Num.101 - 2015

 

Embed or link this publication

Description

Il Giornale Italiano Num. 101 - 2015

Popular Pages


p. 1

Nicoletta Negrini 101/2015 | GIORNALE ITALIANO DE ESPAÑA - GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET | D.L.: MA-884-2008

[close]

p. 2

NICOLETTA NEGRINI HA PORTATO, PORTA E La ditta Negrini ha celebrato i suoi 25 anni di presenza in Spagna. I suoi prodotti di alta qualità hanno contribuito alla divulgazione della tradizione gastronomica italiana che con i suoi prodotti di eccellenza sono stati e sono il miglior omaggio alla cucina Italiana. La celebrazione dei 25 anni della ditta Negrini è stato celebrato in Ambasciata. (sin.) La moglie dell’Ambasciatore Cristina Fanucci, Nicoletta Negrini e l’Ambasciatore Italiano in Spagna Pietro Sebastiani Nicoletta Negrini, imprenditrice “todoterreno” è una donna con una forte personalità. Nasce a Bologna e la sua famiglia ed i suoi avi si dedicavano già da più di cento anni al settore degli insaccati. L’ambiente familiare ha indubbiamente risvegliato la sua vera passione: la gastronomia, che è diventata poi il suo scopo e la sua ambizione. Dopo la laurea in economia, Nicoletta Negrini comincia a lavorare come responsabile dei mercati esteri nella fabbrica di famiglia di Renazzo di Cento, che è considerata la capitale degli insaccati. In quel periodo era il padre che dirigeva l’azienda che compie 60 anni e che viene diretta dai fratelli, che sono quindi la terza generazione dei Negrini. La voglia di Nicoletta di conoscere il mondo e le diverse culture, la portano a lasciare l’Italia per progetti fuori dal suo paese. “Nel 1986, l’anno nel quale la Spagna entrò a far parte dell’Unione Europea, che mio padre che sapeva che io parlavo un pò di spagnolo, mi mandò a Barcellona a lavorare in Alimentaria”. Era la prima edizione della “Feria” e l’Istituto di Commercio con l’Estero Italiano, aveva invitato la famiglia Negrini a far parte dello stand. “Questo fu il mio primo viaggio di lavoro da sola e riuscì a trovare un distributore in Barcellona”. Fu così che Nicoletta Pag. 2 Negrini entrò in Spagna. “Era un paese dove esistevano molte pizzerie ma poca cultura gastronomica italiana”. Con tanti anni di lavoro, è riuscita ad ampliare la rete di distribuzione della sua azienda entrando in grandi ed importanti catene di distribuzione come “il Corte Inglés e il Grupo Vips”. Una forte crescita portò a creare nel 1990 la Negrini in Spagna con sede a Madrid. “Incominciammo con un agente commerciale ed io viaggiavo una volta al mese a Madrid, portando i nostri prodotti”. Nicoletta Negrini fu la prima a lanciare e a far conoscere la mortadella di Bologna. Alla fine degli anni ‘80 ed al principio del ‘90, il prodotto italiano era molto differente da quello che gli spagnoli conoscevano come mortadella. Dopo arrivarono il Lambrusco, la burrata, la mozzarella di Bufala, la grande idea della mortadella con il tartufo, il parmigiano Reggiano, il provolone, il mascarpone, ed il vino Sangue di Giuda assieme ad altri prodotti italiani. Ma accanto a questo, la tenace imprenditrice italiana diede vita ad una iniziativa innovativa “La Accademia del Gusto”. Uno spazio pioniero dove oltre al negozio di prodotti c’è anche il ristorante, che funziona come scuola di cucina italiana. E’ stata inoltre, l’ideatrice di uno dei concorsi di cucina più importanti del settore: il concorso “Gusti Negrini” che si celebra durante l’evento “Madrid Fusión” e che serve come punto di lancio per far conoscere i prodotti italiani. Durante questi 25 anni Nicoletta Negrini è diventata la promotrice del settore alimentare di qualità, conquistando i critici spagnoli più esigenti e mettendo così i nostri prodotti “in quell’importante posto che si meritano”. Attualmente la Negrini ha una sede anche in Portogallo dal 2000, con tre magazzini, Madrid, Barcellona e Lisbona e L’importante serata “tutta italiana” è stata celebrata anche con brani di musica classica e moderna gestita dalla famosa dj Bimba Bosè e la madre Lucía Dominguín, per l’occasione, ha creato delle simpaticissime composizioni con i prodotti Negrini ispirandosi all’Arcimboldo. 101/2015

[close]

p. 3

PORTERÀ LA CUCINA ITALIANA IN SPAGNA con 60 impiegati che la posizionano come la principale distributrice di Spagna, con più di 1.200 prodotti fra insaccati, pasta, riso, formaggi, pane, dolci, piatti preparati, salse, olio, aceto, vino e liquori, che rappresentano in esclusiva più di cento imprese italiane. L’azienda nell’esercizio economico del 2014 aumenta il suo fatturato di un 5% rispetto all’anno passato. A Nicoletta Negrini nel 2013 gli è stata consegnata l’onorificenza “Ufficiale della Stella d’Italia” per la sua attività “italiana in Spagna”. sin.: Gianni Negrini, il nipote Gianni, Nicoletta Negrini e la madre Santa Negrini 101/2015 Pag. 3

[close]

p. 4

Pag. 4 101/2015

[close]

p. 5

LA FAMIGLIA NEGRINI DI RENAZZO occupa di economia, rendono sempre più valida la gestione. Dino si dedica all’espanzione verso nuovi mercati come quello di Mosca e di Varsavia, mentre Annarita si rivolge alla cucina regionale con involtini, bocconcini, arrosti, carpaccio. Anche la nuova linea gastronomica della ditta Negrini, come la Gialì, una linea di secondi piatti veloci e da consumare al bar o in casa, ottiene il suo meritato successo. Nel 1945 in quel piccolo paese c’era una rivendita di latte e carne. Il proprietario, Angelo Negrini, dopo 10 anni va con la moglie e i quattro figli a Renazzo cittadina in provincia di Ferrara, dove rileva un laboratorio di carni che attrezzerà in breve tempo per la lavorazione degli insaccati che portano il marchio Negrini. Il successo arriva con un sempre maggior mercato che lo conferma, tanto che Angelo viene nominato Cavaliere. L’esempio del padre si trasferisce ai quattro figli. Gianni rimane a Renazzo dove migliora le tecniche del salumificio ampliando il mercato. La moglie Santa e, dopo gli studi, i loro quattro figli entrano in azienda: Annarita agli acquisti e alle relazioni esterne, Dino alle vendite, Carlo alla produzione e Nicoletta è in Spagna. Negli anni ottanta la Negrini apre a San Daniele un prosciuttificio con la massima tecnologia e nel 1999 compra la ditta Bonfatti di Ferrara, nota per la produzione di salami e mortadelle di alta qualità, come il salame Bonfatto e la mortadella Bonfattella, apprezzati perché l’impasto è fatto solo di carne di solo prosciutto e pochi grassi. Nel 2000 entra a far parte del Gruppo la Sise di Reggio Emilia, azienda specializzata in vari formati di mortadelle con nomi allegri e simpatici come: Fiorita, Imperiale, Campagnola, Reggianella. Lo stabilimento di Renazzo intanto si ingrandisce e nella sua costante evoluzione vede l’azienda sempre più presente alle fiere e all’estero: Europa, Usa, Giappone e ancora Cile, Brasile e più recentemente Russia e Polonia. L’attività del padre Gianni e la presenza della madre Santa, che si Lo stabilimento Negrini nel 1960. La sala di sezionamento. Da più di cinquant'anni il gruppo Negrini produce salumi di qualità in una delle zone d'Italia dove l'arte salumiera è più antica e pregiata. Con una strategia produttiva e commerciale fortemente orientata alla qualità, al servizio ed allo sviluppo di nuovi prodotti, il gruppo Negrini è il partner ideale per le imprese della distribuzione e della ristorazione attente alle evoluzioni del mercato ed alle esigenze del consumatore. Fondata nel 1955, a Renazzo di Cento (Ferrara) dal Cav. Angelo Negrini, l’azienda Negrini da sempre è orientata alla ricerca ed all’innovazione, nel rispetto rigoroso della tradizione. Questa filosofia imprenditoriale ha fatto del gruppo Negrini una realtà di primo piano dell’industria alimentare italiana. Negrini realizza la propria produzione nella moderna unità produttiva di Renazzo (FE). Lo stabilimento, sede dell’azienda, si estende su una superficie coperta di 16.000 mq ed un’area di 60.000 mq ed ha una capacità produttiva di 5.000 tons annui, è specializzato nella produzione di mortadelle, prosciutti cotti e salami. L’unità produttiva è dotata delle tecnologie più avanzate, è certificata UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001 oltre ad avere un sistema di tracciabilità informatizzato in grado di identificare le fasi di produzione di ogni prodotto. Gli impianti di lavorazione delle carni e di confezionamento dei prodotti finiti di cui dispone Negrini sono fortemente automatizzati. L’azienda dispone di laboratori interni per il controllo della qualità che operano in collaborazione con strutture qualificate come la Stazione Sperimentale di Parma e le facoltà di Scienze delle Produzioni Animali di Parma e di Bologna. Pag. 5 101/2015

