Num.45 - 2010

 

Embed or link this publication

Description

Il Giornale Italiano Num. 45 - 2010

Popular Pages


p. 1

BERTÍN OSBORNE: “Los bancos no están ayudando para nada a que el país salga adelante” “IL GIORNALE ITALIANO de España” PARLA DELLA SPAGNA AGLI ITALIANI, DEGLI ITALIANI IN SPAGNA E DELL’ITALIA PER GLI ITALIANI IN SPAGNA 45/2010 | GIORNALE NAZIONALE GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET | D.L.: MA-884-2008 158 MILA ITALIANI IN SPAGNA!

[close]

p. 2

BERTÍN OSBORNE: L’IMPRENDITORE NASCE ANCHE PER AIUTARE LE FAMIGLIE La Fondazione Bertín Osborne nasce per aiutare, ma soprattutto per informare le famiglie che hanno un figlio con lesioni cerebrali, e quindi “non lasciarli soli”. L’imprenditore di prodotti alimentari aiuta la fondazione. Le vendite vanno benissimo nonostante la tremenda crisi. Le banche strozzano le imprese ed il Governo non interviene per aiutarle. Ho seguito l’esempio di Paul Newman. di Paola Pacifici Bertín, parliamo del Bertín Osborne imprenditore. Ho cominciato due anni fa con una impresa che sta avendo un successo incredibile in un momento di crisi, che come tu sai, sta attraversando il nostro Paese. Stiamo vendendo “una verdadera barbaridad” di olio e nel primo trimestre di quest’anno abbiamo venduto più gazpacho di quanto ne vende Alvalle che è il numero uno sul mercato. La risposta del pubblico è spettacolare. Stiamo cominciando anche la vendita di vari tipi di brodo. Perché faccio l’imprenditore? Per prima cosa perché non voglio rimanere per tutta la vita solo con la professione che svolgo da trent’anni e poi perché, durante i 14 anni vissuti negli Stati Uniti, “ho perso molte cose”. C’è stato un personaggio, per me significativo, Paul Newman, che aprì una attività analoga di alimentazione, soprattutto salse, con la quale contribuiva ad una fondazione creata per un problema di suo figlio. Mi sembrò una idea meravigliosa e pensai, perché non farlo in Spagna? Così incominciai. La prima idea, cinque anni fa , fu di iniziare con i vini, con una “bodega de Rioja” però il maggior successo lo abbiamo avuto, e continuiamo ad averlo, vendendo i prodotti alimentari ai grandi supermercati come Carrefour. Dico sempre ai miei venditori, che se vendiamo le quantità che stiamo fatturando in un’epoca di crisi così drammatica, quando questa passerà faremo un salto bestiale e quindi si preparino per farlo. Questo è il mio modo di interagire con i miei venditori e con chi lavora con me, con i miei soci creeremo altri 4-5 prodotti, che clienti come Carrefour ci chiedono, investendo in promozione e in pubblicità, quindi credendo nel loro successo e permettendo a noi di venderne una grande quantità. Quali sono attualmente i problemi per una impresa? Il problema più grave, che io penso e vedo, è che va “a esplotar” non solo per le misure del Governo ma quanto i problemi di finanziamento. È una situazione gravissima che abbiamo in Spagna verso l’aiuto alle “pymes”, piccole e medie imprese. Le banche non le stanno aiutando impedendo al Paese di andare avanti. Ritengo che fino a che le banche continuano a non sostenerle per uno sviluppo normale è impossibile che vadano avanti e che quindi anche la Spagna progredisca. Questo è il più grave e principale problema. Sono poche le “pymes” come la nostra che possano contare su un finanziamento proprio. Le banche si negano e quindi le aziende sono strozzate e licenziano. Parlando di banche parliamo di Governo? Ovviamente mi riferisco anche all’inefficacia del Governo nell’evitare che questo succeda. Dovrebbe essere una delle missioni di un Governo forte però non lo sta facendo. Le banche fanno “lo que les da la gana”, incamerano i soldi e aspettano di vedere quello che succede. Chiaro che questo atteggiamento significa “chiudere il rubinetto” e le imprese si affogano. Dovrebbe essere compito del governo obbligare le banche affinché questo non succeda. L’immagine della Spagna all’estero oggi è molto diversa, era conosciuta come la Spagna del miracolo, pensi che tutto questo ritornerà? Credo che se questo avverrà, non sarà domani, per disgrazia, ma fra molto tempo. Passeranno anni e uno sforzo tremendo. Passeranno anni “haciendolo bien”, “haciendolo mal jamas volvemos”. Bertín, pensi che tutto questo che sta succedendo a livello politico farà cambiare l’idea della politica negli spagnoli? No, credo “lamentablemente” che qui in Spagna si continua a votare “por impulso, con el corazón y no con la cabeza”, fino a che la gente continua a votare il partito e non la persona sarà sempre un disastro. Non si può votare il partito “perché si”, ma la persona. In tutta la mia vita ho votato a tre partiti diversi, perché la persona mi ispirava fiducia. Fino a che non si voterà con raziocinio questo paese sarà condannato al disastro. Pag. 2 45/2010

[close]

