diario di se

 

Embed or link this publication

Description

laboratorio di scrittura espressiva con l'esperto Gianni Cascone

Popular Pages


p. 1

LABORATORIO DI SCRITTURA ESPRESSIVA CON L'ESPERTO GIANNI CASCONE CLASSE 2^E A.S. 2014/15 a cura di Akram Mrida & Lorenzo Benassi

[close]

p. 2

Diario di Spike (Anselmo Federico) 13 /10/2020 Caro diario, sono Spike, oggi sono andato a giocare con miei amici al parco e mi sono molto divertito! Abbiamo giocato a tappo. Questo gioco può essere chiamato anche in un modo un po' volgare.......M....... Si gioca così: si prendono tutti assi, fanti, re, cavalli e successivamente mischiate, date 4 a testa (questo gioco e per massimo 4 persone ma non si può giocare in 2)poi scegliete la carta da scartare e passatela al vostro amico vicino. Chi prende tutte le carte uguali vince! Ti racconto queste cose perché mi è piaciuto molto fare questo gioco è stata la prima volta che ci giocavo e che mi sono trovato bene con i miei amici! Ciao Spike!! 18/10/2020 Caro diario, come stai oggi?? Io sto molto bene e non vedo l'ora di andare al bowling con la mia famiglia!....La mia famiglia è composta da mia madre, mio padre, mia sorella e mio fratellino. Noi non siamo esseri umani ma noi apparteniamo al genere GATTUS MAGNIFICUS MODIFICATUS, cioè facciamo parte della categoria di gatti geneticamente modificati che invece di stare a quattro zampe noi stiamo in equilibrio su due, parliamo come gli esseri umani e li capiamo riuscendo anche a parlare in tutte le lingue del mondo. Noi viviamo con gli esseri umani sul pianeta Terra. Certamente che non abitiamo in caverne oppure tane sotterranei o palazzoni ma in case per noi a nostra misura. Non siamo nani ma neppure alti come gli uomini. Mia madre è marrone e bianca, se la facciamo arrabbiare diventa molto severa invece mio papà è piu' buono e ci porta sempre in giro. Mia sorella invece, che è piu' grande di me esce sempre con le amiche e andiamo molto d'accordo; lei è gentile e mi aiuta sempre. Il mio fratellino che si chiama Daniel rimane sempre a casa perché è appena nato e prende ancora il latte. Questa sera al bowling sarà speciale perché è il compleanno di mia sorella! Papà e mamma dato che hanno visto dei suoi miglioramenti a scuola ma.......anche miei, hanno voluto premiarci con questa bella serata!!!!!!!! Sono molto emozionato perché a me piace moltissimo andare a giocare a bowling; non vedo l'ora di battere tutti perché sono molto bravo, mi sento carico e pieno di energia!! Porteremo anche Daniel con noi ed è la sua prima volta al boowling: chissà se gli piacerà come a me e se riuscirà a fare almeno uno strike? Io gli insegnerò a giocare e gli dirò tutti i modi per fare vincere. Ora ti saluto, finisco di fare i compiti e mi preparo per la grande serata!!!!!!!!! Ciao Spike!!

[close]

