Beinette 2014

 

Embed or link this publication

Description

Il comune di beinette informa

Popular Pages


p. 1

a m r Info Beinette Il Comune di Periodico informativo a cura dell’Amministrazione Comunale - Dicembre 2014 “Poste Italiane S.p.a. - Supplemento N.23 a “Il giornale di Boves” Autorizz. Tribunale di Cuneo N. 304 DEL 14-12-1976 COPIA OMAGGIO D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27.2.2004 n. 46) art. 1 - comma 1,DCB/CN” Popolazione: 3394 (12/11/2014) Superficie: 17,4 km² Altitudine: 491 mt. s.l.m Comune di Beinette

[close]

p. 2

2 Numero 2014 IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA

[close]

p. 3

Sono passati pochi mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, ma un piccolo bilancio e qualche riflessione possono già essere fatti. Le elezioni di fine maggio 2014 hanno visto un cambiamento nella composizione del consiglio e della giunta comunali: l’età media si è sensibilmente abbassata ed il genere femminile ha aumentato la propria rappresentanza. Queste due caratteristiche avranno sicuramente una ricaduta sulla sensibilità mostrata nelle scelte che si dovranno prendere, rispecchiando la situazione demografica del paese connotata da un’età media tra le più basse e da un indice di natalità tra i più alti in Provincia. Dall’inizio del mandato la squadra amministrativa si è confrontata con una serie di problematiche anche impegnative ed in ogni occasione si è dimostrata capace di affrontarle con maturità: il confronto tra posizioni anche diverse è sempre sfociato in una decisione condivisa, portata avanti da tutto il gruppo di maggioranza. Ugualmente improntato al dialogo è il rapporto con i consiglieri di minoranza i cui contributi sono stati ascoltati in più circostanze: il mio augurio è che il rispetto e l’apertura reciproca possano continuare nel futuro, perché da questa serenità non potrà che beneficiarne tutto il paese. Passando al sindaco, molti mi hanno chiesto se, conosciuti i problemi di fronte ai quali viene posto ogni giorno il primo cittadino, potendo tornare indietro sceglierei nuovamente la candidatura…e la mia risposta è più convinta di prima: sì! Essere primo cittadino comporta un impegno, in termini di tempo e di energie, ed una responsabilità notevoli. Ma, dall’altro lato, consente di provare quella che ritengo una delle massime espressioni dell’uomo: la politica. Molti confondono la politica con la fede di partito, con le brame personali di ascesa sociale, o, peggio, con la casta e la corruzione. La vera politica è invece la cura del patrimonio comune, sia esso materiale, come le scuole e le strade, o immateriale, come le norme del vivere insieme. La vera politica è la costruzione del futuro, non in solitaria, ma insieme agli altri. Certo, nessuno vive sulla luna e tutti sappiamo che fare politica vuol dire sporcarsi le mani e trovare compromessi anche con interessi particolari, ma questo non deve spaventare se si tiene sempre in mente il primato del bene comune. Un’ultima riflessione la voglio fare sul nostro paese. Beinette ha conosciuto nell’ultimo periodo un aumento demografico e continua, seppur lentamente, a crescere. Rimane, tuttavia, un piccolo comune. Nei prossimi anni saremo interessati da una trasformazione istituzionale che riguarda tutti i comuni minori: molte delle funzioni comunali attualmente esercitate in autonomia dovranno essere condivise con paesi vicini. Ci dovremo, quindi, abituare sempre più a considerarci cittadini di un territorio più vasto e a comporre le esigenze del nostro con quelle di altri comuni: una trasformazione culturale che, se affrontata con buon senso e preparazione, potrà anche risultare vantaggiosa. Chiudo questo mio primo saluto con alcuni sentiti ringraziamenti ed una serie di auguri. Ringrazio tutta la cittadinanza per la fiducia espressa nelle passate elezioni. Ringrazio tutta l’amministrazione, maggioranza e minoranza, per il contributo di idee e le energie impiegate. Ringrazio i dipendenti comunali per l’impegno profuso nella realizzazione delle scelte dell’amministrazione. Ringrazio i tanti volontari appartenenti ad associazioni e gruppi beinettesi: il vostro impegno è fondamentale per tenere vivo il nostro comune! Ringrazio i commercianti e gli esercenti attivi in paese: un ringraziamento forse insolito, ma dovuto, viste l’“eroicità” della vostra attività in questo periodo e l’importanza della vostra presenza per la vita del centro storico. Ringrazio la parrocchia per la disponibilità alla collaborazione a favore di tutto il paese. Auguro a tutti di saper gioire delle cose più importanti. Auguro alle persone in difficoltà di ritrovare la serenità e la bellezza della vita. Auguro ad ogni bambino di crescere in un ambiente sereno, capace di cogliere ciò che di nuovo ogni bimbo porta. Auguro ad ogni adulto la capacità di ascoltare e di stupirsi come solo i bambini sanno fare. Buon Natale e Felice Anno Nuovo. QR-Code Con il tuo telefonino puoi andare direttamente sul sito del Comune “Il Comune di Beinette Informa” Periodico informativo dell’Amministrazione Comunale Redazione Comune di Beinette Concessionaria Pubblicitaria Maria Tv sas Strada Cascina Forlenza 7 - Beinette (Cn) Tel. 0171 385131 - Fax 0171 385313 Direttore di Produzione Wilma Franchino Tel. 3477632020 Impaginazione Gianluca Vada Beinette Tel. 3358181054 e-mail: comuni@mariatv.it Stampa: TIPOGRAFIA SAGITTARIO Franchi Paolo snc di Franchi Giuseppe & C. Via Malignani 7 - 30020 Bibione “Poste Italiane S.p.a. - Supplemento n.23 a “Il giornale di Boves” Autorizz. Tribunale di Cuneo N. 304 DEL 14-12-1976 D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27.2.2004 n. 46) art. 1 - comma 1,DCB/CN” Lorenzo Busciglio IL SINDACO Numero 2014 IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 3 Il Saluto del Sindaco

[close]

p. 4

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Informazione - Comune di Beinette ⌂ LA NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE Il Comune cambia volto I l giorno 26 maggio 2014 si è insediata la nuova amministrazione comunale di Beinette. Il sindaco, Lorenzo Busciglio, ha deciso di non conferire deleghe (che darebbero autonomia decisionale di spesa), ma ha riconosciuto competenze agli assessori ed ai consiglieri di maggioranza. La nuova giunta è così composta: - Lorenzo Busciglio - Sindaco, anni 33, ha mantenuto la competenza della Protezione Civile. Numero di telefono: 349/7298120; mail: sindaco.beinette@ruparpiemonte.it Appartengono al gruppo di maggioranza: - Valerio Garelli – Consigliere con competenza ai Lavori Pubblici, Capogruppo di maggioranza, anni 38. - Roberto Bottasso – Consigliere con competenza all’Agricoltura, anni 31. - Silvio Costamagna – Consigliere con competenza alla Frazione Colombero, anni 49. - Gabriele Giorgis – Consigliere con competenza allo Sport, anni 43. - Sandra Sferruzza – Consigliere con competenza alle Attività Produttive, anni 37. Appartengono al gruppo di minoranza: - Chiara Dutto – Consigliere, Capogruppo di minoranza, anni 33. - Pierluigi Garello – Consigliere, anni 59. - Marco Lucchino – Consigliere, anni 68. - Vanna Rebuffo – Consigliere, anni 54. 4 - Bruno Bertone – Vicesindaco e assessore al Bilancio ed alle Scuole. Anni 51. Numero di telefono: 335/6532116; mail: bertone2005@libero.it - Mario Franchino – Assessore all’Ambiente ed alla Viabilità, anni 61. Numero di telefono: 345/3448963; mail: franchino.ita@libero.it Numero 2014 - Luciana Garelli – Assessore alle Politiche Sociali ed alle Associazioni, anni 57. Numero di telefono: 3341420076; mail: luciana.garelli@hotmail.it - Elisa Grosso – Assessore esterno alla Cultura ed alle Politiche Giovanili, anni 33. Numero di telefono: 3475760680; mail: cultura.beinette@gmail.com N I CONSIGLIERI COMUNALI RINUNCIANO AL GETTONE DI PRESENZA per una spesa annua stimata di circa 1.000 euro totali. Visto il grave periodo di crisi, i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza, unanimemente, hanno deciso di rinunciare al gettone e richiesto di devolvere l’importo alle associazioni locali. GARELLI Valerio el Consiglio Comunale n. 22 del 23 luglio 2014, si è deliberata corresponsione dell’importo di € 10,55 lorde quale gettone di presenza ai consiglieri per la partecipazione ad ogni seduta del Consiglio Comunale,

