mondorealenumero92

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero92

Popular Pages


p. 1

anno iv numero 15 6 maggio 2011 n.92 latina elezioni manifesto selvaggio i cittadini dicono basta allo scempio guidi lancia nuove idee sulla delicata questione della sanità maenza politica aldo polidoro presenta il terzo polo abbiamo il candidato attualitÀ botta e risposta a suon di volantini tra pd e maggioranza editoriale di simone di giulio non me ne vogliano i vari sanderra tortolano giannusa berardi polani ma sono abbastanza fiero del fatto che alla base del successo del latina nel campionato di seconda divisione ci sia lo zampino di due setini doc antonio di emma e giovanni fontana il primo reduce dall esperienza deludente con la sangiustese di fabrizio corona ha deciso di tornare nel capoluogo pontino e si è messo subito a disposizione ha fatto tanta panchina e anche qualche tribuna ma è rimasto in silenzio non ha mai polemizzato e alla prima occasione contro il fondi ha messo dentro una rete di vitale importante per quella gara e per il prosieguo del torneo con la stessa forza d animo è poi tornato nei ranghi e a lamezia terme ha giustamente festeggiato insieme ai compagni per il raggiungimento di un traguardo nemmeno minimamente immaginabile ad inizio stagione il secondo giovanni fontana di professione fa l avvocato non ha mai messo gli scarpini in questa stagione ma con il suo lavoro ha messo un altro importante tassello nella corsa del latina verso la prima divisione alla società erano stati sanzionati due punti di penalità a causa di una mancata comunicazione alla federazione ad inizio dell anno un errore formale ma che poteva costare carissimo alla compagine nerazzurra impegnata a vincere il campionato lo staff di avvocati simone di leginio e giovanni fontana docente di diritto sportivo della scuola regionale dello sport del coni hanno ribaltato la sentenza della federazione e fatto cancellare la sanzione due punti pesantissimi che alla luce dei fatti valgono quanto i gol di tortolano le magie su punizione di giannusa le parate di martinuzzi e gli schemi di stefano sanderra sezze torna d attualità l allarme sicurezza gli interventi di lucidi e reginaldi ubaldo brandolini nominato a venezia cavaliere di san marco politica norma mancini vs cassoni l analisi delle liste in gara pontinia programmi a confronto bassiano pdl contro cacciotti c1 siamo il latina calcio riesce a tornare in prima divisione dopo 30 anni e la cittÀ esplode di gioia ora si attende l impresa dell aprilia cultura sezze cantarano presenta il suo ultimo lavoro ai venerdì letterari cori amedeo minghi in concerto sezze parte il premio luigi di rosa

[close]

p. 2

la compagine del capoluogo vince il suo girone ed approda dopo 30 anni in prima divisione di simone di giulio speciale latina in c1 È qui la festa mondore@le numero 92 6 maggio 2011 che la festa abbia inizio al triplice fischio è un boato assordante quello che pervade il d ippolito di lamezia terme teatro del penultimo impegno stagionale del latina che con la vittoria 0-2 con i sigilli di farina e giannusa ottiene con un turno di anticipo la vittoria del campionato e l approdo in prima divisione e un urlo che si attendeva da trenta anni in città da quella stagione 1980/1981 che regalò grazie al secondo posto dell allora c2 l approdo in serie c1 da allora ne è passata tantissima di acqua sotto i ponti la retrocessione l anno successivo poi tanti anni tra interregionale e c2 fino al 2006 anno tragico della retrocessione e del fallimento in quel momento nessuno si sarebbe aspettato che il calcio che conta potesse tornare al francioni cinque anni fa non c era nessuna squadra che giocava nell impianto di piazzale prampolini poi la resurrezione prima con l fc latina poi con la virtus che ha messo in fila tre promozioni consecutive la stagione scorsa difficilissima sotto molti aspetti aveva fatto presagire il peggio ma latina era viva i suoi tifosi altrettanto la società ansiosa di arrivare ad alti livelli il primo miracolo è stato il ripescaggio in extremis in seconda divisione ma da lì in poi tutto il merito va a chi ci ha creduto nuovo allenatore giocatori di categoria e società all altezza partenza a fari spenti e poi sprint finale che si è concretizzato nel primo maggio che da quest anno a latina non vorrà dire soltanto festa dei lavoratori tutto questo deve essere passato nelle menti e nei cuori di chi domenica era allo stadio circa mille che hanno fatto sembrare lamezia terme il capoluogo pontino di giocatori che nel corso dei mesi si erano sentiti ripetere quanto sarebbe stato importante restare davanti fino al termine dei giochi di quella società che tanti investimenti ha fatto in questi 5 anni e che adesso finalmente raccoglie i frutti di quanto seminato con passione e questa la sintesi della stagione nerazzurra un onda che ha coinvolto l intera città e anche il comprensorio pontino che si ritrova la squadra del capoluogo nel terzo campionato professionistico italiano e si giustificano anche le scene di giubilo catturate dalle telecamere a lamezia terme i tifosi che invadono pacificamente il campo chi bacia il terreno di gioco chi si abbraccia chi cerca di togliere la maglietta al proprio beniamino chi lascia fare mariniello che praticamente viene denudato chi si oppone perché vuole tenere per sé quel ricordo il giovane toscano tra tutti sanderra che finalmente si scioglie e manda una dedica speciale alla sua famiglia solo loro possono sapere cosa vuol dire vivere un anno in questo modo polani che si toglie qualche sassolino dalla scarpa e dedica la vittoria a sandro grossi koné e di emma che sembrano non credere a quanto appena fatto e intanto in città sono i clacson a farla da padrone quelli rimasti a latina non vogliono lasciarsi sfuggire l occasione e sono i primi ad andare al francioni ad aspettare la squadra che ritorna vittoriosa insomma scene di giubilo che sicuramente dureranno a lungo perché quanto fatto sia solo uno dei passi verso il raggiungimento di altri obiettivi 2

[close]

p. 3

speciale di simone di giulio mondore@le numero 92 6 maggio 2011 sanderra condottiero tortolano super il mister e il talento scuola roma tra gli artefici del successo ma il segreto è il gruppo un anno straordinario dal ripescaggio miracoloso nel mese di agosto alla cocente eliminazione nel primo turno di coppa italia passando per l avvio sprint della stagione i primi risultati utili e la serie positiva interrotta solo alla 20esima giornata con la sconfitta peraltro immeritata subita a trapani contro la diretta concorrente per la promozione poi tanta sofferenza e la capacità di fare quadrato anche quando la sorte iniziava a girare nel verso sbagliato questa in sintesi la stagione del latina un anno che resterà nella mente e nel cuore di tantissimi sostenitori nerazzurri delusi dalle precedenti gestioni e ansiosi di tornare a calcare palcoscenici importanti difficilissimo trovare un leader di questa squadra tra giocatori staff tecnico e staff societario ma una particolare menzione la meritano due personaggi stefano sanderra ed emiliano tortolano sono loro che hanno dato quel quid in più che mancava ad una buona squadra per diventare una grande il tecnico ha imposto i suoi metodi ha fatto lavorare duramente i suoi e non è mai andato fuori dalle righe nemmeno nei momenti più delicati chiaro segnale che dietro al professionista c è un uomo che sa il fatto suo e si è fatto forza con la fiducia che la società ha riposto su di lui in campo invece il vero trascinatore è stato emiliano tortolano che con 12 sigilli 5 su rigore si è caricato sulle spalle una responsabilità che per un ventenne non è cosa da poco il segreto del successo però insieme alla solidità di una società che non ha mai fatto mancare nulla per favorire la crescita è stato il gruppo un gruppo fatto di persone rispettose e che mai hanno anteposto i propri interessi a quelli della squadra e del progetto un gruppo composto da professionisti che hanno accettato tutte le decisioni del tecnico e non hanno mai fatto mancare il proprio supporto a proposito di supporto va sottolineato quello del pubblico di fede nerazzurra il domenico francioni non ha mai avuto il tutto esaurito in questa stagione ma era immaginabile considerato il periodo di purgatorio passato in categorie minori da questa squadra chi c era non ha comunque fatto mancare il suo sostegno alla squadra e i 1.000 di lamezia terme testimoniano che il latina ha un grande pubblico ed è pronto a calcare i prossimi importanti palcoscenici del calcio nazionale adesso si attende l impresa dell aprilia le rondinelle domenica hanno la possibilità di vincere la d e sbarcare in serie c nell anno che ha sancito il ritorno del latina nel terzo campionato professionistico italiano ora si attende il miracolo di un altra squadra pontina l aprilia che domenica al quinto ricci si gioca le sue possibilità di approdare in seconda divisione vincendo il girone g del campionato di serie d un occasione da non perdere per i biancocelesti che potrebbero cancellare con un deciso colpo di spugna il brutto epilogo del 7 maggio 2006 quando in una situazione molto simile a quella di domenica si perse la testa contro il monterotondo con un invasione di campo e una furibonda rissa che privò l aprilia della possibilità di entrare nei professionisti e lo constrinse a ripartire dall eccellenza situazioni diverse ma che tutti si augurano non si debbano ripetere alle rondinelle di castellucci domenica basta un solo punto tra le mura amiche di un quinto ricci che non vede l ora di riempirsi di tifosi pronti ad esultare per l approdo nella vecchia serie c avversario di turno lo zagarolo che sulla carta sembra abbordabile mentre un orecchio sarà rivolto all avversario bacoli sibilla secondo con tre lunghezze di ritardo che si giocherà la sua chance di aggancio in casa contro il tavolara tutto pronto insomma per un bis che avrebbe un valore importantissimo e potrebbe rilanciare il calcio pontino 3

