Catanzaro City Magazine GENNAIO 2016

 

Embed or link this publication

Description

Mensile indipendente di attualità, cultura, news, sport, rubriche e servizi utili

Popular Pages


p. 1

MENSILE INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE ATTUALITÀ CULTURA SPORT RUBRICHE SERVIZI UTILI Mensile indipendente di informzione, attualità, cultura, sport, rubriche e servizi di pubblica utilità ANNO IV N.RO 28 GENNAIO 2016 € 0, 50 Ottimo lavoro Mister Erra SPORT EVENTI Supercinema, su il sipario Dall'Aglio... olio e peperoncino MUSICA Quelli della San Giorgio AMARCORD Un lungo lungomare AMBIENTE

[close]

p. 2

2 UTILITÀ

[close]

p. 3

SOMMARIO EDITORIALE 4. Buon2016 | di Pino RUGGIU RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO 6. Fanno sempre come gli pare | di Gian Paolo STANIZZI BREVI 8. Linea diretta con il Comune | la REDAZIONE EVENTI 10. Supercinema, su il sipario | di Antonio LUDOVICO AMBIENTE 12. Un lungo lungomare | di Elisa GIOVENE 13. Inquinatori seriali | di Giuseppe PASSAFARO 14. Volontari Protezione Civile | di Rosario FITTANTE IN CUCINA 15. Gli ortaggi | di Anna ALOI ZOOM 16. A tutta birra | di Noemi GUZZO AMARCORD 18. Quelli della San Giorgio| di Nado CASTAGNA 19. Pagine di storia | di Rosita MERCATANTE 21. Don Giannino dei Magni | di Giuseppe PASSAFARO GIOVANI 22. Caramba che scuola! | di Anna GUIDO 23. UMG in movimento | di Giulia PANZARELLA 24. Solidarietà su due ruote | di Anna ROTUNDO LIBRI 26. La profezia di Ferdinando | di Rosita MERCATANTE MUSICA 28. Le Aquile | di Pino RANIERI 29. Dall'Aglio... olio e peperoncino | di Antonio LUDOVICO SALUTE E BENESSERE 30. Un nuovo welfare | di Vincenzo DEFILIPPO SPORT 32. Un anno appassionatamente | di Rosita MERCATANTE 34. Ottimo lavoro Mister Erra| di Rosita MERCATANTE 36. Una formula di successo | di Pier Santo GALLO 38. Kamara, cuore giallorosso | di Rosita MERCATANTE 39. Il Catanzaro a fumetti | di Riccardo COLAO UTILITÀ 40. Guida ai ristoranti | a cura della REDAZIONE 41. Orari autobus | a cura di A.M.C. Catanzaro 41. Orari trenini | a cura di Ferrovie della Calabria 42. Farmacie di turno | a cura di Ordine dei Farmacisti 3 Anno IV - n.ro 28 - gennaio 2016 È un mensile di informazione, attualità, cultura, sport, rubriche e servizi utili. È indipendente e apartitico e non riceve nessun tipo di sovvenzione. La collaborazione è libera e gratuita, gli articoli rispecchiano l’ideologia e il pensiero degli autori, i quali se ne assumono pienamente la responsabilità. Garantiamo a tutti, diritto di replica. La redazione si riserva di rifiutare articoli che ritiene non idonei alla linea editoriale del giornale. Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica sono riservati. È vietata la pubblicazione e l’uso anche parziale di testi, illustrazioni e foto con qualsiasi mezzo meccanico, elettronico, per mezzo di fotocopie, registrazioni, o altro. Tutto il materiale ricevuto (testi e fotografie), anche se non pubblicato, non sarà restituito. 10 I succitati collaboratori, la cui partecipazione è libera e occasionale, non sono membri della redazione e cedono a titolo gratuito ogni tipo di diritto, ivi compreso quello d’autore, dell’articolo pubblicato. L’Editore si dichiara pienamente disponibile a valutare - e se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini e testi di cui non sia stato possibile reperire la fonte. Direttore editoriale: PINO RUGGIU Tel. 335.470.145 - pinoruggiu.posta@gmail.com Direttore responsabile: PINO RANIERI Tel. 347.535.4137 - hulixe@virgilio.it Caporedattore: ROSITA MERCATANTE Tel. 327.234.5449 - rosita.mercatante@gmail.com Hanno collaborato a questo numero: Anna Aloi, Nando Castagna, Riccardo Colao, Rosario Fittante, Antonio Gagliardi, Pier Santo Gallo, Elisa Giovene, Anna Guido, Noemi Guzzo, Antonio Ludovico, Giulia Panzarella, Giuseppe Passafaro, Anna Rotundo, Gian Paolo Stanizzi 18 Grafica e impaginazione: AGENZIA RUGGIU agenziaruggiu@gmail.com - www.ruggiu.blogspot.it Per la pubblicità: Tel. 335.470.145 pubblicitacitymagazine@gmail.com citymagazineinfo@gmail.com Per numeri arretrati: Tel. 335.470.145 N.B.: Il costo è pari alle sole spese di spedizione giornale incluso! Sostenitore/Silver: €100,00* (12 n.ri +1 redazionale); Sostenitore/Gold: € 200,00* (12 numeri +2 redazionali); Sostenitore/Platinum: € 300,00* (12 numeri +3 redazionali). (*): Importi compreso IVA e spese spedizione. Per sottoscrivere: Bonifico c/o Conto BancoPosta, Intestato a: Giuseppe Antonio Ruggiu, Codice IBAN: IT97 O 0760104400000044106292 Causale: Nome/cognome/tipo abbonamento EDITORE: Giuseppe Ruggiu - Via Skilletyon, s.n.c. - Borgia (Cz). REGISTRAZIONE: Trib. di Catanzaro - n.ro 314 del 16/4/2013. STAMPA: Printing S.p.A. - Quarto D'Altino (Ve) TIRATURA: 3000 copie LO TROVATE SOLO NELLE MIGLIORI EDICOLE: • EDICOLANDO - Pontegrande; • SAN PIO X - Difronte ospedale Pugliese; • CAPICOTTO - Piazza Stadio; • BAR TAVANO - Piazza Stadio; • BIFANO - Giardinetti San Leonardo; • LAVECHIA - Via Vittorio Veneto; • LEUZZI - Via Francesco Crispi; • VOCI - Piazza Matteotti (sotto BNL); • SAN GIOVANNI - (vicino Cavatore); • COSTANTINO - Piazza Prefettura; • PAPARAZZO - Corso Mazzini; • MELINA - Discesa Cavour (vicino Questura); • BOCCUTO - Via Jannoni (difronte Comune); • VERALDI - Piazza Roma; • MASSIMILLA - Via Francesco Cilea (Stratò); • LORENZO - Curva del gasometro; • ROTUNDO TABACCHERIA - Rione Samà; • AGOSTINO - Benny Hotel; • SAN SEVERO - Mater Domini; • SCARPINO - Sant'Antonio; • FUTURA - Via S. Maria (Q.re Santa Maria); • MANCUSO - Aranceto; • LE FORNACI - Rione Fortuna; • LIROSI - Via Murano (Q.re Lido); • CRISTARELLA - Via Rep. Marinare/Pass.a livello (Q.re Lido); • LAUGELLI - Via Lungomare/vicino Porto (Q.re Lido); • QUADRIFOGLIO - C.so Mazzini, 56 - Borgia; • TUTTOSCUOLA - Via Kennedy, 50 - Borgia; Abbonamenti: Sem.: (6 n.ri) € 21,00*; Ann.: (12 n.ri) € 42,00* 26 29 32

