mondorealenumero94

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero94

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 17 20 maggio 2011 n.94 speciale amministrative 2011 sezze risultati definitivi vincitori e vinti della tornata elettorale e commenti la futura città dei giovani tra un anno parola di marchionne sull andamento in tutta la provincia con approfondimenti e interviste parte il rimboschimento di monte trevi stanziati 23.000 editoriale di simone di giulio finite le elezioni come di consuetudine si traccia un bilancio dell esperienza di solito questo bilancio è di natura politica con i soliti vincitori che parlano di plebiscito anche se hanno preso 66 voti in più dell avversario di turno o di sconfitti che parlano di risultato confortante e positivo nonostante abbiano strappato 123 preferenze su un totale di 81.842 votanti solite storie che si commentano da sole stavoltà però l analisi andrebbe fatta considerando altri aspetti parliamo di latina una città capoluogo appena reduce da uno dei periodi più bassi da un punto di vista amministrativo quello che resta delle elezioni sono milioni di manifesti di santini di tipografi incazzati perché si sono fidati dei più classici `pagherò e adesso si trovano a dover correre dietro al consigliere non eletto solo per andarci pari quello che resta sono strade piene di cartacce che nessuna legge impone vengano tolte dai partiti che le hanno affisse quello che resta sono le infinite polemiche il giorno dello scrutinio con rappresentanti di lista tarantolati che fanno perdere tempo e pazienza appellandosi alla chiara volontà espressa dall elettore oppure alla sgradevole tendenza a dire che è tutto un magna magna o ancora peggio che era tutto scritto resta la figuraccia fatta a livello nazionale nel momento in cui a napoli e a milano avevano contato milioni di schede mentre a latina ancora eravamo a 29 sezioni su 116 e non si sapeva perché resta la vergogna per quella cittadina rumena costretta a fotografare il suo voto all interno del seggio per 50 o 5.000 cambia poco e una cosa vergognosa che peraltro ogni anno si ripete e nessuno fa nulla e magari quel candidato siederà in consiglio e farà il fenomeno parlando di legalità priverno turismo in calo a causa anche di scelte poco felici opere incompiute e beni trascurati ad aggravare la situazione maenza i nodi del posizionamento degli spazi esterni e del mercato segnaletica fantasma in piazza lepri dopo la processione conferme a latina di giorgi si impone di misura a pontinia tombolillo passeggia sui rivali a norma mancini vince sul filo di lana cultura sezze continuano le iniziative in ricordo di luigi di rosa priverno sagra di olio e mozzarella musica a lezione da guthrie govan

[close]

p. 2

elezioni di simone di giulio mondore@le numero 94 20 maggio 2011 di giorgi si prende il capoluogo il candidato del centrodestra rischia ma riesce ad imporsi al primo turno fallimento fasciocomunista colto meno voti delle sue liste chiaro segnale di un evidente malcontento all interno dell elettorato storico del centrodestra a salvare l avvocato di latina ex assessore e attualmente consigliere regionale le liste che lo sostenevano quella di cirilli e quella di renata polverini tra tutte che gli hanno permesso di imporsi seppur di misura al primo turno evitando compromessi con le altre forze in campo in un ballottaggio che sarebbe stato sicuramente molto difficile da gestire dati alla mano comunque va registrato un piccolo calo all interno del centrodestra del capoluogo proprio per questo motivo la campagna elettorale di di giorgi è stata gestita in maniera aggressiva e si è ricorsi anche ad importanti pezzi da novanta per sostenere la sua candidatura la meloni i ministri brunetta e la russa la polverini gasparri e ciliegina sulla torta la presenza di silvio berlusconi prima volta nella storia a sostenere un candidato a latina il giorno della chiusura della campagna elettorale uno spiegamento di forze che si spiega con la necessità di chiudere la pratica al primo turno ed evitare compromessi nel ballottaggio a sinistra invece non si nasconde la delusione per un risultato che seppur interessante dal punto di vista numerico sa tanto di occasione perduta moscardelli si è difeso bene e l elettorato lo ha premiato valutando positivamente l apporto di tutte le forze in campo a sostegno della sua candidatura ma con un centrodestra mai così in basso da un punto di vista amministrativo qualcuno forse si mangerà le mani per non aver osato di più durante una campagna elettorale i cui toni forse potevano essere maggiormente accesi dall autentico rivale di di giorgi il pd di latina che comunque esce con importanti risultati nel resto della provincia ad eccezione di terracina adesso dovrà risolvere le solite beghe interne e prepararsi ad un rilancio che gli elettori aspettano da anni tra i maggiori delusi però c è chi ha deciso di sostenere l avventura di futuro e libertà nel capoluogo pontino il fasciocomunismo non ha reso come molti si attendevano e c è già chi come a livello nazionale sta iniziando a rivedere le proprie posizioni deluso dal risultato elettorale qualcuno sta pensando seriamente di inserirsi di nuovo nei ranghi del popolo della libertà mentre altri stanno valutando se sia il caso compiere il passo più lungo aderendo ai programmi riformisti del partito democratico pochi pochissimi sono rimasti soddisfatti da questi risultati e si corre il rischio concreto dal vertice alla base che l esperienza possa già concludersi qui a meno di eventuali stravolgimenti nel governo centrale latina ha scelto giovanni di giorgi il nuovo sindaco sostenuto da popolo della libertà lista di giorgi sindaco lista cirilli udc città nuove lega federalista e la destra ha ottenuto 40.076 preferenze con una percentuale del 50,97 seguito dal candidato del centrosinistra claudio moscardelli che di preferenze ne ha raccolte 27.929 attestandosi al 35,52 buoni risultati sono stati ottenuti anche da marco fioravante che con la lista il patto entra in consiglio come sindaco non eletto grazie ai voti di lista che gli fanno passare lo sbarramento avendo raccolto 2.359 preferenze 3,14 da marco gatto che con latina capitale raggiunge il 2,56 1.925 preferenze e da delio redi ex sindaco della città sostenuto da alleanza di centro che raggiunge 1.122 voti 1,49 delusione invece per le altre forze che avevano deciso di non schierarsi con i due poli tra queste filippo cosignani che nonostante il supporto del premio strega antonio pennacchi raggiunge un misero 0,7 giuseppe vacciano sostenuto dal movimento 5 stelle di beppe grillo 1,25 francesco autieri sostenuto da destra nazionale e movimento delle provincie del lazio 1,27 giancarlo nardin di latina futura 1,22 sergio sciaudone con sinistra per latina 0,67 ruggero mantovani con alternativa comunista 0,54 danilo calvani in rappresentanza dei comitati riuniti agricoli 0,32 e gianpiero oddi di noi sud che chiude la tornata elettorale all ultimo posto con soli 123 voti equivalente dello 0,16 nelle 116 sezioni del capoluogo pontino hanno votato 81.836 elettori pari al 79.09 degli aventi diritto con una flessione del 3 circa rispetto all ultima tornata che vide vincitore vincenzo zaccheo particolare rilevante quello del voto disgiunto con alcune situazioni che hanno fatto perdere preferenze proprio all eletto sindaco di giorgi che ha rac2 candidato giovanni di giorgi claudio moscardelli marco fioravante marco gatto delio redi francesco autieri giuseppe vacciano giancarlo nardin filippo cosignani sergio sciaudone ruggero mantovani danilo calvani giampiero oddi voti 40.076 27.929 2.359 1.925 1.122 957 940 918 526 502 407 240 123 percentuale 50,96 35,51 3,13 2.94 1,49 1,27 1,25 1,22 0,70 0,67 0,54 0,32 0,16%