[close]

p. 4

latina di simone di giulio mondore@le numero 92 6 maggio 2011 battaglia alcivile due pattuglie sono al lavoro per ripulire la città manifesto selvaggio dopo l iniziativa stacchinaggio a due settimane dal voto per le comunali nel capoluogo si torna alle vecchie abitudini quelle del manifesto selvaggio macchine tappezzate con volti dei candidati vele a più non posso e mai forse nella storia della città una serie di manifesti di tutte le dimensioni messi in qualsiasi angolo del capoluogo contravvenendo alle norme che regolano le affissioni elettorali proprio per questo motivo e per le polemiche sorte nei giorni scorsi i cittadini hanno spinto affinché ci sia un controllo maggiore a far partire l opera di bonifica ci hanno pensato i comitati dei quartieri q4 e q5 prima la manifestazione di stacchinaggio civile del 19 aprile scorso poi dall 1 maggio una squadra composta da due agenti della polizia locale e da due operai della ditta poseidon al lavoro per togliere i manifesti elettorali affissi illegalmente dai candidati l opera di bonifica è partita proprio dai quartieri periferici q4 e q5 punto di partenza della manifestazione prendiamo atto con soddisfazione si legge in una nota dei quartieri connessi della ritrovata volontà delle istituzioni di fare il loro dovere e di contrastare i comportamenti deviati e incivili di molti candidati alle prossime elezioni amministrative dobbiamo però prendere atto con rammarico che già alcuni candidati hanno nuovamente affisso illegalmente sulle aree appena bonificate dalla polizia locale questo comportamento ci sembra molto grave giacché evidenzia una contrapposizione diretta con le istituzioni che costoro vorrebbero essere eletti a rappresentare ribadiamo con forza che il rispetto delle istituzioni e della legalità sono requisiti indispensabili per ogni candidato.c è da sperare che l opera di bonifica continui fino in fondo che si estenda all intera foto stefania belmonte latina ai borghi allo scalo senza dimenticare le gigantografie affisse sulle impalcature erette nei terreni pubblici e privati e gli striscioni affissi con suprema arroganza nelle strutture e negli edifici pubblici chiediamo alle istituzioni conclude la nota di vigilare affinché gli spazi appena ripuliti non vengano nuovamente aggrediti dagli incivili fatto che purtroppo si sta già verificando e sopratutto chiediamo che la fattura venga mandata a chi ha commissionato le affissioni illegali sarebbe una beffa se a pagare il conto dovessimo essere ancora una volta noi cittadini onesti guidi soluzioni per la sanitÀ di domiziana tosatti nel piano sanitario di riordino regionale elaborato dalla giunta polverini si è decisa la chiusura degli ospedali di sezze e priverno malcontento diffuso e reazioni politiche una è quella di provincia futura che siede in via costa con capogruppo domenico guidi e che ha gruppi di riferimento in diversi paesi del comprensorio e un fallimento palese quello di renata polverini nel campo della sanità e miseramente fallito infatti ha duramente commentato domenico guidi il velleitario tentativo millantato in campagna elettorale di resistere alla inevitabile riorganizzazione del sistema sanitario pontino un anno fa la polverini aveva ottenuto voti con la promessa che mai avrebbe optato per la chiusura degli ospedali della provincia di latina non solo lo ha fatto ma lo ha fatto anche con uno smisurato debito che grava sulle spalle dell intera popolazione pontina e laziale il bilancio della nostra azienda sanitaria locale che ammonta a circa 900milioni di eurosi è domandato guidi è una risorsa per il sistema di servizi sanitari e socio-assistenziali o un bottino da gestire e tagliare a vantaggio di roma non c è dubbio per provincia futura che la chiusura dei due ospedali porterà alla completa disorganizzazione ed un abbassamento del livello di mantenimento dello stato di salute degli abitanti del comprensorio lepino non ci sarà ha osservato ancora il consigliere provinciale continuità nelle cure e preoccupa l eventualità che possa verificarsi il mancato rispetto delle garanzie delle prestazioni mediche essenziali per la popolazione dagli anziani ai giovani alle donne ai migranti la riorganizzazione va fatta ha sollecitato guidi ma in modo contestuale all attuazione dell intero piano regionale della salute 4 direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 4 maggio 2011

[close]

p. 5

sezze di simone di giulio mondore@le numero 92 6 maggio 2011 gli interventi di lidano lucidi e roberto reginaldi dopo gli ultimi fatti di cronaca torna d attualità il tema della sicurezza a sezze alla luce degli incendi appiccati all interno del centro commerciale le fontane e della rissa tra cittadini stranieri all interno del centro storico a parlare della situazione è lidano lucidi esponente del partito socialista di sezze che in una nota afferma siamo sicuri che viviamo nel paese del bengodi dove tutto va bene dove non ci sono problemi dove i cittadini possono dormire a casa propria con le finestre aperte tanto è sicuro questo paese cosa deve succedere per far capire al primo cittadino che sezze non è un isola felice ma un paese con il problema della sicurezza risse furti su tutto il territorio anche in pieno giorno bottiglie incendiarie atti di vandalismo sono sempre più frequenti prendere coscienza che il problema esiste vuol dire prendere lo stesso di petto cercando di risolverlo ignorarlo vuol dire aggravarlo sezze qualche giorno fa è andata sui giornali per la processione in questi giorni per l incendio al centro commerciale le fontane chi ha fatto la passerella il venerdì santo dovrebbe fare anche una passeggiata la notte al centro storico a sezze scalo o a suso dove sono state frequenti ronde spontanee di cittadini che difendono le loro abitazioni essere sicuri a casa propria conclude lucidi è un diritto fondamentale e chi ha promesso in campagna elettorale che avrebbe cambiato il paese deve rispettare quanto detto almeno che la battaglia sulla sicurezza e la legalità si fa semplicemente ignorando il problema più deciso l intervento del consigliere di nuova area roberto reginaldi che va giù duro chiedendo interventi immediati ancora accoltellamenti ancora risse ancora feriti gravi bisogna dare una sterzata e fora da li ball i cittadini stranieri che non hanno una occupazione ma che piuttosto delinquono e passano il loro maggior tempo a bere devono andare via furti risse spaccio in questi ultimi anni a sezze è aumentato paurosamente e non ce ne frega nulla delle percentuali di denunce esposte noi cittadini sappiamo bene quale la realtà basta vedere alcuni di questi che gironzolano le piazze dalla mattina alla sera con macchinoni di grosse cilindrate e che non hanno nessuna occupazione ovviamente va tutelato lo straniero che lavora regolarmente che rispetta le leggi e che sono loro stessi vittime del cattivo comportamento di loro connazionali sezze non è più il paesello di collina tranquillo e invidiato è diventato il ricettacolo degli disperati non ultimo l attentato all attività commerciale del centro di sezze sono allarmi che non vanno smorzati ma amplificati per alzare una maggiore guardia contro il fenomeno delinquenziale in crescita dare appunto una sterzata di netto e far capire che non possiamo più tollerare simili atteggiamenti controlli a tappeto del territorio insomma una risposta dura e decisa il sindaco dovrà riferire in consiglio che il presidente zeppieri dovrà convocare con urgenza altrimenti promuoverò una mozione al più presto e lì trovare una soluzione determinante che torni a dare tranquillità ai cittadini troppo occupati a difendere le loro famiglie e i loro sacrifici di una vita torna l allarme sicurezza ubaldo brandolini cavaliere dell ordine di san marco il 25 aprile a venezia presso la chiesa san francesco lavinia ubaldo brandolini è stato insignito della carica di cavaliere dell ordine di san marco per meriti di volontariato e per attività sociali svolte per i cittadini il presidente della sezione avis di sezze è stato scelto per l anno 2011 come unico rappresentante della provincia di latina alla manifestazione ha partecipato anche katia ricciarelli che è stata insignita della carica di cavaliere di san marco l associazione veneta si distingue per le sue iniziative di solidarietà umana e per il suo grande amore verso la città di venezia diverse sono state le attenzioni rivolte ai disabili e ai non vedenti con la fornitura di computer adatti per il loro apprendimento scolastico e stato poi dotato di sofisticate strumentazioni mediche l ospedale rumeno di timinsoara sono stati erogati aiuti alle missioni cattoliche in vari paesi del terzo mondo e sono state finanziate parecchie borse di studio costante è il collegamento con le associazioni avis e aido l associazione ha collaborato inoltre al restauro di opere d arte e di edicole antiche nonché di numerosissimi capitelli e lapidi di venezia 5