[close]

p. 5

Garelli Valerio - Capogruppo di maggioranza con competenza ai Lavori Pubblici Parliamo di un argomento molto importante Lavori pubblici addio? …domanda provocatoria, ma forse non troppo. Negli ultimi tempi abbiamo assistito ad un costante aumento di provvedimenti legislativi che non si traducono in operatività concreta, aiuto al territorio locale; sempre più sovente ci vendono Leggi con il nome “semplificazione”, ma che in realtà hanno il significato opposto! E chi ne risente di più sono i Comuni e i privati cittadini. Da giugno un Decreto Legge ha introdotto il divieto, per i Comuni non capoluogo di provincia, di acquisire lavori, servizi e forniture sino alla formazione di una centrale unica di committenza detta anche Stazione Unica Appaltante (S.U.A.). Praticamente per acquistare materiale o affidare lavori (di qualsiasi importo), bisognava riunirsi in unioni di comuni o, in alternativa, avvalersi di un consorzio, o ancora effettuare la gara telematica tramite Consip o altra centrale di committenza; uffici non ancora pienamente operativi…il caos! La norma sta provocando il sostanziale blocco delle gare d’appalto e paralizzando anche attività in parte già avviate dai Comuni. Il periodo di incertezza è continuato (e forse peggiorato) ad agosto, quando è stata approvata la Legge sulle Centrali Uniche di Committenza e soggetti aggregatori. Per l’affidamento di lavori bisognerà procedere mediante le regole del MEPA (mercato I NUOVI RISVOLTI PER I LAVORI PUBBLICI elettronico pubbliche amministrazioni), incaricando solamente ditte iscritte alla piattaforma. Un sistema burocratico, macchinoso e complicato, che rischia di far lievitare i prezzi dei servizi e delle opere in quanto attualmente le ditte iscritte al MEPA sono poche, con conseguente limitata concorrenza, aumento dei costi, nessuna possibilità di trattativa economica. Questo ginepraio legislativo nazionale, come già accennato, ha paralizzato il sistema e l’operatività dei Comuni. Al contrario servirebbe una nuova politica di gestione del territorio (antropizzato e non) che aiuti a trovare la strada giusta - già imboccata dal nostro Comune - che da più parti ormai ci viene indicata: il periodo della cementificazione incontrollata ed esasperata è finito ed il futuro sarà incentrato su parole come riqualificazione urbana, riqualificazione edilizia, riqualificazione energetica, recupero dell’esistente, manutenzione straordinaria, sia nelle opere pubbliche che nelle opere private. Parole che cominciamo a sentire e sempre più con insistenza sentiremo. Lo si può notare anche nella seguente descrizione delle (poche) opere pubbliche realizzate a Beinette. SCUOLE MEDIE. Sono ultimati i lavori, avviati dalla precedente Amministrazione, di riqualificazione energetica dell’edificio adibito a scuole Medie. Il progetto ha previsto la sostituzione dei serramenti esterni di tutte le aule con nuovi infissi in PVC per un totale di 127 metri quadrati di superficie, e l’isolamento di 703 metri quadri di soletta sottotetto mediante posa di pannelli termoisolanti ad alta densità. Le opere sono state affidate ed eseguite dalla EDIL BM di Boves. Il progetto, di importo complessivo di € 78.000, è stato in gran parte finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, con un contributo di circa 64.000 euro, mentre per la restante spesa si è ricorsi a somme a disposizione dell’Amministrazione. Sommando l’intervento descritto con la posa dell’impianto fotovoltaico integrato da 19,8 Kw sul tetto dell’edificio effettuato 2 anni fa (con produzione di corrente e scambio sul posto per circa 23.000 Kw all’anno) possiamo dire con soddisfazione che il fabbricato ha raggiunto elevati livelli di prestazione energetica con conseguente risparmio economico sul riscaldamento - che sarà in costante aumento per i prossimi anni abbattimento dell’inquinamento e maggiore confort degli studenti e personale scolastico. SCUOLA MATERNA. La nuova Amministrazione sta valutando ulteriori nuove possibili opzioni che sono dettagliatamente descritte in un articolo dedicato all’interno del giornale. CIMITERO. Sono in via di ultimazione i lavori di manutenzione straordinaria delle coperture piane dei due colombari comunali, con posa di doppia guaina catramata impermeabilizzante e rifacimento della lattoneria. Le opere sono state affidate all’artigiano beinettese Oscar Baudino per un importo di € 10.000. Sempre all’interno del cimitero, la ditta MA.COS di Cuneo ha sistemato l’area destinata a campo comune, scortico di ceppi e radici, scotico del terreno vegetale di coltivo e riutilizzo dello stesso per livellatura della zona adibita a verde. Sulla parte di area adibita a V. VITTORIO VENETO 6 ( BEINETTE ) Tel: 0171 384354 CHIUSO IL GIOVEDI Numero 2014 IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 5 ⌂

[close]