p. 3

Spagna, la maggior parte di quelli di di Filadelfia nemmeno sanno dove sta la Spagna, e “ancora di meno adesso”. Date anche un aiuto economico alle famiglie? Si, facciamo due cose. Una informare e la seconda è un aiuto economico quando è necessario. Attualmente con i fondi disponibili stiamo aiutando varie famiglie pagando il viaggio e l’albergo. Il trattamento se lo pagano loro. Ci sono quattro, cinque famiglie che stiamo aiutando totalmente. Man a mano che possiamo faremo sempre di più. A che punto sta la ricerca medica e i rimedi? La medicina tradizionale non ha nessuna soluzione, mio figlio sta facendo un trattamento in America, che da 55 anni si fa ed è l’unico che funziona. Però sono costosi. Noi li spieghiamo. La sanità tradizionale non conosce questo tema. Non c’è prevenzione perché sono incidenti che normalmente si verificano durante il parto, per la mancanza di ossigeno e non sono evitabili perché vari i motivi per cui accadono. Facendo la terapia come la nostra la situazione è migliore. Tu sei cantante, attore, presentatore, imprenditore e adesso con queste due nuove trasmissioni, in Intereconomia, sei tornato anche con i bambini, che differenza c’è tra questi bambini e quelli dei tuoi programmi passati? I bambini di oggi sanno molto di più di quelli di anni fa e vogliono già la indipendenza assoluta dai loro genitori, prima erano più legati alla famiglia, oggi molto meno. Non sono d’accordo su questo, però “¿que le vamos hacer?”. Questo dipende dalla televisione, dalla vita moderna, mi piaceva di più quello che facevamo noi da piccoli. Avevamo 2 canali televisivi adesso ne hanno 40, hanno queste macchine infernali come i computer, passano la vita davanti allo schermo. Mi spaventa. Anche i genitori sono cambiati, hanno meno tempo per i loro figli. Tu parli bene italiano, perché? Ho presentato anni fa in RAI un programma molto divertente e poi nel 1983 sono stato a Sanremo con la canzone “Eterna Malattia” ricevendo il premio della critica come migliore voce maschile. Così ho vissuto diverso tempo in Italia. Mi saluta: Ciao a presto! e quando vai in Italia salutamela! La Fondazione si chiama “Bertín Osborne” e nasce per ciò che è successo ha tuo figlio, questo triste evento ti cambia anche il modo di vedere e vivere la vita? Chiaro che sì. Il modo di vedere la vita è cambiato in tutti i suoi aspetti. Adesso sai quali sono i valori della vita e ne conosci le priorità. Prima, questo, era un mondo che non solo non lo conoscevamo, io e mia moglie, ma non sapevamo che esistesse. Lo vedevamo per le strade, dicevamo “povrecito, este niño. Povrecita esta madre.” In effetti, il bambino vive nel suo mondo ma chi soffre in modo razionale sono i genitori, cosa debbono fare, come affrontare giorno per giorno, come vedono il futuro della loro creatura? Io ho vissuto da vicino questo dramma, una famiglia italiana di Marbella ha un bambino con questi problemi, lo abbiamo aiutato, ma il vero dramma erano i genitori che non sapevano cosa fare. Esatto, è complicato, soprattutto quando non hai, come ti ho detto, informazioni, quindi non sai come affrontare un problema che non avresti mai pensato di avere. Questo è l’impegno morale della mia fondazione. Effettivamente un bambino, mio figlio Kike, ti cambia la vita, ma in meglio. Anche Carlos, il fratello, benché piccolo sa che bisogna aiutarlo. La Fondazione, che finanzio con la vendita di prodotti alimentari, ha come finalità quella di aiutare le famiglie, attualmente solo spagnole, e poi continueremo con altri paesi. Tutte le famiglie che hanno bambini con lesioni cerebrali, in modo che abbiano le informazioni necessarie per sapere cosa debbono fare e non rimangano soli, abbandonati nella più profonda disperazione. Per circostanze della vita, sia io, sia la mia famiglia abbiamo un progetto nella nostra vita che è quello di evitare che la maggior parte dei genitori, in situazioni simili alla nostra, “pasen por el desastre que hemos vivido nosotros en principio”. I genitori sono disperati, la sanità pubblica non gli dà né speranze né informazioni e noi invece per prima cosa li informiamo e poi se possiamo li aiutiamo. I prossimi programmi della Fondazione? Disponiamo di una enorme base di dati, di famiglie con questo problema, le informiamo di tutti i trattamenti, dei corsi esistenti, che sono molto efficaci. Sono sempre di più quelli che lo sanno e già 200 famiglie li stanno seguendo negli istituti di Filadelfia con i quali noi siamo in contatto quotidiano. È la stessa terapia che seguiamo per nostro figlio. Sono in programma due corsi, a Pisa presso l’Istituto Scientifico per la Neuropsichiatria dell’Infanzia e della Adolescenza con la “Fondazione Stella Maris” e uno nel Messico. Ci stiamo organizzando affinché un gran numero di famiglie possano andare. Il corso successivo si svolgerà a Madrid ottenendo che gli americani vengano in 45/2010 Pag. 3

[close]

p. 4

COSIMO GUARINO: LA SCUOLA ITALIANA AVRÀ IL LICEO LINGUISTICO Inaugurato il nuovo anno scolastico dall’Ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone e dalla Ministra della Cultura Ángeles Gonzáles-Sinde, ex alunna della scuola italiana. Il preside Cosimo Guarino in questa intervista ci parla e ci illustra i programmi della nostra famosa Scuola Italiana. di Giulio Rosi Inaugurato l’anno scolastico con l’Ambasciatore e la Ministra che è una ex alunna, ma come istituzione presuppone future interazioni? Certamente, soprattutto come politica scolastica. Un ministro dell’educazione che torna dove ha studiato ha un significato particolare anche per gli studenti, i quali si sentono per una inversione di posizione, proiettati anche loro verso una possibilità di carriera. Vedendo che una loro ex compagna ha realizzato il massimo percorso sono più spronati. Il legame del ministro è molto forte perché ha passato quasi tutta la carriera scolastica da noi, dalla materna fino al liceo. Ha ricordato i professori con i quali ha mantenuto un rapporto epistolare e soprattutto con i maestri, che con il loro esempio hanno dato la prima impronta formativa. I corsi di studio della scuola italiana? Nel 2004 i tre ordini sono stati unificati grazie alla collega che mi ha preceduto ed al lavoro del consolato, per cui adesso è un unica scuola con tutte le età. Una cosa che non avevo mai gestito prima, mi ha sorpreso e mi è piaciuta avendo sempre avuto i liceali come dirigente di liceo classico al Mamiani di Roma per nove anni. Incontrare meravigliosi bambini, così allegri, per le scale e il cortile è proprio l’immagine della scuola. Li vedi da piccoli, poi diventare grandi. Per un docente è una emozione e una soddisfazione. Quanti sono gli studenti italiani e quelli spagnoli? Sono quasi la metà i frequentanti spagnoli, residenti o figli di matrimoni misti. Una scuola formativa e quanto impegnativa? Molto impegnativa e le spiego perché. L’orario didattico è su 5 giorni invece che 6 come in Italia. Sono sempre dalla parte di questi poveri studenti, anche come professore, che devono sobbarcarsi un impegno gravoso fini a 35 ore settimanali nell’arco di 5 giorni. Quindi facendo anche 7 ore di materie complicate e difficili. Non hanno grandi intervalli di pausa tra le lezioni, il sistema italiano non prevede la mensa, ci sono anche alcune difficoltà nella organizzazione dei corsi superiori in quanto con la riforma si è innestato un meccanismo per cui le ore sono 35-36 alle quali bisogna aggiungere lo studio della lingua, della civiltà e della storia della Spagna, previsto dalla validazione di studi. Il nostro titolo è valido per le università spagnola e quindi il corso è sempre in salita. Aggiungo che i 5 anni del liceo sono diventati 4, quindi devono condensare il programma che si faceva in 5 anni. Sono stimolati perché si sentono protagonisti. L’ultima novità è che faranno un cineforum autogestito aperto al territorio, le proiezioni saranno commentate e recensite dagli studenti. Quali le novità e programmi futuri? Proporrò un Liceo linguistico in alternativa allo scientifico. Faremo pubblicità con i genitori, un sondaggio con il territorio, credo di avere l’accordo del consolato e della Ambasciata per istituirlo. Una novità assoluta. Perché questo? Ritengo che la padronanza di tre lingue straniere oggi più che mai si imponga come una necessità nel mondo del lavoro. Ci si apre all’Euro- MADRID pa, si studiano materie anche classiche come il latino, però con tre lingue straniere che potrebbero essere il francese, l’inglese e lo spagnolo, oltre all’italiano, dà allo studente un ampio orizzonte culturale e quindi professionale. Sono orgoglioso di questa nuova esperienza professionale che mi è stata concessa, un occasione di poter portare anche la mia in questa bella Madrid. INAUGURAZIONE ANNO SCOLASTICO DELLA SCUOLA ITALIANA Inaugurato l’anno scolastico 2010-2011 alla presenza dell’Ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone (nella foto a sinistra con il Preside Cosimo Guarino) e della ministra della cultura Ángeles Gonzáles-Sinde (nella foto a destra). Nella foto a destra l’arrivo dei tre illustri ospiti all’entrata della Scuola Statale Italiana. Pag. 4 45/2010