[close]

p. 6

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 92 6 maggio 2011 mancini-cassoni inizia la sfida presentate le liste il sindaco uscente punta sulle conferme l antagonista sui giovani sono state presentate nei giorni scorsi le liste dei candidati consiglieri che sostengono la candidatura di sergio mancini e mario cassoni alla carica di primo cittadino civica per norma è la coalizione trasversale che esprime la candidatura del sindaco uscente e che non ha presentato alcuna sostanziale novità tra i nomi si ricandiderà interamente fatta eccezione per la delegata alla politiche giovanili alessandra coriddi la maggioranza uscente con due new entry da una parte manuela manco classe 82 figlia di una dei non eletti del 2006 dall altra andrea dell omo classe 87 ex presidente del consiglio dei giovani un affermazione ha commentato il sindaco e candidato al secondo mandato sergio mancini del principio di continuità di un esperienza amministrativa ed umana che in cinque anni ha dato ottimi risultati e che ha bisogno di altro tempo per vedere molti dei risultati delle azioni messe in campo in cinque anni la seconda lista è invece quella che esprime la candidatura a sindaco di mario cassoni ed la lista popolare e democratica di sinistra che affonda le proprie radici nel partito democratico ma che ha all interno anche giovani fino ad oggi distanti dalla politica e sebbene la scelta del candidato alla carica di sindaco sia ricaduta su uno storico ex la lista che oggi siede sui banchi dell opposizione ha dato un input piuttosto importante sul fronte del coinvolgimento di giovani e donne coprendo un gap avuto spesso nel passato tre sono le donne emanuela cappelletti simona giuliani e mariangela mazzoli mentre ben 7 i candidati con meno di 35 anni e tre con meno di 30 la presenza di giovani e donne è sintomatica della volontà di mettersi in gioco e a disposizione ha detto il candidato mario cassoni di persone fino ad oggi distanti dalla politica ma che lanciano un allarme di malcontenta verso l operato dell amministrazione uscente un progetto per una mostra al museo l impresa femminile civico archeologico intransito è il progetto verso l imprenditoria femminile elaborato dal comune di norma finanziato dalla regione lazio ed attuato con il supporto tecnico della società trasversale srl si tratta della sperimentazione di un iniziativa a sostegno dell imprenditoria femminile attraverso l attivazione di botteghe di transizione singole o collettive tale sperimentazione si colloca nel contesto delle iniziative promosse dall amministrazione comunale per promuovere recuperare e valorizzare la cultura che il territorio esprime attraversi tradizioni che rischiano di essere disperse o dimenticate sono numerosi gli artigiani ormai in pensione che possiedono saperi preziosi per l identità dei luoghi e che sono disponibili a far parte di un percorso di conservazione della cultura attraverso la valorizzazione delle sue lavorazioni tradizionali l iniziativa svilupperà un percorso destinato a coinvolgere una molteplicità di soggetti imprenditori singoli associati datoriali artigiani in attività o in pensione e singoli cittadini in possesso di abilità e competenze in mestieri che rischiano l estinzione quali cucina pasticceria giocattoli ricamo uncinetto ceramica doratura e restauro sartoria il fine ultimo del progetto è quello di mettere in contatto donne neoimprenditrici con l intenzione di rilevare un attività e imprenditori artigiani che intendono cedere la propria garantendo l assistenza tecnica gratuita nel processo di transizione per le domande è possibile rivolgersi al settore delle politiche sociali del comune di norma o telefonare allo 0773/352808-21 o al 3452905554 d.t 6 norba e i primi scavi archeologici del 900 è la mostra organizzata dalla direzione scientifica del museo civico archeologico padre annibale saggi e patrocinata dall assessorato comunale alla cultura l iniziativa rientra nell ambito dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell unità d italia l esposizione ospitata nelle sale del museo ci sarà dal 13 al 22 maggio una sezione più ridotta si soffermerà sulla storia con le immagini ed i frammenti più significativi del risorgimento mentre la sezione principale e più ampia sarà interamente dedicata al ricordo dei primi scavi archeologici condotti nel sito archeologico dell antica città di norba ad inizio del xx secolo e sarà composta da oltre trenta pannelli espositivi il 18 maggio il museo civico archeologico che ospita tutti i principali reperti e ricostruzioni venuti alla luce nel corso delle diverse campagne di scavi sul sito archeologico parteciperà il prossimo 18 maggio anche alla giornata internazionale dei musei celebrata ogni anno dall icom international council of museums e quest anno dedicata al tema musei e memoria d.t

[close]

p. 7

bassiano di domiziana tosatti mondore@le numero 92 6 maggio 2011 polemica sull assunzione di un vigile il consiglio dei giovani attacca la decisione l assessore onori attacca e ne chiede la chiusura botta e risposta a bassiano sulla questione legata all assunzione di un vigile urbano assunto utilizzando la graduatoria di cori a lanciare la polemica è alessandro gnessi presidente del consiglio dei giovani che spiega abbiamo analizzato la condizione lavorativa della popolazione giovanile del comune di bassiano ed è stato semplice dedurre che oltre il 50 è senza lavoro oppure ha lavori precari e per questo motivo che riteniamo che l amministrazione comunale guidata a costantino cacciotti abbia fatto una scelta inopportuna nei confronti dell intera cittadinanza ed in particolare di quella più giovane piuttosto infatti che utilizzare la graduatoria già esistente di un altro ente avrebbe dovuto a nostro avviso bandire un proprio concorso dando la precedenza ai residenti di bassiano in questo momento se ci fosse stato un giovano preparato avrebbe potuto avere un impiego a tempo determinato per quanto lunghi possano essere i tempi per un concorso pubblico certo sarebbe valsa la pena se la possibilità era quella di fornire occupazione una sensibilità questa che l amministrazione non ha dimostrato venendo meno ha concluso gnessi ad un comportamento di correttezza dovuto ai propri cittadini immediata è stata la reazione dell assessore alle politiche giovanili giovanbattista onori che ha affermato chiederò con l appoggio della giunta alla regione lazio lo scioglimento del consiglio dei giovani dal momento che ritengo non operi in conformità alle finalità previste in statuto e per le quali è stato istituito onori ha poi proseguito si tratta di un opzione prevista dalla legge e che la giunta ha preferito dal momento che dopo che nessuno ha risposto alla mobilità verso il nostro comune non si disponeva in bilancio delle risorse necessarie all elaborazione e all emanazione di un proprio concorso gnessi invece sta facendo lavorare l organismo che rappresenta fuori da quanto previsto dalla legge dal momento che dovrebbe limitarsi a discutere in consiglio degli atti che riguardano la fascia d età tra i 16 ed i 25 anni lui al contrario prende le delibere di giunta o di consiglio che più gli fanno comodo e le porta in discussione nelle proprie sedute di consiglio dove peraltro il regolamento interno non prevede l astensione ed il voto del presidente vale doppio di iniziative per i giovani ha continuato l assessore questo consiglio non ne ha mai adottate se non una festa della donne svuotata di ogni significato e ridotta alla sola distribuzione di mimose ed una festa della gioventù della scorsa estate anch essa a mio avviso tutt altro pregna di significati ed onori è irremovibile sulla scelta di chiedere alla regione lazio lo scioglimento dell istituzione giovanile si limita a spendere i soldi pubblici destinati nel bilancio o a fare volantini e manifesti a spese dell amministrazione di cui molti lesivi dell immagine della maggioranza il comune non può certo permettersi di pagare la campagna elettorale di alessandro gnessi che se ha voglia di fare politica allora si metta seriamente in gioco in quella attiva piuttosto che giocare a fare il leader di un istituzione plasmata a propria immagine e somiglianza sull assunzione del vigile onori ha ribadito che il giovane assunto è originario di una famiglia bassianese ora residente a latina ma egli stesso ha la residenza a bassiano quindi a maggior ragione non si capisce su cosa si fondi la polemica di gnessi maggioranza in panne il sindaco si dimetta durissimo attacco degli esponenti del popolo della libertà in consiglio comunale di domiziana tosatti una pressione mediatica fatta di annunci ad effetto di fantomatiche realizzazioni che nulla hanno a che fare con la realtà locale una radicale indifferenza da parte della cittadinanza a tutto ciò che fa l amministrazione comunale a causa della distanza di questa dai problemi comuni un sindaco imbrigliato mani e piedi alle logiche di quegli amministratori di maggioranza che hanno fatto dell amministrazione pubblica una sorta di società di servizi per amici e parenti ci vanno giù durissimi i tre consiglieri del popolo della libertà del gruppo consiliare comunale ruggero cacciotti gianni curti e fabrizio velardi la loro è una riflessione cruda sulle condizioni in cui si trovano ad operare la maggioranza d il sindaco in un momento politico in cui ormai da più parti si vocifera sebbene non sia mai giunta conferma ufficiale di una lacuna sempre più ampia tra le varie anime della maggioranza e quello del pdl ha l intenzione di essere anche una sorta di scossone al primo cittadino perché si liberi di chi non consente di operare per il solo bene del paese l immagine di centro propulsore culturale e turistico che bassiano ha avuto per diversi lustri tra gli anni 70 e 90hanno scritto in una nota i tre consiglieri di minoranza è ormai irrimediabilmente sbiadita surclassata dall operato di amministratori pubblici che di pubblico hanno ben poco e che da decenni occupano posti in consiglio solo per il raggiungimento di un mero fine personale e poco importa se bassiano ogni giorno con tinua a rotolare sempre più per il pendio dell anonimato e dell indifferenza si tratta di personaggi che non hanno alcun credito politico che continuano si legge ancora nella nota a non riscuotere alcun consenso elettorale dalla popolazione e che tuttavia hanno un così forte potere da poter sistemare tutti i propri vicini tanto che al comune di bassiano non si tengono concorsi pubblici da trent anni al sindaco cacciotti va un appello-invito perché ponga fine a questo stato di cose deve liberarsi di questa zavorra che tanto danno sta arrecando al paese qualora non fosse in grado di fare pulizia allora si dimetta e si torni alle elezioni una presa di posizione netta che potrebbe sembra essere un ancora di salvataggio in caso la crisi interna di cui si vocifera ormai da mesi divenga realtà insanabile 7