p. 6

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Garelli Valerio - Capogruppo di maggioranza con competenza ai Lavori Pubblici ⌂ campo comune (50%) è stato posato e compattato detrito di cava e ghiaino di finitura. AREA MONUMENTO AI CADUTI. L’anno scorso è stato eseguito il rinnovo estetico del monumento ai caduti, mentre l’impresa edile F.LLI ROGGERO (con la partecipazione, per quanto di competenza, delle ditte CAULA TERMOIDRAULICA, MUSSO IMPIANTI e GARRO MARMI) ha da poco ultimato la manutenzione straordinaria della fontana che ha previsto la rimozione dei rivestimenti in marmo – pericolosi causa distacco – sostituiti da nuove lastre in pietra di Luserna e da una rasatura di finitura, nuovo getto d’acqua a cascata, impermeabilizzazione della vasca e nuova illuminazione. Con questi interventi, la riqualificazione urbana dell’area è ultimata. Si precisa che l’intenzione delle Amministrazioni attuale e precedente è sempre stata quella di demolire totalmente la vasca per lasciare spazio ad altre idee, ma purtroppo, per i motivi economici e burocratici imposti dallo Stato e descritti ad inizio articolo, la scelta obbligata è stata la manutenzione dell’esistente con una spesa di circa 13.000 €, cioè 25.000 euro in meno a quanto originariamente previsto. AREA IMPIANTI SPORTIVI. E’ prevista la manutenzione straordinaria di parte delle coperture del fabbricato adibito a spogliatoi e locali accessori degli impianti sportivi, mediante posa di lamiere grecate sopra le guaine ormai deteriorate dagli agenti atmosferici e sostituzione della lattoneria esistente (falde e pluviali); su altre parti di copertura verrà invece posata doppia guaina catramata impermeabilizzante. I lavori sono appaltati all’idraulico CAULA di Beinette. Siamo coscienti che si tratta di un minimo intervento rispetto alla mole di manutenzioni di cui necessita l’area sportiva, ma la coperta è corta e probabilmente il freddo (economicofinanziario) ulteriormente l’accorcerà. L’intenzione è comunque di fare mirati interventi nel tempo dando priorità a situazioni di criticità che si dovessero presentare. ASFALTI. La ditta ASFALTI SAVIGLIANO, su incarico comunale, a fine primavera ha eseguito alcuni rappezzi del manto bituminoso stradale; i principali sono stati il completamento dell’asfaltatura di Via Margarita, dal passaggio a livello alla rotatoria della circonvallazione (realizzato in due anni) e l’asfaltatura della diramazione che collega il nuovo parco residenziale “San Bernardo” a Via Vecchia di Cuneo, che versava in pessime condizioni, per un totale di circa 1.400 metri quadrati di superficie. Visti i costi elevati per effettuare asfaltature anche limitate, si opta per asfaltature a lotti - come già avvenuto per Via Margarita cioè intervenire su una strada che si ritiene bisognosa di ripristino, suddividendola in lotti che verranno sistemati in sequenza nel tempo, concludendola possibilmente in pochi anni. URBANISTICA. Dal 1° gennaio 2015 6 Numero 2014 sarà possibile presentare le pratiche edilizie allo Sportello Unico per l’Edilizia anche per via telematica tramite un portale, utilizzabile con un semplice browser, accessibile dal sito del Comune, che guiderà l’utente nelle fasi di compilazione dell’istanza edilizia; lo Sportello provvede ad acquisire i pareri necessari degli Enti coinvolti nel procedimento. La nuova procedura sarà facoltativa, infatti sarà comunque possibile protocollare le pratiche in forma cartacea.

[close]

p. 7

Bruno Bertone - Vice Sindaco L’ Seguiamo il percorso formativo dei nostri ragazzi Anno scolastico 20142015 a Beinette ha fatto registrare numeri da record per le iscrizioni degli alunni, confermando la tendenza già espressa negli ultimi anni. Alla scuola materna quest’anno abbiamo 116 alunni divisi in 4 sezioni di 29 alunni ciascuna. Il problema che si è presentato è che 8 alunni, di cui 6 di Beinette, sono stati inseriti nella lista di attesa non essendoci più disponibilità di posti. Di questi 6 però 3 sono stati ammessi alla frequenza dopo pochi mesi grazie ai posti che si sono liberati. Torneremo più avanti su questo spinoso argomento. Alla scuola elementare gli alunni sono complessivamente 191 (erano 175 nel 20132014) suddivisi su 10 classi. Tutte le annate hanno 2 classi. Ogni annata può scegliere tra un orario con un solo rientro al pomeriggio, oppure con i pomeriggi impegnati ma con il sabato a casa. Questa soluzione va incontro alle famiglie che, in base alle proprie esigenze, possono propendere per una soluzione o l’altra: Alle scuole medie quest’anno abbiamo complessivamente 8 classi per un totale di 160 alunni (erano 140 nel 2013-2014). In particolare sono 3 le classi prime, 2 le classi seconde e 3 le classi terze. L’orario è uguale per tutte le classi e prevede 30 ore complessive: 5 ore giornaliere per 6 giorni alla settimana. Come ricordato precedentemente i problemi maggiori nascono per i numeri in aumento delle iscrizioni alla scuola materna. I dati che abbiamo a disposizione ci indicano che per i prossimi 2-3 anni la situazione si aggraverà per cui, come amministrazione comunale, stiamo cercando in tutti i modi di trovare una soluzione. La prima ipotesi che abbiamo valutato è stata quella dell’ampliamento e ristrutturazione dell’attuale edificio. Le problematiche legate al rispetto della normativa antisismica rendono però difficile e complicata tale soluzione. Lo stesso discorso vale per la seconda soluzione ipotizzata: il recupero e la bonifica della parte LA SITUAZIONE SCOLASTICA A BEINETTE sottostante le scuole medie con l’intento di destinarlo a locale mensa, recuperando in tal modo lo spazio all’interno della scuola materna. Anche questa idea è risultata impraticabile a causa delle modifiche che si sarebbero dovute apportare e che non avrebbero potuto rispettare la normativa antisismica. Si è pensato allora alla ricerca di un locale per una eventuale sezione staccata. Il primo locale ipotizzato è stata la ex biblioteca, all’interno delle scuole elementari, ma purtroppo la metratura disponibile non rispetta i requisiti minimi richiesti per una sezione. L’altra ipotesi fatta era il recupero della ex stazione ferroviaria. Le ferrovie però non cedono queste stazioni ma le danno solamente in comodato d’uso. L’intervento richiesto dai lavori necessari sarebbe stato molto oneroso ed è quindi risultato non ragionevole spendere tale importo per un locale che non sarebbe stato di proprietà del Comune. L’idea della costruzione di una nuova scuola in piazza Salvo D’Acquisto, al di là degli aspetti economici, spezzerebbe l’attuale polo scolastico dislocando una scuola e la mensa lontano dalle altre due. Attualmente si sta valutando la possibilità di acquisire il terreno dell’attuale Consorzio Agrario di cui si parla di una possibile chiusura. Questa soluzione permetterebbe di avere un’area disponibile adiacente alla scuola media, quindi in una posizione ideale per la costruzione di una nuova scuola materna. Ovviamente il problema di tale soluzione è principalmente economico, ma in prospettiva futura rappresenta sicuramente un buon investimento per la nostra comunità. Ben difficilmente si riuscirebbe a disporre delle risorse finanziarie necessarie per una nuova scuola in tempi brevi e quindi a venire incontro alle necessità del sovrannumero per i prossimi 2 o 3 anni. Questa ipotesi è comunque sicuramente interessante e merita certamente un approfondimento. Allo stato attuale la situazione è questa. Non vogliamo creare false aspettative ma posso assicurare che si sta facendo uno sforzo notevole alla ricerca di una soluzione. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il gruppo di Auguri di Buon Natale e di un sereno 2015 a tutte le famiglie beinettesi. Numero 2014 minoranza consigliare che sta collaborando in modo costruttivo per questo difficile problema. Certamente i tagli dei trasferimenti statali e i vincoli del famigerato patto di stabilità anche ai comuni virtuosi come il nostro rendono il cammino irto e tortuoso. Diventa quasi impossibile programmare investimenti consistenti perché non vi è nessuna certezza da parte dello Stato della quota che verrà trasferita negli anni a venire ai singoli Comuni. Come amministrazione comunale, ripetendo l’esperienza dello scorso anno, il 14 Novembre abbiamo organizzato una serata rivolta ai genitori, con le ditte che hanno in appalto i servizi collegati alle attività scolastiche. Sono la ditta “Marangoni” per ciò che concerne il servizio mensa e la ditta “Persona e società” che fornisce il servizio di assistenza alla preapertura, alla mensa e agli alunni portatori di Handicap. È stata una serata di confronto interessante in cui si è discusso di problematiche e migliorie da portare ai vari servizi. Un ringraziamento particolare come sempre va a tutto il personale scolastico che opera sul nostro territorio. So benissimo che l’aumento del numero degli alunni in tutte le nostre scuole, ha comportato un disagio notevole sotto vari aspetti. Grazie alla collaborazione e all’impegno di tutti la qualità dell’insegnamento, della pulizia, della gestione, non ne ha risentito e questo è un grandissimo risultato. Invito tutti i genitori che lo desiderano a contattarmi per qualsiasi problema legato a problematiche scolastiche. IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 7 ⌂