[close]

p. 4

4 EDITORIALE U n altro anno è passato e puntualmente mi ritrovo a riflettere, su come scorre velocemente il tempo. Quasi quasi, sarei capace di raccontarvi per filo e per segno, come ho trascorso il Natale precedente e anche cosa ho mangiato. Quello che ci ha lasciato, per noi è stato un anno pieno di soddisfazioni e di successi. Il vostro gradimento lo "sentiamo" fisicamente e presuntuosamete pensiamo che oramai siano davvero in pochi quelli che non abbiano avuto almeno una volta in mano, una copia di questo giornale. Giuro che è davvero una bellissima sensazione non vedere più quella frustrante espressione interrogativa, quando mi presento come editore di Catanzaro City Magazine. Certo, c'è voluto tempo e costanza, ma i risultati stanno arrivando. Ne sanno qualcosa anche i nostri preziosi inserzionisti, a cui auguriamo le cose più belle. Lo sapete che alcuni sono presenti fin dal primo numero? Tutti questi imprenditori, che io considero dei coraggiosi "pionieri", hanno iniziato con l'occupare uno spazio più o meno modesto, ma i crescenti riscontri che hanno avuto, grazie al nostro giornale, li hanno visti piacevolmente costretti ad aumentare spazio e conseguente investimento! Non voglio usare piaggeria, ma hanno dimostrato saggezza e intelligenza nell'investire con noi i loro soldi, perchè con quanto spendono per stare sei mesi su una pagina intera di questo giornale, riescono agevolmente a raggiungere 15/20.000 lettori a numero, che fanno la bellezza di 90/120.000 potenziali clienti! Pensate: con la stessa cifra starebbero appena 14 giorni su dieci maxi poster o solo sette giorni nello stand di una fiera! Fate voi. Certo che di questi tempi, che tutti tagliano le spese, fa specie vedere che il nostro giornale consente un'inversione di tendenza. Ed è per loro e per voi, che cerchiamo di dare sempre di più, parlando sempre più approfonditamente di territorio, di eccellenze, ma anche denunciando e criticando costruttivamente. Da qualche numero avete notato che ci occupiamo anche di sport, alle cui pagine abbiamo anche cercato di dare graficamente una veste familiare agli appassionati, utilizzando il rosa come fondo, colore che richiama il ben più blasonato "Corriere dello sport". Ovviamente i contenuti sono altrettanto qualificati, perchè è una rubrica curata da Catanzaro Sport 24, il portale sportivo per eccellenza. Da questo numero poi, abbiamo fatto ancora di più. Abbiamo infatti inserito nelle prime pagine, il "filo diretto" con il Comune, dove troverete notizie brevi su delibere, proposte, ordinanze, ecc. e inoltre, lo storico Nando Castagna, racconterà la storia di Catanzaro e di suoi illustri cittadini. Tutto per essere sempre di più la voce della città.● Buona lettura, e Buon Anno dal vostro Pino Ruggiu