[close]

p. 3

elezioni di simone di giulio mondore@le numero 94 20 maggio 2011 le prime parole del neo sindaco il progetto che stiamo portando avanti può rappresentare un riferimento anche nazionale non nasconde enorme soddisfazione giovanni di giorgi al termine del lungo weekend che gli ha consegnato le chiavi della città per i prossimi cinque anni in una nota il neo sindaco ha tracciato un bilancio della sua esperienza affermando il quadro politico in cui è maturato il risultato elettorale che mi ha portato al successo con il sostegno della coalizione del centrodestra presenta elementi importanti che rendono ancor più significativo tale risultato e i suoi riflessi politici destinati a varcare i confini locali il progetto politico messo in campo dalla nostra coalizione ha spiegato di giorgi è riuscito non soltanto a promuovere un azione concreta e vicina alla gente ben recepita dai cittadini di latina ma a fronteggiare al contempo il tentativo scientifico di portare il centrodestra al ballottaggio dietro questa manovra vi era una chiara regia politica che ha mostrato tutti i suoi limiti ed è naufragata nel tentativo maldestro messo in atto da un terzo polo che si è rivelato inconsistente basandosi sul gioco di sponda tra il fli e gli altri candidati a sindaco e soprattutto sul voto disgiunto una strategia chiara così come le mosse degli esponenti politici che le hanno ispirate contro cui abbiamo proposto un progetto politico basato sulla concretezza su proposte semplici ed efficaci sul dialogo con la gente e con le varie anime della città con un efficace lavoro di squadra per questo prosegue il neo sindaco di latina ringrazio le sette liste che mi hanno sostenuto a partire dal mio partito il pdl con tutto lo staff che ha operato la forza di questo messaggio è stata recepita dai nostri cittadini e il risultato elettorale conseguito è frutto di una proposta credibile capace di aggregare un centrodestra dilaniato che solo un mese e mezzo fa era alla ricerca di un punto di aggregazione e senza candidati attraverso questa concretezza fatta anche di un autocritica rispetto al passato abbiamo vinto la sfida del fare per voltare pagina e guardare avanti per costruire il futuro di latina da oggi quindi sono e voglio essere il sindaco di tutta la città ma anche interprete di un laboratorio politico che è nato a latina con la mia elezione il progetto politico che stiamo portando avanti può rappresentare un riferimento per l intero centrodestra nazionale da questa esperienza e da questa vittoria conclude di giorgi può essere tratta una nuova visione della politica da proporre anche su scala nazionale in riferimento anche ad un nuovo e più efficace funzionamento del pdl quello che vogliamo è un partito più aperto disponibile al dialogo con la gente in grado di recepire le istanze di cambiamento che arrivano dalla realtà sociale più vicino ai reali problemi dei cittadini avere la capacità di confrontarsi e avere il coraggio di fare scelte nell interesse dei cittadini e con questo spirito propositivo che intendiamo amministrare la nostra città certi di poter raggiungere obiettivi importanti attraverso un lavoro collettivo e il costante dialogo con i nostri cittadini moscardelli e fioravante entrano in assise come sindaci non eletti tante assenze illustri molte new entry qualche sorpresa ma anche qualche illustre assenza nel nuovo consiglio comunale che salvo stravolgimenti dovuti all assegnazione delle deleghe che il nuovo sindaco sarà chiamato a rendere note presto dovrebbero formare la massima assise cittadina il pienone di consensi lo fa naturalmente il popolo della libertà che piazza anche tre consiglieri nella classifica dei più votati in città nicola calandrini con 1.592 voti raimondo tiero con 1.569 pasquale maietta con 1.396 e vincenzo malvaso con 1.335 oltre ai quattro il maggior partito della coalizione porta in consiglio ivano di matteo michele nasso giuseppe di rubbo orlando tripodi andrea palombo giorgio ialongo e alessandro calvi il buon risultato in termini di consensi premia anche le altre forze appartenenti alla coalizione città nuove ottiene tre consiglieri gianni chiarato luca bracchi e cesare bruni altrettanti la lista di giorgi marcello ripepi roberto lodi e fabio tontini mentre due consiglieri saranno in rappresentanza di progetto per latina corrado lucantonio e fabio cirilli e dell udc patrizia fanti e marilena sovrani nel centrosinistra la parte del leone la fa naturalmente il partito democratico con giorgio de marchis avversario di moscardelli alle primarie dello scorso gennaio che ottiene ben 1.236 preferenze insieme a lui in consiglio sempre in rappresentanza del partito democratico siederanno fabrizio porcari maurizio mansutti nicoletta zuliani fabrizio mattioli omar sarubbo alessandro cozzolino e aristide carnevale mentre l unica lista che riesce a raggiungere il quorum nello schieramento pro moscardelli è sì per latina che porta in consiglio maurizio patarini entrano di diritto infine come candidati alla carica di sindaco non eletti claudio moscardelli e marco fioravante della lista civica il patto 3 ecco il nuovo consiglio comunale

[close]

p. 4

elezioni di roberto tartaglia mondore@le numero 94 20 maggio 2011 tombolillo vince a mani basse l esponente del centrosinistra si impone nettamente sui suoi avversari e conferma il trend tombolillo ha nuovamente fatto terra bruciata attorno a suoi avversari guadagnando altri 5 anni di amministrazione comunale con ben il 66,19 dei consensi pari a 5.856 voti un risultato che quasi ridicolizza il 61,94 ottenuto nel 2006 per bilotta resta il 20,93 ovvero 1.852 voti mentre subiaco deve accontentarsi del 12,87 e 1.139 voti dunque tombolillo è sindaco di pontinia per la quarta volta 1993 1998 e 2006 i precedenti e con un crescendo di consensi che per un paese che alle politiche preferisce il centrodestra acquista ancora più valore siamo soddisfatti di questa vittoria e non deluderemo rassicura il neosindaco sono molte le cose da far prima di tutto occorre sanare il prg nei punti non ancora definiti nel contempo ci occuperemo di portare a termine le opere già avviate come la torre idrica il museo demoetno-antropologico e le opere di rinnovamento del cine-teatro fellini tutte le 14 sezioni di voto di pontinia hanno dimostrato di apprezzare unanimemente il sindaco che ad oggi ha raggiunto un ammontare di successo che non ha eguali nella storia del paese forte amarezza nei suoi avversari una volta suoi alleati subiaco e bilotta il primo che ha portato la destra ad un risultato storico in provincia di latina scende in piazza e si congratula sportivamente con il vincitore ma alla domanda forse avete risentito delle fratture interne al partito luigi subiaco risponde con un caustico io non ho né partito né padroni posso solo dire che lo schieramento certo ne ha risentito soprattutto del fatto che tutti vogliono per forza salire sul carro del vincitore anche con scelte di dubbia correttezza aspettiamo i primi consigli comunali per decidere i punti principali da discutere con la maggioranza subiaco dunque non rinuncia alla durezza nei confronti di alcuni colleghi di partito che ha caratterizzato anche la sua irrequieta campagna elettorale subiaco infatti va ricordato che a seguito di una prima candidatura a sindaco con tanto di benedizione dagli alti vertici del pdl locale ha abbandonato o è stato costretto ad abbandonare il suo percorso l amarezza scaturita da questo evento e dalla scelta di bilotta come esponente del pdl poi lo ha portato a scendere in campo per conto proprio e con l appoggio de la destra e proprio bilotta sembra essere il protagonista assente degli ultimi giorni prima ha dato forfait al question time che si è tenuto presso il teatro fellini pochi giorni prima della chiusura delle campagne elettorali ora a seguito della vittoria di tombolillo resta irreperibile nessuno sembra averlo visto in tutto il pomeriggio dello scorso 16 maggio del suo schieramento si sono visti solamente i neoconsiglieri mochi e torelli quest ultimo resta intenzionato a proseguire sulla linea già intrapresa agendo dice per il bene dei cittadini e lontano dalle pure contrapposizioni politiche ad ogni modo resta convinto che se si vogliono gettare solide basi per il futuro è necessario un riassestamento all interno delle file del centrodestra a conti fatti dunque e sulla base della nuova legge che riduce a 16 i consiglieri più il sindaco il nuovo consiglio comunale sarà composto da tutti e 4 i candidati udc donnarumma ramati cengia e bottoni dai riconfermati assessori battisti medici mantova sperlonga e pedretti dal riconfermato consigliere perfili e dalla new entry stefano boschetto in opposizione vanno bilotta subiaco mochi torelli belli fuori invece restano alcuni giovani come cappelli ciocca e cima nonché sellacci e ronci 4 direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 18 maggio 2011