[close]

p. 5

MADRID di Alessandra Selvelli 44.000 soci in 33 collegi NOTIZIE Una delegazione di Confcommercio della Provincia di Napoli ha partecipato presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia ad una tavola rotonda dedicata alla gestione dei Centri Commerciali Naturali, organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, finanziata dalla Camera da sinistra a destra: Luis Sánchez Cubells, consulente COPYMES; Ignacio di Commercio di Napoli e realizLario, Presidente APRECA; Antonio Jiménez, Segretario Generale Asociación zata dall’Ascom-Confcommercio Barrio de las Letras; Paolo Zampetti, resp. progetto "Centri Commerciali Napartenopea. Sono intervenuti, turali - Esperienze a confronto" Confcommercio Nazionale; Salvador Bellido Macías, Presidente COPYMES; Giovanni Aricò, Segretario Generale CCIS, Gio- Esther Lanza, Vice Commissavanni Allinoro, Presidente CCN "Il Cuore di Napoli"; Victor Soto García, resp. rio Amministrativo Consolare e CCN di Moratalaz (Madrid); Antonio Fuertes Rodríguez, Direttore di Studi e Sociale dell’Ambasciata d’Italia Formazione COPYMES; Luigi Di Raffaele, resp. progetto "Centri Commerciali Naturali - Esperienze a confronto" Confcommercio di Napoli; Rosario Ferrara, in Spagna; il segretario generale Presidente CCN Toledo-Spirito Santo; Salvatore Senese, Presiente CCN Chiaia; della CCIS, Giovanni Aricò; il Salvatore Petruccio, Confcommercio Napoli; Julio Gomaríz Acuña, Tecnico del- responsabile nazionale delle Polila Consejería de Econmía y Consumo della Comunidad de Madrid. tiche per lo Sviluppo di Confcommercio, Paolo Zampetti; Luigi Di Raffaele di Confcommercio Napoli e responsabile del progetto; Julio Gomariz Acuña, tecnico della Direzione Generale del Consumo della Regione di Madrid; Salvador Bellido Macías, presidente della Confederazione Generale delle Piccole e Medie Imprese dello Stato Spagnolo; Víctor Soto García, presidente del CCN del quartiere di Moratalaz e Ignacio Lario García, presidente dell’associazione dei commercianti delle centralissime Calle Preciados, Calle del Carmen e Calle del Arenal. MADRID - Il vicepresidente del Consejo General del Poder Judicial, Fernando de Rosa Torner (a destra nella foto con il presidente Valentí Pich), ha convocato il presidente del Consejo General de Colegios de Economistas, Valentí Pich Rosell, per trattare l’importanza della fattura elettronica, dal 30 ottobre obbligatoria nel Sector Público. Presenti i magistrati Nuria Orellana e Salvador Vilata; Santiago Segarra di Ibdt; Alejandro Allende, Director de ZeroComa; Raimon Casanellas, Presidente del Registro de Economistas Forenses del C. G. C. e l’avvocato Eduardo Sanz Herranz. Anche quest'anno si svolge, fino al 31 Marzo 2011, la rassegna di cucina regionale. Qui di seguito il Calendario con ogni regione. CALENDARIO 4 novembre 2010 Lombardia; 11 novembre 2010 Trentino; 18 novembre 2010 Friuli Venezia Giulia; 25 novembre 2010 Veneto; 2 dicembre 2010 Emilia Romagna; 13 gennaio 2011 Liguria; 20 gennaio 2011 Toscana; 27 gennaio 2011 Umbria; 3 febbraio 2011 Marche; 10 febbraio 2011 Lazio; 17 febbraio 2011 Abruzzo - Molise; 24 febbraio 2011 Campania; 3 marzo 2011 Puglia; 10 marzo 2011 Basilicata; 17 marzo 2011 Calabria; 24 marzo 2011 Sicilia; 31 marzo 2011 Sardegna. Le cene della “Rassegna” sono disponibili esclusivamente su prenotazione. Il calendario può subire variazioni. Si accettano prenotazioni fino alle 20 del giorno precedente. Per maggiori informazioni: www.nonsolocaffe.es "OFFERTA DI LAVORO SETTORE RISTORAZIONE" Societá italiana in vista dell’apertura di alcuni punti vendita nel settore ristorazione nella zona di Madrid Capitale cerca collaboratori e responsabili di punto vendita di origine italiana. Oltre alla padronanza della lingua italiana verrá valorizzata: Esperienza nella ristorazione; Conoscenza della lingua spagnola; Conoscenza base della lingua inglese. Si richiede invio del Curriculum Vitae alla seguente direzione di posta elettronica: gorla@gruppogorla.it; Si richiede che il Curriculum Vitae non superi una pagina. II Rassegna di Cucina Regionale Italiana Per info e news del Com.It.Es visitateci sul nostro portale: www.comitesspagna.info 45/2010 Pag. 5

[close]