[close]

p. 5

UTILITÀ 5

[close]

p. 6

6 RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO FANNO SEMPRE COME GLI PARE! C ome scrisse il Prof Tullio De Mauro, già Ministro della Repubblica, in un suo testo pubblicato nell’anno 2006 ”la Costituzione Italiana fu ed è un testo capace di raggiungere, sia pure con una lettura assistita e spiegata, tutta la popolazione con almeno la licenza elementare, cioè nei nostri anni quasi il 90 % della popolazione”. Un testo - la Costituzione - che, prendendo in prestito le parole di un grande poeta, è stato sicuramente scritto “in uno stile rapido, calzante, conciso, che non lascia pretesto all’interpretazione delle parole, …con una religiosa esattezza della lingua italiana”. Ebbene, l’articolo 97 della nostra Costituzione, al suo ultimo comma, recita “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge.” Un articolo, questo, che, nella sua chiarezza e concisione, non può lasciare spazio ad equivoche interpretazioni di alcun genere. Ed allora, mi domando: perché con il passare degli anni in Italia si è assistito (mi scuso per il termine) ad una continua sodomizzazione dell’articolo 97? Perché gli uffici pubblici, preposti all’assunzione del personale a tempo indeterminato, hanno più volte eluso la sacralità della norma dettata dalla nostra Costituzione? Perché, pur in pendenza di un processo penale, un importantissimo ente pubblico economico, ignorando il citato articolo e le accuse mossegli dalla competente Pro- Reclutamento del personale pubblico: sistema del merito o sistema del bottino (personale)? di GIAN PAOLO STANIZZI cura, avvia oggi selezioni di personale per assunzioni a tempo indeterminato in spregio alla normativa in materia di Pubblico impiego, eludendo così la via del pubblico concorso? Come, perché e con quali criteri una società interamente partecipata dallo Stato, obbligata, a detta della Corte Costituzionale, al rispetto della normativa costituzionale e pubblicistica, conferisce un incarico - non si per cosa e non si sa per quanto tempo - per un importo di € 198.000,00, omettendo pure la pubblica- zione del contratto sul proprio sito alla sezione Amministrazione Trasparente? Cosa si nasconde dietro la reiterata violazione dell’articolo 97 della Costituzione? Chi è responsabile di tutti i danni causati alla Regione Calabria ed a noi Calabresi per tutte le negative conseguenze causate dalle nomine dei funzionari regionali, alcuni dei quali oggi, forse, promossi a dirigenti, operate senza pubblico concorso, nomine dichiarate illegittime dal Consiglio di Stato? Quale futuro si prospetta per i nostri ingenui giovani che, troppo spesso, assistono impotenti a comportamenti incostituzionali e, forse, penalmente rilevanti della Pubblica Amministrazione? Invito, perciò, tutti coloro che sono in cerca di un lavoro nel settore pubblico, soprattutto i più giovani, a vigilare sulla corretta osservanza dell’articolo 97 della nostra Costituzione da parte di tutte gli enti pubblici, ricordando che è legittimo soltanto il concorso il cui bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - Concorsi ed Esami. Forse, con la redazione di questo articolo, gli illuminati padri costituenti ben avevano previsto che, col passare degli anni, il mercato del lavoro pubblico gestito violando la norma costituzionale sarebbe diventato uno strumento per costruire facili carriere politiche, in frode alle aspettative ed alle speranze di tanti onesti giovani. Tutto il contrario di quanto voleva uno dei padri, l’Onorevole Meuccio Ruini, che definì la nostra Costituzione “un inno di speranza e di fede”.● Inviate le vs lettere a: redazionecitymagazine@gmail.com - Saranno pubblicate nel primo numero utile.

[close]

p. 7

RIFLESSIONI 7

[close]

