Num.56 - 2011

 

Embed or link this publication

Description

Il Giornale Italiano Num. 56 - 2011

Popular Pages


p. 1

2011 - XVI PREMIO TIEPOLO Gilberto Benetton Presidente Autogrill Antonio Vázquez Presidente Iberia “IL GIORNALE ITALIANO de España” PARLA DELLA SPAGNA AGLI ITALIANI, DEGLI ITALIANI IN SPAGNA E DELL’ITALIA PER GLI ITALIANI IN SPAGNA 56/2011 | GIORNALE NAZIONALE GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET | D.L.: MA-884-2008 160 MILA ITALIANI IN SPAGNA!

[close]

p. 2

GLI AUTOGRILL DI GILBERTO BENETTON crisi economica in corso? Gli imprenditori e le imprese debbono rintracciare le vie per uscire dalla stagnazione e consentire una nuova partenza. Non c’è dubbio che da questa crisi non si può uscire se non accelerando il passo e mostrando iniziativa, creatività, coraggio e fiducia. Qualità di cui i nostri imprenditori non difettano. Come e quanto influisce la crisi economica in Spagna nelle attività Aldeasa? In Spagna Aldeasa nel periodo 2007-2008 ha visto una contrazione del fatturato. Sono stati cali importanti, che avrebbero forse indotto altri a parziali o totali disimpegni. Noi non l’abbiamo fatto e già nel 2009 e ‘10 il Gruppo WDFAldeasa avviava numerose attività di efficientamento, che hanno contribuito alla ripresa delle vendite. Nel Food&Beverage, a dicembre dello scorso anno, abbiamo completato un piano consistente di interventi nella stazione di Atocha, con l’apertura di 13 punti vendita; sono stati inoltre firmati due contratti nel nuovo terminal dell’Alta velocità di Valencia. Come è cambiato, se è cambiato, con la crisi il cliente Autogrill? Con la crisi economica il consumatore è diventato per un verso più oculato, salutista e a ticket più moderato, per l’altro, è alla ricerca di un’alimentazione capace di veicolare esperienze emotivamente significative. Inoltre, la forte attenzione al value for money si accompagna alla voglia di qualità e autenticità del prodotto generando pratiche di consumo innovative. Come passa il suo tempo libero? Il mio tempo libero è distribuito equamente tra la famiglia e lo sport: quello praticato come il golf e quello vissuto da entusiasta come il basket, il volley e il rugby, tutte attività che, come Gruppo, abbiamo seguito per moltissimi anni con le nostre squadre che ci hanno dato grandi soddisfazioni. Oggi abbiamo scelto di investire negli sport per i giovani e per il territorio. Vorrei che inviasse un messaggio ai nostri connazionali che lavorano in Spagna. Grazie. Vorrei dir loro che sono inseriti in un sistema paese solido e capace di reagire, che ha avviato azioni decise come le misure di contenimento della spesa pubblica. Debbono aver fiducia e moltiplicare l’impegno come tutti siamo chiamati a fare. Sono fiducioso che anche l’Italia saprà reagire. I tempi richiedono energiche azioni di taglio della spesa improduttiva ma anche coraggiose iniziative di rilancio delle attività economiche. La Spagna è un Paese con cui abbiamo rapporti solidi da molto tempo, dove nel ’93 abbiamo iniziato a investire nella ristorazione autostradale, nel 2005 acquisimmo il primo 50% di Aldeasa, icona del duty free aeroportuale, completandone il controllo dopo 3 anni. der mondiale nel settore moda e oggi presente in 120 paesi nel mondo. È Presidente di Edizione Srl, la finanziaria di famiglia, Presidente di Autogrill e Consigliere del Gruppo Benetton, Mediobanca, Sintonia Sa e Atlantia (infrastrutture autostradali e aeroportuali), Pirelli & C. e Allianz. Nell’ambito della finanziaria di famiglia presiede a tutta l’attività di investimento, sia dal punto di vista finanziario che immobiliare. Appassionato sportivo, è il promotore delle attività gestite dal Gruppo nei settori del rugby, basket e volley. Attraverso la Fondazione Benetton ha voluto la realizzazione de La Ghirada, cittadella dello sport a Treviso. Gilberto Benetton e’ sposato e padre di due figlie. Gilberto Benetton intervista di Paola Pacifici La classica domanda di rito: cosa significa per lei il Premio Tiepolo? È certamente un riconoscimento di grande prestigio di cui sono molto orgoglioso e che desidero condividere con tutti i nostri collaboratori di Aldeasa e Autogrill, perché sono gli uomini e le donne delle nostre aziende che, ancor più di me, meritano di essere premiati. Autogrill, perché la Spagna? E’ un Paese con cui abbiamo rapporti solidi da molto tempo, dove nel ’93 abbiamo iniziato a investire nella ristorazione autostradale, nel 2005 abbiamo acquisito il primo 50% di Aldeasa, icona del duty free aeroportuale, completandone il controllo dopo 3 anni. Nel settore dell’infrastruttura autostradale abbiamo progettato l’integrazione tra la nostra Autostrade per l’Italia e il gruppo Abertis, che purtroppo non si è realizzato, ma che avrebbe creato il più grande gruppo autostradale al mondo. Se si dovessero presentare altre opportunità di mercato, in particolare nel settore delle infrastrutture dove la Spagna è all’avanguardia, sicuramente le esamineremo. Che posto ricopre la Spagna nell’internazionalizzazione di Autogrill? Con circa 200 milioni di passeggeri l’anno, la Spagna è il secondo paese europeo per traffico aereo, subito dopo UK e prima di nazioni con più popolazione come Germania, Francia e la stessa Italia. Gli aeroporti spagnoli integrano il traffico business, con quello turistico e culturale, oltre a rappresentare la porta da e verso l’America Latina. Come giudica la politica spagnola davanti alla attuale crisi finanziaria? In un momento così complesso la Spagna ha saputo positivamente reagire alla crisi, rafforzando la sua credibilità sui mercati finanziari internazionali e avviando con determinazione e tempestività azioni mirate al recupero del pareggio di bilancio. E l’Italia? Sono fiducioso che anche l’Italia saprà reagire seguendo un percorso analogo. I tempi richiedono energiche azioni di taglio della spesa improduttiva ma anche coraggiose iniziative di rilancio delle attività economiche. Senza la crescita il riequilibrio dei conti pubblici è una vana Speranza. Quale contributo possono dare gli imprenditori per reagire alla Nato nel 1941 a Treviso, Gilberto Benetton ha dato inizio nel 1965, con i fratelli Giuliana, Luciano e Carlo, all’attività di Benetton Group. È lea- Il maggior operatore di servizi di ristorazione e retail per chi viaggia Controllata per il 59,3% da Edizione S.r.l. (finanziaria della famiglia Benetton), Autogrill è il primo operatore al mondo nel servizi di ristorazione e retail per chi viaggia. Sotto la presidenza di Gilberto Benetton, la compagnia ha realizzato in pochi anni un processo di espansione e diversificazione. Privatizzato nel 1995, oggi il Gruppo opera in 35 paesi con circa 62.500 collaboratori, e gestisce più di 5.300 punti di vendita in oltre 1.200 location e opera prevalentemente tramite contratti di concessione a l’interno di aeroporti, autostrade e stazioni ferroviarie, con presenze selettive nelle città, nei centri commerciali, nei poli fieristici e nei siti culturali. I primi passi di Autogrill in Spagna risalgono al 1999 e nel corso degli anni ha rafforzato la propria presenza nel paese con l’acquisizione di Procace, e successivamente di Receco. Oggi Autogrill Iberia conta circa 70 location in autostrade e stazioni ferroviarie e 1.300 collaboratori. Nel 2005, Autogrill ha rafforzato i suoi legami con la Spagna tramite l’investimento in Aldeasa (operatore mondiale nel settore retail & dutyfree aeroportuale, attivo nella Penisola Iberica, in diversi stati dell'America Latina, in Nord Africa ed in Medio Oriente) e nel 2008 completo l’acquisizione del 100% di questa importante compagnia. La Società gestisce, direttamente o in licenza, un portafoglio di oltre 350 marchi: un mix calibrato di brand globali e locali, che consente di rispondere efficacemente alle mutevoli esigenze dei mercati e dei consumatori, proponendosi a concedenti e clienti come un provider globale di servizi per i viaggiatori. Autogrill (5.7 miliardi di euro di fatturato nel 2010) ha registrato nel primo semestre del 2011 un aumento interannuale del 8,6% degli introiti provenienti dalle attività retail negli aeroporti spagnoli. 56/2011 Pag. 2

[close]

