CHAPITEAU 3

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

1

[close]

p. 2

chapiteau la rivista del circus news 3° numero ­ anno 2 ­ 2011 da leggere online in modo completamente gratuito 2

[close]

p. 3

1 darix togni un grande uomo del circo 2 nevia togni racconta darix 3 circo europa la famiglia minetti 4 intervista ad hilary minetti 5 kodanty mexican circus 6 intervista a moira junior orfei 2 parte 7 pippi calzelunghe show con krassym 9 quando il circo fa bene alla salute 10 giocoliera per passione 11 il circo e i miei ricordi 12 il circo e la sua importanza nel cinema pag pag pag pag pag pag pag pag pag pag pag 8 embell riva il super circus delle meraviglie pag 4 6 9 11 13 16 18 20 24 26 31 33 3

[close]

p. 4

darix il terzo figlio di ercole togni e caterina barbera fu lui insieme al fratello a convincere il padre e gli zii che nonostante la crisi di quel periodo cioè intorno al 1938 bisognava andare avanti e crederci ancora infatti poi fondò il circo nazionale togni da questa imposizione lui allora sedicenne rinnovò il circo portando nuovi numeri tra cui le piramidi equestri accanto ai fratelli wioris e teresa alla moglie fiorenza colombo e ha liliana casartelli ai cugini e allo zio ugo miletti darix diventò poi un grande domatore un grande uomo valoroso prode temerario lui che sfidò la morte con le sue prodezze dove a nessun comune mortale risultava possibile lui nel circo era nato e nella sua pista aveva di tutto dai volteggi a cavallo al trapezio volante al clown allammaestratore di cavalli e di elefanti che condusse persino nella memorabile traversata delle alpi del 1959 egli apparteneva a quella fascia di storia che produsse autentiche icone da consegnare allattualità ad esempio il trio fratellini eugen weidmann alfredo codona enrico caroli ma lui era uno degli artisti circensi più completi del mondo la sua fama maggiore laveva avuta come addestratore di felini per tanti anni con il suo gruppo di felini le tigri siberiane ha stupito ed emozionato tutti per questo si può dire che lui è forse il solo signore dei felini che litalia abbia 4

[close]

p. 5

mai avuto e scritto nelle pagine della storia e da cui gli altri presero esempio darix era un leader naturale infatti a sedici anni nel 1938 quando il circo era alla rovina lui si prese la responsabilità di dire che bisognava andare avanti e riuscì a convincere anche i vecchi del circo e infatti riuscì nellimpresa darix fu protagonista nei numeri di uomini volanti assieme ai cugini angly e cesare togni lo si vide anche accanto allo zio ugo togni nel numero delle pertiche fu abile anche come saltatore trampoliere clown indimenticabile nel numero dei sorellini con il fratello wioris e francesco medori successivamente domatore di elefanti abilità ereditata poi dal figlio corrado darix fu tutto questo prima di quella fatidica sera in cui il circo togni si vide protagonista alle prese con la fuga del domatore baylo che fino a quel giorno aveva presentato un numero di sei leoni fu proprio in quella sera che si rese conto dellimportanza di quel numero verso il pubblico perciò decise di munirsi di frusta e di entrare nella gabbia per la prima volta nella sua vita con questo gesto darix intraprese la strada del domare animali ma fu solo nel 1946 che nella gabbia accanto a tigri del bengala portò a termine un numero eccezionale con il suo capolavoro immortale che darix passò alla storia come domatore del secolo dal titolo che il giornalista enrico bassano diede all articolo che comunicava al mondo la notizia della sua morte vari titoli di giornale annunciavano la sua morte dicendo ottimo artista ed eccellente 5