[close]

p. 8

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Bruno Bertone - Vice Sindaco ⌂ Facciamo il punto finanziario IL BILANCIO E LE TASSE 2014 I l 2014 è stato un anno estremamente complicato dal punto di vista finanziario per tutte le amministrazioni pubbliche. Il bilancio previsionale è stato approvato il 22 Luglio dal Consiglio Comunale, poiché solo in quella data sono stati disponibili i dati dei trasferimenti statali. Questo rappresenta sicuramente un’anomalia in quanto sarebbe necessario avere tutti i dati ad inizio anno in modo da poter fare una programmazione mirata. Il nostro Comune ha un bilancio previsionale che per il 2014 pareggia a 3.066.000 euro. Se non conteggiamo quelle che si possono definire “operazioni contabili” come le partite di giro e le anticipazioni di cassa, possiamo dire che il bilancio per un Comune come il nostro si aggira normalmente intorno ai 2.200.000 euro. Tra le entrate principali enumeriamo: IMU 460.000 euro, IRPEF comunale 190.000 euro, TASI 85.000 euro, TARI 350.000 euro, oneri di urbanizzazione 140.000 euro, mensa scolastica 105.000 euro. La quota del fondo di solidarietà trasferita dallo Stato è stata di 237.000 euro. Tra le spese principali ricordiamo: spese per il personale 525.000 euro, gestione rifiuti 350.000 euro, mensa scolastica 126.000 euro, illuminazione pubblica 101.000 euro, trasporto scolastico 84.000 euro, spese funzionamento e mantenimento scuole 70.000 euro, trasferimento al C.S.A.C. 56.000 euro. Il nostro Comune ha inoltre contribuito ad alimentare il fondo di solidarietà con ben 221.000 euro. 8 Quest’anno a luglio Beinette ha subito un taglio dei trasferimenti statali di 166.000 euro, che ha costretto l’amministrazione ad aumentare l’IMU dall’8,1 a 9 per mille su seconde case e terreni e ad introdurre la Tasi sulle prime case all’1,5 per mille. Sono rimaste invariate invece le aliquote sui fabbricati produttivi, visto il difficilissimo momento economico. L’ulteriore taglio di 32.000 euro giunto a settembre è invece stato coperto con riduzioni sui vari capitoli di spesa che hanno evitato ulteriori aumenti di tasse, previsti invece da molte amministrazioni Comunali. I confronti con i paesi vicini evidenziano che mediamente Beinette presenta una tassazione inferiore alla media ma questo, anche se è sintomo di una sana amministrazione, non deve certo essere motivo di appagamento. L’obiettivo del patto di stabilità, che rappresenta ciò che il Comune deve risparmiare e accantonare oltre ai tagli già citati, quest’anno è stato calcolato sulla media della spesa corrente del triennio 2009-2010-2011 ed è risultato di 88.000 euro. Purtroppo il patto di stabilità e i continui tagli ai trasferimenti statali tengono in pochissimo conto la virtuosità o meno di un Comune. Il nostro Comune presenta un avanzo di amministrazione di circa 580.000 euro a fronte di 350.000 euro di mutui propri, quindi un saldo addirittura positivo, ma non può ugualmente spendere questi soldi o contrarre nuovi mutui. Questi vincoli sono un’assurdità perché impediscono ai Comuni di spendere soldi propri, bloccando oltremodo il rilancio dell’economia. L’obiettivo del patto di stabilità per il prossimo anno attualmente è fissato a 250.000 euro con un ulteriore aggravio per le casse comunali. La speranza è che venga rivisto al ribasso grazie ad integrazioni regionali. Si parla anche di modifiche e di allentamenti al patto, ma queste promesse fino ad ora sono sempre rimaste sulla carta. Complicazioni quest’anno anche sul fronte delle tasse. Il continuo cambiamento dell’imposizione fiscale genera ulteriore malcontento e sconcerto nei contribuenti, già vessati da continui balzelli. Basti pensare alla tassa sulla raccolta e smaltimento rifiuti: nel 2012 era chiamata TARSU, nel 2013 TARES e nel 2014 TARI. Questa tassa, è bene ricordarlo, deve per legge coprire il 100% della spesa sostenuta per il servizio. Abbiamo poi l’IMU che si paga sulle seconde case, sui terreni fabbricabili e agricoli e sui fabbricati di categoria D. L’IMU sulla prima casa è dovuta solo per quelle classificate in categorie signorili A1, A8 e A9. Da quest’anno è stata introdotta anche la TASI, la tassa sui servizi indivisibili. A Beinette è stata introdotta solamente per la prima casa ed una pertinenza con aliquota all’1,5 per mille. La legge impone che se si fosse applicata anche alla seconda casa e ai terreni, una parte del tributo tra il 10 e il 30 % avrebbe dovuto essere pagata dall’affittuario, provocando una ulteriore complicazione burocratica. Per queste tipologie di contribuenti si è allora scelto di ritoccare l’IMU, essendo questa calcolata con la stessa base imponibile. L’IRPEF comunale è invece rimasta invariata allo 0,5 per cento. È nostro intento arrivare con il tempo ad inviare a tutte le famiglie i bollettini precompilati per il pagamento dei vari tributi perché ben comprendiamo il continuo disagio che provoca il dover informarsi e provvedere sempre a nuovi calcoli per sapere quanto pagare. Per fare ciò abbiamo però assoluto bisogno che il Governo centrale non cambi continuamente la tipologia di tassazione, in modo che si possa creare una banca dati affidabile incrociando i vari dati. È però di questi giorni la notizia che probabilmente il prossimo anno avremo un accorpamento di IMU-TASI e TOSAP comunale in un’unica tassa che probabilmente si chiamerà Local Tax. Anche la contabilità dovrebbe totalmente cambiare con un nuovo schema di bilancio e l’accantonamento obbligatorio di una quota delle entrate correnti destinata ad un fondo per il rischio di insolvenza. Ulteriori complicazioni e nuovi punti interrogativi per Amministrazioni e contribuenti. Il bilancio e le tasse sono sicuramente due argomenti molto complessi, vasti e di difficile comprensione. In un momento così difficile per tante famiglie, ogni amministrazione ha l’obbligo di essere il più trasparente possibile rendendo pubblici e verificabili tutti i dati del bilancio. Invito pertanto chiunque lo desideri a contattarmi per qualsiasi dubbio o chiarimento. Colgo l’occasione per porgere i più cordiali auguri di un sereno Natale a tutti i beinettesi. Bruno Bertone Assessore al Bilancio Numero 2014