p. 3

PRESIDENTE IBERIA: ANTONIO VÁZQUEZ Per me, il Premio Tiepolo, è una buonissima notizia. La compagnia ha una volontà di cambiamento in ciò che è necessario cambiare così come una volontà di mantenimento dei valori che la rendono riconoscibile a livello internazionale. I destini d’Europa non li possono decidere né la Francia né la Germania. In Spagna ci sono molti aeroporti ed ognuno deve valutare la propria sostenibilità. 1milione e 200mila gli italiani che viaggiano con Iberia. Airlines, Swiss Air e Brussels le toca a él y su partido ser los Airlines e così via. Iberia e Bri- que dirigen los destinos de este tish lavoravano insieme da 10 pais durante los cuatro años, más anni, unendosi hanno dato vita que preguntarle lo que haría es al terzo gruppo in Europa con animarle a hacer el trabajo que una sinergia fra costi ed entra- tiene que hacerlo rápido, serio, te di oltre 400 milioni di euro contundente y bien explicado. all’anno e la presenza nelle de- Creo que quien quiera que ser stinazioni che mancavano ad al gobierno que salga fuerte de una compagnia od ad un’altra. las elecciones tiene una primeNel suo discorso di oggi, come ra obligación contundente y es premiato ha dichiarato che il el tratar de devolver cierto grafuturo è nel sud d’Europa? Si. do de optimismo y cierto grado I destini d’Europa non li posso- de ilusión a la población. Dicho no decidere né la Francia né la así suena a buenismo pero no es Germania. Non perché questo eso. En nuestro Pais hay una simi piaccia o non mi piaccia, tuación difícil por el desempleo semplicemente non possono. y hay que resolverla creo que I milioni di abitanti del Regno tenemos que resolverlo poniénUnito, della Spagna e dell’Ita- donos todo el mundo a trabajar lia devono prendere parte alle que es la única forma es que podecisioni della prossima Euro- demos tener un marco donde se rezza e tranquillità, ma oggi volavano sulla stessa rotta si è pa. Sono 100 e passa milioni pierda el miedo a crear empleo. cosa vuole di più? Qualcosa in aperto ad una concorrenza. Ne- di abitanti. Ci serve un’Europa Non es tanto un problema de si intervista di Giulio Rosi più della sicurezza, la tecnologia gli Usa appare la Southwest e in più estesa verso l’Atlantico, più los despidos son mas baratos o Presidente, la classica doman- fa si che i sistemi, e i motori sia- Europa le compagnie lowcost, forte e più bilanciata nel sud. caros, lo que hay que perder es da, che cosa è per lei, per Iberia no sempre più efficienti e sicuri, portando un cambiamento È una soluzione economica la la resistencia a crear empleo. e per la Spagna il Premio Tie- invece molti sono i problemi che radicale dei viaggi in aereo. parziale chiusura dei piccoli Creo que este es un Pais con polo? Il Premio Tiepolo è “la precedono l’imbarco, come ad Il traguardo più significativo aeroporti come pretenderebbe un cierto grado de pasión y de consolidación de una voluntad esempio i controlli di sicurezza. raggiunto da Iberia? Iberia ha Rubalcaba? In Spagna ci sono emocionalidad que lo mismo de 16 años de hacer bien las Come si può conciliare la qua- avuto momenti molto impor- molti aeroporti ed ognuno deve que es capaz de entristecerse cosas en lo que se refiere a rela- lità con l’economia? La qualità tanti, molte le compagnie simili valutare la propria sostenibilità. es capaz de animarse pero creo ciones bilaterales. Es un premio è l’ossessione permanente di che sono scomparse negli anni Ciascuno deve avere un suo uti- que necesita un horizonte con muy asentado, muy entrañable, ogni compagnia aerea. I servizi ma la nostra ha continuato ad lizzo, aviazione privata o altro. una expectativa de esperanza muy reconocido y muy querido per nostri clienti sono la somma andare avanti molto bene. Fin L’esperienza dell’Europa è con- y recrearle la necesidad de una tanto de la parte italiana cuanto di una catena di valori molto dal principio, nel 1927, ha in- tundente, non esiste e non resiste cultura del esfuerzo y del trabade la española”. Il prestigio del ampia, non sempre si può in- tuito quale era il ponte naturale una rotta creata a colpi di sussidi. jo y de la alegría. Todo junto”. premio è dovuto alla scrupolosi- tervenire, come il traffico verso fra l’Europa e l’America Latina Il presidente Arturo Fernandez Presidente un saluto ai notà della giuria, che ha mantenuto l’aeroporto, le misure di sicu- consolidando la sua posizione attraverso il mio giornale ha stri lettori? Per gli italiani, che indipendenti i criteri di assegna- rezza, le difficoltà per prendere come leader. Ha capito l’im- fatto una domanda a Cristóbal sono circa 1 milione e 200 mila zione. Per me, il Premio Tie- le valigie, ed altre cose che non portanza di avere delle connes- Montoro, cordinatore eco- all’anno in movimento fra i due polo, è una buonissima notizia. dipendono dalla linea aerea. sioni anche nel corto e medio nomico del PP. Chiedendogli paesi, tutto il mio affetto. “No La Iberia di oggi? La compa- L’obiettivo è quello di offrire la raggio per essere più forte nel cosa farà per la disoccupazio- me costa ningún trabajo caer gnia ha una volontà di cam- massima qualità ai nostri clienti. lungo raggio. Importante l’hub ne quando andrà al Governo. en Italia en cualquier fin de sebiamento in ciò che è neces- Come ha influito la globaliz- a Miami dove i voli partivano Montoro ha risposto che sarà mana o de vacaciones. Para los sario cambiare così come una zazione sul mercato del traffi- per il resto dell’America Latina. uno dei primi problemi da af- italianos todo mi cariño y que sivolontà di mantenimento dei co aereo? In meno che in altri Questo è il gran passo dell’Ibe- frontare e risolvere. Lei che guen a tomar Iberia que nosotros valori che la rendono ricono- settori industriali. La globaliz- ria assieme a quando costituisce domanda gli farebbe attraverso como compañía estemos a la scibile a livello internazionale. zazione ha aumentato la com- l’hub di Madrid. Successiva- il mio giornale? “Le desearía si altura de aquel que se merecen”. Due i cambiamenti sostanziali petizione con accordi a “cieli mente anche la fusione con la rispetto a 25 anni fa. Il primo è aperti” fra vari continenti come Vueling permettendo di avere Antonio Vázquez Romero il tremendo impatto della do- Europa e Stati Uniti. Non è av- una posizione rilevante all’aeromanda come conseguenza della venuta con un libero movimen- porto del Prat. Iberia negli anni Licenciado en Ciencias Económicas por la Universidad realtà macroeconomica e l’altra to di capitali fra paese ed un “ha dado la cara a los problede Málaga. Es presidente de Iberia desde 2009 y preè un mercato dove la crescita altro e con un sostegno legale mas al intentar resolverlos” ansidente de International Airlines Group (IAG) desde del prezzo del carburante non di consolidamento della indu- che se ha volte la soluzione non su creación en 2010 como resultado de la fusión de si sarebbe immaginata anni fa. stria ma invece è frammentaria è stata né facile né gratificante. British Airways y de Iberia. Es también miembro del Il cliente tipico di Iberia? Non e poco redditizia, però sarebbe Parlando di fusione, quali i Consejo de Administración de Telefónica Internaciopossiamo parlare di un solo tipo, una soluzione muovendo i ca- vantaggi con British Airways? nal y del Consejo Ejecutivo del TransAtlantic Business la compagnia offre prodotti diffe- pitali da un territorio all’altro. Era una conclusione naturale Dialogue. Anteriormente fue presidente del Grupo renti, secondo le necessità sia in Presidente, quando è avvenuta fra due importanti compagnie Altadis y presidente de Logista, cargos a los que acclasse business sia turistica, nelle l’evoluzione del trasporto ae- europee che erano rimaste, mi cedió tras haber sido director general del negocio de diverse rotte. La cosa importante reo? Il cambiamento è avvenu- passi il termine, “solteras” in cigarros del Grupo. Previamente había desarrollado è di fare “il meglio”, per i nostri to alla fine degli anni ‘70 negli una Europa che si stava consolisu carrera en consultoría (Arthur Andersen) y en el clienti a corto e lungo raggio. Nel Stati Uniti e degli anni’90 in dando. Era avvenuto un accordo sector de bienes de consumo (Osborne y Domecq). lungo raggio la differenza fra tu- Europa. Si è trattato della “de- con Air France e l’operazione Fue consejero de Iberia entre 2005 y 2008 y  conrismo ed affari è più evidente. gurelation.” dello spazio aereo. KLM e parzialmente Alitalia, sejero de Aldeasa durante diez años, hasta 2008. Il passeggero deve avere sicu- Il numero di compagnie che un altro di Lufthansa con Ocean 56/2011 Pag. 3

[close]

p. 4

MADRID AMBASCIATORE LEONARDO VISCONTI DI MODRONE de los galardonados, extraordinarios y numerosos, pero sí quisiera destacar que ambos se han distinguido por saber llevar a buen puerto a sus empresas en un contexto general poco propicio para el éxito, lo que otorga aún mayor importancia a los resultados obtenidos. Antonio Vázquez, como todos sabemos, es Presidente de Iberia y de IAG (International Airline Group), el holding nacido de la fusión de Iberia y British Airways. Además de llevar a cabo esta operación, Antonio Vázquez ha conseguido - saliendo al paso de la crisis - que Iberia obtuviera en 2010 (dos mil diez) unas magnitudes económicas positivas. Los beneficios han sido fruto de un esfuerzo de la compañía por aumentar los ingresos, por mejorar la productividad y por reducir los gastos. Gilberto Benetton, además de Presidente de Autogrill, es el Presidente de la financiera de la familia Benetton y punto de referencia para la estrategia de diversificación de todo el Grupo. Ha dado un impulso decisivo al proceso de expansión internacional: hoy Autogrill está presente en 35 (treinta y cinco) países y genera el 80 (ochenta) por ciento de su facturación fuera de Italia. Los primeros pasos de Autogrill en España se remontan a 1999 (mil novecientos noventa y nueve) y después de poco más de una década cuenta con más de 70 (setenta) locales en estaciones y carreteras, con casi 1300 (mil trescientos) empleados. En 2005 (dos mil cinco) Autogrill reforzó sus lazos con España invirtiendo en Aldeasa, líder en la gestión de tiendas duty free en los aeropuertos, que a partir de 2008 (dos mil ocho) se ha integrado con la inglesa World Duty Free, la mayor plataforma del retail aeroportuario de Europa. Antes de ceder la palabra al presentador del Premio, nuestro querido Josto Maffeo, quisiera daros los gracias por estar hoy aquí con nosotros y desearos buena velada a todos. sin: Marco Pizzi, Presidente Gilberto Benetton, Alberto Ruiz-Gallardón, Esperanza Aguirre, Antonio Vázquez, Arturo Fernández, Leonardo Visconti di Modrone Il presidente dell’impresa italiana di ristorazione e retail Autogrill e di Edizione S.r.l., Gilberto Benetton, ed il presidente della compagnia aerea Iberia e della holding International Airlines Group (IAG), Antonio Vázquez, sono stati insigniti del Premio Tiepolo 2011, conferito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) e dalla Camara de Comercio de Madrid, e che ha celebrato quest’anno la sua sedicesima edizione. Gilberto Benetton lo ha ricevuto dal sindaco di Madrid, Alberto RuizGallardón, mentre il presidente della Comunità di Madrid, Esperanza Aguirre, lo ha consegnato ad Antonio Vázquez. La Giuria, composta da giornalisti dei principali mezzi di comunicazione spagnoli e da corrispondenti italiani in Spagna, ha voluto riconoscere la traiettoria delle due compagnie nell’ultimo anno, che contribuiscono in modo decisivo alla diffusione dell’immagine della Spagna e dell’Italia nel mondo, e che costituiscono un esempio di lavoro e dinamicità per contrastare gli effetti negativi dell’attuale congiuntura economica sui loro rispettivi settori. La cerimonia di consegna del Premio, come da tradizione, ha avuto come scenario l’Ambasciata d’Italia a Madrid ed è stata condotta da Josto Maffeo, corrispondente de Il Messaggero. Dopo il discorso di benvenuto da parte dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Leonardo Visconti di Modrone, sono intervenuti il presidente della Camera di Comercio e Industria di Madrid e della CEIM - Confederación Empresarial de Madrid-CEOE-, Arturo Fernández, ed il presidente della Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna, Marco Pizzi. Rodrigo Rato (Fondo Monetario Internazionale), Mario Monti (Università Bocconi), Florentino Pérez (Real Madrid), Luca Cordero di Montezemolo (Ferrari), Alfonso Cortina (Repsol YPF), Vittorio Mincato (ENI), Gabriele Bugio (NH Hoteles), José Vilarasau (La Caixa), Pier Luigi Fabrizi (Monte dei Paschi di Siena), Marco Tronchetti (Pirelli), Rodolfo Martín Villa (Endesa), Luciano Benetton (Edizione Holding), Luis Alberto SalazarSimpson (Auna), Giovanni Agnelli (Fiat), José Ángel Sánchez Asiaín (Fundación BBVA), Luis Ángel Rojo (Banco de España), Antonio Fazio (Banca d’Italia), José María Cuevas (CEOE), Giorgio Fossa (Confindustria), Isidoro Álvarez (El Corte Inglés) y Cesare Romiti (Fiat). (Foto CCIS) Nelle edizioni precedenti del Premio Tiepolo sono stati premiati Enrique Cerezo (Atlético de Madird), Massimo Moratti (Internazionale di Milano), César Allerta (Telefónica), Fulvio Conti (Enel), José Manuel Lara Bosch (Antena 3), Paolo Vasile (Tele 5), José Manuel Martínez (Grupo Mapfre), Antoine Bernheim (Generali), Jesús Salazar (Grupo SOS), Francesco Morelli (Istituto Europeo di Design), I premiati delle precedenti edizioni Excelentísima Señora Presidenta de la Comunidad de Madrid, Doña Esperanza Aguirre, excelentísimo Señor Alcalde de Madrid, Don Alberto RuizGallardón, Ilustres Presidentes de la Cámara de Comercio de Madrid y de la Cámara de Comercio e Industria italiana, Don Arturo Fernández y Don Marco Pizzi, Señor Presidente de IBERIA, Don Antonio Vázquez, Señor Presidente de Autogrill, Dottor Gilberto Benetton. También este año los máximos responsables de la Comunidad de Madrid y de la ciudad de Madrid y los principales exponentes del empresariado español e italiano nos honran con su presencia en esta Embajada para la celebración del premio Tiepolo, que llega a su decimosexta edición. Bienvenidos todos. Para mí se trata de la segunda edición de este premio que consolida año tras año su imagen e importancia. El mérito es de la amistad que la Comunidad y el Ayuntamiento de Madrid siguen demostrando hacia Italia y hacia la labor de las dos Cámaras de Comercio que han sabido mantener bien alto el prestigio del “Tiepolo”. Pero el mérito es también del prestigio de los dos premiados que el jurado ha elegido este año, los Presidentes de Iberia y de Autogrill que han sabido dar con su trabajo un fuerte impulso a la industria del turismo. Presentar a Don Antonio Vázquez y al Dottor Gilberto Benetton es un honor y una gran satisfacción para mí. No es mi intención mencionar todos los méritos Pag. 4 56/2011