p. 3

che da grande avrei cambiato il mondo. Diario di Nathan: Sniper (Balsamo Edoardo) 17 Gennaio 2002, Washington Caro diario: Questa è la mia prima pagina di diario in cui raccolgo i fatti che mi succedono ogni giorno, e non solo a me ma in tutto il mondo. Ti scrivo perché questo per me è un periodo durissimo da affrontare, per molteplici motivi che elencherò man mano che scrivo. Mi chiamo Nathan, ho 27 anni e mi sono arruolato da poco nell'esercito statunitense come cecchino; il mio compito è quello di coprire o scortare la mia squadra attraverso delle città malfamate, distrutte dalla guerra. Prima però di diventare soldato ero un amante del pericolo e facevo un po' di tutto: rock climbing, pesca estrema, kayak, andavo a caccia, insomma, non stavo mai fermo. La maggior parte degli sport la facevo in compagnia dei miei amici e di mio nonno. Quelli con mio nonno sono solo dei fantastici ricordi: quando ero piccolo mi portava a caccia e fu lì che sparai i miei primi colpi con un' arma da fuoco, oppure stavo degli interi pomeriggi ad ascoltarlo raccontarmi della sua infanzia al tempo della guerra e che brutti tempi erano quelli, e mi diceva sempre Ovviamente non sono uno che si monta la testa così facilmente ma ricorderò per sempre i momenti passati con lui. L' 11 Settembre, mentre stavo facendo pranzo guardando la Tv, hanno interrotto di colpo le trasmissioni per una importantissima notizia: le Torri Gemelle a New York erano crollate per mezzo di un aereo schiantatosi contro di esse, questo mostruoso avvenimento fece scoppiare il mio spirito patriottico e, infatti, il giorno dopo chiesi l' arruolamento. Dopo diversi mesi durissimi al campo di addestramento sono riuscito ad arruolarmi nell' esercito statunitense. Fatto stà che nella mia prima spedizione in Egitto ha compiuto la mia prima uccisione, che però, avrei voluto non fare e non ne vado per niente fiero... Con quel episodio, tutta la squadra ormai mi chiamava “ La Leggenda”, ma io non ero per niente contento di ciò che avevo fatto. Finisco qua caro diario, ti tengo aggiornato. Nathan

[close]

p. 4

11 Marzo 2002, Washington Caro diario sono appena tornato dalla mia seconda spedizione, sempre in Egitto, e non ho assolutamente esitato a scriverti. Vorrei tralasciare i dettagli delle mie spedizioni, dato che non vado molto fiero di quella mia parte di vita, infatti sto iniziando a considerare l'idea di congedarmi. Ti dico solo che la notte subito dopo l'arrivo a casa, io e la mia squadra siamo andati a brindare la riuscita della spedizione in un bar del posto. Durante la serata ho visto una ragazza piuttosto interessante e mi sono messo a parlarci. Dopo una lunga discussione sono riuscito a fissare un appuntamento per il giorno dopo....Grandioso!! Finalmente una buona notizia dopo la prima pagina... deprimente come il diario di Anne Frank. Ora devo prepararmi per l' appuntamento, augurami buona fortuna, ne avrò bisogno! Alla prossima Nathan 12 Marzo 2002, Washington Caro diario: sono felicissimo! L' appuntamento di ieri è andato a buon fine, ma, dato che domani devo partire per la terza spedizione, io e la mia nuova ragazza non ci vedremo per un po' di tempo purtroppo. Si chiama Melissa ha due anni in meno di me e, a quanto pare andiamo molto d' accordo. Dato che ormai ho una vita qua a Washington sto iniziando a considerare molto plausibile l' idea di congedarmi, infatti farò al massimo altre due spedizioni, poi basta. Ora, caro diario, mi vado a preparare, questa prossima missione sarà veramente lunga, quindi non ti scriverò a lungo. Un abbraccio Nathan

[close]