[close]

p. 5

elezioni mancini beffa cassoni per un soffio mondore@le numero 94 20 maggio 2011 solo 66 voti di differenza tra il vincitore e lo sconfitto al quale non bastano alcuni exploit di domiziana tosatti riconferma su un sottilissimo filo di lana per sergio mancini al secondo mandato sottilissimo lo scarto di voti che lo ha separato dalla coalizione che sosteneva mario cassoni solo il 2,45 di vantaggio per un totale di 51,22 di voti a favore contro i 48,77 di cassoni l urlo liberatorio di sergio mancini e giorgio collinvitti primo degli eletti della civica per norma ha segnato la fine di un lungo pomeriggio di altissima tensione dove fino all ultimo istante il risultato è stato incerto 66 voti di scarto contro i 359 del 2006 la lista civica per norma ha perso 172 voti quella popolare e democratica di sinistra ne ha riconquistati 120 a fare la più importante differenza è stata probabilmente l alta percentuale di astensionismo che ha fatto registrare oltre il 15 per un totale di 600 aventi diritto non votanti mancini si aspettava una vittoria molto più ampia ma si è detto comunque soddisfatto del risultato ottenuto la nostra compattezza ha dato sicurezza alle persone che ci hanno votato a differenza della lista avversaria non abbiamo fatto una campagna elettorale capillare perché nella convinzione che avere un avversario con condanne pendenti e con una storia amministrativa discutibile bastasse a non votarlo ci siamo limitati a continuare a risolvere i problemi del comune necessità di un approfondita analisi del voto per il partito democratico che pur avendo recuperato un ampia forbice di consenso in percentuale non è riuscito ad andare al governo del paese si aprirà ora di certo un importante fase di confronto e di messa a punto di nuove strategie all interno del pd locale che dovrà necessariamente portare alla formazione di una nuova classe dirigente campagna elettorale difficile ma ce l abbiamo comunque fatta mantenendo i nostri voti di domiziana tosatti l analisi a caldo del neo eletto ci aspettavamo una vittoria più schiacciante e meno sofferta alla luce delle vicende giudiziarie ed amministrative del nostro sfidante evidentemente però mentre noi eravamo ancora impegnati in comune a risolvere i problemi trovati cinque anni fa e lasciati dall era cassoni i nostri avversari politici hanno fatto un capillare porta a porta che li ha portati a recuperare terreno e un analisi a caldo quella di sergio mancini sindaco uscente e confermato dalle urne al secondo mandato di governo per un pugno di voti 66 in totale con il 51,22 di preferenze e con un calo importante di consenso che si assesta sui 170 voti e circa 10 punti percentuali rispetto al 2006 e stata una campagna elettorale difficile soprattutto perché dall altra parte c era un tentativo di recupero ma ce l abbiamo comunque fatta mantenendo i nostri voti sicuramente ha continuato emozionato il sindaco provato da un lungo pomeriggio di tensione e di battaglia all ultimo voto mantenere compatta la nostra maggioranza e presentarci all elettorato con la stessa squadra di cinque anni fa è stata la dimostrazione dell armonia con cui abbiamo lavorato importante risultato in maggioranza per andrea dell omo ex presidente del consiglio comunale dei giovani che ha riscosso 125 preferenze personali dall altra parte invece tempo di bilanci e ter minata l era cassoni le urne nonostante il fortissimo recupero e la stretta forbice di scarto hanno detto di sì si dimetterà probabilmente già nelle prossime ore ed insieme a lui giulio chiaverini suo vicesindaco per 19 anni che entrino in consiglio forze giovani e nuove lasciamo spazio ai nostri ragazzi che tanto si sono spesi in campagna elettorale la democrazia ha commentato cassoni è il nostro principio e se l elettorato ha deciso questo va bene così evidentemente il nostro modo di fare amministrazione e politica non è più adatto alla società attuale il recupero è stato netto e certo anche la maggioranza dovrà fare un attento esame ma non è bastato nonostante un paese oggettivamente al tracollo gli elettori hanno deciso di riconfermare questo governo alla guida del paese noi abbiamo la coscienza pulita abbiamo fatto tutto il possibile spiegato alla gente i problemi veri della nostra città avevamo un cassetto già pieno di studi e progetti per risanare il bilancio e rilanciare il paese ci penserà se ne sarà in grado questa maggioranza e un voto scollato dalla realtà ma un voto democratico e per questo va rispettato nella lista popolare democratica di sinistra non si possono non sottolineare gli ottimi risultati raggiunti da alfonso cappelletti ex coordinatore comunale del pd che ha ottenuto 269 preferenze risultando il primo degli eletti e da gianfranco tessitori che ne ha ottenute 250 nella storia politica ed amministrativa recente i migliori risultati che si ricordino saranno 12 i componenti del nuovo consiglio comunale 8 di maggioranza e 4 di opposizione la squadra di governo di mancini sarà composta da giorgio collinvitti giacomo giuliani marcello guarnacci andrea dell omo nadia dell omo bruno guarnacci romeo marcelli e mauro ferrarese nella lista popolare e democratica di sinistra sono stati invece eletti oltre a mario cassoni alfonso cappelletti che con 269 preferenze è stato in assoluto il primo degli eletti gianfranco tessitori luca de mei e giulio chiaverini 5

[close]

p. 6

sezze di simone di giulio mondore@le numero 94 20 maggio 2011 fra un anno la futura cittÀ dei giovani l assessore marchionne parla del progetto e delle difficoltà riguardanti la sua realizzazione tra un anno la futura casa dei giovani di sezze sarà realtà tra la prossima primavera e l estate il progetto verosimilmente sarà concluso a dare la buona notizia è l assessore ai servizi sociali e vicesindaco umberto marchionne nei giorni scorsi è stato pubblicato un bando pubblico per affidare la realizzazione e la gestione del centro di aggregazione giovanile l affidamento prevede la valorizzazione della struttura tramite una gestione che promuova e realizzi attività sociali culturali ricreative la data di scadenza per presentare l offerta è stata fissata per il prossimo 30 maggio 2011 si avvia a conclusione un percorso non poco tortuoso cominciato nel 2008 quando al comune di sezze in risposta al bando regionale azioni per lo sviluppo socio-economico degli enti locali derivante da percorsi di partecipazione modalità e termini per l accesso ai finanziamenti regionali arrivarono tre proposte la futura casa dei giovani nacque dalla sintesi di due di queste proposte la struttura socio-ricreativa destinata ai giovani nascerà in un immobile in via dei cappuccini per la sua realizzazione fu inoltrata alla regione lazio una richiesta di 410 mila euro di finanziamento l ente di via della pisana concesse in un primo momento solo 193 mila 800 euro poi un integrazione di 106 mila 200 euro prendendo atto che il contributo al momento è di 300 mila euro e non di 410 come richiesto il comune di sezze ha approvato ugualmente il progetto esecutivo dei lavori la differenza di 110 mila euro per l ente di via diaz costituisce la quota di apporto di privati alla realizzazione del progetto generale e che potrà concretizzarsi con la fornitura di arredi apparecchiature e attrezzature funzionali all avvio della gestione l amministrazione comunale ha spiegato l assessore umberto marchionne è pienamente soddisfatta per come stanno procedendo le cose sintomo dell attenzione che io in qualità di assessore ai servizi sociali il dirigente preposto francesco petrianni e tutti coloro che a vario titolo hanno concorso a dar vita alla progettazione della struttura abbiamo dato al progetto questo perché l amministrazione è sempre impegnata nell attuazione di politiche rivolte al sociale alle fasce più deboli e ai giovani basti ricordare le varie attività messe in campo dal mio assessorato su tutte l apertura del centro diurno carla tamantini con la futura città dei giovani i ragazzi troveranno finalmente un luogo di aggregazione che da molto tempo cercano un luogo capace di dare risposte ai propri stimoli per maggiori informazioni sulle modalità di accesso al bando è possibile collegarsi al sito www.comunedisezze.lt.it ceccano porta in consiglio giorgi nuova rotatoria autovelox e segnaletica intitolata a san carlo di simone di giulio di simone di giulio autovelox e situazione della segnaletica nei pressi della scuola di sezze scalo queste le domande di rinaldo ceccano che ha presentato due interrogazioni in merito sull autovelox l esponente del popolo della libertà afferma considerato che il giudice di pace si è pronunciato più volte sui verbali di contestazione per violazione di velocità accertati attraverso autovelox dichiarandoli illegittimi si chiede di sapere quale è l orientamento seguito da questa amministrazione sui vebali non contestati e non pagati nel termine perentorio ma comunque fondati su presupposti illegittimi così come da orientamento del giudice si chiede di sapere se l amministrazione ha inteso seguire un azione di annullamento per autotutela di tali verbali o se è intenzione proseguire con l accertamento dei ruoli con la consapevolezza di procedere con una azione esecutoria verso i cittadini pur nella ormai accertata e riconosciuta illegittimità nell accertamento sulla questione segnaletica invece ceccano chiede se è possibile che dopo decine di segnalazioni ripristinare la segnaletica di divieto presso il plesso scolastico dello scalo di prevedere la sistemazione e la pavimentazione di via sicilia che risulta sconnessa e pericolosa e se è possibile prevedere l installazione di dissuasori su via puglie e di prevedere la presenza di un vigile fisso allo scalo sia negli orari di ingresso e di uscita delle scuole sia nel pomeriggio 6 sarà intitolata alla figura di san carlo da sezze patrono della comunità la rotatoria in fase di realizzazione sulla strada regionale 156 dei monti lepini all incrocio con via del murillo nei pressi dell ex stabilimento della cirio a comunicarlo è giovanbattista giorgi consigliere comunale e presidente dell astral l azienda che ha in gestione il tratto stradale e che si sta occupando della realizzazione della rotonda in un luogo ad alta percorrenza e perciò molto pericoloso proprio il massimo rappresentante dell azienda strade del lazio ha parlato dell opera che si concluderà presumibilmente entro la fine del mese leggendo in consiglio comunale la delibera della seduta del consiglio di amministrazione dell astral tenutasi lo scorso 11 maggio nella lettera indirizzata al sindaco di sezze andrea campoli e al presidente dell amministrazione provinciale di latina armando cusani si legge ho il piacere di comunicarvi che nell ambito dell ultima seduta il cda dell azienda su mia proposta ha deliberato all unanimità di intitolare la rotatoria di recente realizzazione situata al km 42+200 della sr 156 `monti lepini a san carlo da sezze ritengo opportuno condividere con voi ha concluso nella missiva il presidente dell astral titta giorgi e con l intera cittadinanza di sezze la gioia e la grande soddisfazione per l ennesimo doveroso tributo al santo patrono della città