[close]

p. 5

MADRID MARCO PIZZI, CAMERA COMMERCIO ITALIANA empresas españolas y las instituciones que las representan a la hora de acercarse al el mercado italiano. Y no sólo: el sistema de las Cámaras italianas en el extranjero cuenta hoy con hasta 75 organizaciones en 55 Países, una gigantesca red integrada que establece cada año más de 300.000 contactos, misiones empresariales, encuentros B2B, participaciones en ferias y eventos, y la búsqueda de partners para acuerdos comerciales. En virtud de estos datos, somos una red che crea confianza y ayuda las empresas a creer en otras empresas activas en el extranjero, lo que incrementa el volumen de negocios y, en resumidas cuentas, el desarrollo global!! Un network capilar y eficaz que muchos países miran como referencia y, en unos casos, envidian. Nuestra presencia, y con esto no quiero encender ninguna polémica, no se viene abajo ni siquiera mientras otras instituciones públicas italianas sufren restricciones, puesto que, frente al pesimismo macro-económico,  presumimos en España de nuestro optimismo y experiencia en calidad de sujetos empresariales protagonistas en los mercados, presentes en el extranjero. Con respecto a las relaciones entre España e Italia, todos en esta sala sabemos que nuestros sistemas comparten una infinidad de valores e intereses estratégicos y, especialmente en esta delicada fase de la economía mundial, nuestros sistemas empresariales, quizás nunca hayan estado tan cerca entre sí. De hecho, a pesar de los datos negativos sobre el déficit y la deuda pública, el desempleo y la debilidad financiera, ambos sistemas cuentan con empresas de fuerte dinamismo en los mercados internacionales, lo que se traduce en una extraordinario rendimiento de las exportaciones. No es mi intención aburrirles con cifras y estadísticas, pero merece la pena recordar que nuestros dos países se sitúan de forma constante entre sus respectivos principales partner comerciales. A pesar del difícil momento de los mercados internacionales, las ventas italianas en España crecieron un 17,40% en todo 2010 sobre el 2009, y otro 7% en el primer semestre de 2011, alcanzando en el semestre los 11 mil millones de €. A su vez, las exportaciones españolas a Italia se incrementaron a lo largo de 2010 un 17,8% sobre el ejercicio anterior, y otro 11,4% en el primer semestre de 2011, sumando un total de 8.400 millones de €. Estos resultados se producen cuando las empresas, grandes o pequeñas que sean, y las fuerzas más dinámicas del territorio, colaboran entre sí y con instituciones especialmente activas en el extranjero, como es el caso de las Cámaras de Comercio, siempre disponibles a apoyar a todas las empresas che desean mirar más allá de sus fronteras, lo que genera una respuesta fuerte y en cierto sentido única!! Como iba a decir antes, Italia sigue siendo el tercer partner comercial de España y, a su vez, el país ibérico se consolida como el quinto partner de Italia. En esta época de crisis, estos datos reflejan la confianza que las empresas tienen en los mercados tradicionales y consolidados. Una confianza que las instituciones y los órganos de gobierno de los dos países deberían tener en cuenta a la hora de planificar políticas y estrategias a favor de la internacionalización y promoción, en lugar de dejarse llevar únicamente por los cantos de las sirenas de los BRICs, sumamente importantes y alentadores, pero sin olvidar nunca la importancia y los volúmenes generados por el intercambio con los países más cercanos. Este año nuestro Jurado, que quiero agradecer ya que comparto plenamente su elección, ha querido galardonar a dos figuras que con su labor, hechos concretos y resultados, han demostrado creer en la internacionalización y en la colaboración entre empresas de distintos sistemas económicos. Esta noche reconocemos el éxito de dos grupos protagonistas a nivel internacional, que con su dinamismo siguen contribuyendo a devolver la confianza a los inversores, a sus empleados y, en general, a todos los ciudadanos atentos a la evolución de los mercados. Gracias Gilberto y Antonio por vuestro ejemplo. Antes de concluir, se habrán dado cuenta de que esta edición del premio desempeña un fuerte componente simbólico al prestarse, lejos de los tópicos, a bellas metáforas y alegorías. Cuando hablamos de Iberia, Autogrill, Autostrade, Aldeasa... nos referimos a actividades y momentos que tienen que ver con el viaje, el movimiento, el descubrimiento, la cercanía entre culturas, la superación de distancias y, en definitiva, la conexión entre lugares y personas. Una vez más, muchísimas gracias y enhorabuena a los dos ganadores de este Tiépolo 2011 por infundir optimismo con sus empresas en un momento particularmente duro para todos nosotros. Gracias por aquellos vuelos, aquellas carreteras y aquellos agradables descansos que nos ayudan a vivir más plenamente dos países tan encantadores como España e Italia, y que vuelven más eficaz nuestra actividad profesional y empresarial. Muchas gracias por vuestra atención, señoras y señores, y hasta el año que viene. Buenas tardes Muchas gracias Excelentísimo Señor Embajador de Italia, por acoger este acto en su residencia un año más. Excelentísima Señora Presidenta de la Comunidad de Madrid, Excelentísimo Señor Alcalde de Madrid, Señor Presidente de la Cámara de Comercio e Industria de Madrid, Autoridades, Premiados. Señoras y señores: Un saludo y mi agradecimiento a todos los que hoy han querido participar en esta ya ritual y consolidada ceremonia. Gracias también a los miembros del Jurado, por la fundamental labor de selección que han desarrollado durante estos meses, y un sincero agradecimiento al señor Embajador por la hospitalidad y el apoyo que siempre reserva a esta manifestación. Estamos celebrando la XVI (decimosexta) edición del premio Tiépolo, un galardón que se ha convertido en un referente emblemático de las relaciones económicas (y no sólo económicas) entre nuestros dos Países. Antes de empezar, remítanme un sincero agradecimiento al amigo Arturo, Presidente de los empresarios madrileños, que con el entusiasmo que todos le reconocemos, ha dado un renovado impulso a estos Premios. Dicho esto, y dicho con total sinceridad, volvamos a las relaciones entre las Cámaras, los premios y los premiados. Como en ediciones anteriores del Tiepolo, quiero ha- cer hincapié en un concepto muy básico: la cooperación y el diálogo entre empresas e instituciones, lejos de lo que a veces se afirma, siempre suman, nunca restan y la Cámara de Comercio e Industria Italiana para España, en sus casi 100 años de historia, es un ejemplo inequívoco de la importancia de la cooperación y el diálogo para superar todo tipo de crisis (económica, política y financiera). Nuestra Cámara, acaba de inaugurar su nueva sede adyacente a la Cancillería Consular de la Embajada de Italia y a la Escuela Italiana de Madrid, un lugar estratégico para la promoción de los intereses italianos en la capital de España. Esta nueva “casa” constituye una importante inversión por parte de los Socios de la Cámara, a quienes deseo dar las gracias por su visión de largo plazo y, digámoslo, por su valentía pese a la delicada coyuntura económica actual. Dicha inversión vio finalmente la luz bajo la certeza de que, como representantes de las empresas italianas en España, siempre tenemos que mirar hacia adelante para encarar los retos del presente con nuevas energías y motivaciones. En tema de colaboración, quisiera subrayar el papel bilateral de nuestra Cámara, que es referencia para las empresas italianas con interés en España, pero también es de apoyo para las 56/2011 Pag. 5

