sui criteri dottrinali, sulla giurisprudenza e sui temi più controversi, possono contattare colleghi di altre zone e scambiarsi esperienze professionali. A quali conclusioni siete arrivati? Innanzi tutto, i soci del REAF hanno espresso preoccupazione per l’incessante aumento delle obbligazioni tributarie che vengono imposte agli imprenditori ed ai professionisti. In proposito cito gli obblighi di giustificazione e documentazione delle operazioni vincolate. Il problema non è tanto nell’obbligo di valutare in senso mercantile tutte queste operazioni realizzate fra i gruppi, fra soci, fra amministratori e familiari dell’uno o dell’altro nei riguardi della società con la quale sono relazionati, quanto nell’obbligo di giustificare e documentare queste operazioni. Inoltre, secondo una opinione generalizzata, questo carico fiscale indiretto, che potrebbe aver senso Sin.: Salvador Fernández Moreda, presidente de la diputación de A Coruña; Roberto Pereira, decano del Colegio de Economistas de A Coruña; Alberto Núñez Feijoo, presidente de la Xunta de Galicia; Valentí Pich, presidente del Consejo General de Colegios de Economistas de España; Carmen Marón, teniente de alcalde del Ayuntamiento de A Coruña gioranza che si può raggiungere a livello parlamentare come risultato delle ultime elezioni, le previsioni normative possono subire più cambiamenti del solito. Comunque, le novità che avranno effetto nel 2010, anche se alcune verranno applicate retroattivamente, sono cui deduzione abbia beneficiato nel 2008-2009. In secondo luogo, si incrementano le spese della rendita sui risparmi (interessi, dividendi e plusvalie) dal 18 al 19% per rendite fino a 6000 euro annui, e fino al 21% per il resto. Infine, agli imprenditori e professionisti nella base imponibile. Per lo “Impuesto sobre Sociedades”, oltre ad alcune modifiche tecniche, parallelamente a quanto detto per lo IRPF, a chi si trovi nei limiti suddetti gli si riduce, sempre per i tre anni citati, di 5 punti percentuali il tipo di imposta, passando dal 25 al 20% per i primi 120.202 euro di base imponibile e, per importi superiori si passa dal 30 al 25%. Rispetto all’IVA, la novità più rilevante prevista per il secondo semestre del 2010 è un aumento dal 7 al 8% e dal 16 al 18%. Come le conseguenze sul contribuente? L’eliminazione della detrazione dei 400 euro per molti contribuenti significa una corrispondente perdita di liquidità. L’aumento delle tasse che gravano sulle rendite del risparmio, costringerà a pianificare a fine anno un tipo di risparmio al tasso più basso possibile. L’aumento dell’IVA previsto per la metà del 2010 potrebbe far anticipare l’acquisto di beni di alto valore già previsto per non pagare l’imposta più elevata in programma. Il Colegio de Economistas della Coruña , sotto il tema “Fiscalidad y coyuntura económica”, ha organizzato l’ottava edizione del CONGRESO NACIONAL DEL REAF (Registro de Economistas Asesores Fiscales). Il REAF è un organo specializzato del Consejo General de Colegios de Economistas de España , creato nel 1988 per coordinare le attività professionali degli economisti consulenti fiscali appartenenti al Collegio. I lavori, oltre a temi di carattere generale, hanno trattato anche le misure fiscali contro la crisi, i finanziamenti autonomi e locali, la fatturazione elettronica, l’IVA, gli affitti e le retribuzioni nell’ambito delle società. I lavori sono stati presieduti da Valentí PICH, Presidente del Consejo General de Colegios de Economistas e quindi massimo rappresentante di oltre 40 mila qualificati professionisti del settore. Il titolo stesso della conferenza inaugurale “Novedades tributarias para 2010” tenuta dal Director General de Tributos , Jesús Gascón Catalán, ha preannunciato la richiesta di una serie di modifiche tributarie da apportare alla legislazione, suscitando grande interesse negli operatori e professionisti dell’urbanistica. Pag. 4 32/2009

[close]