[close]

p. 7

sezze vuoi le analisi fuori le monete mondore@le numero 94 20 maggio 2011 in quel che resta dell ospedale san carlo ci si mettono pure le operatrici sprovviste di resto di luca morazzano già per il fatto che un utente si rivolge al sistema sanitario è meritevole di attenzione perché a nessuna persona sana termine inteso anche nel senso di principi oltre che di salute viene in mente di sobbarcarsi interminabili firme per sottoporsi ad analisi e visite mediche senza motivo per meritarsi attenzione si intende un trattamento secondo modi e canoni di civiltà ma al cup centro unico di prenotazione di sezze la grazia e la cortesia non sembrano essere doti in accessorio alle ragazze allo sportello per carità va loro riconosciuto tutto lo stress di un lavoro allo sportello per nulla facile e molto delicato alle prese con le lamentele e gli animi di tante persone che gli si parano innanzi quotidianamente e le accerchiano anche con continue telefonate hanno in dotazione computer obsoleti stampanti del millennio scorso e a buon bisogno anche stipendi arretrati e non adeguati problema questo che è assai diffuso negli ultimi tempi agli impiegati di tutti i settori ma i limiti dell educazione e del rispetto di chi si ha davanti per chi lavora a contatto con le persone non sono caratteristiche di cui poter fare a meno se quindi l orario dello sportello è fino alle 12 un utente che arriva a dieci minuti da quella scadenza è in pieno orario e non in ritardo se allo sportello è prevista la possibilità di pagare il ticket per il ritiro delle analisi l utente non è tenuto ad avere pronto l importo esatto della cifra dovuta perché allo sportello come in un negozio l operatore può anche avvalersi della facoltà di fare il resto e la frase ve lo diciamo sempre che dovete portare gli spicci perché noi non ce li abbiamo non sta né in cielo né in terra anche perché se tutti portano gli spicci dietro allo sportello diventano sani per magia ma tornando al casus belli da cui tale invettiva scaturisce se l utente in questione che non porta l euro spiccio per arrivare a pagare i 26 richiesti alle 11:50 accetta la motivazione che l operatrice non ha il resto e si adopera per andare nel vicino bar per munirsi di euro di metallo e torna allo sportello alle 11:59 trovando lo stesso già bello che chiuso allora non se la prendano le operatrici se ricevono tali invettive o male parole rimboschimento a monte trevi si chiama progetto unep un miliardo di alberi ed è patrocinata dalla regione lazio e dalla provincia di latina l iniziativa che coinvolge il comune di sezze e che riguarda il rimboschimento di monte trevi a comunicarlo è il consigliere ernesto carlo di pastina che se ne è occupato perconalmente di concerto con l assessore bruno cardarello la zona interessata è quella di monte trevi che risponde alle caratteristiche indicate nel progetto indagine dello stato e consistenza della vegetazione potenziale e realmente esistente valutazione del tipo e della consistenza del suolo identificazione dei vincoli gravanti sul terreno in esame considerazioni tecnico-colturali scelta delle specie da impiantare e calcolo sommario della spesa l obiettivo è quello di ripristinare e valorizzare un versante ripetutamente percorso dagli incendi boschivi e secondariamente di ricreare un continuum vegetazionale tra i monti e la pianura oggi disgiunto dalla pressione antropica il contributo della regione lazio sarà di 23.076,92 e riguarderà il rimboschimento di una superficie pari a 15.000 metri quadrati 7

[close]

p. 8

priverno di mario giorgi mondore@le numero 94 20 maggio 2011 la crisi del turismo che non c È piÙ tempi duri per i piccoli centri lepini che ci mettono del loro trascurando i possibili attrattori lo sviluppo e la crescita economica e non solo di una città passa anche e forse soprattutto attraverso il suo rilancio turistico e questo vale in particolare per quelle nostre piccole città e per quei nostri paesi che pure hanno una storia una cultura e una testimonianza artistica archeologica paesaggistica ed anche gastronomica davvero considerevole quante volte abbiamo sentito espressioni di questo genere un infinità soprattutto in convegni organizzati ad hoc in cui poi però si finisce per parlarsi addosso o meglio soprattutto in prossimità di elezioni amministrative i programmi dei vari schieramenti politici hanno riservato sempre la classica paginetta all elenco delle cose belle da salvaguardare da rilanciare e da proporre all attenzione di un circuito turistico che purtroppo da queste parti non ha mai preso piede e priverno ahimé è proprio una di quelle città che dal turismo dovrebbe trarre slancio vitale e che invece non riesce ad attrarre visitatori e turisti se non peraltro in piccola parte nel periodo estivo quando i cosiddetti villeggianti del mare si spostano in collina in cerca di fresco di un piatto tipico o per assistere a qualche manifestazione organizzata da gente di buona volontà eppure di storia di cultura di arte di architettura e di archeologia la città che fu del re metabo e di sua figlia la regina camilla ne ha in abbondanza tanto che molti anni fa fu insignita del titolo di città d arte e in tempi relativamente più recenti ha ricevuto il marchio di qualità dei suoi musei per non parlare delle numerose ed antiche chiese dell area archeologica di mezzagosto dove si presume insistesse la privernum romana e del mastodontico castello di san martino già borghese-colonna residenza estiva del cardinale tolomeo gallio immerso nel verde di un parco di trentatré ettari di bosco e pineta e poi se non bastasse tutto questo quella che fu la metropolis volscorum può contare su quella perla che sicuramente fa invidia a città più grandi e non solo della provincia di latina stiamo parlando di quel meraviglioso gioiello architettonico che è l abbazia di fossanova primo esempio di architettura gotico-cistercense in italia mettiamoci poi alcune tipicità alimentari e di prodotti della terra ed arriviamo a costituire un mix da fare invidia a città e comunità che invece riescono a veicolare un turismo di qualità ma evidentemente questi beni hanno bisogno di una pubblicizzazione e di una gestione che finora sono mancati e vero bisogna riconoscerlo negli ultimi tempi a cercare di dare una scossa alla situazione ci sta pensando la locale condotta slow food che grazie ai suoi iscritti coordinati dal dinamico tommaso iacovacci sta provando a coniugare l arte con le tipicità alimentari ma forse non basta occorre una politica più mirata che non si fermi come spesso è accaduto in superficie ma occorre anche una gestione di ciò che si ha tesa a guadagnarsi l attenzione delle grandi agenzie o organismi nazionali e internazionali che gestiscono il turismo nella nostra regione e nella nostra provincia ma anche una politica che sappia gestire quello che c è facciamo qualche esempio l area archeologica di mezzagosto praticamente abbandonata a se stessa fa parlare esclusivamente per i contenziosi in atto tra la ditta che deve eseguire i lavori e il comune che si ritiene penalizzato il castello di san martino acquisito oltre venti anni fa al patrimonio comunale è stato per diversi anni punto di riferimento per un turismo scolasti8 co grazie al museo per la matematica il giardino di archimede che invece negli ultimi tempi ha visto più che dimezzate le presenze di studenti l abbazia di fossanova e il piccolo borgo abbaziale qui il turismo ancorché quello cosiddetto mordi e fuggi ha sempre fatto tappa eppure accade che chi ha la sventura di arrivare a fossanova nella giornata di lunedì e magari in un orario solitamente riservato al pranzo faccia qualche negativa esperienza che certo non giova alla causa del rilancio turistico di quel borgo ma anche di tutta la città di priverno a questo proposito vogliamo segnalare un episodio accaduto alcune settimane fa verso le ore 13 di un lunedì qualunque arrivano a fossanova tre pullman con altrettante scolaresche si tratta di ragazzi della scuola media e di bambini delle elementari prima della visita all abbazia è previsto il pranzo al sacco ragazzi bambini e accompagnatori si sistemano nello spazio attrezzato alle spalle dell abbazia tutto bene fino ad un certo punto però perché all improvviso si scopre che il bar il lunedì è chiuso e quindi non si può utilizzare il bagno e chiusa pure l abbazia anche nella porta di accesso al chiostro e quindi ai bagni di servizio ma è chiuso anche il welcome point il lunedì è giornata di riposo e il relativo bagno a pagamento 30 centesimi fossanova si presenta così a visitatori e turisti il lunedì eppure il borgo ha ricevuto la bandiera arancione per l ambiente la qualità e l accoglienza e forse è bene fermarci qui.