p. 8

8 BREVI LINEA DIRETTA DIFFERENZIATA “PORTA A PORTA” Il centro storico si prepara all’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti/ piu’ di tremila famiglie hanno ricevuto a casa le attrezzature adibite al servizio CON IL COMUNE anno, dimostrando come al solito grande senso civico, si sono resi disponibili ad aiutare, in concreto, l’Amministrazione comunale. Proprio quello che serviva per supportare, nello specifico, il nostro Corpo di Polizia locale, ancora alle prese con una pianta organica nettamente sottodimensionata rispetto alle necessità di presidio di un territorio così vasto come quello del Capoluogo. La sinergia con il mondo associativo della città è il modo migliore - ha aggiunto Abramo - per colmare i buchi causati dai drastici tagli del governo agli Enti locali senza intaccare minimamente i servizi resi alla cittadinanza”. ● C omincia ad essere considerevole il numero delle famiglie a cui è stato consegnato il kit adibito alla raccolta differenziata “porta a porta”. Sono oltre tremila, infatti, le abitazioni del centro storico in cui hanno già fatto visita i “facilitatori ambientali”. Sarà proprio dal cuore della città che, dal prossimo 11 gennaio, prenderà avvio il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti. Le altre aree interessate, oltre al centro storico, saranno Campagnella, Sala, Cava e Santo Janni. La raccolta “porta a porta” sarà avviata progressivamente nei vari quartieri secondo un programma che divide la città in cinque zone: centro storico, Campagnella, Sala, Cava e Santo Janni (zona 1); Sant’Elia, Pontegrande, Pontepiccolo, Catanzaro nord, Piterà (zona 2); Gagliano, Cavita, Cep, Siano (zona 3); Santa Maria, Germento, Corvo, Aranceto (zona 4); Catanzaro Lido, Fortuna, Barone (zona 5). Gli utenti che non saranno in casa al momento della consegna delle attrezzature, dovranno recarsi in viale Isonzo 222 C (dietro stazione di rifornimento Eni) per provvedere al ritiro delle stesse. I cittadini che avessero perplessità rispetto ai comportamenti da tenere per un corretto conferimento dei rifiuti, possono consultare il sito internet www.raccoltadifferenziatacatanzaro.it. In alternativa, è attivo il numero verde 800 862 298.● APPROVATO PROGETTO PER REALIZZAZIONE BY-PASS SUL COLLETTORE FOGNARIO DEL LUNGOMARE Nuova condotta acque bianche in via Colace A SERVIZIO VIGILANZA ALL’ESTERNO DELLE SCUOLE L’ Stanziati fondi per ampliare il servizio nel 2016. Abramo: “decisione presa per tutelare esigenze di sicurezza degli studenti” Amministrazione comunale ha stanziato per il 2016 i fondi per ampliare il servizio di vigilanza all’esterno dei plessi scolastici del territorio comunale. Grazie alla delibera 498 varata l’11 dicembre il servizio, già affidato dallo scorso mese di ottobre ai volontari dell’Associazione nazionale Carabinieri (ANC), continuerà a garantire, negli orari di entrata e uscita delle scuole, la sicurezza degli scolari e degli studenti che frequentano istituti situati in zone particolarmente critiche per quel che riguarda la mobilità e il traffico veicolare. Palazzo De Nobili ha previsto le risorse per estendere la vigilanza dei volontari dell’ANC anche all’esterno di altri Istituti scolastici. “La decisione della Giunta - ha affermato il sindaco Abramo - è un atto preso appositamente per tutelare al meglio le esigenze di sicurezza degli alunni che frequentano le scuole della nostra città. Per questo è essenziale ringraziare i volontari dell’ANC e i vertici della stessa associazione, che anche per il prossimo ssegnazione somme per la realizzazione di un by-pass sul collettore fognario del lungomare di Lido; approvazione progetto per la realizzazione di una condotta di raccolta acque bianche; approvazione delle integrazioni alla programmazione triennale del fabbisogno del personale; aggiornamento del piano degli obiettivi 205/2017, sono alcuni dei principali provvedimenti adottati dalla giunta. L’esecutivo, sentita la relazione dell’assessore alla gestione del territorio, ha approvato la perizia per la costruzione di un by-pass sul collettore fognario principale del lungomare all’altezza della Fiumarella. La decisione scaturisce dalla rottura di un tratto di rete che provoca la fuoriuscita di acque luride. La perizia ammonta a 36 mila euro. L’assessore Longo ha anche illustrato il progetto per la realizzazione di una condotta di raccolta acque bianche in via Colace di località Visconte “in quanto - ha sottolineato - un tratto della strada risulta carente di sistemi di raccolta delle acque piovane che potrebbero danneggiare il manto stradale”. I lavori ammontano a 19mila euro. ● ROTATORIA GIOVINO “L Riunione operativa al comune. Assessori Mancuso e Brutto: “soluzione per viabilità ormai irrinunciabile” a realizzazione di una rotatoria all’altezza dello svincolo di Giovino è una necessità irrinunciabile se si vogliono risolvere le problematiche della viabilità garantendo la massima sicurezza agli automobilisti su una delle arterie più trafficate della zona sud della città”. Lo hanno affermato gli assessori Filippo Mancuso e Giulia Brutto nel corso di una riunione operativa, tenutasi a Palazzo De Nobili su input del sindaco Sergio Abramo, e promossa dal colonnello Letizia della Guardia di Finanza (il cui Comando ha

[close]