[close]

p. 9

Elisa Grosso – Assessore Cultura e Politiche Giovanili Beinette e i giovani OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI, FORMAZIONE E POLITICHE DI ORIENTAMENTO AL LAVORO L Comuni di Savigliano (capofila), Borgo San Dalmazzo, Cuneo e Villafalletto, l’Assessorato ha aderito al progetto Piano Locale Giovani Neet@work: un programma finalizzato alla crescita, alla socializzazione e all’inserimento nel mondo economico e lavorativo dei giovani, con azioni di rinforzo orientativo. Si tratta di un progetto rivolto ai ragazzi residenti nei territori dei comuni partner, di età compresa fra Serendipity Tel. e Fax: fiori, piante e articoli da regalo di Serena Gandolfo a BEINETTE (CN) 0171-1877745 Numero 2014 o scenario delle Politiche Giovanili è radicalmente cambiato, complice la crisi economica e la carenza di opportunità di lavoro. Mentre un tempo si era considerati “giovani” dai 15 ai 25 anni ora, per il mutato cambiamento del concetto di autonomia individuale, il parametro si è esteso ai 35 anni. È chiaro che, considerando un target così ampio, sia difficile leggere i bisogni e delineare una linea politica che possa considerare le problematiche di tutti. Si aggiungono poi difficoltà di accesso ai fondi pubblici, format di progettazione troppo costosi, o di difficile elaborazione, che di fatto circoscrivono le programmazioni e le possibilità di finanziamento. Stilando comunque un bilancio delle azioni di intervento attuate dal nostro Assessorato alle Politiche Giovanili, il primo progetto posto in atto, nell’ambito delle politiche di orientamento al lavoro e di aggregazione giovanile, è stato presentato nel contesto del Servizio Civile Nazionale. Il progetto dovrebbe consentire ad un giovane, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, di prestare servizio per un intero anno, con impegno orario di 30 ore settimanali e rimborso mensile, alla Biblioteca civica “Gauberti”. Il Progetto, formulato in progettazione condivisa con i Comuni di Barge, Dogliani, Manta, Peveragno e Verzuolo, è attualmente sottoposto alla valutazione del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale; se approvato, e finanziato, permetterebbe ad un giovane di dedicare un anno della propria vita al servizio bibliotecario, come occasione di crescita civica, sociale e, soprattutto, di formazione professionale. Sempre nel contesto delle politiche di orientamento al lavoro, in accordo con i i 15 e i 21 anni, che non studiano e non lavorano: i cosiddetti soggetti “Neet”. Le fasi di individuazione di questa categoria di ragazzi, nel territorio comunale, hanno consentito di analizzare il loro grado di occupazione ed istruzione che, fortunatamente, si discosta radicalmente, e in termini positivi, dalla media percentuale europea, nazionale e regionale. Secondo i dati dell’Eurostat, nel 2011 in Europa 14 milioni di giovani tra i 15 e i 29 anni erano esclusi dal mondo del lavoro e dell’istruzione. Se nel 2008 i Neet erano l’11% tra i 15 e i 24 anni e il 17% tra i 25 e i 29 anni, nel 2011 la cifra è salita rispettivamente al 13% e al 20%. In Italia il fenomeno è particolarmente sentito: circa il 22,7% dei giovani tra i 15 e i 29 anni si trova nella condizione di “Neet”. Su scala regionale, i dati ISTAT rivelano che nel 2013, nella fascia 15 - 24 anni, in Piemonte la percentuale era appena al di sotto del 20%, rispetto alla percentuale italiana che si aggira intorno al 22%. È dunque confortante che, rispetto al campione analizzato (oltre 70 ragazzi iscritti alle liste di collocamento), solo il 5,8% dei giovani beinettesi non sia attualmente impegnato in attività lavorativa o formativa. Infine, poiché credo nell’importanza dei sistemi di apprendimento e dei canali che ne consentano un potenziamento, si sta pensando all’organizzazione di un City Camp Estivo rivolto ai ragazzi delle Scuole Elementari e Medie, per l’approfondimento della lingua inglese con insegnanti madrelingua provenienti dai vari stati di lingua anglofona. Si tratta di un progetto proposto all’Amministrazione dall’Associazione Culturale Linguistica Educational di Sanremo che speriamo di poter avviare durante i mesi estivi. IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 9 ⌂

[close]

p. 10

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Mario Franchino – Assessore Ambiente e Viabilità ⌂ RIFIUTI: UN’EMERGENZA DA DOMARE. INSIEME. Lunedì 3 novembre 2014 ha avuto inizio il servizio di raccolta dei rifiuti con il metodo chiamato comunemente “porta a porta”. Questo evento ha segnato una svolta nelle abitudini quotidiane di tutti noi Beinettesi, che da anni eravamo abituati a conferire i nostri rifiuti quasi esclusivamente nei cassonetti posizionati sulle nostre strade (dico “quasi esclusivamente” perché, per la verità, già da parecchi anni alcune tipologie di rifiuti le potevamo portare nell’area ecologica di Peveragno, Comune con il quale Beinette è convenzionato per tale servizio). E’ importante ricordare che continuerà ad essere attivo il servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti cosiddetti “ingombranti”: chiunque avesse bisogno di smaltire mobili, materassi, frigoriferi, sanitari, o comunque oggetti piuttosto voluminosi, non dovrà fare altro che contattare telefonicamente il C.E.C. (Consorzio Ecologico Cuneese) telefonando al numero verde 800 654300 se si chiama dal telefono fisso, oppure al numero 0171/697062 se si chiama dal cellulare. Contemporaneamente all’inizio del servizio cosiddetto “porta a porta”, presso l’area ecologica di Peveragno è iniziato anche il ritiro dei rifiuti “inerti”: scarti e rimanenze di materiali da costruzione o materiali derivanti da demolizioni. Da lunedì 3 novembre, dicevo, le nostre abitudini sono cambiate, ora dobbiamo fare un po’ più di attenzione nel separare i nostri rifiuti: siano essi avanzi di cibo, carta, plastica, vetro o altro ancora. Eppure, nonostante molti di noi abbiano trovato (o stiano ancora trovando) gravosa l’operazione, direi che è - e sarà - uno sforzo che vale la pena di fare: non soltanto perché ci viene imposto dalle leggi europee, ma per interrompere un comportamento che inevitabilmente ci avrebbe portato a perpetuare un deterioramento continuo ed inarrestabile del nostro Ambiente (vale la pena ricordare che le leggi comunitarie prevedevano, già per il 2012, il raggiungimento del 65% di rifiuti differenziati, mentre Beinette nel 2014, 2 anni dopo, ha raggiunto solamente uno striminzito 35%). Quello che genericamente chiamiamo Ambiente è - e dovrà continuare ad essere - il nostro salotto ed il salotto dei nostri figli e delle generazioni future. Noi Umani, donne e uomini, sia che siamo atei o credenti, se ci soffermiamo un attimo a riflettere non l’aumento dei costi che essa produce: per realizzarla si deve ricorrere all’aumento di personale ed all’acquisto di molti nuovi mezzi di trasporto (qui, però, la società nel suo complesso ne trae qualche vantaggio non indifferente: l’aumento di posti di lavoro). Questi costi si riversano inevitabilmente sulle bollette relative alla Tassa sui Rifiuti; ma ecco che interviene un altro fattore: i materiali riciclati vengono venduti dal Consorzio Ecologico Cuneese - di cui il nostro Comune fa parte - e con i conseguenti ricavi si contengono entro certi limiti i costi del servizio, e di conseguenza si mitigano gli importi delle bollette che i cittadini sono tenuti a pagare. Se, tutti insieme, separiamo bene i nostri rifiuti, essi saranno considerati più “puri” e verranno pagati meglio dalle industrie. Tanto per fare solamente alcuni esempi: la plastica viene venduta dal Consorzio Ecologico Cuneese che, in rapporto alla “purezza” del materiale differenziato, ricava da 205 a 290 euro la tonnellata, le cassette in plastica raccolte presso le aree ecologiche “rendono” 180 euro/tonnellata, dal cartone si ricavano 95 euro/tonnellata, dalla carta 7,5 euro/tonnellata ed il vetro si posiziona a 15 euro/tonnellata. Come si può comprendere l’operazione è complessa ma, come ho detto all’inizio di queste mie considerazioni, è – e sarà – uno sforzo ed una scommessa che vale la pena di fare. Tutti insieme. Tutti insieme per gestire al meglio i rifiuti 10 Numero 2014 possiamo far altro che riconoscere che questo Pianeta di cui disponiamo è casa nostra. Ed è anche la casa degli animali: quelli da compagnia che ci danno e ricevono affetto e quelli da allevamento che ci consentono di avere cibo. Il sistema consumistico che si è imposto soprattutto negli ultimi decenni ci ha portato a produrre montagne di scarti (di rifiuti, insomma) che gradualmente ci stanno sommergendo e stanno inquinando i terreni, le acque e l’aria che respiriamo. E questi scarti, nella stragrande maggioranza, sono rifiuti non naturali: provengono dalla chimica e dall’industria. Il sistema di raccolta differenziata, ed in particolare il metodo “porta a porta”, ci spingono sulla strada giusta per limitare drasticamente il degrado ambientale. Uno dei lati “spiacevoli” di questo tipo di raccolta dei rifiuti è sicuramente A R icamiamo …. I fili dell ’ amicizia insegnare le varie tecniche del ricamo, maglia, uncinetto ecc. Rinnoviamo l’invito a tutti, sperando che queste “arti” non vadano a perdersi negli anni futuri. Le appassionate del ricamo. nche quest’anno come da diversi anni un gruppo di donne di tutte le età si impegna ogni mercoledì sera dalle 20,30 in poi nel salone dell’ex biblioteca, messo gratuitamente a disposizione dal comune, per Buon Natale!!!!