[close]

p. 6

direttore maestro nel saper parlare con gli animali uomo pacato privo di boaria una miniera di buon senso e di realtà sempre pronto a difendere il suo circo e portarlo avanti al meglio uomo tanto amato per aver saputo costruire limmagine sicura ed il punto di riferimento esatto tra il mondo del circo e luniverso degli spettatori questi sono alcuni pensieri che i giornalisti scrissero per lui il ricordo degli altri circensi è racchiuso in quel silenzio che il 15 ottobre del 1976 li fece chiudere di improvviso assieme per commemorare la morte di un grande uomo che era diventato di tutti tutto questo era darix togni un uomo stroncato alletà di 54 anni da una leucemia fulminante lunica belva che non era riuscito a domare il principe delle tigri lasciava in eredità la sua arte il suo amore per il circo la famiglia e fortemente per il suo pubblico che andava a vedere il suo circo darix lascia la moglie fiorenza colombo i figli danila livio corrado davio e nevia togni tutti grandi artisti e proprietari di circhi questo articolo è dedicato a lui grande uomo del circo ma soprattutto alla figlia di darix nevia togni amica che stimo e ammiro con tanto affetto nevia togni racconta darix tuo padre è morto con queste poche parole pesanti come macigni mi è stata comunicata la sua scomparsa ero una bambina di 12 anni e non sapevo cosa lui rappresentasse per l opinione pubblica e per il mondo dello spettacolo capivo soltanto di avere perso non solo mio padre ma molto di più ho passato tanti anni a raccogliere le sue foto ogni frammento di giornale vecchi filmati e quant altro potesse riguardarlo forse nel tentativo di tenerlo in vita nel mio cuore e nei miei ricordi aveva 54 anni e avrebbe 6

[close]

p. 7

potuto dare ancora tanto non solo a chi lo amava ma anche al circo che grazie a lui aveva goduto anni di successo registrando un grande consenso di critica e di pubblico darix togni ha lasciato una traccia indelebile nella storia del circo internazionale perchè non è stato soltanto una grande artista ma anche un grande uomo ha costantemente percepito l esigenza di proporre idee sempre nuove e coinvolgenti riuscendo a portare in scena spettacoli di successo che hanno fatto di lui un uomo di spettacolo e un protagonista ancora ineguagliato quello che ha prodotto durante la sua vita artistica è reperibile facilmente attingendo alle innumerevoli fonti bibliografiche che lo riguardano quindi preferisco limitarmi a fornire la mia testimonianza di figlia quando sono nata io nel 1964 lui era già un uomo maturo e per questo ritengo che mi abbia dato quanto di meglio un padre possa dare ricordo un papà sempre presente e protettivo più di chiunque altro aveva sempre mille cose da fare e tanti problemi da risolvere ma trovava comunque del tempo da dedicarmi nonostante il successo e la fama è sempre rimasto un persona modesta solidamente legato al suo ruolo e alle sue responsabilità nei rapporti interpersonali quotidiani ha dimostrato di sapere rispettare il lavoro di tutti e a tutti si è sempre rivolto con gentilezza e garbo senza mai farsi prendere dalla vanagloria consapevolmente orgoglioso delle sue umili origini ha sempre vissuto con rammarico la carenza di cultura scolastica e per questo che avrebbe voluto per me una completa formazione culturale e nella sua visione del futuro aveva intuito l importanza della conoscenza come mezzo fondamentale di affermazione e crescita ricordo la sua gioia di vivere e la sua semplicità dismesso il costume di scena da gladiatore ritornava ad essere un uomo semplice e un papà le trattorie senza tanti fronzoli erano le sua preferite e lì lontano dai riflettori insieme alla sua famiglia amava confondersi con quella che lui considerava la vera umanità io ho lavorato in circo fino all età di 23 anni cercando di mettere a frutto gli insegnamenti acquisiti come sempre succede in circo mi sono occupata praticamente di tutto dall alta scuola alla fonica dal trapezio alla clowneria dalla sartoria alla 7