p. 9

BREVI 9 LINEA DIRETTA sede in prossimità dello svincolo di Giovino). All’incontro hanno partecipato il capo compartimento calabrese dell’Anas, ing. Vincenzo Marzi, i funzionari della Provincia, ing. Siniscalco e geom. Marino e, in rappresentanza della Regione, l’ing. Corvello. Era presente anche il tenente Taddeo (Guardia di Finanza). L’esigenza di una soluzione che regolamenti il traffico e aumenti la sicurezza degli automobilisti è stata condivisa anche dal colonnello Letizia, che ha sottolineato come la presenza del Comando di GDF, il vicino centro commerciale e la continua crescita demografico del quartiere rendano necessari interventi risolutivi come la rotatoria. Dal canto suo, il capo compartimento dell’Anas ha dichiarato che la strada è stata tecnicamente declassificata dopo l’apertura della variante sulla SS 106 e questo ostacolerebbe la possibilità, per l’Anas, di finanziare l’opera. Dopo un’ampia discussione l’ing. Marzi si è assunto l’impegno di effettuare una progettazione preliminare con annessa analisi dei costi per valutare la fattibilità dell’opera in tempi rapidi. I partecipanti hanno deciso di aggiornarsi a breve tenendo presente anche l’eventuale possibilità, promossa dall’ing. Corvello, di accedere a un finanziamento regionale che permetta la realizzazione della rotatoria. ● CON IL COMUNE OFFERTA DEL CERO VOTIVO ALL’IMMACOLATA N Si della giunta alla cerimonia dell’offerta del cero votivo all’Immacolata, Patrona della città. ella proposta del settore gabinetto del sindaco, diretto da Antonio Viapiana, viene sottolineato come “l’amministrazione intende pienamente rispettare e corrispondere al sentimento religioso della popolazione catanzarese, perseguendo e dando continuità alla secolare tradizione, invocando l’aiuto speciale e la protezione della Vergine di tutta la città”. ● MOSTRA “AUGURI NEL TEMPO” ADEGUAMENTO IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE P Con un concerto del coro polifonico SS Trinità e Ars Musicae L Adeguamento normativo e tecnologico degli impianti di pubblica illuminazione a giunta ha approvato la proposta del settore gestione del territorio, relativa alla manutenzione straordinaria di riqualificazione energetica e adeguamento normativo e tecnologico degli impianti di pubblica illuminazione. Lavori che comprendono la sostituzione di pali obsoleti. La pratica è stata relazionata dall’assessore Franco Longo e prevede una spesa di 140mila 711euro. ● DELIBERATO IL SERVIZIO DI ASSISTENZA PER GLI ALUNNI PORTATORI DI HANDICAP P Rivolto agli studenti portatori di handicap frequentanti le scuole dell’obbligo er quanto riguarda la delibera di assistenza all’autonomia e alla comunicazione per gli alunni portatori di handicap frequentanti le scuole dell’obbligo, l’esecutivo, ha dato il via libera alla proposta del settore cultura e pubblica istruzione, diretto da Saverio Molica, assegnando la cifra di 200 mila 184 euro per garantire l’effettiva realizzazione del servizio attraverso personale qualificato. ● resso il complesso monumentale del San Giovanni si è tenuta la mostra “Auguri nel tempo". Carte augurali dalla Regina Vittoria al presidente Obama”. Dopo il taglio del nastro da parte del sindaco Sergio Abramo, dell’assessore alla cultura Daniela Carrozza e del Prefetto Luisa Latella, la serata è stata allietata dal concerto del Coro Polifonico SS Trinità e dell’ensemble “Ars musicae”, diretti dal maestro Giovanna Massara, e con al pianoforte il maestro Amedeo Lobello. Sono stati eseguiti brani della tradizione natalizia nel mondo. L’intervento musicale ha reso ancora più magica l’atmosfera di questo evento, ideato dalla collezionista Lucia Federico. La mostra “Auguri nel tempo”, ha proposto circa 4.000 documenti cartacei originali relativi alla tematica del “Natale e del Nuovo anno”, con particolare riferimento alle forme augurali dell’Epoca Vittoriana ed Eduardiana inglese: un percorso storico-visivo tra la seconda metà dell’Ottocento e il primo Novecento, fino ad arrivare ai nostri giorni. I biglietti augurali, la cui nascita viene fatta risalire al 1843 in Inghilterra, diventano popolari intorno al 1870, prima in Europa e successivamente negli Stati Uniti, grazie anche all’introduzione (nel 1860) del processo di cromolitografia. Questo fa comprendere l’originalità della raccolta che, per la particolarità degli oggetti che la compongono, può essere considerata unica e preziosa nel panorama italiano delle collezioni tematiche.Tema centrale della collezione sono stati i preziosi biglietti augurali realizzati nel periodo del Regno della Regina Vittoria (1837-1901) con merletti di carta oro e argento, inserti di seta, velluto, nastri, frange di seta, intagli, cordoncini, decori, apribili, in tre dimensioni, meccanici. Tutto il materiale cartaceo è stato presentato in quadri con cornici oro (oltre 500) e in teche, seguendo un ordine temporale e tematico, sviluppato per sezioni: L’origine di una tradizione. Il Regno della Regina Vittoria, La natura, Il Mondo dei bambini, Donne e ventagli, Il Novecento, Natale al fronte: la Prima e la Seconda Guerra mondiale, La Natività e gli Angeli, Il Natale negli Stati Uniti. La raccolta comprende anche due sezioni autonome: “Natale in Copertina. Due secoli di feste illustrate” e “Il tempo di Carta”. I Calendari tra ‘800 e ‘900. ●