[close]

p. 6



[close]

p. 7

MADRID ARTURO FERNÁNDEZ EN LA ENTREGA DEL PREMIO TIEPOLO 2011 dedor de 62.500 colaboradores y gestiona más de 5.300 puntos de venta en más de 1.200 localidades, con una cartera de más de 350 marcas. El Grupo opera principalmente a través de contratos de concesión en aeropuertos, autopistas y estaciones ferroviarias, con presencia selectiva en las ciudades, centros comerciales, recintos feriales y sitios culturales. Los primeros pasos de Autogrill en España se remontan a 1999 y a lo largo de los años ha reforzado su presencia en el país con la adquisición de Procace y Receco. Hoy en día, Autogrill Iberia cuenta con alrededor de 70 ubicaciones en autopistas y estaciones ferroviarias, y 1.300 colaboradores. En 2005, Autogrill reforzó sus lazos con España a través de la inversión en Aldeasa, operador mundial en el sector retail & duty-free aeroportuarios, activo en la península ibérica, en el Norte de África, en Medio Oriente y América Latina. En 2008, el grupo italiano se hizo con el control del 100% del capital de esta compañía. Autogrill, que facturó 5.700 millones de euros en 2010, ha registrado en el primer semestre de 2011 un aumento interanual del 8,6% en sus ingresos procedentes de las actividades retail en los aeropuertos españoles. Nuestro Premio Tiepolo de este año corresponde también a Iberia, la aerolínea española de bandera y una de las más antiguas del mundo, ya que se fundó en 1927, un año especialmente fructífero en la historia de España, ya que dio nombre a toda una generación de genios de las letras y el pensamiento. La historia de Iberia ha pegado un nuevo giro al unirse ahora a la de su homóloga británica, British Airways, aprobada en noviembre del año pasado, la convierte en una de las compañías del sector más grandes mundo. De hecho, el holding que ambas aerolíneas han creado este año, International Airlines Group – IAG –, vuela a más de 200 destinos y transporta más de 55 millones de pasajeros cada año. Se da la circunstancia de que Italia es mucho más que un destino regular para Iberia, que opera desde 1946, para más señas. Con más de 1,3 millones de pasajeros frecuentan cada año las rutas de Iberia que enlazan España e Italia, este mercado es el más importante para Iberia en Europa. Prueba del compromiso de servicio de la aerolínea con Italia es que opera cerca de 30 vuelos diarios con destino a Milán, Roma, Venecia, Bolonia, Génova, Nápoles, Pisa y Turín. Las rutas de Iberia son las que eligen los italianos para volar a las más de 20 ciudades que la compañía sirve en América Latina, entre las que destacan, como destinos favoritos de los italianos Buenos Aires, Säo Paulo, México D.F. y Lima. Pero queridos amigos, Tras las bambalinas de estas cifras se encuentran casi siempre grandes hombres de empresa, que saben estar a las duras y a las maduras. Es el caso de nuestros dos galardonados de esta tarde. Antonio Vázquez preside Iberia desde julio de 2009 y desde este año también es presidente de IAG. Su relación con la compañía se remonta unos años atrás, a 2005, cuando fue nombrado consejero en representación de Logista, que entonces era accionista de referencia de Iberia. Además de su papel clave en el éxito de la operación de fusión con British Airways, los resultados anuales de Iberia en 2010 han demostrado que, gracias a su gestión, la compañía ha sabido salir al paso de la crisis económica. Iberia registró el año pasado un beneficio neto de 89 millones de euros, fruto del esfuerzo por aumentar los ingresos (que crecieron más del 8%), mejorar su productividad y reducir sus costes de explotación (que disminuyeron un 2%). Querido Antonio, tengo que felicitarte, una vez más, porque en España estamos muy necesitados de directivos como tú, que saben gestionar y liderar la estrategia del cambio en la empresa para fortalecerla. Gracias a tu compromiso, Iberia es hoy más fuerte para proyectar la imagen de España con más nitidez en el mundo entero. Y lo has hecho en un año muy complicado. Todos somos conscientes de que 2010 planteó todo tipo de desafíos para la gestión de la compañía y su relación con los clientes: la nube volcánica de Islandia cerró los cielos europeos; los controladores españoles decidieron hacer un parón salvaje de su actividad en pleno puente de diciembre; y luego la nieve y el hielo se apoderaron de los aeropuertos europeos, principalmente el de Heathrow en Londres. Iberia tuvo que hacer frente a todo tipo de alteraciones de nuestra actividad. En todas y cada una de estas situaciones, Iberia reaccionó con agilidad para atender a sus clientes. Queridos amigos, Es evidente que el éxito Autogrill NO se debe a la casualidad, sino a la brillantez de su gestión, que tiene sus raíces en una de las familias con más tradición y mayor reputación del mundo: los Benetton. El presidente de Autogrill, Gilberto Benetton, lo es también de la sociedad de inversión que controla la compañía, Edizione S.r.l. Gilberto Benetton, junto con sus hermanos Luciano, Giuliana y Carlo, fundó el Grupo Benetton en 1965. Su nacimiento marca toda una revolución en la distribución de la confección textil en el mundo y sus rompedoras campañas de publicidad y marketing para su marca United Colors of Benetton siguen siendo objeto de estudio y investigación en las universidades. Un empresario de la talla de Gilberto Benetton acumula en su perfil una experiencia tan larga como interesante. SEGUE PAG. 9 Excelentísima Señora presidenta de la Comunidad de Madrid, Excelentísimo Señor alcalde de Madrid, Excelentísimo Señor embajador de Italia, Señor presidente de la Cámara de Italia en España, autoridades, premiados de esta edición y de convocatorias anteriores, miembros del Jurado. Señoras y señores: Tengo el honor y la satisfacción de hacer entrega, junto con el presidente de la Cámara de Comercio italiana, de los Premios Tiepolo, creados hace dieciséis años con un doble objetivo, de reconocimiento y confraternización (hermanamiento). Reconocimiento al esfuerzo, a la eficacia y al éxito de empresarios e instituciones españolas e italianas. Y confraternización (hermanamiento), en un espíritu compartido de aumentar los ya tradicionales lazos de amistad que unen a nuestros dos países. La decisión este año ha sido, si cabe, especialmente difícil de tomar para el Jurado, que forman destacados periodistas de una y otra nacionalidad, porque la idea era distinguir a una compañía española y otra italiana que estuvieran sabiendo confrontar la difícil coyuntura económica, procurando fortalecer su estrategia en el mercado global. Y no son pocas las que están trabajando con gran ahínco y bien en ambos mercados. Como presidente de la Cámara y de CEIM quiero elevar mi reconocimiento a todas ellas, porque gracias a su empeño salvaremos todos los obstáculos. En este contexto, felicito al Jurado por su acertada decisión. La trayectoria y vocación internacionales de los dos líderes empresariales que reconocemos este año es indiscutible: El presidente de Iberia, Antonio Vázquez y el presidente de Autogrill, Gilberto Benetton. Ambos dirigen sus compañías con rumbo al mercado internacional, contribuyendo así a difundir, respectivamente, la marca España e Italia en todo el mundo. Hacerse competidor global es de por sí una hazaña. Pero lo que hace al auténtico líder es saber mantenerse y participar año tras año de este gigantesco mercado con otros contendientes de la escena internacional. Para conseguirlo es fundamental que los dirigentes de las empresas sean ejemplo en la organización de valores como la perseverancia, el espíritu de superación, la entrega, la fe y el optimismo. Máxime en estos momentos de dificultades. Por todo ello el Jurado distingue hoy a Antonio Vázquez y Gilberto Benetton con el Premio Tiepolo 2011. El Tiepolo corresponde en esta décimo sexta edición a dos compañías de servicios fundamentales para nuestro sector de transporte aéreo. Autogrill es el mayor operador del mundo en servicios de restauración y retail para viajeros. Privatizada en 1995 y controlada en un 59% por Edizione S.r.l., vehículo de inversión de la familia Benetton, Autogrill opera en la actualidad en 35 países, cuenta con alre- 56/2011 Pag. 7

[close]

p. 8

NELLE MIGLIORI GIOIELLERIE AL “EL CORTE INGLES” DI PUERTO BANUS ASSIEME ALLE È PRESENTE MIGLIORI MARCHE MONDIALI DI GIOIELLERIA, DIREZIONE VENDITA IN SPAGNA - CARMINA COSTA TEL.629820595

[close]