[close]

p. 6

MADRID di Paola Lungarini Italia e Andorra firmano un accordo per lo scambio di informazioni in materia fiscale Presso la sede dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, ha avuto luogo la firma dell’accordo per lo scambio di informazioni in materia fiscale tra la Repubblica Italiana e il Principato di Andorra. L’Ambasciatore d’Italia in Andorra e Spagna Pietro Sebastiani, e l’Ambasciatore di Andorra in Spagna, Jaime Gaytan, hanno firmato l’accordo, con i pieni poteri loro concessi dai rispettivi Governi. I firmatari hanno sottolineato in maniera congiunta il fermo impegno di Italia e Andorra nella lotta ai reati fiscali, così come gli eccellenti rapporti tra i due Paesi che, nel maggio scorso, avevano firmato un altro accordo bilaterale in materia di trasporto su strada. L'Ambasciatore d'Italia, Pietro Sebastiani, ha pronunciato la lezione inaugurale della sessione mattutina durante la cerimonia di inaugurazione del nuovo corso accademico del Campus di Segovia della IE University. La conferenza della sessione pomeridiana è stata tenuta dal partner e presidente di True North Partners (TNP), Lutz Baumgarten. Alla cerimonia, che ha avuto luogo presso l'Aula Magna (antico convento di Santa Cruz la Real di Segovia), hanno preso parte il Presidente della IE University, Santiago Íñiguez, il Rettore Salvador Carmona, il Presidente del Consiglio Consultivo della IE University Rafael Benjumea, la Direttrice Generale per l'Università e la Ricerca della regione Castilla y León, Pilar Garcés, e il Rettore dell'Università Europea Miguel de Cervantes, Imelda Rodríguez, nonché numerose autorità appartenenti al mondo accademico, sociale e politico. La IE University si consolida come una delle università europee con maggiore varietà tra studenti e corpo docente, con alunni di novantacinque nazionalità grazie al suo modello accademico basato su valori quali l'impulso alla conoscenza, l'innovazione, l'eccellenza, l'internazionalità e lo spirito imprenditoriale. L'AMBASCIATORE PIETRO SEBASTIANI PARTECIPA ALLA SESSIONE VISITA ALLA FUNDACIÓN BANCO INAUGURALE DEL NUOVO CORSO ACCADEMICO DELLA IE UNIVERSITY DE ALIMENTOS DE MADRID L’Ambasciatore ha visitato la sede della Fundación Banco de Alimentos de Madrid, che si occupa della donazione, raccolta e distribuzione gratuita di alimenti nella Comunità di Madrid, offrendo generi alimentari di prima necessità a più di 160.000 persone. Il presidente Javier Espinosa Martínez ha mostrato la struttura all’Ambasciatore e a due giovani tirocinanti della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI) attualmente assegnati all’Ambasciata d’Italia a Madrid. Espinosa ha illustrato le attività del Banco de Alimentos, nel quale operano solo volontari e che, servendosi della collaborazione di oltre 500 entità sociali, ha distribuito nel 2014 più di 15 milioni di kilogrammi di alimenti nella Comunità di Madrid. L’Ambasciatore, sottolineando il carattere cruciale della sfida della nutrizione, ha espresso piena solidarietà e sostegno per l’azione indispensabile che la Fundación svolge da 20 anni con grande successo. CONSIGLIO GENERALE DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO: ELEZIONI 2015 - ASSEMBLEA PAESE SPAGNA ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CGIE. ASSEMBLEA PAESE SPAGNA In data 26 settembre 2015, presso i locali della Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Madrid, si è svolta l’Assemblea Paese per l’elezione del membro territoriale del CGIE attribuito alla Spagna. Presenti 11 Consiglieri del Comites di Madrid, 6 Consiglieri del Comites di Barcellona e 6 rappresentanti delle Associazioni, per un totale di 23 elettori. Cinque le candidature presentate, che hanno riportato le seguenti preferenze: Giuseppe Stabile (COMITES di Madrid): 11 voti - Andrea Lazzari (COMITES di Madrid): 10 voti - Silvano De Uffici (delegato dell’Associazione Italiana per la Cultura, la Scienza e la Società di Palma de Mallorca): 2 voti - Paolo Ludovisi (candidato esterno): 0 voti - Paola Vitali (candidato esterno): 0 voti. Il membro territoriale del CGIE per la Spagna è quindi risultato essere il Dott. Giuseppe Stabile, Vicepresidente del Comites di Madrid, residente a Tenerife. Pag. 6 101/2015

[close]