p. 5

MADRID 44.000 soci in 33 collegi “Colegiado de Honor” a Manuel Varela E’ stato Presidente dell’Olivetti España, Consigliere della Pirelli e del Banco Exterior de España. Fu fra i docenti che formarono il Re quando era Principe e collaborò alla formazione del Principe Felipe 1 in Derecho nel 1961. È stato asesor de la Presidencia del Instituto Español de Moneda Extranjera, fu consigliere, vicepresidente e presidente della Olivetti España, consigliere della Pirelli e del Banco Exterior de España. Nel 2007 riceve il Premio Infanta Cristina e il Doctorado Honoris Causa de la UNED. È stato director del Departamento de Teoría Económica de la Universidad Complutense, e fece parte del gruppo docente che formarono Rey Don Juan Carlos quando era ancora Príncipe, poi collaborò alla formazione del Principe Felipe. Fu il primo cattedratico della Organización Económica Internacional en España, primo director del Departamento de Teoría Económica de la Universidad Complutense e il primo ad ottenere il Premio a las Ciencias, istituito dalla Fundación de la CEOE. NOTIZIE Sin.: Roberto Pereira, decano del Colegio de Economistas de A Coruña; Jesús Sanmartín, presidente del Registro de Economistas Asesores Fiscales, REAF; Jesús Gascón Catalán, director general de Tributos Valentín Pich Rosell Nacido en Barcelona en el año 1953. Licenciado en Ciencias Económicas por la Universidad Autónoma de Barcelona. Economista. Actualmente es Presidente del Consejo General de Colegios de Economistas, cargo para el que fue elegido el día 9 de enero de 2008. Desde finales de 2000 al 2006, ha sido Presidente del Registro de Economistas Asesores Fiscales (REAF), organismo que agrupa a 4.300 economistas-asesores fiscales de todo el Estado, del Consejo General de Colegios de Economistas de España, con sede en Madrid. Ha sido Decano del Colegio de Economistas de Cataluña desde marzo de 1995 hasta marzo del 2001. Durante el periodo 1997 a 2001 y 2004 a 2008 ha sido Secretario del Consejo General de Colegios de Economistas y durante el periodo 2001 a 2004 Vocal de la Comisión Permanente. Auditor de cuentas, socio fundador de PICH AUDITORES y del GRUPO ABANTE AUDITORES. Profesionalmente inició su actividad profesional como miembro del servicio de estudios de una importante organización empresarial. Actualmente sigue siendo consejero de varias organizaciones empresariales. Socio director de un despacho profesional de media dimensión, relacionado con la asesoría legal, tributaria y auditoría, ubicado en Barcelona. Socio fundador de una firma de auditoría que opera a nivel nacional que agrupa a cinco despachos. Mantiene una actividad académica como profesor en Masters y cursos de especialización en varias Universidades sobre temas fiscales y de organización empresarial. Ha sido miembro del Consejo Social de la Universidad Pompeu Fabra. Ha escrito varios libros sobre temas relacionados con los aspectos fiscales y contables. Colabora habitualmente en diferentes medios de comunicación social. Es miembro del Consejo de Redacción de la Revista Económica de Cataluña y de otras publicaciones y revistas. Ha sido miembro del Consell Tributari del Ayuntamiento de Barcelona desde el año 2001 al 2004, el Tribunal Económico Administrativo municipal de esta ciudad. Actualmente es miembro del consejo de administración de varias entidades y empresas. También tiene experiencia como presidente de comité de auditoría. 1. Manuel Varela, Juan Iranzo e Carlos Berzosa 2. Manuel Varela y Juan Iranzo 3. Discorso di Manuel Varela (a ds. Isidoro Álvarez, Presidente El Corte Inglés) 32/2009 L’economista Manuel Varela Parache, Cattedratico emerito della Università Complutense di Madrid e della Università CEU San Pablo, è stato insignito dell’onorificenza Colegiado de Honor del Colegio de Economistas de Madrid, come personalità rilevante della Società che ha reso un servizio di grande importanza al Paese e alla professione di Economista. La cerimonia è stata presieduta dal Rector de la Università Complutense de Madrid, Carlos Berzosa e dal Decano-Presidente del Colegio de Economistas de Madrid, Juan E. Iranzo. Manuel Varela Parache fu protagonista nella liberalizzazione dell’economia spagnola e dell’entrata della Spagna negli organismi internazionali, come l’incorporazione nel Fondo Monetario Internacional (FMI) e la Organización para la Cooperación y el Desarrollo Económico. Nato a Madrid nel 1926, si laureò in Derecho y Economía en la Universidad Complutense, ottenendo il doctorado en Ciencias Económicas nel 1953 e 2 3 Pag. 5

[close]

p. 6

IL PRESIDENTE ITALIANO NAPOLITANO, IL RE E IL PRESIDENTE PORTOGHESE SILVA AL COTEC EUROPA stito in maniera più convinta sulla istruzione, sulla conoscenza e sull’innovazione. La capacità di innovare è la forza di un Paese ed è parte essenziale dell’Unione Europea per evitare un declino MADRID di Alessandra Selvelli vo contributo. Essa è ispirata alla piena adesione al progetto europeo di costruzione di una società basata sulla conoscenza definito a Lisbona”. Il Capo dello Stato ha concluso il suo intervento au- Sin.: il Re Juan Carlos, il Presidente d’Italia Giorgio Napolitano e il Presidente del Portogallo Aníbal António Cavaco Silva, al V Cotec Europa MADRID - Presso il Palacio Real de El Pardo si è tenuto il 5º Simposio COTEC Europa, annuale incontro istituzionale tra COTEC di Italia, Spagna e Portogallo per lo sviluppo competitivo dell’Europa mediterranea. Con i massimi rappresentanti imprenditoriali e della ricerca dei tre paesi, sono intervenuti il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna e il Presidente del Portogallo Aníbal António Cavaco Silva, in qualità di Presidenti onorari delle COTEC. L’iniziativa promuove linee comuni di ricerca, tra i principali l’agri-food, turismo, sicurezza, applicazioni forestali e design, sfruttando le opportunità fornite dalla Comunità Europea, l’innovazione e la tecnologia per la valorizzazione del patrimonio culturale e per la competitività, la promozione per incrementare la partecipazione delle piccole e medie imprese alla ricerca e lo sviluppo tecnologico dell’Unione Europea. “La capacità di innovare è essenziale all’Europa per uscire dalla crisi ha detto il Presidente Napolitano - in un mondo sempre più multipolare e interconnesso, l’Europa può svolgere un ruolo di rilievo se sarà unita nelle sue posizioni e nelle sue iniziative. Il Trattato di Lisbona - ha aggiunto - è la condizione indispensabile per rispondere ai cittadini, rafforzando il rapporto fra le istituzioni europee con nuove disposizioni per aumentare le capacità di decisione e d’azione dell’Unione. L’entrata in vigore del nuovo Trattato è una condizione necessaria, ma non sufficiente. La sua applicazione - ha sottolineato Napolitano - deve essere assistita da una forte volontà politica”. L’uscita dalla crisi non sarà facile ma questa può anche rappresentare una grande opportunità. I Paesi che per primi ne usciranno saranno quelli che avranno inve- Il Presidente Italiano Giorgio Napolitano con l’Ambasciatore Pasquale Terracciano a Madrid I tre Capi di Stato, Re Juan Carlos, Giorgio Napolitano, Anibal Cavaco Silva e loro Consorti del nostro Continente dinanzi al mutamento degli equilibri mondiali. “I nostri tre Paesi - ha detto il Presidente Napolitano - hanno ancora molta strada da compiere. In Italia, come emerge dal rapporto annuale della Fondazione COTEC, è grave il divario NordSud. Ma c’è un miglioramento. L’azione delle Fondazioni Cotec - ha spiegato il Presidente della Repubblica - ne è un significatispicando che la cooperazione tra Istituti di ricerca e imprese dei nostri Paesi nei settori dell’alta tecnologia continui a intensificarsi. “Ci muove la convinzione - ha detto - che lo sviluppo delle capacità di ricerca e innovazione rappresenti una leva decisiva per vincere la sfida della crescita, superare la crisi sociale, migliorare e rafforzare l’immagine e la proiezione esterna dell’Europa” Il Presidente Giorgio Napolitano con Sua Maestà il Re Juan Carlos, durante la cerimonia di inaugurazione della Mostra su Carlo III Nel 1990, raccogliendo un suggerimento di Sua Maestà il Re Juan Carlos, un gruppo di imprenditori spagnoli creò una organizzazione per promuovere l’innovazione tecnologica. Elemento base per migliorare la competitività. Nell’ottobre 1992, il progetto COTEC adottò la forma giuridica di Fondazione. La sua origine nettamente privata e chiaramente imprenditoriale, l’importanza e il numero delle istituzioni ed imprese presenti e, soprattutto, l’inestimabile appoggio della Corona, fanno del COTEC una organizzazione unica fra le Nazioni vicine. Seguendo l’esempio, nel 2002 anche l’Italia ha fondato il COTEC e nel 2003 è stata seguita dal Portogallo. Per compiere le sue finalità, si propone i seguenti obiettivi strategici di carattere permanente, i quali guidano anche le attività future: promozione della cultura tecnologica e innovatrice, analisi degli effetti della innovazione, estensione della presenza istituzionale. I presidenti d’onore dei COTEC sono i rispettivi Capi di Stato. Pag. 6 COTEC Il Presidente Giorgio Napolitano nel corso della visita all'Istituto Italiano di Cultura di Madrid 32/2009

