Pinocchio3A-3B

 

Embed or link this publication

Description

I bambini delle classi terze della Scuola Primaria di Oriolo R. presentano: "In viaggio con Pinocchio"

Popular Pages


p. 1

I bambini delle classi terze della Scuola Primaria di Oriolo Romano presentano: Descrizioni Disegni Filastrocche Curiosità su quel birichino di un burattino che tanto ci assomiglia e sui personaggi incontrati durante la lettura di questo fantastico romanzo.

[close]

p. 2

Pinocchio I personaggi della storia di Pinocchio sono tanti. Tutti belli, ma per noi il più affascinante è Pinocchio, il protagonista. E noi lo immaginiamo così: il nostro burattino è fatto di legno duro, ha le gambe magre, possiede delle orecchie piccine, piccine che a occhio nudo non si vedono neanche. Quando dice le bugie, il naso si allunga cinque centimetri, ha indosso un vestitino di carta fiorita, un cappellino di mollica di pane e le scarpe di corteccia

[close]

p. 3

d’albero. E’ birichino e molto monello e se gli succede qualcosa incomincia a piangere subito. E’ molto disubbidiente, ma è allegro e simpatico. E’ alquanto ingenuo e si lascia ingannare facilmente da quei due furbacchioni del Gatto e la Volpe. Ai nostri giorni ancora ce ne sono tanti di “Pinocchi”, perché dentro di sé ha le qualità belle e brutte di ogni bambino. Lavoro di gruppo: Margherita, Gabriele e Diego.

[close]

p. 4



[close]

p. 5

Mastro Geppetto Tra i personaggi del libro “Pinocchio” abbiamo Geppetto. Noi lo immaginiamo così. E’ un omino di media statura, indossa una vecchia casacca di fustagno, tutta toppe e rammenti, ha dei pantaloni da lavoro; indossa sul suo naso rosso degli occhiali rotondi; porta delle scarpe usate, bucate di cuoio. Indossa una parrucca tutta gialla che scelto il dolcissimo Mastro

[close]

p. 6

assomiglia moltissimo alla polentina di granturco. Ha un cuore buono e generoso, è poverissimo ma, nonostante tutto, è sempre pronto ad aiutare e perdonare Pinocchio. Ai giorni di oggi, secondo noi, Geppetto assomiglia ad una persona anziana, poverissima, che vaga per le strade ma viene soccorso dai bambini dal cuore d’oro. Lavoro di gruppo: Maria Sole, Guglielmo, Valerio e Alice.

[close]

p. 7



[close]

p. 8

Il grillo parlante Il libro di Pinocchio ci è piaciuto molto. In questo libro stupefacente, ci sono vari personaggi, quello che ci ha interessato di più è stato il Grillo Parlante. È un insetto che ama stare sulle pareti delle case. Noi lo immaginiamo così: tutto verde con delle sfumature marroni e gialle, due antennine che captano quello che succede nel mondo, ecco perché è così saggio! Lui che è paziente e sincero, dà sempre consigli a Pinocchio ma, quel bricconcello, per rispondergli gli lancia

[close]

p. 9

un martello e lo schiaccia sulla parete, ma gli sta tanto a cuore la sorte di Pinocchio che perfino la sua anima continuava a dargli dei consigli. Ai nostri giorni, il Grillo, lo paragonerei a mio nonno che mi dà tanti consigli. Lavoro di gruppo: Andrea A., Jamila, Andrea N., Carla e Riccardo D.

[close]

p. 10



[close]

p. 11

La fata dai capelli turchini Nella storia di “Pinocchio” ci sono molti personaggi, ma quello che ci ha colpito di più è stata la Fata dai capelli Turchini. È una fata molto giovane, dalla pelle come la cera, ha i capelli turchini, che le danno un’aria particolare. Il suo carattere è paziente, affettuoso e amorevole e se qualcuno le chiede un favore, per la sua gentilezza non dice mai di no! La fatina è anche molto severa perché cerca di far crescere Pinocchio

[close]

p. 12

come un educato e bravo studente. La fatina è di statura molto bassa. Prova, fingendo di essere morta, a far capire a Pinocchio in quali guai che si è cacciato. Ai nostri giorni la fatina assomiglia a quelle mamme che sostengono sempre i loro figli e li educano per essere bambini seri e bravi. Lavoro di gruppo: Edoardo, Andrei, Luca F. e Orsola

[close]

p. 13



[close]

p. 14

Mangiafuoco Il libro di Pinocchio è molto affascinante ed ha dei personaggi molto interessanti ma quello che ci ha attirato di più è Mangiafuoco. E’ un omone gigantesco e molto paffutello, ha una barba nera come il carbone e lunga come un fiume che va verso il mare. Ha la bocca grande come un forno, tanto che poteva mangiare un montone intero. I suoi occhi sembrano due palle di fuoco, ed è pronto a lanciare fulmini verso i suoi

[close]

p. 15

burattini indisciplinati. Sembra un uomo spaventoso, ma in fondo non è cattivo e nella storia si capisce quando starnutisce vuol dire un segno di pace. Prima verso Pinocchio era brusco ma poi è proprio lui a regalargli cinque zecchini d’oro per aiutare Geppetto. Ai giorni nostri pensiamo che Mangiafuoco assomiglia ai nostri papà che quando si arrabbiano urlano tirando fuori scintille ma in realtà sono molto buoni. Lavoro di gruppo: Luisa, Sofia, Luca Fontana, Thomas, Tommaso.

[close]

Comments

no comments yet