p. 6

C AB T A L O G N A ARCELLONA di Maria Santini L’Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con la Casa degli Italiani di Barcellona, ha organizzato il reading “Le città invisibili”, un testo tratto dal romanzo di Italo Calvino che è stato inIl Presidente Giuseppe Meli terpretato dall’attrice Michela Caruso. L’evento, rientra tra le manifestazioni della X Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, che si svolge anche a Barcellona dal 18 al 22 Ottobre. L’opera, che la Caruso ha proposto in un originale lettura – performance, è una sorta di rievocazione del Milione di Marco Polo: ha messo in scena infatti i dialoghi tra il grande viaggiatore veneziano e l’allora imperatore cinese Kublai Khan. Il reading è stato accompagnato dalle musiche composte per l’occasione dal compositore tedesco Christian Kusche. Commentando e spiegando la sua opera Italo Calvino disse: “Penso di aver scritto qualcosa che è un poema d’amore alle città, nel momento in cui sembra sempre più difficile viverle come città. Le Città invisibili sono un sogno che nasce dalle città invivibili”. Le città descritte da Marco Polo sotto forma di dispacci a Kublai Khan sono quello dello sterminato Impero cinese dell’epoca. Tuttavia, queste città spesso esistono solo nella mente del viaggiatore e non nella realtà: Polo vede dettagli che gli altri non vedono, e le città non entrano mai in relazione tra loro. LETTURA-PERFORMANCE DI MICHELA CARUSO lunedì 15 novembre 2010 Denti (ITA- 2000- 90 min). Antonio ha sempre avuto problemi con i suoi denti incisivi: troppo grandi, impossibili da nascondere, perenne fonte di preoccupazione e vergogna. lunedì 15 novembre 2010 Quaderni del CSCI 2010/6 - Saluto del Console Generale d’Italia a Barcellona Daniele Perico Intervengono: José Enrique Monterde (Presidente Associació Catalana de Crítics i Escriptors Cinematogràfics), Román Gubern (semiologo e storico del cinema), ... martedì 16 novembre 2010 venerdì 19 novembre 2010 “La traduzione nei rapporti italo-spagnoli: lingua, letteratura, cultura” - I Convegni della SEI sono fra i più importanti dell’italianistica in Spagna. Il XIII Convegno costituisce una grande novità poiché, per la prima volta, si terrà in un’università catalana. mercoledì 17 novembre 2010 “Il Tartufo – Non solo per Gran Gourmet” - Gli antichi lo consideravano cibo degli Dei con poteri afrodisiaci, mentre nei ricettari d’epoca romana e medioevale si diffidava invece dal mangiarlo crudo temendone gli effetti velenosi. Oggi è l’indiscusso re di tutte le più importanti tavole del mondo. venerdì 19 novembre 2010 LA COMMEDIA EROTICA ITALIANA... E LA COMICITÀ DIVENTÒ SEXY - La commedia sexy all’italiana nasce e si afferma a cavallo degli anni settanta e ottanta. Attori del calibro di Montagnani, Buzzanca, Antonelli, Vitali danno vita ad esilaranti film che riempiono le sale cinematografiche di tutta Italia. lunedì 22 novembre 2010 Amnèsia (ITA- 2002- 111 min) - Ad Ibiza, nella mitica discoteca 'Amnèsia', si incontrano i destini di quattro personaggi dalle storie diverse. martedì 23 novembre 2010 Panoramica su Boccaccio ‘erotico’ - A cura del Prof. Raffaele Pinto (Universitat de Barcelona) mercoledì 24 novembre 2010 Canto XXXII del Paradiso Nell’Empireo, San Bernardo fornisce a Dante spiegazioni sull’ordinamento dei beati. giovedì 25 novembre 2010 FRANCESCO BEARZATTI TINISSIMA 4ET - Francesco Bearzatti (sax, clarinet, xaphoon, electronics), Giovanni Falzone (trumpet, human effects), Danilo Gallo (double bass, electric bass), Zenno De Rossi (drums, percussion). lunedì 29 novembre 2010 Io non ho paura (ITA- 2003- 105 min) - Estate del 1978, l'estate più calda del secolo. Di giorno, il piccolo paesino di Acque Traverse sembra abbandonato, le scuole sono chiuse per le vacanze e gli adulti, per evitare l'afa, preferiscono restare chiusi in casa. martedì 30 novembre 2010 “Pasolini. Il Documentario di poesia” - “Pasolini. Il Documentario di poesia” di Marianna De Palma, con il saggio-prefazione di Raffaele De Berti, Pasolini documentarista fra Italia “magica” e il Terzo Mondo Edizioni Falsopiano, 2010. Presentazione a cura dell’Autrice. mercoledì 1 dicembre 2010 Michelangelo Antonioni, documentarista - Roland Barthes considera Michelangelo Antonioni, “al di là del cinema, uno degli artisti del nostro tempo”. E aggiunge: “Non si tratta di un facile complimento, poiché quella di essere artisti oggi è una situazione non più sostenuta dalla bella coscienza. mercoledì 1 dicembre 2010 Canto XXXIII del Paradiso Dopo la preghiera di San Bernardo alla Vergine, a Dante è permesso contemplare l’arcana visione. Qui si conclude il nostro “Viaggio nella Divina Commedia”, lettura mensile dei cento canti iniziata nel gennaio del 2001. giovedì 2 dicembre 2010 Tavola rotonda finale del Viaggio nella Divina Commedia - Tavola rotonda fra docenti spagnoli e italiani che hanno partecipato alle letture, in cui verrà analizzato l’impatto della Commedia nella letteratura e nella cultura moderna e verrà inoltre presentato il nuovo progetto della Societat Catalana d’Estudis. venerdì 3 dicembre 2010 “Hispania- Influenza di Roma nella Cultura e nella Tradizione della Penisola Iberica” - La presenza di Roma in Hispania, sulla scia delle vie coloniali greche e, con le guerre Puniche, per il dominio del commercio sul Mediterraneo, lasciò un’importante impronta ancora oggi visibile nella vita e nello sviluppo della penisola Iberica. giovedì 4 novembre 2010 sabato 6 novembre 2010 SIMPOSIO INTERNAZIONALE “LA MUJER: DE LOS BASTIDORES AL PROSCENIO EN EL TEATRO DEL SIGLO XVI” - Le donne nel teatro del XVI secolo: sarà il tema centrale di questo simposio internazionale, cui parteciperanno eminenti figure accademiche da tutta Europa. venerdì 5 novembre 2010 “Hispania- Influenza di Roma nella Cultura e nella Tradizione della Penisola Iberica” - La presenza di Roma in Hispania, sulla scia delle vie coloniali greche e, con le guerre Puniche, per il dominio del commercio sul Mediterraneo, lasciò un’importante impronta ancora oggi visibile nella vita e nello sviluppo della penisola Iberica. venerdì 5 novembre 2010 Valentino, il ragazzo nato per vincere. La storia di Valentino Rossi, il pilota che ha battuto tutti i record del motociclismo ma che da piccolo si allenava per poter guidare i bolidi della Formula 1. lunedì 8 novembre 2010 Nirvana (ITA- 1997- 111 min) - Mancano tre giorni a Natale e Jimi, creatore di videogiochi, lavora per la multinazionale Okosama Starr, che proprio per Natale metterà sul mercato il suo più recente gioco, Nirvana. martedì 9 novembre 2010 Cuentos de Giovanni Boccaccio di Pilar Miró (1974). giovedì 11 novembre 2010 DANIELE POZZOVIO IN CONCERTO - Nato a Roma nel 1977, Daniele Pozzovio consegue il diploma in pianoforte presso il conservatorio di Frosinone nell'anno 2006, e il diploma di letteratura poetica e drammatica nell’anno 2006. DOMENICO SEVERINI: CINQUANT’ANNI DI MUSICA LEGGERA Il Salone della Casa degli Italiani ha ospitato l’evento musicale “Domenico Severino Band – Cinquant’anni di musica leggera 1950-2000″. La manifestazione è stata organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con la Casa e rientrava tra gli eventi della X Settimana della Lingua e Cultura Italiana nel Mondo. Domenico Severino, 46 anni, è nato a Reggio Calabria ma vive e lavora da Roma dal 1989. Pianista, cantante, compositore, arrangiatore, è autore di numerose colonne sonore per il cinema e la televisione. Laureato al Dams (Discipline Arte Musica e Spettacolo) di Bologna, ha inoltre partecipato come musicista a numerosi programmi Rai e Mediaset come “Uomini e donne”, “Sabato Domenica e..” e “Sarabanda” e si è già esibito negli Istituti di Cultura di Bruxelles, Tel Aviv, Stoccolma, Varsavia, Casablanca, Oporto, Madrid, Beirut, Oporto come autore, pianista e direttore d’orchesta dello spettacolo “Amore e buonumore”, dedicato alla musica napoletana. Nel suo concerto alla Casa ha proposto, riarrangiate, canzoni del repertorio musicale italiano di cinque decenni, dal 1950 al 2000. TELEFONI UTILI Consolato Generale d'italia a BARCELLONA Console Generale: Daniele Perico C/Mallorca 270 - 08037 Barcelona Tel.: +34 902.05.01.41 - Fax: +34 93 487 00 02 Camera di Commercio Italiana a BARCELLONA Avda. Diagonal, 419, 1º2ª - 08008 - Barcelona Tlf.: 93.318.49.99 - Fax: 93.318.40.04 email: info@camaraitaliana.com COMITES BARCELLONA Pje. Méndez Vigo, 8 - 08009 Barcelona Tel.: +34.93.487.88.51 - Fax: +34.93.272.08.59 email: comitesbcn@yahoo.es Istituto Italiano di Cultura di BARCELLONA Passatge Méndez Vigo, 5 - E - 08009 Barcelona telefono: 34-934875306 - fax: 34-934874590 website: www.iicbarcellona.esteri.it email: iicbarcellona@esteri.it Pag. 6 45/2010