[close]

p. 7



[close]

p. 8

SEMINARIO DELL’ASSOCIAZIONE DONNE PER IL DIALOGO A MADRID MADRID di Alessandra Selvelli Notizie GRUPPO FIAT NASCE IL NUOVO DOBLÒ Manuel Pombo, rappresentante del Director General de Organización Internacional para las Migraciones en España; Giovanna G. de Calderón, presidenta de MDE, e José Antonio Lara, subdirector general para la Igualdad en el empleo del Ministerio de Igualdad. La Asociación Mujeres para el Diálogo y la Educación (AMDE), ha tenuto il suo IV Seminario sul tema: “La mujer como agente dinamizador del desarrollo económico en la Feria Enlaces Internacionales 2009”, con la Feria Enlaces Internacionales 2009, la Obra Social de Caja Madrid, il Municipio di Madrid e l’appoggio del Plan Nacional para la Alianza de Civilizaciones. La presidentessa di AMDE, Giovanna G. de Calderón, ha spiegato che è fondamentale stimolare le donne ad intraprendere nuove attività con minimi investimenti, con le nuove tecnologie e il microcredito. Manuel Pombo, rappresentante del Director General de Organización Internacional para las Migraciones en España, ha dichiarato che la donna non ha le stesse opportunità dell’uomo, indicando soluzioni per porre fine a questa storica discriminazione. Il Subdirector general para la Igualdad en el empleo del Ministerio de Igualdad, José Antonio Lara, ha ricordato i programmi del suo ministero, come l’appoggio al microcredito. La presidenta del Banco Mundial de la Mujer en España, Inger Berggren, ha dichiarato che le donne accedono solo al 3% del credito. Carmen López Espejo, della Cámara de Comercio de Madrid, ha spiegato la metodologia che devono seguire le donne per esportare un progetto imprenditoriale, come “Aval Madrid”. In anteprima mondiale la Fiat presenta il nuovo Doblò, una macchina che fa dello spazio il suo punto forte, per la famigliam per gli amici, per il tempo libero e per il lavoro. Risponde alle necessità di funzionamento e di comfort accogliendo fino a sette persone. Un autentico “family space” sicuro ed economico, rispetta l’ambiente più di ogni altro mezzo. Ampio portabagagli da 790 litri, motorizzazione con 90 CV benzina, tre versioni diesel e una versione “Natural Power”. Anche la versione “cargo” è all’avanguardia nella sua categoria. NH HOTELES AQUISTA LA GESTIONE DI HESPERIA forza così la presenza nazionale e internazionale senza ricorrere al capitale o incrementare il debito. Allo stesso tempo, Javier Illa Ruiz, CEO di Hesperia, entra a far parte del Consiglio di Amministrazione di NH Hoteles. Un comitato di integrazione è stato creato al fine di massimizzare le sinergie attraverso la gestione unificata di tutti gli alberghi. NH Hoteles ha deciso di convocare NOTIZIE CORSO DI PIANIFICAZIONE La Asociación Española de Abogados Urbanistas di Madrid, dal 19 al 26 novembre e con il patrocinio di “El Derecho Editores”, organizza nella sua sede di Plaza de España un Corso di Pianificazione Urbanistica. Per apprenIl Presidente José María dere praticamente questo lavoro, conGarcía Gutiérrez siderando le varie situazioni presenti sul territorio con le sue norme sussidiarie. In special modo la normativa della Comunità di Madrid. Il Corso è diretto ad Avvocati e Consulenti Giuridici di Aziende Edili, Costruttori, Agenti Immobiliari, Tecnici, Esperti e persone relazionate in qualche modo con il mondo Immobiliare ed Urbanistico in tutti i suoi settori. I docenti saranno: Enrique Porto Rey, dottore architetto, ex Director General de Urbanismo y Planificación de la Consejería de Medioambiente y Ordenación del Territorio de la Comunidad de Madrid ; José Maria García Gutiérrez, avvocato urbanista, Presidente de la Asociación Española de Abogados Urbanistas; Maria de los Reyes Rueda Serrano, avvocata urbanista, Secretaria General de la Asociación Española Abogados Urbanistas . La Asociación Española de Abogados Urbanistas è un sodalizio nazionale senza fini di lucro, che riunisce i professionisti specializzati nei settori Urbanistico, Immobiliare, delle Costruzioni Edilizie e dell’Ambiente, oltre a coloro che desiderano specializzarsi nelle varie discipline del settore. Alla fine di ogni Corso viene rilasciato un Diploma ed gli allievi che lo richiedano vengono inseriti negli elenchi della Bolsa de Empleo de la Asociación Española Abogads Urbanistas . ( www.aeaurbanistas.com ) Asociación Española Abogados Urbanistas un’Assemblea Straordinaria per il 3 dicembre, in cui proporrà sia di estendere la limitazione dei diritti di voto degli azionisti al 20% che di ridurre al 51% il quorum per modificare o rimuovere questa limitazione. Attualmente NH Hoteles ha in corso 50 progetti di nuovi alberghi in costruzione per un totale di circa 7.000 nuove camere. NH Hoteles è quotata alla borsa di Madrid. Gabriele Burgio, Presidente NH Hoteles NH Hoteles e Hesperia hanno concluso l'accordo per l'integrazione delle attività di gestione dei loro rispettivi hotel. Grazie a questa intesa, la catena alberghiera presieduta da Gabriele Burgio acquisisce la società di gestione del Grupo Hesperia e gestirà 51 alberghi attualmente di proprietà o gestiti da Hesperia, pertanto la catena aumenterà a 400 il numero totale degli alberghi e il numero di camere a oltre 60.000. NH Hoteles raf- NH City & Tower di Buenos Aires Pag. 8 32/2009