[close]

p. 8

scenografia l ho fatto con impegno e dedizione contribuendo al successo degli spettacoli prodotti dalla mia famiglia ma ad un certo punto mi sono resa conto che quello che stavo facendo non mi bastava mio padre avrebbe voluto per me un percorso di vita diverso e più completo mi sono spostata e sono andata via da quel mondo che senza mio padre non era più lo stesso ho ripreso gli studi e mi sono laureata in storia dell arte con una tesi sulla storia del teatro e dello spettacolo da oltre venti anni mi dedico alla pittura senza trascurare i miei due figli e mio marito che aiuto nella gestione del suo studio medico ho fatto diverse mostre e altre ne farò perchè amo la vita e ho capito che la vita imita l arte più di quanto l arte non imiti la vita nevia togni circo darix togni ­ napoli ­ 1996 8

[close]

p. 9

latmosfera e bellissima hilary minetti mi racconta la storia della sua famiglia attraverso le parole del padre e della nonna nel camper vicini a lei io infatti sono geloso perché non mi trovo li ad assistere di persona alla storia le origini della famiglia minetti iniziano molto tempo fa infatti si parla dellottocento quando gli antenati di hilary di origine udinese lavoravano nelle piazze con gli orsi il bisnonno di hilary giuseppe minetti intanto assieme a suo padre domenico minetti fondarono il suo primo circo chiamato circo ginnico minetti in seguito con la guerra mondiale il padre domenico minetti morì così il bisnonno si unì alla famiglia la veglia fondando un altro circo il carovana bianca il bisnonno si sposò e diede alla luce 5 figli domenico romolo giuseppe elena olmpia il primogenito domenico lavora nel circo per oltre 20 anni poi fonda da solo il circo rois invece romolo morì disgraziatamente alletà di 33 anni giuseppe nonno di hilary rimane nel circo in un primo momento invece la sorella elena si sposa con ercole sgritta un famoso clown dellepoca detto bombicchio olimpia sposa il falegname pasquale la veglia e nel 1960 circa lei fa sciogliere la società che era con gli altri due fratelli giuseppe e olimpia perché con dei sotterfugi fece firmare delle carte sulla fiducia dichiarando che il proprietario era morto ed era tutto di suo marito pasquale la veglia così rimasero solo loro e iniziarono il circo dei la veglia giuseppe sposa francesca sabinos e girano per litalia facendo gli artisti in vari circhi italiani lui faceva il bambù sostenuto con i denti e il trapezio lei invece faceva i volteggi a cavallo in 9

[close]

p. 10

seguito poi lavorarono anche nelle giostre per poi unirsi al fratello di lui domenico del circo rois e li rimangono per un periodo di tempo giuseppe minetti insieme alla moglie francesca sabinos aprono un loro complesso da soli il circo silver show intorno agli anni 1979 naturalmente insieme ai 6 figli che sono davide il padre di hilary romolo franco donald moreno e giada il circo girava per lo più in campania o nel lazio ed era di medie dimensioni gli animali erano scimmie,cavallini e serpenti davide il primogenito faceva il rullo tarzan e il bambù romolo faceva il bambù insieme al fratello e il clown franco le verticali e il trapezio donald e giada facevano gli equilibristi sulla scala moreno il clown insieme al fratello e un pò di tutto così arrivò il momento che fu fontato il famoso circo europa minetti successivamente davide si sposò con manuela gagliardi ercolani e nacque hilari minetti nel 1981 romolo sposa gudy kost e nasce sharon minetti e clark minetti scomparso poi dopo solo otto mesi franco sposa leila mota moreno e nascono ashanty denise e endriu donald sposa cristina bucci e nascono joseph,taylor e dylan moreno sposa antonella piazza e nascono janira juna e jasmine scomparsa purtroppo solo dopo un anno giada sposa graziano ciriello e nascono vittorio e jocelyn romolo minetti scompare nel 1994 franco e donald minetti sono attualmente in spagna e fanno gli artisti per vari circhi italiani ed esteri moreno minetti anche lui attualmente in sicilia col circo martin show davide il padre di hilary porta il circo europa in giro con i fratelli giada e graziano fino al 2004 poi per tre anni girano insieme ai famigliari come artisti in vari circhi italiani per poi nel 2007 riaprire il fantastico circo europa il circo europa gira nel meridione e in grecia per poi rientrare in italia entrando in società con il circo di praga della famiglia monti e con la famiglia nicolay del circo montecarlo poi arrivano in calabria nel 2008 col proprio circo ed attualmente si trovano in provincia di benevento in campania attualmente il circo è di proprietà di hilary minetti gestito dalla sua famiglia e dagli zii giada la sorella del padre e graziano ciriello il circo è composto da 12 persone di cui 9 di loro più due ragazzi e una ragazza che li aiutano 10