[close]

p. 11

Elisa Grosso – Assessore Cultura e Politiche Giovanili I Ad animare l’estate Beinettese l primo impegno dell’Assessorato alla Cultura, agli esordi del mandato, è stato il “Beinette Luglio Musicale”: rassegna di concerti dall’anima Jazz, Blues e Revival, pensati per valorizzare il nuovo Salone Polifunzionale che l’Amministrazione ha disciplinato con un apposito Regolamento che ne dispone l’utilizzo e la concessione, che hanno IL “BEINETTE LUGLIO MUSICALE” “Summertime” di Gershwin e “My Romance” di Rodgers e Hart, insieme a brani dalle sonorità più contemporanee come “Sail Away” di Tom Harrell o “Ladies in Mercedes” di Steve Swallow, passando attraverso le fascinazioni della musica brasiliana di Ivan Lins e di Jobim. Il secondo appuntamento, con rinnovato successo di pubblico, ha visto invece l’esibizione della “new wave” e Indie rock Coverband degli “One Step Closer”: la band ha proposto, in chiave “moderna”, la corrente musicale degli anni ‘80, partendo dai complessi che hanno fondato le basi del genere fino ai revival degli anni 2000, dall’apoteosi dark di stampo “new wave” dei New Order o i The Cure, ai più disparati ritorni di stili e tendenze che tentano di ereditare il sound ai giorni Numero 2014 animato le serate estive beinettesi con la preziosa collaborazione e il sostegno dei volontari dell’Associazione culturale “AttivaMente”. Con grande soddisfazione degli organizzatori, l’iniziativa ha riscosso un buon successo ed ha saputo coinvolgere un pubblico diversificato, sull’onda dei diversi stili musicali toccati dalla rassegna, giunto anche dai paesi limitrofi. Ha inaugurato il “Beinette Luglio Musicale” il duo per chitarra e voce dei “Flower Jazz Duo”: un duetto che ha deliziato la platea con l’esecuzione, in stile essenziale, di alcuni dei più classici brani jazz come nostri come i The Strokes o gli U2. Dopo l’esibizione Revival, cambio di registro per il terzo ed ultimo concerto, che ha chiuso la rassegna, con il duo blues per voce, chitarra ed armonica dei “Menny & Blues Harp”: duo di musicisti di strada che ha portato il pubblico in viaggio da Chicago a New Orleans, lungo il fiume Mississippi, con il racconto delle più affascinanti storie del Blues, senza dimenticare l’amore per il rock’n’roll e la tradizione folk da Muddy Waters a Neil Young. Sulla scia del successo e del riscontro positivo di questa esperienza, con soddisfazione personale, e di tutta l’Amministrazione, si è intensificata la richiesta della sala da parte delle numerose Associazioni, attive sul nostro territorio, per creare nuove occasioni culturali per la cittadinanza. Il mio augurio è che, nel tempo, la nuova sala si configuri non soltanto come spazio di confronto pubblico ma come principale agente culturale e luogo di partecipazione ed integrazione sociale. A tutti i cittadini rivolgo i miei più cari e sinceri auguri di Buon Natale! IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 11 ⌂

[close]

p. 12

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Adriano Roggero – Presidente Proloco Beinette ⌂ Continua il calendario ricco di eventi IL PIENO DI EVENTI ...con la Pro Loco Beinette A nche il 2014 per la Pro Loco di Beinette è stato un anno di fuoco, ma ricco di soddisfazioni e grande divertimento! Il primo ritrovo è stato per festeggiare il Carnevale. Il tema di quest’anno era “Asterix e Obelix sbarcano a Beinette”. La nostra associazione, oltre alla costruzione interamente artigianale del “carro” allegorico, sabato 8 Marzo ha offerto a tutti i partecipanti un rinfresco. I festeggiamenti, dal 19 al 21 Giugno, sono continuati con l’ XI Edizione della Festa della Birra. I menù, molto apprezzati, sono rimasti gli stessi dell’anno passato: carne alla piastra, grigliate, carne alla brace e “maialino alla spada”, il tutto ovviamente accompagnato da buona birra e musica live. Quest’anno la Pro Loco ha inoltre voluto aggiungere un nuovo appuntamento, la Sagra della Trota Carlina, tenuta il 13 Luglio. La nostra idea era quella di cercare di valorizzare un prodotto che col tempo e tutta la buona volontà, speriamo possa diventare qualcosa di tipico e caratteristico per il nostro Paese. Come inizio non è stato male, ma ci auguriamo una maggiore adesione per il prossimo anno con la convinzione che le persone che hanno partecipato e si sono trovate bene possano fare un buon passa parola! Per il loro aiuto e contributo ci teniamo a ringraziare l’Associazione Terra dei Bagienni in quanto hanno organizzato una passeggiata itinerante tra le acque di Beinette e l’Associazione Sportiva dei Pescatori in quanto, oltre ad aver procurato le trote per il pranzo, hanno programmato un pomeriggio stupendo per tutti i bambini con la pesca facilitata. Il 26 Luglio, ormai per tradizione, beinettesi e non solo si sono ritrovati a Cena sotto le Stelle, gustando la succulenta carne alla brace del nostro presidente, Adriano Roggero, e dei suoi abili aiutanti. Grazie alla disponibilità del Comune la serata si è potuta svolgere presso il Salone Polivalente anziché in Piazza Umberto I, causa maltempo preannunciato. Abbiamo proseguito con S. Magno, dal 22 al 26 Agosto. Per la domenica, oltre alla tradizionale benedizione e sfilata dei trattori per le vie del paese, abbiamo organizzato qualcosa un po’ fuori dagli schemi, il Tractor Wash (due ragazze in costume hanno lavato i trattori). Nei pomeriggi dal lunedì al mercoledì si è invece tenuto l’atteso Torneo di Pallone Elastico. I festeggiamenti di S. Magno si sono conclusi con il Torneo di Beach Volley, dal 1 al 5 Settembre. 12 Numero 2014 Oscar Baudino e Serena Gandolfo hanno poi organizzato la II Edizione del Memorial: “Lo sport in testa voi nel cuore…” inaugurato al sabato sera dallo spettacolo acrobatico contemporaneo con il gruppo “Cadute dalle nuvole”. E’ stata una bella giornata poli sportiva per stare tutti insieme e ricordare i nostri amici compaesani scomparsi, alla quale anche noi abbiamo dato il nostro contributo, ma tutti i meriti vanno esclusivamente a loro. L’ultimo ritrovo è la Sagra del Mais, sabato 8 e domenica 9 Novembre. Quest’anno La Pro Loco per cercare di valorizzare ulteriormente la manifestazione al sabato sera, oltre all’Apericena a tema con musica live del gruppo “Cheese for dinner”, ha organizzato una sfilata di moda, Miss Pannocchia e Mr. Gratusun. Un tocco di stile per caratterizzare la nostra sagra! Domenica tra bancarelle, esposizioni e dimostrazioni di mezzi nuovi e d’epoca per la lavorazione del mais, animali da fattoria, leccornie varie (cupete, paste di meliga, caldarroste, vin brulè, tè caldo…) si esibirà il gruppo occitano, I Roussinhol. Forse ci siamo dilungati un po’ quindi vogliamo concludere ringraziando l’amministrazione comunale, tutti i volontari che hanno contribuito alla riuscita delle manifestazioni e tutte le varie associazioni che hanno collaborato con la Pro Loco. Il Gruppo Caritas Parrocchiale è attivo da molti anni per cercare di aiutare persone meno fortunate. La sede è in Via Roma ed è aperta tutti i mercoledì dalle ore 15,30 alle 16,30. Il gruppo si riunisce tutti i primi lunedì del mese per un incontro di preghiera per la popolazione ma anche per un sostegno allo stesso gruppo. Durante l’anno alcuni volontari sono presenti con il banchetto alla festa Avisina. Il 13 dicembre parteciperanno anche al mercatino di Natale c/o la casa di riposo Casa Nostra. Sosteniamoli e aiutiamoli andando a visitare la bancarella dove troveremo sicuramente qualche regalino da acquistare. Un sentito grazie a tutti e auguri di un Santo Natale ed un sereno 2015.