p. 5

3 Settembre 2002, Washington Caro diario: Finalmente ho di nuova la possibilità di scriverti dopo tanto tempo! Sono tornato proprio ieri pomeriggio ma non ho potuto scriverti perché ho dovuto salutare i miei genitori, la mia ragazza e, come al solito, io e i miei amici siamo andati tutti a brindare al pub stavolta. Ho due bellissime notizie! La prima che appena sono tornato a casa ho chiesto a Melissa di sposarmi!!! Eh già!!! E lei (meno male) ha risposto di si!!! Sono al settimo cielo, e non è ancora finita qui. Ho fatto la richiesta di congedo, appunto perché ora ho una famiglia e non posso rischiare troppo, e il colonnello la ha accettata, quindi in poche parole sono libero tu dirai.... E invece no, devo fare almeno un' altra spedizione poi sarò libero. Dato che non avevo scelta ha accettato e quindi ho un mese di svago, poi si parte. Questa volta viaggeremo in una portaerei e questa volta ho deciso di portarti con me! Dato che non tutti i giorni sarò attivo, alcune volte ti scriverò dalla cabina. Per questo mese di svago no ho molti progetti, ma dedicherò più tempo alla mia famiglia, gli amici, e mia moglie ormai. Ciao, ora devo proprio andare... Nathan 20 Settembre 2002, Texas Caro diario: Ti stò scrivendo dal Texas, in particolare da Dallas, bellissima città a mio parere. Sono in un hotel quattro stelle bellissimo, ci vivrei. Sono in questa bellissima città per festeggiare il mio matrimonio!! Dopodomani alle 10:00 dovrò essere sull' altare!! Augurami tutta la fortuna del mondo!! Ci saranno i miei amici, i miei familiare, tutti quelli che conosco, perfino il maresciallo, il colonnello e il comandante, ma loro saranno venuti per la bellissima città e probabilmente per il buffet che c' è ogni giorno quà in hotel, come dargli torto !! Non sto veramente nella pelle!! Ora non ho tempo, ho un sacco di cose da preparare... Nathan

[close]

p. 6

30 Settembre 2002, di nuovo a Washington :-( Caro diario: Scusa ma vado di fretta. Fra esattamente 3 ore devo essere al porto militare. Volevo raccontarti un po' del viaggio di ritorno da Dallas, ma non ho veramente tempo. Ora ti metto nello zaino e vado. Nathan Data sconosciuta, luogo sconosciuto, ora: credo 13:00 e qualcosa Caro diario: non so cosa è successo esattamente, so solo che non so dove sono. Era suonata la campana d' allarme e subito dopo si è sentito un grandissimo frastuono a prua della portaerei. Sono andato subito nella cabina di pilotaggio per chiedere cos'era successo e mi hanno risposto che i terroristi avevano scoperto la nostra posizione. Neanche il tempo di proferire parola che la nave si è inclinata e sono svenuto. E ora eccomi qua, sperduto in un isola del Pacifico. Ti ho trovato sulla spiaggia tutto inzuppato ma sono riuscito ad asciugarti, ora non mi resta altro che cercare riparo e accendere un fuoco ma non prima di accasciarmi a terra piangendo... Ma quello l' ho già fatto. Scriverò molto più spesso, dato che ora sei l' unico mio amico. Si sta facendo buio, vado a cercare un riparo... Nathan 31 Settembre, cabina 349, Portaerei Roosevelt Caro diario: Ora sono in cabina, scusa se alla fine ieri non ti ho scritto ma c'è stata la visita guidata della portaerei e non potevo mancare. Attraverseremo tutto l' Oceano Pacifico e quello Indiano fino ad arrivare in Africa. Ci vorrà un bel po'... Ma ora voglio passare il tempo raccontandoti del viaggio di ritorno da Dallas, come ti avevo promes… Nathan

[close]