[close]

p. 7



[close]

p. 8

FILIPPO FARAGUNA: A MALAGA LA OBRA SOCIAL È A BENEFICIO DI TUTTI Il direttore dell’importante fondazione della Unicaja in questa intervista ci parla delle iniziative e della situazione di fronte alla crisi. Nel 2010 sono stati dedicati 53 milioni di euro a varie attività. Nello “stress test” la Unicaja si è posizionata sesta nel sistema generale di entità finanziarie in Spagna e terza per solvibilità come Cassa di Risparmio. di Giulio Rosi primis quella culturale, che si sviluppa sia tramite i centri propri - il Teatro Maria Cristina e le sale di esposizioni a Malaga - il centro di Cadice, quello di Almeria e altri in tutta l’Andalusia. Poi sviluppa attività in collaborazione con enti pubblici - comuni, province, Junta de Andalucia - e con privati. Fra le attività culturali, le arti plastiche, la musica ed il cinema, canalizzano i maggiori fondi. Attraverso quali strutture? La Cassa, attraverso la entità finanziarie in Spagna e “OBRA SOCIAL”, possiede terza come cassa di risparmio 5 residenze per gli anziani, 50 per solvibilità, quindi in linea centri aperti per la terza età e con gli accordi di Basilea. i disoccupati; le scuole sporPerò l’attuale situazione con- tive di Almeria, Cadice, Matinua ad essere difficile, per- laga, Siviglia e Toledo. Notechè tutte le banche e casse di voli campus si realizzano in risparmio sono obbligate dal- estate, quello di pallacanestro la normativa sempre più esi- è il più grande d’Europa con gente ad accantonare grandi 2000 ragazzi dai 6 ai 16 anni; fondi, per farsi carico dell’al- poi le colonie estive di Sabito numero di immobili di cui i nilla e Ronda, con circa 3000 proprietari non possono paga- ragazzi per ognuno dei 5 turni re la ipoteca. In questo senso, stabiliti. Un campus dedicato la posizione di UNICAJA è di alla vela si svolge a Cadice e gran lunga migliore rispetto uno in febbraio sui monti di alle altre entità, nonostante Granada allo sci. Per l’educache una parte importante del zione , la “OBRA SOCIAL” beneficio sia dedicata alle ri- possiede 5 scuole convenzionate con l’amministrazione serve. Come influisce, questo pubblica, due a Malaga, due che dici, sulla “OBRA SO- a Ronda e una in provincia di CIAL”? Ciò nonostante, nel Jaen. Quest’anno la Cassa di 2010 la “OBRA SOCIAL” Jaen si è fusa con noi, aggiune le fondazioni, dedicano al gendo una terza Fondazione sociale 53 milioni di euro pla- chiamata UNICAJA-JAEN. smati in differenti attività. In Inoltre abbiamo 2 collegi univeristari, uno a Malaga chiamato “Ronda” e il “San Juan Evangelista” a Madrid , famoso non solo per il ruolo svolto durante la transizione spagnola, ma anche per il suo Festival del Jazz. Come iniziative benefiche? Sono dirette alle persone che più soffrono durante la crisi, con una campagna chiamaFilippo Faraguna posa vicino ta “Check-Menú”, con cui, spendendo ad una immagine di Picasso 1 milione e mezzo di euro, abbiamo aiutato per un anno e mezzo persone che, magari riuscivano a pagare i conti principali, ma non gli restavano soldi per mangiare. Con questa iniziativa potevano scegliere se mangiare in un ristorante convenzionato o portarsi a casa il mangiare. Collaboriamo anche con i “Banco de Alimento” e soprattutto con quello della Costa del Sol, che ha attivato una campagna di “borse alimentari”. Molte le iniziative a favore dell’ambiente, Come Direttore dell’OBRA SOCIAL e del settore sociale corporativo, sono responsabile anche della riduzione del consumo annuale della carta, ottenuta grazie alle nuove tecnologie; poi il risparmio energetico ed altri ancora. Quest’anno la rivista “Actualidad Ecónomica” ci ha assegnato il Primo Premio per il programma “Ocio sin Barreras” perché alle nostre iniziative culturali, alle partite e al Museo Picasso, organizziamo trasporti e assistenza per portatori di handicap, oltre 1600 persone alla settimana. ANDALUSIA di Paola Lungarini Che cos’è e come opera la OBRA SOCIAL della UNICAJA? La OBRA SOCIAL e le Fondazioni sono canali privilegiati attraverso i quali l’istituzione bancaria UNICAJA restituisce alla Società parte dei benefici accumulati con l’attività finanziaria. La caratteristica principale delle casse di risparmio spagnole, a differenza delle banche, è che la quantità dei benefici che restituiscono alla società sono molto maggiori di quelle di qualunque fondazione di banca. Il denaro di tutte le casse di risparmio spagnole destinato a “obra social”, equivale allo stanziamento annuale stabilito dalla Fondazione Bill and Melinda Gates, del proprietario della Microsoft, la quale distribuisce i benefici in tutto il mondo, mentre le casse spagnole lo distribuiscono principalmente in Spagna. Collaboriamo anche anche con organizzazioni di cooperazione internazionale. La situazione, oggi, di UNICAJA? La UNICAJA è una cassa pluriregionale che opera principalmente in Andalusia, ma anche in altre comunità. In questo periodo, in cui le banche e le casse di risparmio sono state sotto tiro, continua a mantenere una posizione eccezionale, sia come solvilibilità sia come salute finanziaria. Con i famosi”stress test” a tutte le banche d’Europa. UNICAJA si è posizionata sesta nel sistema generale di UNICAJA E IL CINEMA SCIENTIFICO A RONDA Alla XXVI edición della Biennale del Cine Scientifico della Unicaja che si è svolta a Ronda, hanno partecipato 16 documentari di 17 paesi, su 180 pervenuti. Il Presidente de Obra Social de Unicaja, Filippo Faraguna, ha sottolineato la qualità dei documentari, l’importanza del programma collaterale, l’Año Internacional de la Biodiversidad y el Acercamiento Intercultural e la collaborazione con la Universidad de Málaga. La giornata della Ciencia y la Tecnologia è stata presentata da Filippo Faraguna, con il Director del Centro Principia, Sebastián Cardenete; il Director del Centro de Tecnología de la Imagen de la Universidad de Málaga, Javier Ramírez e Pierre Jamart, regista di cinema médico e responsabile di Labo Video Chu Liege, del Belgio. I premiati: Mejor Documental del Certamen Unicaja de Cine a ‘‘LOS HEREDEROS DEL ARCA: PLANETA GLOBAL”, de Fernando González Sitges. Premio del Área Científico-Técnica a “LOS SECRETOS DEL OFICINISTA” de Ana Luisa Montes de Oca y Alberto Nulman. Premio del Área Biomédica a MOUNT ST.HELENS LIFE FROM ZERO” de Walter Koler y Rudolf Illingohr. Premio del Área Humanístico-Social a ‘LA TRAVESÍA DE DARWIN’, de Pablo Rosenblatt. Premio del Área de Investigación a la serie “ECOLOGÍA DE LA MUERTE”, del IAPH- Instituto Andaluz de Patrimonio Histórico. Premio FECYT al mejor programa de divulgación científica y de la innovación emitido en televisión y producido en España a ‘TESIS’, de Alejandro Alvarado Jódar. Trofeo Guillermo F. Zúñiga de la Asociación Española de Cine e Imagen Científicos a VIAJE A TERRITORIO PAPUE’, de José Manuel Novoa. Trofeo ASECIC Eugenio Tutor al mejor trabajo producido o co-producido por una Universidad o Centro de Investigación a ‘’LA IMPORTANCIA DE LOS LAGARTOS EN LOS ECOSISTEMAS INSULARES”, de Luis Navarro. Premio Progetto Natura a la Mejor Película Naturalista a RIFT VALEY: THE ANIMAL KINGDOM’, del Walter Kohler. Trofeo IAMS a la Mejor Imagen Científica a ‘FLYSH: EL SUSURRO DE LAS ROCAS, de Alberto José Gorritiberea. Premio del Público a ‘RIFT VALEY: THE ANIMAL KINGDOM’, de Walter Kohler. Pag. 8 45/2010

