Boves 2 _ 2014

 

Embed or link this publication

Description

Boves & Società n.2 - 2014

Popular Pages


p. 1

Boves& ocietà S Periodico informativo a cura dell’Amministrazione Comunale ◆ Numero 2 ◆ Dicembre 2014 Popolazione 9.872 abitanti (01/01/2014 - Istat) Superficie: 50,95 km² Altitudine: 590 m s.l.m “Poste Italiane S.p.a. - Supplemento N.22 a “Il giornale di Boves” Autorizz. Tribunale di Cuneo N. 304 DEL 14-12-1976 COPIA OMAGGIO D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27.2.2004 n. 46) art. 1 - comma 1,DCB/CN” Comune di Boves

[close]

p. 2

2 DICEMBRE 2014 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 3

Il Saluto del Sindaco La volontà popolare espressa nella tornata elettorale del maggio ultimo scorso, ci ha affidato l’onore e l’onere di amministrare Boves per il prossimo quinquennio. Siamo consapevoli delle difficoltà del momento storico ma anche determinati rispetto ai programmi ed agli obiettivi che ci siamo proposti in campagna elettorale.I lusinghieri risultati delle due liste che ci hanno conteso la guida della città sono per noi stimolo all’impegno ed al dialogo tra tutti nella convinzione che la diversità di idee sia motivo di crescita e non di ostacolo allo sviluppo della Città. Questi primi sei mesi ci hanno permesso di testare la squadra e programmare le prime azioni sul territorio; a tutti i consiglieri sono state distribuite deleghe in modo che tutti si sentano partecipi in prima persona del lavoro di questa Amministrazione e non solo “numeri” che alzano la mano in consiglio comunale. Non escludo, nei prossimi mesi, la disponibilità mia personale ad affidare anche ai consiglieri di minoranza singoli progetti ove condivisi con la maggioranza. Dopo l’approvazione del bilancio, superato il blocco degli appalti che nell’estate ci ha rallentato, sono partiti i lavori pubblici, anche loro soggetti, oltre alle normali, lunghe e farraginose procedure, ai capricci del tempo che nell’anno in corso non è stato particolarmente clemente. Anche la macchina amministrativa ha subito una rivoluzione piuttosto rilevante con numerosi spostamenti di uffici, personale e competenze che forse hanno lasciato un po’ di amaro in bocca a qualcuno ma che riteniamo fossero non più prorogabili per migliorare l’efficienza dei servizi ai cittadini. Il lavoro sul “fronte interno” non ci ha però impedito di ripartire con una attenta “politica esterna” costruendo o fortificando collaborazioni con Enti, città gemellate, associazioni e fondazioni che operano a livello nazionale ed internazionale; da una di queste abbiamo anche avuto il XXXIII Premio internazionale alla pace “Mafalda di Savoia-Assia” consegnato alla nostra città dal Principe Sergio di Jugoslavia. E’ di questi giorni la risposta del Sindaco di Schondorf in Baviera alla mia lettera consegnata alla delegazione in visita a Boves per l’apertura di un dialogo che ci faccia superare la chiusure del passato e porti i nostri giovani a sentirsi sempre più cittadini europei. Ho poi ancora nel cuore l’emozione vissuta durante la messa di domenica 16 novembre u.s. nella cattedrale di Montpellier dove la nostra delegazione è stata ufficialmente salutata dal celebrante in occasione dell’incontro con gli amici di Mauguio. Senza dimenticare poi le visite importanti di questi mesi di tante delegazioni tra le quali ricordo quella di Massa, di Campobasso, di Mantova o di personalità come l’ambasciatore del Venezuela o il fondatore dei Nomadi Beppe Carletti. In occasione del I° Palio del Fagiolo Rosso di Boves abbiamo avuto l’intervento dell’assessore regionale all’agricoltura Giorgio Ferrero ed il 19 settembre, in occasione dell’eccidio, la partecipazione del Generale di Corpo D’armata Franco Cravarezza e del Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte Nino Boetti; segno di una Boves che non si chiude ma che lavora per costruire legami. Nell’approssimarsi delle feste natalizie voglio cogliere l’occasione non solo per porgere a tutti Voi i migliori auguri, miei e dell’intero consiglio comunale, ma anche per ringraziare tutti quanti, in questi mesi ed a vario titolo (singoli, associazioni, gruppi, comitati) hanno collaborato con l’amministrazione comunale in tante attività; tra questi un grazie speciale lo dedico all’amico Livio Vallauri, capogruppo dell’A.N.A. di Boves, che ci ha lasciato improvvisamente da poche settimane; la Sua disponibilità ed il Suo impegno sono stati preziosi per la nostra città e restano un grande esempio di generosità da seguire. “Chiara, insieme al Sindaco, depone un mazzo di fiori alla stele di Castellar in ricordo di Ignazio Vian” (Foto Siciliano) QR-Code Con il tuo telefonino puoi andare direttamente sul sito del Comune “Boves&Società” Periodico informativo dell’Amministrazione Comunale Collaborazione e coordinamento Amministrazione Comunale Dott.ssa Erica Giordano Foto Giorgio Vannuccini e Michele Siciliano Concessionaria Pubblicitaria Maria Tv sas Strada Cascina Forlenza 7 - Beinette (Cn) Tel. 0171 385978 - Fax 0171 385978 Direttore di Produzione Wilma Franchino Tel. 3477632020 Impaginazione Gianluca Vada Tel. 3358181054 e-mail: comuni@mariatv.it Stampa: TIPOGRAFIA SAGITTARIO Franchi Paolo snc di Franchi Giuseppe & C. Via Malignani 7 - 30020 Bibione Maurizio Paoletti IL SINDACO DICEMBRE 2014 3 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 4