p. 7

MADRID di Paola Lungarini NOTIZIE Il lancio della nuova Fiat 500 in Spagna interessati all’acquisto della nuova 500 hanno potuto usufruire di un interessante sconto esclusivo, così come promozioni speciali nel resto dei modelli della gamma Fiat. Le grandi novità che presenta la nuova Fiat 500 (circa 1900 nuovi componenti) ed il suo stile inconfondibile, motori efficienti, tecnologia in materia di sicurezza e infointrattenimento, e possibilità di personalizzazione, sono stati argomenti sufficienti perchè il volume di operazioni commerciali aumentasse più del 200% in questo primo giorno di vendita del nuovo modello. Con un totale di 115 unità vendute in un giorno solo in Spagna, la nuova Fiat 500 è stata lanciata triplicando la media giornaliera che aveva registrato la generazione precedente nell’accumulato del 2015 (9.070 unità da gennaio ad agosto, che suppone una media giornaliera di 38 operazioni al giorno). Un successo senza precedenti e che garantisce che il lider della categoria in Spagna ed in Europa continuerà ad essere il referente indiscutibile tra i veicoli urbani. Operatori spagnoli a Salerno per conoscere l’offerta ENOGASTRONOMICA locale L a Camer a di Commer cio italiana per la S pagna ( CCI S ) gestisce la par tecipazione di pr of essionisti spagnoli del settor e agr oalimentar io ad una missione commer ciale che avr à luogo a S aler no dal 16 al 18 ottobr e 2015. D ur ante questo per iodo avr anno l’ oppor tunità di r ealizzar e incontr i d’ aff ar i con impr ese e pr oduttor i locali e di visitar e la X I I I E dizione del “S alone I nternazionale dell’ A limentazione CI BO E ...D I N TO RN I ”, che avr à luogo nel quar tier e f ier istico della città campana dur ante los stesso per iodo della missione. I ncontr i B2B tr a oper ator i inter nazionali e impr ese locali organizzati dur ante l'ultima edizione di " Cibo e...D intor ni" . N egli ultimi anni, “Cibo e... D intor ni” ( http://w w w.ciboedintor ni.eu/) è diventata un punto di r if er imento per i buyer inter nazionali ed un’ oppor tunità molto impor tante per conoscer e dir ettamente i pr incipali pr odotti locali tipici e di alta qualità. I n par ticolar e, sar anno esposte diver se tipologie di pr odotti tr a cui paste P asta, Conser ve, O lio, Vino; Caff è, I nsaccati, F or maggi, Ver dur e, F r utta, bevande alcoliche ( limoncelllo) , Bever age ( sof t dr ink) , D olci. Approfittando dell’occasione, la rete dei concessionari ha organizzato una festa di presentazione in tutte le sedi del territorio spagnolo, dove clienti ed interessati hanno potuto conoscere per primi la nuova Fiat 500. La commercializzazione in Spagna della nuova Fiat 500 è iniziata lo scorso 17 settembre e, per festeggiarla, la rete di concessionari di FCA Spain ha invitato clienti e persone interessate a conoscere l’auto in diretta, nella festa di presentazione che ha avuto luogo in tutte le concessionarie del marchio nel territorio nazionale. Durante l’evento, gli Valencia ospiterà il maggiore polo dell’imprenditoria del Mediterraneo Il Presidente ella catena spagnola di supermercati Mercadona, Juan Roig, ha inaugurato il 17 settembre scorso l’inizio delle attività nelle installazioni che ha promosso presso le vecchie basi della Coppa Ameirca, a Valencia, che ospitano il quartiere di Marina de Empresas. Con un’investimento di più di trenta milioni di euro per la sua costuzione, i promotori assicurano che si tratta del maggiore polo dell’imprenditoria del Mediterraneo. Occupa 18.000 metri quadrati costruiti, in due dei padiglioni che hanno ospitato le squadre internazionali di vela nel 2007 e nel 2008, e che sono diventate la sede di start ups e di formazione di imprenditori. In uno dei due edifici è situato Lanzadera, il programma di impuso alle imprese presentato da Juan Roig tre anni fa, e che nella sua attuale edizione guida lo sviluppo di venticinque compagnie emergenti. È inoltre la sede di Angels Capital, società che finanzia attraverso “seed capital” nuovi progetti imprenditoriali. Nell’altro blocco è stata ubicata la scuola di imprenditori Edem, legata all’Associazione Valenciana di Imprenditori, che oltre a diversi master e corsi per professionisti e manageri, imparte il corso di Amministrazione di Imprese diretto ai giovani che vogliono diventare imprenditori. Si prevede che l’attività di questo polo di imprenditori generi il passaggio di più di mille persone e che nel 2017 abbia favorito la creazione di piú di duecento imprese. Con 4.886 prodotti tradizionali Italia leader nella biodiversità È quanto emerge dal Dossier Coldiretti su il “Made in Italy salvato dall’estinzione” presentato in occasione dell’inaugurazione della mostra “Gli antenati del Made in Italy, i cibi piu’ antichi” ad Expo Milano lo scorso 24 settembre. L’Italia è l’unico Paese al mondo che puo’ contare su 4.886 prodotti alimentari tradizionali censiti dalle regioni ottenuti secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni, 272 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg. E’ quanto emerge dal Dossier Coldiretti su il “Made in Italy salvato dall’estinzione” presentato in occasione dell’inaugurazione della mostra “Gli antenati del Made in Italy, i cibi piu’ antichi” per la prima volta ad Expo nel Padiglione “No Farmers No Party” all’inizio del cardo sud. Un risultato reso possibile - sottolinea la Coldiretti - dalla grande varietà del patrimonio vegetale e animale con la presenza sul territorio nazionale di 7.000 specie di flora, 58.000 specie di animali e 504 varietà iscritte al registro viti, ma anche di 533 varietà di olive , grazie al lavoro quotidiano di agricoltori e allevatori. 101/2015 Pag. 7

[close]

p. 8



[close]

p. 9

MADRID di Paola Lungarini XV Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. Italiano della musica, musica dell’Italiano La XV edizione della Settiattraverso la pagina web dell'Istituto Italiano. In collaborazione con l’Università Complutense di Madrid, il 20 e 21 alle ore 19.00, l'IIC ospiterà il convegno internazionale su Giorgio Caproni e i poeti spagnoli Io, Giorgio, Jorge e gli altri, con una sezione dedicata al rapporto tra il grande poeta e la musica. Il convegno vedrà la partecipazione di illustri accademici e poeti fra cui Gian Luigi Beccaria, Aurora Conde Muñoz, Anna Dolfi, Adele Dei, Paolo Zublena, Patricia Peterle, Luca Zuliani, Elisa Donzelli, Marco Carmello e Margherita Quaglino. L’evento sarà trasmesso in diretta dal programma Fahrenait di Radio Rai 3. Il giorno 22 alle ore 20.00, rispettando la tradizionale collaborazione con l'Ambasciata di Svizzera in Spagna, sarà dedicato alla proiezione del documentario Nel giardino dei suoni, prodotto in Svizzera dal regista italiano Nicola Bellucci. Inoltre, il giorno 22, La Casa del Lector, con la collaborazione dell'Ambasciata d'Italia in Spagna e di questo Istituto di Cultura, inaugura l'esposizione Giuseppe Tomasi di Lampedusa (Palermo 1896-Roma, 1957): Leer Dal prossimo 22 ottobre La Casa del Lector, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Madrid, accoglierà l'esposizione Giuseppe Tomasi Di Lampedusa (Palermo, 1896 - Roma, 1957): Leer para vivir mejor. Si tratta di una mostra che, oltre a ricordare lo scrittore, ricorda al lettore completamente convinto del fatto che leggere bene è un buon strumento per vivere meglio. Quel lettore perspicace che aveva letto tutto, sei anni dopo ha deciso di offrire lezioni di letteratura inglese e francese a para vivir mejor. All'inaugurazione sarà presente Gioacchino Lanza Tomasi di Lampedusa. Il 24 alle ore 20.00, in collaborazione con il CDN e il Teatro Valle-Inclán, si terrà l'incontro con Stefano Ricci e Gianni Forte -della compagnia teatrale Ricci&Forte- al termine della rappresentazione di Darling, programmata all'interno del ciclo "Una mirada al mundo", presso il Teatro Valle- Inclán. Il giorno 26 alle ore 20.00 Vinicio Capossela, in veste di scrittore, presenterà in IIC il suo libro Tefteri. El libro de las cuentas pendientes, recentemente tradotto in spagnolo da Miquel Izquierdo e pubblicato dalla casa editrice Minúscula. Alla presentazione sarà presente Valeria Bergalli, direttrice di Minúscula. Per completare questa amplia Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, il 29 presso il Centro Cultural Conde Duque, avremmo l'opportunità di incontrare il poeta Franco Buffoni, che parteciperà a PoeMad Festival de Poesía de Madrid organizzato dalla casa editrice digitale Musa a las 9, alle ore 20.00, in collaborazione con il Centro Cultural Conde Duque. mana della Lingua italiana nel Mondo si apre il 14 ottobre con il concerto di Eugenio Bennato, Balla la nuova Italia. Presso il Centro Cultural Conde Duque di Madrid, alle ore 20.00, il noto cantautore partenopeo e la sua band proporranno le più importanti composizioni storiche sino alla recentissima Notte del sud ribelle. Il 15 alle ore 19.00, la Bennato Band, presso l'Istituto Italiano di Cultura, offrirà un laboratorio sulla danza e la musica tradizionale italiana e sul rapporto tra dialetto e composizione musicale. Per partecipare sarà necessario iscriversi Madrid otra mirada In data 16 ottobre - "Madrid otra mirada", un progetto ideato dall' Área de Gobierno de Cultura y Deportes del Ayuntamiento de Madrid caratterizzato da visite guidate con il fine di scoprire il patrimonio culturale della città attraverso gli occhi di chi lo vede per la prima volta. Al termine della visita si potrà visitare l'esposizione fotografica di Valerio Bispuri, "Mirada Interior". Giuseppe Tomasi Di Lampedusa (Palermo, 1896 - Roma, 1957): Leer para vivir mejor un solo giovane, Francesco Orlando, come se la letteratura potesse evitare che una persona cara commettesse i suoi stessi errori. Ha letto letteratura anche con il figlio adottivo, Gioacchino Lanza Tomasi, che ha curato la mostra insieme a Mercedes Monmany. È caratterizzata da manoscritti, oggetti personali, fotografie e documenti provenienti dalla biblioteca dello scrittore siciliano, oltre a una sezione dedicata al film El Gatopardo di Luchino Visconti (1963; Palma d'oro al festival di Cannes lo stesso anno). Sono ancora aperti i termini per partecipare al Quarto Concorso di Fotografia “Immagini della Puglia 2015” per i soci e simpatizzanti dell’Associazione Pugliesi in Spagna, nonché a tutti gli amanti della regione Puglia, che hanno avuto o avranno la possibilità di visitare ed immortalare le sue bellezze nel corso di quest’anno. Anche quest’anno il concorso sarà articolato in  due sezioni: la prima dedicata alle Foto Paesaggistiche e la  seconda alle Foto delle Feste Popolari che accompagneranno tutti coloro che visteranno la regione. Per quanti fossero  interessati a partecipare è possibile mandare le foto realizzate nel 2015 in Puglia, 101/2015 EVENTI DELL’ASSOCIAZIONE PUGLIESI IN SPAGNA indicando nome e cognome, luogo e data in cui é stata scattata la foto. Le foto più belle saranno pubblicate sulla pagina web: www.pugliesiinspagna.com  e saranno premiate durante l’evento dell’Associazione Pugliesi in Spagna “San Martino Film Castagne e Vino” che si terrà la seconda settimana di novembre. Per poter partecipare, le foto dovranno pervenire entro il 30 ottobre all’indirizzo e-mail info.pugliesiinspagna@gmail.com con l’autorizzazione a pubblicarle in rete. dall’unione di tre passioni: La promozione delle Vie della Transumanza e la loro conservazione attraverso la conoscenza ed il rispetto medioambientale; Lo sviluppo e diffusione del Cammino di Santiago: l’ 85% del percorso coincide con il Cammino di Santiago; L’ultrafondo: lo sport visto non come sforzo fisco ma come mentale. Parte del ricavato è stato devoluto in beneficenza a favore di varie associazioni di volontariato. L’Associazione Pugliesi in Spagna ha collaborato con la SevenEight nell’organizzazione della VI edizione della 100 km da Madrid a Segovia in 24 ore lungo i sentieri della transumanza del Cammino di Santiago. Il percorso era formato da strade sterrate all’80% e da vie asfaltate (il 20% circa). Quest’evento nasce Si è inaugurato il nuovo panzerottificio “Barivecchia” in calle Huertas 53, Madrid. Pag. 9