[close]

p. 9

ANDALUSIA di Paola Lungarini MALAGA - Il presidente del PP de Málaga, Elías Bendodo e il candidato all’Alcaldia della città, Francisco de la Torre, con il motto Juntos hacemos ciudad, hanno presentato la campagna del PP per le prossime elezioni, in cui i cittadini sono artefici delle iniziative. MALAGA - Il Consejo de Alcaldes del Partido Popular de Málaga, coordinato dal Presidente del Partito Popolare, Elías Bendodo, ha deciso di ricorrere in Tribunale contro il “nuevo abuso” della Ley de Agua aprobada por la Junta de Andalucía: “ Una ley injusta y que conlleva más impuestos para los ciudadanos”. Circa la visita di José Blanco, Bendodo l’ha definita “una nueva tomadura de pelo a los malagueños, ya que considera que viene a hablar de proyectos de los que nunca se sabe nada o que están condenados a una paralización y a unos retrasos inexplicables”. MALAGA - La compañía ONO, leader nella comunicazione su banda larga, ha precorso i tempi, annunciando che gli utenti di Malaga, collegati con la sua rete a fibre ottiche, possono già operare con 50 mega effettivi per navigare in Internet. Secondo Juan Luis Ros, director de Estrategia Local de ONO, i cittadini di Malaga che adottano questatecnologia anticipano di dieci anni l’obbiettivo previsto dalla Agenda Digital Europea, che è quello di impiantare velocità ultrarapide in banda larga per l’anno 2020. MIJAS - Il Presidente del Partito Popolare di Malaga, Elias Bendodo , in occasione della inaugurazione della nuova sede del PP di Mijas, alla presenza della Sindaca di Fuengirola, Esperanza Oña e del candidato sindaco del PP di Mijas, Angel Nozal, ha chiesto a Griñan, di creare il Parque Empresarial di Mijas . Sono intervenuti altri esponenti PP, Francisco Oblaré , deputato regionale; Ana Carmen Mata , vicesecretaria de Acción Política e il deputato provinciale Manolo Navarro. Bendodo si è detto convinto che “el esfuerzo y el trabajode Nozal se verá recompensado el próximo 22 de mayo, cuando los ciudadanos acudan a las urnas y con su apoyo le conviertan en el alcalde de Mijas”. TORREMOLINOS - Presso l’Auditorio Príncipe de Asturias de Torremolinos, la Asociación Málaga Siglo XXI ha consegnato al torero Javier Conde il X Premio Malagueño Siglo XXI. Il più importante riconoscimento del sodalizio - come ha spiegato il presidente, José Miguel Fernández Pelegrina - quest’anno è stato concesso al famoso diestro - che prese l’alternativa alla Malagueta nel 1995 con il padrino Niño de la Capea - por ser un excelente profesional del toreo, por llevar el nombre de la ciudad fuera de nuestras fronteras y por hacer gala de ser malagueño. Por la labor humana y profesional de un malagueño que ha destacado especialmente por abanderar, sobre todo, el nombre de nuestra ciudad. La Asociación Málaga Siglo XXI,contribuisce dal 1992 alla promozione di Malaga attraverso diverse attività. Fra i premiati figurano Antonio Banderas, Fernando Hierro, Braulio Medel, Pepa Flores, Francisco de la Torre, Pedro Fernández Montes y Antonio Montiel. MALAGA - Don Francisco Gracia-Mota, ex deán, canonigo e académico de San Telmo, ha tenuto una interessante conferenza sulla storia e sulla ristrutturazione della Cattedrale di Malaga. L’incontro si è svolto presso la sede della Real Hermandad de Nuestro Padre Jesús del Santo Sepulcro y Nuestra Señora de la Soledad de Málaga. MALAGA - Presso il Palacio de Ferias y Congresos di Malaga, si è svolto il Primer Congreso de Mentes Brillantes El Ser Creativo, moderato da Manuel Campo-Vidal, Presidente della Academia de la Televisión: ventiquattro “opinion leader” di tutto il mondo - fra i quali Eduard Punset e due Premi Nobel - hanno avuto a disposizione 21 minuti ciascuno per esporre le proprie idee su temi che interessano il futuro dell’Umanità, fra i quali genética, sociología, inteligencia artificial, filosofía, investigación cerebral, nanotecnología, antropología, ciencia y tecnología, comunicación, artes y letras. TORREMOLINOS - I Premiati ACET del “XVI Concurso de Escaparates Isabel Manoja” sono stati: 1º Premio alla “Peluquería Isa” e “Alpaca”, il 2º a Base DJ, gli altri a “Perfumería Remi”, “Loft Six”, “Boutique Asia”, “Goodrrolling” y “Farmacia Pizarro”, Bar “El Rincón de Paco”, “Cafetería El Abanico”, “La Mar de Bien” e “Restaurante Nelson”. Il Giornale Italiano - Ufficio abbonamenti Paseo Maritimo Rey de España, 35 - 29640 Fuengirola (Malaga) 45/2010 Pag. 9

[close]

p. 10

NELLE MIGLIORI GIOIELLERIE AL “EL CORTE INGLES” DI PUERTO BANUS ASSIEME ALLE È PRESENTE MIGLIORI MARCHE MONDIALI DI GIOIELLERIA, DIREZIONE VENDITA IN SPAGNA - CARMINA COSTA TEL.629820595

[close]