BOVES & SOCIETà Rossi Livio - Assessore Bilancio, Finanze, Patrimonio. 4 DICEMBRE 2014 a stesura della Legge di stabilità n. 147/2013 (Legge finanziaria 2014) non ha affrontato adeguatamente i nodi strutturali che hanno penalizzato il sistema delle Autonomie locali; ha mantenuto e mantiene un quadro d’incertezza che impedisce ai Comuni di operare le necessarie scelte di bilancio, rende difficilissimo riuscire ad organizzare gli indispensabili servizi da rendere alle proprie comunità. Si è ormai giunti ad una situazione insostenibile per gli Enti Locali, riferita nello specifico a due fondamentali questioni: una fiscalità locale tanto eccessiva quanto soggetta a continue e contraddittorie modificazioni; il patto di stabilità interno, strumento imposto dalla Unione Europea, che impedisce agli Enti locali finanziariamente sani, quale il nostro Comune, l’utilizzo delle risorse di cui dispongono, incidendo negativamente sulla possibilità di L MACROSTRUTTURA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - FINANZIARIA E FISCALITA’ spendere anche per gli investimenti, ostacolando di fatto il miglioramento dell’economia ed un positivo contributo a dare risposta alla domanda di lavoro. L’incertezza sulla realizzazione delle riforme governative nazionali genera l’incapacità di assumere provvedimenti stabilmente certi agli Enti Locali. La crisi economica provoca una riduzione dei trasferimenti statali e trasforma i Comuni in esattori delle entrate anche per conto dello Stato. I trasferimenti di quest’ultimo, di anno in anno, hanno visto una notevole riduzione, quelli da Regione e Provincia sono praticamente inesistenti. Per far meglio comprendere, due esempi a caso: → Il Fondo Sperimentale di Riequilibrio, oggi Fondo di Solidarietà Comunale, ha subito la seguente variazione: • anno 2011 € 1.331.137........................... ........ anno 2014 € 375.885,07 → L’Obiettivo di Patto del nostro Comune é cambiato peggiorando molto nel tempo e diventando difficilmente raggiungibile: • anno 2009 € 1.000,00 ....................... ..................... anno 2014 € 557.381,00 l’apporto richiesto agli Enti Comunali é sempre maggiore e avanzare € 557.381,00 di risorse é possibile solo a costo di grandi sacrifici che gravano, obbligatoriamente, sulla collettività sia che riguardi tagli alle spese per servizi o investimenti, sia che riguardi l’aumento della pressione fiscale. La scelta é obbligata perché il raggiungimento dell’obiettivo di Patto é requisito di legittimità del bilancio dal quale non si prescinde! Tradotto in parole povere l’imposizione fiscale va sempre più aumentando. Nessuno paga tasse, imposte e balzelli vari con leggerezza; tantomeno lo fa con piacere. L’unica consolazione é sapere che il denaro che ci viene tolto viene speso, dall’Amministrazione di cui faccio parte, col giudizio del “buon padre di famiglia”.

[close]

p. 5

Maccagno Giovanni Simone - Consigliere Incarichi: Lavori Pubblici, Viabilità PRINCIPALI OPERE REALIZZATE O IN CORSO R IPRISTINO VIABILITA’ COMUNALE VIA BUSCAJE’ A SEGUITO DI EVENTI ATMOSFERICI ECCEZIONALI DEL 15 GIUGNO 2014. Fontanelle Via Santuario forniti dalla Ditta PESSINA S.r.L. di Busca per un importo di € 3.536,78 IVA compresa. E’ intenzione dell’Amministrazione procedere all’acquisto di ulteriori dossi da collocare in Viale Europa Unita angolo Via Viglione e in prossimità del civico n. 3, Via Tenente Baudino n. 21, Via Peveragno n° 18 in prossimità dell’accesso al parco giochi “Civallero Petronilla in Risso”. INSTALLAZIONE BARRIERE STRADALI IN VIA PILONE DEL MORO, VIA MERLAT E VIA RONCAIA. Si è reso necessario un intervento di messa in sicurezza della sede stradale mediante l’installazione di barriere stradali di protezione (guard rails) in Via Pilone del Moro, Via Merlat e Via Roncaia, per cui a seguito di gara mediante cottimo fiduciario i lavori sono stati affidati alla ditta SEP S.R.L. corrente in Racconigi per l’importo complessivo di € 17.559,19. INSTALLAZIONE RALLENTATORI DI VELOCITA’ max 40kh (dossi artificiali) Al fine di ridurre la velocità dei veicoli si sono istituiti tre nuovi dossi artificiali rallentatori in REALIZZAZIONE PISTA FORESTALE IN LOCALITA’ CHIABRERO – CREUS – ADRET CERESOLE Sono stati appaltati alla Ditta ROSSOMOTER S.n.C. di Mondovì, per l’importo di € 166.139,71 IVA compresa, (in gran parte finanziati dalla Regione Piemonte) i lavori per la realizzazione della pista forestale in località Chiabrero - Creus - Adret – Ceresole. DICEMBRE 2014 Nel giugno scorso forti precipitazioni hanno colpito il nostro territorio. Le acque del Torrente Colla e del Rio “Gorgia Baila” hanno eroso la banchina stradale di Via Buscaje, nel tratto compreso tra l’incrocio con via Vallone Francia e il civico n. 72. Con Ordinanza Sindacale n. 67 del 16.6.2014 è stata disposta la chiusura del tratto stradale danneggiato ed incaricata la ditta Ramero Aldo & C. S.r.l. di Cuneo al ripristino immediato della viabilità, per un costo di € 12.762,62 IVA compresa. LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA VIALETTI INTERNI AL CIMITERO DEL CAPOLUOGO La Ditta RAMERO ALDO & C. S.r.L. di Cuneo è risultata aggiudicataria dei lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione di alcuni tratti di vialetti interni al cimitero del Capoluogo per una spesa di complessivi € 8.822,50 5 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 6