[close]

p. 9

priverno di luca morazzano mondore@le numero 94 20 maggio 2011 pochi fondi per ultimare i lavori sospesi le grandi opere ancora incompiute e quelle trascurate acuiscono il problema privernate tempi di crisi per tutti comuni compresi le amministrazioni infatti a causa della mancanza dei fondi lasciano spesso a metà opere iniziate anche anni prima a fronte di difficoltà oggettive però c è chi ravvede anche delle responsabilità soggettive degli stessi governanti nella gestione dei lavori stessi e il caso di priverno dove sinistra ecologica e libertà ha reso pubblico nei giorni scorsi una sorta di volantino dossier sulle varie incompiute in cui si legge c è stato un tempo in cui in questa città c era la voglia e anche la capacità di progettare il futuro di immaginare uno sviluppo civile sociale culturale ed economico capace di creare benessere o comunque opportunità per le nuove generazioni si sono fatti programmi ottenuti miliardi di finanziamenti iniziate e anche portate a termine opere importanti a distanza di un decennio o poco più il bilancio che malinconicamente si deve registrare è uno zero assoluto opere bloccate da contenziosi infiniti opere ultimate ma mai utilizzate opere ultimate e malamente sprecate l area archeologica rappresenta la situazione in questo momento più precaria milioni di euro spesi preziosi reperti raccolti in due musei un prezioso museo all aperto essa stessa è oggi in totale abbandono un contenzioso con l impresa che si trascina da anni e che rischia di durare altri anni ne impedisce ogni uso erbacce ovunque gli scavi completamente allagati il lavoro di anni probabilmente rovinato palazzo zaccaleoni rappresenta invece una storia infinita un contenzioso devastante con ditte progettisti direttori dei lavori lavori interrotti mille volte costi aumentati progetti modificati tecnici sfiduciati soldi finiti il fiore all occhiello di un vasto progetto di recupero e riqualificazione dell intero centro storico è un triste monumento all inefficienza e all incapacità su palazzo san giorgio è avvolto un mistero assoluto per un lavoro ultimato inaugurato per la campagna elettorale del sindaco e poi sprangato per l immancabile contenzioso con la ditta la splendida torre a pochi passa dalla piazza del comune aspetta silenziosa di conoscere la propria sorte altro gioiello completamente restaurato e chiuso sono le mura medievali a causa del solito contenzioso con la ditta e con il progettista ha portato alla recinzione dei lavori pure ultimati si passa poi alle case popolari in via volpe 14 appartamenti di edilizia popolare da mettere sul mercato a prezzi equi una boccata di ossigeno per 14 famiglie qualche anno fa la ditta chiede la revisione dei prezzi e con 200-250 mila euro in più si impegna alla consegna chiavi in mano il rifiuto della trattativa blocca il cantiere e oggi per terminare i lavori siamo sui 6-700 mila euro pontinia nuoviuna rissa tra giovanidi violenza in per un 64enne episodi cittÀ botte da orbi in e un accusa di violenza sessuale di roberto tartaglia pontinia torna a far parlare di sé nelle più brutte delle cronache due eventi infatti hanno scosso nei giorni scorsi la quiete del paese il primo vede una rissa in pieno centro cittadino nel bel mezzo della strada una rissa cominciata come spesso accade con insulti e minacce e che in pochi minuti è passata dalle parole ai fatti botte da orbi prima a mani nude e poi con armi di fortuna che hanno costretto all intervento i soccorsi sanitari e le forze dell ordine protagonisti due giovani di pontinia uno dei quali appena uscito di prigione il secondo evento ancor più grave vede protagonista un 64enne sempre di pontinia molto noto in paese per il suo impegno nel sociale parrocchia avis aido l uomo sposato e con figli vede cadere su di sé una delle accuse più pesanti violenza sessuale su una ragazzina di appena 12 anni davanti al gip costantino de robbio a.c queste le sue iniziali si è difeso asserendo che tra lui e la ragazzina ci sarebbe solamente una relazione affettiva molto forte e di non averla mai nemmeno sfiorata ha ammesso tuttavia l invio di lettere ed sms il sostituto procuratore gregorio capasso però sostiene che lo scorso ottobre l uomo avrebbe abusato di lei nell oratorio nel pratico si tratta di scene già sentite e risentite purtroppo palpeggiamenti tentativi di bacio ed sms inequivocabili e proprio questi ultimi hanno fatto scattare la denuncia a seguito della loro scoperta da parte della mamma della piccola scattata così l ordinanza di custodia cautelare tradotta in domiciliari per a.c attualmente i suoi avvocati giudetti e carboni stanno presentando richiesta al tribunale del riesame contro tale misura 9

[close]