[close]

p. 10

10 EVENTI SUPERCINEMA: SU Un gruppo di capitani coraggiosi, ha deciso autonomamente di riconsegnare una bellissima sala vintage ai propri concittadini di ANTONIO LUDOVICO N on c’è dubbio alcuno che la riapertura del Supercinema in città sia una delle notizie più belle degli ultimi tempi. Una notizia intrisa di rinnovato fermento in centro storico, di ricerca spasmodica di un’identità che probabilmente i catanzaresi avevano smarrito lungo la via della rassegnazione e della lamentela fine a se stessa. E invece no, in barba ai più strenui pregiudizi, un gruppo di capitani coraggiosi, ha deciso autonomamente di riconsegnare una bellissima sala vintage ai propri concittadini, nella speranza di rivederla traboccante di gente. Non è operazione da poco, non sottovalutiamola, diamole la giusta collocazione, rispondiamo con generosità. La riapertura di una sala cinematografica, che fa il paio con quella del Teatro Comunale, la dobbiamo leggere come una svolta, come un segnale d’amo- re, contro l’apatia ed in totale controtendenza con le continue chiusure che altri centri storici – ahimè – stanno subendo in tutta Italia. Basti pensare che città più titolate e prestigiose di Catanzaro hanno visto il progressivo spegnersi delle luci di sale storiche in favore di un’ inspiegabile proliferazione di scatoloni senz’anima nei centri commerciali. Sarebbe sufficiente solo questa elementare ragione per dare fiducia all’associazione “Catanzaro dentro le mura” e riempire da subito la sala dimostrando riconoscenza e generosità. Perché il cinema è vita, è emozione, curiosità, piacere, riparo da ciò che resta fuori; perché andare a cinema ci fa sentire migliori, protagonisti, ci fa sorridere, ma anche piangere, perché nei film possiamo ritrovare luoghi e situazioni immaginarie, ma anche reali, perché il cinema difficilmente tradisce, anzi ci

[close]

p. 11

EVENTI 11 IL SIPARIO! rende migliori. E la mente non può che andare ad un nostro illustre concittadino che di cinema se ne intende, ci riferiamo al regista Gianni Amelio che nella prefazione del suo meraviglioso volume “Un film che si chiama desiderio”così si esprime: “Da ragazzino volevo diventare il padrone del cinema, cioè il proprietario del Politeama Italia, la sala più bella di Catanzaro. Però mi sarei accontentato anche di un locale più modesto, una ventina di posti, giusto per proiettare agli amici i film che mi piacevano e bocciare tutti gli altri. Perché spettatori e cineasti hanno in comune un piacere soddisfatto ogni volta che sullo schermo passa qualcosa che dà emozione.” Ed allora, forza e coraggio, torniamo al cinema in centro, torniamo al Supercinema, torniamo al Comunale, torniamo ad emozionarci davvero. ● Nella foto grande, l'accogliente sala del Supercinema; qui a lato un'antico proiettore marca "Prevost" degli anni '30; sotto, il foyer del teatro

[close]

p. 12

12 AMBIENTE UN LUNGO... LUNGOMARE A Giovino, procedono i lavori della riqualificazione “water front” di ELISA GIOVENE I l quartiere marinaro della città, negli ultimi anni, ha gradualmente subìto un lento evolversi, a mezzo di nuove opere mirate a migliorare la qualità di vita del cittadino. In particolare a subire una positiva trasformazione è stata la zona di Giovino, sia nell’area urbana che in quella adiacente al mare: la Pineta resa più agibile, nonché l’esistenza di nuovi lidi e locali e non per ultimo la parte di lungomare che ha dato modo di essere sfruttata appieno. La recente riqualificazione del “water front”, sarà un ennesimo tassello da aggiungere a questo puzzle di “crescita” che permetterà di migliorare zone degradate, risolvendo anche varie problematiche. Infatti il nuovo lungomare, che si riallaccerà a quello già esistente, migliorerà una zona non solo da un lato puramente estetico, ma si avrà modo di risolvere una situazione che da sempre ha creato notevoli disagi. Ricorderemo infatti come suddetta area, che va dallo svincolo che fa da ingresso alla stessa sino ad arrivare al lido Santa Fè, è stata spesso resa impraticabile dal ristagno delle acque piovane. Ad oggi, i lavori del nuovo lungomare procedono, anche se non velocemente e l’opera ha già preso corpo. Visivamente si può constatare come la parte nuova, dovendo essere il proseguo di quella precedente, la rispecchia in toto, sia nella forma che nei materiali. Le sedute, si articoleranno allo stesso modo, come anche le gra- dinate dalle quali si accederà ai lidi. La strada d’ingresso alla zona, sarà adiacente alla passeggiata, mentre i parcheggi confineranno con la Pineta, intervallati da zone verdi, elemento decorativo e necessario. In questo nuovo contesto, sarebbe opportuno migliorare alcune strutture della Pineta, anche se ultimamente alcuni rifacimenti, come ad esempio le palizzate, hanno avuto poca sopravvivenza a causa di vandali, che hanno letteralmente distrutto e portato via il legno delle staccionate. La nuova parte di lungomare, a completamento di quella vecchia, sarà un notevole colpo d’occhio, migliorando una zona servita da stabilimenti balneari e da locali: un buon biglietto da visita per chi per la prima volta visiterà la nostra Pineta fantastico polmone verde del quartiere, unitamente alla zona circostante, resa molto gradevole con aiuole e palme ornamentali. “Per la prossima estate - dichiara lo stesso consigliere Eugenio Riccio - i lavori dovrebbero essere oramai completati, seguendo l’iter preposto, nonché i dettami del progetto, finalizzato ad una migliore fruibilità per i cittadini”. La costruzione del nuovo water front permetterà in un prossimo futuro di congiungere, mediante il lungomare, la zona urbana del quartiere con quella più periferica. Avremo così, una lunghissima passeggiata che andrà dalla zona del Corace sino a quella di Giovino, costeggiando il nostro splendido mare.●