BOVES & SOCIETà Maccagno Giovanni Simone - Consigliere Incarichi: Lavori Pubblici, Viabilità Tempo permettendo i lavori saranno conlusi nella prossima primavera. La nuova viabilità forestale consentirà l’accesso agli automezzi al fine di permettere l’esbosco di una serie di proprietà private e pubbliche riunite in una “associazione temporanea di scopo”. Evidenziato in colore giallo il tratto di viabilità in progetto con sviluppo di circa ml. 3260 denominato “Sagnaschi – Chiabrero” e in colore verde la diramazione della pista secondaria per uno sviluppo di circa 680,00 ml. denominata “Chiabrero – Creus – Adret Ceresole compreso tra il civico n. 56 e civico n. 35, lato Rio Bedale. I lavori sono stati appaltati all’impresa RAMERO ALDO & C. S.r.L. per un importo di contratto di € 38.200,76 IVA compresa. all’incrocio con Via Chiesa Vecchia è stata eliminata la barriera architettonica di accesso alla pista ciclabile. E’ stato inoltre costruito un dosso livellando i marciapiedi e realizzata una gliglia di scolo delle acque piovane. I lavori sono stati appaltati alla ditta La Passatore S.r.L. di Cuneo per un importo di contratto di € 9.575,34 IVA compresa. 6 DICEMBRE 2014 LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA MANTO STRADALE TRATTI DI VIA SANTUARIO E VIA RONCAIA Si sono conclusi i lavori di bitumatura di alcuni tratti stradali di Via Santuario, tra l’incrocio con la strada Provinciale Bovesana e il civico 36 e Via Roncaia dall’ingresso della ex fontana al civico 77, appaltati alla ditta LA PASSATORE COSTRUZIONI S.r.L. di Cuneo, per un importo di contratto di € 26.493,56 IVA compresa. E’ stata prevista altresì la manutenzione straordinaria al manto stradale di Via Traversagna, nel tratto compreso tra l’incrocio con Via Tetti Giuta al civico n. 6 e Via Vecchia Sant’ Anna, nel tratto UFFICIO DI BOVES Liliana MACAGNO Via Peveragno, 3 Cell. 349.32.93.619 AGENZIA DI CUNEO PIOVANO ASSICURAZIONI Corso Giolitti, 8 liliana.macagno@libero.it LAVORI DI SISTEMAZIONE INCROCIO DI CORSO TRIESTE E VIA CHIESA VECCHIA Al fine di migliorare la viabilità e garantire l’incolumità dei pedoni, in particolare dei disabili transitanti sulla pista ciclabile di Corso Trieste LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA VIABILITA’ PIAZZA GARIBALDI A seguito degli eventi precipitosi eccezionali, è emersa la necessità di innalzare un tratto di marciapiede in Piazza Garibaldi di fronte al civico 11, sostituire e allargare la caditoia stradale in centro piazza al fine di scongiurare allagamenti alla proprietà private, consentendo un adeguato convoglio delle acque piovane presenti lungo la viabilità comunale durante le violente precipitazioni. I lavori sono stati appaltati alla ditta EDIL BM. S.n.C. di Barale Bruno e Pellegrino Massimo & C. S.n..C di Boves per un importo di € 5.026,18 IVA compresa. LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PARAPETTO STRADALE IN VIA SANTUARIO Risulta necessario sostituire il parapetto in mratura pericolante lungo Via Santuario a Fontanelle all’angolo con Via San Lorenzo al fine di rendere il percorso

[close]

p. 7

Maccagno Giovanni Simone - Consigliere Incarichi: Lavori Pubblici, Viabilità pedonale in sicurezza, vista la vicinanza al Canale Naviglio scorrente a fianco. Verrà pertanto demolita l’attuale struttura in muratura sostituendola con una struttura metallica a norma e consona al centro urbano. Il costo dell’intervento è stato quantificato in € 29.385,63 IVA compresa, sono in corso le procedure di affidamento dei lavori. in un tratto di viabilità comunale che attualmente risulta scarsamente illuminata. I lavori sono stati affidati alla ditta Pellegrino Giuseppe di Boves per l’importo di contratto a misura di € 6.502,26 IVA inclusa. E’ prevista altresì l’installazione di un nuovo punto luce in Piazza Don Pellegrino in prossimità del Canale Comuna al fine di illuminare il piazzale e l’attuale percorso pedonale. I lavori verranno realizzati, a seguito di gara mediante cottimo fiduciario, dalla ditta CASTELLINO PIETRO di Boves per un importo di € 2.763,31 IVA compresa. LAVORI DI SOSTITUZIONE E POTENZIAMENTO RETE IDRICA NEL CONCENTRICO Il Comune di Boves è dotato di una rete idrica capillare, per buona parte, specialmente nel concentrico obsoleta ed insufficiente alle richieste dovute all’espansione avuta negli ultimi anni soprattutto in Corso Bisalta. E’ stato pertanto redatto un progetto a cura dell’Azienda Cuneese dell’Acqua (A.C.D.A.) quale gestore del Servizio Idrico Integrato per il Comune di Boves, riguardante il potenziamento e la sostituzione della rete idrica, prevedendo la posa di una nuova condotta sul lato destro di Corso Bisalta, nel tratto compreso tra il civico 86 (ospedale) ed il civico 156 (di fronte alla Piazza S.S. Trinità). Costo dell’intervento € 130.000,00. (a carico dell’A.C.D.A.). I lavori sono stati appaltati alla ditta IAMEP S.a.S. di Borgo S Dalmazzo. NUOVI UFFICI COMUNALI Agli inizi del mese è stato effettuato il trasloco degli uffici finanziari comunali nei nuovi locali dell’ala nord del Municipio ristrutturati durante l’estate. I nuovi uffici prendono il posto della Tratti da sostituire sezione museale del fungo e della scienza da tempo trasferita nella nuova biblioteca presso il complesso della la Cittadella della Letteratura. Nella predisposizione dei nuovi uffici sono stati particolarmente curati gli aspetti della salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro ed ergonomicità attraverso l’utilizzo di arredamento e materiali scelti ed è stato controllato ad hoc il comfort ambientale attraverso l’uso appropriato di colori, corretti livelli di illuminamento e impiantistica. Per quanto riguarda la sostenibilità energetica si è provveduto all’illuminazione con tecnologie a led notoriamente a basso consumo e alla produzione di acqua calda sanitaria con pompa di calore ed accumulo. INSTALLAZIONE NUOVI PUNTI LUCI IN VIA MARQUET E PIAZZA DON PELLEGRINO Verranno installati cinque nuovi punti luce in Via Marquet al fine di garantire il transito dei pedoni in sicurezza DICEMBRE 2014 7 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 8