[close]

p. 8

roccagorga aattacchi dell ex strascichi post bdel partito democratico ncora evilacqua gli sindaco provocano reazioni all interno di luca morazzano mondore@le numero 92 6 maggio 2011 le parole di loreto bevilacqua hanno lasciato il segno all interno del partito democratico di roccagorga ad intervenire è tommaso leo orsini che analizza l evolversi della situazione facendo paragoni con il passato il grido di dolore del compagno bevilacqua ex sindaco e personaggio di spicco del defunto pp non mi sorprende più di tanto perché rivela un già visto che si verificò nella politica amministrativa reggente un monocolore comunista dal 1970 al 1975 il sindaco di quel periodo manfredo tretola inaugurò con la nuova politica amministrativa derivante dall istituzione delle regioni un approccio formale nuovo con il corpo elettorale prima e con gli organismi interni del partito di maggioranza dopo il fenomeno di autoritarismo intercettato dal bevilacqua nei rapporti con maggioranza minoranza ed elettori periodicamente si incaglia nella dinamica del processo democratico delle decisioni politiche nei primi anni 70 in una memorabile assemblea che si tenne a roccagorga nei locali del cinema splendore mentre il sindaco illustrava le linee della formazione del bilancio si levò lo stesso grido di dolore perché un giovane operaio di nome antonio rossi appartenente ad una vecchia famiglia di comunisti contestò vivacemente la conferenza stampa del sindaco perché la formazione del bilancio aveva seguito un iter autoritatio esautorando il consiglio comunale il gruppo di maggioranza e il direttivo del partito comunista stesso dopo quella contestazione si innescò un meccanismo di rinnovamento che favorì l in8 gresso al partito di moltissimi giovani che gradualmente portarono anche ad un cambiamento dei quadri politici dirigenti sia nel partito che nell amministrazione comunale in quel tempo questo cambiamento fu possibile perché non c era la mediazione mediatica ed il rapporto con gli elettori era diretto e pregnante la differenza con l oggi di bevilacqua è che il suo partito pur diretto da spaziani un esemplare vivente delle più vecchie famiglie comuniste di roccagorga è completamente estraneo ai processi di formazione del consenso elettorale che poggia solo sulla determinazione del voto di scambio quindi a mio avviso bevilacqua percorre una strada tutta in salita ed alla fine della medesima solo se dà un senso a tutto come nella tradizione degli innovatori di roccagorga potrà avviare un nuovo processo culturale e politico restituendo agli elettori piena consapevolezza e dignità da registrare anche l intervento del consigliere alfredo ciotti che in una nota sostiene prendo le distanze dal tentativo di strumentalizzare politicamente contro il consigliere provinciale autore di una nota nella quale l intenzione era quella di ribadire la condivisione ad un programma elettorale sottoscritto insieme due anni orsono ritengo che il richiamo fatto da bevilacqua di ricondurre la discussione all interno di questo partito sia giusto e doveroso i luoghi della discussione debbono essere anche i luoghi della condivisione auspico che si possa riconoscere con un sereno dibattito le ragioni di tutti

[close]

p. 9

priverno di mario giorgi mondore@le numero 92 6 maggio 2011 lavoratori senza stipendi ormai da mesi il triste destino accomuna i dipendenti della parsifal della multiservizi e della ego eco sono decine gli operatori che sia pure in settori diversi lavorano per conto di consorzi società e aziende al servizio del comune di priverno tutti sono accomunati da un unico grave problema che peraltro si ripropone ciclicamente non percepiscono lo stipendio nei tempi e nei modi dovuti chi infatti aspetta da due mesi chi da cinque e chi addirittura da nove mesi della vicenda si è fatto interprete il partito democratico per il tramite del consigliere comunale elvira picozza e il segretario generale della cgil funzione pubblica giulio morgia questa la nota di elvira picozza il partito democratico torna ancora una volta a segnalare la situazione di grave disagio nella quale si trovano gli operatori delle società che gestiscono per il comune di priverno importanti servizi nel settore socio-assistenziale sono i dipendenti della multiservizi e di cooperative afferenti al consorzio parsifal costretti periodicamente nella odiosa condizione di dover chiedere ciò che è loro dovuto il proprio stipendio pur considerando la crisi e tutte le attenuanti possibili ci sembra veramente indegno di un paese civile non rispettare il diritto di lavoratori che ripetutamente vengono messi nella impossibilità di provvedere alle proprie esigenze di vita e sistematicamente vengono rigettati in una condizione di incertezza e precarietà magari invitati a pazientare ad aspettare un mese dopo l altro uno stipendio che non arriva mai parliamo dei lavoratori della multiservizi società ormai a totale capitale pubblico sulla quale incombono interrogativi sia per la pesante situazione debitoria del comune di priverno nei suoi confronti sia per il nuovo piano aziendale che a breve dovrebbe essere varato lavoratori per i quali più volte abbiamo segnalato la medesima situazione denunciando sia le condizioni di lavoro di alcuni di essi costretti ad utilizzare i mezzi propri anziché quelli aziendali sia ad elemosinare ciò che loro appartiene rinunciando anche all essenziale per arrivare alla fine del mese parliamo degli operatori di importanti servizi previsti dalla legge 328/2000 per la realizzazione del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali assistenza domiciliare servizio sociale professionale assistenza psicologica che attraverso i piani di zona vengono espletati negli otto comuni appartenenti al distretto monti lepini priverno come comune capofila di questo piano di zona è l ente al quale sono stati affidati attraverso la regione cospicui finanziamenti del fondo nazionale per le politiche sociali e provvede alla distribuzione dei servizi in tutti i comuni lepini con personale qualificato messo a disposizione del consorzio parsifal aggiudicatario dell appalto i continui rinvii nel ricevimento degli importi dovuti e quindi degli stipendi si sono accumulati nel tempo determinando un ritardo insopportabile tanto che gli operatori del parsifal devono ancora ricevere lo stipendio di agosto 2010 mentre i dipendenti della multiservizi sono fermi a gennaio 2011 una situazione che non ha bisogno di ulteriori commenti a questo proposito invece è utile ricordare che nel consiglio comunale tenutosi venerdì 29 aprile è stato approvato con il voto contrario dell intera minoranza il rendiconto di bilancio 2010 con un avanzo di amministrazione che sebbene minimo 7.682,33 euro ha portato la maggioranza a definire positiva la situazione economicofinanziaria dell ente allora la domanda è d obbligo come si concilia questo dato con il mancato pagamento degli stipendi agli operatori sociali forse quelle risorse sono state trattenute per far quadrare i conti di un bilancio sbilanciato vogliamo scongiurare questa ipotesi che costituirebbe un fatto gravissimo e intanto invitiamo la giunta macci a provvedere con urgenza per sanare la situazione nel rispetto dei diritti degli operatori e dei destinatari delle loro prestazioni cioè quei cittadini che appartengono alle fasce di popolazione più deboli e indifese e questa la nota indirizzata da giulio morgia alla direzione della società ego eco che gestisce la raccolta dei rifiuti nel centro collinare lepino e al sindaco di priverno umberto macci con la presente si chiede quali siano gli ostacoli che non permettono la corresponsione completa degli stipendi per i lavoratori dell igiene ambientale operanti presso il comune di priverno che a tutt oggi hanno ricevuto esclusivamente un acconto si chiedono altresì garanzie per lo stipendio del mese di aprile che dovrà essere corrisposto entro il 15 maggio qualora non si avessero tranquillizzanti certezze per quanto sopra esposto ci si vedrà costretti a iniziative sindacali che creeranno sicuramente disagio alla cittadinanza nessun commento da parte nostra ai lettori l ardua sentenza 9