[close]

p. 9



[close]

p. 10

C AB T A L O G N A ARCELLONA di Maria Santini CASA DEGLI ITALIANI "UNA SCAPPATA IN SICILIA" NOTIZE CASA DEGLI ITALIANI La Fibanc-Mediolanum, nuovo socio patrocinatore della Casa degli Italiani. La banca, appartenente al Gruppo Mediolanum, presenta ai soci i suoi servizi e soluzioni di gestione del risparmio. Da Il Presidente Giuseppe Meli quasi 30 anni il Gruppo Mediolanum è specializzato nell'offrire un servizio di qualità altamente personalizzato, per la gestione del risparmio mediante un modello di banca multicanale dove la figura del Consulente Finanziario Personale è fondamentale. Il successo di questa innovativa forma di fare banca e dell'elevato livello delle sue soluzioni ha fatto sì che oggi, più di un milione di italiani si beneficino della consulenza dei professionisti del Gruppo Mediolanum, e grazie alla loro consulenza possono risparmiare con tranquillità, ottenendo i migliori risultati e le risposte più adeguate alle loro esigenze, particolarmente nei momenti di crisi. La Fibanc-Mediolanum, dà risposte alle esigenze del cliente. Consegna all'On. Francesco Mineo della targa ricordo presso la Sala Gialla dell'Assemblea Regionale Siciliana. Sin.: Gianfranco Vignola (Consigliere Casa), Giuseppe Meli e On. Mineo Quattro giorni dal 10 al 13 ottobre: giorni pieni, intensi, bel tempo, buone guide e simpatiche, colte ed entusiaste: Giovanni e Nicola (solo al finale scoprimmo che è vice sindaco di Isnello, “Isnello Ricama”, con una grossa tradizione di pizzi e ricami) e sempre scorci stupendi sul Tirreno blu. Conservazione di un signor Parco, quello delle Madonie che vale sinceramente la pena di visitare. Dal livello del mare di una stupenda Cefalù, già famosa ai tempi di Cicerone, sino a Castelbuono (Castello dei Ventimiglia) per proseguire nomica continuò al ristorante “Da Salvatore” di Petralia Soprana con tante portate di piatti tipici: ragazzi che abbuffata! A Cefalù da “Trappitu”, una palafitta sul mare, buon pesce e ben innaffiato: non mancò neppure una candelina sulla Cassata alla Siciliana: un’amica del gruppo festeggiava il compleanno, motivo per un ulteriore brindisi con Zibibbo. Finale a Palermo dove tante invasioni lasciarono il segno della storia e la testimonianza della loro arte. Bella ma non solo: come si mangiò da “a cuccagna”, che risotto e che pesce spada! Mamma mia e l’hotel, Garibaldi ovviamente, a due passi dal Politeama: meglio di così... Ma la traca final venne con la visita al Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea Regionale Siciliana. Bisogna Brindisi alla trattoria "A Cuccagna" Palermo dirlo, eravamo super raccomandati dall’Onorevole Francesco Mineo per cui non trovammo porte chiuse, anzi se ne aprirono tante e così potemmo vedere ed ammirare le bellezze della Cappella Palatina da poco restaurata, la Sala Rossa, la Sala Gialla, la Stanza di Ruggero da dove si gode di una vista mozzafiato della città ed anche la Sala d’Ercole dove si riunisce appunto l’Assemblea. E poi l’invito a pranzo... un buffet nello stesso palazzo, nel bel salone cinese: fu il pranzo più variato e squisito, iniziato con cuscus, gamberoni, pesce spada .... e finito con cannoli, cassata e fichi d’india del Monte Pellegrino. E per comprare? Troppo e di ogni ben di Dio, ma le valigie putroppo non si possono gonfiare! Naturalmente questo è solo un assaggio delle oltre 1.700 fotografie che ha scattato il nostro fotografo ufficiale, nonché amico, Alfredo Milesi! Giuseppe Meli Il gruppo a San Mauro Castelverde poi per San Mauro Castelverde 1.300 metri, passando per Petralia Soprana e Sottana (nel 254 a.c. roccaforte cartaginese) Castellana Sicula - Polizzi, appellata Generosa dall’Imperatore Federico II di Svevia (tra l’altro le sue montagne sono state il frigorifero di mezza Sicilia) Isnello e Gratteri, già abitata nella Preistoria Gibilmanna, monte della Manna come fu chiamata dagli Arabi e poi il superbo Santuario Mariano. Piccoli flash: cominciando dal “Relais Santa Anastasia” di Castelbuono che merita sette stelle, il primo incontro gastronomico al “Ngalarruni” e poi da “Fiasconaro”, Limoncello “tutti agrumi” con assaggi di ottimi panettoni mai provati, poi “Romitaggio San Guglielmo” con i funghi porcini siciliani: forse grazie alla Manna ci salvammo da una indigestione. La nostra avventura gastro- Pag. 10 32/2009