BOVES & SOCIETà Maccagno Giovanni Simone - Consigliere Incarichi: Lavori Pubblici, Viabilità Ardoise. L’importo dei lavori appaltato alla ditta EDIL BM. di Boves ammonta ad € 116.592,36 IVA compresa. STRADE PROVICNIALI – PONTE PEDONALE SUL COLLA E INCROCIO DELL’ANGELO A FONTANELLE In relazione alla ben nota vicenda relativa alla chiusura per motivi di inagibilità del ponte pedonale sul Colla, l’Amministrazione ha ripetutamente sollecitato la Provincia (proprietaria della strada adiacente) a porre in atto idonee misure atte a ridurre la pericolosità nell’attraversamento ciclo pedonale del ponte. Alla Provincia si è inoltre richiesto di autorizzare l’uscita da Fontanelle verso la Strada “Bovesana” ed a concertare con il Comune i lavori necessari per la sistemazione definitiva dell’incrocio, dove da anni sono collocati i new jersey. Come potete vedere i lavori eseguiti o di prossima realizzazione sono stati rilevanti seppur in presenza di limitate risorse, anche in relazione al perdurare dei ben noti vincoli imposti dal Patto di Stabilità. Dobbiamo ancora aggiungere che questa Amministrazione, insediata a giugno, ha subito (al pari di altri piccoli e medi Comuni) un Decreto governativo che ha bloccato qualsiasi possibilità di appalto sino a settembre. Le poche risorde disponibili hanno inoltre imposto precise priorità che hanno largamente privilegiato la sicurezza dei cittadini e del territorio. I risultati raggiunti, che speriamo di incrementare nel corso dei prossimi anni, sono il frutto dell’impegno davvero eccezionale profuso, non solo dall’Amministrazione, ma anche da tutti i nostri funzionari e dipendenti della macrostruttura Gestione del Territorio – Patrimonio – Demanio e Lavori Pubblici e dalla squadra tecnica ancorchè numericamente ridotta. 8 ADEGUAMENTO SISMICO DEL TETTO DEL PALAZZO COMUNALE Nei giorni scorsi sono iniziati i lavori di rifacimento di parte del tetto del Palazzo municipale (ala verso Piazza Italia) in quanto da anni versa in precarie condizioni. Se gli eventi metereologici saranno favorevoli i lavori si concluderanno entro l’inizio della stagione invernale. Con il prossimo bilancio si valuterà la possibilità di stanziamento delle somme necessarie per la parte riguardante il rifacimento dell’ala su Piazza Borelli. La tipologia della copertura è stata mantenuta in legno con capriate, colmo e puntoni in lamellare e tegole piane DICEMBRE 2014 NUOVA “CASETTA” DELL’ACQUAA FONTANELLE Sono in corso le procedure per l’assegnazione in concessione di un’area in fontanelle sul Piazzale Viale Giovanni XXIII, per l’installazione di un erogatore pubblico di acqua refrigerata gassata e non gassata alla Ditta PIER H2O S.R.L. di Cuneo. La “casetta” dell’acqua verrà installata, con caratteristiche architettoniche similari a quella collocata in Piazza Borelli. Il prezzo di vendita del prodotto erogato al pubblico sarà invariato: 3 centesimi al litro per l’acqua gassata e 2 centesimi al litro per la naturale. La struttura verrà installata, tempo permettendo, entro fine anno. F estival B oves L etteraria Dal 29 settembre al 5 ottobre si è tenuta a Boves la IV edizione del Festival “BovesLetteraria” promossa dall’associazione PostScriptum in collaborazione coll’Assessorato alla Cultura del Comune di Boves e il sostegno di Birra Baladin, della Cassa Rurale e artigiana di Boves, della sezione locale dell’Avis, della Pro Loco e della Bottega Valle Josina di Isa e Ale. L’attesissimo festival si è aperto con Giuseppe Culicchia e Federica Mafucci simpatici interpreti dello spettacolo “Tutti giù per terra Remixed”, una vera e propria “anti-presentazione del libro” tra letture corroboranti e gag esileranti. Mercoledì 1 ottobre è stata la volta di Alessandra Comazzi con “La TV che mi piace”, un viaggio attraverso il modo di fare TV negli ultimi 20 anni, alla ricerca di programmi, episodi, personaggi da ricordare. Amani El Nasif con “Siria, tra odio e amore” ci ha raccontato, con straordinaria freschezza, una storia vera e delicata; tutto esaurito anche per la serata con Paola Gula dal titolo “Versi di vini, vini diversi”: al teatro Borelli eccezionalmente trasformato in una osteria, si è tenuta una curiosa degustazione guidata di assaggi tipici e vini in abbinamento alla poesia dall’antichità ad oggi. Il Festival ha chiuso i battenti col libro “L’ex killer con la laurea - Malerba”, la storia di Malerba che vendica la morte dei suoi cari per mano della mafia, non si pente, sconta la sua pena in carcere e si racconta tramite Carmelo Sardo presente al Teatro Borelli. In concomitanza, due bellissime mostre: “I colori nelle parole” con illustrazioni di Ilaria Pigaglio e “The Migrant Children” a cura di Greta Cencetti.

[close]

p. 9

Maccagno Giovanni Simone - Consigliere Incarichi: Lavori Pubblici, Viabilità APPALTO SERVIZIO DI SGOMBERO NEVE STAGIONI 2014/2017 E CONCESSIONE SERVIZI CIMITERIALI i è dato corso all’appalto del servizio sgombero neve sul territorio comunale, suddiviso in sei lotti funzionali, mediante procedura aperta sopra soglia comunitaria, ex art. 3 - comma 37 e art. 55 comma 5 del D. Lgs 1653/2006 LOTTO 1 CIG 5970315BC9 € 226.793,93; LOTTO 2 CIG 597034006E € 29.942,30; LOTTO 3 CIG 59703508AC € 37.333,11; LOTTO 4 CIG 5970356D9E € 21.651,31; LOTTO 5 CIG 59703600EF € 52.825,41; LOTTO 6 CIG 59703676B4 € 105.224,43. Visto l’importo complessivo del servizio, ammontante ad € 473.770,49 oltre IVA, il bando di gara è stato pubblicato sul sito dell’Ente: www.comune.boves.cn.it; sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea (GUCE); sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI); all’Albo Pretorio digitale Comunale; su “LA GUIDA”; “IL MONFERRATO”; l’“AVVENIRE”; “IL FOGLIO” e sul sito informatico del Ministero delle Infrastrutture. Le offerte dovranno pervenire all’Ufficio protocollo del Comune di Boves entro le ore 12:00 del giorno 09/12/2014. Il candidato può presentare offerta per un solo lotto. S APPALTO CONCESSIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PER ANNI DUE Si è dato corso all’appalto per la concessione dei servizi cimiteriali dei cimiteri del Capoluogo e di San Giacomo mediante procedura aperta per anni due. Sono comprese nella concessione le attività riguardanti i servizi cimiteriali disciplinati dal D.P.R. 285/90 e i servizi manutentivi delle aree cimiteriali (manutenzione del verde, sgombero neve, logistica e pulizia). L’importo di contratto a base d’asta ammonta ad € 180.974,90 oltre IVA al 22%. Il bando di gara è pubblicato sul sito dell’Ente www.comune.boves.cn.it, alla sezione bandi e gare con scadenza il 27/11/2014. A spettando il BABBO NATALE BOVESANO Domenica 7 e lunedì 8 dicembre, sabato 13 e domenica 14 dicembre le piazze e la “Cuntrò” diventano il salottino a cielo aperto di Boves dove si terrà l’originale Festa del Babbo Natale Bovesano: si comincia domenica 7 dicembre con l’apertura dei mercatini di Natale, la giostra di Natale per i bimbi, il concerto dei Corni delle Alpi, la degustazione dei prodotti tipici e la possibilità di portarsi a casa il vero Babbo Natale bovesano. Sfilata degli Efli e arrivo dell’Elfo cocchiere; sorteggio e assegnazione dei Babbi Natale agli iscritti all’Associazione La Sporta, accensione dell’illuminazione natalizia nel centro storico; nella Cittadella-Favole, apertura della Mostra “Dialogo con la Natura” con opere di Franca Reinero. Lunedì 8 dicembre a partire dalle ore 10 si potranno visitare i mercatini di Natale con intrattenimenti per bambini e degustare i prodotti tipici con gli amici Elfi. Premiazione del concorso dedicato alle Scuole “Il nostro Babbo Natale”, nelle piazze il trucca bimbi, il mago, il ritrattista, il clown Trinchetto, Ludobus e animazione con Prisma Danza. Sabato 13 dicembre dalle ore 15 e domenica 14 dicembre dalle ore 10: continuano i mercatini di Natale con i prodotti tipici, le degustazioni e la musica degli Zampognari; ritorna Babbo Natale con le sue renne per incontrare tutti i bambini ai quali si ricorda di portare le letterine di Natale indicando il proprio indirizzo così Babbo Natale risponderà personalmente. Nella giornata di domenica, a partire dalle ore 10, apertura del mercato artigianale. Ancora una volta le piazze si animeranno di intrattenimenti per tutta la famiglia: il trucca bimbi, il mago, il ritrattista, il clown Trinchetto, Ludobus e l’animazione di Prisma Danza. Sempre domenica 14 dicembre in Santa Croce, alle ore 16, inaugurazione del Presepe in compagnia della Corale di Madonna dei Boschi. www.babbonatalebovesano.it DICEMBRE 2014 9 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 10

