Gite scolastiche naturalistiche e viaggi d'istruzione

 

Embed or link this publication

Description

catalogo completo delle escursioni e dei soggiorni d'istruzione naturalistici

Popular Pages


p. 1

PROPOSTE DIDATTICHE 2015-2016 CHI SIAMO Molti dei docenti destinatari di questo catalogo ci conoscono come Guide Ambientali escursionistiche, essendo stati da noi accompagnati nel corso di una delle loro Gite scolastiche. Ciascuno di Essi ha contribuito in un certo modo alla stesura di questo catalogo, offrendoci spunti e suggerimenti per poter offrire loro un servizio migliore e una possibilità di scelta su misura. Il presente catalogo nasce dunque dall’esperienza sul campo con i gruppi scolastici e dai suggerimenti che i docenti ci hanno gentilmente fornito. Come guide ambientali di Toscana Trekking, dal 1999 ci occupiamo di attività didattiche e soggiorni per le scuole oltre che di escursioni naturalistiche per ogni fascia d’età. Ognuno di noi, formato secondo la legge regionale LR n°42/2000 all’esercizio della professione, è esperto in una specifica disciplina: dalla geologia, alla biologia marina, alla botanica, alla zoologia, alla storia del territorio ecc… In questo fascicolo è raccolta gran parte del repertorio del nostro lavoro: nella prima parte è riportata una selezione delle gite scolastiche di più giorni nelle diverse località. Ciascuna di esse è valida come proposta finita ma potrà anche essere modificata sia nella combinazione dei programmi giornalieri di cui è composta che nella durata complessiva del soggiorno, con l’aggiunta o la sostituzione di una o più tra le estensioni giornaliere riportate nel seguito. I costi dei programmi esposti, laddove siano riportati, sono comunque indicativi. Tali prezzi sono basati su un numero standard di partecipanti e su strutture ricettive che di volta in volta ci hanno dato disponibilità, ma Vi invitiamo a contattarci personalmente per avere preventivi e programmi personalizzati. Dal 2009 ci siamo legati al mare oltre che alla terraferma delle nostre escursioni ed abbiamo stretto un sodalizio con Toscana Mini Crociere srl, per la quale offriamo qualificati servizi di visite guidate nell’ambito di minicrociere estive verso le isole dell’Arcipelago Toscano e lungo le coste Toscane e Liguri. Co nclusa la stagione turistica estiva abbiamo pensato di estendere al mondo della scuola la nuova esperienza “marinara” ed abbiamo progettato le proposte esclusive che descriviamo nel fascicolo “Crociere e Laboratori didattici 2013-2014”, nelle quali la moderna ed elegante m/nave La Suoerba di Toscana Mini Crociere srl viene messa a disposizione dell’utenza scolastica. Ne sono scaturiti programmi speciali, unici nel panorama dell’offerta di viaggi ed attività per il mondo della scuola, Per i soggiorni di più giorni e per tutte le attività che lo richiedono ci avvaliamo della Direzione tecnica delle Agenzie di Viaggio che saranno coinvolte nel reclutamento dei gruppi. A richiesta possiamo fornire il servizio di pullman o di biglietteria ferroviaria, che insieme ai servizi di Ristorazione e pernotto saranno richiesti alle Agenzie di Viaggio di volta in volta incaricate della Direzione Tecnica dell’intero soggiorno. Tutti i progetti possono concorrere all’assegnazione dei contributi erogati dagli Enti pubblici per la didattica e l’educazione ambientale. Dott.ssa Alice Colli 1 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 2

Sommario Chi siamo ......................................................................................................................................................... 1 SOGGIORNI STORICO - NATURALISTICI ...................................................................................................... 5 Toscana Centro-Sud e Isole .................................................................................................................................. 5 Tour escursionistico dei Tufi e delle Colline del Fiora (GR) .............................................................................. 5 Giglio e Giannutri ............................................................................................................................................. 7 Maremma e Isola del Giglio.............................................................................................................................. 8 Maremma ......................................................................................................................................................... 9 Programma misto Maremma e Colline Metallifere .......................................................................................... 11 Val di Cornia .................................................................................................................................................. 13 Isola d’Elba .................................................................................................................................................... 14 Trekking delle due isole: Elba e Pianosa ......................................................................................................... 15 Isola di Pianosa .............................................................................................................................................. 15 Isola di Capraia .............................................................................................................................................. 17 Val di Cecina .................................................................................................................................................. 18 Costa degli etruschi e Monti Livornesi ............................................................................................................ 20 TOSCANA Nord e Montagna ............................................................................................................................. 24 Alpi Apuane ................................................................................................................................................... 24 Piana di Pisa e Parco Migliarino – S. Rossore – Massaciuccoli ....................................................................... 25 Week end sulle Alpi Apuane: la Pania della Croce e Foce di Mosceta (LU) .................................................... 27 Trekking (e Castagnata) al Lago di Vagli (Garfagnana, Campocatino - LU) .................................................... 27 Trekking tra Castagne e Fortezze a Castelnuovo Garfagnana .......................................................................... 27 Appennino Tosco-Emiliano ............................................................................................................................ 28 Trekking sull’Appennino Tosco – Emiliano (Modenese)................................................................................. 29 Trekking dei tre Parchi (Gigante – Orecchiella – Appennino Tosco-Emiliano) ................................................ 29 Estensioni giornaliere ......................................................................................................................................... 30 Estensioni giornaliere con partenza dall’Elba ...................................................................................................... 30 1. L’isola di Pianosa dall’Elba ..................................................................................................................... 30 2. Trekking giornaliero all'isola di Capraia .................................................................................................. 30 3. Visita alla Miniera ipogea del Ginevro .................................................................................................... 30 4. Escursione sulla Barca con il fondo trasparente ....................................................................................... 31 Estensioni giornaliere Toscana Centro–Sud e Isole ............................................................................................. 31 1. Le Moie e la vecchia ferrovia di Volterra (Val di Cecina – LI) ................................................................. 31 2. Le cascate dello Sterza, il Bosco di Renzano e la flora delle serpentiniti (Val di Cecina – LI) .................. 31 3. Riserva di Caselli lungo il Torrente Ritasso ............................................................................................. 31 4. Masso delle Fanciulle (Riserva di Berignone, Pomarance) ....................................................................... 32 5. Escursione geologico-naturalistica lungo l’itinerario dei Soffioni e delle Fumarole .................................. 32 6. Colle Val d’Elsa e la Via Francigena (SI-PI)............................................................................................ 32 7. La Via Francigena di Castelfiorentino (FI) .............................................................................................. 32 8. Le Balze di Certaldo: alla ricerca di Fossili .............................................................................................. 33 9. Le suggestive marmitte del Diago sul fiume Egola (Montaione - FI) ........................................................ 33 10. L’anello del Montalbano, il Rinascimento nelle Terre di Leonardo (PT) ............................................. 33 11. I Mulini a vento di Orciatico e la Mofeta di Lajatico ........................................................................... 33 12. La rocca di Pietracassia - Lajatico (PI) ............................................................................................... 34 13. Val di Cecina e Val D’Era: La Mofeta e la Rocca di Pietracassia (PI) ................................................. 34 14. Riserve del Volterrano: Cascate dello Strolla e Pieve della Nera ......................................................... 34 15. Escursione sulle colline di Castellina M.ma (PI) ................................................................................. 34 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492 2