[close]

p. 13

AMBIENTE 13 A ll’interno del nostro giornale, da qualche tempo, esiste anche la pagina delle “pasquinate”. La famosa statua parlante di Pasquino, che è collocata in piazza Braschi a Roma. I romani attaccavano al collo della statua dei versetti satirici contro il governo dei Papi. Noi non abbiamo la verve necessaria per deliziare i nostri lettori con versi arguti, ci limitiamo ad osservare le cose per poi scriverle. Da qualche giorno i notiziari e la carta stampata ci raccontano dello smog che sta ammorbando Milano e Roma. Un grosso problema causato dalla mancanza di pioggia ma, è un problema da niente, dal momento che insiste solamente nel corso dei mesi invernali e qualche giorno nei mesi estivi. Qui da noi, nel profondo sud, i problemi non durano per un certo periodo di tempo, sono eterni. Le cause di queste interminabili vicende sono tante, ad esempio, i passaggi obbligati fra enti ed istituzioni che rallentano tutte le operazioni. C’è di più, le cose si complicano quando ci si mette per lo mezzo il governo centrale, che affossa le pratiche nei gangli di una esasperata burocrazia. A questo punto, subentrano gli onorevoli che interessati della faccenda, riescono a complicare maggiormente la cosa. I nostri amministratori e dirigenti comunali, giusto per riaffermare il loro impegno ed autonomia, riescono a creare nuove pastoie che rallentano l’iter delle opere in fase di realizzazione, oppure, la risoluzione di qualche problemino. Un esempio eclatante è Borgia, il quarto comune della provincia di Catanzaro, che conta più di ottomila abitanti, fra il centro storico e la frazione a mare. Questo comune è vessato dalla costante matematica che varia dagli otto anni in avanti. In buona sostanza, non appena viene finanziato un progetto, i tempi tecnici per cominciare i lavori sono di otto anni, poi ci sono gli altri adempimenti, strettamente connessi alle forze politiche di turno, che pressano per immagazzinare il buon esito dell’opera. Quindi, è necessario trovare il momento favorevole per inaugurare la struttura o inorgoglirsi per avere risolto il problema. E, mentre tutti questi tasselli riescono a trovare il giusto incastro, passano altri cinque o sei anni. Insomma, quando tutto è finito, la struttura è già vecchia ed il problema si riaffaccia in un altro modo. Lo smog a noi fa veramente ridere, se pensate che questa ridente cittadina che sorge in collina, che ha proprietà in montagna e che viene gratificata da quattro chilometri INQUINATORI SERIALI di costa ed uno dei più belli, grande ed interessante parco archeologico, ebbene, i borgesi da oltre quattro lustri sono diventati dei inquinatori seriali. Sarebbe il caso di dire che sono costretti ad inquinare, loro malgrado, infatti non esiste un depuratore, o per meglio dire, nel corso di questi anni sono stati realizzati due depuratori sottostimati e che non hanno mai funzionato. Da anni sono abbandonati e nessuno si è mai preoccupato di risolvere il problema. Tutte le abitazioni, gli esercizi commerciali e gli uffici pubblici scaricano direttamente a mare, mentre le acque reflue percorrono otto chilometri di strada in mezzo alle campagne coltivate. Oltre il danno anche la beffa, infatti, i cittadini pagano sistematicamente gli oneri di depurazione. Un finanziamento regionale, aveva autorizzato il dispositivo di gara di appalto per la realizzazione di un nuovo impianto ma, siccome dicevamo di sopra, nell’amministrazione comunale persiste la famosa costante matematica degli otto anni e siccome manca ancora un anno, i cittadini borgesi non sono autorizzati a lamentarsi. A Borgia sono costretti ad inquinare, loro malgrado. Infatti non esiste un depuratore, o per meglio dire, ne sono stati realizzati due sottostimati, che non hanno mai funzionato di GIUSEPPE PASSAFARO Certo, noi calabresi siamo dei veri sprovveduti, ci teniamo i problemi, però, siamo dispiaciuti dello smog che sta invadendo le città italiane. Poveri, sfortunati e con la lacrima facile. Ma, a noi i meridionali, i problemi chi li risolve?

[close]