“incontro con Don Aldo Benevelli a Torino davanti alla lapide che ricorda l’impiccagione di Ignazio Vian” BOVES & SOCIETà Comune di Boves 10 DICEMBRE 2014 l 17 novembre 1984 Ernesto Olivero per il Ser.mi.g. consegnava al Sindaco di Boves Piergiorgio Peano il premio “artigiano della pace”; il 17 ottobre 2014 il Principe Sergio di Jugoslavia per la ONLUS Regina Elena consegnava all’attuale Sindaco il XXXIII premio internazionale per la pace “Mafalda di Savoia”, segno tangibile di una città che continua nel suo impegno per la promozione dei valori della pace. L’attuale amministrazione ha ripreso i collegamenti tradizionali dei gemellaggi sia con Castello di Godego (il nuovo sindaco è venuto in visita a Boves in occasione del 19 settembre) sia con la francese Mauguio con visita di delegazione composta dal Sindaco, e dagli assessori Livio Rossi, Enrica Di Ielsi e Raffaella Giordano nel mese di novembre u.s.. Il Sindaco ha poi partecipato con il Gonfalone della Città a numerose commemorazioni tra le quali si ricorda l’inaugurazione a Diano Marina del monumento ai caduti delle missioni di pace dove è stato ricordato il c.le magg. Giorgio Langella, a Torino con Don Aldo Benevelli per il ricordo del 70° anniversario della morte per impiccagione di Ignazio Vian, a Sant’Anna di Valdieri per la presentazione dell’attività di protezione civile, al Colle del Lys in ricordo del 70° anniversario dell’eccidio, a Sestriere, il comune più alto d’Italia, per il ricordo della battaglia del colle Basset; doverosa la presenza al 70 ° anniversario della strage di Marzabotto, al ricordo dei I DELEGAZIONI E VISITE “17.10.14: il Principe Sergio di Jugo slavia con i Sindaci di Boves, Borgo San Dalmazzo e Valdieri durante la consegna del Premio Mafalda di Savoia” 23 giorni della città di Alba ed al convegno organizzato dal comune di Balangero per il ricordo della prima guerra mondiale. Boves non si chiude in se stessa ma rilancia il progetto di costruire legami in Italia ed all’estero; interessante l’apprezzamento espresso dal Sindaco di Schondorf in Germania per iniziare un dialogo tra le due comunità civili dopo l’incontro delle Parrocchie avvenuto nei mesi scorsi e che nei prossimi mesi potrà contare anche sulla collaborazione della Scuola di Pace. Giovanni Pepino consigliere delegato ai giovani ed allo sport SPORT IN PIAZZA Le piazze del capoluogo diventano una bellissima vetrina delle numerose associazioni sportive bovesane per l’annuale giornata all’insegna dello sport a 360 gradi. Presenti numerose società sportive (calcio, baseball, ginnastica e danza, sci, pallavolo, judo, wing tsun, aikido, kick boxing, basket, corsa, e tennis) che hanno fatto dimostrazioni delle loro attività e hanno lasciato spazio ai numerossissimi ragazzi iscritti, circa 400, che hanno potuto cimentarsi nelle diverse discipline sportive. Al termine ricchi premi a sorteggio offerti dagli sponsor e gadget a tutti i giovanissimi che hanno partecipato alla manifestazione, in una fantastica cornice di fine estate alla vigilia dell inizio della scuola

[close]