[close]

p. 3

16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23. 24. 25. 26. 27. 28. 29. 30. 31. 32. 33. 34. 35. 36. 37. 38. 39. 40. 41. 42. 43. 44. Le Miniere di Montecatini Val di Cecina (PI) ..................................................................................... 34 Alla scoperta dei Molini e delle carbonaie tra Castagneto Carducci e Sassetta .................................... 35 L’isola di Pianosa............................................................................................................................... 35 Elba orientale: le miniere di Rio Marina ............................................................................................. 35 La Rocca di S. Silvestro e la Miniera del Temperino .......................................................................... 35 Escursione alle rovine del Convento di Monte di Muro (GR) .............................................................. 35 La splendida Riserva Naturale del torrente Farma - (Chiusdino - SI)................................................... 36 L’Abbazia di San Galgano nella Valle del fiume Merse (SI) ............................................................... 36 Cala Violina, una delle spiagge più belle d’Italia (GR) ....................................................................... 36 Birdwatching alla foce dell’Ombrone ................................................................................................. 36 Escursione al Parco dell’Uccellina – Itinerario delle Torri (GR) ......................................................... 37 Escursione al Parco dell’Uccellina – Itinerario di San Rabano (GR) ................................................... 37 Escursione giornaliera all’isola del Giglio .......................................................................................... 37 Escursione giornaliera all’isola di giannutri (GR) ............................................................................... 37 Minicrociere Giornaliere a Giglio e Giannutri con partenza da Castiglione della Pescaia .................... 37 MINICROCIERA COSTE MAREMMANE E PRINCIPATO DI PIOMBINO ................................... 38 CASTIGLIONE DELLA PESCAIA: L'Eremo di Malavalle e l'antico Prile (GR) ................................ 38 Laboratorio di Biologia Marina Galleggiante a castiglione della pescaia ............................................. 38 COSTA D’aRGENTO: Birdwatching alla foce dell’Ombrone ............................................................ 39 COLLINE METALLIFERE: Parco di Montioni e Terme di Elisa Bonaparte ...................................... 39 Mitiche Cornate di Gerfalco, Dolomiti di Toscana con vista mare (montieri (SI-GR-PI)) .................... 39 Bagno di Gavorrano e Castel di Pietra ................................................................................................ 40 Area del Tufo: San Rocco di Sorano – San Quirico – Vitozza ............................................................. 40 area dei tufi: Escursione da S. Martino sul Fiora a Saturnia ................................................................. 40 area dei tufi: Sovana – Pitigliano lungo le Vie Cave ........................................................................... 40 amiata: Sassoforte – Sassofortino ....................................................................................................... 40 BASSA MAREMMA TOSCANA: Riserva del Monte Labro ............................................................. 40 bassa maremma: Cicloturismo nelle colline tra Cinigiano e Campagnatico ......................................... 40 La leggendaria Via dei Cavalleggeri ed il Principato di Piombino (LI) ................................................ 41 3 Estensioni giornaliere in Toscana Nord e Montagna ............................................................................................ 42 45. Trekking giornaliero all'isola di Capraia ............................................................................................. 42 46. Gorgona ............................................................................................................................................. 42 47. Colline Livornesi: L’Anello del Calvario e l'acquedotto di Colognole ................................................. 43 48. Dalle Colline al Mare: Castellaccio-Calafuria e ritorno ....................................................................... 43 49. Il Canyon del Torrente Calignaia (Romito – Livorno)......................................................................... 43 50. Escursione sulle Colline Livornesi - La Valle del Chioma .................................................................. 43 51. Trekking naturalistico e urbano sulle antiche vie d’acqua livornesi ..................................................... 44 52. Escursione alla scoperta dell’Antico Porto Pisano............................................................................... 44 53. PORTOVENERE e 5 TERRE VIA MARE ....................................................................................... 44 54. I Gessi miocenici di Cava Serredi (LI) ................................................................................................ 44 55. Alpi Apuane: l’Antro e l’ascesa del Corchia ....................................................................................... 45 56. Torrenti Apuani: Le marmitte di Candalla e gli Opifici del Lombricese .............................................. 45 57. Alpi Apuane: il Monte Forato............................................................................................................. 45 58. Salita sul Monte Gabberi, il balcone delle Alpi Apuane ...................................................................... 45 59. Grotta all’Onda (Camaiore - LU) ....................................................................................................... 45 60. Alpi Apuane: da Pruno a Foce di Mosceta .......................................................................................... 46 61. Monte Tambura e le Cave di Marmo Apuane (Carrara – MS) ............................................................. 46 62. La Leggendaria Via Vandelli (MS) .................................................................................................... 46 63. I borghi dei Cavatori (Cardoso-Pruno-Volegno) e le Cascate di Acquapendente (LU) ......................... 46 64. Lunigiana: I sentieri di Fosdinovo (Apuane) ....................................................................................... 47 65. Monti Carchio e Folgorito: sulla scena della Linea Gotica .................................................................. 47 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 4

66. 67. 68. 69. 70. 71. 72. 73. 74. 75. 76. 77. 78. 79. 80. 81. 82. 83. 84. 85. 86. 87. 88. 89. 90. 91. Alpi Apuane - Valle del Frigido (MS):LA VIA DELL'ONICE E LA FILANDA DI FORNO ............. 47 Alpi Apuane: L’anello di Montecastrese............................................................................................. 48 il Monte Croce sulle Apuane .............................................................................................................. 48 Anello degli Alpeggi di Pruno (Alpi Apuane) ..................................................................................... 48 Seravezza, cuore di marmo, castagne e funghi .................................................................................... 48 Alpi Apuane: L'anello del Monte Procinto .......................................................................................... 49 Le castagne del Lago di Vagli (Campocatino - LU) ............................................................................ 49 Lago di Porta e Castello Aghinolfi (Versilia) ...................................................................................... 49 Le Camelie di Sant'Andrea di Compito (LU) ...................................................................................... 50 Intorno al Lago di Massaciuccoli (LU) ............................................................................................... 50 Storia e Natura sui M. Pisani: Rocca della Verruca (PI) ...................................................................... 50 L’Occhio di Lucca e la Linea Gotica (LU) .......................................................................................... 51 Tra Ripafratta e l’Eremo di Rupecava (PI) .......................................................................................... 51 I sentieri delle Castagne sui Monti Pisani: L’Eremo di Mirteto ........................................................... 51 Monti Pisani: Anello delle 2 fonti (Buti - PI) ...................................................................................... 51 In bici verso la Valle di Calci (Pisa) ................................................................................................... 52 In bicicletta da Pisa al Lago di Massaciuccoli ..................................................................................... 52 A piedi da Calci alla rocca della Verruca - Pisa .................................................................................. 52 Acquerelli Toscani e Terme a Casciana (PI) ....................................................................................... 52 Monti Pisani: le Parole d’Oro e l’Acquedotto del Nottolini (LU) ........................................................ 53 Quercia delle streghe e Rocca del Cerruglio (LU) ............................................................................... 53 Golfo dei Poeti: da Montemarcello a Tellaro (SP)............................................................................... 53 In barca sui Navicelli, a piedi all’Oasi di Cornacchiaia (PI-LI) ........................................................... 54 I sontuosi parchi delle ville medicee fiorentine... Castello e Petraia..................................................... 54 Pomeriggio sulla Calvana: Travalle .................................................................................................... 54 Il Mugello Mediceo del Castello di Trebbio........................................................................................ 55 4 Soggiorni Fuori Toscana ..................................................................................................................................... 56 Trekking nell’Oltrepò Pavese: dove s’incontrano le Alpi con gli Appennini .................................................... 56 Isole Pontine................................................................................................................................................... 57 Corsica ........................................................................................................................................................... 59 Corsica Sud (min 5 giorni/4 notti) ............................................................................................................... 59 Corsica Centrale “en étoile” (min 4 giorni / 3 notti) .................................................................................... 60 Corsica Nord (min 4 giorni/3notti) .............................................................................................................. 61 Tour completo (min 7 giorni/6 notti)........................................................................................................... 62 Parmense e Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano......................................................................... 63 informazioni e prenotazioni ................................................................................................................................ 64 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 5