p. 7

dentro tutti gli schizzi di vestiti della nuova collezione... e prova a immaginare… ne mancava una! (Barbagallo Giulia) L'avevo dimenticata in taxi! Venerdì 17, Ottobre, 2011 Ho cercato di improvvisare, ma i clienti non erano del tutto convinti della loro scelta. E per concludere sono stata licenziata, perfetto! Non Caro diario, ora sono le otto di sera, ma voglio raccontarti quello che poteva andare meglio di cosi! Penso che questa giornata sia stata la più brutta della mi è successo oggi. In breve... mia vita! Non la scorderò mai! Mi sono svegliata alle otto e trenta, pur avendo la riunione alle otto e quindici, perché la sveglia (non so perché) si è rotta. Ho fatto tutto di fretta, e non sono riuscita neanche a piastrarmi i capelli e mettermi lo smalto...uff... Lunedì 1, Novembre, 2011 Sono poi subito uscita di casa e ho cercato un taxi ma Caro diario, nessuno era libero… Appena ne ho visto uno mi sono come ti avevo già detto sono stata licenziata, uffa, buttata in strada per fermarlo, ma una macchina è appena ci ripenso mi escono le lacrime, era il sogno passata sopra una pozzanghera e ha bagnato il mio che desideravo fin da piccola di lavorare li e ora, solo nuovo vestito! per questo brutto evento, sono stata licenziata. Ti In più l'ascensore dell'edificio si è rotto e mi sono dovuta fare le scale fino all'ottavo piano. Accidenti a me giuro non so come fare. Io sono una donna di classe non ci penso proprio a fare la cameriera. Proprio no! che oggi mi sono messa i tacchi! Finalmente sono arrivata in sala riunioni, dove i clienti mi stavano aspettando da tanto. Appena varcata la soglia ho visto il mio capo che, venendo verso di me, me ne diceva di tutti i colori. Dopo essermi sistemata ho raccolto le cartelle con Diario di Kate:dalle stelle alle stalle

[close]

p. 8

Martedì 2, Novembre, 2011 15:30 pm Caro diario, in realtà non c'è tanto da dire, non ho neanche soldi per potermi comprare accessori di Tiffany o comprarmi un nuovo cellulare di ultima generazione. Hanno suonato al campanello, ora vado e torno! Martedì 2, Novembre, 2011 18:00 pm Caro diario, non ci crederai mai! Mi vogliono togliere il mio bellissimo attico! Dicono che è da un po' che non pago l'affitto e per questo mi vogliono mandare via. Non so che fare, non so neanche perché scrivo i miei problemi a un diario! Sabato 6, Novembre, 2011 Caro diario, so che farai fatica a crederci ma, oggi pomeriggio mi hanno assunto per fare la cameriera. Per fortuna che ho detto che non lo avrei mai fatto, ma sempre meglio che fare la casalinga. Pensa, visto che oggi ho iniziato a lavorare, mi si è spezzata un unghia ed è finita nel piatto dei clienti! Lunedì 8, Novembre, 2011 Caro diario, E' incredibile ma, ora tutti i negozi di lusso li posso solo guardare da lontano. Prima il mio armadio era pieno di abiti che non costassero meno di 100 euro, ora mi tocca andare da h&m o da Bersha. Che schifo!! A parte questo non ci sono novità, quindi ti saluto. Kate

[close]

p. 9

Diario di sopravvivenza (Benassi Lorenzo) 11/03/2003- 10:30 Caro diario sono già in aereo, non ho esitato a scriverti. Sto per partire per le Hawaii dove farò escursioni nelle giungle e nei vulcani ma troverò anche un po’ di tempo per rilassarmi sulla spiaggia con una di quelle collane di fiori che ti danno appena scendi dall’aereo. Ah giusto, il volo durerà ben 12 ore, sarà una palla, finirò per essere assorbito dall’aereo. 16:23 Siamo in volo ormai da 5 ore e ho sentito uno strano rumore provenire dalla parte esterna dell’aereo, aspetta, a fuoco il motore va in fiamme, stiamo precipitandooooooo 11/06/2003 O mio dio! L’impatto è stato incredibile, sono l’unico sopravvissuto. Ah ci ho messo 3 giorni a ritrovarti, eri finito in una grotta in bocca a un orso che ho dovuto uccidere. Scherzavo, non farei mai questo per te, ti ho semplicemente trovato dentro a un cespuglio di more selvatiche, anche molto buone, in questi tre giorni ho capito che ci troviamo in Canada. Si lo soooo, non era sulla rotta ma vedo il Canada dappertutto. Per mia fortuna non mi sono fatto alcun danno se non una gamba rotta, un braccio rotto, e un trauma cranico, no non è vero neanche questo solo un taglietto da carta sul mignolo, colpa tua. In questi tre giorni mi sono limitato a dormire e a mangiare more selvatiche. 12/06/2003 - 8:54 Oggi mi metto a lavorare, costruirò un rifugio, una canna da pesca: dato che ho trovato un lago. 12:59 Ho trovato un compagno di viaggio; un altro sopravvissuto, non ci credo ancora, si chiama True e viene dall’Olanda. Ho anche assistito ad una scena divertente, mente True raccoglieva bacche, un cagnolino gli è arrivato da dietro mordendolo nello stinco e a quel punto si è messo a gridare a squarcia gola (True, non il cane). Del resto abbiamo costruito un rifugio dentro una cavità in un masso gigante, del cagnolino nessuna traccia, sembra scomparso.