p. 11

Raffaella Giordano consigliere delegata alla cultura, gemellaggi, commercio fisso abato 30 e domenica 31 agosto si è tenuta la IX Edizione del Festival Internazionale Vie di Jazz organizzata dal Comune di Boves con la direzione artistica di Roberto Chiriaco: per due giorni le strade del centro storico, dalla Ex Confraternita di Santa Croce, passando per Via Roma, l’affascinante Piazza dell’Olmo e la Cittadella, è stata avvolta dalla magica atmosfera della musica Jazz: grande pubblico e concerti tutti esauriti. Atmosfera emozionante in Santa Croce col maestro Luca Peirone che ha incantato il pubblico col suo “Guitar Solo”, i Caleidonia Open Out Of Blue hanno scaldato l’anima della Cittadella; sulle note del pianoforte a coda, del sax, della batteria e del contrabbasso Stefano “Cocco” Cantini Quartet ha S FESTIVAL INTERNAZIONALE VIE DI JAZZ – IX EDIZIONE conquistato gli spettatori con atmosfere meditative, melodie cariche di misticismo mescolate a passaggi di grande forza, fasci di luce han giocato sulla facciata della Parrocchiale in una bella notte di fine estate. La domenica pomeriggio, all’interno della rassegna “Around Vie di Jazz” si sono esibiti i giovanissimi Young Jazz Ensemble e gli Almost Jazz Quartet con un eccellente repertorio di jazz fatto di standard americani e incursioni nella Bossa Nova. Nella raffinata cornice di Santa Croce i ManiAquArte han regalato al pubblico uno strepitoso concerto di Etnojazz, Harold Danko ha ammaliato i partecipanti col suo workshop sulle strategie di improvvisazione, la sera tutto esaurito per il concerto di piano al Teatro Borelli. E ancora: le Forme di Jazz di Dario Beatovic e le visite guidate all’Atlante dei Suoni hanno attratto famiglie e artisti. Grazie al grande successo di Vie di Jazz 2014, Boves entra nel circuito dei più importanti festival di jazz italiani e si merita il titolo, attribuitole da più voci, di “piccola perla del jazz italiano”. Sabato 23 agosto e 13 settembre, in abbinamento alla mostra “Le camere oscure, fotografie, figure e ambienti dell’immaginario neogotico” ospitata presso il Complesso Monumentale di San Francesco di Cuneo, si è tenuta un’interessante e curiosa visita gratuita, unica e suggestiva al “Tempietto di Boves”. Attraverso rovine, architetture eclettiche e “villini bizzarri”, nascosti e custoditi da alberi esotici e secolari, i visitatori sono stati catapultati in un viaggio iniziatico, una vera e propria esperienza di conoscenza del neogotico cuneese che trova, nel giardino del Senatore Borelli, una delle sue forme più insolite e interessanti. Sul pieghevole a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo appena andato in stampa in 17.000 copie e che verrà distribuito negli uffici del turismo e nei luoghi di interesse di tutta Italia, si legge: “sulla collina bovesana esiste un giardino che il senatore G.B. Borelli (1831-1891) aveva voluto per certificare la sua appartenenza alla massoneria. Su una retta, in cresta alla collina: un ingresso protetto da due cani in pietra, un casotto-belvedere, una torre merlata, un obelisco, un tempietto rotondo con la statua della Dea Ragione, un castelletto gotico-moresco, un tumulo in terra tra siepi di bosso (tomba iniziatica)”. Bovesani, appassionati, fotografi e turisti hanno partecipato numerosi e condiviso per un pomeriggio il grande sogno di una villa e del suo giardino, sulla collina Mirabello di Boves. www.ilcuneogotico.it DICEMBRE 2014 PROGETTO DEL CUNEOGOTICO: VISITA AL “TEMPIETTO” DI BOVES, IL SOGNO DI UNA VILLA 11 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 12

BOVES & SOCIETà Dutto Silvana - Assessore Deleghe: Attività produttive, Politiche Agricole, Mnifestazioni. Fiere e Mercati, Commercio ambulante Il nostro mercato è il punto di riferimento per tutti i produttori 12 DICEMBRE 2014 ome tutti gli anni a Boves da metà luglio a novembre si è aperto “ Il mercato ortofrutticolo di Boves”. Il mercato di Boves è uno degli ultimi della provincia di Cuneo, se ne contavano ben 6 alla fine degli anni ’70. E’ punto di riferimento per tutti i produttori del “fagiolo rosso rampicante”, con l’obiettivo di aiutare i produttori e poter garantire agli stessi un maggior potere contrattuale. Per la gestione del mercato di Boves l’11 Agosto 1999 nasce il “Consorzio Produttori Agricoli Bovesani”. Le finalità del Consorzio sono: valorizzare la produzione ortofrutticola, la promozione, la gestione delle strutture, degli impianti e delle attrezzature che garantiscono lo svolgimento del mercato. Nell’anno in corso i soci sono stati 136, sul mercato sono entrate n. 301.157 cassette per un C IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI BOVES totale di 2.258.677 kg. di fagiolo rosso fresco, per una media annuale di € 1.20 ak kg. per un volume di affari di € 2.710.000,00. Sul mercato sono presenti 15 commercianti provenienti dalla Provincia Granda. Il prodotto commercializzato è destinato ai mercati generali del nord e centro Italia, in quantità minore al sud, Francia e Inghilterra. Ogni cassetta presenta un’etichetta con il nome del produttore in modo che il consumatore abbia una tracciabilità del prodotto. La trasparenza e la sicurezza sono due principi sanciti dall’atto costitutivo del consorzio al quale tutti i produttori aderenti devono sottostare. Sul sito: www.mercatofagioloboves.it si possono trovare informazioni, foto e curiosità del mercato di Boves. Con la patata della Bisalta, si premia il gusto e la qualità di un prodotto locale. La coltivazione della patata arriva da un’antica tradizione e si è sviluppata molto bene dell bovesano, grazie alle caratteristiche pedoclimatiche della zona, che le donano accellenti qualità organolettiche. Dal 2001 è attivo il CONSORZIO di TUTELA e valorizzazione della Patata della Bisalta, con lo scopo di promuovere la patata attraverso un marchio di riconoscimento,” la patata che sorride”. Il marchio viene dato alle aziende produttrici che si trovano ai piedi della Bisalta, e si attengono ad un preciso disciplinare di produzione. La tutela del consumatore è attenta sotto ogni profilo. Al consorzio aderiscono 26 soci, la coltivazione occupa 30 ettari e la produzione complessiva è di 800 tonnellate. OLTRE 30 ETTARI DI GUSTO E QUALITÀ Per la trasparenza è applicato un recente sistema di tracciabilità con codice QR. La patata della Bisalta si può acquistare o direttamente in azienda, nei migliori punti vendita locali di ortofrutta e presso alcuni supermercati che valorizzano la produzione a Km. zero, si trova in confezioni da 5 e 10 Kg. Per aderire alla richiesta dei consumatori a breve sarà disponibile anche il nuovo formato da 2,5. Per elenco aziende e altre informazioni su www.tracciabilitacuneo.it APPELLO DEI CONSORZI I consorzi irrigui denominati Valle Colla e canale Naviglio e Vermenagna di Boves informano gli utenti che non hanno ancora dato l’adesione ai consorzi, possono ancora farlo entro l’anno corrente. L’adesione è importante perchè da la possibilità di esprimere il voto in assemblea. Per il consorzio irriguo Valle Colla contattare il geom Cavallo Silvano tel.0171/388672 Per il consorzio irriguo Canale Naviglio e Vermenagna di Boves il geom. Tesio Domenico tel 0171 693301