[close]

p. 10

maenza di luca morazzano mondore@le numero 92 6 maggio 2011 genesi avanzata per il terzo polo il portavoce e fondatore aldo polidoro abbiamo già il candidato sindaco e idee molto chiare se la tendenza politica degli anni scorsi fu quella tendente al bipolarismo le cronache recenti hanno invece variato tale orizzonte nel panorama nazionale la nascita del terzo polo nel parlameno italiano ha fatto però proseliti anche nelle realtà locali maenza compresa anche nel piccolo centro lepino nei mesi scorsi si è infatti costituito il terzo polo di centro destra,e fondatore è l ex comandante della polizia locale aldo polidoro ex perché come spiega lui stesso gli è stato revocato il comando con delibera di giunta comunale dell 8 luglio 2009 proprio polidoro motiva senza mezzi termini il demansionamento subito non trovo altra spiegazione se non politica ero diventato personaggio scomodo,in quanto avevo concorso alle elezioni provinciali nel collegio maenza prossedi roccasecca dei volsci e sonnino in antitesi alla parte politica sostenuta dalla maggioranza a maenza evidentemente quei voti raccolti dal sottoscritto avrebbero fatto comodo a qualcuno per essere eletto in più alle comunali che hanno riconfermato mastracci come sindaco sono stato fiancheggiatore dell altra lista di centro destra perdente con capolista daniele marchetti forse pure perché zio dell ex assessore masi ora consigliere di opposizione di certo non ci sono stati motivi di merito ma non mi piace parlare di queste beghe noto solo che gli attuali governanti di maenza sono riusciti a sfasciare e dilaniare una coalizione che ai tempi del primo mandato era ben coesa frutto di tanto e duro lavoro anche del sottoscritto in seguito a questi accadimenti circa sei mesi orsono aldo polidoro ha mosso i primi passi verso la genesi del terzo polo che ora viene alla luce ho voluto dare vita a questa nuova forza politica composta da persone adulte ragazzi maggiorenni gente con i capelli bianchi e donne tutti o quasi per la maggior parte funzionari ed ex funzionari di enti e quindi con grandi competenze e soprattutto che non hanno nulla a che fare ne con l una e ne con l altra delle due compagini di centro destra ora esistenti abbiamo già il candidato sindaco che non riveliamo in quanto vogliamo evitare pressioni ma posso dire che sarà una donna con due lauree funzionaria di grosso ente e molto radicata a maenza per ora quindi c è riserbo sui nomi per un perché i componenti della nuova compagine sono tutti radicati a maenza e proprio per questo abbiamo formato questo terzo polo di circa 60 persone continua polidoro ma molti preferiscono ancora rimanere anonimi per poter lavorare senza pressioni posso dire che non riconosciamo i due poli di centro destra sia di maggioranza che di minoranza perché ci sembrano frutto dell inciucio scaturito alla presentazione delle liste alle ultime elezioni quando la terza lista di sinistra è stata scartata per errori puerili che anche un bambino avrebbe evitato detto ciò polidoro abituato a stare in antitesi rispetto all attuale maggioranza passa ad elencare i propri programmi personali alle prossime mi ricandiderò di nuovo alle provinciali voglio lavorare per maenza i cittadini dare lavoro alle ditte del paese ai commercianti agli artigiani senza esclusioni perché tutti paghiamo le tasse allo stesso comune ed è giusto che il comune tratti tutti allo stesso modo intanto il terzo polo maentino riceve consacrazioni importanti abbiamo il placet di due esponenti del centro destra provinciale e regionale e di un senatore per quanto riguarda il programma pensiamo a migliorare maenza riportando la scuola materna dov èra prima perché i ragazzini hanno bisogno di verde di ossigeno ossia le piante e per farlo vogliamo ristrutturare sia l edificio che tutta la struttura interna ed esterna in via circonvallazione compresa la scalinata che vorremmo riparata dalle intemperie con coperture moderne e presumibilmente con una scala mobile con alimentazione con energia pulita il comando dei vigili vorremmo spostarlo in piazza s reparata e tante altre cose che poi renderemo note le varie idee sono il frutto del riscontro tra la gente raccogliendo le notizie della popolazione che abita in ogni frazione di maenza in quando in ogni posto abbiamo dei referenti che raccolgono notizie e ad ogni incontro mensile le confrontiamo infine è pronto anche il motto lavorare per maenza e per i maentini priverno portici intitolati a paolo di pietro di mario giorgi l evento era atteso da tempo da settembre per la precisione ma un serie di contrattempi l ha fatto slittare alla fine di aprile l intitolazione dei portici del palazzo comunale di priverno a paolo di pietro che della città lepina era stato il primo sindaco eletto sembrava infatti un atto dovuto e così per volontà unanime del consiglio comunale è stato si è trattato di una cerimonia molto sobria ma particolarmente commovente quella di venerdì 29 aprile che ha visto l intitolazione dei portici comunali a paolo di pietro alla presenza di molti cittadini e di numerosi familiari di quel sindaco privernate il cui nome è rimasto impresso nelle pagine di storia locale per quello che riuscì a realizzare nel corso del suo mandato e per quanto lasciò in eredità alla sua città natale ma commovente è stato in particolar modo vedere riuniti intorno ad un tavolo i tre figli di paolo di pietro fulvio che ha voluto seguire personalmente i lavori di preparazione della cerimonia ida e giuseppe tutti peraltro non più giovanissimi una delicata scena di vita familiare che nella circostanza si è svolta pubblicamente alla presenza di quanti hanno voluto condividere 10 insieme alla famiglia di pietro e all amministrazione comunale la gioia di intitolare un pezzo di città a chi le ha dato tanto nel corso del suo mandato politico e difficile ha sottolineato il sindaco umberto macci soprattutto in questi tempi in cui assistiamo ad una contrapposizione frontale continua che una deliberazione venga assunta all unanimità ma sulla intitolazione dei portici suggerita dal consigliere comunale domenico antonio sulpizi pd vi è stato un grande accordo credo anche che gli ultimi interventi effettuati sui portici comunali ha aggiunto macci li abbiano non solo abbelliti ma stiano facendo emergere le infinite potenzialità di questi locali e di questo sono convinto che paoluccio sarebbe contento all intitolazione hanno partecipato anche l avvocato sergio rossi che ha tracciato un ricordo di paolo di pietro i dirigenti scolastici luisella fanelli dell istituto comprensivo san tommaso d aquino ed ernesto fiorini del primo circolo didattico don andrea santoro ai quali fulvio di pietro ha consegnato gli attestati per gli studenti che hanno partecipato all elaborazione di disegni sul tema il nostro territorio molti anche i consiglieri comunali l allestimento della mostra dei disegni degli studenti è stata curata dall associazione delle arti.