p. 10

maenza di luca morazzano mondore@le numero 94 20 maggio 2011 tra mercato da spostare e tavolini fuori commercianti in subbuglio per le voci sul posizionamento degli spazi esterni e per l area adibita c è fermento e subbuglio allo stesso tempo per quanto riguarda novità nell ambito commerciale maentino da una parte ci sono i commercianti dall altra i cittadini per due questioni che riguardano entrambe il settore commercio ma con contorni e particolari distinti ognuna andiamo con ordine inizia a circolare insistentemente la voce di un prossimo spostamento del marcato settimanale dall attuale ubicazione al nuovo parcheggio in via circonvallazione tale soluzione apre però un dibattito dal punto di vista logistico ma anche contenutistico senza dubbio liberando il mercoledì mattina piazza lepri e la via che porta al centro storico garantirebbe una viabilità migliore anche in caso di emergenza con la possibilità di passaggio di ambulanze e vigili del fuoco che a tutt oggi si ritroverebbero inevitabilmente ostacolate dalle bancarelle allo stesso tempo però tale spostamento significherebbe un ulteriore impoverimento del centro storico che almeno il mercoledì torna a pullulare alle sue porte di persone attirate proprio dal mercato settimanale senza contare le poche attività commerciali che hanno resistito e che senza il flusso di clienti che si genera proprio il mercoledì vedrebbero i propri introiti andare in picchiata altra nota a sfavore il fatto che occupando il parcheggio con le bancarelle degli ambulanti si verrebbe a perdere la funzione primaria dello stesso spazio adibito negli usi allo stazionamento delle automobili la seconda questione che raccoglie l attenzione nei discorsi per strada è il presunto orientamento dell amministrazione nel formulare il nuovo regolamento per l occupazione degli spazi esterni da parte delle attività commerciali o detto in altre parole della possibilità da parte dei bar di mettere i tavolini fuori e ancora una volta il dibattito che divide le fazioni segue due direttrici quella che privilegia la sicurezza e quella che invece salvaguarda la funzionalità e le stesse attività i cambiamenti sembrano infatti tendere verso il divieto nel servirsi di spazi che comportino l attraversamento delle vie davanti alle stesse attività commerciali una condizione che in pratica riguarda tutti i bar di maenza ad eccezione di quello in piazza dal punto di vista del principio quello di evitare motivi di rischio derivanti dal continuo andirivieni da una parte all altra di una strada comunque aperta alla normale viabilità di auto e moto il provvedimento non fa una piega e appare quanto mai legittimo dal punto di vista dei commercianti però è comprensibile la titubanza mostrata in considerazione del fatto che con tale divieto in pratica rende loro impossibile mettere dei tavolini all esterno in vista della bella stagione legittimo invece il dictat di imporre uno standard estetico e funzionale nelle installazioni esterne che dovranno quindi abbellire e arricchire l ambiente circostante anziché deturparlo insomma le gatte da pelare non mancano di certo così come è certo che i tempi per trovare una soluzione a questi interrogativi sono sempre più stringenti segnaletica fantasma in piazza lepri di luca morozzano che succede se uno di fuori che non conosce nulla del paese e viste le strutture ricettive per il pernottamento presenti in loco l ipotesi non solo è plausibile ma già si è pure verificata capita a maenza di martedì in tardo pomeriggio e cerca parcheggio per la sua automobile che il mercoledì si becca la multa per divieto di sosta e sapete perché perché dopo essere arrivato in piazza santa reparata si immette in via circonvallazione e inizia a cercare un posteggio che difficilmente trova visto che lì ci sono le automobili dei residenti continua nel suo giro e magari ai giardinetti sceglie di salire verso il castello giungendo così in piazza lepri dove vede belli e disegnati tanti parcheggi liberi con alcune automobili parcheggiate quelle di coloro che il giorno dopo andranno via sul far del giorno si da un rapido sguardo intorno non vede nessun divieto e decide di parcheggiare lì avviandosi a piedi nel centro storico la mattina però al risveglio quando va per riprendere la macchina ecco che superato l arco della loggia dei mercanti gli si prospetta la triste intuizione le bancarelle del mercato e già il mercoledì mattina a maenza si svolge il mercato settimanale e chi ci abita lo sa ad occhi chiusi chi non è del posto però no di fronte alla visione il malcapitato si affretta a raggiungere la propria automobile che trova lì dove l ha lasciata accanto ad una bancarella che intanto ha piazzato i propri stand come consuetudine e sul parabrezza ci trova una contravvenzione per divieto di sosta a questo punto il malcapitato contravventore si guarda intorno chiede in giro e apprende quello che è scontato c è il mercato e la macchina ovviamente non può stare lì ma la segnaletica che dovrebbe indi10 carlo dov è e poco visibile nient affatto la segnaletica che dovrebbe segnalare il divieto di sosta nei giorni e negli orari del mercato settimanale è del tutto assente e ciò capita da anni visto che i componenti dell associazione del venerdì santo in occasione sella rappresentazione della passione di cristo per una ricostruzione più realistica dei luoghi delle ultime ore del signore l anno rimossa si spera dietro autorizzazione delle autorità preposte passata la festa nessuno si è poi preoccupato di ripristinarla a chi spetta il compito intanto chi non lo sa cade nella trappola anche se scoperto l inganno è facile ravvisare gli estremi per un ricorso dall esito scontato.

[close]

p. 11

sermoneta nei giorni scorsi il consiglio comunale di sermoneta presieduto dal presidente luigi torelli ha approvato il bilancio di previsione 2011 che prevede zero aumenti delle tariffe e mantenimento di qualità e quantità dei servizi erogati lotta all evasione fondi per la sicurezza stradale e per le opere pubbliche attenzione alle scuole alle famiglie ai minori agli anziani ai disabili a spiegare le linee del provvedimento è l assessore alle finanze antonio di lenola un bilancio che risente fortemente dei tagli dei trasferimenti statali 117 mila euro pari al 12 in meno rispetto al 2010 ma questo bilancio è frutto di una seria e responsabile programmazione politica che garantisce alti standard di servizi e interventi in tutti i campi da quest anno l amministrazione ha avviato una decisa azione per contrastare l evasione fiscale su ici e tarsu che ha già dato i suoi frutti nel 2010 per raggiungere l obiettivo di portare a zero l evasione e garantire il principio di equità tra i cittadini si contrasterà anche il fenomeno dei cartelloni pubblicitari abusivi sulle strade comunali per incoraggiare il rispetto delle regole ha spiegato ancora di lenola introiti sono previsti anche dall impianto fotovoltaico che sarà collocato a doganella e che segna l ingresso dell ente nel campo delle energie rinnovabili sulla sicurezza stradale come deterrente viene contemplato lo strumento dell autovelox al fine esclusivo di salvaguardare l incolumità degli autisti e dei mondore@le numero 94 20 maggio 2011 approvato il bilancio di previsione l assessore alle finanze di lenola spiega le linee nessun aumento nonostante i tagli dall alto pedoni che talvolta incolpevolmente sono coinvolti in incidenti stradali i proventi dalle sanzioni saranno reinvestiti nella manutenzione delle strade 50 nel potenziamento della segnaletica stradale 25 e delle attività di controllo 25 in bilancio è previsto un aumento del 9 delle risorse a disposizione della polizia locale per il potenziamento del personale cresciuti del 15 anche gli investimenti nella pubblica istruzione per garantire la manutenzione dei plessi ed il diritto allo studio a tutte le fasce sociali della popolazione scolastica grande sforzo è stato fatto dall amministrazione per i servizi sociali con un +33 delle risorse a disposizione in questa particolare congiuntura sociale ed economica la popolazione deve percepire la vicinanza delle istituzioni locali ha voluto precisare di lenola rispetto al 2010 sono aumentati del 23 anche gli stanziamenti per strade e verde pubblico da segnalare anche l accensione di un mutuo di 407.000 euro per interventi di manutenzione straordinaria delle strade rurali soddisfatta il sindaco giuseppina giovannoli abbiamo prodotto un bilancio di qualità frutto di una programmazione di lungo periodo strategico in previsione della prossima entrata in vigore del federalismo municipale e che ci consentirà di erogare servizi di qualità un lavoro intenso per il quale voglio ringraziare tutta la maggioranza e l ufficio tributi coordinato dal rag vincenzo salmeri roccagorga il calcio prova a rinasce dai piccoli partita una prima squadra del paese iscritta ai campionati federali spazio al settore giovanile dopo le spiacevoli vicende che hanno portato via la squadra di calcio dal campo di roccagorga c è una nuova prospettiva per lo sport locale il duro e costante lavoro dell a.s.d roccagorga calcio inizia a dare i suoi frutti con i buoni risultati in campionato dei pulcini e con il consolidamento delle squadre e della società dopo il primo anno di lavoro soddisfazione dei presidenti tiziano ciotti e gaetano tufano premiati dai risultati che hanno portato alla selezione di tre nostri giovani giocatori nella squadra del frosinone calcio omettiamo i nomi poiché trattasi di minori ma va sottolineato che i tre piccoletti in campo si distinguono per classe abilità coraggio al punto che nelle azioni strappano gli applausi degli avversari ovvio che trattasi di bambini appassionati e dotati tutta la comunità di roccagorga fa loro un grande in bocca al lupo per divertirsi e crescere costruendo un sogno occasione per i piccoli orgoglio dei genitori e di tutti i genitori che vedono i progressi dei figli in campo come nella vita giorno dopo giorno per quest anno gli iscritti sono stati venti divisi tra la sezione primi calci e pulcini la stagione si avvia alla fine ma per settembre ci sono oltre quaranta richieste per la scuola calcio merito della società due volte merito degli allenatori fabio beltrami cui va il ringraziamento dei genitori per la grande competenza professionalità e responsabilità con cui svolge il suo ruolo uomo di grande fair play coinvolge i ragazzi rinnovando i valori positivi dello sport concretamente e quotidianamente nota di merito anche per andrea ciotti collaboratore dedito all allenamento della sezione primi calci nove piccoli diavoli da 4 a 7 anni che esultano per un goal eseguito in esercizio come fosse la finale dei mondiali inutile elogiare la pazienza di andrea ciotti che in pochi mesi è riuscito a far acquisire ai neonati atleti padronanza della palla e tanta voglia di continuare a giocare tutti riconfermati per il prossimo anno buoni risultati anche per gli amatoriacli guidati da adriano cotesta responsabili del settore domenico cammarone e alessandro de nardis le attività della scuola calcio riprenderanno a settembre le nuove iscrizioni e prenotazioni si effettuano il martedì e il giovedì c/o lo stadio comunale r.orsini quest anno i costi sono stati molto contenuti ed anche per il prossimo anno si cercherà di fare una proposta economica così da poter garantire a tutti la possibilità di far parte della squadra i dirigenti ringraziano l amministrazione nella persona dell assessore allo sport mauro ridani per aver concesso l uso della struttura e anche per l impegno a volerne migliorare l impianto e ad accrescerne il valore sociale 11