[close]

p. 13

IL PALIO DEL FAGIOLO ROSSO DI BOVES Grande successo per la prima edizione del “Palio del Fagiolo Rosso di Boves” con enorme entusiasmo da parte delle 8 squadre bovesane coinvolte. Una domenica, quella del 24 agosto, in occasione della festa patronale di San Bartolomeo, all’insegna di giochi, divertimento , competizione , amicizia e goliardia Un evento che ha unito e messo a dura prova le 8 frazioni coinvolte, Castellar, Madonna dei Boschi, Fontanelle, Rosbella, Sant’Anna, Rivoira, Cerati e il concentrico bovesano. Protagonista dell’evento è stata Piazza Italia, dove sono stati allestiti giochi gonfiabili e percorsi. Nel programma della giornata erano presenti quattro giochi nei quali ogni frazione giocava a turno contro tutte le altre: gladiator, bocce quadre, calcio balilla e palla prigioniera, e altri tre giochi a tempo tutti contro tutti, “daje un culp”, “cursa di carëtte” e “salva la stisa”. Ogni frazione ha dovuto portare in campo 10 giocatori, 5 donne e 5 uomini di cui 2 donne e due uomini over 40 per avere così un’ampia fascia di età. Vincitrice della prima edizione del Palio è stata Castellar, che con grande orgoglio si è portata a casa il premio in denaro e lo stendardo, simbolo del Palio. Una domenica tutta da vivere con la speranza che il prossimo anno partecipino tutte le Frazioni del Capoluogo, Boves è pronta ad ospitare nuovamente l’evento, e a fare del Palio un simbolo e riconoscimento ufficiale della Festa di San Bartolomeo. Promuovere un prodotto con divertimento Come si fa a promuovere un prodotto  come il fagiolo? Si può fare in tanti modi, ma sicuramente il migliore è il divertimento, e proprio per questo motivo è nato il Palio!! Bella iniziativa portata avanti dalla Consulta Giovani, dal comune e dalla pro-loco. E’ stato un bel lavoro di squadra con i vari giochi elaborati e preparati da Fabio Marchisio e  dalla consulta  giovani. A tutto ciò si deve aggiungere la ricerca  dei costumi tradizionali Bovesani di Madonna Lesina, indossati durante la sfilatapresentazione del Palio, organizzata da Marisa  la nostra bibiotecaria. Il palio,ovvero il drappo dato in premio alla frazione vincitrice, è stato disegnato da Ornella Vola e cucito da Marisa Pellegrino, ed è stato presentato il sabato mattina nella fantastica cornice di Villa Moschetti, seguito poi da un ricco rinfresco preparato da Irma Falco. Alla presentazione del palio abbiamo avuto il piacere di ospitare l’Assessore Regionale all’agricoltura Ferrero, e sono state effettuate delle riprese da parte di Rai tre e telecupole, che si sono poi spostate all’area mercatale, per seguire le contrattazioni tra produttori e commercianti per la vendita dei fagioli. Alla competizione cittadina si sono quindi affrontate le frazioni Castellar, Rivoira, Rosbella, Cerati, Madonna dei Boschi, Fontanelle, Sant’Anna  e Boves. La manifestazione  si è svolta  in piazza Italia, ed è stato un bel momento di allegria e di divertimento, dove la forza fisica dei giocatori è stata messa a dura prova,ma alla fine ad alzare il palio al cielo è stata la frazione di CASTELLAR!!! Una festa riuscita grazie al lavoro di tanti volontari, che hanno messo a disposizione il loro tempo,e ancora una volta si è dimostrato che unendo le forze si riescono a fare cose meravigliose.  Vi aspettiamo numerosi il prossimo anno. DICEMBRE 2014 PROMUOVERE IL PALIO DEL FAGIOLO ROSSO 13 BOVES & SOCIETà

[close]

p. 14

BOVES & SOCIETà Enrica Giordano - Presidente Scuola di Pace 14 al mese di ottobre la Scuola di Pace ha un nuovo Coordinamento guidato da Enrica Giordano coadiuvata da 3 membri di nomina consiliare: Marco Biarese (già membro del precedente comitato della Scuola di Pace, indicato dalla lista Camminare con Boves), Maddalena Forneris (Presidente ANPI Borgo San Dalmazzo, designata dalla lista civica di maggioranza Per Boves), Alice Sommavilla(neolaureata in scienze politiche, indicata dalla lista Progetto Bisalta); e 3 membri scelti dalla coordinatrice stessa, tutte persone attive ed impegnate nel sociale: Marta Macario, Sabrina Merlini e Luca Miglietti. In questi primi mesi di attività ha portato avanti alcune iniziative promosse dallo scorso Coordinamento oppure proposte dall’Amministrazione Comunale, come la partecipazione agli eventi commemorativi dell’eccidio del 19 settembre, quest’anno particolarmente sentito dall’amministrazione comunale, con la presenza di molte autorità e del vice presidente del Consiglio Regionale Nino Boeti, ed un intervento durante la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate svoltasi il 4 novembre. L’impegno è proseguito il 17 ottobre con l’assegnazione al Comune di Boves del XXXIII premio internazionale per la pace principessa Mafalda di Savoia, conferito dal principe Sergio di Jugoslavia, presidente dell’Ass. internazionale Regina Elena e con la proposta al consiglio comunale dell’ordine del giorno per il riconoscimento internazionale del diritto alla pace (campagna promossa dal Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU), approvato all’unanimità il 6 novembre. Un altro momento particolarmente sentito ha riguardato gli appuntamenti in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il 25 novembre. Quella giornata è stata l’occasione per affrontare un tema ancora sottovalutato, che ha visto le prime meditazioni strutturate soltanto a partire dal 2012, primo anno in cui si è iniziato a parlare di femminicidio ed a contare le donne vittime di violenza. Ed è stata occasione di collaborazione tra istituzioni ed associazioni. Il 24 novembre il Comitato ha incontrato i ragazzi delle terze medie dell’Istituto Comprensivo “A. Vassallo” di Boves, facendoli riflettere con alcuni video, una poesia e un piccolo oggetto ricordo su questo grande problema, che spesso non viene messo abbastanza o correttamente in evidenza. D UN NUOVO COORDINAMENTO La sera del 25 novembre, grazie all’ass. Post Scriptum, abbiamo potuto ascoltare le parole profonde della psicoterapeuta Anna Oliverio Ferraris e riflettere sulla strumentalizzazione del corpo femminile nei media. Sempre con l’intenzione di porre l’accento su questo tema il 29 novembre è stato proiettato al Teatro Borelli il film “Donne Dentro” di Marzia Pellegrino, con la presenza della regista che ha raccontato ai presenti da dove è nata l’idea di questo film, e dell’Assessore alla Pari Opportunità del Comune di Cuneo, che ha spiegato come è stata ideata e come funziona la rete antiviolenza e la casa rifugio per le donne vittime di violenza “Fiordaliso”. Tanti sono stati, inoltre, i contatti che sono stati presi in questi primi mesi, sia a livello regionale con il Comitato Resistenza e Costituzione, sia con altre realtà aventi finalità simili (ad es. Scuola di Pace di Bra) e con le altre emanazioni comunali (Consulta Giovani e Consulta Famiglie). Crediamo molto, infatti, nella collaborazione tra entità che pur avendo finalità diverse, possono convergere su progetti condivisi, certi che le energie se messe in comune non si sommino, ma si moltiplichino. È stato ripristinato il sito internet della Scuola di Pace, che trovate nella home page del sito comunale, e che verrà arricchito un po’ alla volta con il materiale delle lezioni passate e future (grazie alla prezioso lavoro svolto per oltre dieci anni da Simone Giraudo), ed è stato creato un profilo su facebook. Il pomeriggio del 1 gennaio prossimo è in programma l’annuale Marcia della Pace che si snoderà tra le strade di Boves, che avrà come tema “Il cammino delle religioni verso la pace”, alla quale sono stati invitati a portare il loro augurio per il nuovo anno i rappresentanti delle varie comunità religiose e non. Le immagini che vediamo alla televisione e le notizie che leggiamo sui giornali ci presentano un mondo che non si è ancora stufato di fare la guerra. La guerra è cambiata, il modo di far la guerra è cambiato. Cent’anni fa si parlava di “campi di battaglia”, perché la guerra si faceva fuori dalle città, nei campi. Oggi la guerra si conduce fra le case, in mezzo ai civili. Costruiamo ancora le mine antiuomo colorate con sembianze di farfalle, perché i bambini incuriositi le vadano a raccogliere e ne vengano mutilati, ben intenso: mutilati, non uccisi! Si sgozzano giornalisti. Si vendono uomini e donne. L’efferatezza, la brutalità con cui vediamo condurre i conflitti moderni non ha precedenti. Ci chiediamo a volte se viviamo nel 2014 o nel Medioevo. Lo Statuto della Scuola di Pace istituito nel 1984 recita che “La scuola nasce dall’esperienza di attualizzare il concetto di Pace, della Pace, non solo nei termini riduttivi della “non guerra”, ma come incarnazione degli ideali di giustizia, solidarietà, rispetto della legalità, tolleranza, non violenza, equo rapporto nord-sud, in un cammino da continuare, attenti a coinvolgere l’impegno di tutti i cittadini, con uno sguardo al futuro ed alle sue sempre nuove sfide che esigono maggiore conoscenza per la formulazione delle risposte adatte.” La nostra Costituzione “ripudia la guerra”! E allora attuare la Costituzione oggi vuol dire combattere contro quella che ormai viene definita la globalizzazione dell’indifferenza e denunciare le ingiustizie, non rispondere alla violenza con altra violenza. Sappiamo che pace sociale e pace internazionale sono fra loro interdipendenti e indissociabili. Se una comunità non ha pace sociale anche la comunità internazionale ne risentirà. Come Coordinamento della Scuola di Pace ci impegneremo a fare la nostra parte affinché questo diritto, il diritto alla Pace, non rimanga lettera morta. DICEMBRE 2014