[close]

p. 10

MADRID di Paola Lungarini NOTIZIE DAL Lettera aperta al Com.It.Es. di Barcellona in seno allo stesso Com.It.Es di Madrid. Come è ben saputo il Com.It.Es di Barcellona, composto da due liste (Azzurra e Italia), con 6 consiglieri eletti ciascuna, non è riuscita a eleggere nelle assemblee plenarie fin qui convocate, il proprio Presidente ne il Comitato Esecutivo, per cui se non si rimedia in una prossima plenaria, potrebbe essere commissariato. Inoltre sembra improbabile una convocazione di nuove elezioni per mancanza di fondi ministeriali. La situazione venutasi a creare potrebbe lasciare la comunità italiana della Circoscrizione Consolare di Barcellona priva di rappresentanza democratica. Questa triste eventualità mi spinse a scrivere, alcuni giorni dopo la Sua elezione, al consigliere eletto al CGIE, Giuseppe Stabile, un messaggio che riproduco: Caro Consigliere CGIE, caro Vicepresidente. Mi chiedevo se un Tuo intervento di mediazione potesse aiutare i colleghi Consiglieri delle due liste di Barcellona a eleggere il Presidente e il Comitato Esecutivo. Io credo che il paventato commissariamento del COM.IT .ES di Barcellona e la molto probabile non riconvocazione di nuove elezioni per mancanza di fondi presso il MAECI, potrebbero generare una situazione di indifensione dei connazionali in quella Circoscrizione Consolare privando gli stessi inoltre di rappresentanza per le eventuali istanze, per i prossimi 5 anni, che tu come Consigliere CGIE avrai il compito di elevare e difendere presso il CGIE e laddove opportuno dall’alto della tua prestigiosa carica. Cosa ne pensi? Fammi sapere e ti brindo anche se fosse necessario il mio sostegno anche personale laddove ve ne fosse bisogno in un eventuale incontro a Barcellona con gli interessati. Rinnovo quindi, da questo organo, la mia disponibilità personale per la ricerca di una soluzione politica, democratica ed equilibrata, che sblocchi la situazione, con l’unico obbiettivo di favorire i connazionali residenti in quella Circoscrizione Consolare, perché tutti abbiano diritto a una rappresentanza finalmente operativa e democratica. Ritengo infatti che non prodigarsi per questo in favore degli amici del ComItEs di Barcellona, sarebbe un atto molto difficile da comprendere e da accettare da parte di tutti i connazionali residenti in Spagna in generale, e della comunità Italiana residente nella circoscrizione consolare di Barcellona in particolare. Pietro Mariani Presidente Com.It.Es di Madrid In occasione dei festeggiamenti per i 75 anni della Scuola Italiana di Madrid. Martedì 27 ottobre presso la Aula Magna della Scuola Italiana, la Asociación Circolo Sardo Ichnusa, l’Istituto Autonomo Fernando Santi Sardegna e la Scuola Italiana di Madrid, presentano uno spettacolo teatrale dal titolo “Maratona di New York”. Il testo è di un drammaturgo contemporaneo italiano, Edoardo Erba considerato tra i talenti più brillanti della sua generazione. Maratona di New York è il titolo più conosciuto fra i suoi scritti teatrali, è stato tradotto in diciassette lingue, pubblicato in otto e rappresentato in tutto il mondo. Un testo in cui si intrecciano tutte le sfumature, dal giallo alla vena comica della commedia. La storia è quella di due amici che si allenano per prepararsi alla famosa maratona cui sono intenzionati a partecipare. E corrono, per tutta la pièce, parlando, divagando, scambiandosi considerazioni, ricordi, paure, entusiasmi, gelosie, silenzi, sul ritmo di quella corsa. E lo straordinario pregio di questa piccola opera sta proprio nello svolgersi tutta correndo, cronometro alla mano… Con Corrado Giannetti e Luigi Tontoranelli, regia di Francesco Brandi e la produzione di SARDEGNA TEATRO. Con la collaborazione della S.I.B. e Associazione Pugliesi in Spagna. Il 26 settembre, a Madrid, ci furono le votazioni per eleggere, per la prima volta nella storia del Comitato Generale degli Italiani all’Estero, un rappresentante per la Spagna. Venne eletto il Consigliere del Com.It.Es di Madrid, nonché Vicepresidente dello stesso, il Dott. Giuseppe Stabile, residente nelle Isole Canarie, che ottenne 11 preferenze, vincendo di solo un voto rispetto al candidato secondo classificato, il Dott. Andrea Lazzari, tesoriere dello stesso ComIt.Es di Madrid. Il candidato Stabile ha raggiunto questo storico obiettivo con i voti ottenuti principalmente dai Grandi Elettori del Com.it.es di Barcellona e da alcuni rappresentanti delle associazioni di italiani convocate, mentre Andrea Lazzari ha avuto gran parte delle sue preferenze 2º Festival Nazionale della Pizza in Spagna Maratona di New York Il 12 settembre si è rinnovato, per il secondo anno consecutivo, l’appuntamento con la gastronomia italiana e in concreto con il piatto Made in Italy per eccellenza e più conosciuto al mondo come la pizza napoletana. L’evento si è svolgto a Torrelodones, una cittadina del nord della regione di Madrid, organizzato dallo chef italiano Luigi Cuciniello titolare della più famosa pizzeria della città. Abbiamo rivolto alcune domande a Luigi per conoscere meglio la sua attività e cosa lo ha spinto per la seconda volta a organizzare questo evento, che nella prima edizione aveva avuto un grande successo di pubblico e gradimento da parte della comunità spagnola locale. nel contesto spagnolo. Intervista di Mario Petri Sei un difensore della gastronomia italiana e Come mai in Spagna e perché hai scelto Tor- del made in Italy, ma ci sono molte imitazioni relodones come base della tua azienda? Per un sia in Spagna che nel mondo. Cosa ne pensi? valore affettivo, mia moglie è spagnola e Torre- Noi siamo difensori del patrimonio gastronolodones perché le sue origini sono di questo pic- mico del cibo italiano e della cultura culinaria, colo paese e la nostra pizzeria è impiantata qui . realizziamo tutto con prodotti di qualità e siamo Questo evento è gia alla seconda edizione. riconosciuti a livello nazionale dalla associazioQuali le ragioni che ti hanno spinto a orga- ne sloow Food Madrid. Ci sono tante pizzerie nizzarlo e a ripetere la esperienza? Le ragioni e ristoranti italiani in Spagna ma sono davvero principalmente che ci hanno spinto a ripetere pochi quelli che rispettano il vero criterio della questo straordinario evento sono varie, la soli- cucina italiana. darietà verso una giusta causa, infatti il ricavato Quali iniziative pensi di portare avanti oltre al si dona alla associazione contro il cancro, poi Festival della Pizza Napolitana? I nostri futuri perché lo scorso anno ci fu molta partecipazio- progetti sono vari ma siamo in fase di elaborane inaspettata, superammo le tremila persone ! zione principalmente dobbiamo crescere poco Un altro motivo fondamentale è quello di dare a poco e ripetere il festival sempre meglio poi a conoscere la nostra pizza napoletana autentica come si dice chi vivrà vedrà. Pag. 10 101/2015