[close]

p. 10

19:21 Inizia a fare freddo, dobbiamo accendere un fuoco, proveremo a sbattere sulla roccia un frammento metallico del aereo 21:46 Fuoco!!! Ci siamo riusciti, ci è riuscito, io stavo mangiando more, come sempre. 13/06/2003 Ok, facciamo il punto della situazione: siamo sopravvissuti in 2 allo schianto di un aereo a terra, siamo dispersi nel bel mezzo di un bosco, non abbiamo cibo; se non qualche bacca e abbiamo un rifugio con un fuoco acceso. Prossimo obbiettivo: la caccia Abbiamo costruito una lancia in legno, affilata con i denti, i suoi non i miei. Cosa mi tocca fare… Fino a 4 giorni fa pensavo a rilassarmi sulle sdraio con le collane di fiori hawaiane….

[close]

p. 11

Caro diario, 26\01\2015 ti volevo dire che in questi giorni sono successe cose davvero belle. Ad esempio ieri sono stato chiamato dalla Caro diario, Ciao! La mia vita in questo periodo è un po' complicata sai, Fiorentina!! Sai diario, a me da piccolo non mi piaceva molto il calcio, ora i miei si sono separati... ma ora eccomi qua, sono un campione! Oltre a questo ti vorrei raccontare cosa è successo oggi: è il mio compleanno e faccio 13 anni, ma, nonostante la mia età Quando io ero piccolo, mio papà che era, ed è ancora un allenatore, mi portava sempre con lui a delle partite, ma io il mio aspetto fisico è abbastanza sviluppato: sono molto grosso nelle braccia e nelle gambe. Soprattutto ora ho anche non volevo perché il calcio mi faceva schifo. Dopo con il passar del tempo mi è cominciato a piacere un sacco. gli addominali! Oggi è stata una giornata bellissima perché tutti i miei amici Vedere i suoi allievi giocare mi faceva venire voglia anche a me e quindi un giorno ho deciso di parlagli e gli mi hanno fatto gli auguri. Ho ricevuto tanti regali belli tra cui un pallone nuovo da calcio tutto rosso e blu con tutti gli ho detto:” papà mi voglio iscrivere a calcio”. Lui era felicissimo perché era da molto tempo che mi chiedeva di autografi della mia squadra preferita che è anche quella in giocare. cui gioco, cioè il Bologna. Il mio sogno è diventare un Gioco a calcio da quando avevo 6 anni e ti devo dire la calciatore famosissimo! Caro diario spero che tu abbia capito quanta felicità io provi verità: non mi sono ancora stancato e non ci penso proprio a smettere ora che sono stato chiamato dalla in questo momento. Fiorentina. Ciao da Tom. Io con lo studio vado abbastanza bene, mi so organizzare alla lettera tra scuola, compiti, allenamenti… anche se io vorrei giocare sempre a calcio e basta. Per il momento me la cavo in in entrambe le cose e i miei genitori sono molto contenti. Però, se comincio ad andare male a scuola i miei mi fanno smettere di giocare quindi mi devo (Calcavecchia Ilaria) Diario di un sogno 5\02\2015