[close]

p. 15

La letteratura stimola la mente e i sensi C NOTIZIE DALLA BIBLIOTECA stanza in più di casa propria, piena di libri (ad oggi sono più di 45.000)! Grazie alla disponibilità degli insegnanti delle classi interessate i ragazzi e le ragazze frequentano la biblioteca mensilmente e possono scegliere liberamente se e cosa leggere. Momenti di lettura ad alta voce, giochi e scambio dei libri rendono la visita più viva e partecipata. Come anche i voti: eh sì perché in biblioteca i voti li danno gli alunni: venite a cercare i libri con i bollini gialli verdi rossi e blu e vedrete! Il cuore del progetto però prevede anche momenti liberi di incontro ragazzibiblioteca: dal 12 giugno al 31 luglio siamo stati felici di condividere con i giovani laboratori creativi, book trailer, letture e giochi al Parco di Villa Berrini. Un successo di partecipazione ed una grande gioia per gli organizzatori, perché davvero il silenzio di 30-40 ragazzi mentre si legge loro un libro ad alta voce è qualcosa di prezioso. Come le risate mentre giocano e la gioia di vederli insieme nel tempo libero: ai cento dodicenni è La ditta Giuliano sempre aggiornata con i tempi, propone una vasta gamma di prodotti avvolgibili in plastica ganci o infilata, alluminio con poliuretano normale o ad alta densità, legno grezzo o verniciato, acciaio. Diversi sono i tipi di funzionamento a cinghia tradizionale o a cassonetto, con arganello, con motoriduttori a pulsante o con radiocomando . Inoltre siamo a comunicare di avere delle avvolgibili antintrusione di sicurezza modello Estella o avvolgibili orientabili modello Orienta. Riparazioni varie se possibile dal cliente stesso o nella ns. sede. Rilievo misure e preventivi gratuiti senza impegno. Il nostro impegno è di realizzare e soddisfare le esigenze dei ns. clienti. Con l’occasione porgiamo a tutta la comunità i nostri migliori auguri di Buone Feste. Venite a trovarci!!!! DICEMBRE 2014 ome ben sa chi frequenta assiduamente, la biblioteca ospita il Servizio Civile fin da quando coloro che prestavano servizio si chiamavano Obiettori di coscienza: ora molti di loro sono già papà e le prime ragazze sono mamme addirittura di bambini che sanno già leggere! Prezioso per i giovani e utile per la comunità il Servizio Civile ha mantenuto continuità nel tempo. A Boves ciascun progetto di Servizio Civile è strutturato affinché una parte del medesimo sia di promozione della lettura. La lettura stimola i sensi, la memoria, il ricordo: ci fa vivere al 100% perché ci stimola, ma ci fa vivere anche mille altre vite oltre la nostra, ci può consolare nei momenti di sconforto e semplicemente far compagnia. Ci rende più coscienti e consapevoli, più creativi… Il progetto di quest’anno si rivolge ai 12enni: 100 ragazzi circa frequentanti l’Istituto Comprensivo, nostro attivo partner; ha un sottotitolo particolare: e ora lib(e)ri perché davvero crediamo che la lettura e la libertà siano doni preziosi da condividere. Lo scopo principale del progetto è di offrire ai cento ragazzi una visione della biblioteca viva e attiva: una stata proposta un’altra importante tappa del progetto, quasi come un premio, perché davvero siamo molto contenti di quest’esperienza: una gita a Mondovì, alla scoperta dell’antico Museo della Stampa prima e della Libreria dopo. Dall’emozione di veder nascere uno stampato al poter fare veramente i “bibliotecari per un giorno”: scegliere un libro, controllare on line se possibile inserirlo nella collezione della biblioteca, timbrarlo, con l’apposito timbro “Dono della Fondazione Berrini, libro scelto da ______” (e il nome del ragazzo/a) renderanno il momento unico, stimolante e indimenticabile. E chi ha scelto sarà il primo a poter prendere in prestito il libro, votarlo e dargli una nuova vita, di libro gratis per tutti. 15 BOVES & SOCIETà

[close]

Comments

no comments yet