SOGGIORNI STORICO - NATURALISTICI Ecco una carrellata di proposte di più giorni suddivise in macro aree geografiche. Ciascun tour è valido e più che collaudato così com’è, ma può anche essere utilizzato come “canovaccio” su cui costruire la propria gita didattica su misura: basta sostituire il programma previsto in uno o più giorni del tour, uno di quelli riportati tra le Estensioni Giornaliere della stessa macro-area. Toscana Centro-Sud e Isole TOUR ESCURSIONISTICO DEI TUFI E DELLE COLLINE DEL FIORA (GR) Uno sguardo ai famosi Tufi di Pitigliano ed alla zona tra il Fiora e l’Albegna, per avere una panoramica sulla mutevolezza geomorfologica del paesaggio La Maremma delle Colline del Fiora è una terra singolare, per la quale l’uomo e la natura hanno da sempre collaborato n el modellarla, con il risultato sorprendente di un luogo in cui gli aspetti storico-archeologici e naturalistici sono imprescindibili gli uni dagli altri. Visitare questi luoghi significa, infatti, percorrere strade tracciate dagli uomini preistorici, strade etrusche e romane, sentieri da sempre usati, lungo i quali la vegetazione cresce rigogliosa esattamente come avveniva nel passato più remoto; significa in particolare percorrere le straordinarie Vie Cave, i “canyon” scavati dagli Etruschi nel tufo per r aggiungere le numerose Necropoli della zona. Gli straordinari insediamenti rupestri di Vitozza, noti fin dall’eneolitico ed abitati fino al XVIII secolo, il quartiere e le tradizioni gastronomiche e folcloristiche ebraiche di Pitigliano, il saliscendi dei vicoli scavati nella roccia e il bellissimo castello di Sorano, l’ariosità del piccolo borgo di Sovana, le spettacolari cascate termali di Saturni a, le limpide acque dei fiumi Fiora, Lente e Albegna: sono solo alcuni degli innumerevoli tesori che contribuiscono al pregio di un territorio ancora autentico e lontano dalle speculazioni turistiche. 5 ARGOMENTI DIDATTICI Tradizioni, leggende e cultura locali Storia degli insediamenti umani e rupestri a partire dagli Etruschi Geologia storica dell’area vulcanica e geomorfologia dei Tufi di Pitigliano Geologia dei Travertini dell’Albegna e del Fiora Aspetti naturalistici: la vegetazione mediterranea ed i microclimi delle Vie Cave Orientamento e cartografia Aspetti tecnico-sportivi dell’attività escursionistica ATTIVITA’ E VISITE Oltre agli innumerevoli sentieri escursionistici che sono parte integrante di questi progetti, nel corso dei soggiorni è possibile: Visita di Pitigliano: i tufi, l’impianto urbanistico medievale, i quartieri ebraici e le spettacola ri cantine scavate nella roccia (1/2 g) Visita di Sovana e di Sorano (1/2 g) Visita di Saturnia e delle Cascate termali del Gorello (1 g) Gli insediamenti rupestri di Vitozza (1/2 g) Visita delle Necropoli Etrusche con la famosa Tomba Ildebranda (costo suppl) (1 g) ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 6