p. 9

MADRID IL SALUTO DEL PREMIATO GILBERTO BENETTON mi oggi qui con l’amico Vasquez. Ricevere questo prestigioso premio che unisce la Spagna e l’Italia e, sotto il segno di Tiepolo, Venezia e Madrid, è per me un grande onore. In un momento così complesso per l’economia mondiale e, in particolare, per quella dei nostri due paesi, la Spagna ha mostrato di voler reagire alla crisi, ricercando stabilità e avviando con determinazione e tempestività azioni mirate al rilancio dell’economia. Sono fiducioso che anche l’Italia saprà presto introdurre coraggiose iniziative di rilancio delle attività produttive reali al fine di dare nuovo stimolo alla crescita economica, senza la quale il riequilibrio dei conti pubblici è speranza vana. Come imprenditore sono ottimista. Non un ottimismo illusorio e di maniera, ma un ottimismo che trae vigore dalla consapevolezza che abbiamo la volontà e le capacità di superare le difficoltà che stiamo vivendo. Sono lieto di rappresentare la società Autogrill nel ricevere questo importante premio. Autogrill ha compiuto negli ultimi quindici anni un percorso di espansione internazionale e oggi opera in 35 paesi generando l‘80% del fatturato fuori dall’Italia. I nostri primi passi in Spagna risalgono al 1993 e attualmente Autogrill Iberia conta nella ristorazione e nei servizi di sosta al viaggiatore 1.300 collaboratori e circa 70 location in autostrade e stazioni ferroviarie. E’ proprio dalla Spagna che, nel 2005, Autogrill ha iniziato il processo di diversificazione tramite l’acquisizione di Aldeasa. Un passo importante, seguito dalla successiva acquisizione della britannica WDF, che ci ha fatto divenire leader nei servizi di travel retail e duty free per i viaggiatori. Aldeasa già prima dell’acquisizione da parte di Autogrill aveva una vocazione internazionale ed esprimeva un forte potenziale di sviluppo nel mondo. Abbiamo sostenuto quella inclinazione e sviluppato la società in una multinazionale con alla guida un manager spagnolo molto qualificato. Sono i numeri a essere testimoni di quanto affermo: nel 2005, quando insieme ad Altadis abbiamo rilevato Aldeasa, questa fatturava circa 650 milioni di euro e il suo focus quasi esclusivo era il mercato spagnolo. Nel 2008 ne abbiamo acquisito il controllo totale ed abbiamo iniziato il processo di integrazione con l’inglese WDF. Ora, dopo solo 5 anni, il gruppo del Travel Retail guidato da Aldeasa ha un giro d’affari di quasi 1.700 milioni di euro, solidi margini e attività in Spagna, Gran Bretagna, Medio Oriente, Nord e Sud America e anche in Italia. Mi fa particolarmente piacere essere premiato oggi insieme ad Antonio Vasquez, un manager con cui abbiamo condiviso proprio l’acquisizione di Aldeasa, ai tempi in cui lui era al timone di Altadis, e che oggi sta gestendo con abilità la complessa integrazione di Iberia e British Airways. L’esperienza di Iberia e British Airways conferma come una realtà transnazionale meglio consenta di competere nel mercato globale e segnala quanto siano virtuose le combinazioni tra imprese leader, anche nei settori in cui Autogrill opera . La visione del nostro modo di essere imprenditori è da sempre improntata alla crescita e y con responsabilidad- las soluciones que la situación nos demanda, por impopulares que puedan resultar. Tenemos que actuar con determinación, con sentido común, realismo y claridad de ideas para sacar adelante este país. Yo, como Presidente de CEIM y de la Cámara de Comercio e Industria de Madrid, reitero la plena disposición de los empresarios madrileños para colaborar con todos los organismos, administraciones públicas y agentes sociales a fin de darle la vuelta, cuanto antes, a la situación actual. Acabo mi intervención, NO sin felicitar una vez más a Antonio Vázquez y Gilberto Benetton, tan justamente premiados en esta edición de los Premios Tiépolo, y devo ricordare con rammarico la mancata realizzazione di un’altra grande operazione transnazionale tra Italia e Spagna: quella relativa al processo di integrazione tra Abertis e Autostrade, che avrebbe portato alla creazione di uno dei più grandi e forti operatori autostradali del mondo. Credo fermamente nella collaborazione tra imprese, credo nella messa in comune di competenze e conoscenze di soci diversi, ognuno portatore di eccellenze proprie e del valore che nasce dalla propria storia. Naturalmente nessun progetto di lungo termine può avere successo in assenza di un forte sostegno del sistema Paese e del quadro di stabilità fornito dall’Unione Europea. La buona cooperazione tra Spagna e Italia ha contribuito non poco al successo delle nostre imprese che si sono sentite sempre a casa propria tanto in Italia che in Spagna. E’ questo dunque un augurio di sviluppo per le società che guidiamo. Un augurio ad affrontare con successo la crisi di oggi e le opportunità di crescita di domani. Grazie della vostra attenzione. reiterar mi propósito de que las ya excelentes relaciones entre la Cámara de Comercio madrileña y la Cámara de Comercio de Italia en España, continúen en el futuro como una muestra de las también excelentes relaciones entre nuestros dos países. Gracias también a la Presidenta de la Comunidad y al Alcalde de la ciudad por haber aceptado entregar los galardones, y al Embajador por su generosidad y colaboración al habernos cedido -un año más- su casa para la celebración del Premio Tiépolo. Muchas gracias a todos por vuestra asistencia en este día grande para la comunidad empresarial hispano-italiana. Muchas gracias y buenas tardes. Signore, Signori buonasera, mi associo ai saluti espressi verso la presidente della Comunità di Madrid, Esperanza Aguirre e il sindaco, Alberto Ruiz Gallardon. Ringrazio l’Ambasciatore Leonardo Visconti di Modrone per l’ospitalità con la quale ci ha accolti. Desidero inoltre ringraziare i rappresentanti delle Camere di commercio madrilena e italiana, istituzioni da sempre vicine alle business community, nelle persone dei Presidenti Marco Pizzi e Arturo Fernandez. Mi fa piacere, infine, ritrovarSEGUE DA PAG. 7 ARTURO FERNÁNDEZ Entre otros hitos de su currículum, destacan las vicepresidencias de Olimpia y de la Fundación Benetton. En el sector financiero, dirige Mediobanca y Banca Antonveneta, entre otras. También es director de Atlantia, una de las principales compañías del mundo de la industria de construcción y operación de autopistas de peaje, que tiene entre sus principales activos el control total de Autostrade. Querido Gilberto, ¡¡¡muchas felicidades y enhorabuena!!! Y ahora, permítanme unas palabras sobre la situación económica. España atraviesa la mayor crisis económica de nuestra democracia, pero Madrid, por fortuna, sigue siendo ejemplo de resistencia, superación y mejora. Gozamos de una mejor posición respecto al resto de las regiones españolas y seguimos siendo el motor económico de España. Y esto es así porque contamos con unas Administraciones – las madrileñascomprometidas con nuestro tejido empresarial, es decir, con la creación de empleo. Unas Administraciones, la del Gobierno regional de Esperanza Aguirre y la del Ayuntamiento de Madrid, con Alberto Ruiz-Gallardón al frente, que están tomando todas las medidas a su alcance para que nuestra región siga siendo un lugar idóneo para hacer negocios, crear empresas y seguir atrayendo inversiones de todo el mundo. Por ello, querida Presidenta y querido Alcalde, quiero haceros llegar el agradecimiento de los empresarios madrileños y deciros que, desde nuestra responsabilidad, seguiremos trasladándoos todas las propuestas que estimemos oportunas para abordar con solidez la salida de la crisis. Pero también necesitamos el compromiso del Gobierno central, que debe de articular las reformas estructurales necesarias para generar las condiciones que nos permitan crear riqueza y empleo. En ese empeño, todos, el Gobierno, la oposición, los sindicatos, los empresarios, los trabajadores y toda la sociedad debemos tener altura de miras para afrontar -unidos 56/2011 Pag. 9

[close]

p. 10

Si è insediato ufficialmente a Bari il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo (CGPM). È un organo propositivo, consultivo, di indirizzo e di garanzia previsto dall’articolo 7 della L.R. n. 23/2000 «Interventi a favore dei pugliesi nel mondo». Esso è presieduto dal Presidente della Giunta Regionale ed i suoi componenti restano in carica sino alla data dello scioglimento della corrente legislatura regionale (sebbene sia in itinere una revisione che porterebbe comunque a cinque anni la durata del mandato, indipendentemente dalle evoluzioni politiche), con il compito di promuovere i prodotti, le eccellenze e il tessuto economico regionale nel mondo, attraverso, appunto, il sostegno delle associazioni degli italiani e dei pugliesi in particolare nel mondo. La relazione della dirigente responsabile Giovanna Genchi dal tema “La Regione e i Pugliesi nel mondo: bilancio e prospettive” ha aperto ufficialmente i lavori. Tre le priorità per la prossima legislatura: la promozione dello sviluppo rurale (progetto a cui hanno aderito 18 GAL, agenzie di sviluppo locale) attraverso laboratori per l’innovazione delle aree rurali, affinché diventino luoghi appetibili dall’imprenditoria; il processo di interna nazionalizzazione mediante tre grandi eventi fieristici di base a Londra, Montreal e Stoccarda; una collaborazione con l’Ipsae per la memoria. “Si avvia un percorso di innovazione - ha dichiarato invece l’assessore al Welfare della Regione Puglia, Elena Gentile (foto) – e incoraggiamento per quanti pensavano di indirizzare su un binario nuovo le politiche di emigrazione. L’obiettivo è lavorare per creare uno strumento sempre più efficace ed intuitivo che possa venire incontro alle necessità dei pugliesi nel mondo con puntualità: per questo in primavera dovrebbe partire ufficialmente la fondazione regionale Casa Puglia, un organo che darà una marcia in più ai lavori del Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo”. “Sono oltre 4 i milioni di pugliesi che portano alto il vessillo della nostra regione nel mondo – è intervenuto il Presidente del Consiglio Regionale, Onofrio Introna – veri e propri ambasciatori che contribuiscono quotidianamente, attraverso l’associazionismo, a rilanciare l’economia non solo pugliese, ma nazionale. Rilancio che inevitabilmente passa attraverso una nuova e più moderna immagine del Paese e della Puglia, che chi meglio dei nostri lavoratori all’estero può fomentare e promuovere”. “Particolare attenzione – ha aggiunto Michele Fiorentino, delegato e consigliere per parte della UIL di Puglia – va rivolta ai giovani. Il Consiglio può essere un efficace grimaldello per dare vita a scambi culturali che favoriscano esperienze nuove per le nuove generazioni anche al di fuori dei confini regionali, esperienze che conferiscano ai cervelli pugliesi quel grado di internazionalità fondamentale per essere competitivi a livello europeo e mondiale. Inoltre, è fondamentale stimolare una rete di comunicazione globale tra gli italiani nel mondo, a cui il Consiglio può contribuire con idee e iniziative mirate”. Dopo gli interventi dei consiglieri, si è svolta l’assemblea plenaria del CGPM, presieduta dall’assessore Elena Gentile e coordinata dalla dirigente Giovanna Genchi, in cui sono intervenuti i componenti eletti dell’Ufficio di Presidenza (U.d.P.), a cui hanno fatto seguito gli incontri, in parallelo, tra i componenti eletti dell’Ufficio di Presidenza e delle Commissioni costituite. L’Ufficio di Presidenza è costituito, come da normativa vigente, da nove membri eletti dall’assemblea plenaria. Per il prossimo mandato sono risultati eletti Giovanni Mariella e Marika De Meo in rappresentanza delle associazioni di emigranti con sede in Puglia, Costantina Capriati (Illinois, USA) quale rappresentante dei pugliesi nel mondo giovani, Alessandro Colaprice (Basilea, Svizzera) e Rosa Russo (Gozee, Belgio) per la zona europea, Giovanni Dimopoli (Torino) per i pugliesi emigrati nel Nord Italia, Nicolas Moretti (La Plata, Argentina) per la zona America del Sud, Joe Caputo (Melbourne, Australia) per la conferenza autro-africana e Francesco Bellomo (Montreal, Canada) per l’America del Nord. Le commissioni istituite sono sei: “Scuola, Industria e nuove mobilità”, “Cultura e industria creativa”, Comunicazione e informazione”, “Internazionalizzazione e rete d’impresa”, “Sviluppo e turismo” e una commissione ad hoc per la revisione e modernizzazione della legge regionale 23/2000 che regola il Consiglio Generale dei Pugliesi nel Mondo. Tel. 603.764.950