[close]

p. 11

Giuseppe Stabile eletto Consigliere CGIE per la Spagna I Grandi Elettori Tutti i presenti applaudivano l’eletto e si congratulavano con lui augurandogli un proficuo lavoro nella prossima legislatura,  in rappresentanza di tutti gli italiani residenti in Spagna. Dopo le foto di gruppo di rito, il nuovo Consigliere CGIE festeggiava la sua elezione con un tutti i partecipanti della giornata, brindando con un vino prosecco in un ristorante italiano prossimo alla sede dei lavori. MADRID di Paola Lungarini Foto di gruppo elezioni CGIE È la prima volta che la Spagna ha diritto a un suo rappresentante nel Consiglio Generale degli Italiani all’Estero.  Il Vicepresidente del Com.it.es di Madrid, Giuseppe Stabile, residente nelle Isole Canarie, ha ottenuto la maggioranza delle preferenze vincendo con un solo voto di differenza sul secondo candidato. Alla assemblea plenaria, tenutasi presso i saloni della Cancelleria Consolare della Ambasciata di Madrid, erano stati convocati i componenti dei Com.it.es di Barcellona e Madrid e i rappresentanti di sette associazioni di italiani, tre della Circoscrizione Consolare di Barcellona e 4 di Madrid. I lavori della assemblea sono stati aperti dal Dott. Massimo Branciforte, Ministro Consigliere della Ambasciata Italiana di Madrid, che ha rivolto ai presenti un discorso di benvenuto anche a nome dell’Ambasciatore Pietro Sebastiani, assente per impegni  in Italia, e ha trasmesso gli auguri di buon lavoro a tutti i presenti, ricordando le funzioni statutarie del CGIE, dei suoi componente eletti e la importanza del momento democratico nella scelta del candidato. Mettendo in evidenza inoltre che questa è la prima volta che la Spagna ha la possibilità di eleggere un suo rappresentante, grazie alla esponenziale crescita della comunità italiana residente degli ultimi dieci anni che oramai ha superato i 150.000 iscritti all’ AIRE. Nelle occasioni precedenti la Spagna era sempre stata abbinata alla Grecia, Turchia e Israele. Si è proceduto quindi alla composizione del seggio elettorale che per unanimità dei presenti è stato formato da due rappresentanti del Com. it.es di Madrid, i consiglieri Marco Basile e Gabriele Hofmann nel ruolo di scrutatori e da una rappresentante del Com.it.es di Barcellona, la Consigliere Deborah Moscatello, che ha ricoperto la carica di Segretario. Il Presidente della Casa degli Italiani, sempre 101/2015 di Barcellona, Giuseppe Meli, veniva eletto presidente del seggio elettorale. Giuseppe Meli quindi comunicava ai grandi elettori presenti, che erano pervenute alla Ambasciata di Madrid  due candidature presentate da cittadini residenti in Spagna ma non appartenenti a nessuno dei due Com.it.es ne ad associazioni. Uno dei candidati risultava residente nelle Isole Canarie e l’altro a Barcellona. Ambedue i candidati però non erano presenti. Quindi invitata i presenti che lo desiderassero di  rendere palese la propria candidatura consegnando il documento predisposto. I candidati che a questo punto si facevano avanti e in ordine alfabetico, sono stati: Silvano De Uffici , rappresentante della Associazione Italiana per la Cultura, la Scienza e la Società di Palma di Mallorca, Andrea Lazzari, Tesoriere del Com.ites di Madrid e Giuseppe Stabile, Vicepresidente dello stesso Com.it.es Quindi prendevano la parola i candidati, sempre in ordine alfabetico, presentando le motivazioni della loro candidatura e le dichiarazioni programmatiche. Ultimate le dichiarazioni, si procedeva alla chiamata nominativa, per le operazioni di voto, dei 23 grandi elettori presenti, che ricevevano una scheda per apporre la loro preferenza. Essendo possibile un solo eletto, la preferenza da apporre  sarebbe dovuta essere obbligatoriamente uninominale. Terminate le operazioni di voto si procedeva allo spoglio delle 23 schede votate con il seguente risultato dello scrutinio: 11 voti per Giuseppe Stabile, 10 voti per Andrea Lazzari e 2 voti per Silvano De Uffici. Per tanto una volta verificati i voti e redatto il verbale, il Primo Segretario d’ Ambasciata Dott.sa Anna Ruffino coadiuvata in ogni momento dalla Capo della Cancelleria Consolare di Madrid Dott.sa Gilda Santangelo, proclamava eletto Consigliere CGIE, il Dott. Giuseppe Stabile. sin.: Anna Rufino, Giuseppe Stabile, Andrea Lazzari, Pietro Mariani, Gilda Santangelo GIUSEPPE STABILE: Nato a Catania nel 1979. Risiede a Tenerife nelle isole Canarie. Laureato in legge, oltre allo spagnolo, parla francese, inglese e tedesco. Ha maturato esperienze professionali in Italia e all’estero. Commissario del Quinto Centenario della Parrocchia San Marco Evangelista di Icod de Los Vinos. L’Avvocato Giuseppe Stabile, dopo l’elezione, ci ha dichiarato “Questa nomina non rappresenta un obbiettivo personale, ma il mezzo più’ efficace per poter essere di effettivo supporto ai connazionali.” Pag. 11