[close]

p. 11



[close]

p. 12

C AB T A L O G N A ARCELLONA di Maria Santini “PREMIO VITTORIO DE SICA” AL FAMOSO ARCHITETTO RICARDO BOFILL tettura che ha fra i suoi membri anche dei sociologi oltre che architetti e ingegneri. Grazie a questa equipe professionale, Bofill era in condizione di affrontare progetti in differenti Paesi del mondo. Nel 1978 apre uno studio a Parigi. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. Nel 1985 fu eletto membro onorario dell’Istituto Americano di Architettura negli Stati Uniti. L’ultimo riconoscimento è appunto il Premio Vittorio De Sica. Il Presidente Giorgio Napolitano consegna il premio a Ricardo Bofill Il famoso architetto catalano, Ricardo Bofill, ha ricevuto il Premio Vittorio De Sica per l’Architettura dal Presidente Giorgio Napolitano al Palazzo del Quirinale in occasione della Giornata Nazionale dello Spettacolo. Ricardo Bofill ha dichiarato che per lui è un’onorificenza speciale, non solo per la sua relazione con l’Italia, ma per la persona che glielo ha consegnato. L’architetto, la cui madre era italiana, è dell’Italia, ha costruito edifici a Firenze, Bologna e Salerno, con il suo inconfondibile stile mediterraneo. Altri Premi De Sica sono andati ad Andrea Bocelli, Enzo Cucchi, Maja Plisetskaya, Claudio Bisio, Giovanna Mezzogiorno, Luca Argentero, Antonio Albanese, Massimo Boldi, Ilaria Occhini y Jasmine Trinca, el productor Alfredo Bini y los directores Neri Parenti y Marco Pontecorvo, Dacia Maraini, Moni Ovadia e all’ex ministro della Sanità, Umberto Veronesi. Premio speciale alla memoria per Mike Bongiorno. SPAGNOLO DI MADRE ITALIANA Nato a Barcellona, il 5 dicembre 1939, l’architetto Ricardo Bofill ha origini ebraiche, in quanto sua madre Maria Levi è un’ebrea di origine veneziana. Suo padre era un architetto e costruttore, discendente di Guillem Bofill, costruttore della cattedrale di Gerona nel 1404. Bofill ha studiato al Liceo Francese e poi alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura. Nel 1955 viaggia in Grecia per conoscere direttamente l’architettura classica. Nel 1957 si trasferì in Svizzera e si iscrisse all’Università di Ginevra laureandosi 1959. Nel 1963 creò il suo studio di archi- IL SALONE NAUTICO DI BARCELLONA RESISTE ALLA CRISI Il Salone Nautico Internazionale di Barcellona, uno dei più importanti d’Europa, nella 48ª edizione, nonostante la crisi, ha accolto 1.500 imbarcazioni e 380 espositori. Novità di quest’anno è la presentazione del motore ecologico e i progetti per il rispetto ambientale, la propulsione ibrida, le batterie ecologiche e l’utilizzo di nuovi materiali. La partecipazione italiana, patrocinata dalla Regione Campania, dall’Unione Europea, con la collaborazione della Camera di Commercio Italiana di Barcellona e di Campanianautica, è stata curata dall’Agenzia Sea Ports della Camera di Commercio di Salerno. La Campania è stata uno dei più importanti espositori di questa edizione, in quanto i suoi cantieri, fra i primi in Europa, hanno presentato le ultime novità in tecnologia, estetica innovatrice e rispetto ambientale. Gli espositori italiani sono stati: Cantieri Mimi, CNL Lamberti, CVL Nauatica, Free Line, ITS Servizi marittimi e satellitari, Manò Marine, CTS Trading, Terminal Boat, Momar Sport, Nautica Esposito, Cabin Charter, Quality & Security, Yacht for you. Fra le iniziative collaterali, il Congreso Inovación y Turismo en la Náutica Recreativa Española. Allo scopo di stimolare l’adesione di nuovi espositori, è stato varato un piano di fidelizzazione chiamato “un mar de oportunidades”. Il Salone Nautico Internazionale di Barcellona è riuscito a presentare un ventaglio di opportunità alla portata di tutte le borse. Questo riconoscimento dal 1975 viene assegnato a personalità delle arti, delle scienze e della società e soprattutto del cinema. Presidente Gian Luigi Rondi La Regione Campania, Le Camere di Commercio di Salerno e quella Italiana di Barcellona Fernando Sousa, della Deutsche Bank, e il presidente del Salón Náutico Internacional de Barcelona, Luis Conde, hanno firmato un accordo per l’acquisto di imbarcazioni ed ormeggi con prodotti bancari per i compratori del Salone Pag. 12 32/2009