Escursioni storico-naturalistiche nelle Vie Cave e nei più bei sentieri della bassa Maremma Toscana Escursione giornaliera all’Isola del Giglio (costo suppl) (1 g) Gita al Tombolo della Feniglia e dell’Argentario (1 g) Realizzazione di un erbario didattico (in escursione) SCHEDA TECNICA Sistemazione in Hotel in camere 3-4 posti letto con servizi privati Quota individuale a partire da 2 giorni 60,00 € 3 giorni 103,00 € Paganti minimo 25 la quota comprende: guida G.A.E per l'intera durata del soggiorno, pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo con cestini-pranzo da viaggio, materiali didattici, IVA Gratuità 1 ogni 15 paganti la quota non comprende: il pranzo del primo giorno, i trasporti e quanto non specificato in " la quota comprende" PROGRAMMA D’ESEMPIO (5 giorni – 4 notti) 1° giorno (Itinerario a piedi del giorno: Sorano – San Rocco; tempi indicativi di percorrenza 2h) Incontro con la guida a Sorano nella mattinata. Visita alla Necropoli di San Rocco ed escursione a piedi fino a Sorano attraverso la suggestiva Via Cava di San Rocco e lungo la Valle del Fiume Lente. Visita del paese e della Fortezza Orsini, con il suo Museo ed i sotterranei Lorenesi. Trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento. 2° giorno (Itinerario a piedi del giorno: Sorano - S. Quirico; tempi indicativi di percorrenza 4h30’) Dopo la colazione trasferimento a Sorano da dove, con una splendida escursione a piedi attraverso il bosco, si raggiunge Vitozza, colle tufaceo sede del maggiore insediamento rupestre dell’Italia centro-settentrionale, paragonabile a quello dei Sassi di Matera ed abitato dall’Alto medioevo fino al XVIII secolo. Dopo la visita alle grotte proseguiremo fino a S. Quirico per l’appuntamento con il pullman ed il rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento. 3° giorno (Itinerario a piedi del giorno: Sovana – Pitigliano; tempo di percorrenza indicativo 5h) Dopo la colazione ci sposteremo a Sovana, per una visita delle Necropoli di Grezzano, Folonia e della celeberrima Tomba Ildebranda; visita del paese con il suo Duomo e le rovine del Castello Aldobrandesco. Percorreremo quindi a piedi il tragitto tra Sovana e Pitigliano lungo le splendide Vie Cave dell’Annunziata e di S. Giuseppe, decorate dalle medievali “scacciadiavoli”, nicchie votive contro gli spiriti maligni che si credeva pervadessero questi luoghi. Attraverso un percorso naturalistico-archeologico unico nel suo genere, con spettacolari cascate, antichi ponti e Mulini, arriveremo a Pitigliano in tempo per una indimenticabile visita ad una delle Cantine private scavate nella roccia sotto il paese. Visita del pittoresco borgo medievale, dei suoi monumenti maggiori e delle sue stupende Necropoli etrusche e rientro in Hotel per la cena ed il pernottamento. 4° giorno (Itinerario a piedi del giorno: S. Martino sul Fiora – Saturnia; tempo di cammino circa 4h30’) Dopo la colazione si lascia l’hotel e si parte alla volta di S. Martino sul Fiora, dove un sensibile cambiamento del paesaggi o ci separerà definitivamente dai Tufi per introdurci alla zona geotermica dei Travertini. Dal borgo percorreremo a piedi sentieri e mulattiere fino a Poggio Murella per vedere i resti di un’imponente Cisterna e di altre vestigia romane che ci ricordano la passione di quel popolo per le terme e ci avvisano della vicinanza con la zona termale odierna. In breve saremo infatti a Saturnia attraverso un tratto dell’antica Via Clodia. Pranzo al sacco. Breve visita del paese. Poco fuori il paese avremo mod o di comprendere il fenomeno geotermico dal punto di vista geologico e di testare personalmente le famose manifestazioni geotermiche con un rigenerante bagno nelle acque termali della celebre cascata del Gorello. Rientro in pullman all’Hotel per la cena ed il pernottamento. 5° giorno (Itinerario a piedi del giorno: Selva del Lamone e Sorgenti della Nova; tempo di cammino circa 2h) Dopo la colazione, trasferimento fino all’imbocco del sentiero. Il percorso si snoderà attraverso l’inestricabile Selva del Lamone fino alle Sorgenti della Nova, una zona archeologica di fondamentale importanza per lo studio della Preistoria, bagnata da una suggestiva cascata di limpide acque. Pranzo al sacco. Partenza nel pomeriggio. 6 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 7

GIGLIO E GIANNUTRI Sono le isole più meridionali dell’Arcipelago Toscano, caratterizzate molto diversamente l’una dall’altra sotto ogni punto di vista, sia naturalistico che antropico. La visita permette di apprezzare la “quotidianità” della vita sull’isola del Giglio i n contrapposizione con “l’esclusività” di quella a Giannutri, oltre a suggerire una grande varietà di spunti didattici. Molteplici gli itinerari ed i programmi di soggiorno possibili, da costruire insieme agli insegnanti accompagnatori in fase progettuale e sul campo, eventualmente anche coinvolgendo i ragazzi. (Non occorre pullman al seguito) ARGOMENTI DIDATTICI CHE SI POTRANNO AFFRONTARE Un Parco nazionale: finalità, vantaggi e prospettive Vivere su un’isola a dimensione umana (Giglio) o su una minuscola isola esclusiva (Giannutri) Tradizioni, leggende e cultura locali Storia degli insediamenti umani (dall’antichità all’epoca attuale attraverso il medioevo, il Rinascimento e la recente istituzione del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano) Storia geologica delle due isole e delle attività minerarie Geomorfologia costiera ed erosione delle spiagge La biologia marina Le colonie di uccelli marini Aspetti naturalistici: i popolamenti animali e vegetali di un’isola e la loro evoluzione durante le ere geologiche La vegetazione mediterranea: caratteristiche generali e strategie evolutive; usi tradizionali delle piante Orientamento e cartografia Aspetti tecnico-sportivi dell’attività escursionistica ATTIVITÀ E VISITE Oltre agli innumerevoli sentieri escursionistici che sono parte integrante di questi progetti, nel corso dei soggiorni è possibile: Visita del centro storico di Giglio Castello: l’impianto urbanistico medievale e rinascimentale (2 ore) Escursione giornaliera all’Isola di Giannutri (costo suppl) (1 g) Visita della Villa Romana di Giannutri (2 ore) Escursioni alla Colonia di Gabbiano reale di Giannutri (2 ore) Giro dell’isola in barca (costo suppl) (1/2 g) Laboratorio di biologia marina (costo suppl) (1/2g) Realizzazione di un erbario didattico (in escursione) Escursioni trekking sul crinale o sui sentieri costieri del Giglio (1 o 1/2 g) Escursione al Tombolo della Feniglia e visita dell’Acquario di Porto S. Stefano (costo suppl) (1 g) SCHEDA TECNICA Quota individuale a partire da € da aggiornare Paganti minimo 25 Gratuità 1 ogni 15 paganti Sistemazione in Hotel*** in camere 3-4 posti letto con servizi privati la quota comprende: guida G.A.E per l'intera durata del soggiorno, pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo con cestino-pranzo da viaggio, materiali didattici, IVA la quota non comprende: il pranzo del primo giorno, i trasporti e quanto non specificato in " la quota comprende" ESEMPIO DI SOGGIORNO ALL’ISOLA DEL GIGLIO E GIANNUTRI 1° giorno - Appuntamento con le guide presso Porto Santo Stefano nella tarda mattinata. Imbarco per il Giglio su traghetto di linea. Allo sbarco sistemazione in Hotel. Nel pomeriggio escursione naturalistica alle deliziose Cale di Cannelle e Caldane sulla costa orientale dell’Isola. Rientro in Hotel, cena e pernottamento. ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492 7

[close]