[close]

p. 12

impegnare in entrambe le cose. Non sto più nella pelle caro diario, sabato vado ad allenarmi con i ragazzi della Fiorentina e sono felicissimo e spero di non fare una brutta figura, ci metterò tutto me stesso. Ora devo andare caro diario, ti farò sapere. A presto!!!! Tom 06/04/2015 Caro diario, in questi due mesi sono successe un po' di cose. Mi hanno preso nella Fiorentina e di conseguenza gli allenamenti si sono intensificati: ora gioco tre volte a settimana per due ore ciascuna. Chiaramente adesso organizzarsi con i compiti e la scuola è diventato un po' un problema; a me piace andare a scuola, ma il calcio lo preferisco molto di più! Riguardo all'andamento scolastico, i miei genitori pretendono che porti a casa dei buoni risultati e non hanno tutti i torti... Il rapporto con i miei nuovi compagni della Fiorentina va abbastanza bene, mi sto ambientando. Il mio mister è un tipo tosto, ma per tutti noi è come un secondo padre, in fondo ha un gran cuore. Qua nel Fiorentina mi trovo molto meglio rispetto al Bologna, vengo più considerato e ricopro un ruolo importante per la squadra. Ora caro diario ti saluto, vado a preparare il borsone per l'allenamento, ci sentiamo presto. Tom

[close]

p. 13

IL RAPPER DI BOLOGNA (Carboni Diego) Ore: 4 p.m. - giorno: 19\06\’13 Ciao sono Sdaigo, ho iniziato a scrivere solo ora perché essendo estate posso dedicarmi alla mia passione: il RAP, e quindi se diventerò famoso ci sarà una testimonianza di come ho iniziato cioè facendo un concorso di testi musicali e spero che qualche casa discografica mi noti e così iniziare la mia carriera. Fino adesso io e il rap ci siamo uniti solo in qualche gara con degli amici, mentre nella vita di tutti giorni mi sveglio in un palazzo della periferia di Bologna, prendo l’ autobus per andare a San Lazzaro, all’ istituto Mayorana nell’indirizzo di perito meccanico e i miei voti… Cambiamo discorso. !!!!!! Ore 5:20!!!!!!!!! SONO ARRIVATI IRISULTATI DELLA GARA!!! Ma purtroppo sono arrivato 3° comunque mi è arrivata la proposta di entrare in una compagnia di futuri rapper,e non solo, chiamata “New-Topia” , c’è scritto che vorrebbero lavorare con me per un anno. Sono sorpreso, ti aggiornerò al più presto. Il tuo rapper preferito. Ore: 4:00 - giorno:20/06/’13 Ciao, oggi è stata la mia prima giornata alla New-Topia e indovina i miei capi cioè i mitici FEDEZ E J-AX!! Abbiamo iniziato a lavorare sulla canzone e hanno detto che diventerà una bomba. Sono stato lì nella sede per un bel po’ di tempo perché abbiamo provato la base ecc.. , oggi mi hanno detto :” guarda sdaigo tu vali però devi farti valere. Ora ti consigliamo di esibirti tra una settimana in cui ogni talento rap canterà un suo pezzo difronte al pubblico a Bologna al Paladozza e tu dovrai essere lì. Poi giochi pure in casa”. Ti sparerò tutto al più presto, ciao da Sdaigo. Ore: 4:00 - giorno:28/06/’13 Ciao, ieri mi sono esibito a Bologna ed è stato .. non epico.. è stato FICHISSIMO!!! Ora ti racconto tutto. Alle 8 vado al Paladozza dove mi hanno detto che ero ultimo ad esibirmi. passano 3 ore e toccava a me e visto che ero a Bologna feci finta di arrivare in ritardo e mandai in onda un video di Bologna con sottofondo una voce oscurata che diceva che Bologna stava per essere inondata dal virus ”Sdaigo”, poi è partita la base sono entrato e la bocca parlava da sola ed era un emozione unica, avevo chiesto ad due amici fedelissimi Piraz ed Emo di portare delle maschere e dei petardi molto grossi e sono entrati sul palco e hanno iniziato a lanciarli per il palco poi hanno fatto finta di rapirmi e sono