p. 14

14 AMBIENTE GRUPPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE Nasce ufficialmente il gruppo volontari di Protezione Civile a Catanzaro. La consegna degli attestati ai primi 50 volontari di ROSARIO FITTANTE A nche Catanzaro si è adeguato alle previsioni dei piani di protezione civile nazionali. La città capoluogo ha infatti adempiuto all’obbligo dettato per ogni comune di dotarsi di una propria struttura di protezione civile. Si tratta di un “servizio nzionale” organizzato su quattro livelli di competenza e responsabilità in ambito nazionale, regionale, provinciale e comunale. Il primo livello è proprio quest’ultimo e il Sindaco rappresenta la prima autorità di Protezione Civile, quella più vicina al cittadino. Questo comporta la responsabilità di vigilare e affrontare, con le risorse e gli uomini di cui dispone, i primi momenti di difficoltà nelle emergenze. Nello scorso mese ottobre il primo cittadino Sergio Abramo ha tenuto a battesimo - durante una breve cerimonia svoltasi nella sala concerti di Palazzo De Nobili il neo Gruppo Comunale di volontari della Protezione Civile con la consegna degli attestati ai cinquanta che hanno concluso il percorso formativo. In un territorio sottoposto a continuo rischio di dissesto idrogeologico, la costituzione del Gruppo Comunale di Protezione Civile nel capoluogo di Regione colma finalmente un vuoto che negli ultimi anni, a causa il continuo mutamento delle condizione climatiche, ha visto più volte la città soccombere sotto i colpi delle piogge torrenziali e dei nubifragi che se pur di breve durata in più occasioni hanno causato gravi danni a cose e persone. Catanzaro avrà i suoi “angeli custodi”, persone normali che dedicano parte del loro tempo ad aiutare chi ne ha bisogno in caso di calamità naturali. Oltre al sindaco all’incontro erano presenti anche il consigliere comunale Eugenio Riccio che su incarico del Sindaco ha seguito l’iter formativo e organizzativo per conto del Comune coadiuvato dal Coordinatore del gruppo Pierpaolo Pizzoni; il Capo Gabinetto Antonio Viapiana, il Tenente colonnello della polizia locale Salvatore Tarantino, il Dirigente Regionale di Protezione Civile Ernesto Forte, il Colonnello Pasquale Romano responsabile regionale del Cisom, Roberto Esposito dell’A.R.I., Domenico Guzzo Presidente dell’Associazione Diavoli Rossi, Maria Gagliardi e Giuseppe Drago rispettivamente presidente e vice presidente “Angeli della Sila”, e i piloti di Drone autorizzati Enac, Emiliano Misuraca e Dario Della Mora. A guidare le cinque squadre di soccorso operanti sul territorio saranno: Cinzia Mazza, Sergio Parentela, Antonio Tedesco, Andrea Gentile e Roberto Chiefalo. Il primo passo è stato compiuto attraverso la formazione dei primi cinquanta volontari. Tuttavia ora bisognerà pensare alla fase successiva, cioè quella di fornire ai volontari una struttura adeguata e i mezzi necessari per svolgere la loro funzione. L’amministrazione comunale ha già messo a disposizione dei volontari alcune attrezzature: Torre Faro, Gruppo elettrogeno da sedici kilovatt, due carrelli per trasporto materiali e due Geep Land Rover a benzina. Per conoscere le aree di emergenza stabilite nel piano comunale di Protezione Civile è sufficiente collegarsi sul sito www. comunedicatanzaro.it, cliccando sulla voce “Protezione Civile”. Chi vuole affacciarsi a questa esperienza come volontario può trovare le informazioni necessarie nella sezione http://www. comunecatanzaro.it/index.php/home/ archivio-news/111-focus/3578-riaperte-iscrizioni-gruppo-comunale-protezione-civile).●

[close]

p. 15

IN CUCINA 15 A Gennaio, nel piatto, gli ortaggi di stagione! L’inverno si sa, è una stagione difficile da digerire per chi come noi è spesso baciato dal sole e vive circondato dal mare ! Cosa possiamo fare quindi, per difenderci dal freddo ed imparare ad apprezzare le peculiarità dell’inverno che porta A Casa Tua virtuosissimi alimenti? Intanto, appena possibile, recati in un mercato tipico rionale o nel reparto ortofrutta del supermercato e prova ad osservare con un po' di tempo quale frutta e verdura primeggia sui banchi per quantità e colore: broccoli, cavolfiori, cavoli, carciofi, zucche, finocchi, rape, bietole, indivie, lattughe, radicchi, pere, mele, kiwi, agrumi, frutta secca etc. Abbiamo quindi una vasta scelta di ingredienti che ci aiuteranno a realizzare infinite ricette tanto buone quanto benefiche grazie alle proprietà nutritive contenute in essi: trionfano vitamine e sali minerali preziosi alleati per inibire i malanni di stagione e per contrastare le malattie degenerative! Soprattutto durante l’inverno si può prediligere la cottura al vapore per gli ortaggi (da servire tiepidi con succo di limone e olio evo) ma anche minestroni, passati di verdure, frittelle, sformati, mostarde da accompagnare a legumi, pesci, carni e formaggi!● ORTAGGI LA RICETTA DEL MESE FRITTELLE ALL’ORTOLANA •200 gr. di vegetali a piacere (zucca, cavolfiore, patate, carciofi, etc.) •300 gr. di farina •1/2 cucchiaino di bicarbonato •2 cucchiai di pecorino •2 cucchiai di grana grattugiato •2 uova •sale -pepe •noce moscata •prezzemolo tritato Setacciate la farina con il bicarbonato in una ciotola, unite il sale, la noce moscata, il prezzemolo tritato, le verdure a julienne e le 2 uova. Unite, quindi, il formaggio grattugiato, amalgamate il tutto. Fate riposare per 10 minuti, plasmate con le mani delle polpettine grandi come noci, passatele nel pangrattato e friggete in olio caldo oppure passatele in forno a 220° per 12-15 minuti, diventeranno gonfie e dorate. Servitele calde con un fresco calice di bollicine!

[close]

Comments

no comments yet