p. 8

2° giorno - Dopo colazione escursione a piedi lungo l’antica Mulattiera per Giglio Castello; visita del Castello con i suoi strettissimi vicoli medievali e le imponenti mura Medicee. Escursione a piedi fino a Campese; possibilità di fare il bagno sulla spettacolare spiaggia dai granelli costituiti da cristalli di pirite, quarzo e fluorite. Trasferimento in pullman di linea fino al Porto, rientro in Hotel, cena e pernottamento. Possibilità di allestire per i ragazzi una “mini -discoteca” sulla passeggiata. 3° giorno - Dopo colazione imbarco per Giannutri su nave di linea. Escursione fino al Faro di Punta di Capel Rosso o a Punta S. Francesco. Sarà possibile attraversare una colonia di gabbiani nidificanti e osservare i nidi con uova e pulli ancora implumi. Imbarco per Giglio, rientro al pullman e partenza MAREMMA E ISOLA DEL GIGLIO 3 giorni – 2 notti Gli aspetti naturali, storici e paesaggistici di una terra selvaggia e bellissima, da sempre simbolo della Toscana più autentica. Programma 1° giorno - Appuntamento con la guida presso il Centro Visite del Parco della Maremma ad Alberese. Escursione naturalistica all’interno del Parco dell’Uccellina sul percorso “Le Torri”. Nella rigogliosa Macchia del Parco fino alla medioevale torre di Castel Marino, arroccata sul margine dell'antica scogliera. Ai suoi piedi la pineta Granducale che copre la vasta pianura tra il mare e la foce dell’Ombrone e sullo sfondo, a perdita d’occhio, le bianchissime sabbie della suggestiva spiaggia. Dati tecnici: percorso a/r di media difficoltà per persone mediamente allenate, in parte coperto da vegetazione; tempo di percorrenza medio 3h (sola andata); lunghezza ca. 6km; dislivello complessivo in salita ca. 170m; Dal Centro visite di Alberese il Bus Navetta ci condurrà all’inizio del sentiero, dove verrà a riprenderci al termine dell’escursione a piedi. Trasferimento a Fonteblanda in pullman per la cena ed il pernottamento 2° giorno - prima colazione in hotel. trasferimento a Porto S. Stefano e imbarco per l’isola del Giglio. L’isola più ospitale dell’Arcipelago Toscano, abitata da sempre e così vicina alla costa che sembra quasi impossibile possa mantenere quella sua atmosfera da “scoglio senza tempo”. Fin troppo sfruttata dal turismo balneare, poco attento alle infinite bellezz e naturalistiche dell’isola, visitata “fuori stagione” e con lo spirito del trekking, ci apparirà in tutto il suo splendore. Trasferimento in pullman di linea fino al centro storico e visita guidata di Giglio Castello; escursione naturalistica lungo uno dei più suggestivi sentieri dell’Arcipelago Toscano, caratterizzato da una varietà continua di ambienti, dalla gariga mediterranea più arida ai canneti ed alle giunchiglie lungo un fresco torrente, fino al paese di Campese con la sua spettacolare spiaggia e la torre d’avvistamento medicea; trasferimento in pullman di linea fino al porto; imbarco per Porto S. Stefano. Trasferimento in pullman fino all’Hotel. Cena e pernottamento 3° giorno - prima colazione in hotel. Trasferimento in pullman sui luoghi delle visite: Oasi del Tombolo della Feniglia (Orbetello) - escursione naturalistica Entrando in pineta dal lato di Ansedonia, è facile incontrare dei daini e, più raramente, si può scorgere anche qualche cinghiale. Se si arriva muniti di pezzetti di carote o pane, è possibile avvicinare i daini e, con un po’ di pazienza e soprattutto molta calma, dar loro da mangiare direttamente dalla propria mano. Il punto più facile per questo tipo di incontri è la radura o la pineta vicino alla casetta della guardia forestale. Lungo l’intero tragitto si possono invece facilmente notare le orme dei daini o le buche scavate dai cinghiali in cerca di radici. L’ esploratore più attento potrà anche rinvenire qualche prezioso aculeo d’istrice. Alzando gli occhi, si vedono spesso delle ghiandaie che sembrano osservarci e seguirci volando di ramo in ramo. Zona umida di importanza internazionale (convenzione di Ramsar), l’Oasi protegge 300 ettari di laguna salmastra dove a tratti affiorano isolotti di limo ricoperti da vegetazione palustre. Il Tombolo della Feniglia lungo la costa è ricoperto da una lussureggiante macchia mediterranea mentre nella riva interna della Laguna troviamo un esteso tappeto di salicornia. Più all’interno boschetti isolati di pioppi, sughere, frassini ed olmi. Scendendo ancora più a sud troviamo il Bosco di Patanella caratterizzato da grandi estensioni di brugo. Questo ambiente è caratterizzato da piante della macchia mediterranea quindi da lentisco, fillirea, mirto, corbezzolo; da una vegetazione dunale (gramigna delle spiagge, santolina, sparto pungente, erba medica marina, calcatreppola marina, giglio di mare); da una zona lagunare (esteso tappeto di salicornia). La qualità di questo ambiente, e la sua posizione lungo le rotte migratorie, assicurano la concentrazione di migliaia di uccelli nelle grandi distese d’acqua come fenicotteri, cavaliere d’italia, airone bianco maggiore, airone cenerino, falco pescatore, mestoloni, spatole, avocette. Tra i mammiferi la volpe, il tasso e l’istrice. Porto Ercole, Porto Santo Stefano e l’acquario dell’Argentario illustrato da un biologo marino. 8 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 9

MAREMMA Gli aspetti naturali, storici e paesaggistici di una terra selvaggia e bellissima, da sempre simbolo della Toscana più autentica. La visita degli storici parchi dell’Uccellina e dei Tomboli dell’Argentario permetterà di osservare numerosi ambienti naturali, dalla macchia mediterranea più tipica alle zone umide della Foce dell’Ombrone e delle paludi costiere. Possibilità di avvistamento di una ricca fauna selvatica. Argomenti didattici che si potranno affrontare Geologia e Geomorfologia dei Monti dell’Uccellina e dell’Argentario Storia naturale: ricostruzione paleogeografia dell’area La gestione di una riserva naturale come modello di sviluppo sostenibile di un territorio Aspetti vegetazionali: Gli ecosistemi della Maremma; flore endemiche e relitte; Usi forestali tradizionali e loro influenza sullo stato attuale degli ecosistemi Aspetti faunistici Realizzazione di un erbario didattico Attività e visite Oltre agli innumerevoli sentieri escursionistici che sono parte integrante di questi progetti, nel corso dei soggiorni è possibile: Visita dell’Acquario del Mediterraneo di Porto Santo Stefano con un biologo marino (1/2g) Visita storica di Porto Ercole, Porto Santo Stefano e Orbetello. Simulazione di una visita naturalistica per portatori di handicap sull’apposita pista al Tombolo della Feniglia (2h) Scheda tecnica Quota individuale a partire da € da aggiornare Paganti minimo 25 Gratuità 1 ogni 15 paganti Sistemazione in Hotel*** in camere 3-4 posti letto con servizi privati la quota comprende: guida G.A.E per l'intera durata del soggiorno, pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo con cestino-pranzo da viaggio, materiali didattici, IVA la quota non comprende: il pranzo del primo giorno, i trasporti e quanto non specificato in " la quota comprende" 9 Esempio 1 di soggiorno in Maremma 1° giorno - Appuntamento con la guida in mattinata presso il Centro Visite del Parco dell’Uccellin a ad Alberese. Escursione naturalistica all’interno del Parco, percorsi “Le Torri” e “Foce dell’Ombrone”. Trasferimento a Fonteblanda in pullman per la cena ed il pernottamento 2° giorno - Dopo colazione, trasferimento in pullman a Orbetello per la visita all’Oasi del Tombolo della Feniglia; escursione naturalistica a piedi. Visita del centro storico di Porto Ercole e delle sue Fortezze spagnole. Rientro in pullman e partenza ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 10