p. 11

ANDALUSIA di Paola Lungarini FUENGIROLA - La alcaldesa, Esperanza Oña, ha ricevuto i protagonisti della rievocazione della Batalla de Fuengirola, avvenuta nel 1810 durante l’occupazione napoleonica. La Guerra de la Independencia contrappose i 2 mila soldati del generale britannico Lord Blayney ai 500 mila soldati polacchi del Ducado de Varsovia, alleati alla Francia. La celebrazione è avvenuta nel Castillo de Sohail, con le associazioni Teodoro Reding de Málaga e 4º Regimiento de Infantería polaco del Gran Ducado de Varsovia. FUENGIROLA - La alcaldesa Esperanza Oña intervenendo alla stadio Santa Fe de Los Boliches per la presentazione della Unión Deportiva Fuengirola-Los Boliches, ha ricevuto dalla Comisión Organizadora del XX Memorial Juan Gómez “Juanito” la tessera di Socio Honorario del Sodalizio. FUENGIROLA - Il concejal de Inmigración, Pedro Vega, con il Cabo Jefe Rafel Puerta, dell’Atención al Inmigrante de la Guardia Civil, ha annunciato un incontro pubblico per far conoscere il lavoro svolto. Pedro Vega ha dichiarato che “si esta charla tiene una buena acogida volveremos a organizarla porque creemos que es muy importante que los inmigrantes conozcan sus derechos y obligaciones”. FUENGIROLA - La Sindaca Esperanza Oña, con il delegado provincial de Turismo Antonio Souvirón, ha inaugurato la nuova Oficina de Turismo, che ospita anche la Concejalia de Turismo. Dotata di una vetrina interattiva con informazioni 24 ore al giorno e la connessione wi-fi. FUENGIROLA - La alcaldesa con la edil del OAL, Carmen Díaz, nll’incontro con le imprese del programma “Iniciactiva”. “el índice de inserción es de casi el 65% y que 85 alumnos han encontrado trabajo” ha dichiarato Esperanza Oña. FUENGIROLA - Il concejal de Turismo, José Sánchez, ha presentato la II Ruta de la Tapa Erótica, dal 1º al 21 novembre. Il “Pasaporte del Tapeo”, con cui si concorre a molti premi, si può ritirare presso: Ayuntamiento, Casa de la Cultura, Oficina Turismo e i 64 ristoranti che partecipano alla Ruta. FUENGIROLA - Il concejal de Tercera Edad, Francisco José Martín, ha comunicato che i posti nei laboratori sono aumentati del 20% coprendo il 100% delle domande. FUENGIROLA - Il concejal de Juventud, José Francisco Domínguez, ha presentato una Gala benéfica per aiutare la giovane Anastasia Krasnikova, ad affrontare il trattamento per l’osteosarcoma. Nella foto con Eduardo Bandera, Elena Krasnikova e il dottor Javier Arrieta. FUENGIROLA - Il concejal de Deportes, Pedro Cuevas, ha anunciato che Pinturas Andalucía costruirà la pista di Hockey a rotelle nello Estadio Santa Fe de Los Boliches. I lavori costeranno 78.706 euro. 45/2010 Pag. 11

[close]

p. 12

MARIANO RAJOY A FUENGIROLA: “IL GOVERNO SOCIALISTA HA CONSEGUENZE NEFASTE PER LA SPAGNA” Il Presidente del Partito Popolare nella sua visita alla cittadina della Costa del Sol ha ribadito i concetti negativi della politica di Zapatero. Assieme a Javier Arenas e Elias Bendodo ha riaffermato l’appoggio alla sindaca Esperanza Oña per il raggiungimento dei progetti non ancora risolti per colpa della Junta de Andalucía, come l’ospedale e il completamento delle opere del Paseo Marítimo. ANDALUSIA di Paola Lungarini ESPERANZA OÑA: IL GOVERNO ZAPATERO HA DANNEGGIATO FUENGIROLA Inaugurando il meeting con Rajoy, Arenas e Bendodo a Fuengirola, la sindaca Esperanza Oña ha ricordato che “la política del gobierno socialista tiene consecuencias nefastas para este país, mostrándose inútil para salir de la crisis. El Gobierno ha llevado a cabo una subida de impuestos brutal, ha congelado las pensiones, ha recortado los salarios a los funcionarios, ha eliminado la deducción de los 400 euros del IRPF, ha eliminado las ayudas a las madres, ha subido los precios de la electricidad y otros pro- Mariano Rajoy firma il libro degli ospiti illustri del Comune di Fuengirola. Dopo una passeggiata per il centro si è recato al Palacio de la Paz per chiudere il meeting insieme ad Arenas, Bendodo e Esperanza Oña (con lui nella foto), dove i rappresentanti politici hanno parlato ad un folto pubblico esaminando i problemi Esperanza Oña, Mariano Rajoy e Javier Arenas che incombono sulla Spagna e sull’Andalusia. con “las limpiadoras del Ayuntamiento” ductos y servicios básicos”. Inoltre ha messo in pericolo la Caja Única de la Seguridad facendo concessioni ai nazionalisti baschi a danno della Spagna, solo per restare un anno di più nel suo Governo in agonía. “Son ya seis años con el paseo marítimo parado de forma revanchista y vengativa - ha detto Oña - Zapatero es un hombre sin palabra y con Fuengirola se ha cebado. Fuengirola necesita su paseo marítimo y Zapatero es el único culpable de que no esté concluido.” Inoltre nel 2003 Chaves promise un ospedale. Non ha fatto niente. Sono 18 anni che vogliamo ampliare il Puerto Deportivo, senza chiedere fondi, ma solo l’autorizzazione. Si vuole danneggiare Fuengirola perché è governata dal Partito Popolare. RAJOY: “EL ÚNICO OBJETIVO BÁSICO PARA EL PP ES CREAR EMPLEO” pubblico, Rajoy ha valorizzato la figura di Arenas come candidato alla presidenza dell’Andalusía: una persona “capaz, que sabe gobernar, y que ya demostró sus cualidades cuando fue ministro de Trabajo”. JAVIER ARENAS, PRESENTEREMO UN RICORSO DI INCOSTITUZIONALITÀ Ha attaccato duramente la gestione fallimentare socialista della Junta de Andalucía. “Molti provvedimenti a favore dello sviluppo dell’Andalusia, sono ignorati dal governo socialista di “Pepe” Chaves prima e di “Pepe” Griñan poi. Quando sarò presidente dell’Andalusia verranno ripresi e prontamente attuati.” Poi ha annunciato la presentazione di un ricorso davanti al Tribunal Constitucional contro il Decreto-ley 5/2010 de reordenación del sector público andaluz. Arenas sostiene che l’intenzione della Junta è di “colar por la gatera a los 25.000 trabajadores que integran la administración paralela que han montado los gobiernos socialistas en Andalucía”. Il Decreto non è stato discusso nemmeno nella Mesa Sectorial de Negociación de la Función Pública, ciò invalida le disposizioni del settore pubblico, violando il diritto di negoziazione collettiva e la libertà sindacale come dalla Costituzione spagnola. VINCEREMO LE ELEZIONI ASCOLTANDO LE PROPOSTE DEI CITTADINI El presidente del PP de Málaga, Con queste parola il Presidente ha iniziato il suo intervento al Teatro de la Paz davanti ad un pubblico visibilmente motivante ed acclamante. Rajoy, che era accompagnato dal leader del PP andaluso, Javier Arenas, dal presidente provinciale del partito, Elias Bendodo e dalla sindaca Esperanza Oña. “existe un 42% de jóvenes que quieren trabajar y no pueden hacerlo, y ello les impide tener una vivienda”. Uno dei maggiori costi dell’attuale Governo “son los seguros por desempleo, casi 30.000 millones de euros”, che potranno essere risparmiati quando lui governerà, creando posti di lavoro che Zapatero ha distrutto. “Hay que resolver esta política, para generar más trabajo - ha precisato Rajoy - así mejorar los ser- vicios en educación, en la sanidad y en las pensiones”. Il leader popolare ha spiegato que cerca de 2,7 millones de españoles se han quedado sin trabajo, y esto es, sin duda, el resultado de la incompetencia de este Gobierno. Sul Presupuestos Generales del Estado, il Presidente ha detto “que son los que reflejan mayores recortes sociales, menores gastos en inversiones y que generan un mayor endeudamiento. Bajan un 8% las partidas para Servicios Sociales, un 8% en la Sanidad y un 19% en vivienda”. Riferendosi agli ultimi ministri eletti da Zapatero, ha dichiarato che “cambiar los marineros y el rumbo sirve para poco” e che con questo presidente nazionale “no vamos a ninguna parte”. Più volte acclamato dal Elías Bendodo, ha ricordato le priorità del Partito Popular in vista alle elezioni del prossimo anno, affermando che questa verrenno “centrado en los temas que verdaderamente le interesa y conciernen a los ciudadanos, como la educación, la economía y el empleo, mientras que el PSOE tiene las prioridades cambiadas”. In tal senso verranno considerate le proposte dei cittadini durante la campagna, che vede impegnate le energie giovani e mature del partito, un equipo che secondo Bendodo “combina a la perfección la juventud con la veteranía y que trabajará con un objetivo bien definido: apostar por las posibilidades que tiene nuestro partido en la provincia”. GLI ITALIANI DI FUENGIROLA CONTINUANO A RICEVERE, PER UN ACCORDO CON IL COMUNE, GRATUITAMENTE “IL GIORNALE ITALIANO DE SPAGNA” 45/2010 Pag. 12