[close]

p. 12

BARCELLONA di Maria Santini I GIOVEDÌ ALL A CASA - 3 SETTEMBRE Dopo le ferie estive, lo scorso 3 settembre sono tornati con grande successo “I Giovedi alla Casa”, attività che ha così aperto la ricca stagione di eventi 2015/2016. L’appuntamento mensile presenta il tradizionale aperitivo all’italiana con un ricco buffet di prodotti tipici tra cui salumi, mortadella e formaggi, l’originale spritz ed un buon prosecco di Valdobbiadene in un luogo storico e maestoso quale il nostro edificio. L’happy hour è innanzitutto occasione di presentare agli invitati progetti sempre nuovi ed interessanti. Questo giovedì la Casa ha avuto il piacere di ospitare la “Junior Musical School” di Roma, la più rinomata e prestigiosa agenzia di spettacolo italiana per giovani talenti, diretta da Maria Rosaria Caracciolo di Torchiarolo. La Caracciolo di Torchiarolo, dopo aver avuto un grande successo a Roma, con allievi come Laura Chiatti, Cristia- na Capotondi, i giovani attori de “I Cesaroni”, i ragazzi di “Ti lascio una canzone” e molti altri, inizierà la sua attività anche a Barcellona. Ad aprire l’incontro, il vicepresidente della “Casa degli Italiani” Agostino Corfini che salutando il pubblico presente ha ringraziato tutti i numerosi partecipanti e collaboratori, passando poi la parola a Simone Callisto Manca, responsabile Comunicazione della Casa, che ha sottolineato come la nostra Associazione considera importante la collaborazione con un’entità riconosciuta e stimata come la Junior Musical School. Il progetto è specialmente rivolto ai giovani di tutte le nazionalità dagli 8 ai 20 anni, bravi nel canto, nella recitazione e nella danza, provenienti da tutte le regioni della Spagna: la scuola si svolgerà infatti un fine settimana al mese, il sabato e la domenica, proprio per non interferire con gli impegni di studio dei ragazzi. Sono stati proiettati due video con l’intenzione di far vedere direttamente al pubblico il lavoro che viene svolto presso la “Junior Musical School”. In un primo video si sono visti estratti di musical di bambini prodigio dalle capacità fenomenali e dalle voci angeliche che risonando all’interno delle nostre mura hanno suscitato emozione nei presenti. Un altro video ha poi mostrato il vero lavoro che viene svolto durante le lezioni, con giochi di gruppo, canti, risate e molto divertimento che solo insegnanti come quelli della “Junior School Musical” possono dare. Prendendo la parola successivamente, Maria Rosaria Caracciolo ha poi spiegato il perché del suo progetto nella città di Barcellona, una città che conta su un elevato numero di famiglie italiane. Il suo desiderio è quello di dare la possibilità anche ai più piccoli di crescere e di riscoprire se stessi attraverso la musica, la recitazione e lo spettacolo, insegnati non solo con rigore e professionalità ma anche con divertimento e umanità. Le audizioni per partecipare alla Junior Musical School si svolgeranno presso la Casa degli Italiani di Barcellona i prossimi venerdì 2 Ottobre (negli orari 15:30-20:30) e sabato 3 Ottobre (tra le 11:00 e le 13:00 e tra le 15:30 e le 20:30). Per maggiori informazioni i numeri di telefono sono due: 0034 606 87 28 22 e 0039 335 31 93 62. Pag. 12 101/2015

[close]

p. 13

BARCELLONA di Maria Santini Il prossimo 22 ottobre la Camera di Commercio Italiana a Barcellona consegna i Premi “Faro del Mediterraneo” presso l’Universidad de Barcelona. Il premio è per le aziende spagnole e italiane distentesi per il loro apporto sia commerciale che culturale. Il Premio “Faro del Mediterraneo” è stato istituito quando è stato celebrato il centenario delle Camere Italiane in Spagna. Per celebrarlo, la Camera di Commercio Italiana di Barcellona, ha promosso il premio culturale “Faro del Mediterraneo”, in memoria di Ignazio Villavecchia” con l’obiettivo di riconoscere e promuovere le imprese italiane e spagnole che durante questi anni hanno contribuito a rafforzare i rapporti tra i due Paesi, favorendone l’attività economica, commerciale e culturale. T ri b unal A r b itral d e la C á m ara I taliana Ha preso il via con il convegno dello scorso 22 luglio il processo di costituzione del Tribunale Arbitrale della Camera di Commercio Italiana di Barcellona (TACCIB), specializzato nella risoluzione delle controversie tra imprese italiane e spagnole. L’arbitrato, infatti, permette la risoluzione di una controversia in via alternativa rispetto alla giustizia ordinaria, consentendo tempi notevolmente più rapidi e certi, attraverso la sottoposizione del contenzioso ad un arbitro competente ed imparziale. Questa iniziativa, infatti, si inserisce nel processo volto a favorire l’accesso a soluzioni alternative per la risoluzione dei conflitti, ovvero a mediazione e arbitrato. Il Tribunale Arbitrale consentirà alle imprese una riduzione dei costi rispetto ad un tribunale ordina101/2015 rio; inoltre ai soci della Camera di Commercio Italiana di Barcellona saranno garantite condizioni economiche di vantaggio. Il convegno “Mediazione e Arbitrato” del prossimo 20 ottobre presso l’Hotel Sant Moritz di Barcellona sarà l’occasione per avviare questo ambizioso e rivoluzionario progetto della Camera di Commercio Italiana. Le imprese che decideranno di accedere al servizio arbitrale potranno includere nei contratti la seguente clausola: “Le parti intervenienti accordano che per addivenire alla soluzione di qualsivoglia questione, divergenza o lite derivante dall’interpretazione o adempimento del presente contratto, si sottopongono all’arbitrato del Tribunale Arbitrale della Camera di Commercio Italiana – Barcelona, al quale si affidano la designazione dell’arbitro e l’amministrazione dell’arbitrato in accordo con il suo regolamento e statuti, obbligandosi fin da ora al compimento del lodo arbitrale che ne scaturisca”. Gli avvocati che desiderino candidarsi per l’iscrizione al Registro di arbitri del TACCIB possono contattare la Camera per conoscere i dettagli inerenti ai requisiti di ammissione. L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona informa i lettori de “Il Giornale Italiano” che prossimamente organizzerà una serie di eventi di rilievo ai quali speriamo molti di voi possano assistere. A cominciare dalla quindicesima edizione Settimana della lingua italiana nel mondo, dal 17 al 27 ottobre 2015, iniziativa che gode dell’alto patrocinio del Presidente della Repubblica, e che troverete riportata in dettaglio in questo numero della rivista. Il prestigioso Festival Internazionale del Jazz di Barcellona, giunto alla sua 47esima edizione, ospiterà grazie anche alla collaborazione di questo Istituto, grandi nomi del jazz italiano, da Stefano Bollani il 2 novembre, a Giovanni Guidi Trio il 4 novembre e Mario Biondi il 5 novembre. La cantante Barbara Casini terrà un concerto il 26/10 e un incontro nei nostri locali il giorno successivo. Collaboreremo con la Filmoteca de Catalunya per una retrospettiva su Gianni Amelio che sarà a Barcellona il 10 novembre per un atteso incontro con il pubblico dei suoi estimatori. Ancora grande cinema a dicembre per la quarta edizione della Mostra del Cinema Italiano di Barcellona che offrirà per un’intera settimana al Verdi Cinemes una selezione di film italiani recenti e inediti in Spagna, curata da Cinecittà Istituto Luce. Anche in questo caso l’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona collabora all’importante evento che costituisce ormai un punto di riferimento per chi, a Barcellona, nutre interesse per la nostra produzione cinematografica e che non si perderà l’occasione di incontrare attori e registi di rilievo e di proiezione internazionale. Roberta Ferrazza POTETE CONSULTARE IL CALENDARIO IIC www.iicbarcellona.esteri.it Pag. 13