[close]

p. 13

Gruppo ANA di Beinette ATTIVITA’ DEL GRUPPO ANA DI BEINETTE DEL 2014 Il gruppo comunale degli Alpini A Numero 2014 nche il 2014 come di consueto ha visto il Gruppo Ana di Beinette particolarmente attivo su più fronti nel contesto del paese. Gli Alpini di Beinette per meglio espletare i vari appuntamenti annuali da rispettare, si ritrovano periodicamente nella sezione sotto il bocciodromo comunale, per fare un punto della situazione onde ottemperare agli impegni più urgenti, merito dei suoi membri più rappresentativi ai quali va levato un plauso. Persone che operano in modo disinteressato, per l’attaccamento ad un corpo militare che da sempre é motivo di orgoglio per chi porta la penna sul cappello. Nel mese di maggio centinaia di camicie rosse a quadretti e penna nera accorpati con l’Ana di Peveragno, sono partiti giovedì 8 alla volta di Pordenone per poi sfilare la domenica 11, al tradizionale raduno nazionale. Si é trattato di un successo essendo tra i più numerosi della Granda. In autunno un corposo numero ha partecipato al raduno intersezionale ad Omegna nel novarese, sabato 27 e domenica 28 settembre, evento che vede raggruppati Piemonte, Liguria e Les Alpes de Cote d’Azur de la France. Occasione festante che racchiude un itinerario culturale in cui svettano il valore della solidarietà unito ad uno squisito folclore. Per ricordare le vittime del 1° e 2° conflitti mondiali, martedì 4 novembre la rappresentanza locale alla ore 09.30, con bandiere e gonfaloni ha presenziato al monumento ai caduti la commemorazione col vessillo tricolore. Per l’occasione è stata consegnata ai familiari del caduto Calcagno Giuseppe la Piastrina, alpino come tanti disperso in Russia nel 1943. Ultimo appuntamento per salutare l’inverno domenica 9 novembre al bocciodromo con la polentata, che ha visto il salone gremito di gente; inutile dire che si tratta di un successo ormai ripetuto da anni. Complimenti a tutti gli Alpini che si sono impegnati a preparare ed organizzare tutto, soddisfazione appagata da una folta e riconoscente folla ai tavoli. Nella stessa domenica a Beinette ha avuto luogo la Sagra del Mais; si è cosi potuto terminare la giornata ammirando bancarelle e macchinari agricoli all’opera per le vie cittadine. Non resta che attendere il 2015 nell’auspicio di iniziative foriere di tante novità, e tutti sanno che se c’é bisogno gli Alpini ci sono sempre. Con l’occasione si porgono i più sinceri auguri di un buon natale e felice anno nuovo. LA COMPAGNIA “AMICI DEL TEATRO” La nostra compagnia è giunta a festeggiare i 20 anni di attività teatrale. Dopo la ristrutturazione siamo ripartiti alla grande nel 1994 e non ci siamo più fermati. È un impegno che ci occupa per 3 mesi 2 o 3 sere a settimana per le prove ma quando vediamo i risultati non pensiamo più al tempo “perso”. In questi anni di attività, le offerte del pubblico sono state devolute in maggior parte alla parrocchia. Abbiamo anche dato contributi a varie associazioni (Croce Rossa, Aido, Smile, ricerca per le malattie rare e cooperative che si occupano di ragazzi diversamente abili) oltre che hai terremotati dell’Abruzzo e agli alluvionati della Sardegna. Noi non smetteremo mai di divertirvi perchè è la nostra più grande soddisfazione insieme alla beneficenza che continueremo a fare. Vi aspettiamo come sempre all’appuntamento di dicembre. Un caloroso abbraccio al nostro affezionato pubblico e un sincero augurio a tutti di buone feste. IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 13 ⌂

[close]