[close]

p. 11

2011 - XVI PREMIO TIEPOLO IL SALUTO DEL PREMIATO ANTONIO VÁZQUEZ Es un gran honor para mí recibir en nombre de Iberia este premio, que se distingue con el nombre de este gran pintor italiano que fue Tiépolo, y en un lugar tan emblemático como es el maravilloso edificio de la Embajada Italiana en Madrid en el que nos encontramos. No creo que haya nada tan gratificante como unir culturas, países, personas. Eso es lo que hacemos en Iberia. En el caso de Italia y España lo llevamos haciendo desde hace nada más y nada menos que 65 años. El primer vuelo con destino a Italia salió de Madrid el 10 de agosto de 1946 y tras hacer escala en Barcelona llegó a Roma. La capital italiana era el tercer destino europeo al que volaba Iberia. La presencia de Iberia en Italia no ha parado de aumentar. Tanto es así que hoy en día es nuestro mercado más importante fuera de España. Las cifras hablan por sí solas: Iberia transporta al año en sus rutas entre Italia y España más de un millón y medio de pasajeros. Comunicamos varias veces al día Madrid con Milán, Roma y Venecia y, gracias a nuestros socios de Iberia Regional Air Nostrum, unimos además otras ciudades italianas, como Bolonia, Pisa, Turín, Génova o Nápoles con Madrid y, en algunos casos, también con Barcelona. En definitiva, son más de 150 los vuelos del Grupo Iberia que unen Italia y España cada semana, que se puede traducir en unos 3.000 asientos diarios, cifras que son en todo caso un fiel reflejo del compromiso de Iberia con este gran país. Estamos orgullosos de haber contribuido en todos estos años a fortalecer los lazos que unen Italia y España, lazos que son familiares y también económicos. La cercanía de nuestras culturas, historia, idioma, ha facilitado sin duda este mayor contacto, pero sin la labor de muchos de los hoy presentes las relaciones entre nuestros países no serían tan fluidas como lo son actualmente. Quiero agradecer la labor que la Embajada de Italia en España, la Cámara de Comercio Italiana en España y la Cámara de Comercio de Madrid llevan a cabo diariamente para hacer que las relaciones entre Italia y España sean cada vez más sólidas. El premio Tiépolo, que Iberia tiene el honor de recibir hoy, es un elemento clave en esta labor. Yo aprovecho para animaros a seguir haciendo con la brillantez que habéis demostrado hasta ahora un trabajo que redunda en beneficio de las dos comunidades. MADRID LA PRESIDENTA L’ALCALDE ALBERTO RUIZ GALLARDON ESPERANZA Presidenta de la Comunidad de Madrid; Embajador de Italia; embajadores y miembros del Cuerpo Diplomático; Presidente de la Cámara de Comercio e Industria de Madrid y de la Confederación Empresarial de Madrid; PreAGUIRRE Para mi es una satisfación poder acompañarles un año más en esta magnifica embajada de Italia en este acto de entrega de los Premios Tiepolo. Esta edición de Premio Tiepolo reconoce esos valores en Antonio Vázquez, presidente de Iberia e del International Airlines Group, que agrupa Iberia y Britisw Airways, a quien he tenido el honor de entregar este premio, y a Gilberto Benetton, presidente de Autogrill y consejero delegado del Grupo Benetton. A los dos les do el más enhorabuena por este merecido gallardon. Estos premios son los más importantes gallardones bilaterales que se conceden entre dos grandes naciones amigas: Italia y España. Y al distinguir los empresarios italianos y españoles más destacados por su aportación al progreso de nuestras dos naciones. Los Premios Tiepolo son un mensaje de confianza en el potencial de nuestras naciones. Muchas gracias. sidente de la Cámara de Comercio e Industria de Italia en España; Presidente de Iberia; Presidente del Grupo Autogrill; Señor Josto Maffeo; señoras y señores: Fue un gran estadista italiano, y uno de los padres de la Unión, Alcide de Gasperi, quien a menudo se refirió a lo que llamaba “la necesidad de Europa”, dada la limitada capacidad de los Estados cuando actúan por separado. De Gasperi, consciente de que ni siquiera las relaciones bilaterales son suficientes, sabía no obstante que constituyen el primer peldaño de un proceso de cooperación que debe enriquecerse después. Hoy, cuando se hace urgente dar una serie de pasos decididos en el seno de la Unión hacia una integración que garantice la estabilidad de la economía europea y mundial, Madrid e Italia pueden decir que están cumpliendo con su deber, al brindar un nivel de relaciones intenso y fructífero. Y así, constatamos un año más cómo, incluso en medio de una crisis que ha deteriorado todos los indicadores, se ha producido un incremento del intercambio comercial y de todo tipo entre nuestros países, y particularmente entre Italia y la ciudad de Madrid. Justo ahora, cuando la situación financiera es más compleja, es el momento de redoblar esfuerzos que mantengan nuestra mutua confianza y que permitan aprovechar oportunidades de colaboración entre las empresas de ambos países, que tantas veces son complementarias. Por eso, al renovar nuestro compromiso con el proyecto europeo, que sigue siendo la primera potencia económica del mundo, es hora quizá de volver nuestra mirada hacia la economía productiva, por más que sea preciso también resolver las carencias del sistema financiero que ha de apoyarla. No debemos olvidar, en fin, que es la economía real, la que representan las grandes empresas, las medianas y pequeñas, los emprendedores y los autónomos, la que conforma la verdadera columna vertebral de nuestro tejido productivo. Premios como los Tiepolo llaman la atención precisamente sobre este hecho, que, en horas de incertidumbre, debe llenarnos de una prudente pero justificada confianza en las posibilidades de la economía europea. Para Madrid, Italia sigue siendo un socio clave, como demuestran los más de 4.100 millones de euros de intercambio producidos en 2010, que han permitido a muchas empresas encontrar en los mercados de Italia y de España un espacio para seguir creando riqueza y empleo, generando un clima de confianza que, más allá de las circunstancias políticas de cada momento, las Administraciones públicas tienen la obligación y la vocación de facilitar. Una confianza que también crece a medida que aumenta el intercambio humano entre nuestros países, tanto en términos turísticos como educativos o profesionales. Así, ocurre que Madrid es el principal receptor de estudiantes italianos, de la misma manera que los europeos que más visitan España proceden también de este país. En los últimos doce meses, 460.000 italianos han visitado nuestra ciudad, un 11,4% más que el año anterior, o un significativo 29% si contamos los dos últimos ejercicios. Precisamente de ese intercambio turístico y de la economía de servicios que genera es algo de lo que saben mucho las dos personas que hoy reciben estos premios: Gilberto Benetton y Antonio Vázquez. Porque si hoy Autogrill es la primera operadora mundial de restauración vinculada al transporte, es, sin duda, porque ha sabido conjugar la mejor forma de satisfacer las necesidades del cliente en tránsito con la capacidad para entender la realidad de 40 países y de operar en ellos. Por otra parte, Iberia lleva 84 años conectando Madrid con el mundo, y ha sido clave para que hoy sea considerada la puerta de Europa hacia Iberoamérica y viceversa, lo que ha traído numerosas inversiones a nuestra ciudad. En 2010, transportó casi 25 millones de pasajeros, de los que cerca del 75% pasaron por Madrid. Iberia ha contribuido a hacer de Madrid un destino turístico de referencia y una envidiable ciudad de negocios, y su contribución a que Madrid haya pasado del puesto vigesimotercero al sexto en dos años como anfitriona de congresos y jornadas internacionales ha sido importantísima. Igualmente ha ayudado a millones de españoles e italianos a conocer el otro país, manteniendo 12 conexiones entre Madrid e Italia. Y contribuye también a que casi 20.000 italianos hayan convertido a esta ciudad en su lugar de trabajo y su casa, haciendo cada día Madrid junto a nosotros; así como a la presencia en Madrid de hasta 100 compañías italianas, muchas de ellas PYMES, que han optado por nuestra ciudad como destino para internacionalizarse. Todo ello es ejemplo de nuestra capacidad para superar las dificultades económicas, y demostración de que en la colaboración está la clave para lograrlo. Estoy seguro de que esta cercanía que une a italianos y españoles, unidos además en el objetivo de construir la Europa común, seguirá dando fruto en nuevas iniciativas que estrechen aún más nuestros vínculos y mejoren las perspectivas de nuestras sociedades. Enhorabuena a los premiados y muchas gracias. 56/2011 Pag. 11

[close]

p. 12

S C E P E L IA MADRID Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna LE CAMERE DI COMMERCIO ITALIANE ALL’ESTERO: ULTIMO AVAMPOSTO DELL’INTERNAZIONALIZZAZIONE una pioniera in questo nuovo percorso, già 5 anni fà quando la crisi mondiale non aveva ancora mostrato gli artigli, ha intrapreso un cammino di modernizzazione dei propri obbiettivi e delle strutture che le hanno permesso di essere oggi un interlocutore qualificato di fronte ai cambi intervenuti. Alla base di questa rivoluzione, una struttura flessibile e professionale che adatta efficienza e capacità produttiva alle circostanze. Un atteggiamento concreto che da risposte concrete al pragmatismo imprenditoriale. Conoscenza, Creatività e Concretezza i tre concetti chiave sui quali abbiamo fondanuovi servizi offerti, i quali verranno ampiamente presentati più avanti dai responsabili degli stessi, ma vorrei solo distaccare alcune delle caratteristiche che rendono utili ed innovativi questi servizi, rispetto alle esigenze espresse dalle imprese, prendendo ad esempio due nuovi servizi attivati dalla nostra CCIS negli ultimi mesi; il servizio di Booking on Live ed il servizio di Incubatore di Impresa. nazionalizzazione sul mercato iberico nei primi due anni. La CCIS è in grado di ospitare, presso la sua nuova sede, aziende italiane che intendono attivarsi sul mercato spagnolo offrendo loro, ad una tariffa flat, oltre ad un ufficio operativo completamente attrezzato per 4 persone, tutti i servizi accessori che costituiscono i costi strutturali e fissi di una prima fase di avviamento, ed esiste anche una versione virtuale di questo servizio per quelle imprese che non intendono trasferire risorse umane in Spagna in una prima fase. Gran parte di que- pongono oggi il consiglio direttivo della Camera e la sua base associativa. Grazie a questo certosino lavoro di relazioni e prestazioni di servizi con e attraverso i suoi soci e con le istituzioni, la CCIS Madrid costituisce oggi un esempio “unico” per modello di gestione e tipologia di attività realizzate nel panorama mondiale delle Camere di Commercio italiane all’Estero. Dal punto di vista istituzionale, la stretta collaborazione con la Missione Diplomatica in Spagna ha consentito di dare contenuto reale a quel modello di collaborazione denominato “Casa Italia” ormai logoro nella terminologia teorica, ma con poche applicazioni pratiche nel mondo. Un modello esemplare di sistema che ha consentito di ottenere enormi successi nel campo della promozione del Made in Italy in Spagna. Dal punto di vista aziendale, lo stretto rapporto di fiducia con le grandi imprese italiane con sede in Spagna, ed anche in Italia, ha consentito alla Camera di specializzarsi ed approfondire la sua esperienza nella produzione di grandi ed esclusivi eventi promozionali nel settore business. La CCIS ha oggi la creatività, gli strumenti e le Giovanni Aricò, Direttore Generale Camera di Commercio e Industria Italiana Quando la cara amica Paola, editrice di questo giornale, mi ha comunicato di voler dedicare uno speciale del Giornale Italiano de España alla nostra Camera e mi ha chiesto di scrivere un articolo introduttivo mancavano ormai poche settimane alla grande kermesse che ogni anno assorbe tutte le nostre attenzioni, Il Premio Tiepolo. Ma finalmente mentre mi trovo qui a Napoli in occasione della 20ª Convention Mondiale delle Camere di Commercio all’Estero, ho trovato lo spunto giusto per aprire questo speciale dedicato al lavoro incessante della nostra rete ed in particolare della Camera che con orgoglio mi pregio di dirigere, parlare del nuovo corso dell’internazionalizzazione. Il sistema Italia per l’internazionalizzazione delle imprese sta vivendo un importante rivoluzione del modello organizzativo. Questa silente rivoluzione, presta il fianco a critiche e teorie tra la più disparate che rendono evidente la profonda incertezza dei tempi che stiamo vivendo. La crisi economica mondiale ha messo in evidenza il fallimento di molti modelli di gestione in quasi tutti i settori rendendo urgente una profonda riflessione su quali modelli adottare ed assolutamente necessario un rapido intervento che, ancorchè non risolutorio, possa quantomeno limitare i danni. In questo panorama di incertezze le camere di commercio italiane all’estero, abituate da sempre a confrontarsi con la realtà e con i mutamenti del mercato, sembrano aver trovato il giusto cammino per rispondere alle esigenze sempre più concrete delle imprese. La CCIS Madrid è Pensati per dare risposte concrete a problemi concreti vissuti dalle imprese, si pongono come obbiettivo di rendere più semplice la pianificazione e lo sviluppo delle imprese Giovanni Aricò relature alla Conferenza “È Cosenza” to il nostro operato. Frutto di questo atteggiamento è la riqualificazione dei servizi resi alle imprese e la diversificazione della struttura della CCIS e dei suoi dipartimenti. Non entro nel dettaglio descrittivo dei in una fase di approccio al mercato. Il servizio di Incubatore di impresa, ad esempio, intende agevolare lo start up aziendale attraverso la certezza dell’investimento necessario per lo sviluppo dell’attività di inter- sto lavoro di riorganizzazione e rilancio della CCIS si deve all’ottima collaborazione con tutte le istituzioni italiane operanti sul territorio iberico, ed al rapporto fiduciario e di stima costruito con le grandi e piccole aziende che com- Pag. 12 56/2011