[close]

p. 11

maenza di luca morazzano mondore@le numero 92 6 maggio 2011 battaglia di manifesti sulla retta rsa un volantino del pd avvia una schermaglia sulle bacheche comunali invase da botta e risposta dopo quella relativa alle migliaia di euro di rimborso spese per gli spostamenti dell assessore olivieri residente a sora ma eletto a maenza il coordinamento del partito democratico di maenza mette sotto la lente di ingrandimento un altra determina della giunta comunale in un comunicato di nuovo affisso nelle bacheche in giro per il paese che sembra il mezzo prediletto per la comunicazione politica maentina avente per oggetto la liquidazione di spesa per mantenimento anziani in r.s.a residenza sanitaria assistenziale si legge apprendiamo dalla lettura della determina dell area amministrativa ii° settore protocollo 1030 del 07.03.2011 che da circa 2 anni a fronte di un finanziamento regionale il comune di maenza versa nelle casse della rsa salus srl di isola del liri la somma annua di 14.159,50 per l assistenza ad una signora anziana di maenza di conseguenza premessa la bontà dell iniziativa assistenziale nel caso di persona indigente o bisognosa il coordinamento del pd muove una domanda tale contributo viene erogato anche per tutti gli altri anziani maentini ospitati nelle varie case di riposo sparse nella provincia purtroppo ciò non ci risulta perché di questo utile e costoso servizio ne usufruisce una sola persona a cosa è dovuta questa generosa attenzione domande senza dubbio legittime e sensate che altrettanto senza dubbio sottintendono un trattamento di agevolazione che potrebbe anche risultare poco chiaro tanto da sollecitare un risposta poi giunta il sindaco spiega l operato del comune in seguito ai dubbi aizzati dal volantino del 21 aprile a firma del coordinamento del pd il sindaco francesco mastracci anche lui mediante affissione di un manifestino ha voluto chiarire le motivazioni dell ente ed infatti si legge le rsa sono strutture con accesso libero a chiunque ne faccia richiesta ospitanti persone non autosufficienti che non possono essere assistite in casa e che necessitano di cure mediche di più specialisti e di una articolata assistenza sanitaria diversamente dalle case di riposo tali strutture assicurano assistenza medica infermieristica e riabilitativa secondo la normativa vigente d.g.r 380/2010 ogni anno i comuni della regione lazio entro il 30 giugno sono tenuti a presentare richiesta di contributo per far fronte alle spese sostenute infavore di utenti che si trovano in rsa la richiesta è specifica e nominativa per ogni singolo utente che ne possieda i requisiti e il contributo erogato debitamente rendicontato non può essere destinato ad altri interventi di natura social pena la decadenza del suo riconoscimento da parte dell ente erogante le spese per le rsa sono in larga parte a carico del servizio sanitario nazionale in parte a carico della regione in parte a carico dell utente e solo in minima parte a carico del comune di maenza la casa di riposo invece È una struttura abitativa gestita da privati che possiedono l autorizzazione ad esercitare e destinata a persone almeno parzialmente autosufficienti che usufruiscono del servizio a fronte del pagamento di una retta mensile locazione a loro totale carico tutto ciò non è stato regolamentato dal comune di maenza ma dalla regione lazio e comunque qualora siate a conoscenza di una normativa che stabilisca un modus operandi difforme l amministrazione sarà a vostra disposizione per recepire eventuali suggerimenti alle questioni sollevate risolta la tecnica della questione il sindaco mastracci passa poi all affondo politico sarebbe più auspicabile che un direttivo di partito del quale a quanto è noto sapere fanno parte persone con un certo grado di istruzione nonché ex consiglieri comunali si documentasse prima di divulgare false ed infondate informazioni l.m l intervento di autodifesa di olivieri in relazione allo stesso volantino a firma del coordinamento del pd un altra affissione con firmatario l assessore giuseppe olivieri aggiunge in riferimento a presunto finanziamento regionale per il pagamento ad una rsa lo scrivente in quanto destinatario del citato scritto si riserva azione giudiziaria con richiesta risarcimento danni a tutela della propria immagine che ritiene lesa in quanto si vuole insinuare nell opinione pubblica che non si tratta di un servizio sociale usufruito a seguito di domanda individuale prevista dalla legislazione vigente ma di un finanziamento con spesa a discrezione dell ente beneficiario l.m per la tua pubblicitÀ su queste pagine chiama il 3394966093 11

[close]

p. 12

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 92 6 maggio 2011 programmi elettorali a confronto una settimana al voto analisi dei punti proposti dai tre candidati bilotta subiaco e tombolillo siamo in dirittura d arrivo il 15 ed il 16 maggio sono vicini così i candidati a sindaco per pontinia mostrano i denti negli ultimi giorni di campagna elettorale in tempi di cambiamento assicuratevi di cambiare questo lo slogan elettorale di ernesto bilotta il candidato a sindaco punta l attenzione prima di tutto ai settori produttivi per i quali ritiene l aspetto dell innovazione tecnologica rappresenta un punto essenziale il suo programma poi prende a cuore l occupazione e i problemi dei più giovani l amministrazione comunale opererà nel mondo economico con la massima energia per favorire l insediamento o il consolidamento di attività produttive che possano garantire una sempre maggiore occupazione del personale per bilotta il ruolo del comune dovrà essere strategico nell organizzare e nel favorire le iniziative finalizzate all occupazione giovanile sempre per i giovani il candidato intende occuparsi anche del mondo delle scuole introducendo un anagrafe degli studenti universitari di pontinia con i quali si dovranno realizzare piani di interesse scientifico per il nostro territorio e non solo realizzazione di strutture sportive attraverso il project financing per la realizzazione della cittadella dello sport con l intervento di privati anche con la costituzione di società di trasformazione urbana il programma del piddiellino infine pensa anche alla qualità della vita È necessario introdurre nella città nuove politiche di gestione del territorio per farlo uscire dal concetto di perenne provvisorietà e precarietà elaborando uno studio specifico con strumenti di programmazione che regolino sia gli insediamenti che i servizi nel territorio anche il piano regolatore dovrà essere revisionato con l apporto di un sistema informativo territoriale secondo bilotta il piano regolatore dovrà essere rivisto in merito agli obiettivi oramai superati sia per la lunga durata dello stesso prg sia per rendere compatibili il piani particolareggiati con le finalità e le dimensioni determinate dal prg tenendo conto in modo particolare dei servizi destinati ai cittadini rimuovendo cubature eccessive che violano tali vincoli e proprio il prg è il primo punto affrontato da eligio tombolillo nel suo programma elettorale seppur ancora da completare per alcuni punti del centro storico del polo religioso di quartaccio della zona c3 bersanetti e c4 borgo pasubio non meno attenzione viene posta dal sindaco uscente al recupero delle aree industriali ex hilme probabilmente dedicata ad un farmer market ed ex arcobaleno dove dovrebbe sorgere l isola ecologica ottimizzazione e potenziamento sia per i servizi di trasporti scolastici mantenendo la formula del chilometro zero sia per i servizi sanitari di assistenza d urgenza poi tombolillo pensa al sociale con la costruzione di immobili per extracomunitari e persone che versano in situazioni di disagio grazie a fondi regionali e con l abbattimento delle barriere architettoniche sull argomento si pronuncia anche l avvocato donnarumma che quest anno grazie all accordo pd-udc concorre a portare tombolillo sindaco donnarumma asserisce che vi è anche la necessità di difendere le famiglie attraverso un sostegno fondato su incentivi per i nuclei famigliari numerosi sull adozione del quoziente famiglia e sul miglioramento dei servizi sociali in aiuto dei più deboli e degli anziani previsti anche la graduale sostituzione dell illuminazione pubblica attuale con impianti a led e la dotazione di eligio tombolillo luigi subiaco ernesto bilotta tutte le vie inclusa la periferia di segnaletica stradale tombolillo poi promette anche importanti cambiamenti per il settore ambiente per il quale oltre la già citata isola ecologica si prevede tra l altro l abbattimento dell antenna telefonica di viale europa la cultura è parte integrante anche del programma tombolilliano l impegno protratto fino ad oggi ha visto il recupero del teatro fellini la torre idrica di piazza roma e l ex mercato coperto di piazza kennedy È tempo che anche pontinia dia la possibilità ai suoi alunni delle scuole superiori di frequentare le lezioni direttamente in città pertanto ci si adopererà per avere dalle autorità del settore l istituzione di corsi di studio di livello secondario l ex vicesindaco luigi subiaco si presenta con un pragmatico diciamo quello che facciamo facciamo quello che diciamo È nostra convinzione che le tradizioni popolari culturali e religiose vadano sempre meglio salvaguardate così come il ruolo della famiglia del lavoro e delle imprese per questo crediamo fermamente in uno stretto rapporto con le associazioni i movimenti le categorie produttive i sindacati le parrocchie della nostra città con cui vogliamo un colloquio sereno e costruttivo per meglio rispondere ai valori culturali sociali ed economici della nostra popolazione afferma il candidato subiaco pensa anche ad una maggiore efficienza della macchina comunale tramite una riorganizzazione del personale e degli uffici in modo tale che rispondano appieno alle esigenze dell amministrazione a tal scopo tra l altro si pensa alla creazione di un ufficio europa composto da dipendenti comunali ed esperti giovani laureati con lauree dedicate alle nuove tematiche comunitarie all individuazione e alla predisposizione dei progetti di finanziamento lo sviluppo della società non può prescindere dalla sostenibilità del nostro operato sostiene subiaco troppo spesso in nome di una crescita economica si ignorano le normali regole del buon senso e si agisce senza pensare che possa esistere un domani in questo campo crediamo che sia necessario valutare sempre con occhio critico l impatto ambientale dei progetti che vengono portati avanti il suo programma prevede anche un miglioramento della viabilità attraverso l utilizzo del corpo di polizia urbana a tutela delle attività della vita quotidiana anche mediante l istituzione della figura del vigile di quartiere il ripristino del manto stradale l ottimizzazione della segnaletica nonché una migliore redistribuzione delle aree a parcheggio i giovani sembrano essere tra i punti che più stanno a cuore a subiaco con diverse iniziative tra cui l istituzione di una giornata culturale per i giovani così da creare sul territorio un giorno di comune condivisione della storia e delle tradizioni 12