Esempio 2 - Via di Santi e di Briganti tra Mremma e Argentario Maremma di butteri e briganti ma anche di eremi arroccati in luoghi impervi e bellissimi allo stesso tempo: nei 2 giorni della gita ci saranno escursioni di mare e di terra che potranno appassionare gli studenti con le storie dei personaggi meno noti della storia che faranno loro viviere le emozioni legate al territorio e tutti gli spunti di una terra “forte” e ricca di tradizioni e culture popolari. 1 giorno – Appuntamento con la guida presso Porto Ercole. Inizio dell’itinerario su uno dei sentieri del Mo nte Argentario, fino al Convento dei Passionisti oppure nell’Oasi della Feniglia, Riserva Naturale Statale, dove sbarcò un morente Michelangelo Merisi detto Caravaggio. L’escursione si concluderà con un percorso panoramico nelle Fortezze di Porto Ercole fino al centro della cittadina.Trasferimento in pullman all’hotel per la cena ed il pernottamento. (dati tecnici dell’itinerario: Itinerario con una parte ad anello ed una di a/r; durata: 4h30’ ca. - Difficoltà: media; Dislivelli in salita: 450m ca) 2 giorno - dopo la colazione partenza di buon ora per l’escursione naturalistica nella zona meridionale del Parco dell’Uccellina, sui passi dei più celebri briganti maremmani e nei luoghi della loro latitanza. Macchia verdeggiante, scorci panoramici sulle coste incontaminate e incontri faunistici emozionanti sono alcuni degli ingredienti di questa escursione maremmana doc. Al termine dell’escursione rientro al pullman e partenza del gruppo. (dati tecnici dell’itinerario: tempo di percorrenza 4h30’ ca; dislivello in salita 300m ca., difficoltà: medioimpegnativo; percorso con una parte a/r ed una ad anello) 10 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 11

PROGRAMMA MISTO MAREMMA E COLLINE METALLIFERE La Maremma e le Colline Metallifere offrono un’infinita varietà di spunti a chi desideri visitarle con scopi didattici. Con questo soggiorno si potranno affrontare i temi delle Aree Naturali protette e di tutti i loro ambienti, delle energie alternative pulite, la geotermia, la geologia, oltre a tutti gli argomenti legati al territorio ed alla sua storia. Nel seguito proponiamo un programma standard ed alcune escursioni giornaliere nella zona da combinare tra loro per un soggiorno scolastico su misura, tornando allo stesso hotel per il pernottamento e la cena. 1° giorno - Appuntamento con la guida presso Orbetello. Trasferimento in pullman fino al Centro visite del Parco della Maremma ad Alberese. Escursione naturalistica all’interno del Parco dell’Uccellina sul percorso “Le Torri”. Nella rigogliosa Macchia del Parco fino alla medioevale torre di Castel Marino, arroccata sul margine dell'antica scogliera. Ai suoi piedi la pineta Granducale che copre la vasta pianura tra il mare e la foce dell’Ombrone e sullo sfondo, a perdita d’occhio, le bianchissime sabbie della suggestiva spiaggia. Dati tecnici: percorso a/r di media difficoltà per persone mediamente allenate, in parte coperto da vegetazione; tempo di percorrenza medio 3h (sola andata); lunghezza ca. 6km; dislivello complessivo in salita ca. 170m; Dal Centro visite di Alberese il Bus Navetta ci condurrà all’inizio del sentiero, dove verrà a riprenderci al termine dell’escursione a piedi. (costi d’ingresso al parco: circa 6€) Rientro al pullman e trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento. 2° giorno - prima colazione in hotel. Trasferimento in pullman all’inizio dell’itinerario a piedi. Si potrà scegliere tra le seguenti escursioni: Escursione geomineralogica a Sasso Pisano tra Soffioni e Fumarole (PI) : si tratta di uno dei più sorprendenti itinerari di Toscana, in un paesaggio “infernale” tra soffioni, geyser, scoppi e sbuffi di aria calda dal suolo. Un’escursione per scoprire le meraviglie naturali della nostra terra accostandosi alla geologia ed alla geomorfologia, per capire l’origine delle forme del paesaggio e della conformazione geografica dei luoghi. Un’escursione per “curiosi” che vogliono conoscere “vita, morte e miracoli” di una delle aree geotermiche più famose del mondo, toccando con mano gli ingranaggi del processo industriale di sfruttamento, le manifestazioni geotermiche naturali e le mineralizzazioni spontanee della cosiddetta “Valle del Diavolo”. Sarà possibile approfondire in particolare gli aspetti chimico-mineralogici degli affioramenti e incentrare l’itinerario didattico sui processi chimici e sugli utilizzi storici delle varie mineralizzazioni. Dati tecnici dell’escursione a piedi: percorso a/r medio-facile, con continui piccoli saliscendi e terreno che può essere sdrucciolevole in caso di piogge recenti; dislivello totale in salita 200m ca.; lunghezza del percorso 4000m; tempo medio effettivo di cammino 2h 10’ ca. (dati per il solo tratto di andata). Si consiglia di portare con sé una piccola piccozza e qualche sacchetto o scatolina con un po’ di carta assorbente protettiva adatta a raccogliere minerali; zainetto giornaliero; indossare capi sportivi e scarpe da escursionismo. Poiché il percorso si svolge su terreni argillosi, in caso di piogge recenti si prevede di trovare fango: utilizzare capi che si possano sporcare. OPPURE L'Eremo di Malavalle e l'antico Prile (GR) - E' una zona curiosa questa di Malavalle, dove il tempo ha profondamente modificato il paesaggio, da malarica zona palustre circondata da colline di macchia impenetrabile a ridente costa intensamente dedita al turismo balneare. Nel tentativo di sovrapporre l'immagine passata a quella attuale, riscopriremo le tracce degli antichi paesaggi e le storie di uomini e santi che scelsero quest'area proprio perché remota e abbastanza inospitale da potervi espiare i propri peccati. L'escursione tocca i più importanti ruderi medievali della zona oltre che il tracciato dell'acquedotto Ximenes, per poi salire sul crinale che domina tutta la costa, la palude della Diaccia Botrona ed il poggio su cui sorge il borgo di Castiglione. Concluderemo il percorso naturalistico entrando nel pittoresco castello medievale e spostandoci quindi al’Oasi della Diaccia Botrona, dove non è difficile avvistare Fenicotteri ed altri uccelli delle zone umide, percorrendo i camminamenti asciutti tra i chiari. Dati tecnici dell’escursione a piedi: percorso medio-facile, in gran parte panoramico di crinale; dislivello totale in salita 500 m ca; lunghezza del percorso 10 km ca.; tempo medio effettivo di cammino 4h30'; al termine del sentiero entreremo nel Borgo antico di Castiglione, per scendere dino alla zona umida della Diaccia Botrona. OPPURE La leggendaria Via dei Cavalleggeri ed il Principato di Piombino (LI) - Un itinerario sui passi del celebre Corpo Militare istituito dai Granduchi di Toscana per la sorveglianza del Promontorio di Piombino, tra resti archeologici, antichi ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492 11