[close]

p. 14

uscito dal palco e tutti che applaudivano e urlavano il mio nome e ci siamo abbracciati . Poi alla fine dello spettacolo hanno premiato il miglior rapper(non lo sapevo era qualcosa di inaspettato) mi hanno premiato per miglior rap della serata. Poi tutti all’uscita mi chiamavano per un autografo, un selfie e alla fine sono scappato con le mani sul vetro. Ora mi sono appena svegliato con il numero di 2000 ragazze in più sul cellulare. Ciao dal tuo mito, Sdaigo Ore: 7:00 - 30/06/’13 Ciao, oggi a scuola mi hanno salutato tutti volevano una foto di me poi sono ritornato a casa e ho raccontato tutto al mio amico Emiliano che ha detto che voleva fare un giro in centro con me perché anche lui voleva fare il rapper. Arriviamo in centro e alcuni ragazzi ci fermano e dicono ma siete quei due di ieri sera, io dico sì e abbiamo fatto tante foto e ho dovuto firmare autografi. Poi una ragazza mi ferma e mi dice:” ti ricordi?” io guardo emi, poi guardo lei, emi, lei poi rispondo normalmente:” certo chi è che si dimenticherebbe?” “allora alla fine me la offri una birra?” “certo quando vuoi” “allora chiamami quando puoi?” poi andò via io guardo Emi e li dico che la conoscevo già ma non mi ricordo chi era. Ti aggiorno, spero, Sdaigo 16/7/’14 Caro diario, ti scrivo con le lacrime a gli occhi perché è successa una disgrazia. Mio nonno è morto. Anche se è da qualche mese che non ti scrivo, ma da questo momento ti aggiornerò su tutto. A settembre ho dovuto smettere di fare spettacoli perché è iniziata la scuola e i miei “capi” (J-ax e Fedez per intenderci) hanno detto che, fino ad Aprile, mi dovrò concentrare sulla scuola: è per questo che sono maledettamente triste, mentre fino a ieri ero così felice, ma in fondo hanno ragione perché la mia padronanza del linguaggio deve crescere ancora e per questo devo continuare ad andare a scuola In questo momento mi sento malissimo e tutto è iniziato sabato, come ti dicevo. Sabato, di sera, come facevo sempre, , ho chiamato mio nonno, ma questa volta, avendo come un presentimento, gli chiesi: “tutto bene nonno?”. Lui mi rispose con una voce brutta, roca, da “quasi morto”:” Sì, sì…. Ricorda di voler bene alla nonna e di prendertene cura……”. Dopo questa frase ho sentito il cuore fermarsi, mi sono sentito morire e poi l’ho salutato e basta. Sono andato a letto un po’ confuso e ho sognato che mio nonno moriva. La domenica mattina mi sono svegliato triste (con il pensiero di dover fare i compiti), poi, alle 10, ho ricevuto la telefonata di mia nonna che di solito a quell’ ora non mi ha mai chiamato e quindi sono rabbrividito nel tirare su la cornetta. Al mio “pronto?”, mi ha risposto mia nonna che piangendo ha detto:

[close]

p. 15

”Ciao Diego, c’è mamma?” E io: “No” “C’è papà?” “No, neanche lui” “Allora, Diego… ti devo dire che…. IL NONNO è MORTO”. Lei continuava a parlare, ma io no la stavo più ascoltando. Rivedevo tutti i momenti più belli della mia vita e c’era sempre lui, sempre. Mentre ero perso in questi pensieri, ho sentito al telefono l’arrivo dell’ambulanza e mia nonna che mi salutava. E io rimanevo muto, quasi sconvolto e sentendomi impotente. In quel momento ho imprecato, pianto, sono caduto, ma subito dopo volevo solo rivederlo, quindi, ho chiamato i miei genitori e ho chiesto loro di venire a casa nostra, perché ero anche solo. Scusami diario, ma non ce la faccio a continuare. A presto, Diego

[close]

Comments

no comments yet