[close]

p. 13

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 92 6 maggio 2011 cantagirando 2011 al via le selezioni sabato 7 maggio al centro sociale calabresi la giuria sceglie i concorrenti di questa edizione e in rampa di lancio la settima edizione del cantagirando c ero anch io manifestazione canora itinerante che prenderà ufficialmente il via il 6 luglio a sezze in occasione della sagra della panzanella gli organizzatori l associazione culturale clan syrio stanno lavorando alacremente per pianificare tappe e serate in vari comuni della provincia di latina e in questi giorni hanno aumentato esponenzialmente il loro carico di lavoro in vista delle selezioni che stabiliranno quanti cantanti l idea è di arrivare a 18 o 21 suddivisi in 3 categorie parteciperanno alla kermesse canora il preludio dell edizione 2011 si svolgerà sabato 7 maggio presso i locali del centro sociale ubaldo calabresi dalle 16 alle 20 i cantanti eseguiranno un brano a testa e saranno giudicati da una giuria qualificata che stabilirà se potranno partecipare al cantagirando sei cantanti entreranno di diritto in questa lista grazie ai piazzamenti raggiunti nell edizione 2010 unica assente alle selezioni noemi lombardi vincitrice delle ultime due edizioni della manifestazione canora che quest anno non parteciperà a causa dei molteplici impegni un occasione in più per chi ha intenzione di raccogliere il suo scettro sulla manifestazione è intervenuto antonello pellegrini presidente dell associazione clan syrio che ha spiegato gli ultimi dettagli in attesa dell esordio le premesse per questa settima edizione sono le migliori stiamo tutti lavorando bene e programmando un estate ricca di serate finora ha proseguito antonello pellegrini la certezza è che inizieremo il 6 luglio in occasione della sagra della panzanella e chiuderemo la kermesse il sabato 17 settembre con la finalissima all auditorium mario costa invito tutti i cantanti a presentarsi alle selezioni di sabato perché questa edizione si preannuncia davvero spettacolare al vincitore del cantagirando 2011 andrà una borsa di studio per l iscrizione presso la melody music school di roma istituto creato da michelangelo tagliente che vanta tra i suoi docenti la presenza di luca pitteri recentemente protagonista del programma mediaset amici di maria de filippi a parlare del premio è il direttore artistico del cantagirando massimo serecchia che afferma diamo la possibilità al vincitore di entrare in una scuola che promuove il fiorire delle discipline artistiche attraverso il valido aiuto di professionisti del campo e ad una gestione accurata e competitiva per i cantanti è un occasione da non perdere e mi auguro che il vincitore o la vincitrice dell edizione 2011 dimostri di riuscire a sfondare in questo settore un premio per ricordare luigi di rosa una rassegna storica a carattere nazionale per onorare la memoria del giovane vittima del terrorismo di paola bernasconi stavolta non c è tempo da perdere perché tra poche ore la distribuzione di mondo re@le avviene il venerdì mattina alle 12 presso la sede comunale saranno presentate nel corso di una conferenza stampa le iniziative inerenti la prima edizione del premio storico nazionale luigi di rosa il premio ha come tema politica ideologia movimenti e lotte in italia dal 1968 al 1980 ed è articolato in tre sezioni tesi di laurea specialistica o magistrale o vecchio ordinamento tesi di dottorato di ricerca libri una sezione speciale è dedicata ai saggi scritti da alunni dell ultima classe degli istituti di scuola secondaria di secondo grado ubicati nel territorio del comune di sezze in occasione del premio inoltre sono previsti diversi incontri che si articoleranno per tutto il mese di maggio si comincerà il 9 giornata nazionale delle vittime del terrorismo con la presentazione del premio il 28 maggio anniversario dell uccisione di luigi di rosa sarà invece celebrata la giornata conclusiva per l occasione verranno assegnati i premi ai vincitori gli incontri si terranno presso il locale le colonne di tito in via roma in orari che saranno comunicati di volta in volta interverranno tra gli altri agnese moro figlia dello statista ucciso dalle brigate rosse il regista mimmo calopresti il giornalista luca telese il giudice armando spataro claudio lolli ernesto bassignano valentino parlato sandro provvisionato i presidenti delle associazioni vittime del terrorismo paolo bolognesi associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di bologna del 2 agosto 1980 manlio milani presidente dell associazione casa della memoria 28 maggio 1974 brescia marco falvella vicepresidente dell associazione humanitas humanitate carla verbano eugenio occorsio il senatore achille serra l iniziativa è promossa dall associazione araba fenice in collaborazione con il comune di sezze con il patrocinio dell astral con il patrocinio e la consulenza scientifica della facoltà di lettere e filosofia dell università degli studi di roma tor vergata il nostro intento spiega gian carlo mancini presidente del sodalizio è quello di promuovere il ricordo della figura di luigi di rosa il giovane setino ucciso nel 1976 dopo un comizio ma nostro principale obbiettivo è quello di incentivare la ricerca e gli studi storici nonché la pubblicazione di materiale e soprattutto tenere alto il valore della memoria indispensabile per vivere il presente ed affrontare al meglio il futuro la nostra attenzione è focalizzata principalmente sugli anni che vanno dal 1968 all 80 gli anni di piombo periodo buio su cui non è ancora stata fatta piena luce l ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuito per maggiori informazioni rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici 329.0035581 335.6588757 13

[close]