[close]

p. 13

S C E P E L IA MADRID Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna Giovanni Aricò • Da GIU 2007, Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna - CCIS Madrid - Segretario Generale con funzioni di Direttore Generale - L’esercizio delle due mansioni risponde al principio della distinzione dei compiti, quelli di partecipazione all’indirizzo ed alla gestione politica propri degli organi statutari, del Presidente, e del Direttore Generale, e quelli di gestione amministrativa, propri del Segretario generale e dei dirigenti di settore. In qualità di Segretario generale - Esercizio delle funzioni di vertice dell’amministrazione della CCIS, coordinamento e sovrintendenza del personale camerale, gestione patrimoniale e finanziaria, sviluppo e nuove opportunità commerciali. In qualità di Direttore Generale - Sovraintendere alle funzioni dell’ente, coordinare le attività dei dirigenti e dei responsabili di settore, predisporre il piano dettagliato degli obietti ed il piano esecutivo di gestione, Assistere gli organi di governo della Camera ed in particolare coadiuvare il Presidente nell’attività di governo e nell’esecuzione delle deliberazioni del Consiglio e della Assemblea Generale • APR 2005 – MAG 2007, Camera di Commercio Italiana a Barcellona (Spagna) - Vicesegretario Generale - Mansioni ordinarie: Coordinamento delle attività amministrative e contabili relazionate alla gestione della CCIE in qualità di responsabile commerciale e vicedirettore (programmazione, chiusura contabile, gestione del personale commerciale e delle attività ordinarie). Mansioni principali: Responsabile progettazione e sviluppo commerciale della CCIE, Analisi progettuale nelle differenti fasi di ideazione, strutturazione, promozione ed esecuzione, Gestione di un organico di 6 persone ed oltre mille contatti annuali tra fornitori, clienti, ed istituzioni. • GEN 2005 – APR 2005, Camera di Commercio Italiana a Barcellona (Spagna) - Vicesegretario Commerciale - Mansioni: Direttore generale della CCIE Barcellona ad interim, Responsabile del funzionamento commerciale e di tutte le funzioni direttive e di gestione dell’ente, responsabile delle risorse umane con un organico di 5 persone. Incarichi commerciali; Captazione Soci, Relazioni Esterne, Ufficio Stampa, Organizzazione di eventi (Seminari, Workshop, Spazi Fieristici, Convegni, Forum). Incarichi Amministrativi; Recupero Insoluti per via extragiudiziale, Certificazione di Qualitá ISO9002, Mediazione e Ricerca Giuridica, Consulenze Commerciali, Rec. IVA FEB 2004 – GEN 2005, Camera di Commercio Italiana a Barcellona (Spagna) - Responsabile Comunicazione e Marketing - Mansioni Comunicazione: Attenzione al cliente in area commerciale, Sviluppo nuovi progetti, Addetto alle relazioni esterne, Consulenza legale in area commerciale, Addetto stampa, Creazione e Gestione di nuovi progetti. Mansioni Marketing: Promozione e commercializzazione fiere ed esposizioni, Creazione e realizzazione di eventi promozionali e commerciali, Studi di mercato, Analisi di settore, organizzazione di eventi istituzionali. • MAG 2003 – FEB 2004, Sprinta Corporation S.A. (Barcellona- Spagna) – Settore Hore ca - Direttore Generale - Strutturazione e sviluppo di un concept commerciale in regime giuridico di Franchising nel settore della ristorazione. Mansioni: Sviluppo business plan del franchising, Studi di mercato, analisi di prodotto, studi di strategia, vendita, posizionamento, promozione, ricerca formazione e gestione di uno staff di 25 persone. Obbiettivi raggiunti: Start-up del locale pilota in Barcellona. • GIU 2002 – APR 2003, Istituto Internazionale di Diritto Umanitario, (Ginevra – Svizzera) - Assistente/Ricercatore - Mansioni: collaborazione nell’attività di monitoraggio dell’ONU sulle inadempienze degli stati sovrani a basso profilo democratico nel campo dei diritti umani. • GEN 1997 – DIC 2001, Monos S.r.L - Compagnie del Cuoio S.r.L, (Reg. Cal. – Italia) – Settore Moda - Direttore Marketing e Commerciale - Mansioni: Responsabile acquisti, Relazioni commerciali con fornitori, Responsabile campagne marketing e pubblicitá, Logistica, Amministrazione Contabile. • NOV 1994 – MAG 1995, Facultade de Economia da Uni versidade de Coimbra, (Portogallo) - Coordinatore ufficio internazionale - Mansioni: Accoglienza e coordinamento delle attività degli studenti stranieri, analisi di equivalenza dei piani di studio. • GEN 1994 – LUG 1994, Francorosso Viaggi S.P.A. (Heidnheim – Germania) - Coordinatore Viaggi locale - Mansioni: Gestione dei planning turistici, Accoglienza gruppi, Programmazione e coordinamento delle attività turistiche previste dal tour operator. • GEN 1993 – DIC 1993, Whirlpool Italia S.p.A., Comerio (VA) – Italia – Settore Elettrodomestici - Responsabile Trade Marketing Regionale (Lombardia) - Mansioni: Coordinamento della campagne di promozione del prodotto, partecipazione in fiere, Sviluppo azioni di promozione del Brand relazionate con il punto di vendita. Giovanni Aricò - intervista a Cadena Ser per la Festa della Repubblica 2 giugno 2011, insieme al Presidente Marco pizzi conoscenze per progettare e realizzare la partecipazione in fiera di una grande azienda cosi come per realizzare un grande evento aziendale tanto promozionale come interno. Facendo rete con la sua base associativa e contando sull’appoggio mi-nisteriale all’internazionalizzazione, si muove sul mercato come un player privato ma con carattere istituzionale garantendo ai propri clienti efficienza, operatività, ed esclusività del progetto ed è spesso in grado di concorrere ad un costo inferiore agli altri operatori di mercato. Prima di terminare questa mia breve introduzione allo speciale sulla CCIS, vorrei rivolgere un sentito ringraziamento all’eccellente staff della Camera per la professionalità e la dedizione che hanno reso possibile tutto ciò che è contenuto in questo articolo, e naturalmente ricordare l’impulso che le attività menzionate hanno ricevuto dal Presidente Pizzi con il suo contagioso ottimismo e dinamismo. Infine una considerazione, mentre parliamo si stanno ormai concludendo il lavori della 20ª Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’Estero, il clima in questa occasione è stato di forte incertezza sul futuro rispecchiando quella che ormai è una sensazione diffusa di necessaria riorganizzazione istituzionale ed economica per superare l’attuale congiuntura sfavorevole, e mentre il futuro del Bel Paese si sta riscrivendo, la nostra Camera di Commercio ed Industria Italiana per la Spagna, che in quasi un secolo di storia dalla sua fondazione di crisi politiche ed economiche ne ha vissute tante in entrambi i paesi in cui opera, fedele al motto ad spem in spem continua fiduciosa il suo cammino. Giovanni Aricò Direttore Generale Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna 56/2011 Pag. 13

[close]