[close]

p. 13

ANDALUSIA di Paola Lungarini MALAGA - Il Partito Popolare di Andalucía ha presentato un nuovo modello di Mancomunidad “moderno e democratico”, applicabile a tutta la provincia, basato su criteri proporzionali in funzione della popolazione di ciascun municipio. L’atto è stato presieduto dal capo del PP andaluso, Javier Arenas, assieme ai sindaci popolari della Costa del Sol. In proposito, il presidente provinciale popolare, Eliás Bendodo, ha sottolineato che in questo nuovo modello si inquadra l’inizio di un nuovo modo di governare le istituzioni pubbliche, soprattutto considerando che l’attuale modello risale ad epoca franchista. La riforma, ha aggiunto, è più giusta ed operativa, non più come ufficio dove collocare, come sempre, simpatizzanti ed amici del Partito Socialista. LONDRA/MALAGA/MARBELLA - La sindachessa di Marbella, Angeles Muñoz, assieme al sindaco di Malaga, Francisco de la Torre, all’assessore al Turismo del Comune di Malaga, Eliás Bendodo, all’assessore al Turismo di Marbella, José Luis Hernández, hanno inaugurato lo stand allestito presso la World Travel Market di Londra. All’inaugurazione erano presenti il Ministro de Industria y Turismo, Miguel Sebastián; il Secretario de Estado de Turismo, Joan Nesquida; e il director de la Oficina Española de Turismo en Londres, Ignacio Vasallo. La presenza abbinata di Malaga e Marbella a questa manifestazione tipica del mercato britannico, risponde all’esigenza di una innovazione e alla dinamizzazione del prodotto turistico nella provincia di Malaga. della Comunicazione (TIC) nell’ambito della Alianza Mundial de Ciudades Contra la Pobreza de las Naciones Unidas. E’ una rete mondiale di città per affrontare la povertà, con scambi di esperienze ed incontri. I Poli Tematici sono: a Firenze acqua e sistemi idrici; a Nantes (Francia) i diritti umani; a Rotterdam (Olanda) il cambio climatico; a Huy (Belgio) il progresso sociale della donna; a Monaco (Principato di Monaco) l’HIV/ glia con 732 professionisti, ed un vasto progetto di portata internazionale. L’ICE, Istituto Commercio con l’Estero, insieme alla Marche Film Commission-MFC, ha partecipato istituendo un Punto Italia finalizzato ad attrarre nella dinamica regione dell’Italia Centrale, ricca di ambientazioni suggestive e spettacolari, le produzioni audiovisive straniere, favorendo l’individuazione delle location e promuovendo i servizi che la MFC è in grado di fornire per la realizzazione delle riprese e la permanenza delle troupe in loco. Presso lo stand è stato realizzato un incontro con i rappresentanti della MFC e con numerosi operatori del settore sia spagnoli che di vari paesi esteri. Aids; a Malaga (Spagna) il TIC, Tecnologías Información y Cominicación. La “2ª Cumbre del Espacio Digital Mediterráneo-Solidaridad Digital, Cooperación y Desarrollo Sostenible” è stata presentata dal sindaco. Presenti 21 Paesi: Burkina Faso, Camerún, Canadá, Congo, Ecuador, Egipto, España, Francia, Holanda, Italia, Líbano, Marruecos, Mónaco, Panamá, Paraguay, Senegal, Suiza, Túnez, y Turquía. Presenti politici, ricercatori, rettori, professori, direttori e tecnici della cooperazione allo sviluppo e studenti delle Università di Siviglia, Cordoba, Malaga e Firenze. Con l’occasione sono intervenute molte organizzazioni non governative, come UNICEF, Cruz Roja, Manos Unidas, la Asociación Marroquí para la Integración e Fundación Bip Bip. MALAGA - La Direttora Generale del Programa de las Naciones Unidas para el Desarrollo (PNUD) di Ginevra - Cecile Moliner – nel corso della celebra- zione della 2ª Cumbre Espacio Digital Mediterráneo, ha annunciato la decisione di designare Malaga come Polo Tematico delle Tecnologie dell’Informazione e MALAGA - Il delegado municipale alla Cultura del Comune di Malaga, Miguel Briones, nell’ambito delle iniziative promozionali per la candidatura di Malaga come Capitale Europea del 2016, ha illustrato gli aspetti di una importante operazione di immagine realizzata attraverso una rete di collegamento in alcune città europee fra artisti locali e stranieri. L’iniziativa coinvolge anche la città italiana di Milano. Il pittore Ernst Kraft, il video-creativo Javier Roz e il forografo David Villaba, sono stati selezionati per la seconda fase del progetto “Ejemplares” che riguarderà alcune città europee. Accompagnati dal consulente della “Capitalidad”, José Francisco Martin del Pozo e da Antonio Troyano, responsabile del progetto, gli artisti sono stati ricevuti dal direttore dell’Istituto Cervantes di Milano, Victor Anbdresco, che a sua volta, anche in collaborazione con “Las Edades del Óxido”, gli aprirà i contatti con gli altri Centri culturali in Italia. Gli artisti dispongono di un book personale e di una lettera di presentazione, dei loro strumenti professionali di lavoro, con i quali stanno documentando il loro giro in Europa. Tutti gli artisti selezionali, nelle varie categorie, formano parte del programma “Ejemplares 2009” e sono: per la categoria Musica: Días de Incienso e Perro Chico e Los Perros Calientes; per la categoria Fotografia: David Villalba e Laura Rodríguez; per la categoria Cortometraggi: Juanjo Fernández Rivero e Jorge Agó; per la categoria Arti plastiche: Pedro Gómez Pastrana e Ernst Kraft; per la categoria Installazioni: Remedios Ayala & Francisco Javier Balbuena, e José Javier Roz. Gli artisti selezionati hanno già cominciato a mostrare le loro opere attraverso gli Institutos Cervantes delle città più importanti del mondo dell’arte come Lisbona, Manchester, Francoforte e Milano, che estenderanno il contatto con artisti di altre città individuando gli spazi interpersonali ed espositivi per realizzare lo scambio culturale. Il comitato dei consulenti per la selezione degli oltre 50 progetti presentati era composto da: Lourdes Moreno, directora de la Fundación Picasso; Sergio Cascales Romero, Francisco Aguilar del Aguila, Rosalía García Pérez y Pablo A. Teutsch Ovalle. SIVIGLIA - Si è svolta a Siviglia la Prima edizione della fiera Sile - Sevilla International Locations Expo che ha coinciso in parte con il Festival del Cinema Europeo di Siviglia. Si tratta di una fiera mercato di locations - ossia di località adatte per girare scene cinematografiche rivolta alle Film Commission nonché ai produttori audiovisivi - cinema, tele- visione e pubblicità - responsabili di produzione e locations managers. Oltre alla mostra si è tenuto un mercato parallelo e complementare, con la presenza di fornitori di servizi connessi all’industria cinematografica ed enti pubblici specializzati nella promozione del territorio. Vi hanno partecipato 48 espositori di 15 paesi del mondo: una nuova fami- MALAGA - Il Presidente del PP di Málaga, Elías Bendodo, ha chiesto alla Junta de Andalucía e al Governo nazionale un maggiore sforzo di investimento per sottoporre il risanamento totale della Costa del Sol, una delle principali attrattive turistiche della provincia di Málaga. In proposito, si è incontrato con i rappresentanti della Asociación de Empresarios Hoteleros de la Costa del Sol (Aehcos), trovandosi d’accordo sulla necessità di “agilizar” i lavori di risana- Il presidente de la Asociación de mento della provincia che attualmente Empresarios Hoteleros de la Costa del “están totalmente paralizados”. Il Pre- Sol (Aehcos), José Carlos Escribano, sidente di Aehcos, José Carlos Escriba- e il presidente del PP Elias Bendodo. no e il dirigente popolare hanno ribadito la necessità di onorare la “deuda pendiente con el saneamiento” allo scopo di ottenere un bilancio preventivo di “vertido cero” nell’anno 2012. Il Presidente popolare ha spiegato che pur esistendo in materia un accordo fra la Junta de Andalucia e il Governo centrale, ancora non si è fatto niente. 32/2009 Pag. 13