p. 14

IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA Andrea Licari – Presidente Associazione Attivamente ⌂ UNA REALTÀ IN CRESCITA CON ATTIVAMENTE La Biblioteca “Gauberti” C’ 14 Numero 2014 è aria di rinnovamento in Biblioteca! Dopo il cambio del direttivo dell’Associazione Culturale Attivamente, che gestisce il servizio bibliotecario, e l’acquisizione di nuovi volontari, si moltiplicano le iniziative in corso e quelle in programma. Oltre ai servizi bibliotecari, garantiti come da convenzione comunale, dopo le letture animate per i bambini, nei mesi estivi, e il “Beinette Luglio Musicale”, organizzato con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura, si chiuderanno a dicembre i corsi di lingua Inglese, ai quali sono iscritti quasi venti beinettesi, e sono in programma numerosi confronti pubblici su temi di attualità, incontri di presentazione delle novità nell’editoria locale, come quello tenutosi a novembre sul tema della disabilità nel contesto sportivo, nuovi corsi di formazione, tra cui un corso di scrittura creativa ed una rinnovata edizione del corso di astronomia, insieme a laboratori didattici per grandi e piccini. È in crescita anche la consistenza dei volumi e dei dvd, dell’utenza iscritta e delle operazioni di prestito: sono quasi 12.500 i volumi, e circa 250 i dvd a disposizione, tutti catalogati ed in buona parte registrati sui sistemi telematici. Particolarmente fornita è la sezione della narrativa, con letteratura classica e contemporanea, è in crescita la sezione della saggistica che include attualmente molti testi di storia locale (storia del paese e dei paesi limitrofi, storia provinciale e regionale, storia dei paesi alpini), tanti i libri dedicati ai ragazzi e alle prime letture rivolte ai bambini più piccoli. Le 4200 operazioni di prestito registrate nel 2013 raggiungono, nel 2014 (fino a metà novembre), quota 4700 e i circa 1200 utenti iscritti nel 2013 sfiorano oggi quota 1700! Ma il punto di forza della Biblioteca restano i suoi 27 volontari: sono pochissime le biblioteche civiche che possono contare su un servizio svolto gratuitamente e volontariamente. Si tratta di una realtà che ben testimonia la qualità della vita sociale beinettese e l’attività culturale cresciuta attorno alla biblioteca. Basta considerare, oltre alle regolari aperture all’utenza, lo sforzo di molti volontari per consolidare anche il rapporto di collaborazione con le Scuole del paese, attraverso aperture straordinarie ed esclusivamente dedicate agli scolari! Fra le novità, siamo in attesa della valutazione, ad opera del Dipartimento della Gioventù, del progetto di Servizio Civile Nazionale che l’Assessorato alle Politiche Giovanili ha presentato per la nostra Biblioteca. Se approvato, e finanziato, il progetto potrebbe consentire ad un giovane di dedicare un anno della propria vita al servizio bibliotecario, con retribuzione mensile, e favorire il potenziamento del servizio e l’organizzazione di attività. Tuttavia, per fronteggiare i volumi organizzativi e il servizio bibliotecario, siamo costantemente alla ricerca di nuovi volontari che abbiano passione per la lettura e una buona conoscenza dei sistemi informatici. Per chi fosse interessato può contattarci al 3404048138 o all’indirizzo e-mail info@bibliotecabeinette.it L’ESTATE RAGAZZI ARRIVA ANCHE A BEINETTE Beinette cresce, e insieme alla popolazione aumentano anche le esigenze. Quella di un punto di incontro per bambini e ragazzi durante il periodo estivo era probabilmente una delle più sentite dalle famiglie. L’estate ragazzi, oltre ad essere un’importante occasione di socializzazione, permette anche ai genitori di trovare una buona sistemazione per i figli (amatissimi, certo… Ma impegnativi da gestire quando, non dovendo andare a scuola, stanno tutto il giorno in casa!). Nel mese di luglio dunque, l’associazione Atelier delle Idee ha deciso di proporre un primo esperimento di estate ragazzi anche a Beinette: è partito così il progetto Estate su Giove, che ha intrattenuto i piccoli beinettesi in attività varie nei pomeriggi da lunedì al venerdì. La base per l’attività è stato il campetto parrocchiale, ma i ragazzi sono andati anche alle piscine comunali di Cuneo, al parco di Rifreddo e alla Cascina Giobbi, grazie alle piccole gite organizzate di settimana in settimana. A tal proposito, l’associazione tiene a ringraziare per disponibilità dimostrata la Cascina Giobbi e il parroco Don Luciano, che ha acconsentito all’uso degli spazi parrocchiali. Anche i pomeriggi di pioggia non hanno scoraggiato animatori e animatrici: la palestra delle scuole medie ha ospitato i bambini che hanno aspettato il ritorno del sole impegnandosi in giochi di abilità, percorsi e immancabili partite di pallavolo. Essenziale è stato l’aiuto dei volontari, alcuni dei quali giovanissimi ma già molto responsabili. L’esperienza si è conclusa con una serata, tenutasi il 29 agosto, in cui i bambini hanno potuto mostrare ai loro genitori i piccoli lavori svolti durante i pomeriggi e le foto raccolte in un video che ha raccontato i divertimenti di Estate su Giove. Il successo riscosso dal progetto ha fatto pensare, a seguito delle richieste giunte da parte di molti genitori, di ampliare l’attività per il prossimo anno, coinvolgendo più animatori e proponendo un intrattenimento anche per il mattino. Le idee non sono finite: l’associazione ha in mente un programma di aiuto compiti e nuove interessanti idee per proporre uno spazio di incontro alternativo a quello della scuola.

[close]

p. 15

Andrea Forneris – Vicepresidente Gruppo CAI Beinette Con un nuovo Consiglio Direttivo ed un nuovo Presidente U n’altra stagione è terminata, come al solito questo è il momento dei bilanci e dei progetti per il prossimo anno. Molte sono state le iniziative del nostro sodalizio: fiaccolata a Gias Murteis, gita di scialpinismo in val Maira, gita in riviera, gita in rosa per le famiglie e poi per i più esigenti è stato proposto un giro in mountain bike al balcone di Marta in Valle Roya e una bellissima gita di due giorni al Balcone d’Ischiator in valle Stura. Anche quest’anno siamo riusciti ad organizzare la camminata dell’Avis e sempre in stretta collaborazione con la sezione Avis di Beinette abbiamo contribuito ad acquistare un telone per la casa alpina di S. Michele di Prazzo. Domenica 5 ottobre, durante il consueto incontro di fine stagione svoltosi a S. Michele di Prazzo si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo. Nel nuovo Consiglio Direttivo, composto ora da nove persone, sono stati eletti Bellino Ugo, Bergese Daniele, Ferrero Fausto, Forneris Andrea, Quaranta Ezio, Peano IL GRUPPO CAI DI BEINETTE SI PREPARA AD AFFRONTARE LA PROSSIMA STAGIONE Dario, Sacco Daniela e i due nuovi arrivati Bernardi Livia e Tecco Mauro. Peano Dario sarà il nuovo presidente del gruppo per i prossimi tre anni mentre il ruolo di segretario verrà ricoperto da Bergese Daniele e Sacco Daniela. Il programma della stagione 2015 è stato presentato nel corso della consueta “Serata Natalizia”, durante la quale l’ospite Nanni Villani, autore di numerosi libri di montagna e direttore della rivista Alpidoc, ha proposto le immagini del trekking dei Pirenei. Cogliamo l’occasione per augurare a tutti buone feste e rivolgiamo l’invito a partecipare alle nostre iniziative. Sabato 3 gennaio FIACCOLATA A GIAS MURTEIS Domenica 8 febbraio GITA SULLA NEVE Domenica 29 marzo GITA SULLA NEVE Domenica 12 aprile GITA IN RIVIERA traversata VOZE-NOLI Domenica 10 maggio MTB MONTE BEIGUA Domenica 21 giugno MONTE MANIGLIA (valle varaita) Sabato 22 agosto MTB UPEGA-UPEGA Domenica 20 Settembre GITA IN ROSA organizzata dalle donne del C.A.I Domenica 4 Ottobre INCONTRO DI FINE STAGIONE A S. MICHELE DO PRAZZO Canavese Impianti S oluzioni innovative e tecnologiche Pratiche GARANZIA con → Impianti elettrici civili ed industriali → Impianti centralizzati televisivi → Videosorveglianza → Cancelli e portoni automatici → Impianti protezione antincendi Cell: 347 2824361 E-mail: canavese.impianti@hotmail.it Canavese Simone Via Rifreddo, 3 Beinette (cn) di Numero 2014 5-6 settembre Traversata CHEMIN DE L’ ENERGIE con salita al monte TENIBRES IL COMUNE DI BEINETTE INFORMA 15 ⌂

[close]

Comments

no comments yet