[close]

p. 14

BARCELLONA di Maria Santini XV Settimana della lingua italiana del mondo PROGRAMMA DEFINITIVO DELLE INIZIATIVE E DEGLI EVENTI PREVISTI L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona ha in programma una serie di eventi interamente dedicati alla musica e all’espressione linguistica che accompagna il linguaggio musicale. - Le attività organizzate da questo Istituto prenderanno il via già da sabato 17 ottobre, celebrando il 750º anniversario della nascita di Dante Alighieri, con il recital-concerto, produzione del TeatroZero dell’Aquila, “L’amor che move il sole e l’altre stelle” a cura di Pino Micol. L’evento avrà luogo presso l’Auditorio della prestigiosa sede del CSIC de Catalunya, equivalente al nostro Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), e si svolgerà alternando la lettura drammatizzata di canti della Divina Commedia con l’esecuzione di brani suonati dal vivo dal violinista Jaime del Blanco e dal violoncellista Jon Cottle. - La settimana di eventi nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona si aprirà lunedì 19 ottobre con l’inaugurazione della mostra fotografica “The body, the soul” e la presentazione dell’omonimo libro alla presenza dell’autore Euro Rotelli. Nel suo pregevole lavoro, il fotografo ha immortalato, nei maggiori teatri a livello internazionale, famosi danzatori catturandone l’anima secondo la sua personale visione, utilizzando in modo sperimentale le ultime pellicole Polaroid in commercio. Il volume, edito da Punto Marte, raccoglie le fotografie dei danzatori, accompagnate da scritti di Vittoria Ottolenghi, Roberta Bignardi, Fabio Amodeo, Jas Otrin e da versi del poeta Paul Seaquist. - Nella giornata di martedì 20 ottobre il giornalista Enzo Gentile, esperto di musica, presenta il volume “Lontani dagli occhi. Vita, sorte e miracoli di artisti esemplari”: una serie di ritratti di una generazione di grandi cantautori, con monografie su Sergio Endrigo, Nino Ferrer, Piero Ciampi, Herbert Pagani, Fred Buscaglione. Prefazione di Renzo Arbore. - Il programma prosegue nella giornata successiva, mercoledì 21 ottobre, con l’evento “Le Dive barocche”, dedicato alle compositrici italiane Francesca Caccini e Barbara Strozzi, vissute in epoca barocca. L’Ensamble Fononèsia, composto da Mireia Latorre, soprano, Petere Krivda, viola e da Igor Davidovics, liuto, omaggerà con la sua performance musicale le due compositrici. Il concerto sarà preceduto da una presentazione del professore dell’Universitat Autònoma de Barcelona, Rossend Arquès, profondo conoscitore della musica e del teatro dell’Età Barocca. - La figura e l’opera di Vincenzo Consolo saranno l’argomento della giornata di giovedì 22 ottobre, coordinata dalla professoressa Irene Romera Pintor, con la presentazione della monografia “Conversación en Sevilla”, a cura del professore dell’Università di Valencia Miguel Ángel Cuevas, che contiene un’intervista a Vincenzo Consolo e scritti critici sulla sua opera. Verrà inoltre presentato il libro “Modus deridendi” dello stesso Miguel Ángel Cuevas. Interverranno i professori Nicolò Messina, Giovanni Miraglia e Miguel Ángel Cuevas. - Nella stessa giornata del 22 ottobre viene anche celebrata la musicalità della lingua di Totò, attore capace di creare neologismi, giocare con le parole e il loro ritmo tanto da scrivere testi di numerose canzoni. Presso l’Ateneu Barcelonès prosegue il ciclo di proiezioni dedicato a Totò, inaugurato a settembre, con la proiezione del film “Miseria e nobiltà”, introdotto dal professor Ludovico Longhi, docente di Storia del Cinema presso l’Universitat Autònoma de Barcelona. - La figura dello scrittore e saggista italiano Vincenzo Consolo è di nuovo protagonista nel primo dei tre eventi previsti per venerdì 23 ottobre. Si inizia in mattinata con una tavola rotonda sull’opera di Consolo, moderata dalla professoressa Irene Romera Pintor, docente presso l’Università di Valencia, esperta conoscitrice dell’opera di Consolo e sua traduttrice verso lo spagnolo, con la partecipazione del professor Nicolò Messina e della cantante Etta Scollo, che a seguire offrirà un recital ispirato al romanzo “Lunaria”, da lei tradotto in musica. - Nel pomeriggio si terrà la proiezione di “Magicarena”, documentario di Niccolò Bruna e Andrea Prandstraller, girato all’Arena di Verona, in occasione del centenario del prestigioso teatro. Il documentario, finanziato dal MiBAC, svela il dietro le quinte sul mondo dell’opera e la narrazione si snoda in modo corale, seguendo comparse, attrezzisti, figuranti ed aiuto registi. Persone comuni ma straordinarie, ciascuna con un proprio legame di passione con l’Opera dell’Arena di Verona. Partecipa all’evento il regista Niccolò Bruna. - A seguire, il concerto per due voci “Donne in musica”. Il soprano Cinzia Monari e il mezzosoprano Ombretta Bosio propongono arie solistiche e duetti su brani di Mozart, Bizet, Puccini e Verdi: un percorso attraverso le epoche della lirica per conoscere l’evoluzione dei personaggi femminili protagoniste dell’opera, dalla donna portatrice di moralità e purezza di Mozart, alla donna di Verdi sostenuta da un amore pragmatico e terreno. Accompagnamento al pianoforte di Ettore Candela. - Sabato 24 ottobre presso il prestigioso Circolo Artistico “Reial Cercle Artístic de Barcelona” si terrà il concerto omaggio a Giuseppe Verdi a cura dell’Orchestra dell’Opera Italiana dal titolo “Con Verdi nel Mondo”, che ha già riscosso notevole successo in altre sedi di Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Gli interpreti: Filippo Mazzoli, flauto; Stefano Franceschini, clarinetto; Gabriele Bellu, violino; Massimo Tannoia, violoncello; Andrea Dindo, pianoforte. - Nella cornice della 23ª edizione del Festival d'arti sceniche Temporada Alta, Vinicio Capossela presenta il 25 ottobre il suo spettacolo commemorativo dei suoi venticinque anni d’attività “Qua’art de siècle”, presso l’Auditori di Girona. L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona sostiene la partecipazione del noto cantautore italiano al più importante Festival spagnolo. - L’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona conclude la serie di eventi, organizzati in occasione della XV Settimana della lingua italiana nel mondo, nel corso della settimana successiva, dando spazio e risalto alle parole e alla musica con il concerto “Volare” eseguito dal “Barbara Casini Trio”. Barbara Casini, canto; Alessandro Lanzoni, pianoforte; e Raffaele Pareti, contrabbasso, presentano un excursus sulla canzone d’autore degli anni ’60 e ’70, con reinterpretazioni in chiave jazz di una selezione di brani di vari autori tra cui Bruno Lauzi, Luigi Tenco e Domenico Modugno. Il trio si propone così di superare il confine fra generi, esplorando il rapporto fra musica leggera italiana d’autore, linguaggio jazz e sonorità brasiliane, ognuno di loro portando il contributo del proprio percorso musicale. Nel repertorio scelto figurano anche brani scritti dai singoli componenti dei trio, che affiancano al talento strumentale e vocale anche una vena compositiva dal taglio poetico e originale. Il concerto è inserito nel programma del 47º Voll-Damm Festival Internacional de Jazz de Barcelona e si svolgerà presso la suggestiva cornice del Café del Conservatori del Liceu il 27 ottobre. Il pubblico dell’Istituto Italiano di Cultura avrà l’occasione di partecipare ad un incontro con il Barbara Casini Trio il giorno prima, 26 ottobre presso la nostra sede. - Questo Istituto ha inteso, vista la tematica di musica e parole proposta in questa edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo, istituire un concorso di creatività musicale, aperto a tutti. “Senti come suona” è il titolo del concorso che premierà, con inviti omaggio a concerti di artisti italiani, gli autori dei migliori contributi sonori, poetici e in generale musicali che verranno selezionati da un’apposita giuria presieduta dalla Direttrice. Il bando è già stato pubblicato attraverso tutti i canali a disposizione e la premiazione avverrà proprio in occasione della presenza di Barbara Casini all’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, il giorno 26 ottobre. In concomitanza con la Settimana della Lingua, verrà messa in scena la tragedia lirica di Giuseppe Verdi “Nabucco” presso il Gran Teatre del Liceu. Pag. 14 101/2015