p. 14

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 92 6 maggio 2011 venerdÌ letterari tocca a cantarano nuovo appuntamento per la manifestazione diventata ormai una rassegna permanente di libri ancora un appuntamento con i venerdì letterari organizzati dal comune di sezze ad essere protagonista stavolta il prof giuseppe cantarano con il suo libro le lacrime dei filosofi si inizia venerdì 6 maggio alle ore 18.00 presso il museo archeologico in largo b buozzi nel centro storico setino e alla fine sarà possibile degustare i dolci tipici locali a cos altro tende l intera storia della filosofia occidentale se non a rassicurarci che tutto ciò che esiste non è destinato a finire per sempre a immunizzarci dalla paura della morte spiega cantarano certo è la meraviglia lo stupore dell esistenza a suscitare la curiositas dei filosofi ma all ombra di quella meraviglia c è il terrore l angoscia per l annientamento di tutto ciò che esiste ecco perché l intera storia della filosofia può essere riletta non a partire dallo stupore di fronte all essere alla natura al divenire alla vita ma dalla paura che ciò che è diventi nulla dal terrore che la vita sia inghiottita per sempre dalla morte se nella teologia cristiana è la fede nella resurrezione dei corpi a rispondere alla questione ultima nella filosofia è invece la fede nel logos a garantirci che niente di ciò che esiste andrà definitivamente perduto o almeno questo disperatamente sperano con gli occhi pieni di lacrime i filosofi docente di storia della filosofia all università della calabria il prof cantarano ha al suo attivo quattro pubblicazioni collabora regolarmente con i quotidiani l unità il riformista e il giornale ed è segretario nazionale del centro per la filosofia italiana quella di venerdì sarà quindi un opportunità per riflettere sulla storia della filosofia e sul concetto di salvezza rispetto al quale i filosofi cercano di dare una speigazione l incontro coordinato dal dott piero formicuccia sarà introdotto dal direttore del museo jeph anelli mentre a presentere ci penseranno la prof.ssa maria manzoni don anselmo mazzer ed il prof giancarlo loffarelli le letture dell opera saranno infine tenute da marina eianti dell associazione le colonne ci vediamo in biblioteca a sezze scalo di paola bernasconi ci vediamo in biblioteca a sezze scalo non è uno scherzo ma un invito vero e proprio che l ente rivolge a tutti gli appassionati di lettura e non su invito dell assessorato alla cultura arte e sport della regione lazio la biblioteca comunale setina ha infatti organizzato un festival del libro per ragazzi inaugurato il 23 aprile in occasione della giornata mondiale del libro e del diritto d autore un iniziativa che rientra nella campagna nazionale denominata il maggio dei libri lanciata dal centro per il libro e la lettura cepell istituito dal ministero per i beni e le attività culturali che ha come fine quello di promuovere la lettura in ogni sua forma una manifestazione che è stata resa possibile anche grazie al sostegno dell assessorato alla cultura del comune di sezze dell assessorato alla cultura e alle politiche sociali della provincia di latina ed alla collaborazione con l istituto comprensivo valerio flacco di sezze scalo il museo etnografico del giocattolo le associazioni poieo e buona sera romania dopo la prima giornata svoltasi sabato 23 aprile all insegna della presentazione della nuova offerta culturale della biblioteca il programma prevede due lunedì il 9 e 16 maggio durante i quali dalle 9.00 alle 13.00 sarà possibile seguire il grande libro delle fiabe laboratorio per bambini realizzato con la collaborazione del museo etnografico del giocattolo ed un fonico della cooperativa poieo un momento ludico che cercherà di stimolare la curiosità dei ragazzi verso il mondo dei libri attraverso giochi e rimandi alle fiabe venerdì 20 sarà la volta di un appuntamento con l autore stefano varanelli scrittore affermato nel campo della letteratura per ragazzi che presenterà il suo libro dal titolo l unità d italia casa editrice giunti junior un incontro arricchito da animazioni e reading a cura della dott.ssa isabella de renzi grande conclusione venerdì 23 maggio una giornata intera dedicata al mondo dei libri sull onda del motto dell iniziativa se mi vuoi bene regalami un libro in occasione sarà allestito un bookshop di fronte la biblioteca comunale nel quale sarà possibile trovare tante novità librarie per ragazzi ed usufruire di uno sconto dal 10 al 20 sul prezzo di copertina un mese tutto da leggere che si propone l obiettivo di stimolare o far rinascere l amore verso la carta da leggere e toccare un mese per lanciare un messaggio chiaro rivolto alle nuove generazioni affinché vedano nel libro un compagno di giochi un amico da tenere sempre con sé durante il corso della vita maggio un mese di eventi al mat un tuffo indietro nel passato nel quale si sentono parole ormai purtroppo dimenticate questo l incontro che si è tenuto sabato 30 aprile presso il mat spazio teatro in via san carlo a sezze la cresta a papóro con questo titolo sono state presentate le poesie di antonio campoli lette dallo stesso e da titta ceccano un primo evento che apre la programmazione che l associazione matutateatro propone per maggio il secondo appuntamento è previsto per sabato 7 e domenica 8 alle ore 18.00 con voci ritrovate una due giorni dedicata a graziella di prospero caratterizzata da musica teatro letture e conversazioni con giorgio pedrazzi emanuele accapezzato flora farina daniele petruccioli marco mattolini titta ceccano julia borretti clemente pernarella il 14 mantice canusia sara modigliani felice zaccheo bianca giovannini e valeria della valle ingresso 10 si passa alla musica venerdì 13 maggio con il chitarrista paolo giusti in l anima latina delle sei corde una serata ad ingresso libero durante la quale si potranno ascoltare musiche di tarrega albeniz lauro figueredo e dyens l ultimo evento è previsto infine sabato 21 alle ore 21.00 con famiglie da legare spettacolo di e con silvia nanni della compagnia onda r in collaborazione con teatronet il biglietto di ingresso è di 10 per tenervi sempre aggiornati sulle attività della compagnia matutateatro potete visitare il loro sito ufficiale www.matutateatro.it per le prenotazioni ecco invece il numero telefonico da contattare 327/1657348 p.b

[close]

p. 15

musica di marco fanella mondore@le numero 92 6 maggio 2011 i sepultura metallari incalliti con arise il metal di san paolo del brasile arrivò alla ribalta mondiale con tutta la sua rabbia ciao a tutti care lettrici e lettori masticatori di musica qui è il vostro umile ascoltatore-consigliere personale in campo musicale che vi parla dalle frequenze di mondore@le mentre cercavo tra i miei pensieri scombinati quale potesse essere un disco degno del vostro interesse sentivo una forte voglia di qualcosa di potente non pago dell ottimo disco dei foo fighters recensito la settimana scorsa infatti il disco in questione era sì tosto ma non al punto tale da placare questo mio torbido desiderio di caciara da stadio di pogo estremo di metal per dirlo con una parola sola sano vigoroso potente metal e allora ho cominciato la ricerca di qualcosa di nuovo da mettere sotto le orecchie ma dopo dieci minuti di ricerca una vocina in me anzi un vocione mi diceva che la risposta era nel passato era in una musicassetta con una copertina inquietante e dal contenuto sonoro al vetriolo ebbene sì non era necessario cercare troppo lontano la risposta era lì che mi aspettava quindi rispolvero il mangiacassette nel vero senso della parola e via inserisco la cassetta malconcia ecco appena iniziata la prima canzone tornano alla mente i vecchi tempi da metallaro incallito e soprattutto l eco del movimento trash metal che ha portato alla ribalta band come anthrax metallica megadeth e altri ancora ma questi ragazzi della famosa cassettina quando vennero fuori con arise l album del quale stiamo parlando portarono alla luce un modo di fare metal che pur attingendo anche dalle band maggiori aveva un suo perché si distingueva e ciò gli faceva onore i ragazzi erano i sepultura da san paolo del brasile e portavano nelle loro canzoni tutta la rabbia e la fisicità della loro patria unita ad una perizia nel riffing devastante un cantato che rauco è dir poco e una sezione ritmica vulcanica basta ascoltare l opener dead embrionic cells per capire di cosa sto parlando il sound è potente e compatto sia nei momenti più veloci e caotici che nei rallentamenti peraltro divenuti marchio di fabbrica anche dei soulfly band dell ex leader dei sepultura max cavalera ascoltando subtraction notiamo oltre al riffing vario e originale anche degli ottimi inserti di basso e un bel solo a testimonianza che i tizi in questione se la suonano alla grande desperate cry è un altro pugno nello stomaco concentrato di rabbia e potenza senza perdere un colpo altered state cammina come un treno e i fill di batteria di igor cavalera alla batteria sembrano dei colpi di martello pneumatico complice la sua naturale predilezione nel picchiare i tamburi dello stadio il solo fa il verso a kirk hammett dei metallica ma se ne discosta per la tendenza al dissonante al di là del giudizio sulle singole canzoni quello che traspare dall ascolto è l estrema varietà dei tempi dei riff la ferocia esecutiva la compattezza del muro sonoro creato dai brasiliani e la testimonianza del loro valore emerge dalle poderose esibizioni live nel corso degli anni immaginate di assistere all inizio di meaningless movements live non sembra che sta per scatenarsi l apocalisse con quel riff martellante tipo mitra io non ho avuto la fortuna ma basta guardare un dvd o su youtube per rendersi conto del valore della band nel frattempo che cercate su internet forse è il caso di rimediare arise e sentirselo tutto d un fiato vi farà saltare dalla sedia occhio al soffitto amedeo minghi pronto ad incantare cori emozioni in note domenica 8 maggio a partire dalle ore 21:30 in piazza signina a cori sul palco uno degli artisti più amati e apprezzati del panorama musicale italiano amedeo minghi l organizzazione è a cura dell associazione cori nel mondo infoline 06.9678777 un vero e proprio viaggio in musica per ripercorrere tutte le tappe più importanti della carriera artistica di minghi che inizia alla fine degli anni 60 con l incisione di alla fine nel 1976 arriva l immenso il suo primo successo firma brani come autore ma nel 1983 nascono 1950 st.michel quando l estate verrà sognami emanuela e io cuore di pace ladri di sole serenata e le nuvole e la rosa nel 1989 il recital forse si musicale al piccolo eliseo di roma è un successo clamoroso vita mia canzoni vattene amore nel frattempo compone colonne sonore per otto fiction tv tra cui le serie di fantaghirò negli anni 90 tiene concerti a san paolo del brasile dove vengono pubblicati due album amedeo saluta la fine di questo millennio con un uomo venuto da lontano dedicato a giovanni paolo ii partecipa al festival di sanremo 2000 cantando insieme a mariella nava futuro come te quindi pubblica il suo 20° album anita nel 2002 pubblica l altra faccia della luna e nel 2003 in collaborazione con l istituto italiano di cultura si esibisce in sud america rio de janeiro san paolo cordoba e buenos aires e in europa a cracovia strasburgo bucarest madrid roma e di nuovo a gerusalemme conclude con un concerto tenuto il 19 dicembre 2003 al palalottomatica trasmesso in diretta da un pool di emittenti satellitari nel 2004 amedeo si impegna in un progetto unicef che lo vede coinvolto insieme all attore lino banfi come autore del cd sotto l ombrellone il 21 gennaio 2005 esce il nuovo album di amedeo minghi dal titolo su di me e dal 21 marzo a milano al teatro nuovo parte un tour teatrale nel 2006 in occasione dei suoi quarant anni di carriera la emi pubblica la platinum collection composta da tre cd contenenti 48 brani di cui uno inedito ed altre storie nel 2008 partecipa anche al 58° festival di sanremo con il brano cammina cammina e pubblica la raccolta 40 anni di me con voi con il brano inedito 15

[close]

Comments

no comments yet