[close]

p. 13



[close]

p. 14



[close]

p. 15

MERCEDES MENGIBAR:IL MIO OBBIETTIVO È FARE UN NUOVO MODELLO DI XANIT, DI QUALITÀ E ASSISTENZA TOTALE, MULTIDISCIPLINARE. È la nuova Consejera Delegada e Directora Gerente di Xanit International di Benalmadena, l’ospedale privato tecnologicamente avanzato della Costa del Sol, con un ambulatorio a Fuengirola. Nel 1993 fu nominata Directora de Servicios Generales del Hospital Virgen del Rocío de Sevilla. Nel 1998 divenne Gerente del Hospital de Antequera realizzando un progetto di “Orientación Estratégica” introducendo una nuova cultura organizzativa. Dal 2003 è stata Directora Gerente de Usp Hospital de Marbella, incarico che lasciò a luglio per iniziare questa nuova esperienza professionale. creare un modello Xanit basato sulla qualità, offrendo servizi medici attraverso aree assistenziali integrate, dando una migliore risposta al paziente che deve essere curato attraverso una formula multidisciplinare e personalizzata. Sottolineo: Áerea del Corazón, diretta dal dottor Gómez Doblas; Área de Neurociencias, diretta dal dottor Victor Campos e Área de Oncologia, diretta dal dottor Emilio Alba. Quest’ultima, senza dubbio, sarà il “driver dell’Hospital”. Stiamo creando El Instituto Oncológico Xanit, contando sulla nostra capacità diagnostica e terapeutica con i migliori professionisti che ci permette rapidamente di intervenire con trattamenti di chemioterapia o radioterapia. Il prossimo anno attiveremo l’area di ostetricia. Per tutto questo state assumendo altri medici? Abbiamo dei magnifici professionisti, ma ne stiamo assumendo altri di elevato livello medico, come il dottor Victor Campos, il dottor Emilio Alba, avremo il dottor Andrés Sánchez Cantos, che cateterismo ed altre. Abbiamo accordi con numerosi centri medici ai quali formiamo una comunicazione diretta e fluida, facilitando tutti gli esami necessari ai loro pazienti. Xanit ha convenzioni con le assicurazioni? Abbiamo accordi con la maggioranza delle compagnie nazionali ed internazionali. Qual’è la tipologia dei vostri pazienti? Il 40% sono di nazionalità straniera. Xanit è un ospedale internazionale con un servizio multilingue chiamato “International Service”, con personale che visita quotidianamente i pazienti per raccogliere le loro richieste, aiutarli nelle pratiche di rimpatrio, alloggiamento, gestione di garanzie e tutto quello che gli serve. Una ampia carriera nella sanità pubblica e privata, perché adesso la Xanit? Mi attirano le sfide e Xanit dispone di tutto il potenziale per diventare un ospedale di riferimento in Andalusia. Sono stata sette anni nell’Usp di Marbella ed il progetto ormai era realizzato e consolidato. Siccome mi piace creare e imparare ho scommesso su Xanit. La mia fortuna è che qui ho trovato le condizioni giuste ed ideali, con gente che ha molta voglia di attuare in questo progetto. ANDALUSIA di Paola Lungarini Quali sono i tuoi programmi per questo ospedale? Il mio progetto è trasformare Xanit in un centro sanitario di riferimento. Mi piacciono le sfide questo è un progetto appassionante. Credo che Xanit abbia il potenziale necessario per diventare un ospedale unico nel suo genere in Andalusia. Ho trovato una struttura dotata delle più recenti tecnologie, una camera iperbarica (nella foto), un ospedale giovane e un personale molto ricettivo verso i cambiamenti che stiamo facendo. Voglio dirigerà l’Área de Aparato Digestivo y en Cirugia General, il dottor Norberto Gándara, il dottor Antonio Narváez che dirigerà l’Área de Cirugia Ortopédica y Traumatológica, il dottor Antonio Fernández de Rota, come chirurgo toracico per l’Área de Aparato Respiratorio oltre ad altri. Che cosa offre Xanit ai suoi pazienti? Oltre ad una assistenza di qualità personalizzata con ottimo personale e tecnologie avanzate, offriamo una gamma di servizi che comprende tecniche complesse come la applicazione di valvole cardiache per I.P.A. International Police Association A cura di Sebastián Suárez Funes - (ipa@policiamarbella.org) MICHELLE OBAMA “VISITANTE HONORARIA” DE IPA MARBELLA quien le hicieron entrega de una Placa de Honor por parte de IPA ESPAÑA y otra de la Delegación IPA ANDALUCÍA y Agrupación IPA MARBELLA como recuerdo por la reciente visita de Michelle Obama en Marbella. Al encuentro asistieron también Paola Pacifici, Socia honoraria IPA y editora del Giornale Italiano de España, y Giulio Rosi, Corresponsal para Europa de la Agrupación IPA de Marbella. La Cónsul - después de recibir dichas menciones y conociendo el deseo de transmitirle a todas las Instituciones, miembros Policiales, Fuerzas y Cuerpos de Seguridad de los Estados Unidos de América, la mayor gratitud por las atenciones y el apoyo recibido cada vez que un Socio de IPA ESPAÑA visita su País - expresó su sorpresa y lamentó que no hubiese sido posible entregar dichos reconocimientos directamente a la señora Obama por los representantes de IPA MARBELLA, debido a los múltiples compromisos de la ilustre huésped. La Sra. Roberta Aarón aseguró que se hará cargo de hacer llegar dichas placas al Embajador de Estados Unidos, para que a su vez las entregue a la esposa del Presidente Obama. En esta ocasión, el Presidente Sebastián Suárez explicó a la representante de los Estados Unidos las actividades sociales de la International Police Associatión, de manera muy significativa expresadas por su famoso lema “Servo per Amikeko”, SERVICIO POR AMISTAD. Al final del encuentro los tres representantes de IPA Marbella, en nombre dela Delegación Andaluza y de la Sección Nacional, han agradecido la Señora Aarón su amabilidad, imponiéndole la insignia de la AGRUPACIÓN IPA MARBELLA. La Agrupación IPA de Marbella, a través de la Consul de EE.UU, Sra. Roberta Aarón, ha enviado a la esposa del Presidente Obama dos placas en reconocimiento por su visita a Marbella. El Presidente Honorario de la Asociación Internacional de Policía de Marbella, Antonio Gil Haro, junto al Presidente Actual Sebastián Suárez Funes y el Vicepresidente J. Enrique Teutsch, Cordaro, fueron recibidos ayer por la Cónsul de EE.UU., Señora Roberta Aarón, a 45/2010 Pag. 15

[close]

Comments

no comments yet