[close]

p. 15

NOMINATO IL NUOVO Direttore Commerciale BARCELLONA di Maria Santini David García Blancas, è il nuovo Direttore Commerciale - Chief Commercial Officer (CCO) scelto da Vueling per completare l’organigramma direzionale. Il suo arrivo completa l’organigramma del Consiglio di Amministrazione della seconda compagnia in Spagna per numero di passeggeri trasportati. 40 anni, nato a Madrid, arriva a Barcellona dopo un biennio alla guida dell’area commerciale di LOT Polish, la compagnia di bandiera polacca tornata in attivo dopo sette anni proprio grazie alla trasformazione da lui avviata. Il nuovo CCO farà parte a tutti gli effetti del Comitato di Direzione, a fianco di Sonia Jerez (Direttore Area Finanziaria), Fernando Estrada (Direttore Strategie e Alleanze) e Fernando Val (Direttore delle Operazioni), rispondendo direttamente ad Alex Cruz, Presidente e AD di Vueling. David García avrà il compito di gestire l’area commerciale della compagnia aerea leader a Barcellona, con il suo secondo hub internazionale a Roma Fiumicino e presente in più di 160 aeroporti: il suo obiettivo sarà quello di contribuire al consolidamento di Vueling come low cost Premium di riferimento in Europa. In questa direzione coordinerà una squadra di 160 persone, al lavoro nei settori: Pricing & Revenue Management; Commercial Business, Vendite; E&M Commerce; Branding & Advertising; Fidelizzazione ClientiCRM, Comunicazione Esterna e Customer Care. Vueling premia la sua “MASCOTA” numero 200.000 Il passeggero fortunato si chiama “Pizza”, un bassotto di razza femminile di nazionalità italiana che ha viaggiato dalla Sardegna a Maiorca su un volo di collegamento via Barcellona. Vueling ha passeggeri che scelgono di viaggiare con i loro animali domestici principalmente verso Ibiza e Maiorca durante i mesi di luglio e agosto, in coincidenza con le vacanze estive. “Pizza” è diventata la mascotte 200.000 della Vueling. Per festeggiare, la compagnia aerea ha ricevuto la sua famiglia a El-Prat di Barcellona consegnando loro il premio: un viaggio gratis per “Pizza” ed i suoi compagni in uno delle oltre 160 destinazioni Vueling offerte in Europa, Medio Oriente e Africa. Vueling avvia la vendita di voli British Airways SUL SITO WEB partner all’interno del gruppo IAG”. Da parte sua, Sean Doyle, Direttore Alleanze e Affari di British Airways aggiunge: “Il legame tra British Airways e Vueling si fa ogni giorno più stretto e questo accordo darà modo ai passeggeri di entrambe le compagnie di beneficiare della scelta e della flessibilità del code share su diverse rotte tra Regno Unito, Spagna e Italia”. Code Share Vueling e British Airways, compagnie aeree del gruppo IAG, completano oggi il processo di condivisione dei codici di volo avviato lo scorso anno, lanciando una grande novità per i passeggeri: da oggi all’interno dei canali di vendita ufficiali Vueling (il sito web www.vueling.com e il call center) si potranno acquistare anche biglietti della compagnia di bandiera britannica. Un’importante opportunità per i viaggiatori che, oltre a poter acquistare attraverso un unico canale i biglietti di entrambe le compagnie, potranno anche prenotare voli combinati per le rotte dirette che collegano Londra alle altre principali città europee. L’integrazione di nuove destinazioni raggiungibili grazie al sistema dei codici di volo condivisi sarà progressiva. La prima fase, al via nella seconda metà del mese di settembre, interesserà le connessioni giornaliere tra Londra-Gatwick e gli aeroporti di Barcellona-El Prat, Roma Fiumicino e Napoli. Nella seconda fase si aggiungeranno, sempre da Gatwick, le rotte per Alicante, Fuerteventu101/2015 ra, Ibiza, Lanzarote, Malaga, Siviglia, Tenerife, Bari, Cagliari, Catania, Genova, Pisa, Torino, Venezia e Verona. Infine, dalla metà del mese di ottobre sarà la volta delle nuove rotte dall’aeroporto di Londra-Heathrow, hub di British Airways. Mettendo assieme i due scali della capitale britannica, l’offerta di voli tra Londra e Barcellona passerà così da 4 a 15 al giorno. Tutti i voli British Airways in vendita nei canali Vueling avranno codici di volo compresi tra il VY9800 e il VY9997. Con questo accordo Vueling diventa la prima low cost d’Europa a offrire voli di altre compagnie aeree attraverso i suoi canali ufficiali, peculiarità che andrà a rafforzare ulteriormente la sua struttura di vendita e la sua alleanza con British Airways. Fernando Estrada, Direttore Strategia e Alleanze di Vueling, spiega: “Questo accordo ci permette di ampliare l’offerta di rotte disponibili attraverso il nostro sito web, offrendo così un servizio migliore ai nostri clienti e allo stesso tempo consolida la relazione con British Airways, nostra Vueling e British Airways hanno annunciato lo scorso anno il via all’accordo per la condivisione dei codici di volo, che attualmente permette a British Airways di applicare il proprio codice su più di 170 voli Vueling, per un totale di 61 rotte. Di queste, 31 sono rotte internazionali dalla Spagna (18 verso l’Italia, 7 verso il Regno Unito e 6 dirette ai Paesi scandinavi) e 11 sono collegamenti domestici italiani, dagli aeroporti di Roma-Fiumicino e Firenze. Inoltre, Vueling ha già un accordo di code share con Iberia, società appartenente sempre al gruppo IAG, che consente alla compagnia con base a Madrid di vendere voli aerei Vueling con il suo codice (IB), sia per rotte da Barcellona verso altre destinazioni spagnole e internazionali, sia per le rotte domestiche in Italia e altri collegamenti come quelli di Parigi-Roma e Parigi-Lisbona. Nel 2014 Vueling ha inoltre sottoscritto accordi con Qatar Airways e American Airlines, per voli in interlinea attraverso cui spingere i collegamenti di lungo raggio dai suoi hub di Barcellona-El Prat e Roma-Fiumicino, porte d’accesso per i passeggeri in volo dal Qatar e dagli Stati Uniti verso l’Europa, o viceversa. Pag. 15

[close]

Comments

no comments yet