[close]

p. 12

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 94 20 maggio 2011 premio di rosa continuano le iniziative a sezze presso le colonne di titi in via roma appuntamenti stasera domenica e lunedì nuovi appuntamenti presso le colonne di titi in via roma per il premio luigi di rosa l iniziativa promossa dall associazione culturale araba fenice che sta riscuotendo ampio successo di pubblico a sezze si continua con l incontro previsto per venerdì alle 21 con manlio milani presidente dell associazione casa della memoria 28 maggio 1974 brescia una serata per ripercorrere la strage di piazza della loggia nella quale persero la vita otto persone e ne rimasero ferite centodue a condurre la serata durante la quale è prevista anche la proiezione di un dvd il giornalista luca telese domenica 22 alle 18 è la volta di marco falvella vicepresidente dell associazione humanitas pro humanitate a quest ultima si deve l iniziativa urla nel silenzio un occasione di confronto al di là del colore politico affinché tutte le vittime del terrorismo possano non essere dimenticate insieme ai parenti che chiedono giustizia un momento di riflessione da vivere insieme a ciro palladino salvatore de waure e livio miccoli parenti appunto di vittime del terrorismo di destra e sinistra conduce il giornalista rai giuseppe ardica lunedì 23 maggio alle 21 sarà possibile incontrare invece achille serra ex prefetto romano e sandro provvisionato giornalista televisivo di canale5 presenta la serata il giornalista e scrittore dario petti martedì si passa al cinema con la proiezione di la seconda volta con nanni moretti e valeria bruna tedeschi la storia del prof sajevo e l incontro con lisa ex brigatista che ha tentato dodici anni prima di ucciderlo con un colpo di pistola una riflessione sul senso di quel terrorismo che ha caratterizzato gli anni di piombo presente il regista mimmo calopresti conduce la serata il preside della facoltà di lettere e filosofia dell università di tor vergata rino caputo un altro incontro con la storia mercoledì alle 21 emiliano campoli presenterà un dibattito tra lo storico e scrittore marco clemente vladimiro satta storico e capo archivista del senato della repubblica e il giornalista e scrittore andrea colombo giovedì 26 è la volta del teatro con quando ero piccolo io scusate se sono nato negli anni settanta di e con massimiliano graziuso con andrea biondi ai sintetizzatori e alle tastiere sempre nella stessa sera che prenderà il via alle 21 è previsto l incontro con il magistrato armando spataro e il giornalista de la repubblica eugenio occorsio conduce il giornalista valentino parlato al mat sabato c È famiglie da legare uno spettacolo teatrale in collaborazione con teatronet sul tema del disagio psichico di paola bernasconi mat spazio-teatro e teatronet in collaborazione per una storia tutta da raccontare sabato 21 è infatti di scena famiglie da legare presso il piccolo teatro in via san carlo a sezze inizio ore 21 spettacolo di e con silvia nanni attrice veneta già menzione speciale nel 2004 come migliore attrice premio eti-stregagatto per la regia di rudj maria tudaro disegno luci paolo pellicciaro famiglie da legare è uno spettacolo che fa ridere e piangere insieme nato per sensibilizzare l opinione pubblica a tutte quelle problematiche con le quali convivono le famiglie che hanno al loro interno un problema di disagio psichico un monologo agrodolce sulla scia di un proverbio veneto che così recita el mato fa rider in piaza e pianzer in casa sì perché il matto si vede in giro ma nessuno si chiede come viva la sua famiglia e quali problemi possa avere una realtà poco conosciuta che gordon l amica della protagonista e che racconta fa rivivere attraverso un esibizione che punta ad unire legare appunto tutti gli individui che si ritrovano nella stessa condizione un modo per parlarne e rompere quel silenzio che attutisce tutte le chicchiere sulla malattia mentale divenuta quanto mai attuale con la legge basaglia quella che nel 1978 chiuse i manicomi da allora è ancora difficile trovare una soluzione e sarà la protagonista di questo racconto a far vedere una delle situazioni nelle quali ci si può ritrovare quella in cui dopo anni di sconforto e frustrazione una donna possa sfidare la psichiatra del centro di salute mentale che ha in cura il padre malato cronico un appuntamento che l associazione matutateatro ha particolarmente a cuore data l esperienza di teatroterapia con il progetto valige nato nel 2004 da una collaborazione con il dipartimento salute mentale della asl di latina da qui sono nate tre compagnie e tredici spettacoli che hanno visto protagonisti i pazienti della comunità di santa fecitola 12 e dei centri diurni di latina priverno e terracina il teatro con i pazienti psichiatrici è un fatto d arte prima ancora che un fatto terapeutico ed è un fatto terapeutico proprio perché è un fatto d arte scrive titta ceccano responsabile insieme a julia borretti del mat i pazienti una volta entrati in teatro sono degli attori o meglio dei compagni di lavoro con i quali condividere tante cose prima fra tutte il sudore È grazie alla fatica e al sudore comune che si può creare un gruppo.un gruppo fatto di persone diverse ma in teatro ogni diversità è una peculiarità una specificità in definitiva un valore l attore diverso se vogliamo dis-abile ha proprio in quel suffisso dis la sua forza poiché quel suffisso è la spia di una maggiore sensibilità verso ogni aspetto della vita il teatro dunque come opportunità di mettere in forma la creatività vitale che sprigiona ogni essere umano e se è vero secondo il rapporto 2001 dell organizzazione mondiale della sanità che una persona su quattro è o sarà affetta da un qualche disturbo mentale nel corso della sua vita vedere famiglie da legare assume tutto un altro valore.

[close]

p. 13

cultura di mario giorgi mondore@le numero 94 20 maggio 2011 la sagra della mozzarella e dell olio a priverno sedicesima edizione per l evento agroalimentare diventato appuntamento d eccezione tutto è pronto a priverno per la xvi edizione della sagra agroalimentare che quest anno si terrà domenica 22 maggio nell incantevole piazza del comune piazza giovanni xxiii del centro collinare lepino la manifestazione dedicata alle prelibatezze del territorio lepino dà spazio ai primati gastronomici della zona la mozzarella di bufala e l olio extravergine di oliva prodotti ormai dotati del marchio dop il nostro territorio ha sottolineato il presidente della pro loco che ha organizzato la manifestazione mettendo in campo smisurate dosi di passione ed entusiasmo nunzia macci vanta raffinatezze gastronomiche dal gusto naturale e delicato frutto della sapienza antica delle nostre donne che riesce a conquistare anche i palati più esigenti come ogni anno non mancheranno ovviamente gli stand gastronomici dove sarà possibile gustare i prodotti tipici locali della dieta mediterranea riconosciuta patrimonio immateriale dell umanità dall unesco ma anche ammirare l esposizione di prodotti dell artigianato locale un attività che negli ultimi decenni ha registrato un lento declino ma che oggi sta avendo una importante rivalsa che la modernità non sembra in grado di riuscire a cancellare la degustazione dei prodotti della gastronomia privernate è prevista per le ore 13 di domenica 22 maggio e sarà preceduta dalla presentazione presso la sala delle cerimonie del palazzo comunale dei lavori di ricerca sull ulivo e l olio realizzati dagli alunni della scuola primaria del primo circolo didattico don andrea santoro plesso di san lorenzo che va sotto il simpatico quanto significativo titolo il mondo di ulivotto viaggio nel mondo dell olio il tutto sarà accompagnato ancora una volta da spettacoli ed esibizioni di artisti locali per grandi e piccini proposti in diverse fasce orarie per vivacizzare la giornata dei partecipanti all evento da non perdere il concerto del gruppo soul machine una jazz band locale che avrà inizio intorno alle 18 e chiuderà la giornata con brio l iniziativa si presenta anche come un occasione per conoscere e ammirare le bellezze artistiche architettoniche e culturali che la città di priverno che si fregia dell appellativo di città d arte possiede e vanta a disposizione per i gruppi e le associazioni di camperisti ampi spazi per la sosta 13