p. 14

S C E P E L IA MADRID Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna Eventi e Attività Promozionali CCIS Responsabile: Luisa de la Torre Coordinatrice: Claudia Cabras Comunicazione Resp. Paolo Luisetto I DIPARTIMENTI Michela Dell’Acqua, Responsabile della Segreteria di Presidenza Attività Formative CCIS Resp. Alessandra d’Ambrosio Il Dipartimento prevede lo svolgimento di numerose attività: Programma di stage semestrali presso la sede della CCIS , per universitari e neolaureati, in cui è previsto un periodo di formazione e integrazione nella struttura della Camera. Ogni anno passano per la Camera una media 8 stagisti che, per un periodo di 6 mesi, danno supporto alle attività realizzate nei diversi dipartimenti e, allo stesso tempo, ricevono un’importante formazione a livello professionale, in vista di un loro successivo inserimento nel mondo del lavoro. - Corsi di cucina italiana per la promozione della cultura enogastronomica del Belpaese . Di durata mensile, si organizzano ogni anno in primavera ed autunno presso la sede dell’ Istituto Italiano di Cultura di Madrid. La prossima edizione si svolgerà dal 31 ottobre al 28 novembre 2011 e sarà all’insegna della “dieta mediterranea”. - Corsi di italiano commerciale in azienda , diretti a coloro che hanno bisogno di utilizzare l’italiano nell’ambito della propria attività professionale. - Corsi di italiano giuridico presenziali per professionisti e imprese. La prima edizione di questo corso ha preso inizio lo scorso 18 ottobre e vede la partecipazione di 14 iscritti. Le lezioni di svolgono presso la sala polivalente della nuova sede della CCIS e prevedono un totale di 40 ore formative. Il Dip. Eventi e Attività Promozionali si dedica alla definizione e gestione integrale di eventi ad hoc . Il contatto privilegiato con le istituzioni italiane e locali, la gestione integrale degli eventi (progettazione, organizzazione, contrattazione con i fornitori, individuazione di location, assistenza, feedback), le location emblematiche ed esclusive, l’esperienza pluriennale nel settore e la competitività dei costi di gestione sono i punti di forza su cui si sviluppa l’attività del dipartimento, che si rivolge sia a imprese che a istituzioni (enti di promozione turistica, enti territoriali, Camere di Commercio, Province e Regioni), per offrire una vasta gamma di servizi: Eventi di comunicazione, promozione e corporativi - Rivolti a: Imprese, enti privati, ecc. ; promozione di prodotti e servizi, esposizioni, convention, congressi, inaugurazioni, riunioni, giornate tecniche, incentivi, fidelizzazione, consegna di premi, anniversari di imprese, colazioni, pranzi e cene di lavoro, ecc. - Istituzioni ed Enti, CCIAA, Agenzie di Promozione : workshop, conferenze stampa, presentazioni del territorio, i nfopoint , seminari, road show , ecc. Altri eventi: Fiere: gestione, progettazione e montaggio di spazi espositivi. - Azioni collaterali in eventi fieristici: show room, workshop, incontri B2B, sfilate, degustazioni, ecc. Tra gli eventi organizzati dal Dipartimento negli ultimi mesi, bisogna menzionare le celebrazioni nell’ambito della Festa della Repubblica Italiana a Madrid, che hanno visto lo svolgersi di attività di promozione territoriale per conto di ben 5 province (Brindisi, Foggia, Cosenza, Reggio Calabria e Crotone) e di 2 regioni (Sardegna e Calabria), ed la XVI edizione del Premio Tiepolo, che si è svolta nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Madrid lo scorso 17 ottobre. Le attività svolte dal dipartimento riguardano principalmente la diffusione di informazioni riguardanti le iniziative, eventi, e notizie di interesse per i soci e le imprese che fanno parte del network camerale, attraverso i mezzi informativi a disposizione della Camera In particolare, la pagina web , (www.italcamara-es.com) completamente rinnovata due anni fa con il proposito di creare uno strumento di comunicazione e di informazione agile, dinamico ed interattivo, in linea con il processo di ristrutturazione e di rinnovamento dell’attività e dei servizi camerali che ha contraddistinto il lavoro dello staff camerale in questi ultimi anni. La newsletter quindicinale permette agli interessati di ricevere direttamente sulla propria posta elettronica informazioni sull’evoluzione dei mercati spagnolo ed italiano, sulle fiere e sull’attività della Camera. Il suo formato è stato pensato per rendere più agile ed efficace la comunicazione alle circa 6.000 imprese, italiane e spagnole, che ne costituiscono il target. Allo stesso modo, il Bollettino Economico viene elaborato a cadenza trimestrale ed è particolarmente apprezzato da operatori e professionisti, dal momento che fornisce un sintetico panorama sugli indicatori macroeconomici della Spagna e dell’Italia, sull’interscambio commerciale tra i due paesi e sulle ultime novità normative di interesse per la realtà imprenditoriale italiana.. Infine bisogna menzionare lo Yearbook , l’unica pubblicazione cartacea della Camera (con una tiratura di oltre 5.000 ), che giunge quest’anno alla quarta edizione. Si tratta di una pubblicazione annuale che dossier settoriali, la descrizione dei servizi e attività svolte dalla Camera, una breve relazione sul commercio estero tra Italia e Spagna, informazioni sui due mercati e sulle principali fiere ed i contatti dei soci. Tutte queste informazioni sono disponibili nella pagina web camerale, nella sezione “Attività e servizi -> attività informative” Pag. 14 56/2011

[close]

p. 15

S C E P E L IA MADRID Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna Servizi Commerciali e Fiere CCIS Resp. Donatella Monteverde La gamma dei servizi commerciali offerti dalla CCIS si è ampliata negli ultimi anni in risposta alle esigenze delle imprese interessate ai mercati spagnolo ed italiano. Sono in media 50 le richieste di servizi che il dipartimento riceve ogni mese. Tra i servizi commerciali offerti si possono menzionare: Elenco personalizzato e informazioni commerciali di imprese italiane o spagnole; Analisi settoriali di mercato; Contatto commerciale operativo; Organizzazione di missioni commerciali per delegazioni d’imprese; Ricerca agenti, importatori, rappresentanti; Ricerca di partner e soci in Spagna, Italia. Il dipartimento gestisce inoltre una borsa di agenti commerciali per le imprese italiane interessate al mercato spagnolo che, fin dalla sua attivazione, è stata fortemente apprezzata sia dalle imprese che ne fanno uso, che dagli agenti stessi che possono iscriversi in maniera gratuita attraverso un apposito formulario presente nella web camerale. Il dipartimento inoltre si occupa della promozione di fiere nei mercati spagnoli e italiani e dell’ organizzazione di delegazioni di imprese e consorzi per la visita e partecipazione a manifestazioni di settore. A maggio di quest’anno il dipartimento ha organizzato la partecipazione di una delegazione di 14 imprese di artigianato nella Fiera Internazionale dell’Artigianato di Firenz e, presenti in un’ area espositiva dedicata alla Spagna di 200 m 2 che è stata una tra le zone più visitate durante i 9 giorni della manifestazione. A settembre invece è stata organizzata una delegazione di 9 imprese spagnole del settore della floricoltura per la visita alla Fiera FLORMART di Padova,dove hanno avuto l’opportunità di realizzare incontri B2B con importanti imprese italiane del settore. Per il prossimo anno, oltre alle fiere già citate, si prevede la partecipazione a nuove manifestazioni fieristiche in Italia: MECSPE a Parma (industria manifatturiera, tecnologie e innovazione); Tourism Real Estate, Expo & Conference, a Venezia, e XYLEXPO (tecnologie del legno e forniture per l’industria del mobile), a Milano. Servizi Legali CCIS e Servizio Incubatore d’Impresa Resp. Sabino Mesaroli Il Dipartimento offre servizi di consulenza alle imprese italiane e spagnole che ne facciano richiesta: Consulenza per la creazione di imprese e aperture di attività commerciali Dossier personalizzato secondo il tipo di attività che si vuole intraprendere nel territorio spagnolo, contenente tutti i passi per l’avvio di detta attività. Consulenza giuridica - Dossier informativi sulla legislazione giuridica e fiscale vigente in Spagna, negli ambiti richiesti dal cliente. Consulenza fiscale - Dossier informativi sulle problematiche fiscali e l’ordinamento fiscale in Italia e Spagna. Verifica e supporto per la registrazione al VIES: servizio di assistenza fiscale specifico di verifica della registrazione dell’IVA Intracomunitaria delle aziende in tutta l’Unione Europea. Inoltre, il dipartimento svolge altre attività al servizio di imprese e professionisti: Iscrizione al Registro de Empresas Acreditadas, REA - Assistenza alle imprese italiane operanti nel settore edilizio interessate alla realizzazione di lavori in Spagna. Recupero crediti: intervento diretto in situazioni collegate ai procedimenti di riscossione crediti, intermediazione ed arbitraggio. - attività di monitoraggio per la soluzione di controversie extragiudiziali legate alla compravendita di merci. Omologazione dei Titoli di Studio e Abilitazioni Professionali in Italia e in Spagna: Sabino Mesaroli, infine si occupa anche della gestione del servizio “Incubatore d’impresa”: Grazie ai nuovi spazi appositamente predisposti all’interno della nuova sede, la CCIS ha infatti avviato da pochi mesi questo nuovo servizio, con l’obiettivo di supportare la nascita o lo sviluppo sul territorio spagnolo di piccole e medie imprese in fase di pre-avvio o di start-up, o detentrici di progetti innovativi. Il sevizio viene offerto in 2 modalità differenti: Incubatore “fisico”: comprende, tra le altre cose, l’ affitto per un periodo minimo di 1 anno (+ 1 rinnovabile) di un ufficio all’interno della sede della CCIS dotato di:4 postazioni di lavoro, di cui due informatizzati, connessione alla rete elettrica, telefonica e internet (ADSL), fotocopiatrice multifunzione, servizio di segreteria (attività di reception, smistamento chiamate, fax, posta). Inoltre vengono garantiti servizi di supporto tecnico, logistici, formativi e di consulenza (legale, fiscale, del lavoro, finanziaria) volti a sostenere lo sviluppo dell’ attività dell’impresa. Incubatore “virtuale”: in questo caso viene garantita la domiciliazione fiscale presso la sede CCIS per un periodo variabile da 1 a 6 mesi, insieme a servizi di segreteria virtuale (ricezione e smistamento chiamate, fax, posta), di supporto tecnico, logistici, formativi e di consulenza (legale, fiscale, del lavoro, finanziaria) volti a sostenere lo sviluppo dell’ attività dell’impresa Attività Associative Responsabile: Begoña Pardo Adrio Dipartimento dedicato a tutte le attività che coinvolgono i soci della Camera: assistenza diretta agli stessi, comunicazioni, presentazione di nuovi soci, distribuzione della “Membership Card”, la carta che identifica i soci delle diverse Camere di Commercio italiane all’estero e che permette di usufruire di sconti e vantaggi in numerose strutture e commerci convenzionati in tutto il mondo. Il Dipartimento inoltre organizza eventi di networking e di informazione insieme alle Camere di Commercio Europee in Spagna, quali gli European Business Drink, incontri informali tra i soci delle Camere partecipanti che si organizzano ogni 2 mesi in una location esclusiva; le Colazioni dell’lnnovazione, che si tengono presso la sede della Commissione Europea; colazioni di lavoro e conferenze alla presenza di personalità del mondo politico ed economico. Begoña è inoltre responsabile di alcuni importanti servizi offerti alle imprese e professionisti, come quello di traduzione e interpretariato, e la borsa lavoro, che, grazie anche alla possibilità di richiesta attraverso la pagina web camerale (sezione “Opportunità”), conta ad oggi più di 800 CV a disposizione delle imprese associate alla ricerca di nuovi collaboratori. Servizio “Booking On Live” Resp.: Fernanda Valderas Il nuovo servizio Booking On Live della CCIS è stato attivato di recente con l’obiettivo di soddisfare una crescente domanda di ricerca di tariffe competitive in servizi alberghieri di ristorazione e leisure. Il servizio intende offrire a tutti gli interessati la miglior quotazione del mercato al momento della richiesta del servizio sollecitato. Attraverso gli accordi istituzionali siglati dalla CCIS con le singole strutture e principali catene del settore (alberghi, ristoranti, sale business, sale eventi, strutture leisure, ecc.) il servizio è in grado di garantire i seguenti vantaggi: Risparmio di tempo; attraverso un’unica chiamata o l’invio di una mail. - Risparmio economico; verrà offerta la miglior quotazione di mercato del servizio in base alle caratteristiche richieste. - Upgrade dei servizi; grazie agli accordi siglati dalla CCIS, i facenti richiesta otterranno delle agevolazioni da parte della struttura ospitante (camere di fascia superiore a quella prenotata, servizi supplementari, trattamento business o confort, ecc.). - Attenzione personalizzata; un interlocutore unico messo a disposizione dalla CCIS sarà l’interfaccia tra gli interessati e il fornitore del servizio richiesto. 56/2011 Pag. 15

[close]

Comments

no comments yet