[close]

p. 14

Fabio Fiorucci 45 anni, agente immobiliare dal 1987, 15 anni tra Malaga, Siviglia e Madrid. Pioniere del Franchising immobiliare in Andalusia, ha contribuito all’apertura di oltre 300 agenzie per Tecnocasa Group per la quale ha lavorato 8 anni come Area Manager. Ha ricevuto il “riconoscimento al miglior ufficio della Provincia di Malaga” in base alle vendite d’immobili da gennaio ad oggi. 1 2.Malga - appartamento 75mq in Avda. Gregorio Prieto (Teatinos). Con 2 camere, salone independiente, terrazza, ampia cucina ammobiliata e 1 bagno completo. Area privata con giardin, parco giochi e 2 piscine. Posto auto compreso e magazzino di 14mq. In perfetto stato. 185.000 € 3 4.Zona Romeral, C/ Rosa García Ascot, Urb. Atalaya del Cármen, Planta baja, 3 camere, salone indipendente, terrazza 35 mq, cucina ammobiliata con ampia sala da pranzo, patio di 20 mq e 2 bagni. Area privata, posto auto, magazzino e piscina. Parquet in tutta la casa. Armadi a muro. 227.000 €. 98 mq. 2 1. Malaga Appartamento con 4 camere e 2 bagni al 9° piano 179.500 euro, Calle Juan de Ortega, 3, Barrio Puertosol, Los Almendros, El Tomillar Distrito Puerto de la Torre, urb. Los Ramos 3.Zona Hipercor, C/ Eugenio Oneguín, 4º piano' 3 camere, salone indipendente, ampia cucina ammobiliata con elettrodomestici, lavabo separato e bagno completo. Posto auto e magazzino. Orientato ad est. Totalmente esterno. 159.000 euro, 89 mq. 4 Nei momenti di crisi del mercato immobiliare è evidente che sia un buon momento per investire in una casa, e in Spagna oggi c'è sicuramente una forte crisi del settore. Non c'è concretamente un tipo di immobile giusto per comprare in questo periodo, però possiamo fare delle riflessioni. Prima di tutto dobbiamo pensare a che destino daremo a questo immobile, per esempio investire per affittare poi, per le vacanze, per trasferirci a dimora abituale, ecc. Fatta questa riflessione ci muoveremo di conseguenza. Il classico investimento per poi dargli una rendita annuale, locando l'immobile, è quello dell' "appartamentino" in zone strategiche. Il monolocale ed il bilocale, fanno al caso nostro, soprattutto nei medi e grandi centri urbani, visto che ad oggi è difficile non solo far fronte ad un mutuo, ma anche ad un affitto, quindi dovremmo investire in proporzione a quello che poi sarà l'affitto mensile. Investendo in un piccolo "taglio" dobbiamo anche essere consapevoli che si è acquistato un immobile che poi sarà più semplice vendere e che regge molto di più un eventuale altro momento di crisi del mercato. In effetii se vediamo quello che è successo da 2 anni a questa parte, e mi riferisco alla caduta dei prezzi che ha avuto questo paese, circa il 40% in meno del 2006, il piccolo appartamento è quello che ha "sofferto" meno questo ribasso. Vorrei anche fare un appunto sugli immobili destinati agli studenti e in questo caso mi riferisco in particolare ai quartieri limitrofi alle università. Da 2 anni sto lavorando nel quartiere "Teatinos-Romeral" che si trova nella capitale di Malaga, nel cuore del Campus Universitario, nonché Ospedale Clinico ed il nuovo Palazzo di Giustizia ed ho avuto a che fare molto con studenti, infermieri nonché medici, avvocati, giudici e professori universitari ed ho riscontrato che gli affitti qui si sono rinforzati molto. Per esempio in questo caso è da prendere in considerazione un appartamento di 3 camere da letto che gli studenti privilegiano arrivando a pagarlo anche 220/250? al mese per persona, ciò significa che investendo sui 180.000/200.000? si avrebbe un reddito annuo fino a 9.000?. Se poi i motivi dell'investimento sono diversi, per esempio le vacanze estive e non solo, visto il clima di questa provincia, allora bisognerebbe dare un'occhiata alla Costa del Sol in generale. Si è investito molto negli ultimi anni di gloria del mercato nel litorale malaghegno, anche troppo visto poi quello che è successo a molti. Ad oggi in quasi tutte le località balneari della costa, per non dire tutte, ci sono innumerevoli immobili vuoti, non occupati e quasi tutti in vendita, dovuto alle difficoltà economiche per poterli mantenere, di molti proprietari che fecero il passo più lungo della gamba. Ciò vuol dire che questa maggior offerta ha notevolmente abbassato le richieste ed i prezzi, anche di immobili prestigiosi vicino al mare. Quindi quale miglior momento per farsi "due conti"? Per esempio, oggi è possibile fare buoni affari per 100.000/120.000? per acquistare un 2/3 camere, praticamente nuovi in molte località turistiche della "nostra" costa litorale (diffidate di alcuni proprietari per le loro richieste, sono molto più malleabili di quanto pensiate!). O perché no, anche il sogno della mega villa con piscina, che tanto ci piace a noi italiani, che qualche anno fa sfioravano i prezzi del nostro Bel Paese e che oggi si potrebbero acquistare per un 50% in meno in alcune zone. Per concludere posso soltanto dirvi che è senza dubbio un grande momento per fare "acquisti" in questa splendida parte della calda Andalusia. Fabio Fiorucci COSA COMPRO IN QUESTO MOMENTO DI CRISI? TECNOCASA - Malaga - C/Eolo nº7 local bajo - Tel. +34 952918577 - Fax +34 952109154 - e-mail maai3@tecnocasa.es - www.tecnocasa.com