[close]

p. 11

il loro spettacolo dura circa un ora e mezza ed è composto dai seguenti numeri -parodia con i mantelli piu hula hoop -il giocoliere chicco di 11 anni ­clown -fantasia orientale con serpenti -mano a mano -pony alta scuola -triangolo aereo ­spiderman -magia -trampolino -finale tutti gli artisti in pista inoltre il circo possiede un pony ed un cavallo un serpente di 5 metri dei colombi e un lama breve intervista ad hilary minetti diego come vive un circense in genere hilary un po come tutti dipende,chi si alza e va in giro per i paesi e le città a fare spese chi invece fa le prove chi va a distribuire biglietti chi porta i bambini a scuola diego a proposito di scuola come si fa visto che girate sempre hilary ci si iscrive il bambino il primo giorno e lultimo giorno che si va via si lascia un attestato di frequentazione a fine anno si vede questa specie di registro e si fa una valutazione 11

[close]

p. 12

diego come vi preparate prima dello spettacolo hilary dipende dai compiti io mi trucco e mi preparo poi accendo la musica nel circo e apro la cassa gli altri in genere prendono il caffè diego le prove quando avvengono hilary dipende chi non và a scuola la mattina altrimenti gli altri il pomeriggio diego di solito quando si cena hilary tardi dopo lo spettacolo diego come si decide per le piazze hilary di solito le decide mio padre davide è un valido segretario e da anche consigli ad altri diego quanto pagate per il posteggio nei comuni hilary si paga in base alle piazze e al metraggio diego chi decide le musiche e la scaletta hilary le musiche le sceglie lartista che fa il numero se non vanno bene alla direzione che non li associa allo spettacolo si cambiano insieme la scaletta viene decisa prendendo in considerazione il livello dellattrazione la velocità e i tempi di preparazione quando un attrezzo ci vuole per montarlo in pista o portarlo si trova un diversivo tipo il clown che dire per me questa e stata una bellissima esperienza emozionante,quando mi veniva raccontata la storia io sognavo e la immaginavo come se lavessi percorsa veramente io non finirò mai di ringraziare hilary il padre e la nonna che sono stati gentilissimi e molto pazienti con me 12

[close]

p. 13

il circo mexican è diretto dalla famiglia codanti una dinastia che nasce da unantica famiglia di perugia nella seconda metà dell ottocento paolo codanti il capostipite si innamora della sua governante tedesca,così un giorno lasciano la loro casa per girare il mondo ma in russia precisamente a mosca lui paolo perde la testa per unartista circense birina pruskovia,così lascia la governante tedesca i due si sposano e dalla loro unione nascono tre figli anatoli alessandro ed ernestina paolo per tanto tempo lavora al circo stabile di mosca mentre il figlio anatoli diventa un bravissimo giocoliere lavorando in teatri e circhi di tutta europa ancora infatti nel museo degli artisti di sofia vengono conservati i suoi costumi ed attrezzi laltro fratello alessandro invece diventa un ottimo antipodista negli anni quaranta ritornano in italia alessandro si sposa con lidia errani la sorella di silvano e leandro errani e dalla loro unione nascono due figli paolo e carlo codanti che in seguito diventano ottimi artisti e lavorano in teatri di tutta italia con personaggi famosi dellepoca come claudio villa nilla pizzi daniele piombi e i mitici franco e ciccio nel 1965 i due fratelli codanti decidono di aprire un circo nasce così il circo kodanty che girerà per tutta italia per un ventennio nel loro circo i due fratelli si cimentano paolo nella giocoleria nel ciclismo acrobatico e come domatore di leoni carlo invece nellantipodismo nel ciclo acrobatico e nelladdestramento dei cavalli il circo kodanty fino agli anni 80 viaggia con un vasto e variegato zoo nel quale è possibile ammirare lippopotamo cammelli leoni un gorilla molte scimmie oltre ad un grande rettilario con 13