[close]

p. 14

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 94 20 maggio 2011 appassionati delle due ruote a latina all area fiere della ex rossi sud si tiene il i° motoraduno nazionale organizzato da i tuareg un fine settimana tutto dedicato agli appassionati della due ruote a latina e precisamente presso l area fiere ex rossi sud a borgo san michele si svolge infatti il 1° motoraduno nazionale dal 20 al 22 maggio organizzato dal motoclub latina i tuareg una tre giorni che si apre oggi alle 19 ed inaugura le serate musicali con gli zzwhat cover band degli zztop a cui seguirà un altro concerto dal vivo con tony riggi e gli streaming per sabato prevista invece una giornata intera di iniziative che vedrà l apertura degli stand alle 10 ed immediatamente dopo alle 11.30 una visita guidata del lungomare pontino con aperitivo a borgo hermada dopo il pranzo alle 16 chi è interessato potrà partecipare al camel tour ingresso 10 euro scegliendo tra una visita a piana delle orme oppure un altra al lago di ninfa per prenotarsi basta inviare un email a cameltour@virgilio.it il pomeriggio alle 18.30 si potrà invece assistere all esibizione dei lupi volanti gruppo sportivo appassionato di mountain bike e freeride alle 20 dopo la cena si esibiranno le dragqueen burningsister accompagnate dal gruppo rock ilprimogrado formato dagli alunni della scuola media leonardo da vinci di latina gran finale con il concerto dei bluesbeers per domenica 22 largo alla sfilata dei mezzi con la parata motociclistica che prenderà il via alle 11.30 un susseguirsi di vespe auto e moto d epoca scooter lambrette e chi più ne ha più ne metta una giornata all insegna della musica con inizio alle 19 con i vivavoce cover band della disco music anni settanta ci si saluta con bruno setini e la banda degli ex sulle note delle più belle canzoni italiane degli anni sessanta e settanta se volete altre informazioni e restare aggiornati visitate il sito del club www.ituareg.it 14

[close]

p. 15

musica di marco fanella mondore@le numero 94 20 maggio 2011 a lezione di chitarra da guthrie govan il chitarrista con la sua suhr un amplificatore e tre pedali a terracina per un seminario che roba ciao a tutti avidi consumatori di note musicali anche questa settimana torna l appuntamento con la musica questa volta dopo avervi fatto un reportage del concerto dei queens of the stone age proseguiamo il discorso della recensione di eventi andando a parlare di un bellissimo seminario di chitarra elettrica tenutosi in quel di terracina precisamente allo stonehenge pub noto locale di musica live della zona ci tengo molto a parlare di questo seminario in quanto appassionato di chitarra ma soprattutto mi va di spendere due parole su uno che da più parti è considerato tra i migliori chitarristi elettrici del pianeta il signor guthrie govan certo per molti di voi questo nome non significa nulla ma a parlare di lui sono le riviste specializzate del settore e gli addetti ai lavori e ne parlano tutti in termini molto positivi detto questo entriamo nel locale e vediamo cosa è successo domenica 15 maggio la giornata è uggiosa e un po fredda ma le premesse sono ottime parecchi chitarristi della zona alcuni molto giovani e ciò fa ben sperare si chiacchiera come al solito di pedali amplificatori chitarre insomma i soliti discorsi da malati della seicorde poi arriva il momento atteso dopo un pò di soundcheck ed una scarna ma efficace presentazione ecco salire sul palco mister govan munito di chitarra una bellissima suhr dall aspetto in bilico tra tradizione e modernità amplificatore e una pedaliera fatta col vassoio di plastica stile mc donald lui infatti si giustifica dicendo parole sante che gli piacciono le soluzioni semplici ed economiche il tempo di due battute in stile tipicamente british è inglese purosangue e si parte con un suo pezzo dal titolo sevens nella canzone sentiamo accenni al rock progressivo dovuti all utilizzo di tempi dispari ma l esecuzione ha una verve tipica dei grandi chitarristi rock quelli sangugni però l esecuzione dei suoi brani è intervallata da una serie di domande da parte del pubblico domande a volte ridondanti di che legni è fatta la tua chitarra a volte molto profonde e quasi filosofiche cosa suoni quando improvvisi il tutto condito da un sorriso incollato sulla faccia di guthrie e battute a bizzeffe sempre con quella tipica attitudine pacata inglese il signor govan ha una sua visione personale dello strumento e dello studio di esso pur ammettendo di aver iniziato a suonare da piccolissimo a tre anni per l esattezza non è un amante degli esercizi di riscaldamento piuttosto prende la chitarra ed inizia a suonare ovviamente senza forzare troppo è pur sempre un uomo o forse un alieno la sua perizia tecnica è disarmante come lo è la sua padronanza di ogni stile musicale passa con disinvoltura da fraseggi degni di b.b king fino all heavy metal più duro dallo stile melodico e raffinato di joe pass grandissimo chitarrista jazz al country al funk il tutto eseguito utilizzando un suono consono ad ogni stile affrontato e qui viene il bello o brutto a seconda di come uno la vede il prode guthrie ha fatto uscire ottomila suoni diversi e tutti credibili utilizzando una chitarra un amplificatore e tre pedalozzi ammucchiati in una pedaliera sgangherata ha insistito più volte sul fatto che con una chitarra ed un ampli si possono ottenere tantissime sfumature sonore basta andare a cercarle basta muovere le manopole e le mani ha sbalordito tutti con la sua abilità ed il suo gusto ma soprattutto con la sua simpatia ed il suo genio meditate chitarrofili meditate a sermoneta tra le note del maggio e l ecologia di paola bernasconi terza settimana del maggio sermonetano continuano infatti le iniziative promosse dall associazione culturale suono parola immagine in collaborazione con l assessorato cultura e turismo di sermoneta per domenica 22 sono previste una serie di iniziative che prenderanno il via alle 17.30 in corso garibaldi con un laboratorio di pittura dedicato ai bambini tenuto da riccardo chirici contemporaneamente presso la loggia dei mercanti chi vuole potrà assistere alla sesta edizione di silenzi in forma di poesia 2011 l arte sarà in strada per mostrarsi in tutte le sue forme si esibiranno i poeti cristina annino maria pia quintavalla ida travi jonida prifti leone d ambrosio costanzo ioni vanni schiavone e canio loguercio alla musica penseranno marcello ballardini con il suo didjeridoo alfonso d amore alla chitarra blues e gianni siracua alla voce e liuto previste infine delle installazioni a cura di bianca madeccia e rebecca giobbe onda donna associazione culturale e amaro ammore di canio loguercio maria grazia calandrone tiziana cera rosco antonella bucovaz rita bonomo paola silvia dolci e mariangela guatteri in piazza san lorenzo continua la musica con i delta rives blues che vedono costantino raponi all armonica e alex cipollari alla chitarra la sera alle 20.30 ci si può invece trasferire alla torre nuova per ascoltare il concerto dei briganti di frontiera sul palco si esibiranno federico iacovacci alla fisarmonica e organetto fabio pannozzo con mandola e mandolino manuela mastrobattista alla voce stefano moschetti alle chitarre antonello rosati alla voce e chitarra e ettore panno con percussioni e voce e mentre il maggio sermonetano continua l assessorato all ambiente del comune dà il via all iniziativa un albero per ogni neonato un albero dedicato al proprio figlio ha spiegato il delegato all ambiente mauro battisti un albero di famiglia che crescerà e contribuirà alla costituzione di un parco un bellissimo esempio di civiltà un altro tassello che contribuisce a sviluppare un diffuso senso di comunità con attenzione all ambiente sarà così che i nati a sermoneta nel 2008 e nel 2009 ed entro l anno anche i nati fino al 2011 avranno un loro albero un progetto che vede la collaborazione del corpo forestale dello stato che ha consegnato circa 300 piante della specie quercina un modo nuovo ed originale per formare una coscienza collettiva attenta alle tematiche ambientali basti pensare che ogni albero può fornire abbastanza ossigeno per dieci persone e assorbire da 7 a 12 kg di emissioni di co2 all anno a ciò va aggiunta la capacità di ridurre l inquinamento acustico ed un risparmio energetico sino va valori che toccano il 10 15

[close]

Comments

no comments yet