[close]

p. 12

monasteri e suggestive calette. La traversata del Promontorio è uno dei pochi sentieri sulla Costa degli Etruschi che si svolgano lungo la scogliera e ci riserverà quindi una sintesi degli ambienti rappresentativi della nostra Toscana, dalla colline ammantate di Macchia mediterranea alle rupi costiere battute dai venti occidentali, in un susseguirsi di scorci panoramici belli da togliere il fiato…. Al termine è possibile effettuare una visita al centro storico del "Principato di Piombino", il centro nevralgico dell'Arcipelago Toscano. Dati tecnici dell’escursione a piedi: percorso medio-facile parzialmente coperto; dislivello totale in salita 200 m ca.; lunghezza del percorso 10 km ca.; tempo medio effettivo di cammino 4h 30’ ca.. Trasferimento in pullman fino alla località dell’Hotel per la cena ed il pernottamento. 3° giorno - prima colazione in hotel. Trasferimento in pullman sui luoghi delle visite:  Oasi del Tombolo della Feniglia (Orbetello) - escursione naturalistica. Entrando in pineta dal lato di Ansedonia, è facile incontrare daini e cinghiali. Zona umida di importanza internazionale , l’Oasi protegge 300 ettari di laguna salmastra in cui affiorano isolotti di limo ricoperti da vegetazione palustre. Il Tombolo della Feniglia lungo la costa è ricoperto da una lussureggiante macchia mediterranea mentre nella riva interna della Laguna troviamo un esteso tappeto di salicornia. All’interno boschetti isolati di pioppi, sughere, frassini ed olmi. La qualità di questo ambiente, e la sua posizione lungo le rotte migratorie, assicurano la concentrazione di migliaia di uccelli nelle grandi distese d’acqua come fenicotteri, aironi, falco pescatore.  Capalbio – Giardino dei Tarocchi visita al curioso parco di sculture realizzate dall’artista francese Catherine Marie-Agnès Fal de Saint Phalle, detta Niki, su ispirazione dell’opera di Gaudì. Rientro al pullman e trasferimento in Hotel per la cena e il pernottamento. 4° giorno - prima colazione in hotel. Trasferimento presso il Centro Visite del Parco della Maremma e alla Foce dell’Ombrone per l’escursione in Canoa lungo il fiume. Giornata dedicata allo studio del fiume, della sua foce deltizia e della spettacolare avifauna presente. L’escursione in Canoa oltre ad essere formativa dal punto di vista sportivo, offre interessanti spunti per quanto riguarda il rapporto uomo-fiume ed il suo sviluppo nel corso dei secoli. Rientro al pullman e partenza del gruppo. Fine dei Servizi. 12 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 13

VAL DI CORNIA Il sistema dei Parchi della Val di Cornia è un sistema in cui c’è stretta interconnessione tra strutture museali, sentieri trekking, aree archeologiche e centri didattici. Zona di archeologia e natura, di tradizioni popolari e di attività minerarie millenarie, la Val di Cornia presenta infatti, agli occhi del visitatore, innumerevoli spunti di conoscenza. Oltre ai parchi archeologici Etruschi e Romani, le rocche medievali legate ai villaggi minerari ci offrono la rara opportunità di conoscere l’archeologia medievale. Le aree naturalistiche protette, tra le dune costiere e le Colline Metallifere, sono un laboratorio a cielo aperto per tutte le discipline naturalistiche. Le miniere e le cave ci offrono un quadro delle attività produttive che nei secoli hanno fatto la fortuna della zona. ARGOMENTI DIDATTICI Le aree protette: finalità, vantaggi e prospettive Tradizioni, leggende e cultura locali Storia degli insediamenti e delle attività umane: le miniere e le rocche minerarie Archeologia: le necropoli etrusche e il Museo; gli insediamenti minerari medievali Geologia mineraria delle Colline metallifere Orientamento e cartografia Aspetti tecnico-sportivi dell’attività escursionistica Aspetti naturalistici del territorio: la vegetazione mediterranea sempreverde: caratteristiche delle specie ed usi tradizionali; fauna e flora ATTIVITA’ E VISITE Sarà possibile combinare tra loro alcune delle seguenti attività per produrre un soggiorno di più giorni in VAl di Cornia: Escursione lungo la celebre La Via dei Cavalleggeri Visita del Museo Archeologico di Populonia (costo suppl.) (1/2 g) Visita dei Parchi archeologici di S. Cerbone e Le grotte (costo suppl) (1/2 g) Visita di Livorno e gita in barca nei “Fossi” cinquecenteschi del quartiere Venezia (costo suppl) (1/2 g) Escursioni naturalistico-storiche sui Monti Livornesi La Rocca di S. Silvestro: archeologia della vita quotidiana nel medioevo (costo suppl.) (1/2 g) La miniera del Temperino: la vita dei minatori e le attività minerarie di una miniera antichissima (costo suppl.) (1/2 g) La Macchia della Magona; il Parco naturale di Montioni La Villa e la cisterna Romana di S. Vincenzino (costo suppl.) (1/2 g) La Riserva biogenetica delle Gorette Escursioni nelle Riserve naturali della Val di Cecina (vedi dettagli al paragrafo relativo) Escursioni in barca per seguire un peschereccio al lavoro (costo suppl.) (1 g) Escursione giornaliera all’isola d’Elba (costo suppl.) (1 g) Realizzazione di un erbario didattico (in escursione) Ricerca e riconoscimento delle tracce animali (“) Laboratorio di cartografia (2 ore) SCHEDA TECNICA Sistemazione in Hotel in camere 3-4 posti letto con servizi privati Quota individuale a partire da 2 giorni 54,00 € 3 giorni 93,00 € Paganti minimo 25 la quota comprende : guida G.A.E per l'intera durata del soggiorno , pensione completa dalla cena del primo giorno al pranzo dell'ultimo con cestini-pranzo da viaggio, materiali didattici, IVA Gratuità 1 ogni 15 paganti la quota non comprende: il pranzo del primo giorno, i trasporti e quanto non specificato in " la quota comprende" 13 ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