[close]

p. 14

coccodrilli e parecchi serpenti nel 1968 paolo codanti sposa miranda bobba e dalla loro unione nascono paolino,jarno e clay carlo laltro fratello sposa negli anni 70 manuela bosi rossetti loro anche mettono al mondo tre figli alex alan e heidi verso la fine degli anni 80 decidono di cambiare insegna il circo kodanty diviene mexican circus i figli di paolo crescono e diventano degli ottimi artisti che tuttoggi e possibile applaudirli nella pista del loro circo paolino continua la tradizione di famiglia come clown e ciclista acrobatico si sposa con dida casu e dalla loro unione nascono nicole unica femmina della nuova generazione codanti che oltre ad esibirsi in pista con un numero di hula hoop frequenta anche il liceo artistico thomas che si rivela già un bravo giocoliere jarno poi si sposa con debora pivetta dalla loro unione nel novembre del 2008 nasce jaden clay invece si specializza nelladdestramento degli animali oltre ad essere il divertente clown cariola che attualmente diverte grandi e piccini ad ogni spettacolo nel 2001 il mexican circus subisce una trasformazione e diventa un circo a 2 piste la tradizionale pista rotonda diventa rettangolare e ne viene aggiunta una rialzata tuttoggi il circo viaggia sotto il nome di mexican circus portando di città in città uno spettacolo di allegria e presentando le più moderne attrazioni pur conservando le tradizioni circensi della dinastia codanti il mexican circus kodanty oggi il circo propone uno chapiteau giallo e rosso di 22 metri a 2 antenne senza contropali i mezzi ora sono bianchi con banda gialla si accede al circo da un ingresso coperto quindi passando dalla zona bar linterno del circo è ben sistemato e confortevole opposto alla tribuna troviamo la pista i piedi della tribuna sono ricoperti da un tessuto rosso lacustica ottima ed un parco luci allaltezza dello spettacolo 14

[close]

p. 15

lo spettacolo viene presentato da paolo codanti la sua voce è quella di sempre impostata e senza flessioni entrano in pista per primo i cavalli bellissimi e ben addestrati di paolo kodanty poi è la volta del bravo giocoliere jarno kodanty successivamente arrivano i comici piatti presentati dal bravissimo clown carriola e ancora la pista si colora di mistero con gli allyson bravissimi trasformisti con costumi di seguito la pista viene sgombrata per dare spazio agli animali esotici che incantano tutti grazie alla maestria di jarno kodanty poi è la volta del fuoco e del coraggio arriva il fachiro allyson con i suoi esseri striscianti che anticipano una pausa poi si ricomincia con la magia del trio jaden per poi passare ad un numero strano ossia il mistero delle maschera presentato da gabriel infine a rallegrare tutti arriva lui il taxi comico di birillo che porta al termine dello spettacolo con tutti gli artisti in pista che ringraziano il pubblico per la loro presenza e con la speranza che lo spettacolo sia stato ben gradito invece io saluto con un affettuoso abbraccio questo circo e la famiglia che lo gestiste i codanti e gli auguro sempre un grande successo visto la loro passione per il mestiere e il loro impegno soprattutto di jarno e clay che con i genitori formano una famiglia affiatata e l impegno che i ragazzi dedicano al circo di famiglia è lodevole dallallestimento del circo alla pubblicità allo spettacolo sono pochi i momenti liberi durante la giornata ma questa loro energia nasce dallamore per il circo 15

[close]

Comments

no comments yet