[close]

p. 15

UN MANIFESTO POPOLARE PER LA TUTELA DELLA COSTA DEL SOL table del Partido Popular en la defensa de la Costa del Sol, con riferimento al turismo spagnolo ed europeo, parte essenziale dello sviluppo andaluso, che per causa di alcuni casi di corruzione, hanno avuto un’immagine non corrispondente al corretto comportamento dei suoi cittadini. Tutti i firmatari, operando nell’ambito dei loro poteri istituzionali, si impegnano, a beneficio dei cittadini, a dare impulso socioeconomico per restituire il Prestigio alla Costa del Sol, attrarre nuovi investimenti imprenditoriali, avviare iniziative per esaltarne tutte le potenzialità in base al concetto di “sviluppo sostenibile”, proiettando una immagine positiva ed eliminando gli aspetti negativi che ne hanno distorto l’immagine. Per fare questo i firmatari, così come si è fatto ristabilendo la fiducia nel Municipio di Marbella, esigono dal Governo centrale e da quello della Junta de Andalucia, che restituiscano la buona immagine delle condizioni del litorale mediante campagne promozionali nazionali e all’estero. Si chiede alla Junta de Andalucia di sviluppare le infrastrutture tusristiche complementari, come quella portuali e del tempo libero, dare impulso alla Universidad del Turismo, accellerare la costruzione del “treno del litorale” e del tratto dell’Ave da Malaga a Marbella, il miglioramento delle risorse per le Forze di Sicurezza dello Stato, il chiarimento delle norme urbanistiche che bloccano lo sviluppo della Costa, un aumento delle competenze e maggiore autonomia dei municipi; il compimento da parte della Junta de Andalucia degli impegni assegnatogli dal Estatuto de Andalucia, che è il pilastro della difficile economia dei Comuni, il rispetto per i valori culturali, paesaggistici e culinari della Costa del Sol, parte fondamentale della sua identità malaghegna; la messa in marcia del Plan Integral Extraordinario de Remodelación de la Infraestructura Turística e una Mancomunidad che rappresenti la volontà dei cittadini in base al loro voto, migliori le prestazioni di servizio e abbandoni la politica di scontro fin’ora adottata. ANDALUSIA di Paola Lungarini FUENGIROLA - Il Presidente del Partito Popolare Andaluso, Javier Arenas, nel corso di una riunione svoltasi a Fuengirola, ha presentato il “Manifesto Popular por la Costa del Sol”, che successivamente è stato approvato dai presenti: sindaci e portavoce municipali del Partito Popolare di Benahavís, Benalmádena, Casares, Estepona, Fuengirola, Istán, Málaga, Manilva, Marbella, Mijas, Ojén e Torremolinos. Gli obiettivi di questa iniziativa sono quelli di confermare el compromiso inquebran- MARBELLA - La sindachessa, Angeles Muñoz, ha presieduto presso il Palacio de Congresos La Jornada Nacional sobre Gestión Conjunta de Destinos Turísticos. La sindaca si è detta favorevole alla creazione di un Consorcio de Turismo, per unificare sforzi pubblici e privati nel valorizzare Marbella quale città dinamica e imprenditoriale. All’incontro, oltre all’assessore al Turismo, José Luis Hernández, hanno partecipato professionisti di spicco di tutta la Spagna, fra cui il direttore generale del Consorcio de Turismo de Barcelona, Pere Durán; il direttore generale di San Sebastián Turismo, Manuel Narváez e la coordinatrice della società mista per la Promoción del Turismo de Valladolid, Isabel Mateo. MARBELLA - La delegata de Seguridad Ciudadana, Maria Francesca Caracuel, ha inaugurato i Corsi della Scuola Municipale di Sicurezza della Polizia Locale, con i rappresentanti del Cuerpo Nacional de Policia y Guardia Civil. La delegata ha sottolineato l’importanza della formazione in relazione ai compiti che la Policia Local svolge quotidianamente al servizio del cittadino. La psicologa, Maria Jesús Álava Sobre, ha parlato sul tema: “La importancia de la inteligencia emocional en el trabajo de la Policía Local”. AL PALACIO CONGRESOS Y FERIAS DE MARBELLA Questo coupon è offerto da OP e Il Giornale Italiano ai suoi lettori Il 28 e 29 novembre alla “OUTLET PARADA” troverete le principali marche di abbigliamento per uomo e donne, scarpe, accessori, mobili e articoli per la casa a prezzi di saldo. La Feria rimarrà aperta il Sabato 28 dalle 10 alle 11 per gli invitati VIP, l’entrata dalle 11 alle 22 e Domenica 29 dalle 10 alle 21 ininterrottamente. Inaugurazione ufficiale il 28 novembre alla presenza di personalità pubbliche e imprenditori. 32/2009 Pag. 15

[close]

Comments

no comments yet