p. 14

ISOLA D’ELBA L’isola più grande dell’Arcipelago Toscano presenta un’infinita varietà di spunti a chi desideri visitarla co n scopi didattici. Con un soggiorno si possono cogliere molti degli aspetti peculiari dell’isola, oppure concentrarsi su uno di essi in funzione del le tematiche sviluppate dai progetti scolastici in corso. Molteplici gli itinerari ed i programmi di soggiorno possibili, da costruire insieme agli insegnanti accompagnatori in fase progettuale e sul campo, eventualmente anche coinvolgendo i ragazzi ARGOMENTI DIDATTICI Un Parco nazionale: finalità, vantaggi e prospettive Vivere su un’isola Tradizioni, leggende e cultura locali Storia degli insediamenti umani (dall’antichità all’epoca attuale attraverso il medioevo, il Rinascimento, la dominazione napoleonica e la recente istituzione del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano) Geologia storica e storia mineraria di un’isola famosa nel mondo per i suoi giacimenti Geomorfologia costiera ed erosione delle spiagge Cenni di biologia marina Aspetti naturalistici: i popolamenti animali e vegetali di un’isola e la loro evoluzione durante le ere geologiche La vegetazione mediterranea La flora appenninica del monte più alto dell’Arcipelago Toscano: un’isola nell’isola Orientamento e cartografia Aspetti tecnico-sportivi dell’attività escursionistica Realizzazione di un erbario didattico ATTIVITA’ E VISITE Oltre agli innumerevoli sentieri escursionistici che sono parte integrante di questi progetti, nel corso dei soggiorni è possibile: Visita del centro storico di Portoferraio: l’impianto urbanistico rinascimentale e napoleonico (1/2 g) Visita alle residenze napoleoniche (Villa S. Martino e Palazzina dei Mulini) (2 ore) Visita ai giardini pensili delle Fortezze Medicee (costo supplememtare) (2 ore) Visita di Forte Stella (costo suppl.) (1 ora) Visita alla Piccola Miniera di Porto Azzurro (costo suppl)( 2 ore) Escursione al laghetto di Terranera (1/2 g) Escursioni trekking sui più bei sentieri dell’Isola (1g) Escursione al Parco Minerario di Rio Marina (costo suppl.) (1/2 g) Visita all’Acquario dell’Elba con esperto di biologia marina (costo suppl)(2 ore, anche serale) Gita con imbarcazione con visione sottomarina (costo suppl) (1/2 g) Visita dell’Isola di Pianosa (costo suppl) (1 g) Escursione all’Isola di Capraia (costo suppl) (1 g) Giro dell’isola in barca, (costo suppl) (1 g) ESEMPIO DI SOGGIORNO Trekking all’Isola d’Elba ( 4 giorni – 3 notti) Saranno quattro giorni all’insegna dell’escursionismo naturalistico e della convivialità all’Isola d’Elba. Per scoprire gli a ngoli meno noti dell’Elba, i suoi sentieri “appenninici” e quelli lungo la costa, le sue famose spiagge finalment e lontane dalla “bolgia” balneare, i suoi caratteristici borghi e la mitezza del suo clima. Potremo arrivare fino al tetto dell’Arcipelago Toscano, a 1019m di quota, o all’aspro Castello del Volterraio e alla vetta di Monte Castello e da essi ammireremo l’ isola intera come in una magnifica mappa geografica. Sarà una vacanza diversa, con un’atmosfera spartana e conviviale nella splendida cornice dell’Elba d’inverno. 1° giorno – Ritrovo con la guida a Piombino nella mattinata e imbarco su nave di Linea (1h di traversata); arrivo a Rio Marina nella tarda mattinata; pranzo al sacco o in ristorante (da concordare); escursione alle Miniere a cielo aperto di Rio Marina con possibilità di raccogliere minerali, visita del Museo minerario. Trasferimento in Hotel, cena e pernottamento. Dati dell’escursione trekking: Dislivello: mt. 300. Difficoltà: facile. Escursione ore 3 circa. 2° giorno – Dopo la colazione, trasferimento all’imbocco del sentiero. Escursione sul crinale orientale dell'isola, da Cavo a Portoazzurro. Rientro in Hotel e cena. Dopo cena, visita guidata del centro storico di Portoferraio con le sue Fortezze Medicee e l’impianto rinascimentale. Rientro in Hotel per il pernottam ento. Dati dell’escursione trekking: Dislivello: mt. 600. Difficoltà: media impegnativa. Escursione ore 6 circa. ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492 14

[close]

p. 15

3° giorno – Dopo la colazione escursione trekking al Monte Capanne, tetto dell’Arcipelago Toscano. Pranzo al sacco. Trasferimento in Hotel per la cena ed il pernottamento. Dati dell’escursione trekking: Disl: mt. 600. Difficoltà: medio-impegnativa. Escursione ore 6 circa. 4° giorno – Dopo la colazione escursione naturalistica a piedi tra i monti ed il mare, da S. Andrea a Marciana Marina, attraverso la suggestiva valle di Cappone. Pranzo al sacco. Trasferimento al Porto per l’imbarco e rientro a Piombino. Dati dell’escursione trekking: Disl: mt. 350. Difficoltà: medio facile. Escursione ore 4,30 circa. TREKKING DELLE DUE ISOLE: ELBA E PIANOSA 4 giorni – 3 notti 1° giorno – Piombino/Elba Ritrovo a Piombino nella mattinata e imbarco con un numero minimo di auto private; arrivo a Portoferraio nella tarda mattinata; escursione a punta Calamita e visita della Miniera del Ginevro, l'unica miniera ipogea dell'Isola d'Elba. Trasferimento a Portoferraio, sistemazione negli appartamenti, cena in ristorante convenzionato e rientro. Disl: mt. 300. Difficoltà: facile. Escursione ore 3 circa. 2° giorno – Elba Escursione sul crinale orientale dell'isola, da Cavo a Portoazzurro. Rientro agli appartamenti a Portoferraio. Cena in ristorante, visita guidata del centro storico di Portoferraio, pernottamento. Disl: mt. 600. Difficoltà: media impegnativa. Escursione ore 6 circa. 3° giorno – Pianosa Dopo colazione, trasferimento fino a Marina di Campo e imbarco sulla Barca che ci porterà a Pianosa (costo aggiuntivo). Visita dell'isola e delle diramazioni carcerarie abbandonate. Disl: mt. 0. Difficoltà: facile. Escursione ore 4,30 circa. 4° giorno – Elba Dopo colazione, escursione trekking tra i monti fino alla vetta del Monte Capanne. rientro a Portoferraio per l'imbarco verso Piombino. Disl: mt. 350. Difficoltà: impegnativa. Escursione ore 6,30 circa. 15 ISOLA DI PIANOSA L’isola proibita dell’Arcipelago Toscano, la più sconosciuta e affascinante, con il contrasto della sua insolita morfologia piatta e delle sue alte scogliere calcaree. L’isola-carcere oggi è visitabile e ci permette di vedere coi nostri occhi un ambiente incontaminato ed ecologicamente unico. Alle scuole che ne faranno richiesta, l’Ente Parco potrà concedere l’opportunità esclusiva di soggiornarvi e di essere per qualche giorno gli unici abitanti dell’isola. Argomenti didattici che si potranno affrontare La riserva integrale di Pianosa: finalità, vantaggi e prospettive Vivere su un’isola Tradizioni, leggende e cultura locali Storia degli insediamenti umani dal paleolitico medio (80.000 anni fa) ad oggi La Colonia Penale Agricola: tutti gli aspetti dell’istituzione carceraria Geologia storica: come nasce e si evolve l’isola di Pianosa ToscanaTrekking – guide ambientali escursionistiche dott.ssa Alice Colli - Viale del Tirreno 373 Tirrenia 56128 Pisa – www.toscanatrekking.it - alice@toscanatrekking.it 347 7922453 – C.F. CLL LCA 68B63 E625C – P.I. 0149 430 0492

[close]

Comments

no comments yet